Originalità ed avanzata qualificazione. Inedito format curriculare. Coinvolgenti attività di insegnamento. Linearità del percorso formativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Originalità ed avanzata qualificazione. Inedito format curriculare. Coinvolgenti attività di insegnamento. Linearità del percorso formativo"

Transcript

1 Università degli Studi G. d Annunzio Campus di Pescara Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche ed Economico-Quantitative Sezione di Economia e Metodi Quantitativi a.a Originalità ed avanzata qualificazione Inedito format curriculare Coinvolgenti attività di insegnamento Linearità del percorso formativo Chiarezza del modello organizzativo Corso di Laurea triennale p.2 L-33 CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE ECONOMICHE Economia, Mercati e Sviluppo Corso di Laurea magistrale p.5 LM-56 CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA Management e Sviluppo Socioeconomico Dottorato di Ricerca p.8 Human Sciences Curriculum Economics and Statistics Solo in Abruzzo e limitatamente ai servizi finanziari a supporto dello sviluppo sono occupati circa 8 mila addetti, mentre ne sono circa 600 mila a livello nazionale. Per assicurare un regolare e professionalmente qualificato turnover nel settore finanziario occorrerebbe prevedere alcune centinaia di nuovi occupati ogni anno in Abruzzo e diverse decine di migliaia a livello nazionale. La nostra filiera di formazione accademica, per contenuti ed obiettivi, vuole contribuire a soddisfare i fabbisogni occupazionali sia nei servizi finanziari che in quelli reali allo sviluppo come concretamente evidenziati dai sistemi economici generali e di prossimità. Le immagini sono riferite al Campus di Pescara e al Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche ed Economico-Quantitative

2 2 CORSO DI LAUREA TRIENNALE L-33 - CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE ECONOMICHE Economia, Mercati e Sviluppo I laureati del Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo, oltre a poter proseguire gli studi con un corso di secondo livello (quello strettamente correlato nella G. d Annunzio è il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico -pag. 5), hanno la possibilità di accedere ad un'ampia gamma di attività nel mondo dei servizi reali e finanziari a sostegno dei micro e macro processi di crescita e sviluppo. In particolare, nell ambito delle professioni volte a fornire servizi reali all economia, i laureati possono svolgere attività tecniche, amministrative, contabili, di intervista, di elaborazione e di gestione. Nell ambito dell offerta dei servizi finanziari, essi possono svolgere funzioni di analisi dei crediti (per banche, società di leasing, factoring e credito al consumo), private banking, risk management, M&A nell'investment banking, ristrutturazioni nell'investment, agenzie di rating, equity capital markets, debt capital markets, trading (desk bonds, desk equity, ecc.), broking e risk management assicurativo. Il laureato del Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo può svolgere funzioni e ruoli professionali, con particolare riferimento alla figura di Economista e Analista Finanziario Junior, come di seguito delineati. Professioni Il corso prepara alle seguenti professioni, secondo la classificazione ISTAT: Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali Contabili Economi e tesorieri Amministratore di stabili e condomini Tecnici dell'acquisizione delle informazioni Intervistatori e rilevatori professionali Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi Tecnici della gestione finanziaria Tecnici del lavoro bancario Agenti assicurativi Periti, valutatori di rischio e liquidatori Periti commerciali Agenti di commercio Agenti concessionari Agenti immobiliari Accesso all albo I nostri laureati avranno la facoltà di accesso all Esame di Stato per l iscrizione alla Sezione B dell Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili ed al Registro dei Revisori Contabili Sbocchi occupazionali e professionali Il laureato del Corso di laurea in Economia, Mercati e Sviluppo può svolgere le seguenti funzioni: collabora a progetti e attività che richiedono: analisi dei mercati, analisi dei dati socioeconomici e finanziari, programmazione delle risorse, analisi della qualità; presta consulenze di natura economica, statistica e finanziaria per la messa a punto di piani di investimento e di finanziamento; partecipa alla redazione e stesura di rapporti di analisi e di previsione in ambito micro e macroeconomico, micro e macrofinanza, nonché per contesti sociali e territoriali; collabora alla redazione di piani di sviluppo socioeconomici, territoriali e urbanistici; svolge studi finalizzati alla previsione dell'andamento dei tassi di interesse e di cambio, nonché all analisi delle relazioni fra questi ultimi ed i mercati dei titoli e delle commodities e all analisi dei loro riflessi nei processi di crescita e sviluppo; controlla la situazione patrimoniale e finanziaria dell'azienda, fra cui l'impiego della liquidità, nelle prospettive intertemporali contestualizzate ai processi macro; raccoglie le informazioni sul bilancio aziendale e stima i valori mobiliari; cura i rapporti con agenzie di sviluppo, investitori istituzionali, istituti di credito, assicurativi, ecc.; analizza dati per individuare relazioni statisticamente significative e stabili fra variabili aziendali fondamentali (size, book-to-market) e variabili macro; analizza i rischi dei progetti d investimento in attività reali e finanziarie; ottimizza portafogli di titoli mobiliari da un punto di vista di rischio/rendimento e ai fini di un equilibrato rapporto con il mercato dei capitali funzionale ai processi di crescita e sviluppo; Il laureato del Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo può svolgere i seguenti ruoli professionali economista in uffici studi, nelle autorità di vigilanza e di regolamentazione, negli organismi di rappresentanza, nelle istituzioni internazionali, nelle agenzie di sviluppo socioeconomico e territoriale; analista e consulente economico-finanziario per le amministrazioni e le aziende pubbliche e private, con compiti di progettazione delle filiere esecutive dell'intervento e/o di gestione; professionista di attività esecutive e di consulenza nell ambito di progetti di produzione e di investimento presso aziende industriali e di servizi.

3 3 I docenti Appositi collegamenti informatici a pagine web di ateneo daranno informazioni in Requisiti di ammissione Per essere ammessi al corso di laurea è necessario il possesso di Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, o di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo. Sono inoltre richiesti (e verificati) un buon livello di cultura generale, capacità logicodeduttive, competenza nella comprensione dei testi in lingua italiana, conoscenze basilari di matematica. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso sono disciplinate dal Regolamento Didattico del corso di studio. L'esito della verifica non preclude l'iscrizione e può comportare l'attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare entro il primo anno di corso. relazione ai docenti, con possibilità di accesso ai relativi curricula. Aule e laboratori Le aule disponibili sono dotate di collegamento a internet, microfono, videoproiettore e lavagne informatizzate. Nel campus universitario di Pescara è accessibile agli studenti un laboratorio informatico con 50 postazioni di lavoro. Nel campus è disponibile, previa registrazione, il collegamento wi-fi ad internet gratuito per gli studenti. Biblioteche Oltre alla biblioteca centralizzata, di cui dispone il campus universitario di Pescara, il Dipartimento di riferimento per il Corso di Studio mette a disposizione degli studenti una biblioteca dedicata, con libri e riviste scientifiche inerenti alle materie oggetto di studio. Orientamento, tutorato e job placement I docenti si impegnano a fornire i seguenti servizi di informazione, assistenza e sostegno degli studenti per facilitare il loro avanzamento negli studi: orientamento in ingresso; orientamento e tutorato in itinere; assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all estero; assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti; assistenza per tirocini e stage; accompagnamento al lavoro (job placement); eventuali altre iniziative. Prova Finale La prova finale consiste nella redazione di un elaborato su un tema assegnato dal relatore che riguardi un insegnamento del corso di studio. Attraverso la stesura dell elaborato, lo studente deve dimostrare il possesso di conoscenze, competenze e capacità previste dagli obiettivi formativi specifici del corso. La specificazione delle caratteristiche della prova, dei criteri e delle modalità di valutazione è rimandata al Regolamento Didattico del corso di studio.

4 4 Organizzazione didattica del Corso di laurea triennale L-33: Economia, Mercati e Sviluppo Le modalità con le quali i risultati di apprendimento vengono verificati sono: prove scritte e/o prove orali. Ogni docente, all inizio dell a.a., si impegna a comunicare con precisione le modalità di svolgimento delle verifiche. Il calendario didattico prevede 2 semestri: il primo ha inizio a settembre, il secondo a febbraio. Il piano di Studi si articola in 6 semestri con carichi di studio bilanciati: il primo semestre prevede l acquisizione di 31 CFU, il secondo di 2 CFU e i restanti quattro di 30 CFU ognuno. Nell a.a. sono previste 7 finestre d esame. In via ordinaria sono stabiliti: un pre-appello a conclusione di ciascun semestre; tre appelli estivi; due appelli autunnali; un appello straordinario. Nell a.a. sono previste 4 sessioni di laurea: una sessione estiva in luglio, due sessioni autunnali in settembre e dicembre, una sessione straordinaria in febbraio. Appositi collegamenti informatici a pagine web di ateneo forniscono informazioni in relazione all organizzazione didattica. Info Tel , , sito web: oppure Area Sociale Economia, mercati e sviluppo Piano di studi - a.a Primo Anno 1 Semestre C.F.U. Microeconomia Economia aziendale in alternativa Organizzazione aziendale Diritto privato 6 Laboratorio di lingua inglese I 4 Laboratorio di lingua inglese II 3 Totale 31 2 Semestre C.F.U Istituzioni di statistica Storia del pensiero economico Diritto dell economia Laboratorio di finanza sperimentale 2 Totale 2 Secondo Anno 3 Semestre C.F.U. Finanza aziendale Macroeconomia Statistica economica Tirocinio e/o stage 3 4 Semestre C.F.U. Economia degli intermediari finanziari Gestione qualità dei beni e dei servizi finanziari in alternativa Gestione qualità dei beni e dei servizi pubblici Modelli statistici e finanza internazionale 6 Insegnamento a scelta dello studente 6 Terzo Anno 5 Semestre C.F.U. Econometria Finanza e teorie dello sviluppo economico in alternativa Economia monetaria Diritto dell economia e della sicurezza informatica 6 Insegnamento a scelta dello studente 6 6 Semestre C.F.U. Politiche di sviluppo e istituzioni finanziarie Economia internazionale Economia applicata e modelli di sviluppo Prova finale 3 Totale C.F.U. 180

5 5 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE LM-56 CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SCIENZE DELL ECONOMIA Management e Sviluppo Socioeconomico Il laureato magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico è un esperto nell analisi e nell elaborazione di programmi, piani e progetti socioeconomici e territoriali in materia di crescita e sviluppo sostenibile nonché di benessere sociale, con attenzione ad una corretta valutazione dell uso ottimale delle risorse umane, ambientali, territoriali e storico-culturali. Inoltre, egli dispone di particolari competenze nella redazione e gestione di programmi, piani e progetti di sviluppo socioeconomico locale nella UE e nei paesi in via di sviluppo. Il laureato magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico, per il suo originale curriculum da Economista Senior, potrà essere creatore di nuovi e specifici profili professionali nelle attività sinergiche tra management e sviluppo, per le funzioni di problem setter, per quelle di problem solver e nella ideazione e gestione dei compiti di decision support systems. Professioni Il corso prepara alle seguenti professioni, secondo la classificazione ISTAT: Specialisti nella gestione e controllo nella pubblica amministrazione Specialisti nella gestione e controllo nelle imprese private Specialisti nei problemi del personale Specialisti nei rapporti con il mercato Specialisti in scienze economiche Ricercatori, tecnici laureati e assimilati. Accesso all albo I nostri laureati, previo tirocinio della durata di 18 mesi, avranno la facoltà di accesso all Esame di Stato per l iscrizione alla Sezione A dell Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili ed al Registro dei Revisori Contabili. Sbocchi occupazionali e professionali Il laureato magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico può accedere a funzioni di grande responsabilità e svolgere compiti di elevata professionalità: in aziende pubbliche e private, consorzi di imprese, associazioni imprenditoriali e sociali, studi professionali operanti nei diversi settori produttivi e, in particolare, nella promozione e nella definizione di modelli di crescita e sviluppo; in agenzie pubbliche e private locali, nazionali e internazionali, di promozione ed offerta di servizi allo sviluppo generale o in specifici settori produttivi; in Enti locali, nazionali e internazionali che svolgono attività di promozione dello sviluppo economico e del benessere sociale, marketing territoriale e settoriale; in qualità di economista libero professionista; in qualità di Dottore Commercialista. I settori di attività particolarmente coinvolti con riferimento ai codici ISTAT (ATECO 2007) sono: Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze sociali e umanistiche (72.20) Attività dell amministrazione pubblica rivolta alla regolamentazione delle attività di carattere economico e sociale (84.11, 84.12, 84.13); Organizzazioni ed organismi extraterritoriali (.00). Orientamento, tutorato e job placement I docenti si impegnano a fornire i seguenti servizi di informazione, assistenza e sostegno degli studenti per facilitare il loro avanzamento negli studi: orientamento in ingresso; orientamento e tutorato in itinere; assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all estero; assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti; assistenza per tirocini e stage; accompagnamento al lavoro (job placement); eventuali altre iniziative.

6 6 Opinioni dei laureati (Fonte: AlmaLaurea, Bologna) Tra gli intervistati, il 44% ha frequentato regolarmente più del 75% dei corsi previsti dal proprio piano di studi. Il 55% ha valutato decisamente o abbastanza positiva la fruizione dei servizi di biblioteca come supporto allo studio. Tutti gli intervistati hanno definito complessivamente sostenibile il carico Requisiti di ammissione Possono accedere al corso di Laurea Magistrale tutti coloro che sono in possesso di una laurea triennale o quadriennale conseguita presso Università italiane o straniere. In particolare, possono iscriversi: a) i titolari di laurea di primo livello appartenente ad una delle seguenti classi: L17 e L28 ex DM 50/, L18 e L33 ex DM 270/04 o di un titolo equipollente acquisito presso una Università straniera; b) i titolari di laurea di primo livello appartenente ad una delle seguenti classi: L64S e L84S ex DM 50/, LM-56 e LM-77 ex DM 270/04 o di un titolo equipollente acquisito presso una Università straniera; c) i titolari di laurea quadriennale del vecchio ordinamento (pre DM 50/) in Economia, conseguita in una Università italiana o di un titolo equipollente acquisito presso una Università straniera; di studio degli insegnamenti e si ritengono complessivamente soddisfatti del corso di studi. La maggior parte degli studenti si laurea entro i due anni previsti dal corso di studio. Immatricolazioni Nell a.a. 2013/14 il numero di immatricolati si è mantenuto tendenzialmente in linea con quello dei precedenti anni accademici. d) i titolari di laurea diversa da quelle di cui ai punti precedenti per i quali il Consiglio di Corso di Laurea valuterà individualmente il numero di crediti riconosciuti e gli eventuali debiti formativi. Studenti lavoratori Prova Finale Saranno previste lezioni nel tardo pomeriggio al fine di agevolare la frequenza (comunque non obbligatoria). I docenti si impegnano a fornire materiale didattico ed informativo anche in formato elettronico, tramite posta elettronica o rendendolo disponibile sul sito del Corso di La prova finale consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto costituito da un lavoro di natura normativa, metodologica o applicativa in forma originale sotto la guida di un relatore e almeno un correlatore. Laurea:

7 7 Organizzazione didattica del Corso di laurea Magistrale LM-56 Management e Sviluppo Socioeconomico Le modalità con le quali i risultati di apprendimento vengono verificati sono: prove scritte e/o prove orali. Ogni docente, all inizio dell a.a. si impegna a comunicare con precisione le modalità di svolgimento delle verifiche. Il calendario didattico prevede 2 semestri: il primo ha inizio a settembre, il secondo a febbraio. Il piano di Studi si articola in 4 semestri con carichi di studio bilanciati: ogni semestre prevede l acquisizione di 30 CFU. Piano di studi - a.a Nell a.a. sono previste 7 finestre d esame. In via ordinaria sono stabiliti: un pre-appello a conclusione di ciascun semestre; tre appelli estivi; due appelli autunnali; un appello straordinario. Nell a.a. sono previste 4 sessioni di laurea: una sessione estiva in luglio; due sessioni autunnali in settembre e dicembre; una sessione straordinaria in marzo. Appositi collegamenti informatici a pagine web di ateneo forniscono informazioni in relazione all organizzazione didattica. Info Tel , , sito web: oppure Area Sociale Economia, mercati e sviluppo Primo Anno 1 Semestre C.F.U. Economia della conoscenza Economia monetaria e finanziaria Storia economica dei paesi e delle regioni in via di sviluppo Laboratorio di responsabilità sociale delle imprese 3 2 Semestre C.F.U. Modelli di programmazione socioeconomica Analisi statistica territoriale in alternativa Geostatistica Economia e regolamentazione dei mercati 6 Economia applicata 6 Secondo Anno 3 Semestre C.F.U. Economia e teoria dello sviluppo Finanza locale e d azienda in alternativa Economia e organizzazione aziendale Economia urbana Tirocinio e/o stage 3 4 Semestre C.F.U. Economia regionale e federalismo fiscale 6 Insegnamento a scelta dello studente Prova finale 15 Totale C.F.U. 120

8 8 DOTTORATO DI RICERCA IN HUMAN SCIENCES CON PROFILO CURRICULARE IN ECONOMICS AND STATISTICS Il Dottorato di Ricerca, con il profilo curriculare in Economics and Statistics, si prefigge di formare una figura altamente professionalizzata, dotata di specifiche competenze indispensabili per una ricerca di eccellenza nell ambito dell economia e della statistica. Tale obiettivo è raggiunto attraverso la previsione di percorsi formativi e di ricerca nei due ambiti disciplinari, che, pur differenziati nei contenuti, presentano numerose, sinergiche e virtuose interconnessioni. Il curriculum del profilo dottorale è volto all acquisizione di capacità di analisi economicoquantitativa nell ambito dei nuovi modelli di crescita e sviluppo economico sostenibile. Argomenti di ricerca Sbocchi occupazionali e professionali Gli obiettivi formativi sono volti al conseguimento di specifiche competenze nel campo della ricerca economica e quantitativa. Particolare attenzione è rivolta all acquisizione di strumenti statistici complessi e alla conoscenza di teorie economiche a supporto dei più evoluti modelli di crescita e sviluppo. Tali obiettivi saranno perseguiti attraverso l approfondimento di tematiche raggruppabili nelle seguenti due macro aree: Metodologie di base: fondamenti per le analisi quantitative per le scelte dei singoli agenti nei sistemi complessi; fondamenti per le analisi quantitative dei sistemi socioeconomici, territoriali ed ambientali; fondamenti per la misurazione dello sviluppo globale e locale; fondamenti per la progettazione di piani di sviluppo economico-territoriali e di strategie imprenditoriali. Modelli di crescita e sviluppo economico: teorie micro e macroeconomiche dell economia della conoscenza; teorie micro e macroeconomiche dello sviluppo; nuovi modelli di crescita e sviluppo sostenibile. Il Dottore di Ricerca sarà in grado di leggere e analizzare anche nel profilo quantitativo il contesto socioeconomico, di programmare, gestire e valutare piani di sviluppo e progetti imprenditoriali, di favorire processi di cooperazione tra imprese ed istituzioni, di formulare politiche pubbliche per lo sviluppo locale e internazionale, di utilizzare gli strumenti normativi in vigore. In particolare saprà padroneggiare competenze che lo rendono esperto e ricercatore nelle seguenti attività: analisi statistiche ed economiche del contesto socioeconomico, territoriale ed ambientale anche con riferimento a singoli agenti nei contesti complessi; elaborazione e gestione di strategie di crescita e sviluppo locale e internazionale e di marketing territoriale; animazione di processi di concertazione con le istituzioni pubbliche e il partenariato sociale; sostegno e indirizzo della cooperazione tra imprese, al fine di produrre, in combinazioni equilibrate ed eque, beni privati e pubblici; analisi e valutazione delle politiche pubbliche e degli investimenti pubblici; applicazione dei principi della crescita e dello sviluppo sostenibile. Durata del corso La durata del Dottorato di Ricerca è di 3 anni.

9 Requisiti di ammissione I requisiti di ammissione saranno precisati nel relativo bando. La connotazione internazionale Il Dottorato di Ricerca, per volontà specifica del Collegio dei docenti, fornirà cicli di corsi intensivi su materie formative di base da frequentare presso Università italiane e straniere ed offrirà, inoltre, l opportunità di partecipare a scuole estive e di effettuare soggiorni di studio e di ricerca presso Enti di ricerca nazionali e esteri. I rapporti di collaborazione e di ricerca che i componenti del Collegio dei docenti Ammissioni e borse di studio Il numero di studenti ammessi per anno ed il numero di borse di studio disponibili saranno precisati nel relativo bando. hanno stabilito nel corso degli anni con eminenti studiosi stranieri, conferiscono al dottorato connotazione di internazionalizzazione come negli auspici delle recenti linee guida ministeriali. Tali rapporti, peraltro documentabili da specifiche relazioni già da tempo consolidate con le Università di Londra (London School of Economics - LSE), Leeds, Liverpool, Sheffield, Oradea (Romania) e Parigi, si concretizzano con l organizzazione di soggiorni e cicli di seminari avanzati o brevi corsi (obbligatori per tutti) sui principali temi formativi del dottorato, tenuti in sede da colleghi delle predette Università. Prova Finale La prova finale consiste nella discussione di un elaborato in italiano o in inglese con valutazione da parte di una Commissione di accademici nazionali, integrata da accademici stranieri nel caso del rilascio del titolo aggiuntivo di Dottorato Europeo.

10 10 Organizzazione didattica del Dottorato di Ricerca con profilo curriculare in : Economics and Statistics Il dottorato prevede il conseguimento di 180 crediti formativi ripartiti nei tre anni di durata del corso. Nei tre anni, il piano di studi si articola in attività didattiche e di ricerca. Ogni anno si prevede l acquisizione di 60 CFU. Piano di studi Primo anno: I CFU relativi al percorso didattico si acquisiscono attraverso la frequenza ed il superamento dell esame finale dei corsi attivati all interno del dottorato, o 48 CFU da ripartirsi in lezioni frontali, seminari, partecipazione a workshop, congressi e scuole. 12 CFU relativi allo studio della lingua inglese. chiedendo il riconoscimento dei corsi seguiti presso altri dottorati, scuole estive o corsi assimilabili (in questo caso il tutor ha il compito di certificare la durata dei corsi e l avvenuta verifica della maturazione delle competenze). I CFU relativi alla ricerca si acquisiscono attraverso: Secondo anno: 60 CFU da acquisire attraverso la permanenza presso centri di ricerca all estero e la frequenza a workshop, congressi e scuole. seminari tenuti dal dottorando sulla propria attività di ricerca; pubblicazioni; partecipazione a seminari, convegni, workshop; periodi di soggiorno presso istituzioni universitarie o enti di ricerca all estero o in Italia. Terzo anno: 60 CFU da conseguire con l elaborazione della tesi di dottorato. Appositi collegamenti informatici a pagine web di ateneo forniscono informazioni in relazione all organizzazione didattica. Info sito web:

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/1 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA Anno Accademico 2014/2015 1 ANNO 2 ANNO Economia e Finanza (Classe LM16 D.M. 270/2004) Attivato Attivato Il corso di laurea

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE .UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LM77 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE (Sede di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE AZIENDE E DEI SERVIZI TURISTICI REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra..

II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra.. I anno di corso è COMUNE II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra.. Impresa e Mercati Internazionali (classe LM-56) Management dei Servizi pubblici ed Economia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN FINANZA E METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI LM-1 e LM-83 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 (FIN) (Sede

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne Classe di laurea L-18 in SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Regolamento didattico del Corso di Laurea L - 18 in Economia aziendale e bancaria usiness administration and banking ai sensi dell

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Open Day Lauree Magistrali L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Varese, 6 maggio 2016 Il Dipartimento di Economia 2 Servizi agli studenti: Cosa si trova in Dipartimento? Biblioteca

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E` istituito presso l'università degli Studi di Torino il Corso di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM-6 FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN.

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM-6 FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM- FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN. 1.ASPETTI GENERALI Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia Cellulare

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24 Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Classe di appartenenza: L - 24 Psychological Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Manifesto degli studi Anno Accademico 2014-2015 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE INFERMIERISTICHE

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Manifesto annuale degli studi ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Offerta formativa Il Corso di Laurea in Ottica

Dettagli

Libero con valutazione dei requisiti di accesso B66

Libero con valutazione dei requisiti di accesso B66 GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza: Titolo rilasciato: Curricula attivi: Durata del corso di studi: Crediti richiesti per l'accesso: 180 Cfu da acquisire totali: 120 Annualità attivate: 1 Modalità

Dettagli

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio DIPARTIMENTO DI ECONOMIA - SCUOLA DELLE SCIENZE ECONOMICHE, AZIENDALI, GIURIDICHE E SOCIOLOGICHE- Universitá "G. d Annunzio" di Chieti-Pescara

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica Manifesto annuale AA 2013/14 Il Corso di Laurea triennale in Matematica(L-35) è

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INFORMATICA Classe LM-18 Informatica 1. ASPETTI GENERALI La durata normale del Corso di Laurea Magistrale in Informatica è di due anni. Lo

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale L -18 Scienze dell economia e della gestione aziendale COORTE 2015-2016 approvato dal Senato Accademico nella seduta del 27 ottobre 2015 1. DATI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU) (Classe L-16) Immatricolati fino all'a.a. 2013/2014 GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI (LM-87) Ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata biennale appartenente

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATCA E COMUNICAZIONE DIGITALE Art. 1 Finalità (art.2 c.6 art.15

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Art. 3 Attività formative Il presente Regolamento,

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia Dipartimento di Economia RETTORE: PROF.SSA GALVANI ADRIANA PRESIDENTE DIPARTIMENTALE: DOTT. LAVALLE NICOLA Corso di Laurea in Economia e Finanza Internazionale DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Corso di Laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES)

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES) Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES) Classe: LM-94 Traduzione specialistica e interpretariato Codice del corso: LM7 Il presente

Dettagli

Economia e Gestione Aziendale (L-18) Economia (L-33)

Economia e Gestione Aziendale (L-18) Economia (L-33) Università degli Studi Roma Tre ANNO ACCADEMICO 2009/2010 23 luglio 2009 ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITARIO Corsi di Laurea Triennali Corsi di Laurea Magistrali Corsi post lauream: Master (I e II livello)

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LM-11

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Economia e Finanza: Esperto in ricerche e analisi economico finanziarie (II edizione) Livello CFU Direttore del corso Comitato Scientifico

Economia e Finanza: Esperto in ricerche e analisi economico finanziarie (II edizione) Livello CFU Direttore del corso Comitato Scientifico Economia e Finanza: Esperto in ricerche e analisi economico finanziarie (II edizione) Livello II CFU 60 Direttore del corso Prof. Federico Perali Comitato Scientifico Prof. Federico Perali (Università

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Statistica e Informatica per l Economia e la Finanza Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

CONSULENZA AZIENDALE LE MAGISTRALI. Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management. La Tua Università

CONSULENZA AZIENDALE LE MAGISTRALI. Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management. La Tua Università CONSULENZA AZIENDALE Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management LE MAGISTRALI La Tua Università corso di laurea magistrale dipartimento di impresa e management consulenza aziendale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE SEZIONE I - NORME GENERALI E COMUNI CAPO I - DENOMINAZIONE E ORGANI Art. 1 - Denominazione dei corsi di laurea e classi di riferimento Art.

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2009/2010 Anni attivati I, II III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli obiettivi

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014 GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza: L-16

Dettagli

Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO. Facoltà di. Lauree magistrali. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi

Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO. Facoltà di. Lauree magistrali. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO Lauree magistrali www.unicatt.it Milano a.a. 2013-2014 www.unicatt.it INDICE Scienze bancarie, finanziarie e assicurative

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246

Dettagli

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41)

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41) Page 1 of 5 Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: 8415 - MEDICINA E CHIRURGIA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: MEDICINA E CHIRURGIA Testo: Scuola di Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

a Treviglio Economia e amministrazione delle imprese Corso di Laurea triennale in Facoltà di Economia UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO

a Treviglio Economia e amministrazione delle imprese Corso di Laurea triennale in Facoltà di Economia UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTà DI ECONOMIA Corso di Laurea triennale in Economia e amministrazione delle imprese a Treviglio Anno Accademico 2007-2008 L'Università a Treviglio Dall Anno Accademico

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione )

Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione ) Dipartimento di Studi Umanistici Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione ) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015 Presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA

REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA Corsi di studio: Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni Scuola di Ingegneria e Architettura - Sede di Bologna Classe: L8 Ingegneria dell'informazione Art. 1:

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN SOCIAL WORK

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN SOCIAL WORK UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE (Classe L-39 Servizio sociale) UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) classe delle lauree Magistrali in Scienze dell economia (LM-56), Sede didattica del Corso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Lettere moderne - Modern Literatures (Classe LM-14 Filologia moderna) Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT

ECONOMIA E MANAGEMENT CORSO DI LAUREA TRIENNALE A.A. 2015 / 2016 COSA STAI CERCANDO? LUIGI MARENGO DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Le solide basi teoriche, la vocazione internazionale e l orientamento in parte specialistico dal

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

Economia, Mercati e Sviluppo p.2. Management e Sviluppo Socioeconomico p.5. Originalità ed avanzata qualificazione. Inedito format curriculare

Economia, Mercati e Sviluppo p.2. Management e Sviluppo Socioeconomico p.5. Originalità ed avanzata qualificazione. Inedito format curriculare Università degli Studi G. d Annunzio Campus di Pescara Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche ed Economico-Quantitative Sezione di Economia e Metodi Quantitativi a.a. 2015-2016 Originalità ed

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI. Art. 1 Oggetto del Regolamento. Titolo I ORDINAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI. Art. 1 Oggetto del Regolamento. Titolo I ORDINAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina, nel rispetto di quanto disposto dallo Statuto e dal

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in Biologia Agro-alimentare e della Nutrizione Facoltà di Scienze mm. ff. nn Classe 6/S delle Lauree Specialistiche in Biologia Art. 1 Definizioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA

UNIVERSITÀ DI CATANIA UNIVERSITÀ DI CATANIA Regolamento Didattico Del Corso di laurea magistrale in Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali classe LM 87 coorte a.a. 2015-2016 approvato dal Senato Accademico

Dettagli

1. Obiettivi Formativi

1. Obiettivi Formativi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro Manifesto degli studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA E COMUNICAZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli