VIA D'ACQUA SUD - Collegamento Darsena, Expo e Fiera

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VIA D'ACQUA SUD - Collegamento Darsena, Expo e Fiera"

Transcript

1 TAZIONE APPALTANTE Expo 2015.p.A. ede legale: Via Rovello, Milano T /499 F Iscrizione Registro Imprese di Milano P.Iva e C.F R.E.A Milano REPONABILE DEL PROCEDIMENTO ING. CARLO CHIEA COORDINAMENTO ARCH. ANNA ROI UPPORTO TECNICO ARCH. DANIELE WILLIAM RE VIA D'ACQUA UD - Collegamento Darsena, Expo e Fiera 37 Ott PIANO GETIONE VdA C.Bina M. Recalcati 0 02/10/2014 EMIIONE A. Negri M. Ghia C.Bina M. Recalcati Aggiorn. Data Descrizione Redatto Verificato Acquisito Approvato Le difformità devono essere comunicate immediatamente ai progettisti prima di procedere. Devono essere considerate solo le dimensioni utilizzate negli elaborati. L'Impresa deve controllare tutte le dimensioni in opera. Questo disegno é protetto da copyright. TUTTE LE DIMENIONI ONO EPREE IN CALA METRICA. Discrepancies must be reported immediately to the Architect before proceeding. Only figured dimensions are to be used. Contractors must check all dimensions on site. This drawing is protected by copyright. ALL DIMENION ARE HOWN IN METRIC. Progetto Esecutivo TITOLO DEL DOCUMENTO name of document VAQ Via d Acqua ud CANALE ECONDARIO VILLOREI Relazione Generale Introduttiva PROGETTAZIONE DEFINITIVA AZIENDA CON ITEMA QUALITA' UNI EN IO 9001:2000 CERTIFICATO DA ICMQ Certificato N Organismo di progettazione: Attività di Progettazione e Coordinamento nei settori di specializzazione relativi a Linee Metropolitane, Ferroviarie e Tranviarie urbane ed extraurbane; Viabilità urbana ed extraurbana; Parcheggi e trutture di Interscambio; Opere idrauliche, Acquedotti e Fognature; Riqualificazione del territorio e Bonifiche; Interventi Edilizi; Aerostazioni e Manufatti Aeroportuali. Gestione del processo costruttivo: Direzione, Coordinamento e upervisione Lavori. Certificato N Esperimento Gare d'appalto riguardanti Lavori e forniture in conformità alle disposizioni di legge della Repubblica Italiana. METROPOLITANA MILANEE PA IL DIRETTORE TECNICO DOTT. ING. MAIMO GUZZI Ordine degli Ingegneri Milano n IL REPONABILE INTEGRAZIONE PECIALITICA DOTT. ING. Corrado Bina Ordine degli Ingegneri Monza e Brianza n 1078 IL PROGETTITA REPONABILE OPERE IDRAULICHE DOTT. ING. Matteo Ghia Ordine degli Ingegneri Pavia n 2100 Collaborazione alla progettazione: CALA scale ostituisce: ostituito da: 1:1 cala grafica DIMENIONI size DOCUMENTO N document n A4 WA 2 E P ID Commessa Lotto Fase Cat. Opera Progressivo Foglio Expo 2015.p.A. - C.F. e P.I

2 METROPOLITANA MILANEE PA INDICE 1 INTRODUZIONE PROGETTO EECUTIVO VARIANTE TRALCIO I PROGETTO EECUTIVO VARIANTE PARCHI (TRALCIO II FAE 1) PROGETTO PRELIMINARE TRALCIO II FAE PIANO DI GETIONE DELLE VIE D ACQUA ALLEGATI: Corografia con individuazione schematica stralci funzionali Cronoprogramma generale tima economica aggiornata PAG. 2 di 10

3 METROPOLITANA MILANEE PA 1 INTRODUZIONE Il progetto della Via d Acqua Expo 2015 nuovo econdario Villoresi -è costituito da tre tratte principali: Lotto 1 (Via d acqua Nord) canale di adduzione dal Canale Villoresi al sito Expo 2015 Tratto centrale incluso nel sito Expo 2015 Lotto 2 (Via d acqua ud) dal sito Expo 2015 al Naviglio Grande Il Lotto 2 è ricompreso nel più vasto progetto Via d Acqua ud Canale e collegamento Darsena Expo/Fiera approvato il 24 gennaio 2013 con Decreto del provveditore OO.PP. n.686,. La fase esecutiva della Via d Acqua Nord e del canale incluso nel sito si è sviluppata e procede secondo i programmi, la realizzazione della Via d Acqua ud, ha invece subito significativi rallentamenti a causa delle contestazioni e dei problemi di ordine pubblico che hanno interessato e interessano i cantieri. In accordo con le linee guida approvate dal Consiglio di Amministrazione di Expo 2015 il 6 maggio 2014, è stato elaborato uno tudio di Fattibilità per la parziale revisione del progetto, incluso tra gli elaborati allegati, di cui si è data informativa allo stesso Consiglio di Amministrazione il 30 luglio ulla base di detto studio è stato elaborato il presente progetto di variante che risponde a due obiettivi principali: - garantire la funzionalità idraulica della Via d Acqua, che riveste un carattere strategico per la realizzazione dell'expo Milano 2015, durante l Evento, - incrementare il consenso nei confronti del progetto da parte dei soggetti interessati. In quest'ottica il completamento del canale della Via d'acqua ud è stato suddiviso in due stralci funzionali. Il primo stralcio, estendendosi dal ito Espositivo al Fiume Olona, sarà sufficiente a garantire, ove necessario, il funzionamento indipendente del istema Via d'acqua Nord Canale Perimetrale del ito Expo - Via d' Acqua ud, mediante il conferimento delle acque del canale nel Fiume Olona. Il secondo stralcio, estendendosi dal Fiume Olona al Naviglio Grande attraverso i parchi cittadini dell area Ovest di Milano, ambito su cui è concentrata la maggior parte delle contestazioni al progetto, realizzerà la connessione idraulica tra il Canale Villoresi e la Darsena. Il secondo stralcio è stato a sua volta articolato in due fasi: la prima consentirà di PAG. 3 di 10

4 METROPOLITANA MILANEE PA raggiungere il punto di recapito del canale nel Deviatore Olona e permetterà quindi di attivare un ulteriore tronco del sistema delle Vie d Acqua, la seconda interesserà la tratta terminale del canale, cioè quella compresa tra il manufatto di scarico nel Deviatore Olona e il manufatto di scarico nel Naviglio Grande, e chiuderà definitivamente la connessione tra il Canale Villoresi e i Navigli. E opportuno evidenziare che le lavorazioni per la realizzazione del primo stralcio del canale sono attualmente in corso e possono essere eseguite sostanzialmente secondo il progetto esecutivo appaltato, introducendo come unica variante sostanziale la modifica del manufatto di scarico nel Fiume Olona, riadattato per conferire l intera portata del canale nel suddetto corso d acqua. Questa sostanziale modifica del punto di recapito delle acque comporta però la risoluzione di alcune problematiche gestionali del canale, poiché si è passati da una situazione che prevedeva il transito delle acque esclusivamente in canali irrigui completamente regolati e gestiti da un unico Ente (il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, che gestisce il Canale Villoresi ed il Naviglio Grande e gestirà la Via d Acqua stessa) ad un sistema interconnesso con il reticolo idrografico principale milanese: questo comporta necessariamente un attenta valutazione degli effetti che tale interconnessione potrebbe avere sul sistema stesso, in particolare in caso di eventi meteorici intensi che si potranno verificare anche a scala regionale (il bacino del fiume Olona interessa infatti anche le province di Como e Varese). In ogni fase esecutiva prevista la realizzazione dello stralcio funzionale idraulico è affiancata da quella di tratte del previsto collegamento Darsena Expo/Fiera, correlate opere puntuali e interventi di sistemazione paesaggistica. i riassume di seguito la suddivisione delle parti del progetto in stralci e fasi: tralcio I Canale Via d Acqua ud: Lotto 2A: dallo sbocco del sito espositivo al recapito nel Fiume Olona (nei pressi di via Muttoni, a nord del parco Pertini) Percorsi ciclopedonali: Lotto 2E1: completo Lotto 2D1: completo Lotto 2D2: completo PAG. 4 di 10

5 METROPOLITANA MILANEE PA Ambiti di trasformazione ed opere maggiori: Ponte di via Lombardini Ponte di via Parenzo Adeguamento sede Arcieri ottopasso di Figino tralcio II Fase 1 Canale Via d Acqua ud: Lotto 2A: dal recapito nel Fiume Olona (nei pressi di via Muttoni, a nord del parco Pertini) alla fine del lotto Lotto 2B1: completo Percorsi ciclopedonali: Lotto 2A: completo Lotto 2B1: completo Ambiti di trasformazione ed opere maggiori: Passerella an Cristoforo Ambito La orgente tralcio II Fase 2 Canali Via d Acqua ud: Lotto 2B2: completo Lotto 2C: completo Percorsi ciclopedonali: Lotto 2B2: completo Lotto 2C: completo Lotto 2E2: completo Ambiti di trasformazione ed opere maggiori: Aree di sosta istemazioni paesaggistiche (Parco Cave) Ambito an Cristoforo Cavalcavia Giordani Ambito Il fontanile PAG. 5 di 10

6 METROPOLITANA MILANEE PA Per supportare le mutate necessità realizzative sono così state redatte diverse revisioni del progetto a differenti gradi di sviluppo progettuale - e studi mirati, in particolare: 1. progetto esecutivo primo stralcio (contenente le varianti delle opere incluse nello tralcio I) 2. progetto esecutivo variante parchi (contenente le varianti delle opere incluse nello stralcio II fase 1); 3. progetto preliminare stralcio II fase 2 (contenente le varianti delle opere incluse nello stralcio II fase 2); 4. Piano di Gestione della Via d Acqua (contenente le necessità gestionali necessarie per garantire la sicurezza idraulica e funzionale del canale stesso e del sito espositivo a causa del mutato funzionamento idraulico dell opera). Nel seguito sono specificati in dettaglio i contenuti di ciascuna variante. PAG. 6 di 10

7 METROPOLITANA MILANEE PA 2 PROGETTO EECUTIVO VARIANTE TRALCIO I Il Progetto Esecutivo di opere in variante relativo allo stralcio I comprende il tratto nord del canale a valle del ito Expo 2015, sino al manufatto di scarico nel fiume Olona, la realizzazione delle piste ciclabili tra i comuni di Pero e Milano (ambito Figino), il completamento delle opere di ripristino/consolidamento spondale del Naviglio Grande, nonché la realizzazione dei percorsi ciclabili lungo l'alzaia Naviglio Grande ed alcuni altri interventi puntuali. Il progetto di variante è scaturito da esigenze diverse: condizioni locali emerse a seguito dell effettuazione degli scavi, adeguamento a prescrizioni di Enti in fase di convenzionamento introduzione di migliorie, offerte migliorative dell Appaltatore ed imprevisti. La modifica in variante del manufatto di scarico nel fiume Olona, introdotta per consentire il conferimento dell'intera portata del canale nel fiume, è stata determinata dalla necessità di garantire, ove necessario, in regime transitorio, il funzionamento indipendente del istema Via d'acqua Nord - canale del ito Expo - Via d'acqua ud. I tempi di realizzazione delle opere consentono tutte le operazioni di collaudo funzionale nei tempi congruenti con l attivazione delle funzioni del sito espositivo e quindi entro il mese d Marzo. Descrivendo brevemente le opere ricomprese nella revisione si ha: - Lotto 2A - realizzazione canale della Via d Acqua: rivestimento interno tubazione secondo prescrizioni RFI (scalo Fiorenza), posa telo TNT in corrispondenza scavi in via Barzaghi, realizzazione impianto di Illuminazione Pubblica Provvisoria nel tratto da via Barzaghi a via Jona, modifica tracciato scatolare canale in via Jona, arretramento cameretta Picchetto 19 e allungamento sifone P.I.I. Merlata, modifica tracciato canale interrato all interno del P.I.I. BOLLA, modifica manufatto di scarico nel fiume Olona - Lotti 2D1 e 2D2: interventi di consolidamento e ricostruzione muri spondali lungo il Naviglio Grande, finiture Naviglio Grande, taglio alberi zona via Parenzo - Lotto 2B2: Adeguamento della nuova sede "hadow Archery Team" - Lotto 2C: realizzazione "Berlinese" in micropali adiacente camera microtunneling PAG. 7 di 10

8 METROPOLITANA MILANEE PA 3 PROGETTO EECUTIVO VARIANTE PARCHI (TRALCIO II FAE 1) Il Progetto Esecutivo di opere in variante nei parchi cittadini sviluppa i contenuti di quanto descritto nello stralcio 2 fase 1 ; la necessità di tale variante è scaturita dal tentativo di introdurre diverse soluzioni di attraversamento dei Parchi Pertini e Trenno ritenute meno invasive rispetto alla realizzazione del canale a cielo aperto. Le varianti riguardano il tratto compreso tra il picchetto 36 del lotto 2A ed il punto di scarico nel Deviatore Olona della Via d Acqua ud; tali varianti sono principalmente finalizzate a ridurre l impatto delle fasi di cantiere ed a restituire i parchi alla cittadinanza senza modifiche indotte dalla presenza dell opera. I tempi di realizzazione di tutte le opere previste per la Via d Acqua ud nel tratto considerato sono stati riformulati in modo da consentire tutte le operazioni di collaudo funzionale nei tempi congruenti con gli utilizzi idrici necessari al buon funzionamento del sito espositivo. Descrivendo brevemente le opere ricomprese nella revisione si ha: - Lotto 2A e 2B1: realizzazione del canale della Via d Acqua con tecnologia in microtunnel nella tratta compresa tra via Bacchelli (a valle del manufatto denominato sorgente ) e la via C.na Bellaria (dopo aver attraversato per tratte rettilinee i parchi Pertini e Trenno); - Lotto 2B1: riallineamento della tratta di Via d Acqua in attraversamento del Bosco in Città per permettere un miglior inserimento paesaggistico riordinando campi agricoli e stradelli di accesso; - Lotto 2B1: modifica della tratta ciclabile di collegamento tra la via Novara e la C.na Belgioioso; - Lotto 2B1: eliminazione di una tratta ciclabile all interno del Parco di Trenno allo scopo di conservare il più possibile la situazione attuale del parco; - Eliminazione degli elementi totem/fari la cui tempistica realizzativa non risulta più compatibile con i tempi per la realizzazione dell evento Expo. PAG. 8 di 10

9 METROPOLITANA MILANEE PA 4 PROGETTO PRELIMINARE TRALCIO II FAE 2 Il Progetto Preliminare tralcio II Fase 2 viene presentato allo scopo di sottoporre a preliminare verifica degli enti interessati, i diversi aspetti del progetto di variante di seguito richiamati; successivamente verrà sottoposto ad approvazione della Conferenza dei ervizi il progetto definitivo/esecutivo, sviluppato tenendo conto dei pareri preliminari rilasciati dai diversi enti. Principali varianti: - Lotto 2A: messa in sicurezza dell area oggetto di bonifica di via Quarenghi interessata dalle opere previste dal progetto d appalto Via d Acqua ud; - Lotto 2B2: all interno del Parco delle Cave sono previsti vari interventi per una migliore integrazione del canale con i progetti di riqualificazione del parco, mediante la realizzazione di interventi di sistemazione paesaggistica ed opere integrative di miglioramento del parco; è opportuno sottolineare che gli enti territorialmente competenti e gli altri soggetti interessati al progetto sono stati coinvolti nel processo di affinamento progettuale della soluzione in variante, onde raccoglierne preventivamente le istanze e le valutazioni; - Lotto 2C: variante progettuale all interno del P.I.I. Parri per coniugare la realizzazione del progetto Via d Acqua con lo stato di avanzamento delle opere di urbanizzazione del P.I.I. stesso; - Lotto 2C: variante progettuale all interno del P.I.I. Calchi Taeggi per coniugare la realizzazione del progetto Via d Acqua con le previsioni di bonifica del sito; - Lotto 2C: modifica del manufatto di scarico nel Naviglio Grande al fine di garantirne un miglior controllo gestionale; - Eliminazione degli elementi totem/fari la cui tempistica realizzativa non risulta più compatibile con i tempi per la realizzazione dell evento Expo. PAG. 9 di 10

10 METROPOLITANA MILANEE PA 5 PIANO DI GETIONE DELLE VIE D ACQUA Il cambiamento del punto di recapito delle acque da un canale regolato quale il Naviglio Grande a corsi d acqua appartenenti al reticolo idrico principale quali Guisa, Olona e Deviatore Olona, comporta un attenta valutazione sia in tempo secco che, soprattutto, in tempo di pioggia degli effetti idraulici indotti al fine di coinvolgere direttamente gli Enti competenti alla gestione del sistema idrico. I contenuti del Piano di Gestione redatto analizzano dunque i seguenti aspetti: - individuazione del sistema interessato dall attivazione della Via d Acqua, - valutazione delle necessità idriche minime e di progetto previste per il buon funzionamento del sito espositivo Expo 2015 e degli impianti a servizio dello stesso, - valutazione dei possibili scenari di gestione del sistema interconnesso con le Vie d Acqua, - descrizione dei sistemi di monitoraggio, allerta e regolazione disponibili lungo il reticolo idrografico e la Via d Acqua stessa, - presentazione delle verifiche idrauliche condotte a supporto delle valutazione contenute ai punti precedenti. PAG. 10 di 10

11 LEGENDA FAI DI REALIZZAZIONE PROGETTO TRALCIO I: GARANTIRE LA FUNZIONALITÀ IDRAULICA DEL CANALE PERIMETRALE DELL'EXPO RAGGIUNGENDO IL FIUME OLONA (GENNAIO 2015) E RIQUALIFICARE LE PONDE DEL NAVIGLIO GRANDE, REALIZZANDO AL CONTEMPO LE RELATIVE DORALI CICLOPEDONALI (MARZO 2015) RHO TRALCIO II - FAE 1: REALIZZARE, CON CANTIERI DI LIMITATE DIMENIONI ED IN AREE MARGINALI, PECIALMENTE NEI PARCHI CITTADINI, LA TRATTA DI CANALE COMPREA TRA IL FIUME OLONA ED IL DEVIATORE OLONA CON LE RELATIVE PITE CICLABILI (ETTEMBRE 2015) EXPO MILANO 2015 FIERA MILANO-RHO-PERO TRALCIO II - FAE 2: RAGGIUNGERE IL NAVIGLIO GRANDE E TERMINARE TUTTE LE CICLABILI NON ANCORA REALIZZATE (ENTRO FINE 2016) CACINA MERLATA CARICO TEMPORANEO T. GUIA PERO VIA GALLARATE I MOLINO DEI BII IL FONTANILE CARICO TEMPORANEO FIUME OLONA CACINA FANETTA LA ORGENTE PARCO PERTINI FIGINO CACINA MELGHERA CACINA AN ROMANO BOCO IN CITTA PARCO DI TRENNO CARICO DEVIATORE OLONA CACINA COLOMBARA I QUINTO ROMANO MILANO PARCO DELLE CAVE NUOVA EDE ARCIERI BAGGIO APPALTO RELATIVO AD ALTRO LOTTO FUNZIONALE ALZAIA NAVIGLIO GRANDE TETATA URBANA PARCO MUGGIANO I CACINA MOIRANO IT. MARCHIONDI CACINA AIANO CACINA MOIRANINO CACINA MOLINO DEL PARADIO I PARCO DEVIATORE OLONA DARENA PARRI PONTE PEDONALE VIA LOMBARDINI MILANO CEANO BOCONE GIARDINO ROBERT BADEN-POWELL I LORENTEGGIO PONTE PEDONALE VIA PARENZO CACINA GUACONA CACINA GUACONCINA PAERELLA AN CRITOFORO CACINA GAGGIA PARCO TERAMO AMBITO AN CRITOFORO PARCO DELLE RIAIE CORICO PARCO DELLA CAVA CACINA DI MEZZO CACINA BATTIVACCO PARCO CENTENARIO CACINA AN MARCHETTO CACINA BAMETTO CACINA BAZZANA INFERIORE VIA D'ACQUA UD - Canale e collegamento Darsena-Expo/Fiera TITOLO DEL DIEGNO name of drawing VIA D'ACQUA UD COROGRAFIA GENERALE TRALCI FUNZIONALI CALA scale 1:40000

12 ID ID Univoco Nome attività Du Inizio Fine 1 WA_01 EXPO g ven 01/05/15 sab 31/10/15 2 WA_02 Via d'acqua Tratto ud - lavori completati 270 g lun 01/07/13 gio 27/03/14 3 WA_02_01 Avvio Lavori 30 g lun 01/07/13 mar 30/07/13 4 WA_02_01.01 Consegna lavori 0 g lun 01/07/13 lun 01/07/13 5 WA_02_01.02 Cantierizzazione 30 g lun 01/07/13 mar 30/07/13 6 WA_02_02 Attività propedeutiche 120 g lun 01/07/13 lun 28/10/13 7 WA_02_02.01 Bonifica Ordigni Bellici area Certosa 45 g lun 01/07/13 mer 14/08/13 8 WA_02_02.02 Bonifica Ordigni Bellici area an Cristoforo 75 g gio 15/08/13 lun 28/10/13 9 WA_02_04 Canale econdario Villoresi 212 g mer 31/07/13 gio 27/02/14 10 WA_02_04.21 econdario Villoresi - Lotto 2A 212 g mer 31/07/13 gio 27/02/14 11 WA_02_ Viabilità 35 g ven 24/01/14 gio 27/02/14 12 WA_02_ Cordonature 10 g ven 24/01/14 dom 02/02/14 13 WA_02_ Pavimentazioni 15 g lun 03/02/14 lun 17/02/14 14 WA_02_ Arredi e Opere Complementari 10 g mar 18/02/14 gio 27/02/14 15 WA_02_ ottoservizi 60 g mer 31/07/13 sab 28/09/13 16 WA_02_ Impianti fognari 30 g mer 31/07/13 gio 29/08/13 17 WA_02_ Rete acqua potabile 30 g ven 30/08/13 sab 28/09/13 18 WA_02_ Polifore / reti elettriche / tlc 30 g ven 30/08/13 sab 28/09/13 19 WA_02_ Impianto pubblica illuminazione 30 g ven 30/08/13 sab 28/09/13 20 WA_02_ Altri sottoservizi 10 g ven 30/08/13 dom 08/09/13 21 WA_02_ Opere minori 95 g mer 31/07/13 sab 02/11/13 22 WA_02_ Movimenti terra 30 g mer 31/07/13 gio 29/08/13 23 WA_02_ Opere di fondazione 20 g ven 30/08/13 mer 18/09/13 24 WA_02_ Opere in elevazione 30 g gio 19/09/13 ven 18/10/13 25 WA_02_ Impermeabilizzazioni 5 g sab 19/10/13 mer 23/10/13 26 WA_02_ Finiture 10 g gio 24/10/13 sab 02/11/13 27 WA_02_ Opere in c.a./ prefabbricati 26 g lun 16/09/13 ven 11/10/13 28 WA_02_04.23 econdario Villoresi - Lotto 2B2 76 g ven 01/11/13 mer 15/01/14 29 WA_02_ Opere minori 76 g ven 01/11/13 mer 15/01/14 30 WA_02_ Movimenti terra 15 g ven 01/11/13 ven 15/11/13 31 WA_02_ Opere di fondazione 15 g sab 16/11/13 sab 30/11/13 32 WA_02_ Opere in elevazione 30 g dom 01/12/13 lun 30/12/13 33 WA_02_ Impermeabilizzazioni 5 g mar 31/12/13 sab 04/01/14 34 WA_02_ Finiuture 10 g dom 05/01/14 mar 14/01/14 35 WA_02_ Opere in c.a./ prefabbricati 15 g mer 01/01/14 mer 15/01/14 36 WA_02_05 Opere Maggiori 186 g lun 23/09/13 gio 27/03/14 37 WA_02_05.32 Consolidamento sponda Naviglio Grande Tratto 2D1 175 g lun 23/09/13 dom 16/03/14 38 NAV1 ACIUTTA NAVIGLIO GRANDE - AUTUNNO g lun 23/09/13 lun 11/11/13 39 WA_02_ Opere strutturali 175 g lun 23/09/13 dom 16/03/14 40 WA_02_ Demolizioni e rimozioni 15 g lun 23/09/13 lun 07/10/13 41 WA_02_ Movimenti terra 30 g lun 23/09/13 mar 22/10/13 42 WA_02_ Consolidamenti 98 g lun 23/09/13 dom 16/03/14 43 WA_02_ Completamenti 120 g dom 13/10/13 dom 09/02/14 44 WA_02_ Finiture 120 g dom 13/10/13 dom 09/02/14 45 WA_02_05.70 Ponte di via Lombardini 60 g lun 27/01/14 gio 27/03/14 46 WA_02_ Opere strutturali 60 g lun 27/01/14 gio 27/03/14 47 WA_02_ Demolizioni e rimozioni 10 g lun 27/01/14 mer 05/02/14 48 WA_02_ Opere provvisionali 10 g gio 06/02/14 sab 15/02/14 49 WA_02_ Movimenti terra 20 g dom 16/02/14 ven 07/03/14 50 WA_02_ Opere di fondazione 20 g sab 08/03/14 gio 27/03/14 51 WA_02_ ottoservizi 15 g dom 16/02/14 dom 02/03/14 52 WA_02_ Polifore / reti elettriche / tlc 15 g dom 16/02/14 dom 02/03/14 53 WA_02 Via d'acqua Tratto ud - TRALCIO I 298 g sab 07/06/14 mar 31/03/15 54 WA_02_03 Dorsale Ciclopedonale 274 g mar 01/07/14 mar 31/03/15 55 WA_02_03.14 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2D1 130 g mar 01/07/14 ven 07/11/14 56 WA_02_03.15 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2D2 124 g sab 08/11/14 mer 11/03/15 57 WA_02_03.16 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2E1 240 g lun 04/08/14 mar 31/03/15 58 WA_02_04 Canale econdario Villoresi 238 g sab 07/06/14 ven 30/01/15 59 WA_02_04.21 econdario Villoresi - Lotto 2A 230 g sab 07/06/14 gio 22/01/15 60 WA_02_ Viabilità 35 g mar 04/11/14 lun 08/12/14 61 WA_02_ Opere minori 95 g ven 01/08/14 lun 03/11/14 62 WA_02_ ifone attravers. v. tephenson picc g sab 07/06/14 gio 15/01/15 63 WA_02_ Manufatto scarico torrente Guisa picc g mer 15/10/14 lun 24/11/14 64 WA_02_ Manufatto immissione tubaz. cascina Merlata picc g mar 25/11/14 lun 12/01/15 65 WA_02_ ifone attravers. v. Gallarate picc g ven 01/08/14 gio 09/10/14 66 WA_02_ ifone attravers. v. Bolla picc g ven 10/10/14 mar 09/12/14 67 WA_02_ ifone attravers. v. Castellanza - Muttoni - Quarenghi 164 g mar 05/08/14 gio 15/01/15 68 WA_02_ Manufatto raccordo fiume Olona picc g dom 21/09/14 gio 22/01/15 69 MLT ATTIVAZIONE CARICO A PORTATA RIDOTTA NEL TORRENTE GUIA IN VIA JONA 0 g mar 09/12/14 mar 09/12/14 70 MLT ATTIVAZIONE CARICO NEL TORRENTE GUIA IN VIA JONA 0 g gio 15/01/15 gio 15/01/15 71 MLT ATTIVAZIONE CARICO FIUME OLONA 0 g ven 30/01/15 ven 30/01/15 72 WA_02_05 Opere Maggiori 212 g lun 01/09/14 mar 31/03/15 73 WA_02_ Adeguameno sede Arcieri 90 g mer 01/10/14 lun 29/12/14 74 WA_02_05.33 Consolidamento sponda Naviglio Grande Tratto 2D2 191 g lun 22/09/14 mar 31/03/15 75 NAV3 ACIUTTA NAVIGLIO GRANDE - AUTUNNO g lun 22/09/14 mar 31/03/15 76 WA_02_ Opere strutturali 191 g lun 22/09/14 mar 31/03/15 77 WA_02_ Consolidamenti 190 g lun 22/09/14 mar 31/03/15 78 WA_02_ Completamenti 191 g lun 22/09/14 mar 31/03/15 79 WA_02_ Finiture 191 g lun 22/09/14 mar 31/03/15 80 WA_02_05.70 Ponte di via Lombardini 115 g lun 01/09/14 mer 24/12/14 81 WA_02_ Opere strutturali 70 g lun 01/09/14 dom 09/11/14 82 WA_02_ Opere in elevazione 5 g lun 01/09/14 ven 05/09/14 83 WA_02_ Opere in acciaio 60 g sab 06/09/14 mar 04/11/14 84 WA_02_ Impermeabilizzazioni 5 g mer 05/11/14 dom 09/11/14 85 WA_02_ Completamenti 45 g lun 10/11/14 mer 24/12/14 86 WA_02_ Verniciature 15 g lun 10/11/14 lun 24/11/14 87 WA_02_ Finiture 30 g mar 25/11/14 mer 24/12/14 88 WA_02_05.72 Ponte di via Parenzo 175 g lun 01/09/14 dom 22/02/15 89 WA_02_ Opere strutturali 130 g lun 01/09/14 gio 08/01/15 90 WA_02_ Demolizioni e rimozioni 10 g lun 01/09/14 mer 10/09/14 91 WA_02_ Opere provvisionali 10 g gio 11/09/14 sab 20/09/14 92 WA_02_ Movimenti terra 20 g dom 21/09/14 ven 10/10/14 93 WA_02_ Opere di fondazione 20 g sab 11/10/14 gio 30/10/14 94 WA_02_ Opere in elevazione 5 g ven 31/10/14 mar 04/11/14 95 WA_02_ Opere in acciaio 60 g mer 05/11/14 sab 03/01/15 96 WA_02_ Impermeabilizzazioni 5 g dom 04/01/15 gio 08/01/15 97 WA_02_ Completamenti 45 g ven 09/01/15 dom 22/02/15 98 WA_02_ Verniciature 15 g ven 09/01/15 ven 23/01/15 99 WA_02_ Finiture 30 g sab 24/01/15 dom 22/02/ WA_02_ ottoservizi 15 g dom 21/09/14 dom 05/10/ WA_02_ Polifore / reti elettriche / tlc 15 g dom 21/09/14 dom 05/10/ ETV1 COLLAUDI 60 g ven 23/01/15 lun 23/03/ WA_02 Via d'acqua Tratto ud - TRALCIO II - FAE g lun 01/12/14 ven 02/10/ WA_02_03 Dorsale Ciclopedonale 205 g gio 12/03/15 ven 02/10/ WA_02_03.10 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2A 100 g mer 01/04/15 gio 09/07/ WA_02_03.11 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2B1 205 g gio 12/03/15 ven 02/10/ WA_02_04 Canale econdario Villoresi 283 g lun 01/12/14 mer 09/09/ WA_02_04.21 econdario Villoresi - Lotto 2A 135 g dom 07/12/14 lun 20/04/ WA_02_ Manufatto raccordo Metro Linea 1 picc g ven 23/01/15 ven 10/04/ WA_02_ ifone attravers. Parco Pertini 110 g dom 07/12/14 gio 26/03/ WA_02_ ifone attravers. Trenno nord 110 g gio 01/01/15 lun 20/04/ WA_02_04.22 econdario Villoresi - Lotto 2B1 283 g lun 01/12/14 mer 09/09/ WA_02_ Viabilità 10 g gio 19/03/15 sab 28/03/ WA_02_ Alveo 100 g mar 09/12/14 mer 18/03/ WA_02_ ottoservizi 30 g mar 09/12/14 mer 07/01/ ifone attravers. Trenno I 100 g gio 12/03/15 ven 19/06/ ifone attravers. Trenno II 100 g dom 15/02/15 lun 25/05/ WA_02_ Ponte canale fontanile.maria picc g lun 01/12/14 lun 29/12/ WA_02_ ifone fontanile 3 Terzi picc g mar 30/12/14 sab 14/02/ WA_02_ ifone cascina Belgioioso picc g gio 16/04/15 sab 04/07/ WA_02_ ifone Roggia secondaria picc g dom 15/02/15 ven 27/03/ WA_02_ ifone attravers. v. Novara picc g lun 11/05/15 sab 08/08/ WA_02_ ottopasso uso agricolo picc g sab 28/03/15 mer 13/05/ WA_02_ ifone fontanile Parea picc g sab 11/04/15 lun 01/06/ WA_02_ ottopasso uso agricolo picc g mar 02/06/15 sab 18/07/ WA_02_ Attravers. strada campestre picc g dom 19/07/15 mer 09/09/ WA_02_ Manufatto derivazione x lotto 2B2 55 g gio 14/05/15 mar 07/07/ WA_02_ Ponticelli pista ciclopedonale 63 g gio 19/03/15 mer 20/05/ WA_02_ Opere di sistemazione paesaggistica 100 g lun 30/03/15 mar 07/07/ MLT ATTIVAZIONE CARICO DEVIATORE OLONA 0 g mer 09/09/15 mer 09/09/ ETV1 COLLAUDI 60 g dom 12/07/15 mer 09/09/ WA_02_05 Opere Maggiori 301 g lun 01/12/14 dom 27/09/ WA_02_05.31 Passerella an Cristoforo 301 g lun 01/12/14 dom 27/09/ WA_02_06 istemazione Paesaggistica Architettonica 130 g sab 11/04/15 mar 18/08/ WA_02_06.51 "La orgente" 130 g sab 11/04/15 mar 18/08/ WA_02_ Opere di sistemazione paesaggistica 105 g sab 11/04/15 ven 24/07/ WA_02_ Completamenti 25 g sab 25/07/15 mar 18/08/ WA_02_ Arredi ed opere complementari 25 g sab 25/07/15 mar 18/08/ WA_02 Via d'acqua Tratto ud - TRALCIO II - FAE g gio 19/03/15 gio 29/09/ WA_02_03 Dorsale Ciclopedonale 365 g ven 10/07/15 ven 08/07/ WA_02_03.12 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2B2 145 g ven 10/07/15 mar 01/12/ WA_02_03.13 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2C 220 g mer 02/12/15 ven 08/07/ WA_02_03.20 Dorsale ciclopedonale - Lotto 2E2 140 g sab 03/10/15 ven 19/02/ WA_02_04 Canale econdario Villoresi 437 g gio 19/03/15 sab 28/05/ WA_02_04.23 econdario Villoresi - Lotto 2B2 374 g gio 21/05/15 sab 28/05/ WA_02_ Viabilità 24 g lun 23/11/15 mer 16/12/ WA_02_ Alveo 210 g gio 21/05/15 mer 16/12/ WA_02_ ottoservizi 75 g gio 21/05/15 lun 03/08/ WA_02_ Opere minori 86 g gio 01/10/15 ven 25/12/ WA_02_ ifone v.caldera picc g mar 08/09/15 gio 26/11/ WA_02_ ifone fontanile Patellani picc.5 55 g gio 01/10/15 mar 24/11/ WA_02_ ifone fontanile Ghiglio picc g mer 25/11/15 sab 02/01/ WA_02_ ifone fontanile Ghiglio picc g dom 03/01/16 lun 15/02/ WA_02_ nr.3 ifoni rogge interferenti picc.8c-9 60 g mar 16/02/16 ven 15/04/ WA_02_ Manufatto confluenza fontanile Ghiglio picc.9 43 g sab 16/04/16 sab 28/05/ WA_02_ ifone attr. v. Broggini picc g gio 01/10/15 dom 06/12/ WA_02_ ifone fontanile Ghiglio picc g lun 07/12/15 dom 31/01/ WA_02_ ifone v.cividale/f.armate picc g gio 03/09/15 mar 01/12/ WA_02_ ifone 5 picc g lun 01/02/16 mer 23/03/ WA_02_ Ponticelli pista ciclopedonale 118 g gio 01/10/15 mar 26/01/ WA_02_ ifone v. Gonin picc g sab 01/08/15 mar 22/09/ WA_02_ Opere di sistemazione paesaggistica 91 g gio 01/10/15 mer 30/12/ WA_02_04.24 econdario Villoresi - Lotto 2C 324 g gio 19/03/15 ven 05/02/ WA_02_ Opere minori 42 g sab 26/12/15 ven 05/02/ WA_02_ Alveo 69 g gio 19/03/15 mar 26/05/ WA_02_ Fondo alveo e opere di difesa 150 g ven 01/05/15 dom 27/09/ WA_02_ ottoservizi 45 g ven 01/05/15 dom 14/06/ WA_02_ Viabilità 20 g ven 01/05/15 mer 20/05/ WA_02_ ifone v.nitti picc g dom 18/10/15 mar 05/01/ WA_02_ ifone v. Parri picc g mar 26/05/15 dom 23/08/ WA_02_ Ponte canale deviatore Olona picc g ven 01/05/15 lun 29/06/ WA_02_ ifone fontanile Corio picc.11-11bis 47 g mar 30/06/15 sab 15/08/ WA_02_ ifone v.kuliscioff-bensi-lorenteggio picc g mar 30/06/15 sab 17/10/ WA_02_ Ponte canale deviatore Olona picc g dom 16/08/15 mer 14/10/ WA_02_ ifone F Vigevano-Milano picc g mer 15/07/15 lun 12/10/ WA_02_ Manufatto scarico Naviglio Grande picc g gio 15/10/15 dom 03/01/ WA_02_ Ponticelli pista ciclopedonale 65 g sab 25/07/15 dom 27/09/ WA_02_ Opere di sistemazione paesaggistica 50 g dom 09/08/15 dom 27/09/ ETV1 COLLAUDI 60 g mer 30/03/16 sab 28/05/ WA_02_05 Opere Maggiori 368 g lun 28/09/15 gio 29/09/ WA_02_05.30 Adeguamento cavalcavia Giordani 368 g lun 28/09/15 gio 29/09/ WA_02_05.40 Vasca di aggottamento sottovia Figino 60 g sab 20/02/16 mar 19/04/ WA_02_06 istemazione Paesaggistica Architettonica 312 g gio 01/10/15 dom 07/08/ WA_02_06.50 "Il fontanile" 75 g gio 01/10/15 lun 14/12/ WA_02_06.54 Ambito Parco Deviatore Olona e via Cividale 110 g mar 15/12/15 sab 02/04/ WA_02_06.55 Ambito an Cristoforo / Naviglio Grande 127 g dom 03/04/16 dom 07/08/ WA_02_07 Aree di osta 355 g gio 01/10/15 lun 19/09/ WA_02_08 Fine Lavori 0 g gio 29/09/16 gio 29/09/16 Tri 3, 2013 Tri 1, 2014 Tri 3, 2014 Tri 1, 2015 Tri 3, 2015 Tri 1, 2016 Tri 3, 2016 mag lug set nov gen mar mag lug set nov gen mar mag lug set nov gen mar mag lug set nov Progetto: WA-VAQ Via d'acqua ud WA-3782 Attività Cardine Riepilogo Attività riportata Cardine riportato Avanzamento riportato Divisione Attività esterne Riepilogo progetto Riepilogo raggruppamento Attività inattiva Cardine inattiva Cardine inattiva Riepilogo inattiva Attività manuale olo-durata Riporto riepilogo manuale Riepilogo manuale olo inizio olo-fine Attività esterne Cardine esterno Attività cardine predecessore di riferimento percor Attività di riepilogo predecessore di riferimento p Attività normale predecessore di riferimento percor Attività cardine successore percorso Attività di riepilogo successore percorso Attività normale successore percorso Attività cardine predecessore percorso Attività di riepilogo predecessore percorso Attività normale predecessore percorso Avanzamento cadenza Pagina 1 / 1

13 !!"!# "$ % "! "!# $! $ &&'( $"$#! #!#! # #!$ "# % $ $# "!" &&'( (')* ##! "$!!!!"!""# $ %++'%,%- ""!" $#!"!" &&'(!!"#$%&!'" ( &&'( ) * " &(%+%,-., //"'% 0 ' $" +"/%11"1%&. ( $$2&0 '" 3(%++ '.1"'%/0!!&"("00"$!&) $ $ +./..01#2 $ $ 4 &(%+%,- %.!'&(&!! ("$ '&#!!& /,5!%6& "'%".! "',-% 3(%++ '.1"'%/0!!&"("00"$!&) $"#" " $"#" " +./.0,&,,2 $"#" " $"#" ", &(%+%,- %.!'&(&!! ("$ '&#!!& ' $%7%."'!'"$,%& "/ 3(%++ '.1"'%/0!!&"("00"$!&) #"## #"## +..3/ /.0,62!#!!#! ),, ),/& $"" $"" ( &(%+%,- #%8%.!'&(&!! (",95%/%! %.,&'/&(:&0 '" 3(%++ '.1 '%/0!!&"("00"$!&) #9" #"# 1$" 1#"" #!#,,"!<9 $9(' # #,,.,.)+5&$+' #$ #$,,,/./"!&3+ +,$:: : ::'./ / /);##,,"!$50'44 8)$5 '++,$: '!$!$,-./0,+. 1 1$" 1$" ),)2! 1# 1# ),3,3/ # 1# ),+8+!)8!!!! (,,-."!"!"!"#$%&' $! $! ()%*!$!$ "(!+* $ $ $!' 7&(%+%,- " 1 1$ &/. " " '%/0,%+%,%( $$" /%,5' 11"!"! $ "" $!" #" "!#!$ * ) *.!$!$ 8).4'5. # # 9#.#8# # # ) "##%&'%,&/!% 0 '#"'".!%' $" /%,5' 11" $:&0 '"!%6%!8( $,".!% ' ;.. $#!"!" $#!"!" # #

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA Responsabile del procedimento arch. Sergio Manto SCR Piemonte S.p.A. Referenti del R.U.P. ing. Claudio Trincianti - arch. Massimo Morello Progettisti Sina S.p.A.

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 13 del 26 febbraio 2014. REGOLAMENTO

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

Norme del Documento di Piano

Norme del Documento di Piano Norme del Documento di Piano SOMMARIO: ART. 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ART. 2. CONTENUTO DEL DOCUMENTO DI PIANO... 4 ART. 3. RINVIO AD ALTRE DISPOSIZIONI DIFFORMITÀ E CONTRASTI TRA DISPOSIZIONI, DEROGHE...

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

CIRCOLARE DEL MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI, N. 11633. (Pres. Cons. Sup. - Serv. Tecn. Centrale, 7 gennaio 1974)

CIRCOLARE DEL MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI, N. 11633. (Pres. Cons. Sup. - Serv. Tecn. Centrale, 7 gennaio 1974) CIRCOLARE DEL MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI, N. 11633 (Pres. Cons. Sup. - Serv. Tecn. Centrale, 7 gennaio 1974) Istruzioni per la progettazione delle fognature e degli impianti di trattamento delle acque

Dettagli

REGOLAMENTO PER ATTIVITA DI VIGILANZA E COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER ATTIVITA DI VIGILANZA E COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER ATTIVITA DI VIGILANZA E COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE CAPO AREA INFRASTRUTTURE CIVILI ING. WALTER RICCI DIRIGENTE SERVIZIO STRADE ARCH. MARTA MAGNI CAPO AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ALLACCIAMENTO ED AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NELLA RETE FOGNARIA PROVENIENTI DA UN INSEDIAMENTO RESIDENZIALE (La

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol.

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania - Napoli - 2009 c REGIONE CAMPANIA Assesorato all'ambiente Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico dell'autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

doc. 8A2v Relazione Opere di Urbanizzazione

doc. 8A2v Relazione Opere di Urbanizzazione Gruppo Pasini S.p.a. Programma Integrato di Intervento Ex E.Marelli - Proposta di Variante Relazione Opere di Urbanizzazione Progettisti: Gruppo Pasini S.p.a. V.le Edison 50 2099 Sesto San Giovanni (MI)

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12

GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12 Page 1 of 10 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PARTE PRIMA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12 SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI' DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE:

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO SCHEDA : PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 0/05 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RISORSE Disponibilità finanziaria

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO APPROVATO CON DELIB. C.C. n. 55 del 30/03/2009 REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA Progetto:

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

Università degli studi di Firenze

Università degli studi di Firenze Università degli studi di Firenze Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per la Tutela dell Ambiente e il Territorio Anno Accademico 2010-2011 Progettazione preliminare di un sistema di casse di laminazione

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DPR N 380 DEL 06/06/2001 (TUE) Il Testo Unico per l Edilizia

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA COMMISSIONE TASSAZIONE NOTULE FASI O "LIVELLI DI ELABORAZIONE E REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO NEI LAVORI PRIVATI PREMESSA L'accertamento

Dettagli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Bisi & Merkus Studio Associato Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Comune di castelnovo ne monti \ Progettista

Dettagli

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Supplemento n. 1 al B.U. n. 20/I-II del 15/05/2012 / Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 15/05/2012 Nr. 20/I-II 200 ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Il progetto definitivo

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE COMUNE DI FAENZA SETTORE LAVORI PUBBLICI REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DI LAVORI DI SCAVO SU SUOLO PUBBLICO Regolamento approvato con atto C.C. verbale n. 275 del 15/11/2010 - prot. n. 44926 del 19/11/2010

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011 Piano di Ambito Revisione Triennio 2009-2011 ALLEGATO 3 CANONI DI CONCESSIONE per: - concessioni ex ANAS - concessioni ANAS-Ferrovie - concessioni derivazioni idriche - concessioni ai fini idraulici REPORT

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 87 DEL 14 MAGGIO 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Corso di Progettazione di Impianti Elettrici. Documentazione per la Progettazione Norme Tecniche

Corso di Progettazione di Impianti Elettrici. Documentazione per la Progettazione Norme Tecniche Corso di Progettazione di Impianti Elettrici Documentazione per la Progettazione Norme Tecniche Norme Tecniche e Norme di Legge La progettazione di un opera ha come scopo la definizione delle caratteristiche

Dettagli

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n..

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n.. DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE CHE NON RECAPITANO NELLA RETE FOGNARIA (La domanda dovrà essere compilata su carta legale o resa legale). Al Signor Sindaco del Comune

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info info I contenuti ti minimi i i del PSC- PSS-POSPOS Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Titolo III - DISPOSIZIONI ULTERIORI PER I CONTRATTI RELATIVI AI LAVORI

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE

Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE 1) Inquadramento della variante In attuazione delle previsioni del Piano Regolatore Generale vigente dal 10 marzo 2005 il Consiglio Comunale di Ghisalba

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

COMUNE DI OSIMO Provincia Ancona

COMUNE DI OSIMO Provincia Ancona COMUNE DI OSIMO Provincia Ancona SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE E CESSIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE SOTTOSOGLIA A SCOMPUTO TOTALE O PARZIALE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE. Adottato con

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

NORME TECNICHE DI POLIZIA IDRAULICA RETICOLO IDRICO MINORE COMUNALE

NORME TECNICHE DI POLIZIA IDRAULICA RETICOLO IDRICO MINORE COMUNALE COMUNE DI: SAN GIACOMO FILIPPO Provincia di Sondrio ATTUAZIONE DELLA D.G.R n.- 7/7868 del 25 gennaio 2002 e successive integrazioni Determinazione del reticolo idrico principale. Trasferimento delle funzioni

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE -

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - 1 2 Art. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI 1. Il presente regolamento disciplina la collocazione su suolo pubblico e privato delle strutture temporanee a servizio di locali ad

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 Fiorire del Secchia La costruzione di un Parco Aperto Obbiettivi: Salvaguardare l ambientale;

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli