SCHEDA PROGETTO N. 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA PROGETTO N. 3"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO N. 3 Turismo e promozione territoriale: creazione del servizio di accoglienza e informazione turistica nei comuni dell'unione Terre di Castelli.

2 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Unione dei Comuni Terre di Castelli 2) Codice di accreditamento: NZ ) Albo e classe di iscrizione: Albo Regionale Emilia Romagna 3

3 CARATTERISTICHE PROGETTO 4) Titolo del progetto: Turismo e promozione territoriale: creazione del servizio di accoglienza e informazione turistica nei comuni dell'unione Terre di Castelli. 5) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Settore D: Patrimonio artistico e culturale Codice 04: turismo culturale 6) Descrizione del contesto territoriale e/o settoriale entro il quale si realizza il progetto con riferimento a situazioni definite, rappresentate mediante indicatori misurabili: "L'Unione Terre di Castelli" raggruppa alcuni comuni che intendono, con il presente progetto, promuovere ed incentivare in maniera organica il turismo nei comuni aderenti, valorizzando e coordinando le varie iniziative turistiche e di promozione territoriale organizzate nei comuni aderenti, onde creare un contesto unitario di sviluppo e gestione coordinata intercomunale, salvaguardando e valorizzando la tipicità delle tradizioni, dei prodotti tipici locali e del patrimonio artistico e culturale del territorio, in un quadro di offerta turistica coordinata ed unitaria. In particolare tutti i comuni aderenti al presente progetto hanno un ufficio turistico preposto alle attività ed iniziative relative, ed analizzando l'ambito entro il quale si intende sviluppare il presente progetto, con particolare riferimento alla realtà ed alle peculiarità di ogni singolo comune, di seguito indicato, si intende fornire un quadro di insieme del contesto territoriale e delle caratteristiche di ogni realtà, onde fornire una visione di insieme, con i dati oggettivi che possano far comprendere la realtà e gli obiettivi che con la realizzazione del presente progetto l'unione Terre di Castelli intende conseguire. COMUNE DI CASTELVETRO DI MODENA: Il Comune di Castelvetro di Modena (Mo), (aderente all'unione Terre di Castelli), ha una popolazione di n abitanti, ed un territorio di Kmq. 40,7=, in gran parte collinare ricco di bellezze paesaggistiche, storiche, culturali e di tradizioni e prodotti tipici locali, che lo hanno portato alla creazione di un consorzio di promozione turistico - territoriale, denominato Castelvetro V.I.T.A. (Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente ), che annovera tra gli aderenti oltre che il Comune di Castelvetro di Modena (Mo), anche numerosi operatori agricoli, commerciali, turistici-alberghieri, economici, ecc, del territorio, con il fine precipuo di porre in essere tutte le iniziative utili per la promozione e lo sviluppo del territorio comunale, con particolare riferimento alla promozione turistica. E' nato a Castelvetro nel 2002, e nel 2003 è stata stipulata una convenzione tra lo stesso Consorzio ed il Comune di Castelvetro per porre in essere tutte le iniziative utili alla valorizzazione e si tratta di un consorzio pubblico-privato che si pone vari obbiettivi, tra cui: - promozione, informazione e accoglienza turistica,

4 - la diffusione di materiale pubblicitario relativo agli eventi locali, alle risorse turistiche, al prodotto tipico, - la creazione e la commercializzazione di pacchetti turistici comprendenti visite, soggiorni, pasti e convenzioni, - organizzazione di manifestazioni a valenza turistica ed enogastronomica Il consorzio si è già occupato con successo dell organizzazione di diverse edizioni della Sagra dell Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro e ha partecipato anche in collaborazione con altri enti come l Unione di Comuni Terre di Castelli e l associazione Strada dei Vini e dei Sapori Città Castelli e Ciliegi a manifestazioni quali Expo dei Sapori 2002, Extratipici Collabora inoltre attivamente con il Comune di Castelvetro in occasione di qualsiasi iniziativa concernente i gemellaggi e la promozione turistica del territorio. Possono essere ammesse come consorziate tutte le persone fisiche e giuridiche esercenti attività turistico-alberghiere, di ristorazione, agricole, agrituristiche, del settore eno-gastronomico ed agroalimentare, commerciali, artigianali, professionali di servizio, di credito ed economiche in genere, nell ambito del comune di Castelvetro di Modena. Gli interventi attuati dal Comune di Castelvetro in questi anni hanno portato ad ottenere diversi importanti riconoscimenti tra i quali si segnalano il titolo di Castelvetro di Modena, di "Comune Bandiera Arancione", e il recente riconoscimento quale "comune ad economia prevalentemente turistica e città d'arte". In particolare l assegnazione ufficiale del marchio di "Bandiera Arancione" è avvenuto il 10 maggio 2003 nell ambito della Mostra del Turismo di Qualità I viaggi di Outis in programma a Milano dal 9 all 11maggio. Castelvetro è risultata l'unica cittadina dell'emilia Romagna ad avere conseguito tale riconoscimento nel La "Bandiera Arancione" è il marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra del Touring Club Italiano, viene attribuita alle località che soddisfano criteri di analisi correlati allo sviluppo di un turismo di qualità. La valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici sono solo alcuni degli elementi chiave per ottenere il-marchio. Il TCI da sempre opera per lo sviluppo del turismo di qualità e per la valorizzazione delle risorse e del patrimonio culturale e ambientale italiano. La "Bandiera Arancione", coordinata dal Centro Studi, (l'unità di ricerca e sviluppo del Touring Club Italiano), è uno degli strumenti con il quale il Touring offre ai turisti una garanzia di qualità e alle località uno strumento di valorizzazione. Inoltre, come accennato più sopra, recentemente Castelvetro ha ottenuto anche il riconoscimento di "Comune ad economia prevalentemente turistica e città d'arte", (ex L.R.n.14/1999), conferito dalla Giunta Regionale dell'emilia Romagna, con delibera n. 250 del , un titolo molto importante che corona anni di impegno volto alla promozione e valorizzazione territoriale. Castelvetro di Modena è meta di vari tipi di turismo, tra cui: - turismo eno-gastronomico: Castelvetro di Modena è infatti zona di produzione di diversi prodotti tipici, oltre ad essere disseminato di ristoranti, agriturismi, trattorie presso cui gustare la famosa cucina tipica emiliana; - turismo storico artistico: la storia di Castelvetro inizia nell età paleolitica e

5 trova il suo momento più importante nel rinascimento, quando il poeta Torquato Tasso soggiorna a Castelvetro ospite dei Marchesi Rangoni; inoltre numerose sono le testimonianze artistiche delle varie epoche: il castello di Levizzano, il borgo di Castelvetro, gli oratori, il Cimitero Napoleonico, ecc Il comune di Castelvetro offre poi numerosi spazi a mostre permanenti (come il Centro di Documentazione Territoriale) e temporanee (allestite o presso le sale comunali o presso lo spazio espositivo Pake); - turismo legato alle manifestazioni e agli eventi organizzati nel capoluogo comunale; - turismo d affari: la presenza di numerose industrie, la vicinanza con Modena, Bologna e il casello autostradale di Modena Sud, ma anche la tranquillità e l assenza dei frastuoni della città fanno si che Castelvetro di Modena, sia scelta da sempre più uomini d affari impegnati per motivi di lavoro nella nostra provincia o in quelle vicine; - turismo scolastico: numerose sono le scolaresche di ogni ordine che visitano le aziende agricole, i caseifici, le ditte e il centro di documentazione del comune. I PRODOTTI TIPICI E L ENOGASTRONOMIA Il comune di Castelvetro di Modena è zona di produzione dei seguenti prodotti tipici: - Lambrusco grasparossa di castelvetro d.o.c. - Lambrusco di modena i.g.t. - Trebbiano di modena i.g.t. - Malvasia dell emilia i.g.t. - Aceto balsamico tradizionale di modena d.o.p. - Parmigiano reggiano d.o.p. - Salumi tra cui il prosciutto di modena i.g.t. - Nocino - Grappa - Miele Il territorio comunale è disseminato di aziende agricole, vitivinicole e caseifici visitabili, presso cui poter acquistare i prodotti. STORIA DI CASTELVETRO DI MODENA: Età paleolitica: Tutta la fascia pedemontana e quindi anche Castelvetro, era abitata sin dal paleolitico, come risulta dai diversi reperti storico-archeologici ritrovati e di notevole interesse. Basti pensare che in tutta l'italia settentrionale, sono state ritrovate non più di una decina di Amigdaloidi. A Castelvetro ne furono scoperte ben due, rispettivamente alle Misiane e ai confini col territorio di Spilamberto (COLECCHIO). L'amigdaloide è ottenuta da un ciotolo di diaspro ; l uomo la lavorò con caratteri piuttosto rozzi; tuttavia era uno strumento mirabile :con impugnatura che si adatta, anatomicamente, molto bene alla mano e utilizzata come strumento di difesa e di offesa. Età neolitica: E l età in cui l uomo, evolvendosi, inizia a lavorare la pietra. I ritrovamenti nelle località di questo Comune (Galassina, Montebarello e Misiane) hanno portato alla luce reperti ascrivibili a questo periodo (una bella cuspide a Montebarello, un peduncolo e vari altri reperti :ad esempio un martello-ascia ben

6 lavorato alla Galassina). Età del rame - bronzo - ferro: E il momento della civiltà terremaricole.il termine terremare fu coniato dagli studiosi sulla voce marna, cioè terra ricca di residui umani. Formate da un terriccio scuro, vennero smantellate per essere impiegate nella concimazione dei campi alla fine del Nel territorio di Castelvetro sono 2 le stazioni terremaricole, delle quali ci è giunta una sicura documentazione: la più importante a Montebarello (a sinistra prima di Ca di Sola) e l altra a Ca Monesi. Sulla vita sociale, agricole e lavorativa, si rimanda alla vasta letteratura che è presente pure nei testi scolastici. Età-etrusca: Con l arrivo degli Etruschi dalla Toscana nella Padania, gli abitanti di Castelvetro entrano-nella-storia. I ricchi e significativi reperti degli scavi compiuti alla Galassina, non lontano dal Castello, e poco oltre in località Nosadella (Via Modena), indicano che la zona di Castelvetro visse il momento di maggior sviluppo con l insediamento di un importante villaggio sul Castello (Acropoli) e di un cimitero alla Galassina (Necropoli). I primi scavi furono eseguiti dal Sacerdote Celestino Cavedoni (1841) e acquistati, i materiali rinvenuti, dal Duca di Modena Francesco V e collocati al museo. Nel il Crespellani approfondì e allargò gli scavi del Cavedoni e ritrovò le famose-tombe. Il Cavedoni ne ritrovò una decina, mentre il Crespellani oltre 25. Da notare: la tomba dello Specchio (alla Galassina) era la più bella e meglio conservata. (Per gli scavi e i ritrovamenti rimando al volume Preistoria e Protostoria nel Modenese del prof. Benedetto Benedetti Aedes M. MODENA 1985). Da notarsi che la Galassina ora è zona archeologica ed è l insediamento etrusco più importante del territorio Modenese. Età gallica: Verso il 350 a.c. arrivarono nelle nostre terre modenesi i GALLI BOI; vinsero gli Etruschi, erano agricoltori e furono i primi a passare al sistema del BARATTO cioè: io ti do una pecora, se tu mi dai una lancia. Noi qui a Castelvetro non abbiamo tracce della loro civiltà. Età romana: Dal 218 a.c. in avanti. Verso il 218 Modena (e anche Castelvetro) e tutta la Gallia Cisalpina (cioè tutta la Pianura Padana occupata dai Galli) fu conquistata dai Romani. Nel 186 a.c. il Console romano Emilio Lepido tracciò e fece costruire la via da ARIMINUM (Rimini) a PLACENTIA (Piacenza) chiamata Via Emilia. Castrum Vetus: Verso il 150 a.c. le legioni romane portarono all insediamento di un presidio militare nella nostra zona collinare, un CASTRUM (accampamento militare). Ecco perché il nome di Castelvetro deriva da CASTRUM (accampamento militare), VETUS (vecchio, antico). Anche ora sono ben visibili il CARDO, il DECUMANO, le INSULE, le

