LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA"

Transcript

1 T E O R I A E P R A T I C A D E L D I R I T T O SEZIONE II: DIRITTO COMMERCIALE 19 FRANCESCO DEL VECCHIO LA LIQUIDAZIONE IN GENERALE, DELLE ASSICURAZIONI E DELLE BANCHE GIUFFRE mcil EDITORE MILANO 1998

2 INDICE GENERALE Partei LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRAUVA IN GENERALE CAPITOLO I DELLA LIQUID AZIONE COATTA AMMINISTRATIVA IN GENERALE 1. Controlli della pubblica amministrazione sulle grandi imprese e loro liquidazione coatta nei casi d'insolvenza o di violazione di leggi o regolamenti 3 2. Norme generali e speciali disciplinatrici della liquidazione coatta amministrativa 6 3. Disciplina del rapporto tra liquidazione coatta amministrativa e fallimento (art. 2 L. fall.) 6 4. Imprese soggette a liquidazione coatta amministrativa con esclusione del fallimento 7 5. Imprese soggette a liquidazione coatta amministrativa e a fallimento 8 6. Coordinamento fra gli artt. 2 e 196 L. fall.: esclusione del fallimento in ipotesi di liquidazione coatta amministrativa prevista espressamente dalla legge 9 7. Concorso tra fallimento e liquidazione coatta amministrativa Questioni d'illegittimitä costituzionale dell'istituto di liquidazione coatta amministrativa e di talune sue norme Rapporti tra liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo e amministrazione controllata Rapporti tra liquidazione coatta amministrativa e leggi speciali Natura giuridica della liquidazione coatta amministrativa 27

3 VI LA LIQUIDAZIONE CAPITOLO II IL PROWEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE 1. Natura giuridica del prowedimento di liquidazione Forma, contenuto e pubblicitä del prowedimento di liquidazione Decorrenza degli effetti del prowedimento di liquidazione Impugnazione del prowedimento di liquidazione Accoglimento o rigetto del ricorso giurisdizionale awerso il provvedimento di liquidazione 36 CAPITOLO III GLI ORGANI DELLA LIQUIDAZIONE 1. I singoli organi della liquidazione coatta amministrativa L'autoritä governativa ehe vigila sulla liquidazione ed i suoi poteri II commissario liquidatore e la sua nomina Requisiti di nomina del commissario liquidatore Natura giuridica del commissario liquidatore Mezzi d'impugnazione degli atti del commissario liquidatore Poteri del commissario liquidatore Obblighi del commissario liquidatore Compenso del commissario liquidatore II comitato di sorveglianza Funzioni del comitato di sorveglianza Se i componenti del comitato di sorveglianza sono o meno pubblici ufficiali Compenso dei componenti del comitato di s'orveglianza 68 CAPITOLO IV DEGLI EFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE PER LTMPRESA E PER I CREDITORI 1. Gli effetti della liquidazione coatta amministrativa in generale Gli effetti della liquidazione coatta amministrativa per l'impresa (artt. 42 a 47 L. fall., eccetto l'art. 43) Gli effetti della liquidazione coatta amministrativa per i creditori Gli effetti della liquidazione coatta amministrativa sugli atti pregiudizievoli ai creditori: rinvio al cap. VIII 107

4 INDICE CAPITOLO V DEGLI EFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE SUI RAPPORTI GIURIDICI PREESISTENTI 1. Gli effetti della liquidazione coatta amministrativa sui rapporti giuridici preesistenti: disciplina I singoli rapporti giuridici preesistenti I rapporti giuridici preesistenti sciolti per effetto della liquidazione coatta amministrativa I rapporti giuridici preesistenti non sciolti per effetto della liquidazione coatta amministrativa Possesso del fallito a titolo precario Gli effetti della liquidazione coatta sul rapporto di lavoro 129 CAPITOLO VI ACCERTAMENTO GIUDIZIARIO DELLO STATO D'INSOLVENZA ANTERIORE ALLA LIQUIDAZIONE 1. II potere discrezionale dell'autoritä amministrativa in ordine all'emissione del prowedimento ehe ordina la liquidazione coatta amministrativa II potere vincolato dell'autoritä amministrativa a seguito dell'accertamento giudiziario dello stato d'insolvenza La natura giuridica della sentenza dichiarativa dello stato d'insolvenza La competenza per l'emanazione della sentenza dichiarativa dello stato d'insolvenza La legittimazione attiva dei creditori L'audizione del debitore L'audizione dell'autoritä governativa La comunieazione, notifieazione ed afflssione della sentenza dichiarativa dello stato d'insolvenza L'opposizione alla sentenza dichiarativa dello stato d'insolvenza L'impugnazione della sentenza pronunciata a seguito del giudizio di opposizione Gli effetti della sentenza ehe revoca la dichiarazione dello stato d'insolvenza Reiezione del ricorso per la dichiarazione dello stato d'insolvenza Esclusione deiraccertamento giudiziario dello stato d'insolenza nei confronti degli enti pubblici 149

5 /HI LA LIQUIDAZIONE CAPITOLO VII ACCERTAMENTO GIUDIZIARIO DELLO STATO D'INSOLVENZA POSTERIORE ALLA LIQUIDAZIONE 1. L'art. 202, primo comma, L. fall II mancato richiamo dei commi primo, settimo ed ottavo dell'art. 195 L. fall La legittimazione attiva del commissario liquidatore e del pubblico ministero a chiedere l'accertamento giudiziario dello stato d'insolvenza I soggetti della legittimazione passiva Opposizione alla sentenza di accertamento dello stato d'insolvenza e successiva impugnazione II problema dell'impugnabilitä da parte del pubblico ministero del decreto del tribunale reiettivo della sua istanza di accertamento dello stato d'insolvenza Esclusione del potere del tribunale di dichiarare il fallimento in sede di accertamento dello stato d'insolvenza 158 CAPITOLO VIII DEGLI EFFETTI DELL'ACCERTAMENTO GIUDIZIARIO DELLO STATO D'INSOLVENZA SUGLI ATTI PREGIUDIZIEVOLI AI CREDITORI 1. Le azioni revocatorie e la loro estensione nei confronti dei soci illimitatamente responsabili II concetto di azione revocatoria ed i suoi presupposti L'azione revocatoria ordinaria in sede fallimentare (art. 66 L. fall.) L'azione revocatoria fallimentare (art. 67, primo comma, L. fall.) I singoli casi di revocatoria L'art. 67, secondo comma Le esenzioni dalla revocatoria fallimentare (art. 67, Ultimo comma, e leggi speciali) Le esenzioni dalla revocatoria nella interpretazione della giurisprudenza La prescrizione dell'azione revocatoria fallimentare La competenza a conoscere delle azioni revocatorie L'inefficacia degli atti a titolo gratuito (art. 64 L. fall.) L'inefficacia dei pagamenti di crediti non scaduti (art. 65 L. fall.) L'esenzione dalla revocatoria del pagamento di cambiale scaduta (art. 68 L. fall.) 214

6 IX 14. La revocatoria degli atti a titolo oneroso compiuti tra coniugi (art. 69 L. fall.) ed il problema della sua applicabilitä o meno agli atti a titolo gratuito tra i coniugi stessi: le sentenze al riguardo della Corte cost II problema della prescrittibilitä o meno dell'azione revocatoria degli atti tra coniugi La presunzione muciana concernente i beni acquisiti dal coniuge del fallito (art. 70 L. fall.) e la sua incompatibilitä col regime di comunione legale dei beni II recente insegnamento della Cassazione negativo della soprawivenza della presunzione muciana Le caratteristiche della presunzione muciana Gli effetti dell'azione revocatoria (art. 71) 230 CAPITOLO IX LA FORMAZIONE DELLO STATO PASSIVO 1. Le fasi della procedura di liquidazione coatta amministrativa La comunicazione ai creditori e ai terzi ex art. 207 L. fall L'art. 209 L. fall, e la formazione dello stato passivo I prowedimenti del commissario liquidatore nella formazione dello stato passivo Particolari problemi in sede di formazione dello stato passivo La natura giuridica dell'elenco dei creditori formato dal commissario liquidatore Gli obblighi del commissario nella formazione dello stato passivo I mezzi d'impugnazione dello stato passivo Le dichiarazioni tardive dei crediti La revocazione contro crediti ammessi Le domande di rivendicazione, restituzione e separazione di cose mobili L'accertamento del passivo e le nuove norme processuali civili CAPITOLO X LA LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO NELLA LIQUIDAZIONE 1. I poteri del commissario liquidatore nella liquidazione coatta dell'attivo La vendita e l'affitto dell'azienda: ammissibilitä e modalitä 279

7 X LA LIQUIDAZIONE 3. II problema dell'applicabilitä o meno dell'art. 107 L. fall, alle espropriazioni immobiliari in corso: soluzione positiva Competenza e modalitä per la cancellazione delle trascrizioni dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie sui beni liquidati: soluzioni varie e riconoscimento del potere all'autoritä governativa di vigilanza Versamento ancora dovuto dai soci a responsabilitä iimitata (art. 210 L. fall.): credito esigibile ex lege e decreto monitorio del presidente del tribunale Versamento dei soci con responsabilitä sussidiaria Iimitata o illiniitata (art. 211 L. fall.): formazione del piano di riparto e modalitä per le osservazioni e contestazioni 290 CAPITOLO XI LA RIPARTIZIONE DELL'ATTIVO E LA CHIUSURA DELLA LIQUIDAZIONE 1. L'art. 212 L. fall, sulla ripartizione dell'attivo e il rinvio all'art. lll stessa legge concernente l'ordine di distribuzione delle somme La distribuzione di acconti parziali: potere discrezionale del commissario liquidatore e loro concessione anche prima del realizzo di tutte le attivitä e deu'accertamento del passivo Le ripartizioni parziali: diversitä dagli acconti, limiti quantitativi ed impugnabilitä Ordine di distribuzione dell'attivo: disciplina ex art. 111 L. fall.; in particolare pagamento dei debiti di massa, dei crediti privilegiati e dei crediti pignoratizi ed ipotecari Le ripartizioni flnali previa approvazione del bilancio, del conto della gestione e del piano di riparto. In difetto di approvazione, giudizio avanti al tribunale sulle contestazioni degli interessati La chiusura della procedura di liquidazione coatta amministrativa ed i suoi effetti II problema dell'applicabilitä dell'istituto della riabilitazione civile au'imprenditore individuale o sociale tornato in bonis: soluzione positiva. 308 CAPITOLO XII IL CONCORDATO NELLA LIQUIDAZIONE 1. La proposta di concordato (art. 214 L. fall.)...:. 311

8 INDICE XI 2. Le varie specie di concordato e la inammissibilitä del concordato con cessione di beni Le condizioni e le eventuali garanzie della proposta Le modalitä del procedimento: autorizzazione deu'autoritä di vigilanza al deposito della proposta nella cancelleria del tribunale; pubblicazione nelle forme disposte dall'autoritä stessa; eventuali opposizioni degli interessati e decisione del tribunale Le impugnazioni contro la sentenza ehe approva o respinge il concordato; la legittimazione dei soggetti a proporle La natura giuridica del concordato: contrattualistica o pubblicistica; soluzione per quest'ultima e conseguenze Gli effetti del concordato L'esecuzione del concordato e le funzioni di sorveglianza degli organi della liquidazione La risoluzione del concordato: inadempimento; richiesta del commissario o ricorso dei creditori; sentenza del tribunale in camera di consiglio e non soggetta a gravame; limiti temporali per la pronuncia del tribunale L'annullamento del concordato: limiti e termine per la proponibilitä dell'azione; legittimazione attiva e passiva; sentenza del tribunale in camera di consiglio ed impugnabilitä con mezzi ordinari La riapertura della liquidazione coatta amministrativa a seguito della risoluzione ed annullamento del concordato: richiamo in ufficio degli organi della procedura; concorso dei vecchi e nuovi creditori; riproposizione delle azioni revocatorie e realizzazione delle garanzie Offerte ai creditori 327 CAPITOLO XIII LE DISPOSIZIONI PENALI NELLA LIQUIDAZIONE 1. La diseiplina dei reati nella liquidazione coatta amministrativa: gli artt. 237 e 203 L. fall I soggetti attivi delle disposizioni penali L'art. 203 L. fall, e Perroneo richiamo dell'intero art. 217, n. 4, L. fall, concernente la bancarotta semplice In particolare la responsabilitä penale dei soci illimitatamente responsabili II problema della responsabilitä penale dell'imprenditore individuale per i reati di bancarotta: contrasti fra dottrina e giurisprudenza di legittimitä 341

9 XII LA UQUIDAZIONE 6. I singoli reati fallimentari e la pregiudizialitä tra controversia fallimentare e giudizio penale I reati commessi dal fallito o dall'assoggettato a liquidazione coatta amministrativa I reati commessi da persone diverse dal fallito o dall'assoggettato a liquidazione coatta amministrativa 364 CAPITOLO XIV LA DISCIPLINA FISCALE DELLA LIQUIDAZIONE 1. Identitä della disciplina fiscale tra fallimento e liquidazione coatta amministrativa L'accertamento dei crediti tributari Obblighi fiscali del commissario liquidatore L'IVA e le vendite mobüiari ed immobiliari L'IVA e il credito di rivalsa degli imprenditori e dei professionisti L'IVA ed il compenso del commissario liquidatore L'imposta di registro Le sanzioni pecuniarie, l'indennitä di mora e le soprattasse La tassa di concessione governativa ed annuale sulle societä La ritenuta d'acconto LTNVIM e l'ici 426 Parte II LA LIQUIDAZIONE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE CAPITOLO I LA LIQUIDAZIONE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 1. L'evoluzione della legislazione sulle imprese di assicurazione Le leggi concernenti la liquidazione coatta amministrativa delle imprese di assicurazione L'applicabilitä alle imprese di assicurazione delle norme della legge fallimentare concernenti la liquidazione coatta amministrativa Esclusione del fallimento nei confronti delle imprese di assicurazione 435

10 5. Esclusione del concordato preventivo e deh'amministrazione controllata nei confronti delle imprese di assicurazione sulla vita II problema della esclusione o meno del concordato preventivo e dell'amministrazione controllata nei confronti delle imprese di assicurazione contro i danni 436 CAPITOLO II I PRESUPPOSTI DELLA LIQUIDAZIONE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 1. I presupposti subiettivi della liquidazione coatta amministrativa delle imprese di assicurazione del ramo vita e contro i danni Le varie specie di assicurazione del ramo vita L'oggetto delle assicurazioni contro i danni I soggetti esclusi dalle disposizioni sull'assicurazione, a norma degli artt. 3 e 4 dei rispettivi D. Lgs. nn. 174 e 175/ I presupposti obiettivi della liquidazione coatta amministrativa delle imprese di assicurazione La copertura delle riserve tecniche L'obbligo per le imprese assicurative di disporre di un margine di solvibilitä e di una quota di garanzia Le conseguenze giuridiche della violazione delle disposizioni sulle riserve tecniche Le conseguenze giuridiche della violazione delle disposizioni sul margine di solvibilitä e sulla quota di garanzia La violazione delle disposizioni sulle operazioni di capitalizzazione. 458 CAPITOLO III IL PROWEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE ED I POTERI DEL MINISTRO DELL'INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL'ARTIGIANATO 1. II prowedimento di liquidazione coatta amministrativa delle imprese di assicurazione e le sue differenze da quello previsto dalla legge fallimentare per le imprese in genere I poteri del Ministro dell'industria, del commercio e deu'artigianato in materia assicurativa 464

11 XIV LA LIQUIDAZIONE CAPITOLO IV GLI ORGANI DELLA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 1. Gli organi della liquidazione coatta amministrativa delle imprese di assicurazione L'ISVAP ed i suoi organi I poteri e le funzioni dell'isvap in base alla legge istitutiva 12 agosto 1982, n in base ai D.Lgs. 17 marzo 1995, nn. 174 e II commissario liquidatore: natura giuridica, funzioni, poteri ed obblighi in generale (rinvio alla parte I, capp. III e IX I poteri e le funzioni del commissario liquidatore in base alla L. 24 dicembre 1969, n. 990 e successive modificazioni, sulla assicurazione obbligatoria dei veicoli a motore e dei natanti II comitato di sorveglianza: nomina, composizione, poteri e compenso 509 CAPITOLO V DELLA LIQUIDAZIONE E DEL RISARCIMENTO DEL DANNO 1. II Fondo di garanzia per le vittime della strada: sua originaria costituzione presso l'istituto nazionale delle assicurazioni (INA); successivamente subentro al suo posto della Concessionaria servizi assicurativi pubblici S.p.A. (CONSAP) La liquidazione del danno da parte deh'impresa designata ex art. 20 L. n. 990/ La liquidazione del danno da parte del commissario liquidatore La disciplina delle spese inerenti alla liquidazione degli indennizzi e dei danni, a seconda ehe gravino sul commissario o sul «Fondo» Le modalitä di antieipazione delle spese al commissario da parte del «Fondo» La liquidazione del dannano da parte deu'impresa cessionaria del portafoglio trasferitole, previo suo consenso, col decreto di liquidazione (art. 1 L. n. 738/1978) La disciplina dei privilegi inerenti ai contratti di assicurazione nelle leggi speciali succedutesi nei tempo Problemi interpretativi delle norme sui privilegi degli assicurati di cui agli artt. 67 e 78 D.Lgs. nn. 174 e 175/ II privilegio del danneggiato sull'indennitä dovuta dall'assicuratore, ex art cod. civ.: inapplicabilitä nei caso di risareimento di danni causati dalla circolazione dei veicoli e dei natanti 532

12 CAPITOLO VI DEGLI EFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SUI RAPPORTI GIURIDICI PREESISTENTI. LA RIPARTIZIONE DELL'ATTIVO, LA CHIUSURA DELLA PROCEDURA ED IL CONCORDATO 1. I rapporti giuridici preesistenti: identitä di disciplina tra liquidazione coatta amministrativa in generale e liquidazione coatta delle imprese di assicurazione. Particolari aspetti concernenti i rapporti di lavoro e di agenzia ed i contratti di assicurazione I rapporti di lavoro I rapporti di agenzia I contratti di assicurazione e la loro diversa durata a seconda ehe trattisi assicurazione sulla vita e contro i danni in genere owero in tema di assicurazione obbligatoria auto II duplice problema se i crediti ehe sorgono verso l'ufficio concorsuale per i sinistri verificatisi dopo il prowedimento di liquidazione coatta siano o meno da soddisfare con prededuzione e se l'assicurato possa, awalendosi della norma dell'art cod. civ., sospendere il pagamento del premio: soluzione negativa Ripartizione dell'attivo, chiusura della procedura e concordato: rinvio a parte I, capp. X e XI ed applicabilitä della norma dell'art. 84 L. n. 449/1959 sul riparto delle attivitä 551 Partein LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLE BANCHE CAPITOLO I LA NUOVA LEGGE BANCARIA IN ATTUAZIONE DELLA SECONDA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO CEE 15 DICEMBRE 1989, N La nuova legge bancaria (T.U. approvato con D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385) e la disciplina della liquidazione coatta amministrativa delle banche Presupposti soggettivi della liquidazione coatta 560

13 XVI LA LIQUIDAZIONE 3. Presupposti oggettivi della liquidazione coatta II prowedimento di liquidazione coatta: decreto del Ministro del tesoro su proposta della Banca d'italia; suo contenuto; modalitä di comunicazione e di pubblicitä; effetti del decreto nei confronti degli organi aziendali; rinvio, in quanto applicabili, a particolari disposizioni della legge fallimentare Gli organi della procedura: la nomina da parte della Banca d'italia e loro prowedimenti iniziali Le indennitä spettanti agli organi della procedura I mezzi d'impugnazione del prowedimento di liquidazione 572 CAPITOLO II ACCERTAMENTO GIUDIZIALE DELLO STATO D'INSOLVENZA ANTERIORE E POSTERIORE ALLA LIQUIDAZIONE 1. La dichiarazione giudiziale dell'insolvenza anteriore alla liquidazione coatta amministrativa : La legittimazione a chiedere l'accertamento giudiziale e l'audizione dei soggetti interessati da parte del tribunale prima della decisione II richiamo dell'art. 195 L. fall L'accertamento giudiziale dell'insolvenza posteriore alla liquidazione coatta amministrativa Gli effetti dell'accertamento giudiziale dell'insolvenza, sia anteriore ehe posteriore, sugli atti pregiudizievoli ai creditori e sulle disposizioni penali 578 CAPITOLO III DEGLI EFFETTI DEL PROWEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE 1. Effetti del prowedimento di liquidazione coatta per la banca Effetti del prowedimento di liquidazione coatta per i creditori Effetti del prowedimento di liquidazione sugli atti pregiudizievoli ai creditori e sui rapporti giuridici preesistenti Effetti del prowedimento di liquidazione sugli adempimenti iniziali dei commissari liquidatori 582

14 INDICE XVII CAPITOLO IV POTERI E FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI DELLA LIQUIDAZIONE 1. Nomina e composizione degli organi della liquidazione coatta e loro adempimenti iniziali I commissari liquidatori: funzioni, poteri e requisiti II comitato di sorveglianza: funzioni, poteri e requisiti La Banca d'italia: poteri di determinazione di principi e criteri deh'attivitä di vigilanza sulle banche; poteri in tema di amministrazione straordinaria delle banche e del gruppo bancario; prowedimenti specifici di competenza; poteri regolamentari nei casi previsti dalla legge 592 CAPITOLO V L'ACCERTAMENTO DEL PASSIVO 1. La fase amministrativa dell'accertamento del passivo: le comunicazioni dei commissari liquidatori; i reclami e le richieste dei creditori e dei titolari di diritti reali II deposito presso la Banca d'italia dell'elenco dei creditori ammessi e non ammessi e di quello dei titolari di diritti reali II deposito presso la cancelleria del tribunale del solo elenco dei creditori privilegiati e dei titolari di diritti reali, con esclusione dei creditori chirografari dovuta alla tutela del segreto bancario Le varie teoriche sul fondamento giuridico del segreto bancario Le questioni di costituzionalitä della normativa concernente il trattamento riservato ai creditori chirografari e la sentenza della Corte cost., 24 gennaio 1977, n La comunicazione dei commissari ai creditori del deposito dello stato passivo e dei crediti in tutto o in parte non ammessi La fase giudiziale della stato passivo La legittimazione dei soggetti a proporre opposizione ed impugnazione contro i crediti ammessi La proposizione del ricorso, la designazione del giudice, la comunicazione del ricorso ai legittimati passivi e la costituzione in giudizio dell'opponente L'istruzione e decisione delle cause riunite e la pubblicazione della sentenza L'appello e il ricorso per Cassazione 616

15 XVIII LA LIQUIDAZIONE 12. Le insinuazioni tardive La revocazione contro crediti ammessi 620 CAPITOLO VI LA LIQUIDAZIONE E RIPARTIZIONE DELL'ATTIVO 1. La liquidazione deu'attivo Le varie forme di cessione dell'attivo La continuazione dell'esercizio dell'impresa bancaria e le modifiche apportate dal D.Lgs. 23 luglio 1996, n I poteri dei commissari in sede di liquidazione dell'attivo La ripartizione dell'attivo 628 CAPITOLO VII ADEMPIMENTT FINALI DELLA PROCEDURA E CONCORDATO DI LIQUIDAZIONE 1. Adempimenti finali: il bilancio finale di liquidazione, il rendiconto finanziario e il piano di riparto Le formalitä delle contestazioni e dei successivi giudizi awerso detti adempimenti II concordato di liquidazione: modalitä della proposta, parere degli organi liquidatori, contestazioni degli interessati, decisione del tribunale e mezzi d'impugnazione Esecuzione del concordato e chiusura della liquidazione Risoluzione e annullamento del concordato 643 CAPITOLO VIII LA LIQUIDAZIONE DELLE SUCCURSALI DI BANCHE ESTERE E DEL GRUPPO BANCARIO 1. La liquidazione coatta delle succursali di banche comunitarie ed extracomunitarie Sistemi di garanzia dei depositi e sostituzione degli organi della liquidazione ordinaria La liquidazione coatta del gruppo bancario La conversione in liquidazione coatta delle procedure concorsuali delle sodetä del gruppo 655

16 XIX 5. La sorte dei giudizi pendenti ed i mezzi d'impugnazione della sentenza di conversione La liquidazione coatta dei gruppi e societä non iscritti all'albo L'arriministrazione straordinaria delle banche, delle succursali di banche extracomunitarie, della capogruppo e delle societä del gruppo bancario 660 Indice degli autori 671 Indice analitico 677

IL CONCORDATO PREVENTIVO

IL CONCORDATO PREVENTIVO GIOVANNI LO CASCIO IL CONCORDATO PREVENTIVO SESTA EDIZIONE V \ MILANO - DOTT. A. GIUFFRfe EDITORE - 2007 INDICE Prefazione. CAPITOLO I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 1. Evoluzione del sistema normativo

Dettagli

RUGGERO VIGO IMPRESA E PUBBLICITA IMMOBILIARE

RUGGERO VIGO IMPRESA E PUBBLICITA IMMOBILIARE RUGGERO VIGO IMPRESA E PUBBLICITA IMMOBILIARE MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 2001 INDICE CAPITOLO I LE FORMALITÄ PUBBLICITARIE RELATIVE ALL'IMPRESA COMMERCIALE. LA PUBBLICITÄ IMMOBILIARE DELLA CIRCOLAZIONE

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEL DANNO ALLA PERSONA

LA LIQUIDAZIONE DEL DANNO ALLA PERSONA GIANNI BELLAGAMBA GIUSEPPE CARITI LA LIQUIDAZIONE DEL DANNO ALLA PERSONA DA INCIDENTE STRADALE RASSEGNA DELLA GIURISPRUDENZA IN APPENDICE: DISCIPLINA LEGISLATIVA DEL RISARCIMENTO DEL DANNO BIOLOGICO DI

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI STEFANO TONETTI ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI / i CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2006 INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni Pag- XIII Capitolo Vrimo L'IVA NEL FALLIMENTO

Dettagli

GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI

GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI RACCOLTA SISTEMATICA DIGIURISPRUDENZACOMMENTATA 45 Fondata da MARIO ROTOMDI Diretta da GIULIO LEVI LAURA BONACINA GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI MILANO - DOTT.

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA VII INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni.... pag. XV Capitolo Primo PREMESSA 1. Premessa.... pag. 1 2. Evoluzione storica. Appalti urbanistica edilizia....» 2 3. Le norme applicabili....»

Dettagli

L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO

L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO MARCELLO PSARO L'ASSICURAZIONE SULLA R.C. AUTO CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2003 INDICE - SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni Pag. XI Parte prima DELL'OBBLIGO DELL'ASSICURAZIONE

Dettagli

Marina Tavassi - Massimo Scuffi. Diritto processuale. antitrust. Tutela giurisdizionale della concorrenza. presentazione di Antonio Saggio

Marina Tavassi - Massimo Scuffi. Diritto processuale. antitrust. Tutela giurisdizionale della concorrenza. presentazione di Antonio Saggio Marina Tavassi - Massimo Scuffi Diritto processuale antitrust Tutela giurisdizionale della concorrenza presentazione di Antonio Saggio Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Presentazione Pag. v Parte Prima L'EVOLUZIONE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione...

INDICE SOMMARIO. Introduzione... SOMMARIO Introduzione... XV CAPITOLO 1 LA FORMA DEL PIGNORAMENTO 1. Come si articola la disciplina di riferimento... 2 2. Alcune osservazioni sul dato positivo... 5 3. L atto di pignoramento presso terzi...

Dettagli

INDICE SOMMARIO. I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII. Parte I ASPETTI GENERALI E PROFILI GESTIONALI DEL RECUPERO CREDITI

INDICE SOMMARIO. I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII. Parte I ASPETTI GENERALI E PROFILI GESTIONALI DEL RECUPERO CREDITI I avvertenza... Pag. V II avvertenza...» VII Parte I ASPETTI GENERALI E PROFILI GESTIONALI DEL RECUPERO CREDITI LE GENERALITÀ 1. Analisi del credito... Pag. 3 2. Psicologia del recupero...» 4 3. Individuazione

Dettagli

Indice. 1 Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ------------------------------------------------------------ 3

Indice. 1 Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO FALLIMENTARE LEZIONE XIV GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE PROF. SIMONE LABONIA Indice 1 Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ------------------------------------------------------------

Dettagli

Regolamento operativo

Regolamento operativo Fondo Nazionale di Garanzia (Art. 62, comma 1, decreto legislativo 23 luglio 1996, n. 415) Regolamento operativo Settembre 2010 Fondo Nazionale di Garanzia (Art. 62, comma 1, decreto legislativo 23 luglio

Dettagli

SOMMARIO. Parte I La cancelleria fallimentare: aspetti giuridici, analisi e funzionamento

SOMMARIO. Parte I La cancelleria fallimentare: aspetti giuridici, analisi e funzionamento SOMMARIO Premessa... Profilo autori... III VII Parte I La cancelleria fallimentare: aspetti giuridici, analisi e funzionamento Capitolo 1 - Procedura fallimentare: aspetti giuridici sostanziali e procedurali

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE Guida bibliografica... 3 1. Le diverse forme di accettazione dell eredità... 7 2. L apertura

Dettagli

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE dal 9 ottobre al 12 dicembre 2015 Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa Salone Gaspare Conigliaro - Viale Santa Panagia n.141/e I GIORNATA

Dettagli

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA SOMMARIO CAPITOLO 1 ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA 1. Le ragioni della gestione privatistica dell insolvenza... 1 1.1. I rischi della negoziazione privata dell insolvenza

Dettagli

RESPONSABILITA, DANNO E RIVALSA PER GLI INFORTUNI SUL LAVORO

RESPONSABILITA, DANNO E RIVALSA PER GLI INFORTUNI SUL LAVORO T E O R I A E P R A T I C A D E L D I R I T T O SEZIO.NE I: DIRITTO E I'ROCEDURA CIVILE 103 GIUSEPPE MARANDO RESPONSABILITA, DANNO E RIVALSA PER GLI INFORTUNI SUL LAVORO GIUFFRE USSi EDITORE MILANO 2003

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

Art. 2901 - Condizioni

Art. 2901 - Condizioni Art. 2901 - Condizioni [I]. Il creditore, anche se il credito è soggetto a condizione o a termine, può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio

Dettagli

R.D. 16 marzo 1942, n. 267: Disciplina del fallimento, del. dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa 1.

R.D. 16 marzo 1942, n. 267: Disciplina del fallimento, del. dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa 1. R.D. 16 marzo 1942, n. 267: Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa 1. 1 A norma dell'articolo 147, secondo comma

Dettagli

Avv. Rossella D Onofrio

Avv. Rossella D Onofrio Avv. www.weblegale.com L attività dell Avv. si svolge dinanzi ai Tribunali di Lecce, Brindisi e Taranto. Si caratterizza per una struttura organizzativa idonea ad assicurare la consulenza ed assistenza,

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE www.pg.camcom.gov.it CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE MANUALE OPERATIVO PER GLI ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE IN MATERIA DI FALLIMENTO,

Dettagli

Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali

Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali Martedì 19 Gennaio 2010 Avv.to Paolo Manzato, Avv.to Patrizia Pietramale e Dott. Italo Vitale

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014

BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014 BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014 Gli importi per il calcolo del contributo unificato (di cui al Testo Unico sulle spese di giustizia - D.P.R 30 maggio 2002, n. 115) sono

Dettagli

Il recupero IVA: condizioni, monitoraggio, termini.

Il recupero IVA: condizioni, monitoraggio, termini. Il recupero IVA: condizioni, monitoraggio, termini. Andrea Davide Arnaldi Responsabile area legale di Credit Evolution Studio Legale Arnaldi, Caimmi & Associati Credit Evolution Credit Evolution Credit

Dettagli

Appello contro il decreto di approvazione o di reiezione del Concordatoù L appello è previsto e disciplinato dall art 183 LF che non è stato modificato dalla riforma. Esso stabilisce che: contro la sentenza

Dettagli

EFFETTI PER I CREDITORI 105

EFFETTI PER I CREDITORI 105 EFFETTI PER I CREDITORI 105 Non vanno, ovviamente, riconosciuti al creditore chirografario interessi postfallimentari e si ritiene che non vadano riconosciuti, fino alla data di fallimento, gli interessi

Dettagli

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C.

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C. GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C. UTET INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA. LA COSTITUZIONE, I CONFERIMENTI,

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

CAPITOLO III CAPITOLO IV

CAPITOLO III CAPITOLO IV CAPITOLO I GLI EFFETTI PATRIMONIALI DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO 1. Gli effetti patrimoniali della separazione e del divorzio.... 2 2. La relazione con il c.d. regime primario della famiglia.... 5

Dettagli

Studio Galeotti Flori - Firenze. Dott. Stefano Berti

Studio Galeotti Flori - Firenze. Dott. Stefano Berti COMPIUTI NELL AMBITO DI PROCEDURE FALLIMENTARI ED I PROVVEDIMENTI DI AGGIUDICAZIONE, ANCHE IN SEDE DI SCIOGLIMENTO DI COMUNIONI; LA TASSAZIONE DEGLI EVENTUALI CONGUAGLI Firenze, 25 marzo 2015 1 IMPOSTA

Dettagli

II processo esecutivo immobiliare

II processo esecutivo immobiliare -" -»-/ ' > Antonio Donvito II processo esecutivo immobiliare Aggiornato alla legge 14 maggio 2005, n. 80 v -V G. Giappichelli Editore - Torino Indice Prefaztone XV Parte Prima 1 il pignoramento immobiliare

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Prefazione........................................ 1 PARTE PRIMA TESTO DELLA LEGGE 24 DICEMBRE 1969 N. 990, come modificato dal D.L. 23 dicembre 1976 n. 857, convertito, con modificazioni,

Dettagli

FLAVIO PECCENINI CIRCOLAZIONE DEIVEICOLI. EESPONSABILITÀ E ASSICURAZIONE

FLAVIO PECCENINI CIRCOLAZIONE DEIVEICOLI. EESPONSABILITÀ E ASSICURAZIONE FLAVIO PECCENINI CIRCOLAZIONE DEIVEICOLI. EESPONSABILITÀ E ASSICURAZIONE CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2004 INDICE SOMMARIO Introduzione Pag. XIII PARTE PRIMA Capitolo Primo I VEICOLI E LA CIRCOLAZIONE

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Elenco delle principali abbreviazioni... XXIII CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Guida bibliografica... 3 Profili generali................ 7 1.1. Le questioni da affrontare..........

Dettagli

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013 ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013 MONETARI entità e natura Gli interessi sono prestazioni pecuniarie accessorie, cioè che si aggiungono ad

Dettagli

CONTRATTI BANCARI E PROCEDURE CONCORSUALI

CONTRATTI BANCARI E PROCEDURE CONCORSUALI GIUSEPPE PELLEGRINO CONTRATTI BANCARI E PROCEDURE CONCORSUALI CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2000 INDICE - SOMMARIO CAPITOLO I RAPPORTI FRA BANCHE, IMPRENDITORE FALLITO ED ORGANI CONCORSUALI

Dettagli

VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO

VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO A) GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE EX ARTICOLO 182-BIS DEL REGIO DECRETO DEL 1942 N.267 Generalità Una delle novità di maggior rilievo

Dettagli

IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi

IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi Premessa. La pendenza della procedura di concordato preventivo non produce uno spossessamento del debitore ma soltanto una limitazione dei suoi poteri. Tale limitazione

Dettagli

Diritti di avvocato. Pagina 1 di 5

Diritti di avvocato. Pagina 1 di 5 TABELLA B - DIRITTI DI AVVOCATO (redatta dall'autore) I - PROCESSO DI COGNIZIONE E PROCEDIMENTI SPECIALI E CAMERALI DAVANTI AI GIUDICI ORDINARI, AI GIUDICI AMMINISTRATIVI, TRIBUTARI E SPECIALI, AGLI ARBITRI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE. sentenza

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE. sentenza REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE ha pronunciato la seguente: sentenza sul ricorso 629/2007 proposto da: FALLIMENTO L.C. S.R.L., in persona

Dettagli

I TRATTAMENTI PENSIONISTICI PER LE MElDITÄ DEI LAVORATORI SUBORDINATI

I TRATTAMENTI PENSIONISTICI PER LE MElDITÄ DEI LAVORATORI SUBORDINATI TEORIA E PRATICA DEL DIRITTO SEZIONE IV: DIRITTO AMMINISTRATIVO 55 GIOVANNI FERRARO I TRATTAMENTI PENSIONISTICI PER LE MElDITÄ DEI LAVORATORI SUBORDINATI v GIUFFRE IJ"B1I EDITORE MILANO 2000 CAPITOLO I

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5 INDICE SOMMARIO Prefazione........................................................ pag. 5 Costituzione in mora del debitore 1. Lettera di convocazione per tentativo di definizione bonaria...» 21 2. Lettera

Dettagli

Le spese e gli interessi nella domanda di ammissione al passivo

Le spese e gli interessi nella domanda di ammissione al passivo Le spese e gli interessi nella domanda di ammissione al passivo NOTE: Il presente lavoro rappresenta la risultanza degli studi e delle conoscenze dell Autore, anche in considerazione del fatto che molte

Dettagli

LE NUOVE MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DELLA CRISI DI IMPRESA

LE NUOVE MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DELLA CRISI DI IMPRESA RESTRUCTURING ALERT GIUGNO 2012 LE NUOVE MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DELLA CRISI DI IMPRESA Lo scorso 15 giugno il Governo ha approvato il decreto legge finalizzato ad alimentare la crescita economica del

Dettagli

1. La giurisprudenza sull obbligo di versamento del TFR in caso di cessione di ramo d azienda

1. La giurisprudenza sull obbligo di versamento del TFR in caso di cessione di ramo d azienda 25.9.2013 TRASFERIMENTO DI RAMO D AZIENDA E AMMISSIONE AL PASSIVO DELLA QUOTA DI TFR MATURATA ALLE DIPENDENZE DELLA SOCIETA FALLITA di Aldo Fittante, Avvocato Sommario: 1. La giurisprudenza sull obbligo

Dettagli

Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in

Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in D.L. 23-12-2003 n. 347 Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza. Pubblicato nella Gazz. Uff. 24 dicembre 2003, n. 298 e convertito in legge, con modificazioni

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MODENA Sezione Civile SENTENZA. promossa da

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MODENA Sezione Civile SENTENZA. promossa da Fallimento Ammissione al passivo: opposizione Domanda riconvenzionale Azione revocatoria in sede di giudizio di opposizione allo stato passivo Medesimo titolo e rapporto giuridico dedotto in giudizio -

Dettagli

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INDICE Avvertenza... Elenco delle abbreviazioni.... V XVII D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE PARTE PRIMA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEI VEICOLI E DEI NATANTI OBBLIGO DI

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Milano, 27, 28 febbraio, 6, 7, 13, 14, 20, 27, 28 marzo, 17 aprile 2015 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con l obiettivo

Dettagli

LE PROCEDURE CONCORSUALI

LE PROCEDURE CONCORSUALI Riassunto Anonimo trovato on line del terzo volume del Campobasso, capitolo LE PROCEDURE CONCORSUALI LE PROCEDURE CONCORSUALI L imprenditore, durante l esercizio della sua attività, può trovarsi in una

Dettagli

BERARDINO LIBONATI TITOLI DI CREDITO E STRUMENTI FINANZIARI

BERARDINO LIBONATI TITOLI DI CREDITO E STRUMENTI FINANZIARI BERARDINO LIBONATI TITOLI DI CREDITO E STRUMENTI FINANZIARI MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 1999 INDICE Premessa XIII Capitolo I CONSIDERAZIONI GENERALI SUI TITOLI DI CREDITO 1. La disciplina dei titoli

Dettagli

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI.

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. 1. Le assicurazioni contro i danni. L interpretazione degli articoli 1904-1918 del Codice civile mediante il criterio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E

RISOLUZIONE N. 195/E RISOLUZIONE N. 195/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Modalità di esercizio delle variazioni IVA in

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

www.studiofinpro.it SULL ELEMENTO SOGGETTIVO DELL AZIONE REVOCATORIA ORDINARIA

www.studiofinpro.it SULL ELEMENTO SOGGETTIVO DELL AZIONE REVOCATORIA ORDINARIA SULL ELEMENTO SOGGETTIVO DELL AZIONE REVOCATORIA ORDINARIA Art. 2901 c.c. Condizioni. Il creditore, anche se il credito è soggetto a condizione o a termine, può domandare che siano dichiarati inefficaci

Dettagli

Crediti in prededuzione nell amministrazione straordinaria delle grandi imprese

Crediti in prededuzione nell amministrazione straordinaria delle grandi imprese Crediti in prededuzione nell amministrazione straordinaria delle grandi imprese SOMMARIO: 1. Premessa. 2. Riferimenti normativi e ambito di applicazione. 3. I tempi di pagamento della prededuzione: i poteri

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I GLI EFFETTI DEL FALLIMENTO SUI RAPPORTI GIURIDICI PREESISTENTI: PRINCIPI GENERALI

INDICE SOMMARIO. Capitolo I GLI EFFETTI DEL FALLIMENTO SUI RAPPORTI GIURIDICI PREESISTENTI: PRINCIPI GENERALI Capitolo I GLI EFFETTI DEL FALLIMENTO SUI RAPPORTI GIURIDICI PREESISTENTI: PRINCIPI GENERALI 1.1. La dichiarazione di fallimento e i rapporti giuridici preesistenti: la disciplina generale elaborata dalla

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Il PCT nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari) Sommario: 1. Premessa. 2. Entrata in vigore

Dettagli

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 Ordine degli Avvocati di Verona E un corso promosso dagli Ordini

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO CONTROLLI 1. Controllare attentamente che tutti i beni siano stati venduti, non ci siano crediti da riscuotere (eventualmente cederli e abbandonare quelli inesigibili)

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.)

Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.) Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.) Avv. Vittorio Lupoli 14 febbraio 2014 www.beplex.com II. GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI EX ART. 182-BIS L. FALL. Sommario: 1.

Dettagli

INDICE. Prefazione... XIX

INDICE. Prefazione... XIX INDICE Prefazione... XIX 1 Il contratto preliminare... 1 1.1 Funzione ed effetti del contratto preliminare... 2 1.2 I requisiti formali del preliminare...... 3 1.2.1 e del relativo negozio risolutorio...

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO Si riportano qui di seguito le tabelle ed i criteri di calcolo del contributo unificato per i procedimenti giurisdizionali riguardo ai quali ne è previsto

Dettagli

LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE.

LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE. LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE. Suggeriamo le modalità operative a cui i Curatori e amministratori dovranno

Dettagli

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE SOMMARIO Prefazione (alla 12 a edizione)... Pag. V INTRODUZIONE 1. Produzione, consumo, finanza. Le attività produttive: il lavoro subordinato, il lavoro autonomo, l attività d impresa... Pag. 1

Dettagli

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 INDICE Prefazione... XVII I LA VENDITA 1 La vendita... 3 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 2 Obbligazioni del compratore... 7 2.1 Il prezzo: aspetti generali e modalità di adempimento... 7

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO Norme modificate dall articolo 37 (disposizioni per l efficienza del sistema giudiziario e la celere definizione delle controversie) del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

D.L. 23-12-2003, n. 347 Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza.

D.L. 23-12-2003, n. 347 Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza. D.L. 23-12-2003, n. 347 Misure urgenti per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza. Art. 1. (Requisiti per l'ammissione) 1. Le disposizioni del presente decreto si applicano

Dettagli

studio professionisti associati Dottori Commercialisti Revisori contabili

studio professionisti associati Dottori Commercialisti Revisori contabili IL FALLIMENTO E LE ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI dopo la riforma del DLGS 5/2006 DLGS 169/2007 - PARTE PRIMA- Aspetti legali Relatore: Avv. Massimiliano Mariani STUDIO LEGALE AMMV La crisi dell impresa Rimedi

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Capitolo Primo LA CESSIONE DI CREDITO E LA SUCCESSIONE DEL CESSIONARIO NEL DIRITTO CEDUTO 1. La cessione del credito nella sistematica del codice

Dettagli

Recupero dell Iva per accordi ristrutturazione debiti e piani attestati

Recupero dell Iva per accordi ristrutturazione debiti e piani attestati Recupero dell Iva per accordi ristrutturazione debiti e piani attestati di Davide David e Giovanni Turazza Il Decreto Semplificazioni ha introdotto la possibilità di recuperare l Iva in ipotesi di mancato

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE.

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Definizioni e classificazioni

Dettagli

2. Formule di atti giudiziari

2. Formule di atti giudiziari 2. Formule di atti giudiziari Giuliano Scarselli, Giuseppe Camardi 2.1 Formule utilizzabili per promuovere l azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c. Revocatoria di donazione successiva al sorgere

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI Elenco delle principali abbreviazioni... XXV CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI Guida Bibliografica... 3 1.1. Introduzione... 5 1.1.1. La disciplina previgente.... 6 1.1.1.1. La riforma del 1975....

Dettagli

ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito

ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito ASSOCIAZIONE (#) (/) (#) (#) (#) (#) (#) (#) (#) LOGIN (#) (#) (#) Imprese soggette al fallimento artt. 1-14 6 ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito IN EVIDENZA

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Modena, 23 settembre, 3, 10, 24 ottobre, 7, 14, 15, 21, 28 e 29 novembre 2014 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con

Dettagli

Determinazione n. 3 del 23/04/2014

Determinazione n. 3 del 23/04/2014 Determinazione n. 3 del 23/04/2014 Criteri interpretativi in ordine alle disposizioni contenute nell art. 38, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006 afferenti alle procedure di concordato preventivo

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento MASTER PART-TIME RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento Con il patrocinio di 2015 ----------------- REGGIO EMILIA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La

Dettagli

GLI ASPETTI TRIBUTARI

GLI ASPETTI TRIBUTARI GLI ASPETTI TRIBUTARI DELLA CESSIONE DEL CREDITO DEL PROFESSIONISTA di Paolo Dal Monico (Dottore Commercialista in Vicenza) SOMMARIO: I Premessa; II. I.V.A.; III. Lavoratore autonomo che ha già emesso

Dettagli

Concordato preventivo: il credito contestato non è una causa di risoluzione. Tribunale, Reggio Emilia, sez. fallimentare, decreto 24/06/2015

Concordato preventivo: il credito contestato non è una causa di risoluzione. Tribunale, Reggio Emilia, sez. fallimentare, decreto 24/06/2015 Concordato preventivo: il credito contestato non è una causa di risoluzione Tribunale, Reggio Emilia, sez. fallimentare, decreto 24/06/2015 di Giuseppina Mattiello Pubblicato il 14/09/2015 Il creditore

Dettagli

Previdenza complementare: istruzioni Inps per l intervento del Fondo di Garanzia Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma

Previdenza complementare: istruzioni Inps per l intervento del Fondo di Garanzia Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma Previdenza complementare: istruzioni Inps per l intervento del Fondo di Garanzia Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma L Inps, con circolare 22 febbraio 2008, n. 23, fornisce le istruzioni operative

Dettagli

Articolo 620 - Giudice competente. Articolo 621 - Domanda di limitazione. Articolo 622 - Valutazione della nave. Articolo 623 - Sentenza di apertura.

Articolo 620 - Giudice competente. Articolo 621 - Domanda di limitazione. Articolo 622 - Valutazione della nave. Articolo 623 - Sentenza di apertura. Articolo 620 - Giudice competente. Titolo IV Dell' attuazione della limitazione del debito dell' armatore Il procedimento di limitazione è promosso avanti il tribunale o il pretore, nella circoscrizione

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A N. 1016/012 R.A.C.C. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Udine, sezione seconda civile, composto dai Signori Magistrati: dott. Alessandra BOTTAN PRESIDENTE dott.

Dettagli

LA CHIUSURA DELLE PROCEDURE CONCORSUALI

LA CHIUSURA DELLE PROCEDURE CONCORSUALI LA CHIUSURA DELLE PROCEDURE CONCORSUALI IL MANDATO IRREVOCABILE AD INCASSARE E A DISTRIBUIRE IL CREDITO ERARIALE ATTRIBUITO A UNA SOCIETA FIDUCIARIA: ESAME DI UN CASO PRATICO 1 Il problema - Le Procedure

Dettagli

CESSIONE RAMO DI AZIENDA

CESSIONE RAMO DI AZIENDA CONTRATTI TIPO di CESSIONE RAMO DI AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE RAMO DI AZIENDA Con la presente scrittura privata, che verrà conservata agli atti del Notaio autenticante, espressamente autorizzato a rilasciarne

Dettagli

INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M.

INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M. INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M. 8 aprile 2004 n. 127 a cura del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Pordenone CRITERI GENERALI Tariffa applicabile La tariffa applicabile

Dettagli

Il fondo patrimoniale

Il fondo patrimoniale Paolo Tonalini Notaio Il fondo patrimoniale Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pavia in collaborazione con Banca Generali Relazione al Convegno del 6 marzo 2015 NOTAIO PAOLO

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL PRIVILEGIO DI CUI ALL ART. 9, COMMA 5, D.LGS. N. 123/1998: LE GARANZIE RILASCIATE DA SACE S.P.A.

L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL PRIVILEGIO DI CUI ALL ART. 9, COMMA 5, D.LGS. N. 123/1998: LE GARANZIE RILASCIATE DA SACE S.P.A. L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL PRIVILEGIO DI CUI ALL ART. 9, COMMA 5, D.LGS. N. 123/1998: LE GARANZIE RILASCIATE DA SACE S.P.A. di MICHELA MANCINI e TOMMASO STANGHELLINI SOMMARIO: 1. La fattispecie all esame

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI 1. Origine della figura dell agente nel quadro dei rapporti di distribuzione commerciale e suo inserimento nel diritto positivo italiano....................

Dettagli

Decreto legislativo recante riassetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela dei consumatori - Codice del consumo.

Decreto legislativo recante riassetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela dei consumatori - Codice del consumo. Decreto legislativo recante riassetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela dei consumatori - Codice del consumo. Art. 1 (Finalità ed oggetto) Art. 2 (Diritti dei consumatori) Art. 3 (Definizioni)

Dettagli