Valle Camonica. la cultura e il turismo insieme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Valle Camonica. la cultura e il turismo insieme"

Transcript

1

2 Valle Camonica la cultura e il turismo insieme "La Valle Camonica è una Valle di Segni. E oggi in questo progetto, pensato e realizzato in collaborazione con Crucifixus - Festival di Primavera, si valorizza la Valle del Sacro. Ci sono i segni delle chiese, delle sculture, delle pitture, dei borghi e dei monti... E' facile fare cultura in un ambiente così ricco di stimoli, di immagini, di risorse; con collaboratori che, oltre ad essere professionisti seri, sanno essere poeti, sanno interpretare e dare voce ai luoghi.

3 Le sacre rappresentazioni che Crucifixus - Festival di Primavera ambienta nelle chiese più suggestive della Valle, con artisti di grande sensibilità e disponibilità, hanno costituito il punto di partenza per un percorso che ha saputo coniugare voci, sguardi, immagini; ha saputo infondere vita alle antiche sculture, ha saputo vedere e far vedere, intervistare, cogliere e interpretare. Il progetto è diventato quindi un grande strumento di comunicazione corale: gli artisti hanno vissuto ed interpretato i luoghi in un rapporto intenso ed unico con gli spettatori; Eletta ha saputo cogliere le loro sensazioni, valorizzando i loro punti di vista; Davide ha evidenziato, in un panorama di stupefacente grandiosità, immagini sacre ed umane, artistiche e poetiche; i giovani del Laboratorio di Comunicazione (Stefano Malosso, Giampietro Moraschetti, Marta Pagano, Andrea Richini e Maura Serioli) hanno operato al meglio, ognuno col suo bagaglio di interessi, con entusiasmo e passione! La collaborazione con Carla è stata una sfida vincente, appassionante, da rinnovare, come ogni anno si rinnova Crucifixus - Festival di Primavera, sempre nuovo ed antico, sempre atteso ed applaudito. Ma fare cultura in Valle può e deve identificarsi col "fare turismo". Quando il teatro entra nei luoghi di culto e l'arte si svela in nuovi palpiti di vita, quando il ritmo e la poesia delle riprese filmiche trasmettono la forza delle tradizioni e dei patrimoni culturali, tutto il territorio sembra acquistare nuova vita, offrendosi al visitatore nella sua immensità. E' davvero questo il momento di credere che il turismo può diventare una importante realtà in Valle Camonica, la Valle dei Segni". Simona Ferrarini, presidente del Distretto Culturale di Valle Camonica LA VAlle del Sacro 3 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

4 PAROLE ARTE TEATRO

5 Il video La Valle del Sacro nasce nell ottica di una promozione territoriale che, dall incontro fra patrimonio artistico ed eventi culturali, trae gli spunti più interessanti per la propria linea d azione. Le chiese della Valle Camonica, luogo di culto e devozione popolare e al tempo stesso custodi di opere d arte straordinarie, ospitano da alcuni anni gli spettacoli di Crucifixus Festival di Primavera. I luoghi sacri tornano ad assumere la funzione di teatri e a dialogare con la comunità attraverso la voce degli attori, i loro gesti e le luci di scena, mentre sullo sfondo i dipinti e le sculture dei grandi artisti del passato divengono una scenografia ancora più suggestiva. Proprio per questa forza comunicativa del teatro sacro, reinterpretato con innovazione e qualità dal Festival di Crucifixus, e per la sua adesione narrativa ai contenuti dell arte sacra, il Distretto Culturale di Valle Camonica ha deciso di dar vita a una collaborazione che si è concretizzata nella realizzazione di questo filmato. Il nuovo brand Valle Camonica, Valle dei Segni, ideato dal Distretto con l obiettivo di valorizzare questa terra nella molteplicità dei codici e delle testimonianze che ne hanno tracciato la storia a partire dalle Incisioni rupestri, ha trovato in questo progetto un applicazione inedita, una declinazione fra i segni, vicina al tema della fede e della spiritualità, ossia la Valle del Sacro. Il Sacro richiama alle radici fortemente religiose di questa terra e alla presenza di luoghi d arte che rappresentano uno dei punti di forza del turismo in Valle Camonica. Questo video è quindi l esito di un operazione di rilancio, in cui la cultura s intreccia con la promozione territoriale, senza snaturare i contenuti di un Festival prestigioso come Crucifixus, ma anzi, valorizzando la sua presenza nel paesaggio e nella storia della Valle Camonica, in un viaggio poetico e raffinato fra Parole, Arte e Teatro. Sergio Cotti Piccinelli, direttore del Distretto Culturale di Valle Camonica LA VAlle del Sacro 5 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

6 LIBRETTO venerdi:layout 1 27/02/12 21:23 Page 6 LA VALLE DEL SACRO il video

7 Maria Paiato ha gli occhi che parlano. Durante l intervista racconta, gesticola, si emoziona. Il suo Crucifixus non è uguale a quello degli altri attori che incontriamo. Patrizia Punzo, Luciano Bertoli, Ermanno Nardi e i giovani dell associazione teatrale Elea. Ognuno di loro ha dentro di sé un Festival, un modo di interpretarlo e trasmetterlo, al di là dello spettacolo che metteranno in scena poche ore dopo il nostro incontro. Ognuno di loro, attori-narratori che incontrano ogni sera un pubblico diverso, ha una propria visione sul senso della cultura, del teatro, e di come entrambi s intreccino con la vita di una comunità. Ogni attore è interprete non solo dei personaggi che recita, ma di se stesso: alle nostre telecamere racconta un esperienza personale, che si traduce in pensieri e suggestioni. Dalle impressioni degli artisti si giunge a riflessioni più profonde sul legame fra arte e teatro, fra teatro e comunità. In fondo siamo qui per questo. Provare a cogliere, nello spazio di una sera quando le luci si abbassano e nella chiesa resteranno loro sul palco, sacerdoti in prestito per celebrare un rito che è teatro e non messa solenne, questo momento di cultura, di scambio di emozioni fra attore e spettatori, consumato all interno di in un luogo sacro. Nella Valle del Sacro il regista, Davide Bassanesi, fa rivivere questa relazione fra il luogo sacro e l attore, alternando momenti descrittivi a passaggi più evocativi. Dalla drammaturgia teatrale messa in scena negli spettacoli a quella iconografica sulla volta dell abside. Dall attore al personaggio dipinto. Dagli affreschi all artista in scena. I personaggi delle opere d arte sembrano animarsi grazie ai gesti ripetuti degli attori. L inquadratura ci mostra come la finzione scenica sia ugualmente sull altare, divenuto palco, ma anche alle spalle dell attore, fra le opere d arte. E proprio queste ultime, grazie all utilizzo di particolari apparecchiature, ci appaiono in una visione inedita, più ravvicinate e in movimento, a differenza del normale punto di osservazione verso l alto, cui siamo abituati, dai banchi delle navate. Si privilegiano sequenze che restituiscono la spazialità del luogo, cui corrisponde una colonna sonora, accuratamente LA VAlle del Sacro 7 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

8 scelta dal regista, che evoca, attraverso il suono, gli effetti di eco e riverbero delle voci e dei rumori all interno delle chiese. Le sensazioni visive si fondono con quelle sonore, in un crescendo di rimandi e corrispondenze. La Valle Camonica fa da sfondo con il suo paesaggio. Non sono solo le chiese, con gli affreschi e le sculture lignee, a rappresentare un patrimonio d eccezione. Nel video, basta osservare le immagini dall alto o le riprese in primo piano. Vedi il borgo di Bienno, con i vicoli medioevali. Ecco Edolo, fra il verde dell Alta Valle e il castello di Breno. E ora, Cerveno che si arrampica sulla montagna. Gli attori di Crucifixus appaiono avvolti dal contesto artistico e ambientale della Valle Camonica. In pochi minuti, attraverso un montaggio che condensa essenzialità e poesia, si ha l impressione di compiere un viaggio a tappe, un itinerario lungo la cultura, l arte e il teatro. Quando abbiamo iniziato la lavorazione del video La Valle del Sacro, il Festival di Crucifixus era in pieno svolgimento e grazie alla disponibilità dell organizzazione e degli artisti, in qualche modo, nel Festival, siamo entrati anche noi. Questo progetto ha coinvolto anche il Laboratorio di Comunicazione del Distretto Culturale di Valle Camonica (Marta Pagano, Maura Serioli, Giampietro Moraschetti, Stefano Malosso e Andrea Richini) che munito di fotocamere, block notes e cavalletti, ha contribuito alla realizzazione del filmato, seguendo passo dopo passo riprese e interviste. La Valle del Sacro non è dunque, come spesso accade nel contesto del Distretto Culturale, solo un progetto di promozione territoriale. Ha rappresentato infatti anche un occasione di formazione e apprendimento nell ambito della Comunicazione da parte di un gruppo di giovani, che in questo modo ha potuto sperimentare una nuova esperienza lavorativa. Il Distretto Culturale ha dunque voluto promuovere un iniziativa che attraverso il linguaggio multimediale guardasse all esterno, come veicolo di comunicazione, ma anche sul proprio territorio come occasione di crescita formativa.

9 Certamente questo video rientra in un azione di rilancio del territorio valligiano e s inserisce in una ricerca cinematografica, ispirata ai temi del sacro e della devozione popolare, intrapresa alcuni anni fa dal Distretto Culturale, con lo scopo di promuovere la Valle Camonica, conservando le tradizioni, la memoria e le consuetudini della sua comunità. Eletta Flocchini, Responsabile comunicazione del Distretto Culturale di Valle Camonica Luciano Bertoli Maria Paiato Ermanno Nardi Patrizia Punzo LA VAlle del Sacro 9 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

10 CRUCIFIXUS un festival per la primavera di una terra

11 Crucifixus Festival di Primavera, teatro, musica, tradizioni del sacro è un festival che si svolge ogni anno tra il lago d Iseo e la Valle Camonica, durante le tre settimane che precedono la Pasqua. Coinvolge il comune di Brescia, venti comuni delle province di Bergamo e Brescia che ospitano in contemporanea spettacoli di teatro e musica per un totale di quasi cinquanta appuntamenti. È prodotto dall Associazione Festival di Primavera in collaborazione con la Regione Lombardia, la Provincia di Brescia, la Comunità Montana Distretto Culturale di Valle Camonica, l Impresa della Cultura. Gode del patrocinio della Diocesi di Brescia e dei patronati del Ministero degli Interni e del Consilium Pontificium de Cultura della Santa Sede. La direzione scientifica e artistica è dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Ogni anno le collaborazioni con privati e associazioni diventano sempre più ampie. Nel 1998 tra la Val Camonica e il Lago di Iseo nasceva l idea di lavorare in modo organico, e condiviso da più soggetti, a un progetto di cultura che basa la sua ragione di essere su due punti: la ricchezza storica, artistica e ambientale del territorio e la necessità di puntare sulla specificità di tale ricchezza per costruire e comunicare identità: cioè costruire e rinnovare valori, memorie, simboli, per poi comunicarli come collettivi. Quell idea si traduceva in Crucifixus, un percorso di reivenzione della tradizione che, coniugando luoghi d arte cristiana e antiche pratiche devozionali, propone un recupero del patrimonio teatrale medievale e rinascimentale per dare voce a memorie, testi, musiche, immagini del passato nel continuo confronto con scritture contemporanee e nuove contaminazioni. Sin dall inizio è stato assolutamente evidente che, accanto all originalità della proposta culturale, la condizione essenziale per dare sostanza a Crucifixus è la costruzione di una rete territoriale che consenta una reale valorizzazione attraverso la messa in comune di patrimoni artistici e ambientali diversi e di diversi saperi, oltre che l unione e l ottimizzazione delle poche risorse economiche. È fondamentale mettere insieme più luoghi di un unica terra, luoghi accomunati dalla stessa cultura e storia, ma ognuno con una precisa particolarità Carta Bino, LA VAlle del Sacro 11 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro Direttore artistico di Crucifixus

12 e con la possibilità di giocare un ruolo preciso. Quella terra, per noi, è come un corpo. E un corpo non è mai generico, ma è sempre specifico. È un tutto, non smembrabile, né frazionabile. Ha una conformazione fisica e un passato precisi. Un modo di intendere e di parlare. Un sapore. Abbiamo individuato nel concetto di coralità il contenuto, il metodo e la prassi. Il contenuto perché la cultura di quella terra è, per storia e tradizione, cultura collettiva. È condivisone di un insieme di conoscenze, di valori, di riti e di ritmi nei quali i singoli individui si riconoscono e attraverso i quali scandiscono la vita personale e di gruppo. Il metodo, perché la cultura corale o comunitaria implica la rinuncia all autorialità e al monopolio di un progetto calato dall alto e impone la relazione e la collaborazione su un progetto che punti alla creazione di un armatura culturale del territorio. Ossia renda necessario impostare il progetto di futuro delle comunità locali su ridisegnati significati di identità, su un sistema di valori che sia motore di sviluppo. Sul paradigma dell armatura culturale si innesca il lavoro svolto dal festival sui luoghi d arte e sul patrimonio storico, che vengono sempre connessi al progetto del territorio e al suo modo di essere vissuto. La prassi ossia il coinvolgimento di realtà territoriali nella realizzazione di processi vivi in gruppi e assemblee di persone, in teatri di comunità, che consentono la riattivazione degli scambi per la costruzione di nuovi saperi e, soprattutto, di nuove relazioni. Crucifixus è divenuto oggi il principale festival italiano di teatro, musica, tradizioni del sacro, apprezzato tanto per l originalità dell idea, che non ha simili sul piano nazionale, quanto per il modello gestionale e organizzativo, fondato sulla creazione di un sistema territoriale. Nel corso delle diverse edizioni l iniziativa si è caratterizzata come vero e proprio intervento di valorizzazione culturale dell area interessata, mettendo in

13 collegamento il progetto in sé, (ormai diventato un appuntamento annuale rinomato nel panorama dei festival nazionali di arti performative), la sua sempre maggiore complessità (con la progressiva apertura ai diversi settori artistici di intervento - teatro, musica, arte figurativa, cinema, editoria, e via discorrendo), la sua intima portata territoriale e il suo essere un occasione possibile di sviluppo delle economie dirette e correlate alla cultura (quali le economie del turismo). Il progetto e la sua messa in opera sono scanditi in tre momenti distinti ma imprescindibili: ricerca scientifica, formazione culturale e professionale, intervento sul territorio e produzione di eventi. A queste tre fasi collaborano diverse entità, ciascuna con un suo ruolo. L idea di realizzare un festival come Crucifixus nasce in seno al lavoro di ricerca sul teatro sacro cristiano e sulle sue forme di rappresentazione svolto dall Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, cui è affidata la direzione scientifica e artistica. La ricerca consente di conoscere e comprendere opere d arte, testi e azioni del passato, mettendo a disposizione un vasto patrimonio artistico su cui lavorare. Grazie al festival questo patrimonio non rimane pura teoria consegnata al libro, ma attraverso la produzione di performances diviene reinvenzione della storia e della tradizione, riattivando i meccanismi di produzione corale e comunitaria che si accompagnano alla presa di coscienza da parte del territorio dei beni in suo possesso. Per questo motivo il festival è soprattutto produttore di drammaturgie ed eventi teatrali e musicali, che vengono discussi da apposite commissioni artistiche e realizzati in accordo con professionisti delle arti performative, che lavorano individualmente a progetti appositamente ideati, ma che sempre più spesso intervengono anche sul territorio e collaborano con gruppi locali, dando origine a interessanti esempi di teatro di comunità. Gli spettacoli prodotti (ormai in un numero rilevante), vengono poi distribuiti sul territorio nazionale, in modo LA VAlle del Sacro 13 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

14 tale che la struttura operativa del festival funziona anche da piccola agenzia. Accanto al lavoro di ricerca e produzione, il festival è strettamente collegato ai laboratori di scrittura, recitazione e organizzazione proposti dall università, laboratori volti alla formazione iniziale di operatori culturali. In tal modo Crucifixus offre occasioni concrete di stage sia per futuri organizzatori e manager di eventi culturali, che per aspiranti artisti (attori, scrittori e quant altro) o per animatori territoriali, ai quali sempre più si chiede di essere in grado di coordinare le risorse del contesto in cui operano. Non sembri contraddittorio che il festival si ponga contestualmente su due piani di lavoro, quello più specificatamente storico artistico e quello organizzativo gestionale. Non esiste progetto culturale senza organizzazione. Il che significa che certamente non è possibile prescindere dalla qualità della proposta culturale, ma anche dalla messa in campo di nuove professionalità di tipo gestionale. I due settori sono strettamente legati, e l idea portante di Crucifixus Festival di Primavera è la creazione di un sistema di produzione culturale e artistica non disgiunto dalla progettazione e dalla promozione del territorio come bene complesso. Chi produce il festival è l Associazione Festival di Primavera. Ad essa si affiancano tutti i principali enti pubblici del territorio: il Comune di Brescia, la Regione Lombardia; Provincia di Brescia, Comunità Montana dell Alto Sebino, Comunità Montana Distretto Culturale della Valle Camonica, BIM, singoli comuni. Poiché il progetto è complesso, accanto al nucleo portante del festival in sé, ossia la predisposizione del cartellone annuale di eventi di spettacolo, negli anni sono state messe in campo iniziative complementari, quali itinerari volti alla valorizzazione di luoghi d arte, ri-definizione dell offerta della ristorazione locale, con la proposta di menu appositamente studiati e laboratori enogastronomici, offerta concertata di beni ambientali (lago e montagna), che costituiscono la

15 principale risorsa turistica sebino-camuna. In questo senso la rete di collaborazione funziona sia sul piano della ideazione che della realizzazione e in occasione del festival i soggetti solitamente impegnati nella singola promozione coordinano le proprie risorse per fare una proposta unica di territorio. La particolarità del festival Crucifixus, il suo forte legame con il territorio di appartenenza, sia dal punto di vista del progetto che del coinvolgimento delle comunità locali, la sua collocazione cronologica nel tempo forte, per non dire rituale, della quaresima e della Pasqua, porta ad alcune considerazioni in merito al pubblico cui si rivolge. Sin dall inizio il Festival ha interessato in modo precipuo la popolazione locale (che a tutt oggi costituisce la percentuale più significativa dell intero pubblico) che in esso trova, innanzitutto, una risposta alla domanda insoddisfatta di spettacolo (il territorio non presenta un offerta sistematica e continuativa di teatro, musica e arti performative in genere, ed anche l offerta di cinema è ridotta) e, poi, un amplificatore di valori collettivi, antichi e nuovi. Si potrebbe aggiungere che la tematica del festival costituisce di per sé una discriminante per il pubblico, anche locale. Di fatto, ciò che è prioritario è la portata di valori identitari che il festival mette in campo, lavorando sui saperi tradizionali e sulle loro declinazioni storiche. Cioè a dire che il sacro ha un significato ormai secolare di relazione: riguarda l importanza di stare insieme e di costruire nuovi gruppi e nuove comunità. Negli anni la fruizione del festival da parte della popolazione locale è variata, nel senso di un sempre maggior coinvolgimento, per cui lo spettatore o ne partecipa in modo emotivamente attivo o ne fa addirittura parte in quanto attore. Ne consegue un appassionata mobilità del pubblico che segue il festival di luogo in luogo, costruendo personali percorsi di fruizione, ossia LA VAlle del Sacro 15 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

16 personali drammaturgie di visione. Lo stesso meccanismo funziona per anche per il pubblico esterno, che inizia a conoscere il festival ed a seguirlo. Il bacino d utenza è per ora soprattutto il nord Italia (Lombardia e Veneto le regioni più rappresentate), con qualche presenza da numerose città del centro, motivata però da interessi più specifici e di nicchia, che sono coniugati ad una più generale fruizione turistica. L edizione del 2004 ha fatto registrare un importante successo di pubblico, misurando un totale di circa presenze nelle tre settimane di programmazione.un festival per la primavera di una terra. Un festival che sta rivelando le straordinarie potenzialità di un modo diverso di costruire cultura soprattutto in luoghi periferici e privi di visibilità. Ma anche un festival di particolare complessità organizzativa e gestionale proprio perché necessita della collaborazione di tutto il territorio. Necessita di un politica culturale consapevole e consapevolmente intrecciata con le politiche dell ambiente; di una programmazione lungimirante, di una struttura forte e al tempo stesso agile; di pensieri messi in relazione, di comunicazione complessiva. Non può prescindere da una sensibilità territoriale che significa «avere una cognizione non generica, ma molto determinata, dell esistenza e del funzionamento di sistemi, di reti, di flussi e di nodi e quindi della necessità di guardare oltre il singolo terminale (il singolo soggetto, la singola impresa, la singola località [ ]) per concentrarsi sul modo» in cui si fa cultura e si costruisce identità. Un festival, insomma, che è basato su un processo creativo, o meglio ricreativo, del patrimonio naturale e culturale, un processo che non è «solo in grado di la sciare in eredità alle generazioni future un patrimonio [ ] intatto, ma addirittura arricchito di realizzazioni, di funzioni, di nuovi valori per la comunità». Questa è la primavera: la ri-nascita di un territorio. Nuovo. Carla Bino, Direttore artistico di Crucifixus

17 LA VAlle del Sacro 17 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

18 LA VALLE DEL SACRO le chiese

19 Chiesa di san giovanni battista a edolo Lʼantica chiesa di San Giovanni, situata nel cuore dellʼabitato di Edolo, merita senz'altro un'attenta visita. All'interno presenta un' aula unica. Il presbiterio ha una complessa volta ad ombrello a struttura stellata ottagonale e risulta interamente affrescato: Sibille e Profeti si alternano nel sottarco di ingresso mentre sui settori della volta, contornati da costoloni, si dispongono i quattro Evangelisti, Storie bibliche, angeli sonatori e cantori e, sulla sommità, il Padre Eterno. Le pareti, tripartite da esili ed eleganti colonnine, accolgono le Storie Giovanni Battista e, al centro una grande crocifissione. I dipinti sono attribuiti a Paolo da Caylina il Giovane, che li eseguì nel terzo/quarto decennio del XVI secolo. Lungo la navata, ricostruita alla fine del XVIII secolo, si conservano interessanti lacerti di affreschi votivi con santi dai caratteri ancora medievali. LA VAlle del Sacro 19 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

20

21 Chiesa di san martino e santuario della via crucis a cerveno La chiesa di San Martino a Cerveno conserva preziose testimonianze di scultura lignea settecentesca e, nellʼattiguo oratorio, interessanti affreschi quattro-cinquecenteschi. Ma il suo tesoro più prezioso è la Via Crucis lignea scolpita, tra il 1752 e il 1761 da Beniamino Simoni, e completata, nelle stazioni VIII, IX e X, da Donato e Grazioso Fantoni. Le 13 stazioni originarie (la quattordicesima fu aggiunta nel 1869 da Giuseppe Selleroni) si sviluppano ai lati di una gradinata; ciascuna occupa una piccola cappella abitata da personaggi a grandezza naturale, a tutto tondo o ad alto e basso rilievo. Lʼintero complesso, riccamente decorato, si configura pertanto come un Sacro Monte al coperto, da percorrere sostando davanti alle stazioni secondo un itinerario fisico e devozionale che scende per poi risalire e che include, di fronte alla prima cappella, lʼingresso alla parrocchiale. Le statue di Beniamino Simoni colpiscono per i caratteri popolareschi estremamente realistici, spesso grossolani e volgari, attribuiti ai ʻcattiviʼ (gli aguzzini di Cristo ed il popolo che assiste e partecipa alla Passione). Di contro spicca la bellezza idealizzata e pacata del Cristo e dei ʻbuoniʼ, soprattutto delle figure femminili, che sembrano riscattare, anche nellʼaspetto, la brutalità e lʼignoranza umana. LA VAlle del Sacro 21 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

22

23 Chiesa di san maurizio a breno Di antica fondazione e originariamente parrocchiale di Breno, la chiesa extraurbana di San Maurizio fu riedificata nella seconda metà del XVI secolo. Presenta unʼunica navata con otto cappelle laterali: nella prima, a destra, è esposto un "Compianto sul Cristo morto" formato da 11 statue lignee a grandezza naturale. Lʼopera è attribuita a Beniamino Simoni e sarebbe, secondo una interpretazione non supportata da prove e colorita da antiche leggende, la stazione mancante (la XIV) della Via Crucis di Cerveno. LA VAlle del Sacro 23 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

24

25 Chiesa di santa maria annunciata a bienno La chiesa di Santa Maria Annunciata, ricostruita nelle forme attuali alla fine del XV secolo, presenta in facciata un elegante portale tardo-gotico, e, sul fianco, un prezioso piccolo portale murato con lunetta trilobata. Il fianco conserva anche alcuni santi affrescati, tra cui un grande San Cristoforo, parzialmente perduto. Lʼinterno presenta la tradizionale struttura quattrocentesca, con aula unica a tre campate, loggia di controfacciata e presbiterio a base rettangolare; sia la navata che il presbiterio sono coperti da volte a crociera. Lʼaula è interamente affrescata con un ricco repertorio di dipinti votivi e con le Storie della vita di San Francesco che, organizzate su vari registri, occupano lʼintera parete destra della terza campata; sul sottarco che immette al presbiterio si dispongono le Sibille mentre la volta accoglie gli Evangelisti nelle vele, e, nei pennacchi, i loro simboli e i quattro Dottori della chiesa. Tali dipinti, eseguiti sul finire del XV secolo, sono opera di Giovan Pietro da Cemmo e della sua bottega. Le pareti del presbiterio presentano invece Episodi della vita di Maria, affrescati da Girolamo Romanino probabilmente allʼinizio del quarto decennio del XVI secolo. Le grandi scene comprendono a sinistra la Presentazione di Maria al tempio, sulla destra lo Sposalizio della Vergine, e sulla parete di fondo, a lato della grande pala con lʼannunciazione del Fiamminghino, episodi di più difficile interpretazione. Virtus Zallot, Storica dellʼarte LA VAlle del Sacro 25 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

26 Una produzione del Distretto Culturale di Valle Camonica In collaborazione con l'associazione Crucifixus-Festival di Primavera Con la partecipazione di (In ordine di apparizione): Patrizia Punzo Luciano Bertoli Maria Paiato Ermanno Nardi di E.L.E.A. Regia Davide Bassanesi Interviste Eletta Flocchini Musica Musicmedia Grafica e animazione Silvano Richini Immagini e montaggio Officine Video realizzato con il contributo del Laboratorio di Comunicazione del Distretto Culturale di Valle Camonica: Giampietro Moraschetti Stefano Malosso Marta Pagano Andrea Richini Maura Serioli Il video è stato girato in Valle Camonica nel corso dell edizione 2011 di Crucifixus - Festival di Primavera Maria Paiato Magnificat di Alda Merini con Veronica Gasparini - soprano Bienno (Bs) Chiesa dei Santissimi Faustino e Giovita Luciano Bertoli Un tesoro comune Edolo (Bs) Chiesa di San Giovanni Patrizia Punzo In nome della madre di Erri De Luca - regia Danilo Nigrelli Breno (Bs) Chiesa di San Maurizio Associazione E.L.E.A. Spine drammaturgia e regia Serena Facchini, Ermanno Nardi, Francesco Angelo Ogliari Cerveno (Bs) Chiesa di San Martino di Tours

27 Si ringraziano: Simona Ferrarini, presidente del Distretto Culturale di Valle Camonica Carla Bino, direttore artistico di Crucifixus Sergio Cotti Piccinelli, direttore del Distretto Culturale di Valle Camonica Gli artisti, la direzione organizzativa e l'ufficio stampa di Crucifixus Le parrocchie e le Amministrazioni comunali di Bienno, Breno, Cerveno e Edolo Il Distretto Culturale di Valle Camonica è un progetto di: Comunità Montana di Valle Camonica, Consorzio Comuni Bim, Fondazione Cariplo/Distretti Culturali Crucifixus Festival di Primavera e' un iniziativa di: Associazione Festival di Primavera Promossa da: Comune di Brescia Assessorato al turismo, alla cultura e alla pubblica istruzione Provincia di Brescia Assessorato alle attività e beni culturali, valorizzazione delle identità, culture e lingue locali e assessorato all'associazionismo e volontariato Curia diocesana di Brescia Comunità Montana di Valle Camonica Distretto Culturale di Valle Camonica Consorzio Comuni B.I.M. di Valle Camonica Consulenza scientifica Università Cattolica del Sacro Cuore (STARS) Sotto l'alto patronato del Pontificium Consilium de Cultura Con il patrocinio di: Regione Lombardia - cultura Crucifixus e' un'iniziativa di: Via del Romanino Comune di Bienno Comune di Breno Comune di Pisogne E dei comuni di: Artogne Berzo Demo Capo di Ponte Cedegolo Cerveno Cividate Camuno Costa Volpino Edolo Esine Fonteno Gianico Iseo Malegno Marone Pian Camuno Polaveno Riva di Solto Solto Collina Zone Si ringrazia la dott.ssa Virtus Zallot per il prezioso contributo alla presente pubblicazione. LA VAlle del Sacro 27 La Valle Camonica fra Parole, Arte e Teatro

28

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA PROPOSTE DI VIAGGIO 2 GIORNI / 1 NOTTE

I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA PROPOSTE DI VIAGGIO 2 GIORNI / 1 NOTTE I VIAGGI DEI MUSEI DI VALLE CAMONICA quando viaggiare diventa un modo di stare per via e condividere con alcuni compagni di viaggio: la scoperta di nuove terre, la comprensione della loro vita intima e

Dettagli

Spirit of the mountain

Spirit of the mountain Spirit of the mountain BERGAMO MILANO PONTRESINA SESTRIERE VERONA CINQUE FESTIVAL, UN GRANDE NETWORK L IDEA L'Associazione Montagna Italia nasce nel 1996 con lo scopo di promuovere il turismo, il rispetto

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DEL VASO RE E DELLA VALLE DEI MAGLI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DEL VASO RE E DELLA VALLE DEI MAGLI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 Istituzione Art. 2 Sede, dominio internet, marchio TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO II CARATTERISTICHE IDENTITARIE DELL ECOMUSEO, MISSIONE, SCOPI E FINAILITA Art. 3 Caratteristiche identitarie

Dettagli

6-12 settembre BORNO. Bando di selezione

6-12 settembre BORNO. Bando di selezione Workshop residenziale Graffi di china e graffiti su roccia! Dai graffiti su roccia ai segni su carta e computer, per raccontare le storie, la storia e le storielle 6-12 settembre BORNO Bando di selezione

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL TEATRO VALLE DI ROMA TRA FONDAZIONE TEATRO VALLE BENE COMUNE ASSOCIAZIONE TEATRO DI ROMA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL TEATRO VALLE DI ROMA TRA FONDAZIONE TEATRO VALLE BENE COMUNE ASSOCIAZIONE TEATRO DI ROMA Bozza di lavoro del 28 gennaio 2015 CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL TEATRO VALLE DI ROMA TRA FONDAZIONE TEATRO VALLE BENE COMUNE E ASSOCIAZIONE TEATRO DI ROMA Con la presente scrittura privata, in duplice

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica

Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica Indagine sulla conoscenza e fruizione del patrimonio culturale: verso l Osservatorio per la Cultura e il Turismo della Valle Camonica VISION E MISSION DELL OSSERVATORIO VISION Diventare il luogo di osservazione

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO

UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO Datazione: fine XV inizio XVI secolo Collocazione: Breno, chiesa di Sant Antonio, parete nord-est Proprietà: Comune di Breno Autore : Ambito di Giovanni Pietro Da Cemmo

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva

La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva Nel multiforme e mutevole dominio della mediazione linguistica,

Dettagli

Terme di Montecatini OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE

Terme di Montecatini OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE Terme di Montecatini OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 I PERCORSI IL BAGNO DI UGOLINO --------------------------------------- SCUOLA DELL INFANZIA 3-5 ANNI LA FORESTA DEI COCCODRILLI

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2014 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla IV edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche 1 La chiesa è a unica navata scandita in sei campate sulla quale si aprono simmetricamente, con archi a tutto sesto, dodici cappelle, delle quali due fungono da accesso laterale alla chiesa. La navata

Dettagli

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso IV Edizione 2014-2015 Bando di Concorso Soggetti promotori del bando Federgat (Federazione Gruppi Attività Teatrali) Fondazione Comunicazione e Cultura Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza A nord di Pallanza, in posizione comoda da raggiungere anche dalle località di Suna e Intra, ai piedi del Monte Rosso, sorge la celebre e bella struttura

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI RELIGIONE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw CATTOLICA ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj

Dettagli

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta Come in una storia, che permette letture sempre nuove e personali, la Bibbia si offre al lettore secondo lo stile del tempo in cui viene vissuta. Ogni lettura

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento Bibliografia Piccola bibliografia di riferimento COSTA padre Eugenio CELEBRARE CANTANDO Manuale pratico per l animatore musicale nella liturgia Edizioni San Paolo (1994) Cinisello Balsamo (Milano) Chi

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Corso FARE CINEMA: L ATTORE CREARE FUTURO Nuove competenze culturali e creative per lo sviluppo delle imprese e dei territori dell Emilia-Romagna colpiti dal sisma Attività formativa COLTIVARE IMMAGINARI Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Dettagli

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Bozza 16 novembre 2011 allegato B 4 Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Particolari dell affresco ritrovato nella Chiesa di San Giuliano di Faleria.

Particolari dell affresco ritrovato nella Chiesa di San Giuliano di Faleria. Particolari dell affresco ritrovato nella Chiesa di San Giuliano di Faleria. Grazie allo sforzo coordinato tra lʼamministrazione comunale e il Parroco di Faleria, si è giunti alla riscoperta di un affresco

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA - IMMAGINI, SUONI, COLORI SCUOLA PRIMARIA - MUSICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO - MUSICA SCUOLA INFANZIA Nell ambito dell educazione musicale trovano attuazione

Dettagli

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1 di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) San Paolo Albanese Le sue origini sono antiche. Dominio dello stato di Noia (l odierna Noepoli) per molto tempo, tra il 1526 e il 1534 fu popolato dai

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Definizioni di volontariato di impresa Il coinvolgimento del personale di un'impresa nella comunità attraverso forme

Dettagli

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini Associazione CittàTeatro per i bambini via A. Soffredini 75-20126 Milano tel. 02 27002476 - fax 02 27001084 direzionegenerale@teatrodelburatto.it - amministrazione@teatrodelburatto.it EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

Dettagli

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame 2.5 Pontestura PATRIMONI INDIVIDUATI 1: PALAZZO MUNICIPALE, ARCHIVIO STORICO E DEPOSITO MUSEALE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO Il Palazzo, edificato a fine 800, è stato donato al Comune dopo la metà degli anni

Dettagli

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65 La Facciata Ci vollero tre secoli per scolpire nella pietra, modellare nel bronzo e figurare con tessere di mosaico il volto del Duomo, delineandolo attraverso un articolato programma narrativo incentrato

Dettagli

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi Percorsi Formativi Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo aperti lunedì, martedì,

Dettagli

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva L D G T V 1 - Cityliveshow o r g a n i z z a z i o n e e m a n a g e m e n t a c u r a d i c i t y l i v e s t y l e p r o d u z i o n i p e r l d g t v organizzazione regia direzione artistica produzione

Dettagli

La foto di scena - G. Prisco

La foto di scena - G. Prisco Obiettivi e problematiche della foto di scena In pratica: quando si fotografa, e con quali attrezzature Documentare l evento: equilibrio tra fattori Un caso di studio: Dove andate, Softmachine? Una variante:

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

I Borghi più belli d Italia della Regione Lombardia: cultura, tradizione, turismo e sviluppo sostenibile. Milano, 31 gennaio 2013

I Borghi più belli d Italia della Regione Lombardia: cultura, tradizione, turismo e sviluppo sostenibile. Milano, 31 gennaio 2013 I Borghi più belli d Italia della Regione Lombardia: cultura, tradizione, turismo e sviluppo sostenibile. Progetto finanziato da Fondazione Cariplo tramite il bando: I beni culturali come volano della

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900.

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900. Progetto Paradigna Lo CSAC Lo CSAC è un archivio dedicato alla comunicazione visiva che per ricchezza e articolazione non ha eguali al mondo in ambito accademico ed è il punto di partenza del Progetto

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Intervento del Rettore Prof. Loris Borghi Parma, 16 dicembre 2014

Dettagli

Formato europeo per il curriculum vitae

Formato europeo per il curriculum vitae Formato europeo per il curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Martinelli Elisa Indirizzo Via Giovanni Pascoli, 25 25040 Artogne (Brescia) Telefono 0364 / 598756 Tel. Cellulare 349 / 7140850 Fax 0364

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario.

Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario. Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario. OBIETTIVI: il Master ha come finalità la formazione delle figure professionali ed artistiche in titolazione, che conoscano le metodologie

Dettagli

La chiesa, edificio di ieri e di oggi

La chiesa, edificio di ieri e di oggi La chiesa, edificio di ieri e di oggi Verso il III secolo l Ecclesiae domestica si trasforma in Domus Ecclesiae. L edificio ha la forma di un abitazione romana con il piano superiore destinato agli alloggi

Dettagli

Il Grande Spettacolo dell Acqua Gerardo Maiella il Santo amico dei poveri

Il Grande Spettacolo dell Acqua Gerardo Maiella il Santo amico dei poveri C è un luogo dell anima dove tutte le sere si ripete la stessa magia e gli ideali della solidarietà cristiana diventano realtà. Nell oasi naturalistica del Lago di San Pietro,, lo straordinario evento

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE Il workshop di make up base ed effetto speciale è tenuto da Darioloris Cerfolli, make up artist che lavora per cinema, moda, pubblicità e per tutte le donne che concepiscono

Dettagli

progetto realizzato da Associazione Progetti e Regie con il contributo professionale di Associazione Muse Infoarte

progetto realizzato da Associazione Progetti e Regie con il contributo professionale di Associazione Muse Infoarte Romanico Brescia percorsi ed itinerari del Romanico bresciano portale web con il sostegno della Provincia di Brescia attraverso la legge 9/93 della Regione Lombardia progetto realizzato da Associazione

Dettagli

DAL 9 AL 17 APRILE 2011 UNA SETTIMANA TRA LE GROANE

DAL 9 AL 17 APRILE 2011 UNA SETTIMANA TRA LE GROANE DAL 9 AL 17 APRILE 2011 UNA SETTIMANA TRA LE GROANE Più di 100.000 visitatori in sole 3 edizioni hanno decretato il successo di Una Settimana fra le Groane, l iniziativa promossa dal Polo Culturale Insieme

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.Galilei www.istitutocomprensivosgt.it CURRICOLO D ISTITUTO a. s. 2012 / 2013 CLASSE : 5 anni SCUOLA INFANZIA Consapevolezza ed espressione culturale / imparare a imparare.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA

PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA L IRC fa sì che gli alunni riflettano e si interroghino sul senso della loro esperienza per elaborare ed esprimere un progetto di vita, che si integri nel mondo reale in

Dettagli

E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO. Brera per chi non disegna COMUNICAZIONE. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico

E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO. Brera per chi non disegna COMUNICAZIONE. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Brera per chi non disegna COMUNICAZIONE E VALORIZZAZIONE Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico DEL PATRIMONIO ARTISTICO Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Discipline della Valorizzazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

ANZI A NO' RI P OSA progetto pilota di teatro e arti visive

ANZI A NO' RI P OSA progetto pilota di teatro e arti visive ANZI A NO' RI P OSA progetto pilota di teatro e arti visive SINTESI PROGETTUALE ANZIaNO' RIpOSA è un progetto pilota che nasce dall'incontro dei bisogni rilevati presso la Casa di Riposo di Beinette e

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

La Cella di Talamello

La Cella di Talamello La Cella di Talamello Posta a metà strada fra la residenza vescovile di campagna e quella entro le mura, la Cella venne eretta e decorata per volontà del vescovo di Montefeltro mons. Giovanni Seclani frate

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Bando per la partecipazione di giovani artisti al progetto WALL IN ART Muri d arte nella Valle dei Segni

Bando per la partecipazione di giovani artisti al progetto WALL IN ART Muri d arte nella Valle dei Segni Bando per la partecipazione di giovani artisti al progetto WALL IN ART Muri d arte nella Valle dei Segni Premessa La Comunità Montana di Valle Camonica (BS) ha dato vita al primo Distretto Culturale della

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

STORIA, ARTE, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA, VEDER LENTAMENTE EMERGERE, CON IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA

STORIA, ARTE, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA, VEDER LENTAMENTE EMERGERE, CON IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA v IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA MANIFESTAZIONE CHE RACCOGLIE UN ANTICA TRADIZIONE DELLA VALLE SAN MARTINO. AL LAVELLO, IN OCCASIONE DELL ANNUNCIAZIONE, SI TENEVA

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI

PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI PROPOSTE ARTISTICHE E LABORATORI SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 - PR. PROPEDEUTICA DEL TEATRO ED EURITMIA (1-2 ) - PR. TEATRO ED EURITMIA (3-4 -5 ) - PR. FOTOGRAFIA E DIREZIONE D ARTE. FOTO

Dettagli

Il filo di Arianna Performance teatrale su nove donne ribelli

Il filo di Arianna Performance teatrale su nove donne ribelli GLI SPETTACOLI 1 Il filo di Arianna Performance teatrale su nove donne ribelli Il Filo di Arianna è una performance teatrale che si interroga sulla condizione femminile nella società contemporanea. Al

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana Teatrando Scuola dell Infanzia Galciana TEATRANDO (Scheda 1) La nostra scuola è inserita in una realtà ancora paesana, in cui esiste da molto tempo una tradizione di teatro e di spettacolazione di piazza.

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

Centri Diurni. G. Cristofori A. Forti Verona

Centri Diurni. G. Cristofori A. Forti Verona Centri Diurni G. Cristofori A. Forti Verona Presentazione Il Centro Diurno eroga servizi rivolti a persone con deficit psicofisico e con compromissioni da demenza di tipo Alzheimer. Il Centro Diurno è

Dettagli

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor 19 settembre 4 ottobre Patrocinato da L associazione Les Cultures Il progetto Immagimondo I numeri del

Dettagli

di Amalia Belfiore Torre campanaria sulla parte orientale della navatella destra del Duomo

di Amalia Belfiore Torre campanaria sulla parte orientale della navatella destra del Duomo Sebbene piccola nella sua dimensione, la città di Crema offre grande ricchezza storica, culturale ed artistica, oltre alla tranquillità di un luogo che conserva una dimensione umana. Crema di Amalia Belfiore

Dettagli

ART. 1 - BANDO DI CONCORSO

ART. 1 - BANDO DI CONCORSO PRESENTAZIONE Lo scopo di questo concorso è di far riemergere la commedia teatrale come forma d arte virtuosa, che ha radici profonde nella cultura italiana. Difatti, da diversi decenni questo genere teatrale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PLESSI : Molinelli, Pantano e Orsomarso INSEGNANTI :Biondi Beatrice - D Aprile Carmelina - Di Santo Tiziana

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO

Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Liberamente tratto da Pierino e il lupo di Prokofiev Regia, realizzazione marionette e animazione Dino Arru Con Dino e Raffaele Arru HO VISTO IL LUPO Gli ultimi

Dettagli

On air, on stage, on line

On air, on stage, on line via Thaon di Revel, 21-20159 Milano 02.36571080 www.fonderiamercury.it info@fonderiamercury.it On air, on stage, on line con Parliamo di radiodrammi, storie concepite espressamente per l oralità e l'udito.

Dettagli

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Corsi di formazione per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Il cinema e le nuove tecnologie come strumenti di inclusione Oltre il muro Oltre il muro è un progetto

Dettagli

Accademia di belle arti Tadini Lovere

Accademia di belle arti Tadini Lovere , Atelier del Tadini, 11 marzo- 22 aprile 2007 Da un idea di Marco Albertario e Renata Besola. Con contributi di Elena Besola e Nini Giacomelli. Quante volte i bambini hanno dovuto mettersi in punta di

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli