COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia"

Transcript

1 COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. 12/2005 Allegato 1 - PIANO DELLE REGOLE Aprile 2013 SCHEDE COMPARTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA CRU Adozione in data con delibera di Consiglio Comunale n del Approvazione in data con delibera di Consiglio Comunale n del Il Sindaco Arrigoni Giovanna Il Segretario Comunale Dott. ssa Vignola Maria 1

2 Gli ambiti individuati nella modalità d A, soggetti a PCC TABELLA 1. CRU 1 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Armando Diaz e Via Torquato Sironi - Destinazione funzionale prevalente residenziale Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie Territoriale mq 870 Volume massimo edificabile mc 400 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 780 Superficie coperta mq 140 Superficie permeabile mq 462 Tipologia di Obiettivi specifici di Nuova Edificazione Riqualificazione paesistica dell area; Realizzazione spazi pubblici a parcheggio lungo via A. Diaz. Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Alta - Grado 4 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Aree di rispetto beni storico - culturali (art. 18 PTCP) - parziale. Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Ambito all'interno del centro storico, valgono le prescrizioni dell'art. 34 e art. 35 delle presenti Norme di Attuazione. Z4c - Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli ecc) dovrà essere ceduta a titolo 2

3 PIANO DELLE REGOLE - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - ALLEGATO 1 gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' ammessa la realizzazione di piano interrato o seminterrato compresi all'interno della area edificabile. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 1 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 3

4 TABELLA 2. CRU 2 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Strejet - Destinazione funzionale prevalente residenziale, è collocato nella posizione centrale dell ambito edificato. Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie mq 5370 Territoriale Indice di edificabilità If mc/mq 0,80 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 4670 Superficie coperta mq 573 Superficie permeabile mq 3035 Tipologia di Nuova Edificazione ad uso abitativo Obiettivi specifici di Riqualificazione paesistica dell area; Realizzazione di nuova viabilità locale di servizio a carico del richiedente; Sistemazione del verde. Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Media - Grado 3 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Inedificabilità nella zona piantumata. Z4c - Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile L area per la strada di congiungimento tra la Via Principi e la Via Maestroni, comprensiva di opere di urbanizzazione primaria (pavimentazione in asfalto, illuminazione pubblica, fognatura, acquedotto, rete gas metano e servizi in genere), dovrà essere ceduta al comune gratuitamente in proporzione al lotto di proprietà. 4

5 Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Verifica della compatibilità con l'autorità forestale competente ( Comunità Montana Triangolo Lariano) Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 2 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 5

6 TABELLA 3. CRU 3 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Castagneti - Destinazione funzionale prevalente residenziale, Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie Territoriale mq 630 Volume massimo edificabile mc 300 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 579 Superficie coperta mq 100 Superficie permeabile mq 347 Tipologia di Ampliamento casa esistente Obiettivi specifici di Realizzazione di parcheggio pubblico lungo via Castagneti a carico del richiedente; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Inedificabilità nella zona piantumata. CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Molto Alta/Elevata - Grado 5 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 3 - Sottoclasse 3A CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Z1b - Zona caratterizzata da movimenti franosi quiescenti Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con 6

7 l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 3 - Aerofotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 7

8 TABELLA 4 CRU 4 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Brianza - Destinazione funzionale prevalente residenziale, Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie Territoriale mq 600 Volume massimo edificabile mc 300 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 522 Superficie coperta mq 100 Superficie permeabile mq 313 Tipologia di Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione di parcheggio pubblico a parcheggio lungo via Brianza a carico del richiedente; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Bassa - Grado 2 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Inedificabilità nella zona piantumata Z1b - Zona caratterizzata da movimenti franosi quiescenti Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con 8

9 l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 4 - Aerofotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 9

10 TABELLA 5 CRU 5 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Via Campolungo - Destinazione funzionale prevalente residenziale, Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie mq 2180 Territoriale Indice di edificabilità If mc/mq 0,40 Superficie fondiaria mq 1611 Superficie coperta mq 120 Superficie permeabile mq 966 Tipologia di Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Riqualificazione e sistemazione del verde con le speci autoctone del luogo. Inserimento di una parte delle lotto nella Rete Ecologica Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Molto Alta/Elevata - Grado 5 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 2 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Vincolo della Rete Ecologica secondo art. 11 del PTCP sulla parte inserita. Aree di rispetto beni storico - culturali art. 18 del PTCP - vincolo parziale. Inedificabilità nella zona piantumata. Z1b - Zona caratterizzata da movimenti franosi quiescenti Positivo - Compatibile E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico 10

11 PIANO DELLE REGOLE - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - ALLEGATO 1 secondo quanto previsto dalla L.R. 12/ Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 5 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 11

12 TABELLA 6 CRU 6 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Castagneti - Destinazione funzionale prevalente residenziale, Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie Territoriale mq 374 Volume massimo edificabile mc 300 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 374 Superficie coperta mq 100 Superficie permeabile mq 112 Tipologia di Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione di parcheggio a carico del richiedente lungo via Del Vitt; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Fascia di rispetto Reticolo Idrico Minore - 10,00 m Richiesta perizia idrogeologica CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Molto Alta/Elevata - Grado 5 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 3 - Sottoclasse 3A CLASSE ACUSTICA Classe 2 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Z4b -Zona pedemontana di falda di detrito, conoide alluvionale Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli 12

13 standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 6 - Aerofotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 13

14 TABELLA 7 CRU 7 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE Via Castagneti - Destinazione funzionale prevalente residenziale, Intervento urbanistico diretto - Permesso di Costruire Convenzionato (PCC) Superficie Territoriale mq 1600 Indice di edificabilità If mc/mq 0,40 PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Superficie fondiaria mq 1356 Superficie coperta mq 100 Superficie permeabile mq 954 Tipologia di Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione di parcheggio a carico del richiedente lungo la strada Via Castagneti. Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Alta - Grado 4 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Aree di rispetto beni storico - culturali art. 18 del PTCP - vincolo parziale. Inedificabilità nella zona piantumata Z4b -Zona pedemontana di falda di detrito, conoide alluvionale Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale area non sarà computata al fine del calcolo degli 14

15 standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 7 - Aerofotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 15

16 Gli ambiti individuati nella modalità d B, soggetti a PA TABELLA 8 CRU 8 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE Via Strejet - Destinazione residenziale funzionale prevalente PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Intervento urbanistico preventivo - Piano Attuativo Superficie Territoriale Indice di edificabilità If mq 7185 mc/mq 0,80 Superficie fondiaria mq 3900 Superficie coperta mq 900 Superficie permeabile mq 2340 Tipologia di Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Completamento parco urbano; Realizzazione delle piste ciclopedonali e parcheggio pubblico a carico del richiedente; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Media - Grado 3 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. Vincolo della Rete Ecologica secondo art. 11 del PTCP sulla parte inserita. Inedificabilità nella zona piantumata Z4c - Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile Area per servizi (area a completamento parco urbano, parcheggio, percorso pedonale/ciclopedonale) dovrà 16

17 essere ceduta a titolo gratuito - su richiesta dell'amministrazione Comunale anche anticipatamente rispetto l'attuazione del CRU, qualora l'acquisizione risultasse necessaria per il completamento dei programmi di realizzazione di opere pubbliche. Tale aree non saranno computate al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo, oltre la definizione esatta del tratto della pista ciclopedonale. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 8 - Aerofotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 17

18 TABELLA 9 CRU 9 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Via Menaresta - Destinazione funzionale prevalente residenziale e compatibili Intervento urbanistico preventivo - Piano Attuativo Superficie Territoriale mq Indice di edificabilità If Superficie fondiaria Superficie coperta Superficie permeabile PL PL mc/mq 0,80 mq mq mq PL PL PL1-450 PL2-450 PL PL Superficie di vendita max. Tipologia di mq 150 mq per ogni PL Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione spazi a parcheggio pubblico e tratto delle pista ciclopedonale a carico del richiedente; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004. CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Media - Grado 3 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 / Classe 3 - Sottoclasse 3B CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Z4b - Zona pedemontana di falda di detrito, conoide Alluvionale / Z2 - Zona caratterizzata da terreni di fondazione scadenti, cedimenti e/o liquefazione Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli, servizi e sottoservizi, ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, 18

19 PIANO DELLE REGOLE - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - ALLEGATO 1 contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale aree non saranno computate al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo, oltre la definizione esatta del tratto della pista ciclopedonale. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 9 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 19

20 TABELLA 10 CRU 10 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Via Campolungo - Destinazione funzionale prevalente residenziale e compatibili Intervento urbanistico preventivo - Piano Attuativo Superficie Territoriale Indice di edificabilità If mq mc/mq 0,80 Superficie fondiaria mq 8550 Superficie coperta mq 1500 Superficie permeabile mq 5130 Superficie di vendita max. Tipologia di mq 150 Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione servizi a parcheggio pubblico a carico del richiedente; Estratto Tavola N. 4.0 Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004; Vincolo della Rete Ecologica secondo art. 11 del PTCP sulla parte inserita; VINCOLI Fascia di rispetto Reticolo Idrico Minore - 10,00 m per parte; Richiesta perizia idrogeologica; Inedificabilità nella zona piantumata. Media - Grado 3/Molto Alta - Elevata - Grado 5 (parte CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA soggetta all'art. 11 del PTCP) CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 3 -Sottoclasse 3B / Classe 4 ( rispetto RIM) CLASSE ACUSTICA Classe 2 ZONA SISMICA Z2 - Zona caratterizzata da terreni di fondazione scadenti cedimenti e/o liquefazione 20

21 PIANO DELLE REGOLE - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - ALLEGATO 1 GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli, servizi e sottoservizi, ecc) dovrà essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale aree non saranno computate al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo, oltre la definizione esatta del tratto della pista ciclopedonale. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 10 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 21

22 TABELLA 11 CRU 11 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Via delle Grigne - Destinazione funzionale prevalente residenziale e compatibili Intervento urbanistico preventivo - Piano Attuativo per la Nuova Costruzione, PCC per ampliamento dell'edificio esistente Superficie mq 2490 Territoriale Indice di edificabilità If mc/mq 1,00 Superficie fondiaria mq 1725 Superficie coperta mq 250 Superficie permeabile mq 1120 Superficie di vendita max. Tipologia di mq 150 Ampliamento dell'edificio esistente - Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Realizzazione dei servizi a parcheggio pubblico a carico del richiedente; Riqualificazione del verde Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Media - Grado 3 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004; Inedificabilità nella zona piantumata. Z2 - Zona caratterizzata da terreni di fondazione scadenti cedimenti e/o liquefazione /Z4c -Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile L area per i parcheggi, comprensiva di opere (pavimentazioni, cordoli, servizi e sottoservizi, ecc) dovrà 22

23 essere ceduta a titolo gratuito al Comune, contemporaneamente all attuazione del CRU. Tale aree non saranno computate al fine del calcolo degli standard minimi. E' consentita in accordo con l'amministrazione Comunale la monetizzazione delle aree per servizi di interesse pubblico secondo quanto previsto dalla L.R. 12/2005. E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree cedute all'amministrazione prima del rilascio del titolo abilitativo, oltre la definizione esatta del tratto della pista ciclopedonale. Documentazione progettuale richiesta da presentare secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. CRU 11 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 23

24 TABELLA 12 CRU 12 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE PRESCRIZIONI QUANTITATIVE Via Castagneti - Destinazione funzionale prevalente residenziale e compatibile Intervento urbanistico preventivo - Piano Attuativo Superficie Territoriale Indice di edificabilità If mq 2620 mc/mq 0,40 Superficie fondiaria mq 2620 Superficie coperta mq 300 Superficie permeabile mq 1572 Superficie di vendita max. Tipologia di mq 150 Nuova Costruzione Obiettivi specifici di Riqualificazione e sistemazione del verde sulla ex area adibita a raccolta dei rifiuti; Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004; Vincolo Idrogeologico (Richiesta perizia idrogeologica) CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Molto Alta/Elevata - Grado 5 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 2/3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Z4c -Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile E' necessaria la riordinazione e la rettifica dei confini per le aree di proprietà dell'amministrazione e quelle dei privati prima dell'inizio lavori. Documentazione progettuale richiesta secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. 24

25 PIANO DELLE REGOLE - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - ALLEGATO 1 CRU 12 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 25

26 TABELLA 13 CRU 13 INDRIZZO DI ASSETTO E DESCRIZIONE PRESCRIZIONI ATTUATIVE CA DEL TAY o Lobbie, edificio di antica formazione (ultimo esempio di architettura contadina) posto nel centro storico attualmente in un stato di abbandono e degrado. Destinazione funzionale prevalente residenziale e compatibile Intervento urbanistico preventivo - Piano di Recupero -UMI Tipologia di Manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservatorio Obiettivi specifici di Riqualificazione paesistica dell area; Valorizzazione degli elementi architettonici di antica formazione; Messa in sicurezza dell ambito e del contesto limitrofo. Estratto Tavola N. 4.0 VINCOLI CLASSE SENSIBILITA' PAESISTICA Alta - Grado 4 CLASSE DI FATTIBILITA' GEOLOGICA Classe 2 CLASSE ACUSTICA Classe 3 ZONA SISMICA GIUDIZIO DI COPATIBILITA' VAS PRESCRIZIONI SPECIALI Vincolo Bellezze d'insieme art. 136 della D. Lgs. 42/2004; Proposta Vincolo Soprintendenza per i Beni Architettonici ai sensi della D. Lgs. 42/2004 Z4c - Zona morenica con presenza di depositi granulari e/o coesivi Positivo - Compatibile Valgono le prescrizioni secondo art delle seguenti norme. Documentazione progettuale richiesta secondo art. 8 delle NTA Tutte le indicazioni sono vincolanti. 26

27 CRU 13 - Rilievo fotogrammetrico dello stato di fatto del luogo 27

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 VERIFICA DI COERENZA ESTERNA: Compatibilità dell intervento con le previsioni del PTCP VERIFICA DELLA VINCOLISTICA E DEGLI

Dettagli

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Committente: Ferrari Vittorio e Rebellato Maria Bertilla Via

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO

COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO Variante di manutenzione con procedura semplificata ai sensi art. 30 L.R. 65/14 Responsabile del procedimento: Arch. Paola Pollina Responsabile Area Tecnica

Dettagli

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 3 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE (da Piano degli Interventi Variante 2 Dicembre 2011) Committente:

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Al Signor Sindaco del Comune di TALMASSONS Marca da bollo vigente DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE I sottoscritt nato a il Cod.fisc. residente a in via n tel. ; I sottoscritt nato a il Cod.fisc. residente

Dettagli

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian dell Asso, nel comune di Montalcino, delimitata a nord e ad est da aree

Dettagli

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 Comune di Rivanazzano Terme SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 DdP - Norme Tecniche di Attuazione: comparazione fra il testo adottato e quello definitivo conseguente

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005 COMUNE DI MONTORFANO (PROVINCIA DI COMO) PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005 DOC. n 3-C - PIANO DELLE REGOLE All. n. 4 Scheda di valutazione art. 38 N.d.A. P.T.C.P. ADOZIONE N DEL PUBBLICATO

Dettagli

g) Esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio: area a pericolosità molto elevata Ee

g) Esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio: area a pericolosità molto elevata Ee NORME DI ATTUAZIONE Art. 1 Norma transitoria Le norme relative al dissesto sono da ritenersi transitorie fino all'approvazione (previa intesa con l'autorità di Bacino) del PTCP 2007. Il PSC dovrà adeguarsi

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria Città di Biella Provincia di Biella Regione Piemonte PIANO PARTICOLAREGGIATO DI COMPLETAMENTO DEL COMPARTO ZONA SUD COMPRESO TRA VIA PER CANDELO E LA STRADA TROSSI U.I.2 GARDENVILLE - STRADA TROSSI 27/A,

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

gruppo argo PROGETTISTI: architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto

gruppo argo PROGETTISTI: architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto PROGETTISTI: gruppo argo architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto Vicolo cilea 11 27029 vigevano pv tel - fax 0381 903221

Dettagli

COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GORVERNO DEL TERRITORIO COMUNALE DI BEDULITA (BG) Integrazioni

COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GORVERNO DEL TERRITORIO COMUNALE DI BEDULITA (BG) Integrazioni COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GORVERNO DEL TERRITORIO COMUNALE DI BEDULITA (BG) Integrazioni Norma di riferimento: D.g.r. 30 novembre 2011 - n. IX/2616 Aggiornamento dei Criteri

Dettagli

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE SCHEMA DELIBERA ADOZIONE AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica, E.R.P. e Mobilità Alla Giunta Comunale Sede N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Adozione del Piano Attuativo

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLUNA

COMUNE DI MONTEBELLUNA Elaborato 47 Elaborati Approvati COMUNE DI MONTEBELLUNA ATTIVITA RICETTIVE Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano di Assetto del territorio PAT 2012 Adozione Approvazione Il Sindaco Prof. Marzio Favero

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE PER L'ESECUZIONE DI OPERE EDILIZIE

DOMANDA DI CONCESSIONE PER L'ESECUZIONE DI OPERE EDILIZIE AL DIRIGENTE DEL SETTORE TECNICO c/o ufficio edilizia privata/urbanistica P.zza Gallura, 3 07029 Tempio Pausania DOMANDA DI CONCESSIONE PER L'ESECUZIONE DI OPERE EDILIZIE l sottoscritt ai sensi della L.R.

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA

STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA 1 Superficie Fondiaria relativa al lotto 2: mq. 1584,00 composto da Foglio 16 particella 925 di mq. 650 Foglio 16 particella

Dettagli

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013 COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA Provincia di Lucca VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 03 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Dettagli

ACSA Ambito Località villaggio Giovi via Gorki e via Sacharof

ACSA Ambito Località villaggio Giovi via Gorki e via Sacharof 1 Localizzazione ecografica: Localizzazione catastale: Località villaggio Giovi via Gorki e via Sacharof Foglio 43 Mappali 63, 65, 67, 71, 73, 75, 114. Foglio 44 Mappali 23, 24, 25, 59, 62. Foglio 45 Mappali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DELL' INTERVENTO

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DELL' INTERVENTO RCHIDUE Associati x l'architettura Arch. Stefano NANNINI arch. Debora INNOCENTI via Castel de Toni, 1/A Casalguidi 51034 (PT) Tel./Fax. 0573.526389; e-mail: archidueassociati@tiscali.it Al Sig. Sindaco

Dettagli

AMBITO DI TRASFORMAZIONE

AMBITO DI TRASFORMAZIONE AMBITO DI TRASFORMAZIONE PET1 Localizzazione : Cibrone - via XXV Aprile INQUADRAMENTO TERRITORIALE L ambito è localizzato nella zona nord-est del territorio comunale, tra la via XXV Aprile e la SS. 36.

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: Visti: Constatato che:

LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: Visti: Constatato che: LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - la Società IMMOBILIARE SAMOGGIA S.R.L. ha presentato in data 31/01/2015 al prot. 4933 e successive integrazioni prot. 5118 del 02/02/2015, prot. 32807 del 01/07/2015

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA D.A. n. 502/DRU REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE Regionale del Territorio ed Ambiente VISTO lo Statuto della Regione Siciliana; VISTA la Legge 17/08/42, n. 1150 e successive modifiche

Dettagli

Comune di Pavia. SCHEDA DI ACCETTAZIONE mod. 5

Comune di Pavia. SCHEDA DI ACCETTAZIONE mod. 5 Comune di Pavia SETTORE AMBIENTE E TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SCHEDA DI ACCETTAZIONE mod. 5 DOCUMENTAZIONE INDISPENSABILE PER LA PRESENTAZIONE DELLA PRATICA INTERVENTO EDILIZIO RECUPERO

Dettagli

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita Comune di Serle Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione Allegato A Ambiti di completamento a SLP definita Approvato con delibera C.C. n.15 del

Dettagli

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART. 12 D.LGS. N. 152/2006

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Comune di Scandicci Variante al Piano di Recupero RQ 05a* - Area ex fonderia Le Cure, approvato con Deliberazione di C.C. n. 83 del 21.07.2009, già in variante rispetto all originario Piano di Recupero

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012;

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012; Adozione del piano di lottizzazione di iniziativa privata denominato "Valle Agno relativo ad un' area inviduata nel piano degli interventi come ZTO D2/35 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO CHE: -il Comune di

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO)

COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO) COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO) PIANO DI RECUPERO DE CAPITANI D ARZAGO DOCUMENTO DI SINTESI RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE PER VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PIANO DI RECUPERO DI VIA GRAMSCI

Dettagli

Committente GIELLE COSTRUZIONI S.r.l. Via G. Galilei, 54 25068 Sarezzo (BS) COMPLESSO EDILIZIO PROGETTO CONVENZIONE LOTTO LIBERO 9 Via Monteverdi

Committente GIELLE COSTRUZIONI S.r.l. Via G. Galilei, 54 25068 Sarezzo (BS) COMPLESSO EDILIZIO PROGETTO CONVENZIONE LOTTO LIBERO 9 Via Monteverdi Comune di Concesio Provincia di Brescia Committente GIELLE COSTRUZIONI S.r.l. Via G. Galilei, 54 25068 Sarezzo (BS) COMPLESSO EDILIZIO PROGETTO CONVENZIONE LOTTO LIBERO 9 Via Monteverdi VERIFICHE DI COMPATIBILITÀ

Dettagli

INTEGRAZIONE E RELAZIONE DI SINTESI ALLA VALSAT

INTEGRAZIONE E RELAZIONE DI SINTESI ALLA VALSAT INTEGRAZIONE E RELAZIONE DI SINTESI ALLA VALSAT .INTEGRAZIONIE MODIFICHE DELLE VALUTAZIONI Ad integrazione e parziale modifica della Valutazione ambientale (documento 9 - VALSATA DI PIANO) è stato elaborato

Dettagli

Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni

Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni Comune di Ghedi Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione ALLEGATO A Piani di recupero del centro antico Approvato con delibera C.C. n.17 del

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici Distacchi stradali a) Per l < 7,00 m d = 5,00 m b) Per 7,00 m = l = 15,00 m d = 7,50 m c) Per l > 15,00 m d = 10,00

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE OGGETTO: PIANO URBANISTICO ATTUATIVO P.U.A.- CAMPUS DI FISCIANO RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE (ART. 13 D.lgs 16.01.2008 n 4) R E L A Z I O N E

Dettagli

Adottato con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del14/05/2009 - Il segretario

Adottato con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del14/05/2009 - Il segretario Adottato con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del14/05/2009 - Il segretario Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 39 del 24/10/2009 - Il segretario Documento aggiornato con le modifiche previste

Dettagli

INDICATORI URBANISTICO EDILIZI

INDICATORI URBANISTICO EDILIZI INDICATORI URBANISTICO EDILIZI 1. Superficie territoriale (ST): Superficie totale di una porzione di territorio, la cui trasformazione è generalmente sottoposta a strumentazione urbanistica operativa e

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 20

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 20 COMUNE DI GHISALBA Provincia di Bergamo 24050 P.zza Garibaldi 2 P.Iva 00709980163 ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 20 OGGETTO: ESAME ED ADOZIONE PIANO GOVERNO DEL TERRITORIO

Dettagli

P r o v i n c i a d i C r e m o n a

P r o v i n c i a d i C r e m o n a COMUNE DI TICENGO P r o v i n c i a d i C r e m o n a ZIONE N.37 Adunanza del 29-09-2010 Codice ente: 10807 7 Ticengo Originale VERBALE DI ZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Straordinaria di prima convocazione

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA

RELAZIONE FINANZIARIA Piano particolareggiato per la progettazione urbanistica del comparto n 10.11.12 con variante al P.R.G.C. ai sensi dell art. 12 comma 3 della L.R. n 20/2001 e s.m.i. (Variante al P.d.Z. 167/62 dei comparti

Dettagli

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico RELAZIONE 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico L area oggetto del presente piano di lottizzazione è sita in località Marina del Comune di Rocca Imperiale (CS). Le particelle catastali interessate

Dettagli

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2 COMUNE di S. STEFANO BELBO Provincia di CUNEO Proprietà: - signor GATTI LUIGI residente in S. Stefano Belbo (CN) Via Moncucco n. 5 - signora CHIRIOTTI GIOVANNA residente in Abbazia n. 2 - signor TEALDO

Dettagli

COMUNE DI AIRUNO Provincia di Lecco PIANO GOVERNO DEL TERRITORIO - PIANO DEI SERVIZI -

COMUNE DI AIRUNO Provincia di Lecco PIANO GOVERNO DEL TERRITORIO - PIANO DEI SERVIZI - COMUNE DI AIRUNO Provincia di Lecco PIANO GOVERNO DEL TERRITORIO - PIANO DEI SERVIZI - REGOLAMENTO DI CALCOLO E GESTIONE DEGLI STANDARDS QUALITATIVI PER ATTI DI PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA E ATTUAZIONE DEL

Dettagli

P.A.P.M.A.A. con valenza di PIANO ATTUATIVO Loc. Le Cinque Vie Lucignano (Ar)

P.A.P.M.A.A. con valenza di PIANO ATTUATIVO Loc. Le Cinque Vie Lucignano (Ar) P.A.P.M.A.A. con valenza di PIANO ATTUATIVO Loc. Le Cinque Vie Lucignano (Ar) RELAZIONE ILLUSTRATIVA Ai sensi della lettera c) comma 2 art.67 della L.R. 01/2005 Progetto per la realizzazione di una serra/ombrario

Dettagli

SCHEDE LOTTI INEDIFICATI

SCHEDE LOTTI INEDIFICATI COMUNE di SARSINA PROVINCIA di FORLI' - CESENA Adottato Approvato con Del. C. C. n.20 del 03.04.2008 con Del. C. C. n. ALLEGATO SCHEDE LOTTI INEDIFICATI E SCHEDE RELATIVE ALLE PREVISIONI DEL PRG PREVIGENTE

Dettagli

Adozione. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) PROGETTO Arch. Mauro Ciampa (Architetti Associati M.Ciampa - P.

Adozione. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) PROGETTO Arch. Mauro Ciampa (Architetti Associati M.Ciampa - P. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) Sindaco: Ilaria Parrella Ass. Urbanistica: Silvano Melani SETTORE 3 Garante della comunicazione: Dott. Paolo Di Carlo Responsabile del procedimento: Dott.

Dettagli

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale IRIDE 1142964 Delib. n. OGGETTO: Adozione piano attuativo per la valorizzazione di due cave poste a sud-est del centro abitato di Brescia (Ateg 20 e Ateg 23) in variante al P.G.T. vigente aree site in

Dettagli

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est.

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est. Rellaziione Tecniico IIllllusttrattiiva IInnt I t eeggrraazz iioonnee i aa lllaa rri iicchhi eesst taa ddi ii PPeerrmeessssoo ddi ii CCoosst trruui iirr ee ddeel ll 0055/ //0022/ 220011 33 pprroot t...00772233

Dettagli

COMUNE DI PISA PIANO ATTUATIVO SCHEDA NORMA N. 31.6 ORATOIO VIA CAPRERA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

COMUNE DI PISA PIANO ATTUATIVO SCHEDA NORMA N. 31.6 ORATOIO VIA CAPRERA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE 1 COMUNE DI PISA PIANO ATTUATIVO SCHEDA NORMA N. 31.6 ORATOIO VIA CAPRERA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Dicembre 2011 2 TITOLO I - NORME GENERALI L attuale Regolamento Urbanistico inserisce il comparto

Dettagli

COMUNE DI SASSUOLO PROVINCIA DI MODENA POC PIANO OPERATIVO COMUNALE

COMUNE DI SASSUOLO PROVINCIA DI MODENA POC PIANO OPERATIVO COMUNALE COMUNE DI SASSUOLO PROVINCIA DI MODENA POC PIANO OPERATIVO COMUNALE INTEGRAZIONI DELLE PRESCRIZIONI DI CARATTERE GEOLOGICO-GEOTECNICO CONTENUTE NELLA VALSAT E NELLA SCHEDA NORMATIVA D AMBITO DEL POC OPERE

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE FAVARETTO Z.T.O. C2/32

PIANO DI LOTTIZZAZIONE FAVARETTO Z.T.O. C2/32 Allegato B COMUNE DI CASIER (Provincia di Treviso) PIANO DI LOTTIZZAZIONE FAVARETTO Z.T.O. C2/32 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Committente: Favaretto Giorgio Progettista: Arch. Zia Ermanno Via Terraglio

Dettagli

AREA 1 (parcheggio di Piazza del Popolo e aree adiacenti) AREA 2 (parcheggio tra la S.S.16 e la Via Ravenna) AREA 3 (parcheggio di Via Properzio)

AREA 1 (parcheggio di Piazza del Popolo e aree adiacenti) AREA 2 (parcheggio tra la S.S.16 e la Via Ravenna) AREA 3 (parcheggio di Via Properzio) 1 AREA 1 (parcheggio di Piazza del Popolo e aree adiacenti) AREA 2 (parcheggio tra la S.S.16 e la Via Ravenna) AREA 3 (parcheggio di Via Properzio) - - - - - - - 2 3 AREA 1 (parcheggio di Piazza del Popolo

Dettagli

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: il Comune di Triuggio, con deliberazione consiliare n. 7 del 12.03.2009 ha adottato il PIANO ATTUATIVO DI

Dettagli

PEC Via Omegna_Relazione Tecnico-Illustrativa

PEC Via Omegna_Relazione Tecnico-Illustrativa A PREMESSA L area delimitata da Via Omegna, Via Cumiana, Via Parma presenta attualmente una destinazione d uso artigianale (sono presenti capannoni e bassi fabbricati adibiti a differenti lavorazioni ed

Dettagli

DETERMINAZIONE DEI VALORI VENALI MINIMI DELLE AREE FABBRICABILI NONCHÉ STIMA DEI VALORI PER LE AREE DA CEDERE E/O MONETIZZARE PER STANDARD

DETERMINAZIONE DEI VALORI VENALI MINIMI DELLE AREE FABBRICABILI NONCHÉ STIMA DEI VALORI PER LE AREE DA CEDERE E/O MONETIZZARE PER STANDARD Comune di Montorfano (CO) RELAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI VENALI MINIMI DELLE AREE FABBRICABILI NONCHÉ STIMA DEI VALORI PER LE AREE DA CEDERE E/O MONETIZZARE PER STANDARD A DECORRERE DALL ANNO

Dettagli

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI Il sottoscritto: Arch. Riccardo Palestra Iscritto all'albo Professionale: Ordine degli Architetti con il n 444 della Provincia di Terni

Dettagli

Provincia di Siena ANNO 2015 DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE SUCCESSIVAMENTE AL GIORNO 20/04/2015

Provincia di Siena ANNO 2015 DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE SUCCESSIVAMENTE AL GIORNO 20/04/2015 AREA TECNICA Responsabile dell Area: Dott. Urbanista Luigi Pucci ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA COSTO DI COSTRUZIONE DA APPLICARE ALLE RICHIESTE DI PERMESSO DI COSTRUIRE, SCIA E CILA DEPOSITATE

Dettagli

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 6 Comparti sottoposti a ristrutturazione edilizia

Dettagli

P.I. 2008-C - allegato A: NORME TECNICHE OPERATIVE

P.I. 2008-C - allegato A: NORME TECNICHE OPERATIVE INDICE: Art.1. ELENCO DEGLI ELABORATI... 2 Art.2. FINALITÀ E VALIDITÀ DEL P.I.... 2 Art.3. MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEL P.I.: COMPARTI EDIFICATORI... 3 Art.4. Art. 4. EDIFICABILITÀ, DESTINAZIONI D USO DEL

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE "MASIERE 2010" A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004.

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE MASIERE 2010 A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004. Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 114 Data 20-05-2014 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA Protocollo Marca da bollo Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA _I_ sottoscritt : RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi dell art. 10 del D.P.R. 380/01 (Testo

Dettagli

Regolamento Urbanistico. NTA - Norme tecniche d attuazione. Comune di Montemurlo

Regolamento Urbanistico. NTA - Norme tecniche d attuazione. Comune di Montemurlo Regolamento Urbanistico Comune di Montemurlo Provincia di Prato PR Variante n.9 per la trasformazione di alcune aree del territorio Adozione 02 NTA - Norme tecniche d attuazione Adozione articoli modificati

Dettagli

PUGSS. Studio Tecnico arch. Marielena Sgroi Pag. 1

PUGSS. Studio Tecnico arch. Marielena Sgroi Pag. 1 Studio Tecnico arch. Marielena Sgroi Pag. 1 1- Il Piano degli Interventi contiene le scelte pianificatorie effettuate nello strumento urbanistico. Detto Piano definisce lo scenario di infrastrutturazione,

Dettagli

C O M U N E DI C O S T A B I S S A R A PROVINCIA DI VICENZA

C O M U N E DI C O S T A B I S S A R A PROVINCIA DI VICENZA RISERVATO ALL UFFICIO PROT. MARCA DA BOLLO 16,00 EURO UT. C O M U N E DI C O S T A B I S S A R A PROVINCIA DI VICENZA ALL UFFICIO TECNICO p.zza Vittorio Veneto, 29 - tel. 0444/290612 Fax 290661 - p.i.

Dettagli

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono:

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono: allegato A Relazione tecnica SUAP1 In data 18/06/2011, prot 6146, è stata presentata da parte di Terruzzi Fercalx spa, istanza volta all ottenimento del permesso di costruire per la realizzazione di un

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA (ai sensi della Legge 23.12.1996 n. 662 e della L.R. 23.10.2009 n. 4 e ss.mm.ii)

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA (ai sensi della Legge 23.12.1996 n. 662 e della L.R. 23.10.2009 n. 4 e ss.mm.ii) DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA (ai sensi della Legge 23.12.1996 n. 662 e della L.R. 23.10.2009 n. 4 e ss.mm.ii) Al Responsabile Ufficio Edilizia Privata Comune di Capoterra Il/La sottoscritto/a Cognome

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa. Settore I Uso e Assetto del Territorio UFFICIO URBANISTICA

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa. Settore I Uso e Assetto del Territorio UFFICIO URBANISTICA Comune di Capannoli Provincia di Pisa Settore I Uso e Assetto del Territorio UFFICIO URBANISTICA PROGETTO : Legge 22/10/1971,n. 865, articolo 27. PIANO DEGLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI UBICAZIONE : Capoluogo,

Dettagli

Perequazione urbanistica, crediti edilizi e premialità

Perequazione urbanistica, crediti edilizi e premialità Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto Perequazione, crediti edilizi e premialità

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO DECORATO DI MEDAGLIA D ORO AL MERITO CIVILE PROVINCIA DI MASSA - CARRARA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI MONTIGNOSO DECORATO DI MEDAGLIA D ORO AL MERITO CIVILE PROVINCIA DI MASSA - CARRARA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI MONTIGNOSO DECORATO DI MEDAGLIA D ORO AL MERITO CIVILE PROVINCIA DI MASSA - CARRARA RELAZIONE TECNICA VARIANTE AL PIANO DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ALBERGHIERO. Responsabile del procedimento

Dettagli

CURRICULUM VITAE. ALESSANDRO FRIGERIO nato a Como il 10 settembre 1960. titoli di studio e abilitazioni

CURRICULUM VITAE. ALESSANDRO FRIGERIO nato a Como il 10 settembre 1960. titoli di studio e abilitazioni CURRICULUM VITAE ALESSANDRO FRIGERIO nato a Como il 10 settembre 1960 titoli di studio e abilitazioni Diplomato presso l I.T.I.S. Magistri Cumacini di Como con votazione 50/60 Abilitato all esercizio della

Dettagli

Il testo che segue,comprese le schede specifiche desunte ed integrate dalla VALSAT del PSC, costituiscono il RAPPORTO PRELIMINARE di cui all art.

Il testo che segue,comprese le schede specifiche desunte ed integrate dalla VALSAT del PSC, costituiscono il RAPPORTO PRELIMINARE di cui all art. Il testo che segue,comprese le schede specifiche desunte ed integrate dalla VALSAT del PSC, costituiscono il RAPPORTO PRELIMINARE di cui all art. 12 del D.Lgs n. 4 del 16/01/2008, ai fini della VERIFICA

Dettagli

Piano di Governo del Territorio Ai sensi della L.R. n. 12/2005 e s.m.i. PIANO DELLE REGOLE. Città di Tradate Provincia di Varese

Piano di Governo del Territorio Ai sensi della L.R. n. 12/2005 e s.m.i. PIANO DELLE REGOLE. Città di Tradate Provincia di Varese Città di Tradate Provincia di Varese Piano di Governo del Territorio Ai sensi della L.R. n. 12/2005 e s.m.i. PIANO DELLE REGOLE NORME DI ATTUAZIONE Allegato A - SCHEDE DEGLI AMBITI DI TRASFORMAZIONE L

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa Premessa Il Piano Esecutivo Convenzionato che riguarda l area a tal fine assoggettata dal vigente Piano Regolatore Generale della Città di Biella in via Fratelli Rosselli è stato elaborato ai sensi e per

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Il progetto di Variante al Piano Urbanistico Particolareggiato PUA con l isolato "D2.1 2118" prevede l'adeguamento del P.P.E. già convenzionato alle previsioni urbanistiche

Dettagli

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO Adottata dal Consiglio Comunale il 8 Novembre 2012 COMUNE DI PISA DIREZIONE URBANISTICA REGOLAMENTO URBANISTICO

Dettagli

ELABORATI DI VARIANTE

ELABORATI DI VARIANTE COMUNE DI CAPRIATE SAN GERVASIO - PROVINCIA DI BERGAMO PII "CRESPI" - VARIANTE N.2 (IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT) ELENCO ELABORATI N. TAV. TITOLO ELABORATI DI VARIANTE ELABORATO PRESCRITTIVO

Dettagli

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari Allo Sportello Unico Edilizia Privata del Comune di Pula C.so Vittorio Emanuele n. 28 09010 Pula (CA) OGGETTO: DENUNCIA DI INIZIO DELL ATTIVITA, ai sensi degli articoli 2, 3 e 4 della Legge Regionale 23

Dettagli

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail. Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ Regione Lombardia Comune di Ticengo Provincia di Cremona Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento:.. Protocollo Generale per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo

Dettagli

COMUNE DI SEGRATE M ILANO YO U

COMUNE DI SEGRATE M ILANO YO U COMUNE DI SEGRATE MILANO YOU una città di persone Programma Integrato di Intervento (PII) Milano 4 you in modifica al vigente PII Cascina Boffalora di cui alla convenzione urbanistica del 27/07/2005 (Rep.

Dettagli

A REGISTRO DELLE OSSERVAZIONI

A REGISTRO DELLE OSSERVAZIONI VARIANTE PARZIALE AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER MODIFICA SCHEDA NORMA 2-T2 NELLA FRAZIONE DI VADA E VARIANTE CARTOGRAFICA PER PRESA D ATTO DEL NUOVO TRACCIATO AUTOSTRADALE E DELLA VIABILITÀ SECONDARIA.

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i.

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i. AL COMUNE DI RIVALTA di TORINO Settore Politiche del Territorio Servizio Edilizia Privata Protocollo generale Marca da Bollo. 14,62 Via Balma n. 5 10040 Rivalta (TO) Spazio riservato al servizio protocollo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE IN QUALITÀ DI TECNICO INCARICATO DICHIARA CHE

RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE IN QUALITÀ DI TECNICO INCARICATO DICHIARA CHE RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE IL SOTTOSCRITTO C.F. : P. IVA: NATO A PROV. IL REDENTE IN VIA N. CON STUDIO PROFESONALE IN VIA N. IN QUALITÀ DI TECNICO INCARICATO iscritto all albo professionale dei

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA (Provincia di Salerno) PIANOREGOLATORE GENERALE Norme Tecniche d Attuazione (Testo aggiornato con integrazioni e modifiche)

COMUNE DI SALA CONSILINA (Provincia di Salerno) PIANOREGOLATORE GENERALE Norme Tecniche d Attuazione (Testo aggiornato con integrazioni e modifiche) COMUNE DI SALA CONSILINA (Provincia di Salerno) PIANOREGOLATORE GENERALE Norme Tecniche d Attuazione (Testo aggiornato con integrazioni e modifiche) Titolo I - ATTUAZIONE DEL PIANO CAPO I MODALITA Modalità

Dettagli

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART.

Dettagli

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE:

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: scheda N 1 loc. PIEDIMONTE / COMPARTO 46 R CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: Realizzazione di manufatti con destinazione artigianale/industriale/direzionale per una S.U.L. complessiva di mq 4.000 e una volumetria

Dettagli

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997)

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) R e g i o n e L o m b a r d i a Provincia di Milano COMUNE DI NERVIANO Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) Marzo 2003 PRESCRIZIONI GEOLOGICHE PER LE N.T.A. Studio Associato di

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 COMUNE DI VEDANO OLONA PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO URBANISTICO GENERALE Il PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA. PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA

PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA. PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA COMUNE DI CORMÄNS PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA DATI GENERALI : Intestatari C.F. P.IVA residente a in via

Dettagli

UFFICIO VAS SCHEMA DI VALUTAZIONE COMUNE: GUSSAGO e CELLATICA PROCEDURA: Verifica di Assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

UFFICIO VAS SCHEMA DI VALUTAZIONE COMUNE: GUSSAGO e CELLATICA PROCEDURA: Verifica di Assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) VALUTAZIONE DEL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VAS DELLO SUAP GALBA SRL IN VARIANTE AL PGT. Premessa Ai sensi della DCR VIII/351 del 13 marzo 2007 recante Indirizzi generali per la valutazione

Dettagli

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12 PROTOCOLLO GENERALE AL COMUNE DI BARANZATE Da presentarsi unitamente alla p.e. o, in caso di integrazione, con lettera accompagnatoria. AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R.

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. - le note integrative della richiesta originaria: prot. 58713 del 21.12.11, prot. 60108 del 30.12.11 e prot. 1888 del 17.01.

LA GIUNTA COMUNALE. - le note integrative della richiesta originaria: prot. 58713 del 21.12.11, prot. 60108 del 30.12.11 e prot. 1888 del 17.01. OGGETTO: Adozione Piano di Recupero inerente due edifici in vicolo S. Croce di proprietà privata per intervento di recupero ex art. 2 LR 22/2009 e ss.mm.e ii. LA GIUNTA COMUNALE Viste - la richiesta-proposta

Dettagli

Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni

Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni Documento di Piano art.8 L.R. 12/2005 1 IL PROGETTISTA Dott. Cosimo Caputo PIANIFICATORE TERRITORIALE Collaboratori: Dott. Ilaria Mazzoleni

Dettagli