La voce della disobbedienza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La voce della disobbedienza"

Transcript

1 La voce della disobbedienza 1

2 Ci presentiamo! Ciao a tutti, eccoci qui in tutto il nostro splendore, siamo la 5ª A! Siamo 25 bambini: 13 femmine e 12 maschi (e vai! Vince la quota rosa!) Siamo molto, ma molto, ma molto, stramoltissimo chiacchieroni!!! Le nostre maestre con noi diventano furibonde: escono gli occhi dalle orbite e il fumo dalle orecchie! Forse non hanno tutti i torti: noi facciamo sempre e comunque di testa nostra! In fondo le nostre maestre non sono così tremende: quando si arrabbiano lo fanno solo per il nostro bene altrimenti, in futuro, potremmo trovarci male. Io Davide, dico che, secondo me, hanno tante cose in comune: sono belle, si vestono tutti i giorni benissimo, sono molto pazienti, sono molto brave a spiegare soprattutto per me e anche per Matilda; ci mettono l anima per spiegarci tante cose, poi ci incoraggiano in qualsiasi cosa Ritorniamo a noi. Siamo pur sempre una bella classe; con pregi (siamo allegri e ci vogliamo bene) e difetti. Uno di questi è che ci facciamo, per tutta l ora, domande e risposte in continuazione tra di noi e potete ben immaginare la confusione che riusciamo a fare in classe. E poi ci meravigliamo se le maestre fumano come vulcani! Ah si! Abbiamo anche qualche maestra/o Anita, Wilma, Lorella, Daniela, Angela, Federica, Marco, Alessandro, ma sono davvero troppi di loro vi racconteremo un altra volta. Vi diciamo subito invece di un membro onorario della quinta A la mitica Signora Lucia, bidella del nostro piano, è un po brontolona e ci sgrida spesso ma lo sappiamo che con noi si diverte un sacco e che ci vuole bene e noi ricambiamo sia l affetto che le brontolate perché lo ammettiamo anche noi meglio finire qui! (Davide Rodia, Aurora Colombo, Matilda Ruga) 2

3 Dai voti scritti in parola ai voti scritti in numero! Che sorpresa! Quest anno, dopo le prime verifiche, ci siamo accorti che le votazioni sono cambiate. Abbiamo guardato i nostri compagni e anche loro erano sorpresi, un po perplessi; piano piano hanno iniziato a dire i loro voti: 6, 8, 7, 5 vuoi vedere che danno i numeri? Noo!! Le maestre hanno cambiato il modo di dare i voti perché il Ministro dell Istruzione Gelmini lo ha previsto nella sua riforma scolastica. MEGLIO ADESSO O MEGLIO PRIMA? Lo scopriamo con un indagine: Abbiamo chiesto a tutti i nostri compagni, noi compresi, se preferiscono il voto in numero o il giudizio. Questo è il risultato: vince chiaramente il voto in numero. N alunni Voto si Voto no votanti MA SARANNO STATI SINCERI? (Ana Roku, Lorenzo Zanenga) 3

4 Leggere è bello! In classe durante quest anno scolastico abbiamo avuto anche una biblioteca gestita dal bibliotecario, un compagno scelto in base alla posizione del registro di classe: una volta ne scegliamo uno dall alto e una volta uno dal basso. Bisogna ammettere che tutti sanno fare bene il loro lavoro! La biblioteca è nata perché abbiamo scoperto che ci piace leggere; è un continuo ricambio di libri per noi, una gran soddisfazione per le maestre (si sa: hanno tutte il pallino della lettura) ma che fatica per il bibliotecario!!! Ma se ci piace leggere, che colpa abbiamo noi?!? (Aurora Colombo, Matilda Ruga) 4

5 Incidenti di percorso! Durante l anno non ci siamo fatti mancare proprio nulla così accanto ad esperienze positive e piacevoli ce ne sono state altre che lo sono state un po meno tanto per ricordare Un bel giorno un nostro compagno di classe ha ricevuto una lettera dalla direzione. Sulla lettera c era scritto di recarsi in direzione per un confronto con la vicepreside Maurizia Cozzi, perché il suo comportamento a scuola non era adeguato e perché, pur avendo una bella testolina non s impegnava proprio per niente nello studio. Le maestre non sapevano davvero che pesci pigliare e sono così ricorse alle alte sfere. Eravamo preoccupati più noi di lui. Dobbiamo dire però che l intervento della Signora Cozzi è servito, la vicepreside è anche venuta qualche volta in classe a trovarlo per tenerlo d occhio, alla fine tutto è finito bene e sono anche diventati amici. Non sono mancate le gite al pronto soccorso. Alcune nostre compagne sono state steccate al dito, per vari motivi che ora vi spiegheremo: due sono state vittime di questa faccenda a causa di un incidente in palestra con la palla da basket; invece un altra, si è stortata un dito litigando con un altra compagna; quant erano arrabbiate Anita e Wilma e che strigliate alle due bambine Un altro bel momento lo abbiamo vissuto quando nella nostra classe si sono presentati OSPITI particolari che nessuno aveva invitato. Si sono infatti verificati molti casi di pediculosi, alcuni di noi sono stati colonizzati da questi 5

6 animaletti fastidiosi che saltellano sulla testa e causano prurito. Noi, le nostre maestre e le nostre mamme abbiamo combattuto fino allo stremo ma alla fine abbiamo vinto noi. Speriamo non tornino! (Radaelli Roberta, Rodella Laura, Rodia Davide) 6

7 Aria di scuole medie Vi parleremo della nostra visita alla scuola media di via Mascagni, compiuta poco prima di Natale. Alcuni ragazzi e ragazze di seconda e terza media, accompagnati dalla professoressa Frates, ci hanno accolto e fatto visitare la scuola illustrando aule, laboratori, spazi comuni, palestra, auditorium; più tardi, finito il giro, ci siamo accomodati in un aula e abbiamo discusso con i ragazzi; abbiamo così scoperto che le prof. non sono severe come sembrano (a volte l apparenza inganna!!!) Infine siamo stati informati sulle regole più importanti per stare bene a scuola: arrivare sempre puntuali, rispettare tutti e anche gli oggetti (soprattutto quelli degli altri), dare del lei agli insegnanti e chiamarli prof, stare sempre attenti, eseguire puntualmente i compiti (se non si è preparati per il compito in classe o per l interrogazione è gravissimo!!!), far firmare obbligatoriamente i compiti in classe e i lavori; al contrario, si prende una nota. Ma queste sono regole già ben conosciute da noi! Applicate magari poco! Pensiamo di aver detto tutto sulla nostra prima visita alla scuola media; ci è servita per avere notizie pratiche sulla vita scolastica alle medie e per toglierci un po di ansia. Quest esperienza, infatti, ci ha fatto capire che le medie non sono così male come sembra; speriamo che gli altri incontri ce lo confermino. (Elena, Marta, Margherita, Federico M.) 7

8 Jonny e Rino Nella nostra classe ci sono 2 mascottes: Jonny e Rino. In realtà sono due tappi di sughero ma per noi sono come veri amici. Hanno un padre, ciascuno; il padre di Jonny è Nicola e quello di Rino è Fede M. Hanno anche zii e amici: ovviamente siamo noi. Jonny e Rino sono sportivi ed è per questo che, a volte, cadono e si fanno male. Vengono curati con caramelle e coccole. Loro sono chiamati Esseri Rotolanti. Jonny ha avuto la sua pagella (bella, bisogna dire), ma Rino non l ha ricevuta perché frequenta da poco. Jonny e Rino guidano macchine e sono bravi piloti però sono pazzi : fanno delle sfide, spesso vince Jonny. Sono anche molto bravi a calcio. (Gabriel Nicolini, Matteo Boniardi, Roberta Edoci) 8

9 Teatro da vedere Il giorno 11 marzo 2009 siamo andati ad assistere allo spettacolo IL PIFFERAIO MAGICO al Teatro Trivulzio di Melzo. Noi eravamo molto eccitati; conoscevamo già la favola, ci avevamo lavorato in classe ma l emozione era tanta: il teatro è sempre il teatro! Dopo una passeggiata più o meno ordinata, siamo arrivati al Teatro Trivulzio. Una signorina ci ha accompagnati ai nostri posti e buio in sala: ecco che inizia lo spettacolo. Il sipario si è aperto e la scenografia era composta da vecchie valige e bauli che erano stati bucati, ritagliati e modificati così da ottenere finestre, cucine, gabbie per topi, chiese, castelli e città. Sopra alle valigie c era appesa una vecchia insegna che indicava la fermata del treno con un cartello con la scritta Hamelin. Era una scenografia semplicissima ma d effetto! Lo spettacolo è stato divertentissimo; la storia era proprio quella che conoscevamo noi, recitata solo da due attori, ma che attori! Quasi alla fine c è stata una sorpresa uno degli attori ha coinvolto 6 bambini/spettatori e li ha portati sul palco a formare una piccola banda. Alla fine uno degli attori ha risposto a tutte le domande fatte da noi bambini; le domande sono state tante: certo, eravamo interessatissimi! E stato divertentissimo!!! (Aurora Mangano, Elide Arrigoni, Ilaria Ricci) 9

10 e da fare adesso tocca a noi! Il giorno 29 maggio invece è stato il giorno del nostro tanto atteso spettacolo, il musical Robin Hood, AIUTO! CHE FIFA E QUANTA EMOZIONE! La sera dello spettacolo ci siamo incontrati nel camerino del teatro Trivulzio. Eravamo un po storditi e subito siamo stati catturati dalle efficientissime mamme della scuola De Amicis che ci hanno infilato delle bellissime pettorine colorate e tutti i costumi. Ecco che è ora di andare in scena, noi siamo posizionati per il primo ballo, accidenti è quello che apre lo spettacolo e tocca proprio a noi esibirci per primi, le gambe un po tremano, ormai ci siamo: il fumo ci avvolge, non ci vediamo bene e Help dei Beatles incomincia a suonare, si apre il sipario e via pronti a ballare, tutto fila liscio e lo spettacolo è un grande successo in un battibaleno stiamo già cantando tutti insieme la sigla finale e le mamme lanciano su di noi petali di rosa, seguono a chiudere i vari saluti e i ringraziamenti. Che serata indimenticabile! (Elide Arrigoni, Ilaria Ricci, Angela Milione) 10

11 Io speriamo che me la cavo Seguono scritti sotto i nostri pensieri circa la fine della nostra permanenza alla scuola primaria Ciao. Quest anno è stato molto faticoso, impegnativo: tutto per passare di là e anche alla scuola media sarà molto faticoso. Voi maestre mi avete insegnato tantissime cose. Anche se la maggior parte delle volte io dico: Non ho capito voi vi dedicate a me con tutta la vostra anima. Spero che di là mi troverò bene. Grazie mille, mi mancherete tanto. Con affetto Davide R. Ciao, buona fortuna a tutti noi per l anno prossimo. Chissà con chi sarò in classe? Spero di stare con qualcuno della 5ª A. In bocca al lupo! Lorenzo Z. Le medie mi aspettano e, di sicuro, non sarà un impresa facile e nemmeno molto eccitante (potrebbe essere più divertente guardare l erba che cresce o la vernice che asciuga, chi lo sa ) ma sono certo che sarà una bellissima esperienza (bugia!) Un saluto gigantesco ai miei amici, in particolare Mone, Resy e Jonny, che mi hanno accompagnato in questi fantastici 5 anni, resi ancora più belli da loro. Nicola B. Io spero che l anno prossimo, alle medie, avrò con me qualche amico delle elementari e dei bravi insegnanti. In realtà vorrei restare sempre con Anita e Wilma perché sono molto brave; questi cinque anni sono stati davvero molto belli (studio e compiti a parte!). Le medie saranno davvero difficili da affrontare o sapranno fare una magia che ci farà essere tutti bravi studenti? Matteo B. 11

12 Io spero che l anno prossimo, in prima media, sarò in classe con i miei amici perché conosco la maggior parte di loro da molto tempo, addirittura da quando andavo all asilo e perciò li conosco molto bene. Spero anche che un bambino che conosco e che frequenta già la prima media non sia bocciato perché lui mi prende sempre in giro (mi chiama morbillo) e non voglio trovarmelo in classe! Federico M. Mi auguro che quest anno tutti siano promossi e anche se alle medie non saremo nella stessa classe spero che la nostra grande amicizia ci tenga ancora uniti per tantissimo tempo. Elena R. Questi cinque anni li ho trascorsi proprio bene e cambiando scuola, professori e compagni spero vada altrettanto bene!... Spero proprio di farcela!!! Margherita C. Ciao, sono Ilaria. Vorrei salutare e ringraziare tantissimo le mie maestre per tutta la pazienza che hanno avuto con noi. Vorrei anche mandare un bacio e un abbraccio infinito e augurare loro che i prossimi cinque anni siano un po più tranquilli di quelli che hanno passato con noi. Ciao da Ilaria R. Speriamo che alle medie mi troverò bene, in una bella classe con il mio migliore amico, Matti B., per passare con lui tre begli anni come quelli che ho vissuto alle elementari con delle maestre bravissime, con la speranza che alle medie avrò bravi professori e mi farò nuovi amici. Ciao Edo B. Io l anno prossimo spero di essere in classe con Flavio della 5ªB e poi con i miei compagni Gabriel, Marta, Matilda, Lorenzo, Angela, Pasqua, Nicola, Elide, Simo M., Ana, Aurora C., Ilaria, Matteo G. Spero che i proff. siano bravi come le mie maestre. In bocca al lupo a tutti. Aurora M. 12

13 Spero di essere promosso! Le mie maestre dicono che non mi devo preoccupare. Sì, infatti io non mi preoccupo per la promozione ma per le medie!!! Spero di essere in classe con i miei amici o almeno con uno. Voglio fare un saluto particolare a Nico e a Liam e augurare loro buona fortuna. Ciao a tutti da Simo M. Ciao: sono Marta. Spero che io e i miei amici ci troveremo bene alle medie. Spero anche che Anita e Wilma non si dispereranno con i bambini di prima, anche se di certo non saranno peggio di noi! Per concludere mando un grosso bacione e un grosso saluto. Spero ci rivedremo tutti. Ciao Marta P. Ciao, sono Gabriel e sono un bambino solare. Alle medie vorrei portarmi le mie maestre e i miei compagni. Per le maestre mi rassegno; per i compagni, invece, so già che sarò in classe con Elide e Nicola, il mio migliore amico, perché tutti e tre siamo stati ammessi alla sezione musicale. Che emozione! Auguro a tutti buona fortuna. Gabriel N. Ciao, sono Roberta. Mi auguro di sapermela cavare alle scuole medie ma vorrei anche divertirmi. Spero anche di avere un buon rapporto con i professori. Alla fine della quinta saluterò le mie maestre che in questi cinque anni mi hanno aiutato molto e mi sono state vicine tantissimo. Ciao da Roberta E. Chissà se sarò promossa! E se sarò promossa, cosa farò alle medie? Ce la farò ad affrontare tutto fino all arrivo, alla quinta superiore? Beh, è tutto da scoprire! Non mi resta che dire buona fortuna a tuttiiiiii! Ciao da Roberta R. 13

14 Buongiorno Medie, sono arrivata anch io! Adesso tocca proprio a me anche se, ancora, non ne ho tanta voglia. Speriamo bene Elide A. Auguro a me e a tutti i compagni delle quinte di superare il lungo percorso delle scuole medie; sarà molto difficile andarsene dalla scuola Ungaretti perché in questi cinque anni ho vissuto bellissimi momenti con le mie due maestre Wilma e Anita, non le dimenticherò mai. Addio. Angela M. Sono molto curiosa! Spero che l anno prossimo, quando formeranno le classi, sarò insieme ai miei compagni per potermi divertire. Però prometto anche di impegnarmi a studiare. Cercherò di parlare di meno e prenderò anche dei bei voti, contateci! Ciao Ana R. Prima di andarmene dalla Ungaretti volevo dire che mi ricorderò sempre di questa scuola, di questa classe e dei miei compagni; sotto certi aspetti sono contento di andare via dalle elementari, sotto altri no; comunque volevo salutare tutte le persone che non rivedrò più. Simo Resi. Spero, l anno prossimo alle medie, di ritrovare i miei amici e di conoscerne di nuovi. Quest anno dovrò salutare la mia scuola; mi dispiace un po : c ero affezionata. Auguro a tutti i miei compagni di classe che i prossimi tre anni siano belli come questi cinque. Aurora C. Auguro un buon anno nuovo di scuola a tutti quelli che rimarranno ancora alle elementari! Noi ce ne andiamo. CIAO!!! Laura R. 14

15 Sono Federico della 5ªA, il mio pensiero è sempre stato: Arriverò alle medie? Pare proprio che ora ci siamo! Mi dispiace lasciare la scuola Ungaretti dove sono stato per cinque anni con la maestra Anita e tre con Wilma. Mi ricordo che in prima insieme ad Anita c era Simona e, che sempre durante la prima è arrivata la mia compagna Aurora Mangano, in seconda c è stata la maestra Linda ed in terza è arrivata Wilma, lei e Anita sono insieme ancora adesso. Io non voglio lasciare Anita e Wilma e tutta la mia infanzia trascorsa alle elementari. Federico P. Ciao, sono Matilda il prossimo anno spero che me la cavo andando alle medie e spero anche di essere in classe con alcune mie amiche. Spero che le mie professoresse e i miei professori siano bravi come le maestre delle elementari e spero di incontrare bidelle brave come la Signora Lucia. Infine prometto di impegnarmi e di non prendere tanti voti brutti. Matilda R. Io non vedo l ora di andare alle medie ma voglio ringraziare i miei compagni e le mie maestre per questi cinque anni passati insieme. Liam B. È stata bella la scuola elementare, ho imparato tante cose e mi sono anche divertito; alle medie imparerò tantissime altre cose e ringrazio tutte le maestre che mi hanno aiutato in questi cinque anni. Matteo G. (Tutti noi) 15

16 Divertiamoci un po Cercate nel groviglio tutte le parole della lista scritta sotto e ricordate possono essere scritte in orizzontale in verticale e in diagonale. U L N H W F N G O P P R I M O U C F C X K L M C Q L E I H Z V O T A L G A G R A F F I T I E C R M W H N A O N N D F X G N N P A S T E L L O C E B V Y T O O L M A F O F Y A T O P O I P N E L N H G K N O P P Q R N T B O W C N C A L C I O S T O O U N F S L L H U M N L U S B C S T H O I P E N Q Y I R U S C T E N M B B W V D L Z S B O F B L C M R U V A H I I T E M A I A L E O C B A V Z A U R Camaleonte Calcio Primo Pastello Uva Graffiti Cane Maiale Venti Polizia Scuola Libro Rebus Milan Topo (Simone Resigotti) 16

17 E ora si ride! CARAMELLE Cosa fanno due caramelle in un campo di calcio? Si scartano! INTER E DENTIFRICIO Quale differenza c è tra l Inter e il dentifricio? Nessuna: tutte e due sono per-denti. SCUDETTO Cosa fa un interista dopo aver vinto lo scudetto? Spegne la play-station. LATTINA Oggi ho giocato con una lattina in campo! Cosa facevi? Il fanta-calcio. TECNOLOGIA Che ne dite? Si arriverà mai a sostituire il portiere con il citofono? GOAL Montella durante il derby ha fatto ben 4 goal due di piede due di Nesta. MELODIA Il contrario di me-lo-dia? Se-lo-tenga!!! PIERINO! Il maestro chiede a Pierino: Quanti occhi abbiamo? Lui ci pensa un attimo poi risponde: Quattro! Ma noo, assurdo grida il maestro. Pierino insiste: Quattro, signor maestro: 2 io 2 lei. (Edoardo Bernabovi) 17

18 Tutti i disegni stampati nel presente giornalino sono stati realizzati dai nostri compagni Federico Pasquariello, Nicola Bruzzolo, Simone Malanca. Alla realizzazione di questo giornalino hanno partecipato: gli alunni Arrigoni Elide Bernabovi Edoardo Bonetti Liam Boniardi Matteo Bruzzolo Nicola Colombo Aurora Comparini Margherita Edoci Roberta Gandini Matteo Malanca Simone Mangano Aurora Milione Angela Morgillo Federico Nicolini Gabriel Paitoni Marta Pasquariello Federico Radaelli Elena Radaelli Roberta Resigotti Simone Ricci Ilaria Rodella Laura Rodia Davide Rroku Ana Ruga Matilda Zanenga Lorenzo; le insegnanti Anita Cipolla e Wilma Villa. Ringraziamo: La mamma e il papà del nostro compagno Simone Malanca (Copisteria Futura Service), che si sono occupati della stampa. Le maestre Silvia Scuriatti (mamma di Laura), e Francesca Testa alle quali chiederemo di inserire il nostro giornalino nel sito della scuola. 18

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

IL DIALOGO COME FORMA E STRUMENTO DI SVILUPPO DELLA PERSONA UMANA

IL DIALOGO COME FORMA E STRUMENTO DI SVILUPPO DELLA PERSONA UMANA Nuove Indicazioni Nazionali Progetto di formazione e ricerca della Bassa Veronese degli istituti: IC Bovolone, IC Cerea, IC Salizzole, IC Nogara, IC Cerea, IC Minerbe Percorso di ricerca azione sviluppato

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale.

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. Rileggere oggi Lettera a una professoressa Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. 1. Lettera a una professoressa Lettera a una professoressa è un libro

Dettagli

Francesca CAPRA Teresina MAFFIOLETTI BAIMA

Francesca CAPRA Teresina MAFFIOLETTI BAIMA I.C. CORIO SCUOLA PRIMARIA C.A.Anglesio di ROCCA CANAVESE Progetto di lettura Francesca CAPRA Teresina MAFFIOLETTI BAIMA CLASSE SECONDA PERCHè UN PROGETTO DI SPERI MENTAZI ONE Gruppo di lavoro I.N. CURRICOLO

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Opuscolo per i bambini

Opuscolo per i bambini I bambini hanno dei diritti. E tu, conosci i tuoi diritti? Opuscolo per i bambini Ref. N. Just/2010/DAP3/AG/1059-30-CE-0396518/00-42. Con approvazione e supporto finanziario del Programma della Unione

Dettagli

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro 1 Un nuovo lavoro Buongiorno. Buongiorno! Sei Gianna, no? La nuova collega. Sì, Gianna Terzani. Ciao, io sono Michela. Piacere. Il direttore ancora non c è, arriva verso le 10. Va bene, non c è problema.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo COREA Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo Breve presentazione del contesto sociale in cui si lavora Il contesto socio-culturale della Corea sperimenta

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli