PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE / PROGETTO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE E DI PROGRAMMAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE / PROGETTO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE E DI PROGRAMMAZIONE"

Transcript

1 PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE / PROGETTO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE E DI PROGRAMMAZIONE PROGETTO ORGANIZZATIVO DI GESTIONE Il progetto di residenza multipla CETACEI, di balene e altri resistenti di MACCABETEATRO-THALASSIA intende perseguire, come da indicazioni dell Avviso Pubblico Teatri abitati: una rete del Contemporaneo e coerentemente con le azioni previste dalla priorità indicata nell Asse IV del Programma Pluriennale PO FESR , un intervento strategico sul piano socio-economico e della competitività territoriale che utilizzi lo spettacolo come volano dello sviluppo e strumento di riequilibrio territoriale. La Regione Puglia ha individuato in tale settore un mezzo di sostegno delle identità culturali, la crescita individuale e la coesione sociale, in termini più specifici, un mezzo per la perequazione delle opportunità che incide sul miglioramento della qualità della vita, il rafforzamento del senso di appartenenza e dell identità culturale e civile delle popolazioni. FINALITA DEL PROGETTO VERSO UN DISTRETTO CULTURALE DELL ALTO-SALENTO In questo contesto nasce la FINALITA del progetto di residenza multipla CETACEI di MACCABETEATRO-THALASSIA: Migliorare l attrattività turistica e aumentare la competitività del territorio regionale attraverso il potenziamento e la valorizzazione del settore culturale e delle attività performative teatrali in Puglia. Attivare modelli di sviluppo urbano sostenibile virtuosi di tipo distrettuale basati sulla creazione e promozione di attività culturali di qualità accessibili a tutti e sperimentali per diversità dei linguaggi e multidisciplinarietà delle tematiche affrontate, miglioramento quantitativo e qualitativo del pubblico, dei luoghi di spettacolo, dei soggetti della produzione e dei lavoratori del settore. OBIETTIVI DEL PROGETTO Il gruppo di progetto ha elaborato una serie di OBIETTIVI che, anche su suggerimento del Programma in materia di spettacolo per il triennio (ai sensi dell art.5 della Legge Regionale n.6/04 e del Regolamento Regionale n.11/2007 e successive modifiche e integrazioni), si intende perseguire: 1- Integrare il settore teatrale nel suo complesso con le filiere del turismo, la fruizione dei beni culturali e ambientali, altre forme d arte, la formazione. Promuovere una programmazione di iniziative artistiche e culturali regionali, nazionali e internazionali in grado di mobilitare significativi flussi di visitatori e turisti. Realizzare un incremento dei flussi turistici regionali e extraregionali sul territorio coinvolto nel progetto, nell ottica della destagionalizzazione e diversificazione dell offerta. 2- Consolidare l esperienza gestionale passata di residenza multipla (si fa riferimento al progetto di residenza Con la testa tra le stelle, realizzato presso il teatro comunale di Mesagne dagli stessi soggetti proponenti MACCABETEATRO-THALASSIA) allargando il campo d azione a un area territoriale più ampia di storie e di culture appartenenti a uno stesso paesaggio collettivo; irrobustire il capitale conoscitivo/professionale delle figure giovani coinvolte nell attività progettuale. 1

2 3- Utilizzare e sperimentare nuovi linguaggi artistici multimediali e multidisciplinari attrattivi per nuove generazioni di artisti, nuovi pubblici. Educare queste ultime ai linguaggi del teatro dell avanguardia e alla sua fruizione attraverso il coinvolgimento diretto del mondo della scuola. Favorire l accesso e la formazione del pubblico, comprese le fasce deboli, attraverso strumenti di comunicazione e promozione innovativi. Potenziare la fidelizzazione alle attività teatrali di qualità del pubblico naturale e potenziale di riferimento. 4- Consolidare il livello di appartenenza degli spazi e delle tematiche storico-culturali, sociali e ambientali alla cittadinanza di riferimento delle realtà coinvolte nel progetto, promuovere attività di rete e collaborazioni sul territorio di pertinenza del progetto per attivare sistemi virtuosi di sviluppo sostenibile di distretto. 5- Collaborare per il rafforzamento del sistema di produzione e distribuzione dei prodotti/servizi delle residenze pugliesi garantendo un modello gestionale, che, a livello provinciale e regionale, operi secondo visioni di rete e si coordini con la Cabina di Regia del Teatro Pubblico al fine di garantire una programmazione pugliese competitiva nei confronti delle altre realtà regionali italiane e europee. 6- Creare consapevolezza e condivisione sul tema dei diritti umani e civili, consolidare il concetto di appartenenza all identità di cittadino del mondo di giovani e meno giovani. 7- Proporre opportunità di crescita culturale e sociale per i giovani, forme di partecipazione attiva ed inserimento/integrazione delle persone diversamente abili. VERSO UN DISTRETTO CULTURALE DELL ALTO-SALENTO Il gruppo di progetto MACCABETEATRO-THALASSIA, ha elaborato un piano di gestione triennale per soddisfare quanto indicato precedentemente. La Società Cooperativa MACCABETEATRO è capofila del progetto di residenza multipla, in quanto soggetto di produzione di teatro in possesso dei requisiti di ammissibilità richiesti dall avviso pubblico per la presente manifestazione di interesse. La Società Cooperativa THALASSIA è l unico partner di progetto. Il Team di lavoro interregionale MACCABETEATRO-THALASSIA ha collaborato per le annualità al Progetto di Residenza multipla presso il Teatro Comunale di Mesagne. A conclusione delle attività di progetto, che risultano aver raggiunto finalità e obiettivi proposti, si intende proseguire nella collaborazione e nel metodo gestionale ormai consolidato, ampliando il campo d azione e posizionando il proprio centro organizzativo e produttivo presso il teatro di Torre Santa Susanna e da qui presso altri luoghi di rilevanza storico-culturale, naturalistica e paesaggistica del brindisino. Nell ambito della gestione dei servizi di spettacolo e per soddisfare l obiettivo n.1, priorità del piano operativo regionale, è strategico coinvolgere il Comune di San Vito dei Normanni e il Consorzio di Gestione della Riserva di Torre Guaceto, quale enti che, in accordo con il gruppo di progetto, possono ospitare attività promozionali, eventi teatrali, ecc. nei luoghi di propria gestione: la Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta, il Teatro Melacca, l insediamento rupestre di San Biagio. 2

3 I quattro Comuni coinvolti, in maniera diretta quello di Torre S.S. e San Vito dei Normanni, in maniera indiretta quelli di Brindisi e Carovigno, attraverso il coinvolgimento del Consorzio di Torre Guaceto (ente composto da Comune di Brindisi, Carovigno e WWF), sono accomunati da una storia comune di tempi antichi e collaborazioni moderne che il progetto vuole consolidare come vero e proprio DISTRETTO CULTURALE DELL ALTO-SALENTO. L evidente apporto che il capitale relazionale, il patrimonio ambientale e culturale del vasto paesaggio coinvolto possono dare al progetto si somma alle ricadute sul settore turistico dell azione di distretto. Una gestione residenziale impegnata anche nella valorizzazione e sviluppo sostenibile del territorio, attenta alle emergenze ambientali e culturali può riequilibrare il livello di attrattività dell entroterra brindisino con quello costiero, attraverso la creazione di pacchetti turistici in cui beni culturali, naturalistici, eventi teatrali, lezioni/spettacolo multidisciplinari, rassegne distribuite nel distretto creeranno una rete che restituirà al territorio solidità culturale, sociale e economica. ORGANIZZAZIONE E GESTIONE L attività di gestione e di programmazione della Residenza multipla MACCABETEATRO-THALASSIA prevede un totale di 330 giornate di attività: giornate complessive di apertura al pubblico del Teatro Comunale di Torre Santa Susanna da gennaio 2010 a giugno 2012; - 30 giornate messe a disposizione del TTP da gennaio 2010 a giugno 2012, nelle modalità richieste da bando, da utilizzare per le attività affidate dalle Regione allo stesso Consorzio TPP nell ambito del P.P.A. FESR Asse IV- Azione giornate in cui svolgere attività promozionali e di avviamento alla produzione presso luoghi di rilevanza storico-culturale, naturalistica o particolarmente funzionali all attività e ai temi di progetto quali in Teatro Melacca di San Vito dei N.nni e la Riserva naturale di Torre Guaceto. La scelta del metodo gestionale è dettata dalle esigenze di partecipazione, distribuzione delle responsabilità e collaborazione. L esperienza passata ha insegnato che è funzionale alla sostenibilità operativa di progetto un certo grado di sovrapposizione dei ruoli di responsabilità con quelli di tipo più esecutivo. Tale scelta permette di creare le basi per un gruppo di lavoro solido per l intera durata del periodo di gestione degli spazi teatrali, e per la creazione di una coscienza di soggetto gruppale che condivide intimamente finalità e azioni di progetto. Di seguito sono elencate le quattro macroaree cui fanno capo tutte le attività gestionali e operative della residenza: a- Area Organizzativa b- Area Artistica c- Area Amministrativa d- Area Comunicazione e Promozione Ognuna di queste ha un responsabile di settore. Si è ritenuto di non individuare un direttore unico di progetto, ma quattro Responsabili che costituiscono il team di lavoro direttivo. Questa politica rispecchia la necessità di lasciare autonomia ai responsabili, scelti secondo criteri di competenza, e di creare tutte le basi per avviare un metodo di gestione agevole del lavoro in cui il confronto produca la linea decisionale operativa unica e le capacità del singolo producano quotidianamente azioni responsabili. Di seguito un approfondimento relativo alla competenze delle singole aree: 3

4 a- AREA ORGANIZZATIVA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO PER UN PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE IN PUGLIA E il settore che si occuperà dell organizzazione operativa degli spettacoli in cartellone, gestione spazi e risorse umane e della produzione della Residenza. Agirà in sinergia con le altre aree artistica, amministrativa, comunicazione e promozione. Si occuperà di tutti gli aspetti operativi della produzione dal vivo: tecnici, artistici, logistici, amministrativi, burocratici. Il responsabile organizzativo si occuperà di ottenere eventuali finanziamenti, definire budget, stipulare i contratti con i vari soggetti coinvolti assieme al responsabile amministrativo. Si occuperà degli aspetti logistici: tutte le questioni relative ai luoghi dove si terranno gli eventi (trovare lo spazio adatto, se non è uno spazio convenzionale per spettacoli allestire il palco, seguire le norme di sicurezza, ecc.). Si occuperà di aspetti burocratici: agibilità ENPALS, diritti SIAE, particolari permessi necessari all esibizione. Gestirà il rapporto con le compagnie e gli artisti coinvolti oltre che i calendari delle attività. Le figure coinvolte nel team di lavoro e afferenti all AREA ORGANIZZATIVA saranno n.7 in totale: - n.1 Responsabile organizzativo; - n.1 Addetto alla segreteria organizzativa e biglietteria; - n. 3 Maschere; - n.1 Tecnico responsabile dello spazio teatrale; - n.1 Addetto alla pulizia. b- AREA ARTISTICA E il settore che si occuperà della ideazione e realizzazione del progetto artistico di produzione e programmazione. Si occuperà di riflettere e operare su temi, progetti, metodi e strumenti artistici. Nel gruppo di lavoro saranno presenti 2 direttori artistici, che lavorando in continua sinergia e confrontandosi, saranno i responsabili dell ambito teatrale uno e dell ambito più ambientale l altro. I responsabili dell area si occuperanno del progetto dal punto di vista delle scelte artistiche, individuando e scegliendo le opere, gli autori, gli interpreti. Saranno responsabili della programmazione di stagioni ed eventi. Con la loro professionalità ed esperienza conferiranno alla produzione e alla programmazione teatrale un unità stilistica anche in funzione delle richieste di mercato. Come responsabili si occuperanno della messa in atto del metodo produttivo, del monitoraggio e del rispetto dello stesso. Lavoreranno in sinergia con le altre figure di responsabilità relazionandosi costantemente con il team che dirige. Cureranno il rapporto artistico e produttivo con il Maestro in affiancamento, Antonio Catalano. Le figure coinvolte nel team di lavoro saranno n.12 in totale: - n.2 Responsabili area artistica/regista; - n.2 Drammaturghi; - n.3 Attori; - n.1 Tecnico; - n.1 musicista/compositore; - n.2 scenografo/disegnatore luci; - n.1 Maestro artista multidisciplinare in affiancamento. 4

5 c- AREA AMMINISTRATIVA Gestirà e controllerà l attività contabile, amministrativa e finanziaria del progetto culturale. Affronterà questioni contrattuali, risolverà problemi burocratici. Il responsabile di tale area avrà rapporti con le banche, i fornitori, le assicurazioni e gli altri organismi legati all attività amministrativa. Assisterà alla redazione di preventivi e consuntivi, predisporrà i dati per la redazione del bilancio di esercizio, lo redigerà e ne gestirà i processi. Gestirà e predisporrà tutta la documentazione di pertinenza amministrativa per la richiesta di finanziamento agli enti pubblici e privati. Effettuerà la registrazione dei movimenti relativi alla contabilità generale. Terrà aggiornati tutti i registri relativi alla contabilità ordinaria di cassa e corrispettivi. Annoterà e verificherà gli incassi controllando la corrispondenza con i borderò e con le fatture emesse. Presidierà agli adempimenti fiscali e previdenziali. Sarà responsabile dei pagamenti che si effettueranno. Talvolta si occuperà della gestione legata ai diritti d'autore (dichiarazioni, pagamenti delle quote ecc.). La figura coinvolta nel team di lavoro sarà n.1: il Responsabile Amministrativo. d- AREA COMUNICAZIONE E PROMOZIONE E questo il settore che progetterà e metterà in atto strategie finalizzate alla formazione e coinvolgimento del pubblico. Saranno redatti piani di comunicazione relativi all immagine di progetto e relative attività, piani di diffusione del consumo culturale di spettacolo e di formazione di pubblici. In relazione al mercato, individuati i target di riferimento, studiate le proposte già presenti sul territorio, l area comunicazione e promozione gestirà, in sinergia con lo staff organizzativo, proposte come laboratori, rassegne, corsi, convegni e conferenze, seminari ed eventi in generale. Si occuperà dei rapporti con l esterno: Istituzioni Pubbliche, private, organizzazioni di settore (culturale e turistico) mass media e utenti. Redigerà report delle attività svolte, effettuerà una programmazione operativa di medio/lungo periodo analizzando i risultati delle azioni precedenti e in considerazione del panorama delle offerte già espresse dal mercato. Nel progetto CETACEI, di balene e altri resistenti il team di lavoro si occuperà anche di progettare attività multidisciplinari (turismo e cultura, turismo e spettacolo) per specifici target e in collaborazione con lo staff organizzativo. Le figure coinvolte nell area comunicazione e promozionale saranno n.2 in totale: - n.1 Responsabile promozione; -n. 1 Addetto comunicazione e ufficio stampa. Nella sezione successiva viene specificato quanto scritto sopra per i servizi di biglietteria, di sala, tecnici di palcoscenico e amministrativi. SERVIZIO DI BIGLIETTERIA Sarà attivato un servizio biglietteria gestito, come sopra indicato, dall area organizzativa per il teatro di Torre Santa Susanna. Una risorsa umana si occuperà della segreteria organizzativa e la gestione ordinaria delle attività di botteghino. Lo stesso si occuperà anche delle attività negli spazi altri di progetto: la Riserva di Torre Guaceto, il Teatro Melacca di San Vito dei Normanni, la cripta di San Biagio, i luoghi delle Feste del Popolo del Mare, ecc. 5

6 La vendita dei biglietti per le rappresentazioni teatrali sarà realizzata in orari prestabiliti e opportunamente comunicati al momento dell attivazione dei servizi di spettacolo, in modo tale che ci siano dei momenti ufficiali di erogazione di tale servizio oltre alla serata dedicata alle performance. Inoltre, per facilitare la vendita dei biglietti/abbonamenti stagionali si potranno utilizzare i momenti di aggregazione di piazza, le agenzie di viaggio e le librerie, a cui offrire percentuali sulla vendita. Al fine di promuovere il consumo culturale di spettacoli di qualità saranno offerti prezzi vantaggiosi per particolari tipologie di pubblico. In caso di mancata vendita dei biglietti a poche ore dalla messa in scena degli spettacoli potrà essere attivato un servizio last minute a prezzi agevolati per Gli amici dei Cetacei (si veda piano di promozione). SERVIZI DI SALA Al fine di garantire un efficiente servizio di accoglienza del pubblico presso le residenze saranno impiegati: - n.1 Addetto al guardaroba, che accoglierà e gestirà il pubblico appena entrato in teatro. - n.1 Addetto alla biglietteria, che raccoglierà i biglietti del pubblico presente e distribuirà eventuali questionari sul pubblico in sala. - n.2 Maschere, che accoglieranno il pubblico in teatro, forniranno loro il materiale informativo sullo spettacolo e/o i successivi eventi in programmazione, indirizzeranno e accompagneranno il pubblico verso le loro postazioni. In caso della mancata presenza del servizio bar, sarà organizzata dalla Piccola Bottega di Naturalia, della Coop. Thalassia, la vendita di prodotti biologici locali, al fine di garantire servizi aggiuntivi di qualità e al contempo la promozione enogastronomica del territorio. SERVIZI TECNICI DI PALCOSCENICO Sarà garantito l impiego costante di n.1 risorsa umana come Responsabile tecnico di sala, che sappia utilizzare tutta la strumentazione luci, audio-video delle residenze, che monitori e garantisca il buon funzionamento della strumentazione tecnica al momento dell utilizzo e che offra supporto tecnico alle compagnie ospiti e relative schede tecniche. SERVIZI AMMINISTRATIVI Tutte le attività legate all amministrazione ordinaria delle residenze saranno gestite dal Responsabile Amministrativo. Lo stesso, assieme al responsabile organizzativo, gestirà i rapporti contrattuali relativi all ospitalità delle compagnie, all affitto temporaneo di spazi e attrezzature, e a tutto quanto comporta la gestione del flusso di cassa, al fine di monitorare costantemente l attività giornaliera dello staff organizzativo. Le risorse umane saranno gestite al 50% dalla Coop. Maccabeteatro e al 50% dalla Coop. Thalassia, in risposta ai bisogni di progetto e alle competenze di ognuna. Allo stesso modo, tutti i costi e i ricavi frutto della gestione della residenza saranno distribuiti al 50% tra i soggetti. COLLABORAZIONI CON ALTRI SOGGETTI Per la realizzazione delle attività della residenza e al fine di concretizzare lo stesso distretto culturale di Torre Santa Susanna, San Vito dei Normanni e Torre Guaceto (Brindisi e Carovigno), oltre all accordo con il Comune di Torre Santa Susanna per la gestione dello spazio teatrale (così come richiesto da bando), sono stati attivati altri accordi con il Comune di San Vito dei Normanni (in 6

7 allegato), il Consorzio di Gestione della Riserva di Torre Guaceto (in allegato) e l Istituto di Ricerca Tethis (in allegato) per formalizzare la disponibilità degli stessi a collaborare con il gruppo di progetto MACCABETEATRO-THALASSIA. PROGETTO ORGANIZZATIVO DI PROGRAMMAZIONE Le azioni del progetto CETACEI, di balene e altri resistenti si svolgeranno in diversi luoghi del distretto nell ottica di realizzare una Rete culturale/ambientale territoriale capace di coinvolgere fasce diverse della popolazione e filiere diverse, il riferimento è a quelle ambientale, scientifica e turistica. LA CASA PRINCIPALE DELLA RESIDENZA: TEATRO COMUNALE DI TORRE SANTA SUSANNA, BRINDISI (spazio nel quale sarà svolto il 75% delle attività complessiva). Rappresenta il fulcro delle attività del progetto a partire dal quale si attivano eventi, occasioni di incontro e spazi paralleli. Ospita la produzione teatrale, parte dei laboratori e rassegne della residenza. LE ALTRE CASE DELLA RESIDENZA: TEATRO MELECCA DI SAN VITO DEI NORMANNI, BRINDISI Il Teatro di San Vito rappresenta il luogo di congiunzione tra il privato e il pubblico, il cinema e musica, lo spazio vuoto del visuale e quello pieno del palcoscenico teatrale. San Vito dei Norm.nni, a pochi kilometri da Torre Santa Susanna, permette di legare l entroterra brindisino alla geografia e la storia antica e recente di Torre Guaceto in una rappresentazione di paesaggio unico e distretto culturale continuo. L INSEDIAMENTO RUPESTRE DI SAN BIAGIO, SAN VITO DEI N.NNI Insediamento rupestre del X secolo abitato dai monaci basiliani in fuga dall oriente che hanno lasciato suggestive tracce del loro passaggio tra le quali un sistema di grotte/abitazioni e una cripta con un ciclo di affreschi considerato un capolavoro nel suo genere. Un luogo di immenso valore storico e culturale che prende voce grazie al nuovo progetto di residenza teatrale. AREA MARINA PROTETTA E RISERVA NATURALE DELLO STATO DI TORRE GUACETO, CAROVIGNO Una Riserva Naturale dello Stato situata 15 km a nord di Brindisi scenario incontaminato e luogo simbolo da oltre 8 anni di rassegne ed eventi ambientali estivi (giugno-settembre) di importanza nazionale. Tra tutti il più noto LA NOTTE DI NATURALIA, itinerario sotto la luna di musica, teatro e natura. Al centro dei flussi turistici estivi, conta ogni anno migliaia di presenze di visitatori e partecipanti alle attività. TERRITORIO E LUOGHI PERDUTI DEL POPOLO DEL MARE Si tratta di una mappa dei luoghi dell emergenza che il POPOLO DEL MARE nato dalla collaborazione con il maestro Antonio Catalano visiterà lungo il periodo del progetto con il suo carrozzone di narrazioni, musiche, racconti, incontri, momenti di festa (vedi progetto PRODUZIONE). 7

8 LE LINEE GUIDA DELLA PROGRAMMAZIONE Il progetto di programmazione è sviluppato in linea con il progetto artistico e intende organizzare negli spazi di progetto azioni fortemente connotate dal carattere dell impegno sociale/artistico/ambientale nei confronti dei cosiddetti RESISTENTI. Si intende portare nei teatri e non solo, raccontare e condividere uno spaccato invisibile del nostro tempo offrendo uno spazio a chi non ha casa, un palcoscenico a chi non è abituato a usarlo, un tetto all asciutto ai racconti venuti del mare verso un idea di teatro informale che risponde ai bisogni primari di un idea di società realmente civile. La residenza multipla MACCABETEATRO e THALASSIA vuole promuovere le realtà nascoste e resistenti del territorio nazionale e intrenazionale, lasciare spazio di programmazione a compagnie, progetti artistici non istituzionalizzati, non codificati all interno di alcuna forma di sovvenzionamento o assistenza istituzionale, ma comunque portatori di poesia e meraviglia. Questa scelta di raccontare giardini e giardinieri segreti prende forma anche nella scelta dei luoghi di programmazione che, oltre agli spazi teatrali principali, coinvolge anche spazi informali per il teatro, come le case dei contadini della riserva di Torre Guaceto coinvolte nelle programmazione estiva o assolutamente anti-teatrali come i luoghi perduti che saranno visitati dal POPOLO DEL MARE. Per fare tutto questo gli spazi del teatro, ma anche le altre case della residenza, ospiteranno spettacoli costruiti per il teatro, accoglieranno la poesia, l arte visuale materica e non, il cinema e il documentario, marionette, feste, incontri, lezioni, narrazioni e degustazioni. La presenza di più luoghi per le attività di progetto permette di potenziare le stagioni anche nel periodo estivo. RASSEGNE ED EVENTI IN PROGRAMMA 1.FOTTUTI E CONTENTI e sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re fa male al ricco e al cardinale diventan tristi se noi piangiam Un progetto di rete sulla PRIMAVERA DEI DIRITTI In occasione della "Primavera dei diritti", dal 7 al 14 febbraio 2010 in rete con altre 7 compagnie teatrali, in altrettante città della Puglia,al fine di sperimentare la logica di rete richiesta nell avviso pubblico si attuerà il Progetto Fottuti e contenti" sottotitolo e sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re fa male al ricco e al cardinale diventan tristi se noi piangiam Ogni compagnia tratterà un tema legato alla carta fondamentale dei diritti umani e civili come segue : Domenica 7 febbraio 2010, Ceglie Messapica compagnia Armamaxa/diritto all identità sessuale Lunedì 8 febbraio 2010, Manfredonia Compagnia La bottega degli apocrifi/diritto alla cittadinanza/immigrazione. Martedì 9 febbraio 2010, Taranto Crest/i diritti dell infanzia Mercoledì 10 febbraio 2010, Massafra compagnia Teatro Le Forche/diritto all identità culturale e religiosa Sabato 13 febbraio 2010, Nardò 8

9 compagnia Terrammare/diritti delle donne. Domenica 14 febbraio 2010, Torre Santa Susanna compagnie Maccabeteatro-Thalassia diritto alla qualità della vita/handicap/ambiente Le compagnie nei giorni e nei luoghi suddetti proporranno la loro performans interagendo tra loro e invadendo la città replicando l'evento una sera dopo l'altra. Inoltre in un solo giorno contemporaneamente in ognuna di queste città ci sarà una maratona letteraria relativa alla lettura della dichiarazione universale dei diritti da parte delle autorità civili e morali della città nonché di semplici cittadini in parte commentata. 2.LA VOLTA BUONA (a cura maccabeteatro) F.u.s. ca f.u.s. Una Rassegna Diffusa dei Resistenti del territorio nazionale e internazionale. Nel campo del teatro contemporaneo si intende ospitare e proporre esclusivamente compagnie su scala nazionale non finanziate dal Fondo per lo Spettacolo, nell ottica di una ricerca sulle nuove resistenze del teatro. Si svolge negli spazi del Teatro Comunale di Torre S. Susanna e San Vito dei N.nni in due edizioni. Le rassegna si occuperà anche in maniera tematica di teatro del disagio con appuntamenti di teatro con attori normodotati e con attori diversamente abili e di teatro al femminile proponendo la nuova scena al femminile. 3.LE FESTE DEL POPOLO DEL MARE (a cura di thalassia) Si tratta di un programma multidisciplinare di eventi e occasioni che segue il percorso che compie il POPOLO DEL MARE (vedi allegato a) dopo la sua creazione. L esercito di legni, oggetti e racconti arrivati dal mare creato durante il primo anno di residenza si mette in moto e viene spostato e portato nei luoghi del progetto di residenza ma anche in luoghi chiamati dell emergenza (zone industriali, paesaggi degradati della provincia, luoghi significativi di resistenza e coesione sociale, scuole). Attorno al cammino del POPOLO prende vita un programma multidisciplinare di incontri, narrazioni, degustazioni, confronti intorno ai temi del progetto sviluppando i temi culturali e ambientali dell intervento. 4. NELLA PANCIA DELLA BALENA (a cura di maccabetatro-thalassia) Nel progetto di residenza CETACEI i bambini sono considerati i resistenti per eccellenza e al pari delle balene costituiscono universo fonte di ispirazione, rispetto e impegno oltre qualsiasi visione retorica e falsamente romantica. Nasce da questa consapevolezza la rassegna di teatro e cinema d animazione d autore destinata ad un pubblico di famiglie. Si svolgerà nel finesettimana nel Teatro di Torre S. Susanna (domenica) e il Teatro di San Vito dei Normanni (sabato). Sono previste 3 edizioni di cui una più breve nel primo anno di lancio dell intero progetto. 9

10 5. NELLE CASE DEL PARCO (a cura di thalassia) Rassegna di teatro nelle case dei contadini della Riserva di Torre Guaceto. Riprenderà la positiva esperienza condotta dal precedente progetto di residenza teatrale e nel nuovo progetto si estenderà al Villaggio rupestre della Cripta di San Biagio situato non lontano dal territorio del parco. Sono previste due edizioni. 6. SCUOLE A TEATRO (a cura di maccabeteatro) Nel Teatro di San Vito dei N.nni, ancora non inserito all interno del circuito del Teatro Pubblico Pugliese, si intende programmare una rassegna pilota di teatro ragazzi riservata alle scuole del paese come primo approccio ad una stagione di teatro ragazzi istituzionale per le scuole. Oltre agli altri laboratori ed eventi che saranno specificati in fase di redazione del progetto di produzione e promozione, lo spazio teatrale di Torre Santa Susanna potrà prevedere, anche in corso d opera, l ospitalità di attività coerenti con le tematiche e gli obiettivi di progetto suggerite dalla cittadinanza del distretto. APERTURA DELLO SPAZIO AL PUBBLICO PER N. 240 GIORNATE DI ATTIVITA NEL PERIODO / di cui: n. 96 giornate nel 2010 n.96 giornate nel n. 48 giornate nel 2012 OLTRE N. 30 GIORNATE MESSE A DISPOSIZIONE DEL TPP NEL PERIODO /

11 PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE / PROGETTO ARTISTICO DI PRODUZIONE TITOLO MOBY DICK (provvisorio) AUTORE FRANCESCO NICCOLINI REGIA ENZO TOMA SCENE di IOLE CILENTO COSTUMI di ENZO TOMA MUSICHE di PAOLO DANIELE LUCI di PORZIANA CATALANO INTERPRETI PRINCIPALI SARA BEVILACQUA, FRANCESCA MONTANARO, LUIGI D ELIA TECNICO DI GIRO E ORGANIZZAZIONE DANIELE GUARINI ELEMENTI IMPIEGATI: ARTISTICI N. 4 TECNICI N. 2 / DATA PREVISTA PER IL DEBUTTO Novembre 2011 DURATA SPETTACOLO in minuti 60 / TEMPI DI MONTAGGIO in minuti 2 h Il soggetto proponente/capofila dichiara che l impianto scenotecnico può essere allestito in uno spazio scenico di dimensioni minime: larghezza mt.8 x profondità mt.6 x altezza mt.5 11

12 BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO ARTISTICO (in caso di residenza multipla indicare gli apporti dei partner) 12

13 RICHIESTA DI FINANZIAMENTO PER UN PROGETTO DI RESIDENZA TEATRALE IN PUGLIA Il progetto artistico del nuovo programma di residenza teatrale di Maccabeteatro e Thalassia intende ricercare, costruire, aggregare e creare intorno ad una delle creature più affascinanti e profonde della cultura e dell immaginario collettivo di tutti i tempi, tema e motivo di ispirazione dell intero disegno di residenza teatrale: balena, la balena, Moby Dick, la grande creatura sospesa tra la dimensione biologica/zoologica e la dimensione dell anima creata dalla penna di Hermann Melville. Al pari degli altri mostri sacri della cultura occidentale (Frankestein, Amleto, ) la balena di Melville traccia un solco, lascia dietro di sé una linea di inchiostro e sangue che segue il tempo e il foglio, ora lo abbraccia e lo cinge per poi lasciarlo e farsi per un attimo tratto riconoscibile leggibile rappresentabile per confluire e perdersi poi di nuovo nel grande mare di inquietudine, domanda, ignoto che è l uomo moderno. 13

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 Comune di Forlì PRESENTANO EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 NOTTE VERDE e dell'innovazione RESPONSABILE e SETTIMANA DEL BUON VIVERE a cura di Centro per l Innovazione e lo Sviluppo Economico AZIENDA SPECIALE

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli