Fare Ricerca e Innovazione a livello europeo: il nuovo Programma Horizon 2020 R E G G I O E M I L I A, 1 6 G E N N A I O

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fare Ricerca e Innovazione a livello europeo: il nuovo Programma 2014 2020 Horizon 2020 R E G G I O E M I L I A, 1 6 G E N N A I O 2 0 1 4"

Transcript

1 Fare Ricerca e Innovazione a livello europeo: il nuovo Programma Horizon 2020 R E G G I O E M I L I A, 1 6 G E N N A I O

2 Programma INTRODUZIONE e RELAZIONE Davide Bezzecchi - Unindustria Reggio Emilia Luca Rossi - CERR - Confindustria ER Ricerca DIBATTITO ED INTERVENTI Università, Centri per l Innovazione, Consulenti, Aziende NETWORKING ED INCONTRI INDIVIDUALI DI APPROFONDIMENTO Aziende interessate

3 Obiettivi Presentazione di Horizon 2020: alcuni elementi chiave (Mappa per orientarsi) Conoscerci e dare vita ad una sorta di rete delle competenze da parte degli operatori che a vario titolo sul territorio reggiano e regionale operano professionalmente sul tema dei progetti di ricerca europei: mi riferisco a università, centri di ricerca, consulenti,.. Non a caso sono stati invitati e sono presenti diversi amici che potranno poi intervenire per raccontare esperienze, competenze e interessi.. Raccogliere manifestazioni di interesse da parte di imprese interessate a fare parte di un club della ricerca europea anche a livello regionale Verificare con incontri individuali al termine della parte seminariale le prime idee delle aziende interessate e fare networking tra i presenti

4 Premessa Ci sono state e ci saranno altri incontri di presentazione del nuovo Programma per la ricerca e l innovazione della UE Horizon 2020 che va dal 2014 al 2020; oggi abbiamo pensato di usare un approccio diverso. Tanti parlano di Progetti europei concentrandosi sulle risorse o limitandosi a dire che è uscito un bando risultato: poche aziende Italiane riescono a vincere in Europa. Proviamo a fare un passo in avanti e superare il Gap. Riteniamo che sia inutile dilungarci nei tecnicismi alquanto complessi dei Programmi Europei: alle imprese dobbiamo trasmettere alcuni concetti chiave e soprattutto perché, cosa vuol dire e come fare ricerca e innovazione a livello europeo (azione culturale). Vogliamo spostare l attenzione dalla presentazione delle opportunità di finanziamento alle domande/esigenze/competenze delle imprese; i tecnici poi troveranno i bandi e i canali di finanziamento più opportuni, i partner (consorzio di ricerca), i ricercatori idonei. Come sistema Confindustria vogliamo andare oltre la semplice informazione per concentrarci sul lavoro di pre valutazione dell idea e di segnalazione ricerca partner.

5 Alcuni dati Progetti Unimore - Programma Quadro : 248 proposte di cui 69 approvate (27,82%) a fronte di un tasso nazionale Miur del 16,60% per circa 15 ML di euro di questi 15 sono stati coordinati da Unimore ca 300 docenti Progetti approvati in ER ultimo Programma Quadro ( ): dati ASTER: poche centinaia di aziende coinvolte Partecipazione Italiana al 7 Programma quadro: molte domande, progetti di piccole dimensioni, pochi progetti come coordinatori (ruolo centrale del progetto) Poche Aziende associate hanno partecipato a progetti europei I vari soggetti: Università, consulenti, Centri per l Innovazione, Enti di ricerca, ecc.) a Reggio Emilia e in ER (come nel resto del Paese) si sono mossi senza una strategia condivisa e in ordine sparso.

6 La rete a supporto delle imprese Tanti attori, diverse competenze e mission.. Sistema Confindustria (da Bruxelles a Reggio E.) Università ed Enti di ricerca (Unimore, CNR, Enea, IIT, ) Centri per l innovazione (REI, Democenter Sipe, Crit, ) Consulenti Enti pubblici (Comune e Provincia) Organizzazioni (Reggio Childreen, CRPA, ) Aster, Apre, ecc. Se interessati, vorremmo dare vita ad un coordinamento informale di soggetti che periodicamente collaborano e si scambiano informazioni, esperienze, ricerca partner, ecc.