7 FORTIFICATIO,ecc... L orientamento NORD-SUD (CARDO) e OVEST -EST (DECUMANO) presenti anche ora, erano per i Romani i due punti fondamentali per la costruzione dei Castrum, delle città, e, in periodo preromanico (secoli IX - XI) mantennero questo tipo di orientamento (vedi ad esempio il Duomo di Modena ecc..) e anche la vecchia CHIESA di Castelvetro (attuale casa BARANI). Età medioevale: In seguito, in età medioevale, nell anno 988 in un documento conservato nell Archivio benedettino di S.Pietro a Modena, Castelvetro viene denominato CASTROVETERE actum prope Castrovetere in Oratorio Sanctae Mariae. Solo più tardi, verso il 1500, Castrovetere viene citato con l attuale toponimo CASTELVETRO, attraversato, nella valle dal torrente GHERLO, chiamato poi GUERRO. Ritornando dal 988 in avanti, vediamo che i secoli burrascosi e guerreschi medioevali, costrinsero le popolazioni a costruire opere fortilizie seguendo la fortificatio del Castrum Romano. Nel secolo XI passa ai Benedettini residenti a NONANTOLA; però l abate RODOLFO diede investitura a Titolo di enfiteusi al Marchese BONIFACIO di Toscana. Nel 1052 Bonifacio venne ucciso e la celebre sua figlia Contessa MATILDE DI CANOSSA ereditò il feudo di Castelvetro. Dopo la morte di MATILDE (1115) gli Abati di Nonantola accordarono l investitura di Castelvetro a due illustre famiglie e cioè quella dei BECCAFAVA e quella dei MANFREDI. Pochi anni dopo, Castelvetro fu poi annesso al Comune di MODENA e quando si accese la guerra tra Guelfi e Ghibellini, Castelvetro, come d altronde Modena, era di tendenza Ghibellina, favorevoli cioè all imperatore germanico. Sempre nel contesto tra Guelfi (favorevoli al Papa) e Ghibellini, avvenne che il PAPA GIOVANNI XXII, alleato dei Guelfi, spinse le sue soldatesche prima contro Modena, poi, sotto il comando di VERSUZIO LANDO, pose l assedio a Castelvetro. Nel 1326 il Castello fu espugnato e distrutto. Il Pontefice poi, nel 1330 a nome della Chiesa, a titolo di feudo, concedette Castelvetro a JACOPINO RANGONE, uno dei costanti seguaci del Partito pontificio e poi in seguito sempre alla stessa famiglia dei RANGONI. Nel 1501, 5 Giugno, ci fu un tremendo terremoto. Nel contado poi della città, alcuni castelli patirono assai, tra i quali Sassuolo e Castrovetere, che ebbero rovine notabili, et spetialmente Castrovetere, che oggidì è dell Ill.mo Conte Fulvio Rangone (vedi Liber memorialis Familiae Rangoniae N. Rota, op. cit.). I Rangoni si misero subito al lavoro per ricostruire il Castello, tanto che già nel 1564 presso l attuale corte in Castello, soggiornò lo stesso TORQUATO TASSO (vedi lapide) e anche CARLO SIGONIO. Il TASSO era ospite in quell occasione del nobile FULVIO RANGONI, Signore del Castello. Per ricordare questo avvenimento si svolgono a Castelvetro nella piazza medioevale, le rievocazioni storiche in costumi rinascimentali, con feste, danze, pranzi, dame e cavalieri, soldati e magistrati, paggi e villani... tutti riccamente vestiti in costumi cinquecenteschi.nel 1630 fu appena sfiorata dalla famosa PESTE, grazie alle misure di sicurezza imposte da T. RANGONI; mentre nel 1633 fu colpito dal sisma e nel 1709 da una tremenda gelata, che portò con sé un epica carestia. Epoca moderna e contemporanea:

8 Nel 1796 l invasione francese in Italia portò alla soppressione dei feudi. I Rangoni furono spogliati del feudo di Castelvetro ed il paese perse tutti i vantaggi che godeva come capoluogo. Castelvetro divenne solo Municipalità, passando all Amministrazione centrale del Regno d ITALIA (1^ Gennaio 1860). Dal dopoguerra gode di una Amministrazione democratica, le sue bellezze storiche e ambientali attirano sempre di più tante persone provenienti da tutta l Italia e anche dall estero. EMERGENZE ARTISTICHE E ARCHITETTONICHE: 1) CASTELVETRO-capoluogo: Piazza Roma Piazza Roma, sulla quale si affacciano il Palazzo Comunale, le Torri dell Orologio e delle Prigioni e il Palazzo Rinaldi, quest'ultimo sede della Residenza Municipale, considerata il vero e proprio cuore del Paese, è nata in epoca relativamente recente, tra il 1934 e il 1935, quando furono abbattuti tutti gli edifici posti nella zona Nord del Castello, ad eccezione delle Torri, per creare uno spazio aperto affacciato sulla vallata sottostante. Negli anni Cinquanta, in sostituzione della precedente, al centro della piazza, venne realizzata una pavimentazione in lastre bianche e nere per formare una sorta di scacchiera. La facciata del Palazzo Comunale chiude Piazza Roma dal lato sud. Anticamente noto come Palazzo del Secondogenito, fu abitato fino all età napoleonica, da un "Rangone" l ultimo rampollo di questa nobile famiglia ad averlo occupato fu Gherardo. La Torre dell Orologio è a pianta quadrata con la base a scarpa per allargare lo spessore dei muri e quindi aumentarne la stabilità. Essa rappresenta ciò che resta dell antica struttura fortificata nel lato est del castello. A questo proposito si nota come, nel corso dei secoli, si è passati dall orologio solare posto sul lato sud, ancor oggi visibile e recentemente restaurato all orologio meccanico, funzionante a pesi e contrappesi collegati alla campana e a due o quattro quadranti, fino all attuale orologio elettrico. 2) LEVIZZANO-frazione di Castelvetro: Castello Le prime notizie certe del Castello di Levizzano, eretto come baluardo difensivo contro gli Ungari, sono contenute in un documento datato 890 dal quale risulta che apparteneva alla chiesa di Modena. Nel 1038, il vescovo di Modena, lo concesse al marchese Bonifacio di Toscana, padre di Matilde di Canossa. Dagli inizi del sec.xll appartenne alla famiglia Levizzani, fino al Nel 1342 il castello di Levizzano passò alla famiglia Rangoni, che lo tenne fino alla conquista napoleonica (fine del XVIII sec.). Interventi di restauro sono stati effettuati nell Ottocento e nel Novecento, dopo che il Castello venne in possesso del Comune di Castelvetro. Attualmente nella galleria del Castello di Levizzano Rangone si trova l Enoteca Comunale che raccoglie i prodotti degli Associati delle Terre di Castelvetro. Nella splendida cornice del Castello Matildico si trova il ristorante mentre la Torre Matildica è sede di alcune associazioni: sede provinciale sezione sud A.I.S. (Associazione Italiana Sommeliers), sede dei Maestri Degustatori, sede dell Associazione Enotecnica ed Enologi Italiani sezione Emilia.

9 Oratorio di San Michele L oratorio di San Michele è posto tra i torrenti Guerro e Nizzola, a metà strada tra Levizzano e Castelvetro. E una questione ancora controversa quella relativa alla sua data di costruzione. Alcuni studiosi di storia ed arte ritengono che sia stato costruito intorno ai secoli VIII/IX, mentre altri, più realisticamente, lo farebbero risalire all epoca del duomo di Modena, XII secolo. Restano di originale la pianta rettangolare, che ricorda la cella dei templi pagani, la decorazione della facciata principale con il suo portale e una porta secondaria nella facciata SUD. Cimitero Napoleonico Ex cimitero Napoleonico, recentemente restaurato e recuperato come suggestivo scenario per spettacoli e manifestazioni, tra cui un festival jazz. 3) PUIANELLO-località della frazione di Levizzano: Santuario La dedica alla Madonna della Salute favorisce l ipotesi che questa chiesa sia sorta, alla fine della terribile peste del Il primitivo Santuario o Oratorio, certamente di modeste proporzioni, sorto nel luogo dove attualmente è posta la Croce (nel punto a maggiore altitudine di tutto il territorio di Castelvetro, 447 m s.l.m.), non ebbe lunga vita. In breve tempo andò in rovina.la contessa Teresa Rangoni fece edificare un altro Oratorio in sostituzione del precedente, che fu demolito.la prima pietra fu posta il 26 Aprile La costruzione fu fatta con mattoni probabilmente cotti sul posto. Nel 1947 i frati cappuccini ne presero possesso. Salendo attraverso il viale-gradinata, fiancheggiato dai cipressi, si scorge il Santuario, realizzato, forse, secondo il progetto dell arch. Frigimelica, che operava, all epoca in cui sorse il santuario, alla Corte degli Estensi di Modena La facciata, in cotto, di linee semplici, nella parte centrale, è divisa in due scomparti quasi quadrati, sormontati dal timpano, fiancheggiati da due corpi laterali più bassi e più stretti, corrispondenti alla Sagrestia della Chiesa e alle abitazioni dei Padri. Un semplice portale e una finestra rettangolari si aprono sulla facciata; quest ultima è stata recentemente ornata da una etrata policroma in cui è raffigurata la Madonna della Salute. Sul timpano è posta una croce di ferro. Un tamburo circolare, internamente cupola, si eleva sul tetto, quasi al centro del Santuario, sormontato da una grande croce doppia illuminata e visibile anche in lontananza. Due campanili s innalzano, ai lati del presbiterio: hanno forma rettangolare con guglia centrale sopraelevata, contornata alla base da quattro gugliette ornamentali. L interno è barocco, con pianta a croce latina. Entrando in chiesa, si è immediatamente colpiti dal dipinto della Madonna della Salute, attribuito al pittore sassolese Giacomo Cavedoni ( ). I MUSEI Centro di Documentazione e Promozione Territoriale Il Castello di Vetro L Amministrazione Comunale di Castelvetro ha individuato nel Centro di Documentazione Territoriale uno strumento utile per favorire la ricerca storica e per promuovere eventi culturali fortemente radicati nella cultura locale. Sezione 1 Raccolta Romano Bonvicini»

10 Sezione 2 Fondo Fotografico Giuseppe Simonini» Sezione 3 -La Fornace Cavallini a Castelvetro» Tesi di laurea di Alberto Fiori, Federica Nocetti e Donatella Filippi Sezione 4 Arte e Storia a Castelvetro» Sezione 5 Mostra di Abiti Rinascimentali a cura dell Ass. Dama Vivente Mostra fotografica di Giuseppe Simonini presso il Centro di Documentazione e Promozione Territoriale Mus.A. Il Museo dell Assurdo Ospita sculture e altre opere ispirate ai temi dell assurdo. Spazio espositivo PAKE Nel borgo antico di Castelvetro ospita mostre temporanee (ad esempio ogni anno ospita un salone internazionale di arte Naifs) L ENOTECA COMUNALE CASA DEI LAMBRUSCHI L Enoteca Comunale si trova nella galleria del Castello di Levizzano Rangone, eretto come baluardo difensivo contro gli Ungari nel IX secolo e successivamente ampliato da Bonifacio di Toscana (padre di Matilde di Canossa), dalla famiglia dei Levizzani e dei Rangoni. L enoteca raccoglie i prodotti degli Associati delle Terre di Castelvetro ed è nata su iniziativa di alcuni produttori e dell Amministrazione Comunale. Inoltre tutte le aziende del territorio castelvetrese hanno qui la possibilità di esporre i propri prodotti. Nella splendida cornice del Castello Matildico si trova il ristorante ed è possibile degustare il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro D.O.C. così come altri prodotti tipici locali: il Parmigiano Reggiano, l Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, la Torta Ducale, gli Amaretti,il Miele, il Nocino. La Torre Matildica è sede di alcune associazioni: sede provinciale sezione sud A.I.S. (Associazione Italiana Sommeliers), sede dei Maestri Degustatori, sede dell Associazione Enotecnica ed Enologi Italiani sezione Emilia. Ogni anno inoltre in Enoteca si svolgono corsi di enologia e serate di degustazione vini, liquori e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. PUBBLICAZIONI Ogni anno vengono realizzati dal comune di Castelvetro e dal Consorzio Castelvetro V.I.T.A. guide, opuscoli, brochures, depliant informativi relativi alle manifestazioni, ai prodotti e produttori, alle strutture ricettive, al territorio e ambiente, alla storia e alle emergenze artistiche castelvetresi. Inoltre articoli e pezzi su Castelvetro di Modena escono abitualmente sia sui quotidiani locali che nazionali oltre che sulle principali riviste nazionali dedicate al turismo e all enogastronomia. E' stato pubblicato un libro, da parte del Comune, riguardante una ricerca storica sul Consiglio Comunale di Castelvetro, dal dopoguerra fino ai giorni nostri. INIZIATIVE ORGANIZZATE: - Iniziative di promozione delle attività legate ai gemellaggi in essere tra il Comune di Castelvetro di Modena (Mo) ed i Comuni di Castelfidardo (AN), il Comune di Montlouis Sur Loire (Francia), ed in generale attività di promozione dei rapporti di amicizia ed interscambio tra il Comune di Castelvetro di Modena (Mo), ed il Comune di Lipova (Romania).

11 - Sagra dell'uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro ed iniziative collaterali. - Iniziative Natalizie ELENCO DELLE MANIFESTAZIONI 2006 (organizzate dal comune direttamente o in stretta collaborazione con le associazioni di castelvetro o parrocchiali, o organizzate direttamente dalle stesse, che comunque il comune contribuisce a divulgare con i propri servizi di informazione turistica): Mese di Gennaio 6 Gennaio : Arriva la Befana Organizzazione: Parrocchia, ARCI, Comune Castelvetro, Comete. ore 16 in Castello: Festa per i bambini e i ragazzi con la Befana che distribuisce doni. ore 19 al Bocciodromo: Cena e musica con un altro intervento della Befana. 8 Gennaio Concerto di Capodanno Organizzazione: Corpo Bandistico di Castelvetro 9-13 Gennaio : Bocciodromo Gara di Bocce Gran Premio Cremonini Organizzazione Arci Castelvetrese- Bocce Gennaio - Rassegna Teatro Dialettale c/o Teatro Parrocchiale di Castelvetro Organizzazione: Parrocchia e Arci 27 Gennaio / 29 Gennaio ore Giornata della Memoria e Pace nel Mondo Il 27 iniziativa c/o la scuola media Il 29 ore celebrazione pubblica al Monumento dei Caduti Organizzazione: per Comitato Celebrazioni Ufficio Pubbliche Relazioni del Comune. Mese di Febbraio 11 e 18 Febbraio - Rassegna Teatro Dialettale c/o Teatro Parrocchiale di Castelvetro Organizzazione: Parrocchia Castelvetro e Circolo Arci 25 febbraio Carnevale a Castelvetro Organizzatori: Parrocchia, ARCI Castelvetro, Comete.ore 16 in Castello: Festa per i bambini e i ragazzi. ore 19 al Bocciodromo: Cena, musica e sproloquio. 26 Febbraio Carnevale dei Ragazzi Carri e maschere per le strade e piazze di Solignano. Musica giochi e stand gastronomici Organizzazione: Associazione Carnevale dei Ragazzi di Solignano Mese di Marzo 8 Marzo : Festa della donna Organizzazione: Auser e Arci Uisp di Castelvetro

12 Bocciodromo Comunale 12 Marzo: 26 Camminata della Val Nizzola - Solignano Organizzazione: Associazione Podistica Val Nizzola 19 Marzo: Nonsoloburattini ore Rassegna di Burattini e figura Teatro Parrocchiale c/o Centro Storico di Castelvetro Organizzazione: Comune Assessorato Cultura 19 Marzo c/o Monumento ai Caduti Commemorazione Caduti e dispersi di Russia e di tutte le guerre. Organizzazione: per Comitato Celebrazioni Ufficio Pubbliche Relazioni 26 Marzo: Campionato Provinciale Giovanile di Scacchi Club 64 Circolo Scacchi Centro civico di Solignano Marzo: Festa di Primavera Arci Castelvetrese Bocciodromo comunale 4-18 Marzo e 1-12 Aprile HIPPOPARTY Serate di musica e giochi per ragazzi dai anni c/o Centro Civico di Solignano Marzo Gara di Bocce Gran premio artigianato e commercio Organizzazione Arci Castelvetrese- Bocce Mese di Aprile Aprile Gara di Ginnastica Artistica e Ritmica Presso la Palestra Comunale di Castelvetro Organizzazione: Visport 2 Aprile Gara di Orienteering II Edizione Levizzano Organizzazione: Comune di Castelvetro Ufficio Ambiente Scuola media 7 Aprile : Tra un festival e l altro. Poesia in corso - Poesia festival 06 Concerto di musica jazz e letture di poesia Gruppo Segrè Ensamble con Emilio Rentocchini Presso Bocciodromo Comunale Organizzazione Unione Terre di Castelli Comune Castelvetro - Assessorato Cultura 14 Aprile: Celebrazioni del Venerdì Santo Rappresentazione della Passione di Cristo c/o Campo San Rocco di Levizzano Organizzazione: Anspi di Levizzano 19 Aprile: Emilio Uguzzoni : poeta della Verità. Presentazione del volume dedicato al poeta dialettale di Levizzano Sala Consiliare Municipio di Castelvetro Organizzazione: Ufficio cultura

13 25 Aprile Anniversario della Liberazione ore Monumento ai Caduti Organizzazione: per Comitato Celebrazioni Ufficio Pubbliche Relazioni 29/30 Aprile- 1 Maggio Torneo Internazionale di calcio Giovanile W.Venturelli III Trofeo Terre di Castelli Organizzazione: A.S. Visport Comune di Castelvetro: Assessorato allo sport 15 Aprile - 15 Maggio : Campionato Provinciale di Biliardo c/o Bocciodromo Comunale Organizzazione: Arci Mese di Maggio 7 Maggio Biciclettata Popolare Luogo: Castelvetro dal Parco San Polo Organizzazione: Comune Ufficio Ambiente 12 e 13 Maggio: III Edizione Costaiola on the rock Concerti di musica rock e grigliata a scopo benefico Parco c/o Centro Civico di Solignano Organizzazione : Ass. Podistica Val Nizzola 21 Maggio Biciclettata Popolare a Solignano Organizzazione: Comune Ufficio Ambiente 20/21 Maggio : Festa Parrocchiale Castelvetro Centro Storico Organizzazione Parrocchia Castelvetro Maggio: Cerimonia di Premiazione Seconda Edizione Concorso di Poesia per le scuole medie Organizzazione: Associazione Dama Vivente 27/28 Maggio Festa nel Parco per Comete Parco San Polo Esibizioni di volo, aquiloni, giochi e musica Organizzazione: ComeTe Assessorato allo sport e volontariato 23 Maggio -9 Giugno Memorial Chiari Evandro Parco della Mimosa Solignano Organizzazione: Società Sportiva F.C. Solignano 2002 Mese di Giugno 2 Giugno ore P.zza della Repubblica Solignano Festa della Repubblica Organizzazione: per Comitato Celebrazioni Ufficio Pubbliche Relazioni del comune 2 Giugno: Solignando a Solignano

14 Camminata turistica Organizzazione: Ass. Podistica Val Nizzola 2 Giugno - Concerto della Repubblica a Solignano (ore 21.00) Organizzazione: Corpo Bandistico di Solignano e Corale 9 Giugno Tutto Intorno all Assurdo Spettacolo e mostra sul tema dell assurdo. Castelvetro Centro Storico Inaugurazione nuova Sezione del Museo Musa Organizzazione:Comune di Castelvetro Assessorato Cultura 1/16 Giugno Giochi D Estate Tornei e gare sportive vari, musica, giochi e stand gastronomico Centro Sportivo di Castelvetro Organizzazione: Associazione AGEI 2/3/4 Giugno: Centro Civico di Solignano Torneo di scacchi Campionati Italiani a squadre Fase Regionale Organizzazione: Circolo Scacchi Club 64 Giugno Concerto a San Rocco Levizzano Concerto di musica rinascimentale del gruppo Tabula Rasa Organizzazione: Ass. Dama Vivente Giugno Parco in Festa Festa nel Parco a Solignano Concerti di Musica e stand gastronomici Organizzazione: Associazione Carnevale dei Ragazzi Giugno/Luglio 25 Giugno / 2 Luglio : Torneo Con Gianni Tornei di Pallavolo, stand gastronomico e intrattenimento a scopo benefico c/o Centro Sportivo di Castevetro Organizzazione: Associazione Drago Celeste 26 Giugno 16 Luglio Luna nel Pozzo - Sagra del Tortellone - Anspi Levizzano Mese di Luglio Tutto il mese di Luglio Estate a Castelvetro Rassegna di cinema all aperto : Centro Storico e Teatro per ragazzi all aperto centro storico e parchi Organizzazione: Comune di Castelvetro Ufficio cultura 26 Giugno 16 Luglio Luna nel Pozzo - Sagra del Tortellone Luglio Farm Aid Concerti musica e Stand gastronomici 2-9 Luglio Fiera di Luglio

15 Giostre c/o il Parco San Polo 20 Luglio: Napoleonico Jazz Festival IV Edizione Campo San Rocco Levizzano Rangone Rassegna Internazionale di Musica Jazz Organizzazione: Comune di Castelvetro Assessorato Cultura. Luglio: A Ritmo di Banda in occasione del Napoleonico Jazz Festival Organizzazione Banda di Castelvetro 21/30 Luglio Castelvetro- Parco San Polo Festa d Estate dell Auser Organizzazione: Associazione Auser sezione di Castelvetro 30 Luglio Festa Parco 2 Agosto 1980 Festa nel parco di Ca di Sola Dal 1 al 6 Agosto : torneo di Bocce Organizzazione: Associazione Parco 2 Agosto Luglio/Agosto Castelvetro III Edizione di Apriamo le Corti Rievocazione Storica Organizzazione Dama Vivente Mese di Agosto 10 Agosto: Calici di Stelle Serata di degustazione vino e prodotto tipo e musica Jazz. Organizzazione: Assessorato al Turismo in collaborazione con il Consorzio Castelvetro V.I.T.A. Agosto: Ariosto o Tasso.? A cura di Simone Maretti Piazza Roma Castelvetro Organizzazione: Associazione Dama Vivente 26 agosto 2006 ore Concerto Di Ivana Spagna Organizzato dall'associazione Le Luci di Comete, con il patrocinio del Comune di Castelvetro di Modena Agosto /Settembre Sagra di San Gaetano Organizzazione : Parrocchia Ca di Sola Mese di Settembre Settembre Graspalonga Percorso turistico/enogastronomico sul territorio (bike e/o a piedi) Comune di Castelvetro : Assessorato Turismo 2 Settembre: Festa Patrono di Levizzano S.Antonino 3 Settembre: Sagra Parrocchiale di Solignano

16 9/10 Settembre Dama Vivente Rievocazione Storica Rinascimentale Organizzazione: Ass. Dama Vivente e Comune Assessorato Cultura 10 Settembre Solignano per un sorriso F.C. Solignano 2002 e Comete c/o Centro Civico Solignano Settembre XXXIX Sagra dell Uva e dei Lambruschi Modenesi Castelvetro : Tradizionale Sagra dedicata al Lambrusco Manifestazione eno-gastronomica e turistica con iniziative ricreative varie. Programma sportivo, organizzata dal Consorzio Castelvetro V.I.T.A.in collaborazione con l'assessorato al turismo, del comune, e con il patrocinio della Provincia di Modena e della regione Emilia Romagna Settembre 1 - Ottobre FESTIVAL DI POESIA UNIONE TERRE DI CASTELLI Inaugurazione Mostre, spettacoli e vari altri eventi collaterali Mese di Ottobre 1 Ottobre 2006: Poesia Festival Ottobre : III Cicloraduno Organizzazione G.S Coop Legno - Castelvetro S.Eusebio Mese di Novembre 5 Novembre - IV Novembre Giornata delle forze armate e combattenti Commemorazioni Caduti Organizzazione: per Comitato Celebrazioni Comune Ufficio Pubbliche Relazioni Novembre Bocciodromo di Castelvetro Gara di Bocce Nazionale Torneo F.I.B Città di Castelvetro Memorial Trenti Giorgio Organizzazione: Arci Castelvetrese Bocce Novembre : Gara provinciale di Bocce Memorial Mauro Ferrari e Venturi Mauro Organizzazione: Arci Castelvetrese - Bocce 11 Novembre Festa di San Martino per i giovani Organizzazione: Arci Castelvetro Parrocchia C.Vetro 11 Novembre Solignano - Centro Civico Festa di San Martino Organizzazione: Associazione Carnevale dei Ragazzi Novembre / Dicembre Iniziative Natalizie - Centro Storico Organizzazione: Comune Assessorato al Turismo e Attività Produttive Mese di Dicembre 19 Dicembre - Solignano Chiesa

17 Concerto di Natale Organizzazione: Corpo Bandistico di Solignano 24 Dicembre Natale Insieme Solignano P.zza Repubblica Organizzazione: Ass. Carnevale dei Ragazzi 25/26 Dicembre Levizzano Rangone Commedia Dialettale Organizzazione: Anspi di Levizzano ATTIVITÀ SVOLTE DAL CONSORZIO CASTELVETRO V.I.T.A., (oltre a quelle più sopra specificate): - fiera a Milano con Provincia di Modena, Strada dei Vini e dei Sapori Città Castelli e Ciliegi, Ass. Naz. Città del vino in occasione di BIT Borsa Internazionale del Turismo (Milano febbraio 2006). - Attività al VINITALY 2006 con materiale turistico Verona 6-10 Aprile. - Fiera Children s Tour a Modena. - Organizzazione e realizzazione con la Associazione Dama Vivente della uscita a Sant Agnello(Na), per la promozione turistica ed enogastronomia di Castelvetro. - Inaugurazione sommelier, con attività di collaborazione con il comune. - Selezione del Sindaco Aprile Gemellaggi: Presentazione/vendita prodotti a Montlouis in occasione del 30esimo del gemellaggio dei francesi con cittadina tedesca. - Presenza a varie fiere e sagre organizzate dai comuni associati dell Ass. Naz. Città del Vino con materiale pubblicitario e informativo - Vendita di prodotti all associazione Jumelage Montlouis Castelvetro, nell'ambito dei rapporti di gemellaggio intercorrenti. - DIVULAGAZIONE DEL MATERIALE PROMOZIONALE, in collaborazione all amministrazione comunale per la raccolta dai dati e l elaborazione dei testi da inserire su: - cartine comunali - TERRE DEL VINO mensile dell Ass. Naz. Città del Vino - QUI Touring mensile del Touring Club Italia - UFFICIO INFORMAZIONI E ACCOGLIENZA TURISTICA (in collaborazione al comune) - richieste di informazioni sulle principali manifestazioni (per lo più telefoniche) - richieste di informazioni su accoglienza, e itinerari della zona (da parte di visitatori e uomini d affari di passaggio) - contatti con gruppi organizzati e centri estivi per visite alle aziende agricole e al Centro di Documentazione Territoriale e al museo Fili d Oro a Palazzo - punto di riferimento per IAT Vignola e Strada dei Vini dei Sapori Città Castelli e Cliegi per raccolta materiale e per reperimento di informazioni a carattere turistico

18 CASTELVETRO DI MODENA CITTA DEL VINO Il Comune di Castelvetro di Modena aderisce all Associazione Nazionale Città del Vino. All Associazione aderiscono più di 500 comuni che producono nel loro territorio vini a denominazione d origine controllata e comunque legati al vino per storia e tradizione. Il Comune di Castelvetro si è reso promotore della nascita della Nazionale di Calcio Amministratori Città del Vino Onlus. CASTELVETRO DI MODENA E LA STRADA DEI VINI E DEI SAPORI Il comune di Castelvetro di Modena aderisce dal 1998 alla Strada dei Vini e dei Sapori Città Castelli e Ciliegi insieme ad altri 17 comuni, a numerosi enti ed associazioni e ad oltre 90 aziende delle province di Modena e Bologna. Comune e Strada dei Vini e dei Sapori collaborano nella promozione del territorio e dei prodotti tipici locali, ad esempio partecipando congiuntamente a fiere ed eventi come l Expo dei Sapori Fiera dei prodotti tipici locali svoltasi a Milano a novembre 2002 o Extratipici, svoltasi a Vignola a maggio PROGETTO CERTIFICAZIONE AMBIENTALE ISO 14001: Il comune di Castelvetro di Modena, ha inserito tra i propri obiettivi per l'anno 2006 quello di attuare una politica ambientale onde ottenere il riconoscimento di certificazione ISO L'ufficio turistico, oltre a tutti gli altri uffici comunali è fortemente impegnato, in collaborazione con l'ufficio ambiente, per porre in essere tutti gli adempimenti previsti per tale riconoscimento. In particolare si stanno organizzando tutte le manifestazioni inserendo, nelle relative autorizzazioni, i criteri ambientali che gli organizzatori dovranno rispettare nello svolgimento della manifestazione, inoltre si sta predisponendo, nelle manifestazioni organizzate dal comune un servizio informativo, per i turisti, inerente le norme di educazione ambientale (con volantini, Totem, inserimento nel sito internet, ecc ), con sistemazione nelle aree occupate di appositi cestini, con relativa informazione, per la raccolta differenziata. Inoltre sta elaborando il decalogo del turista ed il decalogo dell'ospitalità, con inserite le regole ambientali che dovranno essere rispettate dal turista e dalle strutture ospitanti, a tal fine verranno organizzati speciali forum, ove verranno invitati gli operatori turistici sul territorio per favorire la condivisione dei temi ambientali. COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE Castelnuovo Rangone (aderente all'unione Terre di Castelli) si trova nell'alta pianura modenese, a quattordici chilometri a sud-est di Modena, al limite tra la pianura e i primi rilievi preappenninici settentrionali. La superficie complessiva del territorio, che comprende anche la frazione di Montale ( divisa dal capoluogo dal Torrente Tiepido) è di 22,61 Kmq. Gli abitanti sono (al 31/12/2005). Castelnuovo Rangone è parte dell Unione di Comuni Terre di Castelli ed è socio fondatore della Strada dei vini e dei sapori Città di castelli e ciliegi. Castelnuovo Rangone è gemellato dal 2000 con il Comune svizzero di Suhr, nel cantone dell Argovia, ed è tra i costituenti del Patto di fratellanza tra i Castelnuovo e

19 Castelnovo d Italia, che dal 2004 riunisce 15 dei 27 comuni italiani chiamati Castelnuovo o Castelnovo (si tratta del toponimo più diffuso in assoluto), sparsi su tutto il territorio nazionale. Cenni storici. Il territorio del Comune fu abitato sin dalla preistoria. Il popolo che lo abitò (nell area in cui ora sorge la frazione di Montale) fu detto delle terramare. Le terramare erano vasti rialzi del terreno costituiti dai resti organici depositati per secoli dalle genti preistoriche nelle aree dei loro insediamenti. Questi rialzi emergevano dal terreno dai 2 ai 4 metri circa e potevano avere un estensione di qualche centinaio di metri quadrati. La civiltà delle terramare si sviluppò tra il XVIII / XVII secolo a.c. e il XII / X secolo a.c. Negli anni 1877, 1879 e 1881 si rinvennero vari oggetti tuttora conservati presso il Museo Archeologico di Modena. Nel 1881 si svolse nell area degli scavi una sessione del Congresso internazionale di studi sulle terramare, svoltosi a Modena. Dal 2004 è aperto il Parco archeologico delle terramare, una delle principali attrazioni turistiche del Comune. Di epoca romana sono invece le tombe e i resti di fabbricati rinvenuti presso la chiesa di Santa Maria, sul lato destro del torrente Tiepido, come pure le vestigia di una fornace rinvenuti in Via del Cristo. Questi ritrovamenti, risalenti alla metà del XIX secolo, testimoniano dell esistenza di un vicus romano. I primi documenti in cui appare Castelnuovo risalgono all XI secolo. Si tratta di una donazione del Vescovo di Modena Igone al Monastero di San Pietro (1025) e di due documenti del Monastero di Nonantola (1031 e 1172), parte del testo del secondo dei quali è ora scolpito in una lastra di marmo, inserita nel ristrutturato centro di Castelnuovo ( Castronovo super ripam fluminibis de mane ). Il 15 marzo del 1391, Castelnuovo passò in potere della famiglia Rangone, legati imperiali, alla quale deve l odierna denominazione. Nel periodo napoleonico ( ), affrancato dalla condizione di feudo, Castelnuovo divenne Comune col nome di Castelnuovo in Piano. Successivamente alla restaurazione del ducato austro- estense, Castelnuovo venne aggregato al Comune di Spilamberto, per ridivenire autonomo Comune, con l inclusione di Montale (prima frazione di Formigine), con la nascita del Regno d Italia. Il castello a cui deve il nome fu abbattuto e ricostruito nel 1910, per divenire la casa comunale, a causa delle fastiscenza dell immobile. Nuovamente distrutto nel corso del tragico bombardamento aereo del 1945, fu ricostruito sul medesimo progetto del Lo stesso bombardamento danneggiò seriamente la torre civica, costruzione del XIV secolo, che però potè essere recuperata ed è tuttora il principale monumento storico e simbolo di Castelnuovo. Sempre di epoca medievale sono le mura di cinta, risalenti al XII secolo. Riscoperte nel lato ovest da un recente intervento di recupero, sono tra le meglio conservate della Provincia di Modena. Economia e prodotti tipici. Castelnuovo Rangone è noto come il "paese del Maiale". La lavorazione delle carni suine rappresenta l'attività economica e

20 industriale più rilevante e significativa del paese, con oltre 1200 addetti occupati in più di cinquanta aziende. Il distretto alimentare che ruota intorno a Castelnuovo è uno dei più importanti a livello europeo, con la presenza di veri e propri "colossi" dell'industria della lavorazione della carne. La storia dell'industria alimentare castelnovese inizia alla fine dell'ottocento per mano della famiglia Villani, primi imprenditori nazionali ad avviare un'attività di macellazione di carne suina ed esportarla in altre regioni d'italia. Nello stesso periodo sorgono a Castelnuovo altre aziende che operano nel settore: all'inizio degli anni Trenta si contano 8 macellazioni e 11 salumerie, i cui lavoratori si caratterizzano per la grande "perizia" ed esperienza. L'esplosione vera e propria dell'industria salumiera avviene nei primi anni Cinquanta: molte aziende nascono come "costole" della Villani, con imprenditori che si mettono in proprio dopo aver lavorato nell'azienda maggiore. Molte di queste sono ancora attive oggi, con numeri e dimensioni ben più rilevanti, spesso di rilievo internazionale. Negli anni Cinquanta e Sessanta si impone anche il modello di "produzione e vendita diretta al pubblico", con i salumi venduti direttamente dall'azienda ai banchi degli ambulanti. Gli anni Novanta sono gli anni delle profonde ristrutturazioni di tutti gli stabilimenti che si devono adeguare all'apertura del Mercato Unico Europeo, ottenendo il riconoscimento CEE. Negli ultimi anni l'industria salumiera è cresciuta nel settore della stagionatura dei prosciutti con la costruzione di nuovi stabilimenti; il Consorzio del Prosciutto di Modena ha qui molte aziende associate. Oggi Castelnuovo rappresenta il punto di riferimento per tutto ciò che gravita intorno al maiale. La crescita delle aziende negli ultimi anni non si è ancora fermata. Da alcuni anni è stato inaugurato il Centro Carni (oggi InforMo), centro di formazione e informazione per gli addetti del settore alimentare e per i cittadini, che offre consulenze e campagne informative sulla salute alimentare. Dal dicembre del 1997, a dimostrazione della rilevanza del maiale per Castelnuovo (ma anche come segno "ironico"), nella piazza centrale è stato collocato un maialino di bronzo, donato al paese dall'ente Esportazioni Carni Olandese quale segno di riconoscimento per la qualità del lavoro e dell'impegno delle tante aziende cittadine nella lavorazioni delle carni suine (l'olanda è tra i paesi europei che più esportano maiali per gli stabilimenti di Castelnuovo). Il simpatico maialino viene oggi utilizzato come gioco dai bambini, che si divertono moltissimo a "cavalcarlo", e come location per una fotografia bene augurale per i neo sposi, stante anche la posizione strategica della statua, posta esattamente tra il palazzo comunale e la Chiesa parrocchiale. Prodotti tipici sono quelli legati alla lavorazione della carne, in particolare lo zampone, tradizionale piatto invernale per le tavole modenesi e non solo celebrato ogni prima domenica di dicembre nella suggestiva sagra del Superzampone. Celebre anche l amaretto di Montale. Castelnuovo Rangone è anche zona di produzione di aceto balsamico, di pregiato nocino e di formaggio parmigiano reggiano. Turismo e itinerari. Monumenti storici La torre civica, detta Torrione, risalente al XIV sec. è il principale monumento di Castelnuovo. Tra le Chiese storiche si ricordano la Chiesa parrocchiale di San Celestino (a

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Programma. da sabato 2 settembre a lunedì 2 ottobre Rocca S. Vitale Sala Baganza Mostre in Rocca Lorenzo Dalcò

Programma. da sabato 2 settembre a lunedì 2 ottobre Rocca S. Vitale Sala Baganza Mostre in Rocca Lorenzo Dalcò Programma Sabato 2 settembre Pontescodogna Corte di Giarola, alle 21.00 Doris Cuban Sound, alle 20.00 Cena Sapori in Rocca da sabato 2 settembre a lunedì 2 ottobre Mostre in Rocca Lorenzo Dalcò domenica

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile Proponiamo alcune possibili attività didattiche da fare in classe con i calendari di Domani, in cui sono riportati gli eventi significativi della cultura e della Storia d Italia. 2011 Alma Edizioni Materiale

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava.

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava. Nuova edizione Copyright 1995 Prima Ristampa 1996 Seconda Ristampa 2012 Edizioni ETS Piazza Carrara, 16-19, I-56126 Pisa info@edizioniets.com - www.edizioniets.com Finito di stampare nel mese di maggio

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

OLTREPO PAVESE- DAL PARCO DEL TICINO ALLE VALLI DEL VINO

OLTREPO PAVESE- DAL PARCO DEL TICINO ALLE VALLI DEL VINO Questo itinerario intende condurvi alla scoperta delle Valli dell Oltrepò celebri per le produzioni viticole, idealmente costruito per permettervi di scoprire oltre alle bellezze del territorio anche l

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli