INTRODUZIONE salto nel buio una scelta consapevole i luoghi comuni future possibilità lavorative informativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUZIONE salto nel buio una scelta consapevole i luoghi comuni future possibilità lavorative informativo"

Transcript

1

2 INTRODUZIONE La scelta universitaria è spesso per molti studenti dell ultimo anno delle Superiori un vero e proprio salto nel buio: alla mancanza di informazioni si aggiunge la raccolta di sentito dire spesso tra loro contrastanti, che creano più confusione che altro in chi deve scegliere il proprio percorso. Questo libricino è stato scritto proprio per favorire una scelta più consapevole. È rivolto a tutti quelli che considerano la possibilità di iscriversi a Matematica e vogliono essere più informati, ma anche a chi invece è piuttosto scettico su questa eventualità perché non ha ben chiaro cosa voglia dire fare Matematica. Prenderemo in considerazione i luoghi comuni più diffusi sul Corso di Laurea in Matematica (quelli che prima abbiamo chiamato sentito dire) e faremo parlare chi Matematica a Pisa l ha fatta o la sta facendo. Le storie dei nostri intervistati sono storie comuni da cui emergono i dubbi prima della scelta, i motivi di tale scelta, ma anche i momenti di difficoltà durante il percorso universitario e i diversi modi con cui tali difficoltà sono state affrontate. Uno spazio importante sarà dato alla situazione lavorativa dei laureati che abbiamo intervistato, per mostrare i possibili sbocchi dati dalla Laurea in Matematica a Pisa. Quest ultimo punto è di fondamentale importanza: è naturale infatti che nella scelta universitaria influisca profondamente l aspettativa sulle future possibilità lavorative. Per quanto riguarda Matematica è nostra convinzione che siano molto sottovalutate le possibilità che la Laurea offre. Tutto ciò non ha un obiettivo pubblicitario ma informativo. Anche per questo vogliamo sottolineare una volta di più, rafforzando il messaggio della copertina, che queste pagine non hanno la pretesa di introdurre un qualsiasi Corso di Laurea in Matematica ma solo la realtà che conosciamo bene: quella di Pisa.

3 I DUBBI DI CHI DEVE SCEGLIERE Spesso, come è naturale, la scelta universitaria è influenzata dal rendimento alle Scuole Superiori: uno studente che ha avuto notevoli difficoltà in matematica difficilmente prenderà in considerazione la possibilità di iscriversi al Corso di Laurea in Matematica. A volte il rifiuto dell idea di potersi iscrivere a Matematica è motivato più che dal proprio rendimento dalla Scuola di provenienza, da cui si esce avendo fatto troppo poca matematica : così una decisione presa in età molto precoce - e spesso dai genitori - influenza in maniera determinante la scelta universitaria. E gli altri? Su cosa basano la propria scelta universitaria? E in tale scelta prendono in considerazione anche Matematica? Molti studenti, anche bravi in matematica alle Scuole Superiori, sono frenati dall idea che lo scoglio da superare sia troppo duro:!"#$% & '% ( Ma non è sempre una questione di preparazione di base: ' )!** *! ** # $+ & '% (

4 E allora? Alcuni, nonostante parlino esplicitamente di passione per la matematica, temono di specializzarsi troppo:, -!. / #$ & ( C è anche il timore di fare qualcosa di troppo teorico, di poco pratico: -! 0 0 " 0 #$, & '% ( Tale timore probabilmente è legato anche alle aspettative sulla spendibilità della Laurea in ambito lavorativo. Appena si parla di Università, inevitabilmente e anche giustamente si pensa al lavoro e agli sbocchi lavorativi, e la Matematica, riguardo a tutto ciò, che cosa offre? In questo caso il sentito dire, i luoghi comuni, tornano prepotentemente alla ribalta si pensa che Matematica offra come unici sbocchi l insegnamento e la ricerca: e se l insegnamento spesso viene considerato non gratificante, la ricerca da alcuni viene considerata una possibilità solo per i più bravi, e per altri non è ben chiaro cosa ci sia ancora da ricercare in matematica!

5 '! * 2! " $ & 5( ** # 3 3 "! #$4 & '% ( * " 2$&2") Riassumendo, le perplessità su una possibile iscrizione a Matematica si possono sintetizzare in: difficoltà troppo elevata, poca varietà degli argomenti da studiare, poche applicazioni e (di conseguenza) poche possibilità lavorative. Tali perplessità purtroppo a volte sono alimentate anche dagli stessi insegnanti di matematica che finiscono per scoraggiare gli studenti intenzionati a scegliere Matematica: " ) " #$ "2 "(! 1! ""!"""! " "" $ " '% (

6 Per quanto riguarda le difficoltà del Corso di Laurea in Matematica si entra in una sfera soggettiva e personale ma proprio per questo non bisogna decidere in base alle esperienze degli altri. Detto questo, le difficoltà nel percorso universitario ci sono: ad esempio una delle più comuni a Matematica è proprio legata al fatto che chi si iscrive è stato in genere uno studente molto bravo alle Superiori, che non si aspetta quindi di poter avere problemi e quando li incontra spesso non sa come reagire. A nostro parere l essere preparati a fronteggiare tali situazioni è molto importante: d altra parte è rischiosa una qualsiasi scelta universitaria guidata dalla certezza di non trovare difficoltà, dato che prima o poi in qualsiasi Corso di Laurea si incontrano anche momenti difficili. Aggiungiamo che non sono da sottovalutare gli effetti dovuti ai cambiamenti avvenuti in questi anni all Università, che riguardano tutti i Corsi di Laurea e che cercano in qualche modo di rendere meno problematico il passaggio Scuola Superiore - Università. Gli altri tre motivi (scarsa varietà degli argomenti da studiare, poche connessioni con la pratica e pochi sbocchi lavorativi) che, come abbiamo visto, possono sconsigliare l iscrizione a Matematica a studenti a cui magari la matematica piace, sono oggettivamente luoghi comuni molto lontani dalla realtà. Per fare una scelta importante come quella dell Università non bisogna farsi influenzare da sentito dire e luoghi comuni ma conoscere e poi scegliere a seconda delle proprie passioni e ambizioni. Per questo vale la pena continuare a leggere le pagine di questo libricino.

7 LE INTERVISTE Attraverso i dubbi e le perplessità degli studenti di Scuola Superiore riguardo alla possibilità di iscriversi a Matematica si possono capire quali informazioni siano importanti per fare una scelta davvero consapevole. Una volta individuate tali informazioni, chi meglio di coloro che hanno conseguito la laurea in Matematica recentemente può darci una testimonianza attendibile? Abbiamo quindi intervistato 14 laureati in Matematica (tutti presso l Università di Pisa), chiedendo loro: - i motivi per cui hanno scelto Matematica, ma anche le eventuali indecisioni e l impatto col mondo Universitario, nella fattispecie con Matematica - le loro prime esperienze lavorative e quelle attuali, e infine - l importanza che la formazione matematica ha avuto nella loro carriera lavorativa. Riportiamo i loro racconti (in forma di risposte alle nostre domande) non solo perché ognuno possa trarne delle informazioni generali, ma anche perché ci possa essere un identificazione con qualcuno di loro, magari proprio perché si condividono le stesse indecisioni sui possibili Corsi di Laurea a cui iscriversi. E allora cominciamo a conoscere le storie dei 14 intervistati proprio partendo da quel momento così importante: la scelta universitaria

8 Al momento di scegliere il Corso di Laurea eri indeciso fra altri Corsi? Se sì, quali? Filosofia. Luca Sì: ingegneria, medicina, giurisprudenza. Sì. Le altre scelte erano Ingegneria o Economia. Manuela Silvia B. Laura Per un breve periodo ho valutato la possibilità di iscrivermi ad Ingegneria Elettronica per l ingresso facilitato nel mondo del lavoro. Informatica (in cui poi mi sono preso una seconda laurea). Maurizio No, ero decisa. Lucia Filosofia e Psicologia. Laura M. L indecisione era tra Matematica e Scienze dell Informazione, perché cercavo di proiettarmi nel mondo del lavoro e pensavo al mestiere di Informatico, a quei tempi emergente come opportunità di impiego e con il suo fascino. Scegliendo Matematica, grazie alla possibilità della Ricerca ho potuto studiare ciò che mi appassionava, ma nello stesso tempo non estraniarmi dal mondo del lavoro. Simona No, non ho avuto nessuna indecisione. Marta Silvia Mi sono iscritta al Liceo perché avrei voluto fare Architettura, poi nel corso degli anni ho cambiato idea. In 5 a ero un po indecisa tra Matematica e Filosofia. Valentina Si, con chimica. Mi piaceva molto anche la Filosofia, ma mi metteva più in crisi perché aveva più implicazioni esistenziali. La matematica aveva invece il pregio di filosofeggiare abbastanza senza avere la pretesa di insegnare a vivere, perché la matematica viveva in un mondo tutto suo (almeno questo pensavo appena uscita dal Liceo ). Inoltre tutti dicevano che con la filosofia non mi sarei guadagnata il pane, mentre nessuno mi osteggiava se dicevo di voler fare matematica. Samuela

9 Qual è il motivo per cui alla fine ti sei iscritto a Matematica? Era la mia materia preferita da sempre. Era la materia che mi riusciva meglio al liceo scientifico. Valentina Luca Mi è sempre piaciuta la matematica. Manuela La Matematica è stato il mio primo amore e ho sempre avuto delle insegnanti eccezionali, a partire dalla mia maestra delle Elementari, fino alla professoressa del triennio del Liceo. Sono stata sempre curiosa e secondo me la Matematica stimola questo lato del mio carattere. Era la materia scolastica che mi appassionava di più e mi risultava semplice. Perchè ho sempre nutrito particolare interesse per la materia e curiosità. Elena Laura Luisa Silvia Ho deciso in prima media: non saprei dire né perché la matematica mi piacesse già allora né perché fossi così fermamente decisa, fatto sta che da allora non ho più cambiato opinione. Per passione per la materia. Adoravo i discorsi astratti e formalmente eleganti. Laura M. Lucia Ho conosciuto la materia partecipando alle Olimpiadi della Matematica, con ottimi risultati. Marco La matematica è sempre stata una passione, ho sempre desiderato laurearmi in matematica. Samuela Perché mi ha sempre appassionato. Silvia B. Mi riusciva semplice e pensavo di non dover faticare molto per terminare matematica. Marta

10 Una volta scelto il Corso di Laurea, qual è stato l impatto con il mondo universitario e quali le difficoltà incontrate? Come detto non è facile rispondere a tale domanda, perché ovviamente le difficoltà variano da persona a persona. Con le risposte dei nostri 14 laureati non pensiamo quindi di coprire ogni possibile reazione, ma di fornirne comunque una raccolta significativa: Com è stato l impatto con l università? E il dopo? All inizio un po duro, perché ho dovuto modificare il mio metodo di studio, ma comunque niente di insormontabile. Col passare del tempo, mi sono sentito sempre più a mio agio. Luca Il primo anno traumatico, poi bene. L impatto con l Università è stato traumatico si stava tantissime ore a lezione ricordo il primo anno particolarmente impegnativo e selettivo fortunatamente, dopo un anno di studi particolarmente intenso, ci sono stati i primi risultati incoraggianti Laura Manuela Abbastanza traumatico perchè completamente differente dal mondo del Liceo tuttavia l esperienza e la conoscenza del mondo universitario alla fine si sono rivelate estremamente costruttive. All inizio è stata dura perché i ritmi erano un po diversi rispetto al liceo e poi era tutto nuovo incluso il vivere fuori casa, poi una volta abituata a queste cose l ambiente era bello. Luisa Simona Elena Il primo impatto con l Università è stato certamente durissimo: sia perché (provenendo da un piccolo paese della Sardegna) mi sono ritrovata sola in terra straniera a dovermi organizzare una nuova vita (dal punto di vista pratico e da quello sociale), sia perché a lezione mi sembrava di non capire quasi niente, nonostante facessi un grandissimo sforzo di concentrazione, e neanche lo studio a casa portava i frutti sperati. A convincermi poi che avevo fatto la scelta giusta, malgrado le difficoltà, è stato il fatto che le cose che studiavo mi piacevano: sono stata molto colpita dall Algebra (per la bellezza della sua astrazione) e dalla Logica (per la sua paradossale caratteristica di essere matematica che descrive la matematica ) e, in seguito, dal corso di Probabilità (in cui ci era offerta la possibilità di capire come si potessero formalizzare in maniera precisissima situazioni apparentemente non matematizzabili) e dall Analisi Numerica, che mi ha fatto riflettere su come sia importante non solo l idea alla base della soluzione di un problema, ma anche l applicabilità dei metodi solutivi. Lucia

11 Samuela Il primo periodo del primo anno è stato molto esaltante, duro ma interessante. Da quando si sono avvicinati gli esami è stato più difficile anche psicologicamente non mollare. L alto livello medio dei colleghi rendeva la vita dura. In ogni caso superato il secondo anno con la scelta dell indirizzo le cose si sono semplificate. Drammatico, quelli che mi circondavano erano tutti improvvisamente intelligenti e i Prof spiegavano alla velocità della luce Durante i primi 3 anni ho fatto solo 3 esami, ma ero convinta ugualmente di essere nel posto giusto. Poi ho intuito in che modo dovevo studiare e sono riuscita a fare un numero normale di esami all anno fino alla laurea. Pesante come quantità di cose da fare (soprattutto per la fisica che non sono mai riuscito a capire), però divertente. Incredibilmente brutto. Dopo è peggiorato. Maurizio Credevo fossero tutti pazzi perché non capivo niente. Poi seguendo i corsi ho cominciato a entrare nell ambiente e nell ottica degli studi universitari. Marta Terribile: a scuola mi conoscevano tutti gli insegnanti e mi stimavano, all università mi sono sentita per un anno e mezzo solo un numero. Non riuscivo a studiare e non passavo gli esami; dopo questo periodo, accettato il fatto, mi sono ripresa anche grazie all incontro con docenti eccezionali. Silvia B. Molto positivo. Ho trovato le materie molto interessanti dall inizio, i professori molto disponibili e mi sono trovata benissimo con i compagni di studio. Valentina Laura M.

12 Prima di passare alle domande sugli sbocchi lavorativi soffermiamoci ancora un po su questo punto (le difficoltà che si presume di incontrare) che abbiamo visto essere cruciale nella scelta universitaria. Proprio per l intento informativo del libretto abbiamo raccolto testimonianze senza selezionarle a priori per eventuali scopi pubblicitari, e molte di esse parlano di difficoltà incontrate. Ci sembra importante evidenziare tali difficoltà non solo perché molte sono comuni a tutti i Corsi di Laurea (e dipendono dall impatto con un mondo totalmente nuovo e spesso affrontato lontano da casa) ma anche perché spesso, come emerge dalle stesse nostre interviste, tali difficoltà sono amplificate dal fatto che chi le prova non è preparato ad affrontarle, non si aspettava di averne magari perché alle Scuole Superiori era molto bravo. Emblematico in questo senso è il caso di Marta, che dichiara di aver scelto Matematica perché le riusciva facile e pensava di non incontrare nessun ostacolo. Viceversa, come emerge proprio dalle altre interviste, l accettare il fatto di poter aver difficoltà è la chiave di volta per affrontarle in modo costruttivo e riuscire a superarle anche con soddisfazione. C è da aggiungere che in questi anni sono avvenuti molti cambiamenti: il Corso di Laurea di Matematica di ora è diverso da quello che raccontano i professori delle Superiori (come lo ricordano dalla loro esperienza di studenti) ma in parte anche da quello dei nostri intervistati. La recente riforma universitaria (il cosiddetto 3+2) ha cambiato molte cose, come testimoniano le impressioni di chi sta facendo Matematica ora o ha vissuto proprio il periodo della riforma: Dopo la riforma e il passaggio al nuovo ordinamento la situazione è decisamente cambiata ci sono molti compitini e ciò a mio avviso è vantaggioso Prima seguivi un corso e poi studiavi in vista dell esame, spesso per mesi e con risultati altrettanto spesso a dir poco scoraggianti. Ora è diverso, segui, studi e compitino e anche per me è un vantaggio

13 Inoltre le difficoltà si superano meglio se è possibile confrontarsi con i compagni di corso e con i docenti. E questo è un punto di forza del Corso di Laurea in Matematica a Pisa, spesso sottovalutato, ma che, a nostro parere, è fondamentale per la qualità dello studio: quello di essere un ambiente a misura di studente. Gli studenti hanno a disposizione tutto il giorno un aula studio con postazioni Internet, un aula computer con più di 30 calcolatori (dalle 9 di mattina fino alle ore 18) e una biblioteca molto ben fornita (condivisa con fisici e informatici) con ampi spazi per la consultazione e lo studio e anch essa dotata di postazioni Internet. Avere una sala a disposizione 24 ore su 24 è decisamente un vantaggio, possiamo venir qui a studiare quando vogliamo ed è, volendo, anche un punto di ritrovo Uno degli aspetti più positivi è proprio la struttura in sé stessa: al contrario di altri corsi di laurea noi abbiamo tutto qui, dalle aule dove poter studiare, alla biblioteca senza escludere ovviamente il fatto che anche per seguire le varie lezioni non dobbiamo spostarci Il fatto che l ambiente sia raccolto attorno al Dipartimento è molto importante anche per la possibilità di contatto con i docenti: I professori sono quasi sempre disponibili. Da amici di altri corsi sento spesso dire, devo incontrare il professore da una settimana, ma non mi riesce incontrarlo ecco qui da noi questo non succede, anche fuori dagli orari di ricevimento i professori li incontri facilmente essendo tutto in un unica struttura

14 E veniamo alle possibilità lavorative, o meglio al primo impiego dopo la Laurea. Questa è una informazione decisiva: infatti molte statistiche che si leggono sull impiego post-universitario sono da interpretare. Cosa vogliamo dire? Spesso viene riportata la percentuale di laureati in un certo Corso di Laurea che lavora dopo un anno dal conseguimento dalla Laurea: ma è evidente che tale dato è poco significativo in quanto non si considera se per il lavoro trovato era necessario possedere la Laurea. Le testimonianze raccolte non hanno ovviamente valore statistico, ma danno l idea di come per Matematica (come per pochi altri Corsi di Laurea) la spendibilità del titolo nel mondo lavorativo sia molto alta. Tale impressione sarà confermata anche dalle analisi di esperti del mondo del lavoro raccolte dai quotidiani più diffusi in Italia e che mostreremo più avanti. Citiamo qui brevemente una recente ricerca ISTAT che riporta come più dell 85% dei laureati in Matematica trova lavoro entro 3 anni dalla Laurea (con un tempo medio di ricerca di lavoro di 5 mesi), contro il 75% della media dei laureati. Dai risultati di questa ricerca emerge con forza anche il fatto che ricerca e insegnamento non sono gli unici sbocchi di un laureato in Matematica, come si può vedere dal seguente areogramma: Ricerca 22% Scuola 12% Altri 2% Industria 42% Industria Servizi Ricerca Scuola Servizi 22% Altri

15 Qual è stata la tua prima esperienza lavorativa dopo la Laurea in Matematica? La prima occupazione è arrivata nel giro di poche settimane. Un fisico che era strutturato presso la Medicina Interna della Facoltà di Medicina dell Università di Pisa, e che collaborava con il Dipartimento di Matematica, cercava una collaboratrice a tempo deteminato che lo aiutasse nell ambito delle statistica biomedica e delle reti neurali l anno seguente, ho iniziato a collaborare, sempre a tempo determinato, con il Dipartimento di Neuroscienze e contemporaneamente, di volta in volta, con enti di ricerca come il CNR o fondazioni ONLUS in ambito biomedico come il Telethon-UILDM. Dopo 8 anni di gavetta, ho avuto il sospirato posto fisso presso il Dipartimento di Neuroscienze dell Università di Pisa, dove mi occupo di analisi statistica, elaborazione dei segnali neurologici, gestione di progetti scientifici. Silvia Sono stata assunta in un azienda informatica del gruppo Zucchetti con sede a Collecchio come analista programmatore non ho passato un vero e proprio iter di selezione...sono 6 anni che lavoro in questa azienda, e soddisfatta, non ho mai cercato altro. Laura La mia prima ed unica esperienza lavorativa come matematico è in una banca, dove mi occupo di gestione di banche dati, estrazione di informazioni dalle stesse e studi di vario genere sui prodotti aziendali. Questo ultimo aspetto del mio lavoro mi permette di utilizzare maggiormente la matematica e di mettere a frutto le esperienze maturate all Università; in particolar modo apprezzo come mi sia stato insegnato ad affrontare problemi nuovi. Luca Ho iniziato a lavorare a 2 settimane dalla laurea come System Integrator in una ditta di informatica in provincia di Savona che opera fondamentalmente nel settore medicale, dove lavoro tuttora. Manuela

16 Simona Lucia A seguito di uno stage per "programmatori in linguaggio Cobol" a Pomezia, sono stata assunta da un azienda di consulenza informatica e grazie soprattutto al Curriculum Vitae che aveva unicamente il titolo di studio di laureata in Matematica presso l'università di Pisa con la votazione di 110 e lode, sono stata assunta subito a tempo indeterminato e con contratto base. Subito dopo la tesi mi è stato proposto di svolgere uno stage presso lo CSELT (Centro Studi e Laboratori Telecomunicazioni) di Telecom Italia a Torino alla fine dello stage mi è stato proposto un contratto a tempo indeterminato presso lo CSELT per la gestione della intranet della azienda nel frattempo, il Prof Bicchi del Centro Interdipartimentale di Ricerca E. Piaggio (Università di Pisa) ha contattato gli studenti del Dipartimento di Matematica proponendo di partecipare al concorso di dottorato in Robotica e Automazione Industriale. Io ho partecipato nel febbraio del 99 e ho vinto un posto. Attualmente ho ancora lo stesso posto. Marco Ho iniziato a lavorare nel 1999, a Siena, come market risk - analyst e non ho cambiato lavoro, da allora. La mia prima occupazione è stata in una società di consulenza in Organizzazione aziendale e Informatica, chiamata AIVE Spa. Ho lavorato come consulente SAP (sistema gestionale per imprese di grandi dimensioni, tra i più diffusi nel mondo) curando, inizialmente, gli aspetti di programmazione e successivamente gli aspetti funzionali di configurazione e parametrizzazione dei diversi moduli del sistema, secondo le specifiche esigenze aziendali. Tale occupazione l ho trovata semplicemente attraverso ricerca in internet e invio diretto del curriculum all azienda. Attualmente lavoro in Banca Etruria. Sono responsabile di una struttura Analisi dei Rischi all interno dell Area Internal Audit. Laura M.

17 Valentina Mi sono laureata nell indirizzo didattico, volevo fare l insegnante e ci sono riuscita. Appena laureata (27 giugno 2002) mi sono iscritta nelle graduatorie del CSA (ex provveditorato agli studi) e a ottobre dello stesso anno mi hanno chiamato per una supplenza al Liceo Scientifico E. Fermi di Massa, che doveva essere breve, invece è andata avanti fino all Esame di Stato. Contemporaneamente mi sono iscritta alla SSIS e ho preso le abilitazioni per iscrivermi nelle graduatorie permanenti. Ho sempre lavorato, tranne per un breve periodo di circa due settimane il secondo anno. Ho immediatamente iniziato a lavorare in CSELT, continuando il lavoro già fatto nella tesi. Ho continuato a lavorare nel gruppo Telecom, facendo varie cose e spostandomi sul versante del software (più da far fare ad altri che da fare io) e dei protocolli di rete. Maurizio Silvia La prima occupazione è stata quella che ho tuttora, sono entrata come programmatore in un azienda di software di Parma nella filiale di Carrara. Ho partecipato al test di ammissione per un corso organizzato dalla provincia di Massa - Carrara, ho passato il test tra i primi e siccome l azienda aveva bisogno di persone subito sono entrata senza fare il corso che durava 6 mesi. Inizialmente mi occupavo dello sviluppo di software seguendo specifiche che mi forniva l analista, in breve sono passata ad essere io l analista, gestendo quindi le richieste cliente, analizzandole per passare poi le specifiche al gruppo di sviluppo. Samuela Samuela La prima occupazione mi è stata offerta dal Prof Bini subito dopo la laurea. Ho chiesto a lui se conosceva qualche azienda in cui potessi fare un po di esperienza (anche gratis ovviamente ) e lui mi ha proposto una collaborazione di due mesi con il nostro Dipartimento. Il Dip. di matematica doveva sviluppare un software che permettesse di analizzare foto digitali fatte a lastre di marmo, insieme al Prof. Sergio Steffè abbiamo sviluppato il software e fatto qualche sperimentazione con esso. E stata un esperienza molto formativa. Sapevo che il lavoro al Dip era provvisorio dunque ho preso all informagiovani di Pisa la lista di tutte le aziende di software (della zona) e quella delle ditte che facessero ricerca (in tutta Italia). Ho mandato diverse mail agli indirizzi così ottenuti inviando il mio curriculum. In MAIOR (l azienda per cui lavoro attualmente) cercavano un matematico proprio in quel periodo hanno ricevuto la mia mail, mi hanno fatto il colloquio e mi hanno assunto. Inizialmente dovevo fare sperimentazioni su un software che avevano già scritto loro, poi piano piano ho cominciato a fare piccole modifiche al codice fino ad acquisire sempre più spazio d azione.

18 Abbiamo osservato che quando si parla di lavoro e Università è fondamentale sapere se il titolo di studio conseguito è stato determinante per ottenere quel posto di lavoro. Abbiamo cercato di mostrare (per ora solo attraverso le testimonianze raccolte) che da questo punto di vista la Laurea in Matematica apre molte possibilità. Il fatto che il titolo sia stato necessario per avere un determinato posto di lavoro non è l unica informazione che ci interessa. Ci sembra infatti interessante indagare anche se, quanto e come la formazione universitaria in Matematica sia utile nello svolgere quotidianamente il proprio lavoro. È importante per capire quali siano i punti di forza di una formazione matematica, e ci permette di contestare la convinzione molto diffusa che a parte il titolo gli studi universitari servano a poco o nulla in un ambiente lavorativo sempre più specializzato. Aver avuto una formazione matematica è stato ed è importante? Perché? Si. Oltre alle conoscenze acquisite, importanti sia per il mio lavoro sia per una questione di cultura matematica personale, è importante anche aver avuto l opportunità di affrontare problemi diversi e di essere, a mio parere, pronto a farlo anche al di fuori dell ambito universitario. Sì, è stata molto utile per l apertura mentale che viene data insomma siamo abituati a pensare molto prima di agire. Luca Laura Manuela Come ha detto Gauss la Matematica è insieme l'ancella e la regina delle Scienze. La Matematica è nata con l'uomo Studiare Matematica per me ha significato imparare un linguaggio ed imparare ad usarlo in Medicina. Inoltre, aver studiato matematica, oltre alle conoscenze tecniche, mi ha insegnato il rigore e la precisione.

19 Decisamente sì. L aspetto più importante dell essere matematico è senz altro la capacità di astrazione e di sintesi tipica della materia. Ciò aiuta a rappresentare i problemi del lavoro sotto prospettive inconsuete e spesso apprezzate. Laura M. Marco Simona Grazie alla Laurea in Matematica con indirizzo applicativo, si sono aperte davanti a me diverse opportunità lavorative e, grazie anche ad un po di fortuna che nella vita non guasta mai, ho avuto la possibilità di volta in volta di "scegliere", in base anche ad altri aspetti fondamentali nella vita. Importantissimo. Studiare matematica sviluppa capacità di ragionamento logico, quindi capacità di analizzare i problemi e risolverli. Questa, insieme alla capacità di relazionarsi con gli altri e istaurare relazioni positive con colleghi, superiori e clienti, sono le qualità più importanti nel mondo del lavoro. Sicuramente la difficoltà concettuale degli argomenti che mi sono trovata a trattare o a studiare nell esperienza lavorativa non mi ha mai spaventato. Sono pienamente convinta che la mia formazione matematica sia stata fondamentale per il lavoro che svolgo. Ritengo che il tipo di formazione che ho ricevuto mi abbia dato una forma mentis che mi consente di poter studiare e capire anche cose nuove e non necessariamente matematiche. Luisa

20 Si, in particolare la dura scuola pisana mi ha insegnato a non fermarmi mai davanti alle difficoltà scientifiche e a insistere sino a risolverle. Samuela Elena Lucia Penso che la formazione matematica sia importantissima per me (non solo per il lavoro, ma per la vita in genere): al di là delle nozioni imparate in questi anni di studio (della cui utilità pratica si potrebbe forse discutere), credo, infatti, che l aver acquisito la forma mentis matematica e il rigore nell argomentare sia un patrimonio di sicuro valore che sarà difficile perdere col passare degli anni. Fondamentale la forma mentis nell approccio alle problematiche e nei tentativi di risoluzione. Sono convinta di aver acquisito questa forma mentis studiando matematica. (I colleghi che hanno fatto studi più tecnici fanno più fatica ) A parte le solite storie sul metodo di studio che si raccontano sempre ma alle quali non ci crede nessuno, ho notato che mi risulta naturale partire da un modello astratto formale, e questo mi semplifica molto la ricerca di una soluzione ai problemi di lavoro. Probabilmente l analisi e la soluzione di problemi è molto più semplice per un matematico, che per altre persone, abituato ad arrivare alle soluzioni dei problemi partendo da pochi dati a disposizione e utilizzando la logica. Silvia B. Maurizio Valentina Ritengo di sì. Sicuramente ha accentuato il mio essere razionale, ha stimolato la mia curiosità e la mia voglia di sapere. Mi ha insegnato a farmi domande e a mettermi in discussione, ad affrontare le cose ragionando e cercando la soluzione migliore.

21 Abbiamo letto opinioni diverse, legate ad esperienze differenti: eppure accomunate dalla convinzione che la formazione matematica giochi un ruolo importante nel contesto lavorativo. Interessante anche il fatto che questa formazione, come alcuni sottolineano, sembra garantire una particolare forma mentis che facilita la risoluzione di problemi, a prescindere dai contenuti, e che è quindi duratura nel tempo. Detto questo, è ovvio che per scegliere è importante anche fare delle comparazioni tra scelte possibili diverse e spesso molti sono indecisi tra Matematica e Ingegneria, che sembra offrire più possibilità. Per questo abbiamo intervistato due persone (queste sì scelte ad hoc per la loro storia) che sono passate da Ingegneria prima di arrivare a Matematica: Laura dopo due anni ad Ingegneria Chimica è passata a Matematica, mentre Enrico laureato in Ingegneria Informatica nel Dicembre del 2000 e assegnista presso la Scuola Superiore Sant Anna ha deciso di iscriversi nel 2005 a Matematica per prendere una seconda Laurea. Cerchiamo di capire il perché di queste scelte sentendo cosa dicono i due protagonisti. Laura in qualche modo conferma l importanza che la scelta sia fatta anche con il cuore e nel suo caso il cuore evidentemente non diceva Ingegneria Volevo iscrivermi a Matematica o a Ingegneria Chimica. Alla seconda pareva esserci più garanzia di trovare un lavoro, in Chimica al liceo andavo bene e quindi ho scelto quest ultima. Ho fatto i primi due anni a Ingegneria, arrivata al terzo anno dove spariva Matematica non sono stata capace di studiare le materie tecniche proposte. Non si studia quello che non ti piace.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO

MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO Area economico - giuridica Disciplina: diritto - economia Gruppo: Pordenone Docente: Valeria Laura Valleriani Istituto: I.S.I.S. di Spilimbergo (PN) MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO Classe 3B IPSC (14

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2013 sulla

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali Studenti che hanno conseguito la laurea specialistica nell anno solare 2009 Questa indagine statistica

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma)

L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma) L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma) la SSIS è stata attiva dal 1999 al 2009 ripensiamo in maniera serena a questi 10

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2014 sulla

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

La dispersione scolastica in Liguria

La dispersione scolastica in Liguria La dispersione scolastica in Liguria Ricerca quali-quantitativa sulla dimensione del rischio e l esperienza della dispersione Presentazione dei risultati Genova 8 novembre 2012 1 Metodologie dell indagine

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare GRUPPO DI PARENT TRAINING PER GENITORI DI BAMBINI CON DDAI NELLA REGIONE LAZIO Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare Una presa in carico globale Come molti

Dettagli

IMPARARE AD IMPARARE

IMPARARE AD IMPARARE Istituto Comprensivo "E. Q. Visconti" Roma via della Palombella 4, tel 066833114, fax 0668803438 mail: rmic818005@istruzione.it IMPARARE AD IMPARARE Il laboratorio come metodo di studio: competenze, strategie,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

SCUOLA ANNA FRANK - VIA VALLAURI 24

SCUOLA ANNA FRANK - VIA VALLAURI 24 SCUOLA ANNA FRANK - VIA VALLAURI 24 L INSEGNAMENTO DELL ITALIANO COME L2 Esperienza di intervento in una classe 5^ (ins. Adele Bongioanni e Pinuccia Stroppiana). Analisi della situazione iniziale e interventi

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Convinzioni e Convenzioni

Convinzioni e Convenzioni Convinzioni e Convenzioni Il mio background accademico è l Antropologia Culturale, la scienza sociale che si occupa dello studio dell uomo dal punto di vista delle sue manifestazioni culturali, ossia quegli

Dettagli

Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica

Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica Tesi di Daniele Gianolini 1. Introduzione La decennale esperienza nell insegnamento individuale della

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo?

IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo? IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo? Il senso dei due incontri che vengono proposti sta nel riflettere sulla nostra

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

I diplomati e lo studio Anno 2007

I diplomati e lo studio Anno 2007 12 novembre 2009 I diplomati e lo studio Anno 2007 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. + 39 06 4673 2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673 3106 Informazioni e chiarimenti

Dettagli

INDAGINE POST-DIPLOMA. Studenti maturati nel 2011

INDAGINE POST-DIPLOMA. Studenti maturati nel 2011 INDAGINE POST-DIPLOMA Studenti maturati nel 2011 Liceo scientifico Filippo Lussana - Bergamo Sistema qualità INDICATORI QUALI-QUANTITATIVI ORIENTAMENTO ORIENTAMENTO IN USCITA, INDAGINE POST DIPLOMA - Responsabile

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

La valutazione degli insegnanti

La valutazione degli insegnanti La valutazione degli insegnanti Incipit Le considerazioni di questo breve testo in parte nascono da quanto letto in un articolo del Corriere della sera dell'11 giugno del 2008; un'intervista nella quale

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

I n d i c e 9 21 57 97 133 177 219 259

I n d i c e 9 21 57 97 133 177 219 259 I n d i c e 9 Introduzione 21 CAP. 1 La comunicazione 57 CAP. 2 Lavorare in gruppo 97 CAP. 3 Il problem solving 133 CAP. 4 La capacità di gestire situazioni difficili 177 CAP. 5 Metacognizione e competenze

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO di Gaetana Fatima Russo Nella logica del percorso ROAD MAP che abbiamo assunto nel progetto Analisi delle

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero?

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? «Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? Consigli per motivare al comportamento sicuro sul lavoro Forse vi è già capitato di trovarvi nei panni di questo allenatore di hockey e di pensare che i vostri

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

L ETICA DELL ECCELLENZA

L ETICA DELL ECCELLENZA INTRODUZIONE Nel gestire le nostre organizzazioni e nel costruire le nostre carriere abbiamo bisogno di principi che trascendano il tempo. Abbiamo bisogno di standard elevati l'etica dell'eccellenza. Price

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e siccome la valutazione si basa sulle abilità dimostrate

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA A cura del 1 LA MATEMATICA: perché studiarla??? La matematica non è una disciplina fine a se stessa poichè fornisce strumenti importanti e utili in molti settori della

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

PARTE TERZA Le conoscenze preliminari e la loro verifica

PARTE TERZA Le conoscenze preliminari e la loro verifica INDICE 7 Introduzione PARTE PRIMA Che cos è la Fisica oggi 13 1. Ambito, scopo e obiettivi generali 15 2. Il metodo scientifico: teoria ed esperimento 21 3. Relazioni e differenze con la matematica e l

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 STRUTTURA DELLA CLASSE Alunni iscritti n. Alunni frequentanti n. Alunni ripetenti n. /. Alunni disabili n.. Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Classe 1 TIPOLOGIA

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

La possibilità di studiare un anno all estero per i ragazzi

La possibilità di studiare un anno all estero per i ragazzi La possibilità di studiare un anno all estero per i ragazzi - Ricerca tra studenti e insegnanti - Ricerca n. 209-2015 15 Ottobre 2015 Istituto Piepoli S.p.A. 20129 Milano Via Benvenuto Cellini, 2/A t.

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI CISCo Ufficio delle scuole comunali PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI Per profilo professionale è intesa la descrizione accurata delle competenze e dei comportamenti

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

Relazione finale esperienza didattica base

Relazione finale esperienza didattica base Relazione finale esperienza didattica base I anno DOL L esperienza didattica la mia città in numeri è stata sviluppata tra i mesi di settembre e dicembre 2009, presso il liceo scientifico Galielo Galilei

Dettagli

Pensavamo fosse. invece..

Pensavamo fosse. invece.. Pensavamo fosse. invece.. La presentazione che segue racconta il percorso scolastico di uno studente straniero con una lunga serie di bocciature alle spalle. Istituto Comprensivo Darfo2 La storia O. è

Dettagli

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria 10 Maggio 2013 Dott.ssa Lucia Candria Mamma e papà devono: Offrire sostegno Dare fiducia Essere complice per superare gli ostacoli Alimentare l autostima AUTOSTIMA Rappresenta una valutazione globale su

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

Datti Un Opportunità. Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa. Gianluigi

Datti Un Opportunità. Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa. Gianluigi Datti Un Opportunità Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa Gianluigi Datti Un Opportunita è lo slogan che associo ad un modello alternativo (perchè poco praticato...

Dettagli

Innovazione e Design educativo per la buona scuola

Innovazione e Design educativo per la buona scuola Innovazione e Design educativo per la buona scuola Convegno nazionale ANP e Fondazione Telecom Italia 6 maggio 2015, Biblioteca Nazionale Centrale, Roma L innovazione come scelta strategica. Il monitoraggio

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/ Salve a tutti è un po che vedo e leggo su internet discussioni infinite sulla RR e sul paradosso dei gemelli, ma alla fine si gira sempre intorno al problema senza mai risolverlo e capirlo. Io non sono

Dettagli

AFFINCHE IL FUTURO SIA UNA SCELTA

AFFINCHE IL FUTURO SIA UNA SCELTA AFFINCHE IL FUTURO SIA UNA SCELTA Scegliere consapevolmente è il risultato di un processo formativo continuo che il giovane studente percorre durante gli anni della scuola dell obbligo, con il concorso

Dettagli

ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno) Università degli Studi di Milano, novembre 1999

ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno) Università degli Studi di Milano, novembre 1999 S PAZIO UNIVERSITÀ I 2 Indagine Abacus di Giovanni Muttillo Francesco Fanari Laura Aletto Maurizio Neri ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno)

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli