Assessore alla cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana Christian Tommasini. Sovrintendente Scolastica Nicoletta Minnei

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Assessore alla cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana Christian Tommasini. Sovrintendente Scolastica Nicoletta Minnei"

Transcript

1 1

2 Riparte anche per quest anno scolastico la stagione del teatro nella scuola dell infanzia con nuovi e divertenti spettacoli. Il teatro ha una grande importanza didattica e accompagna i nostri studenti in tutto loro percorso formativo incentivandoli a diventare spettatori adulti critici ed appassionati. Ecco perché ci impegniamo per portare il teatro nelle scuole a partire da quelle dell infanzia fino alle scuole superiori di II grado. Siamo certi che il piacere di frequentare eventi teatrali e culturali in genere fin da piccoli riesce a dare ai nostri studenti maggiori strumenti per diventare cittadini attivi e consapevoli. Gli spettacoli teatrali proposti oltre a rendere i bambini più consapevoli del rapporto tra realtà e finzione, sviluppano sia la fantasia sia la creatività. Grazie anche alla preziosa collaborazione di dirigenti e insegnanti della scuola dell infanzia, le rappresentazioni teatrali saranno sicuramente un piacevole momento di crescita.. Buon divertimento a tutti! Assessore alla cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana Christian Tommasini Sovrintendente Scolastica Nicoletta Minnei Presidente Circolo La Comune Elisa Forcato 2

3 BECCO DI RAME TEATRO GLUG Nuovo Spettacolo! Teatro di burattini a guanto di Enzo Cozzolino Anche in versione bilingue italiano - tedesco) La fiaba è stata scritta basandosi su di una storia realmente accaduta. Durante una terribile nottata un'oca venne aggredita da una volpe, assieme a tutto il pollaio. La coraggiosa oca difese e salvò tutti i suoi amici, ma la volpe con un morso riuscì a romperle la parte superiore del becco. Il tipo di lesione non permetteva nessun tipo di cure e l'unica strada era quella di un'eventuale protesi che doveva essere completamente ideata in emergenza dal medico. Il veterinario dal quale era stata portata l'oca, che da oltre dieci giorni non mangiava, si orientò ad allestire una protesi e, con una lamina di rame da un millimetro, ritagliò quello che sarebbe divenuto il nuovo becco. Con una tecnica innovativa il becco di rame venne fissato con successo e l'oca, soprannominata Becco di Rame, vive felice con gli altri animali della fattoria. 3

4 CAPPUCETTO ROSSO COMPAGNIA L'APRISOGNI DI TREVISO Teatro di pupazzi e attore "Cappuccetto Rosso" è la mamma di tutte le fiabe! Perchè, allora, metterla in scena? Raccontare ancora una volta una storia tanto sfruttata, perchè? Riposando sul sicuro, intrinseco piacere che il giovane spettatore prova nel riconoscere e seguire una trama che ben conosce, in cui le naturali paure si equilibrano con la previsione di un finale tranquillizzante, abbiamo messo in atto un "altro gioco" provando a fare "che è diverso" una collana di scoppiettanti sorprese. Attraverso una divertita e acidula reinterpretazione, la dinamica a "triangolo" fra la narratrice, il pubblico e i burattini in baracca, farà nascere la magia sottile che può trasformare il racconto nella propria storia. Anche i personaggi si possono immaginare somiglianti a qualcuno che conosciamo, con i suoi vizietti, le proprie "fife" e le personali reazioni alla situazione del momento. 4

5 C'ERA UNA VOLTA UN RE... ANZI UNA PRINCIPESSA! TEATRO DELL'ORSA REGGIO EMILIA Spettacolo d'attore, oggetti e musica dal vivo Una carrellata di fiabe italiane dalla parte delle eroine! Fonti: Fiabe Italiane I. Calvino, Fiabe contemporanee B. Masini, G. Quarzo Storie di principesse cacciate per avere parlato al momento sbagliato, quelle di fanciulle da conquistare semplicemente con un prezioso dono o quelle di regine del proprio destino che non hanno bisogno di castelli per sentirsi preziose. Un tempo per incantarci con le storie, per sorridere e tessere parole che ci ricordano il catalogo dei nostri destini, con e senza cavalieri, fuori e dentro il castello. 5

6 COME KASPERL DIVENTO' RE FABULARIA VIENNA Teatro di burattini a guanto di Peter Ivan Chelu Anche in versione bilingue italiano - tedesco Attraverso questo bosco se ne viene il nostro KASPER, con la sua auto giallorossiccia, diretto, come dice lui, al paese delle meraviglie. Per questa ragione il Folletto PEPERINO SMORFIETTO GRAZIOSETTO deve sparire di nuovo nel buco che porta al mondo sotterraneo, là dove si trova il regno del mesto re ILDEBRANDO di TRISTIGLIA. Mentre Kasper vuole riparare la sua auto per ripartire la sua auto non è più una giovincella, difatti è una Oldtimer e perdipiù lunatica, peggio di un mulo cade nel buco. Così hanno inizio le sue strane avventure, che lo porteranno al castello del Re, e quindi sul tempestoso Mar Rosso nel lontano Giardino della Strega, dove c è un pozzo sul cui fondo giace il Libro d Oro. In questo Libro d Oro sta scritto come la bella principessa COLOMBINA potrà essere liberata dalla maleficio che pesa su di lei. Naturalmente Kasper deve anche avere ragione del drago VENZEL CODONE LASAGNONE e poi deve fare ritorno alla reggia. Alla fine Kasper diventa anche Re. 6

7 DOTTOR WATT E LA SIGNORINA LAMPADINA TEATRO DI RIFREDI Lo spettacolo è realizzato con il contributo Regione Toscana Bando PRAA 2007/2010 "Promozione del consumo sostenibile, sostegno alle attività legate alla formazione ed educazione ambientale, al consumo sostenibile" testo di Andrea Bruno Savelli regia di Angelo Savelli elementi scenici di Mirco Rocchi con Valentina Bruscoli o Diletta Oculisti e Giacomo Bogani E' una sera d'estate e siamo in casa della famiglia Lampa. I due fratellini Dina e Dario, figli di un tecnico della centrale elettrica, rimasti soli in casa, giocano e bisticciano raccontandosi storie di paura. Poi quel pasticcione di Dario fa saltare la luce e così restano al buio. La fantasiosa Dina pensa allora di risolvere il problema trasformandosi nella signorina Lampadina; però, senza elettricità, non può far altro che restare spenta e ciò le fa venire una crisi nervosa. Ci vorrebbe un dottore, ma i vari dottori Franklin, Volta ed Edison sono tutti in ferie. Dario allora cerca di tranquillizzare la sorella stressata evocando due improbabili e buffi dottori: il cinese Agostincuk con la sua agopuntura e la francese Fiorella de Floris con i suoi rimedi omeopatici. Un vero disastro. Poi, dopo aver tentato di costruire una piccola centrale elettrica nel bagno, provocando l'ennesimo cortocircuito, Dario si risveglia trasformato nell'africano dottor Watt e in queste vesti è finalmente in grado di dare alla sorellina sprecona una serie di consigli utili per risparmiare energia e guarire dall'esaurimento. Ritorna la luce. Ma Dario la terrà ancora un po' spenta per continuare a terrorizzare la sorellina con le sue storie di buio e di paura. Così, tra racconti fantastici e richiami scientifici (la centrale elettrica, la dinamo della biciclettina, la storia di Prometeo e del fuoco, l'ambra, il motore a vapore, l'energia solare, il buco nell'ozono, i fulmini, i pannelli solari e le eliche eoliche, le lampade a basso consumo e altro ancora) la serata in casa Lampa si è trasformata in una piacevole scorribanda didattica per saperne qualcosa di più sulla natura e i misteri dell elettricità e per imparare come risprmiare energia e soldi. 7

8 FARABUTTI E FARABOLONI COMPAGNIA CIRCENSE I 4 ELEMENTI Spettacolo di clown e magia comica per i più piccoli Spettacolo pieno di sorprese, con un approccio ludico e differente alla tradizionale arte circense che coinvolge i più piccoli in un'atmosfera poetica e sognante. La prima parte prevede uno svolgimento tradizionale degli spettacoli di Strada, con interazioni con il pubblico e spazio alle improvvisazioni; la seconda parte verte attorno a una struttura scenica fissa che usiamo come paratia e centro nevralgico dello spettacolo. Giochiamo con l'idea del Mago, del Mentalista dallo sguardo duro e penetrante. Giochiamo con l'idea della sua assistente bella, stravagante e vanitosa. Saranno presenti numeri di magia comica, di prestidigitazione, di escapologia, gagin stile Clown e personaggi creati con le diverse parti del corpo. Lo scopo è giocare con le suggestioni, creare nel pubblico aspettative che verranno regolarmente scardinate attraverso la parodia. 8

9 FIABA DEI MARI DEL SUD TEATRO GLUG Anche in versione bilingue italiano - tedesco tratto da una storia delle Isole Fiji spettacolo con pupazzi, burattini e musiche originali Questa è una delle tante storie che si raccontano nelle notti di festa Polinesiane, tra danze e suoni di tamburi davanti a un grande fuoco. E una storia che ha come eroe una bambina, che racconta del suo viaggio avventuroso, della paura che viene superata grazie alla fiducia in se stessi, del coraggio e del buon cuore. I curatissimi burattini intagliati nel legno, le grandi scenografie colorate e le musiche originali fijiane sono gli altri ingredienti di questo spettacolo, che vuole essere un omaggio alla gente delle isole, un viaggio pieno di emozioni e coinvolgimento che ci porta lontano, nelle tradizioni e nei costumi di un popolo a noi sconosciuto. In una delle migliaia di isole sparse nell immensità del grande Oceano Pacifico, come tutti i giorni, i bambini giocano in riva al mare. Vavau, uno di loro, viene punto dal velenoso pesce-sasso e occorre al più presto la medicina per poterlo guarire. Il rimedio si può trovare solamente in un isola misteriosa, appena al di là dell orizzonte Incurante dei pericoli da affrontare, la sorella Sina parte con la tartaruga Tarawa alla volta dell isola. Qui incontra i suoi abitanti, custodi di un antica conoscenza, che le indicano il percorso da seguire per trovare ciò di cui ha bisogno. E così, dopo una serie di avventure nella giungla selvaggia, tra piante magiche e incontri con strani animali, riesce finalmente a trovare tutti gli ingredienti per la preparazione della medicina. Riparte così con la sua tartaruga seguendo la rotta verso casa; all orizzonte, nel frattempo, si stanno addensando delle grandi nubi nere.riuscirà Sina a tornare in tempo a casa con la medicina? 9

10 HÄNSEL E GRETEL NICOLE ET MARTIN - SVIZZERA Evento speciale per Bolzano Circo-teatro per bambini Anche in versione bilingue italiano - tedesco Seguiamo il ragazzo Hänsel e la ragazza Gretel in questa drammatica vicenda. Abbandonati dai genitori in una cupa foresta, arrivano alla casetta della strega. Nonostante la disperazione, trovano la forza per sconfiggere il male. Che bella sorpresa quando trovano un tesoro! Si riempiono le tasche di pietre preziose e poco dopo ritrovano la strada di casa. Pieni di ricchezze e di felicità i due piccoli eroi tornano a casa e festeggiano il loro ritorno. Molte sorprese umoristiche e dettagli spesso dimenticati conferiscono a questa storia seria la necessaria leggerezza. 10

11 HÄNSEL E GRETEL LA CASA DEGLI GNOMI Spettacolo di pupazzi e burattini di Lucia Osellieri In questo spettacolo Lucia Osellieri non si discosta dalla celebre fiaba dei Fratelli Grimm. Rappresenta Hänsel e Gretel utilizzando di volta in volta varie tecniche del teatro di figura: burattini, pupazzi animati, diventando protagonista di un gioco che coinvolge il pubblico fino al lieto fine della storia. Lo spazio scenico si compone di un teatrino centrale a forma di casetta che funziona ora come casa dei genitori, ora come casa della strega. Si ripercorrono le tappe più importanti dell'intreccio narrativo per rivivere in prima persona le emozioni e i momenti drammatici contenuti nella fiaba. Anche noi possiamo smarrirci nei vari sentieri che le fiabe ci offrono come fossero scrigni pieni di perle, e così vivere emozioni e scoprire nuovi punti di vista. 11

12 I MUSICANTI DI BREMA NICOLE ET MARTIN - SVIZZERA Evento speciale per Bolzano Circo-teatro per bambini Anche in versione bilingue italiano - tedesco Un bel quartetto, i musicanti di Brema! Un asino, un cane, un gatto e un gallo Sono vecchi e non soddisfano più i loro padroni: rischiano una fine ingloriosa. Decidono di darsela a gambe e partono alla volta di Brema per diventare musicisti. Mentre attraversano la foresta, incontrano una banda di briganti. Insieme riescono a cacciare di casa i briganti con uno schiamazzo animalesco e preparano una grande festa con tante prelibatezze per tutti. Riusciranno mai ad arrivare a destinazione a Brema? Gli animali trovano qui la loro Brema o la loro felicità e Brema come città perderà la sua importanza... uno spettacolo divertente con una profonda simbologia. 12

13 I MUSICANTI DI BREMA TEATRO GLUG Anche in versione bilingue italiano - tedesco Adattamento teatrale della celebre fiaba dei fratelli Grimm Spettacolo con pupazzi, oggetti e musica dal vivo L unione fa la forza La fiaba narra di quattro animali: un asino, un cane, un gatto e un gallo che giunti oramai al termine dei loro anni capiscono che i propri padroni vogliono ucciderli. Decidono di fuggire e di recarsi a Brema per diventare musicisti. Durante il viaggio arrivano vicino a una casa abitata da loschi briganti. Per farli scappare si arrampicano uno sopra l'altro e iniziano a cantare. I briganti, udendo quell'assordante frastuono, convinti di essere circondati da fantasmi, se la danno a gambe. Gli animali possono così entrare nella casetta per riposarsi e sfamarsi. Il capo dei briganti ha dei dubbi e decide di mandare uno di loro ad accertarsi se veramente ci sono fantasmi. Quando il ladrone arriva vicino alla casa trova tutto buio e decide di entrare. Ma, non appena mette una gamba dentro l'uscio, il gatto inizia a graffiarla e il cane a morderla, il gallo gli becca la testa e l'asino gli sferra un bel calcione. Il brigante scappa sconvolto e insieme ai suoi compagni decidono di non tornare mai più in quella casa! Cosí i nostri amici decidono di rimanere in quella bella casa in mezzo al bosco per suonare tranquilli e riposarsi... e la domenica andranno a Brema, a suonare per la gente nelle piazze della cittá. 13

14 IL BRUTTO ANATROCCOLO TEATRO GLUG Teatro di burattini a guanto di Enzo Cozzolino Anche in versione bilingue italiano - tedesco Nella covata di mamma anatra c è un uovo più grande degli altri che non si vuole aprire... Alla fine ne esce un pulcino grande e nero. Lo aveva detto la vecchia anatra che quello era un uovo di tacchino! Mamma anatra, allora, porta tutti i pulcini allo stagno per la prova di nuoto; i tacchini non sanno nuotare... lui invece nuota, forse meglio degli altri suoi fratelli che lo maltrattano di continuo. Vanno così alla scoperta del mondo, nel cortile a far conoscenza con gli altri animali; nessuno è buono con lui, tantomeno il tacchino che a suon di beccate lo manda via dalla corte. Si ritrova così nella pericolosa palude dove incontra una anatra selvatica che viene colpita dai pallini dei cacciatori. Un cane da caccia è sul punto di azzannarlo, ma alla fine lo risparmia. Così si avventura in un bosco dove vede una casa; l autunno è già avanzato e dentro è così calduccio che si stende davanti al focolare. L anziana padrona è ben lieta di avere ospiti e un nuovo amico: ma il gatto di casa non è dello stesso parere e lo caccia via in malo modo. Così si ritrova nuovamente da solo. Arriva l inverno e al limite del congelamento viene trovato da una rana che lo porta nella sua tana: diventeranno amici durante il lungo inverno. Arriva la primavera e lui esce dalla sua tana diventata ormai piccola: è diventato un bellissimo cigno e nuota sulle calme acque del lago. La rana non crede ai propri occhi quando riconosce la sua voce e pensa di aver perso un amico; ma la vera amicizia non si dimentica e insieme se ne andranno per il mondo, perché come diceva mamma anatra: Il mondo è grande e bello. 14

15 IL FOLLETTO DEI SOGNI ASSOCIAZIONE TEATRALE IRIDE con Rosi Capitanio Teatro di pupazzi e attore Percorso narrativo ispirato a varie storie della letteratura nordica (Grimm e Andersen), per far vivere ai bambini l incanto e la magia degli antichi racconti, come: La fiaba del calzolaio (due nanetti ogni notte s intrufolano nella casa di un povero calzolaio e si mettono a fabbricare scarpe, ma il calzolaio e sua moglie un giorno, per ringraziarli, confezionano un cappottino per ciascuno e da allora.) La gara di salto (un insolita gara tra una pulce, una cavalletta e una trota chi vincerà andrà in sposa al bellissimo principe ) La principessa capricciosa ( chi indovinerà il mio indovinello diventerà mio marito così pensò la principessa capricciosa credendo che nessuno ci sarebbe riuscito. Però un ometto piccolo e bruttino che di mestiere faceva il sarto ci riuscì e allora ) Il piccolo albero (quanto piangeva il piccolo albero che voleva restare sempre verde anche in inverno! La fata Inverno allora esaudì il suo desiderio, ma l albero non era ancora felice finché ) 15

16 IL LUPO E I SETTE CAPRETTI TEARTICOLO GERMANIA Teatro di burattini a guanto di Matthias Träger Anche in versione bilingue italiano - tedesco Una storia di timorosi e temerari Sette bambini vivono al sicuro nel loro mondo in una piccola casa con un grosso catenaccio sulla porta. Il mondo di fuori è a loro ancora sconosciuto. Anche tutti i pericoli dai quali la mamma li ha sempre messi in guardia sembrano lontanissimi. E per niente avrebbero paura di un lupo cattivo. Ormai sono già quasi grandi e poi sono in sette! E così un bel giorno la loro mamma li lascia da soli a casa e la nostra storia prende il via. Tutto inizia come uno stupido giochino. Si divertono a punzecchiarsi, a prendersi in giro e spaventarsi tra di loro. Così l eccitazione cresce, ora una canzonatura, ora uno sfottò, ora una piccola sfida di coraggio per il gusto del brivido. Ognuno vuole essere più coraggioso dell altro, e se uno ha paura tutti lo prendono in giro. La legge del branco spazza via ogni precauzione e così, prima che uno se l aspetti il catenaccio è aperto e la porta spalancata 16

17 IL MOSTRO PAPPACANZONI TEATRO BARAONDA BERLINO Teatro d'attore e pupazzi di Eduardo Mulone Anche in versione bilingue italiano - tedesco Provate a immaginare un mondo senza più canzoni: senza ninne-nanne, senza più canti per ballare, fischiettare sia in montagna sia al mare. Beppo, un simpatico musicante, non riesce a crederci: Ma come, a Singlandia, proprio là dove stanno tutte le canzoni, si è intrufolato un mostro che ne è ghiotto e se le sta divorando tutte! I nostri due eroi (Beppo e la sua asinella Adelina) partono così alla ricerca dell insaziabile mostro. Sì, ma dov è Singlandia? E come ci si arriva? Ma soprattutto: quante canzoni rimangono ancora per affrontare il pericoloso viaggio? Fortunatamente Beppo e Adelina non sono soli! Il giovane pubblico li accompagnerà in questa fantastica avventura in terre lontane tra personaggi da mille e una notte. 17

18 LA GRANDE SFIDA DEL RICCIO E LA LEPRE TEATRO GLUG Anche in versione bilingue italiano - tedesco Con burattini e scenografie del Teatro Glug di Arezzo Spettacolo premiato dall' UNIMA - Union Internationale de la Marionette Un divertentissimo spettacolo con due burattinai, 6 pupazzi, una fisarmonica, colori e tanta musica tratto dalla famosa fiaba dei fratelli Grimm. Qui si narra la tipica storia di una coppia di opposti, come già conosciuto in molti racconti popolari: il più debole vince contro il più forte, perche è più furbo. Diverse sono le tecniche in uso: dai classici burattini in baracca all'animazione a vista; un teatro dal vivo che aiuta gli spettatori più piccoli a seguire e riconoscere il suono melodioso e teatrale della fisarmonica. C era una volta una famiglia di ricci. Il signor riccio, di nome Poldo, che non desiderava altro che riposare sul suo morbido cuscino; però c'era anche sua moglie Polda e i tre piccoli figli scatenati. Un giorno arriva la lepre di nome Zig Zag, vincitrice di gare sportive che gli propone una gara a due. Così il riccio accetta la sfida di Zig Zag. E dopo una lunga notte si dà inizio alla grande sfida tra il riccio e la lepre... E poi ride bene chi ride per ultimo? 18

19 IL TEATRO DI GELSOMINA LA CASA DEGLI GNOMI con LUCIA OSELLIERI Il Teatrino di Gelsomina è in primo luogo un contenitore: una sorta di castelletto dei burattini, ma dentro e fuori da esso prendono vita tutte storie che hanno come protagonisti gli gnomi: furbi e leggendari, grandi o piccolissimi, conquistatori di spazi immaginari della mente e saggi ricercatori del cuore delle cose. Strappano sorrisi ai grandi, affascinano il pubblico dei piccoli con la solidarietà del pubblico, le bastonate, le risate, il divertimento è assicurato. Del resto: la strega, il nano, la pozione magica, il drago, gli scherzi,... non diciamo niente, per lasciarvi la sorpresa. 19

20 LA CASA DEGLI GNOMI LUCIA OSELLIERI di e con Lucia Osellieri impianto scenico di William Veliscek regia di Alessandro Gigli Una strana baracca su ruote, con un grosso mulino a vento sulla facciata: la casa degli gnomi. Si anima presto della vivace presenza dei custodi dei segreti e dei tesori dei boschi. La storia e la casa divengono parallelamente una sorta di giocattolo/scatola che si apre, lasciandosi scoprire a poco a poco permettendo ai bambini di curiosare nella vita quotidiana di questi personaggi, in un felice gioco di scomposizioni. Lucia, dentro la casa, come Alice, incontra una folla di strani personaggi, vive avventure, corre pericoli, di fronte agli occhi incantanti dei piccoli spettatori. Ecco la capacità di Lucia di farsi piccola, piccola - che è poi la straordinaria dote che le consente di entrare in perfetta sintonia con il pubblico dei bambini - per entrare materialmente nel mondo degli gnomi, facendosi tutt'uno con i suoi pupazzi. 20

21 LA FATA MORGANA LUCIANO GOTTARDI Spettacolo di burattini a guanto Lo spettacolo mette in scena la storia di una perfida fata che, come nel mito di Pandora, libera i mali nel mondo, rubando nel frattempo tutto il bene. Il buffone di corte Truffaldino si trova così, aiutato da un drago, a dover combattere contro la strega per riconquistare il bene perduto e poter riottenere l'amore della sua bella Smeraldina. Una fiaba classica sulla lotta fra bene e male. 21

22 LE STORIE IN VALIGIA LA GABBIANELLA E IL GATTO I FAVOLANTI Dalla storia di : Luis Sepulveda Di e con : Elisabetta Salvatori E musiche dal vivo del violinista: Matteo Ceramelli Spettacolo con attori, pupazzi e burattini Questa è la celebre storia del gatto Zorba, al quale viene affidato un uovo da una mamma gabbiano, che gli chiede tre promesse: quella di non mangiare l'uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro. Zorba chiede consiglio ai suoi amici Colonnello, Segretario, Pallino e Diderot, e grazie al loro indispensabile aiuto, la piccola creatura riesce a nascere senza problemi. La gabbianella orfana viene battezzata Fortunata (Fifì) dalla comunità dei gatti che sarà coinvolta da Zorba nel compito difficile di allevare questa inattesa 'figlia'. Dopo un po' la gabbianella ormai diventata grandina, continua a pensare al fatto di non essere un gatto come loro Allora Zorba, insieme ad altri amici, le insegna a volare! 22

23 LA LAMPADA DI ALADINO COMPAGNIA L'APRISOGNI DI TREVISO Teatro di pupazzi e attore "Tanti anni fa, in un paese lontano, lontano, al di là dei sette mari, c era un deserto giallo". Dentro una caverna buia (e puzzolente!) due loschi individui consultano una sfera fatata. Le fortune e le sfortune del ragazzo Aladino hanno inizio qui e il gioco che lo lega alla lampada dei desideri si dipana lungo tutto il racconto. Le avventure si rincorrono in una divertente sarabanda ben condita d ironia. Il pubblico ascolta, assiste, parteggia e talvolta, motivatamente, è chiamato a prendere parte all azione. In fin dei conti Aladino potrebbe essere chiunque di noi Chi non ha desideri? E se si potessero realizzare? Come? 23

24 LA LEGGENDA DI RE LAURINO TEATRO GLUG Tratto da Leggende delle Dolomiti di Karl Felix Wolff Spettacolo premiato alla Rassegna Ai bravi burattinai d Italia Silvano d Orba 2007 Vincitore come miglior spettacolo all Europuppetfestival Valsesia 2010 Autore e Regia: Enzo Cozzolino Scenografie, burattini e costumi: Birgit Hermeling Questa è una fiaba di evocazione medievale, fantasiosa e suggestiva, ispirata dal vasto repertorio delle leggende Dolomitiche. Esse, infatti, narrano epici racconti di re, nani, pastori, fate e gnomi. Una grande baracca e grandi scenografie mobili evocano e suggeriscono situazioni e momenti di particolare suggestione per l immaginario del bambino. La storia ha tutti gli ingredienti di una fiaba tradizionale e tutti i suggerimenti teatrali per uno spettacolo appassionante e coinvolgente che offre ai piccoli spettatori la possibilità di esplorare il mondo dell immaginario; suggerisce inoltre scelte e situazioni drammaturgiche a loro gradite, una storia in cui il gioco del teatro si rivela completamente fino all immancabile lieto fine. Trama: Re Ildebrando non sa più quale rimedio trovare per liberare sua figlia, la principessa Similda, dalla misteriosa tristezza che è in lei. Un giorno annuncia a tutto il popolo: Chi riuscirà a guarire la principessa avrà in dono un baule pieno d oro. Bruzzl, uno gnomo di passaggio al castello, vuole guarirla con un incantesimo, ma Vitage, il capo delle guardie, avido della ricompensa offerta, gli ruba la pietra magica e lo caccia in malo modo. Lo gnomo corre sulle montagne e avverte dell accaduto il suo re, Re Laurino, e decidono insieme di porre rimedio alla situazione. Cosí, nella notte, Bruzzl entra di nascosto nel castello e sostituisce la pietra magica rubata con una falsa, che procurerà alla perfida guardia una serie di comici guai fino a trasformarlo in una marmotta. Nel frattempo Re Laurino, con un potente incantesimo, riuscirà a far tornare il sorriso sulle labbra della principessa Similda... 24

25 LA STORIA DEL GATTO BURANO LUCIA OSELLIERI Illustrazioni di Nicoletta Bertelle Burattini di Barbara Gasparotto Sulla tematica dell inquinamento e la sensibilizzazione sul riciclaggio Il tema è quello dell inquinamento del mare e della raccolta differenziata. La storia è ambientata nella caratteristica isola di Burano (Venezia). Protagonisti sono: Garibaldi un gatto e una magica pesciolina che cerca la complicità dei gatti. "Gatti, sono proprio gatti i primi abitanti dell'isola, da sempre amici fedeli del navigatore ed esploratore più instancabile: l'uomo. Si sa che hanno compiuto imprese grandiose ma, nemici dei pesci??? Pesciolina convince il gatto a non mangiarla promettendogli un pesce molto, ma molto più grosso. Così inizia il viaggio del gatto Garibaldi in fondo al mare, un viaggio ricco di sorprese Ma chi sarà quel pesce che neanche i pesci riconoscono più? Un avventura per salvare gli amici pesci da rifiuti, immondizia e inquinamento. Uno spettacolo semplice e divertente, un misto di narrazione alla maniera del contastorie e l'uso della tecnica del teatro di burattini dove lo scambio col pubblico diventa fondamentale. Alla fine sarà proprio il pubblico protagonista del finale... a sorpresa. 25

26 LE AVVENTURE DI JOHN BULL TEATRO DELLA TOSSE GENOVA Teatro d'attore e pupazzi di Nicholas Brandon Spettacolo in versione bilingue italiano-inglese per bambini dai 3 ai 5 anni Lo spettacolo combina teatro, divertimento e apprendimento e il suo scopo principale è stimolare la naturale curiosity dei bambini nei confronti del mondo che li circonda con particolare riguardo verso la lingua inglese. John Bull, un noto personaggio inglese, vagabonda per il mondo con il suo bagaglio di racconti tradizionali anglosassoni che ama rappresentare con l'aiuto di pupazzi, musica e canzoni. Sa parlare tante lingue (compreso l'italiano) ma naturalmente la lingua che ama di più è la sua... 'English'. Anche i suoi piccoli spettatori dovranno cantare in inglese per capire l'importanza di una corretta pronuncia e non cadere in caramboleschi equivoci! 26

27 LE AVVENTURE DI PINOCCHIO TEATRO GLUG Anche in versione bilingue italiano - tedesco Spettacolo di attore, burattini, pupazzi, figure e ombre C era una volta un pezzo di legno Così comincia la storia di Pinocchio, del piccolo eroe che non agisce come una figura da favola o come un normale burattino: egli si muove come un vero bambino, con grande ingenuità, che cerca a suo modo l allegria e la fortuna, che conosce il mondo e la paura e che diventa cosciente nell incertezza di quello che lo aspetta. Il segreto del successo di questo racconto non è solo nelle avventure di per sé, ma nella meravigliosa combinazione con la vita reale e il piccolo mondo raccontato in tutte le sue particolarità e che ci conduce verso sentimenti e immagini che ogni bambino e ogni adulto riconosce nella propria memoria. 27

28 LE STORIE DELL ALBERO LUCIA OSELLIERI Spettacolo con burattini, attori e scenografie Lo spettacolo segue il filone delle storie di gnomi, si presenta come un grande albero attorno al quale la cantastorie racconta il bosco e il susseguirsi delle stagioni. Con l'arrivo della primavera l'albero centenario si colora, si anima di suoni e piccoli abitanti prendono vita. L'albero ha tante storie da raccontare: sono storie di animali, gnomi, orchi e briganti. Nella seconda parte entra in scena gnomo Pistacchio che finalmente ci fa conoscere la sua famiglia e l'ultimo nato Nocciolino. Fra bastonate, furbizie e risate, il pubblico sarà il protagonista fino al lieto fine della storia. I testi della storia dell'"orco ortolano" sono originali di Alessandro Gigli. Le altre storie sono liberamente adattate da Lucia Osellieri animatrice e interprete. I burattini e la scenografia sono di Massimo Galletti. 28

29 LEZIONE DI SOGNI PER GHIRI TEATRO BARAONDA BERLINO con Eduardo Mulone Nuovo Spettacolo! Teatro di pupazzi e attore Anche in versione bilingue italiano - tedesco Spettacolo tratto dall omonimo libro del celebre autore-illustratore Janosch, narrato, recitato e rappresentato per il pubblico dei piccoli dal Teatro Baraonda. Popov e Piezke sono amici. Popov sa volare, Piezke invece no, perché è un pigrone e passa il tempo a sognare malgrado la sua più grande passione sia quella di volare. Popov fa di tutto per risvegliare l amico dal suo letargo, ma... invano! Piezke è un vero maestro nell inventare ogni sorta di stratagemmi per continuare a dormire. Un giorno, sul sentiero che porta alla Scuola del bosco, finisce tra le grinfie di un uccello rapace che lo rapisce, forse per divorarlo Riuscirà il vecchio Popov a salvare l amico in pericolo? 29

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

C era una volta. Fiabe in rima

C era una volta. Fiabe in rima C era una volta Fiabe in rima Ed ora le fiabe. Perché non trasferire in rima le fiabe conosciute? Non tutte naturalmente, quelle che i bambini conoscevano, quelle che amavano di più, quelle che più sollecitavano

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedono intuizioni geometriche, logiche

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Relazione finale sul Progetto didattico: Giochiamo con la fiaba per

Relazione finale sul Progetto didattico: Giochiamo con la fiaba per Premessa. Relazione finale sul Progetto didattico: Giochiamo con la fiaba per Il percorso didattico realizzato è parte integrante di un progetto interculturale, Girotondo intorno al mondo, la cui tematica

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI. La fiaba

PERCORSI DIDATTICI. La fiaba PERCORSI DIDATTICI La fiaba di: Dilama scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-10 anni La fiaba è un genere letterario di origine popolare, che nasce dalla tradizione orale e solitamente

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

L INCONTRO CON LA MATEMATICA IN CLASSE PRIMA

L INCONTRO CON LA MATEMATICA IN CLASSE PRIMA Relazione Finale in Matematica e Didattica della Matematica L INCONTRO CON LA MATEMATICA IN CLASSE PRIMA Relatore Professoressa Ana María Millán Gasca Correlatore Dottoressa Viviana Rossanese Laureanda

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli