:u: CI s: -nt Fase... Leggi Messaggio. Pagina 1 di 1. TELECOM - Leggi messaggio '. _., "Q'llc'TRATIVA. ]1;' AM-rVHl~ IJ '!}U!... ~..

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ":u: CI s: -nt Fase... Leggi Messaggio. Pagina 1 di 1. TELECOM - Leggi messaggio '. _., "Q'llc'TRATIVA. ]1;' AM-rVHl~ IJ '!}U!... ~.."

Transcript

1 TELECOM - Leggi messaggio '. _., "Q'llc'TRATIVA. ]1;' AM-rVHl~ IJ '!}U!... ~..J -~,~ Pagina 1 di 1 Leggi Messaggio Da: "Per conto di: A: CC: Ricevuto il:08/l0/ :01 PM Oggetto:POSTA CERTIFICATA: DOMANDA DI CANDIDATURA CDA UNIGE DOCUMENTAZIONE IN CORSO DI CONSEGNA CON RACC ARn del ORE Priorità:normale A ALBERICI - AUTORIZZAZIONE PUBBLICAZIONE CV.pdf(339443) dichiarazione domanda candidatura CdA UNIGE.pdf(266259) 3 - A ALBERICI - CURR GENERALE UNICO UNIGE pdf(l28407) 2 - A ALBERICI - DICHIARAZIONE REGIME TEMPO DEFINITO.pdf(7572) 2 - A ALBERICI - DICHIARAZIONE NUOVO INVIO.pdf(8344) 2-1 AA-ALLEGATO 1 Situazione amministrativa al pdf(l1091) 1-1 A ALBERICI TESSERA MINISTERIALE.pdf(221708) 1 - domanda nomina nel CdA di UNIGE pdf(40235) Mostra Certificato Azioni T Segna come: Da leggere Spettabile Ufficio protocollo, allego alla presente la documentazione contenuta nella Raccomandata AR n del 1 ottobre de15.58 (non ancora recapitatavi) che sostituisce quella contenuta nella Raccomandata AR n delle ore da voi ricevuta in data 5 ottobre 2012.Allego anche la dichiarazione in allegato (A ALBERICI - AUTORIZZAZIONE PUBBLICAZIONE CV) con il quale vi autorizzo a pubblicare sin d'ora il cv allegato (come contenuto nella Raccomandata AR n ) secondo le modalità previste dall?avviso pubblico per la presentazione delle candidature relative alla designazione dei componenti esterni del Consiglio di Amministrazione dell?università di Genova.Grato per l'attenzione porgo un cordiale salutoadalberto alberici UNIVEFZSI'r". DEGLI STUDI DI GEHOVA :u: CI s: -nt Fase....'-m Q....1 I- _. - O9 OTT. Z01Z N' Z-:l..'J...'J,'t--. l'- ~ "... AL.<:tab cc t RPA https://www.telecompost.it/webmail/message.jsp 09/10/2012

2

3 PROFESSORADALBERTO ALBERICI Universitàdi Milano e SDABocconi Il sottoscritto ADALBERTO ALBERICI. codice fisca: elbr DBR Z 133Aai sensi degli artt.46 e47 deldpr q e consapevole che chi. quc rilascia dichiarazioni l1lendaci, forma atti falsi onefa uso è punito ai sensi del codice enale c delle leggi specialiinmateria PRESOATI che la documentazione tramessa con raccomandata l aneore (domanda per la nomina nelcda di Dnige, Curriculum vitae. dic 'arazione di inquadramento nel regime a tempo definito nell'università degli Studi di Milano, fotocopia documento di identità valido) è stata regolarmente recapitata a codesto Ateneo..in data venerdì 5 ottobre mentre la RaccomandataAR n del I ottobre cl 5.58 (l'icevutaauegataaliapresentc) nella qualeècontelluta analoga documentazione ches. tituisce tuttavia quella precedentemente inviata per due errori nel curriculumvitae non vi è an ora stata consegnata TRASMETTE ANCHE PER POSTA EL. TTRONICA CERTIFICATA la documelltazione invlala con la secolldaraccomandlla AR (n $-~). DICHI~ Jl solloscriito a) che il nuovo invio si èresonecessario per la necessità di due correzionialcurriculumvitac precedentemente trasmesso e b) che allega alla prese,te la versione del suddetto documento eome colltenutonella RaccomandataAR n ;3. Pertanto egli AUTORIZZA SI 'ORA La pubblicazione del curriculum vitae allegato (3.. A LBERICI - CURRGENERALE UNICO DNIGE ) COTIle previsto dall'avviso pubbl' o per la prescntazione delle candidature relative alla designazione dei componenti est i del Consiglio di Amministrazionc deu UniversitàdfGenova. Milano 8 ottobre /3

4 PROFESSORADALBERTO ALBERICI 11 sottoscritto ADALBERTO ALBERICf) codice tìscale LBR DBR46S04 Zl33A ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 e consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, fofmaatti t111si o netll uso è punito ai sensi del codice penale e delle leggi special i in materia DICHIARA che la documentazione allegata alla presente (domanda per la nomina nel CdA di Unige, Currlctlltun vitae) dichiarazione di inquadramento nel regime a tempo definito nell'università degli SttldidiMilano, fotocopia documento di identità valido) SOSTlTUISCE INTEGRALMENTE Analoga documentazione tramessa con raccomandata in pari data (ricevuta in calce alla presente}alle ore ~...~. ti \ // ~.. //.1 (a / t 'J7 't ~?& 7j r;'<--.- Posteitaliane I "1 ';::1:. 5 (\j)e r3l /10/ :42 TarIffa ~ 4,95 Hffr.( 4,95 ' '"' TASSE-S.55

5 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari Docente di Economia bancaria e di Corporate govemance nelle imprese fmanziarie ab: Via Belfiore, Milano,TeL ; CURRICULUM VITAE (2 ottobre 2012) nato in Sorengo-Lugano (Svizzera) i14 novembre 1946; cittadino italiano; sposato conannamaria Galli con due figli, Francesca e Gualtiero; laureato nel 1971 in Economia e commercio, presso l'università Bocconi, Tesi in Economia delle aziende di credito, r professor Giordano Dell'Amore, 110 e lode; lingue: inglese e spagnolo. INDICE DEL DOCUMENTO 1. Sintesi dell'attività universitaria e di ricerca scientifica 2. Attività scientifico - professionale 3. Principali attività professionali in corso 4. Alcune delle principali posizioni professionali ricoperte 5. Curriculum studiorum 5.1 Attività universitaria 5.2 Attività di ricerca scientifica 5.3 Principali pubblicazioni 1/12

6 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI 1 - SINTESI DELL'ATTIVITÀ UNIVERSITARIA E DI RICERCA SCIENTIFICA.e. Professore ordinario di "Economia degli intennediari finanziari", Docente di "Economia bancaria" e di "Corporate governance nelle imprese finanziarie" nel Corso di laurea magistrale EFI - Economia e Finanza Internazionale, Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi, Università degli Studi di Milano; Docente senior dell'area ''Intennediazione Finanziaria, Banche e Assicurazioni" della Scuola di Direzione Aziendale dell'università Bocconi - SDABocconi (dal 1973); Membro dell'accademia Italiana di Economia Aziendale (dal 1987); Presidente della Consulta della Facoltà di Scienze politiche economiche e sociali del'università degli studi di Milano (dalla costituzione nel 2004); Membro di ADEIMF - Associazione docenti economia degli intennediari fmanziari; Autore di numerose pubblicazioni in materiabancaria, fmanziaria e aziendale (punto 5.1). 2 - ATTIVITÀ SCIENTIFICO - PROFESSIONALE Coordinatore (dal 1981) del CIB, management executive program per dirigenti bancari della SDABocconi (ranked Financial Times); Membro dell'advisory Board di "Bancaria", rivista dell'associazione bancariaitaliana; Membro del Comitato scientifico della Collana editoriale "Banche e mercati" di ABI Associazione bancaria Italiana; Membro del Comitato scientifico di Rivista bancaria - Minervabancaria; Fondatore de "Associazione per lo Sviluppo della Cultura Professionale per la Prevenzione e la gestione delle Crisi d'impresa" e membro del Comitato scientifico; Membro onorario e del Comitato strategico di FB Finance & Banking, "Associazione per lo sviluppo organizzativo e delle risorse umane" nelle banche e nelle istituzioni finanziarie; Membro onorario ed emerito di "APB - Associazione italiana per la Pianificazione e il controllo di gestione in Banca e nelle istituzioni finanziarie"; Membro di Nedcommunity, Associazione di amministratori non esecutivi ed indipendenti; 3 - PRINCIPALI ATTIVITÀ PROFESSIONALI IN CORSO Banca Popolare Pugliese: Consigliere di Amministrazione (dal 1998), Presidente del Comitato Consiliare dei Controlli interni (dal 2002) e Coordinatore dell'organismo di vigilanza 231/01 dalla sua costituzione (2009); Consigliere di Amministrazione di BPP-Sviluppo, Gruppo Banca popolare pugliese, dalla sua fondazione (2003); Coordinatore dell'organismo di vigilanza 231/01 di Banca Carige spa dalla sua costituzione (2005); Presidente dell'organismo di vigilanza 231/01 di Genova High Tech, dalla sua costituzione (2009); Coordinatore dell'organismo di vigilanza 231/01 di Anima sgr (da120!1); ~2/12

7 PROFESSaR ADALBERTO ALBERI CI Presidente di RPA Ricerche e Progetti aziendali società di consulenza manageriale (dal 1996); Mediatore Bancario (già Conciliatore bancario) per l'organismo di conciliazione bancaria il "Conciliatore bancario - Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie ADR" (da12007); 4 - ALCUNE DELLE PRINCIPALI POSIZIONI PROFESSIONALI RICOPERTE Consigliere di Amministrazione della Banca del Monte di Lucca, Gruppo Carige, dal 2007 al 26 aprile 2012; Coordinatore dell'organismo di vigilanza 231/01 di Prima sgr ( ) fusa con Anima sgr nel 2011; Consigliere di Amministrazione di Banca Cesare Ponti, Gruppo Carige (dal 2004 al 2010), Vice presidente dal ; Coordinatore dell'organismo di vigilanza 231/01 dal 2004 al 2007; Membro del Consiglio Direttivo dell'ente Parco Nazionale delle Cinque Terre ( ); Presidente del Comitato tecnico scientifico dell'associazione Bancaria Italiana ABI per la compliance ); Kedrios spa (società di outsourcing e di consulenza tecnologica peril settore finanziario Gruppo S.IA., Società Interbancaria dell'automazione spa) Presidente ( ), Membro del Consiglio di amministrazione dalla costituzione dèlla Società (2001) e Coordinatore dell'organismo di vigilanza ( ); Membro del Consiglio di amministrazione di Carige RD assicurazioni spa ( ); Consigliere di Amministrazione di Banca Carige - Cassa di risparmio di Genova e Imperia spa, ( ), Coordinatore del Comitato di Controllo interno (dalla sua costituzione ( ) e Membro del Comitato esecutivo ( ); Membro del Consiglio di amministrazione di Factorit spa, società di Factoring delle banche popolari italiane ( ); Presidente Supernet spa (dal 2001 Elsag-Supernet, Gruppo Finmeccanica ) societàla gestione dei canali bancari virtuali ( ); Fondatore (1988) e Presidente ( ) di N.B.!. - Network Bancario Italiano Società consortile per azioni fra banche popolari; Membro del Consiglio di amministrazione di Europrius NBI Asset Management S.A., società di diritto lussemburghese fra Credit Agricole Indosuez e alcune banche popolari ( ); Consigliere di amministrazione di ABI-Associazione Bancaria Italiana ( ); Presidente di NBIbroker spa, società di brokeraggio assicurativo del Network Bancario Italiano ( ); Membro del Consiglio di amministrazione di Credito artigiano spa ( ) e del Comitato esecutivo ( ); Presidente di La Centrale servizi spa (poi Database progetti spa) del Gruppo Database informatica, Società di software per Banche, Imprese e Pubblica amministrazione. ( ) e Membro del Comitato strategico della Capogruppo ( ); '3/12

8 PROFESSaR ADALBERTO ALBERI CI Direttore responsabile di riviste tra cui "FB banca domani", trimestrale dell'associazione formatori bancari, ( ); Presidente del "Club nuove banche e nuovi banchieri", Associazione fra le Banche costituite successivamente al 1992 ( ). Finafrica - Fondazione Giordano dell'amore: Docente nei corsi per l'assistenza tecnica ai paesi in via di sviluppo dal 1972; Responsabile, e referente scientifico e docente dell'area Financial management and policy del Master in banking and finance for developpement in lingua inglese dall'attivazione del corso (1985) alla sua cessazione (1996). 5 - CURRICULUM STUDIORUM 5.1 ATTIVITÀ UNIVERSITARIA UNIVERSITÀ L. BOCCONI DI MILANO: ( ) Borsista, con Borsa biennale rinnovabile di addestramento didattico e scientifico bandita dal Ministero della pubblica istruzione, presso la Cattedra di Economia delle aziende di Credito, Istituto di Economia aziendale: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO ( ). Assistente ordinario (confermato nel 1976), presso la Cattedra di Economia aziendale nella Facoltà di Scienze politiche collaborando anche, con la cattedra di Politica monetaria; nell'aa 75/76, ha vinto un premio di operosità scientifica bandito dall'università degli studi di Milano per il personale assistente; nel 1976 ha vinto il premio annuale dell'accademia nazionale di economia aziendale riservato all'autore di un'opera edita, in prima edizione, nel 1975 con il lavoro A.ALBERICI, Analisi dei bilanci e previsione delle insolvenze - affidabilità bancaria e informativa al mercato mobiliare, volume na della Collana del Comitato direttivo degli agenti di cambio della Borsa valori di Milano, - studi di economia industriale e di mercato finanziario diretta da L.Levy, G.Pivato e G.Tagi, Isedi, Milano, 1975; nell'aa 1977/78 è stato professore incaricato di Tecnica industriale e commerciale presso la libera Università degli studi di Trento; nell'anno accademico 1977/78 è stato professore incaricato. di Metodo1ogie e determinazioni quantitative d'azienda presso l'università L. Bocconi di Milano; negli anni accademici dal 1978/79 al 1981/1982 è stato Professore incaricato di Economia aziendale nella Facoltà di Scienze politiche dell'università di Milano; Dichiarato idoneo quale Professore associato alla prima tornata (Bando DM ) del raggruppamento n. 33, prima materia Economia delle aziende di credito, ha preso effettivo servizio, quale professore associato di Economia aziendale nella Facoltà di Scienze politiche dell'università di Milano, il 22 dicembre 1982 e confermato nel ruolo al termine del triennio; 4/12

9 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI Professore incaricato di Ragioneria generale ed applicata TI presso la Facoltà di Economia e commercio dell'università degli studi di Genova negli anni accademici 1984/85 e 1985/86. Vincitore del Concorso a cattedra di prima fascia per il raggruppamento di Economia delle aziende di credito, raggruppamento n. 49, prima materia Assicurazioni sociali, i cui atti sono stati approvati con DM 5 dicembre 1986; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA ( ) Professore straordinario di Tecnica bancaria e professionale nella Facoltà di Economia e commercio (1987) confermato 1990; Membro dell'accademia di economia aziendale (1987) Presidente del Corso di Laurea in "Economia della banca, della borsa e delle assicurazioni" della Facoltà di Economia dell'università di Genova dall'anno della sua istituzione (aa 1999/2000) e, precedentemente, coordinatore dell'indirizzo di Economia bancaria del Corso di laurea in Economia e commercio dalla sua costituzione (aa 1997/98). Presidente, dalla costituzione nel 1988, della Commissione didattica di Facoltà, Organo consultivo del Consiglio di Facoltà; Membro della Commissione paritetica di Facoltà aa e (non rieleggibile); UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO (2002-ad oggi) Professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari nel Dipartimento di Economia politica e aziendale (dal giugno 2012: Dipartimento si Scienze Economiche Manageriali e Metodi quantitativi) presso la Facoltà di Scienze politiche (dal giugno 2012: Facoltà di Scienze politiche, economiche e sociali), docente di Sistemi bancari e finanziari dell've (aa 2002/03); di Finanza aziendale (aa 2003/04); di Economia degli intermediari fmanziari (aa 2004/05); di Economia Bancaria dall'aa 2005/6 ad oggi nel Corso di laurea specialistica in Economia e finanza internazionale, Presidente della Consulta di Facoltàdalla sua costituzione (2004); socio fondatore e membro di ADEIMF, Associazione dei docenti di Economia degli intermediari finanziari: Membro della giunta di Dipartimento ( ). Responsabile di Stage e tirocini dei corsi di laurea in Economia europea (triennale) e di Economia e finanza internazionale (specialistica) dal 2008 Università degli studi di Genova (Facoltà di Economia): Professore incaricato di Economia delle aziende di credito I, aa , di Finanziamenti d'azienda aa 2003/2004 e 2004/ /2006; ~5/12

10 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI Nella sua carriera universitaria è stato membro, e talora presidente, di Commissioni di valutazione per tutti i ruoli universitari; ha avviato alla carriera universitaria giovani studiosi, oggi professori di ruolo di prima e di seconda fascia. 5.2 ATTMTÀ DI RICERCA SCIENTIFICA L'attività scientifica svolta ha riguardato principalmente le seguenti aree: l'economia aziendale e l'economia delle aziende di credito, l'economia dei mercati mobiliari e la Finanza d'impresa. la Corporate governance nelle imprese fmanziarie Nell'ambito dell'area Economia aziendale e l'economia delle aziende di credito sono state sviluppate ricerche concernenti l'analisi delle relazioni ambiente - strategia - struttura nell'economia delle aziende di credito, soprattutto con riferimento alle risposte strategiche ed organizzative determinate dall'evoluzione dello scenario di riferimento, a livello nazionale e internazionale;. In tale contesto sono state analizzate sia le Politiche e le strategie delle aziende di credito che le problematiche specifiche riferite a singole aree gestionali e all'implementazione degli strumenti tecnici per migliorarne l'efficienza organizzativa e l'efficacia dei processi di gestione delle banche e delle imprese. In particolare le ricerche svolte hanno riguardato prevalentemente: ~ la trasformazione degli assetti istituzionali del sistema finanziario nazionale e internazionale e le conseguenze strategiche ed organizzative per le banche. ~ le strategie collaborative con specifico riferimento alla tipologia specifica dello sviluppo della forma della collaborazione attraverso network. ~ il ruolo della cooperazione di credito nell'evoluzione dello scenario normativo e competitivo; ~ gli assetti e i modelli proprietari della banche; ~ Il marketing strategico e agli effetti dell'orientamento al mercato della banca sulle politiche di gestione delle risorse organizzative, umane e tecnologiche; ~ le politiche territoriali delle aziende di credito ~ il ruolo della tecnologia nella gestione strategica e organizzativa delle aziende di credito; ~ le condizioni di equilibrio economico e finanziario delle aziende di credito. ~ le politiche dei prestiti delle banche di deposito, le logiche e gli strumenti di valutazione e di gestione, anche previsionali, dei relativi rischi. ~ la valutazione del merito creditizio di imprese appartenenti a specifici settori industriali e di servizi. ~ il controllo di gestione ~ Il presidio dei mercati di riferimento ---'6/12

11 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI Nell'area Economia dei mercati mobiliari sono stati sviluppati studi che, partendo da precedenti ricerche, hanno portato all'approfondimento: ~ dell'analisi dei mercati finanziari internazionali al fme di verificame la rilevanza per le banche italiane nel quadro dei processi di deregolamentazione in atto ~ delle relazioni ambiente - strategia - struttura nell'economia delle aziende di credito, soprattutto con riferimento alle risposte strategiche ed organizzative implicate dall'evoluzione dello scenario finanziaria internazionale e nazionale; ~ dell'analisi dei mercati finanziari internazionali, con particolare riferimento ai mercati a termine dei contratti finanziari, al fine di verificame la rilevanza strategica e operativa per le banche italiane nel quadro dei processi di deregolamentazione in atto. Nell'area della Finanza d'impresa la ricerca è stata sviluppata avendo anche come punto di riferimento l'attività svolta nell'area "Financial management and policy" del corso "Master in banking and finance for developpement". Essa ha poi avuto come obiettivo la definizione dei criteri e di razionalizzazione delle scelte fmanziarie d'impresa a scopo di ottimizzazione delle performances finanziarie e dell'equilibrio del conto economico. In tale ambito sono stati indagati fra gli altri: ~ I fattori di scelta per l'ottimizzazione della struttura fmanziaria delle imprese industriali. ~ i criteri di ottimizzazione del rapporto fra impresa e banca con specifico riferimento all'analisi del meritq creditizio delle aziende richiedenti credito e alla valutazione del comportamento finanziari,odelle stesse nei confronti delle banche di deposito. ~ i rapporti fra banca e impresa per l'ottimizzazione della funzione fmanziaria di quest'ultima per la definizione di nuovi modelli istituzionali dell'attività bancaria; ~ lo sviluppo della fmanza d'impresa, nelle Pmi, intesa come "funzione di produzione" in termini di vincoli/opportunità per le scelte strategiche delle stesse; ~ le modalità/opportunità/condizioni di quotazione delle Pmi nei mercati regolamentati Nell'area della Corporate governance nelle imprese fmanziarie la ricerca si è sviluppata sull'articolazione del sistema dei controlli interni delle banche e delle società fmanziarie, con particolare riferimento alla definizione, teorica ed empirica, del concetto di indipendenza delle stesse rispetto alla struttura gerarchica delle suddette imprese. Essa si è poi sviluppata ed articolata alla definizione delle relazione fra gli stakeholders con riferimento alla minimizzazione dei "costi di agenzia" e alla definizione dei ruoli e dei compiti degli organi strategici e di controllo per migliorare l'efficienza e la consapevolezza del processo decisionale proprio a ciascuno di essi Un importante elemento di omogeneità delle ricerche condotte consiste nel fatto che le teorie elaborate, le logiche operative, le metodologie proposte e i risultati raggiunti, coniugando le frontiere della ricerca e il rigore scientifico, propongono anche soluzioni organizzative e gestionali accessibili nel medio periodo alla comunità degli operatoti economici. A supporto dell'attività di ricerca, realizzata anche a livello interuniversitario (Responsabile locale con risultati finali pubblicati) sono stati ottenuti contributi di ricerca di Enti pubblici nazionale di ricerca (Cnr),, di Centri di ricerca privati (Confindustria, Associazioni di Piccole e medie imprese) e di centri di ricerca e di formazione universitari (Newfm- Centro di ricerca sull'innovazione fmanziaria dell'università Bocconi) e di Scuole di formazione post laurea e post esperienza (Formez, Scuola di Direzione Aziendale dell'università Bocconi di Milano). ----'7/12

12 l PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI 5.3 PRINCIALI PUBBLICAZIONI in materia economica, aziendale, finanziaria e bancaria A.ALBERICI, Evoluzione strutturale e funzionale del sistema bancario spagnolo, Giuffrè, 1973; A.ALBERICI e M.BARAVELLI, Risparmio e Casse di risparmio nei Paesi africani, Editore Cassa di risparmio delle provincie lombarde, Milano 1973; A.ALBERICI, Le compartecipazioni, in La Cassa di risparmio delle provincie lombarde nel cinquantennio , Editore Cassa di risparmio delle provincie lombarde, Milano, 1973; A.ALBERICI, Analisi dei bilanci e previsione delle insolvenze - affidabilità bancaria e informativa al mercato mobiliare, volume 4 della Collana del Comitato direttivo degli agenti di cambio della Borsa valori di Milano, - studi di economia industriale e di mercato finanziario diretta da L.Levy, G.Pivato e G.Tagi, Isedi, Milano, 1975; A.ALBERICI, Nota sulla struttura del portafoglio prestiti (Contributo in volume) e il portafoglio prestiti della Banca di Coppo (caso), in La gestione delle aziende di crediti: testi e casi italiani, Collana della Scuola di direzione aziendale dell'università Bocconi, F.Angeli, Milano 1975; A.ALBERICI e A.PORTERI, Note sulla gestione del portafoglio azionario (Contributo in volume) e TI portafoglio titoli della Banca di Lombardia (caso);in La gestione delle aziende di crediti: testi e casi italiani, Collana della Scuola di direzione aziendale dell'università Bocconi, F.Angeli, Milano 1975; A.ALBERICI, Le cooperative di credito, Volume n.9 della ricerca CNR "Evoluzione problemi e prospettive del sistema bancario italiano" diretta da R.Ruozi, Angeli, Milano, 1977; A.ALBERICI, Le banche popolari e le casse rurali, in Il pluralismo nel sistema bancario italiano, a cura di P.Mottura, F.Angeli Milano, 1978; A.ALBERICI, Principi e criteri per la normalizzazione del bilancio di esercizio, in Analisi finanziaria per i fidi bancari, a cura di M.Onado, volume na della Collana della Scuola di direzione aziendale dell'università Bocconi, F.Angeli Milano, 1979; A.ALBERICI, Un modello analitico per capire meglio lo stato delle imprese, in Risparmio e territorio, Periodico della Federazione delle Casse di risparmio dell'emilia e Romagna, n. 2, 1979; A.ALBERICI, La Centrale dei bilanci: strumento per l'autodiagnosi aziendale, Federazione delle Casse di risparmio dell'emilia e Romagna, Bologna 1981 A.ALBERICI, TI ruolo della formazione per lo sviluppo delle risorse umane, in Quaderni di Economia, Banca e Congiuntura, n.2, 1982; A.ALBERICI, La formazione manageriale nelle banche italiane, in Rivista internazionale di Scienze economiche e commerciali, ottobre-novembre 1982; A.ALBERICI, Le caratteristiche economiche delle banche popolari italiane, in Guida alle banche popolari italiane, a cura di R.Ruozi, Quaderno n. 15 dell'associazione tecnica delle banche popolari italiane, Roma, 1982; A.ALBERICI, Una metodologia di contabilità per l'inflazione applicata alle aziende di credito, in Contabilità per l'inflazione applicata alle aziende di credito, il Mulino, Bologna 1983; ~8/12

13 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI A.ALBERICI, Gestione fmanziaria delle piccole e medie industrie e i rapporti con i creditori, in A.Alberici, G.Forestieri e R.Ruozi, Il costo effettivo del credito nelle piccole e medie industrie, Sipi-Confindustria, Roma, 1983; = A.ALBERICI, lfinancialfutures e le banche, Giuffrè 1984; A.ALBERICI, I fmancial futures: uno strumento per la copertura dei rischi aziendali, in L'evoluzione della finanza aziendale, Accademia italiana di Economia aziendale, Editrice Clueb, Bologna, 1985; A.ALBERICI, "La politica dei prestiti nei confronti delle aziende in crisi", in AA.VV, Crisi d'impresa e amministrazione controllata, Milano, Giuffrè, 1986; A.ALBERICI, Integrazione dei modelli di previsione delle insolvenze nella valutazione dei fidi bancari, in AA.VV. Laprevisione delle insolvenze aziendali, Giuffrè, 1986; A.ALBERICI, La politica dei prestiti delle aziende di credito nei confronti delle imprese in amministrazione controllata, in M.Cattaneo - F.Cesarini - A.Provasoli - B.Quatraro, Crisi d' impresa e amministrazione controllata, Giuffré, Milano, 1986; A.ALBERICI, Il localismo e la cooperazione: fattori chiave per il successo di una piccola banca, in il Tremisse - Bollettino dell'associazione tecnica delle banche popolari, n 11/12, 1986; A.ALBERICI, Il costo effettivo del credito bancario: un problema per le imprese minori, in Prospettive di cambiamento nel rapporto fra banca e impresa, Industrie grafiche bresciane, Brescia 1986; A.ALBERICI~A.FERRARI-S.PACI-M.PREDA, Rapporto sui Financial futures, Newfin Centro studi sull'innovazione fmanziaria dell'università Bocconi, Milano 1986; A.ALBERICI, Analisi di bilancio per i fidi bancari, Milano, F.Angeli, 1987 (edizioni successive, con modifiche, fino all'xi nel 2001). A.ALBERICI, I mercati dei financial futures, in Rivista milanese di economia, n. 24 ottobredicembre 1987; A.ALBERICI, Un questionario organizzativo come sistema di controllo, in Dirigenza bancaria, n. 4, luglio-agosto 1988; A.ALBERICI, Puma 2: una sfida e un'opportunità in Tempo reale, n.5, luglio 1989, pp A.ALBERICI, Nuove frontiere nella gestione del rischio dei prestiti bancari: l'applicazione dei Modelli di previsione delle insolvenze ai flussi di ritorno della Centrale dei rischi, in Banche e banchieri, n 12, 1989; A.ALBERICI, TI sistema bancario italiano nella prospettiva di un mercato unico europeo, in Rivista bancaria, n ; A.ALBERICI-D.DRAGO-R.RUOZI, Il fabbisogno finanziario delle società di servizi di informatica, Ricerca dell'istituto di economia degli intermediari fmanziari Giordano dell'amore, Università Bocconi, Milano 1990; A.ALBERICI, TI Network bancario italiano: la risposta strategica delle banche popolari, in Rivista di ragioneria, tecnica commerciale, diritto ed economia, Tramontana, 1990; A.ALBERICI, Intervento, in AA.VV., Liberalizzazione ed efficienza: nuovi strumenti, nuovi mercati, nuove opportunità operative per le banche popolari, Cefor, 1990; A.ALBERICI, L'innovazione di prodotto, in Rapporto di ricerca Verso la banca europea strategie di mercato degli anni '90, Consultbank, 1991; ----'9/12

14 PROFESSaR ADALBERTO ALBERI CI A.ALBERlCI, "Fattori reali e finanziari nelle crisi d'impresa, in Brianza economica, n. 11, A.ALBERlCI, Considerazioni sulla politica commerciale delle banche italiane in AA.VV. Più intelligenza alle carte più servizi alle persone, Ed. Olivetti, 1993; A.ALBERlCI, Una via all'efficienza per le banche locali, in AA.VV., Evoluzione del sistema bancario dopo la legge Amato, Consorzio 5C, Imola, 1993; A.ALBERlCI, Il patrimonio soci delle banche popolari, in AA.VV., Compatibilità dei costi delle banchepopolari, Cefor, Roma, 1993; A.ALBERlCI, Lariforma del sistemadei pagamenti: il caso italiano, inbanche e banchieri, n. 3, 1993; A.ALBERlCI, Attualità del modello cooperativo delle banche popolari, in Credito popolare, n.!,1994; A.ALBERlCI, I fattori di radicamento territoriale come leve di competitività, Atti del Convegno Banca e iriformatica, IBM Segrate,, 1994 A.ALBERlCI, Le sfide strategiche e le risposte organizzative, in AA.VV., Manuale di marketing Bancario, Utet, 1995, A.ALBERlCI, L'ambiente finanziario, in AA.VV. Le parole dell'impresa, Milano, F.Angeli, A.ALBERlCI, L.ANDERLONI, S.CASELLI e M.DIANTONIO, Il comportamento di utilizzo delle imprese, in AA.VV. La diffusione dell'innovazione finanziaria presso le imprese non finanziarie di medie dimensioni, Newfin-Università Bocconi, Milano, settembre 1995; A.ALBERlCI, Il Contributo degli operatori per la diffusione della cultura sui servizi di pagamento in Banca Europa, Casa editrice Stampa inedita, aprile 1995; A.ALBERlCI, Modello cooperativo ed efficienza delle banche popolari, in L'evoluzione delle banche popolari, Assodip - Banca popolare di Bergamo, Bergamo, 1995; A.ALBERlCI, Le sfide strategiche per le banche popolari, Intermediazione, diversificazione & professionalità: verso la banca del Atti del Convegno Cefor, novembre 1994, Roma, A.ALBERlCI, Il conto economico riclassificato come strumento interpretativo della gestione della banca, in Nuovi strumenti di lavoro perfuturi professionisti, Le Monier-Sole 24 ore, 1996; A.ALBERlCI. Le considerazioni del Governatore della Banca d'italia, Implicazioni per la gestione delle risorse umane, in FB-trimestrale di formazione e sviluppo organizzativo, settembre 1996; A.ALBERlCI e S.CASELLI, Le prospettive di sviluppo dell'hausbank nell'ambito dei rapporti fra le banche e le Piccole e medie imprese, inbanca notizie, n.2, 1997; A.ALBERlCI e S.CASELLI, Le prospettive di evoluzione del rapporto fra le banche e le PMI, in Genova industria, n.3, 1997; A.ALBERlCI, Banche, imprese e sfide di mercato in Eurolandia, Atti del Convegno, Cariverona, Verona, 1999; A.ALBERlCI, La riforma della centrale dei rischi e la centralizzazione dei rischi di credito, Relazione al Convegno di Studio sulle centrali dei rischi, ABI 1996; A.ALBERlCI, Le sfide di Eurolandia, in Etruria oggi - Banca popolare dell'etruria e del Lazio, febbraio 1999; -'-'10/12

15 PROFESSaR ADALBERTO ALBER/C/ A.ALBERICI e S.CASELLI, L'evoluzione del rapporto fra Confidi e piccole e medie imprese fra esigenze di sviluppo, innovazione e rischi di insuccesso, in Federconfidi: attività dei Confidi 1998, Federconfidi, Roma maggio 2000; A.ALBERICI, Strategie Bancarie e tecnologia: le ricadute organizzative per aree di business, Quaderno di ricerca n. 24, dicembre 2002, del Centro studi bancari dell'associazione Bancaria Ticinese, Vezia-Lugano; A.ALBERICI e S.CASELLI, La valutazione d'impresa per i fidi bancari, F.Angeli editore, Milano, A.ALBERICI e CASELLI, La valutazione dell'impresa per i fidi bancari. F.Angeli editore, Milano, 2003, pp. 167 (seconda edizione con modifiche 2004) A.ALBERICI, La banca cooperativa: da banca della comunità locale a bene utile alle comunità servite, in AA.VV, L'impresa cooperativa nel sistema creditizio, Cacucci Bari, 2003, pp A.ALBERICI, Basilea2: una sfida ineludibile perbanche e imprese, in Apulia, n. 2, giugno 2004, pp A.ALBERICI, Le condizioni economiche e fmanziarie per lo sviluppo del Paese, in Efebi banca in formazione n. 33/34, giugno/settembre 2004, pp A.ALBERICI E S.CASELLI, La valutazione dell'impresa per i fidi bancari. F.Angeli editore, Milano, 2004, pp. 167 (seconda edizione con revisioni). A.ALBERICI, TI sistema finanziario nelle considerazioni finali 2005 del Governatore della Banca d'italia, infb finance&banking, n. 38. settembre 2005, pp. 7-19; A.ALBERICI, La crescente vitalità ella disciplina di economia degli intermediari fmanziari, in Impresa Progetto, Rivista on line del Dipartimento di tecnica ed economia delle aziende,.n. 2, 2005 pp 1-8 ; A.ALBERICI, Tecnologia e strategie bancarie, in L.Pilotti (a cura), Le strategie dell'impresa, Cacocci Padova 2005, pp ; A.ALBERICI, Aspetti organizzativi di banca d'italia e del sistema nelle considerazioni fmali del governatore, in Efebi - banca in formazione, n. 42, giugno/settembre 2006, pp. 5 22; A.ALBERICI, L'analisi del capitale intellettuale per la valutazione del merito di credito, Rivista bancaria-minerva bancaria, Istituto di cultura bancaria Francesco Parrillo, - n. 4, luglio - agosto 2006, pp 7-30; A.ALBERICI, L'attività di compliance: alcune condizioni per la sua efficacia in "fb-banca in formazione", n , pp.5-22; A.ALBERICI, Presentazione del volume F.Querci, La valutazione della Loss Given Default. Misurazione, gestione e aspetti normativi, Collana Banca e mercati, Bancaria editrice, Roma 2007; A.ALBERICI, Aspetti del sistema economico e fmanziario, Rivista bancaria-minerva bancaria, Istituto di cultura bancaria "Francesco Parrillo", n. 4, 2007 Working Paper n Ottobre 2007; A.ALBERICI, Dalle Disposizioni per la tutela del risparmio alla Funzione della compliance, in Tutela del risparmio, authorities, governo societario. Giuffrè, Milano 2008, Working Paper n Giugno 2007; A.ALBERICI, Ricadute dei processi di internazionalizzazione, sulla gestione delle risorse umane, in Bancaria, n. 3/ '--11/12

16 PROFESSaR ADALBERTO ALBERICI AALBERICI, TOURISM AND ECONOMIC DIMENSION IN ITALY, Lavoro presentato al Bellagio Forum in Sustainable Development su "Conserving World Heritage Natural Sites and Cultural Landscapes in South-Eastern Europe - Managing culturallandscapes", (2007); AALBERICI, Italia turistica: la via è giusta ma la strada è lunga, In Rivista del turismo, n. 3, 2007, pp 26-28; AALBERICI, Le condizioni di efficienza per l'attività di Compliance, in Bancaria, n. 2/2008 ; AALBERICI, Dalle Disposizioni per la tutela del risparmio alla Funzione della compliance, in Tutela del risparmio, authorities, governo societario. Giuffrè, Milano 2008 AALBERICI, Crisi finanziaria e sistema bancario italiano, Efebi - banca in formazione, n e Rivista bancaria-minerva banaria, Istituto di cultura bancaria Francesco Parrillo, n. 4, 2008; AALBERICI, Presentazione al volume AA.VV, Il modello di organizzazione, gestione e controllo di cui ald. LGS. 231/01, Giuffrè 2008, pp IX-XI; AALBERICI, La corporate governance ex D. LGS. 231/01, in AA.VV, Il modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al D. LGS. 231/01, Giuffrè 2008, pp ; AALBERICI, Presentazione, al volume Fois C. - Martina A, Da Capo: ricominciamo a far banca, F.Angeli, Milano 2008, pp-9-11; AALBERICI, Introduzione, al volume Libro Bianco (AB1) sulla Funzione Compliance, Bancaria editrice Roma 2008, pp ; AALBERICI, la funzione di compliance: norme e valutazione si processi e procedure, in AA.VV, mifid 2, periscope, Milano 2009, pp AALBERICI, La compliance nell'attuazione della direttiva Mifid,in AA.VV, L'attuazione della direttiva MifID, ed Giuffrè 2009, pp AALBERICI, Prefazione al volume Il Project Finance Rischio di credito, regolamentazione, pricing e strumenti ibridi di finanziamento, Collana Banca e mercati, Bancaria editrice, Roma 2009 AALBERICI, Presentazione al volume Fois C. - Martina A, Cambio marcia: oltre gli obiettivi a breve, in corso di pubblicazione perf.angeli editore. AALBERICI - D.PREVIATI, I ruoli attribuiti alla funzione compliance, in AA.VV., L'evoluzione della funzione di compliance e i compliance risk nei servizi di investimento, Ricerca SDABocconi 2009, Collana "Banche e mercati" di ABI - Associazione bancaria Italiana, n. 11 O; A.ALBERICI - F. QUERCI, La valutazione dei brevetti per il finanziamento dell' innovazione: stato dell'arte e problemi aperti, in Bancaria, n. 3,2010. AALBERICI, La tecnologia e la trasformazione dell'attività bancaria, in FB Finance & Banking, n. 59,2011, -'-'12/12

17 PROFESSaR ADALBERTO ALBERI CI Il sottoscritto ADALBERTO ALBERICI, codice fiscale LBR DBR 46S04 Z133A ai sensi degli arti. 46 e 47 del DPR 445/2000 e consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia DICHIARA Di essere dipendente dell'università degli Studi di Milano e che il suo regime di impegno è "a tempo definito", come da Allegato l (Situazione amministrativa al 1/10/2012). Di conseguenza egli non è tenuto a produrre a codesta Università l'autorizzazione, rilasciata dall'ateneo di appartenenza, ad assumere la carica di membro del Consiglio di amministrazione dell'università degli Studi di Genova come richiesto da punto 2 del secondo capitolo (Incompatibilità e inammissibilità delle candidature) dell'avviso pubblico per la presentazione delle candidature relative alla designazione dei componenti esterni del Consiglio di amministrazione dell'università degli Studi di Genova. Tuttavia qualora codesta Università ritenesse necessario disporre della suddetta dichiarazione il sottoscritto non esiterebbe a produrla- Milano, 1 ottobre /1

18 PROFESSaR ADALBERTO ALBERI CI TI sottoscritto ADALBERTO ALBERICI, codice fiscale LBR DBR 46S04 Z133A ai sensi degli arti. 46 e 47 del DPR 445/2000 e consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia DICHIARA che la documentazione allegata alla presente (domanda per la nomina nel CdA di Unige, Curriculum vitae, dichiarazione di inquadramento nel regime a tempo definito nell'università degli Studi di Milano, fotocopia documento di identità valido) SOSTITUISCE INTEGRALMENTE Analoga documentazione tramessa con raccomandata in pari data (ricevuta in calce alla presente) alle ore Milano, 1 ottobre 2012 Spettabile Ufficio protocollo, la Dichiarazione allegata fa riferimento alla Documentazione riferita all'oggetto che ho trasmesso con la raccomandata ivi indicata ( inviata alle ore 10.42) che non va quindi considerata. La documentazione valida con riferimento alla procedura in oggetto è contenuta nella Raccomandata n inviata alle ore tramite la quale vi ho trasmessa anche in originale la dichiarazione allegata. A disposizione per ogni necessità (anche al ), ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti Adalberto A1berici 1/1

19 Università degli Studi di Milano ALLEGATO 1: Situazione amministrativa al 1110/2012 Matricola: Cognome Nome: Cod. Fiscale: Nato il: Residenza: Tit. di Studio: Mail: Telefono: 8029 ALBERlCI ADALBERTO LBRDBR46S04Z133A 04/ SORENGO - (EE) VIA BELFIORE, 14 MILANO - c.a.p.: (MI) LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO POSIZIONE DI CARRIERA Profilo: PROFESSORE ORDINARlO (578) Carriera: PROFESSORE UNIVERSITARlO DI RUOLO I FASCIA Qualifica: PROFESSORE ORDINARlO (578) Facoltà: 4 - FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE Settore: Settore SECS-PIl1 - Economia degli Intermediari Finanziari Regime di impegno: TEMPO DEFINITO SEDE DI SERVIZIO - AFFERENZA Struttura: Indirizzo: Comune: Cap: Provincia: DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E METODI QUANTITATIVI VIA CONSERVATORlO 7 MILANO MI SEDE DI LAVORO - EFFETTNA Indirizzo: Provincia: Cap: Zona: Milano - Via Conservatorio 7 MI Sede Centrale

20 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA DOMANDA Le dichiarazioni sono rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 Prof. Giacomo Deferrari Magnifico Rettore dell'università degli Studi di Genova Via Balbi, Genova Oggetto: nomina nel consiglio di amministrazione dell'università degli Studi di Genova di n. 3 componenti esterni Il sottoscritto ADALBERTO ALBERICI presenta la propria candidatura quale componente esterno del consiglio di amministrazione dell'università di Genova, ai sensi dell'art. 19 comma 1 letto e) dello Statuto e del D.R. n.-359 del 25 settembre 2012, per la selezione relativa all'avviso di cui all'oggetto. A tal fine, ai sensi degli artt. 46 ~ 47 del D.P.R. n. 445/2000 e consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia DICHIARA - Cognome ALBERICI - Nome ADALBERTO - Di essere nato il 4 novembre 1946 a Sorengo-Lugano (Svizzera) - Di essere residente a Milano- MI, in via Belfiore, 14 (CAP 20145) - Di avere cittadinanza italiana - Di essere iscritto alle liste elettorali del Comune di Milano - di possedere i requisiti generali di onorabilità previsti dalla legge per poter svolgere servizio nella pubblica amministrazione - di non aver riportato condanne penali o provvedimenti che comportino l'irrogazione di misure di sicurezza o di prevenzione - di non avere a proprio carico procedimenti penali o amministrativi in corso che possano costituire impedimento all'instaurazione o al mantenimento di un rapporto di lavoro pubblico; - di non essere dipendente dell'università degli Studi di Genova da almeno cinque anni precedenti alla data di scadenza fissata per la consegna della presente proposta di candidatura; - di possedere comprovata competenza in campo gestionale ovvero un' esperienza professionale di alto livello con una necessaria attenzione alla qualificazione scientifica e culturale; - di non essere portatore di alcun interesse economico professionale in conflitto con le attività dell' Ateneo 1/2

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice)

ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice) ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice) All Università degli Studi di Udine Ripartizione del personale Ufficio Concorsi Via Palladio 8 33100 UDINE Il sottoscritto...

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato IL DIRETTORE GENERALE Premesso che: Puglia Sviluppo S.p.A. è

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto.

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto. BANDO DI SELEZIONE N.. 27/2014 PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 ASSEGNO DI RICERCA POST-DOT TTORATO SCADENZAA BANDO: ore o 12.00 del 29 settembre 2014 DOMANDA DI AMMISSIONE Al Direttore del CIMeCC IL/LA SOTTOSCRITTO/A

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto.

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto. BANDO DI SELEZIONE N.. 35/2014 PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 ASSEGNO DI RICERCA POST-DOT TTORATO SCADENZA BANDO: ore 12.000 del 15 gennaio 2015 DOMANDA DI AMMISSIONE Al Direttore del CIMeCC IL/LA SOTTOSCRITTO/A

Dettagli

Mod. A. Domanda di partecipazione alla selezione, per titoli ed esami, per l individuazione di educatori museali

Mod. A. Domanda di partecipazione alla selezione, per titoli ed esami, per l individuazione di educatori museali Mod. A Al Museo Castello del Buonconsiglio monumenti e collezioni provinciali Via B. Clesio, 5 38122 - TRENTO Esente da bollo ai sensi del D.P.R. 642/1972 Punto 11 Tab. All. B Domanda di partecipazione

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Spett/le ITALCONCILIA - Associazione Mediatori Professionisti Segreteria Generale Corso Europa, 43-83031 Ariano Irpino (Av) RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Il/La sottoscritto/a, nato/a

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 Regolamento concernente il riconoscimento dei titoli di studio accademici, a norma dell'articolo 5 della legge 11 luglio 2002, n. 148. (09G0197)

Dettagli

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Al Dirigente Scolastico DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Il/La sottoscritto/a Cognome: Nome: -C.F. Luogo di nascita: (Prov. )- data di nascita: Luogo di residenza -Prov. - C.A.P. Indirizzo:

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO -

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale"

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli