Costo - /kwh. Costo - 0,17 0,12 0,07

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Costo - /kwh. Costo - 0,17 0,12 0,07"

Transcript

1 Ing. Diego Bonata LE NUOVE FRONTIERE DELL ILLUMINAZIONE ECO-SOSTENIBILE 22 Novembre 2012

2 SITUAZIONE IN ITALIA Costo - /kwh SITUAZIONE IT kwh: il costo del kwh è purtroppo cresciuto del 12,5 % l ultimo anno, del 40% in 2 anni e del 141% dal 2005! 0,17 0,12 0, gen-05 1-giu nov-05 1-apr-06 1-set-06 1-feb-07 1-lug-07 1-dic-07 1-mag -mag-08 Costo - 1-ott mar ago gen-10 1-giu nov-10 1-apr-11 1-set-11 1-feb-12 1-lug-12 C Crescita: in soli 15 anni per i nuovi impianti le bollette energetiche per l IP dei comuni raddoppiano! (dati Terna)

3 SITUAZIONE EUROPEA Kpi dell illuminazione pubblica in Europa In Italia e Spagna due situazioni insostenibili!

4 SITUAZIONE EUROPEA Kpi dell illuminazione pubblica in Europa In tutti i parametri Italia e Spagna primeggiano

5 NORME ITALIANE/UE LEGGI REGIONALI: 18 leggi regionali Tali leggi si differenziano sostanzialmente per un parametro fondamentale: L Emissione verso l alto Non tutte le leggi sono ugualmente efficaci: da 0 a 0.49 cd/klm da 0 a 35 cd/klm(8 valori a seconda della situazione) < < 3% del flusso UNI o ( 3%, 10% o medio < 23%) Rif. UNI 10819

6 NORME ITALIANE/UE COME ILLUMINARE QUANTO ILLUMINARE OTTIMIZZAZIONE IMPIANTO GESTIONE DELLA LUCE SORGENTI EFFICIENTI Le L.R. per il contenimento dell Il e per il risparmio energetico di fondano su 5 pilastri che caratterizzano le più avanzate leggi anti inquinamento luminoso: 1- Ridurre l emissione di luce diretta inviata verso l alto (punto 1) 2-Ridurre l emissione di luce indiretta inviata verso l alto (punto 2 e 5 ed indirettamente punti 3 e 4)

7 NORME ITALIANE/UE pren : Definisce cosa sin intende per risparmio energetico nell illuminazione pubblica Dopo 5 anni di gestazione è già vecchia prima della sua emissione in quanto: - Considera «efficienti» impianti oggi mediocri - Tratta l illuminazione da un punto meramente di kw/m2 non in funzione dell ambito da illuminare. Una tangenziale ed un centro storico, una ciclabile ed una rotatoria sono la stessa cosa!

8 NORME ITALIANE/UE Operazione Cieli Bui: Norma della Legge di stabilità Bocciata alla commissione bilancio della camera magistralmente boicottata dalle lobbies dell energia che hanno forzato le ataviche paure del cittadino (e dei politici di perdere voti) del buio suscitando immagini surreali di città buie e da coprifuoco della seconda guerra mondiale. Probabilmente verrà ripresa in un decreto sull energia.

9 NORME ITALIANE/UE Certificazione energetica dell illuminazione: Documento condiviso da HERA, Light-is e parecchi società ed organizzazioni italiane con l obbiettivo di introdurre la certificazione energetica dell illuminazione. Verrà presto inserita nella legge regionale dell Emilia Romagna e verrà creato un software on-line di certificazione.

10 NORME ITALIANE/UE Indice di rendimento degli apparecchi: IPEA = Ro / Rr

11 NORME ITALIANE/UE Indice di rendimento dell impianto IPEI:

12 STRUMENTI - LE NUOVE SORGENTI LUMINOSE Rendimento superiore del 20%: SAP, CDO, HCI-TT Old CDO 6300 lm 9400 lm lm lm 4800 lm Old CDO 6600 lm lm lm lm 4500 lm HCI-TE35W 88Ra 3000K 3200lm

13 STRUMENTI - LE NUOVE SORGENTI LUMINOSE Elevata durata di Vita: SAP, CT, Led Da non confondere con la vita media!

14 STRUMENTI REGOLAZIONE E TELEGESTIONE Sistemi centralizzati o punto a punto: - La tecnologia deve essere scelta (anche mista) in funzione delle effettivo vantaggio in funzione di esigenze-gestibilità - C e una forte differenza fra tecnologia e tecnologia - Le referenze (contattabili) sono molto più affidabili di tante chiacchiere dei commerciali - Non tutti i sistemi sono compatibili con norme e leggi e con tutte le sorgenti (es LED, CPO, Ioduri metallici BC) - Solo rispondenti alla norma UNI e con efficienze da. Confronto economico

15 STRUMENTI REGOLAZIONE E TELEGESTIONE SPECIFICHE MINIME: Le prestazioni minime certificate da ente terzo che devono essere garantite, secondo norma UNI 11431: PER tutti i regolatori di flusso luminoso gli alimentatori elettronici dimmerabili, i regolatori di tensione, gli alimentatori bipotenza, i driver LED; - Classe di regolazione a1 (1-0.5) - Classe di programmazione p1 (4 prog. Stag, 4 giornal.) Regolatori centralizzati di tensione: - Rendimento r1 (<98%) - Classe di carico l1 (rendimento al 50% del carico) - Classe di stabilizzazione y (fasi indipendenti)

16 TECNOLOGIE EVOLUTE LIGHT ON DEMANDE: Accensione della luce su richiesta specifica dell utente La luce al tuo servizio. - Tecnologia LED - Gestione con smart-phone - Risparmi anche superiori all 80% VIGEVANO - MKT comunale Accendi la torre del Bramante con un SMS

17 MOTION LIGHT: Accensione della luce al passaggio la luce che ti segue - Tecnologia LED - Sensori+timer+linea - Risparmi superiori al 60% TECNOLOGIE EVOLUTE 1km di pista ciclabile: H=5 metri D=30 metri SAP 70W contro LED 32W Sorgente 1: Sodio alta pressione 70W Risparmio per la sola riduzione di potenza: Risparmio (impianto acceso solo il 20% di 4200 ore) : Risparmio totale annuo: Investimenti (apparecchi e tecnologia Motion Light): Pay Back investimenti (apparecchi + tecnologia ML) CO2 non immessa in atmosfera: 874 /anno 447 /anno /anno /anno 7.5 anni 4-5t/anno

18 TECNOLOGIE EVOLUTE LIGHT ADAPTIVE: Luce adattiva un funzione dell effettivo utilizzo la luce che serve - Tecnologia Tradizionale o LED - Sensori di traffico+software adattivo - Risparmi dal 33 al 50% - Tempi di rientro investimenti da 8 a 11 anni per i costo degli investimenti ENEA-Ministero sviluppo economico

19 LIGHT ADAPTIVE: Funzionamento - Istantaneo - Storicizzato TECNOLOGIE EVOLUTE

20 TECNOLOGIE EVOLUTE LIGHT AND EVENT: - Luce ad evento impiegata per grossi ambiti di riqualificazione di aree ed edifici di pregio IL PROGETTO DI PIAZZA DUCALE DI VIGEVANO Progetto di luce scenografica interattiva con gli utenti

21 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Power line comunication PLC (Power Line Communication) è una tecnologia a basso impatto installativo che permette di trasferire dati in forma digitale, utilizzando una classica linea elettrica trasformandola in un supporto di comunicazione ad alta velocità (high-speed communication medium). Consiste nell aggiungere al segnale elettrico in bassa frequenza (50/60 Hz) uno nuovo a frequenza più alta (fra 2 MHz and 30 Mhz).

22 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Il Lampione diventa uno strumento infrastrutturale a costo zero abilitante a servizi con valore aggiunto per il territorio.

23 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Architettura per video sorveglianza, per il riconoscimento e la localizzazione di eventi sensibili. L esempio di Vigevano

24 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Architettura per soluzioni di gestione delle chiamate mediche

25 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Architettura per soluzioni di internet urbano e reti civiche Esempi di Bollate e Pedavena

26 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Esempio comune di Pedavena

27 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Esempio comune di Pedavena

28 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Esempio comune di Bollate 150 punti luce sfere Sistemi di telecontrollo punto a punto - Totale Totale apparati e servizi Smart City :

29 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY Architettura servizi informativi stradali o pedonali con segnaletica attiva dinamica

30 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMAR CITY IL PALO INTELLIGENTE- Sistemi di gestione dinamica degli eventi e di gestione dei parcheggi a pagamento

31 STRUMENTI REGOLAZIONE E TELEGESTIONE SISTEMI PUNTO A PUNTO: Alimentatore elettronico + Sistema di controllo integrati Alimentatore elettronico e Sistema di controllo separati

32 STRUMENTI REGOLAZIONE E TELEGESTIONE QUADRO ELETTRICO: Concentratore dei segnali e ridistributore dei servizi La norma EN A1/A in approvazione taglia la banda di trasmissione da 14-34MHz perché tali disturbi sono molto importanti e vanno oltre i 3 metri dal cavo rimane disponibile quindi solo da 2-14MHz. Risultato: - Ridurre a metri il range dei servizi proposti (WiFi anche 5 km) - Massimo 2 telecamere Full HD - Per servizi di videosorveglianza devo arrivare al quadro con la fibra ottica

33 SERVIZI EVOLUTI TECNOLOGIE SMART CITY FINANZIAMENTI EUROPEI: - Il programma IEE (Intelligent Energy Europe), che finanzia l illuminazione intelligente, - l impiego di strumenti come ELENA (European Local Energy Assistance) e EEE F (Fondo Europeo per l Efficienza Energetica) per finanziare studi relativi a investimenti nella sostenibilità dell illuminazione, - HORIZON 2020, che in ricaduta impegna il governo entro il 2020 a stanziare 1 mld di per cofinanziare in Italia progetti Smart Cities.

34 PROPOSTA INTEGRATA MA COME SI POSSONO APPLICARE QUESTE TECNOLOGIE SENZA FINANZIAMENTI E QUANDO I COMUNI NON HANNO PIU SOLDI O NON POSSONO SPENDERLI? PRIC E ENERGY SAVING PERIZIA (SE NECESSARIA) PRELIMINARE BANDO DI SERVIZI FTT LA BASE DI TUTTO QUESTO E UN OTTIMO RILIEVO

35 PROPOSTA INTEGRATA - PRIC PRIC E ENERGY SAVING Visione globale dell illuminazione pubblica PASSATA E PRESENTE e mediante una pianificazione del territorio che va dalla definizione della tipologia di interventi (strutturali, estetici, etc..) e degli investimenti Coordina e delinea armonicamente anche mediante soluzioni di energy saving il FUTURO dell illuminazione sul un territorio Trovando il modo migliore per fare gli interventi

36 PROPOSTA INTEGRATA - PRIC PRIC E ENERGY SAVING COMPOSIZIONE: 1- Stato di fatto (censimento e punto di partenza) 2- Linee guida per l applicazione, la verifica ed il controllo della conformità alla L.r.17/00 (per UT, lottizzanti, progettisti, installatori, operatori del settore) 3- Progettazione integrata (per UT, lottizzanti, progettisti) 4- Programmazione e Priorità (amministrazione e UT) 5- Energy Saving ed opportunità tecnologiche di efficientamento e valorizzazione (amministrazione e UT)

37 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING COSTI DELL ILLUMINAZIONE - VIGEVANO Bolletta per l illuminazione stimata 2009: Costi manutentivi per l illuminazione 2009: /anno /anno Costi complessivi per l illuminazione 2009: /anno Totale CO2 equivalente consumata 2009: t /anno COSTO ADEGUAMENTO IMPIANTI: Considerando i prezzi di mercato e ipotizzandoli gli impianti di proprietà del comune adeguamento conformità alla L.R. 17/00 e s.m.i adeguamento di sostegni e linee elettriche alle normative di settore

38 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING Nell ES viene definito punto luce per punto luce per punto luce come intervenire sia per migliorare la qualità estetica degli impianti sia per risparmiare a parità di rispetto delle norme che regolano quanto illuminare il territorio.

39 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING Gli interventi proposti si compongono di: - Messa a norma impianti non di proprietà - Riduzione di potenze impianti di proprietà -Applicazione di sistemi di riduzione del flusso La loro applicazione permetterà i seguenti vantaggi: Consumi pre intervento (kwh/anno): kwh Consumi post intervento (kwh/anno): kwh Costi energia pre intervento ( /anno): Costi energia post intervento ( /anno): Risparmio % sull energia consumata: 54,6 % CO2 consumata pre intervento ogni anno: t/anno CO2 post intervento immessa in atmosfera: 838 t/anno CO 2 non immessa in atmosfera: t/anno

40 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING COSTI DELL ILLUMINAZIONE - PAVIA Bolletta per l illuminazione stimata : /anno Costi manutentivi per l illuminazione: /anno Costi complessivi IP 2011: Totale CO2 equivalente consumata: /anno t /anno COSTO ADEGUAMENTO IMPIANTI: Considerando i prezzi di mercato e ipotizzandoli gli impianti di proprietà del comune adeguamento conformità alla L.R. 17/00 e s.m.i adeguamento di sostegni adeguamento di linee elettriche e quadri TOTALI

41 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING Gli interventi proposti si compongono di: - Riqualificazione integrale impianti d illuminazione -Applicazione di sistemi di riduzione del flusso e telecontrollo Regolatori Centralizzati Regolatori P.to a P.to Investimento complessivo Risparmio complessivo annuo Risparmio energetico 38,8 % 42,8 % CO2 non immessa in atmosfera t/anno t/anno Pay Back 5.8 anni 6.8 anni Risparmio su 25 anni N volte che si ripaga investimento

42 PROPOSTA INTEGRATA PRIC E ENERGY SAVING RISULTATI ILLUMINOTECNICI Pre Intervento Post Intervento POTENZE medie installate 134W 106W Riduzione % 20,7% EFFICIENZA media sorgenti 87lm/W 96lm/W Incremento % 11% FLUSSO luminoso installato 116 Ml lm 102 Ml lm Riduzione % 12% FLUSSO luminoso efficace 70 Ml lm 73 Ml lm Incremento % 3.2% kwh INSTALLATI per abitante 93 70,5 Riduzione % 25%

43 PROPOSTA INTEGRATA PERIZIA Purtroppo molti comuni non hanno impianti di proprietà o la proprietà non è completamente loro quindi è necessario intervenire con azioni di esproprio o di acquisizione degli impianti. La strada operativa è comunque una Perizia di calcolo del valore residuo degli impianti Poi il comune può decidere quale strada perseguire: ESPROPRIO (Rischio: perdite di tempo legali) ACQUISIZIONE BONARIA (Rischio: Corte dei Conti) 2 tipi di perizie: conciliante o da scontro

44 PROPOSTA INTEGRATA BANDO DI SERVIZI FTT Il Finanziamento Tramite Terzi - F.T.T. è definito dall' Art. 4 Direttiva 93/76/CEE del 1993 per Finanziamento Tramite Terzi si intende la fornitura globale dei servizi di diagnosi, installazione, gestione, manutenzione e finanziamento di un investimento finalizzato al miglioramento dell efficienza energetica secondo modalità per le quali il recupero del costo di questi servizi è in funzione, in tutto o in parte, del livello di risparmio energetico. Le E.S.Co. Energy Service Company, sono compagnie promosse da tale direttiva, sono imprese che sviluppano, finanziano e installano progetti di efficienza energetica e riduzione dei consumi. Cliente ESCo Utility prima dopo la scadenza

45 PROPOSTA INTEGRATA BANDO DI SERVIZI FTT Vantaggi per i Comuni Nessun investimento-risparmi condivisi-riqualificazione Ulteriori vantaggi: - messa a norma degli impianti in pochi mesi, con una immediata qualità della luce e visibilità degli interventi, - riduzione dei deficit manutentivi e di pronto intervento, - esternalizzazione servizio, e partner con stessi obiettivi - Esecuzione dei lavori in giorni. - Progetti e collaudo compresi nei costi. - Linee dedicate e con la misurazione del reale consumo - Solo 1/4 della spesa pesa sulle spese correnti mentre il resto confluisce tra gli investimenti.

46 PROPOSTA INTEGRATA PROGETTO PRELIMINARE Il progetto preliminare è lo strumento che permette di valutare effettivamente nella loro interessa interventi e investimenti e per impostare il BANDO della gara dei servizi per l illuminazione pubblica Vediamo ad esempio il comune di Bollate

47 PROPOSTA INTEGRATA 1. Impiego di apparecchi di tipo stradale e d arredo urbano con rendimenti superiori al 75% e ridottiabbagliamenti

48 PROPOSTA INTEGRATA 2-Impiego di sorgenti luminose ad elevata durata sino a ore che permettono di: 1.Ridurre i costi manutentivi del 40% di quelli con sorgenti standard 2.Ridurre del 50% i disagi dell occupazione di suolo pubblico per i servizi di manutenzione periodici, 3.Ridurre del 50% i rifiuti speciali (normativa WEEE).

49 PROPOSTA INTEGRATA 1.ZONA 1 PERCORSO EMERGENTE 2.ZONA 2 Parchi e vie pedonali 3.Parchi e Piazze 4.Strade a prevalente traffico pedonale 5.ZONA 3 Largo Federico Fellini 6.ZONA 4 Ciclabili 7.ZONA 5 Grandi aree e Impianti con proiettori 8.ZONA 6 Altri impianti 9.ZONA 7 Illuminazione artistica ed evidenze

50 PROPOSTA INTEGRATA Percorsi di luce Intervento anche su tutti i sostegni comunali con la veniciatura in colore da definire (tipo nero antracite)

51 KWH DI CONSUMO ANNUO PRE intervento POST intervento kwh/anno kwh/anno Risparmio kwh kWh/anno COSTO ENERGIA ANNUO PRE intervento POST intervento /anno (*2011) /anno (*2012 stimato) /anno Risparmio /anno Risparmio % 55,92 % ANIDRIDE CARBONICA IMMESSA IN ATMOSFERA ANNUO PRE intervento POST intervento 2164 t/anno 954 t/anno Risparmio tonnellate di CO2/anno 1210t/anno TEP E CERTIFICATI BIANCHI Risparmio TEP (1 Tep= 5347,59 kwh) TEP Valore dei certificati bianchi conseguibili (1Tep = 100 x 5 anni) x 5 anni =

52 TABELLA 3 - NUMERI COMPLESSIVI DELL INTERVENTO TIPO DI INTERVENTO QUANTITÀ QUANTITÀ NUOVI APPARECCHI PER L ILLUMINAZIONE Apparecchio stradale std: 3261 Disporre orizzontali apparecchi a vetro piano: 21 Sostituire sorgente(generalmente riducendo le potenze installate): 25 Disporre orizzontali apparecchi a vetro piano e sostituire la sorgente(cpo-cdo): 104 Apparecchi d'arredo testapalo tipo sfere, funghi o a sbraccio: 1056 Apparecchi d'arredo a sospensione con sistemi a lampara classica/moderna: 127 Proiettori asimmetrici(da disporre orizzontali): 184 Sostituzione con proiettori artistici tipo spootlight std o a LED: 2 12 Rimozione apparecchi qualsiasi: 4654 INTERVENTI SUI SOSTEGNI Sostituzione sostegni tronco conici zincati e verniciati(hft>5m- hft<10m) 393 Sostituzione sostegni tronco conici zincati e/o verniciati testapalo(hft<5m) Sostituzione sostegni per applicazioni d'arredo classico o moderno + mensola 119 (hft>5m- hft<9m) Condizionamento e verniciatura sostegni esistenti Rimozione sostegni e sbracci di qualsiasi tipo 558 INTERVENTI SULLA RETE Rifacimento solo linea interrata(comprensivo di giunti gel) sino a 4x Rimozione linea aerea o interrata 387 INTERVENTI SUI QUADRI ELETTRICI Sostituzione Quadri elettrici 41

53 TIPO DI INTERVENTO E COSTI Q.TÀ PREZZO UNITARIO PREZZO PARZIALE APPARECCHI PER L ILLUMINAZIONE TOTALE ,00 INTERVENTI SUI SOSTEGNI TOTALE ,00 INTERVENTI SULLA RETE TOTALE ,00 INTERVENTI SUI QUADRI ELETTRICI Sostituzione Quadri elettrici ,00 TOTALE ,00 SISTEMI DI REGOLAZIONE DEL FLUSSO E DI TELECONTROLLO SISTEMI di regolazione punto a punto ,00 TOTALE ,00 SISTEMI WIFI P.ZAA. MORO P.ZAGENERALEDALLACHIESA SISTEMI di regolazione punto a punto ,00 TOTALE ,00 TOTALE COMPLESSIVO (IVA esclusa) ,00

54 PROSPETTO RIASSUNTIVO DELLE SPESE ANNUALI E DEGLI INVESTIMENTI Durata del contratto di anni: 18 SERVIZI E LAVORI IMPORTO A1- Servizi Energia ,90 A2- Servizi Manutentivi ,00 A- Servizi a Base d'asta ,90 B- Costo generale degli investimenti per gli interventi ,35 C-Totale Servizi e lavori a base d'asta (A+B) ,24 D- IVA al 21% per i Servizi e lavori a base d'asta (A+B) ,61 E-Totale Servizi e lavori a base d'asta comprensivi di IVA (C+D) ,86 H- Totale Oneri della Sicurezza non soggetti a ribasso d'asta ,08 I-IVA al 21% per gli oneri della sicurezza ,61 L- Totale Oneri della Sicurezza comprensivi di IVA (H+I) ,68 M- Totale oneri aggiuntivi ,87 N- Importo complessivo dell'appalto (E+L+M) ,41

55 OPPORTUNITA PROFESSIONALI LO SPAZIO PER LA PROFESSIONALITA DEL PROGETTISTA E NOTEVOLE IN QUANTO: - I costi di progettazione possono essere in parte caricati nel bando di gara (sgravando il comuni dai costi iniziali) - I costi di riscatto altrimenti elevati possono essere inseriti nel bando di gara - Il professionista se ha fatto un buon lavoro sicuramente può ambire a fare il direttore dei lavori - Possono essere inseriti nel bando interventi di valorizzazione estetica del territorio e delle evidenze altrimenti troppo costose e non realizzabili

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale

Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale INDICE ALLEGATO A: Relazione generale - Inquadramento normativo Inquadramento territoriale A. - RELAZIONE GENERALE 2 A.1 - PREMESSA 2 A.2 - INTENTI DEL PICIL 3 A.3 CONTENUTI DEL PICIL 5 A.4 - INQUADRAMENTO

Dettagli

Milano a LED NUOVA ILLUMINAZIONE PUBBLICA IN CITTÀ. 29 settembre 2014

Milano a LED NUOVA ILLUMINAZIONE PUBBLICA IN CITTÀ. 29 settembre 2014 Milano a LED NUOVA ILLUMINAZIONE PUBBLICA IN CITTÀ 29 settembre 2014 Milano a LED Illuminazione Pubblica a Milano 181,76 km 2 area Milano 1.316.000 abitanti 141.963 lampade per l illuminazione pubblica

Dettagli

La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero:

La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero: 1 Sommario La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero: o Sintesi dei dati di consistenza degli impianti siti sul territorio, di

Dettagli

La nuova illuminazione pubblica a Milano e a Brescia. novembre 2014

La nuova illuminazione pubblica a Milano e a Brescia. novembre 2014 La nuova illuminazione pubblica a Milano e a Brescia novembre 2014 Milano e Brescia a LED Illuminazione Pubblica 181,76 km 2 area Milano 90,34 km 2 area Brescia 1.316.000 abitanti Milano 195.500 abitanti

Dettagli

Una nuova luce per Brescia

Una nuova luce per Brescia Una nuova luce per Brescia Innovazione dell illuminazione pubblica Brescia, 9 Maggio 2014 L illuminazione pubblica di Brescia Nel 1909 il servizio di illuminazione pubblica fu affidato dal Comune di Brescia

Dettagli

Illuminazione stradale nei Comuni del Friuli Venezia Giulia

Illuminazione stradale nei Comuni del Friuli Venezia Giulia Pasian di Prato - Udine, 14 Febbraio 2014 Illuminazione stradale nei Comuni del Friuli Venezia Giulia Casi pratici di efficientamento: ESCo, FTT ed EPC. Alessandro Battistini Responsabile tecnico Hera

Dettagli

Illuminazione Pubblica a LED

Illuminazione Pubblica a LED Illuminazione Pubblica a LED Esperienze sul Campo: Milano, Brescia, Paolo Meneghini Resp. Business Development Italia A2A A2A azienda leader per l efficientamento dell IP Casi di successo: Milano e Brescia

Dettagli

La soluzione COFELY nella pubblica illuminazione. Comune di Pastena

La soluzione COFELY nella pubblica illuminazione. Comune di Pastena T.E.L.E.CITY La soluzione COFELY nella pubblica illuminazione Comune di Pastena APPALTO DEL COMUNE PER L II.PP. Il Comune di Pastena, in provincia di Frosinone, attraverso la realizzazione del Piano Regolatore

Dettagli

PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA

PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA PIANIFICAZIONE E GESTIONE ENERGETICA CEV nell ambito del Patto dei Sindaci promuove la pianificazione energetica attraverso i PAES

Dettagli

Risparmio energetico nei sistemi di illuminazione pubblica

Risparmio energetico nei sistemi di illuminazione pubblica U Viet mpi Elettronicatuttiidirittiriservati atala riproduzione nonn autorizzata Convegno Green ICT Politecnico di Milano, 22 febbraio 2010 Il lampione intelligente Risparmio energetico nei sistemi di

Dettagli

ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA

ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA DA FINE APRILE 2014 Tutto il nostro Comune sarà interessato dalla sostituzione dei corpi illuminanti di tutta la pubblica illuminazione con tecnologia a LED. Lampioni

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2009, N. 17 (BUR N. 65/2009) NUOVE NORME PER IL CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO, IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

Installazione Collecting Unit

Installazione Collecting Unit Installazione Collecting Unit La Collecting Unit può essere installata all interno del quadro esistente oppure su cassetto aggiuntivo. Non serve alcun filtro né sul quadro né sulla linea. Installazione

Dettagli

P.I.C.I.L. del Comune di Rosà. Piano dell illuminazione per il contenimento dell inquinamento luminoso L.R. 17/2009

P.I.C.I.L. del Comune di Rosà. Piano dell illuminazione per il contenimento dell inquinamento luminoso L.R. 17/2009 Pag. 1 di 16 totali INDICE STIMA ECONOMICA DEI COSTI DI ADEGUAMENTO... 2 1. PREMESSA... 2 2. COSTI ADEGUAMENTI CORPI ILLUMINANTI... 3 2.1. SOSTITUZIONE CORPI ILLUMINANTI CON NUOVA SORGENTE AL SODIO (SOLUZIONE

Dettagli

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE Comune di PISOGNE - BS Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 RISPARMIO ENERGETICO ANALISI DELLA SITUAZIONE F - IN ALLEGATO AI FASCIOLI

Dettagli

INCONTRO CON I SOCI TEATRO COMUNALE BUSNELLI Dueville (VI) - 13 Maggio 2013

INCONTRO CON I SOCI TEATRO COMUNALE BUSNELLI Dueville (VI) - 13 Maggio 2013 INCONTRO CON I SOCI TEATRO COMUNALE BUSNELLI Dueville (VI) - 13 Maggio 2013 1 Il progetto Il progetto acquisti centralizzati è stato studiato da e-globalservice per offrire ai consorziati del Consorzio

Dettagli

TeleControllo dell impianto di Pubblica illuminazione Risultati sperimentazione di Via Ferrari Descrizione progetto complessivo

TeleControllo dell impianto di Pubblica illuminazione Risultati sperimentazione di Via Ferrari Descrizione progetto complessivo Progetto Smart Town Pianezza TeleControllo dell impianto di Pubblica illuminazione Risultati sperimentazione di Via Ferrari Descrizione progetto complessivo Smart Town di Telecom Italia è una suite di

Dettagli

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare!

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Governare una città vuol dire gestire... Immobili ed edifici Impianti

Dettagli

Provincia di Bergamo Settore Viabilità e Trasporti ILLUMINAZIONE PUBBLICA CON TECNOLOGIA A LED

Provincia di Bergamo Settore Viabilità e Trasporti ILLUMINAZIONE PUBBLICA CON TECNOLOGIA A LED Provincia di Bergamo Settore Viabilità e Trasporti ILLUMINAZIONE PUBBLICA CON TECNOLOGIA A LED CALCINATE: ROTATORIA Ex S.S. S n. 573 S.P. n. 122 S.P. n. 89 ROTATORIA DI CALCINATE : S.A.P. o TECNOLOGIA

Dettagli

Programma Operativo Regionale 2014-2020 SMART STREET LIGHTING

Programma Operativo Regionale 2014-2020 SMART STREET LIGHTING Programma Operativo Regionale 2014-2020 Interventi per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti di illuminazione pubblica e la diffusione di servizi tecnologici integrati SMART STREET

Dettagli

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte il giusto equilibrio tra il giorno e la notte ing. Diego Bonata Via Meucci, 17 24053 Brignano Gera d Adda (Bg) Tel./Fax. 0363 814385 cell.339 3073273 http:\\astrolightstudio.eu info@astrolightstudio.eu

Dettagli

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Pianificazione degli interventi e valutazioni economiche Tav. 03

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Pianificazione degli interventi e valutazioni economiche Tav. 03 COMUNE DI REGGIOLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROGETTO PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE Pianificazione degli interventi e valutazioni economiche Tav. 03 A cura di: Iren Rinnovabili S.p.A. Studio

Dettagli

Innovare significa far bene a tutte le bollette: al portafoglio del condomino, al bilancio della società e al pianeta

Innovare significa far bene a tutte le bollette: al portafoglio del condomino, al bilancio della società e al pianeta Innovare significa far bene a tutte le bollette: al portafoglio del condomino, al bilancio della società e al pianeta Per noi innovazione significa sensibilità all ambiente ed alla qualità della vita con

Dettagli

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte Adria Energy E.S.CO s.r.l. Sede Operativa e Legale Via Respighi, 13 47841 Cattolica (RN) Tel. +39 0541 833160 Fax +39 0541 833161 www.adriaenergy.it info@adriaenergy.it il giusto equilibrio tra il giorno

Dettagli

IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE

IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE IX GIORNATA DELLA RICERCA ANIE EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI ILLUMINAZIONE: LA LUCE COME DRIVER DELL EFFICIENZA ENERGETICA E DELLA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI VITA 19 Novembre 2010 Ing. Fabio Pedrazzi BEGHELLI

Dettagli

La E.S.Co. Provinciale Tuscia Spa

La E.S.Co. Provinciale Tuscia Spa La E.S.Co. Provinciale Tuscia Spa Società pubblica, costituita con la finalità di realizzare interventi in campo energetico e ambientale in attuazione al Piano Energetico e Ambientale Provinciale. Gli

Dettagli

ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI

ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI L uso di lampade ad avanzata tecnologia ed elevata efficienza luminosa costituisce un ulteriore criterio tecnico imposto dalla normativa regionale, affinchè

Dettagli

Provincia di Bergamo Settore Viabilità e Protezione Civile. Mercoledì 30 Novembre 2005. Sala Mosaico Bergamo. Convegno ENERGIA 21

Provincia di Bergamo Settore Viabilità e Protezione Civile. Mercoledì 30 Novembre 2005. Sala Mosaico Bergamo. Convegno ENERGIA 21 Mercoledì 30 Novembre 2005 Sala Mosaico Bergamo Convegno ENERGIA 21 MIGLIOR SERVIZIO E RISPARMIO: DUE ESIGENZE CONCILIABILI? EFFICIENZA ENERGETICA DEL SISTEMA DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA PROVINCIALE OTTOBRE

Dettagli

Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi

Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi Uso: Riservato Aziendale Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi 30 Novembre 2011 Giovanni Maria Pisani Responsabile AdB Illuminazione Pubblica Responsabile

Dettagli

Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica. San Paolo d Argon 6 maggio 2013

Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica. San Paolo d Argon 6 maggio 2013 Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica San Paolo d Argon 6 maggio 2013 AGENDA Impianti Fotovoltaici Modalità funzionamento Situazione italiana V Conto Energia Tariffe incentivanti

Dettagli

ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI. RIQUALIFICAZIONE completa dell impianto di pubblica illuminazione del centro storico

ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI. RIQUALIFICAZIONE completa dell impianto di pubblica illuminazione del centro storico ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI RIQUALIFICAZIONE completa dell impianto di pubblica illuminazione del centro storico Medicina, Sala del Consiglio 16/11/2013 Che significa riqualificazione? 1. Rigenerazione

Dettagli

LUMIERE L illuminazione nelle aree urbane: qualità e risparmio energetico ing. Werter Farina ENEA LUMIERE

LUMIERE L illuminazione nelle aree urbane: qualità e risparmio energetico ing. Werter Farina ENEA LUMIERE LUMIERE L illuminazione nelle aree urbane: qualità e risparmio energetico ing. Werter Farina ENEA LUMIERE 1 Progetto Lumière Cos è? Lumière è un Progetto di Ricerca e Trasferimento strutturato da ENEA

Dettagli

Progetto Lumière Cos è?

Progetto Lumière Cos è? Progetto Lumière Cos è? Lumière è un Progetto di Ricerca e Trasferimento strutturato da ENEA con l obiettivo di promuovere l efficienza energetica nel settore dell illuminazione pubblica ed in particolare

Dettagli

COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC)

COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC) COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC) Intervento Piano Regolatore dell Illuminazione Comunale Oggetto Pianificazione energetica ed economica Energy Saving Revisione Data

Dettagli

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte il giusto equilibrio tra il giorno e la notte ing. Diego Bonata Via Meucci, 17 24053 Brignano Gera d Adda (Bg) Tel./Fax. 0363 814385 cell.339 3073273 http:\\astrolightstudio.eu info@astrolightstudio.eu

Dettagli

SISTEMA EB 93 smart dimmy

SISTEMA EB 93 smart dimmy EB 93 smart dimmy INNOVATIVE LIGHTING SYSTEM Un'eccellenza tecnologica italiana: la soluzione innovativa, affidabile, semplice, sicura, brevettata. EBPSOLUTIONS (EBP è l abbreviazione di Enlighten a Better

Dettagli

1) RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE INTERVENTO IN F.T.T.

1) RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE INTERVENTO IN F.T.T. 1) RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE INTERVENTO IN F.T.T. Pagina 1 di 12 INDICE A) OBIETTIVI DEL PROGETTO IN F.T.T pag. 3 B) DOCUMENTAZIONE DEL PROGETTO PRELIMINARE pag. 7 C) CONCLUSIONI pag. 8 Pagina 2

Dettagli

«I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica»

«I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica» Torino, 7 Marzo 2014 SEMINARIO FORMATIVO APPALTI VERDI PER I SERVIZI DI GESTIONE ENERGETICA E ILLUMINAZIONE PUBBLICA «I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica»

Dettagli

SOLUZIONI INNOVATIVE PER L ILLUMINAZIONE L

SOLUZIONI INNOVATIVE PER L ILLUMINAZIONE L SOLUZIONI INNOVATIVE PER L ILLUMINAZIONE L PUBBLICA Relatore: Ing. Paolo Di Lecce Reverberi Enetec srl PROVINCIA DI BERGAMO SPAZIO VITERBI 1 DICEMBRE 2010 Con il patrocinio: REVERBERI ENETEC Il risparmio

Dettagli

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica Torino, 20 Gennaio 2015 OPEN INCET Gruppo IREN al vertice del settore

Dettagli

Progetto Lumiere. Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione

Progetto Lumiere. Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione Progetto Lumiere Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione Milano 20 maggio2014 Nicoletta Gozo ENEA Coordinatrice Progetto

Dettagli

SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SEMAFORICA

SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SEMAFORICA CITTA di SAVIGLIANO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SEMAFORICA Andrea PARLANTI ESIGENZA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE NEL 2012 RIDURRE COSTI GESTIONE IMPIANTI ILLUMINAZIONE PUBBLICA COMUNALE RIDURRE

Dettagli

Progetto Lumiere. Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City

Progetto Lumiere. Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City Progetto Lumiere Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City Belluno 11 aprile 2014 Nicoletta Gozo ENEA Coordinatrice Progetto Lumiere Ruolo Pubblica Illuminazione Immagine del

Dettagli

Riduzione dell inquinamento luminoso e relativo risparmio energetico: compiti e opportunità

Riduzione dell inquinamento luminoso e relativo risparmio energetico: compiti e opportunità ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE Giornata d d informazione Riduzione dell inquinamento luminoso e relativo risparmio energetico: compiti e opportunità Piani della Luce e l energyl saving nell illuminazione

Dettagli

Milano a LED. Milano. PROGETTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLA P.A. Palermo, 21 luglio 2015 - Messina, 22 luglio 2015

Milano a LED. Milano. PROGETTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLA P.A. Palermo, 21 luglio 2015 - Messina, 22 luglio 2015 PROGETTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLA P.A. Milano Milano a LED NUOVA ILLUMINAZIONE PUBBLICA IN CITTÀ Alcuni semplici domande: Milano Per acquisire meglio (= miglior prodotto / servizio acquisito

Dettagli

CHI SIAMO, COME OPERIAMO

CHI SIAMO, COME OPERIAMO PRESENTAZIONE 1 CHI SIAMO, COME OPERIAMO Tecnologie e soluzioni al servizio dell Uomo e dell Ambiente impegniamo la nostra passione e le nostre competenze nella ricerca e nello sviluppo di idee, prodotti

Dettagli

Workshop Trasporti e Infrastrutture

Workshop Trasporti e Infrastrutture Workshop Trasporti e Infrastrutture Illuminazione efficiente nel terziario: illuminazione pubblica Fabio Pagano ANIE ASSIL Introduzione L'illuminazione è stato il primo servizio offerto dalle aziende elettriche

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE

PIANO DELL ILLUMINAZIONE 2010 Comune di Vigevano Provincia di Pavia PIANO DELL ILLUMINAZIONE 1- STATO DI FATTO 2- CONTROLLO E VERIFICA 3- PROGETTAZIONE INTEGRATA 4- PRIORITA /PIANIFICAZIONE 5- ENERGY SAVING AstroLight Studio il

Dettagli

TELECONTROLLO E TELEGESTIONE

TELECONTROLLO E TELEGESTIONE TELECONTROLLO E TELEGESTIONE NEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE ing. Ruggero Guanella AIDI Associazione Italiana di Illuminazione Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

LA NOSTRA ESPERIENZA AL VOSTRO SERVIZIO

LA NOSTRA ESPERIENZA AL VOSTRO SERVIZIO BUSINESS PARTNER LA NOSTRA ESPERIENZA AL VOSTRO SERVIZIO RE-LIGHT YOUR PRESENT PROGETTO RELAMPING - OTTOBRE 2014 with Il pacchetto CHIAVI IN MANO Con l aumentare dei costi energetici, l impatto dell illuminazione

Dettagli

LA GESTIONE DELA ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEI COMUNI COME MEZZO PER FORNIRE SERVIZI SMART-CITY INCLUSA LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI

LA GESTIONE DELA ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEI COMUNI COME MEZZO PER FORNIRE SERVIZI SMART-CITY INCLUSA LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI LA GESTIONE DELA ILLUMINAZIONE PUBBLICA NEI COMUNI COME MEZZO PER FORNIRE SERVIZI SMART-CITY INCLUSA LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI Enrico Raffagnato - Direttore Tea Sei, Gruppo Tea Il Gruppo Tea Tea,

Dettagli

COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale

COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale RELAZIONE PROGETTO PRELIMINARE E ANALISI ECONOMICA PER LA GESTIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E SEMAFORICI

Dettagli

«Studio di riqualificazione energetica di un edificio pubblico: la sede della Polizia Locale di Udine»

«Studio di riqualificazione energetica di un edificio pubblico: la sede della Polizia Locale di Udine» UDINE 11 DICEMBRE 2015 SALA AJACE «Studio di riqualificazione energetica di un edificio pubblico: la sede della Polizia Locale di Udine» «EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI» Ing. Raffaele Costantini

Dettagli

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA Milano, RETE LUCE IDENTITA Claudio Bini RETE Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione RETE Sistemi di controllo traffico Gestione illuminazione

Dettagli

COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma

COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma PROGETTO PRELIMINARE E ANALISI ECONOMICA PER LA MESSA A NORMA E LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DEL COMUNE DI COLLEFERRO (RM)

Dettagli

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di illuminazione pubblica del Comune di Varapodio Progetto Definitivo/Esecutivo

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE

PIANO DELL ILLUMINAZIONE 2011 Comune di Pedavena Provincia di Belluno PIANO DELL ILLUMINAZIONE Astro Light Studio il giusto equilibrio la il giorno e la notte ing. Diego Bonata Via Meucci, 17 24053 Brignano Gera d Adda (BG) tel./fax

Dettagli

Progetto Lumiere. L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities.

Progetto Lumiere. L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities. Progetto Lumiere L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities. Bassano del Grappa 29 aprile 2014 Nicoletta Gozo ENEA

Dettagli

Luxar Srl Project and Lighting 2013 1

Luxar Srl Project and Lighting 2013 1 1 Argomenti trattati: 1. La direttiva 2012/27/UE 2. Gli Audit Energetici 3. La soluzione di risparmio a costo zero nel settore illuminotecnico 4. I titoli di efficienza energetica (TEE) o certificati bianchi

Dettagli

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi Lumezzane 16 dicembre 2014 Alberto Ricci Petitoni Ingegnere LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE 2% CIRCA DEI CONSUMI ELETTRICI NEL NOSTRO PAESE 6.000 MILIONI

Dettagli

RELAZIONE DI PROGETTO

RELAZIONE DI PROGETTO 2013 Comune di Roncade RELAZIONE DI PROGETTO RELAZIONE PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ILLUMINAZIONE PUBBLICA DI RONCADE Novembre 2013 2013 Comune di Roncade RELAZIONE DI PROGETTO PARTE 1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Martedì 27.04.2010 OBIETTIVO della presentazione: Esistenza di un percorso

Dettagli

Progetto Lumière Efficienza energetica nell Illuminazione Pubblica. Audit energetico: Modello Lumière. Ing. Franco Curti

Progetto Lumière Efficienza energetica nell Illuminazione Pubblica. Audit energetico: Modello Lumière. Ing. Franco Curti Progetto Lumière Efficienza energetica nell Illuminazione Pubblica Audit energetico: Modello Lumière Ing. Franco Curti 1 Obiettivi L Audit energetico consiste nell analisi dello stato di fatto di un impianto

Dettagli

Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico

Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico Mezzocorona, 25 febbraio 2011 1 Agenda Scenario di riferimento Europa Italia

Dettagli

& PARTNERS. Novembre 2010 Ver. 1.2 ESG www.ecosmartgrid.sm

& PARTNERS. Novembre 2010 Ver. 1.2 ESG www.ecosmartgrid.sm by & PARTNERS Novembre 2010 Ver. 1.2 ESG www.ecosmartgrid.sm Avete esigenze di: Risparmio energetico e manutentivo Tele-controllo, tele-letture Tele-diagnostica Illuminazione a LED Servizi wireless? Connettività

Dettagli

Dicembre 2008 Versione 1.7. Repubblica di San Marino. Materiale Riservato Vietata la diffusione Copyright 2008 G.I.A. Servizi S.r.l.

Dicembre 2008 Versione 1.7. Repubblica di San Marino. Materiale Riservato Vietata la diffusione Copyright 2008 G.I.A. Servizi S.r.l. Presentazione impianto dimostrativo di risparmio energetico, videosorveglianza, trasmissione dati e tele-controllo, integrati su rete elettrica di pubblica illuminazione Repubblica di San Marino Dicembre

Dettagli

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica : strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica Claudio G. Ferrari Presidente Esco Italia Erba, 04 dicembre 2009 FINANZIA ENERGIA 3-4 dicembre 2009 Lariofiere, Erba AGENDA

Dettagli

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano (MI) - PGT PUGSS Piano urbano generale dei servizi nel sottosuolo Provincia di Milano Piano di Governo del Territorio Allegato Piano dei Servizi PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo Art. 9.8

Dettagli

Hera Luce. Servizio luce per l illuminazione pubblica.

Hera Luce. Servizio luce per l illuminazione pubblica. Hera Luce. Servizio luce per l illuminazione pubblica. Offrire sicurezza, risparmiare energia, tutelare l ambiente in cui viviamo. Creare e valorizzare sentieri e luoghi di incontro, attraverso l applicazione

Dettagli

Ridurre i costi energetici per l illuminazione nell industria italiana

Ridurre i costi energetici per l illuminazione nell industria italiana Ridurre i costi energetici per l illuminazione nell industria italiana GEWISS S.p.A. Direttore Commerciale & Marketing LIGHT Aldo Bigatti SMART 4 Un progetto innovativo tutto italiano ma di vasta esperienza

Dettagli

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone Illuminazione di qualità e efficienza energetica nel sistema edificio Definizione di ILLUMINAZIONE

Dettagli

Bozza di preventivo. Valore solo indicativo

Bozza di preventivo. Valore solo indicativo ! "! " " #$% &#&% '(()( * +#,))(" pag. 1 di 20 Indice Indice...2 Descrizione tecnica dell impianto Fotovoltaico...3 Descrizione tecnica della proposta per l impianto di illuminazione...10 Relazione economica

Dettagli

STIMA DEI COSTI DI ADEGAMENTO

STIMA DEI COSTI DI ADEGAMENTO PARTE 5 ENERGY SAVING E RIQUALIFICAZIONE ORIENTAMENTO AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Proposte di riqualificazione, Bilancio investimenti e piano di energy saving OBIETTIVI 1- Identificare i costi dell illuminazione

Dettagli

INQUINAMENTO LUMINOSO. Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni

INQUINAMENTO LUMINOSO. Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni \ INQUINAMENTO LUMINOSO Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni Paolo Pescatori Associazione CieloBuio Museo di Storia naturale - Livorno, 8 novembre 2011 Pianeta Galileo 2011 www.cielobuio.org Chi

Dettagli

Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota. Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea

Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota. Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea Mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova Progetto pilota Nicola Galli Agire Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea 1 Mobilità tradizionale ed elettrica da fonti fossili

Dettagli

Linee di indirizzo del nuovo Regolamento attuativo della legge sull'illuminazione Esterna

Linee di indirizzo del nuovo Regolamento attuativo della legge sull'illuminazione Esterna Linee di indirizzo del nuovo Regolamento attuativo della legge sull'illuminazione Esterna ILLUMINAZIONE PUBBLICA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE 28 ottobre 2015 Salone di Villa Gallia Como NECESSITA DI

Dettagli

mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea

mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea mobilità elettrica e fonti di energia rinnovabili a Mantova progetto pilota Nicola Galli Agire Nicola Pascal / Enrico Raffagnato Tea Reteluce Gruppo Tea Mobilità tradizionale - Ieri Emissioni: locali anche

Dettagli

Su relazione del Dirigente del Settore e proposta dell Assessore prof. Antonio Prencipe

Su relazione del Dirigente del Settore e proposta dell Assessore prof. Antonio Prencipe Su relazione del Dirigente del Settore e proposta dell Assessore prof. Antonio Prencipe Oggetto: Servizio di gestione e telecontrollo dell impianto di pubblica illuminazione nel territorio comunale, previo

Dettagli

Ene n r e g r y M an a a n g a em e en e t n

Ene n r e g r y M an a a n g a em e en e t n Riduzione dei consumi energetici; Maggiore responsabilizzazione all uso dell energia; Aumento del valore dell azienda; Conformità alla legislazione vigente; Miglioramento continuo delle prestazioni energetiche;

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ED ADEGUAMETNO NORMATIVO IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE LUNGOMARE DI LATINA

RIQUALIFICAZIONE ED ADEGUAMETNO NORMATIVO IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE LUNGOMARE DI LATINA RIQUALIFICAZIONE ED ADEGUAMETNO NORMATIVO IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE Progettista: ing. Luciano Landolfi data 30-03-2013 Studio Associato di Ingegneria TecnoTeam

Dettagli

Studio di ottimizzazione illuminazione pubblica Comune di Maroggia. Riassunto dei punti principali

Studio di ottimizzazione illuminazione pubblica Comune di Maroggia. Riassunto dei punti principali Studio di ottimizzazione illuminazione pubblica Comune di Maroggia Riassunto dei punti principali 1 Eco-Optimum 6822 Arogno André Roesti (Dipl. Ing. El. ETS) (Dipl. Energy Managment Supsi) (Zertifikat

Dettagli

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD)

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) Udine, Palazzo della Regione 27 giugno 2014 La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Allegato alla Delib.G.R. n. 48/ 31 del 29.11.2007 PROGRAMMA PERIL COFINANZIAMENTO DI INIZIATIVE NEL CAMPO DEL RISPARMIO ENERGETICO E DEL CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO ART. 19, COMMA 4, L.R. 29.5.2007,

Dettagli

MODELLO AUDIT ENERGETICO Realizzato nell ambito della Ricerca di Sistema Elettrico e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico

MODELLO AUDIT ENERGETICO Realizzato nell ambito della Ricerca di Sistema Elettrico e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico MODELLO AUDIT ENERGETICO Realizzato nell ambito della Ricerca di Sistema Elettrico e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico La tabella riportata rappresenta il Modello di Audit energetico identificato

Dettagli

Smart Cities: Le città del futuro La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni

Smart Cities: Le città del futuro La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni Intervento di: Massimo Leone Amministratore delegato Promem e dottore commercialista Premessa Con il termine Smart City si intende un insieme coordinato di

Dettagli

HERA Luce. Casi di successo nell illuminazione pubblica

HERA Luce. Casi di successo nell illuminazione pubblica Dott. Ing. Matteo Seraceni HERA Luce Casi di successo nell illuminazione pubblica Contenere consumi e costi, nel pieno rispetto delle leggi, a difesa dell ambiente e fuori da logiche speculative Convegno

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE

PIANO DELL ILLUMINAZIONE 2011 Comune di Lovero Provincia di Sondrio PIANO DELL ILLUMINAZIONE professionisti per l illuminazione eco-sostenibile dott. Luca Invernizzi Via Teglio, 16 23100 Sondrio tel. 0342 510405 fax 0342 573661

Dettagli

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente:

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente: PROPOSTA PER IL CONCORSO SINDACO PER UN GIORNO Per deformazione professionale sono un attento osservatore di quelli che in gergo tecnico si chiamano corpi illuminanti, ovvero lampade da interno e esterno

Dettagli

PROSPETTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

PROSPETTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO PROSPETTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO Prospetto Piano di efficientamento energetico di illuminazione Azienda consumatrice analizzata Tipo di intervento Installatore Riferimento Modalità di Utilizzo e

Dettagli

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento Claudio Bini A.D SILFIspa Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione Sistemi di controllo

Dettagli

WORKSHOP Nuova Direttiva sull Inquinamento Luminoso: approfondimenti I PIANI DELLA LUCE

WORKSHOP Nuova Direttiva sull Inquinamento Luminoso: approfondimenti I PIANI DELLA LUCE WORKSHOP Nuova Direttiva sull Inquinamento Luminoso: approfondimenti I PIANI DELLA LUCE Bologna 23-30 Settembre 2014 Alberto Ricci Petitoni Ingegnere APIL Associazione dei professionisti dell illuminazione

Dettagli

The new era of lighting

The new era of lighting The new era of lighting MINOS SYSTEM Cos è Minos System? Minos System è il sistema che rivoluziona la gestione e l'utilizzo della rete di illuminazione esterna. Con un semplice click, ovunque sei, permette

Dettagli

Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile

Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA. caso studio: COMUNE DI COMISO (RG) Prof. Ing. Marco Beccali Contributors:

Dettagli

Lighting Energy Domotics

Lighting Energy Domotics Lighting Energy Domotics www.lifeled.it Energia per il futuro LifeLed offre soluzioni innovative nei mercati Lighting, Energy, Domotics per il risparmio energetico e la riqualificazione energetica in ambito

Dettagli

COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO

COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO Sintesi relazione finale sul monitoraggio dell intervento di efficientamento energetico dell impianto di pubblica illuminazione, effettuato con il sistema Dibawatt.

Dettagli

Risparmio Energetico nella Pubblica Illuminazione Un opportunità concreta per la Pubblica Amministrazione Locale

Risparmio Energetico nella Pubblica Illuminazione Un opportunità concreta per la Pubblica Amministrazione Locale Risparmio Energetico nella Pubblica Illuminazione Un opportunità concreta per la Pubblica Amministrazione Locale SIMULAZIONI ED INTERVENTI PER L EFFICIENZA ED IL RISPARMIO ENERGETICO IN PROVINCIA DI TORINO

Dettagli

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLE STAZIONI DI RIFORNIMENTO CARBURANTE Prof. Giovanni Vincenzo Fracastoro giovanni.fracastoro@polito.it Dipartimento Energia Ing. Laura Rietto laura.rietto@polito.it Sommario

Dettagli

COMUNE DI GOSSOLENGO Provincia di Piacenza

COMUNE DI GOSSOLENGO Provincia di Piacenza 1 COMUNE DI GOSSOLENGO Provincia di Piacenza Piazza Roma n 16 C.A.P. 29020 C.F. 00198670333 CENTRALINO Tel. (0523) 770711 Fax (0523) 779291 - protocollo@comune.gossolengo.pc.it UFFICIO TECNICO Tel. (0523)

Dettagli

Una nuova luce per Brescia

Una nuova luce per Brescia Una nuova luce per Brescia INNOVAZIONE DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA Brescia, 21 gennaio 2015 Brescia a LED Illuminazione Pubblica a Brescia 90,34 km 2 area Brescia 195.500 abitanti 42.774 lampade per l

Dettagli