Sommario INTRODUZIONE...3 CORRISPONDENZA...6 ENCICLOPEDIA DEL LE BLU...17 LE ROSSE...18 TRASPARENTI...22 CLASSIFICATORE...34 ARMADIO I...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario INTRODUZIONE...3 CORRISPONDENZA...6 ENCICLOPEDIA DEL 900...10 LE BLU...17 LE ROSSE...18 TRASPARENTI...22 CLASSIFICATORE...34 ARMADIO I..."

Transcript

1 Sommario INTRODUZIONE...3 CORRISPONDENZA...6 ENCICLOPEDIA DEL LE BLU...17 LE ROSSE...18 TRASPARENTI...22 CLASSIFICATORE...34 ARMADIO I...45 ARMADIO L...51 ARMADIO S...64 FASCICOLI SCIOLTI...67 SCRITTI, LEZIONI E APPUNTI... ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. ALTRI DOCUMENTI... ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. CARTE DELLA IUBS INTRODUZIONE...85 APPENDICE...110

2 Introduzione 2

3 INTRODUZIONE Il lavoro che si presenta è il frutto di un primo intervento sulle carte di Giuseppe Montalenti, primo professore di genetica in Italia, storico della scienza e naturalista e riguardano la sua attività scientifica, didattica, editoriale e politica. Le carte provengono dal Dipartimento di genetica dell Università di Roma. «La Sapienza» di Roma dove nel 1960 Montalenti fu chiamato alla Cattedra di Genetica dopo aver trascorso un lungo periodo di permanenza all Università di Napoli e alla Stazione Zoologica. Dopo la sua morte (2 luglio 1990) grazie alla tenacia della dott.ssa Flora Valentino, sua collaboratrice, è stato possibile recuperare non solo l archivio ma anche le raccolte di e stratti, le numerose riviste e la biblioteca personale e dare inizio ad primo intervento archivistico sulle carte. Nel corso della sua lunga carriera Montalenti aveva ricoperto numerose cariche: era stato professore di genetica prima a Napoli ( ) poi a Roma, qui era stato nominato preside della facoltà di Scienze dell Università di Roma nel 1968; socio attivissimo delle più importanti associazioni scientifiche nazionali e internazionali, era stato anche presidente dell Accademia dei Lincei ( ). Dal 1953 al 1958 era stato segretario generale poi presidente ( ) della International Union of Biological Sciences (IUBS). In tale qualità promosse l istituzione dell International Biological Program (IBP). Dal dicembre 1970 fu nominato presidente della Commissione del CNR per la conservazione della natura e delle sue risorse. La documentazione prodotta nello svolgimento dei diversi incarichi mostra come il suo produttore abbia avuto cura di conservare e in parte organizzare il proprio archivio. Non sempre però come succede nella maggior parte dei casi è possibile rintracciare elementi che fanno pensare ad una organizzazione dell archivio/archivi valida per tutto il periodo. Ci sono stati periodi in cui Montalenti ha privilegiato una organizzazione delle carte per materia, altri in cui ha prevalso l aspetto cronologico. Comunque nessun criterio fa pensare ad una precisa impostazione. Questo primo intervento sulle carte dello scienziato tende quindi a dare conto della situazione così come è stata trovata, una sorta di fotografia, che può successivamente essere scomposta per essere ricomposta con i criteri di ordinamento che saranno reputati opportuni. L archivio era dislocato inizialmente in armadi e classificatori situati in varie stanze dell'istituto, per iniziare il lavoro archivistico è stato necessario concentrare tutto il materiale in un locale, individuato inizialmente nella sede succursale di via Lancisi. Qui si è proceduto allo smistamento della documentazione utilizzando la scaffalatura esistente di circa 30 metri lineari. In questa prima fase è stato possibile individuare, secondo le indicazioni archivistiche rintracciabili, la documentazione che presentasse criteri di conservazione omogenei possibilmente impostati da Montalenti. Sono state quindi individuate le serie Corrispondenza, Enciclopedia del 900, Le Rosse e Le Blu. La prima raccoglie cronologicamente la corrispondenza dagli ultimi due anni del periodo napoletano fino al La seconda riguarda esclusivamente il carteggio e la presa visione dei manoscritti editoriali per la realizzazione dell opera dell Istituto della enciclopedia Treccani. Per le ultime due ci troviamo di fronte a documenti prodotti nel periodo napoletano. Nelle scatole che compongono Le blu troviamo prevalentemente di fascicoli di corrispondenza,

4 Introduzione impostati come quelli della serie Corrispondenza, con aggiunto un numero progressivo discontinuo. Nelle scatole che compongono Le Rosse troviamo corrispondenza e documentazione riguardante i rapporti con associazioni scientifiche nazionali e internazionali. Anche ai fascicoli che compongono questa serie viene assegnato un numero progressivo che ritroviamo in un elenco conservato in archivio che è servito con molta probabilità per il trasloco da Napoli a Roma. In assenza di ulteriori vincoli si è proceduto con cautela cercando di mettere insieme la documentazione che avesse elementi in comune: il luogo di conservazione e il condizionamento fisico. Questi elementi hanno dato corpo alle serie Trasparenti, che, accorpa le pratiche conservate in cartelline trasparenti, e alla serie Classificatore. La prima viene presentata in ordine cronologico, e contiene prevalentemente corrispondenza; la seconda si presenta così come è stata trovata, quasi si trattasse di un archivio di deposito dove i documenti venivano posti momentaneamente in attesa di essere inseriti nei fascicoli già aperti o in altri da aprire. Segue la documentazione conservata negli Armadi I, L, S. Si tratta di fascicoli organizzati per materia, conservati in contenitori originali con annotato il titolo sul dorso. Il contenuto è quasi sempre omogeneo. Si tratta sicuramente di un tentativo di dare ordine alle carte seguendo la scelta della separazione per materia. Tutti i fascicoli non riconducibili ad uno dei raggruppamenti individuati o costituiti sono stati raggruppati come Fascicoli sciolti. Seguono Scritti, lezioni e appunti e Altri documenti. Nel primo troviamo l elenco di documenti tenuti insieme in uno scatolone, si tratta delle carte più antiche conservate in questo archivio, in particolare le prime lezioni tenute da Montalenti, appunti di laboratorio e altro. Nel secondo si descrivono 5 contenitori ad anelli riguardante bibliografie, pubblicazioni ed elenchi di associazioni e accademie. Un discorso a parte va fatto per le carte prodotte da Montalenti in qualità di Segretario generale della International Union of Biological Sciences (IUBS), fondata nel 1919 a Bruxelles all interno della Conferenza delle accademie scientifiche interalleate. Montalenti ricoprì questo incarico dal 1953 al 1959, poi venne nominato Presidente ( ). E' stato possibile isolare questo fondo perché lo stesso Montalenti ha avuto la cura di mettere insieme (il più delle volte è ricorso allo spago per tenere insieme alcuni fascicoli) e segnare con l'annotazione di suo pugno "Archivio IUBS" tutta la documentazione riguardante questo incarico. Per le informazioni relative a queste carte rimandiamo alla introduzione storicoarchivistica a pag. 86. Nel locale di via Lancisi si conservava anche una ricca raccolta di estratti da riviste, nazionali e internazionali, su argomenti scientifici diversi, che Montalenti aveva fatto sistemare in ordine alfabetico per autore, all'interno di una partizione per materia (per e sempio G.U. genetica umana). Questa raccolta è diventata nel tempo nota come la Miscellanea di Montalenti. Le carte hanno subito un ulteriore trasloco nell'estate del 2000, quando, l'archivio personale, le carte della IUBS e la Miscellanea Montalenti, sono stati definitivamente assegnati al Dipartimento di storia di medicina sperimentale, Sezione di storia della medicina dell'università «La Sapienza» di Roma. Grazie alla sensibilità della professoressa Luciana Rita Angeletti e al dott. Gilberto Corbellini questo importante archivio ha trovato una dignitosa collocazione. Qui è stato possibile completare il lavoro di schedatura e passare alla fase di ricondizionamento e numerazione. 4

5 Introduzione Per la descrizione archivistica della documentazione ci siamo attestati su un livello medio (numero di corda, titolo, commento tipologico e di contenuto, riferimenti istituzionali e archivistici, consistenza documentale (solo per la corrispondenza della IUBS), e stremi cronologici e annotazioni. Restano fuori da questa prima tranche di lavoro: quello che è rimasto delle tesi di laurea (circa 100) che Montalenti aveva conservato nel corso della sua lunga carriera universitaria ( ) e una ricca raccolta di foto, diapositive, lastre e materiale iconografico (disegni, schizzi, bozze etc.) sistemati in uno scatolone. La consistenza è di 158 buste (141 per l archivio personale e 17 per l archivio IUBS). Il lavoro è stato realizzato dalla società di servizi archivistici Memoria srl. La schedatura delle serie Corrispondenza, Trasparenti e Classificatore è opera di Gina Antonetti. Un ringraziamento particolare va alla dott.ssa Maria Conforti. Il lavoro è stato realizzato con finanziamenti del CNR. 5

6 CORRISPONDENZA ( ) Si tratta di una serie impostata da Montalenti. La corrispondenza si presenta in ordine cronologico, ripartita per semestre, sulle copertine sono indicati gli estremi cronologici. La documentazione ha come oggetto l attività universitaria, a partire dalla fine del periodo napoletano fino agli anni 80. In particolare si conserva la corrispondenza con i colleghi di altre università e diversi istituti scientifici, italiani ed esteri, con gli ex allievi e collaboratori, con riviste e case editrici, con l Accademia nazionale dei Lincei. busta 1 1. Corrispondenza ottobre dicembre 1958, gennaio maggio ago giu Corrispondenza dic dic. 29 busta 2 3. Corrispondenza 1 I VII nov lug Corrispondenza ottobre 1962 marzo ago mar. 15 busta 3 5. Corrispondenza marzo dicembre mar dic Corrispondenza gennaio agosto nov ago. 21 busta 4 7. " Corrispondenza luglio dicembre 1964" 1964 ago. 19 dic. 29

7 8. " Corrispondenza 1 gennaio 31 marzo 1965" 1964 ago mar " Corrispondenza 1 aprile 31 luglio 1965" 1965 apr. 1 lug. 7 busta Corrispondenza 1 settembre 31 dicembre lug gen " Corrispondenza 1 gennaio 31 marzo 1966" 1965 nov mar Corrispondenza aprile giugno feb. 6 lug. 30 busta Corrispondenza luglio dicembre 1966 A stampa: estratto dal «Monitore zoologico italiano», vol. LXXIV 1966, che riporta una recensione al volume di Montalenti L Evoluzione, Torino giu dic Corrispondenza gennaio luglio dic lug. 29 busta Corrispondenza 1 VIII 31 XII lug gen Corrispondenza 1 I 30 IV dic apr. 23 busta Corrispondenza luglio dicembre gen. 25 dic. 30 7

8 18. Corrispondenza 1 gennaio 31 luglio ott ago. 1 busta Corrispondenza 1 VIII 31 XII ago gen Corrispondenza 1 I 31 VII ott set Corrispondenza 1 VIII 31 XII ago. 23 dic. 20 busta Corrispondenza 1 gennaio 30 giugno Corrispondenza 1 luglio 31 dicembre dic giu gen gen Corrispondenza 1 I 31 XII set dic.14 busta Corrispondenza gennaio dicembre dic dic Corrispondenza gennaio luglio ott lug. 31 busta Corrispondenza agosto dicembre lug dic. 22 8

9 28. Corrispondenza gennaio luglio 1976 Anche atti giudiziari del tribunale di Velletri relativi ad una causa civile per accertamento di paternità (Montalenti era stato nominato quale membro di un consiglio incaricato di svolgere una perizia scientifica sui polimorfismi genetici ematici) set lug " Corrispondenza Luglio Dicembre ago. 9 dic. 27 busta Corrispondenza gennaio luglio gen. 15 ago Corrispondenza 1 settembre luglio giu lug. 31 busta Corrispondenza II semestre lug gen Corrispondenza lug dic Corrispondenza 1 I 31 VII gen. 3 ago. 8 9

10 ENCICLOPEDIA DEL 900 ( ) Si tratta del carteggio per l'assegnazione delle voci dell'enciclopedia del Novecento. Montalenti è stato membro del comitato direttivo dell'opera, in particolare si è occupato della sezione Biologia. Una buona parte delle lettere è protocollata dalla Enciclopedia italiana e girata a Montalenti in copia, talvolta è presente l'originale. Le voci si presentano in ordine alfabetico. La documentazione (manoscritto editoriale e corrispondenza) è raccolta in camicie bianche con titolo autografo di Montalenti. Nel titolo compare la voce e l'elenco degli scienziati contattati per l'assegnazione del lavoro (spesso compare accanto al cognome "si", o "no", a seconda della risposta data in merito alla proposta). Alcune volte è annotato il numero delle cartelle. Il manoscritto è presente in copia originale, in fotocopia, con o senza correzioni. Di questo si dà informazione nella nota descrittiva dei fascicoli. busta " Abiogenesi. Cartelle 30. (...), no, Keosian, si, Ponnamperuma, si" Manoscritto editoriale di John Keosian e corrispondenza mag feb " A(datt.)amento. Cartelle 60. Lerner, no; Wallace, no; Lewontin, si; Morpurgo, si" Manoscritto editoriale di R. C. Lewontin e corrispondenza mag gen " Anatomia. Cartelle 40. Amprino" Manoscritto editoriale di Rodolfo Amprino e corrispondenza lug giu " Antropologia. Vallois, no; Koeningswald, no" Corrispondenza mar. 17 mag

11 5 " Associazioni biologiche. Giacomini" Bibliografia (datt.), corrispondenza. 6. " Biocidi (vedi Inquinamento), A. Sampaolo e S. Bettini, si" Corrispondenza. 7. " Biofisica. Ageno" Manoscritto editoriale di Mario Ageno accompagnato da una lettera mag. 19 lug mar lug " Prof. Giuseppe Montalenti. Biologia" Manoscritto editoriale di Emanuele Padoa, corrispondenza giu feb " Biologia molecolare (Molecolar biology). Monod, no; Antonini, si" Manoscritto editoriale di Eraldo Antonini (copia), corrispondenza dic " Botanica. Thiman, no; Heslop Harrison, si" Manoscritto editoriale di J. Heslop Harrison, prima versione, più copia con correzioni. Corrispondenza mar feb. 9 busta " Cellula. Cartelle 90. Brachet" Manoscritto editoriale di J Brachet (copia). Appunti ms. di Montalenti. Corrispondenza mar mag " Citologia. Danielli, no; Barigozzi, si" Manoscritto editoriale di C. Barigozzi e corrispondenza mag lug " Esobiologia. Margaria, si" Manoscritto editoriale di Rodolfo Margaria (copia), corrispondenza mar mag " Etologia. Mainardi" Corrispondenza mar feb

12 15. " Eugenics. Penrose, no; Lasker, no; Barrai, si" Manoscritto editoriale in tre stesure di Italo Barrai. Corrispondenza ott feb " Gene. Cartelle 20. Pontecorvo" Corrispondenza agosto gen " Idrobiologia. Limnologia. Cartelle 40. Rodhe, no; Hasler, no; Lund (si attende risposta definitiva. Per ora è in dubbio), Tonolli, si" Manoscritto editoriale di Livia Tonolli. Corrispondenza mar giu " Inquinamento. C. Rossi e G. B. Marini Bettolo" Manoscritto editoriale di C. Rossi e di G. B. Marini Bettolo (copia). Corrispondenza feb. 12 mar " Lotta biologica. Inquinamento. G. Bettini e A. Filipponi, si" Corrispondenza mar " Microbiologia. Dubos, no; Luria, no; Stranier, no; Lwoff, no; Pollock, no; Wilkinson, si" Corrispondenza dic giu " Microscopia" Manoscritto editoriale di Doria Steve Bocciarelli. Corrispondenza ago gen " Migrazioni. Frisch, si" Manoscritto editoriale di Otto von Frisch.(copia). Corrispondenza gen. 11 dic. 15 busta " Mimetismo. Cartelle 30. Kettlewell" Manoscritto editoriale di H. B. Kettlewell (copia). Corrispondenza lug gen

13 24. " Oceanografia biologica. Steeman Nielsen" Manoscritto editoriale di E. Steeman Nielsen (copia). Corrispondenza mag mar " Omeostasi. Manoscritto editoriale di Pietro Omodeo (due stesure più copia). Corrispondenza ago dic " Orientamento. Carte 30. Pardi" Manoscritto editoriale di Leo Pardi. Corrispondenza lug apr " Ormoni, degli invertebrati Wigglesworth; nelle piante Wilkins no, Marré, si" Manoscritto editoriale Ormoni negli invertebrati di V. B. Wigglesworth (copia). Corrispondenza, estratto sull'argomento (fotocopia) lug lug " Paleontologia. Cartelle 60. Simpson" Corrispondenza ago 25 nov " Radiobiologia. Hollaender, no; Silini" Manoscritto editoriale di Giovanni Silini. Corrispondenza mag lug " Razza. Modiano, si" Corrispondenza mar " Rigenerazione. Pasquini, si" Corrispondenza mar nov " Riproduzione. Ranzi, si" Corrispondenza apr. 27 lug

14 busta " Ritmi biologici. Lona, no" Manoscritto editoriale di Hermann Remmert (copia). Corrispondenza mag nov " Scienza. I Popper, si; II Medawer, Hollander, Jacob, no" Corrispondenza ott " Selezione. Cartelle 40. Lush no Thoday, si" Manoscritto editoriale di J. M. Thoday (copia). Corrispondenza 1970 dic. 11 mag " Sesso. Cartelle 50 Witschi. Segal, si" Corrispondenza mag giu " Sistematica biologica. Cartelle 30. Mayr, si" Corrispondenza apr ott " Simbiosi. Starr" Corrispondenza dic lug " Simmetria. Ageno" Corrispondenza lug. 31 ago " Specie. White" Corrispondenza apr " Sviluppo. Cartelle 90 Waddington, Garcìa Bellido" Corrispondenza lug gen. 4 14

15 42. " Sociobiologia. Wilson, no; Eberhard, no; Alcock, no; Barash, si" Manoscritto editoriale di D. Barash (copia). Corrispondenza ott lug " Trasformazione. Dulbecco" Corrispondenza nov. 25 dic " Trasporto per membrana. Singer, no; Passow, no; Fronter, si" Corrispondenza feb nov " Uomo (origine, razze) Le Gros Clark, Tobias, Passarello" Corrispondenza giu mar " Ultrastruttura. Francetti, no; Bairati, si" Corrispondenza dic dic " Ultrasuoni. Mainardi (cancellato con la penna) Noirot" Manoscritto editoriale di Eliane Noirot (copia). Corrispondenza gen. 14 lug " Vita (Origine della). Ponnamperuma" Corrispondenza apr nov " Vitalismo e meccanicismo. Amodeo, no; Munson, si" Corrispondenza apr lug " Zoologia" Manoscritto editoriale di P.P. Grassé (copia). Corrispondenza mar giu. 7 15

16 busta Enciclopedia del 900. Articoli in visione Fascicoli con le voci e corrispondenza in fotocopia. Demografia Copie solleciti Struttura delle proteine Cibernetica Fotocopie articoli chiesti dal prof. Montalenti nella riunione del 4 gennaio a Pisa Sciolto: manoscritto editoriale della voce Acidi nucleici e Agricoltura, anche corrispondenza gen. 20 ott. 27 busta Virus di Claudio Basilico Copia del manoscritto editoriale e corrispondenza set. 13 nov Voci I fascicoli raccolgono solo corrispondenza: Ecologia. c. 40. Duvigneaud Embriologia di Alberto Monroy Entomologia. Grandi, rifiutato. Baccetti, si Biometria. c. 30, Barbensi 1970 mar feb Voci: Genetica e Geni Due fascicoli con corrispondenza e prime bozze delle due voci, anche Aggiornamento dell articolo Genetica (datt.) di Montalenti per l Enciclopedia medica italiana gen Voce: Uomo. Origine ed evoluzione Corrispondenza e manoscritto editoriale in fotocopia 1983 ott giu

17 LE BLU ( ) La documentazione che segue era conservata in scatole blu fatiscenti con numero progressivo discontinuo. Si tratta di corrispondenza dell ultimo periodo di permanenza all Istituto di Genetica di Napoli. L ultimo fascicolo non presenta un numero progressivo assegnato, ma è stato collocato in questo raggruppamento perchè conservato nello stesso luogo di origine e con lo stesso tipo di scatola. busta Ottobre 56 luglio 57 3 Corrispondenza 1956 ott lug. 2. Corrispondenza maggio settembre mag. set. busta Marzo luglio Corrispondenza mar. lug. busta Corrispondenza 1958 gen. ott. 17

18 LE ROSSE ( ) La documentazione che segue era conservata in scatole rosse fatiscenti, sul dorso, oltre al titolo è presente un numero progressivo. Di questa documentazione si conserva un elenco stilato probabilmente durante il trasloco da Napoli a Roma. Il fascicolo riguardante la mostra su Cesi (fasc. 11) non ha un numero assegnato, sicuramente non fa parte di questo raggruppamento, ma è presente ugualmente perchè conservato nello stesso luogo di origine e con lo stesso tipo di scatola rossa. busta AGI 2 L Agi viene costituita nel 1953, Montalenti ne è presidente dal 1953 al 1955, nel 1956 è segretario, poi, fino al 1959 è consigliere. Qui si conserva corrispondenza, l elenco dei soci, rendiconti, la bozza dello statuto del 25 giugno Statuto e regolamento a stampa giu ott Società italiane 5 1. Biometric Society Montalenti. scrive e riceve in qualità di Presidente della Regione italiana della Biometric Society. Il fascicolo contiene: richieste di iscrizione, corrispondenza, programmi, elenco dei partecipanti al IV Corso di metodologia statistica per ricercatori biologici. Elenco dei soci della Regione italiana della Biometric Society al 31 dicembre 1955 e anche in altre date. Elenco dei volumi della Biblioteca della Regione italiana della Biometric Society, verbali, statuto della Regione italiana della Biometric Society, programma della III Conferenza internazionale di biometria del feb ott Società italiana di demografia e statistica Statuto, bollettino di informazioni nn. 4 5, corrispondenza Biologia sperimentale Odg e circolari della Società italiana di biologia sperimentale. Elenco dei soci della sezione di Napoli. Corrispondenza. Moduli non compilati per il rilevamento di dati per studi di genetica A.S.T.I. Associazione scienziati e tecnici italiani Corrispondenza, foglio di adesione all associazione Società italiana di metodologia Atto costitutivo, statuto, elenco dei soci della Società italiana di metodologia e filosofia delle scienze, corrispondenza

19 6. Genetica medica Statuto a stampa della Società italiana di genetica medica, programmi e lettere circolari ai soci, programma sett. 7. Italia URSS Associazione italiana per i rapporti culturali con l Unione Sovietica Statuto, corrispondenza SIGE Società italiana di genetica ed eugenetica Corrispondenza, bozza dello statuto, odg Carte sciolte: estratto del Giornale dell Università con relazione e appello dell ANPUR, due lettere circolari della stessa associazione set. busta Rockefeller 7 Corrispondenza con la Rockefeller Foundation Asellus 8 Appunti, relazioni, estratti, scritto di Montalenti Evoluzione della sessualità, appunti, tabelle, grafici Russia 11 Corrispondenza, ritagli di giornale, appunti ms., biglietti souvenir in russo busta Studi di agrobiologia 14 Numeri della rivista «Studi di agrobiologia» nn. 3 10, anno I; nn. 1 6 anno III, a cura dell Associazione italiana per i rapporti culturali con l U.R.S.S Parigi Bruxelles Copenhagen Parigi 1954 Corrispondenza, relazioni sulla talassemia, programma del 5 Congresso internazionale della trasfusione sanguigna, svoltosi dal 13 al 19 settembre mag. 30 dic

20 2. Bruxelles 1955 Corrispondenza con l Istituto di cultura di Bruxelles e con la Libre Université de Bruxelles busta Genetica carta da appunti Genetica Materiale preparatorio per la pubblicazione del volume G. Montalenti Elementi di genetica, Cappelli, Bologna, 1939, con la prefazione di Alessandro Ghigi, fotografie, disegni, lucidi, foglio (datt.) con le didascalie. Corrispondenza e estratti set mar Genetica. Appunti Ms. con la struttura dell opera. anni Carta da appunti Fogli bianchi, carta intestata Eight congresso internazionale di genetica a Stoccolma luglio Sciolto: dispensa (datt.) Report on genetics (Italy) busta Congresso genetica 20 Carte sciolte: corrispondenza, appunti, relativi al periodo di permanenza di Montalenti all Istituto di Genetica di Napoli, in particolare con Ghigi a Bologna e Barigozzi a Milano. Documenti riguardanti l organizzazione del IX congresso di Genetica da organizzare in Italia, dopo l 8 fatto in Svezia nel Biglietti ferroviari, ricevute e resoconti delle spese sostenuto per il IX congresso, verbali del Comitato ordinatore del IX Congresso internazionale di genetica. Fascicolo Comitato permanente dei Congressi di Genetica. Programmi, relazioni, corrispondenza lug lug Lezioni di storia della biologia, embriologia e genetica 22 Contiene 4 fascicoli A B C D con appunti su esperimenti di laboratorio sulle termiti. anni 60 20

21 busta Cesi Busta intestata del Dipartimento di genetica e biologia molecolare Mostra Cesi traduzione inglese contenente la traduzione in inglese del testo del catalogo della mostra organizzata dall Accademia dei Lincei su Federico Cesi accompagnata da due biglietti dei traduttori. Busta intestata dell Istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli con copia del dattiloscritto descritto nel punto precedente. Cartellina Mostra Cesi Parigi Elenchi e preventivi contenente corrispondenza, piante, elenco delle opere da esporre, relazioni, preventivi. Cartellina Mostra Cesi. Parigi Corrispondenza varia ott mag. 3 busta 30 segue fasc. 11 Scatola Mostra Cesi traduzione di Francesca Bédarida Contiene testi (datt.) sulla storia di Cesi, fondatore dell Accademia dei Lincei. Pianta, progetto dell arch. Costantino Dardi di Roma, dépliant della Fondation Dosne Thiers di Parigi, corrispondenza. Si conservano alcuni numeri delle riviste «Italia nostra» e «Abstracta»

22 TRASPARENTI ( ) Si tratta di un accorpamento di documenti che hanno come elemento comune il tipo di condizionamento. Le cartelline trasparenti contengono prevalentemente corrispondenza. La documentazione del periodo napoletano si presenta priva di suddivisioni interne, raggruppata generalmente per anno. La corrispondenza degli anni successivi si presenta talvolta suddivisa per argomento o per corrispondente (rapporti con Case Editrici, Associazioni, Accademia dei Lincei, funzioni accademiche ), ma non sempre. Sulle carte sono spesso presenti annotazioni a matita Archivio. busta Corrispondenza F. Lillie Corrispondenza con Frank R. Lillie 1933 nov nov Miscellanea Ricevute. Lettere di incarico di insegnamento all Università di Napoli. Contratto con la Casa editrice Einaudi giu set Corrispondenza 1948 ott. 22 nov Corrispondenza 1949 mar. 15 nov Corrispondenza Corrispondenza relativa ad una sovvenzione concessa a Montalenti dalla Fondazione Rockefeller di New York per un viaggio di studio negli U.S.A dic dic Corrispondenza 1950 giu dic Corrispondenza 1952 feb gen. 5 22

23 8. Corrispondenza Corrispondenza 1954 gen. 15 dic Corrispondenza 1955 gen. 26 ago Corrispondenza 1957 lug. 18 dic. 15 busta Supporting members Contiene corrispondenza riguardante la IUBS segnata in parte US giu feb Corrispondenza 1959 set. 2 dic Corrispondenza 1960 gen ago Corrispondenza 1960 feb. 1 dic. 29 busta Ospiti stranieri Corrispondenza lug apr Corrispondenza scientifica anni Minuta manoscritta di un discorso funebre per un collega dell Università di Roma. Corrispondenza varia ott lug Gedda Corrispondenza, ritagli di giornale sulla questione Luigi Gedda direttore dell Istituto Gregorio Mendel nov

24 19. Associazioni italiane Corrispondenza e statuto della Società italiana di statistica medico sanitaria. Corrispondenza e statuto della Società italiana di statistica. Corrispondenza con la Società italiana per la organizzazione internazionale dic apr Corrispondenza Editori Corrispondenza. La documentazione reca spesso, a matita, la segnatura Archivio/ Editori/ con il nome della casa editrice nov ott Affari diversi Corrispondenza con l Istituto italiano di antropologia (Montalenti ne fu presidente negli anni 70). Statuto e notiziario (marzo 1977) dell Unione antropologica italiana (UAI). Atto costitutivo del 26 febbraio 1977, corrispondenza, verbali di assemblee della Federazione delle istituzioni antropologiche italiane (FIAI). Corrispondenza con la Società italiana di biogeografia. Corrispondenza, elenco dei membri del Gruppo italiano di storia della scienza. Relazione di minoranza della 6 Commissione permanente per l Istruzione pubblica e Belle arti sui disegni di legge Istituzione della Scuola obbligatoria statale dai 6 ai 14 anni e Istituzione della Scuola media presso il Senato della Repubblica, III legislatura (1961) feb. 28 busta Centro di genetica sul monte Terminillo (Rieti) dell Università di Pavia Corrispondenza, verbali, relazioni sett ott Akademische Verlagsgesellschaft di Francoforte Corrispondenza dic. 13 dic Associazioni internazionali Corrispondenza con le seguenti associazioni: The Linnean Society of London, The New York Academy of Sciences, Rockefeller Institute, Eugenics Society, International Association of human Biologists, International Council of Scientifics Unions, International Society for Cell Biology, International Cell Research Organization (ICRO) mar ago

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA TESINA DI MATURITÀ

LA TESINA DI MATURITÀ Prof. Matteo Asti LA TESINA DI MATURITÀ INDICE 1. COS'È LA TESINA DI MATURITÀ 2. LE INDICAZIONI DI LEGGE 3. COME DEVE ESSERE LA TESINA 4. LA PRESENTAZIONE DELLA TESINA 5. GLI ARGOMENTI DELLA TESINA 6.

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Archivio storico Fiom CGIL Bergamo accessione 2000 1938-1969

Archivio storico Fiom CGIL Bergamo accessione 2000 1938-1969 1938-1969 Archivio storico Fiom CGIL Bergamo accessione 2000 SOGGETTO CONSERVATORE Biblioteca "Di Vittorio" CGIL Bg Tipologia partito politico, organizzazione sindacale Condizione giuridica privato Referente

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Il diritto d autore e la sua tutela

Il diritto d autore e la sua tutela Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Il diritto d autore e la sua tutela Indice di sezione Obiettivi Pag. 30 1. Il diritto d autore: aspetti generali Pag. 30 1.1 La normativa 1.2

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale 1 Oggetto 2 2 Obiettivo 2 3 Requisiti 2 3.1 Contenuto 2 3.2 Forma 2 3.3 Volume 3 3.4 Lingua 3 3.5 Lavoro individuale

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli