Stagione del Teatro Contemporaneo 2009/2010. organizzata da Akròama PROGRAMMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stagione del Teatro Contemporaneo 2009/2010. organizzata da Akròama PROGRAMMA"

Transcript

1 Stagione del Teatro Contemporaneo 2009/2010 organizzata da Akròama PROGRAMMA 5 e 6 novembre ore 21 Lucido Sottile "Luce Buia - Cyber porn" di Michela Sale Musio e Tiziana Troja Il cast Interpreti Tiziana Troja, Michela Sale Musio e con la partecipazione straordinaria di Francesca Palmas nel ruolo di se' stessa,musiche originali di Davide Sardo, Manuel Carreras e Sikitikis, Trucco ed effetti latex Giuseppe Cannas, Costumi Filippo Grandulli e Salvatore Aresu, Scenografie Daniele Coppi, Motion Graphics Jeremy Stewart, Foto di scena Michelangelo Sardo,Responsabile di produzione Rossella Serri, Assistente alla regia Adriana Cavargna, Ideazione, Regia e Coreografia Tiziana Troja Michela Sale Musio. Un viaggio tra corpo e tecnologia. Questo spettacolo vuol essere un intrigante viaggio sulla relazione esistente tra corpo e tecnologia. La tecnologia, come l arte, è inevitabilmente un riflesso della società che la produce. Non si tratta pertanto di un fenomeno neutrale, e nemmeno incontrollabile, ne di una forza autonoma a se stante, come sono soliti rappresentarla alcuni tecnofili. La tecnologia viene prodotta e si sviluppa secondo modelli sociali ed è riflesso di un sistema economico che regge equilibri di vita e interagisce in maniera dinamica con le popolazioni. Ben lontana dai nostri desideri è la volontà di stigmatizzare la tecnologia come sintomo di una società decadente e malata, al contrario intendiamo approfondire il curioso rapporto che si è creato tra la fisicità umana e l apparato tecnologico, e di come questo rapporto sempre più sia presente nella vita, nella quotidianità, nella sessualità degli esseri umani. Quelle che ci interessano dunque, sono le tecnologie cosiddette cyborg, ovvero quell ampia gamma di tecnologie bioniche (inserimento di dispositivi e strumenti di controllo meccanici ed elettronici nel corpo) destinate a riparare, accrescere e migliorare il nostro fisico. L uso e l abuso delle tecnologie ha trasformato la nostra specie, ha sviluppato in noi nuove attitudini, che ci hanno permesso di avere condizioni di vita e di lavoro straordinarie, modificando la programmazione del nostro cervello, con quelle dinamiche di assimilazione e accomodamento che ben conosciamo, creando nuove strutture comportamentali che si sono sviluppate e tramandate con la memoria dei geni. Tutto questo è accaduto secondo un disegno evolutivo che non è difficile da individuare se si guarda la storia sociale e tecnologica dell uomo, che ha reso inevitabile la transizione da una società umana a una postumana e i processi che stanno trasformando l'uomo in un essere strutturato dalla tecnologia. Fulcro centrale dello spettacolo sarà dunque la relazione tra carne, anima e computer. Tematica, negli anni sviluppata, trascesa, elaborata ed ampiamente digerita, soprattutto dalle società che più fanno uso della tecnologia (vedi le cybergirl giapponesi, erotici e inquietanti sextoys biomeccanici). Claudia Springer ha scritto: «La tecnologia non è sessuata; al contrario, le rappresentazioni della tecnologia spesso lo sono». Per la tecnologia, cosi come per una certa spiritualità tipicamente legata all occidente cattolico, passa la rinuncia ai piaceri della carne. Così come il santo, per raggiungere l intelligenza divina, abbandona il mondo delle sensazioni fisiche (sottomettendosi ad una varietà di castighi paradossali) e nella tortura e nell umiliazione scopre un nuovo modo di intendere il piacere, così il cybernauta che si abbandona all asettico sfolgorio dei monitor, trascende il piacere della carnalità e ascende in un opposto illusorio, dove la sessualità si rivela in una nuova gamma di feticci cyborg su quali proiettare le proprie brame erotiche insoddisfatte.

2 La messa in scena. Uno dei punti imprescindibili della poetica della compagnia è la volontà precisa di coinvolgere un pubblico che nel tempo è inevitabilmente cambiato; abbiamo a che fare, da sempre, con un pubblico molto eterogeneo, un pubblico che si confronta quotidianamente con una vita accelerata. Pensiamo che oggi, la scelta del teatro sia dettata molto dalla volontà di vivere un coinvolgimento sensoriale, che invece si perde con i media, gli stessi media che fanno parte della vita quotidiana e che filtrano immagini ed emozioni attraverso uno schermo. Riteniamo dunque che lo spettatore odierno, che si avvicina al teatro, scelga di avvicinarsi alla fisicità dell emozione ed abbia bisogno di una storia non filtrata, è per questo che la maggior parte dei nostri spettacoli cercano il più possibile di rendere parte attiva ed integrante, lo spettatore stesso. Le collaborazioni. Lo spettacolo si avvale di preziose collaborazioni, la prima è quella con l affermato Regista Graphic desiner australiano Jeremy Stewart, che ha realizzato l allestimento scenografico ed illuminotecnico, con la regia, il montaggio e l editing dei video, che verranno utilizzati come scenografia e luci per tutto lo spettacolo. Sarà parte dello spettacolo una vera e propria installazione di video che verranno proiettati su tutto lo spazio, così che l uso del video, non diventi quella meccanica sterile di proiezione su uno schermo, che ben conosciamo, ma siano fasci di luce avvolgenti proiettati in ogni angolo, che non confondano lo spettatore, destando l attenzione solo sullo schermo, ma lo coinvolgano e lo avvolgano come un tessuto impalpabile, una pioggia leggera, come una realtà virtuale che si muove su tutto lo spazio. Prosegue lo spettacolo, sulle elaborazioni musicali di Davide Sardo, collaboratore prezioso, che da anni ha sposato la poetica spregiudicata della compagnia, sul palco una bellissima cyborg che ha perso i tratti sensuali e femminili, ma ciò nonostante, si esibisce in una performance ai limiti, in cui carne e cibernetica si fondono e danno sfogo ad un virtuoso e sensuale pezzo acrobatico. Le preziose installazioni in lattice realizzate da Giuseppe Cannas, a metà tra trucco, costume e scenografie, insieme ai complessi calzari faranno di questa performance un insolito momento borderline in cui l esibizione virtuosa sarà in grado di offrire un vero momento di trasporto, coinvolgendo ed emozionando. Lo spettacolo si chiude destando l attenzione degli spettatori sul complesso rapporto tra tecnologia e fisicità, ed invitando alla semplice riflessione spoglia da qualsiasi giudizio o pregiudizio. Musiche, costumi e light design. La musica realizzata ed elaborata da Davide Sardo sarà il filo conduttore di tutto lo spettacolo, una musica d avanguardia che non disdegna l elettronica e certe sonorità della commedia sexy italiana (si veda Piero Umiliani). Con un mix di sapori travolgente, la musica terrà le fila dell azione performativa, sia essa la pioggia di video che l attività dentro e fuori dal palco. Per i costumi e potremmo dire, anche per parte dell allestimento scenico (il costume sarà anche scenografia) abbiamo chiesto la collaborazione ad un vero professionista del lattice e degli effetti speciali, Giuseppe Cannas, sbarcato nella sua terra d origine dopo 15 anni di intenso lavoro all estero, con le più grandi case di produzione cinematografica, vanta un curriculum che rispecchia perfettamente la reale professionalità e passione per il suo lavoro. I costumi saranno quasi dei nudi arricchiti da protesi cibernetiche e dalle incredibili calzature realizzate da Filippo Granddulli, che renderanno la fisicità dei performer e dei danzatori, intrigante, asettica e sensuale.

3 26 e 27 novembre ore 21 Teatri di Vita "Non io" di Samuel Beckett regia Andrea Adriatico Con Francesca Mazza. Aiuto regia Daniela Cotti. Costumi Isabella Sensini. Scene Andrea Cinelli con la collaborazione di Giovanni Marocco. Fotografia Raffaella Cavalieri. Tecnica Giovanni Marocco. Produzione esecutiva Saverio Peschechera con Maria Concetta Mercuri e Monica Vicoli. In Non io, la protagonista è semplicemente una Bocca illuminata da un riflettore. L'inazione è portata alle estreme conseguenza, gli unici movimenti, quattro durante tutto l'arco del monologo, sono affidati a un Auditore, di sesso indefinito che ascolta le parole della Bocca. La storia. Scritto da Beckett nel 1972, Non io è il monologo convulso di una donna che vive ai margini della società e rievoca in maniera sconnessa la propria squallida storia parlando di sé in terza persona. Beckett prevede che a interpretare il testo sia una Bocca, unico dettaglio visibile della donna, del cui delirio è testimone un misterioso Auditore. Adriatico ne compie una rilettura personale, nella fedeltà del testo, aprendo l'interpretazione a nuove prospettive, coadiuvato dall'intensa prova attorale di Francesca Mazza. Beckett come non si è mai visto prima. A riproporre un classico del teatro contemporaneo in una prospettiva completamente orginale e diversa dal solito è Andrea Adriatico, in tre diversi spettacoli e in compagnia di tre primedonne protagoniste delle singole pièces: Angela Baraldi in "Dondolo", Francesca Mazza in "Non io", Eva Robin's con Gianluca Enria in "Giorni felici". I tre testi scelti da Adriatico per questo trittico beckettiano mettono in luce personaggi femminili sospesi tra la memoria e lo stallo. Ma il regista ricompone questi classici della scrittura "dell'assurdo" in maniera nuova, collocandoli in suggestive ambientazioni e dando loro un senso nuovo, nascosto nel testo ma finora mai esplorato. In Non io la protagonista, interpretata da Francesca Mazza, ricostruisce a fatica il suo passato in un puzzle di parole, raccontandosi in terza persona e cercando di ricostruire la propria identità perduta di "bocca" parlante con un corpo da ritrovare. Il regista e la protagonista. Andrea Adriatico è tra i registi teatrali più singolari della generazione degli anni 90. Nato all'aquila nel 1966, nel 1989 crea il suo primo lavoro come autore e regista: le ceneri di beckett. Due anni più tardi diventa regista residente di Santarcangelo dei Teatri. Contestualmente nel 1991 dà vita alla compagnia :riflessi e nella stagione 1992/93 fonda un nuovo teatro a Bologna: Teatri di Vita-Centro Internazionale per le Arti della Scena. Come regista teatrale ha realizzato spettacoli affrontando autori come Koltès, Pasolini, Mishima, Cocteau, Copi, e ha presentato i propri lavori in Italia e all'estero. Nel 2007 dirige a Venezia Le serve di Goldoni, produzione dalla Biennale Teatro. Andrea Adriatico è anche regista cinematografico. Il suo primo film Il vento, di sera (2004) ha debuttato al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, il suo secondo film All'amore assente (2007) è invece stato presentato al London Film Festival e ha vinto il Premio della Giuria al festival di Annecy. Francesca Mazza. Attrice protagonista del teatro contemporaneo italiano, ha lavorato a lungo con Leo de Berardinis con il quale ha fondato il Teatro di Leo negli anni 80, partecipando a numerosi spettacoli, fra cui Totò Principe di Danimarca e Il ritorno di Scaramouche. Ha lavorato, tra gli altri, con Alfonso Santagata, Raul Ruiz, Fernando Solanas, Jacques Lassalle, Julie Ann Anzilotti e Fanny & Alexander. Con la direzione di Andrea Adriatico ha interpretato Madame de Sade, Le quattro gemelle, Donne. Guerra. Commedia, Il ritorno al deserto e il film Il vento, di sera. Nel 2005 ha vinto il Premio Ubu come migliore attrice non protagonista.

4 La critica. Massimo Marino: È un Beckett luminoso, quello di Andrea Adriatico.. In Non io si dovrebbe percepire solo una Bocca che sputa frasi a velocità impressionate (l'autore fece stringere i tempi da 20 a 12 minuti nell'edizione inglese). E invece il regista chiude Francesca Mazza in una prigione trasparente, su un verde prato. All'inizio è intabarrata in una specie di burqa che lascia vedere unicamente i piedi e la bocca. Sarà liberata più avanti, ma non dal peso delle parole, che scorrono per 40 minuti, sottolineate e dilatate con lunghe pause, in una scansione quasi sofferta, immedesimata e distante, a rievocare anni di mutismo, di vita non vissuta o guardata dall'esterno e l'improvviso bagliore di una pentecoste della solitudine. Renato Palazzi: Alla ricerca di un presunto abbandono sensuale, Adriatico punta su una recitazione sottotono, sussurrata, esageratamente introspettiva: trasformando dunque Non io in una discesa nella psiche.., fa il contrario di quanto l'autore ha inteso scrivere, riduce a storie personali, private, laddove le figure beckettiane si affannano in genere a parlare "in nome dell'umanità". 3 e 4 dicembre ore 21 Katzenmacher "Anime nere" regia Alfonso Santagata Compagnia Katzenmacher. Animenere, commedia black-noir. Elaborazione e regia di Alfonso Santagata. Liberamente tratto da Di questa vita menzognera di Giuseppe Montesanto. Alfonso Santagata, Antonio Alveario, Donatella Furino, Rossana Gay, Johnny Lodi, Daria Panettieri, Massimiliano Poli. Assistente alla regia Barbara Weigel. Direzione tecnica Tommaso Checcucci. Tecnico di palcoscenico Francesco Margarolo. Amministrazione Rita Campinotti. Organizzazione Franco Coda. Le Anime Nere si possono incontrare, ma subito spariscono. Sono come delle apparizioni, insicure, si nascondono, fino al giorno del loro debutto che può essere in un ufficio, in televisione,in un grande palazzo di governo, in un basso napoletano. Riempiono, svuotano, distruggono, si moltiplicano Dopo il debutto le Anime Nere non si nascondono più, sono tante, non c è più quella insicurezza prima del debutto, adesso sono sicuri e forti. Sono la maggioranza, prendono sempre la strada giusta e cavalcano il cavallo giusto al momento giusto; sanno cantare, sanno ballare, sanno recitare, se la situazione lo richiede si spogliano, non conoscono il sentimento della vergogna. Ormai sicuri di sé non si nascondono più; anzi si mostrano, come il nuovo modello di vita da imitare. Ti fanno sognare, ti fanno sperare, hanno idee chiare, ti fanno viaggiare La famiglia Belmondo é capostipite delle Anime Nere; è diventata in pochissimo tempo una potenza economica e politica; avanguardia da emulare. Il loro successo ha creato uno stile di vita disinvolto e agguerrito, non amano le regole in generale, ma solo le proprie, non conoscono ostacoli, non hanno nemici, predicano amore e convivenza a tutti, inneggiano a un futuro strabiliante di benessere per tutti. In poco tempo, ma con tanto lavoro, occupano i posti importanti del potere e quotidianamente senti le loro massime: Le frasi. Noi chiediamo poco, solo la vostra fiducia e questo paese risorgerà dalle ceneri, realizzando i vostri sogni che sono anche i nostri, trasformeremo questo paese in un paradiso. L era della felicità è arrivata e c è posto per tutti pure per gli oppositori, noi siamo per la libertà, il benessere, la prosperità. Ormai la politica è finita, la storia è finalmente tramontata abbiamo detto addio alla violenza non dovete temere più nulla, perché è cominciato il millennio felice dell individuo

5 Il regista. Una famiglia di Anime Nere che ormai fa spettacolo, vive in proscenio, illuminata da quarzine rosse, gialle e livide; si spostano solo per origliare e spiare; appena possono tornano alle quarzine colorate da proscenio. Per Animenere, così come nel caso di altri miei spettacoli, ho lavorato per tappe di avvicinamento alla struttura finale del lavoro; tre tappe con Armonia-Costa degli Etruschi, Teatro Metastasio di Prato e Puntacorsara con Fondazione Campania dei Festival. Alfonso Santagata giovedì 17 e venerdì 18 dicembre 17 e 18 dicembre ore 21 Teatro Libero "Manhattan Medea" di Dea Loher regia Beno Mazzone Interpreti: Cast in definizione. Costumi Lia Chiappara. Musiche Antonio Guida. Produzione Teatro Libero Palermo onlus, Teatro Stabile d Innovazione della Sicilia. Scena, traduzione e regia Beno Mazzone. Una Medea di oggi e di ieri. Il mito di Medea esiste da sempre. Moltissimi autori di ogni paese e lingua hanno riscritto la propria Medea e moltissime compagnie hanno scritto sulla scena la propria Medea con attori e attrici che hanno fatto rivivere il mito per una riflessione hic et nunc. Ed il teatro deve avere questa capacità e funzione, se lo si vuole considerare tale. Dea Loher. Da pochi anni, Dea Loher ha scritto la sua Medea e l ha ambientata in quello che è il simbolo della cultura e della società occidentale, una Manhattan del xx secolo, senza precisarne esattamente gli anni. Lì ritroviamo una coppia di clandestini provenienti dai Balcani, che si chiamano Medea e Jason, un nome che nel suono stesso della pronuncia diventa americano, il giorno prima delle nuove nozze fra quest ultimo e Claire, la giovane figlia di un altro rifugiato, ormai ben radicato da molto tempo, che ha fatto fortuna e tanto denaro: Sweatshop-boss (che si potrebbe tradurre:il Signor Sanguisuga). Si trattano gli affari di cuore come se fossero solo affari commerciali e si fanno delle ipotesi di convenienza per ciascuno degli interessati tranne che per Medea che dovrebbe accettare condizioni imposte e soprattutto perdere il proprio amato ed il proprio bambino. Gli elementi della storia ci sono tutti: la fuga degli amanti, la morte del fratello, e la vendetta crudele di Medea. Ma tutto si svolge davanti la ricca casa della 5 Strada, sul marciapiede dove Medea attende Giasone ed il suo bambino per ricostituire la sua famiglia. La conclusione della storia la si può immaginare secondo la memoria che si ha del mito. Ma Dea Loher, giovane autrice tedesca, riserva una conclusione che è giusto non svelare in questa breve presentazione. Beno Mazzone Dea Loher. Nasce a Traunstein (Germania) nel Suo padre è una guardia forestale. Studia germanistica e filosofia presso l Università degli Studi di Monaco di Baviera. Dopo la laurea, conseguita nel 1988, Dea Loher trascorre un anno in Brasile. Nel 1990 si iscrive all Università delle Arti di Berlino, frequentando il corso di laurea in scrittura scenica con i professori Heiner Müller e Yaak Karsunke. Un anno dopo, la sua prima pièce Olgas Raum (trad. lett. La stanza di Olga) viene già rappresentata in prima assoluta sul palcoscenico dell Ernst Deutsch Theater di Amburgo. Attualmente Dea Loher vive e lavora a Berlino.

6 28 e 29 gennaio ore 21 Nani "Toni Ligabue" di Cesare Zavattini con Vito per la regia di Silvio Pieroni Scenografia Giuseppe Laronga Wolf; costumi Rosanna Pellicciari. Musica a cura di Andrea Marcolini; organizzazione Giulia Ogrizek. Un ringraziamento particolare all Archivio Zavattini e alla biblioteca Villa Mercede Roma Sono davvero poche le figure di artisti e intellettuali italiani che abbiano saputo travolgere con la loro lucida utopia ogni convenzione, correndo incontro a un'ossessione e a una speranza. Se di Pasolini, con mille equivoci e tentativi di strumentalizzazione, si conosce (quasi) tutto, di Cesare Zavattini si sa davvero poco o niente. Anzi, meno di niente. Neutralizzato con l'etichetta di "umorista", o tutt'al più di sceneggiatore neorealista di De Sica, Zavattini è stato ricondotto dentro quella camicia di forza che lui stesso aveva indossato nell'indimenticabile e intensa interpretazione del film La veritàaaa. Nel racconto in versi scritto per il famoso libro dell editore Ricci (1967), Cesare Zavattini confessa intrepidamente il disagio che gli procurò la figura di Antonio Ligabue le poche volte che ebbe occasione d incontrano. Sempre respinto ai margini della società, zingaro ed eretico per eccellenza, il pittore di Gualtieri fu riscoperto dopo la sua morte come la più forte voce poetica della Padania, come una specie di sciamano e perfino come produttore di ricchezza attraverso quadri spesso ceduti per un piatto di minestra. Nasce così uno spettacolo che sa miscelare sapientemente forme e stili esteticamente diversi, soprattutto grazie ad una ricerca linguistica. Per un opera in cui la parola è così centralmente rilevante,dunque, si impone una messinscena minimalista. Uno spettacolo leggero nel senso calviniano del termine ma pieno di emozioni, musica e parole quelle di Zavattini che porteranno a rivivere attraverso l'universo teatrale il sorprendente genio pittorico di Ligabue. Antonio Ligabue. (1899), fin dalla più tenera età Ligabue ha avuto un esistenza difficile. Figlio naturale di un italiana emigrata, ha sempre ignorato il nome del padre. Nel 1900 viene affidato ad una coppia di svizzeri tedeschi; non verrà legittimata la sua adozione, ma il bambino si legherà moltissimo alla matrigna, con un insolito rapporto di amore e odio. Nel 1913, dopo aver superato solo la terza elementare, entra in un collegio per ragazzi handicappati, dove si distingue subito per l abilità nel disegno e la cattiva condotta. Nel 1917 è curato per qualche mese in una clinica psichiatrica e qualche anno dopo è espulso dalla Svizzera su denuncia della madre adottiva e ritorna in Italia dove vive come vagabondo, continuando però a disegnare e a creare piccole sculture con l argilla. Viene poi scoperto ( ) ed aiutato da Mazzacurati, pittore e scultore. Nel 1937 viene internato in un manicomio in "stato depressivo", da cui esce per l interessamento dello scultore Mozzali. Durante la guerra fa da interprete alle truppe tedesche ma, per aver percosso con una bottiglia un soldato tedesco, nel '45 viene nuovamente internato. Nel '48 viene dimesso; i critici e i galleristi cominciano ad occuparsi di lui. Iniziano anni durante i quali lentamente la fortuna sembra volgere a suo favore. La sua fama si allarga, la sua attività pittorica subisce un netto miglioramento. Vince premi, vende quadri, trova amici che lo ospitano, si girano film e documentari su di lui. Ligabue rimane però lo stesso, anche se viene identificando nelle automobili, dopo la passione per le motociclette, il segno di un raggiunto prestigio sociale, con forme maniacali (vorrà un autista, che si tolga il cappello, aprendogli la portiera della macchina per salire). Nel 1962 viene colpito da paresi, continua comunque a dipingere, ma nel 1965 muore. Cesare Zavattini. (Luzzara, 1920) Scopre la sua vocazione letteraria, comincia a collaborare a numerose riviste, inizia

7 una produzione di opere narrative di grande valore e di particolare significato nel panorama culturale e artistico italiano. Nel 1930 si trasferisce a Milano e dirige per Rizzoli tutti i periodici dell editore. Nel 1939 conosce Vittorio De Sica è l inizio di un amicizia che li vedrà in tutti gli anni 50 protagonisti della stagione d oro del neorealismo, con Sciuscià, Ladri di biciclette, Miracolo a Milano, Umberto D. Zavattini lavora anche con altri grandi registi del cinema italiano e internazionale (Michelangelo Antonioni, Federico Fellini, Pietro Germi, Luchino Visconti). Di particolare rilevanza nella sua vita anche la lunga presenza a Cuba, da dove lo chiamano per collaborare alla nascita del nuovo cinema dopo la rivoluzione. Tra l 80 e l 82 Zavattini scrive, dirige e interpreta il film La veritàaaa, la sua prima e unica regia. A quest opera affida il messaggio morale e poetico di tutta una vita. Zavattini è morto a Roma il 13 ottobre 1989, ed è sepolto a Luzzara. Stefano Bicocchi in arte Vito. Si forma alla scuola di Teatro Bologna di Alessandra Galante Garrone; i suoi compagni sono Patrizio Roversi e Siusy Blady; con loro ed i Gemelli Ruggeri parteciperà, col personaggio Vito che era tutta mimica e senza parola, alla formazione del Gran Pavese varietà, spettacolo cult degli anni ottanta che si teneva al circolo pavese di via del Pratello di Bologna. Stesso gruppo che approda in televisione dove segna la strada ai varietà comici degli anni ottanta con Gran Paese varietà voluto da Gianni Minoli e soprattutto Lupo solitario, Matrioska e Araba fenice con Antonio Ricci e Mediaset che hanno segnato il percorso della comicità televisiva degli anni a venire. Vito da personaggio muto passa negli anni novanta con uno spettacolo fortunato dal titolo Se perdo te alla parola; lo spettacolo di recente riproposto nei teatri italiani, segna il percorso legato alla poetica della bassa con personaggi ispirati alla lunarietà di quelli descritti da Guareschi, Zavattini e Fellini; gli spettacoli, sempre in coppia con Francesco Freirye e Daniele Sala come autori, sono Don Chisciotte o la vera storia di Guerino e suo cugino con Enzo Iacchetti e salone Meraviglia con Antonio Albanese e Tita Ruggeri. Attraversa il cinema proprio partendo da Fellini con La voce della luna e poi inizia un sodalizio con Alessandro Benvenuti col quale gira diversi film tra i quali Ivo il Tardivo per il quale viene candidato come miglior attore non protagonista al Ciak d Oro. Entra anche nella poetica di Luciano Ligabue con un cameo in Radio freccia. Poi è coprotagonista nel film di Claudio Bisio Asini. La poetica della bassa continua con lavori di grande impegno e notevole successo quali Bertoldo primo testo rappresentato a teatro da Giulio Cesare Croce e Don Camillo da Guareschi con Ivano Marescotti che lo hanno portato nei maggiori teatri d Italia con grande successo di pubblico e critica. Di recente è tornato alla tv con un personaggio che gli appartiene in Bulldozer su Rai Due con Enrico Bertolino e Federica Panicucci e ha dato vita ad un progetto con Raisat Gambero Rosso Channel alla passione da sempre della cucina con Invito a cena; è impegnato sempre in teatro nel grande progetto di rappresentare Miracolo a Milano da Zavattini insieme a Lorenzo Salveti già regista di Don Camillo che portò in scena nella stagione teatrale del Silvio Pieroni. Regia degli spettacoli Perché il fuoco non muore di Francesco Niccolini con Daniela Poggi; Prometeo male incatenato di A. Gide; Amore e Psiche da Apuleio con Terry Paternoster; Lo Stato D Assedio di A. Camus; Ubu Cornuto di A. Jarry; Pagliacci di Ruggero Leoncavallo; Calapranzi di Harold Pinter; Bash di Neil La Bute; direttore Artistico con Stefano De Sando del festival Capalbio Poesia; messa in scena delle letture poetiche Ti invito al Viaggio e dell Antologia di Spoon River di E. L. Masters con la partecipazione di: Massimo Dapporto Daniela Poggi Franco Castellano Stefano De Sando; Dante con la partecipazione di Arnoldo Foà Giuseppe Pambieri Marina Tagliaferri Stefano De Sando; Le piccole cose di pessimo gusto con la partecipazione di Alessandra Gassman, Valeria Valeri, Marina Tagliaferri, Stefano De Sando; Partitura musicale per banda futurista con la partecipazione di Antonello Fassari, Massimo Venturiello, Francesco Pannofino, Stefano De Sando.

8 11 e 12 febbraio ore 21 Akròama "La creatura" -quando noi morti ci destiamo - di Lelio Lecis da Henrik Ibsen Interpreti: Lea Karen Gramsdorff, Simeone Latini, Rosalba Piras, Tiziano Polese. Costumi: Marco Nateri. Direzione tecnica: Lele Dentoni. Assistente alla regia Vanessa Podda. Responsabile di produzione e direzione generale: Stefanie Tost. Spazio scenico, luci e regia: Lelio Lecis Quando noi morti ci destiamo è stato pubblicato nel 1899 e rappresentato a Stoccarda il 26 gennaio E l ultima opera del drammaturgo ed è l estrema meditazione su se stesso e sulla propria arte, attraverso il personaggio di un famoso scultore ormai anziano che scopre di aver sacrificato l amore all arte e l arte stessa al successo in una catena di atti d assoluto egoismo. Lo scultore è diventato famoso in tutto il mondo principalmente per una sua scultura sulla resurrezione. La scultura rappresenta una giovane donna che si libra verso il cielo da un piedistallo che sembra la terra popolata da esseri umani simili a bestie. Proprio il piedistallo sarà il motivo del suo successo. Il piedistallo quindi e non la sua opera immortale. Il rapporto strano tra lo scultore e la modella porta quest ultima ad una sorta di follia che la farà scappare in giro per il mondo dove avventure pericolose la porteranno alla morte. Tornerà da morta per trascinare con sé lo scultore che aveva tradito il suo spirito dando più importanza al piedistallo e non alla sua figura. 25 e 26 febbraio ore 21 Teatro dell'istante "Chi ha ucciso Oscar Wilde?" un delitto senza importanza con Alessandro Fullin, Anna Meacci, Filippo Pagotto di Alessandro Fullin Con Alessandro Fullin, Anna Meacci e Filippo Fagotto. Costumi di Agostino Torchietto. Creazione copricapi di Lucio Antonucci. Elementi scenograficidi Michele Siconolfi. Musiche originali di Enrico Messina. Produzione Stefano Mascagni/Roberto Piana. Regia Roberto Piana. Com è noto Oscar Wilde, il celebre scrittore irlandese che scandalizzò con le sue commedie la società vittoriana, morì di malattia a Parigi nel 1900 in una stanzetta d albergo quasi sordida, circondato da pochi amici e probabilmente da molti debiti. Il testo della commedia di Alessandro Fullin parte da qui ma contraddice subito la verità storica immaginando che Wilde venga invece assassinato durante un party in cui sono stati invitati i più famosi personaggi delle sue commedie. Ipotesi pirandelliana dunque che pone da subito la domanda: chi ha ucciso Oscar Wilde? E perché? Siamo in Scozia, nella residenza di Lady Windermere e la vicenda si colora subito di giallo e quindi molti bassotti, capellini Principe di Galles, lenti d ingrandimento, la solita armatura, due fantasmi, otto donne e un indizio. A condurre le indagini la non certo acuta Lady Bracknell che naturalmente interroga tutti i convenuti, una poco

9 raccomandabile combriccola di presunti assassini: la romantica americana, la madre pragmatica, il canonico un pò gay, la governante assai ninfomane, il dandy sculettante, il tutto naturalmente condito dai migliori aforismi di Wilde. Gli interpreti. A dare vita al tutto l indiscusso talento comico di due artisti di rango quali Anna Meacci e Fullin stesso che, coadiuvati da Filippo Pagotto e sempre sorretti da un testo raffinato ma accattivante ed un travolgente ritmo registico, cambiano velocissimi - abito ed umore, svolgendo tra mille colpi di scena le sorprendenti indagini. Finale a sorpresa, con nuove citazioni e un altro morto illustre. 18 e 19 marzo ore 21 Deutsches National Theater Weimar "Gefahrliche menschen" di Jorg-Michael Koerbl regia di Claudia Meyer L autore. In questo mondo disgustoso Georg vorrebbe scrivere poesie. I genitori e una coppia di loro amici, ossessionati dal sesso e carichi dei problemi tipici da borghesi lo disgustano. Specialmente un editore ubriacone, clamorosamente fallito. Ma se tutto questo potrebbe essere anche vagamente sopportabile non lo è il loro disprezzo verso la sua amata Antonia. Lei o Georg o entrambi hanno l idea di punire queste persone profondamente. Joerg-Michael Koerbl L autore di bestseller Bernhard, alle prese amorose con una attrice nella sua casa per il weekend, immerso tra boschi e laghi, viene colto in flagrante dalla moglie, dal suo amante, da suo figlio con nuova fidanzata e da un vecchio amico, influente critico. Dopo un momento di comprensibile imbarazzo si cerca una soluzione, ma a causa del troppo alcol si viene a creare una situazione ancora più esplosiva. Il figlio di Bernhard, Georg, che riesce a sopravvivere a questa situazione corazzato solo dalle sue poesie, e Antonia, la sua fidanzata, osservano questo fornicare da lontano. Ma non riescono ad tenersi fuori da questa spirale di ignoranza, offese reciproche, smascheramento di bugie incrostate da anni Joerg Michael Koerbl, oltre che autore ha lavorato anche come attore (tra altri al Deutsches theater e alla Volksbuehne, entrambi a Berlino), come drammaturgo e faceva parte del giro di Heiner Mueller, oltre a numerosi testi teatrali ha scritto anche testi per spettacoli radiofonici e lavora inoltre come traduttore. Dopo anni di permanenza in Martinique attualmente vive e lavora a Berlino. Gefaehrliche menschen (esseri umani pericolosi) è datato il linguaggio è, nonostante l empatia per ogni personaggio, sobrio e crea immagini che vanno ben oltre i temi trattati.

PROGETTI DADAUMPA srl impresa teatrale Via Agucchi, 84/10 A - 40133 Bologna - telefono 051 3140366-3140374 - 4141070 - telefax 051 311712

PROGETTI DADAUMPA srl impresa teatrale Via Agucchi, 84/10 A - 40133 Bologna - telefono 051 3140366-3140374 - 4141070 - telefax 051 311712 TONI LIGABUE pag. 2 Sono davvero poche le figure di artisti e intellettuali italiani che abbiano saputo travolgere con la loro lucida utopia ogni convenzione, correndo incontro a un'ossessione e ad una

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!)

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) Il valore della lettura Scriveva Gianni Rodari, "il verbo leggere non sopporta l'imperativo". Ed è in effetti impossibile obbligare qualcuno a leggere con

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Il Neorealismo italiano

Il Neorealismo italiano Il Neorealismo italiano La realtà è là perché manipolarla? (Roberto Rossellini) Le formule in cui si è cercato di racchiudere l esperienza del Neorealismo riassumibili nella frase di Rossellini che titola

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

TITOLO. memoria collettiva, tramite la stampa del volume Ulisse es toccheddande. intensi e caratterizzanti dell intera terra di Sardegna.

TITOLO. memoria collettiva, tramite la stampa del volume Ulisse es toccheddande. intensi e caratterizzanti dell intera terra di Sardegna. Roma, 13 dicembre 2011 TITOLO Ulisse es toccheddande Le porte del vento Pietro Sotgia poeta dorgalese ESIGENZE CHE SI INTENDE AFFRONTARE: Rendere omaggio e consegnare alla memoria collettiva, tramite la

Dettagli

TEATRO DI ANIMAZIONE

TEATRO DI ANIMAZIONE Area Teatro Portfolio attività TEATRO DI ANIMAZIONE Portfolio attività Idea e specificità Gli spettacoli Animazioni ad hoc Progetti di animazione teatrale su misura La Compagnia Contatti Idea e specificità

Dettagli

e su di me si chiude un cielo

e su di me si chiude un cielo PUGNI e su di me si chiude un cielo un video di ANDREA ADRIATICO per teatridivita film selezionato per la STORIE ANDREA ADRIATICO Andrea Adriatico è nato a L'Aquila il 20 aprile 1966. Diplomato all'accademia

Dettagli

crediti non contrattuali 1

crediti non contrattuali 1 crediti non contrattuali 1 Bibi Film in collaborazione con Rai Cinema presenta N-CAPACE un film scritto interpretato e diretto da Eleonora Danco Durata: 80 Data di uscita: 19 marzo 2015 Premiato con due

Dettagli

SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO 1

SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO 1 SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO 1 SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO con VITO monologo di M AURIZIO GARUTI regia di SILVIO P ERONI una produzione P IERFRANCESCO P ISANI E N.A.N.I srl in collaborazione con I

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

A Teatro da Giovanni Rassegna di Teatro per bambini

A Teatro da Giovanni Rassegna di Teatro per bambini per i bambini Stagione Prosa di 2008/2009 Direttore Artistico Michele Mirabella A Teatro da Giovanni Rassegna di Teatro per bambini Consulenza artistica: Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia-Teatro&Scuola

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Teatro del Cerchio e Teatro Aurora di Langhirano - Comunicati stampa 7 e 8 Febbraio

Teatro del Cerchio e Teatro Aurora di Langhirano - Comunicati stampa 7 e 8 Febbraio Teatro del Cerchio e Teatro Aurora di Langhirano - Comunicati stampa 7 e 8 Febbraio Comunicato del 7 febbraio 2015 - Teatro del Cerchio, via Pini 16/A (Parma) In programma per sabato 7 febbraio alle ore

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

IL MATRIMONIO DI TUYA

IL MATRIMONIO DI TUYA Festival di Berlino 2007 Orso d Oro presenta IL MATRIMONIO DI TUYA un film di Ufficio Stampa LUCKY RED Via Chinotto,16 tel +39 06 37352296 fax +39 06 37352310 Georgette Ranucci (+39 335 5943393 g.ranucci@luckyred.it)

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO

Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Di Dino Arru Con Dino Arru e le marionette del Dottor Bostik Regia Dino Arru e Silvano Antonelli Voce narrante Silvano Antonelli Musiche originali Silvano Antonelli

Dettagli

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 Storie lunghe un binario E Tickets il titolo del film che Olmi, Kiarostami e Loach hanno firmato insieme. Lo hanno presentato al Festival del Cinema

Dettagli

Questa atmosfera stimola il pubblico a ricordare l'innocenza perduta e a riscoprire il bambino, il clown che è in ognuno di noi.

Questa atmosfera stimola il pubblico a ricordare l'innocenza perduta e a riscoprire il bambino, il clown che è in ognuno di noi. 60 minuti di conferenza, sketch e workshop con il pubblico sull arte del clown presentati da Peter Ercolano. Clown non è solo naso rosso, parrucca buffa e costume colorato come generalmente si può pensare;

Dettagli

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo 1. Figura: Attore L attore (teatrale, cinematografico, radiotelevisivo, ecc.) è colui che è chiamato ad interpretare un ruolo in una produzione artistica (teatrale,

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

SPETTACOLO del 10 novembre 2012

SPETTACOLO del 10 novembre 2012 SPETTACOLO del 10 novembre 2012 CONTRIBUTI DI : presso il teatro Studio Milano Zena Elisa, 4 A scientifico Cantaluppi Giulia, III A classico Scotto Davide, III A classico Gaddi Valentino, I A classico

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

CENA A SORPRESA (The dinner party)

CENA A SORPRESA (The dinner party) STAGIONE 2011-2012 2 - da venerdì 13 a domenica 15 gennaio: Giuseppe PAMBIERI Giancarlo ZANETTI e Lia TANZI in CENA A SORPRESA (The dinner party) di Neil Simon regia di Giovanni Lombardo Radice LUX TEATRO

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012

ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012 ERNEST ET CÉLESTINE Francia, Belgio, Lussemburgo 2012 regia: Benjamin Renner, Vincent Patar, Stéphane Aubier sceneggiatura: Daniel Pennac scenografia: Zaza e Zyk montaggio: Fabienne Albarez-Giro musica:

Dettagli

STAGIONE 2015/2016 TRADIMENTI. E con. Francesco Biscione. Regia. Michele Placido DISPONIBILITÀ DAL 7 NOVEMBRE 2015 AL 7 FEBBRAIO 2016

STAGIONE 2015/2016 TRADIMENTI. E con. Francesco Biscione. Regia. Michele Placido DISPONIBILITÀ DAL 7 NOVEMBRE 2015 AL 7 FEBBRAIO 2016 STAGIONE 2015/2016 TRADIMENTI Di Harold Pinter Traduzione Alessandra Serra Ambra Angiolini Francesco Scianna E con Francesco Biscione Regia Michele Placido Scene Gianluca Amodio Light designer Giuseppe

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Alla cortese attenzione del Dirigente Scolastico e dei Docenti Incaricati del Settore TEATRO

Alla cortese attenzione del Dirigente Scolastico e dei Docenti Incaricati del Settore TEATRO Alla cortese attenzione del Dirigente Scolastico e dei Docenti Incaricati del Settore TEATRO Gentilissimi, in allegato le nostre proposte teatrali per la Vostra scuola, con i progetti fare teatro e vedere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Circoli di lettura genitori. Ciliegie. Anno scolastico 2013-2014

Circoli di lettura genitori. Ciliegie. Anno scolastico 2013-2014 Circoli di lettura genitori Ciliegie Anno scolastico 2013-2014 CILIEGIE Circoli lettura genitori Istituto comprensivo di campomaggiore In questo anno scolastico 2013-2014, i genitori degli alunni sono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche Dopo il Neorealismo Intorno agli anni 60 del XX secolo il neorealismo in Italia conosce un naturale esaurimento viste le profonde trasformazioni economiche ma anche sociali e culturali: il boom economico,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite secondo il ritmo e la logica di un altra lingua, quella

Dettagli

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management DESCRIZIONE EVENTO Project Hollywood La regia cinematografica: un esperienza di project management La produzione di un film rappresenta l

Dettagli

Comprendere e analizzare

Comprendere e analizzare PARTE PRIMA Il viaggio CAPITOLO 1 Comprendere e analizzare 1. Viki non riesce a capire la sua collocazione all interno della società italiana ed europea. Il padre gli spiega che «non tutti gli europei

Dettagli

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE 2MOSTRA Dall 8 Novembre al 27 Gennaio 4 GRANDI SPETTACOLI IN SCENA TUTTE LE MATTINE ALL AUDITORIUM DEL MASSIMO via Massimiliano Massimo, 1 - EUR SCOPRI IL CALENDARIO SU: www.mostradelteatro.it www.auditorium.it

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

LA RICETTA DELLA FELICITÀ ovvero Giro del mondo in tante cucine Un viaggio nelle culture del nostro pianeta attraverso la cucina di ogni Paese.

LA RICETTA DELLA FELICITÀ ovvero Giro del mondo in tante cucine Un viaggio nelle culture del nostro pianeta attraverso la cucina di ogni Paese. LA RICETTA DELLA FELICITÀ ovvero Giro del mondo in tante cucine Un viaggio nelle culture del nostro pianeta attraverso la cucina di ogni Paese.Un cuoco di un importante ristorante è alla ricerca di una

Dettagli

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 CONTENUTI. Drammaturgia dell oggetto... 5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO... 7 DESTINATARI... 7 OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE... 7 2 PREMESSA Dire

Dettagli

Corso superiore di recitazione

Corso superiore di recitazione Corso superiore di recitazione Laboratorio propedeutico all'avviamento professionale 3 ore al giorno per 3 volte alla settimana 3 nuovi modi di vivere la nostra scuola: AGILITA', PROFESSIONALITA' E COMPLETEZZA

Dettagli

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA Scuola infanzia di PALATA PEPOLI PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA DI QUALCHE ANNO FA. Di W:A MOZART Il Flauto Magico Progetto musica e biblioteca Scuola dell Infanzia di Palata Pepoli Destinatari: Luogo: Durata:

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITA Un progetto di Ricerca-Azione

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITA Un progetto di Ricerca-Azione CRT Teatro-educazione Centro Ricerche Teatrali Scuola Civica di Teatro, Musica, Arti visive e Animazione Comune di Fagnano Olona (Va) www.crteducazione.it info@crteducazione.it tel. 0331-616550 PROGETTO

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE La trama C è una regista teatrale che vuole mettere in scena la storia di una principessa che viveva tanto tempo fa in un regno bianco, grigio e nero. Ma in scena,

Dettagli

BUbbles STAGIONE 2016

BUbbles STAGIONE 2016 BUbbles STAGIONE 2016 T E A T R O D I F F U S O D I C H I E R I BUBBLES TEATRO DIFFUSO DI CHIERI - STAGIONE 2016 Siamo felici e orgogliosi di avere la possibilità, pur nelle difficoltà che affliggono negli

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola Classe 4^ Scuola Primaria Don Bosco Classe 5^ Scuola Primaria Madonna di Campagna Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica Leggere

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE ED ARTI APPLICATE SCUOLA DI SCENOGRAFIA corso di scenografia prof. Alessandro Zicoschi egr. Direttore prof.ssa Giovanna Cassese a seguito

Dettagli

"Viaggio nel Cinema" Corsi e lezioni itineranti a Milano e provincia

Viaggio nel Cinema Corsi e lezioni itineranti a Milano e provincia "Viaggio nel Cinema" Corsi e lezioni itineranti a Milano e provincia Inviato da Federico Albani mercoledì 07 settembre 2011 Cinemalia.it Corsi e lezioni itineranti a Milano e provincia di cultura, creatività,

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

I pirati sono sempre stati considerati un soggetto prettamente maschile, eppure la storia della pirateria mondiale conta famose donne

I pirati sono sempre stati considerati un soggetto prettamente maschile, eppure la storia della pirateria mondiale conta famose donne I pirati sono sempre stati considerati un soggetto prettamente maschile, eppure la storia della pirateria mondiale conta famose donne pirata La storia Il personaggio della piratessa Cora, nato dalla penna

Dettagli

Le nuove avventure dei Musicanti di Brema

Le nuove avventure dei Musicanti di Brema Le nuove avventure dei Musicanti di Brema E se gli animali che i fratelli Grimm ci hanno fatto conoscere come I Musicanti di Brema - uscissero dalla loro favola, o la continuassero fino ai giorni nostri,

Dettagli

CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57

CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57 CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57 Titolo IN VIA SAVONA AL 57 Durata 50' Anno 2013 Paese Scritto e diretto da Prodotto da Riprese di Montaggio di Voce narrante di Musica di Italia Gregory Fusaro e

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

vivo, scrivo, immagino, rappresento Perugia

vivo, scrivo, immagino, rappresento Perugia vivo, scrivo, immagino, rappresento Perugia Un indagine poetica sull anima della città. Testi, disegni, immagini diventano linfa vitale di uno spettacolo. Perugia è la protagonista. Perugia sei tu. www.urbancreactivity.it

Dettagli

l Organizzazione LE MUSE IN SCENA

l Organizzazione LE MUSE IN SCENA l Organizzazione LE MUSE IN SCENA L'Associazione Culturale LE MUSE IN SCENA, attiva sul territorio nazionale dal 2002, ha come finalità l'impegno di valorizzare il patrimonio intellettuale e artistico

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere A modo mio Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante Le nuove etichette sui cibi e sulle bevande Sui cibi e sulle bevande

Dettagli

51286 BIOGRAFIA PER BLOG fino 1961.docx Pagina 1 di 6

51286 BIOGRAFIA PER BLOG fino 1961.docx Pagina 1 di 6 51286 BIOGRAFIA PER BLOG fino 1961.docx Pagina 1 di 6 1951 Teatro Odeon, Milano "Sette giorni a Milano" di Spiller e Carosso. Rivista teatrale estiva. Tournée Compagnia Nava-Parenti, tra gli altri Franca

Dettagli

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi POESIA NELLA CITTÀ VERSILIADANZA EDIZIONI DELLA MERIDIANA in collaborazione con COMITATO del CENTENARIO MARIO LUZI 1914-2014 con il sostegno del COMUNE DI FIRENZE - ESTATE FIORENTINA 2014 foto di Andrea

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA

DESCRIZIONE SINTETICA ALL A REGISTA DESCRIZIONE SINTETICA Il Regista è in grado di curare l'ideazione e la realizzazione di uno spettacolo dal vivo o di un opera coordinando il lavoro tecnico ed artistico di un gruppo di professionisti

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

Presentazione dello spettacolo. Alla ricerca dell armonia Viaggio tra musica e colore

Presentazione dello spettacolo. Alla ricerca dell armonia Viaggio tra musica e colore Presentazione dello spettacolo Alla ricerca dell armonia Viaggio tra musica e colore Un Progetto per gli Adolescenti delle Scuole Secondarie di secondo grado statali e paritarie di Verona e Provincia Lunedì

Dettagli

Accoglienza. laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime

Accoglienza. laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime Accoglienza laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime Obiettivi generali affiatare il gruppo-classe recentemente formatosi stimolare e facilitare le relazioni superare le resistenze

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

L'associazione culturale DesignStudioRoma. in via de SS. Quattro 27, Roma. ospita LA MAGIA DEL GIOCO. Laboratorio teatrale integrato per bambini

L'associazione culturale DesignStudioRoma. in via de SS. Quattro 27, Roma. ospita LA MAGIA DEL GIOCO. Laboratorio teatrale integrato per bambini L'associazione culturale DesignStudioRoma in via de SS. Quattro 27, Roma ospita LA MAGIA DEL GIOCO Laboratorio teatrale integrato per bambini Un progetto di MARIO PIETRAMALA con la collaborazione di SELENE

Dettagli

Libriadi 2016 Autori ospiti

Libriadi 2016 Autori ospiti Libriadi 2016 Autori ospiti Concorso LOGO e MARATONINA DI LETTURA Nicoletta Costa Sono nata a Trieste nel 1953 e qui vivo e lavoro. A 12 anni ho illustrato il mio primo libro Il pesciolino piccolo, pubblicato

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli