Nota Integrativa al Prospetto Informativo. S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nota Integrativa al Prospetto Informativo. S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund"

Transcript

1 Nota Integrativa al Prospetto Informativo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund

2 La presente Nota Integrativa al Prospetto Informativo è conforme al modello depositato presso l archivio prospetti della CONSOB in data 02/11/2007. La presente Nota Integrativa al Prospetto Informativo è traduzione fedele dell ultimo Supplement to Prospectus approvato dalla Financial Services Regolatory Authority irlandese. Per Enovara plc Il legale rappresentante S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund Nota Integrativa al Prospetto Informativo La presente Nota Integrativa contiene informazioni relative allo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund (il Comparto ), emesso da Enovara plc, società di investimento a capitale variabile strutturata come fondo multicomparto aperto disciplinata dal diritto irlandese e autorizzata dalla Financial Services Regulatory Authority irlandese. La presente Nota Integrativa costituisce parte integrante e potrà essere distribuita (tranne che ai precedenti destinatari del Prospetto Informativo datato 5 settembre 2007 (il Prospetto Informativo ) solo se accompagnata da, e deve essere letta unitamente a, il Prospetto Informativo. I termini e le espressioni definite nel Prospetto Informativo avranno, salvo quanto diversamente definito nella presente Nota Integrativa, lo stesso significato laddove utilizzati nella presente Nota Integrativa. Enovara plc Fondo multicomparto con responsabilità separata tra i diversi sotto-comparti Datato 5 settembre 2007

3 INFORMAZIONI IMPORTANTI IL PRESENTE DOCUMENTO E IMPORTANTE. PRIMA DI ACQUISTARE QUALUNQUE AZIONE CHE RAPPRESENTI UNA PARTECIPAZIONE NEL COMPARTO SECONDO QUANTO DESCRITTO NELLA PRESENTE NOTA INTEGRATIVA, DOVRESTE ASSICURARVI DI AVER COMPRESO APPIENO LA NATURA DI UN INVESTIMENTO DI QUESTO TIPO, I RISCHI CHE COMPORTA E LA VOSTRA SITUAZIONE PERSONALE. IN CASO DI DUBBI CIRCA IL CONTENUTO DELLA PRESENTE NOTA INTEGRATIVA, DOVRESTE CONSULTARE UN CONSULENTE QUALIFICATO. Descrizione dell Investimento La Società intende correlare il Comparto alla performance di un Valore di Riferimento, lo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Portfolio (il Portafoglio Protetto ), meglio descritto nella successiva sezione "Descrizione Generale del Valore di Riferimento". Al fine di minimizzare l effetto delle oscillazioni nei tassi di cambio per gli investitori nel Comparto, vengono offerte diverse Classi di Azioni che offrono un rendimento correlato ad un Valore di Riferimento allineato ad una valuta, denominato nella valuta della relativa Classe di Azioni. La Società intende correlare il Comparto alla performance del Valore di Riferimento mediante investimento, per conto del Comparto, nel Patrimonio del Comparto che potrà includere Titoli di Debito e includerà Contratti Derivati. I rischi associati all utilizzo di derivati sono descritti in generale nel Prospetto Informativo. Opportunità dell Investimento L investitore è tenuto ad informarsi circa (a) le possibili conseguenze fiscali, (b) i requisiti legali e normativi, (c) qualunque restrizione valutaria o requisito di controllo valutario e (d) qualunque altro requisito statale o altro consenso o formalità in cui potrebbe incorrere ai sensi delle leggi del rispettivo stato di costituzione, cittadinanza, residenza o domicilio e che potrebbero essere rilevanti per l acquisto, la detenzione o la cessione di Azioni. Il valore e gli utili delle Azioni della Società potranno sia aumentare che diminuire e l investitore potrebbe non recuperare l importo investito. Si veda la sezione del Prospetto Informativo intitolata Fattori di Rischio e la sezione della presente Nota Integrativa intitolata Altre Informazioni - Fattori di Rischio per una esposizione di determinati rischi che l investitore dovrebbe tenere in considerazione. Un investimento nelle Azioni è adatto esclusivamente per quell investitore che (individualmente o con il supporto di un idoneo consulente finanziario o di un consulente di altro tipo) sia in grado di valutare i vantaggi ed i rischi di un investimento di questo tipo ed abbia sufficienti risorse per essere in grado di sostenere qualunque perdita possa derivare da tale investimento. Il contenuto del presente documento non intende essere né deve essere interpretato come un parere di natura legale, fiscale, in materia di investimento o in qualunque altra materia. Responsabilità Gli Amministratori (i cui nomi compaiono nella sezione del Prospetto Informativo intitolata Gestione della Società - Amministratori della Società ) si assumono la responsabilità delle informazioni contenute nel Prospetto Informativo e nella presente Nota Integrativa. Per quanto a conoscenza degli Amministratori (i quali hanno fatto ricorso ad ogni ragionevole diligenza per assicurarsi che sia così), le informazioni contenute nella presente Nota Integrativa, quando lette unitamente al Prospetto Informativo (così come completato, modificato o integrato dalla presente Nota Integrativa) sono conformi ai fatti così come conosciuti alla data della presente Nota Integrativa e non tralasciano alcunché che possa incidere sul significato di tali informazioni. Informazioni di carattere generale

4 La presente Nota Integrativa fornisce informazioni circa le Azioni e il Comparto. Si deve fare riferimento altresì al Prospetto Informativo che è separato dal presente documento e descrive la Società e fornisce informazioni di carattere generale circa le offerte di Azioni della Società. L investitore non deve prendere alcuna iniziativa relativa alle Azioni a meno che non abbia ricevuto una copia del Prospetto Informativo. Qualora ci fosse qualche incongruenza tra il contenuto del Prospetto Informativo e quello della presente Nota Integrativa, prevarrà, limitatamente a qualunque incongruenza di questo tipo, il contenuto della presente Nota Integrativa. La presente Nota Integrativa e il Prospetto Informativo devono essere letti entrambi attentamente e nella loro interezza prima di prendere qualunque decisione di investire nelle Azioni. Distribuzione della presente Nota Integrativa e Limiti alla Vendita La distribuzione della presente Nota Integrativa non è consentita, a meno che non sia accompagnata da una copia del Prospetto Informativo (salvo che a precedenti destinatari del Prospetto Informativo). La distribuzione della presente Nota Integrativa e l offerta o l acquisto di Azioni in determinate giurisdizioni potrebbero essere vincolati. Qualora l investitore riceva una copia della presente Nota Integrativa e/o del Prospetto Informativo non deve interpretare tale(i) documento(i) come un offerta, invito o sollecitazione diretta allo stesso a sottoscrivere qualche Azione, a meno che, nella relativa giurisdizione, non sia consentito per legge rivolgere ad un investitore un offerta, invito o sollecitazione di questo tipo senza dover osservare alcun requisito di registrazione o altro requisito legale, ovvero è evidente dalla Nota Integrativa o appendice per la relativa giurisdizione che sono stati soddisfatti tutti i requisiti giuridici e di registrazione della relativa giurisdizione. Qualora l investitore desiderasse sottoscrivere l opportunità di acquistare una qualunque delle Azioni, è responsabilità dello stesso informarsi e osservare tutte le leggi e la normativa vigenti di qualunque relativa giurisdizione. In particolare, l investitore è tenuto ad informarsi sui requisiti legali applicabili, e su qualunque normativa in materia di controllo valutario e sulle imposte vigenti nel proprio stato di costituzione, cittadinanza, residenza o domicilio.

5 TERMINI DELLE AZIONI CHE RAPPRESENTANO PARTECIPAZIONI NEL COMPARTO Obiettivo di Investimento L'obiettivo di investimento del Comparto è quello di fornire agli Azionisti di ciascuna Classe un rendimento che rappresenti la performance del Valore di Riferimento, denominato nella valuta della relativa Classe di Azioni, subordinatamente a determinate spese e commissioni. Il Valore di Riferimento del Comparto è lo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Portfolio, meglio descritto nella sezione "Descrizione Generale del Valore di Riferimento" (il Portafoglio Protetto ). Il Portafoglio Protetto è costituito da cinque portafogli nozionali, ciascuno consistente in un Valore di Riferimento, che è rappresentato da liquidità nella valuta della relativa Classe di Azioni e da un Sottostante, che è costituito da unità dello S&P Diversified Trends Indicator Tracker Series (l Indice ), come descritto ulteriormente in seguito. L Indice è un paniere globalmente diversificato di ventiquattro contratti future su materie prime e finanziari ad alta liquidità, ponderati egualmente tra contratti future su materie prime e finanziari. Politica d Investimento Al fine di conseguire l'obiettivo di investimento, la Società intende investire per conto del Comparto i ricavi netti di qualunque emissione di Azioni (alla Data di Emissione Iniziale ovvero successivamente) nel Patrimonio del Comparto. Tale Patrimonio del Comparto può includere Titoli di Debito che potranno includere, a titolo esemplificativo, obbligazioni e notes di stato e di società (a tasso d interesse fisso e a tasso d interesse variabile), carta commerciale, asset-backed securities e obbligazioni ipotecarie, ciascuna quotata ovvero negoziata su una delle borse valori o dei mercati specificati nell'appendice 1 del Prospetto Informativo (sebbene fino al 10% del Valore Patrimoniale Netto del Comparto potrà consistere di Titoli di Debito ovvero altri titoli che non sono quotati ovvero negoziati su una delle borse valori o dei mercati specificati nell'appendice 1 del Prospetto Informativo), che abbia un rating con grado di investimento assegnato da Standard & Poor's e/o da Moody's, ovvero, in assenza di rating, dotata, a parere della Società di Gestione, di equivalente grado di investimento. Inoltre, la Società stipulerà, per conto del Comparto, uno o più Contratti Derivati con una o più Controparti Approvate, che si ritiene saranno, nella maggior parte dei casi, Nomura International plc e/o Nomura Bank International plc. Tali Contratti Derivati includeranno, a titolo esemplificativo e non esaustivo, swap, future ed opzioni stipulate con Controparti Approvate. Resta inteso che il Comparto stipulerà Contratti Derivati separati in relazione a ciascuna Classe di Azioni al fine di fornire agli Azionisti di ciascuna Classe un rendimento ed una protezione che corrisponde, al minimo, all 80% del livello più alto del Valore di Riferimento, subordinatamente a determinate spese e commissioni (l Importo Protetto, come descritto successivamente in questa Nota Integrativa), nella valuta di quella Classe di Azioni. Vi potranno essere uno o più Contratti Derivati, ciascuno dei quali espone il Comparto o alla performance dei Titoli di Debito ovvero alla performance del Valore di Riferimento, in ciascun caso in cambio del pagamento effettuato dal Comparto alle Controparti Approvate del valore e/o di tutto o parte degli utili del Patrimonio del Comparto. L esposizione ai Titoli di Debito viene raggiunta dal Comparto concludendo uno o più contratti di swap di rendimento totale su uno o più Strumenti di Debito. L'acquisizione di e/o l ingresso nel Patrimonio del Comparto da parte della Società saranno determinati dalla Società di Gestione. Gestione del rischio La Società ha depositato presso l Autorità, per conto del Comparto, una relazione sul processo di gestione del rischio. La Società fornirà, su richiesta, informazioni aggiuntive agli Azionisti relative ai sistemi di gestione del rischio utilizzati, ivi inclusi i limiti quantitativi applicati e qualunque recente sviluppo nelle caratteristiche di rischio e di rendimento delle principali categorie di investimento. Documentazione

