CONFARTIGIANATO NEWS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFARTIGIANATO NEWS"

Transcript

1 CONFARTIGIANATO NEWS giovedì 23 febbraio 2012 CATEGORIE RC Auto e Decreto Liberalizzazioni I Carrozzieri di Confartigianato esprimono soddisfazione per il voto della Commissione Industria del Senato che ha cancellato il comma 2 dell articolo 29 del decreto liberalizzazioni in base al quale sono ridotti del 30% i risarcimenti ai cittadini che scelgono di far riparare il veicolo incidentato dal carrozziere di fiducia. Si apprezza l impegno per eliminare una norma che limitava la libertà dei cittadini e alterava la concorrenza nel mercato delle riparazioni di auto, penalizzando l attività di carrozzerie non convenzionate con le assicurazioni. La Commissione Industria del Senato ha recepito le nostre sollecitazioni e ha ristabilito il principio, sancito da una sentenza della Corte Costituzionale, della libera scelta dei cittadini rispetto alle modalità di risarcimento in caso di incidente automobilistico. Autotrasporto: il rimborso dell accisa per il 2011 L Agenzia delle dogane ha fornito precisazioni in merito all istanza di rimborso per gli incrementi di accisa relativi al consumo di gasolio effettuato nel corso del 2011 da parte degli autotrasportatori. SOGGETTI BENEFICIARI Con la nota prot. n. 771 del 4 gennaio 2012 è stato precisato che hanno diritto all agevolazione: a) gli esercenti l attività di autotrasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate; b) gli enti pubblici e le imprese pubbliche locali esercenti l attività di trasporto di cui al decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422 e relative leggi regionali di attuazione; c) le imprese esercenti autoservizi di competenza statale, regionale e locale; d) gli enti pubblici e le imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico per trasporto di persone. Si segnala che dal 1 gennaio 2008 non sono più beneficiari dell agevolazione gli esercenti l attività di autotrasporto merci con veicoli di massa massima complessiva compresa tra 3,5 e 7,49 tonnellate. Nella nota viene ricordato, infatti, che l esecutivo comunitario non si è ancora pronunciato in ordine all accoglibilità della richiesta di proroga dell agevolazione a favore dei soggetti esercenti attività di autotrasporto, in conto proprio e in conto terzi, con automezzi di peso compreso tra 3,5 e 7,5 tonnellate. Non appena sarà noto l esito dell iter comunitario sulla estensibilità dell agevolazione in argomento a favore dei soggetti esercenti attività di autotrasporto con automezzi di peso compreso tra 3,5 e 7,49 tonnellate, saranno fornite ulteriori precisazioni in merito al recupero del beneficio.

2 IMPORTO DEL BENEFICIO Con riferimento ai consumi di gasolio effettuati tra il 1 gennaio 2011 ed il 31 dicembre 2011 ed in conseguenza delle numerose variazioni dell accisa, l entità del beneficio riconoscibile è quantificato come segue in relazione ai diversi periodi: Consumi effettuati (Periodo) Rimborso (per mille litri di prodotto) Dal al euro 1/1/2011 5/4/ , /4/ /6/ , /6/ /6/ , /7/ /10/ , /11/2011 6/12/ , /12/ /12/ ,98609 L ISTANZA Nella nota del 4 gennaio 2012, l Agenzia delle dogane fornisce alcune precisazioni relativamente alla presentazione dell istanza per i consumi 2011, ricordando che, anche quest anno, può essere trasmessa telematicamente. La nota ricorda, inoltre, che per gli esercenti attività di autotrasporto i consumi devono essere comprovati mediante le relative fatture di acquisto. Si fa presente che l articolo 61, comma 1, del D.L. 1 del 24 gennaio 2012 (decreto Crescitalia ) ha modificato la periodicità dell istanza: da annuale, è diventata trimestrale e deve essere presentata, a pena di decadenza, entro il mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre solare. La diversa periodicità di presentazione delle istanze è applicabile a decorrere dai consumi 2012 e che il termine di presentazione dell istanza relativa ai consumi 2011 resta fissato al 30 giugno 2012 Tale interpretazione è giustificata dal fatto che l applicazione dei nuovi termini (trimestrali e a pena di decadenza) sulle istanze relative ai consumi 2011, renderebbe impossibile la presentazione delle stesse (ed il recupero del credito), in quanto i termini sarebbero già scaduti. La finalità della nuova norma, invece, è la riduzione dell esposizione finanziaria delle imprese di autotrasporto, in un momento in cui sussistono gravi difficoltà di cassa (come è espressamente riportato nella Relazione illustrativa di accompagnamento al disegno di legge di conversione). Il termine di presentazione delle istanze per il recupero del credito d imposta sui consumi 2011 è, quindi, il 30 giugno Le nuove scadenze trimestrali riguardano i consumi effettuati a decorrere dall anno Nel corso del 2012, se verranno confermati i contenuti del D.L. n. 1/2012, l autotrasportatore si troverà a presentare le seguenti istanze: una annuale, relativamente ai consumi 2011 tre istanze trimestrali, relativamente ai consumi dei primi tre trimestri 2012: consumi primo trimestre 2012, entro il 30 aprile 2012; consumi secondo trimestre 2012, entro il 31 luglio 2012; consumi terzo trimestre 2012, entro il 31 ottobre L istanza per il quarto trimestre 2012 sarà invece presentata entro il mese di gennaio Modalità di utilizzo del credito d imposta Il codice tributo con cui utilizzare il credito è il 6740, denominato credito d imposta-

3 agevolazione sul gasolio per autotrazione impiegato dagli autotrasportatori. Con legge n. 244 del 24 dicembre 2007, articolo 1, comma 53, è stato fissato un limite annuale, pari a euro , per l utilizzo in compensazione dei crediti d imposta da indicare nel quadro RU del modello di dichiarazione dei redditi. Tale limite va inteso come importo complessivo di utilizzo dei crediti riportati nel quadro RU (Risoluzione n. 9/E del 3 aprile 2008). Si ricorda, infine, che il medesimo articolo 61, al comma 1, in conseguenza della diversa periodicità con cui l istanza sarà presentata (da annuale a trimestrale), ha modificato il termine entro cui è possibile utilizzare il credito d imposta in compensazione. Infatti, la nuova formulazione dell articolo 4, comma 3, del D.P.R. n. 277/2000, dispone che il credito può essere utilizzato entro il 31 dicembre dell anno solare successivo a quello in cui è sorto. L eventuale eccedenza è richiesta a rimborso entro i sei mesi successivi a tale anno. Anche tale novità riguarda i consumi effettuati dal 2012, con la conseguenza che il termine di utilizzo in compensazione del credito relativo a quelli del 2011 rimane all anno solare il cui il medesimo è sorto. Quindi, la situazione che si presenta è la seguente: Nascita del credito ( 1 ) Termine utilizzo in compensazione Termine istanza rimborso Consumi /12/ /6/ trimestre 2012 ( 2 ) /12/ /6/ trimestre 2012 ( 2 ) /12/ /6/ trimestre 2012 ( 2 ) /12/ /6/ trimestre 2012 ( 2 ) /12/ /6/2015 ( 1 ) Il credito sorge decorsi 60 giorni di silenzio-assenso dalla presentazione dell istanza (art.4, c.2, DPR 277/2000) ( 2 ) Se resta confermata, in sede di conversione, la nuova tempistica disposta dal D.L. n. 1 del Canone rai: marcia indietro Rete Imprese Italia esprime soddisfazione per la marcia indietro della Radiotelevisione italiana, che in una nota ha precisato di non aver intenzione di esigere dalle aziende il pagamento dell abbonamento speciale per il mero possesso di apparecchi come computer e simili, normalmente non finalizzati alla ricezione di programmi televisivi. La nota di viale Mazzini, però, non chiarisce completamente la questione. Secondo quanto specificato dalla Rai, infatti, il pagamento del canone speciale è dovuto dalle imprese solo in caso di possesso di computer utilizzati come televisori (digital signage). Rete Imprese Italia chiede quindi l intervento del Governo e del Parlamento per chiarire al di là di ogni dubbio, e una volta per tutte, la normativa sul canone. SERVIZI DI ASSISTENZA Attiva con noi la tua PEC - Posta Elettronica Certificata Il primo termine per l invio della comunicazione della PEC da parte delle società al Registro Imprese delle CCIAA è scaduto il 29 novembre Il Ministero dello Sviluppo Economico con la Circolare n del 25 Novembre 2011, vista la mole di richieste verso i provider di attivazione PEC, aveva invitato le Camere di Commercio a soprassedere dall applicazione delle sanzioni fino all inizio del nuovo anno. NOVITA

4 Il Governo con l art 37 del D.L. 5/2012 (cosiddetto decreto Semplificazioni ) ha previsto una proroga del termine al 30/06/2012. Le sanzioni verranno quindi applicate successivamente alla nuova scadenza (da 103 a per ciascun responsabile (amministratore), ridotte a 1/3 (da 34 a 344) in caso di comunicazione entro 30 giorni dalla scadenza). Si invita quindi chi non si fosse ancora adeguato a rivolgersi al più presto all Associazione per attivare la PEC. Tutte le imprese costituite in forma societaria già costituite alla data del 29 novembre 2008 devono dotarsi di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, la PEC, e comunicarlo al Registro Imprese. Lo prevede l'art. 16, comma 6, del decreto legge 185/2008 (convertito in Legge 2 del 28/01/2009). In caso di omessa o ritardata comunicazione verranno applicate le sanzioni previste per le comunicazioni al Registro Imprese (art cc.). Grazie alla collaborazione tra Confartigianato Imprese, Telecom Italia e il Ministero della Pubblica Amministrazione, con noi puoi attivare una casella di Posta Elettronica Certificata. Il nostro servizio ti consente anche di effettuare la relativa comunicazione al Registro Imprese. La PEC (Posta Elettronica Certificata) è lo strumento informatico, che dà a un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale. Quindi con la PEC si risparmia tempo (niente più code agli sportelli postali) e costi di invio. Anche le imprese al di fuori dell obbligo (come le ditte individuali) possono utilizzare questo strumento e beneficiare di un rapporto più diretto e sicuro con la Pubblica Amministrazione, Comuni compresi. Le principali caratteristiche della casella PEC sono: spazio di archiviazione illimitato; possibilità di notifica a due caselle di posta tradizionale; possibilità di notifica fino a tre numeri di cellulare; rubrica di tutte le caselle PEC della Pubblica Amministrazione; PEC chiusa (riceve messaggi solo da PEC) AMBIENTE E SICUREZZA Modello unico di dichiarazione rifiuti anno 2012 Come ogni anno, ricordiamo alle imprese artigiane associate che scade il 30 aprile p.v. il termine per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione MUD dei rifiuti speciali prodotti e smaltiti nel corso dell anno In attesa di divulgare informazioni più dettagliate relative alle nuove disposizioni contenute nei Decreti di Semplificazione relative all entrata in vigore del SISTRI, Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che prevede la sostituzione delle attuali procedure cartacee per la gestione dei rifiuti con un sistema telematico ed informatico, ricordiamo qui di seguito gli obblighi previsti per le imprese: Soggetti tenuti alla presentazione del MUD: produttori di rifiuti speciali pericolosi prodotti e smaltiti tramite ditte autorizzate ed i produttori di rifiuti speciali non pericolosi che superano i 10 dipendenti Il Servizio di Confartigianato Imprese Mantova Il servizio consiste nella compilazione e inoltro cumulativo delle denuncie delle aziende artigiane a mezzo invio telematico, a tariffe particolarmente vantaggiose. Pertanto, qualora la S.V. intenda avvalersene, è pregata di presentarsi presso i nostri Uffici con la

5 seguente documentazione: registro di carico e scarico rifiuti speciali debitamente aggiornato; formulari smaltimento rifiuti; visura CCIAA aggiornata accompagnata dalla delega che trovate in allegato (sottoscritta dal titolare/legale rappresentante della Ditta e accompagnata dalla fotocopia del documento di identità); 10,00 relativi ai diritti di segreteria CCIAA Il costo del servizio è di 80,00 per il primo rifiuto, più 30,00 per ogni ulteriore rifiuto. Per le aziende non associate è previsto un incremento del 50% sulle quote indicate Quest anno, per ragioni di carattere organizzativo, i dati per la predisposizione del Mud dovranno pervenire preferibilmente entro venerdì 6 aprile 2012 Per un regolare svolgimento del servizio, si prega di presentarsi, possibilmente previo appuntamento telefonico, o presso la Sede di Porto Mantovano, o presso uno dei nostri Uffici periferici più vicini (Asola, Bozzolo, Castiglione delle Stiviere, Monzambano, Ostiglia, Suzzara). (Rif. Ufficio Ambiente e Sicurezza - Stefano Tassellari, tel interno 111, cell , ) Privacy: eliminato l obbligo di stesura ed aggiornamento del Documento Programmatico Sicurezza (DPS) Il Consiglio dei Ministri dello scorso 27 gennaio 2012 ha apportato alcune importanti novità in materia di semplificazioni; in particolare, sul fronte privacy, è stato eliminato l obbligo di predisporre e aggiornare il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) che, oltre a non essere previsto tra le misure di sicurezza richieste dalla Direttiva 95/46/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 24 ottobre 1995, ha sempre rappresentato un adempimento meramente superfluo. Resteranno comunque ferme le misure di sicurezza previste dalla normativa vigente. Di seguito si riporta lo stralcio del testo approvato. (semplificazioni in materia di dati personali) 1. Al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all articolo 21 dopo il comma 1 è inserito il seguente: 1-bis. Il trattamento dei dati giudiziari è altresì consentito quando è effettuato in attuazione di protocolli d intesa per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata stipulati con il Ministero dell interno o con i suoi uffici periferici di cui all articolo 15, comma 2, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che specificano la tipologia dei dati trattati e delle operazioni eseguibili.»; b) all articolo 27, comma 1, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: Si applica quanto previsto dall articolo 21, comma 1-bis. ; c) all articolo 34 è soppressa la lettera g) del comma 1 (tenuta di un aggiornato documento programmatico sulla sicurezza) ed è abrogato il comma 1-bis (autocertificazione in sostituzione del DPS); d) nel disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza di cui all allegato B sono soppressi i paragrafi da 19 a 19.8 (DPS) e 26 (obbligo di indicare che è stato aggiornato il DPS).

