linee guida per una sana longevità vivere almeno 100 anni!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "linee guida per una sana longevità vivere almeno 100 anni!"

Transcript

1 linee guida per una sana longevità VADEMECUM vivere almeno 100 anni!

2 PRESENTAZIONE Considerare l intero processo della vita come un processo di nascita continua e non considerare ogni stadio come se fosse lo stadio finale. La maggior parte della gente muore prima di essere completamente nata. Creatività significa nascere prima di morire. È importante perciò conservare questa predisposizione a nascere ogni giorno ERICH FROMM Cari cittadini, la realizzazione del progetto di Ricerca-Azione per la promozione di una sana longevità, promosso dall Assessorato al Progetto Prevenzione e Salute del Comune di Cinisello Balsamo, ci vede impegnati in una fitta attività di incontri e di conferenze che ci aiutano a conoscere e ad approfondire il tema della salute. Il mio intento è quello di rimuovere tutti quegli ostacoli al benessere e alla promozione della salute, con particolare riguardo ai processi di invecchiamento. Progettazione e stampa: Graphic Team, Monticello B.za Finito di stampare marzo 2011 Gli esseri umani hanno dei sistemi che danno la possibilità di contrastare l invecchiamento. Valutati i dati sulla longevità della popolazione italiana e della nostra Città, credo sia auspicabile per i cittadini, di qualunque età, promuovere un comportamento e uno stile di vita sano perché questo ci preserva dalla malattia e, anzi, ci consente di accumulare benessere. Il cervello è un organo saggio : attraverso la sua chimica in ogni 3

3 istante ci ricrea nel modo migliore. Coordina tutto il corpo senza che nemmeno ne siamo consapevoli. Ci fa essere come siamo, con le nostre gioie e i nostri dolori, le qualità e i difetti, dosa perfettamente bontà e cattiveria, acutezza e semplicità, le cose belle e le cose meno belle. Volerci correggere è l inizio della sofferenza. Accettarli significa acquisire quello sguardo profondo, proprio della saggezza di ogni tempo. Vediamo tutti i vantaggi di un cervello libero di agire come sa. Ritengo doveroso ringraziare l Azienda Farmacie e Multiservizi e l Associazione Mens Sana grazie alle quali è stato possibile realizzare questo ambizioso progetto che riguarda la salute di tutti i cittadini. Ci aspettiamo, al termine del triennio, di condividere con tutti voi i risultati ottenuti. A tutti coloro che disporranno di questo opuscolo, consiglio da medico, di iniziare a sperimentare qualche consiglio proposto all interno di queste pagine, magari iniziando da quelli più semplici e, successivamente provano ad inserirne sempre di più. Così facendo avrete acquisito un comportamento e delle sane abitudini senza che ve ne accorgiate o che facciate fatica. Stare in salute si può, con un minimo sforzo. Auguro a tutti una buona vita! Dott. Giuseppe Calanni Pileri Assessore al Progetto Prevenzione e Salute, Sport e Tempo Libero VIVERE 100 ANNI, MISSIONE POSSIBILE! L invecchiamento in buona salute è un processo di ottimizzazione delle opportunità di salute fisica, mentale e sociale che consente di svolgere attivamente la propria vita, di essere indipendenti e godere di una buona qualità di vita 1. Raggiungere 100 anni Ormai non è più un miraggio o un traguardo per pochi. Si calcola che un bambino su due, nati dopo il 2000, taglierà l ambito traguardo. Jeanne-Louise Calment, la donna francese che detiene il record mondiale in termini di longevità (vissuta 122 anni e 164 giorni), non sarà più un caso isolato, dal momento che l aspettativa di vita aumenterà notevolmente nel prossimo futuro. Una persona di 55 anni ha 12 volte la probabilità di arrivare a 100 anni rispetto ad una persona che aveva la stessa età negli anni 60. Ogni 10 anni, il numero di centenari aumenta del 90%. In Italia, la popolazione dei centenari passerà dagli attuali ad oltre nel 2050! Questi cambiamenti comportano anche un cambiamento nelle nuove generazioni. L attuale rappresentazione sociale più comune dell invecchiamento è associata all idea di un generale processo di decadimento, derivante da una progressiva perdita delle funzionalità psicofisiche, sociali e produttive. Tuttavia, queste percezioni stanno lasciando spazio alla convinzione che questa età sia una fase del ciclo di 1 Progetto Invecchiare in buona salute (Healthy Ageing),

4 vita in cui ciascuno può dedicare più tempo a se stesso e alla propria condizione di salute psico-fisica. Senior La parola senior significa letteralmente più vecchio di, intendendo, con ciò, che si tratta di una persona più esperta e più acculturata rispetto ai più giovani. L uso di questo termine ha da sempre designato un individuo fondamentalmente sano e ricco di potenzialità nel quale l esperienza ha determinato un percorso accrescitivo che lo rende fonte di saggezza. Da anni, l Associazione MENS SANA svolge attività di ricerca scientifica per facilitare un invecchiamento di successo. La formula migliore, per invecchiare bene, consiste nell acquisire salute quando ancora si è in salute. Assomensana promuove da anni questo atteggiamento proattivo, ossia la propensione dell individuo a ricercare le occasioni per guadagnare salute quando ancora si sta bene. Questo concetto costituisce un ulteriore passo avanti rispetto al vecchio modello della cura delle malattie o al più recente concetto di prevenzione, che agiscono quando si manifesta la malattia o quando si è in età a rischio per l insorgenza di patologie età-correlate. Il presente Vademecum è rivolto a persone di tutte le età e rappresenta lo sforzo dell Associazione MENS SANA di far conoscere le modalità per acquisire salute e mantenerla, illustrando le indicazioni emerse da ricerche condotte da prestigiose Università come quella di Harvard, di Cambridge, dall Istituto Nazionale per l Invecchiamento USA, ecc. La pubblicazione è suddivisa per quelle aree ritenute determinanti per l allungamento della vita. La novità, oltre al linguaggio chiaro e divulgativo, sta nell indicazione del numero di anni che effettivamente si possono accumulare seguendo le indicazioni del Vademecum, così come puntualizzato da una recente ricerca svolta dall Università di Cambridge: Attività che allungano la vita Aver vinto qualcosa nella vita Mangiare cioccolata fondente Fare regolare attività sessuale Aver fede in Dio Mangiare poca carne e grassi saturi Praticare regolare attività fisica Bere moderatamente vino rosso Mantenere bassi pressione e colesterolo Essere istruiti Mangiare bene e sano Perdere peso in eccesso Prendere la vita con serenità Non fumare Essere uomini sposati Vivere felici Adottare uno stile di vita sano Non aver debiti ed essere ricco! Anni in più di vita 1,8 anni 2 anni 2,5 anni 3 anni 3,6 anni 3,7 anni 4 anni 4 anni 5 anni 6 anni 7 anni 7 anni 8-10 anni 10 anni 10 anni 14 anni 20 anni Prima di concludere, esprimo i più vivi ringraziamenti all Amministrazione Comunale, in particolare, all Assessore dr. Giuseppe CALAN- NI e al Suo Staff per la sensibilità dimostrata nell accogliere il progetto e per lo sforzo profuso per realizzarlo e ai sostenitori che hanno creduto con ferma convinzione in quest opera, il tutto a beneficio della popolazione di Cinisello Balsamo. Un ringraziamento particolare va alle associate Dr.ssa Sara Eralti e Dr.ssa Adriana Bortolotti per la raccolta e l organizzazione dell enorme quantità di studi scientifici da cui nasce questa pubblicazione. Ciascuno di noi decide come invecchiare: Vivere fino a 100 anni si può: perché non provarci Giuseppe Alfredo Iannoccari Presidente Assomensana 6 7

5 INDICE 01 Cibo sano, benessere quotidiano Mantenere sotto controllo il peso corporeo Privilegiare la dieta mediterranea Preferire i grassi buoni Mettere in moto il metabolismo Tenere sotto controllo il sale Eliminare le impurità Giù il calice, su il benessere Dormire bene per vivere a lungo Più ti muovi, più si allunga il cammino Favorire la sessualità Stare diritti Non fumare Mens Sana in corpore sano Proteggersi dalla corrosione Lo stress ossidativo corrode Come contrastare i radicali liberi La longevità è anche una questione di ormoni Allenare la mente: se non la usi la perdi Controllare lo stress per guadagnare in benessere Vivo bene perché penso positivo Arricchire la rete di amicizie Benefici del matrimonio Decidere di cambiare stile di vita: adesso!

6 L Azienda Multiservizi e Farmacie è un Azienda Speciale del Comune di Cinisello Balsamo che gestisce 9 Farmacie, una Parafarmacia un Centro Salutistico e un Asilo Nido. Come Azienda Pubblica ha una mission particolare, quella di offrire e garantire alla cittadinanza non solo la dispensazione dei farmaci ma servizi legati al tema della salute e al mondo della prima infanzia. Le Farmacie devono rivestire un ruolo nuovo trasformandosi in presidi sanitari territoriali. Non è lontano il momento in cui si potrà andare in farmacia a fare analisi, ritirare referti, prenotare visite ed esami, avere assistenza domiciliare ed infermieristica e, in tema di prevenzione, fare screening sulla popolazione, campagne informative e divulgative legate al tema della salute. L Azienda è fortemente impegnata in questa direzione; sono già attivi: l holter pressorio, lo screening (es. osteoporosi e colon retto), le prenotazioni di visite ospedaliere. Partecipiamo a vari progetti di carattere sociale con l Amministrazione Comunale e ad altri soggetti del Privato Sociale. In questa prospettiva sono già attivi alcuni servizi presso la Parafarmacia e il Centro Salutistico in via Alberto da Giussano, Centro che si pone come punto di riferimento per la cura e il benessere pisco-fisico della persona; proprio per questo abbiamo partecipato al progetto MENS SANA. La salute resta la vera mission della nostra Azienda e crediamo fermamente che prevenire sia meglio di curare. 01Cibo sano, benessere quotidiano La salute parte dalla tavola. Lo stile alimentare è determinante per il benessere dell individuo. Tanto più che, col trascorrere del tempo, gli individui necessitano della stessa quantità di nutrienti ma non della stessa energia data dagli zuccheri. Per questo motivo, il rapporto tra questi due aspetti (energia e nutrienti) deve essere tenuto sotto controllo per mantenere il giusto peso corporeo (indice di buona salute) ed evitare il rischio di obe- Gaetano Vultaggio Il Presidente peso corporeo dieta mediterranea grassi buoni metabolismo sale sotto controllo elimina le impurità giù il calice 11

7 sità, le cui complicanze (malattie cardio-vascolari, diabete, ecc.) colpiscono già dopo i 30 anni e boicottano seriamente la qualità di vita. LO SAPEVI CHE... Mangiare cibi ricchi di sostanze nutrienti Alimenti freschi e crudi, di stagione, preferibilmente biologici. Da ridurre, invece, carne, latticini, prodotti da forno (cracker, merendine, biscotti, ecc.) e cibi troppo cotti o elaborati. È importante anche mangiare in ambienti sereni e luminosi, in contesti tranquilli, con tempi adeguati. 1.1 Mantenere sotto controllo il peso corporeo 6 anni in più per chi mangia bene e sano 7 anni in più per chi perde peso Tanto più una persona pesa, tanto meno vive, l obesità è un concentrato di fattori di rischio. Il nostro corpo si nutre degli zuccheri che derivano dal comune zucchero (glucosio), dal latte e derivati (lattosio), dalla frutta (fruttosio) e dai carboidrati (pasta, riso, pane e patate). Introdurre questi alimenti significa dare energia al nostro organismo. Alcuni zuccheri, però, durano poco e fanno ingrassare (dolciumi, cioccolato, marmellate, ecc.). Per questo la loro assunzione deve essere mantenuta sotto controllo, in particolar modo con l avanzare dell età, visto il rallentamento generale del metabolismo. Gli zuccheri derivanti dai carboidrati complessi (pane, pasta, riso e polenta) seguono un processo di trasformazione di energia di lunga durata e non devono mancare in almeno un pasto della giornata. Serve quindi ridurre l apporto calorico complessivo giornaliero intorno alle calorie, fornito da carboidrati per il 50-60% (pane, pasta, riso ecc.), da proteine per il 12-15% (pesce, carne, verdure, legumi ecc.) e da lipidi per il 30-35% (succhi, centrifughe, minestre ecc.). Lo sapevi che Per mantenere il giusto peso, l ideale è raggiungere un Indice di Massa Corporea ( IMC o BMI - Body Mass Index in inglese) tra 25 e 29 e un rapporto vita-fianchi inferiore a 1 per gli uomini e a 0,85 per le donne. Così si calcola l IMC: [Peso (kg) : (altezza (m) x altezza (m)]. Ad esempio, se un individuo pesa 80 kg ed è alto 1,70 m, si calcola: 80:(1,70x1,70) = 80:2,89 = 27,7. Dal calcolo, si rileva che il soggetto è nella norma. Mantenere il peso corporeo non è semplice, nonostante le buone intenzioni. Subentrano spesso diversi aspetti di tipo psicologico, difficilmente controllabili (ansia, nervosismo, smania per il cibo ecc.). Una regola aurea, quando si vuole tenere sotto controllo il peso, è prestare attenzione alla sensazione di fame o di sazietà che arriva dalla pancia, evitando invece di concentrarsi sulla sensazione che arriva dalla bocca che spesso ci invia segnali di aver voglia di assaggiare qualcosa e ci induce a mangiare più del necessario. La pancia ci dà il vero segnale di fame, mentre la bocca tende a inviarci richieste di appagamento che facilmente vanno al di là dei reali bisogni nutritivi. I giapponesi sono le persone più longeve al mondo. Tra i vari motivi si annovera il loro comportamento a tavola: i giapponesi smettono di mangiare quando hanno raggiunto l 80% di sazietà. Come dire, si alzano da tavola avendo ancora un pò di fame! 1.2 Privilegiare la dieta mediterranea È buona norma variare il più possibile la dieta, evitando la solita minestra. Ciò significa ridurre il rischio di un apporto energetico inadeguato 12 13

8 all organismo con conseguenti carenze vitaminiche e di sali minerali. Ad oggi, le ricerche scientifiche più accreditate hanno rilevato, nell alimentazione mediterranea, la migliore dieta per mantenere l organismo in buona forma e propiziare una sana longevità. Alcune forme di dieta più recenti, come la dieta a zona e altre, sono ancora in fase di sperimentazione e non si hanno evidenze scientifiche univoche a loro favore. La dieta mediterranea racchiude quelle norme dietetiche che prescrivono il giusto apporto di nutrimento al corpo umano: consumo abbondante di alimenti di origine vegetale (frutta, verdura, legumi, cereali, patate, noci), utilizzo di olio di oliva, pesce (Omega3 e 6), pollame, uova, consumo saltuario di carne rossa. Secondo le indicazioni fornite dalle Agenzie Internazionali sull Alimentazione, si consiglia di consumare: 5 porzioni al giorno di frutta e verdura (3 frutti e una porzione di verdura ad ogni pasto, escluse le patate) Pesce (anche il tonno in scatola) 2-3 volte a settimana Legumi (piselli, fagioli, lenticchie, fave, ceci) 1-2 volte a settimana Pane o pasta integrale almeno 1 volta a settimana Olio extra-vergine d oliva per condimenti Aromi e spezie anzichè sale Acqua anzichè bibite gassate. Consumare ortaggi e frutta in quantità Frutta e verdura contengono potassio e ridotte quantità di sodio, rappresentano il miglior alleato per conservare il calcio nel nostro scheletro. Scegliere alimenti ricchi di potassio (banane, carciofi, patate, finocchi, cavolfiori, albicocche, frutta secca, ecc.) significa agire per mantenere in forma la forza muscolare, i riflessi e la memoria. Soprattutto le donne negli anni del periodo pre-post menopausa devono mantenere sottocontrollo l apporto di calcio, perché il calo ormonale può influenzare la quantità di calcio che si fissa nelle ossa. Incrementare l apporto di bioflavonoidi Queste sostanze, conosciute come vitamina P, sono costituite dai pigmenti dei vegetali. Alcune delle 500 varietà del gruppo esistente in natura proteggono e rendono più reattivo il cervello. Fonti naturali della vitamina P sono: limoni, prugne, more, ribes nero, uva sultanina, pompelmi, albicocche, ciliegie, papaya, meloni, bacche di rosa canina, pepe verde, broccoli, spinaci, peperoni e grano saraceno. Assumere questi alimenti permette, infatti, di arricchire i vasi sanguigni e, di conseguenza, rinforzare le barriere contro le infezioni. Fibra alimentare Le fibre alimentari (solubili: crusca di grano, bucce di frutta e verdura; insolubili: frutta, legumi e crusca di avena) agiscono favorevolmente sull organismo e consentono al corpo di: ridurre la velocità di assorbimento del glucosio facilitare l evacuazione intestinale ridurre l incidenza di calcoli ai dotti biliari, nella cistifellea o nei dotti colecisti. Fumare, bere troppo caffè, esporsi ad elevato stress ed assumere frequentemente alcuni farmaci (come aspirina e antibiotici) ostacola l assorbimento dei bioflavonoidi; assumere vitamina C (agrumi, kiwi, peperoni, pomodori, ecc.), calcio (in latte e derivati, ecc.) e magnesio (cereali, noci, ecc.) ne favorisce l assimilazione

9 1.3 Preferire i grassi buoni Gli Omega-3 sono acidi grassi essenziali per il corretto funzionamento dell organismo. Mangiando pesce, spinaci e utilizzando olio di oliva ci assicuriamo un maggior apporto di questi acidi grassi buoni che ci permettono di: evitare l accumulo di grassi più pericolosi, come trigliceridi e colesterolo, rendere il sangue più fluido e proteggendoci da problematiche cardiovascolari, come l ipertensione attenuare le reazioni infiammatorie quali asma ed artrite reumatoide aumentare le difese immunitarie e rafforzare le difese della pelle. È importante assumere Omega-3 (pesce, olio di oliva, frutta secca) rispetto agli Omega-6 (olio di girasole, insaccati, dolci industriali ecc.) soprattutto in relazione ad una buona funzionalità mentale: studi effettuati dall Istituto di Scienze Alimentari del CNR evidenziano come la prevalenza di Omega-6 rispetto agli Omega-3 implichi una riduzione delle facoltà cognitive e viceversa. 1.4 Mettere in moto il metabolismo 4 anni in più per chi ha la pressione e il colesterolo basso Ogni alimento fornisce all organismo una certa quantità di sostanze buone o cattive per il metabolismo, ossia per l assimilazione delle sostanze nutrienti. Quelle cattive sono chiamate scorie acide e sono contenute in una dieta troppo ricca di carne, proteine animali, latticini o cereali raffinati. Quelle buone, invece, dette basiche o alcaline, sono contenute in frutta e verdura e sono efficaci nel neutralizzare l eccesso di scorie acide. Quando l alimentazione risulta povera di alimenti buoni (basici o alcalinizzanti), il corpo tende ad accumulare le scorie acide in eccesso e diventa sempre più difficile smaltirle. In tal modo si determina una condizione di acidosi metabolica, causa di molti disturbi quali: stanchezza cronica scarsa concentrazione cellulite dolori muscolari frequenti infiammazioni sonnolenza. Per favorire una buona funzionalità del metabolismo, e limitare l insorgenza di questi disturbi, è sufficiente consumare almeno il 75% di alimenti buoni. Un buon supporto, per aiutare l organismo ad eliminare le scorie acide, consiste nel bere acqua alcalina ionizzata. Tabella dei valori di alcuni alimenti (per 100 g). Alimenti Effetto Alimenti Effetto cattivi acidificante buoni alcalinizzante (acidificanti) (negativo) (alcalinizzanti) (positivo) Riso 12,5 Uva 21 Pane di farina 3,8 Mirtilli 6,5 di grano duro Filetto di 7,1 nocciole 2,8 merluzzo Pollo 8,7 Spinaci 14 Formaggio 34,2 Pomodori 3,1 Grana Uovo 8,2 Zucchine 4,

10 Lo sapevi che Si stima che ben 4 persone su 5 soffrano di acidosi metabolica, causata principalmente da diversi fattori: eccesso di alimenti cattivi acidificanti (carne, latte e prodotti lattiero caseari, salumi, farinacei, dolci), insufficiente apporto di alimenti buoni alcalinizzanti (frutta e verdura), insufficiente apporto di acqua, unito ad uno stile di vita non salutare (vita sedentaria, stress, assunzione di farmaci, nicotina e alcool, carenza di sonno). a quelle di carne e pesce) salare poco, o per nulla, adottando, in alternativa, aromi e spezie per profumare e rendere gustosi i cibi scegliere pane a basso contenuto di sodio (ad esempio, il pane toscano) o integrale (ricco di fibra e altri principi nutritivi) limitare l apporto di sodio contenuto nei formaggi (un etto di formaggio contiene da 0,5 a più di 1,5 grammi di sodio) ridurre il consumo di salumi e carni in scatola 1.5 Tenere sotto controllo il sale Poco sale tiene sotto controllo la nostra salute. Tutti gli alimenti, a eccezione di frutta e riso, contengono sale. Limitare il consumo di sale ci permette di mantenere la pressione arteriosa bassa e l ipertensione assente, proteggendoci dal rischio di infarti e ictus. Porre attenzione alla quantità di sale utilizzata ci permette di mantenere il corretto livello di calcio nelle ossa, evitando il rischio di fratture. È importante ridurre il consumo di sodio, in particolare, ridurre l utilizzo del sale da cucina, il maggior dispensatore di sodio (2,5 g di sale = 1 g di sodio). L Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda l apporto di non più di 2,4 g di sodio (equivalente a 6 g di sale) al giorno, quantitativo ulteriormente ridotto per gli ipertesi. Come ridurre l apporto di sale Ecco alcuni consigli: adottare un alimentazione ricca di vegetali e povera di cibi animali: via libera a cereali, legumi, frutta e verdura fresca ad eccezione di sedano, carciofi e spinaci (contengono sodio in quantità quasi simili ricordarsi che anche alcuni medicinali aumentano l apporto di sodio (come ad esempio i preparati effervescenti) bere acqua povera di sodio ma ricca di calcio, caratteristica propria di alcune acque oligominerali. 1.6 Eliminare le impurità Bere frequentemente acqua è fondamentale. Col passare degli anni lo stimolo della sete si indebolisce. È opportuno bere, di tanto in tanto, un bicchiere d acqua anche se apparentemente non si ha sete. Ciò serve per regolare la temperatura corporea, mantenere il volume del sangue, facilitare la trasmissione degli impulsi tra le cellule nervose ed eliminare le scorie e le tossine. Molti Comuni italiani erogano acqua potabile di buona qualità. Queste, cosiddette dure, presentano un alto residuo di calcio e magnesio, utili a proteggere da malattie cardiovascolari e osteoporosi

11 Praticare periodicamente le cure di drenaggio, per depurare l organismo, soprattutto nei cambi di stagione, è importante per eliminare scorie e tossine. Può essere utile far uso di miscele di piante medicinali preparate dal farmacista, come le tre tinture madri di carciofo, tarassaco e fumaria, da assumere per cicli di tre mesi alternati a uno di pausa, oppure di 20 giorni al mese seguiti da 10 giorni di pausa. Deve essere sfatato il luogo comune secondo il quale assumere alcool in piccole quantità fa bene. È vero che piccole quantità di vino rosso possono ridurre il rischio di malattie come, ad esempio, quelle cardiovascolari, ma è altrettanto vero che mantenere il proprio peso forma, praticare attività fisica e smettere di fumare proteggono molto meglio il nostro cuore. 1.7 Giù il calice, su il benessere! La sensibilità agli effetti dell alcool aumenta con l età. Questo perché diminuisce la quantità di acqua presente nell organismo e l alcool viene diluito in una quantità minore di liquido, aumentando così il tasso alcolico e i suoi effetti. Il consumo di alcolici può influire sul funzionamento di alcuni organi vitali ed essere la causa di problemi di salute. Si beve soprattutto quando si è in compagnia e, come dimostrano numerose ricerche, più si è e più si beve. Per trattenersi da un abbuffata alcolica, si può stabilire, a priori, quanti bicchieri bere e sorseggiarli lentamente. Inoltre, si ricordi che: se si assumono farmaci, questi possono interagire negativamente con l alcool e far male alla salute l alcool potrebbe causare sbandamenti o cadute con conseguenti fratture si allentano i freni inibitori degli istinti, mettendo in pericolo amicizie e rapporti familiari a causa della facilità con la quale si mettono in atto sfuriate nervose per futili motivi

12 bene per vivere 02Dormire A lungo La vita è scandita dal ritmo sonno-veglia, e dormire bene migliora la qualità di vita. La necessità delle ore di sonno è soggettiva. C è chi richiede un periodo di sonno di 4 ore e chi di 10 ore! A prescindere quindi dalla quantità, è importante che il sonno sia continuo e con poche interruzioni. Durante il sonno l organismo attua dei processi depurativi e di rinnovamento 23

13 cellulare, modula la produzione della melatonina e dell ormone della crescita (GH). La mancanza di sonno può alterare il metabolismo degli zuccheri aumentando il rischio di diabete e aumento del peso: durante il sonno viene rilasciato un ormone, la leptina, responsabile della sensazione di sazietà che al risveglio consente di avvertire il giusto appetito. Rimanere svegli, invece, determina la produzione di un altro ormone, la grelina, responsabile dell aumento dell appetito. Dormire fa bene anche al nostro cervello, durante il sonno si attiva una eliminazione delle informazioni inutili, si fissano nuovi ricordi e si prepara il cervello agli sforzi cognitivi del giorno seguente. Da uno studio condotto sulla quantità e qualità del sonno di persone anziane è emerso come, in condizioni di buona salute, sono i più anziani a dichiarare di dormire meglio. I centenari intervistati in questo studio (3.927 individui tra anni e di 100 anni e più) che dormono 10 ore al giorno sono il triplo rispetto a soggetti con età tra i anni che riposano lo stesso numero di ore. Secondo i ricercatori c è un collegamento tra sonno e longevità: la longevità e il dormire bene hanno un legame, ancora da indagare. evitare di praticare attività fisicamente pesanti dormire in un luogo fresco: la temperatura ideale per un sonno ristoratore è di circa 18 C mantenere stabile l orario del coricarsi, ricordandosi che il momento del normale ritmo di alternanza luce-buio coincide con la preparazione del nostro corpo al riposo (la nostra temperatura corporea si abbassa, così come la pressione arteriosa e si avverte un piacevole torpore) ridurre il tempo di esposizione alla TV, soprattutto prima di andare a letto. Le immagini televisive stimolano la retina dell occhio, la quale è collegata direttamente all ipotalamo, zona deputata alla regolazione del ciclo sonno-veglia. Come dimostrato dai ricercatori dell University of Pennsylvania (Meeting of Associated Professional Sleep Society of Illinois, 2009): guardare la TV prima di andare a letto riduce il tempo totale del sonno se dopo mezz ora non si riesce a prendere sonno, è più salutare alzarsi dal letto e dedicarsi ad un attività che possa aiutare a rilassarsi (ad esempio respirare profondamente e visualizzare mentalmente immagini piacevoli e tranquillizzanti). Concedersi un buon sonno ristoratore significa curarsi non solo della propria salute psico-fisica ma anche della propria prospettiva di vita. Se si fatica a prendere sonno, si possono seguire alcune di queste indicazioni, per abbandonarsi nelle braccia di Morfeo: a cena scegliere cibi leggeri come pesce, latte, yogurt, legumi, frutta secca (ricchi di triptofano, precursore della serotonina, sostanza che rilassa l organismo in modo naturale) orzo, riso, carni bianche (ricchi di Vitamina B6 che favorisce l assorbimento del triptofano) evitare bevande alcoliche o eccitanti che contengono teina o caffeina prima di coricarsi, concedendosi, invece, l effetto rilassante di tisane a base di camomilla, tiglio, passiflora, valeriana e biancospino 24 25

14 Pennichella deriva dalla parola pennica che, nel gergo romano, significa penzolare avanti e indietro. La pausa pomeridiana combatte lo stress e fa bene non solo allo spirito, ma anche al cuore! Da uno studio, condotto in Grecia, è emerso come le persone che si rilassano regolarmente con un sonnellino pomeridiano almeno 3 volte la settimana, con una media di 20 minuti per volta, hanno il 37% in meno di probabilità di incorrere in problematiche cardiache. Le caratteristiche di una buona pennichella sono: durata: non oltre i minuti. In questo modo non si raggiungono gli stadi più profondi del sonno, che altererebbero il sonno notturno quando: nelle prime ore pomeridiane, tra le e le dove: sul divano o sulla poltrona, non a letto. La posizione semisdraiata aiuta la digestione e mantiene uno stato minimo di allerta. N.B. la pennichella è da evitare se si soffre di insonnia. Il riposino pomeridiano non recupera il sonno notturno e innesca un circolo vizioso di riduzione di quest ultimo. 26

15 TI MUOVI SI ALLUNGA IL 03PIù CAMMINO È importante praticare attività fisica per mantenersi in forma e stare bene. L attività fisica di moderata intensità (attività aerobiche come le passeggiate a passo sostenuto, corsa lenta, bici, nuoto ecc.) incide positivamente sul miglioramento e l allungamento della vita, perché: rinforza l apparato muscolare agisce su resistenza, forza ed equilibrio brucia i grassi previene l osteoporosi favorire la sessualità stare diritti non fumare mens sana in corpore sano 29

16 mantiene la funzionalità articolare riduce il colesterolo cattivo (LDL) e favorisce quello buono (HDL) fluidifica il sangue, favorendo la circolazione nel suo complesso esercita un azione ipotensiva, riducendo i rischi di infarto, ictus, ecc. aumenta la densità ossea e ostacola l osteoporosi. Inoltre, praticare sport induce il rilascio delle endorfine prodotte dal cervello e può, per questo, influire positivamente sullo stato d animo dell individuo e contrastare disturbi dell umore come depressione e ansia. Svolgere attività fisica permette anche di socializzare e di mantenere un buon livello di autostima. La risata è una ginnastica che fa bene alla salute: riduce gli ormoni dello stress, la pressione e il colesterolo cattivo e agisce positivamente sul sistema immunitario. In più, agisce sull appetito e mette in circolo nell organismo molecole positive come le endorfine. Così, ridere 15 minuti al giorno potrebbe far perdere, in un anno, oltre 2 kg! Aumentare l attività fisica, di moderata intensità, per almeno 30 minuti più volte alla settimana senza ansia né frenesia significa, quindi, garantirsi un maggiore benessere e un migliore funzionamento fisico. 3.1 Favorire la sessualità 3,7 anni in più per chi svolge regolarmente attività fisica Uno studio scozzese ha evidenziato come, una frequenza di almeno tre rapporti sessuali alla settimana riduce di circa 12 anni l immagine che si ha di sè rispetto a quella meramente anagrafica. Questa attività induce non solo relax e buon umore, ma anche numerosi vantaggi fisiologici: rappresenta uno dei modi per compiere attività aerobica. Si tratta, infatti, di un attività durante la quale si verifica tutta una serie di cambiamenti: muscolari, respiratori, cardiaci e vascolari che ossigenano il nostro corpo migliora la tonicità muscolare e mantiene sotto controllo il peso corporeo (l attività sessuale fa bruciare circa 200 calorie per volta!) migliora il senso dell olfatto dal momento che, rilasciando prolattina, agisce anche sullo sviluppo di nuove cellule neuronali nei bulbi olfattivi del cervello potenzia le difese immunitarie incrementa l ormone della crescita, con conseguente riequilibrio della massa magra su quella grassa, aumentando il film lipidico sottopelle con riduzione e prevenzione delle rughe. 3.2 Stare diritti La spina dorsale deve essere perfettamente allineata e in asse. Quando si è in piedi non bisogna incurvarsi ma mantenere una posizione eretta, con le spalle rilassate, il petto sollevato e la testa alta, con gli occhi sulla linea dell orizzonte. Da seduti, non lasciarsi andare ma tenere la schiena dritta con la colonna vertebrale inarcata in avanti, aiutandosi magari con un cuscino. Per mantenere in salute la colonna vertebrale può essere utile: andare al lavoro, o a scuola, a piedi o in bicicletta salire le scale a piedi evitare di usare l auto per brevi tragitti praticare esercizi di ginnastica dolce almeno 5 minuti al giorno percorrere un chilometro a settimana camminando ad andatura moderata 30 31

17 svolgere lavori che comportino movimenti intensi per 30 minuti, 3 giorni alla settimana passeggiare a piedi o in bicicletta per 30 minuti, almeno 3 giorni alla settimana praticare uno sport per almeno 1 ora a settimana. 3.3 Non fumare 8-10 anni in più per chi non fuma Il fumo rappresenta un fattore negativo per la longevità: sono pochissimi i fumatori longevi. Quando si sceglie di smettere di fumare ci si riappropria di 8-10 anni di vita, ma non solo; si evitano una serie di conseguenze legate all uso continuato di sigarette come la formazione di rughe, soprattutto intorno alla bocca, la colorazione giallastra dei denti e delle dita, la costrizione dei vasi sanguigni e la diminuzione di sostanze nutritive nella pelle, ecc. scelta facile ma si possono creare delle condizioni facilitanti: pensare positivo: ricordare che si può decidere di smettere, trovando le giuste motivazioni e valutando le conquiste che deriveranno da questa scelta preparare il corpo al cambio fumatore/non fumatore: l organismo, quando si smette di fumare, ha bisogno di risorse per rigenerarsi ed espellere l accumulo di fumo. È importante bere molta acqua, mangiare 5 porzioni, al giorno, di frutta e verdura e aumentare l attività fisica ingannare il corpo: scegliere una marca di sigarette il cui gusto non piace, fumare in posizioni e in momenti scomodi, alzarsi velocemente da tavola dopo i pasti e lavarsi subito i denti, ridurre il consumo di caffè e di cibi che richiamino la sigaretta scegliere una data, non eccessivamente lontana, che si riferisca ad un evento significativo entro cui smettere di fumare compilare la lista di vantaggi che si avranno dallo smettere di fumare parlare di questa scelta con amici e parenti, o con gruppi di ex fumatori, per condividere le difficoltà che questa decisione comporta. Mark Twain diceva: smettere di fumare è facilissimo. Ve lo dico io che l ho già fatto un sacco di volte! Da uno studio americano emerge come i fumatori, rispetto ai non fumatori, soffrano di una ridotta capacità di prendere decisioni. In particolare, chi fuma non riesce a cogliere tutte le possibili alternative e le conseguenze di una scelta. Il cervello dei fumatori, quindi, sarebbe in grado di elaborare ciò che comporta una determinata decisione, ma sembrerebbe in difficoltà nel cogliere il maggior numero di alternative a quella scelta. Smettere di fumare è una scelta possibile, dipende dalla volontà stessa della persona che quotidianamente decide di fumare. Non è una 3.4 Mens Sana in corpore sano L antico detto afferma che una mente sana sta in un corpo sano ed è confermato dalla copiosa letteratura scientifica che evidenzia come l attività fisica: aumenti il buonumore e l immagine positiva di sé riduca l ormone dello stress, sostanza che arricchisce l organismo di energia a breve termine ma, col tempo, danneggia le cellule cerebrali 32 33

18 aumenti la concentrazione di triptofano nel cervello, il precursore della serotonina, neurotrasmettitore presente nelle regioni cerebrali legate alle emozioni favorisca il rilascio degli oppioidi endogeni che eccitano il centro del piacere nel sistema limbico favorisca l aumento del flusso sanguigno nel cervello, apportando ossigeno e sostanze nutritive che stimolano il rilascio delle proteine che mantengono attivi i neuroni. L esercizio fisico migliora le funzioni esecutive, come la pianificazione e l organizzazione delle attività, la capacità di fare più cose contemporaneamente (multitasking). Le persone attive sono più efficaci nei compiti di attenzione, memoria e ragionamento: ricordano più informazioni, le elaborano meglio e si stancano meno. Le regole auree per muoversi, con effetti benefici sul cervello, sono: camminare di buon passo, fare un giro in bicicletta o nuotare, senza lunghe pause, 3 volte alla settimana per 30 minuti (per i principianti, si può iniziare con 15 minuti 2 volte a settimana e dopo il primo mese aumentare la frequenza e il tempo di attività); se si è giovani e già allenati, si può fare anche 4 volte la settimana per un ora intera! privilegiare l attività aerobica agli esercizi di stretching o di forza. L intensità deve essere scelta in modo da evitare il fiatone e da consentire il divertimento stendere un programma di allenamento settimanale anziché pensare sempre di dover fare esercizio. Se possibile, organizzarsi con amici e conoscenti per fare movimento insieme parola d ordine: aver pazienza. Un buon allenamento non si definisce in pochi giorni ma richiede un periodo di 2-3 mesi di assestamento. STUDIO MASSOFISIOKINESITERAPICO di Eleonora Battistello Massaggio terapeutico Linfodrenaggio Riabilitazione ortopedica Idrokinesiterapia Ginnastica antalgica Stretching Massaggio Sportivo Via Guazzoni 5 - Cinisello Balsamo (MI) Tel Cell Si riceve su appuntamento con prescrizione medica Ambulatorio Veterinario Dr. Luca Mariani si effettuano in sede: Analisi Radiografie Ecografie Chirurgia Servizio Day Hospital Iscrizione anagrafe canina (microchip) Possibilità di visite specialistiche e su appuntamento orari visite: feriali e sabato e / domenica Via Cantore, 1 - Cinisello Balsamo (MI) Tel (solo per emergenze, dalle 7.30 alle 22.30) 34

19 04PROTEGGERSI DALLA CORROSIONE Come l ossigeno corrode il ferro e avvizzisce i cibi così, quando respiriamo, l ossigeno corrode l organismo, producendo degli scarti della respirazione chiamati radicali liberi. Il loro ruolo sarebbe quello di concorrere, con il sistema immunitario, all eliminazione dei germi, alla difesa dai batteri, a mantenere tonica la muscolatura liscia e dei vasi sanguigni. La loro presenza è necessaria, ma stress ossidativo radicali liberi longevità e ormoni 37

20 in quantità minima. Oltre una certa soglia può divenire dannosa, i radicali liberi possono legarsi alle cellule sane e danneggiarne il materiale genetico. I radicali liberi si attaccano alle strutture: proteiche, determinando il malfunzionamento degli enzimi lipidiche, alterando la struttura delle membrane cellulari glucidiche, alterando l equilibrio glicemico del DNA, provocando danni biochimici gravi e spesso irreversibili. L organismo umano combatte i radicali liberi producendo degli antiossidanti endogeni (superossidodismutasi, catalasi e glutatione) ma, oltre certi limiti, necessita di un apporto esterno dato da alimenti e integratori. Il Trifoglio rosso e altre sostanze naturali hanno un elevato effetto antiossidante e rappresentano un ottima fonte di isoflavoni conosciuti per gli effetti simil-estrogenici (biochanina, formononetina, genisteina e daidzeina) in grado di ritardare il processo di invecchiamento. I benefici del Trifoglio rosso si riscontrano anche alle problematiche legate alla menopausa (vampate, sudorazione notturna, sbalzi d umore, ecc.). 4.1 Lo stress ossidativo corrode La presenza di un eccesso di radicali liberi nell organismo comporta, così, uno stress ossidativo che accelera l invecchiamento cellulare. Lo stress ossidativo espone a una serie di rischi: riduzione della memoria e della concentrazione 2 anni in più per chi mangia cioccolato fondente e alimenti ricchi di antiossidanti disturbi del sonno capelli bianchi o calvizie comparsa di rughe e macchie sulla pelle diminuzione della massa muscolare ed aumento della massa grassa riduzione delle difese immunitarie diminuzione di energia stress, con ansia e depressione. Il danno ossidativo, provocato dai radicali liberi, può distruggere le cellule cerebrali determinando l insorgenza di patologie come, ad esempio, il morbo di Parkinson e l Alzheimer. È stato recentemente dimostrato che i radicali liberi possono essere contrastati con sostanze naturali quali la Papaia fermentata (Fpp). 4.2 Come contrastare i radicali liberi Le condizioni ottimali per contrastare l azione dei radicali liberi sono: 1. preferire un alimentazione ricca di cibi antiossidanti 2. conservare adeguatamente i cibi 3. svolgere attività fisica moderata 4. ridurre l esposizione ai fattori nocivi. 1. Preferire una sana alimentazione significa garantire un efficace azione antiossidante, specie se si mette in tavola frutta ricca di bioflavonoidi (come uva nera, prugne nere, mirtilli, more e fragole) e si fa uso di olio d oliva

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Nei paesi industrializzati e quindi anche in Italia l ipertensione è una questione rilevante di salute pubblica. Molti casi di ipertensione sono legati

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Ogni maratona è un avventura. Tuttavia, se si arriva preparati all appuntamento, l avventura si trasforma in un esperienza

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani Le rughe e ll iinvecchiiamentto cuttaneo :: riisvollttii psiicollogiicii Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani La comparsa delle rughe è senza alcun dubbio uno dei primi segni dell invecchiamento

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Mente sana in un corpo sano. Come sempre, la saggezza antica non commette errori: camminare, andare in bicicletta, passeggiare,

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ABITUDINI NUTRIZIONALI IN ITALIA ETÀ PRESCOLARE E SCOLARE ABITUDINI NUTRIZIONALI 3-53

Dettagli

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI ficanti I grassi La digestione dei grassi mette a disposizione dell organismo acidi grassi, saturi o insaturi. Gli acidi grassi saturi sono di difficile utilizzazione da parte dell organismo e di conseguenza

Dettagli

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ NUTRIENTI (O PRINCIPI NUTRITIVI): PROTEINE LIPIDI CARBOIDRATI VITAMINE ACQUA MINERALI CON FUNZIONE: PLASTICA ENERGETICA BIOREGOLATRICE PROTEINE LUNGHE CATENE DI

Dettagli

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS 4 Semplici passi per creare il tuo stile di vita 1. Decidi cosa vuoi e cosa credi = cosa vuoi ottenere e

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita Promensil Contro i disturbi della menopausa Isoflavoni del Trifoglio rosso Scientificamente testato Riduce i disagi Integra le carenze Protegge dall

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI.

INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI. INDICE E CARICO GLICEMICO DEGLI ALIMENTI. Prof. Roberto Calcagno Ho già trattato in un precedente articolo dell indice glicemico degli alimenti ( G.I. Glicemic Index), ora vorrei integrare questo concetto

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI Le esigenze della incessante attività del corpo umano fanno si che le numerose sostanze che lo formano (le quali sono soggette ad usura e a perdite e vanno quindi via via ricostituite e/o sostituite) e

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Docente: Dr. Luca La Fauci Biologo Nutrizionista & Tecnologo Alimentare Lezione 2 Principi nutritivi, tabelle nutrizionali e corretto regime

Dettagli

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: Grassi 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: scegli la qualità e limita la quantità 30 Per stare bene è necessario introdurre con l'alimentazione una certa quantità di grassi,

Dettagli

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA Tutti i gruppi alimentari (carboidrati, grassi, proteine) sono importanti per lo svolgimento dell attività sportiva, ma è utile fare alcuni distinguo sul tipo di alimenti

Dettagli

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari Cause L sono la causa di mortalità più frequente nei paesi occidentali industrializzati. In prima linea troviamo l infarto del miocardio come conseguenza della malattia cardiovascolare (MCV). La malattia

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci

Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci Da comfort food a safe comfort food. L alimentazione moderna è ricca di cibi acidificanti e ad alto tenore glicemico

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

Ma cosa è lo stress ossidativo? Quali conseguenze comporta? Come si manifesta? E possibile valutarlo?

Ma cosa è lo stress ossidativo? Quali conseguenze comporta? Come si manifesta? E possibile valutarlo? Risultati analisi bilancio ossidativo Studio Medico Dr.ssa Maria Giuseppa Gargano Via Astarita Costantino 50 84016 Pagani (SA). Desideriamo ringraziarla per essersi sottoposta/o alla valutazione dello

Dettagli

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA RAP SANO ASCOLTA IL RAP SE MANGIO COTOLETTA DOPO UNA CORSETTA NELLA FRUTTA VITAMINE NON PRENDO MEDICINE. SE MANGIO CARBOIDRATI TRA DOLCI E SALATI IO ACCUMULO ENERGIA E POI VOLO VIA. MANGIO CEREALI E MI

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV

nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV nella BPCO alimentazione Francesco F. Morbiato SIMPeSV Un corretto stile di vita è importante sia per il mantenimento dello stato di salute e la prevenzione delle malattie sia per rallentare il peggioramento

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

REPORT PERSONALE SINTETICO

REPORT PERSONALE SINTETICO REPORT PERSONALE SINTETICO 11 Settembre 2012 Elaborazione del : 11 Settembre 2012 Pagina 1 Report Personale Stato di salute generale Il tuo punteggio relativo allo stato di salute generale è 55 ed è stato

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

COSA MANGIAMO IN INVERNO

COSA MANGIAMO IN INVERNO Testata: www.repubblica.it data: 16 novembre2013 COSA MANGIAMO IN INVERNO L indagine ha valutato l'assunzione di vitamina C (Acido L-ascorbico) attraverso gli alimenti consumati da un campione di circa

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Alimentazione e reflusso gastrico

Alimentazione e reflusso gastrico Cause Il reflusso gastrico è causato dal reflusso del contenuto acido dello stomaco nell esofago. Questo succede per esempio con una pressione troppo forte sullo stomaco o perché il muscolo superiore di

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA.

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. INTRODUZIONE Da un indagine condotta dal CONI Provinciale di Milano, risulta che 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e obesi. Ciò è dovuto soprattutto ad abitudini alimentari errate e a un eccessiva sedentarietà.

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

.,i,! "' f! t; 8 I, t{;" t És,'S, lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute. rendere facili le scelte salutari

.,i,! ' f! t; 8 I, t{; t És,'S, lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute. rendere facili le scelte salutari sale t; 8 I, t{;" t És,'S,.,i,! "' f! lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute rendere facili le scelte salutari Le regole del poco sale 1 Riduci progressivamente l'uso di sale 2 Non aggiungere

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf La scelta degli alimenti e basata su molteplici fattori : storia, cultura, ambiente

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli