TÜV Italia Journal. Piccole, ma eccellenti .01. In questo numero: Fuga di cervelli, la ricetta CBM 10. Corradi, l artigiano diventato grande 14

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TÜV Italia Journal. Piccole, ma eccellenti .01. In questo numero: Fuga di cervelli, la ricetta CBM 10. Corradi, l artigiano diventato grande 14"

Transcript

1 .01 TÜV Italia Journal In questo numero: Piccole, ma eccellenti Fuga di cervelli, la ricetta CBM 10 Corradi, l artigiano diventato grande 14 Ricerca e sistema qualità: per il CREM sono complementari 18 Sunerg Solar, innovatori per nascita 21

2 Editoriale I Piccole ma eccellenti Caro lettore, in passato ci siamo occupati spesso di grandi marchi, di imprese organizzate con impianti di produzione e strutture commerciali su scala globale, di problematiche legate all internazionalizzazione delle aziende italiane, ma anche alla concorrenza internazionale che le insidia sui mercati mondiali e su quelli nazionali. Tutti i giorni noi di TÜV Italia verifichiamo sul campo, nelle nostre attività di formazione, di supporto tecnico, di verifica della qualità dei processi e dei prodotti, che le armi vincenti di queste imprese sono la fiducia nell innovazione e la volontà di realizzare quello che noi chiamiamo miglioramento continuo. Vale tanto nei periodi di crescita impetuosa dell economia quanto in quelli di rallentamento o di contrazione dei mercati come quello che sembra essere avviato al superamento. Ma l eccellenza, perché in una parola di questo si tratta, non è solo un obiettivo delle grandi imprese e dei marchi leader dei rispettivi mercati. È anche la consapevole ricerca di imprese e organizzazioni di dimensioni medio-piccole che nel loro campo d azione ricercano costantemente la qualità, l efficienza, la produttività. Cosa le unisce? È sempre difficile, e può sembrare arbitrario, tracciare una linea che unisce culture d impresa diversissime tra loro, identità legittimamente orgogliose della loro singola storia. Non di rado, tuttavia, sono imprese familiari, originate da un idea imprenditoriale forte che viene fatta vivere nel tempo anche dalle generazioni che si succedono al timone. È il caso, ad esempio, di due delle aziende che abbiamo intervistato per questo numero del nostro magazine, la Sunerg Solar, che si occupa di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili dal 1978, da anni cioè nei quali un mercato per questo genere di prodotti quasi non esisteva e queste aziende erano, più che innovative, addirittura pionieristiche. Ci sono voluti decenni per consolidare questo mercato, ma per sfondare c è voluto qualcosa in più: una grandissima fiducia nella mission dell impresa e un impegno costante nel settore Ricerca & Sviluppo, che ha prodotto brevetti e innovazioni che sono parte del patrimonio di questa azienda. Un secondo esempio è Corradi, azienda dalle solide origini artigianali, che dopo aver raggiunto risultati importanti di crescita, puntando sull innovazione di prodotto, è andata alla ricerca del salto di qualità organizzativo, dotandosi di una rinnovata struttura manageriale e puntando sulle certificazioni come strumento per un deciso miglioramento dei processi, della gestione aziendale, del rapporto con il mercato e con l ambiente. Insieme a queste aziende legate alla dimensione classica dell imprenditoria italiana, siamo andati a esplorare due realtà di tutt altro genere, impegnate sul terreno della ricerca nella biomedicina come il CBM di Trieste e il CREM di Brescia. Parliamo naturalmente di un ambito operativo nel quale l eccellenza è più una base di partenza che un obiettivo da raggiungere: i sistemi qualità, le certificazioni si integrano a perfezione con l approccio scientifico connaturato a queste strutture e con la loro esigenza di mutamento, di crescita, di adattamento continuo: chi fa ricerca il cambiamento non lo subisce, lo crea, prima al suo interno, poi attorno a sé. Notazione finale, ma importante: da questo numero il TÜV SÜD Journal diventa TÜV Italia Journal. Fin dal primo numero, con il nostro punto di vista di organismo tecnico, abbiamo costantemente cercato di evitare che la rivista svolgesse esclusivamente una funzione promozionale. Ci siamo impegnati a offrire sulle nostre pagine esperienze, informazioni e approfondimenti utili a chi deve affrontare giorno dopo giorno la sfida dei mercati. In sette anni di pubblicazioni è andata progressivamente crescendo l attenzione dedicata al mercato nazionale e con essa lo spazio occupato sul nostro magazine dalle problematiche, dalle esperienze, dall evoluzione delle aziende italiane. Era arrivato il momento di fare del mercato italiano l oggetto pressoché esclusivo del nostro progetto editoriale. Senza perdere di vista, naturalmente, la dimensione sempre più globale dell impresa italiana, sia essa piccola, media o grande. 4 La salute migliora la performance Andrea Vivi Amministratore Delegato TÜV Italia srl

3 3 10 Fuga di cervelli, la ricetta CBM 14 Corradi, l artigiano diventato grande 18 Ricerca e sistema qualità: per il CREM sono complementari 21 Sunerg Solar, innovatori per nascita In questo numero 2 L opinione di Andrea Vivi 4 La salute migliora la performance 6 Tante lingue, una sola voce 10 Fuga dei cervelli, la ricetta CBM 14 Corradi, l artigiano diventato grande 18 Ricerca e sistema qualità: per il CREM sono complementari 21 Sunerg Solar, innovatori per nascita News 8 Il Gruppo TÜV SÜD si espande in Francia 9 Licenze per esportare attrezzature in pressione in Cina 24 Calzature sicure con il marchio TÜV SÜD 25 TÜV Italia e TÜV SÜD ad EOLICA EXPO 2010 Le attività di TÜV SÜD 8 Tra monti e valli info EDITORE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) PROPRIETARIO: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) DIRETTORE RESPONSABILE: Emilia Pistone - TÜV Italia Srl Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) REDAZIONE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI) Supervisione generale: Paolo Barbieri Copie, inclusi gli estratti, solo su concessione dell editore. IMMAGINI: archivio TÜV SÜD (4, 5, 8, 9), Stock.xchng (9), archivio TÜV Italia (24, 25), Jan Scheutzow (26, 27). FOTO DI COPERTINA: Dreamstime TIPOGRAFIA: Gam Edit Srl - Via Aldo Moro, Curno (BG) IMPAGINAZIONE: TÜV Italia Srl - Via G. Carducci, 125 pal Sesto San Giovanni (MI)

4 Storie I Salute e risorse umane 4 La salute migliora la performance Condizioni di lavoro non soddisfacenti incidono sulla salute sia fisica che mentale dei dipendenti. Ogni azienda deve essere consapevole che solo quando essi sono in buona salute altrettanto buono è il loro livello di rendimento, elemento che garantisce il successo aziendale sul lungo termine. Per questo investire nella gestione della salute del personale ripaga. contatto Kerstin Reviol TÜV SÜD Life Service S econdo l Organizzazione Mondiale della Sanità è corretto affermare che sta assalendo la popolazione del pianeta un epidemia che in dieci anni potrebbe diventare la seconda causa nel mondo di assenza dal lavoro: la depressione. Le persone già colpite sono circa 350 milioni, nell Unione Europea si stima che siano intorno ai 21 milioni. Misurate in termini di assenteismo, oggi le malattie tra i dipendenti legate alla depressione si collocano al quarto posto, è la causa più comune tra gli uomini e la seconda tra le donne. In Germania, oggi, la depressione rappresenta oltre il 30% tra le motivazioni di richiesta di pensionamento anticipato. Nei paesi industriali le malattie mentali sono drammaticamente in aumento ed esperti come Kerstin Reviol, psicologo presso TÜV SÜD Life Service, ritiene che questa tendenza è da ricercarsi in un mondo del lavoro in costante evoluzione e in richieste di performance sempre in crescendo. Pressione psicologica, attese elevate per mobilità e flessibilità, richieste di costante disponibilità e aumento dei ritmi lavorativi incrementano lo stress, che molte persone non riescono a tollerare e gestire. Preoccupazioni sulla sicurezza del posto di lavoro o un ambiente lavorativo conflittuale sono situazioni che incidono sull aumento dello stress mentale. Uno studio condotto in Germania dall istituto di ricerca EuPD insieme con TÜV SÜD Life Service, ha messo in evidenza come lo studio sulle malattie correlate sarà, in futuro, una grande sfida per questo settore della medicina, aggiungendo che coinvolgerà in particolare specialisti e manager. Per contro, infortuni e malattie legate al lavoro manuale diminuiranno con gli anni. Presenzialismo - il pericolo nascosto La malattia professionale oggi sta spostandosi verso quella mentale. Il problema principale, però, non sono i giorni di malattia richiesti dal personale, che dopo tutto sono in calo da anni, il problema maggiore è dovuto al presenzialismo, quando cioè i dipendenti sono presenti sul posto di lavoro anche se sono malati. «Molti non usufruiscono dei giorni di malattia perché sono preoccupati per il loro posto di lavoro o forse perché temono di non essere presi sul serio se lamentano dei problemi mentali» dice Reviol. Alcuni studi hanno dimostrato che il livello prestazionale di questi dipendenti scende considerevolmente, riducendone la produttività mentre si incrementa il rischio di incidenti. Gli esperti ritengono che i costi relativi al presenzialismo siano fino a tre volte superiori rispetto a quelli dovuti ai giorni di malattia del personale. Dice Reviol: «I manager inoltre devono affrontare come conseguenza della loro funzione, che prevede anche un modello di ruolo una pressione sul lavoro ancora maggiore». Gestione della salute aziendale: una responsabilità manageriale «Tutto il mondo parla di sostenibilità e gestione etica. Questo significa anche che le aziende dovrebbero lavorare per promuovere la salute dei loro dipendenti» afferma Thomas Wagenpfeil, Direttore Marketing di TÜV SÜD Life Service.

5 5 Storie I Salute e risorse umane «Programmi vincolanti in materia di salute e sicurezza sul lavoro, come visite mediche per i dipendenti a contatto con materiali pericolosi e alti livelli di rumore, sono in vigore da anni. Molte aziende hanno anche introdotto programmi complementari, come meeting sulla salute dei propri dipendenti. Ma molte imprese hanno adottato interventi senza tenere in considerazione il contesto aziendale, hanno introdotto programmi senza esaminare le esigenze specifiche dell azienda. Sarebbe invece più opportuno inserirli, con un approccio olistico, all interno della gestione della salute del personale aziendale, collegandoli con tutte le attività della società ed integrandoli ad esse. Questo permetterebbe un risparmio in termini economici, una visione lungimirante della gestione del rischio ed avere dipendenti mentalmente e fisicamente in forma e motivati» afferma Wagenpfeil. Uno studio di PricewaterhouseCoopers, nota società di consulenza, mostra che le aziende ricevono il triplo rispetto ad ogni euro investito nelle misure di prevenzione. Un ritorno sull investimento sotto forma di presenza sul posto di lavoro, di motivazione e diminuzione dello stress. Le aziende farebbero bene a estendere il loro impegno nella salvaguardia della salute e della sicurezza dei dipendenti, impegno che in passato è stato spesso trascurato. «La salute dei dipendenti deve essere considerata una responsabilità manageriale e deve riflettersi in tutte le attività di un impresa. Oltre a programmi di sviluppo professionale per i dipendenti, chi ha la responsabilità delle risorse umane dovrebbe anche favorire la crescita personale dei singoli individui e, attraverso un efficace comunicazione interna, affrontare tutte le necessità dei dipendenti e non solo quelle di chi già ha uno stile di vita sano» dice Wagenpfeil. Strumenti per un efficiente gestione della salute del personale aziendale Per consigliare e assistere le aziende nelle gestione della salute del personale, TÜV SÜD Life Service ha creato un team di medici del lavoro che offrono servizi di supporto psicologico e di sicurezza. «L interazione di questi elementi aumenta l efficacia nella gestione della salute in azienda» dice Gabriele Sommer, Amministratore Delegato di TÜV SÜD Life Service. «Offriamo ai clienti soluzioni su misura, i nostri servizi sono indirizzati anche a imprese di piccole e medie dimensioni dopo tutto aziende con un numero di dipendenti inferiore alle unità non hanno risorse, in termini di personale interno, per affrontare queste problematiche e trovano in noi non solo un partner in grado di offrire questi programmi, ma anche con il necessario know-how per condurre analisi ad hoc e workshop, e per identificare potenziali aree di miglioramento e valutare il successo delle attività realizzate». «Un fattore critico è che l analisi e la definizione del potenziale di ottimizzazione dovrebbe essere fatto congiuntamente con i dipendenti» dice Brigitte Jürgens-Scholz di BKK Bundesverband, l associazione tedesca delle imprese di assicurazione specializzate nei fondi sanitari, alla quale gli uffici della rete tedesca di aziende di promozione della salute fanno riferimento. «I dipendenti hanno generalmente le idee chiare su quale può essere il miglior supporto per aiutarli nelle loro necessità ed è per questo motivo che devono essere integrati all interno di una strategia aziendale di tipo olistico, che diventa un vero investimento per il futuro». contatto Thomas Wagenpfeil TÜV SÜD Life Service TÜV SÜD: standard elevati anche per chi delocalizza Come possono la salute e la sicurezza sul lavoro migliorare gli standard applicati in tutto il mondo, malgrado la crisi finanziaria globale? Questo è stato il tema di una conferenza dell International Labour Organization delle Nazioni Unite, tenutasi a Düsseldorf. «Crediamo fermamente che gli investimenti sulla salute fisica e mentale dei lavoratori, così come quelli sui luoghi di lavoro perchè siano sicuri, possono apportare un contributo significativo al successo di un impresa» ha affermato il Dr. Axel Stepken, Amministratore Delegato di TÜV SÜD AG, nel suo discorso di apertura. «Non è sempre vero che a fronte di attività socialmente responsabili ed efficienti aumenti il benessere dei dipendenti, mentre è vero effettivamente il contrario: sono interdipendenti. Salute e sicurezza sul lavoro nei paesi emergenti sono spesso in ritardo ed è per questo motivo che le grandi multinazionali che delocalizzano la loro produzione nei paesi emergenti per avere un costo della manodopera più competitiva, hanno grandi responsabilità per la creazione in questi paesi di condizioni di lavoro eque, e questo anche nel loro interesse. I media e le imprese sempre più frequentemente discutono sui problemi connessi a questa tendenza, compreso il lavoro minorile e le sostanze tossiche nei prodotti. Nel peggiore dei casi, eventuali scandali dovuti a questi motivi possono rovinare la reputazione delle società portandole al fallimento» ha affermato il Dr. Stepken. «Molte aziende internazionali hanno sottoscritto linee guida di conformità ed accordi volontari o codici etici e di condotta che prevedono ispezioni a livello locale. TÜV SÜD AG ha inoltre firmato la Dichiarazione di Seoul per la sicurezza e la salute sul lavoro. Le aziende che delocalizzano traggono un vantaggio economico e sono obbligate a condividere i loro programmi per la salute e la sicurezza dei lavoratori anche in quei paesi dove c è una forte offerta di manodopera. Per fortuna ci sono molti buoni esempi» ha concluso il Dr. Stepken.

6 Storie I Il Gruppo nel TÜV SÜD in numeri Una panoramica sull anno fiscale 2009 Una crescita stabile e costante nonostante una crisi economica senza precedenti questo l andamento economico di TÜV SÜD nell anno fiscale Le attività internazionali del Gruppo hanno giocato un ruolo fondamentale nella sua crescita: in Asia, innanzitutto, il fatturato è salito del 7,2%, mentre nei paesi europei, escludendo la Germania, ha addirittura raggiunto il 13%. Complessivamente TÜV SÜD ha aumentato il fatturato del 4,5% raggiungendo 1,43 miliardi di euro: il profitto lordo si è attestato sui livelli di quello del 2008, e la forza lavoro è aumentata di 500 unità. «TÜV SÜD ha delle solide basi, ed è in grande salute economica», dice Peter Klein, Chief Financial Officer e Chief Information Officer. «Sono ottimista anche per quanto riguarda quest anno: stiamo conseguendo una crescita del fatturato già a metà del 2010». FATTURATO IN MILIONI DI EURO Tante lingue, una sola voce TÜV SÜD ha sedi in quasi 50 paesi del mondo. Per i prossimi anni, l azienda si concentrerà in particolare in Asia e nell Europa centrale e orientale. Saranno i clienti a trarre il massimo profitto da questo 1,500 1,250 1,000 1,163 1,271 1,365 1,427 approccio internazionale grazie a servizi globalmente standardizzati, erogati da un unico fornitore. RICAVI DIVISI PER REGIONE DIPENDENTI ,000 12,500 10,000 7,500 5,000 2, America 12,4% 11,946 Asia 10,2% C 13,185 Europa 83,9% 14,138 14, «W elkom» (Benvenuti). Così, in Afrikaans, la provincia sudafricana di Western Cape ha salutato tifosi e giocatori di calcio in occasione della Coppa del Mondo tenutasi la scorsa estate. Welkom è anche un messaggio di saluto che di recente ha cominciato ad essere usato in TÜV SÜD: l azienda infatti sta espandendo il business delle ispezioni in ambito automotive nella parte meridionale dell Africa. Solo poche settimane fa, il Gruppo ha acquisito una partecipazione di minoranza nell azienda specializzata nel controllo delle auto AVTS Roadworthy Stations, con sede a Città del Capo. TÜV SÜD ha intenzione per gli anni a venire di espandersi nella regione del Capo di Buona Speranza e diventare leader in questo mercato. Presente in tutti i principali mercati A circa chilometri di distanza, TÜV SÜD ha già raggiunto il suo obiettivo di leadership di mercato: circa un anno fa, l ente ha acquisito GNEC, il principale fornitore di servizi per le ispezioni e le verifiche delle centrali nucleari in Corea del Sud. GNEC affianca i produttori e gli operatori offrendo servizi come la progettazione e l approvazione di nuovi impianti, l emissione di certificazioni e la formazione del personale. Entrambi gli esempi evidenziano un dato di fatto: TÜV SÜD è un gruppo globale già da tempo. «Abbiamo una presenza in

7 7 Storie I Il Gruppo nel 2009 tutti i principali mercati» dice Axel Stepken, Amministratore Delegato TÜV SÜD. «Questo ci consente di offrire ai nostri clienti che operano a livello globale dei servizi standardizzati ed erogati da un unico fornitore presente in tutto il mondo». In tempi in cui le aziende acquistano beni e servizi su scala internazionale, anche le aziende come TÜV SÜD devono essere presenti in tutto il mondo. Questo è un valore che sta crescendo: la questione del fornitore globale assumerà ulteriore importanza negli anni a venire, secondo la società di consulenza Capgemini. Ciò significa che le aziende che hanno i loro principali impianti di produzione in paesi come l Europa o il Nord America, tenderanno sempre più a rifornirsi di componenti e servizi da tutto il mondo, e avranno bisogno di enti come TÜV SÜD per essere assistite nella gestione della qualità e nel monitoraggio dei fornitori. Questa azienda collauda e certifica i parchi gioco e le loro attrezzature, e TÜV SÜD è ora leader del mercato in questo settore. «L acquisizione di Playground è stata molto importante, perché grazie ad essa abbiamo ottenuto l accreditamento per gli Stati Uniti, uno dei più grandi mercati per le attrezzature per il divertimento», dice Stepken. L esperto leader nel risk management Recentemente TÜV SÜD ha conquistato la leadership anche in un altro mercato: con l acquisizione dell azienda americana Global Risk Consultants, TÜV SÜD è diventato uno tra i più importanti esperti nell area del risk management e della protezione dei dati sensibili. «Abbiamo davvero accelerato la crescita inorganica», dice Manfred Bayerlein, Chief Operating Officer. contatto Wilfried Sauer TÜV SÜD Corporate Communications Crescita sistematica a livello internazionale TÜV SÜD persegue ormai da anni una strategia di crescita sistematica a livello internazionale. «Vediamo un eccezionale potenziale di crescita soprattutto nei mercati dinamici dell Asia o dell Europa centrale e orientale», dice Stepken. «Abbiamo anche intenzione di crescere in Nord America e in Medio Oriente nel corso dei prossimi anni». In futuro il 40% del fatturato così com è stato stabilito negli obiettivi strategici verrà da paesi diversi dalla Germania. Attualmente la quota non domestica è oltre il 30%. Nella sola Asia, il personale TÜV SÜD è di circa persone, la maggior parte delle quali lavorano in Cina, India e Singapore. Grandi filiali si trovano anche in Tailandia, Malesia e Vietnam. All inizio di quest anno, è stata aperta una filiale in Sri Lanka: «Anche se lo Sri Lanka può sembrare uno stato apparentemente piccolo, è un importante esportatore tessile. Tutte le aziende del settore di rilievo acquistano grandi quantità di merci provenienti da quest isola. Con questa filiale, intendiamo offrire ai nostri clienti globali un servizio migliore e la possibilità di sfruttare a fondo il loro potenziale di crescita», dice Stepken. Negli ultimi mesi sono state aperte altre filiali in Ucraina, Svizzera e Francia. Grazie alle acquisizioni internazionali, TÜV SÜD si sta rapidamente affermando in nuovi mercati: negli ultimi mesi, ha acquisito l azienda texana Mechanical Integrity, specializzata in controlli non distruttivi e integrità meccanica, e PS Playground Certification, con sede a Detroit.

8 News 8 Un nuovo laboratorio in India TÜV SÜD Asia ha aperto un nuovo laboratorio di prova per prodotti tessili, abbigliamento in pelle e calzature ad Ambur, città che affaccia sull Oceano Indiano a circa 150 Km da Bangalore. I produttori e gli esportatori possono ora testare i loro prodotti per verificarne qualità e sicurezza direttamente nella regione di produzione. «Si tratta di un importante tappa nello sviluppo di queste attività», dice Niranjan Nadkarni, CEO di TÜV SÜD Asia. «La scelta di questa location è legata al fatto che intorno ad Ambur hanno sede importanti aziende del settore dell abbigliamento e la nostra presenza, sono certo, incrementerà la crescita di questa industria nella regione.» Contatto: Il Gruppo TÜV SÜD si espande in Francia Attraverso la creazione di TÜV SÜD France il gruppo si espande sul mercato francese. La sede della società è a Lione, dove occupa più di 20 persone; altre filiali si trovano a Lille e Metz. «Fondando TÜV SÜD France, vogliamo migliorare in modo deciso la posizione dell ente in Francia», dice Joachim Birnthaler, CEO della Regione Western Europe. La società si concentrerà inizialmente nei controlli sulle attrezzature in pressione, espandendo le attività di test sui prodotti. «Poter offrire servizi di controllo che abbracciano l intera catena produttiva e di approvvigionamento è cruciale», afferma Birnthaler. Contatto: Una partnership strategica in Brasile TÜV SÜD ha firmato un accordo di partenariato prodotti dall ente di certificazione leader in Brasile e bilaterale (MoU) con l NCC, I Associação Certificações poter accedere a questo mercato. Dopo aver do Brasil, ente di certificazione leader nel paese completato con successo le prove che soddisfano le sudamericano. Avviare attività di test e conseguire norme di riferimento, i prodotti ricevono il marchio certificazioni di sistema e prodotto sarà più facile per NCC rilasciato dalla Associação NCC Certificações do le aziende che operano in Brasil. Questo semplifica settori quali l IT, le gli ostacoli che telecomunicazioni, le potrebbero insorgere tra attrezzature in pressione, le normative asiatiche e gli elettrodomestici, i quelle adottate in prodotti medicali da Brasile: i produttori commercializzare sul trarranno un importante mercato locale. Allo stesso vantaggio da questo tempo, i produttori brasiliani potranno avere i loro accordo con costi più bassi per le prove di conformità prodotti testati da TÜV SÜD, che permetterà loro di e tempi di certificazione più rapidi. L accordo di entrare più facilmente nei mercati dei paesi dell Asia- partenariato riguarda anche le normative brasiliane Pacifico. Parimenti, attraverso questo accordo i utilizzate nelle ispezioni on site degli impianti. costruttori asiatici potranno far controllare i loro Contatto: Test sui limiti delle batterie agli ioni di litio La sicurezza dei veicoli è uno dei temi chiave in materia di e-mobility: su questo argomento TÜV SÜD ha condotto, per la prima volta al mondo, test di crash dinamici sulle batterie agli ioni di litio, utilizzate nelle automobili e questo con prove svolte sul tracciato di prova del gruppo ad Allach, cittadina nei pressi di Monaco di Baviera. Questo tipo di batterie si utilizzano nei veicoli elettrici e in quelli ibridi, vista la loro elevata capacità di accumulo di energia. La serie di test è stata messa a punto con l obiettivo di avere informazioni sui limiti di carico e quali potrebbero essere le conseguenze nel caso una batteria si danneggiasse. I risultati contribuiranno a definire e sviluppare le norme di sicurezza necessarie per una corretta installazione nelle auto di queste batterie agli ioni di litio. Grazie a queste prove è possibile allargare l utilizzo di queste batterie rispetto a quelle convenzionali, ma poco ancora si sa su come queste reagiscono a crash dinamici. Richard Richter, che cura i test per TÜV SÜD afferma: «Stiamo ricavando informazioni in merito ai limiti del loro utilizzo per poter arrivare a determinare gli standard di sicurezza per questo tipo di batterie». I risultati mostrano già un elevato livello di sicurezza di questi prodotti e ulteriori test dovranno essere condotti in modo da sviluppare norme di sicurezza vincolanti. Contatto:

9 9 News Un test per pneumatici a impronta larga Mettere alla prova le gomme a impronta larga: per questo test Autoillustrierte, la rivista svizzera leader nel settore auto, ha chiamato a partecipare alle prove, come parte terza indipendente TÜV SÜD. I risultati nelle prove di usura e di rumore interno hanno messo in evidenza che quanto maggiore è la larghezza, maggiore è la resistenza al rotolamento e la rumorosità interna. Il test di sicurezza ha prodotto risultati davvero sorprendenti. Nelle prove di frenata (da 80 a 0 km/h) su strada bagnata, la distanza di frenata completa per veicoli con pneumatici di serie ha superato di 4,1 metri quella di veicoli con pneumatici da 19 pollici e di 2,5 metri quella dei veicoli equipaggiati con pneumatici da 20 pollici. I risultati delle prove di frenata a distanza (da 100 a 0 km/h), in condizioni di asfato asciutto, non hanno mostrato differenze così significative, ma anche in questo caso i pneumatici a impronta larga hanno avuto performance migliori. Contatto: Licenze per esportare attrezzature a pressione in Cina Le aziende che vogliono esportare in Cina attrezzature in pressione sono obbligate ad una lunga attesa, per ottenere il rilascio delle licenze necessarie. Ma oggi, grazie all accordo che TÜV SÜD Industrie Service ha concluso con l agenzia governativa cinese incaricata del rilascio di queste licenze, l ente è autorizzato ad agire in qualità di organo competente nell iter di approvazione per le attrezzature a pressione secondo la normativa cinese. Il paese asiatico ed i produttori mondiali di queste attrezzature si aspettano con questo accordo di accelerare e migliorare il processo di approvazione. I tecnici TÜV SÜD provenienti dalla Germania hanno lavorato a stretto contatto con i colleghi cinesi per arrivare a questo accordo in particolare con Wencai Zhu, Managing Director di TÜV SÜD China. Contatto: Parte da Oslo il progetto H2MOVE Il progetto H2MOVE, che esplora la fattibilità di alimentare veicoli elettrici attraverso celle a combustibile, è partito dalla capitale norvegese con 17 veicoli elettrici e una stazione di rifornimento di idrogeno costruita dalla società danese H2 Logic. La realizzazione del progetto, coordinato dalla Ludwig-Bölkow- Systemtechnik di Ottobrunn, un azienda del gruppo TÜV SÜD ha richiesto uno stanziamento di oltre 19 milioni di euro. «Questa iniziativa ci aiuterà a progredire verso l obiettivo di commercializzare veicoli alimentati da celle a combustibile entro il 2015, e di avere adeguate infrastrutture per la fornitura di idrogeno rinnovabile» afferma il Dott. Bünger Ulrich della Ludwig-Bölkow-Systemtechnik. Dieci vetture Mercedes-Benz Classe B F-cell, due Alfa Romeo MiTo, anch esse alimentate da celle a combustibile, e cinque auto elettriche di altre marche, hanno iniziato ad essere testate nella capitale norvegese dopo un tour nel sud del paese e in tutta la regione scandinava. TÜV SÜD e l Istituto svedese SP Technical Research condurranno insieme uno studio per far convivere sicurezza e certificazioni, per promuovere la commercializzazione di veicoli elettrici fuell cell e di stazioni di rifornimento di idrogeno. Contatto:

10 Fuga dei cervelli? La ricetta CBM punta sull internazionalizzazione Biomedicina, genomica, nanotecnologie: a Trieste un Consorzio lega pubblico e privato per promuovere ricerca e impresa. «Il miglioramento continuo appartiene al nostro DNA», spiega Luca Miele, Responsabile Qualità e Gestione operativa. C BM è un esempio di partnership tra soci pubblici e privati. Per questi motivi un esperienza imprenditoriale particolare: ce la presenta insieme alla struttura? Il Consorzio per il Centro di Biomedicina Molecolare (CBM S.c.r.l.) ha sede a Trieste, presso il campus di Basovizza di AREA Science Park, ed è al tempo stesso società di servizi e centro di ricerca innovativa che promuove il trasferimento tecnologico per lo sviluppo economico, coinvolgendo e collegando enti di ricerca, aziende, istituzioni di governo, agenzie di sviluppo, finanziatori e strutture di servizio. CBM è una delle poche realtà italiane che rispecchia il modello europeo delle PPP (Public Private Partnership), considerato il migliore per la gestione dell innovazione, e con i suoi attuali 40 collaboratori (di cui due terzi sono personale scientifico) opera a livello regionale, nazionale ed internazionale. CBM ha il compito di coordinare le attività del Distretto Tecnologico di Biomedicina Molecolare del Friuli Venezia Giulia, istituito nell ottobre 2004 con il Protocollo d Intesa tra Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca e la Regione Friuli Venezia Giulia. La strategia del Distretto si basa sul potenziamento della ricerca, la valorizzazione della proprietà intellettuale, la creazione di nuova imprenditoria e l attrazione di insediamenti di aziende leader del settore. Al tempo stesso, all interno delle proprie Core Facilities, CBM promuove attività di ricerca e sviluppo volte alla comprensione dei meccanismi molecolari alla base delle malattie, all individuazione di tecniche di

11 11 Storie I Piccole ma eccellenti diagnosi precoce e allo sviluppo di terapie mirate e meno invasive. I principali settori su cui si concentrano le attività del CBM e del Distretto riguardano le biotecnologie applicate alla medicina, in particolare nelle aree terapeutiche a maggiore impatto mondiale, con un focus strategico su genomica, bioinformatica, imaging molecolare e bio-nanotecnologie. Genomica, bioinformatica, imaging ottico, nanomedicina, proteomica, cellule staminali. Questi i settori in cui lavorate, nomi difficili e misteriosi per la maggior parte dei nostri lettori. Ci descrive di che cosa si tratta? L azienda è dotata di Core Facilities (CF), ovvero piattaforme tecnologiche di strumentazione scientifica d eccellenza, aperte ad un utilizzo condiviso da parte dei ricercatori interni al CBM, dei soci del Consorzio e di utenti esterni. Sono messi a disposizione non soltanto gli spazi di laboratorio e le strumentazioni, ma anche il personale qualificato per il loro utilizzo. Provo a riassumere le attività ivi condotte. La CF-Proteomica e Farmacogenomica (presso il Centro di Riferimento Oncologico Aviano, PN) è il laboratorio che fornisce servizi rivolti allo sviluppo pre-clinico e clinico di nuovi farmaci nonché all analisi proteomica, con lo scopo di identificare profili di espressione differenziale delle proteine per la creazione di una medicina personalizzata. Le CF-Genomica si avvalgono delle strumentazioni di riferimento (Affymetrix, Illumina, ABI-Taqman e StepOne) per condurre analisi di espressione genica e genotipizzazione mediante l utilizzo di microarray. Queste tecnologie permettono la comparazione del profilo di espressione genica dei tessuti affetti da patologie con tessuti sani e l identificazione di molecole che fungano da marker tumorali e genetici. Nel 2007 la piattaforma è stata riconosciuta dalla Fondazione Telethon quale laboratorio nazionale di riferimento per servizi di genotipizzazione. All interno della CF è anche prossima l apertura della sezione di high-throughput sequencing per l identificazione di variazioni di sequenza del DNA. Nel laboratorio di genomica funzionale la ricerca è principalmente mirata alla comprensione di meccanismi patogenetici alla base di malattie ereditarie mediante approcci sistematici, di genetica e biologia molecolare classica. La CF-Bioinformatica supporta l analisi di dati biomedici derivanti da tecnologie avanzate di genomica e proteomica, con una particolare attenzione all offerta di soluzioni custom per l analisi di dati complessi e lo sviluppo di progetti di ricerca nell ambito della genomica funzionale e comparata. Il servizio offerto spazia dall analisi biostatistica di dati provenienti dallo studio del genoma (analisi dei profili di espressione genica e genotipizzazione) allo studio di microarray custom (es. Combimatrix e Nimblegen). La CF-Imaging Ottico è dotata di strumentazione e competenze per la conduzione di studi per visualizzare processi molecolari e cellulari in vitro ed in vivo, nel piccolo animale da laboratorio, a supporto di ricerche di base e di ricerche applicate pre-cliniche. Il laboratorio rappresenta una risorsa particolarmente interessante sia per la comprensione dettagliata di eventi biologici e patologici all interno dell organismo, sia per lo sviluppo di approcci terapeutici innovativi mirati a livello molecolare. La CF-Laboratorio di Nano Diagnostica, Drug Delivery e Analisi è il laboratorio che sviluppa e caratterizza nanovettori per il rilascio controllato di farmaci a fini diagnostici, attraverso l uso di polielettroliti e di nanoparticelle d oro. L utilizzo delle nanotecnologie permette inoltre di individuare metodologie innovative per la manipolazione e la caratterizzazione di singole cellule e per il rilevamento ad alta sensibilità dell ibridizzazione del DNA e dei biomarker proteici. La piattaforma nasce con lo scopo di favorire lo sviluppo della cosiddetta teragnostica (l unione della diagnostica molecolare e la terapia) e della medicina personalizzata e al fine di migliorare in maniera significativa le conoscenze sul cervello umano tramite la caratterizzazione molecolare dei neuroni. Quotidianamente leggiamo che nel nostro paese c è una fuga di cervelli verso centri di ricerca stranieri. Voi siete l esempio contrario. Quali sono gli strumenti e le capacità che utilizzate per richiamare risorse intellettuali a livello internazionale e di altro profilo?

12 Storie I Piccole ma eccellenti 12 La cosiddetta fuga di cervelli dal paese è sicuramente una questione delicata, che non può essere risolta in assenza di iniziative strutturali e di respiro nazionale. Tuttavia gli sforzi di internazionalizzazione presso sedi istituzionali svolti dal Presidente del CBM, Prof.ssa Maria Cristina Pedicchio, e dal Direttore, Dott. Alessio Rocchi, mirano a rendere più nota possibile l esperienza dei cluster come il CBM, ovvero soluzioni imprenditoriali che fondono il pubblico ed il privato ed in cui si aggregano molteplici attività di ricerca e di eccellenza, anche ad opera di soggetti diversi. Anche la Regione Friuli Venezia Giulia, grazie a una straordinaria concentrazione di istituti di ricerca nazionali ed internazionali, pubblici e privati, è fortemente impegnata nella promozione dell innovazione e della mobilità internazionale di risorse umane nella ricerca come strumento fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio, e la prova è il network di 40 istituti internazionali che, con la loro straordinaria concentrazione di ricercatori, permette di definire il modello regionale un vero sistema della ricerca. Questa configurazione sembra rendere più attraente e credibile agli occhi degli enti finanziatori gli investimenti nella ricerca. D altronde, se da un lato è vero che la congiuntura economica non favorisce grandi trasferimenti di fondi per questo settore, dall altro occorre riconoscere che i soldi vengono spostati su bandi per progetti specifici, il che favorisce competitività ed interesse in coloro i quali, avendo vissuto l esperienza professionale all estero, hanno maggiore familiarità con i concetti di trasparenza nelle valutazioni e valorizzazione del merito, stabili condizioni di ricerca e prospettive di crescita professionale. CBM è locata in una zona di confine sia geografico che culturale, ma attraverso la sua attività sa creare un ponte con i mercati dei paesi limitrofi. Come riuscite ad attirare imprese, progetti e collaborazioni? In effetti Trieste è un magnifico crocevia tra centro Europa e Paesi dell Est in cui popoli diversi, con le loro storie e tradizioni, hanno reso possibile un arricchimento culturale di cui la città è vivamente orgogliosa e con poche similitudini nella restante parte del paese. Questa è una realtà di confine che il più delle volte fornisce all osservatore esterno una facile chiave di lettura in cui il triestino, per diversi motivi storici e culturali, si riconosce solo in parte. Le realtà che operano in queste zone vivono con assoluta naturalezza la presenza di un confine e il concetto stesso di confine è più sfumato per chi abita e lavora da queste parti e ciò è più che mai vero dopo il recente ingresso nella Comunità Europea della vicina Slovenia. LUCA MIELE Conseguita la laurea in Ingegneria Elettronica presso l Università Federico II di Napoli, svolge una breve esperienza come tecnico di laboratorio per le Misure Elettroniche presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e consegue un Master di secondo livello inerente la gestione di sistemi integrati (Qualità, Ambiente e Sicurezza) che gli fa lasciare le aule universitarie per occuparsi di consulenza sui sistemi di gestione qualità ed ambiente, portando alla certificazione diverse organizzazioni. Nel 2004 entra in un importante azienda del settore della logistica come ispettore qualità per passare successivamente, come Quality Engineer, in un azienda attiva nell elettronica industriale. Entra in CBM nel gennaio 2007 come responsabile dell Ufficio Qualità e Gestione Operativa, carica che ricopre ancora oggi.

13 13 Storie I Piccole ma eccellenti Trieste è sede del Parco scientifico e tecnologico più grande d Italia, AREA Science Park, che vanta una concentrazione di ricercatori tra le più importanti d Europa e che ospita Centri di Ricerca ed Istituti nazionali e regionali italiani, stranieri ed internazionali, che svolgono attività di ricerca di base ed applicata in vari settori, dalla fisica alle biotecnologie, dalla genomica alla fisica dei materiali, dalla ricerca applicata all industria farmaceutica, alimentare, alla microelettronica ed informatica. Dal punto di vista professionale quindi collocarsi in un contesto che superi i confini nazionali è per CBM assai più semplice ed al contempo rappresenta una pura necessità per almeno due ordini di ragioni: la prima riguarda i finanziamenti ai progetti, dal momento che i più sostanziosi sono stanziati dalla CE (mediante selezione di numerosi fattori tra cui affidabilità delle strutture di ricerca e qualità dei progetti presentati: valenza scientifica, impatto e capacità di pianificazione/gestione della proposta progettuale); la seconda afferisce la filosofia stessa della ricerca che di tutto ha bisogno meno che di confini e divisioni. Le collaborazioni con le altre regioni d Europa, che in Italia ancora viviamo con l emozione dei neofiti e che rappresenteranno la condizione naturale di opportunità ed esercizio professionale dei nostri figli, costituiscono suggestive occasioni di crescita e confronto cui la ricerca non può assolutamente rinunciare. Sul fronte servizi la scelta che ci premia è il continuo sforzo nei confronti dell aggiornamento tecnologico e formativo, che garantisce ai clienti tedeschi, spagnoli, greci e sloveni (istituti di ricerca, enti universitari ed ospedalieri) la conduzione delle analisi con le piattaforme più moderne ed il personale più qualificato. Cosa ha portato, e porta, in termini di efficienza dei processi interni e di miglioramento del servizio ai clienti, in una attività come la vostra, l introduzione di un sistema di gestione per la qualità certificato? Talvolta accade che il concetto di qualità venga associato, con discutibile svilimento del significato, al concetto di standardizzazione, ad un livellamento che non prevede eccellenze, ad un appiattimento verso posizioni che nel minimizzare gli sprechi rendono ogni processo il più ripetitivo possibile all interno dei valori delle proprie carte di controllo. Tuttavia in alcune realtà, tra cui la nostra, la tranquillità di poter fare riferimento a parametri costanti e ripetitivi è fortemente minata dal progresso scientifico cui peraltro noi stessi contribuiamo a sviluppare. Mi spiego meglio: le novità scientifiche e le tecnologie impiegate per la ricerca ed i servizi si avvicendano con grande rapidità, e con esse le aspettative e le esigenze dei clienti; oltre allo sforzo economico e finanziario per garantire il migliore aggiornamento nei tempi più rapidi, una delle componenti che accompagna e connatura il nostro patrimonio umano ed aziendale, e che l introduzione di un sistema di gestione per la qualità con i suoi principi continua a promuovere, è l affinamento del metodo, ovvero l insieme dei procedimenti messi in atto per ripeterci nelle nostre performance, anche quando si alza l asticella. Ciò che maggiormente ci preme nell ambito servizi, e che il nostro sistema qualità che ha certificato TÜV Italia contribuisce a determinare, è il costante controllo di causaeffetto: solo in questo modo è possibile fornire al cliente un valore aggiunto, ossia la qualità stessa. In ambiti delicati ed innovativi come quelli in cui CBM opera il miglioramento continuo è un principio congenito tanto che, per rimanere vicini ai temi a noi cari, potremmo dire che appartiene al nostro DNA. contatto Alberto Corrà

14 Dal primo brevetto al mercato USA: l artigiano è diventato grande Corradi è una piccola impresa che è diventata una Spa: caso di scuola del modello italiano più virtuoso. Innovazione, certificazioni, mercati: parlano il Presidente Raffaele Corradi e l Amministratore delegato Gianmarco Biagi. orradi è un azienda di famiglia che nasce alla C fine degli anni 70 come produttore di tende da sole e coperture per esterni. In trent anni di attività, ha ampliato e diversificato la sua produzione creando importanti sinergie che hanno portato ad un ampliamento della gamma dei prodotti che propongono un concept: outdoor living space. Ci può raccontare la storia dell azienda, le tappe più importanti di questo successo e la vostra strategia imprenditoriale? Gianmarco Biagi: «Corradi nasce nel 1978, fondata dall attuale Presidente Raffaele Corradi e dal fratello Alberto, Vice Presidente, come laboratorio artigianale per la produzione di tende da sole. Si trattava, quindi, di vendita al dettaglio, con un rapporto produttore - cliente diretto. La svolta di Corradi si registra nel 1998 con l introduzione sul mercato del brevetto di Pergotenda, una gamma di prodotti molto innovativa che rappresenta il superamento dell archetipo tenda da sole, fondendo in un unico prodotto un pergolato in legno o in alluminio e una tenda scorrevole a impacchettamento. Da questo momento si passa dalla vendita al dettaglio alla creazione di una rete distributiva a livello nazionale. Nel 2006, entro in Corradi come Direttore Generale, l anno dopo vengo nominato Amministratore Delegato e successivamente l azienda si trasforma in S.p.A., ottiene la

15 15 Storie I Piccole ma eccellenti certificazione di qualità ISO 9001:2000 emessa da TÜV Italia e viene varato un massiccio piano di rilancio e riorganizzazione, puntando sempre di più sull organizzazione dei processi interni, lo sviluppo delle potenzialità delle risorse umane e il loro coinvolgimento nelle decisioni, la sensibilità ai valori sia nei confronti dei dipendenti sia dei clienti. A questo si affiancano concetti evoluti di gestione commerciale e dei processi produttivi: tutti punti di forza che si traducono in un reale valore aggiunto e in un vantaggio competitivo di Corradi. A seguito di questa crescita, nel 2009 nasce il Gruppo Corradi, con l acquisizione di nuove aziende per dare il via ad un approccio total look al mercato: Velombra, per la produzione di vele ombreggianti di derivazione nautica e Corradi Arredi, per gli arredamenti da esterno. Contemporaneamente viene fondata un altra azienda - Armonia srl - una software house che segue i processi di informatizzazione del Gruppo, ma che ha anche una sua identità autonoma sul mercato ICT. La tecnologia è stata basilare per rendere possibile in tempi molto ristretti lo sviluppo aziendale che ci caratterizza e a cui guardiamo. Con Armonia abbiamo rivoluzionato tutti i sistemi informativi aziendali con molte soddisfazioni, l ultima delle quali è il Premio Innovazione ICT di Smau che abbiamo vinto recentemente nella categoria Architettura IT. Oggi Corradi S.p.A. è un azienda di punta del segmento outdoor, con strategie precise di posizionamento e una visione dinamica dei mercati esteri. L internazionalizzazione è fondamentale nel nostro processo di crescita. All inizio di quest anno, ad esempio, abbiamo aperto la filiale Corradi USA a Dallas, con una rete distributiva composta da 500 rivenditori e nei prossimi mesi ci saranno ulteriori novità in termini di sviluppo internazionale della nostra impresa.» Eravamo arrivati in alto, ma c era la consapevolezza che per andare oltre sarebbero state necessarie nuove competenze, molto specifiche. Avevamo obiettivi imprenditoriali di larga portata, con un occhio puntato soprattutto al mercato estero. Con il lancio di Pergotenda, era stata costruita una rete vendita nazionale, ma guardavamo oltre. È a questo punto che entra in azienda Gianmarco Biagi: ingegnere meccanico con master in direzione d impresa, da sempre un grande lavoratore nonostante la giovane età. I risultati e la crescita degli ultimi anni ci dicono che abbiamo fatto la scelta giusta.» Gianmarco Biagi: «Entrare in Corradi ha rappresentato per me una grande sfida. La situazione era molto solida e l azienda in crescita, ma con un potenziale inespresso altissimo. I rapporti con la proprietà si sono basati fin dall inizio su una profonda stima reciproca. Ho avviato un piano di riposizionamento strategico per trasformare l azienda in un leader del settore outdoor. Sapevo che il salto di qualità sarebbe stato possibile solo rivoluzionando tutto: dall introduzione di moderne tecniche di gestione alle politiche di coinvolgimento del personale. Grinta, ottimi collaboratori, buoni prodotti, investimenti giusti e innovazione tecnologica non fanno temere crisi e andamenti di mercato altalenanti. Una mission, la mia, fondata sulla visione chiara della strategia e la condivisione degli obiettivi, in modo che nessuno si senta escluso dal processo produttivo e soprattutto dai risultati.» Una delle vostre caratteristiche è saper sviluppare sinergie produttive grazie alla vostra capacità di cogliere i cambiamenti in atto nel mercato, che oggi Nella foto, Raffaele Corradi. Corradi è un esempio di impresa a capitale familiare che ha deciso di affidare ad un manager la gestione mantenendone la proprietà, una scelta non frequente nel panorama imprenditoriale del nostro paese. Ci piacerebbe conoscere il punto di vista della proprietà che ha deciso questa importante delega e la sua, che ha la responsabilità gestionale, sui punti cruciali delle relazioni manager/proprietà per una collaborazione di successo, partendo dalle rispettive esperienze. Raffaele Corradi: «Nel 2006, io e mio fratello Alberto ci siamo fermati a riflettere sul futuro della nostra azienda.

16 Storie I Piccole ma eccellenti 16 considera gli spazi outdoor integrati con quelli abitativi. Quali strumenti utilizzate per sviluppare questa attitudine a vedere le nuove tendenze e le nuove abitudini dell abitare? Gianmarco Biagi: «Saper analizzare il mercato e le nuove tendenze che si sviluppano è alla base del nostro lavoro. L atteggiamento del consumatore verso l outdoor è sempre più vicino a quello tradizionalmente dedicato all indoor, tanto che oggi si parla di opendoor. Le persone desiderano ricreare all esterno un ambiente comodo, ricercato, di stile, sfruttando tutti gli spazi disponibili per trasformarli in luoghi da vivere. Per rispondere a questa esigenza, Corradi fonda la propria attività su un approccio progettuale degli spazi, partendo dai gusti e dalle esigenze di chi lo abita. E lo fa con un offerta differenziata e in un ottica total look: strutture addossate o autoportanti, in legno o alluminio, su misura per ogni contesto; vele ombreggianti che sfruttano le tecnologie nautiche, linee di arredi e complementi per arricchire ogni spazio esterno e personalizzarlo. Il concetto di vendita di singoli prodotti non fa parte del nostro DNA già da molto tempo. In azienda si parla di total look, soluzioni, spazi da vivere, non di Pergotenda, anche se si tratta del sistema di copertura mobile che ci ha differenziati sul mercato e di cui deteniamo il brevetto. Qualunque spazio esterno, per diventare uno spazio da vivere ha bisogno di essere valorizzato attraverso l attenzione per ogni dettaglio e la coerenza stilistica di ogni componente. Da qui il nostro concept total look: disegnare l outdoor in modo completo e personalizzato.» Sfogliando il vostro catalogo è evidente come tutta la vostra produzione poggi su una capacità di esaltare le caratteristiche formali e strutturali di materiali diversi, affiancata da un attenta scelta di tendenza legata ad un moderno, caldo e completo vivere l esterno. Quanto la direzione creativa su cui potete contare, affidata ad un professionista del settore, vi ha delineato questo percorso o, piuttosto, ne è stata una conseguenza? «Gianluca Rossi, architetto di talento, è il nostro direttore creativo dal Corradi si è affidata a Rossi per lo stile innovativo che ha sempre caratterizzato i suoi progetti. Design, estetica, funzionalità, ricercatezza nei materiali e nelle forme sono elementi che ricorrono in ogni prodotto pensato da lui. Un indiscussa freschezza di idee, unita alla precisione di un professionista molto competente. Abbiamo fortemente voluto l ingresso in Corradi di una direzione creativa, perché questo rientrava pienamente nella strategia di crescita aziendale. Abbiamo scelto Gianluca perché disegnasse assieme a noi l immagine dell azienda del futuro: tanti progetti che sarebbero andati a comporre l idea di total look, un immagine integrata ed elegante, caratterizzata da strutture coordinate dal punto di vista stilistico, tecnologicamente avanzate e ricercate nei materiali. Dalle coperture alle vele, dai mobili da esterno alle luci e ai complementi, tutto è pensato su misura per assecondare i desideri di chi vive quello spazio. L azienda e la direzione creativa si sono quindi trovate nel momento più opportuno e siamo orgogliosi della scelta. La strutturazione della direzione creativa è stata accompagnata da un altro investimento strategico in cui l azienda crede fortemente: la comunicazione. L area è stata rafforzata con l ingresso di un professionista di notevole esperienza Sully Briskomatis che con il suo staff dà voce ai nostri progetti contribuendo al processo di branding su cui stiamo puntando fortemente e con molte soddisfazioni. Ancora una volta dico che le risorse umane sono al centro del nostro successo. Lo sviluppo dell azienda si è infatti basato su pilastri storici come Carlo Mazzali, Direttore Commerciale, e Marzia Betti,

17 17 Storie I Piccole ma eccellenti controller e oggi può contare anche su professionisti di valore come Vincenzo Piro, Direttore Operations e Davide Ortolani per la Ricerca e Sviluppo. Più in generale, però, tutte le nostre risorse sono fondamentali, ognuna nel proprio ruolo, e a loro vanno i ringraziamenti della Direzione.» Le certificazioni che Corradi ha ottenuto con TÜV Italia quanto, e in che modo, vi supportano nella gestione aziendale nel suo insieme e quali sono i vostri prossimi passi verso un integrazione sempre maggiore ambiente/prodotti e viceversa? «Le certificazioni rilasciate da TÜV Italia sono fondamentali e rappresentano la conferma dell impegno che Corradi pone in ogni attività aziendale. La certificazione UNI EN ISO 9001:2000 garantisce la qualità dei processi e dei prodotti e la certificazione UNI EN ISO 14001:2004 ottenuta a gennaio 2010 attesta il rispetto ambientale delle nostre azioni. Recentissima la certificazione PEFC per la deforestazione controllata e siamo al lavoro per conseguire entro l anno anche la certificazione OHSAS 18000:2007 per la sicurezza, sempre con TÜV Italia. La missione di Corradi è quella di affermarsi come brand sinonimo di qualità e specializzazione e le certificazioni sono tappe fondamentali perché questo accada. Per essere leader sul mercato occorre avere una reputazione ineccepibile agli occhi dei propri stakeholders e la certificazione è un passo importante in questo senso. L autorevolezza di un ente come TÜV Italia apporta ulteriore valore aggiunto. Corradi ha scelto di intraprendere la strada delle certificazioni, che impegna moltissimo tutte le aree aziendali, non per questioni di immagine ma per potenziare e migliorare concretamente i processi e la gestione aziendale. In questo modo abbiamo acquisito strumenti che ci permettono di lavorare con metodologie precise e con procedure accurate. L organizzazione generale dell azienda ha subito così una svolta molto positiva in termini di mentalità. A sottolineare quanto il tema ci stia a cuore, abbiamo recentemente lanciato un progetto interno che si chiama Qualità 100% e che coinvolge tutta l azienda.» contatto Davide Baroncini GIANMARCO BIAGI Dopo la laurea in Ingegneria Meccanica all Università di Bologna, frequenta un Master in Direzione d Impresa e Finanza e successivamente segue corsi di aggiornamento in gestione d impresa presso l Università Bocconi di Milano e altri centri di formazione manageriale. Affianca gli studi alla carriera lavorativa, seguendo un percorso professionale all interno di Moto Morini, produttore di moto, motocicli e motori a scoppio, con incarichi diversi all interno di diverse società del gruppo: Responsabile assicurazione qualità e quindi Responsabile di tecnologie e industrializzazione, per diventare prima Direttore di stabilimento e poi Direttore Generale. Nel 2005 è nominato Coordinatore dei Direttori Generali del gruppo e, in questa veste, coordina importanti collaborazioni con primarie aziende, come Ducati Motor Holding. Entra in Corradi nel 2006 come Direttore Generale e l anno successivo è nominato Amministratore Delegato. Nel 2008, acquisendone una quota, diventa partner della società e nominato Amministratore Delegato del Gruppo, con responsabilità per lo sviluppo del piano industriale , teso ad una forte crescita dell azienda a livello internazionale. Nel 2009 entra nel Consiglio di Amministrazione delle altre società del gruppo Corradi: Velombra Srl (produttore di vele ombreggianti), Corradi Arredi (produttore di arredi per esterni), Armonia Srl (produttore di software) e di Corradi Usa Inc. (filiale produttiva della Corradi S.p.A. in Texas Dallas), come consigliere. Nell ambito di Unindustria Bologna è membro del Club Innovatori con responsabilità per l organizzazione aziendale.

18 Storie I Piccole ma eccellenti 18 Ricerca e sistema qualità? Sono complementari «Si cura meglio dove si fa ricerca»: il Centro di Ricerca Eugenia Menni di Brescia è legato a una struttura ospedaliera ed è specializzato nello studio delle cellule staminali. Intervista al Direttore Ornella Parolini. C REM, il Centro di Ricerca da Lei diretto, prende il nome da una religiosa, Madre Eugenia Menni, che riteneva opportuno affiancare una struttura di ricerca ad una ospedaliera, nel vostro caso l'istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza. Ci spiega come è possibile fare ricerca di alto livello in una struttura di medie dimensioni come CREM e quali sono stati i fattori che hanno permesso la nascita e lo sviluppo del vostro Centro? Diciamo che è un centro di ricerca in evoluzione, sia per la ricerca in atto che per le dimensioni. Credo e confido che la Fondazione Poliambulanza continui a vedere nella ricerca, ed in particolare nella positiva evoluzione del CREM, un segno della visione originaria, e cioè che si cura meglio là dove si fa ricerca, e dove con il tempo si consolida una mentalità di ricerca e di confronto interdisciplinare. CREM affianca alla ricerca di base la sperimentazione,

19 19 Storie I Piccole ma eccellenti agevolata dall essere collocata all interno di una struttura ospedaliera. Ci illustra quali sono i passaggi chiave tra la ricerca in laboratorio e la sperimentazione e applicazione sul malato e come essi avvengono? La ricerca in corso non è ancora traslata in clinica, ma ha chiari obiettivi clinici, cioè determinare se le cellule che stiamo per il momento studiando solo in modelli di coltura cellulare in vitro e in modelli animali preclinici in vivo, possano in un prossimo futuro essere utilizzate in alcune patologie specifiche. In particolare, abbiamo dimostrato che queste cellule in coltura in vitro presentano caratteristiche staminali in quanto sono in grado di differenziare e dare origine a cellule di altre linee cellulari. Esse, inoltre sono scarsamente immunogeniche, cioè, se trapiantate in vivo sono ben tollerate. Infine, abbiamo trapiantato queste cellule in modelli animali patologici, allo scopo di studiare un loro possibile impiego come terapia cellulare, ottenendo risultati positivi (riduzione delle lesioni patologiche) in modelli preclinici di fibrosi polmonare, fibrosi epatica, ischemia del miocardio ed ischemia cerebrale. Grazie alle peculiarità immunologiche di tali cellule che le rendono facilmente tollerate e non rigettate, esse sono pertanto potenzialmente applicabili anche in trapianti allogenici. Nello staff di CREM c'è una forte presenza femminile, partendo da lei che lo dirige, un fatto rilevabile anche in altri centri di ricerca. Come spiega questo fenomeno nel vostro settore, anche per posizioni di prestigio, che sembra in controtendenza rispetto ad ambiti lavorativi più tradizionali? consapevoli che ogni lavoro, così come quello della ricerca, è una sfida e pertanto quanto sia importante dimostrare il proprio valore anche in questo ambito. La vostra attività scientifica è verificata periodicamente da un organismo dedicato. Può spiegarci quali sono gli obiettivi di questo controllo e su che basi avviene? Abbiamo principalmente due tipi di sistemi di controllo e di valutazione:il primo è costituito da un organismo denominato Scientific Advisory Board, composto da tre autorevoli ricercatori internazionali, che si occupa della conduzione della progettualità scientifica in tutte le sue fasi quali l impostazione, la sperimentazione e l analisi dei dati. I membri dello Scientific Advisory Board incontrano tutto il gruppo di ricerca periodicamente e, oltre ad un attenta valutazione delle attività effettuate, apportano consigli significativi per migliorare la ricerca. L altro sistema di controllo, complementare al primo, che permette la gestione, la verifica e il miglioramento continuo dei nostri processi operativi e gestionali, si basa sui principi della norma UNI EN ISO 9001:2008. Il Centro di Ricerca ha infatti sviluppato un proprio sistema di gestione della qualità, certificato da TÜV Italia, sin dal Oggigiorno la presenza femminile è numericamente diffusa ed in crescita nelle facoltà scientifiche e tante giovani donne arrivano al CREM all inizio della loro esperienza post-universitaria. Purtroppo, col passare del tempo molte donne, impegnate anche come mogli e madri, non riescono a soddisfare impegni lavorativi sempre più pressanti che una carriera in ascesa richiede. Per questo motivo, se da una parte le ricercatrici giovani sono la maggioranza dall altra le donne che coprono posti di rilievo sono una minoranza rispetto agli uomini. Pur tuttavia, doti riconosciute alle donne quali una maggior precisione e maggior tenacia, molto importanti nel nostro settore, le portano a ricoprire posizioni di prestigio in numero maggiore rispetto ad altri ambiti lavorativi. Per me sarebbe importante che le donne potessero essere Operando nel settore scientifico siete abituati a lavorare sulla base di protocolli e prassi definite ed anche la certificazione di sistema qualità definisce un approccio ai processi che prevede delle regole da seguire. Quali sono a suo giudizio gli elementi di differenza e quelli di sovrapposizione tra un approccio sistemico delle attività e quello scientifico legato alla vostra attività di ricerca? Ritengo non ci siano differenze ma piuttosto delle sovrapposizioni o meglio delle complementarietà. Per poter condurre una buona ricerca, l esplicitazione di una politica della qualità aiuta tutti a capire verso quale meta e con quali obiettivi

20 contatto Francesco Scarlata si sta lavorando; la definizione di procedure operative permette di tenere sotto controllo i processi alla base dell attività di laboratorio; l elaborazione di specifici protocolli pone l attenzione sulla riproducibilità dell esperimento, elemento essenziale per ottenere risultati affidabili. Per garantire tutto ciò sono necessari strumenti specifici, tra cui il sistema di gestione qualità. Ritengo che il sistema qualità offra degli strumenti validi che possono essere utilizzati sia in un laboratorio di ricerca o diagnostica, sia in aziende la cui attività genera un prodotto molto diverso da quello di un dato scientifico o di un dato diagnostico. Ricerca e condivisione delle conoscenze sono fenomeni che coinvolgono la comunità scientifica a livello internazionale, ma la prima è condizionata anche da scelte nazionali. Nel nostro paese, e non solo, la ricerca sulle cellule staminali deve confrontarsi con aspetti legati alla bioetica: possono, a suo giudizio, ricerca e bioetica convivere e quali i limiti, se ci sono, che la ricerca deve porsi? Credo che questa risposta meriti delle premesse ed inizio con una domanda: qual è il fine della bioetica e della scienza? In maniera molto semplice potremmo dire perseguire il bene per l umanità. Pertanto non ci dovrebbero essere sostanziali differenze tra bioetica e scienza, ma anzi dovrebbero essere considerate come due rotaie dello stesso binario. La bioetica, non dovrebbe perciò riguardare solo qualche tipo di ricerca e non qualche altra, qualche nazione e non qualche altra. Avere la consapevolezza di lavorare per un fine buono e con mezzi buoni dovrebbe essere una preoccupazione della scienza in generale. Purtroppo la bioetica viene spesso associata a un divieto di fare qualcosa e non ad un supporto per lavorare meglio. Questo ha fatto perdere di vista il fatto che nessuna disciplina, neppure la scienza, ha la verità in mano e confrontarsi con altre discipline che invitano alla riflessione e alla consapevolezza di quanto si fa, è qualcosa che si tende a non più accettare. Pertanto, ritornando alla ricerca sulle cellule staminali, la bioetica non è contro anzi, al contrario, è a favore dello studio e dell utilizzo delle staminali quando, però, il loro impiego non comporti la distruzione di un embrione umano. I problemi nascono proprio quando le staminali sono isolate da una fase dello sviluppo umano quale è l embrione e dove, almeno al momento attuale, il prelievo comporta distruzione dello stesso. Nessun buon fine (utilizzo di staminali per curare malattie) può giustificare il sacrificio di un embrione umano. Pertanto avremo bisogno di crescere in scienza, tecnica e coscienza anche noi ricercatori quando veramente il fine della nostra ricerca è curare ma non a discapito di altri. ORNELLA PAROLINI Si laurea in Scienze Biologiche all Università di Milano con il massimo dei voti e già negli anni universitari frequenta, come allieva interna, l Istituto dei Tumori di Milano. Dopo la laurea è borsista presso il Laboratorio di Biotecnologie del Dipartimento Materno Infantile dell Univesità di Brescia per trasferirsi poi per un biennio negli USA, presso il Department of Immunology del St.Jude Children s Research Hospital di Memphis come Postdoctoral Research Associate. Torna in Italia, ancora una volta presso il Laboratorio di Biotecnologie del Dipartimento Materno Infantile dell Univesità di Brescia come borsista Telethon, e un anno dopo si trasferisce all Istituto di Immunologia dell Università di Vienna, prima come visiting scientist e poi come assistente e responsabile del laboratorio. Nel 2002 è nuovamente in Italia come Direttore del Centro di Ricerca E. Menni, Fondazione Poliambulanza, incarico che ricopre ancora oggi. Affianca all attività scientifica quella didattica, oltre ad essere autrice di numerose pubblicazioni scientifiche. Per la sua attività scientifica e formativa ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti in Italia e all estero. La linea di ricerca pionieristica sulle cellule staminali derivate da placenta ha condotto alla fondazione di IPLASS (International Placenta Stem Cell Society), di cui è Presidente dal 2009.

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO La flessibilità è entrata a far parte, ormai da molti anni, degli strumenti di gestione delle risorse umane, quale irrinunciabile opportunità per poter rispondere

Dettagli

DEI RISULTATI QUALITÀ STORIA DI COPERTINA PANORAMA CAD E MOTORI. n. 164 Novembre 2009

DEI RISULTATI QUALITÀ STORIA DI COPERTINA PANORAMA CAD E MOTORI. n. 164 Novembre 2009 meccanica & automazione Dossier INDUSTRIA DEL CICLO E MOTOCICLO n. 164 Novembre 2009 Mensile - Anno XV - 6,00 - Numero 164 - Novembre 2009 - ISSN 1126-4284 PANORAMA CAD E MOTORI STORIA DI COPERTINA QUALITÀ

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro.... il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Innovazione. Integrazione. Interazione.

Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione.

Dettagli

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Con il rapporto di ricerca presentato dalla Filtea al direttivo del 6 maggio

Dettagli

Riepilogo del progetto

Riepilogo del progetto Riepilogo del progetto 1. Contesto e scopo della agenda strategica Le malattie neurodegenerative (MN) sono condizioni debilitanti e in gran parte incurabili, strettamente legate all'invecchiamento. Tra

Dettagli

No Export..No Party!

No Export..No Party! I nuovi voucher per l internazionalizzazione e la figura del Temporary Export Manager No Export..No Party! Scegliere i mercati, pianificare e realizzare le azioni per rafforzare il business estero FAREXPORT

Dettagli

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill ThinkGet S.r.l. nasce con una mission molto chiara: Sostenere gli individui e le organizzazioni nella realizzazione del successo desiderato. Costituita

Dettagli

Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro. [...] il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

Le esperienze vissute in oltre 30 anni, hanno creato la convinzione che quanto fatto sino ad ora possa definirsi solo un punto di partenza sul

Le esperienze vissute in oltre 30 anni, hanno creato la convinzione che quanto fatto sino ad ora possa definirsi solo un punto di partenza sul Moretti Spa nasce nel 1976 sull idea imprenditoriale dei tre fondatori: Fabrizio Fabbrini, Laura e Marco Cellai, e inizia la sua attività come distributrice di articoli sanitari delle più note marche presenti

Dettagli

Questionario per l Innovazione

Questionario per l Innovazione Questionario per l Innovazione Confindustria, con il progetto IxI - Imprese per l Innovazione - intende offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura dell innovazione e dell

Dettagli

Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics.

Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics. Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics. 66 ilpersonaggio Ingegno e fantasia, la sfida dei robot Dal 1999 è alla guida di un azienda dinamica che distribuisce sul mercato italiano i robot

Dettagli

DNV GL - BUSINESS ASSURANCE

DNV GL - BUSINESS ASSURANCE Executive summary DNV GL - BUSINESS ASSURANCE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Sommario Introduzione Metodologia e campione della ricerca Analisi dello scenario attuale Gestione della salute e sicurezza sul

Dettagli

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre Profilo aziendale Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre competenze e aiutarvi ad ottenere di

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Competenze chiave. OCTAGONA elabora, pianifica, attua e gestisce progetti di:

Competenze chiave. OCTAGONA elabora, pianifica, attua e gestisce progetti di: GROW IN BRAZIL WITH US Company Profile: Brazil 2012 Octagona OCTAGONA è una società di consulenza in international business specializzata nella fornitura di servizi che consentono alle aziende di avviare

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

Verso una nuova dimensione

Verso una nuova dimensione PROFILIO Verso una nuova dimensione 62 La filosofia Lean associata a impianti con elevata automazione. Aumento dimensionale: è questa la strategia alla base dell espansione di Samac, intesa soprattutto

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR

Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR 7 marzo 2011 Comunicato Stampa Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR Antonio Gentile, ex General Manager di Qurius Italia, è ufficialmente entrato a far parte del team Altea a

Dettagli

Qualunque cosa accada

Qualunque cosa accada Qualunque cosa accada Groupama Assicurazioni è una presenza affidabile al vostro fianco per garantire protezione al vostro mondo: casa, auto, salute, risparmio, protezione, previdenza e lavoro Ogni giorno

Dettagli

Soluzioni HR innovative per aziende al passo con i tempi

Soluzioni HR innovative per aziende al passo con i tempi Soluzioni HR innovative per aziende al passo con i tempi sign the change Sommario AZIENDA pag 4 SERVIZI pag 6 REFERENZE pag 11 4 TRENKWALDER Il tuo partner internazionale di fiducia Le risorse umane sono

Dettagli

Venezia, 22 Gennaio 2015

Venezia, 22 Gennaio 2015 Programma Congiunto UNIDO-SMEDA-Italia per l istituzione di una Investment Promotion Unit (IPU) in Lahore, con focus sugli investimenti italiani in Pakistan Venezia, 22 Gennaio 2015 1 Obiettivo: Supportare

Dettagli

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014 Rapporto sulle biotecnologie in Italia BioInItaly Report 2014 Assobiotec-EY Torino, 11 marzo 2014 1. Il sistema delle imprese biotecnologiche in Italia Numero di imprese Anche nel 2013, quello delle biotecnologie

Dettagli

Management Consulting Boutiques e mercati globali

Management Consulting Boutiques e mercati globali Management Consulting Boutiques e mercati globali Antonella Negri Clementi * 1. Un modello distintivo Affiancare l azienda nel momento in cui si trova ad affrontare cambiamenti sostanziali di una o più

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Aggiornato il 6 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

L etica come investimento:

L etica come investimento: L etica come investimento: il coinvolgimento in cause sociali ragione sociale: Monti Ascensori S.p.a. provincia: Bologna addetti: 140 settore: installazione, manutenzione e riparazione di ascensori sito

Dettagli

Crescere da leader Mauro Amadei, Carlo Giomini Intervista di Federica Geraneo

Crescere da leader Mauro Amadei, Carlo Giomini Intervista di Federica Geraneo 23 F3 Crescere da leader Mauro Amadei, Carlo Giomini Intervista di Federica Geraneo MAURO AMADEI È PRESIDENTE DI BERKEL CARLO GIOMINI È PRESIDENTE DI MARKAB CONSULTING Due eccellenze lombarde determinate

Dettagli

la mission Soft System Soft System

la mission Soft System Soft System la mission In Soft System, società customer oriented, poniamo il Cliente al centro di ogni scelta aziendale. Operiamo con e per le aziende affinché possano essere costantemente aggiornate sui progressi

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità,

Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità, Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità, condividendo il rischio d impresa. Caro Imprenditore, Ho trascorso

Dettagli

La responsabilità sociale d impresa in pillole

La responsabilità sociale d impresa in pillole La responsabilità sociale d impresa in pillole Contenuti - RSI: definizione ed evoluzione storica - RSI: da teoria a prassi d impresa - RSI: i benefici e gli strumenti 2 La definizione UE di RSI La responsabilità

Dettagli

TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 02/2012

TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 02/2012 EDITORIALE Da qualche mese abbiamo una nuova sede più prestigiosa, più capiente e più funzionale. Nonostante il periodo non fosse favorevole, ho fortemente voluto questo cambiamento e oggi sono soddisfatto

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

TNT SWISS POST AG CERTIFICAZIONI. Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano.

TNT SWISS POST AG CERTIFICAZIONI. Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano. tntswisspost.com +41 800 55 55 55 2015-03-31 TNT SWISS POST AG Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano. THE PEOPLE NETWORK 1/10 TNT SWISS POST

Dettagli

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione

Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione Per il successo dell azienda ci vuole una buona adesione www.puntolegno.it La soluzione ideale per chi vuole affrontare il mercato con la forza di un grande internazionale, senza perdere la propria identità

Dettagli

La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain.

La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain. Supply Chain Management La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain. Soluzioni e applicazioni di BSI per gestire e mitigare

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto.

Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto. Linde Gas Partner. I punti chiave del Progetto. 02 03 Il Gruppo Linde Il Gruppo Linde Group The Linde Group, con oltre 63.000 dipendenti, è presente in più di 100 nazioni e nel 2013 ha realizzato un fatturato

Dettagli

Dentro l azienda, per l azienda.

Dentro l azienda, per l azienda. Dentro l azienda, per l azienda. Chi è Empeiria Network di professionisti di consolidata esperienza manageriale Dotati di elevate competenze multidisciplinari in settori diversificati, sono in grado di

Dettagli

Il Marketing internazionale

Il Marketing internazionale Il Marketing internazionale Bergamo, 27 febbraio 2012 Temi che verranno affrontati Definizione del concetto marketing Il piano di marketing Tipologie di marketing Internazionalizzazione d impresa IL Marketing

Dettagli

Team Building e Volontariato d impresa

Team Building e Volontariato d impresa Team Building e Volontariato d impresa LE MALATTIE RARE OGNI MINUT0 NEL MONDO NASCONO 10 BAMBINI COME TOMMASO, AFFETTI DA UNA MALATTIA GENETICA RARA. La Formazione di Valore produce VALORE Rebis e Zeta

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Il 2005 è stato un anno impegnativo

Il 2005 è stato un anno impegnativo Aar e Ticino SA di Elettricità Bahnhofquai 12, CH-4601 Olten Fa testo quanto verbalmente espresso. 27 aprile 2006 111 a Assemblea generale dell Atel del 27 aprile 2006 Il 2005 è stato un anno impegnativo

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

L internazionalizzazione delle imprese italiane. Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management

L internazionalizzazione delle imprese italiane. Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management L internazionalizzazione delle imprese italiane Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management L internazionalizzazione produttiva delle imprese italiane Fenomeno complesso e differenziato

Dettagli

COMPANY PROFILE. Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende.

COMPANY PROFILE. Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende. COMPANY PROFILE Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende. La storia del Gruppo Maggioli ha inizio un secolo fa e da allora procede, attraverso quattro

Dettagli

Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani.

Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. Lavori Servizi Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. CHI SIAMO Il Consorzio Italwork consta oggi di 400 risorse, di cui fanno parte professioni

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla La sclerosi multipla La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale spesso progressivamente invalidante. Un processo infiammatorio

Dettagli

FULLFARMA Viale Danimarca, zona industriale Battipaglia (SA) Telefono: +39 0828/346473 Email: fullfarma@a4dc.it

FULLFARMA Viale Danimarca, zona industriale Battipaglia (SA) Telefono: +39 0828/346473 Email: fullfarma@a4dc.it FULLFARMA Viale Danimarca, zona industriale Battipaglia (SA) Telefono: +39 0828/346473 Email: fullfarma@a4dc.it www.a4dc.it A4 Design @Design_A4 Progetto promosso e curato da A4Design Nata dall intesa

Dettagli

Leadership aziendale e competenza professionale.

Leadership aziendale e competenza professionale. DOSSIER FRANCHISING Leadership aziendale e competenza professionale. BluEnergyControl srl è un azienda che vanta tredici anni di esperienza nelle energie rinnovabili e, ad oggi, opera prevalentemente con

Dettagli

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI Project management Pag. 1 di 5 PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI I motivi per cui la metodologia di project management è attualmente ritenuta uno strumento vincente nella

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO.

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Diventare Consulente assicurativo personale ERGO significa essere protagonista nel mercato, in uno scenario unico del panorama italiano, con

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

Soluzioni energetiche dedicate. A contatto con le vostre attività

Soluzioni energetiche dedicate. A contatto con le vostre attività Soluzioni energetiche dedicate A contatto con le vostre attività A contatto con le vostre attività Il successo dei nostri clienti è da sempre al centro dei nostri interessi. Li consideriamo, infatti, come

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

progetto persona chiamato Sinteco, fondata nel 1984, si occupa di progettazione

progetto persona chiamato Sinteco, fondata nel 1984, si occupa di progettazione progetto Un persona chiamato di Daniele Pascucci La ricorrenza dei trent anni di attività della Sinteco ci permette di andare a vedere più da vicino questa realtà produttiva, alla scoperta di un azienda

Dettagli

Presentazione Generale del gruppo Coface COFACE PRESENTATION / AUGUST 2014 1

Presentazione Generale del gruppo Coface COFACE PRESENTATION / AUGUST 2014 1 Presentazione Generale del gruppo Coface COFACE PRESENTATION AUGUST 2014 1 Indice 1. Dati chiave p. 3 2. Risultati 2013 p. 8 3. Core Business p. 12 4. L offerta Coface p. 23 AVRIL Date 2014 COFACE TITLE

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 7 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze sono necessarie... 8 Conoscenze... 12

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche?

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? Sintesi dei risultati Premessa L internazionalizzazione del sistema produttivo italiano costituisce uno degli obiettivi

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

Il caso Fusina (tratto dalla Tesi Innovazione e artigianalità nel made in Italy della D.ssa Manuela Marini Università degli Studi di Padova)

Il caso Fusina (tratto dalla Tesi Innovazione e artigianalità nel made in Italy della D.ssa Manuela Marini Università degli Studi di Padova) Il caso Fusina (tratto dalla Tesi Innovazione e artigianalità nel made in Italy della D.ssa Manuela Marini Università degli Studi di Padova) La storia Fusina è una piattaforma creativa di servizi di design

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli

Il data warehouse nelle aziende italiane

Il data warehouse nelle aziende italiane Byte Italia n.10 - vembre 1998 di Corrado Giustozzi e Pierluigi Ascani Il nuovo ruolo dell Information Technology aziendale è quello di fornire al top management informazioni rapide ed efficaci sulle quali

Dettagli

Commento ai grafici: l analisi viene condotta su un totale di 215 imprenditori e manager d azienda.

Commento ai grafici: l analisi viene condotta su un totale di 215 imprenditori e manager d azienda. RISULTATI SURVEY INTERNATIONAL MANAGEMENT Luglio 2013 Premessa: l Area Executive Education della Fondazione CUOA ha lanciato un indagine per analizzare i fabbisogni formativi di imprenditori, manager e

Dettagli

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism CONSULTING Trend, Strategy & Marketing in Tourism TSM Consulting vuole dare un contributo sostanziale al settore del turismo, migliorando la comprensione e la soddisfazione della domanda e aumentando la

Dettagli

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A.

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. FBA Fondo Banche Assicurazioni Avviso 1/2014 Piani aziendali, settoriali e territoriali FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. 1 MOTIVAZIONI AZIENDALI In un momento

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica. Relatore Giancarlo Ferrero

Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica. Relatore Giancarlo Ferrero 1 Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica Relatore Giancarlo Ferrero AUTORI DELLA RICERCA Università degli Studi di Macerata Elena Cedrola Giacomo Gisti Università Politecnica

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing SALARY SURVEY 2015 Sales & Marketing Sales & Marketing Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it Sales & Marketing Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Pianificazione e ottimizzazione delle risorse per il settore della Sanità

Pianificazione e ottimizzazione delle risorse per il settore della Sanità Pianificazione e ottimizzazione delle risorse per il settore della Sanità ORTEC consente alle aziende ospedaliere, alle strutture sanitarie e alle case di cura/ricovero di fornire di migliorare la qualità

Dettagli

Il profilo. Le tappe della crescita. Una storia italiana di successo. Value Partners Management Consulting. Value Team IT Consulting & Solutions

Il profilo. Le tappe della crescita. Una storia italiana di successo. Value Partners Management Consulting. Value Team IT Consulting & Solutions Cartella stampa Milano, marzo 2007 Il profilo Le tappe della crescita Una storia italiana di successo Value Partners Management Consulting Value Team IT Consulting & Solutions La presenza internazionale

Dettagli

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente L Autodromo di Monza ospiterà dal 23 al 26 maggio 2013 una manifestazione dedicata alla qualità dell ambiente, allo sviluppo di nuove tecnologie

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Contesto della proposta (1) La conoscenza costituisce il fulcro dell Agenda di

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

Imprese chimiche tra crisi e rinnovamento

Imprese chimiche tra crisi e rinnovamento Imprese chimiche tra crisi e rinnovamento Analisi sui cambiamenti realizzati dalle imprese di chimica fine e specialità per affrontare la crisi Centro Studi Federchimica Giugno 2011 Con un questionario

Dettagli

NGN CATANIA. Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010. Dr. Franco Bernabè

NGN CATANIA. Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010. Dr. Franco Bernabè Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010 Dr. Franco Bernabè 1. Oggetto dell Incontro Vi ringrazio per aver accettato il nostro invito. Lo scopo dell evento di oggi è quello di annunciare l avvio

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Pagina 1 di 1 DNV GL

Pagina 1 di 1 DNV GL Pagina 1 di 1 DNV GL Operare a salvaguardia della vita, della proprietà e dell ambiente per un futuro più sicuro, più intelligente e più verde. Questo è l ambizioso obiettivo di DNV GL, una delle principali

Dettagli

IL SEGRETO DI UN SUCCESSO CHE DURA DA 80 ANNI. di Lara Peracchi

IL SEGRETO DI UN SUCCESSO CHE DURA DA 80 ANNI. di Lara Peracchi RAVIOLI IL SEGRETO DI UN SUCCESSO CHE DURA DA 80 ANNI...si nasconde nei prodotti di qualità, ma ancor più nelle persone che hanno costruito l azienda, anno dopo anno. Cercando di capire la filosofia seguita

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati Il progetto Sedie d autore dei comaschi Contrada degli artigiani ha vinto la finale italiana della Global Social Venture Competition, il concorso

Dettagli

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Tavola rotonda del convegno del giorno 11 ottobre 2013 presso l Università di Bergamo via dei Caniana - ore 14,30 17 Domande traccia per

Dettagli

Caso studio. Brunner AG passa ai servizi multicanale. Gennaio 2011

Caso studio. Brunner AG passa ai servizi multicanale. Gennaio 2011 Caso studio Gennaio 2011 L azienda svizzera realizza la transizione grazie all apparecchiatura di stampa di produzione digitale Commenti o domande? Sommario Introduzione... 3 Dalla stampa offset ai servizi

Dettagli