Andrea Crisanti scenografo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Andrea Crisanti scenografo"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lettere Andrea Crisanti scenografo RELATORE Prof. Paolo Bertetto CORRELATORE Prof. Andrea Minuz LAUREANDA Elisa Fornaro Matricola n A.A

2 INTRODUZIONE La scenografia è una delle componenti, e nulla di più che una componente dell opera drammatica nella sua forma definitiva. In altre parole, è una componente della regia. Nell ambito di questa, la scenografia deve assolvere una funzione ben precisa. A questa funzione spetta determinare in quale momento sarà solo uno sfondo, un accessorio, o anche scomparirà completamente dalla coscienza e dal campo di percezione dello spettatore 1. È uno degli strumenti della grande orchestra formata da diversi mezzi di espressione [...] Essa può a volte suonare in a solo, a volte fondersi nell insieme strumentale, a volte smettere di suonare 2. Comunque la scenografia è un elemento bellissimo del film, da sottolineare sempre 3. In letteratura si può anche rinunciare a descrivere il luogo dell azione, l aspetto dei personaggi, il loro abbigliamento. Il cinema invece, per la sua stessa natura visiva, è obbligato a metterci sotto gli occhi tutto: sia l ambiente nel quale agiscono i personaggi, sia i personaggi stessi. Perfino quando la macchina da presa concentra la propria attenzione sul volto dell attore, in 1 J. Svoboda, Relazione in occasione della prima quadriennale di scenografia, Praga, D. Bablet, La scena e l immagine. Saggio su Josef Svoboda, Torino, G. Einaudi, G. Turroni, L arte e la tecnica nel film, Milano, 1965, p

3 primo piano, l ambiente circostante continua ad imporre la sua presenza, anche se relegato al ruolo di semplice sfondo. Del resto l ambiente trova naturale prolungamento negli abiti che l attore indossa. Sia gli ambienti che i costumi stanno inevitabilmente dinanzi ai nostri occhi, perché il cinema non può far altro che mostrarci una sequenza di fenomeni. E qualunque fenomeno, per il fatto stesso di esistere, ha bisogno di un apparenza e di uno spazio fisico che lo contenga. Al cinema, il vuoto non esiste. Un ambiente può essere spostato quanto si vuole, però dal punto di vista della progettazione scenografica -sarà pur sempre considerato una scena. [ ] Nel linguaggio del cinema non è soltanto la realtà quotidiana a trovare espressione concreta. Anche le fantasie più sfrenate devono acquistare un corpo, devono materializzarsi ed esistere dinanzi allo spettatore. Questa esistenza è reale e fittizia allo stesso tempo: è reale soltanto per due dei nostri sensi, la vista e l udito. Ma lo è con un potere enorme, sconosciuto a tutte le altre forme di espressione. [ ] L immagine cinematografica è frutto di un processo fotochimico, il cui responsabile è il direttore della fotografia. Attraverso il suo personale gusto estetico e la sua capacità tecnica, egli vede per noi quella porzione di realtà che si trova innanzi alla macchina da presa. Ma chi è che progetta e mette in opera? Da un lato lo scenografo, dall altro il costumista. Il primo veste lo 2

4 spazio, il secondo gli interpreti. [ ] Lo scenografo e il costumista realizzano prodotti in tre dimensioni che prima di giungere sullo schermo diverranno bidimensionali. Lo scenografo e il costumista devono prevedere questa trasformazione alla quale vanno incontro. [ ] Essi progettano corpi destinati ad essere ridotti in immagini. Dunque, dovranno far sì che il processo di appiattimento non rovini la capacità espressiva delle scene e dei costumi. Anzi dovranno far in modo che il loro lavoro sia tale da essere esaltato nella percezione bidimensionale dell occhio della macchina da presa 4. In particolar modo tratterò l importanza che riveste la scenografia all interno di un film, attraverso l analisi della professione di scenografo di Andrea Crisanti. Approfondirò l argomento, mediante la ricostruzione dei suoi lavori per film diretti da noti registi. Il motivo di questa mia scelta è dovuto al fatto che, molte volte, nell idea collettiva, il regista viene considerato come l unico responsabile della creazione di un film, che invece è il prodotto della fantasia e della creatività di molti. Infatti, come dichiara Andrea Crisanti: Nel cinema è fondamentale l alchimia tra le persone che lavorano sul set non a caso alcuni scenografi riescono a dare il meglio di sé soltanto al fianco di determinati registi. È necessario realizzare una specie di matrimonio di sensibilità, oltre che di interessi culturali e 4 S. Masi, Costumisti e scenografi del cinema italiano, vol.2, Milano, 1990, p. 9 3

5 produttivi. Per ottenere buoni risultati bisogna far combaciare personalità diverse e mondi culturali che a volte sono abbastanza distanti gli uni dagli altri 5. Quindi, la mia attenzione si soffermerà nello specifico sull ambiente, la scenografia appunto, in cui si muove il personaggio, poiché, in alcuni casi, diventa un ulteriore chiave di lettura al film stesso. Che cos è dunque la scenografia? Scenografia è termine composto da due parole greche: skenè (scena) e grafia (scrittura), da cui scrittura della scena, ovvero l ambiente entro il quale si svolge la vicenda rappresentata. E, per estensione, l ambiente in cui si agisce. 6 Ritengo inoltre importante fare una notazione circa la differenza che intercorre tra una scenografia teatrale e una cinematografica. Nella prima, lo scenografo pensa la sua idea nella totalità dello spazio scenico, così come viene estemporaneamente percepito dal pubblico: lo spettatore è cosciente del fatto che i personaggi che si muovono nello spazio siano degli attori, e che il luogo in cui essi agiscono sia frutto del lavoro e della creatività dello scenografo. Dunque nel linguaggio teatrale la scena viene offerta alla fruizione del pubblico senza ulteriori mediazioni. 7 Nella seconda, invece, prima di arrivare al pubblico, la scena subirà almeno tre 5 S. Masi, op. cit., vol.2, p M. Santella, Lessico dell attore, Colonnese S. Masi, op. cit., vol. I p. 9. 4

6 mediazioni decisive: quelle compiute dall operatore di macchina, dal direttore della fotografia e dal montatore 8. L operatore di macchina, componendo l inquadratura (secondo le indicazioni del regista, s intende), sceglierà quali parti mostrare e quali escludere dalla visione. Anche il direttore della fotografia, che determina le luci e le ombre sulla scena e sui costumi, potrà incidere sulla visibilità del lavoro dello scenografo. Il montatore, dal canto suo, stabilirà la durata della visione, escludendo alcuni momenti ed esaltandone altri, attraverso il gioco ritmico dell alternanza 9. Questo fa sì che, nel cinema, cambi la percezione, da parte dello spettatore, dell ambiente scenico: la narrazione della macchina da presa aumenta l effetto di identificazione attore-spettatore, e l effetto verosimiglianza tra narrato e reale. A questo proposito Crisanti spiega Al cinema l effetto di realtà nella scenografia è quasi una scelta obbligata, a differenza di quanto accade in teatro, dove il rapporto tra l attore e la scena si basa su un tacito accordo: il pubblico percepisce benissimo che lo spazio si trova su un palcoscenico. [ ] Al cinema, invece, il rapporto tra occhio dello spettatore e realtà viene mediato dalla macchina da presa, che si muove nello spazio, analizzandolo attraverso una varietà di angolazioni e di obiettivi, precedentemente scelti da una persona, cioè il regista. Dunque, 8 Ibidem. 5

7 nel cinema si perde questo contatto diretto, personale e religioso tra lo spettatore e la realtà messa in scena. Inoltre c è la tendenza a credere che tutto sia già presente nel film (ambientazioni e oggetti), e nessuno immaginerebbe che la scelta di un ambiente sia preceduta da decine di sopralluoghi, fotografie, video, disegni di preparazione, e che spesso gli ambienti sono ricostruiti in teatro di posa, o, se scelti dal vero, completamente arredati. Quindi, la differenza tra la scenografia cinematografica e quella teatrale si esplicita soprattutto ad un livello tecnico, ossia nel modo di affrontare il lavoro pratico e di organizzarlo. Quello che rimane invariato per entrambe è il concetto di fondo: compito dello scenografo è costruire l ambientazione di una sceneggiatura ovvero lo scenografo veste gli ambienti 10. Lo stesso Crisanti spiega: La scenografia cinematografica nasce da un testo, da una lettura, da un soggetto, che è la sceneggiatura, e già da lì lo scenografo comincia ad immaginare. Naturalmente poi c è il colloquio, il riscontro con l autore principale del film, che è il regista. A questo proposito ritengo possa essere anche utile ciò che Kandinskij scrive nel saggio Dello spirituale nell arte 11, in cui fa riferimento a tre fattori che determinano la creazione artistica: 1) PERSONALITÀ; 2) STILE; 3) ARTISTICITÀ. 9 Ivi, vol. I p Ibidem. 11 W. Kandinskij, Lo spirituale dell arte, Milano, p

8 Credo che questi tre elementi possano essere applicabili all argomento della mia trattazione visto che caratterizzano quella che è la creatività dello scenografo, che purtroppo però, molte volte, come tutti i collaboratori della regia, rischia di rimanere sconosciuto alla gran massa del pubblico. Quindi, approfondendo il discorso sulla scenografia e trattando nel particolare, l attività di scenografo di Andrea Crisanti, cercherò di evidenziare come i suoi lavori siano soprattutto il frutto del suo estro creativo oltre che il risultato di esigenze registiche. Analizzando alcuni dei film per cui ha lavorato, visionando anche fotografie, bozzetti preparatori e interviste da lui gentilmente concessemi, delineerò quello che credo possa il suo modo di lavorare oltre che rappresentare il suo percorso artistico. ESSENZIALITÀ; PASSIONE PER GLI ELEMENTI NATURALI; ICONOGRAFIE DEL MERIDIONE; CREATIVITÀ, questi gli elementi che si evincono dal suo operato. In particolare tratterò i seguenti film: Cadaveri eccellenti Rosi 1975, Una pura formalità Tornatore 1994, Nostalghia Tarkovskij 1975 cercando di mostrare non solo in che misura siano presenti tali componenti ma anche come i suoi disegni preparatori siano stati utilizzati dal regista per la realizzazione del film (se cioè si sono o meno apportate modifiche, tagli a quelli che erano i progetti iniziali). 7

9 Infine fornirò una generale panoramica dei suoi ultimi lavori fino ad arrivare al film in corso di elaborazione del regista greco Theo Angheropulos. 8

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe Capitolo 1 La realizzazione di un film: la troupe LA REALIZZAZIONE DI UN FILM Giuseppe Bertolucci racconta Le tre scritture del cinema LA REALIZZAZIONE DI UN FILM - Le tre scritture del cinema - PRE-PRODUZIONE

Dettagli

La foto di scena - G. Prisco

La foto di scena - G. Prisco Obiettivi e problematiche della foto di scena In pratica: quando si fotografa, e con quali attrezzature Documentare l evento: equilibrio tra fattori Un caso di studio: Dove andate, Softmachine? Una variante:

Dettagli

PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI

PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 - PR. PROPEDEUTICA DEL TEATRO ED EURITMIA (1-2 ) - PR. TEATRO ED EURITMIA (3-4 -5 ) - PR. FOTOGRAFIA E DIREZIONE D ARTE. FOTO

Dettagli

Corso superiore di recitazione

Corso superiore di recitazione Corso superiore di recitazione Laboratorio propedeutico all'avviamento professionale 3 ore al giorno per 3 volte alla settimana 3 nuovi modi di vivere la nostra scuola: AGILITA', PROFESSIONALITA' E COMPLETEZZA

Dettagli

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema Capitolo 6 Il montaggio: la grammatica del cinema Frammentazione dello spazio DÉCOUPAGE LA GRAMMATICA DEL CINEMA IL MONTAGGIO Operazione che consiste nell unire la fine di una inquadratura con l inizio

Dettagli

N. corsi da programmare: 2 N. allievi da formare: 30 N. allievi per corso: 15 Sede: Sassari, Nuoro Durata ore: 600

N. corsi da programmare: 2 N. allievi da formare: 30 N. allievi per corso: 15 Sede: Sassari, Nuoro Durata ore: 600 SCHEDA PROGETTO A Settore Spettacolo 1. Figura: Tecnico delle luci Elettricista teatrale (ISFOL, Ministero del Lavoro D.L. 15 marzo 2005). L elettricista teatrale è un operaio specializzato, responsabile

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Corso FARE CINEMA: L ATTORE CREARE FUTURO Nuove competenze culturali e creative per lo sviluppo delle imprese e dei territori dell Emilia-Romagna colpiti dal sisma Attività formativa COLTIVARE IMMAGINARI Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Dettagli

Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura

Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura Introduzione Ci sono alcune regole e convenzioni che consigliamo di seguire quando si scrive una sceneggiatura per il Concorso di Sceneggiatura Nisi Masa.

Dettagli

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la PREMESSA Lo studio dei mass media non può mai prescindere dal contesto storico-sociale in cui opera e di cui tratta influenzando, spesso, i soggetti che vi vivono. È sembrato opportuno partire, in questo

Dettagli

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo 1 Corso di Laurea in Musica e Spettacolo (Classe delle Lauree in Scienze e tecnologie delle Arti figurative, della Musica, dello Spettacolo e della Moda, classe 23) Regolamento didattico Art. 1. Denominazione

Dettagli

CALENDARIO LEZIONI AULA MASTER IN GIORNALISMO 4 Marzo 2013 9.30-13.30 11 Marzo 2013 9.30-13.30 18 Marzo 2013 9.30-13.30 25 Marzo 2013 9.30-13.

CALENDARIO LEZIONI AULA MASTER IN GIORNALISMO 4 Marzo 2013 9.30-13.30 11 Marzo 2013 9.30-13.30 18 Marzo 2013 9.30-13.30 25 Marzo 2013 9.30-13. WORKSHOP A.A. 2012/2013 Ogni workshop ha la durata di 20 ore, pari a 2 CFU. La registrazione al workshop avverrà durante la prima lezione. La frequenza è obbligatoria e sarà ammessa un assenza pari a non

Dettagli

Chi è lo sceneggiatore

Chi è lo sceneggiatore Chi è lo sceneggiatore Lo sceneggiatore, così come l autore di programmi televisivi, due ruoli assimilabili nei diversi processo di produzione dei rispettivi prodotti audiovisivi, è quel creativo che possiede

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA PITTURA Obiettivi formativi I corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Pittura hanno l obiettivo di formare

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

Chi è il Direttore di Produzione

Chi è il Direttore di Produzione Chi è il Direttore di Produzione In campo televisivo e cinematografico il direttore di produzione è un professionista incaricato di scegliere le risorse tecniche con cui realizzare un programma, dopo che

Dettagli

CORTO A SCUOLA PRESENTAZIONE

CORTO A SCUOLA PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE L'associazione Culturale Blue Desk di Roma, che opera nel settore audiovisivo e realizza laboratori di cinema nelle scuole di tutta Italia, per l anno scolastico 2012/2013 propone la quinta

Dettagli

LEZIONE 2. SECONDA UNITA DIDATTICA LEZIONE 2 (Lezione tratta da Scrivere Fabbri Editore) INTRODUZIONE ALLA SCRITTURA CREATIVA

LEZIONE 2. SECONDA UNITA DIDATTICA LEZIONE 2 (Lezione tratta da Scrivere Fabbri Editore) INTRODUZIONE ALLA SCRITTURA CREATIVA LEZIONE 2 SECONDA UNITA DIDATTICA LEZIONE 2 (Lezione tratta da Scrivere Fabbri Editore) INTRODUZIONE ALLA SCRITTURA CREATIVA Immaginate la scrittura creativa come un cerchio dai tanti raggi o come una

Dettagli

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso IV Edizione 2014-2015 Bando di Concorso Soggetti promotori del bando Federgat (Federazione Gruppi Attività Teatrali) Fondazione Comunicazione e Cultura Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 CONTENUTI. Drammaturgia dell oggetto... 5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO... 7 DESTINATARI... 7 OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE... 7 2 PREMESSA Dire

Dettagli

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE PROGRAMMA 10.15 11.30 Teoria del montaggio 11.30 13.00 Cinetecnica: uso di AVS editor 13.00 14.00 Pausa pranzo 14.00 17.30 Laboratorio: montaggio

Dettagli

Il grande mestiere del cinema per emulare Fellini e Tornatore: come diventare regista

Il grande mestiere del cinema per emulare Fellini e Tornatore: come diventare regista Il grande mestiere del cinema per emulare Fellini e Tornatore: come diventare regista Il termine regista è stato coniato dal linguista Bruno Migliorini e indica colui che nell ambito della produzione televisiva

Dettagli

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Bozza 16 novembre 2011 allegato B 4 Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE MUSICALE FINALITA La musica, componente fondamentale e universale dell esperienza e dell intelligenza umana, offre uno spazio simbolico

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14. Prof. Umberto Di Nino

PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14. Prof. Umberto Di Nino PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14 Prof. Umberto Di Nino Programma Generale didattico di Scenotecnica prof. Umberto Di Nino Il Programma si articola attraverso: Lezioni teoriche- pratiche sulla

Dettagli

PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA

PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA Elementi di grammatica audiovisiva Inquadrature e montaggio Visione e analisi di varie tipologie di video e di montaggi. Generi e stili dell audiovisivo: analisi delle caratteristiche.

Dettagli

Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video

Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video Presidente: f.f. Prof. Massimo Privitera Segretario: Enrico De Luca Eugenio Parisano Ubicazione: cubo 28a Telefono: 0984/494547 Fax: 0984/494548

Dettagli

Nexsoft. Business Solutions. Stereoscopia

Nexsoft. Business Solutions. Stereoscopia Nexsoft Business Solutions Stereoscopia La storia della stereoscopia L'idea di stereoscopia è molto antica. Fu Euclide nel 208 a.c. a comprendere i principi della visione tridimensionale: ciascuno dei

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE AMBITI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI OBIETTIVI 3 4 ANNI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PAESAGGIO SONORO Riconoscimento/analisi di - suoni e rumori naturali

Dettagli

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AFAM - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica ACCADEMIA NAZIONALE d ARTE DRAMMATICA SILVIO d AMICO Via Bellini, n. 16-00198 Roma MASTER

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale PROGETTAZIONE DI SCENOGRAFIE TRADIZIONALI E MULTIMEDIALI PER TEATRO, TELEVISIONE, SFILATE DI MODA, CONCERTI DI MUSICA, CORTOMETRAGGI E FUMETTI ISPIRATI AL TEATRO. L insegnamento della scenografia, attraverso

Dettagli

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI:

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI: ARTE ED IMMAGINE INDICATORE DISCIPLINARE Promuovere l alfabetizzazione dei linguaggi visivi per la costruzione e la lettura dei messaggi iconici e per la conoscenza delle opere d arte con particolare riferimento

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO Bambini di 4/5 anni LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC ANNO SCOLASTICO 2011-12 1/10 SCUOLA DELL INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE Il workshop di make up base ed effetto speciale è tenuto da Darioloris Cerfolli, make up artist che lavora per cinema, moda, pubblicità e per tutte le donne che concepiscono

Dettagli

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva ETA : 4 ANNI Immagini, suoni e colori CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Tecniche di rappresentazione Ascoltare brani musicali Mimare testi ascoltati grafica, corporea

Dettagli

PROPOSTA DI ATTIVAZIONE WORKSHOP A.A. 2012/2013

PROPOSTA DI ATTIVAZIONE WORKSHOP A.A. 2012/2013 PROPOSTA DI ATTIVAZIONE WORKSHOP A.A. 2012/2013 Dopo l esperienze dell anno accademico precedente, la Facoltà di Scienze della Comunicazione intende proporre, anche per questo anno accademico, una serie

Dettagli

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice.

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Ha una Laurea in Arti visive dello spettacolo. Il cortometraggio da lei scritto Maria Cristina per un soffio non ha fatto parte della

Dettagli

Ma che musica maestre 2!!!

Ma che musica maestre 2!!! Istituto Comprensivo Nicola D Apolito Cagnano Varano Scuola dell infanzia Progetto di educazione musicale Ma che musica maestre 2!!! Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie sensazioni? Ognuno

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola Prot. n.3468b38 Noicattaro, 13.09.2013 Circolo Didattico Statale Alcide De Gasperi via A. De Gasperi, 13 Telefono e fax 080.4793318 E-mail: baee14508@istruzione.it www.degasperi2noicattaro.eu Noicàttaro

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2014 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla IV edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

Compagnia delle Ombre. www.compagniadelleombre.it

Compagnia delle Ombre. www.compagniadelleombre.it Compagnia delle Ombre www.compagniadelleombre.it Chi Siamo La Compagnia delle Ombre nasce dal fortunato incontro di professionisti con diversi ruoli e competenze: registi, attori, sceneggiatori, formatori

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

Azienda Ospedaliera San Paolo Polo Universitario Centro Diurno Conca. Teatro Gusto: Ottobre 2013/Giugno 2014

Azienda Ospedaliera San Paolo Polo Universitario Centro Diurno Conca. Teatro Gusto: Ottobre 2013/Giugno 2014 Conca PROLOGO Teatro Gusto: Ottobre 2013/Giugno 2014 Il progetto si è rivolto agli utenti dei servizi psichiatrici (fino ad un massimo di 10) del Dipartimento Salute Mentale A.O San Paolo e seguiti dai

Dettagli

PIMOFF - Progetto Scuole

PIMOFF - Progetto Scuole PIMOFF - Progetto Scuole Per la stagione 2015/16 il PimOff continua a portare il teatro contemporaneo nelle scuole per far conoscere agli studenti i suoi principali protagonisti (attori, registi, tecnici,

Dettagli

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI LOVERE VIA DIONIGI CASTELLI, 2 - LOVERE Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Le programmazioni didattiche sono state stese in base

Dettagli

ACCADEMIA D'ARTE DRAMMATICA TEATRO BELLINI

ACCADEMIA D'ARTE DRAMMATICA TEATRO BELLINI ACCADEMIA D'ARTE DRAMMATICA TEATRO BELLINI BANDO DEL CONCORSO D'AMMISSIONE AL TRIENNIO ACCADEMICO 2014/2016 1 INFORMAZIONI GENERALI L'Accademia di Recitazione del Teatro Bellini, nata nel 1988 per volontà

Dettagli

1.1 Opera multimediale come software

1.1 Opera multimediale come software Possibile qualificazione dell opera multimediale in base alle categorie di opere dell ingegno: software; opera cinematografica; banca di dati; opera letteraria Dopo aver affrontato un possibile inquadramento

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*-

COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*- COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*- IL PROGETTO ACCADEMIA DEL CINEMA RAGAZZI ENZITETO è partito nell ottobre 2005 grazie ad un finanziamento della 1^ Circoscrizione

Dettagli

Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali. Tesi di Laurea.

Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali. Tesi di Laurea. Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali Tesi di Laurea L'Africa addosso L'abbigliamento dei migranti ivoriani nel trevigiano

Dettagli

altrettante volte invece, si rifugiano in comportamenti che appartengono ad dal desiderio di conoscere.

altrettante volte invece, si rifugiano in comportamenti che appartengono ad dal desiderio di conoscere. ICONOSCE PERSONAGGI ED AMBIENTI LE CONOSCENZE SARANNO VERIFICATE ATTRAVERSO LE SEGUENTI ATTIVITA 1. CONOSCENZE PREGRESSE:CHI E PETER PAN? Perché 2. DISEGNO narrare DEI PERSONAGGI: la fiaba di PETER Peter

Dettagli

CORSO DI CINEMA - RECITAZIONE DAVANTI ALLA MACCHINA DA PRESA

CORSO DI CINEMA - RECITAZIONE DAVANTI ALLA MACCHINA DA PRESA CORSO DI CINEMA - RECITAZIONE DAVANTI ALLA MACCHINA DA PRESA Il corso ha lo scopo di far conoscere e sperimentare le regole base della recitazione cinematografica, rendendoli consapevoli delle differenze

Dettagli

Elenco dei lavoratori dello spettacolo e dello sport

Elenco dei lavoratori dello spettacolo e dello sport Elenco dei lavoratori dello spettacolo e dello sport Gruppo canto - artisti lirici - cantanti di musica leggera - coristi e vocalisti - maestri del coro, assistenti e aiuti del coro, suggeritori del coro

Dettagli

Scuola Paolo Grassi Fondazione Scuole Civiche di Milano Via Salasco 4 20136 Milano Tel. 02.58302813 Fax 02. 36661431 info_teatro@scmmi.

Scuola Paolo Grassi Fondazione Scuole Civiche di Milano Via Salasco 4 20136 Milano Tel. 02.58302813 Fax 02. 36661431 info_teatro@scmmi. Scuola Paolo Grassi Fondazione Scuole Civiche di Milano Via Salasco 4 20136 Milano Tel. 02.58302813 Fax 02. 36661431 info_teatro@scmmi.it Tutte le informazioni sulle iscrizioni sono reperibili nel sito

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

FOTOGRAFIA & DIREZIONE D ARTE

FOTOGRAFIA & DIREZIONE D ARTE FOTOGRAFIA & DIREZIONE D ARTE Educare alla bellezza, armonia ed arte attraverso la fotografia d autore. A cura di Alessandro Ceci e Isabella Prealoni Swonderful Photo and Art Studio PARMA - Anno scolastico

Dettagli

Sarebbe questo il lavoro dei tuoi sogni?

Sarebbe questo il lavoro dei tuoi sogni? Comune di Narzole Sarebbe questo il lavoro dei tuoi sogni? PROFESSIONI LEGATE ALLA RADIO E TV 2 Radio YEPP Langhe, Tra Falò e Uova da Cantare http://www.yepp.it/langhe Progetto sostenuto da Compagnia di

Dettagli

IL TEATRO DELLE EMOZIONI: UN INTERVENTO DI COUNSELLING SCOLASTICO

IL TEATRO DELLE EMOZIONI: UN INTERVENTO DI COUNSELLING SCOLASTICO IL TEATRO DELLE EMOZIONI: UN INTERVENTO DI COUNSELLING SCOLASTICO Oliviero Rossi Psicologo, psicoterapeuta Direttore "Applicazioni Ricerche Studi - Istituto di Gestalt", Roma "INformazione Psicologia Psicoterapia

Dettagli

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti FORUM ACADEMY Accademia dei Mestieri nelle Arti INTRODUZIONE All interno dei più importanti studi di registrazione d Italia nasce un accademia che si distingue per professionalità e competenza ad altissimi

Dettagli

Bando di Concorso Link Theatre per n. 20 borse di studio per attori

Bando di Concorso Link Theatre per n. 20 borse di studio per attori Bando di Concorso Link Theatre per n. 20 borse di studio per attori Premessa Link Theatre è un progetto di formazione teatrale avanzata finanziato da ARCUS SpA (Società per lo sviluppo dell'arte, della

Dettagli

C I A K, S C U O L A!

C I A K, S C U O L A! COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine più di vent anni di esperienze dedicate all infanzia, all adolescenza e alla didattica dell immagine C I A K, S C U O L A! I LABORATORI

Dettagli

PERCORSI TRIENNALI DI I LIVELLO a.a. 2010/2011. Scuola di Pittura Indirizzo Disegno

PERCORSI TRIENNALI DI I LIVELLO a.a. 2010/2011. Scuola di Pittura Indirizzo Disegno ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, 66-50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.2396921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it PERCORSI

Dettagli

Ass. culturale Domus de Jana. Località Vigna della Corte s.n.c. 01020 Bomarzo (VT) www.domusdejana.org IO SONO, TU SEI LABORATORIO DI TEATRO E MUSICA

Ass. culturale Domus de Jana. Località Vigna della Corte s.n.c. 01020 Bomarzo (VT) www.domusdejana.org IO SONO, TU SEI LABORATORIO DI TEATRO E MUSICA Ass. culturale Domus de Jana Località Vigna della Corte s.n.c. 01020 Bomarzo (VT) www.domusdejana.org L Associazione culturale Domus de Jana propone: IO SONO, TU SEI LABORATORIO DI TEATRO E MUSICA Oggetto:

Dettagli

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Art. 1 Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Per l anno accademico 2012/2013, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il Master

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO

SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO Secondo i campi d esperienza PREMESSA Come si ritroverà nei successivi ordini di Scuola del nostro Istituto Comprensivo, abbiamo tratto dal Sito dell Indire le

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE I. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. II. Sa esprimere e comunicare

Dettagli

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura Scuola di Scultura Scuola di Decorazione Scuola di Grafica Dipartimento di Progettazione ed Arti

Dettagli

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera.

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. OLYCOM INTERVISTA Ennio Morricone A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. Il 16 giugno Ennio Morricone è a Monza nei Giardini di Villa Reale per

Dettagli

CORSO DI LAUREA AD ACCESSO PROGRAMMATO

CORSO DI LAUREA AD ACCESSO PROGRAMMATO CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MODA E DEL COSTUME (Classe delle Lauree in Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda L-3) CORSO DI LAUREA AD ACCESSO PROGRAMMATO 85

Dettagli

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana Teatrando Scuola dell Infanzia Galciana TEATRANDO (Scheda 1) La nostra scuola è inserita in una realtà ancora paesana, in cui esiste da molto tempo una tradizione di teatro e di spettacolazione di piazza.

Dettagli

MUSICA RACCORDO TRA LE COMPETENZE

MUSICA RACCORDO TRA LE COMPETENZE MUSICA RACCORDO TRA LE COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMPETENZA NELL ASCOLTO E NELLA COMPRENSIONE DI MESSAGGI MUSICALI Ascoltare e confrontare messaggio musicali, al fine di diventare

Dettagli

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA PREMESSA La formula dell'istituto comprensivo, in cui si articola oggi la nostra scuola, prevede

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

traduttore/ traduttrice ed editore delle opere audiovisive multimediali

traduttore/ traduttrice ed editore delle opere audiovisive multimediali E una professione che non ha una univoca caratterizzazione rispetto al genere. La presenza delle donne è comunque decisamente marcata, anche come conseguenza diretta della forte presenza femminile nei

Dettagli

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Definizioni di volontariato di impresa Il coinvolgimento del personale di un'impresa nella comunità attraverso forme

Dettagli

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE SCUOLA INFANZIA FONTANELLE PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE A.S. 2014/2015 CAMPO D ESPERIENZA : IL SE E L ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO IMMAGINI,SUONI,COLORI I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO INSEGNANTI

Dettagli

Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario

Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario Negli Ultimi anni si è registrato un grande interesse per il documentario cinematografico e televisivo. Il corso di regia del documentario della A.C.T.

Dettagli

il racconto in veste multimediale

il racconto in veste multimediale il racconto in veste multimediale PERCHÈ UN SISTEMA PER LA NARRAZIONE Nella moderna era della tecnologia digitale, il naturale bisogno dell uomo di raccontare e raccontarsi, dando voce al multiforme universo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza Competenze chiave di cittadinanza europee Imparare ad imparare Spirito di iniziativa ed imprenditorialità Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

via Buozzi, 48, 09028 Sestu (CA) 070 238391 327 2036058 andrea.mura2@tin.it / andrea.muras1980@gmail.com www.vimeo.com/andreamura Skype: andreamura1

via Buozzi, 48, 09028 Sestu (CA) 070 238391 327 2036058 andrea.mura2@tin.it / andrea.muras1980@gmail.com www.vimeo.com/andreamura Skype: andreamura1 INFORMAZIONI PERSONALI Andrea Mura via Buozzi, 48, 09028 Sestu (CA) 070 238391 327 2036058 andrea.mura2@tin.it / andrea.muras1980@gmail.com www.vimeo.com/andreamura Skype: andreamura1 Sesso uomo Data di

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

di Belle Arti Bologna

di Belle Arti Bologna Accademia di Belle Arti Bologna AMMISSIONI 2015 2016 Istruzioni per l uso 1 Norme generali Per accedere agli esami di ammissione ai corsi di primo livello (Triennio) o a ciclo unico (Quinquennio) è necessario

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Silvia Testa - Gabriele Perraro, Videodissey, installazione interattiva, 2013 La Scuola di Nuove Tecnologie dell Arte (corrispondente

Dettagli

presentano SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro PFA FILMS ENJOY MOVIES una produzione

presentano SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro PFA FILMS ENJOY MOVIES una produzione Pier Francesco Aiello presentano Andrea de Liberato SPAGHETTI STORY un film di Ciro De Caro una produzione PFA FILMS ENJOY MOVIES Quattro giovani adulti dei nostri giorni, affamati da un avvizzita speranza

Dettagli

Summer. School. Per ragazzi dai 6 ai 14 anni. School. Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe

Summer. School. Per ragazzi dai 6 ai 14 anni. School. Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe Summer Per ragazzi dai 6 ai 14 anni School 2014 School of Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe School of PROGETTO OXFORD GROUP SUMMER SCHOOL - Scuole Statali Oxford

Dettagli

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione In epoca moderna la scelta dello spazio teatrale si è indirizzata verso la definizione e la creazione di edifici particolari, che

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri 20 14 15 Gentili Insegnanti, il programma de La Scuola all Opera si presenta da quest anno in una veste grafica diversa, più agile e colorata,

Dettagli

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine)

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) 1 Istituto Comprensivo Ferentino 1 Curricolo Verticale 2014/2015 INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) SCUOLA INFANZIA... 3 I DISCORSI E LE PAROLE... 3 I DISCORSI E LE PAROLE LINGUA STRANIERA...

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti PER LA SCUOLA DELL INFANZIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 IL SE E L ALTRO - Gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie

Dettagli