Capitolato Prestazionale per la realizzazione di una rete di monitoraggio nella idrostruttura dei Monti Lepini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato Prestazionale per la realizzazione di una rete di monitoraggio nella idrostruttura dei Monti Lepini"

Transcript

1 REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AMBIENTE E COOPERAZIONE TRA I POPOLI UFFICIO IDROGRAFICO E MAREOGRAFICO APPALTO DI FORNITURE COSTITUZIONE DI UNA RETE DI MONITORAGGIO METEO-IDRO-PLUVIOMETRICO NELLA IDROSTRUTTURA DEI MONTI LEPINI 2 ALLEGATO TECNICO Capitolato Prestazionale per la realizzazione di una rete di monitoraggio nella idrostruttura dei Monti Lepini

2 INDICE 1 CAPITOLATO PRESTAZIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE DI MONITORAGGIO NELLA IDROSTRUTTURA DEI MONTI LEPINI CAMPO POZZI ROCCAGORGA MAENZA CAMPO POZZI QUARTARA CAMPO POZZI ROCCAGORGA POZZO CARPINETO ROMANO CAMPO POZZI SORGENTE VOLAGA PLUVIOMETRO LOCALITÀ VALLE CENGIA PLUVIOMETRO DI GORGA PLUVIOMETRO DI ROCCAMASSIMA PLUVIOMETRI DI SUPINO (SUPINO 1 E SUPINO 2) PLUVIOMETRO LOCALITÀ SANT ERASMO PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA FORNITURA DI STRUMENTI DI RILEVAMENTO DATI SENSORE DI LIVELLO E TEMPERATURA PER LA MISURA DELLA FALDA Caratteristiche Generali Sensore di livello Sensore di Temperatura Data-logger Alimentazione e interconnessione Caratteristiche meccaniche Sistema di teletrasmissione PLUVIOMETRO Caratteristiche Generali Sistema di pesatura elettronico Sensore di temperatura Sensore umidita relativa Sensore precipitazione Sensore radiazione globale Sensore velocita vento Sensore direzione vento

3 2.2.9 Sistema di alimentazione Sistema di teletrasmissione Software di Gestione SPECIFICHE DATA LOGGER PER STAZIONI CON PIÙ SENSORI SISTEMA DI ALIMENTAZIONE SISTEMA DI TELETRASMISSIONE SOFTWARE DI GESTIONE

4 1 CAPITOLATO PRESTAZIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE DI MONITORAGGIO NELLA IDROSTRUTTURA DEI MONTI LEPINI In relazione alle necessità di gestione delle risorse idriche sotterranee la Regione Lazio, con Deliberazione della Giunta Regionale n. 222 del 25/02/2005, ha avviato la realizzazione di una rete di monitoraggio. Il primo stralcio ha riguardato il dominio vulcanico e più specificatamente il monitoraggio dei bacini lacustri (Nemi, Albano, Bracciano, Martignano, Monterosi, Vico e Bolsena); il secondo stralcio, oggetto del presente documento, riguarda la idrostruttura carbonatica dei Monti Lepini. I Monti Lepini sono una idrostruttura regionale strategica per la risorsa idrica ed in particolare quella idropotabile; l estensione di questa idrostruttura interessa tre province (Frosinone, Latina e Roma). Alla sua base, sul versante occidentale, affiorano importanti sorgenti, captate per uso idropotabili tramite pozzi, quali la Sorgente di Ninfa e delle Sardellane. La Sorgente di Ninfa oltre alla sua importanza per l approvvigionamento idropotabile della provincia di Latina, è importante anche per il patrimonio storico e botanico presente presso la Oasi Di Ninfa. Queste motivazioni, insieme al contemporaneo inizio di una campagna di studi idrogeologici da parte della Regione Lazio e della Provincia di Latina, hanno indotto il gruppo di lavoro, al fine di ottimizzare gli sforzi delle amministrazioni coinvolte, a scegliere l idrostruttura dei Monti Lepini come secondo stralcio per l installazione di una rete di monitoraggio. La mancanza negli ultimi anni di dati di monitoraggio sulle sorgenti, la mancanza di stazioni pluviometriche in quota e l assenza di misure piezometriche, 3

5 non consente la realizzazione del bilancio idrogeologico, strumento fondamentale per pianificare un corretto uso della risorsa idrica. Nell ambito del presente lavoro sono stati effettuati dei sopralluoghi su alcuni punti di captazione, su corsi d acqua il cui monitoraggio può consentire il calcolo del flusso di base della intera struttura e su siti dove saranno installate alcune stazioni meteorologiche. L ubicazione e il tipo di stazione di misura proposta nel presente lavoro è pensata coerentemente con quanto L ATO 4 di Latina, tramite il gestore Acqualatina spa, sta predisponendo per monitorare le sue captazioni, monitoraggio concordato con il gruppo di lavoro scrivente. Il presente documento costituisce uno schema di capitolato relativo alla realizzazione di una rete di monitoraggio dei livelli freatimetrici di alcuni pozzi, e di installazioni di alcune stazioni pluviometriche e le modalità di trasmissione del dato. In particolare i lavori riguardano n. 5 tra pozzi e piezometri da monitorare e n. 6 stazioni pluviometriche da installare. L offerta dovrà contenere la proposta economica di uno o più anni di garanzia sul funzionamento della strumentazione. L offerta dovrà essere comprensiva delle eventuali opere necessarie per l installazione della strumentazione e la protezione delle stesse; la strumentazione deve essere consegnata al committente in opera e funzionante. Il capitolato è stato redatto in riferimento ad un elevata professionalità in modo tale che la realizzazione dell incarico venga effettivamente affidata ad una ditta specializzata nel monitoraggio della risorsa idrica. L Amministrazione avrà così la garanzia che le opere di monitoraggio saranno durevoli e funzionali. 4

6 Schema Riassuntivo Sigla Punti di Monitoraggio Tipo di stazione Parametri da misurare 1p Campo Pozzi Piezometro Livello freatimetrico Temperatura Roccagorga Maenza 2p Campo Pozzi Quartara Piezometro Livello freatimetrico Temperatura 3p Campo Pozzi Piezometro Livello freatimetrico Temperatura Roccagorga 4p Piezometro Pozzo Piezometro Livello freatimetrico Temperatura Carpineto Romano 5p Campo Pozzi Volaga Piezometro Livello freatimetrico Temperatura 1m Pluviometro Località Valle Cengia Stazione meteorologica Temperatura Precipitazione, Neve, Umidità Relativa, Velocità e direzione del Vento e Radiazione Solare 2m Pluviometro di Gorga Stazione meteorologica Temperatura, Precipitazione, Neve, Umidità Relativa, Radiazione Solare 3m Pluviometro di Roccamassima Stazione meteorologica Temperatura Precipitazione, Neve, Umidità Relativa e Radiazione Solare 4m Pluviometro Supino 1 Stazione meteorologica Temperatura Precipitazione, Neve, Umidità Relativa, Velocità e direzione del Vento e Radiazione Solare 5m Pluviometro Supino 2 Stazione Temperatura Precipitazione, Umidità Relativa e meteorologica Radiazione Solare 6m Pluviometro Località San Erasmo Stazione meteorologica Temperatura Precipitazione, Neve, Umidità Relativa e Radiazione Solare 5

7 Inquadramento dell area e ubicazione delle stazioni 6

8 Schede dei siti di monitoraggio 1.1 Campo Pozzi Roccagorga Maenza Si dovrà monitorare uno dei due pozzi presenti (denominati P1 o P2) aventi similari caratteristiche per profondità e quota del livello piezometrico. Provincia Latina Comune Roccagorga Quota (m) 77 Profondità Pozzo da p.c. (m) 145 Livello Piezometrico da p.c. (m) 67 X UTM Y UTM Acquifero monitorato Carbonatico (unità dei Monti Lepini) Gestore Regione Lazio Ditta Realizzatrice SONGEO 7

9 1.2 Campo Pozzi Quartara Si dovrà monitorare uno dei tre pozzi presenti (denominati P10 o P11 o P12) aventi caratteristiche similari per profondità e quota del livello piezometrico. Provincia Latina Comune Sezze Quota (m) 100 Profondità Pozzo da p.c. (m) Livello Piezometrico da p.c. (m) X UTM Y UTM Acquifero monitorato Carbonatico (unità dei Monti Lepini) Gestore Regione Lazio Ditta Realizzatrice SONGEO 8

10 1.3 Campo Pozzi Roccagorga Si dovrà monitorare uno dei due pozzi presenti (denominati P1 o P2) aventi caratteristiche similari per profondità e quota del livello piezometrico. Provincia Latina Comune Roccagorga Quota (m) 220 Profondità Pozzo da p.c. (m) Livello Piezometrico da p.c. (m) 205 X UTM Y UTM Acquifero monitorato Carbonatico (unità dei Monti Lepini) Gestore Regione Lazio Ditta Realizzatrice SONGEO 9

11 1.4 Pozzo Carpineto Romano La piezometria dell Unità Idrogeologica dei Monti Lepini nel settore interno, verso la Valle del Fiume Sacco, non è ancora ben definita. Autori diversi hanno fornito cartografie piezometriche che propongono geometrie del tetto della superficie satura tra loro molto diverse. E quindi importante acquisire dati in continuo della superficie della falda regionale. Il pozzo di Carpineto Romano per profondità e localizzazione costituisce un interessante punto di osservazione di tali valori 10

12 Provincia Roma Comune Carpineto Romano Quota (m) 392 Profondità Pozzo da p.c. (m) 497 Est UTM Nord UTM Livello Piezometrico da p.c. (m) Acquifero monitorato Carbonatico (unità dei Monti Lepini) Gestore Acea Ato 2 SpA Ditta Realizzatrice Molte delle caratteristiche tecniche dell opera sono del tutto sconosciute (diametri della colonna di rivestimento, presenza o meno di tratti filtrati, presenza o meno di cementazione della colonna, ecc.) L opera è attualmente completata come pozzo di emungimento ed è stata acquisita, per la gestione, dall ACEA. Una della caratteristiche del sito è quella di avere un facile accesso; sarà necessario accordarsi con il gestore per la messa in opera della strumentazione visto lo stato di apparente efficienza dell opera e la presenza di una pompa all interno del pozzo. L area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo il 10/5/06. Si è a conoscenza della esecuzione di una non meglio precisata prova di portata di cui non si conoscono i dati. 11

13 12

14 1.5 Campo Pozzi Sorgente Volaga Si dovrà monitorare uno dei due pozzi presenti (denominati P1 o P2) aventi caratteristiche similari per profondità e quota del livello piezometrico. L importanza del presente monitoraggio è data dalla posizione periferica della sorgente, infatti i dati provenienti dal monitoraggio potranno essere utili alla definizione del limite inferiore della idrostruttura lepina. Particolare attenzione dovrà essere posta nel progettare la messa in opera della strumentazione dato che l acquifero, in condizioni statiche, è di tipo freatico. Provincia Latina Comune Prossedi Quota (m) 50 Profondità Pozzo da p.c. (m) Livello Piezometrico da p.c. (m) 1 13

15 X UTM Y UTM Acquifero monitorato Carbonatico (unità dei Monti Lepini) Gestore Regione Lazio Ditta Realizzatrice SONGEO 14

16 1.6 Pluviometro Località Valle Cengia Si propone l installazione di una stazione meteorologica completa (misura dei parametri meteo-climatici mediante rilevatori di Temperatura, Precipitazione, Neve, di sensori per la misura dell Umidità Relativa, della Velocità e Direzione del Vento e della Radiazione Solare) presso la località Valle Cengia, in corrispondenza della stazione di rilancio della sorgente La Fota, nel comune di Carpineto Romano a quota di circa 1000 metri slm L area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo il 15/6/06. 15

17 16

18 1.7 Pluviometro di Gorga Il versante orientale dei Monti Lepini è attualmente poco monitorato dal punto di vista termo-pluviometrico data l assenza di strumenti in questo settore. Si propone l installazione di un una stazione meteorologica (misura dei parametri meteo-climatici mediante rilevatori di Temperatura, Precipitazione, Neve, di sensori per la misura dell Umidità Relativa e della Radiazione Solare) a sud est dell abitato di Gorga (RM) alla quota di circa 800 metri slm. Il sito è ubicato presso il serbatoio d acqua gestito dal Comune di Gorga. L area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo il 15/6/06 17

19 18

20 1.8 Pluviometro di Roccamassima Il versante settentrionale dei Monti Lepini è attualmente poco monitorato dal punto di vista termo-pluviometrico data l assenza di strumenti in questo settore. Si propone l installazione di un una stazione meteorologica completa (misura dei parametri meteo-climatici mediante rilevatori di Temperatura, Precipitazione, Neve, di sensori per la misura dell Umidità Relativa e della Radiazione Solare.) presso l abitato di Roccamassima a quota di circa 750 metri slm. Il sito è ubicato presso il serbatoio d acqua gestito da Acqualatina SpA L area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo 13/6/06 19

21 20

22 1.9 Pluviometri di Supino (Supino 1 e Supino 2) Il versante sud-orientale dei Monti Lepini è attualmente poco monitorato dal punto di vista termo-pluviometrico data l assenza di strumenti in questo settore. Si propone l installazione di due stazioni meteorologiche complete (Supino 1 e Supino 2) [misura dei parametri meteo-climatici mediante rilevatori di Temperatura, Precipitazione, Neve (questo ultimo solo per Supino 1), di sensori per la misura dell Umidità Relativa e della Radiazione Solare] presso l abitato di Supino posti rispettivamente a quota di circa 1000 metri slm e 200 metri slm. Il sito di Supino 1 è ubicato presso il serbatoio d acqua gestito da ACEA Ato 5 Il sito di Supino 2 è ubicato presso un impianto sportivo Comunale. L area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo il 27/6/06 21

23 22

24 1.10 Pluviometro Località Sant Erasmo Anche il versante Meridionale dei Monti Lepini è attualmente poco monitorato dal punto di vista termo-pluviometrico data l assenza di strumenti in questo settore. Si propone l installazione di un una stazione meteorologica (misura dei parametri meteo-climatici mediante rilevatori di Temperatura, Precipitazione, di sensori per la misura dell Umidità Relativa e della Radiazione Solare) presso la località Sant Erasmo nel comune di Roccagorga a quota di 830 metri slm. Bisognerà prestare particolare attenzione, nella installazione degli strumenti, alla distanza dalle alberature; l area è stata ispezionata nel corso di un sopralluogo il 13/6/06 23

25 24

26 2 PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA FORNITURA DI STRUMENTI DI RILEVAMENTO DATI Di seguito sono riportate le specifiche tecniche della strumentazione necessaria per la realizzazione della rete di monitoraggio. La strumentazione dovrà avere uno o più anni di garanzia sul funzionamento della strumentazione. L installazione della strumentazione e le eventuali opere necessarie (p.e. realizzazione del basamento per i pluviometri, realizzazione di una recinzione) sono a carico della ditta fornitrice; la strumentazione deve essere consegnata al committente in opera e funzionante. 2.1 Sensore di livello e temperatura per la misura della falda Caratteristiche Generali Si richiede la fornitura di uno strumento di misura per la registrazione delle variazioni di livello idrico e temperatura all interno di pozzi e piezometri di profondità variabile. Lo strumento deve essere idoneo per il monitoraggio di lungo periodo e utilizzabile anche per le misure di portata (o prove di pompaggio). Deve essere completo di data-logger ad elevata velocità di acquisizione e configurabile secondo le esigenze dell'utente. Deve inoltre acquisire, memorizzare ed elaborare i valori misurati. Lo strumento deve essere costituito da una parte immersa connessa, tramite un cavo immergibile, ad un dispositivo di comunicazione che si trova alla testa del pozzo. 25

27 La parte immersa deve contenere il data-logger ed essere equipaggiata con cella di pressione ceramico/capacitiva e con sensore di temperatura. Deve essere dotata di una memoria circolare non volatile di almeno 4 MB. Il dispositivo installato alla testa del pozzo deve essere in grado di effettuare il collegamento per la programmazione e lo scarico dati e nel contempo deve alloggiare le batterie di alimentazione. La comunicazione con il PC, il terminale portatile pocket PC ed il modem GSM deve avvenire senza fili, mediante interfaccia ad infrarossi IrDA. Il cavo immergibile di interconnessione fra la parte immersa ed il dispositivo di testa pozzo deve essere inestensibile con anima in kevlar; deve contenere, oltre al collegamento elettrico, un capillare per la compensazione delle variazioni della pressione barometrica. Inoltre, per evitare il formarsi di condensa all interno di tale capillare, si deve prevedere un apposita cartuccia essiccante, alloggiata all'interno del dispositivo installato alla testa del pozzo. La sostituzione delle batterie deve essere semplice ed eseguibile sul posto anche da un operatore non esperto. Le batterie devono essere di formato stilo (tipo AA), facilmente reperibili, e devono permettere un autonomia di almeno 5 anni se al litio e di almeno 18 mesi se alcaline, quando lo strumento viene utilizzato con intervalli di interrogazione oraria Sensore di livello Lo strumento deve essere equipaggiato con un sensore avente opportuno fondo scala in funzione della specifica applicazione; la risoluzione del sensore di livello deve essere non superiore al 0.01% del fondo scala; la precisione del sensore (comprensiva di linearità e isteresi) deve essere migliore del ±0.05% del fondo scala (per esempio: ±0.5 cm nel range m); 26

28 la stabilità a lungo termine deve essere migliore dello 0.1% del fondo scala su base annua; Il sensore di livello di tipo ad immersione deve essere realizzato con cella di misura ceramico-capacitiva (non piezoresistiva) e compensato in temperatura; l unità di misura deve essere espressa a scelta tra: m, cm Sensore di Temperatura Il sensore di temperatura deve avere un intervallo di misura -25 C +70 C ; la risoluzione del sensore deve essere di 0.1 C e la precisione migliore di ±0.5 C Data-logger Il sistema deve prevedere un orologio interno del tipo RTC (Real Time Clock) con una precisione migliore di ±1 minuto/mese (a +25 C); tale orologio deve rimanere sincronizzato per il tempo necessario alla sostituzione delle batterie e comunque per un tempo non inferiore a 10 minuti di assenza di alimentazione; la memoria dati, non volatile e circolare, deve consentire la registrazione di almeno valori; gli intervalli di interrogazione e di memorizzazione devono essere programmabili da un minimo di un dato al secondo fino al massimo di uno ogni 24 ore; per effettuare i test di pompaggio si devono poter programmare fino a 5 intervalli temporali, impostando (per ognuno di essi) istante iniziale, istante finale e intervallo di registrazione; la conversione Analogico/Digitale (A/D) del segnale in uscita dai sensori deve essere realizzata tramite un convertitore A/D con risoluzione di almeno 20 bit; 27

29 il data-logger e il circuito di conversione A/D devono essere alloggiati all interno del corpo immerso in modo da essere preservati da escursioni termiche (che si potrebbero verificare alla testa dei piezometri); lo strumento deve prevedere come segnali d ingresso 3 canali fisici: 1-Livello, 2-Temperatura, 3-Tensione di alimentazione; per quanto riguarda la misura della colonna d acqua, lo strumento deve essere in grado di fornire in alternativa il livello, oppure la soggiacenza oppure la pressione. lo strumento deve essere in grado di calcolare e registrare il valore medio all interno di un intervallo di tempo programmabile; lo strumento deve essere in grado di calcolare e registrare i valori estremi (minimo e massimo) all interno di un intervallo di tempo programmabile; su richiesta dell operatore, lo strumento deve essere in grado di campionare i sensori con un intervallo di un secondo, registrando solo i valori che fra una lettura e la precedente differiscano di una variazione superiore a quella programmata dall operatore (per esempio: registrare tutti i valori che abbiano avuto un delta superiore a 2 cm fra una lettura e la precedente); qualora all interno di un intervallo di tempo programmabile si verifichi un evento anomalo, lo strumento deve avere la possibilità di infittire automaticamente l intervallo di campionamento dei sensori per ottenere un maggior dettaglio dell evento; l operatore deve poter impostare sullo strumento un valore di compensazione dell accelerazione gravitazionale in relazione alla latitudine dei siti di misura; tramite Personal Computer, collegato on-line, devono essere visualizzabili i valori istantanei rilevati dallo strumento; l accesso alla comunicazione con lo strumento deve essere protetto da password 28

30 2.1.5 Alimentazione e interconnessione Lo strumento deve funzionare con 3 batterie stilo da 1.5 Volt tipo AA, anche non ricaricabili, facilmente reperibili in commercio, che garantiscano un autonomia di almeno 18 mesi se alcaline oppure un autonomia di almeno 5 anni se al litio (per registrazioni dati con frequenza oraria); le batterie devono essere facilmente sostituibili in campo, anche da operatore non esperto, senza rendere necessario il recupero dello strumento per la loro sostituzione. l assorbimento di corrente deve essere contenuto, inferiore ai 30 µa nello stato di stand-by e inferiore ai 50 ma nella fase di misura e comunicazione; l interconnessione tra il dispositivo di comunicazione e la parte immersa deve essere realizzata tramite un cavo immergibile e inestensibile, contenente un capillare per la compensazione delle variazioni della pressione barometrica; il cavo immergibile deve poter essere di lunghezza adeguata, per installazione in piezometri profondi; la programmazione e lo scarico dei dati deve avvenire tramite interfaccia ad infrarossi (IrDA) mediante l utilizzo di palmare (pocket PC) o PC portatile (notebook) oppure modem GSM Caratteristiche meccaniche Le dimensioni dello strumento devono essere contenute in 22 mm di diametro Parte Esterna: Dispositivo di alimentazione e comunicazione (L x Ø) 400 mm x 22 mm max. Parte immersa: Sensori e Data-Logger (L x Ø) 195 mm x 22 mm max. lo strumento deve essere installabile in piezometri di diametro 1 o superiore; per l installazione dello strumento in piezometri da 2, 4, 6, devono essere previsti degli appositi supporti di sospensione. Tali accessori, inoltre, 29

31 devono rendere possibile l utilizzo del freatimetro di controllo senza la rimozione o lo smontaggio dello strumento; il peso del sistema senza cavo (incluse batterie) deve essere non superiore a 0.8 kg il materiale con cui è realizzato lo strumento deve essere acciaio INOX (AISI 904L/EN1.4539) e PUR per il rivestimento del cavo immergibile; il dispositivo installato alla testa del pozzo dovrà avere un grado di protezione IP67 che prevede una massima profondità d immersione di 2 metri per una durata massima di 24 ore; la parte immersa deve avere un grado di protezione IP 68; lo strumento deve sopportare le seguenti temperature: di lavoro -5 C +45 C e di stoccaggio -40 C +85 C Sistema di teletrasmissione Il dispositivo per la teletrasmissione dei dati deve utilizzare la tecnologia GSM/SMS; deve essere compatto e installabile alla testa del pozzo. Andrà montato direttamente sulla parte terminale superiore del tubo piezometrico; deve contenere un modem GSM in grado operare nelle bande di frequenza 900MHz e 1800MHz (Dual band); il dispositivo deve montare un antenna omni-direzionale, integrata e piatta per garantire la migliore ricezione radio. L antenna non deve essere visibile dall esterno. il dispositivo deve essere predisposto di un opportuno alloggiamento per la SIM Card la trasmissione tra il modem-gsm e lo strumento di monitoraggio della falda deve avvenire senza fili mediante interfaccia infrarossi IrDA; 30

32 l operazione di manutenzione dello strumento di monitoraggio della falda e la misura manuale di controllo del livello mediante freatimetro non deve essere ostacolata da cavi provenienti dal modem; la sostituzione della batteria e l inserzione della SIM Card devono essere possibili senza l ausilio di attrezzi. il dispositivo di tele trasmissione deve essere ottimizzato per reti di monitoraggio di acque sotterranee e in particolare deve: poter essere interrogato dal Centro Raccolta Dati durante intervalli di tempo programmabili poter mandare autonomamente SMS contenenti i dati monitorati al Centro Raccolta Dati poter trasmettere allarmi in base a opportune soglie configurabili dall utente (e.g. allarme per superamento del livello critico della falda o per livello basso della batteria, ecc.) poter trasmettere allarmi via SMS o via fax; il modem GSM deve essere a basso consumo energetico; la batteria di alimentazione deve essere facilmente sostituibile e al Litio del tipo D con tensione di alimentazione 3.6 V/13 Ah; la batteria del dispositivo GSM deve essere indipendente dall alimentazione del data-logger in modo da non comprometterne la funzionalità in caso di mancanza di alimentazione; la batteria di alimentazione del dispositivo di teletrasmissione deve garantire, con le opportune condizioni di copertura GSM, un autonomia di almeno 2 anni (nel caso sia programmato per mandare un 1 SMS al giorno) e di almeno 1 anno (nel caso venga interrogato per un intervallo di 15 minuti al giorno); l alloggiamento del sistema di teletrasmissione deve essere di alluminio pressofuso EN AC-44300, con copertura in poliuretano ad alta resistenza 31

33 PUR-RIM, in modo da non compromettere la trasmissione radio e allo stesso tempo garantire un elevata resistenza agli urti; la copertura di protezione deve garantire la resistenza ai raggi ultravioletti e l impermeabilità con un grado di protezione IP67. il peso complessivo del dispositivo di teletrasmissione non deve superare i 3.5 Kg. il dispositivo di teletrasmissione deve operare in un intervallo di temperatura compreso tra C e in un intervallo di umidità relativa compresa tra 0 95 % la configurazione del sistema di teletrasmissione deve avvenire tramite lo stesso software di gestione del data-logger in modo che non sia necessario utilizzare un applicativo software aggiuntivo; il data-logger, attraverso l opportuna configurazione, deve gestire tutti i seguenti processi: lettura e registrazione delle misure, attivazione del modem-gsm per invio di SMS, controllo dell intervallo temporale di accensione del modem-gsm, monitoraggio di eventuali soglie ed invio del relativo SMS di allarme; la configurazione dell intero sistema deve essere possibile anche da remoto tramite una connessione GSM. 32

34 2.2 Pluviometro Caratteristiche Generali Si richiede la fornitura di pluviometro con principio a peso della precipitazione, compreso un contenitore cilindrico esterno di protezione con bocca tarata da 200 cmq e accumulo pari a max mm di precipitazione totale. L ingombro complessivo dello strumento deve essere di circa 500 mm di diametro e 1000 mm di altezza. Lo strumento andrà alloggiato su un basamento in cemento che ne consenta una corretta installazione in piano; sono a carico della ditta le opere da eseguire per la realizzazione del basamento dove sarà installato lo strumento. La parte di misura deve essere costituita da una cella di carico del tipo a strain gauge con acquisizione di un dato ogni minuto e lettura del peso corrispondente alla differenza di quantità di pioggia precipitata o evaporata in quel minuto. La risoluzione del sensore deve essere almeno pari a 0,1 mm di precipitazione. Il sistema deve essere adatto a misurare istantaneamente la precipitazione anche sotto forma di neve o grandine e di misurare l intensità di precipitazione nell unità di tempo. La cella di misura deve essere alloggiata in un contenitore chiuso ermeticamente, che garantisca un elevata stabilità del sistema di misura nel lungo periodo. Il cilindro di protezione esterno deve essere in acciaio ed avere la superficie liscia per ostacolare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve. Il pluviometro deve poter operare in un range di temperatura compreso fra - 20 e +70 C. Caratteristiche tecniche del pluviometro: 33

35 Tipo Hellmann Standard WMO Sistema di pesatura elettronico Bocca tarata da 200 cmq Intensità max 0-50 mm/min. Quantità di precipitazione accumulabile max mm. Risoluzione 0,1 mm. Range di temperatura 20 C a +70 C Contenitore in acciaio V2A. All interno del contenitore cilindrico del pluviometro dovrà essere alloggiato il data logger. Il data logger dovrà avere una memoria circolare pari ad almeno valori, essere dotato di interfaccia ottica ad infrarossi ed RS232 standard ed avere un grado di protezione almeno IP Sensore di temperatura Le stazioni di misura delle precipitazioni che saranno realizzate dovranno essere complete del sensore di temperatura avente le seguenti caratteristiche di minima: Tipo PT 100 con schermo a ventilazione naturale Materiale: Schermatura colore bianco riflettente in materiale plastico, contenitore elettronica in ABS con grado di protezione IP 54 Range: C Accuratezza: ±0,20 C Risoluzione: 0,1 C Uscita elettrica: PT

36 Il sensore di temperatura dovrà essere interfacciato con il data logger già utilizzato per il pluviometro. Il sensore sarà installato mediante adeguato supporto alla palina di sostegno del pannello fotovoltaico Sensore umidita relativa Le stazioni di misura delle precipitazioni che saranno realizzate dovranno essere complete del sensore di umidità relativa avente le seguenti caratteristiche di minima: Tipo: Capacitivo Range: 0 100% UR Precisione: ± 1,5% UR nel range % UR ± 2,5% UR nel range % UR e % UR Risoluzione: 0,1 % UR Uscita elettrica: Volt Deve essere fornito con braccetto per il montaggio a palina da 50 mm Sensore precipitazione Il sensore di precipitazione deve avere le seguenti caratteristiche minime: Tipo: Bocca tarata da 324 cm² con sistema basculante Range: mm/h Precisione: ± 0,2 mm fino a 10 mm; ± 0,5% oltre i 10 mm Risoluzione: 0,2 mm/impulso Temp. Lavoro: da 0 C a +50 C senza elemento riscaldante Uscita elettrica: contatto reed protetto Deve essere fornito con braccetto per il montaggio a palina da 50 mm Sensore radiazione globale Tipo: globale Range: A elemento termopila per la misura della radiazione solare W/m² 35

37 Sensibilità spettrale: nm Uscita elettrica: Volt Deve essere fornito con braccetto per il montaggio a palina da 50 mm Sensore velocita vento Tipo: Mulinello a tre coppe Range: 0 50 m/s Precisione: ± 0,25 m/s (0 20 m/s) ; ± 0,7 m/s (>20 m/s) Sensibilità: 0,25 m/s Risoluzione: 0,1 m/s Uscita elettrica: 0 2 V Deve essere fornito con braccetto per il montaggio a palina da 50 mm Sensore direzione vento Tipo: Encoder magnetico Range: Precisione: ± 1% Soglia di misura: 0,3 m/s Risoluzione: 0,1 Uscita elettrica: Volt Deve essere fornito con braccetto per il montaggio a palina da 50 mm Sistema di alimentazione Il sistema di alimentazione del pluviometro dovrà essere costituito da una batteria 12 V 38 Ah, ricaricata tramite pannello fotovoltaico da 40 W completo di alimentatore/regolatore. L alimentatore/regolatore deve provvedere alla regolazione della tensione di carica proveniente dal pannello fotovoltaico, alla ricarica della batteria, e deve essere dotato di due uscite a 12 V d.c.: la prima uscita a 12 V d.c. per l alimentazione del sistema di teletrasmissione, che deve essere interrotta quando la batteria scende al di sotto del valore minimo di 10,5 Volt; la seconda uscita a 12 V d.c. per l alimentazione del pluviometro e del data logger, che deve essere interrotta quando la batteria scende al di sotto del valore 36

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale IMMS 3.0 TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO Sistema di controllo centrale Aprite la finestra sul vostro mondo Il software di monitoraggio e gestione dell

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Fasce di rispetto attorno ai punti di prelievo

Fasce di rispetto attorno ai punti di prelievo Corso di Idrogeologia Applicata Dr Alessio Fileccia Fasce di rispetto attorno ai punti di prelievo Le immagini ed i testi rappresentano una sintesi, non esaustiva, dell intero corso di Idrogeologia tenuto

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. ComLynx Datalogger / Datalogger + Manuale dell Utente DANFOSS SOLAR INVERTERS

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. ComLynx Datalogger / Datalogger + Manuale dell Utente DANFOSS SOLAR INVERTERS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE ComLynx Datalogger / Datalogger + Manuale dell Utente DANFOSS SOLAR INVERTERS Sommario Sommario 1. Informazioni su questo Manuale utente 3 Simboli 3 2. Istruzioni di sicurezza

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

LA REGISTRAZIONE DEI FILE AUDIO.WAV IN CONTEMPORANEA CON LE MISURE FONOMETRICHE.

LA REGISTRAZIONE DEI FILE AUDIO.WAV IN CONTEMPORANEA CON LE MISURE FONOMETRICHE. Pagina 1 di 5 LA REGISTRAZIONE DEI FILE AUDIO.WAV IN CONTEMPORANEA CON LE MISURE FONOMETRICHE. A. Armani G. Poletti Spectra s.r.l. Via Magellano 40 Brugherio (Mi) SOMMARIO. L'impiego sempre più diffuso

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC SPECIFICHE TECNICHE Il Manager BM-MA è un apparato multifunzione antifurto sia per pannelli fotovoltaici che cassette di parallelo,

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar:

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Doppio radar Doppia scala Controlli Radar 4G -Separazione - obiettivi -- Eliminazione

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico ESAME DI STATO PER ISTITUTI PROFESSIONALI Corso di Ordinamento Indirizzo: Tecnico delle industrie elettroniche Tema di: Elettronica, telecomunicazioni ed applicazioni Gaetano D Antona Il tema proposto

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email :

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : info@sicurezzacsc.it sito : www.sicurezzacsc.it 2 NEXTtec progetta

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli