BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK. testo e regia. con. musiche. scenografie. disegno luci. collaborazione allestimento. tecnico luci/suono.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK. testo e regia. con. musiche. scenografie. disegno luci. collaborazione allestimento. tecnico luci/suono."

Transcript

1 BOMBOLO UNOTEATRO IL DOTTOR BOSTIK testo e regia Dino Arru con Dino e Raffaele Arru musiche Bruno Pochettino scenografie Raffaele Arru disegno luci Marco Zicca collaborazione allestimento Stefano Dell Accio tecnico luci/suono Martina Ravelli P e r qu a l s i a s i tip o di utili z z o e di ripr o d u z i o n e dell e sc h e d e, è se m p r e ne c e s s a r i o citar e la font e: a cur a d el Pr o g e t t o Te a t r o R a g a z z i e Gi o v a n i Pi e m o n t e.

2 La trama L a v v e n t u r a di B o m b o l o è qu e ll a dell a sc o p e r t a del m o n d o, di qu e l m o n d o ch e as p e t t a og n i ba m b i n o fuori dall a su a sta n z a, dall a su a ca s a, dal pal a z z o, ap p e n a las c i a t a la m a n o del pro p r i o ge n it o r e. E di qu e l m o n d o ch e og n i pic c o l o indi v i d u o sc o p r e pia n o pia n o de n t r o di sé, ta n t o va s t o qu a n t o qu ell o ch e si ve d e fuo ri dall a fine s t r a. Il sol e lo ab b a g l i a, la nott e lo av v o l g e, la nu v o l a lo ba g n a, la ba m b i n a ch e inc o n t r a lo e m o z i o n a, il m o n d o est e r n o è a port a t a dell e su e m a n i e dell e su e ga m b e, è ne c e s s a r i o os a r e, sp e ri m e n t a r e, an c h e fallir e per cre s c e r e. La sto ri a di B o m b o l o è qu e ll a di un ba m b i n o/ p u p a z z o co s t r u i t o da qu e ll o st e s s o ani m a t o r e ch e lo m u o v e, a vist a, sull a sc e n a. A n z i è l'ani m a t o r e ch e lo ac c o m p a g n a co n dis c r e z i o n e, qu a s i lo prot e g g e se n z a tro p p o ap p a r i r e, nel dip a n a r s i dell a vic e n d a. U n a sto ri a inizi a t i c a, po e ti c a e deli c a t a.

3 Le tematiche principali Lo sp e tt a c o l o tratt a dell a sc o p e r t a di sé cui si ispir a, no n inte n d e for ni r e ris p o s t e seri e l int e r e s s e del ba m b i n o e su s c i t a r n e il im m a g i n a z i o n e, ris p o n d e n d o alle su e esi g e n z e co m p r e n s i o n e. e del m o n d o ch e ci circ o n d a. C o m e il libr o a sui fen o m e n i nat u r a l i: vu o l e inv e c e sti m o l a r e div e r ti m e n t o m e s c o l a n d o os s e r v a z i o n e e est e ti c h e, ten e n d o s i se m p r e al su o liv ell o di La struttura dello spettacolo Scen a 1. Na s cit a di Bombolo La sc e n a ra p p r e s e n t a un cortil e di un pal a z z o, di un a città. E nott e, le fin e s t r e dell e ca s e so n o illu m i n a t e. Via via la nott e las c i a sp a z i o al gi o r n o, le luci si sp e n g o n o, tutt o è più visi bil e. P a s s a n o aer e i e aut o m o b i l i, pa s s a an c h e un a lu m a c h i n a, da un pe n d i o sciv o l a n o tre pall e col o r a t e. A p p a r e un uo m o ver o : è un att o r e, un ani m a t o r e, un fale g n a m e? E Din o! I ba m b i n i tra il pu b b l i c o si inc u ri o s i s c o n o. Lui pr e n d e le tre pall e col o r a t e e inizi a ad as s e m b l a r l e, m a il ris u lt a t o no n lo so d d i s f a... allor a es c e di sc e n a co n le tre pall e. Fu o r i sc e n a si se n t o n o ru m o r i di fale g n a m e r i a, an c h e es a g e r a t i, si intr a v e d o n o an c h e le sci n t ill e di un a m o l a; all i m p r o v v i s o Di n o ritor n a in sc e n a e or a nell e m a n i re g g e un pu p a z z o gr a s s o t t e l l o, co s t r u i t o pro p r i o coll e g a n d o le tre pall e inizi ali, dot a t o di bra c c i a, ga m b e e di un o sg u a r d o stu p i t o. E c c o B o m b o l o! Scen a 2. Bombolo affronta le prime difficoltà B o m b o l o no n sa ca m m i n a r e, è pro p r i o qu e ll a n i m a t o r e ch e l ha co s t r u i t o ch e lo ai ut a a m u o v e r e i pri m i pa s s i nel cortil e. N o n è facil e reg g e r s i in pie d i, l eq u ili b r i o è inst a b i l e, il cor p o va c ill a, m a i pri m i pa s s i so n o ent u s i a s m a n t i, B o m b o l o ha vint o la su a sc o m m e s s a, ce l ha fatt a, vie n e pre m i a t o co n un re g a l o : un pai o di patti ni a rot ell e! Q u e l l e q u i li b r i o difficil m e n t e ra g g i u n t o è or a m e s s o a dur a pro v a, B o m b o l o ca d e, si rial z a, ca p i t o m b o l a, sb a tt e co n t r o gli spi g o li dell e ca s e, m a poi an c h e qu e s t a diffic o l t à è su p e r a t a, B o m b o l o si div e r t e a corr e r e sui su oi patti n i finc h é... im p r o v v i s a m e n t e finis c e in un to m b i n o ap e r t o. Scen a 3. Bombolo supera la paura (con un piccolo aiuto ) N e l to m b i n o B o m b o l o è terr o r i z z a t o da cig o lii e ru m o r i so s p e t t i, infa s ti d i t o da ra g n i e ra g n a t e l e, su g g e s t i o n a t o da o m b r e e ba g li o r i. Into r n o a sé im m a g i n a m o s t r i gig a n t e s c h i. A n n a s p a n d o tent o n i nell a fioc a luc e B o m b o l o intr a v e d e un a fun e ch e pe n z o l a dall alt o, vi si ag g r a p p a e ris al e alle luc e: un a talp a be n e f i c a l ha aiut a t o a tor n a r e in su p e r f i c i e

4 Scen a 4. Il giorno B o m b o l o si è ap p e n a ripr e s o dall o sp a v e n t o ; in ciel o sor g e un sol e spl e n d e n t e. U n ra g g i o ac c e c a n t e col pi s c e gli oc c h i di B o m b o l o, Din o si affr e tt a ad info r c a r e gli oc c h i a l i da sol e e ne po r g e un pai o an c h e a bo m b o l o. I du e rim a n g o n o ad ab b r o n z a r s i per alc u n i se c o n d i sorri d e n d o ser e n i. D a di et r o i pal a z z i so p r a g g i u n g e un gr a n nu v o l o n e ch e os c u r a il sol e e br o n t o l a n d o sc a ri c a un a pio g g i a circ o s c r i t t a nell a zo n a do v e so s t a B o m b o l o. Di n o apr e un o m b r e l l i n o e lo pr ot e g g e, m a B o m b o l o no n si fa co n t r a r i a r e, trov a su bit o il m o d o di div e r tir s i an c h e co n la pio g g i a : pu ò salt a r e nell e po z z a n g h e r e! Scen a 5. La notte C a l a la ser a. Le fine s t r e dei pal a z z i si illu m i n a n o. Din o ac c e n d e un a tor ci a. S p u n t a an c h e la lun a. Le lun g h e o m b r e dell a nott e va g a n o tra i pal a z z i, furti v e. O c c h i fluo r e s c e n t i, os s e r v a n o, co m p a r e un gatt o, B o m b o l o av a n z a gu a r d i n g o rip a r a n d o s i dietr o Din o, m a fa pre s t o a mi c i z i a; co m p a r e an c h e un top o, ch e il gatt o m e t t e pr e s t o in fu g a. Scen a 6. L alternarsi notte/giorno Di n o ac c e n d e il sol e co n un gra n fia m m i f e r o. Il sol e si illu m i n a lent a m e n t e diff o n d e n d o la luc e e sc a c c i a n d o la nott e. D al terr e n o sp u n t a un gra n bel fior e: un gira s o l e, ch e è pi ù alt o di B o m b o l o. Il pu p a z z o lo a m m i r a e lo ac c a r e z z a, poi soll e v a n d o s i sull a pu n t a dei pie d i, lo an n u s a. D a ll a co r o ll a bal z a fuo ri un a ve s p a. B o m b o l o si sp a v e n t a e ca d e a terr a co n un gr a n ca p i t o m b o l o. Scen a 7. L innamora mento D a di etr o l an g o l o di un pal a z z o un a bi m b a os s e r v a la sc e n a im m o b i l e e sile n z i o s a. B o m b o l o la ve d e, cer c a un m o d o per fars e l a a mi c a, co gli e un fior e e corr e felic e ve r s o la bi m b a. Lei, s m o r f i o s a, si volt a e si allo n t a n a sc o m p a r e n d o oltr e i pal a z z i. Scen a 8. L oggetto trans azionale B o m b o l o è affr a n t o, si sie d e a terr a e inizi a a pia g n u c o l a r e. U n a m a n o ge n t il e (la m a m m a?) gli lan c i a un ors a c c h i o t t o di pel u c h e. B o m b o l o pri m a lo pre n d e per un a pall a e lo fa vol a r e co n un calc i o, poi lo os s e r v a m e g l i o, lo ac c a r e z z a e lo pr e n d e co n sé. B o m b o l o gira n d o su se ste s s o os s e r v a i pal a z z i e il cortil e, qui n d i infor c a l ors a c c h i o t t o co m e un o zai n e t t o, ed è pr o n t o per us c i r e dal cortil e. Scen a 9. Bombolo cres ce Si ve d e B o m b o l o allo n t a n a r s i dal cortil e dei su o i pri m i gio c h i: inc o n t r a an c h e un altr o ba m b i n o co m e lui, ch e lo ac c o m p a g n e r à per un po. D o v r à infin e attr a v e r s a r e un fitto bo s c o do v e inc o n t r a farf all e belli s s i m e, uc c e l li vari o p i n t i, m a an c h e un lup o da cui si tien e a dist a n z a. Pr o s e g u e n d o il via g g i o, B o m b o l o attr a v e r s a pa e s i e citt à, gu a d a fiu m i e sc a l a monta g n e. Or a i su o i sp o s t a m e n t i si fan n o più vel o c i, B o m b o l o infor c a un a bicic l e t t a, ora è se m p r e pi ù lont a n o...

5 Tecniche e linguaggi teatrali Bombolo è un o sp e tt a c o l o di teat r o di fig u r a ch e utiliz z a pu p a z z i in leg n o m a n o v r a t i a vist a. P e r facilit a r e la co m p r e n s i o n e da part e dei ba m b i n i più pic c o l i, la co m u n i c a z i o n e è affi d a t a uni c a m e n t e alle im m a g i n i in m o v i m e n t o e alla m u s i c a. I pe r s o n a g g i e le situ a z i o n i si car a t t e r i z z a n o per un a cert a ad e r e n z a al re al e, m a an c h e pe r un a tra s p o s i z i o n e fant a s t i c a dell e lor o car a t t e r i s t i c h e, unit a an c h e ad un gio c o di gra n d e/ pic c o l o, co m e l us o di un a co p i a pic c o l a del per s o n a g g i o o dell o g g e t t o per ra p p r e s e n t a r l o co m e dist a n t e. I ba m b i n i no n ris ult a n o affatt o sc o n c e r t a t i dall e spr o p o r z i o n i vol u t e, an z i l int e r v e n t o dell i m m a g i n a r i o e del fant a s t i c o aiut a la loro co m p r e n s i o n e e l im m e d e s i m a z i o n e in sc e n e e situ a z i o n i La creazione dello spettacolo Lo sp e tt a c o l o è ispir a t o al libr o di E. D él e s s e r t Co m e un top o pigli a un sa s s o sull a test a e sc o p r e il m o n d o, edi z i o n i E L. Il br e v e libr o di E. D é l e s s e r t è stat o lett o e fraz i o n a t o in sc e n e. N el libr o il pr ot a g o n i s t a è un to p o l i n o curi o s o, nell o sp e t t a c o l o inv e c e è un ba m b i n o di città, ch e de v e im p a r a r e a viv e r e tra pal a z z i e cortili, distri c a n d o s i tra av v e n t u r e e peri c o li dell a citt à, m a ch e su b i s c e al co n t e m p o la fas c i n a z i o n e dell a ca m p a g n a, de g li ani m a l e t t i e del bo s c o La scenografia e i costumi La sc e n a ch e i ba m b i n i po s s o n o visit a r e al ter m i n e dell a rap p r e s e n t a z i o n e ris ul t a m o l t o int e r e s s a n t e, per c h é si tratt a di ver a m a c c h i n a teatr a l e inc o r p o r a t a de n t r o un a gr a n d e ba r a c c a- sc a t o l a co n c e p i t a co m e un teatr o in mi ni a t u r a, es s e n d o pr o v v i s t a di pal c o s c e n i c o, qui n t e, fo n d a l i, gr ati c c i o, tiri e a m e r i c a n e per i fari. L a m b i e n t a z i o n e è qu e ll a di un cortil e, circ o n d a t o da alti pal a z z i e da un o spic c h i o di ciel o. Lo stil e dei pu p a z z i e dell e sc e n e ric hi a m a n o i pri m i an n i del 900 e un cert o ge n e r e di gio c a t t o l i ch e av e v a n o un m a r c a t o ric hi a m o alle av a n g u a r d i e del peri o d o.

6 I protagonisti La co m p a g n i a IL D O T T O R B O S T I K è og g i un a dell e po c h e for m a z i o n i italia n e ch e pe r c o r r o n o co n cor a g g i o e su c c e s s o un ca m m i n o d a v a n g u a r d i a nel "teatr o de g li og g e t t i". N a t a a To ri n o da un e s p e r i e n z a di ani m a z i o n e teatr a l e co n i bur a t ti n i, co n d o t t a nell e sc u o l e dell a citt à fin dal , si è co s tit u i t a leg a l m e n t e nel D a qu e ll a dat a ha attr a v e r s a t o un a se ri e di tap p e fon d a m e n t a l i - la re ali z z a z i o n e dei pri m i sp e t t a c o l i utiliz z a n d o le tec n i c h e arti gi a n a l i del teat r o dell e m a r i o n e t t e e dei bur a t ti n i, la pr e s e n z a sul territ o r i o tori n e s e co n un lab o r a t o r i o di co s t r u z i o n e e la coll a b o r a z i o n e co n im p o r t a n t i stru tt u r e dell a citt à (Cent r o S p e r i m e n t a l e dell a R A I T V e Te a t r o Sta b il e di To ri n o) - ch e le ha n n o per m e s s o di pe rf e z i o n a r e un o stile per s o n a l e e raffi n a t o ch e si ide n tifi c a nel parti c o l a r e ra p p o r t o ch e ne g li alle s t i m e n t i inter c o r r e tra att o r e e og g e t t o ani m a t o. L a n i m a z i o n e a vist a, la co m u n i c a z i o n e affid a t a prin c i p a l m e n t e al ling u a g g i o visi v o, l int e r e s s e e lo stu d i o dell e av a n g u a r d i e artis ti c h e del 900, lo sp e c i fi c o inte r e s s e ai te m i dell a vit a qu o t i d i a n a e al ra p p o r t o tra l uo m o e l a m b i e n t e, car a t t e r i z z a n o og g i la su a po e ti c a. Tr a gli sp e tt a c o l i alle s titi ric o r d i a m o : LE A V V E N T U R E DI CI P O L L I N O (1983), C A P O L I N E A (1985), C O M U N E M U L T I P L O (1988), A C Q U A (1990), LA V A L L E D E L C A O S (1995), B O S T I K J A Z Z B A N D IN C O N C E R T O (1999), F U T U R O A N T E R I O R E (1999), I SI G N O R I P O R C I M B O L D I (2000), IL M E L O G E N T I L E (200 1), H O VI S T O IL L U P O (2004), B& B(B e c k e t t an d B a c o n) (2005), T E N T A Z I O N I (2007) oltr e alle du e pro d u z i o n i re ali z z a t e in coll a b o r a z i o n e co n il "Sett o r e Pr o t e z i o n e Civil e" dell a R e g i o n e Pi e m o n t e : "E S S E O E S S E ov v e r o le dis a v v e n t u r e di Gi o v a n n i Ris c h i o t t o" (1998) e "A C Q U A DI P O, stori a del gr a n d e fiu m e " (2003). La co m p a g n i a og n i an n o eff ett u a più di ra p p r e s e n t a z i o n i e part e c i p a a Fe s t i v a l int e r n a z i o n a l i in tutt a E ur o p a. H a ric e v u t o tre pre m i per i mi g li o r i sp e tt a c o l i d a ni m a z i o n e e nu m e r o s e m e n z i o n i. Fin dall a n n o di co s tit u z i o n e è ric o n o s c i u t a dal Mi n i s t e r o del Tu ri s m o e S p e t t a c o l o (oggi Di p a r t i m e n t o dell o S p e t t a c o l o del Mi ni s t e r o dei B e n i C ult u r a l i) e dall a R e g i o n e Pi e m o n t e, As s e s s o r a t o alla cult u r a. E un a dell e co m p a g n i e fon d a t r i c i del "Pro g e t t o Pi e m o n t e Te a t r o R a g a z z i e Gi o v a n i". D a l ge n n a i o 2000, la C o m p a g n i a Stil e m a e il D ott o r B o s ti k ha n n o cre a t o U n o t e a t r o. A pa rti r e dall a m e s s a in co m u n e dell e pre c e d e n t i es p e r i e n z e, si è inte s o fon d a r e un luo g o do v e da r e m a g g i o r for z a al lav o r o di rifle s s i o n e sul ra p p o r t o tra il teat r o e la so c i e t à co n t e m p o r a n e a dell e gio v a n i ge n e r a z i o n i. N e l lu gli o al Fe s ti v a l "Arriv a n o dal m a r e" di C e r v i a, Di n o Arr u ha ric e v u t o la Sir e n a d'or o, il pr e m i o ch e an n u a l m e n t e vie n e attri b u i t o a per s o n a l i t à ch e ab b i a n o "con il lor o lav o r o e le lor o op e r e pr o m o s s o e illu m i n a t o il teatr o di figu r a nel m o n d o ". N e l giu g n o la co m p a g n i a è stat a invit a t a co n lo sp e t t a c o l o "A C Q U A ", qu a l e uni c a co m p a g n i a itali a n a al Fe s ti v a l M o n d i a l e U N I M A a Rij e k a (Croa z i a), nel giu g n o al festi v a l m o n d i a l e di Pr a g a (Rep u b b l i c a C e c a) co n lo sp e tt a c o l o TE N T A Z I O N I.

7 Approfondimenti possibili Fat e co s t r u i r e agli allie v i dei se m p l i c i pu p a z z i utiliz z a n d o palli n e, sc o t c h, pe z z i di sto ff a. C o n un o sc a t o l o n e co s t r u i t e poi la sc a t o l a- bar a c c a entr o la qu a l e i bur a t ti n i do v r a n n o m u o v e r s i e invit a t e gli allie v i ad aiut a r e il loro bur a t ti n o a m u o v e r e i pri m i pa s s i, a far g li co n o s c e r e il m o n d o, ad ac c u d i r l o e a las c i a r l o giro v a g a r e per un po. Pr e n d e t e not a dei ge s ti de g li alu n n i e del loro ra p p o r t o co n il bur a t ti n o- ba m b i n o : attr a v e r s o qu e s t o gio c o potr e t e sc o p r i r e m ol ti as p e t ti na s c o s t i del m o d o di ve d e r e il m o n d o, la vit a, gli aff e tti, la fa m i g li a dell alli e v o! C o m e è not o, dur a n t e l inf a n z i a in un per c o r s o ch e no n finis c e m a i e ch e inte r e s s a co m u n q u e tutt a la vita il fan c i u l l o co m i n c i a il pr o c e s s o dett o di indi v i d u a z i o n e, att o a sp e ri m e n t a r e, co n o s c e r e e co s t r u i r e la pro p r i a ide n tit à. Gr a n d e im p o r t a n z a in qu e s t o pr o c e s s o riv e s t e il gio c o e, in parti c o l a r e, il gio c o si m b o l i c o : il pro c e s s o di cre s c i t a e di ad a t t a m e n t o del ba m b i n o è fort e m e n t e an s i o g e n o e ha qui n d i bis o g n o di un luo g o di ra p p r e s e n t a z i o n e in cui pr oi e t t a r e le ten s i o n i ch e no n sa p r e b b e altri m e n t i ela b o r a r e ed es p ri m e r e : Di n a R o s e n b l u t h scri v e ch e nel gio c o il ba m b i n o, in un m o m e n t o, in un lu o g o e in un a circ o s t a n z a ch e egli ste s s o ha sc elt o, pu ò ritor n a r e e ritor n a r e su situ a z i o n i ch e nell a voit a est e r n a o nell a vita dell a su a fant a s i a inte r n a lo ha n n o pre s o un po di sor p r e s a e lo ha n n o las c i a t o sc o n v o l t o. E gli pu ò tent a r e, nel gio c o, di co n c ili a r s i co n tali situ a z i o n i e di su p e r a r l e pe r affr o n t a r e un altr o pro b l e m a. Le v V y g o t s k i j sott o li n e a ch e attr a v e r s o la finzi o n e ludi c a il fan c i u l l o allar g a il pr o p r i o ca m p o di azi o n e e di co n o s c e n z a, es p r i m e n d o prin c i p a l m e n t e il pr o p r i o bis o g n o di co n o s c e r e e di ad a t t a r s i al m o n d o. Il gio c o è il m e z z o più effici e n t e per svil u p p a r e il pe n s i e r o ast r a t t o : il ba m b i n o cre a dell e situ a z i o n i im m a g i n a r i e per su p e r a r e i limiti dell e su e po s s i b i l it à di azi o n e co n c r e t a e real e. Pi a g e t so s ti e n e ch e il gio c o di finzi o n e co m p a r e nel ba m b i n o intor n o ai du e an n i, tra la fin e dell o sta d i o se n s o m o t o r i o e l inizi o di qu e ll o pr e o p e r a t o r i o. A qu e s t a età si verifi c a un o str a o r d i n a r i o inc r e m e n t o nell atti v it à si m b o l i c a e il ba m b i n o co m i n c i a a m o s t r a r e la ca p a c i t à di ca p i r e il m o n d o attr a v e r s o l us o di si m b o l i. Br u n e r co n s i d e r a il gio c o "un m o d o per mi ni m i z z a r e le co n s e g u e n z e dell e azi o n i e qui n d i ap p r e n d e r e in un a situ a z i o n e m e n o ris c h i o s a "; inoltr e gli ap p a r e co m e "un a bu o n a oc c a s i o n e pe r tent a r e nu o v e co m b i n a z i o n i co m p o r t a m e n t a l i ch e no n potr e b b e r o es s e r e te nt a t e sott o pr e s s i o n e fun z i o n a l e ". In qu e s t i gio c h i di finzi o n e, del "fare fint a ch e...", il ba m b i n o se g u e inizi al m e n t e un im p u l s o pur a m e n t e imit a ti v o, ch e lo aiut a a var c a r e i limiti dell'i n f a n z i a, per pr oi e t t a r s i nel m o n d o de g li ad u l ti, e im p e r s o n a r n e i ru oli. P o s s i a m o qui n d i dire ch e og n i ba m b i n o, attr a v e r s o il gio c o del fac c i a m o ch e io er o, attr a v e r s o l id e n t ifi c a z i o n e co n qu a l c u n o ch e viv e un a situ a z i o n e m ol t o div e r s a dall a pr o p r i a, pu ò sp e r i m e n t a r e nu o v i m o n d i e nu o v i m o d i di rap p o r t a r s i, inv e s t i g a r e realt à sc o n o s c i u t e e de fi n i r e qui n d i m e g l i o la pro p r i a ide n t it à. P u ò gioc a r e a es s e r e qu a l c u n o se n z a do v e r n e su b i r e le co n s e g u e n z e, pu ò tra s f e r i r e an s i e e fant a s m i tipici dell a cre s c i t a in un a situ a z i o n e pr o t e t t a e ra p p o r t a r s i alle as p e t t a t i v e altr ui se n z a il ris c h i o di del u d e r l e sul seri o. M a n m a n o ch e il fan c i u l l o cre s c e gio c h i e fia b e di qu e s t o tip o po s s o n o an c h e aiu t a r e a co m p r e n d e r e l Altr o, a im m e d e s i m a r s i in un Altr o ap p a r e n t e m e n t e tant o lont a n o : chi e d e r s i ch e co s a far ei io se fos s i nell a su a situ a z i o n e? ser v e a co s t r u i r e un a cult u r a dell a pa c e e dell a toll e r a n z a, aiut a a m e t t e r e le ba s i per un a so c i e t à inte r c u l t u r a l e in cui la div e r s i t à è ric c h e z z a da cui attin g e r e e no n m a l e da estir p a r e. Attr a v e r s o il gio c o del ba m b i n o, qui n d i, l ad u lt o pu ò co m p r e n d e r e m ol t o del su o m o n d o int e ri o r e : M el a n i e Kl ei n fu la pri m a a so s t e n e r e l im p o r t a n z a dell o s s e r v a z i o n e del gio c o dei ba m b i n i per ac c e d e r e al lor o inc o n s c i o per c h é attr a v e r s o di es s o il ba m b i n o

8 ela b o r a i co n flitti, le an g o s c e, le fant a s i e. S p e s s o inoltr e il ba m b i n o port a nel gio c o, attr a v e r s o un a tra s l a z i o n e di og g e t t i, le pr o p r i e es p e r i e n z e di vita e sa p e r l e leg g e r e pu ò aiu t a r e ad aiu t a r li. A n c h e Sig m u n d Fr e u d av e v a sott oli n e a t o co m e il gio c o sia un m o d o per il ba m b i n o di ri m e t t e r e in att o es p e r i e n z e psi c h i c h e dol o r o s e e di pr o v a r e a rip a r a r e inc o n s c i a m e n t e sit u a z i o n i di soff e r e n z a. Offri r e qui n d i ai ba m b i n i un o sp a z i o per il gio c o e la cre a t i v i t à e av e r e l atte n z i o n e di leg g e r l i, pu ò es s e r e un a cart a vin c e n t e per far e m e r g e r e an s i e e pa u r e, ag g r e s s i v i t à e de s i d e r i. C o n il gio c o il ba m b i n o pu ò es p r i m e r e l indi c i b il e, rac c o n t a r e co s e ch e no n rie s c e e no n pu ò ver b a l i z z a r e : co n il gio c o il ba m b i n o ela b o r a, riel a b o r a e co m u n i c a : un att e g g i a m e n t o e m p a t i c o e att e n t o pu ò far e in m o d o ch e qu e s t a co m u n i c a z i o n e no n ca d a nel vu o t o. ptr g f o n d a z i o n e t r g. it P o t e t e invi a r e allo sp o r t e l l o e m a i l d el Pr o g e t t o Te a t r o R a g a z z i e Gi o v a n i Pi e m o n t e le vos t r e do m a n d e e le vos t r e os s e r v a z i o n i rel a ti v e alle vari e te m a t i c h e d el ra p p o r t o tra teat r o e sc u o l a. Ri c e v e r e t e un a ris p o s t a da es p e r t i del sett o r e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna

Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna Provincia di Cuneo - Settore Tutela Flora e Fauna Monitorag gio dei siti di resenza del Gambero di fiume (Austrootamobius allies) in Provincia di Cuneo e loro caratterizzazione Provincia di Cuneo - Settore

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

I trasduttori di temperatura integrati

I trasduttori di temperatura integrati I trasduttori di temperatura integrati La m o der n a t ec n ol o gi a d ei cir cu it i i nt egr ati ha det er m i nat o, g ià da q u al c he an n o, l'im m is si o ne su l m er c ato di tr asd u tt or

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI 1 Indice generale A n a li si di c o n t e s t o p a g. 3 L off e rt a d i f or m a z

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Piano Forestale Regionale PFR 2009-2013. Manuale per la corretta realizzazione e manutenzione delle opere di salvaguardia dei versanti

Piano Forestale Regionale PFR 2009-2013. Manuale per la corretta realizzazione e manutenzione delle opere di salvaguardia dei versanti Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Piano Forestale Regionale PFR 2009-2013 Documento di indirizzo F Manuale per la corretta realizzazione e manutenzione delle opere di salvaguardia

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

SBARRETTA E LA RICETTA TRAFUGATA

SBARRETTA E LA RICETTA TRAFUGATA I gialli del Lemoncello SBARRETTA E LA RICETTA TRAFUGATA L e lab br a si serr ar o n o ripie g a n d o s i leg g e r m e n t e all int er n o las ci a n d o nel co nt e m p o un a min u s c o l a fes s

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Acqua, sapone, dentifricio e spazzolino

Acqua, sapone, dentifricio e spazzolino Solista Coro Ú 111 c c Acqua, sapone, dentifricio e spazzolino Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti (Introd Pianoforte Fa Do Sol Do ) Do Fa Ó Œ j Œ A Ac-qua, sa - po - ne, den - ti

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Ma nua le N 12110 Rev. B spa Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep

Dettagli

Ratto al ballo. AESS Archivio di Etnografia e Storia Sociale

Ratto al ballo. AESS Archivio di Etnografia e Storia Sociale Ratto al ballo Esecuzione di Eva Tagliani Colleri (PV), 1984 registrazione di Aurelio Citelli e Giuliano Grasso Maggio 2005 Temi/Aspetti 3 Personaggi 5 Luoghi 7 Storia 9 Trascrizione fonetica 11 Esercizi

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome Curriculum Vitae Informazioni personali Nome/Cognome Indirizzo via G.Galiei,13 06019 Umbertide (PG) Telefono +39 338 8692643 E-mail Web site Cittadinanza raschiandrea@libero.it www.fisiobrain.com Italiana

Dettagli

Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola Primaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insegnante: Carla Lain

Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola Primaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insegnante: Carla Lain Società del Quartetto - Amici della Musica di Vicenza Scrivi che ti canto - Vicenza 00/05 Sez 1 - II remio Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola rimaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insenante:

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche c uriosando in Bibl i oteca Spunti tematici

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. -

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. - KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS VDS-EX4 VDS-EX8 Istruzioni INSTALLAZIONE Ma nua le n 17540 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

Lino Spazzolino. Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti. (Introd. Pianoforte : Fa Sol Fa. no un ti. so - che.

Lino Spazzolino. Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti. (Introd. Pianoforte : Fa Sol Fa. no un ti. so - che. Solista Ú 99 c Lino Spazzolino Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti (Introd. Pianoforte : Fa Sol Fa ) Coro c 1. 2... Lam7 Do7 Fa7 Mi7. Li - Son no tan - lo ti i spaz - mo - zo - li

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html Pagina 1 di 5 Blow Photofinish up sul mondo della fotografia AP R 0 9 8 Mo s tre, m o s t re e a n c o ra m o s t re! Pu b b lic a t o d a Fra n c e s c a D e Me is a lle 1 2 :3 3 in Mo s t re Si intitola

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

Fo glio d in stal la zio ne

Fo glio d in stal la zio ne Fo glio d in stal la zio ne Ma nua le n 18682 Rev. - Questo apparecchio è studiato per funzionare con impianti elettrici da 12Vcc con Negativo a massa. Prima di installarlo controllare la tensione della

Dettagli

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o m e d o r o La Ma d d a l e n a. La Ma d d a l e n a è, p e r c o s i d i r e, u n m i c r o c o sm o a u t o s u f f i c i e n t e, s t a c c a t o c o n il s u o a r c i p el a g o dalla Sa r d e g

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra. Sistemi Naturali per sfioratori di reti fognarie miste Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.com Iris

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E

GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E 2004-2011 P re m e tt o c h e l a se g ue n te g u i d a è stata c reata esp l i c i ta

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

Altissima Luce. Lauda sec. XIII tratta dal Laudario di Cortona. gran-de splen do-re in ... amo - di. ro - fio - sa, ri, stel - la. na ra. œ œ.

Altissima Luce. Lauda sec. XIII tratta dal Laudario di Cortona. gran-de splen do-re in ... amo - di. ro - fio - sa, ri, stel - la. na ra. œ œ. Soprano Chitarra 5 hk» 4 6 Al hk» 4 6 Œ A ve Fre sca 5 1 1 Mosso tis si ma lu ce col re ri gi na ve ra lu gui da ce di la vi schie na ra vir di pul or grande splen dore in cel la na ta amo di ro fio sa

Dettagli

Light & Dream Spring 2015

Light & Dream Spring 2015 Light & Dream Spring 2015 Sommario San Valentino pag. 4 Carnevale pag. 6 Festa della Donna pag. 8 Cari amici e amiche, Dopo un lungo inverno la primavera è ormai alle porte. Abbiamo tutti voglia di sole,

Dettagli

Il dente cadente. Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti. b œ œ œ œ œ œ œ.

Il dente cadente. Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti. b œ œ œ œ œ œ œ. Solista Ú c Il dente cadente Testo : Maria Cristina Meloni - Musica : Andrea Vaschetti 104 ( Introd Pianoforte ) Mi Mi n Coro c Mi Que - sto è il rap del den - te ca - den - te Œ r del j la - scia spa

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco na zi on a le Do lo

Dettagli

Criteri per l integrazione l fotovoltaici

Criteri per l integrazione l fotovoltaici Criteri per l integrazione l degli impianti fotovoltaici Gerardo Montanino Direttore Operativo Energy Forum - Bressanone, 9 dicembre 2008 www.gsel.it 2 Indice Il Conto Energia Bilancio del Conto Energia

Dettagli

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE.

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL SALDO COMMERCIALE A cura di: Manuela Gussoni Ufficio studi IMM 21 maggio 2014 In un contesto di sostanziale stazionarietà dell export

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Schede e giochi per la lingua italiana. Gli obiettivi di ogni step sono indicati sotto di esso

Schede e giochi per la lingua italiana. Gli obiettivi di ogni step sono indicati sotto di esso Competenza/e da sviluppare Saper analizzare e discriminare; saper osservare; saper cogliere ed utilizzare i suoni della lingua; saper mettere in relazione ed associare; saper usare l attenzione selettiva

Dettagli

W AT E R DE SI GN 2 0 15

W AT E R DE SI GN 2 0 15 W AT E R DE SI GN 2 0 15 Milano rico nferm a il s ucces s o dell appuntam ento che celebra il co nnubio tra Acqua e Des ig n, do po le precedenti quattro edizio ni a B o lo g na 10 giorni dedicati al design

Dettagli

Cosa fa oggi Assocom?

Cosa fa oggi Assocom? Si riparte dal 2016 Cosa fa oggi Assocom? Lavora (tanto) per il mercato. Lavora (tanto) per il mercato. Ma pochi lo sanno, o lo ricordano. Lobbying Seguire gli sviluppi legislativi a livello europeo e

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Rassegna Stampa Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Roma, Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Videoconferenza e medicina: nasce Romeo, network per la ricerca in radioterapia oncologica

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP)

STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP) C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI No m e Indirizz o STEFANO PASTINE Via Cerc hi o, 10 Orto n o v o (SP) E- m a il stepastine@libero.it Nazio n a lit à Italiana Data di nas cita Profe

Dettagli

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9%

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% IL LAZIO Count:104 Minimum:0,185 Maximum:30174,696 Sum:256143,579 Mean:2462,919029 Standard Deviation:5182,531259 Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% Dimensione media AP 2.450,6 ha ds 5.173,07 ha

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PARTE PRIMA - N

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PARTE PRIMA - N 22-10-2004 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PARTE PRIMA - N. 143 25 CIRCOLARE DELL ASSESSORE ALLA PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE, POLITICHE ABITATIVE, RIQUALIFICAZIONE URBANA, pro to

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

Anno maggio 2004 N. 64

Anno maggio 2004 N. 64 Par te prima - N. 11 Spe di zio ne in ab bo na men to po sta le - Fi lia le di Bo lo gna Euro 0,41 art. 2, com ma 20/c - Leg ge 662/96 Anno 35 25 maggio 2004 N. 64 Som ma rio LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI

Dettagli

Risultati della sperimentazione: - Pareti semplici Si sono riscontrate le seguenti situazioni che servono ad avere una idea globale del fenomeno:

Risultati della sperimentazione: - Pareti semplici Si sono riscontrate le seguenti situazioni che servono ad avere una idea globale del fenomeno: IL POTERE FONOISOLANTE DI COMPONENTI IN LATERIZIO I dati che seguiranno si riferiscono a una indagine sperimentale sulle prestazioni acustiche di pareti e solai in laterizio. Le tipologie analizzate sono

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

I numeri del pubblico impiego

I numeri del pubblico impiego I numeri del pubblico impiego! "$#%'&()*)+-, Fonte: elaborazione Dipartimento della Funzione Pubblica su dati OCSE/PUMA22 I numeri del pubbl i co i mpi ego Occu pazione nel settore pubblico in alcuni paes

Dettagli

el meg CS410 el meg CS410-U el meg CS400xt el meg IP-S400 voi ce-mail T400, T400/2 Istru zio ni per l'uso Italiano

el meg CS410 el meg CS410-U el meg CS400xt el meg IP-S400 voi ce-mail T400, T400/2 Istru zio ni per l'uso Italiano el meg CS410 el meg CS410-U el meg CS400xt el meg IP-S400 voi ce-mail T400, T400/2 Istru zio ni per l'uso Italiano Nota! Per i te le fo ni di sis te ma e i re la ti vi im pi an ti del le pre sen ti istru

Dettagli

LABO RATO RIO D I INFO RM ATICA CLASSI 3 A E 3 B ANNO SCO LASTICO 2 0 0 8-0 9

LABO RATO RIO D I INFO RM ATICA CLASSI 3 A E 3 B ANNO SCO LASTICO 2 0 0 8-0 9 LABO RATO RIO D I INFO RM ATICA CLASSI 3 A E 3 B ANNO SCO LASTICO 2 0 0 8-0 9 Q ue st a nno, d ura nt e il la b o ra t o rio d i inf o rm a t ica, a b b ia m o o sse rva t o d ip int i d i VINCENT VA N

Dettagli

Causali Consulenti del Lavoro

Causali Consulenti del Lavoro Causali Consulenti del Lavoro Codice Descrizione Codice posizione Tipo inizio periodo riferimento AG00 AL00 AN00 AO00 AP00 AQ00 AR00 provinciale di Agrigento provinciale di Alessandria provinciale di Ancona

Dettagli

elmeg ICT Istru zio ni per l'uso Ita lia no

elmeg ICT Istru zio ni per l'uso Ita lia no elme ICT Istru zio ni per l'uso Ita lia no Dichiarazione di conformità e rcatura CE Ques to dis po si ti vo è con for me al la di ret ti va co mu ni ta ria R&TTE 5/1999/CE:»Di ret ti va 1999/5/CE del Par

Dettagli

chalky finish soft touch Mobili, pareti, complementi d arredo, oggetti, colori... scopri gli elementi chiave per uno stile shabby chic.

chalky finish soft touch Mobili, pareti, complementi d arredo, oggetti, colori... scopri gli elementi chiave per uno stile shabby chic. chalky finish soft touch Mobili, pareti, complementi d arredo, oggetti, colori... scopri gli elementi chiave per uno stile shabby chic. rinnovare mobili, pareti, quadri, oggetti, tutto ciò che ci circonda:

Dettagli

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE Vorresti... Avere i mezzi promozionali della Grande Distribuzione? Oggi si può, entrando a far parte di un grande circuito Aumentare la visibilità

Dettagli

Revisione dei bilanci delle Aziende sanitarie Esiti del progetto Certificazione dei bilanci delle Aziende sanitarie e provvedimenti relativi

Revisione dei bilanci delle Aziende sanitarie Esiti del progetto Certificazione dei bilanci delle Aziende sanitarie e provvedimenti relativi Parte seconda - N. 47 Spedizione in abbonamento postale - Filiale di Bologna Euro 5,33 art. 2, comma 20/c - Legge 662/96 Anno 36 22 aprile 2005 N. 69 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 febbraio 2005,

Dettagli

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile LITE MOT IVE: SMART URBAN MOBILITY ( versione in Progress - richiedere aggiornamenti ) 0 1 07 2012 A B S T R A C T I l P r o g r e s s o è u s c i t o d a i b

Dettagli

el meg ICT Mon tag gio Italiano

el meg ICT Mon tag gio Italiano el meg ICT Mon tag gio Italiano Di chia ra zio ne di con for mi tà e mar ca tu ra CE Ques to dis po si ti vo è con for me alla di ret ti va co mu ni ta ria R&TTE 5/999/CE:»Di ret ti va 999/5/CE del Par

Dettagli

PER L UNIFICAZIONE DEL DIRITTO IN EUROPA: IL CODICE EUROPEO DEI CONTRATTI

PER L UNIFICAZIONE DEL DIRITTO IN EUROPA: IL CODICE EUROPEO DEI CONTRATTI PER L UNIFICAZIONE DEL DIRITTO IN EUROPA: IL CODICE EUROPEO DEI CONTRATTI Giu sep pe GANDOLFI SOMMARIO: I. Ta be lle di mar cia adot te per l e la bo ra zio ne del pro - get to e ruo lo del Co de Na po

Dettagli

Qualifica di precedenza. Sistema di trasmissione 12:00 Telex Fono Corr. Fax

Qualifica di precedenza. Sistema di trasmissione 12:00 Telex Fono Corr. Fax Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile U.O.D. 06 - Emergenza e Post-Emergenza Sala Operativa Regionale Centro Situazioni soru@pec.regione.campania.it

Dettagli

Aprite le porte a Cristo Inno al beato Giovanni Paolo II

Aprite le porte a Cristo Inno al beato Giovanni Paolo II oro e Org rite le orte a risto Inno al beato Giovanni Paolo II Marco Frisina q=60 F ri te le orte a ri sto! Non ab bia te a u salan 5 Organo 5 7 ca te il vo stro cuo re al l' re di Di o ri te le orte a

Dettagli

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative - brochure - i n i z i a t i v a r i f o r m a d a l b a sso.blogspot.it - i n i z i at i

Dettagli

elmeg T444 Istru zio ni per l'uso Ita lia no

elmeg T444 Istru zio ni per l'uso Ita lia no elmeg T444 Istru zio ni per l'uso Ita lia no Dichiarazione di conformità e marcatura CE Questo dispositivo è conforme alla direttiva comunitaria R&TTE 5/1999/CE:»Direttiva 1999/5/CE del Parlamento europeo

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I E R E C A R R O Z ZA FE D E R I C O. ( P r o c e d e a l l ' a p p e l l o n o m i n a l e ).

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I E R E C A R R O Z ZA FE D E R I C O. ( P r o c e d e a l l ' a p p e l l o n o m i n a l e ). C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P. N. 1 O. d. G. - C. C. D E L 1 9 M A G GI O 2 0 0 8 C O N V A L I D A D E GLI ELETTI A L L A C A R I C A D I S I N D A C O E D I C O N S I GLIER E C O M U N A L E E C O

Dettagli

Atomi, molecole e ioni

Atomi, molecole e ioni Atomi, molecole e ioni anione + - catione Teoria atomica di Dalton 1. Un elemento è composto da particelle minuscole chiamate atomi. 2. In una normale reazione chimica, nessun atomo di nessun elemento

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

Domenica, 26 agosto 2012 LA VERA RELIGIO N E

Domenica, 26 agosto 2012 LA VERA RELIGIO N E Domenica, 26 agosto 2012 LA VERA RELIGIO N E Ge n e s i 4:3-7- Avvenne, dopo qualche tempo, che Caino fece un offerta di frutti della terra al Signore. Abele offrì anch egli dei primogeniti del suo gregge

Dettagli

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica.

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica. lex 24 codici civile Processo ico telemat immobili contratti società ne circolazio stradale lavoro famiglia ilità responsab to en im c ar e ris E-Learning mediazione penale servizi lass Business C to it

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICO GSM

COMBINATORE TELEFONICO GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM G3 Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Sof twa re Ver. 1.02 Ma nua le n 17548 Rev. A Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato.

Dettagli

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita CURRICULUM VITAE IN FORMATO EUROPEO I n f o r m a z io n i pe r s o n a l i Nome Indirizzo Cozzo D a c ia Telefono Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita E s p e r ie n z a l a v o r a t iv a

Dettagli

Azienda USL di Piacenza

Azienda USL di Piacenza Azienda USL di Piacenza Aziende Sanitarie ed utenti Internet cambia il lavoro Le tecnologie della comunicazione cambiano anche i lavori tradizionali. Come cogliere le opportunità Roma, 19 maggio 2011 1

Dettagli

il Mensile PERIODICO NAZIONALE DI INFORMAZIONE, ATTUALITA E CULTURA

il Mensile PERIODICO NAZIONALE DI INFORMAZIONE, ATTUALITA E CULTURA NON GETTARMI! CONSERVA QUESTO GIORNALE: POTRAI PARTECIPARE A UN GRANDE CONCORSO NON GETTARMI! CONSERVA QUESTO GIORNALE: POTRAI PARTECIPARE A UN GRANDE CONCORSO Copia Omaggio 0.50 Euro ANNO VI, N. 2 - FEBBRAIO

Dettagli

IRS-8B. Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO. Sof twa re Ver. 1.05 Ma nua le N 19096 Rev. -

IRS-8B. Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO. Sof twa re Ver. 1.05 Ma nua le N 19096 Rev. - IRS-8B Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Sof twa re Ver. 1.05 Ma nua le N 19096 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva il

Dettagli

Non-corrispondenza. 1 fonema 2 o 3 grafemi. / ts k dz g / c-ci c-ch-q g-gi g-gh. /N S L / gn-gni sc-sci gl-gli

Non-corrispondenza. 1 fonema 2 o 3 grafemi. / ts k dz g / c-ci c-ch-q g-gi g-gh. /N S L / gn-gni sc-sci gl-gli CONSIGLI PER L APPRENDIMENTO DELLA LETTO-SCRITTURA (a cura della Dott.ssa Allamandri Valeria) Si consiglia di utilizzare il materiale Imparo a leggere giocando Ed.Esperienze 0172-646321, www.esperienzeditrice.it

Dettagli

S i g n o r V i c e M i n i s t r o p e r l U n i v e r s i t à, A u t o r i t à, M a g n i f i c i R e t t o r i, c a r i C o l - l e g h i, c a r i S t u d e n t i, S i g n o r e e S i g n o r i, r i

Dettagli

Baseworld 2014, il Pavillon di Patek Philippe è un progetto di Ottavio Di Blasi

Baseworld 2014, il Pavillon di Patek Philippe è un progetto di Ottavio Di Blasi 3/4/2014 Baseworld 2014, il Paviln di Patek Philippe è un progetto di Ottavio i Blasi Il magazine di design di BLOO Homepage > Eventi Baseworld 2014, il Paviln di Patek Philippe è un progetto di Ottavio

Dettagli

popolazione ha un andamento regressivo, dove la popolazione anziana supera il 24%, dove per strada, nei

popolazione ha un andamento regressivo, dove la popolazione anziana supera il 24%, dove per strada, nei i tesi i te ve to Ri i i otto e, o veg o i te azio ale La tutela degli a zia i Il p i o pe sie o he i è ve uto ua do ho i evuto l i vito pe esse e ui a pa la vi oggi è he il condominio solidale non è un

Dettagli

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca La delocalizzazione delle università statali italiane Presentazione dei risultati della ricerca Obiettivi conoscitivi Descrivere il fenomeno della delocalizzazione universitaria; Analizzare il processo

Dettagli