Progetto GLAD. Conclusioni Ricadute odierne e future

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto GLAD. Conclusioni Ricadute odierne e future"

Transcript

1 Progetto GLAD (Galileo Light-lift Airship Demonstrator) Conclusioni Ricadute odierne e future Torino, 10 luglio 2008 Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 1

2 Obbiettivi principali Il progetto GLAD (Galileo Light-lift Airship Demonstrator), finanziato al 70% dalla Fondazione Torino Wireless, prevedeva lo studio e la realizzazione di un dimostratore costituito da: 1. UAV (Unmanned Aerial Vehicle) dotato di caratteristiche estremamente innovative, quali una struttura alare gonfiabile 2. Sistema di bordo in grado di fornire informazioni di posizione ed assetto consentendo di evidenziare i benefici introdotti dal sistema EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay System) rispetto al solo GPS su ricevitori di classe automotive. 3. Stazione di terra in grado di gestire la comunicazione con il sistema di bordo e la visualizzazione dei dati di volo su cruscotto virtuale e cartografia 2D e 3D. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 2

3 Società partecipanti (1/3) ARIS S.p.A (Applicazioni Rielaborazioni Impianti Speciali); e' un'azienda che opera nella progettazione, produzione e manutenzione di veicoli speciali, aggiornamento sistemi e allestimenti veicolari da oltre 35 anni. La Società occupa oggi una posizione di rilievo nel settore dei servizi e della realizzazione di prodotti speciali, quali: Veicoli speciali ruotati e cingolati ogniterreno ed anfibi. Sistemi d'alimentazione tattici e logistici. Veicoli per uso peculiare aeronautico. Allestimenti speciali su mezzi ruotati/cingolati per usi militari e/o civili. Trasformazioni e/o aggiornamenti di mezzi militari e/o conversione di mezzi militari ad usi civili. Nell ambito del progetto GLAD ARIS ha progettato e realizzato il velivolo UAV ed ha fornito il campo volo su cui effettuare i voli di qualificazione e le strutture atte a tale scopo. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 3

4 Società partecipanti (2/3) AXIS S.r.l. (Automation For Industrial Systems) è stata fondata nel 1991 ad opera di alcuni ingegneri e tecnici provenienti dai settori di punta dell automazione industriale e dell elettronica militare. Le attività si sono sviluppate inizialmente nel campo industriale (CN e PLC) e nel campo della progettazione dell'elettronica autoveicolistica (Sistemi di localizzazione satellitare). Negli ultimi anni Axis ha sviluppato importanti attività nel campo dei Sistemi inerziali. Nell ambito del progetto GLAD ha progettato e realizzato il sistema di bordo per la determinazione delle informazioni di assetto, heading, posizione e quota del velivolo e la loro trasmissione a terra via canale GSM/GPRS Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 4

5 Società partecipanti (3/3) DIVITECH S.p.A. sviluppa, produce e commercializza soluzioni personalizzate per applicazioni di radio-localizzazione, comunicazione e navigazione di una flotta di veicoli e/o di persone. La società, oggi parte del Guppo Elda di Treviso, nata nel maggio del 1997 come spin-off del dipartimento "Telematics" della S.E.P.A. (Società Elettronica per l'automazione). Divitech ha sviluppato soluzioni avanzate nel settore della telematica, della radio-localizzazione ed della Gestione Flotte, realizzando applicazioni di elevato profilo sia nel settore della Pubblica Amministrazione che nel settore privato, sia B2B che B2C. Nell ambito del progetto GLAD ha gestito le comunicazioni tra sistema di bordo e stazione di terra ed ha realizzato la stazione di terra che permette la visualizzazione su cartografia 2D e 3D dell area di lavoro del velivolo consentendo di modificare il punto di vista dell osservatore e fornisce i dati elaborati dal sistema di bordo Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 5

6 Fasi operative Il progetto GLAD prevedeva il seguente scheduling delle attività: Fase 1: Definizione dei requisiti Fase 2: Realizzazione dei sottosistemi Fase 3: Integrazione sistema e collaudo al banco Fase 4: Sperimentazione del sistema con esecuzione voli di prova Fase 5: Analisi dati e redazione report finale Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 6

7 Programma temporale Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 7

8 Stazione di valutazione prestazionale GPS/EGNOS Per comprendere i benefici introdotti dall utilizzo di EGNOS su di un ricevitore di classe automotive, in particolare TYCO A1029A, AXIS ha realizzato presso i suoi uffici una stazione di acquisizione GPS e GPS/EGNOS permanente (Stazione EGNOS). La stazione ha consentito di fornire a due ricevitori, identici dal punto di vista HW e SW, ma con SW in grado di abilitare o meno la ricezione del segnale EGNOS, le stesse condizioni di lavoro. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 8

9 Considerazioni (1/5) I satelliti EGNOS PRN 120 e PRN 126, destinati ad attività di EGNOS Initial Operations, risultano funzionanti per la quasi totalità del tempo ed il loro utilizzo migliora le performance del ricevitore GPS/EGNOS. Il satellite EGNOS PRN 124, tuttora destinato ad attività di Industry Test da parte degli organi competenti trasmette un messaggio non codificato secondo Standard MT0/2; l acquisizione del suo messaggio deteriora sensibilmente le performance del ricevitore. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 9

10 Considerazioni (2/5) 1. Nel periodo di osservazione quasi continua effettuata da Axis (giugno 2006-febbraio 2007), con SA (Selective Availability) disattivata, il ricevitore GPS senza EGNOS ha ottenuto performance nettamente superiori a quelle dichiarate dalla casa. Sul piano orizzontale CEP inferiore ai 2 metri e Percentile al 95% inferiore ai 4.5 metri. Sul piano verticale inferiore ai 2 metri e Percentile al 95% inferiore ai 5.5 metri. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 10

11 Considerazioni (3/5) 2. In rari casi limitati ad alcuni giorni di osservazione (per esempio 17,18,19 gennaio 2007 ) il ricevitore GPS ha subito una degradazione delle performance rispetto a quelle del punto 1. Sul piano orizzontale CEP inferiore ai 3,5 metri e Percentile al 95% inferiore ai 12.5 metri. Sul piano verticale inferiore ai 3.5 metri e Percentile al 95% inferiore ai 15 metri. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 11

12 Considerazioni (4/5) 3. In corrispondenza dell intero periodo di osservazione il ricevitore GPS/EGNOS utilizzato da AXIS ha in sostanza fornito dati caratterizzati dello stesso livello di errore CEP e Percentile al 95%. Sul piano orizzontale CEP inferiore ai 2,5 metri e Percentile al 95% inferiore ai 4 metri. Sul piano verticale inferiore ai 2,5 metri e Percentile al 95% inferiore ai 5 metri. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 12

13 Considerazioni (5/5) 4. I benefici introdotti dall utilizzo di EGNOS con ricevitori commerciali di bassa gamma, in particolare Tyco A1029, sono difficilmente quantificabili a causa dell elevato contributo del rumore interno ai ricevitori stessi laddove il segnale GPS sia complessivamente di buona qualità. 5. I benefici del sistema EGNOS, su ricevitori di bassa gamma, sono maggiormente identificabili in: Condizioni di elevato PDOP, Particolari condizioni ionosferiche e troposferiche, Situazioni di malfunzionamento temporaneo del GPS. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 13

14 Stazione EGNOS Confronto delle Performance dei ricevitori GPS/EGNOS e GPS (1/4) Nelle slide successive si mostra un esempio delle acquisizioni effettuate e dei risultati ottenuti tramite l utilizzo di SW dedicati (rosso GPS/EGNOS, verde GPS). Le immagini mostrano, nei riquadri a sinistra, la dispersione dei punti nel piano orizzontale rispetto alle coordinate note dell antenna. I riquadri a destra mostrano l andamento dei parametri considerati nelle 24 ore. Le caselle in alto, mostrano in forma numerica i risultati ottenuti in termini di CEP e Percentile al 95% (calcolato sia sul piano orizzontale che verticale), Standard Deviation e Bias (scostamento medio giornaliero rispetto alle coordinate dell antenna). Al termine viene presentata una tabella riassuntiva, sui giorni di acquisizione, che mostra l andamento medio dei ricevitori GPS/EGNOS e GPS Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 14

15 CEP STD CEP STD Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 15

16 CEP STD CEP STD Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 16

17 Stazione EGNOS Confronto delle Performance dei ricevitori GPS/EGNOS e GPS (4/4) Parametro GPS/EGNOS [m] GPS [m] La tabella riporta un confronto, mediato nel lungo periodo, tra le performance ottenute utilizzando il ricevitore in modalità GPS/EGNOS e quello in modalità GPS stand alone. I risultati ottenuti sono ricavati da set di acquisizioni riferite ad istanti temporali differenti e per un totale di giorni CEP Percentile 95% CEP Altezza Percentile 95% Altezza STD Latitudine STD Longitudine STD Distanza STD Altezza Bias Latitudine Bias Longitudine Bias Altezza Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 17

18 Velivolo VOLARIS 35 (1/3) Il velivolo realizzato da ARIS-Nimbus è un UAV (Unmanned Aerial Vehicle) caratterizzato da ridotti pesi, dimensioni e costi che presenta una struttura innovativa caratterizzata da ali gonfiabili ad elio che consentono di sfruttare contemporaneamente le leggi dell aerostatica e dell aerodinamica fornendo al velivolo un elevata portanza e conseguente maneggevolezza e manovrabilità anche a bassissima velocità. Il velivolo consente dunque la possibilità di decollare ed atterrare in spazi brevissimi, anche in condizioni di terreno accidentato e fornisce una capacità di carico di alcuni chili consentendo di alloggiare il payload di missione. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 18

19 Velivolo VOLARIS 35 (2/3) Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 19

20 Velivolo VOLARIS 35 (3/3) Nella sua versione prototipale, nella configurazione progetto GLAD presenta le seguenti caratteristiche: Apertura alare 5.8m Corda massima 4 m Diametro involucro cilindrico 1.2m Volume interno dell involucro cilindrico 8m 3 Massa complessiva velivolo 22 Kg Trazione motore a scoppio 10Kg 0 Kg < Carico utile < 5Kg 3 m < Spazio decollo-atterraggio < 6 m Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 20

21 VOLARIS 35: Guida e controllo del velivolo Il velivolo nella sua veste prototipale, utilizzata in ambito GLAD, è controllato e pilotato in remoto da terra da un operatore che si avvale di radiocomando di tipo aeromodellistico con cui può interagire con il velivolo intervenendo su: Impennaggi. Numero giri motore. E prevista in versioni future l implementazione di funzioni di autopilota e navigazione per rendere maggiormente efficiente la guida dell UAV e poter caricare i dati di missione che verranno eseguiti in automatico consentendo un range operativo maggiore. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 21

22 Sistema di bordo (1/2) Il sistema di bordo risulta composto dai seguenti elementi: Sistema inerziale AIS 403 GPS/EGNOS aided AHRS Fornisce informazioni di assetto, heading, posizione e quota grazie a sensori inerziali (3 giroscopi, 3 accelerometri e 1 magnetometro triassiale) e ricevitore GPS/EGNOS Tyco A1029 Alimentazione e linea seriale Connettore antenna GPS Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 22

23 Sistema di bordo (2/2) Modulo infotelematico E-Where: dotato di ricevitore GPS (Tyco A1029) e modulo telefonico GSM/GPRS per la comunicazione con la stazione di terra. Connettore antenna GSM/GPRS Connettore antenna GPS alimentazione Linea seriale per comunicazione con AIS 403 Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 23

24 Alloggiamento sistema di bordo Il sistema di bordo è stato alloggiato sul velivolo in maniera fissa e solidale con il velivolo stesso per garantire che l AIS 403 descriva fedelmente lo stato del velivolo in ogni sua condizione di volo Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 24

25 Stazione di terra (1/3) La stazione di terra nella sua versione finale è caratterizzata da: Visualizzatore cartografico 2D e 3D su cui si presenta la cartografia dell area di lavoro, le informazioni sullo stato di bordo (dati di assetto e posizione) ed il velivolo. L utilizzo della rappresentazione cartografica può essere finalizzato alla guida in remoto del velivolo garantendo una dettagliata conoscenza dello stato del velivolo e dell ambiente circostante. Il punto di vista dell osservatore può essere definibile dall utente in base alle esigenze momentanee richieste dall applicazione; il punto di vista risulterà esterno al velivolo ma modificabile rispetto alla posizione del velivolo stesso per adattarsi alle esigenze momentanee di pilotaggio Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 25

26 Stazione di terra (2/3) La stazione di terra opererà nel modo seguente: Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 26

27 Stazione di terra (3/3) Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 27

28 Stima della precisione ed accuratezza del ricevitore GPS/EGNOS (1/2) Per stimare la precisione raggiunta dal ricevitore GPS/EGNOS montato a bordo del velivolo si sono georeferenziati nell area di volo due punti con elevata accuratezza, tramite ricevitore GPS dual frequency e correzioni differenziali, e si sono registrati i passaggi del velivolo al di sopra dei punti stessi utilizzando un telemetro laser che permetta misure di distanza con precisione di 0.05 m ed un elevato throughput delle misure stesse. Riferendo le misure effettuate dal telemetro e quelle del ricevitore GPS/EGNOS alla stesso istante temporale è possibile evidenziare gli scostamenti e le differenze di misura tra i due strumenti e stimare il livello di accuracy e precisione ottenuto dal ricevitore on board. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 28

29 Stima della precisione ed accuratezza del ricevitore GPS/EGNOS (2/2) Il telemetro laser scelto, MEL Sensor M10L/100, permette di acquisire oggetti fino ad una distanza di metri a seconda della superficie riflettente. Superficie di riferimento della misura Cavo di alimentazione e Comunicazione seriale Fascio laser puntiforme Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 29

30 Voli GLAD I voli GLAD sono stati effettuati presso il Poligono di Lombardore in prossimità della società ARIS. Durante i voli svolti i dati generati dal sistema di bordo ed utilizzati per il confronto con le informazioni elaborate dal telemetro laser sono state memorizzate on-board e non trasmesse direttamente alla stazione di terra in quanto l area scelta non offre una copertura della rete GSM adeguata; non è risultato possibile selezionare una aviosuperficie con le caratteristiche necessarie entro le tempistiche previste dal programma. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 30

31 Area di volo Poligono Campo Volo Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 31

32 Ricevitore GPS/EGNOS Precisione sul piano verticale ed orizzontale (1/2) I grafici riportati nella slide successiva mostrano gli scostamenti tra le misure effettuate dal telemetro laser e quelle calcolate dal ricevitore GPS/EGNOS riferite allo stesso istante temporale. Le misure del ricevitore GPS/EGNOS (Altezza, Latitudine e Longitudine) sono riferite all antenna posta a bordo del velivolo e quindi saranno funzione dello spostamento del velivolo stesso. Le misure riferite al telemetro laser sono fisse per quanto riguarda Latitudine e Longitudine (coordinate del punto georeferenziato); l altezza è stimata come Altezza del punto + misura di distanza letta dal telemetro durante il passaggio del velivolo sulla verticale del punto. I livelli di accuratezza ottenuti sono compatibili con quelli registrati presso la stazione EGNOS ed evidenziano l elevato livello di precisione ed accuratezza raggiungibile utilizzando EGNOS. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 32

33 Ricevitore GPS/EGNOS Precisione sul piano verticale ed orizzontale (2/2) Metri Precisione raggiunta sul piano verticale dal Ricevitore GPS/EGNOS (1) Velocità elevata - Passaggio alto Velocità ridotta - Passaggio alto Velocità ridotta - Passaggio basso Velocità elevata - Passaggio basso I grafici riportano le misure acquisite durante 4 sorvoli successivi del telemetro da parte del velivolo. Precisione raggiunta sul piano orizzontale (Latitudine) dal Ricevitore GPS/EGNOS (1) Precisione raggiunta sul piano orizzontale (Longitudine) dal Ricevitore GPS/EGNOS (1) Metri Metri Velocità elevata - Passaggio alto Velocità ridotta - Passaggio basso Velocità Ridotta - Passaggio alto Velocità elevata - Passaggio basso Velocità elevata - Passaggio alto Velocità ridotta - Passaggio basso Velocità Ridotta - Passaggio alto Velocità elevata - Passaggio basso Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 33

34 Confronto GPS/EGNOS e GPS in condizioni dinamiche (1/4) Per comprendere maggiormente i vantaggi legati all utilizzo di EGNOS, si sono realizzate delle acquisizioni in condizioni dinamiche acquisendo i segnali da entrambi i ricevitori GPS/EGNOS e GPS e si sono analizzati i dati di maggiore interesse (PDOP, FIX, Latitudine, Longitudine, Altezza, Velocità). Consideriamo innanzitutto l andamento del PDOP (Position Dilution Of Precision) che è funzione della disposizione geometrica dei satelliti acquisiti dai ricevitori e del FIX per evidenziare quante volte i due ricevitori non siano stati in grado di risolvere la posizione non avendo in visibilità almeno 4 satelliti. Ricordiamo che PDOP è una grandezza adimensionale; valori bassi di PDOP indicano una buona visibilità di cielo, valori alti indicano una visibilità di cielo ridotta ed una disposizione dei satelliti in vista non ottimale. FIX; indica se il ricevitore è in grado o meno di risolvere la posizione, almeno 4 satelliti in vista, (FIX=1/0); FIX =2 indica che oltre alla soluzione della posizione il ricevitore ha acquisito il segnale EGNOS. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 34

35 Confronto GPS/EGNOS e GPS in condizioni dinamiche (2/4) Il grafico mostra che durante la prima fase di acquisizione i due ricevitori utilizzati mostrano un elevato valore di PDOP, mentre durante la restante acquisizione (tempo>2000) il PDOP assume valori bassi a dimostrazione di ottenere una buona visibilità di cielo. I due ricevitori perdono il Fix per brevissimi momenti non compromettendo le performance registrate Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 35

36 Confronto GPS/EGNOS e GPS in condizioni dinamiche (3/4) Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 36

37 Confronto GPS/EGNOS e GPS in condizioni dinamiche (4/4) La figure mostrano un comportamento del tutto similare nella determinazione di Latitudine, longitudine e velocità da parte di entrambi i ricevitori; le differenze maggiori si registrano in prossimità di elevati valori di PDOP in quanto l apporto correttivo di EGNOS risulta maggiormente sensibile ottimizzando la soluzione della posizione. La determinazione dell altezza da parte del ricevitore GPS/EGNOS e GPS mostra degli scostamenti più marcati rispetto alle differenze registrate sul piano orizzontale. Si osserva una discrepanza di qualche metro tra le due misure effettuate ed una maggior sensibilità del ricevitore GPS/EGNOS alla variazione del parametro considerato. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 37

38 Attività di formazione (1/2) Il progetto GLAD comprendeva, inoltre, un attività di formazione del personale coinvolto nel progetto, relativamente alle tematiche GPS e Galileo ed ad attività correlate. I corsi hanno affrontato tematiche distinte ed erano rivolti a figure aziendali con diversa esperienza e mansioni; in particolare: 1. Sistemi GPS-EGNOS e Galileo (Referente: Prof.ssa Letizia Lo Presti - Polito) 50 ore circa; Aspetti tecnici relativi all architettura dei sistemi con particolare attenzione al mondo dei ricevitori ed alle fonti di disturbo (ritardi, interferenti, multipath). Si è svolta un applicazione pratica georeferenziando alcuni punti notevoli presso le sedi delle tre società partecipanti. 2. Aspetti economici (Referente: Prof. Emilio Paolucci - Polito) 12 ore circa: Criticità e positività legate a nuove attività ed al lancio di prodotti innovativi. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 38

39 Attività di formazione (2/2) 3. Sicurezza delle reti (Referente: Prof. Antonio Lioy - Polito) 28 ore circa: Analisi degli aspetti di sicurezza nelle reti internet, Wireless e broadcast; accenni di sicurezza relativi alla trasmissione dei segnali Galileo dedicati ai servizi commerciali e Safety of Life. La tabella seguente mostra lo scheduling dei corsi: Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 39

40 Considerazioni finali (1/4) Il progetto GLAD ha permesso alle PMI partecipanti di affrontare tematiche interessanti ed innovative e di cimentarsi su di esse con esiti positivi accrescendo le competenze sulla navigazione satellitare ed in particolare sull utilizzo del sistema EGNOS. Ha consentito un lavoro di squadra mixando competenze e capacità operative e di progettazione in team. ARIS ha dimostrato la realizzabilità e fattibilità di un UAV caratterizzato da pesi e costi ridotti con struttura alare innovativa che ne consente un effettiva manovrabilità anche a bassa velocità grazie al supporto aerostatico fornito dalla struttura. Un prodotto commerciale di derivazione GLAD può essere utilizzato in missioni di vigilanza, sorveglianza e sicurezza in tutti quegli ambiti in cui non siano richieste eccessive quote di volo e velocità elevate. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 40

41 Considerazioni finali (2/4) AXIS ha realizzato il sistema di bordo dimostrandone l utilità come supporto alla guida di un UAV e verificando i benefici introdotti dal sistema EGNOS su di un ricevitore di classe commerciale (TYCO A1029A). AXIS ha acquisito un elevato know how sul sistema EGNOS sia grazie all analisi dei dati raccolti in condizioni statiche e dinamiche sia interagendo con il NAVSAS e con l EGNOS Help Desk per comprendere maggiormente la natura dei benefici legati al sistema EGNOS. Il Dimostratore è stato realizzato utilizzando un ricevitore GPS/EGNOS in quanto il sistema di navigazione satellitare, di progettazione Europea, Galileo non risulta ancora disponibile e funzionante. I livelli di accuracy e precisione ottenuti consentono di prevedere che con l avvento di Galileo si possano realizzare dei sistemi GPS/Galileo aided AHRS per fornire supporto alla guida ed implementare funzioni di autopilota in ambito UAV od applicazioni similari. Ciò non esclude ovviamente la necessità dell intervento umano per le manovre più complicate e delicate quali decollo ed atterraggio ed in casi di pericolo e necessità. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 41

42 Considerazioni finali (3/4) L utilizzo di un ricevitore GPS/Galileo consentirà di ottenere un numero elevato di satelliti in vista in tutte le condizioni di volo e, sfruttando le informazioni di integrity trasmesse da segnali Galileo dedicati risulterà possibile conoscere l attendibilità ed integrità delle informazioni utilizzandole anche in ambiti critici in cui GPS è tuttora escluso. Il sistema Galileo sarà completamente dedicato ad attività civili e non sarà dunque sottoposto a possibili interruzioni o deterioramenti volontari del servizio, come può accadere tuttora per il GPS. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 42

43 Considerazioni finali (4/4) La realizzazione della stazione di terra da parte di Divitech ha dato origine ad un interfaccia grafica dalle caratteristiche innovative e dall elevata flessibilità che fornisce un utile strumento di supporto alla guida del velivolo consentendo di visualizzare a video informazioni relative allo stato del velivolo stesso (assetto, heading, posizione e quota) ed informazioni cartografiche (2D e 3D) sull area di missione. La stazione di terra può essere facilmente adattata a soddisfare esigenze della missione specifica cui il velivolo sarà dedicato, quali la visualizzazione a video di possibili obiettivi e aree circoscritte in cui limitare le attività di ricerca e sorveglianza oppure evidenziare aree interdette ai velivoli UAV. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 43

44 Sviluppi e ricadute (1/3) Le 3 aziende coinvolte nel progetto GLAD si ritengono molto soddisfatte dei risultati ottenuti e prevedono che nel breve periodo si possano ottenere notevoli benefici: Aris S.p.A. ha fondato una start up (Nimbus S.r.l.) dedicata allo sviluppo ed alla produzione di 2 classi velivoli di derivazione Volaris A 35 caratterizzati da differenti pesi, dimensioni, autonomia e capacità di payload. I velivoli seguiranno tutto il processo di produzione atto a fornire sul mercato un prodotto commerciale, utilizzabile in diversi tipi di missione e con caratteristiche innovative quali: Ridotti pesi e dimensioni Ridotti costi di gestione (consumi, manutenzione ecc ) Semplicità di guida e controllo Capacità di decollo ed atterraggio in brevi spazi e con condizioni di terreno sconnesso e dissestato Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 44

45 Sviluppi e ricadute (2/3) Axis S.r.l. ha potuto affinare e perfezionare il sistema inerziale AIS 403. In particolare mettendo a punto una metodologia per la definizione dei filtraggi da applicare a seconda della tipologia delle installazioni a bordo velivoli, comprendendo quali siano le dinamiche e le esigenze di un velivolo simile al prototipo GLAD, calibrando ad hoc i sensori inerziali (accelerometri, giroscopi e magnetometri) ed affinando tecniche di estrapolazione delle informazioni GPS per fornire al sistema dei dati di posizione aggiornati in tempo reale. La piattaforma inerziale AIS 403 GPS/EGNOS aided AHRS è attualmente in uso su velivoli ultraleggeri per implementare logiche di supporto alla guida e navigazione 3D. Axis è tuttora coinvolta nell implementazione e sviluppo di logiche di autopilota e navigazione per velivoli UAV basate sui dati di assetto, heading e posizione forniti dal sistema AIS 403. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 45

46 Sviluppi e ricadute (3/3) Divitech S.p.A. ha sfruttato il progetto GLAD per maturare delle competenze specifiche: Utilizzo di 3D Studio Max Nozione di grafica 3D Costruzione di Virtual Terrain Creazione di motori 3D L applicativo di Virtual Terrain sviluppato durante il progetto GLAD ha permesso di realizzare un plug-in per i propri applicativi di gestione flotte, che arricchisce le già esistenti rappresentazioni 2D basate su DB cartografico Navteq, con una vista 3D. L esperienza maturata ha indotto Divitech ad investire in un progetto per dotare il proprio Navigatore Satellitare per PDA di una vista Real 3D (non la classica vista chiamata volo d uccello) che comprenderà una renderizzazione del terreno tramite il DTM e visualizzazione degli edifici nelle maggiori città europee, partendo sempre dai dati forniti da Navteq. Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 46

47 Informazioni Per ulteriori informazioni o dettagli tecnici potete contattare Axis S.r.l. Tel: Fax: Progetto GLAD All the Rights Reserved Pagina 47

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR

L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR Vittorio Casella, Marica Franzini - Università degli Studi di Pavia Giovanna

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

Capitolo 8 Il sistema satellitare EGNOS

Capitolo 8 Il sistema satellitare EGNOS Capitolo 8 Il sistema satellitare EGNOS 8. 0 - Background Relativamente alla storia della Navigazione, sono recenti le applicazioni satellitari in questo campo, tentativi incentivati dalla volontà di superare

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Gaetano Licitra, Fabio Francia Italia - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar:

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Doppio radar Doppia scala Controlli Radar 4G -Separazione - obiettivi -- Eliminazione

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio Radioastronomia Come costruirsi un radiotelescopio Come posso costruire un radiotelescopio? Non esiste un unica risposta a tale domanda, molti sono i progetti che si possono fare in base al tipo di ricerca

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di topografia e GPS

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di topografia e GPS Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 4. Cenni di topografia e GPS Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti 1. Definizione e scopi

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi Prodotti Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi 2 Scarichi Scarico 500 SS500B, SS500G, SS500B1 CARATTERISTICHE Hand Made Street Legal 2 uscite Look retrò Plug-in Acciaio

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Sistemi di collaudo Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Un Gruppo che offre risposte mirate per tutti i vostri obiettivi di produzione automatizzata e di collaudo ESPERIENZA, RICERCA, INNOVAZIONE

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Studio Settembre 2014 1 Pag / indice 3 / Premessa 4 / Descrizione della catena modellistica 6 / Lo scenario simulato

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Ridondante Modulare Affidabile

Ridondante Modulare Affidabile Ridondante Modulare Affidabile Provata efficacia in decine di migliaia di occasioni Dal 1988 sul mercato, i sistemi di chiusura Paxos system e Paxos compact proteggono oggi in tutto il mondo valori per

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga

Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga REPORT FINALE Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga Davide Damato Alessio Colombo Luca Lanteri Rocco Pispico Arpa Piemonte, DT Geologia e Dissesto geologia.dissesto@arpa.piemonte.it

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Cognitive Adaptive Man Machine Interface for Cooperative Systems 19 Settembre 2012 ENAV ACADEMY Forlì (IT) Magda Balerna 1 ARTEMIS JU Sub Project 8: HUMAN Centred Design

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Originali Bosch! La prima livella laser

Originali Bosch! La prima livella laser Originali Bosch! La prima livella laser per superfici al mondo NOVITÀ! La livella laser per superfici GSL 2 Professional Finalmente è possibile rilevare con grande facilità le irregolarità su fondi in

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE TELECOMUNICAZIONI (TLC) Tele (lontano) Comunicare (inviare informazioni) Comunicare a distanza Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Segnale non elettrico Segnale elettrico TRASMESSO s x (t) Sorgente

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Dal 1997, anno della sua fondazione, la Erhardt + Abt Automatisierungstechnik GmbH ha finora installato

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Dinamica e Misura delle Vibrazioni

Dinamica e Misura delle Vibrazioni Dinamica e Misura delle Vibrazioni Prof. Giovanni Moschioni Politecnico di Milano, Dipartimento di Meccanica Sezione di Misure e Tecniche Sperimentali giovanni.moschioni@polimi.it VibrazionI 2 Il termine

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Guida Rapida caratteristiche 1. Introduzione InReach SE è il comunicatore satellitare che consente di digitare, inviare/ricevere

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Materiale di radiocomunicazione

Materiale di radiocomunicazione BevSTitelSeite PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Materiale di radiocomunicazione Ricetrasmittente SE-125 UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Febbraio 2004 1503-00-1-02-i.doc Indice Ricetrasmittente

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10

Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10 Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10 1 2 3 4 5 6 7 8 Impiego & compito I Processo di selezione & requisiti I Istruzione I Attività lavorative I Contatto Il distaccamento

Dettagli