?t A. 3 Prs. t Ptp. Wrlot, í vtrcn. Ot qfrpz,68r&f, tv (rlesé SC tfnl " int'tege, ó,l.1twîcq FtSE& Tfcuau. o1utt 'ufit tt,e ccyum,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "?t A. 3 Prs. t Ptp. Wrlot, í vtrcn. Ot qfrpz,68r&f, tv (rlesé SC tfnl " int'tege, ó,l.1twîcq FtSE& Tfcuau. o1utt 'ufit tt,e ccyum,"

Transcript

1 ftbe4lan. O D,4 F-)WuP, SU =tn$or,r ù2úu Wrlot, í vtrcn. Ot qfrpz,68r&f, tv (rlesé SC tfnl " int'tege, ó,l.1twîcq FtSE& Tfcuau. o1utt 'ufit tt,e ccyum,?t A Ùl?rmv ío EA^J)W. 71qtEyr ftn C,q Lee. ls'eé. ttklt,el/c Tu Qttp t rkua Nù -e 5Y0 8,t A I N GLtj ú PL'IC& Pt Ùvtu E0 er:o NL)W IAB, ESíQCT, TEclttos" tvfolfr, ytufitta, O Sc" tirlr. ovltntca D,SVGA\C pe e r_ A ytf) o& Yl trr7npylca ÉC. bllu,a TEQQIA TECNOL, A PP AI W N, PA.t Gg1T. Trs I.*9.T6CN\)L. ED E5E8C, tu etgse f1ff-,zn pnoa tfal/o r\rrr e v*9. îse Qe " : 6YtrBrQ 14eNrlt t Ptp 3 Prs t-ae.vecmou. E0 ESEÙa, PA,offi.YE'N, 0i otqyfulb I n+q,lc.. AP! et n#t, E PP^x-, PfuO. f îalraruo E yo Q,tA I N 6LESI tu-ftntces(, nmey'uftt-rcn

2 I ooooo lstituto di lstruzione Secondaria Superiore ''C. COLAMONICO - N. CHIARULLI'' Acquaviva delle Fonti (BA) l.t.c. Colamonico - Via Colamonico, n. 5 - Tel Fax itccolamonico. - l.p.s.l.a. - l.t.l.s. N. Ghiarulli - Via A. Einstein, 6 - Tel/Fax istitutoch iarulli. it - i E Programma svolto durante I'anno Scolastico Materia d'lnsegnamento Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica Classe 2u PIA sez. A - h. 3 Prove: G. - Prof. Mondelli Vito Libro di Testo: DISEGNO PER LA MODA (IL) 2 IDEAZIONE PROGETTAZIONE - GIBELLINI LUISA TOMASI CARMELA B _ CLITT La giacca nella storia 1.1. Evoluzione dei modelli maschili e femminili 1.2. Latradizione sportiva 1.3. I diversi modelli 1.4. Basico 1.5. Elegante 1.6. Casual, trendy 1.7. Il tailleur 1.8. La giacca sul figurino 1.9. Modelli vari Soprabiti ecappotti 2.1. Evoluzione dei modelli moderni 2.2. ll cappotto maschile, femminile, impermeabile 2.3. Lo stile: basico, elegante, casula, trendy, il trench 2.4. Modelli di cappotto sul manichino 2.5. Particolari tecnici: colli e revers 2.6. Yarianti e particolari: cuciture e impunture 2.7. Le principali linee Stile e mantelle 3.1. I mantello nella storia 3.2. Stile 3.3. Disegno 4. I temi della moda 4.L lspirazione e moda 4.2. lnterpretare un tema

3 Dall'idea al progetto 5.1. Le tendenze della moda 5.2. Il percorso ideativo 5.3. Progettare con il pc La collezione di moda 6.1. Pianificare la nuova collezione 6.2.lter progettuali o^r^,l( g^fn Uq Alunni 4r& S:,.^.g^,.g C*-{Î"' K s"ls\^.-.r-'"ìió1g g1-

4 IISS " COLAMONICO _CHIARULLI" Programma svolto nelle classe 2^plNA Anno scolastico Disciplina: Inglese lf percorso di apprendimento defla lingua inglese nella classe 2^P A/A è stato mirato allo sviluppo delle seguenti competenze: 4. Utilizzare la lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi 5. Produrre testi di vario tipo in relazione ai dífferenti scopi comunicativi 6. Leggere comprendere testidi vario tipo. La seguente programmazione tiene, inoltre, conto dí quanto indicato dalle attuali Linee Guida e dal CEFR ( levela). Dal testo misto in adozione UPBEAT compacr, ed. Longman, aut. vari Starter Unit Modulo di avvio mirato al riciclo e consolidamento delle principalifunzioni linguistiche e strutture grammaticali presentate nel precedente anno scolastico. Functions Exchange greetings Giving personal information Express likes and dislikes Make and respond to requests Name everyday objects Grammar focus Possessive adjectives, demonstrative pronouns, genitive's and s', question words, There is/there are, prepositions of place, prepositions of time, etc. Revision Unit 3 Functions Describe actions Exchange opinions Grammar Present simple Topic Jobs

5 Unit 4 Daily life Functions Descríbe routines Expres surprise and comment Grammar focus Present simple with fixed times Prepositions of time Adverbs of frequency Adverbial phrases of frequency Vocabulary Daily routines Clock times UNIT 6 Functions Describe actions Make and respond to suggestions Grammar focus Present continuous Present simple and present continuous Like,love,hate,prefer + ing. Vocabulary The weather Sport and free{ime activities UNIT 7 PAST EVENTS Function Talk about past events Grammar focus Past simple of verb to be Past simple of regular verbs Questions and answers

6 UNIT 8 TRAVEL Function Talk about holidays and past events Grammar focus Past simple of irregular verbs Vocabulary Holiday activities Phonology Phonetic symbols Correct pronunciation of sounds Basic stress and intonation patterns Gli studenti À*"^^<, Q^q AqE.L C*"rf" L'insegnante 4r\

7 IISS Colamonico/Chiarulli -lstituto Professionale del settore "lndustria e Artigianato -Chiarulli" - Acquaviva delle Fonti (Ba) - A /14 Classe IIPIA/A Disciplina: Scienze Integrate-Chimica lndirizzo: Manutenzione ed assistenza tecnica Docenti incaricati: proff. Carrieri G., Petruzzellis F.. Programma svolto didattica Proprietà della materia * Classificazione della materia: miscugli, sostanze, elementi e composti La struttura dell'atomo * Particelle subatomiche:elettroni, protoni e neutroni * Numero atomico e numero di massa * Gliorbitali atomici e i livelli energetici La tavola periodica degli elementi * La Tavola periodica di Mendeleev,, La legge periodica: 11 Sistema periodico degli elementi, * Laclassificazione degli elementi chimici, * Gli elettroni di valenza Legame chimico * Rappresentazione delle molecole mediante notazione di Lewis; * Legame covalente, ionico e metallico * Nomi (lupac e tradizionali) e formule dei più comuni composti * Metalli: legame metallico e proprietà del materiale. Le soluzioni * La solubilità. * La mole * La concentrazione: gll; M (mol/l) * ph; acidità e basicità; composti con proprietà acide e basiche, calcolo del ph Le reazioni chimiche * Le equazioni chimiche, stechiometria delle reazioni chimiche semplici * Reazioni endotermiche ed esotermiche * Le reazioni di produzione del calore: bilanciamento di semplici reazioni di combustione. * Potere calorifico dei combustibili. Cinetica delle reazioni chimiche * Energia di attivazione delle reazioni chimiche * Dipendenza della velocità di reazione dalla temperatura, dalla suddivisione dei reagenti, dalla presenza di un catalizzatore Laboratorio Le esercitazioni di laboratorio hanno riguardato argomenti sviluppati nella parte teorica. * La reazione chimica: sono state scelte alcune reazioni chimiche ad esempio (preparazioni di ossidi, esotermiche/endotermiche, acido/base, di ossidoriduzione, di precipitazionetc.) * Preparazione di soluzioni di data concentrazione. * Reazioni acido/base: evidenza delle caratteristiche mediante indicatori. Mezzi e strumenti * Libri di testo: Bagatti corradi Desco Ropa-Scopriamo la chimica- Zanichelli Gli Studenti O-rr- Ì...qìì"^.^*-\)ò\>-\ etool /Ít,.1o1,_or-s A^*4* G-"L I Docenti Pror. G. canieri é*u /;<rb "/l,rù "ftrl^ Prof. F. Petruzzeuis. r,/

8 PROGRAMMA DI FISICA SCUOLA : IPSIA t'n. Chiarull.i" - ACQUAVM DELTE FO!f,II CLASSE : 2PLA/A A. S. : 2OL3/2O14 INSEGllAtillII: PROF. FITIPPO CUSCTTO-PROF. MICEELE FABRTZIO SALVATORE DINAMICA : principio di inerzia - principio fondamentale della dinamica nrinrinin di azione e reazione - Moto di un grave su un piano inclinato F! ar\v!tsrv attrito e resistenza del mezzo - velocità limite - forza centripeta e forza centrifuga - lavoro meccanico - favoro motore e resistente - enerqia cinetìca, notenziale eci ela.q1- i r-a - nri nr:i pio Lsrta rq! di conservazione de11'energla vv TERMOLOGIA: calore e temperatura - scale termometricbe - calorimetria: Iegge fondamentale - calore specifico e capacità termica - propagazíone del calore - passaggi di stato OTTICA : natura del-l-a luce - sorgentl luminose - rlflesslone del-la luce ' specchi pianl e sferici - rífrazíone della luce - rifl-essione totale, lenti. sferiche - rjjsoersrone della luce - prismi - ltocchio e la visione (cenni) ELETTROMÀ.GNETISI4O : cenni sui principali fenomeni elettrostatici ed el ettromagnet i-c i LABORATORIO : Verifica speriment.ale del principio fondamentale della dinamica con rotaia a cuscino d'aria - Esperienze sulfa forza centrifuqra - Veriflca sperimenlale principio di conservazione dell'energia con apparecchio per la ^^.r,,f -.rai ^--rrì - F.snerienz.e sulla dilatazione líneare e vohllirica - Esperienza uduulo UEI Ylovr LoIrEr sulfa conduzione del calore con cassetta di fngenhousz - Esperíenza sul-fa convezione del calore - Esperienza sullr irraggiamento - Esperienza sufl"a riflessione di specchi piani e specchi sferici - Esperienze sulia rifrazione e riflessione totale - Esperienze sui prismi e sulle lenti - Esperienze di elettrostatica - Esperienze sugli schermi elettrostatici (gabbia di Faraday) Esperienze con la macchína di Van der Graaf e di l'/imshurst - Esperienze di el-ettromagnetismo Gl-i al-li-evi

9 fsfituto dofsffuzione Superiore "C.Colomoníco - N. Chíarullf' 70021Acquaviva delle Fonti (BA) - Via Albert Einstein, no 6 Dshetto Scolastico no 14 - Codice Scuola 8A Tel./FAX E Presidenza: 08075E27I i:h:ffill9ill PROGRAMM SVOLTO Anno Scolastico: 2013 I z0l4 Prof. lng. Filippo Gassano Materia TECNOLOGTE DELL' NFORMAZ ONE E DELI-ACOMUNTCAZIONE d,insegnamento: Classe: 2 PlA Sez. A Data di presentazione: 31l01l2gi4

10 Istituto d'fsftuzione Superiore "C.Colamonico - N. Chiarullf' 70021Acquaviva delle Fonti (BA) - Via Albert Einrtein, no 6 Distretùo Scolastico no l4 - Codice Scuola 8A150260O4 Tel./FAX 0E07ó O8A Presidenza: 0E Y:Ir#1r93:1 TECNOLOGI E DELL' I NFORMAZIONE DELLA COMUNICAZIONE MODULO No 1: Uso della base dei dati Unità didattiche e contenuti 1. Cos'è un database 2. Progettare un semplice database 3. Gli strumenti generali dei database 4. Creare tabelle 5. Le caratteristiche dei campi 6. Le prime operazioni con i dati 7. Modificare la struttura delle tabelle 8. Operazioni sui record 9. Interrogare i database(query) 10. Le maschere 11. Ireport MODULO No 2: Strumenti di presentazione Unità didattiche e contenuti l. Comprendere cos'è un progíìmma di presentazione, 2. Gestire una presentazione, 3. Formattare un testo, 4. Gestire le immagini e usare i filmati, 5. Inserire grafrci e tabelle, 6. creare disegni, 7. Usare effetti multimediali, 8. Completar e stampare una presentazione. MODULO No 3: Navigazione web e comunicazione (svolgimento parziale) Unità didattiche e contenutí 1. Internet e World Wide Web 2. Comunicare via Internet 3. Usare il browser 4. Cercare informazioni in Internet 5. Prelevare dati e informazioni da Internet 6. La posta elettronica Acquavíva delle Fonti, 3t lo Le alunne A^En0- fut* F{.te.,.-^ -- t>-'-'ér'i -"pqry Firma del Docente

11 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE SECONDARIA.6C. COLAMONICO. N. CHIARALLr' ( r.p.r.a. - r.t.r. ) /14 CLASSE : II av+fa prof. TRICARICO NATALE 1 TL PARLAMENTO Che cos e' un organo costituzionale? Che cos e' il Parlamento e come si compone? Come vengono eletti i membri del Parlamento? Quali sono le funzioni del Parlamento? I Parlamentari Quale è il ruolo dei partiti? 2 IL GOVERNO Che cos' e' il governo e come si compone Come si forma il governo? Quali sono le funzioni del governo? Le responsabilità di governo 3 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Chi può essere eletto presidente della repubblica Quali sono i compiti del capo del stato Come viene eletto il presidente Le responsabilità del presidente 4 LA MAGISTRATURA Che cosa significa amministrare la giustizia Chi sono i giudici e che compiti hanno Che cosa sono le giurisdizioni La giurisdizione penale La giurisdizione cìvile La corte Costituzionale

12 5 LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Che cos' e' la pubblica amministrazione? Com' e' organizzata la pubblic amministrazione? La pubbica a mm i n istrazione di retta -indiretta 6 GLI ENTI TERRITORIALI Che cosa sono le regioni. Gli organi delle regioni (cenni) Che cosa sono le province,gli organi delle province (cenni) Che cosa sono e come funzionano i Comuni (cenni) Gli organi dei comuni (cenni) Le aree metropolitane 7 LE ORGANIZZAZÎONI INTERNAZIONALI Qualí sono le principali organizzazioni internazionali? Che cos'è I'Unione Europea?Gli organi dell'unione Europea (NozioNI F9NDAMENTALI) L'O.N.U. (organi e funzioni principali). 8 LA MONETA Che cos'è la moneta Che cos'è il valore della moneta Che cos'è l' inflazione Le cause dell' inflazione 9 LE BANCHE E IL MERCATO MONETARIO Che cos'è la banca Le operazioni bancari e la liquidilà bancaria Che cos' è la politica monetaria Che cos' è il mercato della moneta 1O IL MERCATO INTERNAZIONALE Che cos'è il mercato internazionale Che cosa è la valuta Che cos' è I'euro La banca Centrale Europea 12 REDDITO NAZIONALE Che cos' è il reddito nazionale la spesa pubblica Acquaviva delle Fonti, ALUNNi A*gú*

13 rf"l-3 lstituto di lstruzione Secondaria Superiore ''C, COLAMONICO - N. CHIARULLI" Acquaviva delle Fonti {BA} l.t.c. Golamonico - Via Cofamonico. n. 5 - Tel Fax i 1i!;1, i1,1;194.!i'i-lttq11qrygq j1 - :.3!ql,4J1q{,r:g]ai1tl1li,:A,[ LP.S.l.A. - 1.T.1.5. N. Chiarulli - Via A. Einstein- 6 - TeliFax irfli.,i,,v',':'iv.istitutocfrrarlrlli it - infof$iistitutarhiarrrlli it PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2A DISGI PLI NAr MATEMATIGA CLASSE: ll PIA DOCENTE: CASSANO MARIA MODULO La scomposizione in fattori e le frazioni algebriche MODULO 2 I sistemi lineari MODULO 3 I numeri reali e i radicali La scomposizione in faftori dei polinomi Le frazioni algebriche Le operazioni con le frazioni algebriche Le condizioni di esistenza di una frazione algebrica. I sistemi di equazioni lineari ' Sistemi determinati. impossibili, indeterminati. L'insieme nurnerico R. Iradicalieiradicali simili. Le operazioni e le espressioni con i radicali r Le potenze con esponente razionale. Raccoglimento afattore comune. Calcolo del M.C.D. e il m.c.m. fra polinomi. Semplificazione di frazioni algebriche. Openzioni e potenze con le frazioni algebriche. Semplificazione di espressioni con le fuazíoni aleebriche. Riconoscimento di sistemi determinati, impossibili,indeterminati ' Risoluzione di un sistema con il metodo di sostituzione.. Semplifrcazíone di un radicale e trasporto di un fattore fuori o dentro il segno di radice; r Esecuzione di operuzioni con i radicali e le potenze;. Razionalizzazione di un denominatore di una frazione.

14 MODULO 4 Le eqaazioni di secondo grado MODULO 5 I sistemi non lineari. La forma normale di un'equazione di secondo grado. La formula risolutiva di un'equazione di secondo grado. Sisterni di grado superiore al primo. I sistemi di due equazioni. Sistemi simmetrici. Risoluzione di equazioni numeriche di secondo grado. Scomposizione di trinomi di secondo grado. Risoluztone di problemi di secondo grado.. Risoluzione di sistemi di secondo grado r Risoluzione di problemi che hanno come modello un sistema. Problemi geometrici da risolvere con un sistema MODULO 6 Elementi di statistica e di calcolo della probabilità MODULO 7 L'equivalenza delle superfici piane r Dati statistici, loro organizzazione e rappresentazione ' Determinazione della media, mediana e moda ' Definizione classica di probabilità L'estensione delle superfici e 1'equivalenza Il Teorema di Pitagora. r Raccoglimento,organizzazione rappresent azione dei dati I Determrnazione della frequenza assoluta e relativa. Calcolo della probabilità di un evento semplice Applicazione del teorema di e Pitagora MODULO 8 La circonferenza e il cerchio. Definizioni I Le posizioni di una retta rispetto ad una circonferenza. Problemi Acquaviva delle Fonti,9 giugno 2014 ALUNNI V'uC*^qIo ei* DOCENTE /t ") Zfr,O--- fu

15 ARGOMENTI PR*GR.í{M?I4A SVOLTO CIA5ST II PIA sez. A AruHO SCOLAST CO LA6. YSlQct'r, 1) Studkr del figr-rrìno con terminitecnici del corpo ai fini modellistici 2) Attrezzatr-rre rli laboratorio 3) Presa clelle rl:i:ure - Costruzione gonna dritta 4) Costrr:zione rncdellistica gonna svasata e ad anfora 5) Rilevainento del cartamodello e appoggio su tessuto 6) Punti rtri e:ec,-rzione temporanei e permanenti 7) Costrr-rzì':ne rncdellistica gonna con eliminazione ripresa 8) Appogtrlirl su tersuto del cartamodello ed esecuzione dei punti lenti 9) Costrr,r z i o Í,-oe rrrorlell i stica del ci nturi no 10) Defìnizione di tessuto e sue componenti trama ordito e cimosa 11) Gonna r fi-ìezza ruota e a ruota intera 12) Gonir:r scegetto vita rtretta e rrita larga 13) Confezìone clella gonna vita alta imbastitura e assemblaggio 14) Gonne fantasia con spostamenti di ripresa 15) Costrr:z-ìone nroclellistica pantaloni classici 15) Co:truzisne nrodellistica pantalonijeans 17) ÀJrpcggìo su tes:r:to del pantalonclno mod. jeans 18) Confezi':ne ciel pantaloncino rnod, jeans 19) Cosìrr:zione modellistica del corpetto lento 20) Costrr;zionen-lod*llisticadelcorpettomodellato Bari 06 giugno '1.4 Alunne ruj'q.y&, H-,p.^.,.-,- Snì* 4^1l<0* C^rb

16 PROGRAMMA DI ITALIANO Classe 2 PIA/A a.s Mod. I IL TESTO POETICO - Versi, rime e strofe - Dialefe, sinalefe, dieresi, sineresi - Le figure fonetiche - Lametafora - La similitudine r fj. Saba: 'ol-a verità delle parole" o G. Rodari: "Filastrocca impertinente" r o r r P. Valduga: "Mi dispero perché non ho parole" G. D'Annunzio: o'{.jna ballata romantica" P. Cavalli: " L'aria odorava di fuoco appena spento" S. Quasimodo: "Paesaggi delf infanzia" Mod 2 LE TIPOLOGIE TESTUALI Articolo di cronaca Articolo di divulgazione Manuale di istruzioni Saggio scientifico Mod. 3 IL RACCONTO Il racconto fantasy Il racconto d'awentura Il testo drammatico Il testo comico Mod.3IPROMESSISPOSI - Cap. 1-9 GRAMMATICA Il verbo La frase semplice Soggetto Predicato verbale e predicato nominale Complemento oggetto

17 I complementi indiretti Il periodo Coordinazione subordinazione Proposizione soggettiva Proposizione oggettiva [du,{tìr-,ot GLI ALTINNT GD.^r" \o.^o\o V'&l-rùs)t1r2à Ú onu, r,,*. LA DOCENTE /frro't\---

18 PROGRAMMA DI STORIA Classe 2^ PIA/A a.s MOd. 1 DA AUGUSTO AI SEVERI: L'ETA' IMPERIALE Ottaviano e la nascita del prinoipato L'impero nell'età di Augusto Dopo Augusto la dínastia giulio-claudia I Flavie ilprincipato adottivo La vita economica delf impero Società e cultura nell'impero ljna nuova retigione: il Cristianesimo I Severi e la pax romana Mod. 2 CRISI E CADUTA DELL'IMPERO ROMANO D'OCCIDENTE Il terzo secolo: I'impero in crisi Diocleziano: la riforma dell' impero Costantino : la fo ndazione dell' impero cristiano Il Cristianesimo tardo antico L'irnpero assediato dai "barbari" La fine dell'impero d'occidente Mod. 3 L'EUROPA E IL MEDITERRANEO DOPO LA FINE DELL'IMPERO L'Europa romano-germanica L'Italia e la guerra greco-gotica I Longobardi in Italia L'impero d'oriente fra espansione crisi Un nuovo protagonista: l'islam GLI ALUNNI LA DOCENTE.>- n lî, -+o, \arulo.{c*^,o sf"o..nqgq-es \s"t.,:ro / A'Y^)tt4-- ((-r,u

19 PROGRAMMA DI ITALIANO Classel^PIA/A a.s.2013/2014 La lingua e Ia comunicazione Fattori comunicativi Scopi e funzioni della lingua La comunicazione orale L' organizzazione linguistico -grammaticale Il gruppo del nome Il verbo Le parti invariabili del discorso La frase semplice I testi e le tipologie Le caratteristiche di un testo Testi letterari e non Testi descrittivi, narrativi, regolativi, espositivi, argomentativi Stesura di testi Il testo descrittivo La struttura Le sequenze descrittive Descrizione oggettiva e soggettiva La stesura

20 o Il testo narrativo La struttura Le sequenze Fabula e intreccio Tempi_spazi_personaggi Autore_narratore_d estin atario o Lettura e comprensione dei seguenti testi: Lettera ad un adolescente Un bene fragile e delicato Sentirsi belli, sentirsi brutti Semplice, ma non sciocco La figliastra La fortuna di perdere una scarpeila Furba come una volpe Bisogna far festa e rallegrarsi Il rovesciamento delle parti Il grasso e il magro Strumenti di educazione linguistica: V.Andreoli F. Alberoni F. Dolto C.Lapucci A.Afanasjev C.Penault Fedro Luca di Antiochia Anonimo A.Cechov Tecniche di lettura Competenze testuali Tipologie testuali Sintassi Il film come testo Acquaviva delle Fonti uut Rg,;lo- Gli alunni t- r*.\ Lt t-ì,uq., tj\)al tiyr,.l9 v'r.'ù '1.'' n Ladocente \ fuom. Nlf-r

21 ClasselPtA/A a.s.20t3l20t4 Awio allo studio deila storia Viaggiare nella storia La misurazione def tempo I periodidella storia La preistoria L'orígíne della vita L'origíne dell'uomo Paleolitico e Mesolitico La riv oluzio ne neolitica Nomadie sedentari La nascíta defle città Le civiltà fluviali : fa Mesopotamia La Terra disumer llpotere politico e religioso L'invenzione della scrittura lprimiimperi Le civíltà fluviali : I'Egitto L'Egitto, dono del Nilo L'unificazione lantico Regno La religione degti Egizi Lo splendore del Medio Regno Dal Nuovo Regno alla decadenza Popoli e famigfie linguistiche La civiltà cretese

22 La civiltà fenicia Gli Ebrei, il popolo della Bibbia Grandezza e declino di lsraele La civiltà greca Gli antenatidei Greci U n'orig inaf e organizzazione pol itica, la Pol is La religione deglidei dell'olimpo Le poleis greche : Sparta La Costituzione di Sparta Le poleis greche : Atene La Costituzione aristocratica GliAlunni ù.rri f-*r t\r,.,'ìt r- (,tt Qn ts- A;lr*'- "l La Docente {'L.,xrl,Nq{' l

23 PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE Anno scolastico CLASSE I PIA sez. A I.I.S. "N. Chiarulli" Acquaviva From the textbook "UP BEAT" Pearson Unit 1:Hello Functions: Give personal information; say hello and goodbye; order food and drink. Grammar: To be: singular and plural; subject pronouns; possessive adjectives; indefinite Article (a I an); plural (regular nouns); demonstrative pronouns (this/thatlthese/those); Genitive; question words; can (request). Vocabulary: Numbers 1-100; the alphabet, days of the week; countries and nationalities; Compass points; everyday objects; colours; fast food and drink; money Unit2: Homes Functions: Make and respond to request; describe your house. Grammar: There is/ there are; definite article: the; some and any with plural nouns; Prepositions of place: in/ on/ under/ behind/ in front of/ next to. Vocabulary: Rooms, parts of a house and fittings; furniture. Unit 3 : Families Functions: Talk about your family. Grammar: Have got; plural: irregular nouns; prepositions of time: in - on - at. Vocabulary: Family; appearance; months and seasons; ordinal numbers. Unit 4 : Work Functions: Exchange opinions. Grammar: Present simple; object pronouns; question words. Vocabulary: Jobs; places of work; adjectives of opinion. Unit5:Dailvlife Functions: Talk about times and daily routines; express surprise and comment. Grammar: Present simple with fixed times; adverbs of frequency; adverbial phrases offrequency. Vocabulary: Clock times; daily routines. Unit6:Givinghelp Functions: Ask for help in a town. Grammar: Can (ability) + (not) very well; countable and uncountable nouns with some any and no: imperatives. Vocabulary: verbs of ability; food. Gli alunni!"xr--c1*-,try,'z! /aza< ez-+" 4 /2, /i; Prof.ssa Anna Teresa Pantaleo o

24 PROGRAMMA DI FISICA SCUOLA : IPSIA "N. Chiarulli" - ACQUAVfVA DEITL,E FONTI CLASSE : IPIA/A A. S. z 20L3/20L4 INSEGI{AlfllI: PROF. FITIPPO CUSCITO-PROF. MICEELE FABRIZIO SAIVATORE UNITA PROPEDEUTICA : introduzione alla fisica ' grandezza fisica grand,ezze fondamentali e derivate - sistemi di rnisura - errori di misura: errori sistematici ed accidentali, errore assoluto e rel-atlvo -refazioni tra grandezze - grandezze scalari e vettorial-i - operazioni vettoriali (somma e differenza tra vettori, scomposizione di un vettore) la materia ed i suoi stati di aggregazione LE FORZE E LTEQUILIBRIO : concetto di forza - forza peso - Iegge di Hooke - misura statica di una forza - dinamometro - corpo rigido - risul-tante ed equilibrante dl un sistema di forze - momento di una forza - coppia di forze - condizioni di equillbrio di un corpo - baricentro - equilibrio dei corpi sospesi e dei corpi appoggiati - Leve e sue applicazioni STATICA DEI FLUIDI : pressione - peso specifico, densita' assoluta e relativa - principlo di Pascal - torchio idraulico - pressione idrostatica e legge di Stevino - manometri - legge di Archimede - peso apparente e condizione dl galleggiamento - pressione atmosferica - esperienza di Torricelli CINEMATICA: quiete e moto - traiettoria e legge del moto - velocita' media ed istantanea - moto rettilineo uniforme - accelerazione media ed istantanea - moto uniformemente accel-erato - moto circol-are uniforme LABORÀ,TORIO : Determj-nazione de1la densità di alcune sostanze - Esperienze sulle forze di attrito - Verifica sperimentale della legge di Hooke - verifica sperimentale della 2^ condízione di equilibrio col disco dí Weinhold - DeLerminazione sperimentale del baricentro - Esperienze con fe leve - verifica sperimentale del princrpío di Pasca1 - verifica sperimentale defla leggre di Stevin - Verifica sperimentale delta legge di Archimede - Esperienze sul1a pressione atmosferica - Studio della pompa aspirante/premente - Studio del moto rettilineo uniforme - Studio del moto uniformemente accelerato Gli allievi Do'"rrt ** \b\.ccrì"'rp-

25 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE SECONDARIA..C. COLAMONICO - N. CHIARULLI'' ( I.P.I.A. - I.T.I. ) PROGRAMMA DI DIRITTO ED ECONOMIA A.S Classe : I Piat/* prof.tricarico Natale La società e le regole :. Le collettività umane. Culture differenti. Il senso delle noíne. Il diritto. Le norrne giuridiche. Le sanzioni Le fonti del diritto : IL VIVERE CIVILE. Il diritto nell'età moderna (cenni). Fonti di produzione e fonti di cognizione. I rami del diritto (ceni). Lavalidità delle norne Lo Stato :. Gli elementi costitutivi dello stato. I1 territorio ' Il popolo

26 . L'immisrazione t La condizione giuridica degli stranieri. La sovranità Le forme di Stato :. L'evoluzione de1lo stato r Lo Stato democratico. Tinì di Stato F ONIDAMEI\TI DELL'ATTIVITA' E C OI{O SOGGETTI ECOOMICI Bisogni, beni e servizi :. I bisogni economici ' I beni economici. I servizi " Laricchezza: reddito e patrimonio L'evoluzione dei sistemi economici ( cenni Il sistema economico :. Tipi di sistema economico. Gli operatori economici. Le sceite ciei soggetti economici. 11 circuito economico I conti dello Stato : o Lo stato sociale. Le entrate delio stato. Il bilancio deilo Stato. I beni dello stato COSTITUZIONE E CITTADINAZA I soggetti e gii oggeúti clel cliritto. ' I rapporti giulidici

27 . La classificazione dei diritti soggettivi. Le persone fisiche r Le persone giuridiche. I beni giuridici. Il diritto di proprietà I Il contratto ( cenni ) La Costituzione della Repubblica : r Quando e come nasce la Costituzione. La struttura e i caratteri deila Costituzione. I principi fondamentali I diritti di libertà :. Diritti fondamentali e universali. La libertà personale t La libeftà di domicilio t La libertà di corrispondenza t La liber1à di circolazione e soggiorno t La libertà di riunione ed associazione t La iibeftà religiosa t La libertà di manifestazione del pensiero. L'amministrazione della giustizia ( cenni ) Ltorganizzazione della comunità :. Lafamiglia. I figli. Lasalute. Lascuola Lavoro, diritti politici e doveri del cittadino :cenni Acquaviva delle Fonti, Gli alunni rjrdo- thrqrou,o,rte /ùèfue*.zo /4 8d oll docente

28 AR60lide ì'jtl prúgrà1n3,8"' SVfrLTC el.ùs5il I P1;1 5EZ" A Aruî,i8 se*lqstiffi?s3.3-?01s,ft9. lsluoty" 1) Str;'.!ìr:'.1.;l figr.rrii':o eon t*rminit*citici del corpo aí fini nir:clellistir:i 2) A.ttrqzzl ir ir'e,ji l.:i:orat':rio 3) Pre: r,-lelle rnis,,:re - Costruzlotte gr:r'ina dritta 4l Prr.rt-r-rtir-,rrr:.lpi 1;-r11ri-rlntri i:ef r f L// -, èc.earrzinitp nrtrrtì a f1.1?no \l Co.tltTir-ìirè r':or!ellicficî -' fnlnt,!,r/-r ', ' S'l:tSltl e:{ fttf+fa 6) R ì c:v : rl rl r-r I o':l+:l c.t r't ":l r fi od el lo e a pp aggio :r"r tes: uto 7ì Prri-rti rli +.-r.-+r-rì7irìiro loi'ytnnr:ìtìpi p i.rtrrnan+.rnti ú!rr-.tr..t'-t " v 8) Costrutzi':ite ir,:d.d!islic:r gr,rirrti con e!irliil:ìzirlne rf presa 9) Appc;gio rlr le::r.rta ilel crrtanrr:'"lello *d È:cc1:zir:ire ilei J:'.:nli!enti 10) eo:lrr.rzicne rn*clellistica elel cintr:r!no 11) Deflnizl:r're cli tess',ilo e st:e {{lilrllaitcnìi truina r:rdito e {:ìnosa 1?-) Gr:nna ff;ezz.l rltgîir È ;l rrirlt;l inter;r 13) Gcrrr-t :cggtl.tc.ritr:trt:tt,: e vitr!:rg,r 14) Cci:fezionc':!eilr gònila clinpiot-.e, ii-nì:aslitr"rr'{l e lssernbl.:ggio 15) CostrLrzìc:ne ntqelelli:tic.l fonnr a 1:irÌ!*ncin'f, î portafeglio 1rr) Gr-.ilr':e f.:i,.lrrsirr coi'r spostatn*nti cti ripresa 17) La incda e 1l i'n:.-le in lt*ly 18ì "-'l Gr.'iìr-r r teli 19) Cr31tr"17i'fr':*rr:i:d*liislica pantalr:iric!;rssici 20) Cortrr:zlcr:e mc,,lellirtica 1:antirlr:trije nns t'.-l ilari {16 gir rgno 'i..4 r-lrr ;ltunne

29 Istituto d'fstruzione Superiore f.p.i.a. f.t.f. - "N. Chiarullf' 74021Acquaviva dellc Fonti (BA) - Via Albert Einstein, no 6 Dstretúo Scolastico no 14 - Codice Scuola 8A Tel.ffAX 0E ó2978 -Presidenza: "_:Yil:l#l':_o.l:l Anno Scolastico:2013 I 2014 Prof. Ing. Filippo Cassano Materia d'insegnamento: Tecnologie informatiche multimediali Classe: 1^PlA Sez. A PROGRAMMA SVOLTO Data:

30 fsfituto d'istruzione SuperÍore I.P.I.A. f.t.i. - "N. Chiarallf' 70021AcquavÍva delle Fonti (BA) - Via Albert Einstein, no 6 Dshetto Scolastico no 14 - Codice ScrCIla B Tel./FAX E E -Presidenza: 0E i.yil.lt#.19-i:-1 MODULO No 1: Concetti informatici di base L Terminologia e richiami di matematica 2. Sistemi di numerazione 3. Struttura generale del sistema di elaborazione 4. Unita centrale di elaborazione 5. Le memorie 6. Le unita di input e di output 7. Le memorie di massa 8. Il collegamento delle periferiche 9. Software 10. Licenze software MODULO No 2: Sistema operativo Windows 1. Caratteristiche generali 2. Awio e arresto del sistema 3. L'interfaccia standar delle applicazioni 4. Il pulsante Start 5. Il programma per I'editing dei testi 6. Cartelle e file 7. Le operazioni sui file 8. La Guida in linea 9. Gestione di una stampante 10. Connessione rimozione di periferiche MODIJLO No 3:Elaborazione dí testi 1. Il testo 2. Gli oggetti dell'interfaccia grafica 3. La Guida in linea 4. Le operazioni per il trattamento dei testi 5. La composízíone dí una lettera 6. Controllo ortografico e ricerca di parole 7. La composizione di una relazione

31 fsfituto d'istruzione Superiore I.P.I.A. f.t.i. - "N. Chiarullf' 70021Acquaviva delle Fonti (BA) - Via Nberr Einsteín, no 6 Dstretto Scolastico no 14 - Codice Scuola 8A Tel.lFAX ó2978 -Presiderza: 08075E271 iy:illlmtgi':.:' MODULO No 4: II foglio elettronico 1. Il programma Excel 2. La Guida in linea 3. La costruzione di un foglio di calcolo 4. I-arghezza di colonna e altezza di riga 5. Foglio dati e foglio formule 6. Messaggi di errore 7. I comandi per la gestione dei fogli di calcolo 8. Le openzioni di selezione, copia e spostamento 9. I riferimenti alle cette 10. I comandi per il formato dei dati ll.la stampa del foglio di lavoro 12.Il corúrollo delle formule e degli errori ortografici 13. Le funzioni di uso comune e l'ordinamento dei dati 14. Funzioni 15. Grafici MODULO N" 5: Strumenti di presentazione (acquisizione parziale'1 Libro di testo Tecnologie informatiche multimediali Autore: Federico Tibone Case editrice: ZANICHELLI Acquaviva delle Fonti, 31 / Comprendere cos'è un programma di presentazione, 2. Gestire una presentazione 3. Gestire le immaeini e usare i filmati- Gli alunni -t--- -t+iu,.*f-,*t-. \ \s-nrcl-a--- n,8ó it* Firma del Docente (Ing. Fifippo ry\f> Cassano)

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: IIS Castelnovomonti INDIRIZZO: Servizi Enogastronomici e Ospitalità alberghiera DOCENTE: URSO MARILENA CLASSE: I SEZ. C MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE TESTO

Dettagli

IISS Don Tonino Bello -Tricase/Alessano

IISS Don Tonino Bello -Tricase/Alessano 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE INDUSTRIA-ARTIGIANATO Meccanici/Termici A.S. 2011-2012 I Prova Parallela II Prova Parallela III Prova Parallela Il testo narrativo, descrittivo, espressivo, espositivo Lingua

Dettagli

Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio

Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio I.I.S.-LISSA G.PEANO DIPARTIMENTO DI LINGUA E CIVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2014-15 Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio Competenze trasversali Competenze linguistiche

Dettagli

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI.

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. Classi prime Gli insiemi con relative operazioni Operazioni ed espressioni

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Scientifico statale Innocenzo XII Anzio (Roma) PROGRAMMA SVOLTO (a.s. 2013/14) Classe PRIMA sez

Dettagli

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

LICEO STATALE MARIE CURIE

LICEO STATALE MARIE CURIE Via Mons. Brioschi - 21049 (Va) - tel. 0331 842220 - Fax 0331 811080 FORMAT LICEO SCIENTIFICO Lingua e letteratura italiana CONTENUTI ESSENZIALI QUARTO ANNO Il Rinascimento: Torquato Tasso: La vita, le

Dettagli

LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014. Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L

LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014. Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014 Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L I numeri naturali e i numeri interi Che cosa sono i numeri naturali. L insieme dei numeri naturali N. Le quattro

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE GUIDO TASSINARI PROGRAMMA SVOLTO DAL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE GUIDO TASSINARI PROGRAMMA SVOLTO DAL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO DAL CLASSE 1 SEZIONE B CORSO Biennio chimico Italiano VERSANTE LINGUISTICO IL METODO DI STUDIO 1. Le tecniche appropriate di studio in classe e a casa. 2. Le tecniche di lettura sia globale

Dettagli

Anno scolastico 2015/2016

Anno scolastico 2015/2016 Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it URL: www.istitutomoro.it ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale

Dettagli

Programmazione individuale Piano didattico annuale LINGUA INGLESE

Programmazione individuale Piano didattico annuale LINGUA INGLESE IISS G. Cigna Liceo Scienze Applicate Programmazione individuale Piano didattico annuale Materia: Rif. programmazione dipartimentale: LINGUA INGLESE LINGUA INGLESE Biennio LICEO SCIENTIFICO opz SCIENZE

Dettagli

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano ANNO DELL OBBLIGO SETTORE INDUSTRIA-ARTIGIANATO Abbigliamento e Moda - A.S. 2011-2012 1 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE INDUSTRIA-ARTIGIANATO

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1L. Disciplina: INGLESE

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1L. Disciplina: INGLESE Anno Scolastico 2014/2015 Primo biennio Classe: 1L Disciplina: INGLESE prof.ssa Andreina Toia Competenze disciplinari: Utilizzare una lingua straniera per scopi comunicativi ed operativi UNITÀ TEMATICA

Dettagli

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano SETTORE SERVIZI SOCIO/SANITARI - INDIRIZZO: 1 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE - Indirizzo: Articolazione: Arti ausiliarie delle professioni

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due assi fondamentali:

Dettagli

PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA 1 di 8 Anno scolastico: PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Materia: 2013/14 Fisica Data: Classe: 1A I Insegnante: Barbara Baiguini La presente programmazione fornisce linee guida generali. È suscettibile

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015 Speak Your Mind Compact Starter Unit CEF A1 Comprendere i punti principali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale. Interagire in conversazioni brevi di interesse personale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE A.S. 2015/2016 INDIRIZZO SCOLASTICO: ORE SETT.LI: 3 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEQUENZA DI LAVORO:

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE A.S. 2015/2016 INDIRIZZO SCOLASTICO: ORE SETT.LI: 3 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEQUENZA DI LAVORO: ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Enrico Mattei ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE LICEO SCIENTIFICO LICEO delle SCIENZE UMANE Via delle Rimembranze, 26 40068 San Lazzaro di Savena BO Tel. 051 464510 464545 fax

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due

Dettagli

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15 Classe I A AFM Il metodo sperimentale. Misurazione e misura. Il Sistema Internazionale Grandezze fondamentali: lunghezza, massa e tempo. Grandezze derivate Unità di misura S.I. : metro, kilogrammo e secondo.

Dettagli

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 DOCENTE :DE MITRI SILVIA CLASSE: 1AS DISCIPLINA: LINGUA E CIVILTA INGLESE UDA che sono stati effettivamente trattati nel corso del corrente

Dettagli

ASSE: PROFESSIONALIZZANTE a.s. 2014-2015

ASSE: PROFESSIONALIZZANTE a.s. 2014-2015 ASSE: PROFESSIONALIZZANTE a.s. 2014-2015 DISCIPLINE: Dipartimento Espressione della realtà professionale : Elementi di Storia dell arte ed espressioni grafiche, Tecnologia e tecniche di rappresentazione

Dettagli

MODA E COSTUME. Progettazione. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Materie di Settore

MODA E COSTUME. Progettazione. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Materie di Settore Settore Progettazione Corso Post-Diploma PAAF Perfezionamento d'arte Applicata Firenze Conoscenze nell ambito della storia della moda e del costume. Il significato del vestire, psicologia e simboli. Metodologia

Dettagli

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Fisica. Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B. DOCENTE Elda Chirico

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Fisica. Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B. DOCENTE Elda Chirico Liceo Scientifico Statale Leonardo da Vinci Fisica Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B DOCENTE Elda Chirico Le Grandezze. Introduzione alla fisica. Metodo sperimentale. Grandezze

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE SECONDO BIENNIO Competenze di base a conclusione

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE MINERARIO GIORGIO ASPRONI ENRICO FERMI IGLESIAS

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE MINERARIO GIORGIO ASPRONI ENRICO FERMI IGLESIAS ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE MINERARIO GIORGIO ASPRONI ENRICO FERMI IGLESIAS Classe: 3 a B Informatica Docente: Gianni Lai PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MATEMATICA e COMPLEMENTI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa MODULO n1 PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO Anno scolastico: 2013/2014 CLASSE 4 H Lsa TITOLO: STORIA, CIVILTÀE POETICHE DELL EPOCA BAROCCA **QUESTO MODULO È PARTE INTEGRANTE DELLA PROGRAMMAZIONE INTERDISCIPLINARE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014 Classe: 1 B Disciplina: LINGUA INGLESE Docente: MASSIMILIANO LATINO PARTE PUBBLICA Le competenze che da raggiungere fanno riferimento

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15 Materia: FISICA 1) INTRODUZIONE ALLA SCIENZA E AL METODO SCIENTIFICO La Scienza moderna. Galileo ed il metodo sperimentale. Grandezze

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura

Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura STRUMENTI MATEMATICI UTILI PER LA FISICA Proporzioni. Percentuali. Formule e formule inverse. Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura LA

Dettagli

VALLAURI L ASSE MATEMATICO

VALLAURI L ASSE MATEMATICO Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri Via B. Peruzzi, 13 41012 CARPI (MO) VALLAURI www.vallauricarpi.it Tel. 059 691573 Fax 059 642074 vallauri@vallauricarpi.it

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO

ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) Macro Competenza A: Utilizzare gli strumenti

Dettagli

ATTIVITÀ DEL DOCENTE. SEZIONE C : RELAZIONE A CONSUNTIVO

ATTIVITÀ DEL DOCENTE. SEZIONE C : RELAZIONE A CONSUNTIVO Ed. del ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ERASMO DA ROTTERDAM Pagina 1 di 5 DOCENTE Simonetta Medri MATERIA Inglese DESTINATARI Classe 1bl ANNO SCOLASTICO 01-13 OBIETTIVI CONCORDATI CON CONSIGLIO DI CLASSE RAGGIUNTO

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO I F Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMA DI ITALIANO I F Anno scolastico 2013-2014 PROGRAMMA DI ITALIANO I F Anno scolastico 2013-2014 NARRATOLOGIA Divisione in sequenze Fabula e intreccio L analessi e la prolessi Gli elementi della narrazione La struttura del testo narrativo Il testo

Dettagli

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA : MATEMATICA PRIMO BIENNIO L asse matematico ha l obiettivo di far acquisire allo studente saperi e competenze

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI FISICA

PIANO DI LAVORO DI FISICA LICEO STATALE B. RAMBALDI L. VALERIANI ALESSANDRO DA IMOLA Sede Centrale: Via Guicciardini, n. 4 40026 Imola (BO) Liceo Classico - Scientifico - Linguistico, delle Scienze Umane e con opzione Economico

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

- PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 FISICA

- PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 FISICA - PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 Corsi Liceo Scientifico Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate FISICA Indicazioni nazionali LINEE GENERALI E COMPETENZE Al termine del

Dettagli

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T. I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.GATTANELLA Libro di testo: AA.VV. Liberamente G.B.Palumbo Editore - volumi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

PROGRAMMA di ITALIANO e STORIA 2^A CAT

PROGRAMMA di ITALIANO e STORIA 2^A CAT ISTITUTO FERMI IGLESIAS Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMA di ITALIANO e STORIA 2^A CAT L INSEGNANTE Prof.ssa ENNAS SILVANA I Modulo La comunicazione e la lingua Lo scambio di messaggi. Segno, significante

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO X ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Scuola primaria statale

Scuola primaria statale ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA III ARDEA (RM) Scuola primaria statale Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE La Programmazione didattica annuale è stata elaborata conformemente ai nuovi

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate ISTITUTO TECNICO Amministrazione

Dettagli

Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI

Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI Docente Materia Classe Mugno Eugenio Matematica 1F Programmazione Preventiva Anno Scolastico 2012/2013 Data 25/11/2012 Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI conoscere il concetto di numero intero; conoscere

Dettagli

I.T.G. <> Battipaglia (SA) PROGRAMMAZIONE DI MATEMATICA CORSO SERALE SIRIO RELAZIONE

I.T.G. <<G.C.Gloriosi>> Battipaglia (SA) PROGRAMMAZIONE DI MATEMATICA CORSO SERALE SIRIO RELAZIONE I.T.G. Battipaglia (SA) PROGRAMMAZIONE DI MATEMATICA CORSO SERALE SIRIO Prof. Lucia D Aniello, CLASSI 3 A, 4 A, 5 A GEOMETRI- SIRIO RELAZIONE Premesse La programmazione è stata redatta

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe :1BI PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE di: INGLESE PROF.SSA ANNALISA ASTOLFI TESTI ADOTTATI: Advantage I, Longman ed, Get Inside MacMillan editore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA Istituto Istruzione Superiore A. Venturi Modena Liceo artistico - Istituto Professionale Grafica Via Rainusso, 66-41124 MODENA Sede di riferimento (Via de Servi, 21-41121 MODENA) tel. 059-222156 / 245330

Dettagli

Analisi del problema:

Analisi del problema: Relazione della Commissione Riallineamento classi prime Verbale n 1 Il giorno 12 del mese di Settembre, alle ore 8.30 si è riunita la commissione riallineamento classi prime, Presiede il Prof.Mastellone

Dettagli

Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio

Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio IPIA C. CORRENTI Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA Promuovere le facoltà intuitive e logiche Educare ai processi di astrazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Dettagli

MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE

MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica,

Dettagli

Disciplina: Fisica Classe I Sezione F

Disciplina: Fisica Classe I Sezione F Pagina 1 di 6 Disciplina: Fisica Classe I Sezione F A.S. 2015/2016 Docente Lombardi Sara INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI E DEFINIZIONE DELLE LINEE COMPORTAMENTALI Nello studio della disciplina terrò presenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PIANO DI LAVORO. Prof. Michele DATO. Materia di insegnamento _lingua e cultura straniera-inglese

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PIANO DI LAVORO. Prof. Michele DATO. Materia di insegnamento _lingua e cultura straniera-inglese Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Secondaria Superiore di II^ Grado LICEO ARTISTICO A. FRATTINI Via Valverde, 2-21100 Varese tel: 0332820670 fax: 0332820470

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1 internazionale. Disciplina: INGLESE. prof. ssa. CertINT 2012 Label Europeo 2013

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1 internazionale. Disciplina: INGLESE. prof. ssa. CertINT 2012 Label Europeo 2013 Istituto Tecnico Internazionale Economico E. Tosi Busto Arsizio Amministrazione Finanza e Marketing Relazioni internazionali Sistemi informativi aziendali Turismo Internazionale Quadriennale CertINT 2012

Dettagli

CURRICOLO MATEMATICA

CURRICOLO MATEMATICA 1 CURRICOLO MATEMATICA Competenza 1 al termine della scuola dell Infanzia 2 NUMERI Raggruppare, ordinare, contare, misurare oggetti, grandezze ed eventi direttamente esperibili. Utilizzare calendari settimanali

Dettagli

CFU 5 DURATA DEL CORSO : ORE 35

CFU 5 DURATA DEL CORSO : ORE 35 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA CORSO DI FISICA MEDICA CFU 5 DURATA DEL CORSO : ORE 35 DOCENTE PROF.DOMENICO DI DONATO 1 Indicazioni generali

Dettagli

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015 METODOLOGIA DIDATTICA E STRUMENTI Le lezioni teoriche vengono sviluppate a partire da momenti pratici e di osservazione di fenomeni. I principi teorici verranno quindi o presentati dall insegnate o ricavati

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel:035 250547 035 253492 Fax:035 4328401 http://www.istitutocaniana.it email: canianaipssc@istitutocaniana.it

Dettagli

MATEMATICA. PRIMO ANNO (Liceo Classico e Liceo delle Scienze Umane)

MATEMATICA. PRIMO ANNO (Liceo Classico e Liceo delle Scienze Umane) 1/7 PRIMO ANNO Testo consigliato: BERGAMINI TRIFONE BAROZZI, Matematica.azzurro, vol. 1, Zanichelli Obiettivi minimi. Acquisire il linguaggio specifico della disciplina; sviluppare espressioni algebriche

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. Laboratorio Relazioni di laboratorio Verifiche scritte di laboratorio (elaborazione dati, domande aperte, test a risposta multipla)

IIS D ORIA - UFC. Laboratorio Relazioni di laboratorio Verifiche scritte di laboratorio (elaborazione dati, domande aperte, test a risposta multipla) INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 L EQUILIBRIO DEI SOLIDI 2 IL MOVIMENTO: LA VELOCITA 3 IL MOVIMENTO: L ACCELERAZIONE 4 I PRINCIPI DELLA DINAMICA 5 IL LAVORO, LA POTENZA E L ENERGIA 6 LA TEMPERATURA

Dettagli

PROGETTAZIONE DISCIPLINARE (REV SET 2014) Lingua e Civiltà Straniera Inglese. PRIMO BIENNIO. Obiettivi (fine del primo anno)

PROGETTAZIONE DISCIPLINARE (REV SET 2014) Lingua e Civiltà Straniera Inglese. PRIMO BIENNIO. Obiettivi (fine del primo anno) PROGETTAZIONE DISCIPLINARE (REV SET 2014) PRIMO BIENNIO Nell ambito della riflessione sulle strategie di apprendimento della lingua straniera l alunno/a dovrà: Riconoscere l importanza dello studio del

Dettagli

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S.

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S. CLASSE PRIMA A I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte Materia A.S.2014/2015 FISICA e Laboratorio di Fisica Unità 2- Strumenti matematici:

Dettagli

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof.

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. Francesca Rosati MATEMATICA NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI MATERIA: Matematica CLASSE I E DATA DI PRESENTAZIONE: 28 novembre 2013 Finalità della disciplina La finalità della disciplina

Dettagli

Piano di lavoro A.S. 2014-15. Docenti di lettere. Italiano Storia Geografia

Piano di lavoro A.S. 2014-15. Docenti di lettere. Italiano Storia Geografia ISTITUTO COMPRENSIVO VERONA N. 6 CHIEVO BASSONA BORGO NUOVO Via Puglie, 7/e 37139 Verona Tel.: 045.565602 Fax: 045.572033 e- mail: dirigente@ic6verona.it Piano di lavoro A.S. 2014-15 Docenti Discipline

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN.

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN. PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: FISICA CLASSI: SECONDE CORSO: LICEO SCIENTIFICO AS 2014-2015 Linee generali dell insegnamento della fisica nel liceo scientifico, da indicazioni ministeriali In particolare

Dettagli

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr.

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr. Classe I Sc.Primaria Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (Cl. I Sc.Primaria Cl. III Sc.Second. 1 gr.) NUMERO - Confrontare e ordinare raggruppamenti di oggetti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 1 A AFM Materia: Lingua inglese Docente: Noviello Orsola Situazione di partenza della classe La classe 1 A, composta da 29 alunni: 9 ragazzi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. Galilei a. s. 2014/15 PROGRAMMA SVOLTO DI FISICA

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. Galilei a. s. 2014/15 PROGRAMMA SVOLTO DI FISICA FISICA Classi: I B, I C, I E LA MISURA E GLI ERRORI Proporzioni. Percentuali. Formule e formule inverse. La Fisica e le leggi della natura. Il metodo sperimentale. Le grandezze fisiche. Misure dirette

Dettagli

Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind.

Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind. Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind.it Programma: Introduzione Meccanica Cinematica Dinamica Statica

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale PRIMO BIENNIO 1. Profilo generale L insegnamento di matematica nel primo biennio ha come finalità l acquisizione dei concetti e dei metodi elementari della disciplina

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA ED INFORMATICA 1

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA ED INFORMATICA 1 SEDE LEGALE: Via Roma, 125-04019 - Terracina (LT) - Tel. +39 0773 70 28 77 - +39 0773 87 08 98 - +39 331 18 22 487 SUCCURSALE: Via Roma, 116 - Tel. +39 0773 70 01 75 - +39 331 17 45 691 SUCCURSALE: Via

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: IIS Castelnovomonti INDIRIZZO: Servizi Enogastronomici e Ospitalità alberghiera DOCENTE: URSO MARILENA CLASSE: II SEZ. C MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE TESTO

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DI FISICA Anno Scolastico:2014-15 CLASSI TUTTE III, IV E V LICEO DOCENTE : _ Rinaldi.

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN.

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN. PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: FISICA CLASSI: TERZE CORSO: LICEO SCIENTIFICO AS 2014-2015 Linee generali dell insegnamento della fisica nel liceo scientifico, da indicazioni ministeriali In particolare

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica Modulo n. 1: Insiemi Collocazione temporale: settembre-dicembre Strategie didattiche: L insegnamento dei

Dettagli

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA PROFESSORESSA: REGALBUTO PAOLA LE GRANDEZZE: LE GRANDEZZE FONDAMENTALI E DERIVATE,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUE 2015/2016 PRIMO BIENNIO CLASSI PRIME

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUE 2015/2016 PRIMO BIENNIO CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUE 2015/2016 PRIMO BIENNIO CLASSI PRIME La classe 1IA è composta da 28 alunni, 19 maschi e 9 femmine. La classe sembra motivata e partecipe, dimostra impegno. La maggior

Dettagli

UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA

UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA UDA N 1 LA COLLEZIONE MODA UNITÀ DIDATTICA DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE TESSILE- ABBIGLIAMENTO, MODA E COSTUME CLASSE: V A PTS RIF. COMPETENZA:1 A.S. 2015-2016 TITOLO: LA COLLEZIONE MODA COD. 01 A PRESENTAZIONE

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO

Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Questa programmazione fornisce orientamenti generali

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari PERCORSO FORMATIVO DI STORIA PRIMO BIENNIO - CLASSI PRIME E SECONDE ASSE STORICO-SOCIALE di base a conclusione

Dettagli

IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali)

IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali) IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali) L alunno comprende oralmente i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti

Dettagli

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Revisione generale del sistema verbale. Individuazione e descrizione di strutture sintattiche ( analisi logica della proposizione).

Dettagli

PIANO DI LAVORO a.s. 2014-2015

PIANO DI LAVORO a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO a.s. 2014-2015 MATERIA: MATEMATICA APPLICATA CORSO: INTERO CORSO 1. obiettivi didattici 2. contenuti 3. metodi e strumenti 4. criteri di valutazione CLASSE PRIMA 1.OBIETTIVI DIDATTICI Gli

Dettagli

CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA

CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA ITS BANDINI - SIENA MATERIA DI INSEGNAMENTO: FISICA e LABORATORIO CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA In relazione alla programmazione curricolare ci si prefigge di raggiungere i seguenti obiettivi disciplinari:

Dettagli

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016 I.C. ARBE -ZARA Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano a.s. 2015/2016 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE CLASSI 1A - 1B Docente: DANIELA BAIO 1 1. COMPETENZE Tenendo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza LICEO SCIENTIFICO STATALE A. GRAMSCI - IVREA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSE 1^F - S.A. PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA Prof. Angelo Bozza FINALITA SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA E DIDATTICI Le finalità

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE. B.Pascal Roma

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE. B.Pascal Roma Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE B.Pascal Roma Anno Scolastico 2012-201 PIANO DI LAVORO DELLE CLASSI PRIME MATERIA: Scienze Integrate CHIMICA

Dettagli