6 Pulitintolavanderie: obbligo del piano gestione solventi Anche quest anno per le pulitintolavanderie a ciclo chiuso che utilizzano composti organici volatili COV quali per esempio il percloroetilene, vi è l obbligo di predisporre il Piano di Gestione dei Solventi. Nel piano, le aziende interessate dovranno indicare i quantitativi di solvente utilizzato nel ciclo produttivo (solvente immesso annualmente nel ciclo di lavaggio, solvente intrappolato nei fanghi di distillazione o nelle acque di contatto) e dovranno effettuare un bilancio globale dimostrando così che il ciclo in oggetto rispetta il valore di emissione totale annua stabilita nell autorizzazione. Nello specifico si dovrà dimostrare che dallo stabilimento verso l ambiente esterno, ovvero in atmosfera, non vengono rilasciati più di 20 gr di solvente per ogni Kg di prodotto pulito ed asciugato. Il Piano di Gestione Solventi deve essere presentato con cadenza annuale entro il 30 aprile. Chiunque non presenterà il piano gestione solventi entro i limiti temporali sopra indicati, potrà essere soggetto a sanzioni amministrative e penali. Si ricorda pertanto di verificare con attenzione le scadenze provvedendo entro tale termine agli adempimenti previsti. È possibile assolvere agli obblighi previsti dal piano gestione solventi aderendo al servizio di Confartigianato Imprese Mantova Ufficio Tel interno 111. CONVENZIONI FORD Italia in favore delle imprese associate: edizione Abbiamo il piacere di comunicarvi che è stata rinnovata anche per il 2012 la Convenzione con Ford Italia riguardante l offerta delle autovetture e dei veicoli commerciali del marchio FORD per l acquisto a condizioni agevolate da parte delle imprese associate. Le percentuali di sconto previste per i vari modelli, tutti di recente uscita sul mercato, sono aumentate di diversi punti percentuali, con particolare riferimento alle autovetture di fascia medio-alta come la C-Max5 e la C-Max7, ora acquistabili usufruendo di una riduzione del 20% (con un miglioramento fino al 10,5% rispetto al 2011), la Kuga (sconto del 22%, +7,5% rispetto al 2011), la Mondeo (sconto del 22%, +8,5% rispetto al 2011), la S-Max (sconto del 22%, +9,0% rispetto al 2011) e la Galaxy (sconto del 22%, +9,5% rispetto al 2011). Inoltre anche i modelli Ka e Fiesta sono acquistabili dalle imprese associate beneficiando di un importante riduzione di prezzo, pari al 25%, così come il veicolo commerciale Transit, sul quale si applica uno sconto del 31%. Le percentuali indicate si applicano a tutte le motorizzazioni, a prescindere dalla tipologia di alimentazione (benzina, diesel, GPL), nonché a tutti gli allestimenti, partendo da un numero minimo di accessori. Per usufruire dei vantaggi è, come sempre, necessario che gli interessati dimostrino di essere associati Confartigianato, attraverso l esibizione della tessera associativa oppure di una lettera su carta intestata dell Associazione provinciale comprovante la propria situazione associativa. Per eventuali chiarimenti potete contattare il Settore Marketing Associativo 0376/ int. 103 oppure Naviga Tablet TIM L Offerta Naviga Tablet è rivolta alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, già titolari o contestualmente sottoscrittori di un Contratto Multibusiness con

7 Telecom Italia. L offerta comprende: a) Un Apparato, tra quelli indicati nella Tabella 1 sotto riportata, fornito in vendita in soluzione unica a condizioni agevolate b) L Opzione tariffaria dati Internet in Mobilità Unlimited + c) Sim Card M2M solo nel caso di attivazione di una nuova linea dati 2. Condizioni Economiche dell Offerta L opzione dati Internet in Mobilità Unlimited + prevede: un bundle base di MB/mese di traffico dati nazionale a fronte di un canone di 25 /mese in promozione fino al 31/01/2012 rispetto al canone standard di 30 /mese; superati i MB nel corso del mese, viene applicato un secondo bundle di traffico dati nazionale pari a MB con canone di 25 e, in caso di esaurimento anche del secondi bundle nello stesso mese, un terzo bundle di MB con canone di 25. Superati i MB nel corso dello stesso mese è prevista una tariffazione a consumo del traffico dati nazionale pari a /KB. PROMO SMS TIM La promozione SMS TIM è dedicata alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, iscritti ad Associazioni di categoria o di professionisti e ordini professionali con cui Telecom Italia ha sottoscritto un Accordo Quadro. L appartenenza all Associazione dovrà essere debitamente comprovata tramite esibizione della relativa documentazione o sottoscrizione del modulo di autocertificazione. La promozione SMS TIM, per ciascuna linea del contratto Multibusiness su cui viene attivata, consente di inviare gratuitamente SMS nazionali verso numeri mobili TIM fino ad un massimo di SMS al mese. Contributo di attivazione 0 Contributo mensile per linea 0 /mese Tariffa SMS nazionale verso numeri mobili TIM fino ad un massimo di SMS al mese 0 /SMS Tariffa SMS nazionale verso numeri mobili TIM oltre la soglia di SMS al mese Tariffa del profilo base attivo sulla linea La promozione SMS TIM è sottoscrivibile entro il 31 Marzo La promozione ha una durata di 4 mesi dall attivazione della promozione sulla linea. C O N F A R T I G I A N A T O I M P R E S E M A N T O V A Via Parigi, Porto Mantovano (MN) Cod. Fisc Tel Fax Confartigianato garantisce la massima riservatezza sui dati personali, ai sensi del D.lgs. 196/2003 si impegna a non fornirli a terzi ed a provvedere alla loro cancellazione o modifica qualora l'interessato ne faccia richiesta.

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto trimestre 2012. Appuntamento al 31 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto

Dettagli

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio CIRCOLARE A.F. N. 13 del 31 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che con un

Dettagli

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 CIRCOLARE A.F. N. 6 del 15 Gennaio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 (Nota Agenzia delle

Dettagli

Come di consueto l Agenzia delle Dogane, con la nota in parola, ha comunicato le

Come di consueto l Agenzia delle Dogane, con la nota in parola, ha comunicato le 1 Comitato Regionale dell Emilia Romagna Prot.n. 30/DS/fc UFFICIO FISCALE Bologna, 7 Aprile 2014 Ai Resp.li Territoriali Comparto Trasporto Merci ------------------------------ll.ss. OGGETTO: BENEFICI

Dettagli

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 30.09.2014 Protocollo: RU 106795 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Roma, 24 marzo 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 24 marzo 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 24 marzo 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: RU 37062 Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane Agli

Dettagli

Roma, 17 dicembre 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 17 dicembre 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 17 dicembre 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: 141033/RU Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Periodico informativo n. 148/2015

Periodico informativo n. 148/2015 Periodico informativo n. 148/2015 Bonus gasolio: invio richiesta entro il 31.10 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che la dichiarazione per ottenere il recupero

Dettagli

Roma, 23 settembre 2015

Roma, 23 settembre 2015 Roma, 23 settembre 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: 104552/RU Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Credito d imposta gasolio per autotrazione: come compilare il modello F24 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l Agenzia

Dettagli

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 30.09.2014 Protocollo: RU 106795 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Roma, 27 marzo 2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 27 marzo 2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 27 marzo 2014 Protocollo: RU 35204 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Roma, 30 settembre 2015 Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Circolare n. 122/2015 Oggetto: Recupero accise

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda per il rilascio di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE E MOBILITÀ U.O. Trasporti e Motorizzazione Via Giuseppe Mazzini, 14 34121 Trieste

Dettagli

TEMPISTICA DELLE ISTRUZIONI EMANATE DALL AGENZIA DELLE DOGANE CONSUMI ANNO NOTA AG. DOGANE DEL

TEMPISTICA DELLE ISTRUZIONI EMANATE DALL AGENZIA DELLE DOGANE CONSUMI ANNO NOTA AG. DOGANE DEL Rimborso Accisa anno 2011 Modalità e tempi per usufruire del beneficio NOTA AGENZIA DELLE DOGANE N 771 DEL 4 GENNAIO 2012 : TEMPI RECORD L Agenzia delle Dogane ha emanato in tempi record ( come da noi

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI COSTI SOSTENUTI PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente)

DICHIARAZIONE DEI COSTI SOSTENUTI PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente) Modello Richiesta incentivi Legge 68/99 Istanza 2 Riservato agli uffici Provinciali Protocollo n. del: fasc. 12.07/000009 Direzione Servizi ai cittadini e imprese Settore lavoro e Cultura Spett.le PROVINCIA

Dettagli

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI Spett.le AZIENDA Loro Sede Trento, 01/02/2016 Oggetto: MUD 2016 - modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2016. Termine per aderire al servizio: 11/03/2016. È stato pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

Circolare N.50 del 04 Aprile 2012

Circolare N.50 del 04 Aprile 2012 Circolare N.50 del 04 Aprile 2012 Deroga al limite all utilizzo del denaro contante per gli acquisti effettuati da turisti stranieri. Disponibile la comunicazione di adesione alla disciplina Deroga al

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RISCOSSIONE

Dettagli

NEWSLETTER n. 18 del 18 gennaio 2013

NEWSLETTER n. 18 del 18 gennaio 2013 SOMMARIO Pag. 2. CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: MODIFICATO IL BANDO E LE MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO Pag. 3. RINNOVABILI TERMICHE: PUBBLICATO IL DECRETO IN GAZZETTA

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente)

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente) Modello Richiesta incentivi Legge 68/99 Istanza 1 Riservato agli uffici Provinciali Protocollo n. del: fasc. 12.07/000009 Direzione Servizi ai cittadini e imprese Settore lavoro e Cultura Apporre marca

Dettagli

Accordo commerciale per la vendita di servizi di telefonia mobile TIM F.A.C.I PIRATI ROBERTA

Accordo commerciale per la vendita di servizi di telefonia mobile TIM F.A.C.I PIRATI ROBERTA Accordo commerciale per la vendita di servizi di telefonia mobile TIM TRA F.A.C.I con sede in L.go Card. A Galamini, 7 00165 ROMA Cod. Fisc. 01886120581 P.I. 01018481000 E PIRATI ROBERTA con sede in Via

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 Le regole di compensazione del credito IVA relativo all anno 2013 Il visto

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Decreto ministeriale 2 luglio 2003 n.183 : Regolamento concernente modifiche al decreto Ministeriale 17 luglio 1998, N 256, recante l attuazione dell articolo 1, comma

Dettagli

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10 N. 2 del 2007 NOVITA IN MATERIA DI ELENCHI INTRASTAT ADESIONE ALL UNIONE EUROPEA DI DUE NUOVI STATI A decorrere dal 1 gennaio 2007, sono entrati a far parte dell Unione Europea due nuovi Stati: la Bulgaria

Dettagli

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI (Delibera del Consiglio d Istituto n 429 del 07/12/2012 ) (allegato 8 al Regolamento di Istituto) PREMESSA Il presente atto disciplina le modalità di esercizio del

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI.

Roma, 12 febbraio 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI. Roma, 12 febbraio 2008 Protocollo: 221/V Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta collaborazione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 381 22.12.2014 Pagamento dell avviso bonario Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L'art. 3-bis del D.Lgs. 462/1997 dispone che le somme

Dettagli

Comunicazione 02/2010

Comunicazione 02/2010 Carpi, 17/02/ Comunicazione 02/ Oggetto: Nuovo sistema di gestione rifiuti - SISTRI. Il Decreto del Ministero dell Ambiente del 17 dicembre 2009 ha introdotto una rivoluzione nelle modalità di gestione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alle amministrazioni pubbliche di cui all art. 1, comma 2, del d.lgs.

Dettagli

= circolare n. 3 14.04.2008

= circolare n. 3 14.04.2008 = circolare n. 3 14.04.2008 = scadenziario + 16. aprile + Versamento ritenute IRPEF dipendenti, co.co.co e lavoratori autonomi operate in marzo 2008. + 29. Aprile + Invio telematico degli elenchi clienti/fornitori

Dettagli

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi. AGEVOLAZIONI SETTORE AUTOTRASPORTO IMPOSTE SUI REDDITI Deduzione forfettarie (Art. 66 comma 5 TUIR) Alle imprese autorizzate all autotrasporto di merci per conto terzi spetta una deduzione forfettaria

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: PERIODICITA, TEMPISTICA E MODALITA DI PRESENTAZIONE Dispensa chiusa il 21/02/2010

ELENCHI INTRASTAT 2010: PERIODICITA, TEMPISTICA E MODALITA DI PRESENTAZIONE Dispensa chiusa il 21/02/2010 Alla data di redazione di queste note, non erano ancora stati emanati il D.M. e il Decreto direttoriale dell Agenzia delle Dogane che hanno visto la luce lunedì 22/02/2010 con la loro pubblicazione sul

Dettagli

Il sottoscritto nato a prov.. il codice fiscale.. e residente in... prov.

Il sottoscritto nato a prov.. il codice fiscale.. e residente in... prov. Marca da Bollo 16,00 ALL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI RAVENNA QUADRO A) DATI ANAGRAFICI DEL TITOLARE/LEGALE RAPPRESENTANTE CHE PRESENTA LA DOMANDA Il sottoscritto nato a CAP prov.. il codice fiscale..

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA Informative e news per la clientela di studio Oggetto: IL 5 PER MILLE ENTRA A REGIME È partita lo scorso 26 marzo la procedura che enti e associazioni devono seguire per richiedere ai contribuenti la destinazione

Dettagli

TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006

TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006 TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006 Il 3 aprile 2006 è stato firmato dal Presidente della Repubblica il nuovo Decreto Legislativo in materia ambientale approvato dal Consiglio dei Ministri in via definitiva

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE ALLEGATO 1.A MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE -------- Dati anagrafici Il sottoscritto. nato a il. residente in via.... n.. cap... del Comune di Prov..... nella qualità di... dell

Dettagli

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 39, comma 9, del DPR. n. 39499 e successive

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 SETTORE I Affari Generali DIRIGENTE - Dott. Giuseppa Gatto Tel. 0935 521.215 Fax 0935 521217 Pec: protocollo@provincia.enna.it

Dettagli

PEC: Iscrizione al registro Imprese entro il 29 Novembre 2011

PEC: Iscrizione al registro Imprese entro il 29 Novembre 2011 PEC: Iscrizione al registro Imprese entro il 29 Novembre 2011 A decorrere dal giorno 29 Novembre 2011 tutte le società iscritte al Registro delle Imprese dovranno essere dotate di una casella di Posta

Dettagli

Decreto Legge 248 / 2007 (Milleproroghe) Proroga Incentivi Rottamazione 2008

Decreto Legge 248 / 2007 (Milleproroghe) Proroga Incentivi Rottamazione 2008 Roma, 10 gennaio 2008 Decreto Legge 248 / 2007 (Milleproroghe) - Proroga Incentivi Rottamazione 2008 Introduzione Nel Consiglio dei Ministri del 28 dicembre scorso, è stato approvato il cosiddetto Milleproroghe

Dettagli

Fiscal News N. 160. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 160. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 160 05.04.2012 Cinque per mille, l iscrizione negli elenchi dei beneficiari La domanda per l iscrizione può essere presentata già dal 21 marzo

Dettagli

Destinatari e requisiti

Destinatari e requisiti ALL. 1 COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA BANDO PER L ACCESSO, L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI DESTINATI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS METANO E GPL DEGLI AUTOVEICOLI PRIVATI (contributi

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO. DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO. DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015 COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE GESTIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO FINANZIARIO DETERMINAZIONE FIN / 64 Del 08/05/2015 OGGETTO: ACCERTAMENTO ENTRATA INCASSO PENALI PER RITARDATE LAVORAZIONI

Dettagli

Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione

Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione di Filippo Gagliardi LA NOVITA` I commercianti al minuto e le agenzie di viaggio che intendono avvalersi, in deroga

Dettagli

ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale della Toscana Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi ISTRUZIONI E ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROFESSIONISTI PER LA RICHIESTA DELL ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI

Dettagli

NOVITA LEGGE FINANZIARIA 2007

NOVITA LEGGE FINANZIARIA 2007 NOVITA LEGGE FINANZIARIA 2007 CONTRIBUTI PER LA ROTTAMAZIONE DI VEICOLI INQUINANTI SENZA ACQUISTO DI UN VEICOLO NUOVO. Rottamazione di un autoveicolo per trasporto promiscuo, immatricolato come euro 0

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE. Sistema per la Gestione della Qualità. S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per AUTO MOTORIMESSE

SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE. Sistema per la Gestione della Qualità. S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per AUTO MOTORIMESSE SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE Sistema per la Gestione della Qualità S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per AUTO MOTORIMESSE Allo Sportello Unico per le imprese del Comune della Spezia

Dettagli

Anno 2014 N.RF091. La Nuova Redazione Fiscale ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE

Anno 2014 N.RF091. La Nuova Redazione Fiscale ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE Anno 2014 N.RF091 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 7 OGGETTO ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE RIFERIMENTI CIRCOLARE AG. ENTRATE N. 7 DEL

Dettagli

CARTA SCONTO METANO/GPL

CARTA SCONTO METANO/GPL ALLEGATO 1 alla dgr 19596 del 26 novembre 2004 CARTA SCONTO METANO/GPL Finalità La presente iniziativa si inquadra nell insieme dei provvedimenti adottati per il miglioramento della qualità dell aria,

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

Roma, 1 febbraio 2012. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 1 febbraio 2012. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 1 febbraio 2012 Protocollo: Rif.: 148047 /RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane Allegati: Agli Uffici delle Dogane Alle Direzioni Centrali LORO SEDI

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE Periodo in cui sono sostenute le spese Fino al 25/06/2012 Dal 26/06/2012 al 31/12/2012 Dal 01/01/2013 al 30/06/2013 Dal 01/07/2013 Opere finalizzate al risparmio

Dettagli

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO Allegato alla deliberazione di C.C. n. 41 del 28.11.2011 Il Segretario Comunale Dott.ssa Crescenza Gaudiuso COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE

Dettagli

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese)

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) SETTORE: Settore VIII Strategie Territoriali OO.PP. Infrastrutture UFFICIO: TUTELA AMBIENTALE Oggetto: Assegnazione di contributi per l installazione sulle

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A SOSTENERE LE SPESE RELATIVE AI CONSUMI GAS

BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A SOSTENERE LE SPESE RELATIVE AI CONSUMI GAS COMUNE DI BRIOSCO (Provincia di Monza e della Brianza) UFFICIO SERVIZI SOCIALI SI INFORMA CHE DAL 12 OTTOBRE 2015 E FINO ALLE ORE 13 DEL 02 DICEMBRE 2015 PRESSO L UFFICIO SERVIZI SOCIALI E APERTO IL: BANDO

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

CHIEDE. Alla PROVINCIA DI PRATO Servizio Motorizzazione Via Ricasoli, 35 59100 Prato

CHIEDE. Alla PROVINCIA DI PRATO Servizio Motorizzazione Via Ricasoli, 35 59100 Prato Richiesta licenza trasporto merci in conto proprio TIMBRO STUDIO DI CONSULENZA PROT. Ufficio n. Marca da bollo 16,00 Alla PROVINCIA DI PRATO Servizio Motorizzazione Via Ricasoli, 35 59100 Prato IL/LA SOTTOSCRITTO

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa Ente di Assistenza per il personale dell Amministrazione Penitenziaria ALLEGATO A Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria-

Dettagli

Il Ministro dell economia e delle finanze

Il Ministro dell economia e delle finanze Il Ministro dell economia e delle finanze Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, e successive modificazioni ed integrazioni recante la disciplina dell imposta di bollo;

Dettagli

Roma, 30 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI.

Roma, 30 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI. Roma, 30 marzo 2009 RU:45822 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta collaborazione del

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Il servizio E.D.I. L Intra telematico

Il servizio E.D.I. L Intra telematico Il servizio E.D.I. L Intra telematico Bolzano, 15 dicembre2009 1 1) Principali novità Intra 2) Servizio E.D.I PROGRAMMA 3) L istanza di adesione 4) La firma elettronica 5) Le modifiche 6) Il Flusso di

Dettagli

Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti

Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti Decreto del ministero dello Sviluppo economico 21 marzo 2013 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 luglio 2013 n.

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Attenzione! le condizioni riportate nel SECCI potranno comunque essere modificate, a seguito della valutazione del merito creditizio e della consultazione delle banche dati effettuabile solo dopo la sottoscrizione

Dettagli

Gestione Credito IVA Annuale

Gestione Credito IVA Annuale HELP DESK Nota Salvatempo 0004 MODULO Gestione Credito IVA Annuale Quando serve La normativa Novità 2012 La funzione consente di gestire in modo automatico i vincoli sull utilizzo del credito introdotti

Dettagli

Presentazione domande 2014 per il 5 per mille

Presentazione domande 2014 per il 5 per mille STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

Con l acquisto si avrà diritto a ricevere gratuitamente la newsletter Aggiornamenti ed Adempimenti

Con l acquisto si avrà diritto a ricevere gratuitamente la newsletter Aggiornamenti ed Adempimenti Spett.le OGGETTO: Offerta per elaborazione buste paga ed adempimenti mensili Come da Vs. gentile richiesta, siamo lieti di presentare l offerta per l espletamento delle attività in oggetto. Al fine di

Dettagli

Anno 2015 N.RF102. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2015 N.RF102. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2015 N.RF102 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 10 OGGETTO BONUS CARO GASOLIO - ISTANZA 1 TRIMESTRE 2015 RIFERIMENTI NOTE AGENZIA DOGANE N 37062 DEL 24/03/2015

Dettagli

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese Dal SUAP on line al Contratto in modalità elettronica con firma digitale Antonio Meola Segretario generale del

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Oggetto: LA NUOVA STRETTA SUI COSTI AUTO

Oggetto: LA NUOVA STRETTA SUI COSTI AUTO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LA NUOVA STRETTA SUI COSTI AUTO Nell ambito della cosiddetta Riforma del mercato del lavoro meglio nota anche come Legge Fornero (L. n.92 del 28 giugno 2012) erano

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Riduzione incentivi fotovoltaico l opzione entro il 30 novembre (Istruzioni GSE) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che entro il prossimo 30.11.2014

Dettagli

Ragione Sociale: Nome e Cognome (referente): Partita Iva: Indirizzo sede legale: Città: Provincia: Cap: Telefono: Email: (registrazione):

Ragione Sociale: Nome e Cognome (referente): Partita Iva: Indirizzo sede legale: Città: Provincia: Cap: Telefono: Email: (registrazione): ID AZIENDA # Da Rispedire tramite mail / FAX: commerciale@preventivami.it Fax +39 080.9692345 oppure raccomandata A/R: Spett.le Preventivami.it GIDA Srl Via Fratelli Philips, 9 70132 Bari DATI DELL'AZIENDA:

Dettagli

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato»

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato» Adempimenti Iva Il nuovo modello F24 «IVA immatricolazione auto UE» In attuazione dell art. 1, commi 9 e 10, del D.L. 3 ottobre 2006, n. 262 (convertito dalla L. 24 novembre 2006, n. 286), il Direttore

Dettagli

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati Documenti collegati Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 13 febbraio 2006 Delibera n. 28/06 CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA Mod.AUA_Istanza_parte-generale Al SUAP del Comune di Istanza senza contestuale richiesta di ulteriori titoli abilitativi (art.4 comma 7 del DPR 59/2013) Istanza con contestuale richiesta di ulteriori titoli

Dettagli

Circolare N.47 del 29 Marzo 2012. Riconfermati i bonus a favore degli autotrasportatori

Circolare N.47 del 29 Marzo 2012. Riconfermati i bonus a favore degli autotrasportatori Circolare N.47 del 29 Marzo 2012 Riconfermati i bonus a favore degli autotrasportatori Riconfermati i bonus a favore degli autotrasportatori Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a a il. e residente in (prov. ) via n. Codice Fiscale P. IVA DICHIARA (3)

Il/La sottoscritto/a. nato/a a il. e residente in (prov. ) via n. Codice Fiscale P. IVA DICHIARA (3) Città metropolitana di Venezia mod. TR040 ver. 02-09.15 TRASPORTI DOMANDA DI RILASCIO LICENZA AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO PER VEICOLI CON PORTATA UTILE OLTRE 30 QUINTALI marca da bollo da 16,00

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE: N. 117261 /2009 protocollo Approvazione delle modalità di effettuazione della comunicazione di adesione ai contenuti degli inviti al contraddittorio ai fini delle imposte dirette e I.V.A. nonché delle

Dettagli

AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE Circolare informativa per la clientela n. 6/2011 del 17 febbraio 2011 AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE In questa Circolare 1. Riferimento normativo 2. Sistema a «regime»

Dettagli

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @ RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO (da compilare, sottoscrivere e inviare in originale a mezzo posta al CAF in Via Ontani 48, 36100 Vicenza, o a mezzo telefax al n. 0444-349 501 o via mail a vistoiva@cafinterregionale.it)

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 166242_ protocollo Disposizioni in materia di immatricolazione di autoveicoli, motoveicoli e loro rimorchi anche nuovi di cui all art. 1, comma 9 del decreto legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito

Dettagli

Circolare N.14 del 29 Gennaio 2014

Circolare N.14 del 29 Gennaio 2014 Circolare N.14 del 29 Gennaio 2014 PEC. Verifiche, controlli e blocchi per società ed imprese individuali non in regola Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che il Registro delle Imprese,

Dettagli

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Al fine di evitare la presentazione di richieste irregolari o incomplete, s invita l appaltatore ad avvalersi del

Dettagli

DOCUMENTAZIONE - DUI

DOCUMENTAZIONE - DUI DOCUMENTAZIONE - DUI Dopo vari colloqui con il CNO e con Teleconsul, il 13 febbraio scorso abbiamo sottoscritto la convenzione con quest ultima Società per il rilascio, a ciascun iscritto, del DUI. Diciamo,

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) RIG.ECO srl via dell artigianato 14 1di 9 INDICE 1. PREMESSA...1 2. DEFINIZIONI...3 3. SCOPO DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

RISOLUZIONE N.100/E QUESITO

RISOLUZIONE N.100/E QUESITO RISOLUZIONE N.100/E Roma, 19 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Articolo 1, commi 280-283, della legge 27 dicembre 2006,

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto l articolo 1, comma 91, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, il quale dispone, tra l altro, che, a decorrere dal periodo di imposta 2015, agli enti di previdenza

Dettagli

Il DPCM 20 dicembre 2012 e la struttura del nuovo modello di dichiarazione ambientale. Rosanna Laraia

Il DPCM 20 dicembre 2012 e la struttura del nuovo modello di dichiarazione ambientale. Rosanna Laraia Il DPCM 20 dicembre 2012 e la struttura del nuovo modello di dichiarazione ambientale Rosanna Laraia Il nuovo MUD Il DPCM 20 dicembre 2012 nasce dalla necessità di garantire l acquisizione delle necessarie

Dettagli