DOMINGO PAOLA. Indici sintetici statistici per variabili quantitative: le medie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOMINGO PAOLA. Indici sintetici statistici per variabili quantitative: le medie"

Transcript

1 DOMINGO PAOLA Idici sitetici statistici per variabili quatitative: le medie Nelle distribuzioi di variabili quatitative (per oi tabelle elle quali compaioo ella prima coloa misure di gradezze e ella secoda coloa la frequeza o umero di volte co cui tali misure si presetao) ha seso utilizzare idici sitetici medi che servoo a dare u idea di itoro a quale valore medio la distribuzioe si addesa. Possiamo pesare ai valori medi come a output di fuzioi che hao i igresso i vari dati (le misure della gradezza presa i cosiderazioe). L output è proprio il valore medio Valore medio Oppure, co altra otazioe, f(x 1, x 2, x 3,., x ) = valor medio, co f legge da determiare. Il problema diveta quello di determiare ua f sesata. Dovremmo farci guidare dall idea geerale che u valor medio adeguato e sesato dovrà essere tale che sostituedo quel valore, diciamo m, a ciascuo dei valori x 1, x 2, x 3,., x rimaga ivariato u aspetto che iteressa del problema. Suppoiamo, per esempio, che ci iteressi studiare il reddito di u isieme di persoe. Si può iiziare a fare ua rilevazioe dei redditi idividuali, otteedo ua serie di dati che idichiamo co r 1, r 2, r 3,., r immagiado di aver cosiderato persoe. Che cosa sarà il reddito medio? Sarà quel reddito m che sostituito a ciascuo dei valori r 1, r 2, r 3,., r lascia ivariata la loro somma; ossia m deve essere tale che * m = r 1 + r 2 + r r. I tal caso m = r1+ r2 + r r, ossia la media aritmetica dei dati raccolti. Ma che cosa accadrebbe se oi cosiderassimo u problema el quale, ivece della somma di più dati, volessimo mateere ivariato il loro prodotto P? Quale dovrebbe essere il loro valore medio m? L equazioe i tal caso è x 1 * x 2 * x 3 *. * x = m, ossia m = x... 1 x2 x3 x, ossia quella che viee detta media geometrica. Quidi, i geerale, il valor medio di u isieme di dati dipede dal problema cosiderato. Voi avete sempre cosiderato, fio a poco prima di Pasqua, problemi ei quali aveva seso cosiderare come valor medio la media aritmetica. Co l ultima esercitazioe che vi ho proposto, vi sarete resi coto che o sempre la media aritmetica è quella che ha seso e forisce la risposta adeguata a u problema. Per esempio, vediamo ua risoluzioe dei diversi problemi che soo stati assegati: a) U aereo viaggia da Roma a New York. All adata le correti favorevoli permettoo all aereo di viaggiare alla velocità di crociera di 932 Km/h; al ritoro la velocità è, ivece, di 856 Km/h. Qual è la velocità media dell aereo ell itero percorso adata-ritoro? b) Ua agezia che effettua idagii di mercato ha rilevato per ua rete televisiva i segueti dati medi gioralieri di ascolto, el periodo iverale e ella fascia oraria dalle 20 alle 21: Gioro della Luedì Martedì Mercoledì Giovedì Veerdì Sabato Domeica settimaa Numero medio spettatori (i migliaia) Ua agezia di pubblicità i quale gioro potrebbe cosigliare a u proprio cliete di iserire uo spot pubblicitario di u prodotto per la eve, voledo usare la fascia oraria 20 21? c) I u ciclo di lavorazioe tre apparecchiature lavorao i serie: la prima macchia ha u redimeto del 90 %, la secoda dell 80%, la terza del 30%. Qual è il redimeto medio complessivo? d) Uo studete ella pagella del primo quadrimestre ha riportato i segueti voti: Italiao 7 Storia 8 Geografia 7 Ligua iglese 6 Scieze 5 Matematica 4 Educazioe Fisica 9 Il padre gli ha promesso u regalo se la media dei suoi voti fosse stata superiore al 7. Otterrà lo studete il regalo?

2 e) Uo studete uiversitario iscritto al corso di laurea i Matematica ha superato durate il primo ao i segueti esami 1 riportado le segueti votazioi: Esame Puteggio i tretesimi Crediti Laboratorio di Matematica 25 9 Aalisi Matematica Geometria 21 6 Algebra 27 6 Calcolo delle probabilità 23 9 Fisica geerale 24 9 Ligua iglese 30 3 Fodameti di Iformatica 28 3 Abilità relazioali 30 3 Lo studete accede ad ua borsa di studio se ha coseguito ua media superiore a 27/30. Otterrà il ostro studete la borsa di studio? f) I ua prova multidiscipliare di Storia, Iglese, Matematica, Diritto, gli studeti vegoo valutati co u puteggio da 0 a 15 per ogi materia. Il voto fiale è dato dalla media dei quattro puteggi parziali. La prova o si cosidera superata se uo studete prede 0 puti i ua delle materie. Quale valore medio cosete di rappresetare adeguatamete questo modo di valutare? Esercizio 1 Partiamo dalla cosiderazioe che la velocità media deve essere tale che, se l'aereo si muovesse su tutto il tragitto, co quella velocità percorrerebbe lo spazio 2 S (adata e ritoro) ello stesso tempo che impiega per percorrere 2 S muovedosi all'adata co velocità V 1 e al ritoro co velocità V 2. Ciò porta ache a capire che u valor medio di velocità deve essere compreso tra V 1 e V 2 ed è tale che Vm = 2 S/ T tot dove T tot è il tempo totale trascorso. Primo metodo T 1 = S/ V 2 T 2 = S/ V 2 S + S = 2 S T 1 + T 2 = T tot V m = 2 S / T tot = 2 S/ ( S / V 1 + S / V 2 ) da cui si ottiee Vm = 2/(1/V 1 +1/V 2 ) e quidi Vm = 2V1V2/(V1+V2), media armoica Secodo metodo Si calcola prima la media Tm dei due tempi (ossia il tempo che impiegherebbe l'aereo a percorrere o l'adata o il ritoro se si muovesse co velocità Vm) Tm = (S/V1+S/V2)/2 Quidi per avere la veelocità media divide lo spazio S (per esempio l'adata) per il tempo medio e ottiee Vm = S/((S/V1+S/V2)/2) da cui Vm = 1/((1/V1+1/V2)/2) = 2V1V2/(V1+V2), media armoica. Si avrà pertato, ammettedo uguali i Km percorsi ell adata e el ritoro: 2 v m = v1 v2 Come vedete, il liguaggio dell'algebra ha cosetito di dimostrare l'equivaleza dei due procedimeti e la correttezza della media armoica rispetto a quella aritmetica. Provate ora a risolvere il seguete problema: ua macchia si muove per 1 ora a 50 km/h e per u altra ora a 100Km/h; qual è la sua velocità media? I questo caso lo spazio percorso ei due tragitti cambia, o è lo stesso; ivece il tempo impiegato a effettuare i due tragitti è lo stesso. Verificate che, i questo caso, ha seso effettuare la media aritmetica delle velocità, ossia che la velocità media è (v1+v2)/2. Esercizio 2 I questo caso il valore sitetico che risolve il problema o è ua media, ma la moda, ossia il gioro della settimaa co la massima frequeza di ascolto (mercoledì). Esercizio 3. Vi ivito a cogliere il seso del problema. Lavoriamo su base 100. La prima macchia quato rede? 90%, quidi su 100 pezzi teorici e produce 90 (possiamo immagiare, se vi riesce più semplice che di 100 pezzi prodotti, 10 siao difettosi e iutilizzabili). Le macchie lavorao i serie, quidi alla secoda macchia e arrivao solo 90 dei 100 teorici. Se si dao 90 pezzi alla secoda macchia quati pezzi si ottegoo? L'80% di 90, ossia 72 pezzi. Se si immettoo 72 pezzi ella terza ed ultima macchia quati pezzi si hao? Il 30% di 72, quidi 21,6. Duque da 100 pezzi teorici si ottegoo i realtà, co l iterveto i serie delle 3 macchie, 21,6 pezzi. Il problema è allora di trovare tre macchie, tutte co la stessa resa, che diao alla fie dei tre passaggi 21,6 pezzi. Come fare? 1 Secodo il uovo ordiameto uiversitario ad ogi esame è associato u umero di crediti: ciascu credito corrispode a circa 25 ore di lezioe-tutoraggio-impego idividuale dello studete. Ogi ao lo studete è teuto ad accumulare 60 crediti.

3 Risolvedo l'equazioe x^3 = 0,216 (co la calcolatrice: SOLVE(X^3=0,216,X)) otteiamo x = 0,60, ossia il 60%. Ciò vuol dire che, se sostituissimo alle tre macchie A, B, C tre macchie uguali tutte co redimeto del 60%, otterremmo lo steso redimeto fiale, ossia 21,6 pezzi prodotti sui 100 i teoria producibili. La media, i tal caso, è quella geometrica (quella aritmetica, ivece, darebbe il 66,7% circa). Esercizio 4 Poiché i questo caso va rispettata la somma dei puteggi otteuti, la sitesi corretta è la media aritmetica. E da far otare u errore che potreste commettere: calcolare le medie parziali dell area umaistica (Italiao, Storia, Geografia, Ligua Iglese), scietifica (Scieze, Matematica) e di Educazioe Fisica e poi fare la media semplice delle medie. Riflettere su ciò può essere efficace perché dà l opportuità di studiare u esempio di operazioe o associativa. Ifatti el fare ua media di medie parziali occorre teer coto di quate soo le uità statistiche che ciascua media parziale sitetizza (i altri termii, le disciplie umaistiche, essedo di più, devoo pesare di più). Naturalmete qui ci soo tutte le riserve sul fatto di cosiderare i voti scolastici come gradezze quatitative (altrimeti o avrebbe emmeo seso parlare di media). Nel cotesto del problema la media aritmetica è la risposta corretta; si può però criticare il testo stesso e la pretesa di cosiderare i voti come misure. Di questo abbiamo già discusso i classe. Esercizio 5. No è possibile effettuare ua media aritmetica semplice che o tega coto dei crediti attribuiti a ogi esame. Se u esame vale 10 crediti e u altro 1, si può dire che il voto otteuto el primo pesi quato il voto otteuto el secodo? Ovviamete o. Per avere ua valutazioe corretta del voto medio è ecessario fare ua media aritmetica pesata, ossia m = = = = Quidi miore di 27. Esercizio 6. Quale dei valori medi utilizzati ei casi precedeti potrebbe adar bee i questo esempio? Ciò che si vuole è che, quado si preseta uo zero, la sitesi si aulli. Duque occorre utilizzare u valore medio fodato sul prodotto. E forse la media geometrica la soluzioe del problema posto? Essa i effetti è l uica media che, assumedo i tal caso il valore 0, cosete di escludere uo studete che abbia riportato u puteggio ullo i almeo ua delle quattro materie. Naturalmete soo possibili altre soluzioi, come quella di predere la media aritmetica, ma di porre ua codizioe, idipedete dalla media otteuta, che se almeo ua votazioe è 0, il cadidato o passa l esame. Riassumedo, ecco le medie che abbiamo preso fiora i cosiderazioe: Media aritmetica degli valori x 1, x 2,. x p, co rispettive frequeze f 1, f 2,., f p : x f + x f x f p p m = f1+ f fp (tale media si dice ache media pesata, perché ciascu dato viee cosiderato co u peso che dipede dalla frequeza co cui il dato compare; se tutti i dati compaioo solo ua volta, si parla ache di media aritmetica semplice ma queste precisazioi termiologiche soo quisquiglie, direbbe Totò). Notate che la somma delle frequeze dà il umero totale dei dati, ossia. Media geometrica degli valori x 1, x 2,. x p, co rispettive frequeze f 1, f 2,., f p : 1 2 m = f f fp x1 x2... x p oppure m = x1 x2... x Media armoica degli dati x 1, x 2,. x m = x x x 1 2 U operazioe di media serve per otteere o semplificare la risoluzioe di u certo problema, o per rappresetare siteticamete u isieme di dati. Qualuque valore medio deve però essere compreso tra il valore miimo e il valore massimo dell isieme di dati a disposizioe. A parte questa proprietà che vale per ogi media, ciascua media ha altre proprietà particolari che la caratterizzao. Per esempio, la media aritmetica è tale che la somma algebrica delle differeze tra i vari valori e la media aritmetica è ulla (come lo dimostrereste?). Vi soo ache relazioi che legao fra di loro le varie medie; per esempio, è possibile dimostrare che media armoica media geometrica media aritmetica Provate a risolvere il seguete problema dei campi e della piea del Nilo. Due cotadii egiziai, Sesostris e Tutmosis, possiedoo alcue uità quadratiche di terreo tra loro cofiati che devoo essere riperimetrate dopo ogi piea del Nilo; x 1, x 2,. x e y 1, y 2,. y p soo i lati dei quadrati i possesso, rispettivamete di Sesostris e Tutmosis. I due cotadii decidoo, al mometo di riperimetrare il terreo, di fare appezzameti quadrati aveti tutti la stessa area; aturalmete l area totale degli appezzameti i loro possesso o deve cambiare. Quale deve essere l estesioe della superficie di ogi uova particella

4 quadrata dei due cotadii e quale deve essere il lato m di ogi uovo quadratio di Sesostris, suppoedo che oguo voglia ache mateere fisso il umero di uità quadrate i suo possesso? Allegati a questa lezioe : gli iterveti pasquali degli studeti di prima D (i rosso compaioo i miei commeti che segalao icompresioi, affermazioi scorrette o imprecise e che, talvolta, spiegao il perché degli errori). Riporto solo iterveti sistematici e o quelli di semplice dichiarazioe di accordo co proposte di risoluzioe (per esempio gli iterveti di Marco Letii e alcui di Luigi Madraccio) Fracesco Cauti I base al lavoro svolto questa mattia i classe ho fatto ua sitesi co mie cosiderazioi al fodo della situazioe per quato riguarda il primo problema che dice : U aereo viaggia da Roma a New York. All adata le correti favorevoli permettoo di viaggiare alla velocità di crociera di 932km\h; al ritoro la velocità è ivece, 856Km\h. Qual è la sua velocità media dell aereo ell itero percorso adata-ritoro? Subito soo passato a fare la solita media matematica isegataci alle medie vale a dire somma delle velocità diviso 2 e l ho applicata seza pesarci molto e il risultato sembrava verosimile ma poi il prof ci ha fatto otare che prededo i due casi limite cioè che la velocità dell adata fosse 1000Km\h e quella del ritoro 0Km\h la media o sarebbe veuta come ci aspettavamo. Poi abbiamo pesato alla regola di fisica per calcolarci la velocità che è Delta S fratto Delta T ma oi o coosciamo il tempo e allora ce lo siamo calcolati applicado Delta S / Delta V e ci siamo trovati il tempo poi abbiamo approssimativamete calcolati la lughezza del percorso e lo abbiamo diviso per la prima velocità e poi lo stesso co la secoda velocità trovadoci così i due tempi che poi sommati assieme ci dao il tempo totale del viaggio che poi lo abbiamo diviso per il percorso sia dell adata che del ritoro trovadoci così la velocità media dell aereo. CONSIDERAZIONI PERSONALI Spero che per chi o avesse capito questo sia servito Osservado la prima media cioè quella sbagliata e la secoda il risultato o si discostava di molto ma poi abbiamo capito che la prima media adava bee fiche le due velocità erao più o meo uguali ma quado i umeri erao molto diversi i risultati o veivao ciò che oi ci aspettavamo come el primo caso. Esempio: V1=855Km\h V2=20Km\h 855Km\h + 20Km\h = 875Km\h 875Km\h \ 2 = 437,50Km\h o è la media che ci aspettavamo per cui oi questa media è applicabile solo ei casi come el testo (No, i realtà la media aritmetica o è applicabile i problemi i cui si ha u tragitto suddiviso i spazi uguali percorsi co differete velocità e quidi o è applicabile el problema proposto, ache se l errore commesso è piccolo, essedo le due velocità molto vicie. La media aritmetica sarebbe ivece applicabile se il tragitto è suddiviso i parti percorse co differeti velocità e i tempi uguali; ovviamete, i tal caso, gli spazi percorsi soo diversi). Adrea Martielli Qui sotto trovate riflessioi sui problemi di ieri. A. (sto cercado ua dimostrazioe che uisca le due formule date ieri). B. Io direi che uo spot pubblicitario dovrebbe essere collocato el gioro di maggior ascolto, i modo da ampliare il umero delle persoe che ricevoo il messaggio, e quidi, el ostro caso, di Giovedì (Si tratta del mercoledì, il gioro di maggior frequeza degli ascolti, ossia la moda). C. Da ua prima occhiata direi che ci soo tre macchie che lavorao molto ed ua che lavora poco. Quidi ci si potrebbe aspettare ua media aritmetica del redimeto delle 3 macchie del 66%; u valore o troppo alto ma eache troppo basso. Poi ho pesato ad u altro sistema: cosideriamo il redimeto complessivo delle macchie i riferimeto al redimeto di totale massimo, cosiderado le tre macchie come ua sola. Si ha così u valore pari a 200/300; co ua proporzioe (200:300=x:100) si ottiee il valore i percetuale. Esso corrispode al 66%.(I questo caso la media aritmetica è scorretta vedere discussioe ei successivi messaggi) Voglio sottolieare che o soo affatto sicuro al 100% di questi sistemi di calcolo. D. La media aritmetica dei voti dello studete è di Voledo arrotodare si potrebbe affermare che il ragazzo ha raggiuto la media del 7. Tuttavia è corretto fare la media fra materie diverse, che hao difficoltà diverse e che richiedoo abilità differeti? Ragioado i questo modo forse il sette o è quato vale realmete lo studete: ifatti oostate vada molto bee i Ed. Fisica ed i Storia ha serie difficoltà i matematica e scieze. Quidi, secodo me, o è corretto affermare che la sua preparazioe globale sia da 7. I realtà i voti o soo vere e proprie gradezze quatitative (per esempio la differeza che c è fra 1 e 2 o è la stessa di quella che c è fra 5 e 6: u isegate o ha i geere difficoltà ad attribuire u 2 a u compito da 1, metre ha più difficoltà a passare dal 5 al 6 o dal 9 al 10). Tuttavia, i questo cotesto ( e spesso i quello scolastico, ahimé) la pratica di effettuare la media dei voti è accettata. E la media è proprio quella aritmetica, visto che si tratta di determiare qual è quel voto che, sostituito a ciascua delle differeti votazioi elle differeti materie dà la stessa somma totale. Tale voto è proprio la media aritmetica dei voti, cioè Quidi lo studete o otterrà il regalo. Si potrebbe riflettere se è ormale che uo studete abbia voti così buoi elle materie umaistiche e così scarsi i quelle scietifiche; se poi l isegate di scieze e di matematica è lo stesso, come

5 avviee ella scuola media, si potrebbe dubitare del giudizio dell isegate, oppure ci si potrebbe chiedere se ha seso la richiesta del padre ma si tratta di tutta u altra storia. Attezioe a u errore comue: quello di fare le medie parziali delle materie umaistiche, poi quella delle materie scietifiche e poi fare la media delle medie. Bisoga teere coto del peso differete tra materie umaistiche, che soo i maggior umero e materie scietifiche, che soo solo 2. E. Se la cosa fuzioa come credo di aver capito, il ragazzo o otterrà la borsa di studio. La sua media ifatti è tra 25/26 tretesimi. Tuttavia se crediti iteragiscoo sui puteggi (ma come???) la media potrebbe ache mutare. No è possibile effettuare ua media aritmetica semplice che o tega coto dei crediti attribuiti a ogi esame. Se u esame vale 10 crediti e u altro 1, si può dire che il voto otteuto el primo pesi quato il voto otteuto el secodo? Ovviamete o. Per avere ua valutazioe corretta del voto medio è ecessario fare ua media aritmetica pesata, ossia (25*9+24*12+21*6+27*6+23*9+24*9+30*3+28*3+30*3)/( ) Si tratta poi di vedere se il umero che si ottiee è o o è maggiore di 27. F. No credo di aver campito la richiesta di questo problema. Me la potrebbe riformulare i altre parole??? Quale dei valori medi utilizzati ei casi precedeti potrebbe adar bee i questo esempio? Ciò che si vuole è che, quado si preseta uo zero, la sitesi si aulli. Duque occorre utilizzare u valore medio fodato sul prodotto. E forse la media geometrica la soluzioe del problema posto? Essa i effetti è l uica media che, assumedo i tal caso il valore 0, cosete di escludere uo studete che abbia riportato u puteggio ullo i almeo ua delle quattro materie. Naturalmete ci soo ache altre possibili soluzioi. Per esempio fare ua media aritmetica, precisado, però, che se è presete almeo uo zero i ua della votazioi, allora il cadidato o supera l esame qualuque sia la media. Provate a calcolare la media aritmetica e quella geometrica co i valori dati. Quale è la loro differeza? Voi accettereste di esser valutati co ua media geometrica o preferite quella aritmetica? Perché? Luigi Madraccio Risoluzioe problema A: La classica formula per calcolare la media aritmetica è: somma di tutti i valori / il umero dei valori sommati E facilmete compresibile che questo cocetto o è applicabile, poiché i dati (quelli del ostro caso come altri) o si prestao ad ua simile operazioe. Co la media matematica (aritmetica; si tratta sempre di medie calcolate co formule e operazioi matematiche. Questa si chiama aritmetica) il risultato sarebbe: ( )/2 = 894 Proviamo ivece a seguire ua diversa liea, come la seguete: il primo dato da trovare è la distaza tra New York e Roma, ma o è ecessario trovare u valore preciso ma besì basta predere u valore (fittizio) come 5000 Km (che sarà quello da oi preso i cosiderazioe). E poi importate ricordare la formula (del moto rettilieo uiforme) S = V * T che si trasforma ella formula idiretta T = S / V; quidi tramite questa formula si trova il tempo trascorso per i viaggi: adata: 5,37 ore ritoro: 5,84 ore Facciamo ora la somma dei tempi = 11,21 e poi 2 volte la distaza (fittizia) = Km. Quidi si ha / 11,21 = 892 Km/h che è la media reale tra le due velocità di crociera. Risoluzioe problema B: I questo problema o vedo applicabile l operazioe di madia ma basta usare solamete u po di furbizia: il gioro cosigliabile per trasmettere lo spot pubblicitario è sicuramete il giovedì (mercoledì) perché la quatità di ascolti, come dimostrao i dati, i quel gioro è più alta che egli altri. (Si tratta della moda, il dato più frequete) Risoluzioe problema C: Ricordo ora la defiizioe di redimeto (quella che iteressa a oi): rapporto tra l'eergia otteuta i forma utile da ua macchia e quella spesa: redimeto di u motore. I questo caso è a mio parere possibile utilizzare il calcolo tramite la media matematica, poiché questa volta o si tratta di valori rapportabili co tempo e spazio (ad esempio) ma al massimo rapportabile co il combustibile cosumato. Ne cosegue il calcolo seguete: ( )/3 = 67 % (Adrea Martielli ha arrotodato per difetto)(arrotodato per eccesso o 66 arrotodato per difetto) di redimeto i media. Vi è poi u secodo modo, proposto da Adrea, che io trovo buoo e che è il seguete: si cosiderao tutte le 3 perc. isieme e si rapportao tra loro i ua equazioe, la seguete: 200:300=x:100 Svolgedo questa equazioe si arriva ad avere come valore della x il umero 67 (arrotodato per eccesso o 66 arrotodato per difetto). Come risulterà dalla successiva discussioe, questa soluzioe è scorretta. Risoluzioe problema D: I questo caso la media aritmetica è proprio da usare poiché è l uico sistema per risolvere il problema; facedo la media e risulta 6,57. Ora sta al padre decidere se approssimare per difetto (ed allora il risultato sarebbe 6) oppure per eccesso (ed allora il risultato sarebbe 7); a secoda della scelta del padre tra questi 2 metodi il ragazzo avrà o o il regalo.

6 Risoluzioe problema E: Facedo la media tra i puteggi di questo studete si ottiee 25,78/30 e quidi per questo dato o gli è possibile accedervi perché la soglia è per ua media superiore ai 27/30, ache se per quato riguarda i crediti sarebbe stato a posto perché la somma di quelli riportati fa proprio 60 (come idicato el testo). Il fatto è che si deve fare, come ho idicato prima, ua media pesata e o ua madia semplice, i quato alcui esami pesao più degli altri (i base al umero di crediti che cosetoo di otteere). Matteo Peluffo A Peso di aver trovato ua dimostrazioe per affermare che i due metodi dell altroieri soo equivaleti. 1) T 1 = S 1 / V 2 T 2 = S 2 / V 2 S 1 + S 2 = S tot T 1 + T 2 = T tot V m = S tot / T tot 2) T 1 = S / V 1 T 2 = S / V 2 T tot = ( S / V 1 ) + ( S / V 2 ) S*(1/V 1 + 1/V 2 ) = T tot V m = S tot / T tot Bisoga fare solo attezioe che S tot = 2 S B Per quato riguarda il problema B, dai dati si vede chiaramete che il mercoledì è il gioro di maggiore ascolto. I dati i tabella soo però ach essi delle medie di altri dati riferiti a dei periodi di tempo. Quidi è possibile che i altri periodi dell ao o sia il mercoledì il gioro co maggiore ascolto. Comuque co i dati i tabella io direi che il gioro co più ascolto sia il mercoledì, ache se mi sembra fi troppo facile. C Le due soluzioi del problema da parte di Adrea Martielli soo la stessa cosa i quato si ottiee i etrambi la frazioe 200/3. Il secodo procedimeto è solo più lugo. Ho dei dubbi se i due procedimeti esprimao veramete la media matematica perché così facedo si sopperisce al poco lavoro svolto dalla terza macchia. Secodo me sarebbe più opportuo fare così: ( ) / 2 = 85% media delle prime due macchie ( ) / 3 = 38, 3% redimeto complessivo medio delle tre macchie Questo sistema mi pare più corretto di quelli proposti da Martielli ma o e soo sicuro al 100%. Come già detto la risoluzioe è errata. No è possibile qui utilizzare la media aritmetica (vedere discussioe sui prossimi messaggi). D Fare ua media del redimeto scolastico di uo studete o ha seso, comuque se la si vuole fare, l aluo potrà avere o meo il regalo a secoda del criterio di arrotodameto della media 6, 57. Co u po di buoseso forse, essedo il redimeto del I quadrimestre sarebbe opportuo arrotodare per difetto; ache si arrotodasse per eccesso il regalo o lo otterrebbe perché raggiugerebbe il 7 ma o lo supererebbe: el testo è scritto media.superiore a 7. E Vorrei sapere ach io i che modo ifluiscoo i crediti ella media di fie ao. F La media aritmetica secodo me o è adeguata perché o rispecchia la abilità dello studete che potrebbe avere difficoltà i alcue delle quattro materie proposte. Potrebbe essere più opportuo valutare le prove delle quattro materie sigolarmete, cosideradole passate se si ottiee u puteggio maggiore a 8. Le materie co u puteggio iferiore a questo, o devoo ifluire sul puteggio delle altre prove. Purtroppo il testo specifica che il voto fiale è la media dei voti otteuti elle sigole disciplie. La proposta di Matteo è ragioevole, ma sposta il problema seza risolverlo. Adrea Martielli direi che per quato riguarda il problema dei giori i cui fare lo spot, il più adeguato è il mercoledì. Io avevo scritto che era giovedì per distrazioe. Come avevo precedetemete scritto il gioro deve essere quello co la media d'ascolto più alta. Per ciò che cocere il problema dei tre aresi che lavorao i serie vi mado alcue mie riflessioi su questo problema. La cosa che mi redeva molto dubbioso sulla prima procedura (quella che ho scritto ella mia ultima ) è quel "i serie". Lì per lì o capivo esattamete perché, ma ora lo so: se le tre macchie lavorassero cotemporaeamete e svolgessero tutte il medesimo lavoro, allora sarebbe giusto fare la media aritmetica (chi lavora di più compesa chi lavora di meo) ma queste 3 macchie o lavorao isieme e o fao eppure lo stesso lavoro. Faccio u esempio (ogi riferimeto ai miei hobby è da itedersi come puramete casuale): Siamo i u catiere. Vi soo tre mezzi movimeto terra (u escavatore, ua pala ed u camio) e l'obbiettivo è quello di fare uo sbacameto el terreo e di portare via la terra scavata. La catea dovrebbe fuzioare così: l'escavatore scava estraedo la terra e facedoe u mucchio, la pala prede questa terra e la carica su u camio che la porta via. Se tutti lavorao al 100% abbiamo u sistema che rede il 100%. Ma se abbiamo u escavatore che o lavora (0%) o possiamo dire che il redimeto del catiere è del 66% (media aritmetica fra 0%, 100%, 100%) perché dal catiere o è uscito eppure u grammo di terra e quidi io affermerei che il redimeto è stato dello 0%. Ioltre se tutti e tre i mezzi avessero lavorato al 66% delle loro possibilità si potrebbe affermare che il redimeto è stato del 66%, seguedo la media aritmetica. Ma attezioe: i due casi sopra o soo uguali (ache se le medie aritmetiche dicoo il cotrario): el primo o è stato mosso eppure u grammo di terra metre el secodo caso ua parte del lavoro è stata compiuta. Esempi aaloghi possoo essere fatti dado il valore 0% ad uo qualsiasi degli altri mezzi. Nulla cambia. Da tutta questa bella chiacchierata sulle ruspe se e coclude che la media aritmetica o è applicabile (sia ella forma da me proposta sia che i quella suggerita da Peluffo) perché porta a terribili paradossi. Ora vedrò di trovare u qualcosa che o porti a paradossi e coseta di descrivere bee il feomeo.

7 Luigi Madraccio il redimeto è l'eergia utile ricavata rispetto alla spesa forse il redimeto, el caso della 3^ macchia, o è basso ma besì relativo al lavoro che deve svolgere; forse per il lavoro che deve svolgere o deve usare le sue massime capacità ma solamete ua parte di esse. la stessa cosa vale per le altre 2 macchie, i misura diversa aturalmete. il sistema per calcolare il redimeto medio è proprio quello di calcolarlo prededo u valore ipotetico come può essere 100 Watt (per tutte e 3 le macchie) ed u cosumo di 50 Ampere (per tutte e 3 le macchie); partedo da questo ci si può calcolare i vari valori (aturalmete fittizzi). L iterpretazioe scelta da Luigi per dare sigificato al problema complica e itroduce cosiderazioi o ecessarie. Luigi Madraccio Ho appea guardato le riflessioi di Matteo e la risposta del prof.: le precisazioi di Matteo sul problema A soo da me perfettamete codivise, tato che il metodo alterativo a quello del professore è stato cocepito da Matteo e da me mercoledì mattia, quado abbiamo comiciato a risolvere i problemi, ma la spiegazioe forita da Matteo sulle due teciche è eccellete. Per quato riguarda il problema B ormai siamo già da tempo sicuri della soluzioe: il gioro è mercoledì. Problema C: le osservazioi di Matteo soo a mio parere da verificare perché forse ivece di sommare le 2 percetuali maggiori si potrebbero sommare quelle miori e poi procedere co altra perc. ed allora il risultato sarebbe diverso; quello che più mi icuriosisce è il fatto di cercare degli altri modi per risolvere u problema che mi sembra fatto a posta per essere risolto co il metodo classico. Attezioe: sembra che i suggerimeti di Adrea Martielli o siao stati compresi o letti. L osservazioe che Matteo fa (a proposito del problema D) sulla frase superiore al 7 è giusta ma secodo me ( è sempre da cofrotare co le idee del padre del ragazzo) potrebbe adare ache bee ua media del 7 perché spesso la frase superiore è associata o uguale a e e risulta superiore o uguale a. Soo poi pieamete d accordo co Matteo sul problema F. Adrea Marchese Problema dell aereo Come tutti ache io per istito ho fatto la media tra le due velocità,ma quado il prof. mi ha fatto provare la regola su u caso limite co V 1 =1000 km/h ev 2 =0 km/h ho capito che la media o poteva fuzioare,allora ho pesato che si poteva fare la media dei tempi che l aereo impiegava per percorrere il tragitto.per farlo ho immagiato che tra Roma e New York ci fossero 4660 km. Allora ho fatto S/V 1 = t 1 allo stesso modo ho trovato t 2 (facedo S/V 2 ). Quidi ho fatto (t 1 +t 2 )/2 e ci siamo trovati la media dei due tempi che el mio caso è 5,22. Ho poi diviso la media dei due tempi per lo spazio i modo da trovarmi la velocità media. No soo sicuro che questa regola sia giusta ma mi sembra che fuzioi ache ei casi limite. Riassumedo la regola è: V media = S/[(S/V 1 +S/V 2 )/2] Problema della pubblicità Ad ua prima occhiata direi che dovrebbe madarla u mercoledì quado ci soo più ascolti, bisoga però vedere a che pubblico è desiata la pubblicità e bisogerebbe vedere di quato aumeta il prezzo per mettere la pubblicità. Problema del redimeto delle macchie Si può dire che complessivamete hao u redimeto del 200/300. Per trasformare il valore i percetuale bisoga dividere per tre, secodo me si può dire che il redimeto medio è del 66,7%. NO, ache qui o si tiee coto di idicazioi già forite da Adrea Martielli. Problema della media matematica Peso che i questo caso si possa applicare la media matematica. Si trova che la media è 6,57 (arrotodabile a 7) il padre voleva ua media superiore al sette quidi peso che allo studete o spetti il regalo. Per quato riguarda gli altri due problemi o ho capito bee come risolverli. Luigi Madraccio 1^ macchia: redimeto del 90% 2^ macchia: redimeto del 80% 3^ macchia: redimeto del 30% totale 200 possiamo dire che alla 1^ maca il 10% possiamo dire che alla 2^ maca il 20% possiamo dire che alla 3^ maca il 70% totale 100 il redimeto è l'eergia utile ricavata rispetto alla spesa. Forse il redimeto, el caso della 3^ macchia, o è basso ma besì relativo al lavoro che deve svolgere; forse per il lavoro che deve svolgere o deve usare le sue massime capacità ma solamete ua parte di esse. La stessa cosa vale per le altre 2 macchie, i misura diversa aturalmete. Il sistema per calcolare il redimeto medio è proprio quello di calcolarlo prededo u valore ipotetico come può essere 100 wattora ( joule) (per ogua delle 3 macchie) ed u cosumo di 50 watt (per ogua delle 3 macchie); partedo da questo ci si può calcolare i vari valori (aturalmete fittizzi). (precisazioe: il "wattora" è per covezioe l'uità di misura del lavoro per macchie elettriche ed 1 wattora corrispode a 3600 joule; il watt è l'uità di misura della poteza elettrica) Quidi: 1^: 90 wattora per 50 watt

Selezione avversa e razionamento del credito

Selezione avversa e razionamento del credito Selezioe avversa e razioameto del credito Massimo A. De Fracesco Dipartimeto di Ecoomia politica e statistica, Uiversità di Siea May 3, 013 1 Itroduzioe I questa lezioe presetiamo u semplice modello del

Dettagli

Campi vettoriali conservativi e solenoidali

Campi vettoriali conservativi e solenoidali Campi vettoriali coservativi e soleoidali Sia (x,y,z) u campo vettoriale defiito i ua regioe di spazio Ω, e sia u cammio, di estremi A e B, defiito i Ω. Sia r (u) ua parametrizzazioe di, fuzioe della variabile

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1)

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) I umeri aturali hao u ordie; ogi umero aturale ha u successivo (otteuto aggiugedo 1), e ogi umero aturale diverso da zero ha u precedete (otteuto sottraedo 1).

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15 Corso di Laurea Magistrale i Igegeria Iformatica A.A. 014/15 Complemeti di Probabilità e Statistica Prova scritta del del 3-0-15 Puteggi: 1. 3+3+4;. +3 ; 3. 1.5 5 ; 4. 1 + 1 + 1 + 1 + 3.5. Totale = 30.

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica ELT A-Z Docete: dott. F. Zucca Esercitazioe # 4 1 Distribuzioe Espoeziale Esercizio 1 Suppoiamo che la durata della vita di ogi membro di

Dettagli

1 Successioni 1 1.1 Limite di una successione... 2. 2 Serie 3 2.1 La serie armonica... 6 2.2 La serie geometrica... 6

1 Successioni 1 1.1 Limite di una successione... 2. 2 Serie 3 2.1 La serie armonica... 6 2.2 La serie geometrica... 6 SUCCESSIONI Successioi e serie Idice Successioi. Limite di ua successioe........................................... Serie 3. La serie armoica................................................ 6. La serie

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Analisi statistica dell Output

Analisi statistica dell Output Aalisi statistica dell Output IL Simulatore è u adeguata rappresetazioe della Realtà! E adesso? Come va iterpretato l Output? Quado le Osservazioi soo sigificative? Quati Ru del Simulatore è corretto effettuare?

Dettagli

SUCCESSIONI NUMERICHE

SUCCESSIONI NUMERICHE SUCCESSIONI NUMERICHE Ua fuzioe reale di ua variabile reale f di domiio A è ua legge che ad ogi x A associa u umero reale che deotiamo co f(x). Se A = N, la f è detta successioe di umeri reali. Se co si

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia per maager. Prima versioe, marzo 2013; versioe aggiorata, marzo 2014) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea March 14, 2014 1 Prezzo

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

Random walk classico. Simulazione di un random walk

Random walk classico. Simulazione di un random walk Radom walk classico Il radom walk classico) è il processo stocastico defiito da co prob. S = S0 X k, co X k = k= co prob. e le X soo tra di loro idipedeti. k Si tratta di u processo a icremeti idipedeti

Dettagli

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI E u problema di ifereza per molti aspetti collegato a quello della stima. Rispode ad u esigeza di carattere pratico che spesso si preseta i molti campi dell attività

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006 ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS SPERIMENTALE P.N.I. 006 Il cadidato risolva uo dei due problemi e 5 dei 0 quesiti i cui si articola il questioario. PRBLEMA U filo metallico di lughezza l viee utilizzato

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea December 18, 2013 1 ichiami su utilità attesa e avversioe al rischio Prima di cosiderare il

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Statistica I, Laurea triennale in Ing. Gestionale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioni

Statistica I, Laurea triennale in Ing. Gestionale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioni Statistica I, Laurea trieale i Ig. Gestioale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioi Lezioe 1 (28/9, ore 11:30). Vedere la registrazioe di Barsati, dispoibile alla pagia http://users.dma.uipi.it/barsati/statistica_2011/idex.html.

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13 Statistica di base Luca Mari, versioe 31.12.13 Coteuti Moda...1 Distribuzioi cumulate...2 Mediaa, quartili, percetili...3 Sigificatività empirica degli idici ordiali...3 Media...4 Acora sulla media...4

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

Serie numeriche e serie di potenze

Serie numeriche e serie di potenze Serie umeriche e serie di poteze Sommare u umero fiito di umeri reali è seza dubbio u operazioe che o può riservare molte sorprese Cosa succede però se e sommiamo u umero ifiito? Prima di dare delle defiizioi

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elemeti di matematica fiaziaria 18.X.2005 La matematica fiaziaria e l estimo Nell ambito di umerosi procedimeti di stima si rede ecessario operare co valori che presetao scadeze temporali differeziate

Dettagli

STIMA DEL FONDO RUSTCO

STIMA DEL FONDO RUSTCO STIMA DEL FONDO RUSTCO 1) Quali soo gli aspetti ecoomici che possoo essere presi i cosiderazioe ella stima dei fodi rustici? La stima di u fodo rustico può essere fatta applicado i segueti aspetti ecoomici:

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina)

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina) ITIS OMAR Dipartimeto di Meccaica APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE (tratti da A. MONTE Elemeti di Impiati Idustriali Cortia) Si defiisce iteresse il dearo pagato per l'uso di u capitale otteuto i prestito

Dettagli

Complessità Computazionale

Complessità Computazionale Uiversità degli studi di Messia Facoltà di Igegeria Corso di Laurea i Igegeria Iformatica e delle Telecomuicazioi Fodameti di Iformatica II Prof. D. Brueo Complessità Computazioale La Nozioe di Algoritmo

Dettagli

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico?

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico? STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si itede per dao ecoomico? Per dao ecoomico si itede la perdita o la dimiuzioe di valore che u bee subisce a seguito di u siistro ( eveto o prevedibile) o da u fatto doloso

Dettagli

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA aa 2009-2010 Operazioi statistiche elemetari Spesso ci si preseta il problema del cofroto tra dati Ad esempio, possiamo voler cofrotare feomei [ecoomici]

Dettagli

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE 5.. Itroduzioe La Teoria della Similitudie ha pricipalmete due utilizzi: Estedere i risultati otteuti testado ua sigola macchia ad altre codizioi operative o a ua famiglia

Dettagli

Distribuzione di un carattere

Distribuzione di un carattere Distribuzioe di u carattere Dopo le fasi di acquisizioe e di registrazioe dei dati, si passa al loro cotrollo e quidi alle loro elaborazioe. Si defiisce distribuzioe uitaria semplice di u carattere l elecazioe

Dettagli

Capitolo uno STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA

Capitolo uno STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA Capitolo uo STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA La statistica bidimesioale o bivariata si occupa dello studio del grado di dipedeza di due caratteri distiti della stessa uità statistica. E possibile, ad esempio,

Dettagli

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30)

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30) Copyright 2005 Esselibri S.p.A. Via F. Russo, 33/D 8023 Napoli Azieda co sistema qualità certificato ISO 400: 2003 Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzioe ache parziale e co qualsiasi mezzo

Dettagli

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere Eserciio 1 7 puti. Dato il campo vettoriale v, + 1,, i si determii ua fuioe f > i modo tale che il campo vettoriale f v sia irrotaioale, cioè abbia le derivate icrociate uguali; ii si spieghi se i risultati

Dettagli

Metodi statistici per l analisi dei dati

Metodi statistici per l analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due ttameti Motivazioi ttameti Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ttameti) per cui soo stati codotti gli esperimeti. due ttameti Esempio itroduttivo

Dettagli

Il test parametrico si costruisce in tre passi:

Il test parametrico si costruisce in tre passi: R. Lombardo I. Cammiatiello Dipartimeto di Ecoomia Secoda Uiversità degli studi Napoli Facoltà di Ecoomia Ifereza Statistica La Verifica delle Ipotesi Obiettivo Verifica (test) di u ipotesi statistica

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni Foglio di esercizi N. - Soluzioi. Determiare il domiio della fuzioe f) = log 3 + log 3 3)). Deve essere + log 3 3) > 0, ovvero log 3 3) >, ovvero prededo l espoeziale i base 3 di etrambi i membri) 3 >

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche Itroduzioe alla Statistica descrittiva Defiizioi prelimiari È la scieza che studia i feomei collettivi o di massa. U feomeo è detto collettivo o di massa quado è determiato solo attraverso ua molteplicità

Dettagli

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1 SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI c Paola Gervasio - Aalisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioi cap3b.pdf 1 Successioi Def. Ua successioe è ua fuzioe reale (Y = R) a variabile aturale, ovvero X = N:

Dettagli

INVENTORY CONTROL. Ing. Lorenzo Tiacci

INVENTORY CONTROL. Ing. Lorenzo Tiacci INVENTORY CONTRO Ig. orezo Tiacci Testo di riferimeto: Ivetory Maagemet ad Productio Plaig ad Cotrol - Third Ed. E.A. Silver, D.F. Pyke, R. Peterso Wiley, 998 Idice. POITICA (s, ) (order poit, order quatity)

Dettagli

, l'insieme dei numeri interi relativi: 0, 1, 1, 2, 2, infinito. m dove m e n sono elementi di. Le frazioni hanno tre

, l'insieme dei numeri interi relativi: 0, 1, 1, 2, 2, infinito. m dove m e n sono elementi di. Le frazioni hanno tre Uiversità Boccoi. Ao accademico 00 00 Corso di Matematica Geerale Prof. Fabrizio Iozzi email: fabrizio.iozzi@ui-boccoi.it Lezioi / Gli isiemi umerici Gli isiemi umerici co i quali lavoreremo soo:, l'isieme

Dettagli

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri Prerequisiti: Aelli Spazi vettoriali Sia A u aello commutativo uitario PARTE QUARTA Teoria algebrica dei umeri Lezioe 7 Cei sui moduli Defiizioe 7 Si dice modulo (siistro) su A (o semplicemete, A-modulo)

Dettagli

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento Modelli multiperiodali discreti Cosideriamo ora modelli discreti cioè co u umero fiito di stati del modo multiperiodali, cioè apputo co più periodi. Il prototipo di questa classe di modelli è il modello

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di Soluzioe del tema di Iformatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Sessioe ordiaria Esame di Stato 2011 Tema di Iformatica - Progetto: Mercurio Soluzioe proposta da: Co il termie Web 2.0 si

Dettagli

Piano Lauree Scientifiche 2010-2011 Laboratorio di Autovalutazione per il miglioramento della preparazione per i corsi di laurea scientifici

Piano Lauree Scientifiche 2010-2011 Laboratorio di Autovalutazione per il miglioramento della preparazione per i corsi di laurea scientifici Piao Lauree Scietifiche 2010-2011 Laboratorio di Autovalutazioe per il migliorameto della preparazioe per i corsi di laurea scietifici Caserta, 14 febbraio 2011 Prof.ssa Maria Cocozza Quate possibilità

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni Problemi di Schedulig Defiizioi I problemi di schedulig soo caratterizzati da tre isiemi: Attività (Task) T {T,T 2, T } macchie (Machies) P {P,P 2, P m } Risorse R {R,R 2, R s } Schedulig: assegare m Macchie

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

Indici COMIT Metodologia di calcolo

Indici COMIT Metodologia di calcolo Il presete documeto riassume le regole fodametali per il calcolo e la gestioe degli idici elaborati da Itesa Sapaolo per l itero Mercato Telematico Azioario italiao (MTA) ed il vecchio Nuovo Mercato. Gli

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI OLUMI DI INASO PER L INARIANZA IDRAULICA 1. Premessa I queste brevi ote si preseta il metodo semplificato delle piogge illustradoe l implemetazioe i u foglio di calcolo

Dettagli

I appello - 29 Giugno 2007

I appello - 29 Giugno 2007 Facoltà di Igegeria - Corso di Laurea i Ig. Iformatica e delle Telecom. A.A.6/7 I appello - 9 Giugo 7 ) Studiare la covergeza putuale e uiforme della seguete successioe di fuzioi: [ ( )] f (x) = cos (

Dettagli

A = 10 log. senϕ = n n (3)

A = 10 log. senϕ = n n (3) CORSO DI LABORATORIO DI FISICA A Misure co fibre ottiche Scopo dell esperieza è la misura dell atteuazioe e dell apertura umerica di fibre ottiche di tipo F-MLD-500. Teoria dell esperieza La fisica sulla

Dettagli

Serie numeriche. Lorenzo Pisani Facoltà di Scienze Mm.Ff.Nn. A.A. 2007/08

Serie numeriche. Lorenzo Pisani Facoltà di Scienze Mm.Ff.Nn. A.A. 2007/08 Serie umeriche Lorezo Pisai Facoltà di Scieze Mm.Ff.N. A.A. 2007/08 Il problema di sommare i iti addedi è uo dei problemi classici dell aalisi matematica. Azi si tratta di u problema che ell atichità ha

Dettagli

Distribuzioni di probabilità Unità 79

Distribuzioni di probabilità Unità 79 Prerequisiti: - Primi elemeti di probabilità e statistica. - Nozioi di calcolo combiatorio. - Rappresetazioe di puti e rette i u piao cartesiao. Questa uità iteressa tutte le scuole ad eccezioe del Liceo

Dettagli

Appunti di matematica Percorso

Appunti di matematica Percorso Biaca Arrigoi Apputi di matematica Percorso Statistica e probabilità EDIZIONE RIFORMA Biaca Arrigoi Apputi di matematica Percorso Statistica e probabilità EDIZIONE RIFORMA iteret: www.cedamscuola.it e-mail:

Dettagli

Medici Specialisti e Odontoiatri

Medici Specialisti e Odontoiatri ALLEGATO B BOLLO 16,00 P A R T E P R I M A DOMANDA DI INCLUSIONE NELLA GRADUATORIA art. 21 dell Accordo Collettivo Nazioale per la disciplia dei rapporti co i Medici specialisti ambulatoriali, Medici Veteriari

Dettagli

Appunti sulle SERIE NUMERICHE

Appunti sulle SERIE NUMERICHE Apputi sulle SERIE NUMERICHE Michele Bricchi I queste ote iformali parleremo di serie umeriche, foredo i criteri stadard di covergeza che si è soliti itrodurre i ua trattazioe elemetare della materia.

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

Complementi di Matematica e Statistica

Complementi di Matematica e Statistica Uiversità di Bologa Sede di Forlì Ao Accademico 009-00 Complemeti di Matematica e Statistica (Alessadro Lubisco) Aalisi delle compoeti pricipali INDICE Idice... i Aalisi delle compoeti pricipali... Premessa...

Dettagli

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO PARAMETRI DEL MOTO SISMICO Attività microsismica: caratterizzata da vibrazioi di debole ampiezza e periodi molto gradi tali da o essere percepiti dai più comui strumeti di registrazioe (importate soprattutto

Dettagli

Corsi di lingua inglese. 2 semestre a.a. 2011-2012

Corsi di lingua inglese. 2 semestre a.a. 2011-2012 Corsi di ligua iglese 2 semestre a.a. 2011-2012 Livello di coosceza della ligua iglese i igresso Per l accesso a tutti i corsi di laurea trieale e di laurea magistrale a ciclo uico è richiesta la coosceza

Dettagli

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln DOMINIO FUNZIONE Determiare il domiio della fuzioe f = l e e + e + e Deve essere e e + e + e >, posto e = t si ha t e + t + e = per t = e e per t = / Il campo di esisteza è:, l, + Determiare il domiio

Dettagli

1. Considerazioni generali

1. Considerazioni generali . osiderazioi geerali Il processaeto di ob su acchie parallele è iportate sia dal puto di vista teorico che pratico. Dal puto di vista teorico questo caso è ua geeralizzazioe dello schedulig su acchia

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa regioe puglia il lavoro e l iovazioe PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa Regioe Puglia cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi

Dettagli

Analisi Fattoriale Discriminante

Analisi Fattoriale Discriminante Aalisi Fattoriale Discrimiate Bibliografia Lucidi (materiale reperibile via Iteret) Lauro C.N. Uiversità di Napoli Gherghi M. Uiversità di Napoli D Ambra L. Uiversità di Napoli Keeth M. Portier Uiversity

Dettagli

Estimo rurale appunti 2005. Estimo rurale

Estimo rurale appunti 2005. Estimo rurale Estimo rurale apputi 2005 Estimo rurale L estimo rurale rietra ell ambito delle disciplie ecoomiche, ma metre l ecoomia si occupa della coosceza della realtà, esso si occupa della valutazioe dei bei. Compito

Dettagli

CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI 1. INTRODUZIONE

CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI 1. INTRODUZIONE CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI SOMMARIO:. Itroduzioe. -. Variabili casuali discrete. - 3. La variabile casuale di Beroulli. - 4. La variabile casuale biomiale. -. La variabile casuale di Poisso.

Dettagli

1. Distribuzioni campionarie legate alla distribuzione normale. 3. Intervallo bilatero di confidenza bilatero per la frazione p di una popolazione

1. Distribuzioni campionarie legate alla distribuzione normale. 3. Intervallo bilatero di confidenza bilatero per la frazione p di una popolazione Questi esempi vi potrao essere utili come riferimeto ella ricerca di itervalli di cofideza e test di ipotesi statistiche. Per gli aggiorameti potete visitare i siti www.boch.et o www.feaor.com. Per dubbi

Dettagli

Principi base di Ingegneria della Sicurezza

Principi base di Ingegneria della Sicurezza Pricipi base di Igegeria della Sicurezza L aalisi delle codizioi di Affidabilità del sistema si articola i: (i) idetificazioe degli sceari icidetali di riferimeto (Eveti critici Iiziatori - EI) per il

Dettagli

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia Itroduzioe Metodi diretti Elimiazioe di Gauss Decomposizioe LU Casi particolari Metodi Iterativi Geeralità e covergeza Metodi di base Cei sui metodi basati sul gradiete Cei sui metodi multigriglia 1 Itroduzioe

Dettagli

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TORINO GARA PER IL PUBBLICO. 8 Gallery Venerdì 8 marzo 2013 OLIMPIADI DI MATEMATICA

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TORINO GARA PER IL PUBBLICO. 8 Gallery Venerdì 8 marzo 2013 OLIMPIADI DI MATEMATICA Logo di Stefao Visciglia CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TORINO GARA PER IL PUBBLICO 8 Gallery Veerdì 8 marzo 013 OLIMPIADI DI MATEMATICA Problema 1 Gioco di carte 0 puti Reato prede u mazzo di carte,

Dettagli

Matematica Finanziaria

Matematica Finanziaria Corso di Matematica Fiaziaria a.a. 202/203 Testo a cura del Prof. Sergio Biachi Programma Operazioi fiaziarie i codizioi di certezza L operazioe fiaziaria elemetare Operazioi a proti e a termie Regimi

Dettagli

Analisi probabilistica di giochi

Analisi probabilistica di giochi Scuola Iteruiversitaria Lombarda di Specializzazioe per l Isegameto Secodario Sezioe di Milao VII Ciclo Idirizzo Fisico-Iformatico-Matematico Classe di abilitazioe 47 Matematica Aalisi probabilistica di

Dettagli

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA Politecico di Torio Sistemi di Produzioe... CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA... Equazioe di govero Negli ultimi ai il metodo

Dettagli

Esercitazione 2 Progetto e realizzazione di un semplice sintetizzatore musicale basato su FPGA

Esercitazione 2 Progetto e realizzazione di un semplice sintetizzatore musicale basato su FPGA Architetture dei sistemi itegrati digitali Alessadro Bogliolo Esercitazioe 2 Progetto e realizzazioe di u semplice sitetizzatore musicale basato su FPGA (A) Defiizioe della specifica ed esperimeti prelimiari

Dettagli

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI www.shutterstock.com/vladitto Stima di u immobile a destiazioe alberghiera di Maria Ciua (Ricercatore di Estimo Facoltà di Igegeria dell Uiversità di Palermo) I geere ell expertise immobiliare

Dettagli

AFFIDABILITÀ. Capitolo 16 - 16.1 -

AFFIDABILITÀ. Capitolo 16 - 16.1 - Capitolo 16 AFFIDABILITÀ - 16.1 - 16.1 Itroduzioe Si defiisce affidabilità l'abilità di u dispositivo (sia esso u compoete o u sistema) di fuzioare correttamete sotto be precise codizioi d'uso per u certo

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Problemi di turnistica del personale nei trasporti. Pianificazione dei turni. Tecniche di ottimizzazione. Programma. Paolo Toth e Daniele Vigo

Problemi di turnistica del personale nei trasporti. Pianificazione dei turni. Tecniche di ottimizzazione. Programma. Paolo Toth e Daniele Vigo Problemi di turistica del persoale ei trasporti Paolo Toth e Daiele Vigo DEIS, Uiversità di Bologa http://promet4.deis.uibo.it/ Piaificazioe dei turi Dati: u isieme di servizi da effettuare i u determiato

Dettagli

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K 1 Matematica Fiaziaria Uiversità degli Studi La Sapieza Facoltà di Ecoomia Ao accademico 212-13 Matematica Fiaziaria Caale D - K Capitolo 3 Ammortameto di prestiti idivisi Atoio Aibali Atoio Aibali a.a.

Dettagli

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione Le ode elettromagetiche Origie e atura, spettro delle ode e.m., la polarizzazioe Origie e atura delle ode elettromagetiche: Ua carica elettrica che oscilla geera u campo elettrico E che oscilla e a questo

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

DIPENDENZA O CONNESSIONE. Ovvero quando la conoscenza della modalità di X presente su un unità è informativa della presenza della modalità di Y.

DIPENDENZA O CONNESSIONE. Ovvero quando la conoscenza della modalità di X presente su un unità è informativa della presenza della modalità di Y. DIPENDENZA O CONNESSIONE Due caratteri X e Y cogiutamete cosiderati si dicoo tra loro coessi quado le modalità di u carattere ifluezao il maifestarsi delle modalità dell altro. Ovvero quado la coosceza

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ANALISI ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI

INTRODUZIONE ALL ANALISI ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI INTRODUZIONE ALL ANALISI ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI Ig. Nio Di Fraco ENEA, Ete per le Nuove Tecologie, l Eergia e l Ambiete io.difraco@casaccia.eea.it Idice 1 Premessa 2 Logica dell'aalisi costi-beefici

Dettagli

9. MACCHINE CON COLLETTORE A LAMELLE (A CORRENTE CONTINUA).

9. MACCHINE CON COLLETTORE A LAMELLE (A CORRENTE CONTINUA). 9. MACCHINE CON COLLETTOE A LAMELLE (A COENTE CONTINUA). 1. Geeralità e caratteristiche costruttive. Itrisecamete più complesse delle macchie sicroe e asicroe, le macchie co collettore a lamelle soo ate

Dettagli

Capitolo 6 Teoremi limite classici

Capitolo 6 Teoremi limite classici Capitolo 6 Teoremi limite classici Abstract I Teoremi limite classici, la legge dei gradi umeri e il teorema limite cetrale, costituiscoo il ucleo del Calcolo delle Probabilità, per la loro portata sia

Dettagli

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006 Terzo appello del primo modulo di ANALISI 18.7.26 1. Si voglioo ifilare su u filo delle perle distiguibili tra loro solo i base alla dimesioe: si hao a disposizioe perle gradi di diametro di 2 cetimetri

Dettagli

VAIO-Link Guida Cliente

VAIO-Link Guida Cliente VAIO-Lik Guida Cliete "Cosideriamo ogi sigola domada del cliete co la massima attezioe e il dovuto rispetto e facciamo del ostro meglio perché il cliete abbia u'ottima impressioe del cetro di assisteza

Dettagli

=, dove: 2πσ π =3,14159... (ben noto); e=2,71828... (numero di Nepéro);

=, dove: 2πσ π =3,14159... (ben noto); e=2,71828... (numero di Nepéro); 56 11. GLI ERRORI DI MISURA Predi u metro da muratore (di quelli pieghevoli, formati da più aste collegate da ceriere, totale 2 m) e prova a misurare, al cetimetro, la lughezza del corridoio della tua

Dettagli