Italo Calvino Le città invisibili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Italo Calvino Le città invisibili"

Transcript

1 1

2

3

4 Dice: - Tutto è inutile, se l ultimo approdo non può essere che la città infernale, ed è là in fondo che, in una spirale sempre più stretta, ci risucchia la corrente. E Polo: - L inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce nè uno, è quello che è già qui, l inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e sapere riconoscere chi e cosa, in mezzo all inferno, non è inferno, e farlo durare e dargli spazio. Italo Calvino Le città invisibili

5

6 Ringraziamenti Un ringraziamento particolare va a tutte le Organizzazioni che con la loro disponibilità nel fornire dati e informazioni hanno permesso la realizzazione di questa guida. Ci scusiamo per l eventuale esclusione di qualche Associazione che potrebbe essere sfuggita a questa prima rilevazione. Eventuali Organizzazioni non presenti in questa guida o la variazione dei dati qui riportati possono essere segnalate a: oppure a Centro Adozioni ASL di Cremona V.lo Maurino, Cremona Tel 0372/ CISVol (Centro Informazioni e Servizi per il Volontariato) Via S.Bernardo, Cremona Tel 0372/26585 Fax 0372/ Le immagini riportate nella presente guida sono tratte dal catalogo La città sostenibile e i diritti delle bambine e dei bambini. Quarta mostra internazionale di illustrazione per l infanzia. Bergamo 2004 Ringraziamo l Associazione Giocoarmonia per la gentile concessione. 5

7 INDICE Presentazioni 9 Uno sguardo sul territorio 14 Premessa 17 SOSTEGNO A DISTANZA 19 Amici dell E.C.O.V.A.M. 21 Amici di don Emanuele 22 Amici di Gampola 23 Amici del Brasile 24 Amici del Montessori 25 A.M.U.R.T.- Ananda Marga Universal Relief Team 26 Associazione Cremona for Kenya 27 Associazione Italiana Amici di Raoul Follerau 28 Associazione Latinoamericana 29 Caritas Diocesana 30 Caritas Parrocchiale Soncino - Comitato Soncino for India 31 CREDO 32 Gruppo Missionario Ragazzi 33 La Tenda di Cristo 34 L Insieme 35 Movimento per la Vita 36 S.a.I. Sostegno all Infanzia 37 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO 39 ARCI Nuova Associazione 41 Comitato per Lucia e Santina 42 Croce Rossa Italiana Comitato Regione Lombardia 43 DI-SVI (Disarmo e Sviluppo) 44 Emergency 45 Gruppo Persona Ambiente 46 IPSIA Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI 47 Mani Tese 48 Operazione Mato Grosso 49 Pax Christi Movimento Cattolico Internazionale Per la Pace 50 UNICEF Fondo delle Nazioni Unite per l infanzia 51 ACCOGLIENZA BAMBINI DI CHERNOBYL 53 Aiutiamoli a Vivere 55 Associazione Giromondo 56 Comitato Accoglienza Bambini Bielorussi-Madignano 57 Comitato Soncinese Pro Chernobyl 58 Comitato Progetto Chernobyl 59 6

8 APPOGGIO A MINORI E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ 61 ABIO Associazione per il Bambino in Ospedale 63 Associazione Cadash Viscontea 64 Associazione Giorgio Conti 65 Associazione Michael Paiardi 66 Associazione Punto Famiglia 67 Associazione Camminiamo Insieme 68 Azione Cattolica Italiana e Fondazione Sant Omobono 69 Centro Aiuto alla Vita 70 Comunità Oasi Casa della madre e del bambino 71 Famiglia di Famiglie 72 Istituto Buon Pastore Pronto Intervento- Centro Accoglienza 73 Società Centrale Femminile San Vincenzo 74 Servizio sociale professionale dei Comuni 75 AFFIDO FAMILIARE 77 Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII 78 Ente Morale Associazione La Fraternità 79 Il Girasole Associazione di famiglie affidatarie 80 Servizio Affidi Comune di Crema 81 Servizio Affidi Comune di Cremona e Distretto ASL di Cremona 82 Servizio Affidi Comune di Casalmaggiore 83 ADOZIONE 85 A.M.O. Attraverso il Mondo per un Sorriso 86 Centro Aiuti per l Etiopia 87 C.I.F.A., Centro internazionale per l infanzia e la famiglia 88 Famiglie per l accoglienza 89 Genitori si diventa 90 Il Ramo d oro - Associazione di famiglie adottive 91 La Maloca 92 Centro Adozioni ASL della provincia di Cremona 93 Testimonianze 95 Il Coordinamento Nazionale ELSAD 105 Elenco organizzazioni suddivise per Comune 107 7

9

10 Presentazioni

11

12 La realizzazione di questa Guida è fortemente sentita a livello locale e nasce in coerenza agli indirizzi della Regione Lombardia, che, tramite una propria deliberazione, ha invitato le Aziende Sanitarie Locali a focalizzare l attenzione sull infanzia negata, le bambine e i bambini che soffrono condizioni di abbandono, deprivazione, povertà e sfruttamento. Per questo i dirigenti del Dipartimento per le Attività Socio Sanitarie Integrate dell ASL di Cremona hanno chiamato intorno a un Tavolo, insieme agli operatori dei Centri Adozioni e Servizi Affidi che professionalmente si occupano di questo settore, i rappresentanti degli Enti Locali e delle Associazioni di volontariato operanti in tale ambito, affidando loro il compito di sensibilizzare la popolazione cremonese e diffondere capillarmente le informazioni sulle forme di sostegno e partecipazione alle attività dedicate all infanzia in difficoltà. Il Tavolo di coordinamento ha voluto dare un taglio pratico al proprio lavoro, e ha messo a punto uno strumento la Guida - per dire ai cittadini quali sono le organizzazioni che operano a favore dell infanzia in difficoltà esistenti nella nostra provincia e cosa si può fare concretamente per questi bambini. Siamo lieti che la nostra Azienda abbia promosso questa iniziativa, che certamente contribuisce a rafforzare la già stretta collaborazione tra l ASL e le numerose risorse del territorio. Ci auguriamo che questo sia un buon inizio per promuovere ulteriori azioni di solidarietà. Direttore Sociale ASL della provincia di Cremona dott. Giuseppe Corsini Direttore Generale ASL della provincia di Cremona dott. Andrea Belloli 11

13 Finalmente parliamo di bambini: di bambini vicini e lontani, di bambini garantiti e di bambini a cui manca persino la prospettiva del giorno dopo, di bambini che vanno a scuola e di quelli che sanno molto solo perché vivono di racconti, di bambini che giocano al sicuro e di quelli per i quali giocare è un attività a rischio della vita, di bambini che hanno adulti che li amano e di quelli soli. Parliamo insomma di bambini, ognuno diverso, ma, allo stesso tempo, uguali proprio perché sono bambini. E un argomento avvincente perché, da un lato, ci proietta nel futuro e rischioso perché, dall altro, smuove buoni sentimenti spesso fine a se stessi; comodo perché possiamo parlarne stando seduti ad un tavolo, senza che loro ci possano disturbare. L invito dell Azienda Sanitaria Locale ci aiuta ad evitare questi rischi, ci costringe a fare i conti con la realtà spesso censurata, ma della quale tutti insieme ci vogliamo occupare con sensibilità e strumenti appropriati, tenendo presente che tutti i bambini sono portatori di diritti che anche la nostra società ricca spesso non è in grado di garantire. Tra di noi molti bambini sono oggetto di violenze fisiche e psicologiche all interno delle loro famiglie, in altri luoghi i bambini sono merce di scambio, oggetto di sfruttamento, abitano in strada anagraficamente sono bambini, ma dentro cosa possono diventare? Questa guida sarà uno strumento prezioso per tutti coloro che pensano che un mondo migliore è possibile a partire dalle garanzie che oggi possiamo dare a milioni di bambini. La Provincia di Cremona opera da tempo, in modo diretto o mediante il proprio Regolamento provinciale sulla cooperazione internazionale, nel campo della cooperazione decentrata e crede in modo convinto in un forte ruolo degli Enti Locali nella costruzione di progetti con enti omologhi del Sud del mondo che poi i soggetti attivi del territorio (associazionismo, volontariato, ONG, sindacati, associazioni di categoria, comunità di immigrati, ecc.) possono implementare. Nelle comunità italiane la cooperazione decentrata crea legame sociale suscitando partecipazione e responsabilità; per questa ragione concetti chiave strettamente connessi al concetto di cooperazione decentrata sono comunità e territorio. In tal senso, dal 2005, la Provincia di Cremona ha avviato il Progetto Sostenere le comunità, costruire solidarietà, in collaborazione con ICS Consorzio Italiano di Solidarietà, rivolto ai Comuni, alle realtà dell associazionismo e del volontariato attivi nel campo della cooperazione decentrata e dei temi legati alla pace e ai diritti umani. In tal senso è anche il nuovo impegno della Provincia di Cremona nell ambito del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per il Sostegno a Distanza (ELSAD), nella convinzione che la pratica del sostegno a distanza costituisce un gesto di solidarietà concreta nei confronti di un bambino, della sua famiglia, della sua comunità, uno strumento che cerca di rendere concreti i principi di eguaglianza e i valori di solidarietà. Ma non solo. E anche un modo per avvicinarsi a mondi differenti, per conoscere e comprendere popoli e tradizioni diverse dalle nostre, per capire come il nostro stato di benessere non è di tutti in questo mondo. Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Cremona Anna Rozza 12

14 Una guida che presenti tutte le associazioni, tutti i soggetti che nel nostro territorio si occupano, con diverse forme di aiuto e di sostegno, dei bambini che nel mondo vedono messi in discussione i loro fondamentali diritti, vuole essere un contributo offerto a tutti coloro che si sentono interrogati da questa realtà, che si sentono coinvolti e desiderosi di fare qualcosa, di mettersi in gioco per esprimere vicinanza e solidarietà. Sappiamo che la scelta della solidarietà richiede piena consapevolezza ed, in primo luogo, informazione e conoscenza sulle opportunità e sui progetti esistenti, in modo che chi lo desideri sia in grado di scegliere ed eventualmente possa inserirsi con fiducia nei percorsi già tracciati. Questa guida prende forma da un idea comune, da un progetto di cui abbiamo pienamente condiviso l utilità e la necessità, quello di rendere un servizio utile, di offrire uno strumento che faciliti la via della solidarietà, ma che insieme mostri tutta la ricchezza delle iniziative e delle presenze di cui il nostro territorio dispone. Le istituzioni possono svolgere un ruolo importante in questo ambito, che non è certo quello di sostituirsi alle molteplici iniziative delle associazioni e dei singoli cittadini, ma quello di renderle visibili, di accompagnarle, di sostenerle. Il concorso alla realizzazione della Guida, così come il sostegno alle diverse iniziative intraprese a favore della cooperazione e della solidarietà internazionale, tra cui l adesione al coordinamento Enti Locali Sostegno a Distanza (ELSAD), possono così rappresentare per l Amministrazione Comunale, un modo concreto per promuovere nella città la formazione multiculturale e la valorizzazione della dignità della persona dentro ogni contesto e cultura. Assessore alle Politiche Sociali e di Promozione della Salute del Comune di Cremona Maura Ruggeri 13

15 Uno sguardo sul territorio a cura di Cisvol Cremona In questa pubblicazione sono elencate alcune Organizzazioni che operano nel territorio della provincia di Cremona; si tratta di una raccolta di 70 enti che a vario titolo operano a sostegno dell infanzia, un esempio di quanto viene offerto dal variegato mondo del non profit cremonese. All interno della banca dati del Cisvol infatti sono censite oltre 1500 organizzazioni; tra queste circa si occupano di attività che vanno a vantaggio della comunità nei settori dell assistenza sociale, della sanità, dell educazione, della tutela dell ambiente, della cooperazione internazionale, o con interventi di beneficenza e raccolta fondi. Sono realtà che spesso lavorano nel silenzio, non compaiono sui giornali, non risaltano agli occhi dell opinione pubblica. Tuttavia gli interventi realizzati sono di grande rilevanza e in alcune occasioni rappresentano l unico punto di riferimento per persone che si trovano in situazioni di difficoltà e disagio. Il non profit cremonese è ricco di organizzazioni - i dati delle iscrizioni al Registro Regionale del Volontariato indicano la Provincia di Cremona al secondo posto per numero di organizzazioni in relazione alla popolazione residente - e se da una parte offre ai cittadini numerosi servizi, dall altra crea occasioni per sperimentare e condividere esperienza di solidarietà. Le associazioni elencate in questa guida hanno la comune caratteristica di svolgere attività a sostegno dell infanzia e sono suddivise nei seguenti settori: Sostegno a distanza 23 Cooperazione internazionale allo sviluppo 11 Accoglienza a bambini di Chernobyl 11 Appoggio a minori e famiglie in difficoltà 15 Affido familiare 3 Adozione nazionale e internazionale 7 Totale associazioni nella guida 70 La presenza è più rilevante nel Cremonese dove si colloca il 50% dei soggetti, il 40% opera invece nel Cremasco e il restante 10% è attivo nel Casalasco; il dato è in linea con la distribuzione del totale degli enti presenti nella banca dati del Cisvol (51% nel Cremonese, 38% nel Cremasco, 11% nel Casalasco) e rispecchia la collocazione della popolazione nella provincia (45% Cremonese, 44% Cremasco, 11% Casalasco), anche se il rapporto tra il numero delle associazioni sulla popolazione residente è leggermente più alto nel Cremonese. Alcune peculiarità contraddistinguono le organizzazioni descritte nella guida: - ci sono enti che hanno uno sguardo rivolto maggiormente verso il mondo come quelli che operano nel settore del sostegno a distanza: qui sono presenti anche diverse realtà che, pur costituite e gestite da laici, sono collegate ad esperienze di missione gestite da strutture religiose; - nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo è significativa la presenza di Associazioni che 14

16 pur avendo un forte legame con il territorio, operano in stretto contatto con una sede nazionale; - un attenzione particolare va posta sull attività di quegli enti sorti a seguito di emergenze internazionali come la tragedia di Chernobyl; - a livello locale si caratterizza l attività di famiglie coinvolte nell esperienza dell affido e dell adozione, così come l impegno delle associazioni che operano a sostegno delle famiglie in difficoltà, con un conseguente supporto favore dei minori. Gli enti nella pubblicazione hanno prevalentemente la natura di Organizzazione di Volontariato (55%) o di Associazione di Promozione Sociale (13%); significativa è anche la presenza di gruppi informali (18%). Il restante 14% è suddiviso tra cooperative sociali, enti ecclesiastici, ed altri enti diversi. 15

17 Nella guida sono elencati anche i servizi pubblici dell ASL e dei Comuni che offrono sostegno all infanzia. Molte Associazioni inserite nella guida segnalano, tra le modalità con le quali desiderano essere aiutate, la richiesta di contributi economici. E utile ricordare ai cittadini che la legge prevede vantaggi fiscali per chi eroga donazioni ad Enti Non Profit; è importante precisare che la detrazione è possibile esclusivamente se la donazione è fatta a favore di enti che possiedono i requisiti previsti dalla legge (es. Onlus o Organizzazioni di Volontariato iscritte al Registro Regionale) e mediante modalità particolari (con versamenti tramite istituti bancari o a mezzo posta). Ci auguriamo che questa guida risulti uno strumento utile per aumentare la sensibilità e l attenzione di tutti verso i diritti dei bambini e delle famiglie, soprattutto quelle più in difficoltà. Presidente CISVol Gigi Cappellini 16

18 Premessa Immagini, notizie ci colpiscono ogni giorno: bambini denutriti e coperti di mosche, bambini sfruttati nel lavoro, bambini di strada, bambini usati per la prostituzione, bambini soldato o dilaniati dalle mine, bambini malati privi di semplici cure, bambini privati della protezione di una famiglia. Bambini ai quali è stato tolto il diritto di essere bambini. Proviamo dolore, rabbia, impotenza, e desiderio di fare qualcosa. E la possibilità di fare qualcosa, di incanalare le nostre emozioni in un azione concreta, c è: sfogliando questa Guida si può vedere quante sono le forme di aiuto possibili e quante le Associazioni che lavorano per realizzarle, qui, nella nostra provincia. La Guida si propone di presentare Associazioni ed Enti, con brevi informazioni sui loro scopi e attività, per dare ai cittadini, alle famiglie, ai gruppi, la possibilità di offrire le proprie risorse e di scegliere come impegnarsi. Come vedrete, ci sono Associazioni che operano a favore dell infanzia in difficoltà nei Paesi stranieri, altre che si preoccupano della realtà locale. Anche la partecipazione e il livello di impegno richiesti possono essere diversi: un piccolo contributo economico, il volontariato, la raccolta di materiale, l accoglienza dei bambini nella propria famiglia per un po o per sempre. Ma ci sembra che, entrando in questo circuito della solidarietà, si dà e si riceve: si può andare oltre uno sguardo distratto e si scopre un altro mondo, fatto di povertà e sofferenza ma anche di potenzialità e umanità, che ci aiuta a ritrovare cose essenziali di cui rischiamo di perdere il valore. E poi, un altra cosa importante è cercare di capire perché, perché ingiustizie così terribili possono accadere. Questo ci dicono le testimonianze dell ultima parte della Guida, raccolte da persone molto diverse tra loro ma unite dallo stesso spirito. 17

19

20 SOSTEGNO A DISTANZA Il sostegno a distanza si propone di aiutare, con un regolare contributo economico, i minori e le loro famiglie che vivono nel proprio Paese d origine. Le quote versate sono utilizzate per garantire cibo e vestiario, cure mediche, il mantenimento agli studi, le case-famiglia, la maternità e tanto, tanto altro ancora. Un po impropriamente è spesso definito adozione a distanza, ma è bene non confondere i due ambiti, molto diversi tra loro. Con l adozione internazionale, il bambino straniero che non può rimanere nella famiglia d origine e non è adottato nel proprio Paese, diventa a tutti gli effetti figlio di una famiglia italiana, mentre il sostegno a distanza permette ai bambini di crescere nel loro Paese. 19

21 Oltre alle organizzazioni descritte nel settore SOSTEGNO A DISTANZA, intervengono in questo ambito anche: - DI-SVI (Disarmo e Sviluppo) pag Mani Tese pag Associazione Michael Paiardi pag A.M.O. Attraverso il mondo per un sorriso pag Centro Aiuti per l Etiopia pag C.I.F.A. Centro internazionale per l infanzia e la famiglia pag La Maloca pag

22 SOSTEGNO A DISTANZA Amici dell E.C.O.V.A.M. L Associazione sostiene interventi d aiuto al Centro d Accoglienza per bambini di strada E.C.O.V.A.M. di Goiania, gestito da suore del Rifugio Cuor di Gesù. Attraverso il sostegno a distanza si assicura al bambino adottato la frequenza scolastica, l alimentazione, l abbigliamento, il materiale didattico e l assistenza sanitaria. Brasile. Il sostegno a distanza può essere attuato da singole persone, famiglie, gruppi, classi, scuole, parrocchie versando un contributo di 26 euro mensili. All atto dell adesione viene consegnata la scheda con la foto e i dati del bambino o bambina. c/o Rifugio Cuor di Gesù - Via Bonomelli, 64 - Cremona tel. 0372/

23 SOSTEGNO A DISTANZA Amici di don Emanuele L Associazione raccoglie fondi da inviare ad un gruppo di suore togolesi che gestisce due centri d accoglienza per bambini abbandonati, uno per bimbi d età 0-5 anni e l altro per bimbi più grandi. Le suore si attivano anche per bambini che vivono con le loro famiglie in situazioni di disagio, assicurando educazione scolastica e assistenza sanitaria. Inoltre, attuano interventi d educazione sanitaria e alimentare per le donne e promuovono attività agricole e artigianali. Attualmente, si stanno occupando di un progetto di formazione professionale per ragazze (scuola di ricamo, cucito, tessitura). Togo. Attraverso la formula del sostegno a distanza, con un contributo di 26 euro al mese, si può garantire un livello base di alimentazione, istruzione ed assistenza sanitaria ad un bambino in condizioni di precarietà. L Associazione raccoglie anche libere donazioni. Via XXV Aprile, 24 - Cicognolo (CR) telefono e fax 0372/ /

24 SOSTEGNO A DISTANZA Amici di Gampola L Associazione nasce dalla volontà di alcune coppie di genitori, accomunati dall esperienza dell adozione vissuta in Sri-Lanka presso la Missione Gampola gestita dalle Suore della Beata Vergine di Cremona. Le coppie, tornate in Italia con i loro figli, hanno sentito il bisogno di fare qualcosa per aiutare i bambini che vivono presso le Case Missionarie. Decidono così di organizzarsi in Associazione per promuovere interventi di sostegno quali la raccolta di materiale didattico, vestiario, detersivi, giocattoli. Per l anno 2005 l Associazione ha raccolto aiuti per la Casa di Gampola che ospita circa ottanta bambini vittime dello Tsunami. In collaborazione con Ai.Bi (Associazione Amici dei Bambini) di Melegnano - Milano, Amici di Gampola organizza momenti di informazione, confronto, aiuto per coppie che intendono adottare. Sri Lanka. E possibile donare materiale (es. giocattoli per bambini, quaderni, colori ecc..), attivare adozioni a distanza, partecipare alla vita dell Associazione. Via Cavallotti, 25 c/o Istituto Beata Vergine Cremona tel. 0372/

25 SOSTEGNO A DISTANZA Amici del Brasile L Associazione promuove adozioni a distanza nel Nord Est del Brasile, dove ha avviato progetti specifici che coinvolgono 1200 bambini; ha attivato 8 scuole e 2 presidi sanitari. Inoltre promuove incontri di riflessione e approfondimento sulle problematiche dei Paesi in via di sviluppo. Svolge feste per gli associati. Nord Est del Brasile, Stato di Cearà. E possibile attivare un adozione a distanza (181 euro annuali), sottoscrivere il calendario del sostegno scolastico per le classi delle scuole brasiliane (50 euro l anno), effettuare libere donazioni. Segreteria: Via Umberto I - Pandino tel. 0373/ L Associazione è presente anche a Crema, Dovera, Castelverde, San Martino del Lago. 24

26 SOSTEGNO A DISTANZA Amici del Montessori L Associazione promuove attività a favore ed in collaborazione con la Scuola Materna Comunale Montessori di Crema. Le iniziative (corsi di musica, psicomotricità, inglese, giardinaggio) sono finalizzate allo sviluppo psico-fisico e all arricchimento culturale dei bambini. Amici del Montessori sostiene i bambini della scuola che presentano difficoltà economiche. Per questo, promuove iniziative culturali e d intrattenimento, congressi, raccolte fondi per beneficenza. Tra gli eventi, la collaborazione con l Associazione Amici del Brasile di Pandino per la raccolta di giochi e materiale scolastico da inviare ai bambini di un Asilo di Ceara, in Brasile; l adozione di un bambino in Bosnia attivata con la Caritas cremonese. Crema. E possibile diventare soci dell Associazione con il versamento di una quota d iscrizione. via Bottesini, 7 - Crema tel. 0373/

27 SOSTEGNO A DISTANZA A.M.U.R.T.- Ananda Marga Universal Relief Team L Associazione attiva adozioni a distanza, raccoglie fondi per il sostegno a progetti di sviluppo in aree depresse e organizza l invio di generi di prima necessità (medicinali, alimentari, vestiario) in zone colpite da calamità naturali o guerra. Inoltre, A.M.U.R.T. si occupa della creazione di centri d accoglienza e scuole per bambini abbandonati. Burkina Faso, Ghana, Kenya, Congo, Ruanda, Sud America, India,Tailandia, Mongolia, Romania, Italia. Possono aderire con libere donazioni singoli cittadini, scuole, aziende, organizzazioni sportive, gruppi spontanei. Casalmaggiore c/o Centro Milarepa - via Baldesio, 44 tel. e fax 0375/ Referente: Sig. Paolo Bocchi tel. 0375/42024 Trigolo Via Giovanni Canevari 26

28 SOSTEGNO A DISTANZA Associazione Cremona for Kenya L Associazione promuove progetti di sostegno e solidarietà in favore di bambini poveri, ragazze bisognose d istruzione e ragazze madri, senza alcuna distinzione etnica, di credo religioso o fede politica. A Karaba è stata interamente finanziata la costruzione di un convittoscuola funzionante per 250 studentesse. Attualmente sono attivi due canali di solidarietà: il sostegno delle studentesse di Karaba, tramite le adozioni a distanza e in collaborazione con la Caritas di Cremona; la raccolta fondi per la costruzione di una nuova scuola per ragazzi poveri a Malindi. L intervento si realizza con la collaborazione del Vescovo di Malindi. Kenya (Karaba e Malindi). E possibile sostenere i progetti e le iniziative contattando l Associazione. c/o ACLI sede Provinciale Via S.Antonio del Fuoco, 9/A - Cremona tel. 0372/

29 SOSTEGNO A DISTANZA Associazione Italiana Amici di Raoul Follerau I progetti infanzia AIFO mirano a sostenere l intera comunità di bambini presente presso un villaggio, una scuola o qualche altra istituzione. Gli interventi assicurano alimentazione, cure mediche, scolarizzazione, alloggi e figure adulte di riferimento. Nel territorio di Casalmaggiore, l Associazione progetta interventi di sensibilizzazione e informazione nelle scuole. Africa: Comore, Kenia, Repubblica Democratica del Congo. Asia: Cina, India. America Latina: Brasile. Il sostegno a distanza si attiva con un contributo mensile di 26 euro, trimestrale 80 euro, semestrale 160 euro, annuale 320 euro. Oltre ai contributi in denaro, l AIFO raccoglie materiale didattico e giocattoli. Referente locale: Sig. Gianclaudio Aroldi - via Roul Follerau, 36 - Casalmaggiore tel. 0375/

30 SOSTEGNO A DISTANZA Associazione Latinoamericana L Associazione sostiene un progetto d adozioni a distanza per madri adolescenti della città di Medellin. L intervento si propone di migliorare le condizioni di vita delle ragazze, seguirle nelle funzioni di recupero, rispondere alle loro necessità primarie e a quelle dei loro figli, aiutarle nella ricerca di un lavoro e rafforzare la loro autonomia personale. Colombia. Chi desidera aderire al sostegno a distanza di una ragazza-madre per un intero anno o per qualche mese, singolarmente o in gruppo, può prendere contatto con l Associazione. L Associazione fornisce un servizio gratuito di traduzione. Via Gioconda, 3 - Cremona tel. e fax 0372/20713 (segr. tel.) 29

31 SOSTEGNO A DISTANZA Caritas Diocesana La Caritas sostiene il progetto Adozione a distanza che si occupa di raccogliere aiuti per offrire assistenza alimentare, sanitaria e scolastica a bambini che vivono situazioni di grave disagio. Le adozioni a distanza hanno durata annuale e possono essere rinnovate. Albania, Brasile, Cile, Colombia, Congo, Equador, Etiopia, Filippine, India, Kazakstan, Kenia, Montenegro, Romania, Sri-Lanka, Eritrea. Possono aderire singoli cittadini, scuole, parrocchie, enti sottoscrivendo un contributo mensile di 26 euro o di 310 annuali. Caritas Diocesana di Cremona via Stenico, 2/B - Cremona tel. 0372/ Caritas Diocesana di Crema P.za Duomo, 27 Crema tel. 0373/

32 SOSTEGNO A DISTANZA Caritas Parrocchiale Soncino - Comitato Soncino for India La Parrocchia con la Caritas di Soncino, dalla fine del 2001, gestisce il coordinamento di oltre 120 famiglie soncinesi e non (collaborazione della Caritas Diocesana di Cremona), per sostenere nello studio i bambini poveri dei villaggi indiani di Elayankanni e Madurampattu (nello stato del Tamil Nadu, Sud India), sotto la guida di p. Giuseppe Susainathan, prete cattolico indiano. Il Comitato Soncino for India dal 2001 ha già grandi progetti: la Casa dei Ragazzi (100 posti) a Elayankanni; un nuovo edificio scolastico a Madurampattu. Dal 2002, a più riprese, volontari soncinesi hanno visitato le comunità di padre G. Susainathan. Il Comitato Soncino for India gode del sostegno di diverse associazioni locali (un particolare aiuto è offerto dal Gruppo H/Quartiere Brolo) e dall Amministrazione Comunale. India (Tamil Nadu). E possibile partecipare al fondo adozioni a distanza per uno o più bambini. E possibile versare contributi deducibili per i progetti scuola. Fondo adozioni a distanza Caritas Parrocchiale via San Bernardino, Soncino Lo sportello è aperto il 1 e il 3 sabato del mese dalle ore 16,00 alle 17,00. Comitato Soncino for India- Amici di p. Giuseppe Susainathan Responsabile: Giovanna cell c/o Circolo Acli P. Mario Zanardi Soncino (Cr) 31

33 SOSTEGNO A DISTANZA CREDO L Associazione organizza, presso famiglie italiane, soggiorni per bambini ucraini che vivono situazioni di disagio; raccoglie ed invia aiuti (indumenti, generi alimentari ecc.). Inoltre, sostiene la costruzione di un asilo in Bosnia e collabora con la Caritas Cremonese per la realizzazione della Casa Accoglienza per minori a Horativ (Ucraina). Africa, Bosnia, Brasile, Ucraina. E possibile partecipare alla vita dell Associazione come volontari e versare un libero contributo economico. Via Torchio, 6 - Cremona tel.0374/ (Soresina) 32

34 SOSTEGNO A DISTANZA Gruppo Missionario Ragazzi Obiettivo principale dell Associazione è favorire gli interventi d aiuto per la crescita, l educazione e l istruzione dei bambini abbandonati o in stato di estrema necessità. Ogni anno, il Gruppo Missionario ragazzi organizza una raccolta di materiale (biancheria, vestiario, detersivi,materiale didattico, giocattoli...) da spedire nel Paese. Sri Lanka. E possibile prendere contatto direttamente con l Associazione per ricevere informazioni specifiche sulle modalità di collaborazione. Via Guzzafame, 7 - Castelleone tel. 0374/

35 SOSTEGNO A DISTANZA La Tenda di Cristo L Associazione gestisce una Comunità di Accoglienza per donne in difficoltà e Case Famiglia per bambini in affido e ragazze madri. Inoltre, promuove adozioni a distanza e affidi di bambini che vivono situazioni di difficoltà. Le adozioni a distanza avvengono in Brasile e Messico. Le Case Famiglia per bambini in affido sono a Crema e Rivarolo del Re. La Comunità per donne in difficoltà si trova ad Acquanegra Cremonese. Con un contributo di 25 euro mensili si attiva l adozione a distanza. E possibile inviare ai bambini adottati materiale didattico e indumenti. L Associazione accoglie tutti coloro che intendono offrire disponibilità come volontari. Sede legale: San Giovanni in Croce - tel. 0375/91852 Tenda n.8 Speranza Rivarolo del Re - tel.0375/ Tenda n.8 Via Mulini, 36 Crema - tel.0373/ Tenda n.15 via Stazione, 73 - Acquanegra Cremonese - tel 0372/

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA A PIEN ROONG Fornire : Arredi scuola Sostegno allo studio e Salute pubblica SPONSOR: Micromondo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

GLI OBIETTIVI È 1 L INTERVENTO 2 I CONTENUTI 3 GLI STRUMENTI

GLI OBIETTIVI È 1 L INTERVENTO 2 I CONTENUTI 3 GLI STRUMENTI www.cibopertutti.it GLI OBIETTIVI È tempo di cambiare, dal livello globale a quello personale p. 1 L INTERVENTO Obiettivi del Millennio mancati, problema non solo dei poveri p. 2 I CONTENUTI Non c è diritto

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM)

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) Un Ordine Secolare, fin dall inizio, è un gruppo di fedeli cristiani che, inseriti e lavorando nella società, vivono la spiritualità di un Ordine religioso e

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Un'altra difesa è possibile

Un'altra difesa è possibile Un'altra difesa è possibile Campagna per il disarmo e la difesa civile. Se vuoi la PACE prepara la PACE... fiscale in sede di dichiarazione dei redditi. Obiettivo L obiettivo è quello della costituzione

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Comune di Bonate Sotto Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr.11 del 2.3.2009 Pubblicato all Albo dal 19.3.2009 al 3.4.2009 Reg.nr.102

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI 1. I bambini non sono mini persone, con mini diritti I bambini godono di diritti. La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell infanzia

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli