36 TORNEO CNP Regolamento e Sistema di Punteggio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "36 TORNEO CNP Regolamento e Sistema di Punteggio"

Transcript

1 36 TORNEO CNP Regolamento e Sistema di Punteggio IL TORNEO SI SVOLGERÀ IN 2 PROVE DOMENICA 11 AGOSTO 2013 Gara di pesca d altura in drifting 14 TROFEO RICCARDO RENZONI SISTEMA DI PUNTEGGIO E CLASSIFICA DOMENICA 15 SETTEMBRE 2013 Gara di traina d altura Ai fini della classifica finale del 36 trofeo CNP, gli equipaggi devono partecipare obbligatoriamente alle due prove. Nel caso di annullamento di una delle due prove, il 36 Torneo CNP verrà assegnato sulla base dell unica prova valida. PUNTEGGI E CLASSIFICHE CON CATTURE E/O RILASCI Esempio con 20 imbarcazioni iscritte con catture: EQUIPAGGIO POSIZIONE PUNTEGGIO EQUIPAGGIO 1 Classificato Punti 20 2 Classificato Punti 18 3 Classificato Punti 16 4 Classificato Punti 15 5 Classificato Punti 14 6 Classificato Punti 13 7 Classificato Punti 12 8 Classificato Punti 11 9 Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti Classificato Punti 02 SISTEMA DI PUNTEGGIO P.S. Ad ogni equipaggio senza catture verrà assegnato 1 punto. Sarà decretato vincitore del Torneo l equipaggio che avrà totalizzato il maggior punteggio nelle due prove

2 PESCA D ALTURA IN DRIFTING 14 TROFEO RICCARDO RENZONI - 1^ Prova Valevole come prova Campionato Provinciale Drifting Art. 1 ORGANIZZAZIONE Il Club Nautico Pesaro organizza l 11 agosto 2013 la manifestazione denominata 14 Trofeo RICCARDO REN- ZONI; in caso di condizioni meteo marine avverse la gara verrà rinviata al 18 agosto La competizione è valida, con classifica ed iscrizioni separate, quale 1 prova TRO- FEO RENZONI e come prova di Campionato Provinciale (selettiva) Drifting. La manifestazione è retta dal presente Regolamento Particolare, che tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione, dichiarano di conoscere ed accettare. Il Club Nautico Pesaro provvederà a richiedere ed ottenere le autorizzazioni previste dalle vigenti disposizioni per lo svolgimento della gara. Art. 2 ISCRIZIONI Le iscrizioni, da compilarsi su modulo fornito dal Club Nautico Pesaro, si accetteranno inderogabilmente sino alle ore del 10 agosto e, contestualmente, si dovrà indicare l eventuale iscrizione anche al Campionato Provinciale (selettiva) di Traina d Altura valida come 2 prova del TROFEO RENZONI. Ad insindacabile giudizio del Club Nautico Pesaro, le iscrizioni al Trofeo Renzoni potranno riaprirsi nel caso in cui la gara dovesse essere rimandata. La quota di partecipazione viene stabilita in 100,00 per equipaggio e per ogni singola prova. Art. 3 PARTECIPANTI Gli equipaggi saranno formati da massimo quattro atleti dei quali uno svolgerà la funzione di ispettore di bordo e tutti dovranno essere in possesso della tessera agonistica FIPSAS valida per l anno in corso. Gli equipaggi che partecipano con propria imbarcazione avranno lo Skipper compreso nel numero di massimo quattro componenti. Nel caso in cui un equipaggio partecipi alla manifestazione con imbarcazione non propria, ma fornita ESCLU- SIVAMENTE dall organizzazione, questa sarà condotta da uno Skipper, (addizionato agli atleti concorrenti) che non potrà in alcun modo partecipare ed interagire all azione di pesca, limitandosi alla conduzione dell imbarcazione ed assumendosi la piena responsabilità della stessa e dell equipaggio imbarcato nel rispetto del Codice della Navigazione. Ogni comandante delle imbarcazioni dovrà dichiarare all atto dell iscrizione il proprio ispettore di bordo che sarà considerato a tutti gli effetti membro dell equipaggio e che svolgerà la propria funzione di controllo a bordo di un altra imbarcazione partecipante alla manifestazione. Il sorteggio per l abbinamento ispettore/imbarcazione sarà fatto dalla Direzione Gara al termine delle iscrizioni e potranno parteciparvi i comandanti degli equipaggi iscritti. Sarà cura del comandante nonché di tutto l equipaggio tenere un comportamento corretto e rispettoso nello spirito dell etica sportiva che contraddistingue la manifestazione. Non sono ammessi ospiti di nessun genere sulle imbarcazioni in pesca, ma è facoltà della Direzione di Gara assegnare solo su imbarcazioni della giuria eventuali ospiti (giornalisti, autorità, sponsor ecc.). I partecipanti che non abbiano compiuto il 18 anno di età possono partecipare alla gara solo se in possesso di un autorizzazione scritta e rilasciata da chi ne esercita la patria potestà alla Direzione di Gara o nel caso in cui siano accompagnati dallo stesso. I comandanti degli equipaggi dovranno essere in regola con le vigenti norme di pesca e con la registrazione presso l Autorità Marittima per la pratica della pesca sportiva in mare. Art. 4 RESPONSABILITÀ Per effetto dell iscrizione il comandante di ciascuna unità si assume la piena responsabilità di qualsiasi tipo per quanto riguarda la propria unità e il proprio equipaggio. La Capitaneria di Porto, la FIPSAS, il Club Nautico Pesaro con i loro rappresentanti e collaboratori, il Direttore di Gara ed il Giudice di Gara sono esonerati da qualsiasi responsabilità per danni o incidenti che possono derivare alle cose o alle persone partecipanti alla manifestazione sportiva. Art. 5 RADUNO Tutti i partecipanti dovranno ritrovarsi, pena l esclusione dalla gara, a disposizione dell organizzazione alle ore 6,30 del giorno 11 agosto 2013 nei locali del Club Nautico Pesaro. Gli equipaggi presenti al raduno che per cause di forza maggiore non potranno prendere il via congiuntamente a tutte le altre imbarcazioni, dovranno essere espressamente autorizzati dal Direttore di Gara, ma il tempo perduto non sarà recuperabile. Art. 6 CAMPO DI GARA (vedi carta allegata) Il campo di gara è delimitato da un cerchio di 6 miglia di raggio avente come centro le seguenti coordinate: N E. L eventuale scarroccio fuori campo gara sarà considerato sconfinamento con obbligo di rientro nel campo gara. Ogni spostamento effettuato con i motori per portare a termine il combattimento, comporterà necessariamente, pena la squalifica, il rientro immediato nel campo di gara e dovrà essere comunicato con le nuove coordinate; questo spostamento non verrà considerato negli spostamenti consentiti. Art. 7 INIZIO E TERMINE GARA La gara avrà una durata effettiva di sette ore. Alle ore 7.30, nella zona antistante il porto di Pesaro, si raduneranno tutte le imbarcazioni iscritte alla manifestazione per avviarsi assieme alla Barca Giuria nei pressi (500mt.) della Piattaforma Daria. Il Direttore di Gara comunicherà via radio l inizio della manifestazione alle ore 8.30 circa ed il termine gara verrà, quindi, fissato approssimativamente alle ore Il rientro al porto di Pesaro dovrà avvenire tassativamente entro e non oltre le Nel caso in cui un equipaggio, alla comunicazione del temine gara sia impegnato ancora in combattimento di una preda ferrata precedentemente, avrà a disposizione ulteriori 30 minuti per completare la cattura e per imbarcare/rilasciare la preda. In questo caso il termine massimo del rientro in porto viene derogato alle ore L eventuale preda ferrata dopo il segnale di fine gara non sarà ritenuta valida. Per avverse condizioni meteo marine la Direzione Gara, potrà sospendere, a suo insindacabile giudizio, lo svolgimento della manifestazione; pertanto, dovrà decadere immediatamente qualsiasi azione di pesca e dovrà essere immediatamente effettuato rientro in porto; la gara sarà ritenuta valida solamente se saranno trascorse almeno tre ore e trenta minuti dall inizio della manifestazione.

3 Art.8 UNITÀ DA DIPORTO Le unità da diporto dovranno essere in regola con le vigenti norme legislative ed amministrative, abilitate alla navigazione nel tratto di mare destinate al campo di gara. Per tutta la durata della gara, le unità dovranno portare ben visibile sulla fiancata di dritta il numero di gara fornito dall organizzazione. É consentito sostituire l unità per avaria o per altra motivazione. Se la sostituzione avviene a raduno già avvenuto, il comandante dovrà ottenere la preventiva autorizzazione del Direttore di Gara. Se la sostituzione avviene prima del raduno, occorrerà evidenziare la modifica sulla scheda d iscrizione. Art. 9 COMUNICAZIONI Per la durata della manifestazione, rimarrà operativa presso la sede del Club Nautico Pesaro, per assistenza e soccorso, la stazione ricetrasmittente VHF sul canale 9. Le imbarcazioni dovranno essere, quindi, dotate di apparecchio ricevente/trasmittente VHF, che dalla partenza all arrivo dovrà essere costantemente tenuto in posizione di ascolto. L equipaggio in azione di pesca dovrà comunicare immediatamente alla stazione di ascolto la propria posizione con coordinate geografiche ( latitudine e longitudine) o polari (distanza e gradi bussola). Gli equipaggi dovranno, inoltre, comunicare con le stazioni di ascolto il momento in cui, terminata l azione di pesca, si accingono a intraprendere la rotta di rientro al porto, per evitare la diramazione di stato d allarme alla Capitaneria di Porto competente. Art. 10 CONTROLLI Ad insindacabile giudizio del Direttore di Gara, potranno essere fatte delle verifiche a campione sulle imbarcazioni al fine di esaminare la regolarità delle attrezzature pescanti e dell eventuale pastura a bordo. I controlli potranno essere fatti anche in mare durante l attività di pesca per mezzo della Barca Giuria. Art. 11 ATTREZZATURE PESCANTI Ogni equipaggio può dotarsi di un massimo di cinque canne dei libraggi consentiti purché preventivamente punzonate e numerate e non potranno essere imbarcati ulteriori attrezzi da pesca pena l immediata squalifica. Durante l attività di pesca è consentito l uso contemporaneo di un massimo di quattro canne in acqua senza distinzione tra canna tipo stand-up e canna tradizionale conformi all etica sportiva e alle consuetudini. Nella manifestazione sportiva sono previste unicamente due classi di lenza con monofilo, multifilo con o senza anima piombata: 15 kg (30 lbs con max lbs 33.06) 24 kg (50 lbs con max lbs 52.91) sui carichi di rottura in kg sopra riportati non è prevista alcuna tolleranza. Presso la sede del Club Nautico Pesaro, nei giorni antecedenti la manifestazione ed in orario di iscrizione alla gara stessa, sarà possibile effettuare prove dinamometriche. Per tutte le verifiche delle lenze dichiarate all atto dell iscrizione, faranno fede esclusivamente le risultanze ottenute dal dinamometro fornito dalla Direzione di Gara. Le operazioni di verifica delle lenze avranno luogo presso la sede del Club Nautico Pesaro al rientro in porto della prima imbarcazione. A tali operazioni provvederà il Direttore di Gara o i suoi delegati e potrà assistervi un rappresentante dell equipaggio che sottoscriverà il verbale di verifica. É consentito l uso del terminale senza alcuna limitazione nella resistenza e nei materiali utilizzati e della doppia lenza alle seguenti condizioni tassative: la lunghezza del terminale non potrà essere superiore a mt. 9,14; - La lunghezza della doppia lenza non potrà essere superiore a mt. 9,14; - La lunghezza complessiva del terminale e della doppia lenza non può superare i mt. 12,19 comprensiva dell amo. - La doppiatura della lenza deve essere fatta con lo stesso corpo di lenza ed è ammesso un solo amo per terminale. Gli unici ami ammessi, sono di tipo CIRCLE non OFFSET e dovranno essere tassativamente di tipo biodegradabile SENZA ARDIGLIONE; non sono assolutamente ammessi ami di acciaio inossidabile e non vi sono limitazioni per grandezza. É consentito solamente l uso di piccoli galleggianti al solo scopo di regolare la profondità dell esca. Questi galleggianti non devono, comunque, limitare la possibilità di difesa del pesce. É assolutamente vietato l uso del trespolo. Ogni raffio deve avere un solo gancio. Il raffio fisso non può superare la lunghezza di mt. 2,45 complessivo. Il raffio volante, comprensivo della cima, non può superare la lunghezza di mt. 9,00. É tassativamente vietato l uso dell arpione. Ogni equipaggio dovrà fornirsi di videocamera digitale con SIM CARD ESTRAIBILE al fine di poter consentire alla Direzione di Gara la migliore valutazione delle dimensioni delle prede rilasciate. In caso di rottura della lenza e/o raddoppio durante l azione di combattimento verrà attribuita all equipaggio una penalità di punti pari a (ventimila). La rottura del terminale durante l azione di pesca non comporterà penalità per l equipaggio. Art CONDOTTA DI GARA Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento, della Circolare Normativa FIPSAS del corrente anno. In particolare sono tenuti ad osservare le seguenti disposizioni: a) Tenere un comportamento corretto nei confronti degli Ufficiali di Gara, degli incaricati dell organizzazione e di tutti i concorrenti; b) Sottoporsi, se richiesto, al controllo preliminare prima dell inizio della gara e ad eventuali successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di Gara; c) Comunicare la propria posizione non appena raggiunto il punto di pesca, specificando la modalità di pesca prescelta tra ancora o deriva; d) Avvenuta la ferrata, il motore della barca può essere utilizzato per rincorrere il pesce e recuperare la mancanza di lenza così come per posizionarsi nel modo di pesca più idoneo per il recupero del pesce; e) Per ragioni di sicurezza è fatto obbligo agli equipaggi di comunicare tempestivamente alla stazione di ascolto la propria posizione di pesca in coordinate geografiche (latitudine e longitudine) o coordinate polari (rotta e distanza dal porto di partenza) ogni qualvolta la Direzione di Gara ne faccia richiesta. Durante la gara gli enti organizzatori saranno in continuo ascolto sul canale 9 del VHF e vige, pertanto, l obbligo di ascolto radio sul canale prestabilito da parte di tutti gli equipaggi partecipanti alla manifestazione; f) Per tutta la durata della gara, le imbarcazioni dovranno portare, ben visibile sulla fiancata di dritta, il numero di gara fornito dall organizzazione; g) Al segnale di fine gara tutte le lenze in pesca dovranno essere immediatamente ritirate in barca e l eventuale ferrata dichiarata in contemporaneità con il segnale di fine gara non sarà considerata valida. PESCA D ALTURA IN DRIFTING

4 PESCA D ALTURA IN DRIFTING Art. 13 ADEMPIMENTI IN CORSO DI GARA Per ogni singola allamata: 1) l equipaggio, pena l invalidazione della cattura, deve darne immediata comunicazione radio alla Direzione di Gara indicando le coordinate geografiche o polari, il numero dell attrezzatura impiegata, l orario di ferrata e di cattura/rilascio, il nome del concorrente alla canna e la tipologia del pesce rilasciato/catturato; 2) nel caso d impossibilità di comunicazione con la Direzione Gara, il comandante dell imbarcazione darà indicazione dei dati all ispettore presente a bordo ed al comandante di un altra imbarcazione. Tale circostanza dovrà essere notificata alla Direzione di Gara nel corso dei successivi contatti radio; in assenza di tale collegamento e trascorsa un ora senza comunicazione radio, l imbarcazione (Concorrente) sarà considerata fuori gara con la relativa segnalazione alla Guardia Costiera per le opportune ricerche; da quel momento qualsiasi ulteriore cattura o rilascio non saranno ritenuti valide. 3) L ispettore di bordo dovrà annotare nella propria scheda il numero sequenziale delle catture, l orario di ferrata e di cattura/rilascio, la tipologia del pesce catturato/rilasciato, il numero di attrezzatura usata ed il nome dell angler. 4) Altrettanto tempestivamente dovranno essere comunicati eventuali spostamenti con la comunicazione alla Direzione di Gara delle nuove posizione con coordinate geograficheo polari 5) Al rientro in porto, il comandante deve consegnare alla Direzione di Gara tutte le attrezzature dichiarate al momento della iscrizione che abbiano o non abbiano catturato/rilasciato per la verifica della classe di lenza. La mancata consegna comporterà la squalifica dell equipaggio. L INOSSERVANZA DELLE NORME PARTICOLARI SOPRA INDICATE COMPORTERA AUTOMATICAMENTE LA SQUALIFICA CON CONSEGUENTE PENALIZZAZIONE DELL EQUIPAGGIO. Art. 14 ATTI CHE SQUALIFICANO LA CATTURA 1) Il pescatore (angler) che per primo estrarrà la canna dal porta canne all atto dell allamata sarà l unico che potrà portare a termine il combattimento senza nessun tipo di aiuto dagli altri membri dell equipaggio. 2) É consentito rimuovere piombo o segnalatori dalla lenza da parte di un componente dell equipaggio senza toccare la lenza stessa o interrompere in alcun modo l azione di pesca. 3) Il componente dell equipaggio potrà, per portare a termine la cattura, prendere in mano solo il terminale. 4) Il pesce che presenta gravi mutilazioni non sarà considerato valido ai fini della classifica. 5) La canna in fase di combattimento non potrà essere appoggiata su eventuali supporti e la poltrona o quant altro si usi per il combattimento dovrà essere conforme a quanto normalmente utilizzato. 6) Nel caso di rottura della canna quando la sua lunghezza residua risulti inferiore a mt compreso il manico comporta automaticamente la squalifica della cattura/rilascio. 7) Nel caso di combattimento in stand-up l angler può essere supportato da altro componente dell equipaggio che,per motivi di sicurezza, deve limitarsi a tenerlo per le maniglie o appigli presenti nell harness (giubbotto da combattimento). 8) Non è consentita la tecnica dello SPINNING. 9) Usare il laccio di coda sia per il rilascio che per la cattura comporta la squalifica della preda. Art. 15 ESCHE E PASTURA É consentito esclusivamente l uso di ESCHE NATURALI ed è vietato l uso di artificiali, di carne, di sangue, di pelle o altra parte di mammiferi. É vietata qualsiasi forma di pesca con il vivo ed ogni imbarcazione può detenere a bordo al massimo Kg. 65 di pastura compresa l esca; Art.16 PREDE VALIDE Ai fini della classifica saranno considerati validi i seguenti pesci purché catturati/rilasciati secondo quanto stabilito dalle norme federali. TONNO ROSSO: solo rilascio con bonus AGUGLIA IMPERIALE: solo rilascio con bonus PESCE SPADA: solo rilascio con bonus PESCI SQUALIFORMI: solo rilascio senza bonus ALTRI PESCI SPORTIVI: solo cattura minima 5 Kg. La cattura di pesci di peso inferiore, ma nel rispetto del peso minimo previsto dalle leggi nazionali e comunitarie, comporta l annullamento della stessa senza alcuna penalità. La cattura di pesci di peso e misure inferiori ai minimi previsti dalle leggi nazionali o comunitarie, ovvero non rispondenti a quanto stabilito dalla tabella esposta sul sito federale, comporta la retrocessione all ultimo posto della classifica finale. RILASCIO: il rilascio dei pesci dovrà essere effettuato mediante slamatura manuale, con taglio del nodo sull amo o con taglio del terminale ad una distanza massima di cm. 50 dalla bocca del pesce e, comunque, ad una distanza tale da non permettere l avvolgimento del pesce con il filo. II rilascio sarà considerato valido solo se dopo che il terminale sia stato afferrato da un membro dell equipaggio si verifichi la slamatura accidentale del pesce; in questo casi si attribuirà il punteggio minimo per la preda. Per la misurazione dei pesci sarà fornita dall organizzazione un asta lunga mt. 1,90 dotata di un moschettone di collegamento alla montatura che potrà essere agganciato solo ed esclusivamente sul raddoppio o sul terminale. Tale asta è divisa,con 3 colorazioni differenti, in 4 (quattro) settori: Da 0 a 79 cm. Peso Tecnico Kg. 10 (dieci) solo per punteggio minimo (nei casi previsti) 1 Settore da 80 a 129 cm. Peso Tecnico Kg. 23 (ventitré) 2 Settore da 130 a 167 cm. Peso Tecnico Kg. 48 (quarantotto) 3 Settore da 168 a 190 cm. Peso Tecnico Kg. 76 (settantasei) 4 Settore oltre i 190 cm. Over Fishing. Peso Tecnico Kg. 108 (centotto) È obbligatorio riprendere le fasi finali della cattura/rilascio, della punzonatura della canna e dell angler con la videocamera dotata di SIM CARD ESTRAIBILE OBBLIGA- TORIA a bordo al fine di consentire alla Giuria di visionare la specie e la taglia della preda nonché la regolarità della azione di rilascio. Le misure saranno effettuate fuori tutto e cioè dall estremità della bocca al punto mediano della retta congiungente gli apici delle coda. Tutti i rilasci e/o marcature saranno validi ai fini della classifica solamente nel caso in cui l ispettore di bordo verifichi le condizioni sopra esposte e la Direzione di Gara non abbia riscontrato nel filmato atti che squalifichino la cattura. In presenza di immagini che non diano piena certezza sulla fascia di misurazione da attribuire al pesce si assegnerà il peso tecnico spettante alla fascia immediatamente inferiore.

5 La stima ai fini della validità e dell attribuzione del relativo punteggio tecnico di fascia e della correttezza delle operazioni di rilascio sarà decisa dal Giudice di Gara con parere consultivo del Direttore di Gara. Il Giudice di Gara e il Direttore di Gara a loro discrezione per giudicare equamente i video si potranno avvalere della collaborazione di una commissione composta da tre comandanti degli equipaggi partecipanti sorteggiati o nominati dagli stessi ufficiali di gara. Dopo le valutazioni definitive delle misure, non sarà più possibile proporre reclamo. Si raccomanda vivamente ai partecipanti il rilascio delle catture valutate sottopeso. Art SPOSTAMENTI E DISTANZA TRA LE UNITA DA DIPORTO IN GARA All inizio dell azione di pesca l equipaggio dovrà comunicare oltre alle coordinate anche la tipologia di pesca adottata, in drifting o ancorata. Sono consentiti spostamenti con accensione del motore della barca che dovranno essere al massimo due in caso di pesca in drifting ed uno soltanto nel caso di pesca ancorati. L equipaggio, prima di muoversi deve obbligatoriamente comunicare alla Direzione di Gara la propria intenzione a spostarsi ed ottenerne il consenso, pena la squalifica. Successivamente, dopo lo spostamento, sempre alla Direzione di Gara, dovranno essere nuovamente fornite le coordinate di pesca. La modifica della tecnica di pesca, ancorata/deriva o viceversa è SEMPRE considerata spostamento e, quindi, sarà valutata come da regolamento. La distanza minima tra le imbarcazioni dovrà obbligatoriamente essere di almeno mt In caso di ferrata e il conseguente spostamento per il combattimento, l imbarcazione può avvicinarsi ad altra barca ad una distanza inferiore a quella minima consentita senza che quella in azione normale di pesca debba obbligatoriamente spostarsi. Al termine del combattimento, però, l imbarcazione che è stata in combattimento dovrà ristabilire la distanza minima di mt. 500 tra le barche. Viene considerato spostamento anche il semplice risalire la scia di pastura, mentre non è considerato spostamento ritornare nel punto di pesca dopo il combattimento (boa) nel caso di pesca ancorati. Le imbarcazioni dovranno rispondere alle chiamate radio effettuate dalla Direzione di Gara per controllo e comunicazione. Art TEST E VERIFICHE LENZE E MONTATURE (Dopo gara) - Tutte le attrezzature dovranno essere consegnate alla Direzione di Gara per le opportune verifiche e misurazioni tramite l ispettore di bordo unitamente ad un membro dell equipaggio. I fili saranno testati singolarmente e, se almeno uno dei tre test previsti al dinamometro darà un risultato del carico di rottura pari o inferiore alla classe dichiarata, la verifica sarà positiva. Nel caso in cui nessuno dei tre test previsti (classe 15 Kg.) risulti positivo le catture e/o rilasci effettuati con l attrezzatura in esame saranno conteggiati con i punteggi della classe di lenza superiore (24 Kg.). Se al test, il filo usato come lenza madre, risulta superiore alla classe Kg. 24, tutte le catture fatte con quella attrezzatura di pesca saranno considerate non valide, senza ulteriori penalità per l equipaggio. Art PESATURA DEL PESCATO Le operazioni di pesatura saranno effettuate nel luogo e all orario stabilito dagli organizzatori e potranno assistervi i concorrenti o loro rappresentanti. La contestazione su eventuali errori di pesatura dovrà essere fatta immediatamente e pertanto non sono ammessi reclami. Art COEFFICIENTI DI PESCE Ad ogni pesce, sia catturabile che rilasciabile, viene assegnato un coefficiente che concorrerà, assieme al peso ed alla lenza impiegata, a determinare, mediante apposita formula, il punteggio da attribuire. La tabella di seguito riportata definisce i coefficienti da attribuire alle varie specie: Tonno Rosso coefficiente 3 Solo rilascio Pesce Spada coefficiente 3 Solo rilascio Aguglia Imperiale coefficiente 3 Solo rilascio Altri pesci sportivi coefficiente 2 Cattura Art SISTEMA DI PUNTEGGIO Per attribuire il punteggio ad ogni singola preda sia catturata (ove consentito dal regolamento) che rilasciata verrà utilizzata la seguente formula: (P.T. x P.T.) oppure (P.P. x P.P.) C.P. x x = C.R. T. x (C.R. x C.R.) dove: P.T. = Punteggio Tecnico (rilascio) P.P. = Punteggio Preda (cattura 1 punto ogni 100 gr.) C.R. = Carico Rottura Lenza in kg. (15 o 24 kg.) C.P. = Coefficiente Preda T. = Tempo in minuti (di 5 in 5 min. Per i primi 60 min. Poi di 10 in 10 min) Art TIMING Il punteggio tecnico di base come premio di rilascio differente per ogni singola fascia di misurazione e classe di lenza è riportato nella tabella allegata. Esso è calcolato, considerando la differenza di peso tra le fasce di appartenenza del pesce ( ) ed il tempo impiegato nell azione di pesca. La rilevazione del Timing inizierà nel momento in cui l Angler toglierà la canna in Strike dal porta canna o farà girare la manopola del mulinello in azione di recupero e si concluderà nell attimo in cui la preda sarà toccata dall asta di misurazione che sarà confermata dalla prova video. Art SISTEMA DI CLASSIFICA IL CAMPIONATO PROVINCIALE QUALE SELETTIVA DRIF- TING SI SVOLGERÀ IN UNA PROVA UNICA. Nel caso di parità di punteggio verrà data precedenza all equipaggio che avrà catturato/rilasciato il pesce di maggior peso (reale o tecnico). Se la parità dovesse ancora permanere prevarrà il minor numero di pesci rilasciati o catturati ed in caso di ulteriore parità verrà data precedenza all equipaggio che, dall inizio gara, avrà ferrato per primo un pesce valido in classifica. Art. 24 DESTINAZIONE DEL PESCATO Ogni comandante sarà responsabile del proprio pescato. Art RECLAMI I comandanti, che per qualsiasi motivo, intendessero esporre reclamo, dovranno presentarlo per scritto entro 30 minuti dal rientro in porto con versamento di una cauzione di 50,00. I reclami saranno decisi seduta stante dal Giudice di Gara, dopo aver eseguito i necessari accertamenti. La cauzione verrà restituita in caso di accoglimento favorevole del reclamo Non saranno comunque presi in considerazione i reclami che riguardino esclusivamente il codice della Navigazione e le operazioni di pesatura in quanto quest ultima pubblica. PESCA D ALTURA IN DRIFTING

6 PESCA D ALTURA IN DRIFTING Ogni provvedimento relativo a ricorsi o reclami è a insindacabile giudizio del Giudice di Gara. Per quanto non previsto dal presente regolamento si rimanda alla Circolare Normativa FPSAS 2013 Art DIRETTORE E GIUDICE DI GARA: Il Direttore di Gara è nominato dalla società organizzatrice, mentre il Giudice di Gara è nominato dalla sezione provinciale della FIPSAS. I nominativi del Direttore e del Giudice di Gara saranno esposti, presso la sede del CNP nei giorni precedenti la gara. TABELLA PUNTI MINIMI PER SLAMATURA / MANCATA MISURAZIONE / ROTTURA TERMINALE DOPO LA FINE DEL TIMING Minuti 15 Kg Kg. 10 MINUTI PT Kg.23 PT Kg.23 PT Kg.48 PT Kg.48 PT Kg.76 PT Kg.76 PT Kg.108 PT Kg.108 TIMING CR Kg15 CR Kg.24 CR Kg.15 CR Kg.24 CR Kg.15 CR Kg.24 CR Kg.15 CR Kg

7 CAMPO GARA CAMPO GARA PESCA D ALTURA IN DRIFTING E TRAINA N E R = 6 Mg

8 TRAINA D ALTURA Valevole come Campionato Provinciale di Traina d Altura 2^ Prova del 14 Trofeo Riccardo Renzoni Art. 1 - DENOMINAZIONE Il Club Nautico di Pesaro organizza il giorno 15 Settembre 2013 il Campionato Italiano FIPSAS di Traina d Altura (selettiva). Eventuale recupero il 29/09/2013; valevole come 2 prova del 36 TORNEO C.N.P. 14 TRO- FEO Riccardo RENZONI Art. 2 - ORGANIZZAZIONE Il Club Nautico di Pesaro provvederà a richiedere le autorizzazioni prescritte per lo svolgimento della gara e solleva espressamente la F.l.P.S.A.S. da ogni responsabilità organizzativa. La manifestazione è retta dal regolamento tecnico agonistico della circolare normativa per l'anno 2013 e dal presente regolamento particolare che tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione, dichiarano di conoscere ed accettare. Art. 3 - PARTECIPANTI Gli equipaggi saranno formati da massimo quattro atleti dei quali uno svolgerà la funzione di ispettore di bordo e tutti dovranno essere in possesso della tessera agonistica FIPSAS valida per l anno in corso. Gli equipaggi che partecipano con propria imbarcazione avranno lo Skipper compreso nel numero di massimo quattro componenti. Nel caso in cui un equipaggio partecipi alla manifestazione con imbarcazione non propria, ma fornita ESCLU- SIVAMENTE dall organizzazione, questa sarà condotta da uno Skipper, (addizionato agli atleti concorrenti) che non potrà in alcun modo partecipare ed interagire all azione di pesca, limitandosi alla conduzione dell imbarcazione ed assumendosi la piena responsabilità della stessa e dell equipaggio imbarcato nel rispetto del Codice della Navigazione. Ogni comandante delle imbarcazioni dovrà dichiarare all atto dell iscrizione il proprio ispettore di bordo che sarà considerato a tutti gli effetti membro dell equipaggio e che svolgerà la propria funzione di controllo a bordo di un altra imbarcazione partecipante alla manifestazione. Il sorteggio per l abbinamento ispettore/imbarcazione sarà fatto dalla Direzione Gara al termine delle iscrizioni e potranno parteciparvi i comandanti degli equipaggi iscritti. Sarà cura del comandante nonché di tutto l equipaggio tenere un comportamento corretto e rispettoso nello spirito dell etica sportiva che contraddistingue la manifestazione. Non sono ammessi ospiti di nessun genere sulle imbarcazioni in pesca, ma è facoltà della Direzione di Gara assegnare solo su imbarcazioni della giuria eventuali ospiti (giornalisti, autorità, sponsor ecc.). I partecipanti che non abbiano compiuto il 18 anno di età possono partecipare alla gara solo se in possesso di un autorizzazione scritta e rilasciata da chi ne esercita la patria potestà alla Direzione di Gara o nel caso in cui siano accompagnati dallo stesso. I comandanti degli equipaggi dovranno essere in regola con le vigenti norme di pesca e con la registrazione presso l Autorità Marittima per la pratica della pesca sportiva in mare. Art. 4 - ISCRIZIONI Le iscrizioni compilate sul modulo fornito dall organizzazione devono essere presentate al Club Nautico Pesaro entro e non oltre le ore 20,00 del giorno precedente alla gara ed accompagnate dalla quota di iscrizione pari ad euro 100,00 ad equipaggio. Art. 5 CAMPO DI GARA Il campo di gara è delimitato da un cerchio di 6 miglia di raggio avente come centro le seguenti coordinate: N E. Ogni sconfinamento dal campo gara per portare a termine il combattimento, comporterà necessariamente, pena la squalifica, il rientro immediato nel campo di gara. Art. 6 - IMBARCAZIONI Ogni imbarcazione deve essere dotata di apparato ricetrasmittente VHF (can.9) per le comunicazioni mare-terra durante la gara l Organizzazione resterà in continuo ascolto sul canale VHF 9. Tutte le imbarcazioni partecipanti devono essere in regola con le vigenti norme legislative e amministrative. Per tutta la durata della gara dovranno portare, ben visibile, sulla fiancata di dritta, il numero di gara fornito dall organizzazione. Art. 7 RADUNO/BREAFING Gli equipaggi partecipanti devono obbligatoriamente presentarsi alla Direzione di Gara in occasione delle operazioni preliminari previste per le ore 6,30 del giorno della gara presso il Club Nautico di Pesaro. I concorrenti che giungono in ritardo sul luogo del raduno possono, se autorizzati dal Direttore di Gara, partecipare ugualmente alla competizione, ma il tempo perduto non è recuperabile. In caso di condizioni meteo - marine avverse il Direttore di Gara può rinviare, ove lo ritenesse opportuno, l inizio della gara. Se le condizioni meteo -marine sono definitivamente giudicate pericolose per l incolumità degli equipaggi la gara sarà rinviata alla data prevista per il recupero Art. 8 INIZIO E TERMINE GARA La gara avrà una durata effettiva di sette ore. Alle ore 7.30, nella zona antistante il porto di Pesaro, si raduneranno tutte le imbarcazioni iscritte alla manifestazione per avviarsi assieme alla Barca Giuria nei pressi (500mt.) della Piattaforma Daria. Il Direttore di Gara comunicherà via radio l inizio della manifestazione alle ore 8.30 circa ed il termine gara verrà, quindi, fissato approssimativamente alle ore Il rientro al porto di Pesaro dovrà avvenire tassativamente entro e non oltre le Nel caso in cui un equipaggio, alla comunicazione del temine gara sia impegnato ancora in combattimento di una preda ferrata precedentemente, avrà a disposizione ulteriori 30 minuti per completare la cattura e per imbarcare/rilasciare la preda. In questo caso il termine massimo del rientro in porto viene derogato alle ore L eventuale preda ferrata dopo il segnale di fine gara non sarà ritenuta valida. Per avverse condizioni meteo marine la Direzione Gara, potrà sospendere, a suo insindacabile giudizio, lo svolgimento della manifestazione; pertanto, dovrà decadere immediatamente qualsiasi azione di pesca e dovrà essere immediatamente effettuato rientro in porto; la gara sarà

9 ritenuta valida solamente se saranno trascorse almeno tre ore e trenta minuti dall inizio della stessa Art. 9 CONDOTTA DI GARA E' obbligatorio l'apparato radio VHF in funzione per tutta la durata della manifestazione; in particolare sarà obbligatorio comunicare il punto nave, le allamate,, le catture/rilasci, le rotture, le slamate e il rientro in porto con relativa rotta; in caso d impossibilità di comunicazioni radio è ammesso l uso del telefono.in caso di allamata, l equipaggio dovrà comunicare il più celermente possibile, la posizione,il n di gara, il numero della canna e il nominativo dell'angler Al termine del combattimento (sia che abbia avuto esito positivo o negativo) dovrà comunicarne l esito alla Direzione di Gara. In caso d'impossibilità di comunicare con la D.G., il comandante darà indicazione dei dati all'ispettore presente a bordo ed al comandante di un'altra imbarcazione concorrente. Tale circostanza dovrà essere notificata alla D.G. Nel corso dei successivi contatti radio; in assenza di tale collegamento,una volta trascorsi 60 minuti,l'imbarcazione (Concorrente) sarà considerata fuori gara con relativa segnalazione alla Guardia Costiera; da quel momento qualsiasi ulteriore cattura/rilascio non saranno ritenuti validi. Si ricorda che saranno effettuate 3 prove dinamometriche, delle quali almeno una dovrà risultare positiva alla classe di lenza dichiarata per la convalida della cattura/rilascio. La distanza minima tra le unità in gara dovrà essere di 500 mt.; in caso di ferrata e combattimento nessun'altra imbarcazione potrà mutare la sua rotta per incrociare o navigare sulla sua scia. Tenere un contegno corretto nei confronti degli ufficiali di gara e di tutti gli incaricati dell organizzazione. Sottoporsi, se richiesto, al controllo preliminare prima dell inizio della gara e ad eventuali successivi accertamenti da parte degli ufficiali di gara che disporranno di imbarcazioni messe a disposizione dal sodalizio organizzatore. Non gettare in acqua alcun tipo di rifiuto. Gli accompagnatori e i rappresentanti dei sodalizi partecipanti devono tenere un contegno corretto nei confronti di tutti gli incaricati dell organizzazione. Il pescatore deve ferrare, combattere e portare la preda al raffio/asta, senza l aiuto di altra persona, eccetto i casi previsti dal presente regolamento. É consentito l uso di cintura o bretella o a reni o a seggiolino; tale cintura può essere collegata al mulinello, ma non alla sedia da combattimento o ad altro punto della barca; è consentito l aiuto di altro membro dell equipaggio per sistemarla o sostituirla. É consentito fissare una sagola di sicurezza fra il dorsale del pescatore e la sedia da combattimento, purchè non faciliti in alcun modo l azione di pesca. Si possono usare pancere da combattimento dotate di punto d appoggio per la canna. É consentito ad un altro membro dell equipaggio di reggere e orientare la sedia da combattimento e se in Stand-up tenere la maniglia dell'harness, senza però mai fornire alcun aiuto diretto al pescatore. Gli altri membri dell equipaggio possono intervenire per portare a termine la cattura/rilascio solo quando il terminale è stato afferrato da un membro dell'equipaggio (mate). L azione di pesca deve svolgersi sempre con motori in moto e marcia inserita. Solo in caso di cattura può essere disinserita. Nessuna persona diversa dal pescatore può toccare qualsiasi parte della canna, del mulinello e della lenza (compresa la doppia lenza), direttamente o con qualsiasi mezzo durante le fasi della cattura o nel porgere qualsiasi aiuto che non sia contemplato nel regolamento; è consentito l intervento di persone diverse dal pescatore per rimuovere gli ostacoli che impediscono lo scorrimento della lenza nei passanti della canna. Durante queste operazioni nessuno, tranne il pescatore, può tenere o manovrare la canna. É vietato tirare a mano la lenza in modo da escludere l azione della canna o attaccare in qualsiasi maniera la lenza, la doppia lenza o il terminale in qualsiasi parte dell imbarcazione. Per tutto quanto non esplicitamente espresso nel presente regolamento, si richiamano le norme della circolare normativa 2013 F.I.P.S.A.S. Art NORMATIVA SPECIFICA DI GARA Sono considerati validi, ai fini della classifica, i pesci catturati secondo quanto stabilito nel presente regolamento, nel rispetto delle vigenti norme legislative sulle misure minime e sugli eventuali periodi di divieto, del peso superiore a due (2) kg. Le specie e le misure ammesse sono consultabili nel sito ufficiale FIPSAS. Art ATIREZZATURE PESCANTI Possono essere poste in pesca un massimo di 4 attrezzature pescanti (canna, mulinello e lenza) delle 5 consentite. Non sono ammesse lenze a mano. È consentito l uso di divergenti e di affondatori manuali purché ad essi venga collegato, con sistema a sgancio immediato al momento della ferrata, il solo corpo di lenza. La doppia lenza ed il terminale non possono essere collegati ai divergenti. - Può essere usata solo lenza monofilo. - Non è consentito l uso di lenze metalliche. - A canna e il mulinello devono essere conformi all etica sportiva e alle sue consuetudini. Le classi di lenza ammesse sono: libbre. - Sarà consentito l uso di affondatori così composti: a) Palla cannone b) Pesi di qualsiasi forma e misura c) Stim o Dip Per l utilizzo degli attrezzi di cui sopra (punti a-b-c) è consentita una cima o filo di qualsiasi materiale che dovranno essere fissati direttamente alla barca e raccolti manualmente anche con l aiuto di raccoglitore meccanico purchè azionato manualmente e non elettricamente E' consentito l'utilizzo di richiami (Teaser) NON ARMATI nel numero massimo di 2 (due) È consentito l uso del terminale (senza limitazioni circa la resistenza ed i materiali, ne è altresì consentita la composizione più o meno articolata o snodata con l utilizzo di più materiali collegati tra loro da nodi, impiombature o girelle o quanto altro) e della doppia lenza alle seguenti condizioni tassative: per la classe 20 libbre, la lunghezza del terminale non può essere superiore a m 4.57; la lunghezza della doppia lenza non può essere superiore a m 4.57; la lunghezza complessiva del terminale e della doppia lenza non può essere superiore a m 6.10; per la classe 30 libbre, la lunghezza del terminale non può essere superiore a m 9.14; la lunghezza della doppia lenza non può essere superiore a m 9.14; la lunghezza complessiva del terminale e della doppia lenza non può essere superiore a m La doppiatura della lenza deve essere fatta con lo stesso corpo di lenza. Art ESCHE È unicamente consentito l uso di esche artificiali (come piume, cucchiaini, minnows, rapala, polipi artificiali in plastica, kona ecc.) Le lenze devono essere formate solo da un artificiale TRAINA D ALTURA

10 TRAINA D ALTURA e nulla potrà essere applicato sopra o sotto ad esso. Si potranno usare solo esche artificiali dotate di un solo amo. Sono vietati gli ami ad ancoretta. Si possono utilizzare qualsiasi tipo di amo tassativamente non inox. È vietato l uso delle parti di mammiferi e della cotenna di maiale. È vietata qualsiasi forma di pasturazione Art NORME DI PESCA - Il pescatore deve ferrare, combattere e portare la preda al raffio/asta o retino senza l aiuto di persone diverse da un componente dell equipaggio in gara. - La canna fissata nel portacanne deve essere rimossa prontamente al momento dell allamata. - È consentito l uso di cinture a bretella o a reni; tali cinture possono essere collegate al mulinello, ma non devono essere collegate a nessun punto barca. Si possono usare panciere da combattimento dotate di un punto di appoggio per la canna. Si può fare uso di sedia da combattimento. - L azione di pesca deve svolgersi sempre con marcia avanti inserita. Solo in caso di cattura può essere disinserita. - Non utilizzare le esche artificiali con la tecnica dello spinning ; se per un qualsiasi giustificato motivo, il recupero di una lenza viene effettuato con la massima rapidità, una eventuale ferrata non verrà però annullata. Art PESATURA DEL PESCATO Le operazioni di pesatura del pescato avranno luogo presso la banchina di approdo, con inizio all arrivo della prima imbarcazione. Il Direttore di Gara dopo la verifica del pescato provvederà alla pesatura assistito dai singoli Comandanti o delegati delle imbarcazioni, che sottoscriveranno il verbale di pesatura. Terminata la pesatura e sottoscritto il relativo verbale non saranno ammessi reclami inerenti a questa fase. Art CLASSI DI LENZA Le classi di lenza ammesse, sono le seguenti: Libbre KG 20 lbs 10 kg 30 lbs 15 kg Per le determinazioni delle classi di lenza (in Kg) non è ammessa tolleranza alcuna. Saranno effettuate 3 prove dinamometriche, delle quali almeno una dovra risultare positiva per la convalida della cattura/rilascio. Art.16 - RILASCIO Il rilascio dei pesci dovrà essere effettuato mediante slamatura manuale, con taglio del nodo sull amo o con taglio del terminale ad una distanza massima di cm. 50 dalla bocca del pesce e, comunque, ad una distanza tale da non permettere l avvolgimento del pesce con il filo. II rilascio sarà considerato valido solo se dopo che il terminale sia stato afferrato da un membro dell equipaggio si verifichi la slamatura accidentale del pesce; in questo caso si attribuirà il punteggio minimo per la preda. Per la misurazione dei pesci sarà fornita dall organizzazione un asta lunga mt. 1,90 dotata di un moschettone di collegamento alla montatura che potrà essere agganciato solo ed esclusivamente sul raddoppio o sul terminale. Tale asta è divisa,con 3 colorazioni differenti, in 4 (quattro) settori: da 0 a 79 cm. Peso Tecnico Kg. 10 (dieci) solo per punteggio minimo (nei casi previsti) 1 Settore da 80 a 129 cm. Peso Tecnico Kg. 23 (ventitré) 2 Settore da 130 a 167 cm. Peso Tecnico Kg. 48 (quarantotto) 3 Settore da 168 a 190 cm. Peso Tecnico Kg. 76 (settantasei) 4 Settore oltre i 190 cm. Over Fishing. Peso Tecnico Kg. 108 (centotto) È obbligatorio riprendere le fasi finali della cattura/rilascio, della punzonatura della canna e dell angler con la videocamera dotata di SIM CARD ESTRAIBILE OBBLIGA- TORIA a bordo al fine di consentire alla Giuria di visionare la specie e la taglia della preda nonché la regolarità della azione di rilascio. Le misure saranno effettuate fuori tutto e cioè dall estremità della bocca al punto mediano della retta congiungente gli apici delle coda. Tutti i rilasci e/o marcature saranno validi ai fini della classifica solamente nel caso in cui l ispettore di bordo verifichi le condizioni sopra esposte e la Direzione di Gara non abbia riscontrato nel filmato atti che squalifichino la cattura. In presenza di immagini che non diano piena certezza sulla fascia di misurazione da attribuire al pesce si assegnerà il peso tecnico spettante alla fascia immediatamente inferiore o alla fascia minima La stima ai fini della validità e dell attribuzione del relativo punteggio tecnico di fascia e della correttezza delle operazioni di rilascio sarà decisa dal Giudice di Gara con parere consultivo del Direttore di Gara. Il Giudice di Gara e il Direttore di Gara a loro discrezione per giudicare equamente i video si potranno avvalere della collaborazione di una commissione composta da tre comandanti degli equipaggi partecipanti sorteggiati o nominati dagli stessi ufficiali di gara. Dopo le valutazioni definitive delle misure, non sarà più possibile proporre reclamo.- Si raccomanda vivamente ai partecipanti il rilascio delle catture valutate sottopeso. Art PUNTEGGIO E CLASSIFICA Coefficiente di preda: - tonno rosso (rilascio) = 3 - pesce spada (rilascio) = 3 - aguglia imperiale (rilascio) = 3 - altri pesci sportivi (cattura) = 1 sul totale del pesce pescato Sistema di punteggio: Ai pesci catturati o rilasciati saranno attribuiti punti 1 (uno) per ogni 100 (cento) grammi del peso effettivo o bonus del singolo pesce. I pesi verranno arrotondati al peso superiore o inferiore a seconda che risultino frazioni rispettivamente superiori o uguali/inferiori ai 50 grammi. Il peso effettivo o fisso( in caso di rilascio) del pesce andrà diviso per il carico di rottura della lenza espresso in Kg; il risultato di questo rapporto costituirà il Coefficiente di Difficoltà (CD) che andrà poi moltiplicato per il peso del pesce espresso in punti e per il coefficiente di pesce, come dalla formula seguente: - peso effettivo pesce / carico di rottura lenza in kg = CD - CD x peso in punti x coeff. pesce = Totale punti pesce Esempio: Tonno lunghezza stimata tra cm. (bonus 48 Kg.) catturato con lenza da 30 Lbs. (15 Kg.) coefficiente preda = 3 48/15=3,20 (CD) 3,20x480 (punti peso pesce) = 1536,00x 3 (coeff. Preda)= 4608,00 punteggio di classifica. Se alla verifica della classe di lenza,la stessa, non corrisponderà a quella dichiarata la cattura/rilascio sarà riclassificata alla classe di lenza superiore,nel caso il test della lenza risulti superiore alla classe Kg.15, tutte le catture/rilasci fatte con la stessa saranno considerate non

11 valide senza ulteriori penalità. In caso di rottura della lenza e/o raddoppio durante l azione di combattimento, verrà attribuita all equipaggio una penalità pari a punti É facoltà del Giudice di Gara sottoporre a verifica (resistenza del filo e lunghezza del raddoppio) tutte le attrezzature presenti a bordo e non solo le eventuali attrezzature utilizzate per le catture. In caso di parità nel punteggio prevarrà dapprima il minore numero di catture/rilasci, poi il migliore coefficente di difficoltà ed infine l orario di allamata della prima cattura/rilascio valido per la classifica. La classifica sarà redatta dal Giudice di Gara assistito da Direttore di Gara in base ai punteggi calcolati come sopra sarà resa ufficiale e definitiva esponendola presso i locali del CNP. Art DESTINAZIONE DEL PESCATO Ogni comandante sarà responsabile del proprio pescato. Art RECLAMI I comandanti, che per qualsiasi motivo, intendessero esporre reclamo, dovranno presentarlo per scritto entro 30 minuti dal rientro in porto con versamento di una cauzione di 50,00. I reclami saranno decisi seduta stante dal Giudice di Gara, dopo aver eseguito i necessari accertamenti. La cauzione verrà restituita in caso di accoglimento favorevole del reclamo. Non saranno comunque presi in considerazione i reclami che riguardino esclusivamente il codice della Navigazione e le operazioni di pesatura in quanto quest ultima pubblica. Ogni provvedimento relativo a ricorsi o reclami è a insindacabile giudizio del Giudice di Gara. Per quanto non previsto dal presente regolamento si rimanda alla Circolare Normativa FPSAS 2013 Art DIRETTORE E GIUDICE DI GARA Il Direttore di Gara è nominato dalla società organizzatrice, mentre il Giudice di Gara è nominato dalla sezione provinciale della FIPSAS. I nominativi del Direttore e del Giudice di Gara saranno esposti, presso la sede del CNP nei giorni precedenti la gara. TRAINA D ALTURA

12 PREMIAZIONI 14 TROFEO RICCARDO RENZONI 11 Agosto 2013 Pesca d Altura Specialità Drifting 1 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 1 Canna Top-Shot Combo N 1 BLACK MAGIC EQUALIZER SIZE N 4 Paia di Occhiali N 1 Pinze / manicotti N 1 Kit aghi Dado N 1 Bobina filo BIG GAME 50 LB BLACK 2 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 1 Canna ATLANTICROD 30 lb N 1 Mulinello AVET 30WEX N 4 Paia di Occhiali N 1 Pinze / manicotti N 1 Bobina filo BIG GAME 50 LB BLACK 3 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 1 BLACK MAGIC EQUALIZER SIZE N 4 Paia di Occhiali N Pinze / manicotti N 1 Raffio OCEAN 15 Settembre 2013 Traina d Altura 1 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 1 Affondatore Cannon completo N 1 FRIGO IGLOO 68 lt N 4 Paia di Occhiali N 1 Canna KEY WEST 20/30 Stuart N 1 Mulinello TLD 25 N 1 Pinze / manicotti N 1 Teaser Terranova 2 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 1 coppia di divergenti N 1 coppia porta divergenti N 4 Paia di Occhiali N 1 Mulinello TLD 25 N 1 Pinze / manicotti N 1 Pancerina 3 Classificato N 1 TROFEO N 4 TARGHE N 4 Paia di Occhiali N 1 FRIGO IGLOO 48 lt N 2 Pinze N 1 Pancerina 1 ASSOLUTO TROFEO RICCARDO RENZONI N 1 Videocamera Go Pro HD HER03 black con monitor touch screen N 1 Borsa termica N 1 Mulinello TLD 15 N 1 Pinze / manicotti

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 Yacht Club Porto Rotondo A.S.D. International Sportfishing Association PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 GARA DI PESCA D ALTURA PORTO ROTONDO 21-22 AGOSTO 2015 PROGRAMMA Venerdì 21 agosto pomeriggio

Dettagli

SETTORE TECNICO Roma, 24 marzo 2011 Acque Marittime Circolare n. 47 Prot. n. 2576 / CDS / fc

SETTORE TECNICO Roma, 24 marzo 2011 Acque Marittime Circolare n. 47 Prot. n. 2576 / CDS / fc SETTORE TECNICO Roma, 24 marzo 2011 Acque Marittime Circolare n. 47 Prot. n. 2576 / CDS / fc - SEZIONI PROVINCIALI F.I.P.S.A.S - SOCIETÀ ORGANIZZATRICE --------------------------------------------- GIUDICE

Dettagli

INDIVIDUALE E PER SQUADRE 2015

INDIVIDUALE E PER SQUADRE 2015 ASSOCIAZIONE PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI PADOVA CAMPIONATO PROMOZIONALE SERIE C DI PESCA ALLA TROTA TORRENTE INDIVIDUALE E PER SQUADRE 2015 SOCIETA ORGANIZZATRICI E CAMPI

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE

REGOLAMENTO PARTICOLARE FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE COMITATO REGIONALE VENETO Corso Padova n. 104-36100 Vicenza CAMPIONATO REGIONALE VENETO TROTA TORRENTE 2008-02-20 REGOLAMENTO PARTICOLARE ART.

Dettagli

Campionato Provinciale Individuale Seniores, Speranze, Juniores,Giovani, Dame, Master, Promozionale di Pesca alla Trota in Torrente anno 2015

Campionato Provinciale Individuale Seniores, Speranze, Juniores,Giovani, Dame, Master, Promozionale di Pesca alla Trota in Torrente anno 2015 FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI TORINO VIA PRINCIPE AMEDEO 29 10023 TORINO Tel. 011/8122337 -FAX 011/837835 Campionato Provinciale Individuale Seniores,

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE INDIVIDUALE DI PESCA AL COLPO 2015 2^ SERIE DATE e CAMPI di GARA

CAMPIONATO PROVINCIALE INDIVIDUALE DI PESCA AL COLPO 2015 2^ SERIE DATE e CAMPI di GARA ASSOCIAZIONE PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI PADOVA Viale Nereo Rocco - Tel. 049/8658332 Fax 049/8658333 CAMPIONATO PROVINCIALE INDIVIDUALE DI PESCA AL COLPO 2015 2^ SERIE DATE

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE FERROVIERI 2014

CAMPIONATO NAZIONALE FERROVIERI 2014 ASSOCIAZIONE NAZIONALE DOPOLAVORO FERROVIARIO CAMPIONATO NAZIONALE FERROVIERI 2014 3 PROVA PESCA AL COLPO IN ACQUE DOLCI OSTELLATO (COVATO-LE VALLETTE) ( FE ) CANALE CIRCONDARIALE ASSOCIAZIONE DOPOLAVORO

Dettagli

Sezione Provinciale di Milano CIRCOLARE NORMATIVA PROVINCIALE 2014 PESCA AL COLPO

Sezione Provinciale di Milano CIRCOLARE NORMATIVA PROVINCIALE 2014 PESCA AL COLPO Sezione Provinciale di Milano Associazione Sportiva Convenzionata FIPSAS CIRCOLARE NORMATIVA PROVINCIALE 2014 PESCA AL COLPO Art. 1 - CATEGORIE I tesserati agonisti, in base all età, sono divisi nelle

Dettagli

SEZIONE PROVINCIALE DI MANTOVA CONVENZIONATA FIPSAS Via Principe Amedeo, 29 46100 Mantova 0376-320727 fax0376-382843

SEZIONE PROVINCIALE DI MANTOVA CONVENZIONATA FIPSAS Via Principe Amedeo, 29 46100 Mantova 0376-320727 fax0376-382843 0-0 fax0 - CAMPIONATO PROVINCIALE INDIVIDUALE IN A.I. 0 Valido come selezione per il Campionato Italiano Individuale 0 REGOLAMENTO PARTICOLARE ART. - La Commissione Sportiva Provinciale su assegnazione

Dettagli

SETTORE TECNICO Acque Marittime Circolare n 155 Roma, 12 novembre 2010 Prot. n 9777 CN/rb

SETTORE TECNICO Acque Marittime Circolare n 155 Roma, 12 novembre 2010 Prot. n 9777 CN/rb SETTORE TECNICO Acque Marittime Circolare n 155 Roma, 12 novembre 2010 Prot. n 9777 CN/rb Ai Presidenti delle Sezioni Provinciali FIPSAS Alla Società Organizzatrice --------------------------------------------------------------

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE COMITATO PROVINCIALE DI TERNI VIA F.TURATI N. 16

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE COMITATO PROVINCIALE DI TERNI VIA F.TURATI N. 16 FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE COMITATO PROVINCIALE DI TERNI VIA F.TURATI N. 16 TROFEO DI SERIE C PROVINCIALE DI PESCA AL COLPO 2015 REGOLAMENTO PARTICOLARE Art. 1 La F.I.P.S.A.S.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI VENEZIA (Settore A.I.)

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI VENEZIA (Settore A.I.) TROFEO DI SERIE C PROVINCIALE DI PESCA AL COLPO 2014 REGOLAMENTO PARTICOLARE Art. 1 La Sezione Provinciale F.I.P.S.A.S. di Venezia indice il : TROFEO DI SERIE C PROVINCIALE DI PESCA AL COLPO 2014, qualificante

Dettagli

Trofeo Challenger Regate dell Amicizia

Trofeo Challenger Regate dell Amicizia Trofeo Challenger Regate dell Amicizia Edizione 2011 04 Giugno 09 Luglio 16 Ottobre Gaeta Civitavecchia Fiumicino in collaborazione con capitaneria di Porto guardia Costiera Bambino Gesù OSPEDALE PEDIATRICO

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO Cat. MASTER COASTAL-ROWING su imbarcazioni 1x, 2x e 4x+ (F. e M.) (Non valido per la Classifica Nazionale F.I.C.

CAMPIONATO ITALIANO Cat. MASTER COASTAL-ROWING su imbarcazioni 1x, 2x e 4x+ (F. e M.) (Non valido per la Classifica Nazionale F.I.C. C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO POLISPORTIVA SAN MARCO VILLAGGIO DEL PESCATORE (DUINO) 1) INVITO 2) 3) La Federazione Italiana Canottaggio indice e la Polisportiva San Marco organizza a DUINO,

Dettagli

XXXV CROCIERA DEL VERBANO Caldè, 1 giugno 2014 ACT 3 Campionato del Verbano Italo-Svizzero 2014.

XXXV CROCIERA DEL VERBANO Caldè, 1 giugno 2014 ACT 3 Campionato del Verbano Italo-Svizzero 2014. Circolo Nautico Caldè A.S.D.. XXXV CROCIERA DEL VERBANO Caldè, 1 giugno 2014 ACT 3 Campionato del Verbano Italo-Svizzero 2014. ISTRUZIONI DI REGATA 1. Comitato Organizzatore: Circolo Nautico Caldè Associazione

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI VENEZIA (Settore A.I.)

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE SEZIONE PROVINCIALE DI VENEZIA (Settore A.I.) TROFEO DI SERIE C PROVINCIALE DI PESCA AL COLPO 2015 REGOLAMENTO PARTICOLARE Art. 1 La Sezione Provinciale F.I.P.S.A.S. di Venezia indice il : TROFEO DI SERIE C PROVINCIALE DI PESCA AL COLPO 2015, qualificante

Dettagli

C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S.

C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA ATTIVITA SUBACQUEE COMITATO REGIONALE UMBRIA Via Martiri dei Lager, 65 - scala B 06100 PERUGIA - Tel. 0755010844 - Fax. 0755003755 Perugia,

Dettagli

1 REGOLAMENTI 1.1 1.2 Navigazione notturna: 1.3 ISCRIZIONI 2.1 2.2 2.3 2.4

1 REGOLAMENTI 1.1 1.2 Navigazione notturna: 1.3 ISCRIZIONI 2.1 2.2 2.3 2.4 1 REGOLAMENTI 1.1 La Regata sarà disputata applicando: - il Regolamento di Regata ISAF 2013/2016; - le ISAF Offshore Special Regulations 2014-2015 per le regate di 3^ categoria, con obbligo aggiuntivo

Dettagli

F.I.P.S.A.S. A.N.C.I.U. C.O.N.I.

F.I.P.S.A.S. A.N.C.I.U. C.O.N.I. con il patrocinio della Provincia di Padova F.I.P.S.A.S. A.N.C.I.U. C.O.N.I. DENOMINAZIONE L Associazione Ricreativa Culturale Sportiva dell'università degli Studi di Padova, in collaborazione con l'a.n.c.i.u.,e

Dettagli

Bando di Manifestazione velica

Bando di Manifestazione velica REGATA D ALTURA MINI-GIRAGLIA 8 9 10 Maggio 2015 Bando di Manifestazione velica A) IL COMITATO ORGANIZZATORE E LA LEGA NAVALE ITALIANA DELEGAZIONE DI CAPRAIA ISOLA La Lega Navale Italiana delegazione di

Dettagli

Le veleggiate,escluso il percorso della Coppa di Nestore, si svolgeranno negli specchi d acqua antistanti l Isola di Ischia.

Le veleggiate,escluso il percorso della Coppa di Nestore, si svolgeranno negli specchi d acqua antistanti l Isola di Ischia. Trofeo Città di Casamicciola Terme Coppa di Nestore diciassettesima Edizione Avviso di Veleggiata MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO Attività Promozionale FIV LOCALITA DELLE VELEGGIATE Le veleggiate,escluso

Dettagli

CAMPIONATO DI PROMOZIONE. Specialità Volo

CAMPIONATO DI PROMOZIONE. Specialità Volo CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 Specialità Volo 1. PREMESSA Al Campionato di Società di Promozione potranno partecipare tutte le Società aventi diritto e provenienti dalla ex Serie C Nazionale, rispettando

Dettagli

COMPAGNIA DELLA VELA REGATA LUI & LEI 2012

COMPAGNIA DELLA VELA REGATA LUI & LEI 2012 La Regata Lui & Lei è una regata aperta a tutte le imbarcazioni cabinate e monoscafo con equipaggio composte da 2 sole persone di sesso diverso. Saranno stilate classifiche in classe ORC International

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 ART. 1 TESSERAMENTO 1. Ogni squadra al momento dell iscrizione dovrà indicare un Referente, che potrà essere anche un partecipante al Torneo, il quale curerà i

Dettagli

INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) FIDASC Cinowork SCIA Small Large Velocità, Slalom, Ricupero, Tuffi

INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) FIDASC Cinowork SCIA Small Large Velocità, Slalom, Ricupero, Tuffi INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) (nuoto ecc.) della FIDASC è una specialità agonistica della disciplina Cinowork il cui fine è quello di far avvicinare le masse ad una attività sportiva che

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016

Stagione Sportiva 2015/2016 CAMPIONATO AMATORIALE NOTTURNO PROVINCIALE A 11 GIOCATORI OVER 40 NORME DI PARTECIPAZIONE - Regolamento ART. 1 - La Lega Calcio dell U.I.S.P. di Bergamo organizza, in collaborazione con la Associazione

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE A 2015. Specialità Volo

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE A 2015. Specialità Volo CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE A 2015 Specialità Volo 1. PREMESSA Al Campionato di Società di Serie A potranno partecipare tutte le Società aventi diritto, rispettando le norme del presente Regolamento.

Dettagli

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015 Ed. 10/2015 V2b 1 Art. 1) PARTECIPAZIONE Possono partecipare alle categorie COMPETITIVE tutte le Società regolarmente affiliate alla

Dettagli

Traversata del Lago d Orta Domenica 5 Luglio 2015

Traversata del Lago d Orta Domenica 5 Luglio 2015 EcletticaSports Traversata del Lago d Orta Domenica 5 Luglio 2015 LA SOCIETA SPORTIVA ECLETTICASPORTS ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON: ANPAS VOLONTARI DEL SOCCORSO CUSIO SUD-OVEST E GRUPPO EMERGENCY DEL

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE LOMBARDO A SQUADRE DI SOCIETA DI PESCA ALLA TROTA CON ESCHE NATURALI IN TORRENTE 2015

CAMPIONATO REGIONALE LOMBARDO A SQUADRE DI SOCIETA DI PESCA ALLA TROTA CON ESCHE NATURALI IN TORRENTE 2015 CAMPIONATO REGIONALE LOMBARDO A SQUADRE DI SOCIETA DI PESCA ALLA TROTA CON ESCHE NATURALI IN TORRENTE 2015 QUALIFICANTE ALLA SERIE SUPERIORE 2016 Art. 1 DENOMINAZIONE - Il Comitato Regionale Lombardo indice

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE B 2015. Specialità Volo

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE B 2015. Specialità Volo CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SERIE B 2015 Specialità Volo 1. PREMESSA Al Campionato di Società di Serie B potranno partecipare tutte le Società aventi diritto, rispettando le norme del presente Regolamento.

Dettagli

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico.

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico. DIPARTIMENTO NAZIONALE SETTORE MOTORISTICO A.S.C. REGOLAMENTO GENERALE 1 TROFEO PITBIKE CROSS MWM 2015 Le gare organizzate dalla MWM sotto l egida della A.M.I. dipartimento nazionale settore motoristico

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015

COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015 1 COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015 CICLOTURISMO Campionato Individuale di Cicloturismo (C.I.C.). ( In 16 prove ) Campionato

Dettagli

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 REGOLAMENTO TECNICO ART. 1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO FANTALEGAMARINA 2013-2014

REGOLAMENTO FANTACALCIO FANTALEGAMARINA 2013-2014 Pagina1 REGOLAMENTO FANTACALCIO FANTALEGAMARINA 2013-2014 Serie A FLM 1.0 Numero partecipanti Saranno 10 le partecipanti ai tornei Serie A FLM. 1.1 Quota partecipazione La quota di partecipazione alla

Dettagli

Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015

Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015 Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015 Lo Junior Bike Brescia è un circuito di manifestazioni ludico- sportive NON agonistiche riservate ai giovani e Giovanissimi, organizzato in due gironi distinti :

Dettagli

VIA MUGGIA, n. 14 36100 - VICENZA CAMPIONATO REGIONALE A BOX DI PESCA CON FEEDER 2015

VIA MUGGIA, n. 14 36100 - VICENZA CAMPIONATO REGIONALE A BOX DI PESCA CON FEEDER 2015 FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE COMITATO REGIONALE VENETO VIA MUGGIA, n. 14 36100 - VICENZA CAMPIONATO REGIONALE A BOX DI PESCA CON FEEDER 2015 Art. 1 Il Comitato Regionale Veneto

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO

UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO 1 TROFEO ENZO BASTOGI dall 8 Giugno 2015 TORNEO DI CALCIO A 5 c/o CIRCOLO TENNIS ORBETELLO ASD Via Giovanni da Orbetello 2 58015 Orbetello (Gr) 0564/867539

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. maxroto@tin.it ESPERIENZA LAVORATIVA IN AMBITO SPORTIVO. C U R R I C U L U M V I T A E Sportivo.

INFORMAZIONI PERSONALI. maxroto@tin.it ESPERIENZA LAVORATIVA IN AMBITO SPORTIVO. C U R R I C U L U M V I T A E Sportivo. C U R R I C U L U M V I T A E Sportivo INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA DELLA QUERCIA 49 88100 CATANZARO Telefono 0961/72.82.68 392/13.11.913 349/3737911 Fax 0961/728268 E-mail ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

INDIVIDUALE 1-2 -3 SERIE

INDIVIDUALE 1-2 -3 SERIE 12 A.S.D. Sezione di FERRARA CAMPIONATI PROVINCIALI REGOLAMENTO ISTITUTIVO PESCA AL COLPO INDIVIDUALE 1-2 -3 SERIE Qualificazione Campionato Italiano Individuale 2015 Individuale 1-2 -3 Serie 2014 rev.00

Dettagli

REGATE DEL CENTENARIO. Regata di Coastal Rowing in Yole de Mer, Gig e Jole BELLAGIO *** BANDO DI REGATA

REGATE DEL CENTENARIO. Regata di Coastal Rowing in Yole de Mer, Gig e Jole BELLAGIO *** BANDO DI REGATA REGATE DEL CENTENARIO Regata di Coastal Rowing in Yole de Mer, Gig e Jole BELLAGIO *** BANDO DI REGATA 1. INVITO LUNEDI 02 GIUGNO 2008 La Federazione Italiana Canottaggio indice e l UNIONE SPORTIVA BELLAGINA

Dettagli

GRANFONDO VALLE DEL TEVERE COPPA CITTA DI FIANO ROMANO TROFEO MASSIMO GILI

GRANFONDO VALLE DEL TEVERE COPPA CITTA DI FIANO ROMANO TROFEO MASSIMO GILI GRANFONDO VALLE DEL TEVERE COPPA CITTA DI FIANO ROMANO TROFEO MASSIMO GILI REGOLAMENTO Il Cicloclub Fiano Romano asd organizza, domenica 13 settembre, la 2 edizione della Granfondo Valle del Tevere città

Dettagli

ISTRUZIONI DI REGATA (IdR)

ISTRUZIONI DI REGATA (IdR) Edizione 2015 ISTRUZIONI DI REGATA (IdR) Aggiornate al 26 maggio 2015 La manifestazione si svolge su tre prove, una regata di altura, con partenza differenziata, e due su percorso costiero dal 30 maggio

Dettagli

Enea Casaccia Orientering - Via Anguillarese, 301-00123 S.Maria di Galeria ROMA c/o CRAL Pag. 1 di 5

Enea Casaccia Orientering - Via Anguillarese, 301-00123 S.Maria di Galeria ROMA c/o CRAL Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO SOCIALE ENEA 2015-2016 approvato dal Consiglio Direttivo (CD) dell ASD ENEA Casaccia Orientering (E.C.O.) il 3 settembre 2015 1. PREMESSA Il Campionato sociale ENEA, di seguito

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Delegazione Regionale Marche

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Delegazione Regionale Marche FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Delegazione Regionale Marche Gruppo Dilettantistico Canottaggio della Lega Navale Italiana di Porto San Giorgio (FM) - Società

Dettagli

Centomiglia nel Golfo degli Angeli

Centomiglia nel Golfo degli Angeli ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SOCIETA' CANOTTIERI ICHNUSA Regata Velica Centomiglia nel Golfo degli Angeli Cagliari 11 12 Luglio 2015 BANDO DI REGATA ENTE ORGANIZZATORE: ASD Società Canottieri

Dettagli

REGOLAMENTO MOTOCROSS

REGOLAMENTO MOTOCROSS REGOLAMENTO MOTOCROSS Sono gare di motocross tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgono su piste fuoristrada chiuse ad anello e da percorrersi più volte. Le piste da fuori strada possono essere

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE Viale Tiziano, 70-00196 ROMA. Settore Acque Marittime

C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE Viale Tiziano, 70-00196 ROMA. Settore Acque Marittime C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE Viale Tiziano, 70-00196 ROMA Settore Acque Marittime CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE CANNA DA NATANTE 2007 LIPARI (ISOLE

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE DELLA MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO PARTICOLARE DELLA MANIFESTAZIONE Comitato Organizzatore NUOTO ACQUE LIBERE ORISTANO Sede Circolo Nautico Oristano A.S.D.c/o Porticciolo Turistico di Torre Grande (OR) C.F. n 900 4781 095 8 Cell. 3402781919 Contatti e informazioni trav.sinis@gmail.com

Dettagli

ATTREZZATURE PER LA PESCA SPORTIVA & PROFESSIONALE

ATTREZZATURE PER LA PESCA SPORTIVA & PROFESSIONALE ATTREZZATURE PER LA PESCA SPORTIVA & PROFESSIONALE Magic Marlin di Santo e Consolato Polimeno S.S. 106 - Zona Industriale - Condofuri Marina (RC) Tel. + 39 0965 784269 - Fax + 39 0965 784269 www.magicmarlin.it

Dettagli

ASD Sistiana89 RILKE CUP 2015. Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata

ASD Sistiana89 RILKE CUP 2015. Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata ASD Diporto Nautico Sistiana Yacht Club PORTOPICCOLO ASD Sistiana89 Federazione Italiana Vela RILKE CUP 2015 Domenica 18 ottobre 2015 13 edizione Istruzioni di regata 1 - CIRCOLI ORGANIZZATORI ASD Diporto

Dettagli

La quota di iscrizione dovrà essere versata tramite bonifico bancario intestato a:

La quota di iscrizione dovrà essere versata tramite bonifico bancario intestato a: F.I.P.S.A.S. A.N.C. I.U. C..O.N.I. DENOMINAZIONE L ARCS Università di Padova, Associazione Sportiva Dilettantistica e di Promozione Sociale dell'università degli Studi di Padova, indice e organizza la

Dettagli

CANOTTIERI SANREMO A.S.D. C.O.N.I.

CANOTTIERI SANREMO A.S.D. C.O.N.I. CANOTTIERI SANREMO A.S.D. C.O.N.I. F.I.C. REGIONE LIGURIA COMUNE DI SANREMO XXXIII TROFEO ARISTIDE VACCHINO" 2014 18-19 ottobre 2014 REGATA INTERNAZIONAZIONALE IN SINGOLO 7.20 RISERVATA AGLI ATLETI NATI

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLAMENTO RALLY ITALIA TALENT. Terza Edizione 2015/2016

REGOLAMENTO REGOLAMENTO RALLY ITALIA TALENT. Terza Edizione 2015/2016 REGOLAMENTO REGOLAMENTO RALLY ITALIA TALENT Terza Edizione 2015/2016 PREMESSA L Organizzatore, come definito al punto seguente, dichiara che Rally Italia Talent sarà munito delle necessarie autorizzazioni

Dettagli

C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO FEDERAZIONE MONEGASQUE D AVIRON SOCIETE NAUTIQUE DE MONACO CANOTTIERI SANREMO a.s.d.

C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO FEDERAZIONE MONEGASQUE D AVIRON SOCIETE NAUTIQUE DE MONACO CANOTTIERI SANREMO a.s.d. C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO FEDERAZIONE MONEGASQUE D AVIRON SOCIETE NAUTIQUE DE MONACO CANOTTIERI SANREMO a.s.d. 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio e la Federation Monegasque d

Dettagli

III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 9 OTTOBRE 2011

III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 9 OTTOBRE 2011 Bando di Regata III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO REGATA PROMOZIONALE APERTA LOVERE, 9 OTTOBRE 2011 1 - INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e la Società Canottieri Sebino organizza

Dettagli

Aeroclub Volovelistico Lariano Aeroporto "G. Maestri" Alzate Brianza (CO)

Aeroclub Volovelistico Lariano Aeroporto G. Maestri Alzate Brianza (CO) Aeroclub Volovelistico Lariano Aeroporto "G. Maestri" Alzate Brianza (CO) Scopo di Esathlon: TROFEO ENEA Informazioni generali e di sicurezza v. 3.2 20-02-2015 Esathlon è una manifestazione sportiva gratuita,

Dettagli

4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE

4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE 1. CALENDARIO. 4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE Il calendario ufficiale del 4 Campionato Amatoriale di calcio a 5 Francigena Cup e Avis Cup, verrà consegnato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E

G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E Parrocchie: S.S. Simone e Giuda Apostoli S. Giovanni Evangelista G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E 2 0 0 5 R E G O L A M E N T O 1. Alla chiusura delle iscrizioni, il giudice arbitro procede

Dettagli

PROGRAMMA 8-11 Maggio 2014

PROGRAMMA 8-11 Maggio 2014 con il patrocinio di: con il patrocinio di: Provincia di Pesaro e Urbino PROGRAMMA 8-11 Maggio 2014 3 Campionato Italiano Drifting per Società Sponsor tecnico della manifestazione PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Dettagli

1 TROFEO ANGELO ROTA

1 TROFEO ANGELO ROTA 1 TROFEO ANGELO ROTA GARA DI QUALIFICAZIONE NAZIONALE DI APNEA DINAMICA CON ATTREZZI Valevole come Campionato Provinciale di Bergamo Piscina Comunale Onda Blu Viale Antonio Locatelli, 50 Dalmine (BG) 29

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO

AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO Art. 1 Denominazione L Automobile Club Catanzaro, di seguito denominato Comitato Organizzatore (in forma abbreviata

Dettagli

Campionato Regionale H2O UISP Campania 2015

Campionato Regionale H2O UISP Campania 2015 Al Presidente UISP Regionale Campania Ai Comitati Territoriali UISP Al Responsabile del GAN Campania Alle Società affiliate Campionato Regionale H2O UISP Campania 2015 Marina di Camerota (SA) - 14 Giugno

Dettagli

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE CACCIA PESCA E SPORT Servizio CACCIA E PESCA Via San Giorgio 5/a - 24121 BERGAMO Tel. 035-387.458 - Fax 035-387.582 e-mail: segreteria.faunistico@provincia.bergamo.it sito

Dettagli

Campionato Velico del Lario 2015

Campionato Velico del Lario 2015 Campionato Velico del Lario 2015 ORC/Metrico Istruzioni di Regata Standard (Ver. 5 del 11/05/2015) COMITATO ORGANIZZATORE, DI REGATA, DI GIURIA, COMM. STAZZA A cura del Comitato Tecnico dei Circoli Velici

Dettagli

a motore Presso Organizzato da: e YCML ed il

a motore Presso Organizzato da: e YCML ed il Raduno Yacht Classicii Americani e yacht d epoca a motore Organizzato da: American Classic Yacht association Con la collaborazione di ASDEC e YCML ed il Patrocinio del Comune di Loano e dello Yacht Club

Dettagli

Raduno della Solidarietà Manifestazione di regolarità storica REGOLAMENTO

Raduno della Solidarietà Manifestazione di regolarità storica REGOLAMENTO Raduno della Solidarietà Manifestazione di regolarità storica REGOLAMENTO 1) Il Club Orobico federato A.S.I. indice e organizza il giorno Sabato 10 Maggio 2015 una manifestazione di regolarità per Auto

Dettagli

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE Denominazione Manifestazione: Gran Fondo Giro d Italia Organizzazione: SSD RCS Active Team a r.l. Data: 22 Maggio 2016 Partenza: Cividale del Friuli (UD) Arrivo: Cividale del

Dettagli

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO 1. Potranno partecipare ai tornei solo giocatori amatoriali. Per quanto concerne gli esterni sono esclusi tutti i tesserati FIGC di qualsiasi categoria. Potranno

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO

AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO 1 REGOLAMENTO Art. 1 PREMESSE GENERALI CONCORRENTI CONDUTTORI AMMESSI L Automobile Club Padova, indice ed organizza il Campionato Sociale 2015

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE Viale Tiziano 70 00196 Roma SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE Viale Tiziano 70 00196 Roma SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME C.I.P.S. C.O.N.I. C.M.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE Viale Tiziano 70 00196 Roma SETTORE TECNICO - ACQUE MARITTIME CAMPIONATO ITALIANO PER SOCIETA A BOX 2009 DI PESCA CON

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB TRENTO 1 CAMPIONATO SLALOM ACI TRENTO ANNO 2015 REGOLAMENTO

AUTOMOBILE CLUB TRENTO 1 CAMPIONATO SLALOM ACI TRENTO ANNO 2015 REGOLAMENTO AUTOMOBILE CLUB TRENTO 1 CAMPIONATO SLALOM ACI TRENTO ANNO 2015 REGOLAMENTO Art. 1 Denominazione L'Automobile Club Trento, di seguito denominato Comitato Organizzatore (in forma abbreviata C.0.), con sede

Dettagli

Proloco Isola di Capraia. Regolamento Gara di Pesca del Totano. La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013

Proloco Isola di Capraia. Regolamento Gara di Pesca del Totano. La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013 Proloco Isola di Capraia XIIª Gara di Pesca e Sagra del Totano Isola di Capraia, Venerdi 1 novembre - Domenica 3 novembre 2013 Regolamento Gara di Pesca del Totano La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013

Dettagli

CIRCOLI VELICI RIUNITI PALERMO MINI ALTURA CAMPIONATO NAZIONALE D AREA IONIO - TIRRENO MERIDIONALE BANDO DI REGATA

CIRCOLI VELICI RIUNITI PALERMO MINI ALTURA CAMPIONATO NAZIONALE D AREA IONIO - TIRRENO MERIDIONALE BANDO DI REGATA CIRCOLI VELICI RIUNITI PALERMO MINI ALTURA IONIO - TIRRENO MERIDIONALE 2 0 1 5 BANDO DI REGATA ENOMINAZIONE: Campionato Nazionale d'area Mini Altura dello Ionio e del Tirreno Meridionale 2015. ORGANIZZAZIONE:

Dettagli

I Comitati Provinciali di: La Spezia, Livorno/Grosseto, Lucca, Massa/Carrara, Pisa ORGANIZZANO

I Comitati Provinciali di: La Spezia, Livorno/Grosseto, Lucca, Massa/Carrara, Pisa ORGANIZZANO I Comitati Provinciali di: La Spezia, Livorno/Grosseto, Lucca, Massa/Carrara, Pisa ORGANIZZANO 1 REGOLAMENTO UFFICIALE 2015-2016 Ultimo aggiornamento: 05 Agosto 2015 Prossimo aggiornamento previsto: entro

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

TROFEO NAZIONALE RALLY AGGIORNAMENTO AL 12 MARZO 2015

TROFEO NAZIONALE RALLY AGGIORNAMENTO AL 12 MARZO 2015 Regolamento di Settore TROFEO NAZIONALE RALLY AGGIORNAMENTO AL 12 MARZO 2015 Art. 24.3) Art. 2.1 lett. b) 1) TROFEO ACI-SPORT RALLY NAZIONALI TRN 1.1) Premessa Sarà aggiudicato un Trofeo ACI-Sport Rally

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti RAMO TRASPORTI. Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure. Ordinanza n 152/2009

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti RAMO TRASPORTI. Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure. Ordinanza n 152/2009 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti RAMO TRASPORTI Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure Ordinanza n 152/2009 Il Tenente di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del Circondario

Dettagli

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Cosenza, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e

Dettagli

Regolamento Nazionale Gare di Fotografia Subacquea

Regolamento Nazionale Gare di Fotografia Subacquea Regolamento Nazionale Gare di Fotografia Subacquea (approvato dal C.F. in data 19/20 Settembre 2014) ART. 1 La FOTOGRAFIA SUBACQUEA è un'attività tecnica e sportiva che ha lo scopo di realizzare immagini

Dettagli

SUPER TROFEO A.S.I. GINO MUNARON

SUPER TROFEO A.S.I. GINO MUNARON AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO 2013 COMMISSIONE NAZIONALE MANIFESTAZIONI AUTO SUPER TROFEO A.S.I. GINO MUNARON REGOLAMENTO INTEGRATIVO al Regolamento Manifestazioni di Regolarità con strumentazione libera

Dettagli

1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE

1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATO DI VESPA RALLY 2014 1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE Questo Campionato di regolarità VESPA consiste in vari eventi turistici organizzati dal Vespa Club Pontedera (VCP) sotto

Dettagli

Regolamento Raduni 1 Camper APS

Regolamento Raduni 1 Camper APS Regolamento Raduni 1 Camper APS Premessa Il presente regolamento è vincolante per i Partecipanti ai viaggi e raduni organizzati dall associazione 1 Camper APS. Tutti i partecipanti dichiarano di conoscere

Dettagli

Commissione Nazionale Manifestazioni Auto. REGOLAMENTO (approvato dal C.F. il 17 / 10 / 2003) NORME GENERALI

Commissione Nazionale Manifestazioni Auto. REGOLAMENTO (approvato dal C.F. il 17 / 10 / 2003) NORME GENERALI Commissione Nazionale Manifestazioni Auto REGOLAMENTO (approvato dal C.F. il 17 / 10 / 2003) NORME GENERALI Art. 1 La Commissione Nazionale Manifestazioni (C.N.M.) è istituita in base agli artt. 17, 18,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER LA LOCAZIONE DELLE IMBARCAZIONI

CONDIZIONI GENERALI PER LA LOCAZIONE DELLE IMBARCAZIONI CONDIZIONI GENERALI PER LA LOCAZIONE DELLE IMBARCAZIONI 1. OGGETTO L armatore concede in locazione al Conduttore l imbarcazione da diporto senza equipaggio, indicata nella comunicazione di conferma di

Dettagli

REGOLAMENTO GIRO DELLE 5 PORTE 27 SETTEMBRE 2015

REGOLAMENTO GIRO DELLE 5 PORTE 27 SETTEMBRE 2015 REGOLAMENTO GIRO DELLE 5 PORTE 27 SETTEMBRE 2015 Gara competitiva TIPO GARA Corsa competitiva su strada di 10 km, valevole come Campionato Provinciale FIDAL (Cremona) per tutte le categorie (J/P/S M e

Dettagli

XXXI LA VELA PER LA VITA Belgirate, 13/14 giugno 2015

XXXI LA VELA PER LA VITA Belgirate, 13/14 giugno 2015 CIRCOLO VERBANO VELA asd XXXI LA VELA PER LA VITA Belgirate, 13/14 giugno 2015 Modulo d iscrizione (* campi obbligatori) *Nome Imbarcazione *Modello.. *L.F.T. Colore scafo/scritte Particolari... Colore

Dettagli

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA 6 CAMPIONATO PROVINCIALE 6 COPPA UISPFC di CALCIO a 11 Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI Norme di Partecipazione e Deroghe al Regolamento Nazionale di Calcio a 11 Stagione

Dettagli

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 AVVISO DI VELEGGIATA ATTIVITA PROMOZIONALE FIV 1 ORGANIZZAZIONE Diporto Velico Veneziano - Porticciolo E. De Zottis - S. Elena - Venezia

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE. Art. 2 - SCOPO del TORNEO. Art. 3 - DEFINIZIONE dei QUARTIERI

REGOLAMENTO GENERALE. Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE. Art. 2 - SCOPO del TORNEO. Art. 3 - DEFINIZIONE dei QUARTIERI REGOLAMENTO GENERALE aggiornato al 09/03/2014 Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE Il Comitato dei Giochi di Pinasca, d ora in poi denominato Organizzazione, istituisce i Giochi senza Quartiere, manifestazione

Dettagli

4 prova Campionato Minialtura anno 2014

4 prova Campionato Minialtura anno 2014 4 prova Campionato Minialtura anno 2014 Agrigento 05-06 luglio 2014 Club Nautico Punta Piccola BANDO DI REGATA PROGRAMMA CAMPIONATO 10-11 maggio 1 prova Campionato Minialtura San Leone 17-18 maggio 2 prova

Dettagli

Circolo Velico Riminese

Circolo Velico Riminese Circolo Velico Riminese REGATA VALEVOLE PER L ASSEGNAZIONE DEL TITOLO DI CAMPIONE ITALIANO OFFSHORE BANDO DI REGATA 3^ Rimini- Gagliola Sansego-Rimini 2015 11-12-13-14 Settembre 2015 La Rimini Gagliola

Dettagli

TROFEO CITTA DI CERVIA Per Cani da Salvataggio Nautico

TROFEO CITTA DI CERVIA Per Cani da Salvataggio Nautico PRESENTAZIONE TROFEO CITTA DI CERVIA Per Cani da Salvataggio Nautico Il soccorso nautico, tramite unità cinofile, è sicuramente una disciplina impegnativa, ma soprattutto divertente. È una specialità cinofilo

Dettagli

CENTRO VELICO RIVIERAVENTO Associazione Sportiva Dilettantistica

CENTRO VELICO RIVIERAVENTO Associazione Sportiva Dilettantistica 1/ Regolamento generale per la partecipazione alle attività 1. Modalità di partecipazione Per partecipare alle attività del (CVRV) è necessario: essere in regola con la quota annuale di iscrizione (tessera)

Dettagli

BANDO DI REGATA. 1 - Organizzazione

BANDO DI REGATA. 1 - Organizzazione 2015 1 - Organizzazione BANDO DI REGATA La regata è organizzata dal Circeo Yacht Vela Club asd, sotto l egida della Federazione Italiana Vela (FIV) e dell Unione Vela d Altura Italiana (UVAI). 2 - Programma

Dettagli

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877 Federazione Italiana Canottaggio COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli