The Italian Sonnet. From the Middle Ages To the Present Day. An Italian Sub Faculty production

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "The Italian Sonnet. From the Middle Ages To the Present Day. An Italian Sub Faculty production"

Transcript

1 The Italian Sonnet From the Middle Ages To the Present Day An Italian Sub Faculty production Texts to be prepared for Paper III in Italian in the Modern Languages Preliminary Examination

2 The Italian Sonnet from the Middle Ages to the Present Day CONTENTS Page Introduction 1 The Form of the Sonnet 2 2 The Hendecasyllable 2 3 The Language of Italian Poetry 3 Texts 1 Giacomo da Lentini Io m aggio posto in core a Dio servire 6 2 Guido Cavalcanti Chi è questa che ven ch ogn om la mira? 7 3 Tu m hai sí piena di dolor la mente 4 Dante Alighieri A ciascun'alma presa e gentil core 8 5 Tanto gentile e tant onesta pare 6 Guido, i vorrei che tu e Lapo ed io 7 Cecco Angiolieri S i fosse fuoco, arderëi l mondo 9 8 L uom non può sua ventura prolungare 9 Francesco Petrarca Voi che ascoltate in rime sparse il suono Movesi il vecchierel canuto et bianco 11 Erano i capei d oro a l aura sparsi L aura serena che fra verdi fronde 13 L aura celeste che n quel verde lauro Levommi il mio penser in parte ov era 15 Zefiro torna e l bel tempo rimena 16 Michelangelo Vorrei voler, Signor, quel ch io non voglio O notte, o dolce tempo, benché nero 18 Vittoria Colonna Nudriva il cor d una speranza viva Quasi rotonda palla accesa intorno 20 Giovanni Della Casa O sonno, o de la queta, umida ombrosa O dolce selva solitaria, amica 22 Gaspara Stampa Voi, ch ascoltate in queste meste rime O notte, a me piú chiara e piú beata 24 Torquato Tasso Quando avran queste luci e queste chiome Negli anni acerbi tuoi purpurea rosa 26 Diva, a cui sacro è questo ostello e questa Ugo Foscolo Forse perché della fatal quiete 28 Né più mai toccherò le sacre sponde Un dì, s io non andrò sempre fuggendo 30 G. G. Belli Er giorno der giudizzio La bbona famijja 32 Giovanni Pascoli I gattici Il nido 34 Umberto Saba In cortile Ebbi allora un amico; a lui scrivevo 36 L ossesso Eugenio Montale Gli orecchini 38 La frangia dei capelli Il ventaglio 40 Patrizia Valduga Nel luglio altero, lui tenero audace E bella notte è questa che nel cuore Further reading 26 Vocabulary 27

3 2 The Italian Sonnet Introduction The sonnet was invented in Italy, probably in Sicily by Giacomo Lentini in the first half of the 13th century. It spread throughout Europe during the Renaissance. In Italy itself the tradition of sonnetwriting has continued until the present, even if at certain periods it has fallen out of fashion. The early 19th century, for instance, found it restrictive, as did later modernists. So there are no notable sonnets by Leopardi or Ungaretti. But most Italian poets have written sonnets, and always with an awareness of the preceding tradition and of the modifications they have brought to established practices. The dominant figure has usually been Petrarch, but Petrarch himself wrote with his predecessors very much in mind. This anthology runs from the earlier 13th century to the later 20th. It aims to introduce you to the sonnet tradition in Italy and hence to the lyric tradition as a whole. The poems are chosen partly as representative of the work of individual authors, partly to show changes and trends, but also because they are interesting poems in their own right and in many instances remarkable works of art. 1 The Form of the Sonnet The Italian sonnet, like sonnets everywhere, normally has 14 lines. These are almost always 11 syllable lines - hendecasyllables (endecasillabi), the major line of Italian poetry, corresponding to the English iambic pentameter and the French alexandrine. The 14 lines are divided into an octave or octet of eight lines divided into two quatrains each of four lines and a sestet of six lines, divided into two tercets each of three lines. The earliest sonnets tend to rhyme ABAB ABAB CDC DCD, but already in the later 13th century ABBA ABBA has become normal in the octave and various further patterns become common in the sestet in the 14th century, especially CDE CDE. This schema seems to favour an outward movement of thought in the octet, followed by a counter movement in the sestet, as is canonically exemplified by Petrarch s first sonnet (poem 9). Though many other dynamics are possible, the Italian sonnet tends to have a quite different feel from the the English or Shakespearean sonnet (ABAB CDCD EFEF GG), which does not have such an interlocking structure and tends to use the final couplet to round the poem off with a flourish. 2 The Hendecasyllable (endecasillabo) Normally hendecasyllables are indeed of 11 syllables, ending with parole piane. But lines of 10 syllables, ending in a stressed syllable ( parole tronche ) eg. giù, città -- also count as hendecasyllables, as do lines of 12 syllables, ending with stress on the antepenultimate syllable ( parole sdrucciole ) -- eg bellìssimo, pòrtano. Our anthology contains only a few isolated examples of either. It is important to recognise that metrically contiguous vowels normally count as one syllable, whether in the same word (synhaeresis) or across words (synaloephe). Eg. poem 11, line 1: Voi ch ascoltáte^in rime spárse^il su^òno But sometimes vowels retain their full quality to create special effects. Within words this is usually indicated in modern editions by ï, ë, etc. Eg. poem 3, line 7: per questa fiera donna, che nïente Rhyme in Italian is determined by stressed syllables. Most rhymes are feminine, ie occupying both syllables of parole piane : so pòrto rhymes with còrto, pace with tace etc. But libro does not rhyme with uomo, or labbro or apro, nor fìno with tèntino. But monosyllables or words with stressed final syllables do rhyme: so giù rhymes with virtù, pietà with sarà. Similarly with parole sdrucciole : so lèggono rhymes with sèggono. Stress patterns in Italian verse have relative flexibility compared with French, but some patterns are standard. Traditionally there is always a stress on the 10 th syllable. There is also a second stress, either on the 6 th or on the 4 th syllable. If the stress is on the 6 th syllable, the hendecasyllable is a maiore : the first part of the line is practically constituted by a settenario (therefore it is longer than the second part). If the stress is on the 4 th syllable, the hendecasyllable is a minore : the first part of the line is practically constituted by a quinario (therefore it is shorter than the second part). A caesura is felt after the stressed word: Examples of hendecasyllables a maiore : Nel mezzo del cammin di nostra vita (Inferno 1, 1) Carlo Magno, vincendo, la soccorse (Paradiso 6, 96)

4 Examples of hendecasyllables a minore : The Italian Sonnet 3 Sempre caro mi fu quest ermo colle (Leopardi, L infinito, 1) onde si muovono a diversi porti (Paradiso 1, 112) in queste stelle che ntorno a lor vanno (Paradiso 7, 138) There are also hendecasyllables where both the 4 th and the 6 th syllable is stressed in which case it will be up to the reader s sensibility or instinct to decide which metrical type the line belongs to. Examples: Voi ch ascoltate in rime sparse il suono (Petrarca, RVF 1, 1) favola fui gran tempo, onde sovente (Petrarca, RVF 1, 10) At least one further stress is normal, giving patterns such as; Voi ch ascoltáte in ríme spárse il suóno del vario stíle in ch io piángo et ragióno quand era in párte altr uóm da quél ch i sóno che quanto piáce al móndo è bréve sógno fra le váne speránze e l van dolóre fávola fui gran témpo onde sovénte (All the examples above are from the first sonnet of Petrarch s RVF) Rather rare are lines where neither the 4 th nor the 6 th syllable is stressed. Examples: E come, per lo natural costume (Paradiso 21, 34) 3. The Language of Italian Poetry These notes are intended to help with reading Italian poetry and identify common differences from modern Italian (even in some contemporary poems). A good many of the features listed appear also in prose up to at least the 16th century. Examples give old forms on the left modern forms on the right. A. Forms of words (Phonetic differences) i) Simple vowels for diphthongs: core novo foco etc vene tene etc ii) Loss of final vowels especially after -l, -n, -r. ciel gentil vil vivon canteran sappian fin van fan cor tor mar mor or cuore nuovo fuoco etc viene tiene etc cielo gentile vile vivono canteranno sappiano fino / fine vanno fanno cuore torre / togliere mare muore ora / oro but also final unstressed -i, which may affect preceding -l- or -gl- or -ll-:- ne co mie me nei coi miei qua avre quali avrei cape capei (capegli, capelli) iii) An unstressed -e or -o may sometimes be added to stressed final vowels. hae fue ha fu poteo uscio poté uscí iv) Some words will appear in forms that look like mis-spellings of modern standard Italian. Vowels may be slightly different: consonants may be single where they are double in modern Italian or viceversa and may appear in what look like French or Latin combinations rather than Italian ones.

5 4 The Italian Sonnet eo el me te securo inamora loco augello, occello io il mi ti sicuro innamora luogo uccello B. Grammar (Morphology) i) Articles il el l lo il lo i e gli i gli ii) Object Pronouns n ne sen va etc iii) Verb forms Future faraggio etc (Only 1st person) Imperfect andava faceva etc avea aveano etc dormia dormiano so: potea vivea parea uscia sentia etc Passato remoto legaro finiro etc presono ebbono etc Conditional avria avriano saria sariano so: faria verria etc se ne va etc farò etc andavo facevo etc aveva/o avevano etc dormiva/o dormivano legarono finirono etc presero ebbero etc avrei avrebbe avrebbero sarei sarebbe sarebbero farei farebbe verrei verrebbe iv) Individual verbs AVERE aggio ave arò ESSERE fia fiano fora forano fussi etc fur fuor furo ANDARE vo but ire or gire may appear in its stead: iva gia ivano givano ite gite gì DARE die diè dierono diero denno FARE fo fea feano fé feciono fenno fero DOVERE deggio deggia de POTERE pòi puote pò pon ponno porò VEDERE veggio/no veggo/no vegga etc ho ha avrò sarò/ai saranno sarei/ebbe sarebbero fosse etc furono vado andava/o andavano andate andò diede diedero faccio faceva/o faceavano fece fecero devo debba deve puoi può possono potrò vedo/no veda etc

6 The Italian Sonnet 5 C. Syntax i) Position of pronouns Unstressed pronouns often appear after the verb where in modern Italian they appear before (and sometimes vice-versa). This happens usually at the beginning of a sentence or main clause. It can give rise to odd-looking formations: spargesi si sparge doleasi si doleva parmi mi pare fansi si fanno Doubling of the first consonant of the pronoun normally occurs after a stressed final vowel: levommi mi levò vassene se ne va tiemme mi tiene ii) Word order This is much freer than in modern Italian. Subject and object may be inverted and the verb may be displaced to the end of a sentence or clause. Agreements make the sense plain. Fairly complex sentence formations are common from Petrarch onwards, with a good deal of subordination. Be patient. It almost always makes sense. D. Special cases The following common words often cause misunderstandings: ove onde però altrui (indefinite pronoun in objective sense) meco teco etc alma almo/a vago gentile wherefore, hence so, as a result people con me, con te, etc anima nurturing, lofty lovely, charming noble

7 6 The Italian Sonnet Giacomo da Lentini (before 1250) Giacomo da Lentini is the principal figure in the Scuola Siciliana, the earliest group of poets writing in a form of Italian whose poems have survived. They were associated with the court of the Emperor Frederick II in Southern Italy and Sicily. Though they wrote almost entirely about love, most were court functionaries. Giacomo was a notary. We know nothing else about him. He is usually credited with the invention of the sonnet. About thirty of his poems survive. 1 Io m aggio* posto in core a Dio servire, com io potesse gire in paradiso, al santo loco ch aggio audito dire u * si mantien sollazo, gioco e riso. Sanza mia donna* non vi vorría* gire, quella c ha blonda testa e claro viso, ché sanza lei non potería* gaudere, estando da la mia donna diviso. Ma no lo dico a tale intendimento* perch io peccato ci volesse fare, se non veder lo suo bel portamento ho dove lady ; vorrei potrei with the understanding e lo bel viso e l morbido sguardare: ché lo mi terria* n gran consolamento vegendo la mia donna in ghiora* stare. terrebbe gloria (Poesie, 27)

8 The Italian Sonnet 7 Guido Cavalcanti (c ) From a powerful aristocratic family, Cavalcanti is the first Florentine poet of real importance. He was a friend of the young Dante and the two are normally considered the principal practitioners of the dolce stil novo, the new style of poetry that flourished in Florence in the late 13th century. But Cavalcanti, unlike Dante, dwells almost entirely on the pains of love, not its benefits. Almost fifty of his poems survive. 2 Chi è questa che vèn*, ch ogn om la mira, che fa tremar di chiaritate* l âre* e mena seco Amor, sì che parlare null omo pote, ma ciascun sospira? O Deo, che sembra quando li occhi gira, dical * Amor, ch i nol savria contare: cotanto d umiltà donna mi pare, ch ogn altra ver di lei* i la chiam ira. viene chiarezza; aria lo dica in confronto Non si poria contar la sua piagenza, ch a le s inchin ogni gentil vertute, e la beltate per sua dea la mostra. Non fu sì alta già la mente nostra e non si pose n noi tanta salute, che propiamente n aviàn* canoscenza. abbiamo (Rime, 4) 3 Tu m hai sí piena* di dolor la mente, che l anima si briga di partire, e li sospir che manda l cor dolente mostrano agli occhi che non può soffrire. riempito Amor, che lo tuo grande valor sente, dice: "E mi duol che ti convien morire per questa fiera donna, che nïente par che piatate di te voglia udire". I vo come colui ch è fuor di vita, che pare, a chi lo sguarda, ch omo sia fatto di rame o di pietra o di legno, che si conduca sol per maestria e porti ne lo core una ferita che sia, com egli è morto, aperto segno. (Rime, 8)

9 8 The Italian Sonnet Dante Alighieri ( ) Dante gathered a selection of his early poems in his first work, the Vita nova (c1295), in which he tells of his love for Beatrice ( she who blesses, usually identified with Bice Portinari) from the age of nine until after her death in Poem 4 is the first poem in the work, in which Dante asks his fellow poets to reply to his extraordinary vision in a sonnet of response. Similarly poem 6 is Dante s reply to a sonnet by Cino da Pistoia, another member of the dolce stil novo group of poets. Poem 5 is one of the most famous sonnets in Italian, from the central part of the Vita nova celebrating Beatrice s exceptional qualities and their effects (it should be compared and contasted with poems 2 and 13). 4 A ciascun alma presa* e gentil core nel cui cospecto ven lo dir* presente, in ciò che* mi riscrivan suo parvente*, salute in lor segnor, cioè Amore. Già eran quasi che aterzate l ore del tempo che omne stella n è lucente*, quando m apparve Amor subitamente, cui essenza membrar* mi dà orrore. Allegro mi sembrava Amor tenendo meo core in mano, e nelle braccia avea madonna involta in un drappo dormendo. captive poem so that opinion ie a third of the way into the night the memory of whose being Poi la svegliava, e d esto core ardendo lei paventosa umilmente pascea. Apresso gir lo ne* vedea piangendo. thence (Vita nova, 3) 5 Tanto gentile* e tanto onesta* pare la donna mia quand ella altrui* saluta, ch ogne lingua deven* tremando muta, e li occhi no l ardiscon di guardare. Ella si va, sentendosi laudare, benignamente d umiltà vestuta; e par che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare. Mostrasi* sì piacente a chi la mira, che dà per li occhi una dolcezza al core, che ntender no la può chi no la prova: noble ; beautiful people (obj.) diventa si mostra 6 e par che de la sua labbia si mova un spirito soave pien d amore, che va dicendo a l anima: Sospira. Guido, i' vorrei che tu e Lapo ed io fossimo presi per incantamento, e messi in un vasel* ch'ad ogni vento per mare andasse al voler vostro e mio, sì che fortuna* od altro tempo rio non ci potesse dare impedimento, anzi, vivendo sempre in un talento*, di stare insieme crescesse 'l disio. vessel, boat storm accord (Vita nova, 17)

10 The Italian Sonnet 9 Dante Alighieri (contd.) E monna Vanna e monna Lagia poi con quella ch'è sul numer de le trenta con noi ponesse il buono incantatore: e quivi ragionar sempre d'amore, e ciascuna di lor fosse contenta, sì come i' credo che saremmo noi. (Rime, 9) 1: Guido Cavalcanti and Lapo Gianni were fellow members of the dolce stil novo 9: Madonna Vanna and Madonna Lagia were the ladies beloved by Guido and Lapo respectively Cecco Angiolieri (c1260-c1312) The Sienese Cecco Angiolieri is the best-known of the medieval Italian poeti giocosi. As their name suggests, they indulged in a poetry that was more realistic than that of the dolce stil novo. Cecco may or may not have been as outrageous in reality as he pretends he is in poem 7. 7 S i fosse fuoco, arderëi l mondo; s i fosse vento, lo tempestarei; s i fosse acqua, i l annegherei; s i fosse Dio, mandereil * en profondo; s i fosse papa, allor serei giocondo, ché tutti cristïani imbrigarei*; s i fosse mperator, ben lo farei: a tutti taglierei lo capo a tondo*. S i fosse morte, andarei a mi padre; s i fosse vita, non starei con lui: similemente faria* da mia madre. S i fosse Cecco, com i sono e fui, torrei* le donne giovani e leggiadre: le zoppe e vecchie lasserei altrui. lo manderei get into trouble all around farei toglierei (Rime, 82) 8 L uom non può sua ventura* prolungare né far più brieve ch ordinato sia; ond i mi credo tener questa via: di lasciar la natura lavorare e di guardarmi*, s io il potrò fare, che non m accolga* più Malinconia: ch i posso dir che per la mia follia i ho perduto assai buon sollazzare. Anche che troppo tardi me n avveggio, non lascerò ch i non prenda conforto, ca* far d un danno due sarebbe peggio; destiny, life beware trap for ond i m allegro e aspetto buon porto: ta * cose nascer ciascun giorno veggio che n dì di vita mia non mi sconforto. tali (Rime, 98)

11 10 The Italian Sonnet Francesco Petrarca ( ) Petrarch made a collection of 366 Italian lyric poems, which he entitled Rerum vulgarium fragmenta (roughly Pieces of vernacular writing ), but which is better known as Il Canzoniere. The earliest date from the 1320s, the latest from the 1360s. Almost all are about his love for the woman he calls Laura, whom he first saw in 1327 and who died in the plague of Petrarch s poems were immensely influential. In the 16th century Italian poets imitate his style and language and often model their canzonieri upon his, giving rise to what is known as Petrarchism. 9 Voi ch ascoltate in rime sparse il suono di quei sospiri ond *io nudriva l core in sul mio primo giovenil errore, quand era in parte altr uom da quel ch i sono: del vario stil in ch io piango et ragiono, fra le vane speranze e l van dolore, ove* sia chi per prova* intenda amore spero trovar pietà, nonché perdono. Ma ben veggio or sí com al popol tutto favola fui gran tempo, onde* sovente di me medesmo meco mi vergogno; e del mio vaneggiar vergogna è l frutto e l pentérsi e l conoscer chiaramente che quanto piace al mondo è breve sogno. with which where ; through xperience as a result of which (RVF, 1) 10 Movesi il vecchierel canuto et bianco del dolce loco ov' à sua età fornita* et da la famigliuola sbigottita che vede il caro padre venir manco; indi traendo poi l' antiquo fianco per l' extreme giornate di sua vita, quanto piú pò, col buon voler s' aita, rotto dagli anni, et dal camino* stanco; spent cammino et viene a Roma, seguendo 'l desio, per mirar la sembianza* di colui ch' ancor lassú nel ciel vedere spera: cosí, lasso, talor vo cercand' io, donna, quanto è possibile, in altrui la disïata vostra forma vera. (RVF, 16) 10: many pilgrims went to see the Veronica in Rome, a Byzantine icon representing Chrst s face, and purporting to be the cloth with which a good woman wiped the face of Jesus on his way to crucifixion

12 The Italian Sonnet 11 Francesco Petrarca (contd.) 11 Erano i capei d oro a l aura* sparsi che n mille dolci nodi gli avolgea*, e l vago lume oltra misura ardea di quei begli occhi, ch or ne son sì scarsi; e l viso di pietosi color farsi, non so se vero o falso, mi parea:* i che l ésca amorosa al petto avea, qual meraviglia se di subito arsi? Non era l andar suo cosa mortale, ma d angelica forma; et le parole sonavan altro che pur* voce humana: uno spirto celeste, un vivo sole fu quel ch i vidi; e se non fosse or tale, piaga per allentar d arco* non sana. pun on the name Laura li avvolgeva ie her face seemed to show pity mere because the bow slackens (RVF, 90) 4 ie her eyes have lost their sparkle, through age or illness 12 L' aura* serena che fra verdi fronde mormorando a ferir nel volto viemme*, fammi risovenir quand' Amor diemme* le prime piaghe, sí dolci profonde; e 'l bel viso veder, ch' altri nasconde, che sdegno o gelosia celato tiemme; et le chiome or avolte in perle e 'n gemme, allora sciolte, et sovra òr terso bionde: le quali ella spargea sí dolcemente, et raccogliea con sí leggiadri modi, che ripensando anchor trema la mente; torsele il tempo poi in piú saldi nodi, et strinse 'l cor d' un laccio sí possente, che Morte sola fia ch' indi lo snodi. the breeze (but also Laura) mi viene mi diede (RVF, 196)

13 12 The Italian Sonnet Francesco Petrarca (contd.) 13 L' aura celeste che 'n quel verde lauro spira, ov' Amor ferí nel fianco Apollo*, et a me pose un dolce giogo al collo, tal che mia libertà tardi restauro, pò quello in me, che nel gran vecchio mauro* Medusa quando in selce transformollo; né posso dal bel nodo omai dar crollo, là 've il sol perde*, non pur l' ambra o l' auro: allusion to the myth of Daphne Atlas, turned into a montain by Medusa is outdone dico le chiome bionde, e 'l crespo laccio, che sí soavemente lega et stringe l' alma, che d' umiltate e non d' altr' armo. 14 L' ombra sua sola fa 'l mio cor un ghiaccio, et di bianca paura il viso tinge; ma li occhi ànno vertú di farne un marmo. Levommi* il mio pensèr in parte ov *era quella* ch io cerco, et non ritrovo in terra: ivi, fra lor che l terzo cerchio* serra, la rividi più bella, et meno altèra. (RVF, 197) mi levò; to a place where Laura Per man mi prese, et disse: - In questa spera* in this (heavenly) sphere sarai ancor meco, se l desir non erra; i so * colei che ti die * tanta guerra, sono: diedi e compie mia giornata inanzi sera. ie I died before my time Mio ben non cape* in intelletto humano: te solo aspetto, et quel che tanto amasti e là giuso è rimaso, il mio bel velo*. - Deh, perché tacque et allargò la mano? Ch al suon de detti sì pietosi e casti poco mancò ch io non rimasi* in cielo. 3 the Third Heaven, of Venus, goddess of love cannot be contained in ie her body I almost remained (RVF, 302) 15 Zefiro* torna, e l bel tempo rimena, e i fiori et l erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne* et pianger Philomena*, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e l ciel si raserena; Giove s allegra di mirar sua figlia*; l aria et l acqua et la terra è d amor piena; ogni animal* d amar si riconsiglia*. Ma per me, lasso, tornano i piú gravi sospiri, che del cor profondo tragge quella* ch al ciel se ne portò le chiavi; west wind of spring swallow, nightingale (mythical) probably Venus living creature ; resolves again Laura et cantar augelletti, et fiorir piagge, e n belle donne honeste* atti soavi sono un deserto, et fere aspre et selvagge. chaste (RVF, 310)

14 The Italian Sonnet 13 Michelangelo Buonarroti ( ) As well as being a great sculptor, painter and architect, Michelangelo was a significant poet. He cultivated a harsh, often difficult style, which ran counter to prevailing Petrarchist practice. Poems such as 16 proclaim the spiritual purity of his love, in this case for an unknown man or woman. Poem 17 may be set against his statue of the figure of Night (in the Medici Chapel in Florence). 16 Vorrei voler, Signor*, quel ch io non voglio: tra l foco e l cor di ghiaccia un vel s asconde che l foco ammorza, onde non corrisponde la penna all opre, e fa bugiardo l foglio. I t amo con la lingua, e poi mi doglio c amor non giunge al cor; né so ben onde* apra* l uscio alla grazia che s infonde nel cor, che scacci ogni spietato orgoglio. Squarcia l vel tu, Signor, rompi quel muro che con la suo* durezza ne ritarda il sol della tuo* luce, al mondo spenta! Manda l preditto lume a noi venturo, alla tuo* bella sposa, acciò ch io arda il cor senz alcun dubbio, e te sol senta. God how first person singular sua tua tua (Rime, 87) 17 O notte, o dolce tempo, benché nero, con pace ogn opra sempr al fin assalta*; ben vede e ben intende chi t esalta, e chi t onora, ha l intelletto intero. Tu mozzi e tronchi ogni stanco pensiero che l umida ombra e ogni quiete appalta*; e dall infima parte alla più alta in sogno spesso porti, ov ire spero. O ombra del morir, per cui si ferma* ogni miseria, a l alma, al cor nemica, ultimo degli afflitti e buon rimedio;* tu rendi sana nostra carne inferma, rasciughi i pianti, e posi* ogni fatica, e furi* a chi ben vive ogni ira e tedio. arrives at its end (probably) envelop is stilled last and good remedy for the afflicted make cease ie take away (Rime, 102)

15 14 The Italian Sonnet Vittoria Colonna ( ) Married to Ferrante Francesco d Avalos, marquis of Pescara, Vittoria Colonna wrote a large number of poems about her love for him continuing after his death, as exemplified by poems Generally her poems reflect her elevated spiritual and cultural concerns. 18 Nudriva* il cor d una speranza viva fondata e colta in sì nobil terreno che l frutto* promettea giocondo e ameno; morte la svelse alor ch ella* fioriva. Giunser insieme i bei pensier a riva*, mutossi* in notte oscura il dì sereno e l nettar dolce in aspero* veleno; sol la memoria nel dolor s aviva. Ond io d interno ardor sovente avampo; parmi udir l'alto suon de le parole giunger* concento a l armonia celeste, Nutrivo (object of promettea) la speranza came to an end all at once si mutò aspro, bitter aggiungere e veggio il fulgorar del chiaro lampo che dentro il mio pensiero avanza* il sole. Che fia vederlo fuor d umana veste? surpasses (Rime amorose, 3) 19 Quasi rotonda palla accesa intorno di mille stelle veggio, e un Sol che splende fra lor con tal virtù ch ognor le accende; non come il nostro* che le spegne il giorno*. sole; during the day Or quando fia che l alma in quel soggiorno segua il pensier, che tanto in su s extende che spesso quel che n Ciel piglia non rende a la memoria poi nel suo ritorno? Ond io dipingo in carte una fosca ombra per quel Sol vivo, e de le cose eterne parlo fra noi con voci roche e frali. Quant Ei* si vuol talor mostrar discerne la mente, e sol quand Ei le presta l ali vola, e mentre le nebbie apre e disgombra. il Sole (Rime spirituali, 65)

16 The Italian Sonnet 15 Giovanni della Casa ( ) Author of Il Galateo, Della Casa was a Petrarchist who innovated in terms of rhythm and enjambement. 20 O sonno, o de la queta, umida, ombrosa notte* placido figlio; o de mortali egri conforto, oblio dolce de mali sì gravi ond *è la vita aspra e noiosa*; soccorri al core omai, che langue e posa non have*, e queste membra* stanche e frali solleva: a me ten vola*, o sonno, e l ali tue brune sovra me distendi e posa. Ov è l silenzio che l dì fugge e l lume? e i lievi sogni, che con non secure vestigia* di seguirti han per costume*? depends on figlio with which ; painful ha; object of solleva (imp.) imp. ( volatene ) tracks ; are accustomed to Lasso, che nvan te chiamo, e queste oscure e gelide ombre invan lusingo. O piume d asprezza colme! o notti acerbe e dure! (Rime, 54) 21 O dolce selva solitaria, amica de miei pensieri sbigottiti e stanchi, mentre Borea* ne dì torbidi e manchi d orrido giel l aere e la terra implica,* e la tua verde chioma ombrosa, antica come la mia, par d ognintorno imbianchi, or, che nvece di fior vermigli e bianchi ha neve e ghiaccio ogni tua piaggia aprica, a questa breve e nubilosa luce vo ripensando, che m avanza, e ghiaccio* gli spirti anch'io sento e le membra farsi*; North wind envelops it goes with farsi become ma più di te dentro e d intorno agghiaccio, ché più crudo Euro* a me mio verno adduce, East wind più lunga notte, e dì più freddi e scarsi. (Rime, 63)

17 16 The Italian Sonnet Gaspara Stampa (c ) Born into a noble family, she lived in Venice from She was probably not a courtesan, though she had relationships with various important men. The one who dominates her large body of poetry is the Count Collaltino di Collalto. The opening sonnet of her collection (poem 22) is clearly modelled on Petrarch s first poem (poem 9). 22 Voi, ch ascoltate in queste meste rime, in questi mesti, in questi oscuri accenti il suon degli amorosi miei lamenti e de le pene mie tra l altre prime*, ove fia chi valor apprezzi e stime, gloria, non che perdon, de miei lamenti spero trovar fra le ben nate* genti, poi che la lor cagione è sì sublime. E spero ancor che debba dir qualcuna: Felicissima lei, da che sostenne per sì chiara* cagion danno sì chiaro! Deh, perché tant amor, tanta fortuna per sì nobil signor a me non venne, ch anch io n andrei con tanta donna a paro? prime ( outstanding ) refers to pene mie noble noble, illustrious (Rime, 1) 23 O notte, a me più chiara e più beata che i più beati giorni ed i più chiari, notte degna da primi e da più rari ingegni esser, non pur da me, lodata; tu de le gioie mie sola sei stata fida ministra; tu tutti gli amari de la mia vita hai fatto dolci e cari, resomi in braccio lui che m ha legata. Sol mi mancò che non divenni allora la fortunata Alcmena, a cui sté tanto più de l usato a ritornar l aurora. Pur così bene io non potrò mai tanto* dir di te, notte candida*, ch ancora da la materia* non sia vinto il canto. to be taken with bene (obj.) shining bright subject matter (Rime, 104) 3-4 worthy to be praised by the foremost and rarest intelligences not merely by mine 10 Alcmene spent a night with Jupiter who delayed the chariot of the sun to make it longer

18 The Italian Sonnet 17 Torquato Tasso ( ) Most famous as the author of the epic Gerusalemme liberata, Tasso also wrote a large number of lyric poems. Poem 26 was written when he was confined as mentally unstable in the hospital of Sant Anna in Ferrara. 24 Quando avran queste luci* e queste chiome perduto l oro e le faville ardenti, e l arme* de begli occhi or sì pungenti saran dal tempo rintuzzate e dome, fresche vedrai le piaghe mie, né, come in te le fiamme, in me gli ardori spenti; e rinovando gli amorosi accenti alzerò questa voce al tuo bel nome. E n guisa di pittor che il vizio emende del tempo, mostrerò ne gli alti carmi le tue bellezze in nulla parte offese; fia* noto allor ch a lo spuntar de l armi piaga non sana, e l esca un foco apprende* che vive quando spento è chi l accese. ie of her eyes ie her glances sarà lights (obj. un foco ) (Rime d amore, 77) 9-10 He is like a painter restoring a picture damaged by time 25 Negli anni acerbi tuoi purpurea rosa sembravi tu, ch ai rai tepidi, a l ôra non apre l sen, ma nel suo verde ancora verginella s asconde e vergognosa; o più tosto parei, chè mortal cosa non s assomiglia a te, celeste aurora, che le campagne imperla e i monti indora, lucida in ciel sereno e rugiadosa. Or la men verde età nulla te toglie; nè te, benchè negletta, in manto adorno giovinetta beltà vince o pareggia. Così più vago è l fior poi che le foglie spiega odorate, e l sol nel mezzo giorno via più che nel mattin luce e fiammeggia. (Rime d occasione o d encomio, 592)

19 18 The Italian Sonnet Torquato Tasso (contd.) 26 [A sant Anna, nel giorno a lei consacrato, mentre egli era in prigione.] Diva, a cui sacro è questo ostello e questa magion ch a gli egri dà sì pio ricetto, odi i mei preghi e mira il puro affetto, ed al mio scampo vien pietosa e presta; e fra la guerra interna e la tempesta de miei torbidi sensi a l egro petto porta nel tuo dì sacro, in cui l aspetto, lieta tranquillitate e pace onesta. Portala, ché puoi farlo, onde il mio zelo in te raccenda, a te rischiari il canto, e i miei pensieri a te purghi e gli inchiostri: a te, di cui nipote è l Re del cielo, figlia la Madre sua, ch egli cotanto volle esaltar ne gli stellanti chiostri. (Rime sacre, 1649) Ugo Foscolo ( ) Born on Zakynthos (now Zante), Foscolo spent only his early years there, before moving to Venice and embarking on a restless existence that eventually brought him in 1816 to London, where he spent the rest of his life. His (few) sonnets present his characteristically tormented emotions in classically controlled form. 27 Forse perché della fatal quïete Forse perché della fatal quïete* tu sei l immago a me sì cara vieni, o sera! E quando* ti corteggian liete le nubi estive e i zeffiri sereni, i.e. of death Both when e quando dal nevoso aere inquiete tenebre e lunghe all universo meni, sempre scendi invocata, e le secrete vie del mio cor soavemente tieni. Vagar mi fai co miei pensier su l orme che vanno al nulla eterno; e intanto fugge questo reo tempo, e van con lui le torme delle cure onde* meco egli si strugge; e mentre io guardo la tua pace, dorme quello spirto guerrier ch entro mi rugge. with which (Odi e sonetti, 1)

20 The Italian Sonnet 19 Ugo Foscolo (contd.) 28 Né più mai toccherò le sacre sponde Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto* mia, che te specchi nell onde del greco mar da cui vergine nacque the Greek island where he was born Venere, e fea* quelle isole feconde faceva col suo primo sorriso, onde non tacque* subj. l inclito verso (l. 8) le tue limpide nubi, e le tue fronde l inclito verso di colui* che l acque i.e. Homer, in the Odyssey cantò fatali* ed il diverso* esiglio per cui bello di fama e di sventura* baciò la sua petrosa Itaca Ulisse*. fateful ; full of different adventures phrase dependent on Ulisse subj. of baciò Tu non altro che il canto avrai del figlio, o materna mia terra; a noi prescrisse il fato illacrimata sepoltura. (Odi e sonetti, 9) 11 Ulyssess returned to Ithaca after the ten years of the Trojan War and ten further years of travel. 29 Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo di gente in gente, me vedrai seduto su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de' tuoi gentili anni caduto. La Madre or sol suo dì tardo traendo parla di me col tuo cenere muto, ma io deluse a voi le palme tendo e sol da lunge i miei tetti saluto. Sento gli avversi numi, e le secrete cure che al viver tuo furon tempesta, e prego anch'io nel tuo porto quiete. Questo di tanta speme oggi mi resta! Straniere genti, almen le ossa rendete allora al petto della madre mesta. (Odi e sonetti, 10)

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

ALLA SERA. Vagar mi fai co' miei pensier su l'orme che vanno al nulla eterno; e intanto fugge questo reo tempo, e van con lui le torme

ALLA SERA. Vagar mi fai co' miei pensier su l'orme che vanno al nulla eterno; e intanto fugge questo reo tempo, e van con lui le torme ALLA SERA For/se/ per/chè /del/la /fa/tal/ quï/e/te Tu/ sei /l'ima/go a /me/ sì /ca/ra /vie/ni O /se/ra! E/ quan/do/ ti /cor/teg/gian/ lie/te Le /nu/bi e/sti/ve e i /zef/fi/ri /se/re/ni, E/ quan/do/ dal

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio VIA CRUCIS Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio (1698-1782) T eco vorrei, Signore, Oggi portar la Croce, Nella tua doglia atroce Io ti vorrei seguir. Ma troppo infermo, e lasso Donami Tu coraggio,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16 Giacomo Leopardi dedica i versi della poesia A Silvia ad una ragazza in cui si può riconoscere Teresa Fattorini, vicina di casa dello scrittore e morta giovanissima di tubercolosi. Questo poema, che si

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Il Dolce stilnovo, di Elisa Bianco

Il Dolce stilnovo, di Elisa Bianco Il Dolce stilnovo, di Elisa Bianco Tra la fine del 200 e i primi del 300 fiorisce, prima a Bologna e poi a Firenze, una nuova scuola poetica, il Dolce stilnovo, che riprende e porta a maturazione le tematiche

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale The Elves Save Th Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale Bianca Bonnie e and Nico Bud had avevano been working lavorato really hard con making molto impegno per a inventare new board game un nuovo

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

Italian II Chapter 9 Test

Italian II Chapter 9 Test Match the following expressions. Italian II Chapter 9 Test 1. tutti i giorni a. now 2. di tanto in tanto b. sometimes 3. ora c. earlier 4. tutte le sere d. usually 5. qualche volta e. every day 6. una

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front.

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front. chap. 2A irregular are verbs.notebook August 14, 2013 Fate Ora: Complete each sentence with the correct word/verb from the choices given. 1. Mi piace a calcio con i miei amici. (gioco, giochiamo, giocare)

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

The Italian Sonnet. From the Middle Ages To the Present Day. An Italian Sub Faculty production

The Italian Sonnet. From the Middle Ages To the Present Day. An Italian Sub Faculty production The Italian Sonnet From the Middle Ages To the Present Day An Italian Sub Faculty production Texts to be prepared for Paper III in Italian in the Modern Languages Preliminary Examination 2010 2 The Italian

Dettagli

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia!

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia! Introduzione Le rime dell anima, è il titolo di questa raccolta di poesie; tre libri in uno, un universo di emozioni autentiche, scatenate dal cuore, rime suggerite dall anima. Io... voi... e poesia...

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa,

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, POESIA DEI BAMBINI Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, una bambinetta tanto magra, e soddisfatta, senza una famiglia,

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco Cammino di perfezione/4 Le ricchezze della povertà Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco di povertà. Invece la povertà bisogna amarla come una madre. Di quanti beni è feconda la povertà e di quanti

Dettagli

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August)

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Please, note that this packet will be recorded as four grades the first week of school: 1) homework grade 2) test grade 3) essay grade 4)

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Pregate il Padrone della messe

Pregate il Padrone della messe PASTORALE VOCAZIONALE Pregate il Padrone della messe Dalla Trinità all Eucaristia: chiamati alla comunione Suor Carmela Pedrini L icona della Trinità di Andrei Rublev (1360-1430) si ispira all apparizione

Dettagli

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i Chiam a ai num eri 066550684 e 0665499074 o invia una m ail a even t i@locan dadeim

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

Danzare con la pioggia (Dance with the rain) La settima stagione (The seventh season)

Danzare con la pioggia (Dance with the rain) La settima stagione (The seventh season) Danzare con la pioggia (Dance with the rain) Hai mai provato a danzare con la pioggia? Hai mai danzato di notte con gli angeli? Hai mai bruciato le tue ali nelle fiamme? Ci sono dei pianeti, ci sono delle

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI per tutte le occasioni SeBook Simonelli electronic Book Tre pensieri prima dei sogni: il primo per i tuoi occhi dolci, il secondo per il tuo viso delicato, il terzo per

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com It all began with a small building in the heart of Milan that was in need

Dettagli

Il Regalo di Natale più bello

Il Regalo di Natale più bello Il Regalo di Natale più bello This ebook is distributed under Creative Common License 3.0 http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ You are free to copy, distribute and transmit this work under

Dettagli

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca 21 giugno 2008 Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Belotti Via Ginnasio 2 6710 Biasca PRIMA LETTURA Cantico dei Cantici 2, 8 10.14.16a;

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi LABORATORI PER L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITAIANA E INTEGRAZIONE SOCIALE PER RAGAZZI STRANIERI (PROG.

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

A Natale puoi (Alice Roberta Bonanno)

A Natale puoi (Alice Roberta Bonanno) A Natale puoi (Alice Roberta Bonanno) A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai: riprendere a giocare, riprendere a sognare, riprendere quel tempo che rincorrevi tanto. È Natale e a Natale si può

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Fate Ora: 1. quaderno é rosso. (my) Possessive Adjectives. Possessive Adjectives **Must agree in gender and number!!

Fate Ora: 1. quaderno é rosso. (my) Possessive Adjectives. Possessive Adjectives **Must agree in gender and number!! Fate Ora: Using the model, write that the object given belongs to the subject given. EX: macchina/marcello La macchina di Marcello. 1. la famiglia/carlo 2. la zia/ Maria e Giuseppe 3. la cognata/ Rosa

Dettagli

Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3

Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3 Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3 Il periodo ipotetico si distingue in: - periodo ipotetico di tipo 0 (ovvietà) - periodo ipotetico di I tipo (realtà) - periodo ipotetico si II tipo (possibilità) -

Dettagli

ELISABETTA VENDRAMINI

ELISABETTA VENDRAMINI ORA MEDIA In onore della beata ELISABETTA VENDRAMINI vergine e fondatrice festa liturgica 27 aprile 2 INNO Nel canto celebriamo la vergine fedele che ha dato alla Chiesa una famiglia nuova. Di nobili natali,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IL NATALE DEI BAMBINI

IL NATALE DEI BAMBINI IL NATALE DEI BAMBINI Recita (Classe I) E ACCADUTO UN FATTO STRANO Narratore1 MARCO: Babbo Natale vive in un paese lontano, al POLO NORD. Insieme ai suoi folletti, costruisce i giochi che porta ai bimbi

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Fugga la noia Fuga il dolore Sol riso, e gioia Sol caro amore Nosco soggiorni Ne lieti giorni Ne s odan mai Querele o lai.

Fugga la noia Fuga il dolore Sol riso, e gioia Sol caro amore Nosco soggiorni Ne lieti giorni Ne s odan mai Querele o lai. Al fonte, al prato Al fonte, al prato, Al bosco, à l ombra, Al fresco fiato Ch il caldo sgombra, Pastor correte Ciascun ch a sete Ciascun ch è stanco Ripos il fianco. Fugga la noia Fuga il dolore Sol riso,

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

Poesie per il nuovo anno. Scritto da

Poesie per il nuovo anno. Scritto da Dopo avervi suggerito una serie di filastrocche e poesie per il nuovo anno da proporre in classe al rientro dalle vacanze, aggiungo altre poesie che vi potranno suggerire nuovi itinerari didattici. O anno

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

I NOSTRI PICCOLI POETI

I NOSTRI PICCOLI POETI I NOSTRI PICCOLI POETI POESIE SULLA MAMMA Insegnante Fortunata Chiaro CLASSE IV D Anno scolastico 2009-2010 Mamma sei bella come una stella Oh! Mammina sei bellina Come una stellina. Sei dolcina Come una

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sette

U Corso di italiano, Lezione Sette 1 U Corso di italiano, Lezione Sette M Two friends meet at the restaurant U Ciao, Paola M Hi, Paola U Ciao, Paola D Ciao Francesco, come stai? F Hi Francesco, how are you? D Ciao Francesco, come stai?

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Calogero Parlapiano. respirami l anima

Calogero Parlapiano. respirami l anima Poesia Aracne 38 Calogero Parlapiano respirami l anima Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 isbn 978

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Francesca Gallus. Poesie in volo

Francesca Gallus. Poesie in volo Il sole sorge ed è già poesia e il profumo della vita io lo sento, quando l amore ti entra nelle vene, e un sorriso allevia le tue pene, il profumo della vita, io, lo sento! Francesca Gallus Prendi un

Dettagli