Progetto andrà a svilupparsi. Il Sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata, apprezza la volontà dell'associazione Opus in fabula di scegliere come

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto andrà a svilupparsi. Il Sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata, apprezza la volontà dell'associazione Opus in fabula di scegliere come"

Transcript

1 COMUNICATO STAMPA Fischio di inizio per Senza Frontiere, un grande progetto dedicato a tutti i giovani dai 15 ai 35 anni della Provincia di Roma e di Rieti Un percorso ludico-formativo per sostenere la creatività dei giovani e il loro spirito di iniziativa che coinvolge quattro Comuni della Provincia di Roma e Rieti e tantissime associazioni locali I telespettatori più grandicelli ricorderanno sicuramente le memorabili sfide tra i vari Paesi europei nel programma televisivo Giochi senza frontiere (in francese Jeux sans frontières). Il gioco consisteva in una serie di prove che le Nazioni dovevano affrontare per guadagnare punti. Un vero e proprio torneo a squadre con giochi d'acqua e di abilità fisica e scenografie spettacolari. IL PROGETTO. Il progetto Senza Frontiere gestito, coordinato e monitorato dall Associazione Culturale Opus in Fabula si ispira a questa storica trasmissione per porre al centro dell interesse collettivo i giovani dai 15 ai 35 anni nei territori provinciali di Roma e di Rieti, per consentire loro di sviluppare i talenti, i linguaggi, le capacità, costruendo un percorso personale e sociale con il supporto di enti ed istituzioni. Promosso dalla Regione Lazio Direzione Regionale Istruzione, Programmazione dell'offerta Scolastica e Formativa, Diritto allo Studio e Politiche Giovanili e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro della Gioventù, il progetto Senza Frontiere vuole destinare, all uso dei giovani, spazi all interno dei quali essi possano esprimere le loro potenzialità artistiche e creative e trovare il miglior supporto alle scelte formative e lavorative per diventare adulti in grado di apportare a questo territorio le energie che servono al suo sviluppo. Come ribadito dall'assessore Sentinelli durante la Conferenza Stampa, il progetto Senza Frontiere ha come obiettivo quello di offrire ai giovani competenze e capacità che gli permettano poi di entrare con più facilità nel mondo del lavoro; tale obiettivo si instaura perfettamente nei progetti più a largo raggio che l'assessorato all'istruzione e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio sta portando avanti da qualche tempo attraverso l'incremento di Istituti Tecnici Superiori, la creazione di un'area informativa sulle Officine delle Arti e dei Mestieri ed una per i progetti Informagiovani e Cartagiovani, atti a facilitare la ricerca di un lavoro ai giovani della Regione. I LUOGHI. Il progetto Senza Frontiere viene sviluppato all'interno dei Comuni di Fiano Romano (Rm), Sant'Oreste (Rm), Fara Sabina (Ri) e Forano (Ri). Quattro Comuni situati tutti nella zona nord della Regione Lazio, molto differenti tra loro per tradizioni locali, usi, costumi e densità di popolazione. I rappresentanti delle quattro Amministrazioni locali presenti alla Conferenza Stampa hanno avuto modo di ribadire più volte la soddisfazione e l'importanza che un Progetto come Senza Frontiere può apportare ai giovani del territorio, attraverso una sana competizione e la reciproca conoscenza dei territorio e delle realtà in cui il

2 Progetto andrà a svilupparsi. Il Sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata, apprezza la volontà dell'associazione Opus in fabula di scegliere come sede della Conferenza il Centro Giovanile Macondo ribadendo l'importanza di costruire una rete tra le Associazioni del Territorio che hanno deciso di mettersi in gioco collaborando a questa importante iniziative. Collaborare creando insieme qualcosa, con questo spirito Stefano Papalia, Presidente del Consiglio Comunale e Consigliere delegato alle associazioni di Fiano Romano, conferma la volontà dell'amministrazione di partecipare attivamente al Progetto, concedendo spazi per i laboratori gratuiti e il torneo finale e allargando a tutte le associazioni locali l'invito a partecipare attivamente al Progetto. IL TORNEO FINALE. Fulcro del progetto Senza Frontiere è la realizzazione di un torneo, che si svolgerà a maggio 2012 nei vari paesi coinvolti, tra squadre di giovani che si sfideranno in giochi ispirati alle tradizioni, alle leggende, ai personaggi famosi propri dei territori in cui vivono. Durante il torneo il pubblico sarà allietato anche da intermezzi musicali e teatrali, che serviranno da collante e spiegazione alle varie fasi di gioco e saranno anch essi ispirati alle radici del territorio. L evento proposto vuole avere l obiettivo di unire l arte e la storia al gioco e all attività sportiva, proprio per far emergere il lato ludico della conoscenza e per coinvolgere il maggior numero di giovani. Ancora ricordo mio nonno, che mi diceva... ma dove vai? Da quelli dellà dell'acqua? Apprezzo molto questo Progetto perché è riuscito ad unire due territori provinciali vicini, ma da sempre in contrapposizione. Diego Colletti, Consigliere Delegato alle Politiche Giovanili di Forano è convinto che Senza Frontiere riuscirà dove la politica e le istituzioni non sono arrivati, il coinvolgimento dei giovani all'integrazione sociale: I giovani sono stati lasciati davanti al loro computer da soli, questo Progetto mira a farli uscire finalmente dalla loro stanza, facendoli collaborare con i loro coetanei che abitano a pochi chilometri di distanza. L ideazione dei giochi da attuare, così come la creazione degli spettacoli e delle musiche, sarà propria della fase preparatoria all evento, che consiste in una serie di corsi e stages promossi nei paesi aderenti all'interno dei quali saranno create le musiche, gli spettacoli, le scenografie e quant altro sarà utilizzato per la realizzazione dell evento finale. Nello specifico i corsi che si intendono attivare sono: corso di teatro, danza e scrittura collettiva; di composizione musicale; di scenografia e riciclo; di disegno e grafica; e infine il corso di gestione eventi, che servirà anche per coordinare i vari prodotti di ciascun corso. CORSI & LABORATORI. A partire da gennaio 2012 inizieranno i diversi corsi e stages nei differenti Comuni. Ogni corso si articolerà in due sezioni distinte: la prima prevalentemente didattica; la seconda principalmente laboratoriale. Alla fine, ogni corso avrà prodotto un tassello indispensabile alla realizzazione della manifestazione: nei laboratori di scrittura collettiva si selezioneranno e produrranno i materiali base utili a tutti i corsi; nei corsi di composizione musicale si creerà la sigla dei giochi e la loro colonna sonora; nei corsi di teatro e danza si creeranno corti teatrali e coreografie che spiegheranno, intervallandoli, i diversi giochi del torneo; nei laboratori di grafica e pittura, oltre a occuparsi di tutta la veste grafica del

3 progetto, si collaborerà con i corsi di scenografia e riciclo per completare le scenografie e i costumi del torneo; infine, nei corsi di gestione degli eventi, si coordinerà l operato di ciascun laboratorio e si organizzeranno fattivamente le diverse tappe del torneo. Tutti i corsi studieranno le tradizioni, le leggende, la storia e il territorio del Comune in cui saranno ospitati e le riproporranno, attraverso le diverse discipline artistiche e mediante giochi a tema, in una veste moderna e più accattivante per un pubblico giovanile. Claudia Pignocchi, docente del corso di coreografia, tiene a specificare che i corsi sono rivolti sia a chi ha già una preparazione in un determinato campo artistico, sia a chi non si è mai messo in gioco in nessuna delle attività proposte. La ricchezza di questi laboratori sarà proprio questa, lo scambio reciproco tra realtà e conoscenze differenti. Creando questa doppia articolazione del progetto si rende più ampia e varia la modalità di partecipazione: la fase preparatoria è infatti rivolta a quei giovani che si vogliono cimentare nelle diverse arti proposte duranti i corsi, dando corpo alla loro creatività, e che soprattutto vogliono partecipare attivamente alla creazione di un evento, dalla sua ideazione alla sua realizzazione; l evento finale invece, nella parte riguardante il torneo, è un gioco a squadre, e come tale, richiede solo voglia di divertirsi, di mettersi in gioco e mettersi in movimento, ed è quindi la fase di più ampia possibilità di partecipazione. I DOCENTI. Per sviluppare il progetto Senza Frontiere sarà impiegato il ricco team di esperti nel settore artistico/culturale che l Associazione Opus in Fabula annovera tra i suoi soci: professionalità utili e necessarie al corretto svolgimento dell'intero progetto. Ogni settore sarà gestito da diverse figure professionali, ognuna in grado di apportare un valore aggiunto all'intero progetto ed arricchire con la sua esperienza il bagaglio culturale di ogni partecipante. L'OBIETTIVO. Qualunque sia il modo scelto per partecipare, questo progetto porterà da un lato ad una comunicazione attiva tra giovani di più paesi, e quindi alla creazione di una rete utile anche per future iniziative delle varie associazioni giovanili già presenti nei territori in questione; dall altro ad una ricerca sulle radici e sulla storia del territorio e quindi anche ad una sua rivalutazione. In conclusione questo progetto vuole porsi come primo tassello di un nuovo modo di coinvolgere i giovani, integrandoli in una rete sovracomunale e interprovinciale che, proprio in virtù della sua ampiezza, risponda meglio alle loro esigenze e dove i giovani possano diventare non più solo fruitori ma produttori di cultura e protagonisti della vita economica e sociale dei propri territori. Come ribadito anche in sede di Conferenza dall'assessore alle Politiche giovanili della Provincia di Rieti, Francesco Tancredi: L'Associazione Opus in fabula è uno degli orgogli del mio Assessorato, perché ha sempre lavorato per incentivare lo scambio tra altre associazioni e territorio, così come sta facendo in questo importante Progetto, che mira alla partecipazione attiva ed al coinvolgimento dei ragazzi di un vasto territorio grazie anche alla condivisione e allo scambio reciproco di esperienze, giochi, attività che porteranno alla formazione degli adulti di domani.

4 LABORATORI E DOCENTI LABORATORIO DI SCRITTURA COLLETTIVA Il corso mira, attraverso l invenzione e la stesura di una o più storie collettive, a sviluppare la creatività dei giovani, a rafforzarne lo spirito di cooperazione e ad accrescere l interesse per il testo scritto: ai partecipanti, infatti, sarà offerta la possibilità di realizzare uno o più elaborati di squadra, con l aiuto di un direttore letter-artistico. Gli argomenti oggetto delle trame saranno rappresentati da usi e costumi locali, tradizioni, leggende, aneddoti o fatti storici realmente accaduti e rappresentativi del territorio di appartenenza, in modo da incentivare e favorire nei ragazzi anche la riscoperta delle proprie radici culturali. Non vi sono regole particolari nella costruzione del plot, né di lingua (è concesso anche il dialetto), né di genere (poesia, racconto, testo teatrale, ecc.): il prodotto finale costituirà poi il punto di partenza per la reinterpretazione ludico-teatrale che si concretizzerà negli altri laboratori, attivando quindi una forte e dinamica connessione tematica tra le varie discipline artistiche. Il percorso si svilupperà attraverso 5 incontri pomeridiani di 2 ore ciascuno, con cadenza settimanale, ed è riservato ad un minimo di 5 e ad un massimo di 10 allievi, aventi un età compresa tra i 15 ed i 35 anni. William Sersanti (Associazione Avventura Soratte ) William Sersanti vive e risiede da sempre a Sant Oreste (RM), alle pendici del monte Soratte. Scrittore e poeta in lingua e in vernacolo, si occupa, tra le altre cose, di ricerca dialettale e folklorica, collaborando con alcuni esponenti del Gruppo Interdisciplinare per lo Studio della Cultura Tradizionale dell Alto Lazio; è autore anche di diversi articoli su testate giornalistiche (Nero su Bianco, Soratte Nostro Nuovo). Pubblicazioni: Filastrocche per Sant Oreste (poesie dialettali, 2009), Il tesoro nascosto (racconto inserito nel volume Racconti di Provincia, 2009), Lì u šcalinu i Piazza (poesie dialettali, 2010), L abbatuózzu (racconto inserito nel volume Racconti di Provincia, 2011), Emo vištu l abbatuózzu!, (canzoni dialettali con P. Diamanti, 2011), Piòve, guèrnu latru! (sonetti satirici dialettali, 2011), I ciliegi del giardino di Rebecca (romanzo breve per ragazzi, 2011).

5 CORSO DI COMPOSIZIONE MUSICALE: Le attività musicali vedranno i ragazzi coinvolti in modo attivo quindi essenzialmente pratico, inoltre verrà mostrato come comporre delle melodie più o meno semplici ma corrette. Come ogni idioma, anche il linguaggio musicale ha una sua grammatica, cioè l Armonia. Verranno date delle nozioni di base che permetteranno ai ragazzi di esprimersi liberamente per fare della musica un esperienza concreta. L obiettivo è quello di rendere i ragazzi in grado di sviluppare ognuno una propria idea musicale, di confrontarla con le altre al fine di produrre una colonna sonora che fonda le idee di tutti i partecipanti, la composizione comune di musiche originali e non solo che verranno eseguite durante i vari eventi della manifestazione. Le esecuzioni saranno a cura dei ragazzi che parteciperanno al corso, quindi oltre alla fase compositiva è prevista anche l applicazione pratica sullo strumento. Sandro Travarelli Diplomato al Conservatorio di S. Cecilia di Roma e laureando al corso di jazz dell omonimo Conservatorio. Da anni gira il mondo proponendo concerti con vari gruppi musicali, ed è anche insegnante di tromba, teoria e solfeggio.

6 CORSO DI TEATRO Il corso teatrale viene strutturato in una serie di incontri atti alla realizzazione di performance teatrali che verranno messe in scena durante le serate conclusive del torneo e prevede: un primo incontro conoscitivo, in cui si formerà il gruppo di lavoro e verranno presentati gli obiettivi del progetto; una fase di studio e elaborazione dei progetti del gruppo di drammaturgia atta a creare le scene sulle quali si lavorerà, tale fase produrrà il testo finale dei singoli spettacoli e le direttive organizzative per i laboratori musicali e di scenografia; una fase finale che si concluderà con la messa in scena dei prodotti dei vari laboratori all interno delle varie serate del progetto. Le lezioni avranno cadenza settimanale con calendario da concordare con il docente del corso nel primo incontro. Durante le lezioni si lavorerà su: Tecniche di rilassamento, Esercizi di respirazione, Esercizi di movimento nello spazio scenico, Voce, Improvvisazione, Dizione, Interpretazione, Studio e allestimento di un testo teatrale. Federico Ruscito (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Responsabile e supervisore dell'ambito teatrale. Formazione e studi: Arti e Scienze dello Spettacolo. Lavora nel campo teatrale su tutto il territorio di Roma e provincia, sia nel ruolo di attore, che come regista e drammaturgo. Da diversi anni dirige laboratori teatrali con approccio sperimentale, lavorando anche con bambini e disabili. All interno dell Associazione Culturale Opus in Fabula si occupa di regia teatrale, promozione di nuovi artisti e organizzazione di eventi. Marina Vitolo (Associazione Foranoinmusica ) Docente del corso di teatro. Ha frequentato il primo e secondo corso della Scuola di Mimo diretta dal Maestro Michele Monetta a Napoli, studiando la tecnica E. Decreaux e accenni della tecnica J. Lecoq, con relative lezioni di scherma, commedia dell arte (teoria e pratica con l uso delle maschere) e improvvisazioni varie. Uditrice presso l Accademia d Arte Drammatica Silvio D Amico di Roma. Da 6 anni insegna Dizione, recitazione, educazione vocale e storia del teatro per l Associazione Foranoinmusica presso il Teatro Comunale di Forano. Attualmente insegna e scrive per il teatro.

7 CORSO DI DANZA L intento principale del laboratorio di danza è quello di creare una o più composizioni in cui la narrazione di un evento appartenente alla storia del territorio venga rappresentato attraverso una performance di espressività corporea e motoria. Le lezioni sono aperte a chiunque voglia sperimentare le sue potenzialità comunicative, attraverso linguaggi differenti da quello della lingua parlata. Come ad esempio la danza, la pantomima e lo studio delle immagini. Non è assolutamente necessario avere familiarità con l arte coreutica, si potranno inserire senza alcun problema anche coloro che non hanno mai danzato prima. Il lavoro che si svolgerà nel corso del laboratorio sarà in grado di armonizzare le diverse competenze in materia, al fine di inventare e eseguire coralmente una o più coreografie che prenderanno spunto dal passato e dalla storia dei luoghi per proporre qualcosa di nuovo. Claudia Pignocchi (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Responsabile e Docente dell'ambito coreografico. Diplomata all Accademia Nazionale di Danza insegna da molti anni, da alcuni sta portando avanti una ricerca personale sul movimento originale di ciascun individuo sia esso bambino o adulto. Lavora anche con la primissima infanzia a cui impartisce lezioni di movimento creativo. All interno dell associazione Opus in fabula cura i rapporti con le scuole.

8 LABORATORIO DI GRAFICA E PITTURA: Il corso di tecniche del Disegno e Pittura è un viaggio nel mondo dei metodi e delle teorie dell arte, per approcciarsi o approfondire elementi della rappresentazione quali il disegno dal vero, chiaroscuro e teoria delle ombre, prospettiva e cenni d anatomia; per poi giungere al colore, attraverso le tecniche quali pastelli, acquerello, tempera, olio. Il corso introdurrà nell esplorazione delle prime pratiche e tecniche del disegno artistico; partendo da una realizzazione in piccolo, ogni partecipante sarà in grado, alla fine del corso, di riportare la propria esperienza artistica nella realizzazione delle scenografie utili allo svolgimento del torneo. Verrà inoltre realizzata in questo laboratorio tutta la cartellonistica informativa dell evento (cartelli round, cartelli d incitamento delle squadre., ecc.) unendo le tecniche artistiche alla creazione di slogan appositi. Antonio De Luca (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Responsabile e Docente del corso di grafica e pittura. Siracusano di nascita, mostra i suoi interessi per l arte sin dall infanzia. Completa gli studi presso l Accademia di Belle Arti di Roma e presso la Scuola internazionale di Comix. Professionalmente poliedrico, s è sperimentato con la fotografia, la scenografia, la pittura classica e contemporanea, l illustrazione, il costume, altresì come character design, fumettista e storyborder. Intende mettere a disposizione le proprie conoscenze e i propri contatti al fine di creare dei flussi artistici da convogliare, attraverso l associazione, in eventi di sorta. Claudio Capitani (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Docente del corso di grafica e pittura. Laureato in Giurisprudenza. Dipinge e ha partecipato a diverse mostre. Gli piacerebbe dare l opportunità di emergere a tutte quelle persone valide che ancora non hanno sfondato. Nell Associazione Opus in fabula gestisce la parte inerente i tesseramenti e l aspetto legale di eventi e attività.

9 LABORATORIO DI SCENOGRAFIA E RICICLO: Il laboratorio di attrezzeria creativa ha l obiettivo di progettare e realizzare oggetti e accessori di scena necessari allo svolgimento dei giochi previsti all interno del torneo. Partendo da un approccio pratico i partecipanti saranno stimolati ad e*splorare in maniera creativa i materiali di recupero* che ci circondano: legno, carta, plastica, metalli, vetro ecc Attraverso l osservazione, esplorando punti di vista diversi, si potranno costruire ed assemblare manufatti di nuova generazione a partire da vecchi materiali dismessi. Sabrina Todaro (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Responsabile e Docente del corso di scenografia e riciclo. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo. È animatrice per bambini; operatrice ludobus; guida musicale ed insegnante di educazione musicale. È fondatrice della Società Cooperativa Sociale Integrata Onlus RiCreAzione. All interno dell associazione Opus in fabula cura i rapporti con le scuole. Claudio Capitani (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Docente del corso di grafica e pittura. Laureato in Giurisprudenza. Dipinge e ha partecipato a diverse mostre. Gli piacerebbe dare l opportunità di emergere a tutte quelle persone valide che ancora non hanno sfondato. Nell Associazione Opus in fabula gestisce la parte inerente i tesseramenti e l aspetto legale di eventi e attività.

10 CORSO DI GESTIONE DEGLI EVENTI Nel corso di gestione degli eventi, si coordinerà l operato di ciascun laboratorio e si organizzeranno fattivamente le diverse tappe del torneo. Il corso fornirà le basi per la realizzazione della grande manifestazione finale. Dall ideazione alla definizione di un progetto condiviso, dalla pianificazione alla gestione e alla realizzazione pratica, sarà un percorso collettivo per la creazione e la gestione dell evento. Ogni incontro sarà composto da una parte teorica, supportata da materiale video e fotografico e da una parte progettuale. Durante il corso si farà, perciò, esperienza diretta di tutto il processo che porta/comporta l organizzazione di attività ludico-culturali, un esperienza vissuta sia in maniera individuale che come gruppo. Elisa Guerrieri (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Responsabile e Docente del corso di gestione eventi. All interno del progetto senza frontiere la sua funzione è quella di gestire la parte finanziaria del progetto, curare i rapporti con gli enti e le istituzioni, coordinare i diversi prodotti elaborati durante i corsi, gestire l organizzazione logistica dell evento finale. Laureata in Architettura e diplomata presso la scuola triennale di discipline teatrali del Rinoceronte Incatenato di Fiano Romano. Si occupa da diversi anni di teatro (come regista, attrice, scenografa,sceneggiatrice), di fotografia, di organizzazione eventi e allestimento mostre. È il presidente dell Associazione Culturale Opus in fabula e ha il ruolo di coordinatrice. Riccardo Serena (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Docente del corso di gestione eventi. All interno del progetto senza frontiere avrà il compito di gestire la parte finanziaria, occupandosi in particolare della gestione economica e lavorativa del personale. Ideatore ed Organizzatore di eventi all interno delle Province di Roma e Rieti. Collabora alla progettazione di servizi educativi interdisciplinari per l aggiornamento e la formazione permanente di quanti operano nella didattica, nella pedagogia e, più in generale, nelle attività di promozione sociale. All interno dell Associazione Culturale Opus in fabula si occupa in particolare dei Rapporti con Enti ed Associazioni. Valeria Berti (Associazione Culturale OPUS in fabula ) Docente del corso di gestione eventi. All interno del progetto Senza Frontiere la sua funzione è quella di gestire la parte finanziaria del progetto e quella inerente la promozione attraverso media e giornali delle iniziative, cura la rassegna stampa; coordina i diversi prodotti elaborati durante i corsi, gestisce l organizzazione logistica dell evento finale. Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo e diplomata presso la scuola triennale di discipline teatrali del Rinoceronte Incatenato di Fiano Romano. Si occupa da diversi anni di teatro (come regista, attrice, scenografa, sceneggiatrice), di organizzazione eventi e allestimento

11 mostre. All interno dell'associazione Opus in fabula si occupa in particolare di rassegna stampa e promozione degli eventi. Francesca Crapolicchio (Associazione Culturale opus in fabula) Docente del corso di gestione eventi. All interno del progetto Senza Frontiere la sua funzione sarà quella di gestire la parte finanziaria, curare i rapporti con gli enti e le istituzioni; coordinare i diversi prodotti elaborati duranti i corsi, gestire l organizzazione logistica dell evento finale e la segreteria. Formazione e studi: lingue e comunicazione internazionale. Da anni lavora nelle aziende in ambito amministrativo ed ha una lunga esperienza nella gestione dei Rapporti con Enti ed Istituzioni. Ha inoltre avuto esperienza di lavoro di gruppo durante il Servizio Civile prestato presso il Comune di Fiano Romano.

12 PARTNERSHIP Enti pubblici Comune di Fara in Sabina (Ri) Comune di Fiano Romano (Rm) Comune di Sant'Oreste (Rm) Comune di Forano (Ri) Associazioni Lavori in corso (Fiano Romano) Foranoinmusica (Forano) Centro di Ricerca e Sperimentazione Metaculturale (Cantalupo in Sabina) Avventura Soratte (Sant'Oreste) Associazione Giovanile (Sant'Oreste) Cooperativa Sociale San Saturnino Onlus (Centro di Aggregazione Giovanile Macondo - Fara in Sabina) Cooperativa Sociale Folias (Centro Giovani - Forano)

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

BAMBINI E ROBOT. Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto

BAMBINI E ROBOT. Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto BAMBINI E ROBOT Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto Docenti di Scuola dell Infanzia e di Scuola Primaria Circolo Didattico Beinasco - Gramsci www.beinascogramsci.it Introduzione La

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE

GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE Autore: Liliana Minutoli PROGETTO DIDATTICO PER APPRENDERE DA SUONI, PAROLE, IMMAGINI, MOVIMENTI CORPOREI A BAMBINI E MAESTRI! Eccoci qui insieme

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

AREOPAGO T Teatro Salesiano E

AREOPAGO T Teatro Salesiano E www.cnos-scuola.it sulla schermata del vostro sito compare la finestra seguente con il logo dell Areopago TES AREOPAGO TES TEATROEDUCATIVOSALESIANO avanti Cliccando sulla freccia si accede alla pagina

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE Anno scolastico 2012-2013 INSEGNANTI Clagluna Alessandra Corvitto Giovanna De Gaetanis Antonella Ficicchia Valeria Giuliani Cristina

Dettagli