6 Nella stipulazione di un Contratto Derivato di questo tipo per conto del Comparto, ciascuna Controparte Approvata e la Società stipuleranno idonea documentazione recante una data corrispondente o precedente alla Data di Emissione Iniziale, che disciplinerà il relativo Contratto Derivato, ivi incluse le disposizioni relative alla sua risoluzione. Successivamente alla Data di Emissione Iniziale, potranno essere apportate opportune modifiche (per esempio, conferme aggiuntive) relative ai rimborsi ed alle sottoscrizioni di Azioni. Garanzia Reale Ciascuna Controparte Approvata dei Contratti Derivati sarà tenuta, ai sensi del relativo Contratto Derivato, a fornire alla Società una garanzia reale secondo quanto successivamente descritto (la Garanzia Reale ), in maniera tale che l esposizione di rischio della Società nei confronti della relativa Controparte Approvata risulti in conformità con le Comunicazioni dell Autorità n. 9 e n. 10. La Società potrà concludere operazioni di pronti contro termine (repo) in relazione a qualunque importo in contanti fornito alla stessa dalla Controparte Approvata, a titolo di Garanzia Reale. Qualunque operazione repo di questo tipo sarà soggetta alle condizioni e alle limitazioni riportate nelle notifiche UCITS. La Garanzia Reale ottenuta da una Controparte Approvata sarà sotto forma di una o più delle seguenti tipologie: (a) (b) (c) (d) contanti; titoli di stato o altri titoli pubblici: certificati di deposito emessi da Istituzioni di Riferimento (secondo quanto definito nel Prospetto Informativo); e obbligazioni e carta commerciale emessi da Istituzioni di Riferimento. In relazione alla Garanzia Reale: (i) (ii) (iii) essa deve essere valorizzata ai valori di mercato (mark to market) su base giornaliera; essa deve essere ceduta alla Banca Depositaria, alla sub-depositaria ovvero a qualunque altro suo agente; e la Società deve avere accesso immediato alla Garanzia Reale, senza ricorrere alla relativa Controparte Approvata, in caso di inadempimento da parte di tale Controparte Approvata. Nel caso di Garanzia Reale non in contanti, la Garanzia Reale: (a) (b) (c) (d) non può essere venduta o data in pegno; ha un rating di credito minimo pari ad A o equivalente; viene mantenuta al rischio del credito della Controparte Approvata del caso; e viene emessa da un'entità indipendente della Controparte Approvata. Valutazione La Società allocherà il Patrimonio del Comparto al Comparto, che sarà valutato in ciascun Momento di Valutazione al fine di determinare il Valore Patrimoniale Netto per Azione del Comparto in conformità con le norme previste nel Prospetto Informativo. Il Valore Patrimoniale Netto per Azione differirà in ciascun Giorno di Negoziazione, in quanto: (a) il valore dei Contratti Derivati aumenterà o diminuirà nel tempo con riferimento alla performance dei Titoli di Debito e/o del Valore di Riferimento cui si riferiscono; (b) il valore del Patrimonio del Comparto aumenterà o diminuirà nel tempo con riferimento ad una varietà di fattori, ivi inclusi, tra l altro, i rischi di mercato, il grado di investimento, atti societari, fattori macroeconomici e speculativi; e (c) le spese e le commissioni relative al Comparto matureranno nel tempo. Di conseguenza, l investitore deve tenere presente che il Valore Patrimoniale Netto per Azione, in qualunque momento, potrà essere inferiore al valore iniziale del proprio investimento e deve essere preparato a sostenere una perdita sul proprio investimento. Il Valore Patrimoniale Netto per Azione fra Classi di Azioni denominate in valute

7 diverse potrà differire, in uno o più Giorni di Negoziazione, come conseguenza delle oscillazioni nei tassi di cambio delle valute in cui sono denominate tali Azioni. Tali differenze dovrebbero essere irrilevanti grazie alla strategia di copertura valutaria utilizzata nel Valore di Riferimento (laddove ), secondo quanto meglio descritto nella sezione Descrizione Generale del Valore di Riferimento - Strategia di Copertura Valutaria. Esempio La tabella successiva mostra determinati livelli di chiusura giornaliera ipotetici del Portafoglio Protetto, la variazione percentuale del Portafoglio Protetto ed il corrispondente Valore Patrimoniale Netto per Azione ed Importo Protetto per Azione. Le cifre incluse nella successiva tabella sono meramente ipotetiche ed esemplificative e non devono essere considerate indicative di alcuna precedente o potenziale performance futura del Comparto. La successiva tabella ipotizza un investimento di USD 100 in una Azione di Classe A in USD del Comparto, e che il 100% di tale investimento si rifletta nel Portafoglio Protetto. In effetti, dato che il Comparto può detenere liquidità, tra l altro, per consentire a quest ultimo di far fronte quotidianamente ai costi e alle spese amministrative ed alle richieste di riscatto, il livello di investimento riflesso nel Portafoglio Protetto sarà soggetto a variazioni. Non può esservi alcuna garanzia circa il livello di investimento che sarà o continuerà ad essere riflesso nel Portafoglio Protetto. Livello di Chiusura del Portafoglio Protetto Variazione percentuale del Portafoglio Protetto Valore Patrimoniale Netto per Azione (in USD) Importo Protetto per Azione (in USD) Giorno di Negoziazione Data di Emissione Iniziale 100,00 zero 100,00 80,00 Giorno di Negoziazione 1 110,00 10,00 110,00 88,00 Giorno di Negoziazione 2 105,00-4,55 105,00 88,00 Giorno di Negoziazione 3 94,00-10,48 94,00 88,00 Giorno di Negoziazione 4 110,50 17,55 110,50 88,40 Giorno di Negoziazione 5 107,00-3,17 107,00 88,40 Giorno di Negoziazione 6 105,50-1,40 105,50 88,40 L esempio indicato nella tabella esclude l impatto di commissioni e spese accumulate sul Valore Patrimoniale Netto del Comparto ed i costi accumulati sull Importo Protetto per Azione. Sebbene queste si annullano l una contro l altra (le commissioni e le spese accumulate sul Valore Patrimoniale Netto del Comparto sono pari ai costi accumulati sull Importo Protetto per Azione) può anche verificarsi diversamente, ad esempio, nel caso in cui le commissioni e le spese applicate al Comparto superino i livelli della data di offerta del Comparto. Nel caso in cui il Valore Patrimoniale Netto del Comparto cada al di sotto del suo livello massimo precedente, le commissioni e le spese accumulate sul Valore Patrimoniale Netto del Comparto non devono risultare in un Importo Protetto per Azione minore per l investitore, salvo che le commissioni e le spese accumulate sul Valore Patrimoniale Netto del Comparto siano aumentate al di sopra dei livelli di tali commissioni e spese alla data di offerta del Comparto. La performance del Valore di Riferimento (riportata nella tabella come livello di chiusura giornaliero del Portafoglio Protetto) si rifletterà nel Valore Patrimoniale Netto per Azione. Si deve tener presente che, in pratica, potranno esservi delle variazioni tra la performance del Valore di Riferimento ed il Valore Patrimoniale Netto per Azione in conseguenza di commissioni e spese e in conseguenza di posizioni di liquidità detenute dal Comparto. Di conseguenza gli investitori devono essere a conoscenza del fatto che il livello di esposizione del loro investimento al Sottostante del Portafoglio Protetto dipenderà dal livello del Portafoglio Protetto al

8 momento del loro investimento. Gli investitori devono essere a conoscenza del fatto che nel caso in cui il livello del Portafoglio Protetto diminuisca, il Portafoglio Protetto verrà ribilanciato per ridurre l esposizione al Sottostante ed aumentare l esposizione al Valore di Riferimento per proteggere l Importo Protetto. Se, in qualsiasi momento, il Portafoglio Protetto è completamente esposto al Valore di Riferimento, gli Amministratori potranno utilizzare il proprio potere discrezionale di liquidare il Comparto. Per ulteriori informazioni, si prega di fare riferimento alla sezione intitolata Descrizione Generale del Valore di Riferimento di seguito. L esempio precedente esclude l impatto di commissioni e di spese sul NAV del Comparto e le fluttuazioni nel tasso di cambio che, sebbene vengano mitigate dalla strategia di copertura valutaria, non possono essere eliminate del tutto. Prezzo di Rimborso Il Prezzo di Rimborso di ciascuna Azione in qualunque Giorno di Negoziazione sarà il Valore Patrimoniale Netto per Azione della relativa Classe alla fine della giornata lavorativa di quel Giorno di Negoziazione (come pubblicate nel Giorno di Negoziazione immediatamente successivo). Nel caso in cui le Azioni siano rimborsate dalla Società per conto del Comparto, una quota del Patrimonio del Comparto potrà essere ceduta dalla Società per conto dello stesso. Rettifica Anti-Diluizione Nel calcolare il Valore Patrimoniale Netto per Azione, gli Amministratori potranno, in presenza di sottoscrizioni o riscatti consistenti o negli altri casi determinati dagli Amministratori stessi o dalla Società di Gestione di volta in volta, rettificare il Valore Patrimoniale Netto per Azione incrementandolo o decurtandolo di una Rettifica Anti-Diluizione fino all 1% del Valore Patrimoniale Netto per Azione, da trattenersi quale parte del patrimonio del relativo Comparto. Si prevede che questa Rettifica Anti-Diluizione serva a coprire i costi di negoziazione ed a preservare il valore del patrimonio del relativo Comparto. Limiti agli Investimenti Al Comparto si applicano i limiti generali agli investimenti riportati nella sezione del Prospetto Informativo intitolata Comparti - Limiti agli Investimenti. Negoziazione Un Azionista può negoziare Azioni in qualsiasi Giorno di Negoziazione, previa comunicazione resa con un Giorno di Negoziazione di anticipo che scade al o prima del Termine Ultimo per la Negoziazione. Gli Amministratori possono decidere in qualunque momento di chiudere la sottoscrizione a qualsiasi Classe di Azioni esistente se, a loro assoluta, risulta favorevole al Comparto nel suo insieme o negli altri casi che possono essere determinati di volta in volta. Rivalsa Limitata Un Azionista avrà diritto a fare affidamento esclusivamente sul patrimonio del Comparto in relazione a tutti i pagamenti relativi alle proprie Azioni in quanto i Comparti della Società sono completamente separati. Nel caso in cui il patrimonio netto ceduto del Comparto sia insufficiente a pagare qualunque importo dovuto in relazione alle Azioni, né gli Azionisti né altri creditori avranno ulteriori diritti di pagamento rispetto a tali Azioni, né alcuna pretesa o rivalsa sul patrimonio di qualsiasi altro Comparto o di qualsiasi altro cespite della Società. Finanziamenti In conformità con le disposizioni generali previste nella sezione del Prospetto Informativo intitolata Comparti - Poteri per l assunzione e la concessione di Finanziamenti, la Società potrà, per conto del Comparto, assumere finanziamenti in via temporanea fino al 10% del Valore Patrimoniale Netto del Comparto. Il Comparto stesso non sarà soggetto a leva per finalità di investimento e pertanto non sarà soggetto a rischio di saldo passivo.

9 Classi di Azioni Le Azioni del Comparto sono disponibili in Dollari USA, Euro, Sterlina, Corona Svedese e Corona Norvegese. Politica dei Dividendi Non sussiste alcun diritto al dividendo per le Azioni espresse in qualsiasi valuta. Informazioni Generali Relative al Comparto Data di Emissione Iniziale Data di Rimborso Finale Giorno Lavorativo Giorno di Negoziazione Momento di Valutazione Pubblicazione del NAV Termine Ultimo per la Negoziazione Data di Regolamento Valore Minimo del Comparto Valuta Base 20 novembre Non. Un giorno (diverso da un sabato o una domenica) (i) in cui è aperto il sistema di Trasferimento Espresso Transeuropeo Automatizzato dei Regolamenti Lordi in Tempo Reale (TARGET); (ii) in cui le banche commerciali e i mercati dei cambi saldano i pagamenti e sono aperti per l attività generale (ivi incluse le contrattazioni sui cambi e sui depositi in valuta estera) a Dublino, Londra, New York, Stoccolma e Oslo; e (iii) in cui ciascun Sistema di Compensazione è aperto ed operativo. Qualunque Giorno Lavorativo. La chiusura delle attività a Dublino in ciascun Giorno di Negoziazione con riferimento al quale è determinato il Valore Patrimoniale Netto per Azione. Il Valore Patrimoniale Netto per azione relativo ad un Giorno di Negoziazione verrà pubblicato il Giorno di Negoziazione successivo a.m. (ora di Dublino) del Giorno di Negoziazione precedente al Giorno di Negoziazione rilevante. Gli Amministratori potranno scegliere di prorogare il Termine Ultimo per la Negoziazione fino alle ore (mezzogiorno) (ora di Dublino) del Giorno di Negoziazione precedente al Giorno di Negoziazione rilevante, a loro esclusiva ed assoluta. In caso di sottoscrizioni e rimborsi, fino a tre Giorni Lavorativi successivi al relativo Giorno di Negoziazione (dando come ricevuta la relativa documentazione firmata di sottoscrizione e rimborso, a seconda dei casi). USD ovvero quell altro importo eventualmente determinato di volta in volta dagli Amministratori a loro assoluta. Dollari USA. Descrizione delle Azioni Descrizione della classe di Azioni Classe di Azioni A in USD* Classe di Azioni A in EURO* Classe di Azioni A in GBP* Classe di Azioni A in SEK* Classe di Azioni A in NOK* Valuta della Classe di Azioni USD EUR GBP SEK NOK Quotazione Borsa Valori Borsa Valori Borsa Valori Borsa Valori Borsa Valori

10 Prezzo Iniziale di Emissione Commissione Introduttiva Commissione di Rimborso Diritto di Conversione/Co mmissione di Conversione Rettifica Anti- Diluizione Importo Minimo di Investimento Aggiuntivo Importo Minimo di Rimborso Partecipazione Minima irlandese irlandese irlandese irlandese irlandese USD 100 EURO 100 GBP 100 SEK 100 NOK 100 Fino al 5% Fino al 5% Fino al 5% Fino al 5% Fino al 5% Non Nessuna commissione Non Nessuna commissione Non Nessuna commissione Non Nessuna commissione Non Nessuna commissione Fino all'1% Fino all'1% Fino all'1% Fino all'1% Fino all'1% USD 100 EURO 100 GBP 100 SEK 100 NOK 100 USD 100 o tale altro importo che possa essere stabilito di volta in volta dagli Amministrato ri ad esclusiva EURO 100 o tale altro importo che possa essere stabilito di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva GBP 100 o tale altro importo che possa essere stabilito di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva SEK 100 o tale altro importo che possa essere stabilito di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva NOK 100 o tale altro importo che possa essere stabilito di volta in volta dagli Amministrato ri ad esclusiva USD EURO GBP SEK NOK Valore Minimo della Classe di Azioni USD ovvero tale altro importo eventualmen te determinato di volta in volta dagli Amministrato ri ad esclusiva. EURO ovvero tale altro importo eventualment e determinato di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva GBP ovvero tale altro importo eventualment e determinato di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva SEK ovvero tale altro importo eventualment e determinato di volta in volta dagli Amministrator i ad esclusiva NOK ovvero tale altro importo eventualmen te determinato di volta in volta dagli Amministrato ri ad esclusiva * I nomi delle precedenti Classi di Azioni sono cambiati da USD, EUR, GBP, SEK e NOK in Classi di Azioni A in USD, EUR, GBP, SEK e NOK dal 5 settembre Spese e Commissioni Le seguenti spese e commissioni saranno sostenute dalla Società per conto del Comparto e incideranno sul Valore Patrimoniale Netto del Comparto. Spese e commissioni della Società di Gestione La Società pagherà alla Società di Gestione l'1,50% annuo del Valore Patrimoniale Netto per Azione (più IVA,

11 se ), attingendo al patrimonio del Comparto; tale percentuale può essere corrisposta, in tutto o in parte, al Collocatore, ai Sub-Collocatori e/o ad altri intermediari finanziari. La commissione di gestione di cui sopra maturerà su base giornaliera e sarà calcolata in ciascun Giorno di Negoziazione e versata ogni trimestre o con maggiore frequenza posticipatamente. Spese e Commissioni dell'agente Amministrativo, della Banca Depositaria e costi di costituzione La Società di Gestione non avrà diritto a ricevere il rimborso delle proprie spese vive prelevato dal patrimonio del Comparto. La Società pagherà rispetto alle commissioni dovute all'agente Amministrativo ed alla Banca Depositaria e ai costi di costituzione della Comparto e della Società fino allo 0,25% del Valore Patrimoniale Netto del Comparto per anno complessivo (più IVA, se ), attingendo al patrimonio del Comparto. Questa commissione maturerà su base giornaliera e sarà calcolata in ciascun Giorno di Negoziazione e versata ogni trimestre o con maggiore frequenza posticipatamente. I costi di costituzione del Comparto verranno ammortizzati nel corso dei primi cinque anni di operatività del Comparto e si prevede che non saranno superiori a Sia l'agente Amministrativo che la Banca Depositaria hanno diritto al rimborso dal patrimonio del Comparto degli oneri di operazione e degli altri oneri concordati (che saranno ai normali tassi commerciali) e di altre spese vive (più IVA, se ). Gli Azionisti devono altresì tenere in considerazione la Commissione Introduttiva, secondo quanto previsto nella precedente sezione intitolata Descrizione delle Azioni, che sarà sostenuta dagli Azionisti su ciascuna Azione relativa e che ogni investimento nel Comparto verrà effettuato al netto di tale importo. Il Collocatore, i Sub-Collocatori o gli intermediari finanziari, a seconda dei casi, avranno diritto alla Commissione Introduttiva. La presente sezione intitolata "Spese e Commissioni" deve essere letta unitamente alla sezione intitolata "Spese e Commissioni" di cui al Prospetto Informativo.

12 DESCRIZIONE GENERALE DEL VALORE DI RIFERIMENTO La presente sezione descrive brevemente lo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Portfolio. Essa contiene una sintesi delle principali caratteristiche del Portafoglio Protetto, ma non costituisce una descrizione completa del Portafoglio Protetto, la quale è disponibile sul sito (la "Metodologia del Portafoglio"). In caso di incongruenza tra i termini qui utilizzati e quelli utilizzati nella Metodologia del Portafoglio, prevarranno i termini utilizzati nella Metodologia del Portafoglio. La sezione seguente è stata preparata sulla base di materiale fornito da Nomura International plc (il Gestore del Portafoglio ) ed è a scopo meramente informativo. La Società non ha verificato indipendentemente tale materiale. Descrizione Generale del Portafoglio Protetto Lo S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Portfolio è costituito da cinque portafogli nozionali, ciascuno consistente in un Valore di Riferimento e in un Sottostante, come ulteriormente descritto di seguito. Ciascun portafoglio nozionale viene espresso nella valuta della Classe di Azioni cui fa riferimento, ovvero l USD, l EURO, il GBP, il SEK o il NOK utilizzando, rispetto alle Classi di Azioni A in EURO, GBP, SEK e NOK la strategia di copertura valutaria descritta di seguito (ciascuno un Portafoglio Valutario Protetto e congiuntamente il Portafoglio Protetto ). Ciascun Portafoglio Valutario Protetto viene gestito secondo una metodologia che si basa su regole che è progettata per fornire esposizione allo S&P Diversified Trends Indicator Tracker Series mentre, allo stesso momento, mantiene un livello che corrisponde, al minimo, all 80% del valore più alto del relativo Portafoglio Valutario Protetto dal momento della sua costituzione. Ciascun Portafoglio Valutario Protetto raggiunge tale risultato tramite l utilizzo di elementi costitutivi nozionali (descritti di seguito) costituiti dal Sottostante e dal Valore di Riferimento, che vengono ribilanciati secondo le regole indicate nella Metodologia del Portafoglio e riassunte in breve alla voce Ribilanciamento del Portafoglio di seguito. Elementi Costitutivi del Portafoglio Protetto Ciascun Portafoglio Protetto è costituito dai seguenti elementi costitutivi: 1. Valore di Riferimento - Quote del Valore di Riferimento, ciascuna delle quali replica il valore di un deposito iniziale in contanti nozionale nella valuta della relativa Classe di Azioni; e 2. Sottostante - Quote del Sottostante, ciascuna delle quali replica un investimento nozionale iniziale nello S&P Diversified Trends Indicator Tracker Series (ticker su Bloomberg <SPDTNV>), ( S&P DTI un indice di proprietà di Standard & Poor s, la cui metodologia è disponibile sul sito espresso nella stessa valuta del relativo Portafoglio Valutario Protetto, utilizzando dove sia, la strategia di copertura valutaria descritta brevemente di seguito Lo S&P DTI è costituito da 24 contratti future egualmente ripartiti per peso e raggruppati in 14 settori, otto finanziari e sei di materie prime. Ulteriori dettagli degli elementi costitutivi e del processo di selezione sono indicati nel documento sulla Metodologia S&P DTI disponibile presso il sito di Standard & Poor s di cui sopra. Descrizione Generale dello S&P DTI Lo S&P DTI è un paniere globalmente diversificato di ventiquattro contratti future su materie prime e finanziari ad alta liquidità, con uguale ponderazione tra i contratti future su materie prime e finanziari. Lo S&P DTI è progettato per generare profitti nei mercati di contratti future su materie prime e finanziari in rialzo ed in ribasso, tramite il posizionamento dei suoi elementi costitutivi in posizione lunga o corta 1 sulla base delle tendenze di prezzo dei 7 mesi precedenti, utilizzando una metodologia 1 Ad eccezione dell energia, come di seguito. Si dice che un investitore ha una posizione lunga su un bene nel caso in cui acquisti il bene. Si dice che un investitore ha una posizione corta su un bene nel caso in cui venda speculativamente un bene di cui non dispone. In tali circostanze, generalmente, un investitore prenderebbe in prestito titoli sul mercato per adempiere ad eventuali obblighi

13 basata su regole. L indicatore è progettato per avere una volatilità inferiore rispetto ad indici di contratti future su materie prime e finanziari solo su posizione lunga. L esposizione dello S&P DTI ai contratti future finanziari potenzialmente consente allo stesso di beneficiare della performance positiva in periodi di rialzo di mercati azionari ed obbligazionari (dato che i finanziari tendono ad essere ben correlati a tali mercati). L esposizione dello S&P DTI ai contratti future su materie prime potenzialmente consente allo stesso di beneficiare da periodi di caduta dei prezzi di azioni ed obbligazioni (dato che le materie prime tendono ad essere negativamente correlate a questi mercati). Lo S&P DTI pertanto fornisce uno strumento di diversificazione del portafoglio che può beneficiare da mercati azioni ed obbligazionari in rialzo o in ribasso e che fornisce esposizione alle materie prime in maniera meno volatile rispetto ad investimenti tradizionali in materie prime. Le caratteristiche principali dello S&P DTI includono: elementi costitutivi (contratti future) ripartiti egualmente per peso tra contratti future su materie prime e finanziari. Questi contratti vengono raggruppati in 14 settori, 8 finanziari e 6 di materie prime; i settori finanziari sono il Dollaro australiano, la Sterlina inglese, il Dollaro canadese, l Euro, lo Yen giapponese, il Franco svizzero, Obbligazioni del Tesoro degli Stati Uniti e Notes del Tesoro degli Stati Uniti. I settori delle materie prime sono energia, metalli industriali, metalli preziosi, bestiame, cereali e merci leggere: 2. I settori possono essere collocati in posizione lunga o corta utilizzando una metodologia basata su regole. A cadenza mensile, ciascun prezzo di chiusura del settore viene comparato con la rispettiva media ponderata dei 7 mesi precedenti (con il prezzo più recente che riceve una ponderazione maggiore): Se il prezzo del settore chiude al di sopra della media ponderata, in tal caso verrà aperta una posizione lunga per il mese successivo; Se il prezzo del settore chiude al di sotto della media ponderata, in tal caso verrà aperta una posizione corta (ad eccezione del settore dell energia, dove a causa di potenziali repentini movimenti di prezzo verso l alto in caso di circostanze impreviste, che possono causare perdite sostanziali: il settore non viene mai messo in posizione corta ma, nel caso in cui la metodologia fornisce un segnale corto per tale settore, viene messo in posizione piatta (neutrale)). 3. I settori vengono ribilanciati mensilmente, in modo tale che i contratti future su materie prime e finanziari vengono ribilanciati ad una stessa ponderazione. Questo consente allo S&P DTI di ottenere profitti in maniera correlata, di ridurre il rischio di concentrazione e di controllare la volatilità: 4. Gli elementi costitutivi vengono ribilanciati annualmente, consentendo allo S&P DTI di cogliere utili di mercato degli elementi costitutivi nel corso dell anno senza modificare il profilo di rischio complessivo. 5. Lo S&P DTI tende ad essere correlato negativamente ai mercati azionari ed obbligazionari nel corso di periodi di ribasso, rappresentando pertanto una copertura efficace per tali mercati ed aggiungendo diversificazione in un portafoglio tradizionale. Esso tende ad essere positivamente correlato a mercati azionari ed obbligazionari durante periodi di rialzo, rappresentando pertanto un valido strumento di investimento per cogliere profitti nel corso di tali periodi. Strategia di Copertura Valutaria Lo S&P DTI viene espresso in Dollari USA. La strategia di copertura valutaria verrà impiegata per coprire i movimenti del tasso di cambio tra il Dollaro USA e ciascuna delle classi di azioni in altre valute e verrà pertanto impiegata nelle Classi di Azioni A in EURO, GBP, SEK e NOK. La strategia di di consegna. Gli investitori tipicamente aprono posizioni lunghe su un titolo quando prevedono che il prezzo di tale titolo aumenti, mentre aprono posizioni corte quando prevedono che il prezzo di tale titolo diminuisca (dato che, nell ultimo caso, l investitore venderà titoli presi in prestito ad un prezzo maggiore rispetto al prezzo al quale dovrà ricomprare i titoli per ripagare i titoli presi in prestito. Lo S&P DTI apre speculativamente allo stesso modo posizioni lunghe e corte su contratti future su materie prime e finanziari, sulla base dei segnali della propria metodologia.

14 copertura valutaria prevede la disponibilità di un deposito in contanti in EURO, GBP, SEK e NOK (rispettivamente per le Classi di Azioni A in EURO, GBP, SEK o NOK) che matura interessi al tasso di interesse a breve termine per quella valuta, prendendo nominalmente in prestito un importo in contanti in Dollari USA equivalente (pagando per questo tassi in Dollari USA a breve termine) ed investendo nominalmente tale importo in Dollari USA negli elementi costitutivi dello S&P DTI. La strategia di copertura valutaria sarà ribilanciata in maniera dinamica dal Gestore del Portafoglio ed in via continuativa per rispondere alle variazioni di valore degli elementi costitutivi dello S&P DTI, nonché alle fluttuazioni dei cambi. Valutazione del Portafoglio In ciascun Giorno Lavorativo del Portafoglio, che è un giorno lavorativo rispetto al quale viene pubblicato un livello per lo S&P DTI e in cui rispetto a ciascun Portafoglio Valutario Protetto il Gestore del Portafoglio calcolerà il livello del Portafoglio Protetto che corrisponderà al maggiore tra: a) il valore complessivo degli elementi costitutivi del portafoglio; e b) il maggiore di (i) 80 e (ii) 80% del Livello Maggiore del Portafoglio Protetto, in ogni caso adeguato per rispecchiare determinate spese (l Importo Protetto ), ognuno secondo i calcoli del Gestore del Portafoglio. Il Valore Maggiore del Portafoglio Protetto indica, rispetto a ciascun Portafoglio Valutario Protetto, in qualsiasi momento, il livello ufficiale più alto raggiunto da tale Portafoglio Valutario Protetto prima di quel momento (dal momento della costituzione di tale Portafoglio Valutario Protetto) come determinato dal Gestore del Portafoglio. Ribilanciamento del Portafoglio In ciascun Giorno Lavorativo del Portafoglio, il Gestore del Portafoglio effettuerà dei calcoli secondo una formula predeterminata, per stabilire se siano necessarie modifiche alla ponderazione degli elementi costitutivi all interno del Portafoglio Protetto. Nel caso in cui il Gestore del Portafoglio stabilisca che le ponderazione degli elementi costitutivi del Portafoglio Protetto devono essere rettificati aumentando l esposizione del Portafoglio Protetto al Sottostante, tale operazione verrà effettuata diminuendo di un importo corrispondente l importo del Valore di Riferimento. Qualora il Gestore del Portafoglio decida di diminuire l esposizione del Portafoglio Protetto al Sottostante, tale operazione verrà effettuata diminuendo di un importo corrispondente l importo del Valore di Riferimento. Le ponderazioni degli elementi costitutivi alla data di inizio del Portafoglio Protetto sono state: Elemento Costitutivo: Sottostante: Valore di Riferimento: Ponderazione 100 per cento 0 per cento Informazioni Ulteriori Ulteriori informazioni relative al Portafoglio Protetto, inclusa la Metodologia del Portafoglio possono essere reperite su La Metodologia del Portafoglio contiene disposizioni secondo le quali il Gestore del Portafoglio può effettuare determinate rettifiche e modifiche al Portafoglio Protetto. Il Portafoglio Protetto viene gestito dal Gestore del Portafoglio: Nomura International plc.

15 ALTRE INFORMAZIONI Fattori di Rischio Portafogli Valutari Protetti Ciascun Portafoglio Valutario Protetto costituisce un portafoglio nominale separato e sarà indipendente rispetto agli altri Portafogli Valutari Protetti. I movimenti di un Portafoglio Valutario Protetto non potranno seguire i movimenti di altri portafogli. Ponderazioni degli Elementi Costitutivi Qualora, in qualsiasi momento, l esposizione di un Portafoglio Protetto al Sottostante è nulla e, di conseguenza, il Portafoglio Protetto è interamente esposto al Valore di Riferimento, gli Amministratori possono decidere di annullare il Comparto. Modifica al Portafoglio Protetto Nel caso di variazione materiale del Portafoglio Protetto, gli Amministratori possono (a) a loro assoluta, terminare il Comparto; oppure (b) continuare con il Comparto, soggetto a un'ordinaria risoluzione degli Azionisti del Comparto. In attesa di tale terminazione o di approvazione degli Azionisti, gli Amministratori possono ridurre completamente l'esposizione del Comparto al Portafoglio Protetto e cambiare le proprie partecipazioni in contanti. Rischio relativo al Tasso di Cambio Lo S&P DTI Tracker Series ed i suoi elementi costitutivi sono espressi in Dollari USA. I rischi relativi ai tassi di cambio dell EURO, del GBP, del SEK e del NOK verso il Dollaro USA verranno coperti utilizzando la strategia di copertura valutaria descritta nella sezione Strategia di Copertura Valutaria di cui sopra. Impatto di spese e commissioni Il rendimento che rappresenta la prestazione del Portafoglio Protetto si fonda su certe ipotesi in relazione al pagamento di spese e commissioni. Laddove i livelli di tali spese e commissioni siano cresciute al di sopra del livello considerato all'inizio del Comparto, ciò può influire sulla somma restituita agli investitori e, in alcuni casi, gli investitori possono ricevere meno della Somma Protetta per azione. L Indice Standard & Poor s concede in licenza alla Società l utilizzo dell Indice. Se, in qualsiasi momento, la licenza viene revocata per qualsiasi ragione ovvero l Indice non è disponibile, affidabile, accurato o rappresentativo per qualsiasi ragione, gli Amministratori possono, a, esercitare il diritto di liquidare il Comparto. Determinati rischi relativi alle Azioni sono altresì descritti nella sezione del Prospetto Informativo intitolata Fatto di rischio. Miscellanea Alla data della presente Nota Integrativa la Società dispone dei seguenti Comparti costituiti ed operativi: Global Emerging Markets 80% Protected Portfolio Fund Japan Real Estate Index-Linked Fund S&P Diversified Trends Indicator Fund Global Emerging Markets 80% Protected Fund Japan Strategy 80% Protected Fund Global Property 80% Protected Fund

16 Salvo quanto contenuto in questa Nota Integrativa, non vi sono stati cambiamenti significativi e nessun fatto significativo si è verificato dal momento della pubblicazione del Prospetto Informativo. Quotazione Le Azioni di classe A in USD, GBP, EURO, SEK e NOK emesse e disponibili per l emissione sono state ammesse al Listino Ufficiale della Borsa Valori Irlandese il 20 novembre Esonero da responsabilità Standard & Poor's " e "S&P " sono marchi registrati di The McGraw-Hill Companies, Inc. DTI è un marchio registrato di Alpha Financial Technologies LLC. Questi marchi sono stati concessi in licenza per l utilizzo da parte di Enovara Plc come soggetto responsabile dello S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund. Il Prodotto non viene in nessun modo sponsorizzato, avallato, venduto o offerto in promozione da Alpha Financial Technologies, LLC e Standard & Poor s non effettua nessuna dichiarazione relativa alla convenienza di un investimento nello S&P Diversified Trends Indicator 80% Protected Fund.

17

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli