LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO"

Transcript

1 LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO FONDATA DAI LIONS NEL 1995 ANNO ACCADEMICO 2013 /2014

2 università della terza età sesto san giovanni Sede legale: c/o Scuola elementare Barnaba Oriani Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni (MI) Codice Fiscale Segreteria e sede operativa: c/o Scuola elementare Barnaba Oriani Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni (MI) Tel. e segr. tel Fax Organi statutari dell Associazione Consiglio di Amministrazione: PRESIDENTE Sig. Luisito Trevisan VICE PRESIDENTE Geom. Nino Berti SEGRETARIO Prof. Vita Maria Calianno TESORIERE M.d.L. Eligio Sferch CONSIGLIERI Rag. G.Franco Galasso P.i. Paolo Savioli Dott. Artemio Sironi Geom. Domenico Stocola Comitato Scientifico: Rettore Componenti Dott. Savino Bonfanti Ing. Andrea Alfieri Ing. Ferdinando Caporali Prof. Giulia Cossio Ing. Claudio Gazzola P.i. Eros Prosperi Collegio dei Revisori dei conti: PRESIDENTE Rag. Marco Rossetti COMPONENTI Rag. Francesco Tirelli Sig. Virginio Donghi

3 PROGRAMMA DEI CORSI Anno accademico 2013/2014 1

4 Notizie Generali ISCRIZIONI Le iscrizioni ai Corsi si ricevono presso la Segreteria U.T.E. c/o Scuola elementare Barnaba Oriani - Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni - Telefono, Segr. tel. e Fax _ Dal giorno 09/09/2013 sino al 20/09/2013 tutti i giorni, al mattino, dalle ore 09,00 alle ore 12,00 escluso il sabato, verranno accolte le iscrizioni di coloro già in possesso di prenotazione secondo il calendario comunicato agli interessati. _ Dal giorno 23/09/2013 sino al 11/10/2013 tutti i giorni, al mattino, dalle ore 09,00 alle ore 12,00 escluso il sabato, si riceveranno le iscrizioni di coloro che non sono in possesso di prenotazione. _ Dal giorno 14/10/2013 sino all esaurimento dei posti disponibili eventuali ulteriori iscrizioni potranno essere effettuate tutti i giorni, escluso il sabato, nel pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,00. Per l iscrizione è obbligatoria la presentazione di un documento di identità personale, di una fotografia formato tessera, la tessera sanitaria e il numero di cellulare. La quota di associazione è di 70,00 e dà diritto alla frequenza di: n. 2 Corsi annuali oppure n. 1 Corso annuale e n. 2 Corsi semestrali oppure n. 4 Corsi semestrali. Tutti possono partecipare indipendentemente dal titolo di studio posseduto. SEDE E SVOLGIMENTO DEI CORSI I corsi si terranno in aule messe a disposizione dall Amministrazione Comunale situate presso la Scuola elementare Barnaba Oriani - Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni. Tutti i corsi si svolgeranno in orario pomeridiano, dal 14/10/2013 al 16/05/2014, con lezioni a cadenza settimanale, dal lunedì al venerdì, dalle ore 14,30/15,15 alle ore 18,00/18,30. 2

5 Le lezioni saranno sospese nei seguenti periodi: - dal 23/12/2013 al 09/01/2014 compresi - dal 27/01/2014 al 31/01/2014 compresi - dal 03/03/2014 al 07/03/2014 compresi - dal 17/04/2014 al 23/04/2014 compresi - dal 25/04/2014 al 01/05/2014 compresi. Tutti gli associati, per poter accedere alle lezioni, dovranno essere muniti di Badge di riconoscimento che viene rilasciato al momento dell iscrizione. PROGRAMMI E DOCENTI Le date di inizio dei singoli corsi e gli orari sono indicati nei prospetti illustrativi dei programmi di massima dei corsi stessi esposti nelle pagine seguenti. Eventuali modifiche di giorno e di orario che, per motivi organizzativi o per cause impreviste dovessero rendersi necessarie, saranno tempestivamente comunicate. I docenti, esperti nelle singole discipline, come tutti i componenti gli Organi Statutari dell Associazione, sono volontari e prestano la loro opera senza alcun compenso. INVITO ALLA COLLABORAZIONE è richiesta e gradita la collaborazione attiva di tutti gli iscritti. In particolare saranno accolti suggerimenti, indicazioni, proposte in ordine alle iniziative didattiche. L Università della Terza Età Sesto San Giovanni è associata alla FEDERUNI Federazione italiana tra le Università della Terza Età - Contrà delle Grazie, Vicenza. 3

6 UNIVERSITà DELLA TERZA ETà SESTO SAN GIOVANNI REGOLAMENTO ORGANICO Art. 1 - L Università della Terza Età (UTE) di Sesto San Giovanni è una Associazione Culturale promossa dai Lions Club Sesto San Giovanni Host e Sesto San Giovanni Centro. L Associazione è apolitica e non ha fini di lucro. Art. 2 - Ha lo scopo di contribuire alla formazione culturale degli associati e di favorire la partecipazione alla vita sociale mediante corsi periodici di lezioni. Art. 3 - è diretta da un Consiglio di Amministrazione composto da otto membri. Art. 4 - L anno accademico avrà inizio nel mese di Ottobre e terminerà nel mese di Maggio dell anno successivo. Art. 5 - L UTE organizza corsi annuali e semestrali con lezioni in più giorni della settimana secondo un calendario proposto dal Comitato Scientifico e deliberato dal Consiglio di Amministrazione. Sono previste attività integrative comprendenti conferenze, dibattiti, visite guidate, proiezioni di film, viaggi e ricerche culturali. Art. 6 - Gli Associati, in regola con la quota associativa annuale stabilita dal Consiglio di Amministrazione, hanno diritto a frequentare i corsi prescelti e a ricevere gratuitamente le dispense delle lezioni. Art. 7 - Le iscrizioni ai corsi sono aperte a tutti i soci senza limiti di età o di titolo di studio. Il Consiglio di Amministrazione stabilisce, annualmente, di concerto con il Comitato Scientifico, il numero massimo dei partecipanti ai singoli corsi nonchè a quanti corsi ciascun socio può accedere. Art. 8 - L UTE dichiara di non assumere alcuna responsabilità per danni di qualsiasi genere a persone o a cose, per fatti che dovessero accadere durante i corsi e le attività organizzate dall UTE stessa. Art. 9 - I partecipanti ai corsi, durante lo svolgimento delle lezioni, sono tenuti a mantenere un comportamento consono allo spirito dell UTE. Il Consiglio di Amministrazione, in caso di violazione delle norme di comportamento, potrà assumere provvedimenti disciplinari conseguenti. 4

7 Art L UTE, al termine dell Anno Accademico per chi ne faccia specifica richiesta, rilascia un attestato di frequenza per presenze superiori ai 2/3 delle lezioni. Art Ai soli fini didattici, l UTE può operare in collaborazione con altre Associazioni ed Enti Pubblici e Privati, mantenendo la propria individualità ed autonomia organizzativa. Può federarsi con organismi analoghi. Art Il Consiglio di Amministrazione dell UTE provvede alla nomina del Comitato Scientifico stabilendo di volta in volta il numero dei componenti dello stesso e nominando il Rettore che lo presiederà. Il Rettore dovrà essere eletto alternativamente tra il Lions Club Sesto San Giovanni Host ed il Lions Club Sesto San Giovanni Centro con la seguente alternanza: quando la presidenza dell UTE spetta ad un socio del Lions Club Sesto San Giovanni Centro, il Rettore dovrà essere un socio del Lions Club Sesto San Giovanni Host e viceversa. Il Comitato Scientifico dura in carica per lo stesso periodo che dura in carica il Consiglio di Amministrazione dell UTE ed i componenti sono rieleggibili. Art Il Comitato Scientifico proporrà al Consiglio di Amministrazione le materie oggetto dei corsi stabilendone la loro durata e indicherà per ogni corso uno o più insegnanti che possano tenere il corso stesso. Art L Attività del Comitato Scientifico sarà disciplinata dal Consiglio di Amministrazione al quale il Comitato Scientifico dovrà riferire. Art Il presente Regolamento può essere modificato dal Consiglio di Amministrazione dell Associazione. 5

8 SALUTO DEL PRESIDENTE All inizio di ogni anno accademico si avverte sempre una forte aspettativa da parte della comunità della nostra UTE, testimoniata dal numero di preiscrizioni che anticipano l impegno dei discenti verso il nuovo anno e dai docenti che predispongono con sollecitudine i nuovi programmi, attenti a garantire originalità ad un percorso didattico consolidato negli anni dagli ottimi risultati perseguiti. Con l anno accademico , secondo consuetudine, gli organi gestionali dell UTE si rinnovano di nuovi responsabili con il mandato di mantenere e se possibile migliorare quell organizzazione che finora ha fatto dell UTE una struttura di eccellenza fra le Università consorelle lombarde. È un compito che tutti noi avvertiamo con responsabilità e che, da questa prassi di rinnovarsi ogni due anni, permette di portare nuove mozioni in un contesto collaborativo ampiamente collaudato. Progredire nella continuità, è l auspicio per questo nuovo anno accademico che auguriamo sia per tutti momento di fervore culturale e di amicale appartenenza. Il Presidente Sig. Luisito Trevisan 6

9 SALUTO DEL rettore Carissimi iscritti al nuovo anno accademico della UTE; Stimati Docenti; Gentili collaboratrici e collaboratori. Quando un paio di mesi orsono i soci del Lions Club Sesto San Giovanni Centro mi hanno chiesto di ricoprire il ruolo di Rettore dell Università della Terza Età della nostra città per i prossimi due anni accademici, ho provato un duplice sentimento. Anzitutto mi sono sentito molto onorato per la stima e la fiducia da cui è scaturita la proposta. Nello stesso tempo ho avvertito molta titubanza. Sarò all altezza di un compito tanto importante, ricoperto in passato da colleghi validissimi e con significative esperienze in questo ruolo? Mi sono domandato. Poi mi hanno rasserenato e incoraggiato il richiamo al motto ispiratore dei Lions: We serve, siamo al servizio e il primo punto del Codice dell Etica lionistica: Dimostrare, con l eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio. Con questi atteggiamenti cercherò di affrontare l impegnativo ruolo di Rettore della UTE di Sesto San Giovanni in questo primo anno. Conto molto sulla collaborazione dei colleghi e dei docenti. Credo che la funzione di servizio di un Rettore della UTE presupponga una conoscenza sempre più approfondita dell istituzione e una capacità di relazioni personali con ciascun insegnante e collaboratore. Da parte mia, soprattutto all inizio, darò molto spazio all ascolto: un buon servizio richiede competenza, che nasce dalla preparazione, e tirocinio, che mi auguro di completare in brevissimo tempo, per essere all altezza della nostra UTE e dare il mio contributo alla crescita culturale di ciascuno dei discenti e al consolidamento della giusta fama che viene riconosciuta all Università della Terza Età di Sesto San Giovanni. Ai nuovi iscritti infine e a quelli degli anni precedenti che continuano nella frequenza, chiedo di usarmi un po di comprensione e pazienza durante questi primi mesi in mezzo a voi. Il Rettore Dott. Savino Bonfanti 7

10 P01 - ANALISI DEL TESTO LETTERARIO Coordinatore e docente: Prof. Rossana Bassani 1) Analisi del testo poetico. 2) Confronto tra l amore medioevale e l amore romantico. 3) Testi scelti della letteratura medioevale: - Guglielmo IX D Aquitania: Testi scelti. - Andrea Cappellano: Testi scelti. - Jacopo da Lentini: Amor è un desio che ven da core. - Guido Guinizelli: Testi scelti. - Dante Alighieri: Testi scelti. - Francesco Petrarca: Testi scelti. 4) Testi scelti della letteratura romantica: - Giacomo Leopardi: Il ciclo di Aspasia. - Novalis : Inni alla notte. - Friedrich Holderlin: Testi scelti dalle Liriche. 5) L amore e la donna nella postmodernità: - Merini Alda: Liriche scelte. - Valduga Patrizia: Letture scelte. 6) Il dolore e il piacere: - Ungaretti Giuseppe: Testi scelti. - Montale Eugenio: Testi scelti. - Eliot Thomas: Testi scelti. - Eluard Paul: Testi scelti. - Borges Jorge: Testi scelti. - Caproni Giorgio: Testi scelti. - Cavafy C.P.: Testi scelti. Orario delle lezioni: giovedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 17/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ / 1 1 / / 1 1 / / 1 2 / / 1 2 / / 1 2 / / 0 1 / / 0 1 /

11 S01 - ANTICA PERSIA 3 Coordinatore e docente: Sig.ra Elvia Moroni Ricotti 1) Conquista araba. 2) I Selgiuchidi. 3) Genghis Khan. 4) Tamerlano. 5) I Safavidi. 6) I Qagiari. 7) I Pahlavi. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/2014 9

12 P02 - ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE 6 Coordinatore e docente: Ing. Roberto Albanesi L Archeologia Industriale è un particolare settore dell Archeologia. Tratta, infatti, situazioni dove è avvenuta un attività produttiva dal 1750, inizio della Rivoluzione Industriale, fino ai giorni nostri. Sono casi nei quali è avvenuto il recupero, la manutenzione e la rimessa in funzione dell impianto. Questa disciplina nasce in Inghilterra nel 1950 e si è poi estesa in tutti quei paesi che hanno avuto uno sviluppo industriale. Gli Impianti salvati e recuperati devono però essere aperti al pubblico e funzionanti. Sono in genere gestiti da organizzazioni private, spesso composte da chi ci aveva lavorato, quando erano ancora operative. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ / 1 1 / / 1 1 / / 1 2 / / 1 2 / / 1 2 / / 0 1 / / 0 1 /

13 S02 - ARTE DEI GIARDINI E FLORICOLTURA Coordinatore : Arch. Anna Furlani Pedoja Docenti : Arch. Anna Furlani Pedoja sig. Rino Melzi La Coltivazione Docente: Sig. Rino Melzi - Piante d appartamento. - Malattie delle piante e loro cura. - Opere di giardinaggio (semina, trapianto, talea e propaggine). Arte dei giardini Docente: Arch. Anna Furlani Pedoja - La storia del giardino occidentale: dal giardino del mito all hortus conclusus. - La storia del giardino occidentale: dal Rinascimento al giardino moderno. - Balconi e terrazzi: progettazione e cure. - Conoscenza degli arbusti: - scelta e utilizzo. - potatura e cure. - Conoscenza delle rose: - storia, scelta e utilizzo. - potatura e cure. Le lezioni saranno svolte con l uso di diapositive che illustreranno gli argomenti trattati. Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 05/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/2014 (10 lezioni) 11

14 P03 - ASTRONOMIA Coordinatore e docente: Dott. Roberto Benatti 1) le costellazioni e gli strumenti per l osservazione del cielo. 2) il sistema solare: i pianeti interni. 3) il sistema solare: i pianeti esterni. 4) asteroidi, comete e meteoriti. 5) le galassie. 6) Qual è la vera influenza della Luna sulla Terra? 7) L inquinamento atmosferico e quello luminoso del cielo. 8) i buchi neri. 9) L universo misterioso: la materia oscura. 10) i più recenti e affascinanti fenomeni (γ burst). 11) L eclisse nella storia. 12) I mattoncini del Cosmo. Orario delle lezioni: mercoledì 17,15-18,30 Calendario delle lezioni: 16/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

15 A01 - BORSA E MERCATI FINANZIARI Coordinatore : Dott. Stefano Viglino Docenti : Dott. Stefano Viglino rag. Chiara Cavallini a) Parte I Conoscere gli strumenti finanziari: - Azioni. - Obbligazioni. - Fondi d investimento. - Strumenti innovativi. b) Parte II I fondi d investimento nel dettaglio. Imparare a conoscerli e a valutarli. Costruire un portafoglio efficiente. c) Parte III Psicologia della finanza. Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 16/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2014 (24 lezioni) 13

16 S03 - CAMMINARE NELLA STORIA Coordinatore e docente: Dott. Giovanni Galli Camminare nella storia. Programma: 1) In viaggio con Dante: il Paradiso. 2) Carovaniere. 3) Longitudine. 4) Pecore in guerra. 5) Francisco Pizarro: alla conquista di un impero. 6 ) A r m e n i. 7) I monti sacri. 8) La storia per strada. Orario delle lezioni: lunedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/

17 P04 - CHICCHE STORICHE 2 Coordinatore e docente: Dott. Attilio Menin 1) Etruschi. 2) Fondazione di Roma. 3) Banchieri a Roma. 4) Regni romano barbarici. 5) Le eresie pauperistiche. 6) Il castello sforzesco. 7) Gli ordini cavallereschi. 8) Le crociate, prima parte. 9) Le crociate, seconda parte. 10) La monaca di Monza. 11) Leonardo. 12) I capitani di ventura. Orario delle lezioni: venerdì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 18/10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /01/

18 S06 - COSMOLOGIA (e argomenti correlati) Coordinatore e docente: Ing. Eugenio Basso Pensiero e Poesia per l esplorazione del cosmo. 1) Storia della cosmologia. 2) Buchi neri e ologrammi. - Il multiverso olografico. - Gli universi possibili. 3) La meccanica quantistica e la fisica classica. 4 ) a t t u a l i t à. Orario delle lezioni: mercoledì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 05/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

19 S07 - DESIGN 8 Coordinatore e docente: Ing. Roberto Albanesi Storia ed evoluzione del Disegno Industriale Parte ottava Per Design si intende la Progettazione di tutto ciò che ci circonda. E questa è la storia di tutte quelle cose che abbiamo utilizzato, amato, desiderato: Oggetti, Case, Teatri, Gioielli, Mezzi di trasporto., visti attraverso le esperienze dei Designers, Architetti, Artisti che li hanno pensati e delle Aziende che li hanno prodotti. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/

20 S08 - DIRITTO CIVILE E PENALE Coordinatore e docente: Avv. Marco Andrea Corbetta La persona e la proprietà. Aspetti di diritto civile e di diritto penale. 1) Il Matrimonio. - Formalità preliminari. - Matrimonio civile e concordatario. - Cause di nullità del matrimonio. 2) La Famiglia. - Diritti e doveri personali dei coniugi. - Regime patrimoniale della famiglia. - Comunione e separazione dei beni. 3) La Famiglia. - Il mantenimento dei figli. - Rapporto tra genitori e figli. - Adozione e affido. 4) La Separazione dei coniugi. - Separazione consensuale e giudiziale. - Il divorzio. 5) Le Successioni. - Problematiche generali. - Successioni legittime. - Successioni testamentarie. 6) La Comunione e il Condominio negli edifici. - L assemblea condominiale. - L amministratore di condominio. - Ripartizione delle spese (problematiche varie). 18

21 7) Proprietà e Possesso. - Definizione e modi di acquisto della proprietà. - Azioni a difesa della proprietà. - Definizione ed effetti del possesso. - Azioni a difesa del possesso. 8) Usufrutto, Uso e Abitazione. 9) Le Servitù prediali. 10) Principi generali di diritto penale. 11) I delitti contro la persona (principali figure criminose). - Omicidio. - Percosse e lesioni personali. - Omissione di soccorso. - Ingiuria e diffamazione. - Sequestro di persona. 12) I delitti contro la persona (principali figure criminose). - Violenza sessuale. - Violenza privata. - Minaccia. - Violazione di domicilio. - Interferenze illecite nella vita privata. Orario delle lezioni: venerdì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 07/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/ /05/

22 S09 - DIRITTO COSTITUZIONALE Coordinatore e docente: Avv. Ambrogio Nova Diritto costituzionale Obiettivo del corso: - Fornire alcuni suggerimenti per una corretta lettura della Costituzione. - Richiamarne la sostanziale attualità senza trascurare la necessità di alcune riforme, illustrando i principali temi al riguardo. - Approfondire la disciplina costituzionale di altre questioni di rilievo. Programma del corso: - Le origini della Costituzione. Come leggere la Carta fondamentale della Repubblica: il linguaggio della storia e del diritto. - Diritti e doveri nella Costituzione. In particolare, la tutela della libertà religiosa e di coscienza nel quadro della disciplina costituzionale dei rapporti fra Stato e Chiesa cattolica. - Attualità della Costituzione e riforme necessarie. - Il Parlamento in Italia: sue funzioni e rapporti con altri soggetti costituzionali. Riforme istituzionali: superamento del bicameralismo perfetto e trasformazione del Senato in Camera delle Regioni. - Federalismo e regionalismo. La riforma costituzionale delle autonomie del La riforma della legge elettorale nazionale: l attenzione alle scelte dell elettorato e alla governabilità delle democrazie europee. Profili di incostituzionalità della legge del La riduzione del carico fiscale e gli obiettivi prioritari della riforma del sistema tributario. - Il lavoro come fondamento della Repubblica secondo la Costituzione. La riforma del mercato del lavoro e la tutela del lavoratore nella recente normativa in materia. Orario delle lezioni: lunedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/

23 P05 - EDUCAZIONE AMBIENTALE Coordinatore e docente: Sig. Sergio Introini Batuffoli d amore per nostra madre terra. Lo scopo del corso è quello di aumentare la consapevolezza che le scelte di ogni giorno ci portano, quasi tutti noi del primo mondo, a consumare un eccessiva quantità di risorse di nostra Madre Terra. Se tutti i 7 miliardi di uomini si adeguassero ad un tale standard di vita, le risorse rinnovabili non sarebbero sufficienti. Pertanto occorre un inversione di questo processo che tende a mettere al primo posto la quantità invece della qualità, ossia passare dal consumismo alla sobrietà felice, dal benessere al ben-essere, dandoci nuove priorità, principalmente se abbiamo amore per le future generazioni. Occorre superare lo sbigottimento, il senso d impotenza di fronte alla crisi, ai disastri climatici ed ambientali, ed alle guerre. Si è portati a delegare ai politici e agli scienziati le soluzioni, mentre è in noi singoli l arma primaria e più efficace. Alcune proposte e riflessioni concrete realizzabili da chiunque: - Spunti di comprensione dalle origini all Homo sapiens-sapiens. - La prassi del non nuocere. - Amore per la natura, la giustizia e la pace nella nostra alimentazione rivisitiamo: - Farmaci e dintorni. - Cibi locali. - Cibi stagionali. - Acqua. - Germogli. - Combinazioni elementari. - Vegetarianesimo. - Crudismo. - L impronta ecologica personale. - Il valore della semplicità e della sobrietà. - Il valore del risparmio etico. - Il valore della lentezza e del limite. - I trasporti. - I G.A.S.S. gruppi di acquisto solidale e sobrio. Orario delle lezioni: venerdì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 18/10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /01/

24 P06 - EGITTOLOGIA 2 Coordinatore e docente: Sig. Franco Di Donato 1) LA TOMBA DI TUTANKHAMON. - La morte giungerà con ali veloci su colui che disturberà il sonno del sovrano. 2 ) L UNIVERSO FEMMINILE. - Gran dama di giorno, gatta di notte. 3) I GEROGLIFICI. - Io conosco il segreto delle parole del dio. 4) TEMPLI E FORTEZZE. - Da cosa nasce il termine faraonico. 5) DALLE MASTABE ALLE PIRAMIDI. - Le case dell eternità. 6) FESTE, PASSATEMPI, MUSICA. - Festeggia! Nessuno è tornato a raccontarci dell aldilà. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

25 A13 - FILOSOFIA Coordinatore : Prof. BiancaMaria Magini Docenti : Prof. BiancaMaria Magini Prof. Franca Landucci La filosofia antica: - Omero, Esiodo. - La scuola di Mileto: Talete, Anassimandro, Anassimene. - Pitagora. - La scuola di Elea: Senofane, Parmenide, Zenone. - Empedocle. - Anassagora. - Democrito. - I Sofisti. - Socrate. - Platone. - Aristotele. - Dalla Polis allo Stato Ellenico. - Stoici, Epicurei. Docente: Prof. BiancaMaria Magini Politica e religione nel mondo antico Docente: Prof. Franca Landucci Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 16/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2014 (24 lezioni) 23

26 S10 - FOTOGRAFIA Coordinatore e docente: P.i. Renato Tiboni - Aggiornamento sulle nozioni di base della fotografia. - Notizie generali sulla tecnologia delle macchine fotografiche analogiche. - Comparazione tra macchine analogiche e digitali. - Tecniche di esecuzione con particolare riguardo alle scelte e inquadrature dei soggetti. Orario delle lezioni: giovedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 06/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

27 A02 - FRANCESE CONVERSAZIONE Coordinatore e docente: Sig.ra Anne-France Pluquet Pio Il corso è articolato per conseguire buoni risultati nello studio della lingua francese parlata e comprende: - Letture antologiche scelte di scrittori e poeti. - Letture di articoli di giornali e riviste per avere spunti di discussione. - Dettati. - Rielaborazione di testi scritti dai corsisti. - Comprensione del linguaggio corrente. - Approfondimento del vocabolario usuale, espressioni idiomatiche. - Audizione di CD musicali per scoprire o riascoltare canzoni francesi. - Proiezioni di filmati. - Discussione su argomenti vari proposti dai corsisti. Orario delle lezioni: lunedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/2014 (24 lezioni) 25

28 P24 - IL SISTEMA ECONOMICO 1 Coordinatore e docente: Dott. Matteo Agostinelli Presentazione del corso - Gli albori dell Economia. - Il problema economico. - I sistemi economici. - Il problema dell economia nei paesi ricchi. - L attività economica dell impresa e della famiglia. - L organizzazione dell impresa. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

29 P09 - I MAESTRI DELL ARTE Coordinatore e docente: Dott. Ezio Parma I maestri che hanno rivoluzionato l arte Prosegue il corso, iniziato lo scorso anno, dedicato ad artisti che, dal Medioevo al XIX secolo, hanno segnato una svolta nell arte occidentale imponendo nuove regole espressive: - Michelangelo (e l arte assoluta). - Tiziano (e il trionfo del colore). - Dürer (e l arte al tempo della riforma). - Antonello da Messina (e il ritratto dell uomo). - Piero della Francesca (e la perfezione della prospettiva). - Goya ( e la luce della ragione). - Monet ( e la delicatezza della luce). - Cèzanne ( e la trascendenza dell arte). - Kandinsky ( e la misura dell astrazione). - Duchamp ( e la provocazione dell arte). Gli interventi del docente sulla vita, le opere e il contesto storico, saranno accompagnati dalla proiezione di DVD ad alta definizione commentati da noti critici d arte. Orario delle lezioni: martedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 15/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

30 A03 - INGLESE 1 (base) Coordinatore : Dott. Savino Bonfanti Docente : Prof. Marco Doria è destinato a coloro che si accostano alla lingua inglese anche per la prima volta e si svilupperà attraverso: - acquisizione ed esercizio di elementi di fonetica. - nozioni fondamentali della grammatica inglese. - analisi logica e del periodo. - esercizi applicativi in classe e a casa. - letture. - conversazione facile su argomenti di interesse. I candidati al corso dovranno avere una sufficiente conoscenza della grammatica e della analisi del periodo dell italiano. Orario delle lezioni: martedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 15/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2014 (24 lezioni) 28

31 P10 - INGLESE 2 A (corso di secondo livello) Coordinatore : Dott. Savino Bonfanti Docente : Prof. Chiara Pagano Si tratta della prosecuzione del corso base e si articola sull approfondimento di : - la frase inglese. - il sistema dei verbi inglesi. - la sintassi del periodo. - le preposizioni. - esercizi applicativi in classe e a casa. Orario delle lezioni: martedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 15/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

32 S11 - INGLESE 2 B (corso di secondo livello) Coordinatore e docente: Dott. Alfio Donzelli Programma: a) Introduzione a temi e argomenti di attualità. Terminologia. b) Esercitazioni e approfondimento delle forme grammaticali e sintattiche della lingua. c) Introduzione alla conversazione. Esercitazioni su argomenti pratici e di uso corrente. Fraseologia. N.B. : Per il tipo di corso, che prevede un azione interattiva con i discenti, il numero degli iscritti non deve superare le 40 persone max. Orario delle lezioni: mercoledì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 05/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA AREA COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITÀ CONOSCENZE 1 METODO L alunno: L alunno: Imparare ad imparare Progettare A. applicando le indicazioni, cerca informazioni

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA di 1 GRADO «U. NOBILE» Ciampino PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 PREMESSA Le motivazioni che spingono ad elaborare un progetto di avviamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 Le insegnanti Ferraris Paola Lupo Rosalia Merino Alessia RELIGIONE CLASSE PRIMA

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico.

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico. Classe prima L alunno riflette su Dio Creatore e Padre e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive. Riconosce nella bellezza del mondo e della vita

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Federalismo e fiscalità locale Profili

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato. CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Individuazione delle parole del tempo (prima, dopo, poi, infine, mentre ). Individuazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1. Individuare le tracce e usarle come fonti per produrre conoscenze sul proprio passato, della generazione degli adulti e della comunità di appartenenza.

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T. I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.GATTANELLA Libro di testo: AA.VV. Liberamente G.B.Palumbo Editore - volumi

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015 TEOLOGIA ECUMENICA RIFORMA DELLA CHIESA E CONVERSIONE Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015 1 ISTITUZIONE L Istituto di Studi

Dettagli

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2015-2016

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2015-2016 SCUOLA DI ITALIANO CORSI 2015-2016 RO MA FI REN ZE BO LO GNA MI LA NO RO MA CORSI DI LINGUA ITALIANA A.A. 2015-2016 Quota associativa (valevole 365 giorni)* 60 I corsi di lingua italiana sono suddivisi

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015 2 Anno L uomo in Cristo DIOCESI DI MILANO Zona Pastorale IV Decanato di Bollate INTRODUZIONE La rivelazione cristiana, oltre a comunicarci il volto di

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E DI GEOGRAFIA 1- IDEA, SVILUPPO E RAPPRESENTAZIONE DELLO SPAZIO CLASSE 1^ CURRICOLO - Uso corretto dei principali indicatori topologici Riconoscere la propria posizione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO. Programma di dettaglio

RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO. Programma di dettaglio Fondo Europeo per l integrazione di cittadini di Paesi terzi CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO Programma di dettaglio

Dettagli

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola Classe 4^ Scuola Primaria Don Bosco Classe 5^ Scuola Primaria Madonna di Campagna Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica Leggere

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 Natura e finalità RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola e contribuisce alla

Dettagli

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il progetto del IV Circolo di Rivoli, di educazione alla Pace e alla Legalità, CITTADINI EUROPEI. COMINCIAMO DA PICCOLI... coinvolge

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA anno scolastico 2013 2014 1 CLASSE PRIMA ITALIANO - Ascoltare, comprendere

Dettagli

CENTRO TP EDA Bergamo CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA OFFERTA FORMATIVA

CENTRO TP EDA Bergamo CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA OFFERTA FORMATIVA CENTRO TP EDA Bergamo CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA OFFERTA FORMATIVA 2007-2008 Il Centro Territoriale Permanente G. D. PETTENI di Bergamo è una scuola statale

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Profili didattico-scientifici

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa MODULO n1 PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa TITOLO: STORIA, CIVILTÀE POETICHE DELL EPOCA BAROCCA **QUESTO MODULO È PARTE INTEGRANTE DELLA PROGRAMMAZIONE INTERDISCIPLINARE

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI 58 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Elaborazione della figura strumentale per il curricolo e la valutazione ins. Dott. Sabini Maria Rosaria 59 Indicatore Disciplinare

Dettagli

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù.

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù. RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I U A OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI/ ATTIVIT À COMPETENZE PERIODO UA n 1 Unici e speciali Cogliere la diversità tra compagni ed amici come valore e ricchezza.

Dettagli

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Edizione 2010 L edizione 2010 del progetto Magia dell Opera Il progetto didattico Magia dell

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE Competenze in uscita per la classe prima U.A. : Io con gli altri U.A. :Il mondo, dono di Dio. O.S.A. Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini (Conoscenza) O.S.A. Scoprire

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

ITALIANO / STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE / GEOGRAFIA

ITALIANO / STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE / GEOGRAFIA G. CAVADI / V. GUANCI / C. PELIGRA / A.TORRISI ITALIANO / STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE / GEOGRAFIA PERCORSI DISCIPLINARI E DIDATTICI PER LA PREPARAZIONE ALLA PROVA SCRITTA E ORALE DELL AMBITO DISCIPLINARE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

I bambini amano parlare inglese con Pingu s English!

I bambini amano parlare inglese con Pingu s English! I bambini amano parlare inglese con Pingu s English! Nella vita poche cose contano di più dell educazione e del futuro di tuo figlio. Pingu s English gli insegnerà le nozioni fondamentali della lingua

Dettagli

«Come incrementare l Autostima»

«Come incrementare l Autostima» Incontro/Webinar gratuito di Science Help per tutti: «Come incrementare l Autostima» Relatore: dott. Nunzio Nasti Evento patrocinato Data: martedì 21 giugno 2016, ore 20.30 22.30 Sede dell incontro: Agriturismo

Dettagli

Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008. martedì 24 giugno UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA

Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008. martedì 24 giugno UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008 martedì 24 giugno OPERARE PER I BENI COMUNI: alleanze per una terra futura UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA L A S S E

Dettagli

IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno si confronta con l esperienza religiosa e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo. Riconosce che la Bibbia è il

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LETTURA LA SCUOLA VA IN BIBLIOTECA: ATTIVITA' DI PROMOZIONE ALLA LETTURA RISERVATA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA RIVOLTO A alunni della scuola dell infanzia e loro insegnanti. POSTI DISPONIBILI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI Dirigente Scolastico: Dott. Fulvia Cantone Scuola dell Infanzia MOTTA DE CONTI A.S. 2015-2016 2016 CRESCERE INSIEME. PER ESSERE CITTADINI DEL MONDO: promuovere

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero. Piano di lavoro di FILOSOFIA

Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero. Piano di lavoro di FILOSOFIA Liceo delle Scienze Umane Alessandro da Imola /Imola Anno scolastico 2013/14 Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero Piano di

Dettagli

Rispondi alla domanda. Quali sono le differenze fra i programmi di studio americani e quelli italiani?

Rispondi alla domanda. Quali sono le differenze fra i programmi di studio americani e quelli italiani? I. Prova di comprensione di testi scritti. a) eggi attentamente il testo che segue. a nuova moda è studiare in America I giovani italiani sbarcano negli USA. Molti adolescenti non esitano a lasciare amici

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi Progetto La ComuneArte Premesse L del Comune di Novara, con il decisivo contributo della Provincia di Novara, attraverso il Progetto La ComuneArte ha intenzione di proporre un percorso di formazione triennale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA ***********

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** Classe Prima 1. Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. 2. Gesù di Nazareth, l Emmanuele, Dio con noi. 3. La Chiesa,

Dettagli

UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ e dell EDUCAZIONE PERMANENTE Ivrea BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO

UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ e dell EDUCAZIONE PERMANENTE Ivrea BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO Città di Consuntivo del 30 anno (2011-2012) Presentazione nuovo direttivo Programmi A.A. 2012-2013 1 Uomini 31% UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ Anno 2011-2012

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA Introduzione. Nei film del Neorealismo, spesso gli attori non parlano in italiano standard, ma parlano in dialetto. Cosa sono i dialetti? Come sono nati? 1. Dal latino

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER ESPERTI IN MATERIA DI TUTELA PAESAGGISTICO - AMBIENTALE E NELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (V.A.S.)

CORSO DI FORMAZIONE PER ESPERTI IN MATERIA DI TUTELA PAESAGGISTICO - AMBIENTALE E NELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (V.A.S.) CORSO DI FORMAZIONE PER ESPERTI IN MATERIA DI TUTELA PAESAGGISTICO - AMBIENTALE E NELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (V.A.S.) Presentazione: L Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi Per le scuole di istituti religiosi e altri enti II edizione Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore 12

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

Progetto didattico 2014 2015 RIMIRAR LE STELLE!!!!! SERVIZIO EDUCATIVO SAN MICHELE ARCANGELO. Villanova del Ghebbo

Progetto didattico 2014 2015 RIMIRAR LE STELLE!!!!! SERVIZIO EDUCATIVO SAN MICHELE ARCANGELO. Villanova del Ghebbo Per molti giorni, per molte miglia con molte spese, per molti paesi, sono andato a vedere i monti, sono andato a vedere il mare. Ma a due passi da casa, quando ho aperto gli occhi, non ho visto una goccia

Dettagli

Ins.te Barbara Infante

Ins.te Barbara Infante PROGRAMMAZIONE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA - Scuola dell infanzia - I.C.S. Via dei Garofani Triennio 2014/15-2015/16-2016/17 Ins.te Barbara Infante - ANNI 3 - OBIETTIVI SPECIFICI D APPRENDIMENTO

Dettagli