A.A. 2014/2015 Crediti Formativi CFU 10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.A. 2014/2015 Crediti Formativi CFU 10"

Transcript

1 Insegnamento: NORMALITA DELLA NASCITA Moduli: Gravidanza MED/47 CFU 3 Parto MED/47 CFU 3 Puerperio MED/47 CFU 2 Neonato MED/47 CFU 2 A.A. 2014/2015 Crediti Formativi CFU 10 Sigla: I0102D010 Tipo valutazione: voto finale Coordinatore: Prof.ssa Giuseppina Persico OBIETTIVO GENERALE: Al termine del corso lo studente sarà in grado di descrivere i cambiamenti associati alla gravidanza normale, i fenomeni materno fetali e la sorveglianza del benessere materno-fetale durante il parto normale. Lo studente sarà inoltre in grado di descrivere i cambiamenti associati al puerperio e della lattazione normale secondo gli obiettivi di apprendimento identificati dalla Baby Friendly Initiative in University dell UNICEF, nonché le caratteristiche e la fisiologia del neonato sano. PROGRAMMA: Modulo: Gravidanza MED/47 CFU 3 Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia della gravidanza, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle - Funzioni e Strutture corporee del - Sistema genito-riproduttivo: diagnosi di gravidanza, fenomenologia della gravidanza (segni e sintomi), i 3 trimestri. Semeiotica ostetrica: 1) Osservazione \ Ispezione, 2) Palpazione: Manovre di Leopold; Lunghezza Sinfisi-Fondo, 3) Auscultazione Battito Cardiaco Fetale, 4) Esplorazione vaginale. Pelvimetria. La reattività fetale: MAF - I sistemi: sensoriale; nervoso e mentale; endocrino; cardiovascolare e della coagulazione; - urinario; gastro-enterico; immunologico, della Cute in gravidanza - Cura e igiene della persona - Mobilità: attività sportive - Aree di vita principali: norme di tutela e di sicurezza (lavoro, mezzi di trasporto) - La comunicazione: la relazione terapeutica in gravidanza; la relazione genitoriale e il ruolo educativo dell ostetrica\o - Corsi di accompagnamento alla nascita - Prevenzione primaria degli esiti avversi della riproduzione (EAR) (www.pensiamociprima.it) - Fattori Ambientali - Diagnostica strumentale e tecnologica in gravidanza (Normalità della cardiotocografia) - Diagnostica di Laboratorio in gravidanza ed Interpretazione dei dati - Modelli di assistenza ostetrica prenatale. Planning di assistenza alla gravidanza a basso rischio - Diagnosi ostetriche secondo classificazione ICF. - Strumenti: Regola di Naegele, Regolo Ostetrico, Cartella ostetrica, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione nella scienza ostetrica: Scheda Stratify, Synfisys fundal heigth, Valutazione alcolemica. -

2 Modulo: Parto MED/47 CFU 3 Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia del travaglio-parto, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle - Funzioni e Strutture corporee del (modificazioni fisiologiche della dinamica e meccanica): - Sistema endocrino, - Sistema genito-riproduttivo: Semeiotica ostetrica: 1) Osservazione\Ispezione, 2) Palpazione, 3) Auscultazione Battito Cardiaco Fetale, 4) Esplorazione vaginale. Definizioni di fasi e tempi del travaglio e parto. - Sistema sensoriale e del dolore - Sistema nervoso e mentale, - Sistema neuro muscolo scheletrico e correlato al movimento, - Sistema cardiovascolare ed ematico, - Sistema gastro-enterico. - Cura e igiene della persona, mobilità, interazioni e relazioni interpersonali, la comunicazione, la relazione terapeutica. Fattori Ambientali - Modelli di assistenza ostetrica al travaglio- parto. Le cure amiche della madre secondo l Iniziativa UNICEF Insieme per l allattamento - Comprendere l importanza della non separazione al parto di madre e bambino e del contatto pelle a pelle. - Il sostegno sociale - Diagnostica strumentale e tecnologica - Episiotomia, Episiorrafia - Diagnosi ostetriche secondo classificazione ICF. - Strumenti: ICF, Cartella ostetrica, Partogramma WHO, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione: REEDA, Pain Coping Scale 3 R, VAS. Classificazione Piquard Modulo: Puerperio MED/47 CFU 2 Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia del puerperio, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle - Strutture e funzioni corporee dei sistemi: - nervoso e mentale: baby blues - sensoriale e del dolore, - urinario - genito-riproduttivo - digerente, - metabolico, - endocrino - cardiovascolare - ematologico, - respiratorio, - della termoregolazione - immunitario - La comunicazione: Modalità efficaci, il riconoscimento del linguaggio del neonato - Mobilità: La ripresa dell attività fisica - Prendersi cura della propria persona: Igiene, adesione ai programmi di screening, Alimentazione - Relazioni interpersonali: La ripresa dell attività sessuale - Aree di vita principali: servizi socio-sanitari territoriali di supporto, La legislazione a sostegno della madre e del bambino nazionale e internazionale, - Fattori Ambientali - Modelli di assistenza ostetrica durante il puerperio e la lattazione: l empowerment materno - Attività e partecipazione: Vita sociale e di comunità: gruppi di pari, rete di sostegno territoriale Diagnosi ostetriche secondo classificazione ICF Strumenti: Cartella ostetrica, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione: REEDA, Pain Coping Scale 3 R, VNS.

3 - Progetto: GENITORI PIU : 7 azioni per la vita del tuo bambino (2009); - Modulo: Neonato MED/47 CFU 2 Al termine del corso lo studente sarà in grado di descrivere le caratteristiche e la fisiologia del neonato sano avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle Scienze Ost-Gin e Neonatali In particolare: - Strutture e funzioni corporee - Sistema sensoriale e del dolore; - Sistema nervoso: Accertamento neonato sano alla nascita. - Sistema muscolo-scheletrico e correlato al movimento: le posizioni, postura del neonato. Circonferenza cranica, Lunghezza del neonato. Movimenti e rotazione della testa. Concetto di sviluppo motorio. - Sistema urinario - Sistema cardiocircolatorio: L adattamento alla vita extrauterina - sistema endocrino- metabolico: Gli screening obbligatori del neonato - sistema della termoregolazione - sistema ematologico: profilassi della malattia emorragica - Cute: valutazione colorito cutaneo. Ittero, cianosi, pallore, eritema. Il moncone ombelicale. Sistema digerente: secondo l Iniziativa UNICEF Corso di Laurea Amico dell Allattamento Materno BFU - Anatomia della mammella e fisiologia della lattazione: Implicazioni nella gestione dell allattamento; - Codice di commercializzazione dei sostituti del latte materno OMS: differenze rispetto alle leggi italiane - Posizione, attacco e suzione durante l allattamento e spremitura manuale delle mammelle; - L importanza dell allattamento a richiesta nell avvio e mantenimento della lattazione - Ragioni accettabili per le integrazioni - Pratiche basate su prove di efficacia che possono influire sull allattamento - L importanza dell allattamento esclusivo per i primi 6 mesi di vita, l introduzione dell alimentazione complementare e la prosecuzione dell allattamento secondo la Strategia globale. - L allattamento in caso di separazione dal neonato e l uso dei metodi alternativi di alimentazione. - L importanza della permanenza del bambino con la madre - L identificazione dei bambini che necessitano di aiuto nell allattamento - Aiutare la madre a riconoscere i problemi insorti in allattamento e loro gestione - Il sostegno delle madri nell allattamento complementare e la gestione dell alimentazione artificiale - Le fonti di sostegno nella comunità - I 10 passi OMS : razionale e implementazione. - Counselling alla madre in gravidanza e in puerperio; - Allattamento e farmaci. : Misure anti-sids Assistenza Ostetrica per la Salute: Fattori ambientali Procedure diagnostiche e terapeutiche: Vaccinazioni. Strumenti: ICF, Cartella neonatale, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione nell area Neonatologica ( Apgar, Apgar12,, NIPS- Neonatal Infant Pain Scale, FLACC, Curve di crescita., Punteggio di Ballard, Scala di Brazelton, LACTH, BAS) CONTENUTI Il corso fornisce allo studente gli elementi fondamentali per conoscere il processo di evoluzione fisiologica della gravidanza, del parto e del puerperio. Verranno fornite allo studente le competenze per riconoscere il fisiologico adattamento del neonato nel periodo peripartum.

4 BIBLIOGRAFIA Coad Jane, Anatomy and Physiology for midwives, Mosby 2006 SNLG e ISS, Gravidanza Fisiologica, 2010 (aggiornamento luglio 2011) Ladewig-London-Davidson, Assistenza alla maternità, ed it a cura di Guana-Grassi, Piccin 2012 Pairman Sally, Tracy Jan, Thorogood Carol, Pincombe Sally, Midwifery. Preparation for practice, Churchill Livingstone, 2010, 2 nd edition (capp.22, 23, 24, 28,29,30) Davies Lorna, McDonald S., Examination of the newborn and neonatal health, Churchill Livingstone, 2008 Diana Beck, Frances Ganges, Susan Goldman, Phyllis Long, Care of the newborn, Reference Manual, Save the Children, 2004 NHS, Routine examination of the newborn, NHS Quality Improvement Scotland, 2008 WHO: Infant and young child. Model chapter for textbooks for medical students and allied health professionals, Geneva, 2009 Unicef-OMS Manuale del Partecipante del Corso 20 ore per il personale della maternità Ed 2009 Guilliland K. & Pairman S., The Midwifery Partnership. Un modello per la professione ostetrica, SEU, 2012 DI RIFERIMENTO: NICE guidelines, - Antenatal care: routine care for the healthy pregnant woman Intrapartum care: routine care for the healthy pregnant woman Post natal care of women and their babies, 2006 e Revisione del Women need additional care, Dietary interventions and physical activity interventions for weight management before, during and after pregnancy, Neonatal jaundice, 2010 Australian College for Midwives, National Midwifery Guideline for Consultation and Referral; 2 nd ed 2013 ACOG; Intrapartum Fetal Heart Rate Monitoring: Nomenclature, Interpretation and General Management Principles; Number ;1; 2009 The Royal Australian and New Zealand College of Obstetricians and Gynaecologists, Intrapartum Fetal Surveillance; 2 nd ed, 2009 SOGC, Fetal health Surveillance: Antepartum and Intrapartum Consensus Guideline; vol 9, n 9, 2007 Guana M. e coll., La disciplina ostetrica: teoria, pratica e organizzazione della professione, McGraw Hill 2011, Milano Walsh Denis, Evidence-based care for normal labour and birth A guide for midwives, Routledge 2007 Walsh Denis & Downe Soo, Essential midwifery practice intrapartum care Wiley-Blackwell 2010 WHO, ICF Classificazione Internazionale del Funzionamento delle disabilità e della salute, Erickson, 2001 UNICEF INSIEME PER L ALLATTAMENTO. Ospedali & Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno. - Guida all applicazione dei Passi. Ed Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali. Ed Standard per le Buone Pratiche per la Comunità. Ed Entwistle FM The Evidence and rationale for the UNICEF UK Baby Friendly Initiative Standards. UNICEF UK ed 2013 Regalia A., Fumagalli S., Nelli E., Nespoli A., Usuelli L., Pro-muovere il parto, la postura come procedura nel travaglio e nel parto Carocci, 06 M. Mendicini Neonatologia, Verducci, Roma, 2 ed, 2009 Brazelton T. Nugent K. (a cura di Rapisardi G.) La Scala di valutazione del comportamento del neonato, Masson Raccomandazione Ministero della salute n 16, maggio La morte neonatale o la disabilità permanente in neonato sano di peso >2500 grammi non correlata a malattia congenita Marshall Jayne, Raynor Maureen "Myles Textbook For Midwives",6 Ed Churchill Livinstone Elsevier MODALITA D ESAME Prova scritta e prova orale.

5 RICEVIMENTO DEI DOCENTI Docenti Modulo: Gravidanza MED/47 CFU 3 Docenti Sede Recapiti Ricevimento Zobbi Virna Monza 039/ Segreteria CLO Fumagalli Simona Monza 039/ Segreteria CLO Paris Serena Bergamo Da concordare previo Docenti Modulo: Parto MED/47 CFU 3 Docenti Sede Recapiti Ricevimento Persico Giuseppina Monza 02/ Ufficio CLO Fumagalli Simona Monza 039/ Segreteria CLO Rovelli Nadia Bergamo Da concordare previo Docenti Modulo: Puerperio MED/47 CFU 2 Docenti Sede Recapiti Ricevimento Morassut Silvia Monza Da concordare previo Bracchi Michela Monza Da concordare previo Locatelli Margherita Bergamo Docenti Modulo: Neonato MED/47 CFU 2 Docenti Sede Recapiti Ricevimento Leva Laura Monza Da concordare previo Nelli Elisabetta Monza Da concordare previo Conti Stefania Bergamo

Insegnamento: METODOLOGIA CLINICA NELLE SCIENZE OSTETRICO GINECOLOGICHE E NEONATALI. A.A. 2015/2016 Crediti Formativi CFU 6

Insegnamento: METODOLOGIA CLINICA NELLE SCIENZE OSTETRICO GINECOLOGICHE E NEONATALI. A.A. 2015/2016 Crediti Formativi CFU 6 Insegnamento: METODOLOGIA CLINICA NELLE SCIENZE OSTETRICO GINECOLOGICHE E NEONATALI A.A. 2015/2016 Crediti Formativi CFU 6 Moduli: Management Ostetrico Ginecologico e Neonatale MED/47 CFU 1 Ostetricia,Ginecologia

Dettagli

A.A. 2014/2015 Crediti Formativi CFU 6

A.A. 2014/2015 Crediti Formativi CFU 6 Insegnamento: MEDICINA PERINATALE Moduli: Patologia della gravidanza e del feto- MED/40 CFU 1 Assistenza ostetricia perinatale- MED/47 CFU 1 Psicologia perinatale- M-PSI/08 CFU 1 Medicina interna- MED/

Dettagli

A.A. 2013/2014 Crediti Formativi CFU 6

A.A. 2013/2014 Crediti Formativi CFU 6 Insegnamento: MEDICINA PERINATALE Moduli: Patologia della gravidanza e del feto- MED/40 CFU 1 Assistenza ostetricia perinatale- MED/47 CFU 1 Psicologia perinatale- M-PSI/08 CFU 1 Neonatologia- MED/ 38

Dettagli

Insegnamento: ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA. A.A. 2011/2012 Crediti Formativi CFU 6

Insegnamento: ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA. A.A. 2011/2012 Crediti Formativi CFU 6 Insegnamento: ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA A.A. 2011/2012 Crediti Formativi CFU 6 Moduli: Fertilità e procreazione MED47 CFU 3 Anatomia del sistema genito riproduttivo - MED/40 CFU 1

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

Corso di laurea in Ostetricia

Corso di laurea in Ostetricia Corso di laurea in Ostetricia SCHEDA PER L ILLUSTRAZIONE DEL PERCORSO DIDATTICO DISCIPLINARE Insegnamento Modulo Docente del Modulo Email da fornire agli studenti Settore scientifico disciplinare Programma

Dettagli

Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in

Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in Ostetricia Amico dell Allattamento Materno Dichiarazione di conflitto

Dettagli

O.N.DA Milano 17 novembre 2014

O.N.DA Milano 17 novembre 2014 O.N.DA Milano 17 novembre 2014 Miriam Guana Presidente Federazione Nazionale Collegi Ostetriche Caterina Masè - Presidente Collegio Ostetriche Trento PREGRAVIDICO COUNSELLING PRECONCENZIONALE STILI DI

Dettagli

ALLEGATO 1H PROGRAMMA: EVENTO RESIDENZIALE

ALLEGATO 1H PROGRAMMA: EVENTO RESIDENZIALE ALLEGATO 1H PROGRAMMA: EVENTO RESIDENZIALE TITOLO EVENTO: INCONTRARE IL NEONATO Tipologia formativa: Convegno ID evento: M47 Sede: Università degli Studi di Milano-Bicocca Edificio U8, via Cadore 48, 20900

Dettagli

Componenti della Commissione

Componenti della Commissione ESAMI DI LAUREA IN OSTETRICIA ( ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI OSTETRICA/O CLASSE 1ª DELLE LAUREE NELLE PROFESSIONI SANITARIE) Iª SESSIONE A.A. 2011-2012 30 Ottobre 2012 Aula Magna Edificio U8 Via Cadore,

Dettagli

ASSISTENZA OSTETRICA ALLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA ATTRAVERSO LA LETTURA DELLE EVIDENZE SCIENTIFICHE

ASSISTENZA OSTETRICA ALLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA ATTRAVERSO LA LETTURA DELLE EVIDENZE SCIENTIFICHE Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena) Dott.ssa Antonella Marchi, ostetrica legale forense formazione@nascitadolce.it info@formazioneostetrica.com

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Indirizzo istituzionale VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO Telefono istituzionale 0171/642726 Fax istituzionale 0171/642260 E-mail istituzionale

Dettagli

> Gravidanza > Parto > Puerperio

> Gravidanza > Parto > Puerperio 1 > Gravidanza > Parto > Puerperio accompagnamento ad una assistenza appropriata 2 1 3 > La gravidanza 4 2 GRAVIDANZA E UN EVENTO BIO - PSICO - SOCIALE 5 BISOGNI BIOLOGICI: RIGUARDANO IL CORPO, QUINDI

Dettagli

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile Autori Presentazione XI XIV PARTE PRIMA Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile capitolo 1 QUADRO TEORICO CONCETTUALE DELL INFERMIERISTICA 3 Danilo Cenerelli La disciplina

Dettagli

32 congresso nazionale FNCO. Ostetrica Marina LISA Libera professionista

32 congresso nazionale FNCO. Ostetrica Marina LISA Libera professionista 32 congresso nazionale FNCO Ostetrica Marina LISA Libera professionista -Principi di fondo -ricaduta nella pratica clinica -Principi di fondo Il panel multidisciplinare e multiprofessionale che ha rielaborato

Dettagli

Componenti della Commissione

Componenti della Commissione ESAMI DI LAUREA IN OSTETRICIA ( ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI OSTETRICA/O CLASSE 1ª DELLE LAUREE NELLE PROFESSIONI SANITARIE) Iª SESSIONE A.A. 2012-2013 29 Ottobre 2013 30 Ottobre 2013 Aula Magna Edificio

Dettagli

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Nicoletta Telleri Da: La sorveglianza del benessere fetale in travaglio di parto. Linea

Dettagli

PER LA PROMOZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO MODELLO OMS-UNICEF

PER LA PROMOZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO MODELLO OMS-UNICEF Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena) Dott.ssa Antonella Marchi, ostetrica legale e forense formazione@nascitadolce.it info@formazioneostetrica.com

Dettagli

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile

Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile UNIVERSITA DEGLI STUDI di CAGLIARI Corso di Laurea in Infermieristica Sede di Nuoro Infermieristica clinica applicata alla medicina materno infantile Docente: Dott.ssa INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA MATERNO

Dettagli

Proteggere, Promuovere, Sostenere la Maternità come Normale Evento dell essere umano

Proteggere, Promuovere, Sostenere la Maternità come Normale Evento dell essere umano Per arginare l erosione umana Proteggere, Promuovere, Sostenere la Maternità come Normale Evento dell essere umano Midwives: Pellegrini Edda, Rovelli Nadia 24 SETTEMBRE 2008 New York Time, HAND OF HOPE

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA PEDIATRICA

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA PEDIATRICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Università degli Studi di Brescia Dipartimento di Specialità medico chirurgiche, scienze radiologiche e sanità pubblica CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA

Dettagli

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano.

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano. DAL 18 AL 20 ORE: NOVITÀ IN TEMA DI ALLATTAMENTO MATERNO secondo le indicazioni OMS/UNICEF TIPOLOGIA FORMATIVA: Corso di aggiornamento residenziale per infermieri infermieri pediatrici assistenti sanitari

Dettagli

Collegio Ostetriche Sassari- Olbia- Tempio Ostetrica D. ssa Milena Tedde

Collegio Ostetriche Sassari- Olbia- Tempio Ostetrica D. ssa Milena Tedde Collegio Ostetriche Sassari- Olbia- Tempio Ostetrica D. ssa Milena Tedde Ostetrica e ultrasuoni: Il ruolo dell Ostetrica alla luce delle nuove normative VI CORSO GALLURESE DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA OLBIA

Dettagli

ICF. Attività e partecipazione nella Persona con disabilità da Mielolesione SEZIONI RICLASSIFICATE PER CONDIZIONI DI SALUTE, DISTURBO O MALATTIA

ICF. Attività e partecipazione nella Persona con disabilità da Mielolesione SEZIONI RICLASSIFICATE PER CONDIZIONI DI SALUTE, DISTURBO O MALATTIA ICF SEZIONI RICLASSIFICATE PER CONDIZIONI DI SALUTE, DISTURBO O MALATTIA delle Sezioni : Produzione documenti di Consenso - Percorsi di presa in carico per una Attività e Partecipazione (*) Attività e

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

NASCERE OGGI NATURALMENTE

NASCERE OGGI NATURALMENTE CAMMINI DI SOBRIETA DOMENICA 23 FEBBRAIO 2014 PERCORSI SULLA SALUTE NASCERE OGGI NATURALMENTE Serena Paris La nascita nel mondo (Safe materhood programme, WHO, 2007) Ogni anno ci sono almeno 3.200.000

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI Parto e Diabete Timing del parto Modalità del parto Timing del parto pretermine a termine Modalità del parto Travaglio spontaneo Induzione

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA ATTVTA' D COMPLEMENTO ALLA DDATTCA CORSO D LAUREA N OSTETRCA ANNO ACCADEMCO 13/14 Anno di Corso PERSONALE COMPARTO Semestre Corso integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale

Dettagli

International MotherBaby Childbirth Initiative (IMBCI)

International MotherBaby Childbirth Initiative (IMBCI) International MotherBaby Childbirth Initiative (IMBCI) 10 passi per l assistenza ottimale all Unità MadreBambino* nei servizi alla maternità Un iniziativa di International MotherBaby Childbirth Organization

Dettagli

COLLEGIO DELLE OSTETRICHE PROVINCIA DI ROMA Presidente: Dott.ssa M.G. Pellegrini

COLLEGIO DELLE OSTETRICHE PROVINCIA DI ROMA Presidente: Dott.ssa M.G. Pellegrini COLLEGIO DELLE OSTETRICHE PROVINCIA DI ROMA Presidente: Dott.ssa M.G. Pellegrini La professione Ostetrica e le linee guida nazionali fondate sulle prove per la gravidanza fisiologica M. Vicario Roma 17

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

Esecuzione corretta della CTG: errori da non commettere da casi clinici

Esecuzione corretta della CTG: errori da non commettere da casi clinici Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Esecuzione corretta della CTG: errori da non commettere da casi clinici Nicoletta Telleri ASPETTI TECNICI: L esecuzione del tracciato

Dettagli

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno.

Dettagli

Prefazione alla seconda edizione

Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla seconda edizione Noi siamo presenti per sempre in ciò che abbiamo Creduto con forza, Desiderato intensamente Amato con grande energia Realizzato con infinito coraggio. L.A. Rigon La seconda

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA ATTVTA' D COMPLEMENTO ALLA DDATTCA CORSO D LAUREA N OSTETRCA ANNO ACCADEMCO 15/ Anno di Corso PERSONALE COMPARTO Semestre Corso integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN OSTETRICIA. www.unipg.it INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA IN OSTETRICIA

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN OSTETRICIA. www.unipg.it INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA IN OSTETRICIA INFORMAZIONI DI CONTATTO Sede del corso Dipartimento Scienze Chirurgiche e Biomediche Piazza Lucio Severi, 1 - Edificio B - 1 Piano 06132 Perugia tel. 075 5858022 - Fax 075 5858433 email: cdl-triennale.ostetricia@unipg.it

Dettagli

PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE

PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE PROBLEMI NEONATALI INTRODUZIONE PROBLEMI NEONATALI La qualità dell assistenza offerta dal Pediatra di Libera Scelta (PLS), con particolare riferimento alla corretta presa in carico del neonato e della

Dettagli

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA Dr.ssa Rosa Nunzella Dirigente Medico U.O.C. Ginecologia e Ostetricia P.O. Giovanni Paolo II - Policoro Dr.ssa Antonella Dragonetti Dirigente Medico

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE LINEE GUIDA SUL DIABETE MELLITO GESTAZIONALE (GDM)

IMPLEMENTAZIONE LINEE GUIDA SUL DIABETE MELLITO GESTAZIONALE (GDM) IMPLEMENTAZIONE LINEE GUIDA SUL DIABETE MELLITO GESTAZIONALE (GDM) Dr.ssa Donatella Zavaroni Il diabete gestazionale ( GDM ) è un alterazione del metabolismo glucidico che compare in gravidanza.e tra le

Dettagli

Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica. Miriam Guana

Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica. Miriam Guana Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica Miriam Guana oggi.. La (professione) disciplina ostetrica (SSD MED 47) si confronta con rilevanti riforme -RI-AFFERMAZIONE -SOCIALE -NUOVE PROSPETTIVE

Dettagli

Parto dopo taglio cesareo

Parto dopo taglio cesareo Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva UU.OO. Ostetricia e Ginecologia U.O. Aziendale di Pediatria e Neonatologia Dipartimento Cure Primarie U.O. Consultori Familiari Parto dopo taglio cesareo

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014 Istruzioni per la stesura dei programmi regionali Il documento rappresenta una guida per la stesura dei programmi da parte dei

Dettagli

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3 Indice generale Indice dei riferimenti on-line Prefazione alla seconda edizione Autori e collaboratori Unità 1 XIII XVII XXIII Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1 1 La donna, la famiglia,

Dettagli

La carta dei servizi del percorso nascita nel nostro territorio. Maria Luisa Livello Servizio Consultori Familiari ASL Lecco

La carta dei servizi del percorso nascita nel nostro territorio. Maria Luisa Livello Servizio Consultori Familiari ASL Lecco La carta dei servizi del percorso nascita nel nostro territorio Maria Luisa Livello Servizio Consultori Familiari ASL Lecco Il percorso nascita, la prevenzione dei tumori femminili e gli/le adolescenti

Dettagli

Laura De Vitt. Per darvi un idea più precisa del mio percorso formativo vi fornisco alcune informazioni specifiche.

Laura De Vitt. Per darvi un idea più precisa del mio percorso formativo vi fornisco alcune informazioni specifiche. Laura De Vitt Laura De Vitt inizia l attività di ostetrica nel 1997 presso il reparto di Ostetricia dell Ospedale Civile Santa Maria degli Angeli di Pordenone, dopo aver maturato un esperienza decennale

Dettagli

Università degli studi di Genova. Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche. Corso di Laurea in Fisioterapia. Corso Integrato:

Università degli studi di Genova. Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche. Corso di Laurea in Fisioterapia. Corso Integrato: Università degli studi di Genova Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche Corso di Laurea in Fisioterapia Corso Integrato: Medicina materno-infantile Il Corso Integrato di Medicina materno-infantile comprende

Dettagli

E.B.O. and E.B.M. Midwifery. OSTETRICIA E.B.M. E OLTRE. Le prove da sole non prendono decisioni Bologna 20 aprile 2013

E.B.O. and E.B.M. Midwifery. OSTETRICIA E.B.M. E OLTRE. Le prove da sole non prendono decisioni Bologna 20 aprile 2013 E.B.O. and E.B.M. Midwifery OSTETRICIA E.B.M. E OLTRE. Le prove da sole non prendono decisioni Bologna 20 aprile 2013 Le decisioni cliniche risultano dall'integrazione tra l'esperienza del medico e l'utilizzo

Dettagli

Cosa di nuovo nel CedAP 2015

Cosa di nuovo nel CedAP 2015 La nascita in Emilia-Romagna Bologna, 13 novembre 2014 Cosa di nuovo nel CedAP 2015 Vittorio Basevi, SaPeRiDoc, Bologna Sovrappeso e obesità materna, Europa frequenza sovrappeso obesità Scozia 27.7% 20.7%

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail BRUNA PASINI Nazionalità italiana Data di nascita 15/07/1958 Luogo di nascita

Dettagli

Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli

Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli LIVELLI DI PROVA I L esecuzione di questa procedura è fortemente raccomandata II Prove ottenute da un solo studio randomizzato di disegno adeguato III Prove

Dettagli

Ipoglicemia del neonato

Ipoglicemia del neonato Orientamento per lo sviluppo di policies e linee guida per la prevenzione e la gestione dell Ipoglicemia del neonato Guidance on the development of policies and guidelines for the prevention and management

Dettagli

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 Var.% DIAGNOSI 11.493 11.745 +2.19 INTERVENTI 3.543 3.582 +1.10 TOTALE 15.036 15.327 +1.94 Diagnosi Interventi Nuovi codici Nuove descrizioni Diagnosi Capitoli Nuovi Nuove Codici codici descrizioni

Dettagli

L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute

L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute CHE COS È È una classificazione della salute e dei domini ad essa correlati che aiuta a descrivere i cambiamenti

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in OSTETRICIA

Dettagli

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007)

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) Capitolo 1 Funzioni mentali FUNZIONI CORPOREE Funzioni mentali globali (b110-b139) b110 Funzioni della coscienza b114 Funzioni dell orientamento

Dettagli

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Casa Internazionale della Donna Roma, 24 giugno 2011 INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Ostetrica Antonella Bernardini INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L INTEGRAZIONE TRA LE STRUTTURE OSPEDALIERE E QUELLE

Dettagli

Ospedale di Sassuolo. U.O. Ostetricia Ginecologia. Direttore Dr. ssa M.C. Galassi. "Il dolore in puerperio: rilevarlo e trattarlo"

Ospedale di Sassuolo. U.O. Ostetricia Ginecologia. Direttore Dr. ssa M.C. Galassi. Il dolore in puerperio: rilevarlo e trattarlo Ospedale di Sassuolo U.O. Ostetricia Ginecologia Direttore Dr. ssa M.C. Galassi "Il dolore in puerperio: rilevarlo e trattarlo" Modena, 27/11/2015 IL DOLORE IN PUERPERIO: COME E QUANDO RILEVARLO Silvia

Dettagli

Corso di Laurea in OSTETRICIA. Anno: 3 Semestre: 1 Corso integrato: PATOLOGIA OSTETRICA Disciplina: PATOLOGIA OSTETRICA Docente: Prof.

Corso di Laurea in OSTETRICIA. Anno: 3 Semestre: 1 Corso integrato: PATOLOGIA OSTETRICA Disciplina: PATOLOGIA OSTETRICA Docente: Prof. Corso di Laurea in OSTETRICIA Anno: 3 Semestre: 1 Corso integrato: PATOLOGIA OSTETRICA Disciplina: PATOLOGIA OSTETRICA Docente: Prof. Fabio GHEZZI Programma: Il monitoraggio della gravidanza fisiologica

Dettagli

Assistenza Ostetrica

Assistenza Ostetrica Rimini imini 25 Marzo 2011 Amarcord Assistenza Ostetrica nella realtà dell Ospedale Porretta Terme (Bo) AUSL Bologna Ostetrica Anna Lisa Corsellini con la Coll. dell Ost. Ilenia Tugnetti Centro di Fisiologia

Dettagli

Pisa, 2/6/2012. LABIOPALATOSCHISI: La diagnosi prenatale

Pisa, 2/6/2012. LABIOPALATOSCHISI: La diagnosi prenatale Pisa, 2/6/2012 LABIOPALATOSCHISI: La diagnosi prenatale INCIDENZA DIFETTI CONGENITI : circa 5 % CAUSA IDENTIFICABILE : circa 10 % Genetica : circa 3 % Agenti teratogeni : circa 7 % Malattie materne: circa

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI REVISIONE MARZO 2014 INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione

Dettagli

L ARTE DEL COMUNICARE IN GINECOLOGIA ED OSTETRICIA LA MORTE ENDOUTERINA FETALE

L ARTE DEL COMUNICARE IN GINECOLOGIA ED OSTETRICIA LA MORTE ENDOUTERINA FETALE L ARTE DEL COMUNICARE IN GINECOLOGIA ED OSTETRICIA LA MORTE ENDOUTERINA FETALE Dott.ssa Marinella Lenzi U.O.Ostetricia e Ginecologia AUSL Bologna Direttore : Dott.Giorgio Scagliarini Rimini, 23 ottobre

Dettagli

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione INTRODUZIONE Capitolo 1 Anamnesi e visita ginecologica Anamnesi ostetrico-ginecologica Visita ginecologica Visita ostetrica Esami diagnostici strumentali Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali

Dettagli

Premessa. 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito

Premessa. 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito L autore Premessa A P 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito http://demo.istat.it/altridati/indicatori/index.html;

Dettagli

12 Commissione Igiene e sanità del Senato della Re pubblica

12 Commissione Igiene e sanità del Senato della Re pubblica Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita con riguardo all individuazione di criticità specifiche circa la tutela della salute della donna e del feto e sulle modalità

Dettagli

Dr Matilde Leonardi Co-Chair WHO-ICF children group Coordinatore Scientifico Progetto ICF in Italia Responsabile Progetto Disabilità INN CB

Dr Matilde Leonardi Co-Chair WHO-ICF children group Coordinatore Scientifico Progetto ICF in Italia Responsabile Progetto Disabilità INN CB L ICF e la sua filosofia Bolzano 18 novembre 2004 Dr Matilde Leonardi Co-Chair WHO-ICF children group Coordinatore Scientifico Progetto ICF in Italia Responsabile Progetto Disabilità INN CB IRCCS Istituto

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome / Nome Indirizzo Angelo Vasta, 38, 95014 Giarre (CT) Cellulare 3497360084 E-mail frida1989@hotmail.it; federica.spina@postacertificata.gov.it Cittadinanza

Dettagli

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0 1 PRESENTAZIONE Il settore di Neonatologia dell U. O. C. di Pediatria dell Ospedale di Vibo Valentia attualmente è rappresentato dal Nido. In questa struttura si accolgono tutti i nati sani all interno

Dettagli

TFA Università degli Studi G. d Annunzio Chieti Pescara A.A. 2014 / 2015. Pedagogia Speciale

TFA Università degli Studi G. d Annunzio Chieti Pescara A.A. 2014 / 2015. Pedagogia Speciale TFA Università degli Studi G. d Annunzio Chieti Pescara A.A. 2014 / 2015 Pedagogia Speciale etdoraz@tin.it Prof. Ettore D Orazio TESTI DI RIFERIMENTO Marisa Pavone, L' inclusione educativa. Indicazioni

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Prot.n. (BAS/08/69456) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Visti: - la legge regionale n. 27/1989 «Norme concernenti la realizzazione di politiche di sostegno alle scelte di procreazione ed agli impegni

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA.

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. Partecipanti al gruppo di redazione Serra Giovanni, direttore U.O. Patologia Neonatale-Centro Neonati a Rischio, Istituto G.Gaslini,

Dettagli

L assistenza ostetrica in gravidanza

L assistenza ostetrica in gravidanza L assistenza ostetrica nella gravidanza fisiologica: attualità e prospettive Roma, 17 Dicembre 2010 L assistenza ostetrica in gravidanza Raccomandazioni di comportamento clinico sul percorso nascita redatte

Dettagli

Corso di Laurea in Ostetricia. Tirocinio in Area Materno Infantile (II Anno) Percorso D

Corso di Laurea in Ostetricia. Tirocinio in Area Materno Infantile (II Anno) Percorso D Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Ostetricia Tirocinio in Area Materno Infantile (II Anno) Percorso D Corso di Laurea in Ostetricia A partire dall anno

Dettagli

"CORSO TREVISO" VI 2012/2013 DECRETO D'AREA

CORSO TREVISO VI 2012/2013 DECRETO D'AREA OTTOBRE 2012 LEZIONI OSTETRICIA e GINECOLOGIA "CORSO TREVISO" VI anno, Primo semestre a.a. 2012/2013 1 LU 2 MA dalle 11.30 alle 12.15 GAMETOGENESI - AMBROSINI 3 ME dalle 12.30 alle 13.15 FECONDAZIONE PLACENTAZIONE

Dettagli

STUDI MULTIDISCIPLINARI SULLO SVILUPPO COGNITIVO E PSICORELAZIONALE DEL BAMBINO

STUDI MULTIDISCIPLINARI SULLO SVILUPPO COGNITIVO E PSICORELAZIONALE DEL BAMBINO UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del Bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2010/2011 Master universitario di I livello in STUDI MULTIDISCIPLINARI

Dettagli

Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento Assistenziale di Ostetricia,Ginecologia e Neonatologia DIRETTORE: PROF.

Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento Assistenziale di Ostetricia,Ginecologia e Neonatologia DIRETTORE: PROF. Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento Assistenziale di Ostetricia,Ginecologia e Neonatologia DIRETTORE: PROF. NICOLA COLACURCI Il puerperio PUERPERIO Tempo che intercorre tra la fine del

Dettagli

CARTELLA DELLA GRAVIDANZA

CARTELLA DELLA GRAVIDANZA CARTELLA DELLA GRAVIDANZA Portare tutta la documentazione ad ogni visita ed al ricovero N 20.. Cognome.Nome.... Nata a. il. età.. Residente via/piazza. Comune.. Prov tel/cel.. Professione. Tessera Sanitaria.

Dettagli

CORE COMPETENCE DELL OSTETRICA/O NELLA PRESA IN CARICO IN AREA GINECOLOGICA

CORE COMPETENCE DELL OSTETRICA/O NELLA PRESA IN CARICO IN AREA GINECOLOGICA Bologna, 21 maggio 2011 CORE COMPETENCE DELL OSTETRICA/O NELLA PRESA IN CARICO IN AREA GINECOLOGICA Roberta Riccò Ostetrica OSTETRICHE? AREA GINECOLOGICA INFERMIERE? Cosa ne pensano le colleghe? Se ce

Dettagli

Medicina-Ostetricia e Ginecologia. Medico Ostetrico-Ginecologo; Attività didattica e di ricerca in ambito biomedico

Medicina-Ostetricia e Ginecologia. Medico Ostetrico-Ginecologo; Attività didattica e di ricerca in ambito biomedico Europass curriculum vitae Informazioni personali Cognome/i e nome/i Nazionalità/e Data e luogo di nascita Codice Fiscale Impiego ricercato / Settore di competenza Locatelli Anna Italiana 02/19/1964 Milano

Dettagli

IL PROGETTO PREVENIRE PATOLOGIE E DISABILITÀ CONGENITE ATTRAVERSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE EFFICACI

IL PROGETTO PREVENIRE PATOLOGIE E DISABILITÀ CONGENITE ATTRAVERSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE EFFICACI IL PROGETTO PREVENIRE PATOLOGIE E DISABILITÀ CONGENITE ATTRAVERSO STRATEGIE DI COMUNICAZIONE EFFICACI OVVERO LE MODALITA COMUNICATIVE SONO IMPORTANTI Marchetto L. 1, Agricola E. 2, Cesaretti C. 3, Bortolus

Dettagli

Adeguare le pratiche assistenziali convenzionali alle prove di efficacia scientifiche

Adeguare le pratiche assistenziali convenzionali alle prove di efficacia scientifiche TEMI DEI CORSI OBIETTIVI DEL CORSO A: ASSISTENZA ALLA GRAVIDANZA E AL PARTO-NASCITA Fornire strumenti pratici e teorici per l assistenza alla gravidanza, al parto e al neonato fisiologico attraverso lo

Dettagli

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Premessa Migliorare la salute delle madri e dei loro bambini è uno dei principali obiettivi di salute. Proteggere, promuovere e sostenere

Dettagli

Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena)

Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena) Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena) Dott.ssa Antonella Marchi, ostetrica info@formazioneostetrica.com www.formazioneostetrica.com

Dettagli

La sordità. Prof. Oskar Schindler

La sordità. Prof. Oskar Schindler La sordità Prof. Oskar Schindler Cenni d anatomia L orecchio Come funziona l udito Apparato uditivo Periferico o Orecchio Centrale o Centri e vie uditive encefaliche (percezione) Esterno Raccoglie i suoni

Dettagli

DIMISSIONE DEL NEONATO SANO

DIMISSIONE DEL NEONATO SANO DIMISSIONE DEL NEONATO SANO La dimissione del neonato sano rappresenta un passaggio fondamentale del percorso nascita affrontato come documentato dalle linee guida dell OMS sulle cure postnatali per madre

Dettagli

Bergamo (Italia) silvia.gherardi@hotmail.it silvia.gherardi@arubapec.it. Sesso Femminile Data di nascita 29/01/1991 Nazionalità Italiana

Bergamo (Italia) silvia.gherardi@hotmail.it silvia.gherardi@arubapec.it. Sesso Femminile Data di nascita 29/01/1991 Nazionalità Italiana Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Gherardi Silvia Bergamo (Italia) silvia.gherardi@hotmail.it silvia.gherardi@arubapec.it Sesso Femminile Data di nascita 29/01/1991 Nazionalità Italiana OCCUPAZIONE

Dettagli

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 Contesto Tutor clinico Contatti e riferimenti Nome ANNALISA Cognome LOMBARDO Telefono O11/4395744 e-mail annalisa.lombardo@unito.it

Dettagli

CAPITOLO 3 La regolazione della frequenza cardiaca fetale

CAPITOLO 3 La regolazione della frequenza cardiaca fetale Indice CAPITOLO 1 Tecnica ed apparecchiature I segnali dell attività cardiaca Tecniche di rilievo dei segnali Analisi dell ultrasonogramma Doppler ECG fetale Cenni storici dell ECG fetale Elettrofisiologia

Dettagli

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE Informazioni personali Nome / Cognome Agnese Catallo Domicilio Via Nazario Sauro, 1- Cisterna di Latina - 04012 - LT- Residenza Via Nazario

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum

La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum Camposampiero 6 Marzo -- 2015 La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum Prof. Cesario Bellantuono Ambulatorio Specialistico DEGRA Disturbi Affettivi in Gravidanza e Puerperio Ancona -Rimini

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CHI SIAMO Il Dipartimento Materno Infantile dell Ospedale Sacco garantisce l erogazione di prestazioni che tutelano la salute della donna e del bambino. L Unità di

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE LINEE GUIDA SU. Chiara Pacchioni Servizio di Diabetologia Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo

DEFINIZIONE DELLE LINEE GUIDA SU. Chiara Pacchioni Servizio di Diabetologia Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo DEFINIZIONE DELLE LINEE GUIDA SU DIABETE E GRAVIDANZA Chiara Pacchioni Servizio di Diabetologia Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo Screening e diagnosi di Diabete Gestazionale Raccomandazioni per lo screening

Dettagli

Il sostegno alla donna in continuità dell assistenza

Il sostegno alla donna in continuità dell assistenza Il sostegno alla donna in continuità dell assistenza Ostetrica Chiara Pizzi www.creattivamenteostetriche.it Le 4 C della Midwifery Care CHOICE: scelta informata CONTROL OF WOMEN: protagonismo della donna

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Telefono(i) E-mail Cittadinanza Data di nascita Sesso Occupazione desiderata / Settore professionale xxx angelica.pellicone@libero.it

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI CORSO 2 INTRAPARTUM CARE

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI CORSO 2 INTRAPARTUM CARE Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI CORSO 1 SIMP SIEOG Diagnosi e counselling delle malformazioni cardiache feto-neonatali Screening ecografico in utero Di Luzio

Dettagli