7 Il Valore per le aziende di partecipare ai progetti europei Finanziare la ricerca (125% dei costi diretti sostenuti) e l innovazione (95% dei costi diretti sostenuti): copertura costi diretti della ricerca (100%) e dell innovazione (70%) + 25% dei costi diretti come costi indiretti (esempio: Costi diretti = 100, costi indiretti = 25, costi totali = 125, contributo UE = 125) Networking (si entra in una rete di soggetti a livello europeo facendo conoscere il proprio marchio) Internazionalizzazione (opportunità di entrare in nuovi mercati, conoscere partners commerciali, ecc.) Sviluppo culturale (si fa ricerca e innovazione ad altissimo livello, il personale coinvolto partecipa a progetti complessi in un contesto internazionale) Conoscenza Centri di ricerca/università a livello internazionale.

8 Prerequisiti per la partecipazione Forte commitment dell impresa: occorre investire tempo, risorse umane ed economiche (forti rischi di insuccesso dovuti alla forte competizione) Logica di medio periodo (continuare a provare anche dopo un insuccesso ) Partire prima dell uscita del Bando Minimo di cultura dei progetti europei (es. Regole base di partecipazione, terminologia es. KET, Sfide Sociali, differenza tra Ricerca e Innovazione,.) Avere idea davvero innovativa rispetto allo stato dell arte del proprio settore (vedi Banche dati progetti realizzati e Work programmes)

9 Le politiche e gli obiettivi europei: la strategia Europa 2020 A. EUROPA 2020 (3 MARZO 2010) la strategia decennale della UE per realizzare 3 priorità 1. Crescita intelligente - SMART 2. Crescita sostenibile - SUSTAINABLE 3. Crescita inclusiva - INCLUSIVE..e 5 OBIETTIVI QUANTITATIVI tra cui Aumento degli investimenti R&S&I al 3% del Pil dell Ue (oggi meno del 2%) e meno 20% emissioni gas serra/ 20% da fonti rinnovabili / + 20% efficienza energetica. B. 7 INIZIATIVE FARO per raggiungere 3 priorità e 5 obiettivi tra cui l iniziativa INNOVATION UNION che vuole: Migliorare le condizioni generali per realizzare un ambiente favorevole all'innovazione Sfruttare il potenziale scientifico ed innovativo dell UE ed evitare dispersione degli sforzi Garantire che le idee innovative possano trasformarsi in prodotti e servizi nuovi in grado di rispondere ai problemi della società Realizzare una vera Unione dell Innovazione (concetto ampio di innovazione) C. HORIZON 2020: Nuovo programma di finanziamento in materia di ricerca e innovazione articolato in 3 Pillar/Pilastri per realizzare l Innovation Union.

10 Altri Programmi comunitari LIFE + (3,6 miliardi x 7 anni): programma per l ambiente e per il clima COSME (2 miliardi x 7 anni): programma per sostenere Cluster di imprese, settore turismo, nuova imprenditorialità, favorire accesso al credito e favorire internazionalizzazione (specie PMI) ERASMUS + (16 miliardi x 7 anni): programma per la gioventù, formazione e sport (Mobilità dei giovani e individui)

11 Horizon 2020 in pillole Unico programma, regole più semplici, bandi con scadenze plurime, + di 70 miliardi di euro Partecipazione: ricerca collaborativa (minimo 3 aziende di 3 paesi diversi, regola generale) ma anche da soli (strumento PMI) Fatto da 3 Pillar Pilastri (alle imprese interessa in particolare l asse 1 Leit del secondo pilastro Industrial Leadership + il terzo pilastro Societal Challenges) + strumento PMI Finanziamento: Costi diretti: massimo il 100% dei costi eleggibili totali (eccetto per le azioni più vicine al mercato, dove il limite massimo è fissato al 70%); Costi indiretti: tasso forfettario pari al 25% dei costi diretti ammissibili Approccio: Top Down (approccio tradizionale: progetti proposti dalle aziende devono rispondere ai topics definiti nei WP - Work programme) ma anche Buttom Up (progetti proposti liberamente rispetto ad obiettivi più generici sempre contenuti nei WP) Ricerca ma anche Innovazione (close to market.) - Finanziamenti a copertura dell insieme delle attività che vanno dalla ricerca al mercato; - Maggiore supporto all'innovazione e alle attività vicine al mercato; - Maggiore sostegno alla realizzazione e diffusione di processi innovativi (testing, piloting, dimostrazioni di nuove tecnologie) e a tutte le forme di innovazione (business models, social innovation); - Uso estensivo di strumenti finanziari con effetto leva Lo Strumento PMI:strumento trasversale ai pilastri 2 e 3 e articolato in tre fasi.

12 Horizon 2020: i 3 pilastri (pillar) 1. Excellent Science ES (4 programmi/assi) Per generare l eccellenza scientifica, sostenere le migliori idee e sviluppare le competenze, per fare dell Europa un polo di attrazione per i migliori ricercatori mondiali 2. Industrial leadership IL (3 assi) Per creare una leadership industriale europea e incoraggiare investimenti in R&I in Europa, promuovendo la diffusione delle KET - Key Enabling technolgies (ad es.ict, nanotecnologie, microelettronica,biotecnologie, materiali avanzati e sistemi di produzione) e quindi lo sviluppo di nuovi prodotti innovativi che contengono più tecnologie abilitanti (asse 1: Leadership in enabling and industrial technologies - LEIT) 3.Societal Challenges - SC (7 sfide) Per affrontare i problemi della società e sostenere attività lungo la catena ricerca di laboratorio accesso al mercato

13 Il pilastro 1. Excellent Science 24 miliardi circa Protagonisti di norma (idea di partenza): Università ed enti di ricerca + imprese per parte sviluppo/sperimentazione (non da sole) Eccellenza scientifica, progetti interdisciplinari Approccio Bottom up e Top down Programmi/assi: 1.Ricerca di frontiera (ERC) 2.Tecnologie future ed emergenti (non solo ICT es. Grafene e Progetto Cervello umano) - FET 3.Infrastrutture di ricerca (laboratori,.) 4.Sviluppo carriere e mobilità ricercatori (AZIONI MARIE CURIE)

14 Il pilastro 2. Industrial Leadership (17 miliardi ca) ASSE 1 LEIT - leadership in Enabling Technologies (KET - Key Enabling Technologies) Leit I: ICT (internet del futuro, micro e nano elettronica, robotica, fotonica,..) Leit II: NMPB ovvero: Nanotecnologie (sviluppo di nanomateriali, nanosistemi,nanodispositivi) Materiali Avanzati (tecnologie per materiali abilitanti e multifunzionali, mat. per industria sostenibile, sviluppo e trasform.di materiali, ) Produzione e lavorazione avanzata (tecnologie per le fabbriche del futuro, tec. per edifici intelligenti, tec. sostenibili nelle industrie di processo energivore, nuovi modelli di business sostenibili,..) Biotecnologie (incrementare uso di biotec per produrre nuovi prodotto/processi da applicarsi in settori come il sanitario e l agroalimentare es. processi industriali basati su Biotec.) Leit III: Spazio ASSE 2 accesso al finanziamento con capitale di rischio ASSE 3 innovazione nelle Pmi (per Pmi ad alta intensità di ricerca Ex Eurostars, azioni di supporto e accompagnamento)

15 Il pilastro 2 asse 1 LEIT KET Tecnologie abilitanti fondamentali 6 tecnologie abilitanti fondamentali e trasversali a tutti settori produttivi ad alta intensità di conoscenza e di ricerca e su cui la UE ha deciso di INVESTIRE Obiettivo: sviluppare in Europa l applicazione su scala industriale delle KET e incentivare lo Sviluppo di prodotti/processi/servizi basati sulle KET. I prodotti avanzati sono una combinazione di KET. KET: nanotecnologie, micro/nanoelettronica, biotecnologie industriali, materiali avanzati, fotonica e tecnologie avanzate di produzione. Sono di fondamentale importanza per plasmare l innovazione e la competitività future della UE. Si prevede che il mercato globale delle KET passi dai 650 miliardi di EUR circa del 2008, a oltre miliardi di EUR nel 2015; Tutte le industrie di punta a livello mondiale nel settore automobilistico, chimico, aeronautico, aerospaziale, sanitario, dell energia, ecc. utilizzano le KET Forniscono le basi tecnologiche necessarie a un ampia gamma di applicazioni di prodotti innovativi, assolutamente necessari per fronteggiare le sfide della società. Hanno rilevanza sistemica perché alimentano il valore della catena del sistema produttivo e hanno la capacità di innovare i processi, i prodotti, i servizi in tutti i settori economici La maggior parte dei prodotti e dei servizi sul mercato nel 2020 è ancora sconosciuta ma il motore principale del loro sviluppo sarà l applicazione delle KET

16 Il pilastro 2 asse 1 LEIT KET Tecnologie abilitanti fondamentali Esempi di PRODOTTI basati su KET sono: i LED fotonici ad alto rendimento; le batterie avanzate, che combinano materiali avanzati e nanotecnologie, finalizzate alla elettromobilità; i biochip che combinano materiali avanzati, nanoelettronica e fotonica, in campo diagnostico; i pneumatici a basso attrito, basati sulle biotecnologie industriali; i nanocomponenti, di origine nanoelettronica, destinati ai telefoni cellulari, ecc 3 ESEMPI DI INTEGRAZIONE TRA DIVERSE KET PER RISPONDERE ALLE SFIDE SOCIALI DELLA SOCIETA EUROPEA SFIDA 1: diffusione Società digitale Prodotto: Smartphone che integra materiali avanzati, nanotecnologia (Mems), microelettronica (chip), fotonica (camera), e domani magari le biotecnologie??? SFIDA 2: migliorare la Salute realizzare sistemi diagnostici efficaci e rapidi Prodotto: Test contro l influenza aviaria real time che comprende biotecnologie (dna), fotonica (strumenti ottici), microelettronica (biochip), materiali avanzati (nano etichette), nanotecnologie SFIDA 3: riduzione emissioni inquinanti (Energia/Trasporti) Prodotto: Veicolo elettrico realizzato con fotonica (leds), materiali avanzati e biotec industriali (pneumatici a basso attrito e nanopolveri per batterie), Nanotecnologie (sensori),.

17 Il pilastro 2. Industrial Leadership: Calls ASSE 1 LEIT - leadership in Enabiling Technologies Leit I - ICT (7 calls tra cui i seguenti Topics: robotics, fotonica, mirco e nanoelettronica, future internet, factory of the future,components and systems, ) Vedi unico WP Leit II - NMPB ovvero: Nanotecnologie, Materiali Avanzati,Produzione e lavorazione avanzata (14 calls) Vedi unico WP tra cui i seguenti Topics: BIOTEC - Biotecnologie (incrementare uso di biotec per produrre nuovi prodotto/processi da applicarsi in settori come il sanitario e l agroalimentare es. processi industriali basati su Biotec.) NMP Nanotecnologie, Materiali, Produzione FoF - Factories of the future EeB - Energy - efficient buildings Spire Leit III - Spazio (8 calls) Vedi unico WP

18 Il pilastro 3. Societal Challenges 30 miliardi circa, 7 sfide fondamentali della società europea: 1.Health, demographic change and wellbeing (es.ict e salute, farmaci innovativi, prevenzione malattie) 2.Food security, sustainable agriculture, marine and maritime research, and the bio economy (es. incrementare la produzione di generi alimentari, commercializzare prodotti alimentari più sani, sicuri e tracciabili,..) 3.Secure, clean and efficient energy (es.edifici ad emissione zero, riscaldamento da rinnovabili, bioenergia, celle a combustibile ed idrogeno, fornitura di energia a basso costo, xx) 4.Smart, green and integrated transport 5.Climate action, resource efficiency and raw materials (es.materie prime tradizionali: migliorare estrazione, lavorazione e riciclo; trovare materie prime alternative meno inquinanti,.) 6.Inclusive, innovative and reflective societies (scienze sociali ed umane) 7.Secure societies (es. fronteggiare i disastri naturali e causati dall uomo, sicurezza del Web, )

19 Il pilastro 3. Societal Challenges: Calls Health, demographic change and wellbeing 8 Calls, unico WP 2.Food security, sustainable agriculture, marine and maritime research, and the bio economy 14 Calls unico WP 3.Secure, clean and efficient energy 16 Calls unico WP 4.Smart, green and integrated transport 5 Calls unico WP 5.Climate action, resource efficiency and raw materials 12 Calls unico WP 6.Inclusive, innovative and reflective societies 15 Calls unico WP 7.Secure societies 5 Calls unico WP

20 Lo Strumento PMI E trasversale ai pilastri: applicato a tutte le sfide della società (3 pilastro) ed alle tecnologie abilitanti LEIT (asse 1 del 2 pilastro); Indirizzato a tutti i tipi di PMI innovative che presentino una forte volontà di crescere, svilupparsi e internazionalizzarsi; Partecipazione riservata esclusivamente alle PMI (il sostegno a una sola impresa è possibile, la collaborazione è consigliabile); Orientato al mercato close to market : finanziamento al 70% dei costi diretti; Costituito da 3 fasi piu' il coaching (possibilità di entrare nella fase 1 e fase 2); Competitivo, dimensione europea,solo le migliori idee passano la fase 1; Bandi (sempre aperti con 4 scadenze/anno valide per tutti i topic; apertura: 01/03/014) secondo approccio bottom up (budget: 250 milioni per ciascun anno 2014 e 2015) - VEDI SCHEDA ALLEGATA CON I BANDI su cui è possibile partecipare con questo strumento

21 Lo Strumento PMI Approccio senza soluzioni di continuità 3 fasi dall IDEA al MERCATO Fase 1: valutazione della idea e della fattibilità o o Lump sum: circa , durata 6 mesi Si parte da un busines plan (BP) di 10 pagine ca e si arriva ad un business plan elaborato valutando la fattibilità tecnologica e potenziale commerciale dell idea, regime IP, ricerca partners, applicazione pilota, Fase 2: R&D,Dimostrazione, prima applicazione commerciale o o o Output based payments: 1 3 M, 12/24 mesi Si parte dal Business plan elaborato + descrizione attività da realizzare (30 pagine ca) per arrivare ad un BP per l investitore; Attività: sviluppo prototipo, test, piloting, scaling up, market replication Fase 3: Commercializzazione o Nessun finanziamento diretto, supporto per accedere alla finanza privata e altri servizi di sostegno Coaching per Migliorare il potenziale e l'impatto commerciale della partecipazione delle PMI nello strumento PMI, fornito durante le 3 fasi dello strumento; fornito attraverso un pool Europeo di coaches; Nr. di coaching days basato su bisogni del cliente

22 Lo strumento PMI: Calls Pilastro 2 - ASSE 1 LEIT - leadership in Enabiling Technologies Leit I - ICT (ICT 37) Leit II - NMPB ovvero: Nanotecnologie, Materiali Avanzati, Produzione e lavorazione avanzata e Biotecnologie BIOTEC 5 NMP 25 Leit III - Spazio (SME Space I) Pilastro 3 Societal Challenges (9 bandi: Health PHC 12, Food SFS 8, BG 12, Energy SIE 1, Transport IT 1, Environment SC 5, Inclusive societies INSO 9 10, Secure Societies DRS 18)

23 Le 3 Principali Tipologie d azione per Horizon 2020 A. PROGETTI COLLABORATIVI (TUTTI I PILASTRI, almeno 3 proponenti di 3 Paesi diversi) 1. RESEARCH AND INNOVATION ACTION (100% costi diretti) Sviluppo di nuove conoscenze per risolvere un problema o studiare la realizzabilità di una nuova o migliorata tecnologia, prodotto/processo/servizio Ricerca di base, ricerca applicata, sviluppo tecnologico e integrazione, testing e validazione su prototipi di piccola scala in laboratorio o in ambiente, simulazioni poca attività di dimostrazione o pilota 2. INNOVATION ACTION (70% costi diretti) close to market actions Attività rivolte a realizzare progetti, piani, disegni di nuovi o migliorati prodotti/processi/servizi Prototipazione, collaudo, dimostrazione, sviluppo sperimentale, progetti pilota, prime applicazioni commerciali Demonstration or pilot: validare la fattibilità tecnica ed economica di un nuovo o migliorato prodotto/tecnologia/processo/servizio/soluzione in un ambiente operativo (industriale o no) con se possibile una larga scala di prototipi o dimostratori Market replication: per supportare la prima applicazione/sviluppo sul mercato di una innovazione che è già stata dimostrata ma non ancora applicata/sviluppata sul mercato a causa di barriere all adozione o mancanze di mercato B. STRUMENTO PMI (SOLO ASSE 1/PILASTRO 2 E PILASTRO 3, anche un solo proponente)

24 Quadro sintetico Tipologie d azione, Pilastri, Approccio, Tipo azienda Pilastro 1 Pilastro 2 Pilastro 3 Grandi Imprese e PMI Progetti collaborativi di ricerca e innovazione Progetti collaborativi di ricerca e innovazione Progetti di Innovazione Progetti collaborativi di ricerca e innovazione Progetti di Innovazione Bottom Up (principale) e Top Down Top Down Top Down Solo PMI Strumento PMI (solo asse 1 - LEIT) Strumento PMI Bottom Up Bottom Up

25 Criteri di eleggibilità e Costi ammissibili CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI (in generale per ciascun punteggio scala da 1 a 5 e soglia pari a 3; punteggio generale soglia pari a 10; occorre verificare per ciascun Work programme) A. ECCELLENZA SCIENTIFICA (in particolare per pilastro 1 e progetti di R&D): chiarezza e pertinenza degli obiettivi, Credibilità dell approccio, essere oltre lo stato dell arte, ecc. B. IMPATTO (in particolare per pilastro 2 e progetti di Innovazione): come il progetto persegue gli obiettivi (expected impacts del topics come indicato nel Work programme), azioni di sfruttamento e diffusione dei risultati compreso IPRR, come rafforza capacità di innovazione, C. QUALITA ED EFFICIENZA DELL ATTUAZIONE (es. coerenza ed efficacia del Work plane -compiti/risorse, complementarietà del partenariato del consorzio, struttura del management del progetto e procedure) COSTI Personale Materiali per fare ricerca Costi per beni e attrezzature limitatamente alla quota di ammortamento per il periodo di durata dei progetti Costi di trasporto, vitto e alloggio Costi di subcontracting (es. prove di laboratorio o piccole consulenze) Nel calcolo dei costi indiretti (pari al 25% dei costi diretti) occorre togliere i costi di subcontracting e di terze parti

26 Livelli di Tecnologia Technology Readiness Level (TRL) A. Per TRL si intende una scala di 9 livelli con cui è possibile misurare una tecnologia andando dalla ricerca di base (es. Principi base osservati -TRL 1) allo sviluppo sperimentale (es. dimostrazione nell ambiente operativo -TRL 7) fino alla prima produzione; B. Occorre verificare nel Documento di lavoro (WP) e nei singoli Bandi il livello di TRL di partenza e di arrivo cui devono tendere i singoli progetti; C. Ad esempio di norma Progetti di ricerca partono da un TRL basso per arrivare ad un livello intermedio mentre per i Progetti di Innovazione si parte da un TRL medio per arrivare ad un TRL avanzato.

27 Livelli di Tecnologia Technology Readiness Level (TRL)

28 Esempio di Work Programme - WP struttura per ogni Topics In generale per ogni asse/programma di uno dei 3 pillar abbiamo un Work programme che contiene più Calls e i singoli Topics A. Specific Challenge: presenta il contesto e il problema da risolvere e perché è necessario intervenire; Si indica anche il livello di TRL di partenza e di arrivo del progetto; Si indica anche la dimensione economica del progetto suggerita. A. Scope: approfondisce il problema, definisce il focus e i confini delle possibili azioni ma senza descrivere gli specifici approcci; B. Expected Impact: delinea gli obiettivi da raggiungere, gli elementi chiave di ciò che ci si attende in relazione alla sfida in questione. C. Type of action: es. Research and innovation action oppure Innovation action oppure Strumento PMI o altre (le tre azioni principali) ESEMPIO - Bandi aperti (sito di APRE)

29 Esempi di progetti A. Progetto ideale : progetti di ricerca e/o innovazione per realizzare prodotti/servizi/processi oggi non presenti sul mercato (oltre lo stato dell arte) capaci di rispondere ad uno o più dei 3 criteri (crescita smart, sustainable, inclusive) e ad una o più delle 7 sfide sociali integrando una o più delle 6 Tecnologie abilitanti fondamentali (KET). B. Un progetto che tiene insieme due o più KET (es. microelettronica e Materiali avanzati) per realizzare prodotti innovativi capaci di risolvere ad esempio una sfida sociale (es. Sicurezza sociale, trasporti, energia, ).e che attraversa differenti settori (ICT, prodotti per la casa, abitazioni, trasporti,.); C. Progetto volto a sviluppare nanomedicine e nuove nanotecnologie di diagnosi o medicina rigenerativa (mettendo insieme fotonica, materiali avanzati, biotecnologie e nanotecnologie) per rispondere alla sfida sociale salute e invecchiamento popolazione. D...

30 Cosa devono fare le aziende interessate Acquisire concetti base (consigliato leggere il Work Programme del tema di interesse per vedere i Topics; priorità per le aziende: WP Leit ICT e NMPB poi WP delle 7 Sfide Sociale) + Commitment Compilare scheda pre valutazione da inviare a Unindustria RE cui seguirà incontro (focus su stato dell arte della tecnologia/idea proposta e su Ricerca Vs innovazione) Strutturare una proposta di successo (esempio di temi da affrontare) dopo la fase di Pre valutazione -Il piano di lavoro: workpackage, milestone e deliverable, diagramma di Gantt e di Pert -Il piano finanziario: budget e ripartizione delle risorse tra i partner -WP management: cenni a struttura del management di progetto, ruoli e responsabilità di ciascun partner -Il piano dei rischi: gestire e minimizzare i rischi - Il piano per lo sfruttamento dei risultati: impatto, dissemination, exploitation - Cenni alla gestione della proprietà intellettuale. Dopo la presentazione del progetto la Commissione impiega 5 mesi per comunicare esito della valutazione fatto da esperti indipendenti + 3 mesi per la negoziazione e la firma del Grant agreement.

31 La pre valutazione dell idea: esempio Elementi per pre valutazione (ESEMPIO DI SCHEDA): TITOLO DEL PROGETTO / PROJECT TITLE PROPONENTE/ APPLICANT/ e CONTATTO / CONTACT PERSON PRECEDENTI ESPERIENZE DI PROGETTI EUROPEI (POSSESSO O NO DEL PIC Codice di identificazione del partecipante) BREVE DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA PROGETTUALE / BRIEF DESCRIPTION PROJECT PROPOSAL (MAX 15 RIGHE) SCHEMA DEL CONSORZIO, RUOLI E COMPITI PRINCIPALI DI CIASCUN PARTNER / SCHEME OF CONSORTIUM, MAIN ROLE AND TASKS OF EACH PARTNER) (NON NECESSARIO PER STRUMENTO PMI e se non già individuato) BREVE DESCRIZIONE DELLA RICERCA / INNOVAZIONE PROPOSTA E DEI PRINCIPALI BENEFICI CHE IL PROGETTO INTENDE CONSEGUIRE A LIVELLO EUROPEO CON RIFERIMENTO ALLO STATO DELL ARTE / BRIEF DESCRIPTION OF THE RESEARCH/INNOVATION CHARACTER AND EXPECTED MAIN BENEFITS OF THE PROJECT PROPOSAL AT EUROPEAN LEVEL (MAX 15 RIGHE) RISULTATI ATTESI / EXPECTED RESULTS (MAX 10 RIGHE) STRATEGIA DI PENETRAZIONE DEL MERCATO / MARKET UPTAKE (MAX 15 RIGHE) DURATA DEL PROGETTO / PROJECT DURATION COSTO TOTALE STIMATO/ TOTAL ESTIMATED COST e PRINCIPALI TIPOLOGIE DI SPESA

32 Per maggiori informazioni Programma Horizon: Horizon 2020: Research Participant Portal: Confindustria : riferimento portale Unindustria Reggio Emilia Ricerca e Innovazione Aster e First: Apre:

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020)

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) PREMESSA Per l attuazione delle proprie politiche la Commissione europea finanzia un ampio numero di programmi/strumenti

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

PROGETTAZIONE EUROPEA:

PROGETTAZIONE EUROPEA: PROGETTAZIONE EUROPEA: SUGGERIMENTI PER LA STESURA DI PROGETTI DI RICERCA EUROPEI A cura di: Dott.ssa Federica Fasolato Divisione Ricerca Sezione Internazionale e Nazionale ricerca@unive.it Per ulteriori

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 Concorso di idee per iniziative imprenditoriali innovative Che cosa è Valore Assoluto è un iniziativa della Camera di Commercio di Bari, giunta al terzo anno di attività e finalizzata

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta European IPR Helpdesk Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta Lo European IPR Helpdesk è gestito dall Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie imprese della Commissione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46, che, all articolo 14, ha istituito il Fondo speciale rotativo per l innovazione tecnologica; Visto il decreto-legge 22 giugno

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile

Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile Aprile 2015 Indice 1. Un nuovo approccio al tema della sostenibilità 1.1. Il Ruolo della manifattura per la crescita sostenibile 1.2. Politiche industriali

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46 che, all articolo 14, ha istituito il Fondo speciale rotativo per l innovazione tecnologica; Visto il decreto-legge 22 giugno

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

Le véhicule électrique, avenir de l automobile? Il veicolo elettrico, futuro dell automobile? Jean-Pierre Corniou

Le véhicule électrique, avenir de l automobile? Il veicolo elettrico, futuro dell automobile? Jean-Pierre Corniou Roma Milano Paris Bruxelles Amsterdam Casablanca Dubai Le véhicule électrique, avenir de l automobile? Il veicolo elettrico, futuro dell automobile? Jean-Pierre Corniou EXECUTIVE SUMMARY Convegno Nuove

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA Progetto SPIN OVER Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 gennaio 2005 progetto Spin Over, a cura del Gruppo iella Nasini e Sandra

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014

GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014 GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014 A CURA DI Gian Angelo Bellati, Francesco Pareti, Roberta Lazzari, Marco Boscolo SOMMARIO 1. Introduzione a cura del Presidente di Unioncamere del Veneto - Eurosportello

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Programma Nazionale della Ricerca 2011-2013

Programma Nazionale della Ricerca 2011-2013 Programma Nazionale della Ricerca 2011-2013 Marzo 2011 1 INDICE INTRODUZIONE... 4 EXECUTIVE SUMMARY... 7 1 LO SCENARIO DI RIFERIMENTO... 14 1.1. IL CONTESTO SCIENTIFICO-TECNOLOGICO INTERNAZIONALE... 14

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE Il dibattito nel nostro Paese da tempo rincorre le emergenze istituzionali, economiche,

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario.

Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario. Metodologie e strumenti per la presentazione, il monitoraggio e la valutazione di progetti secondo l'approccio comunitario Nunzia Cito Le metodologie e gli strumenti per la presentazione ed il monitoraggio

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION digitale La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso

Dettagli

Cos è la Banca europea per gli investimenti?

Cos è la Banca europea per gli investimenti? Cos è la Banca europea per gli investimenti? La BEI è la banca dell Unione europea. Come principale mutuatario e finanziatore multilaterale, eroghiamo finanziamenti e consulenze tecniche per progetti d

Dettagli

P.U.MA.S. Il Polo di innovazione Umbro MAteriali Speciali e micro-nano tecnologie

P.U.MA.S. Il Polo di innovazione Umbro MAteriali Speciali e micro-nano tecnologie Il Polo di innovazione Umbro MAteriali Speciali e micro-nano tecnologie Il Polo di innovazione Umbro MAteriali Speciali e micro-nano tecnologie diventare grandi pensando piccolo P.U.MA.S. - S.C. a r.l.

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

HORIZON 2020 in breve

HORIZON 2020 in breve HORIZON 2020 in breve Il programma quadro dell'ue per la ricerca e l'innovazione Ricerca e innovazione Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli