CRISIS MANAGEMENT E COMUNICAZIONE DELLA CRISI per L AZIENDA SANITARIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRISIS MANAGEMENT E COMUNICAZIONE DELLA CRISI per L AZIENDA SANITARIA"

Transcript

1 CRISIS MANAGEMENT E COMUNICAZIONE DELLA CRISI per L AZIENDA SANITARIA Torre del Greco, novembre Il rapporto con i Media Materiali didattici / Seconda parte La differenza che c'è tra una notizia, cioè il racconto di un fatto accaduto, e una notizia rilevante, è l'interesse che riscuote nell'opinione pubblica La salute è uno dei temi che più sta a cuore all'opinione pubblica, sia quando si parla o si scrive di suggerimenti che riguardano lo stile di vita e il benessere, la cura e la prevenzione delle malattie, sia quando si parla di cronaca sanitaria, malasanità, sprechi delle amministrazioni pubbliche e disservizi per il cittadino. Sia quando si tratta di goodnews sia quando si tratta di badnews bisogna sempre tenere presente che più un fatto ci è vicino emotivamente e geograficamente e più rappresenta una notizia importante per noi. In particolare quando abbiamo di fronte un caso "negativo", per comprendere l'eco che avrà sui media dobbiamo valutare quanto appartiene alla vita

2 quotidiana delle persone e quindi anche della nostra. A proposito di sanità può esserci utile ricordare una recente indagine del Tribunale del Malato sui disservizi sanitari più frequentemente segnalati dai cittadini: i primi tre sono l'errore medico, che va dai presunti errori diagnostici e terapeutici alle disattenzioni del personale sanitario, le liste d'attesa troppo lunghe e i disagi per i disabili. E' chiaro, allora, che un evento che riguarda uno di questi tre ambiti di sicuro si guadagnerà gli onori della cronaca, almeno a livello locale. Addetto Stampa o Portavoce In un'azienda, pubblica o privata, il compito di comunicare con l'esterno di solito spetta all'ufficio stampa. Ma tutte le persone che ricoprono incarichi di responsabilità, a maggior ragione se lavorano a contatto con il pubblico, di fatto entrano continuamente in comunicazione con l'esterno partecipando alla metaforica conversazione con il mondo. E' giusto quindi che condividano lo stesso progetto e la stessa visione strategica di chi per professione gestisce lo scambio informativo tra interno ed esterno. Nel caso di un'azienda pubblica lo scambio di informazioni si svolge in due direzioni: chi lavora nell'ufficio stampa da un lato racconta l Ente, il suo modo di funzionare, aiuta cioè a costruirne l'immagine pubblica, dall altro è portatore, all interno dell Ente, delle esigenze dei cittadini rispetto all Istituzione di riferimento.

3 L addetto stampa, cioè colui o colei che lavora nell ufficio stampa di un amministrazione pubblica o di un azienda privata, dovrebbe essere un giornalista e comunque, iscritto o non iscritto all ordine dei giornalisti, è di fatto un operatore della comunicazione. Il suo comportamento dovrebbe essere sempre adeguato alle norme che riguardano l'informazione e la professione del giornalista. Tanto che la Federazione nazionale della stampa, l'fnsi, ovvero il sindacato dei giornalisti, per coloro che lavorano in un ufficio stampa ha scritto la Carta dei doveri del giornalista degli Uffici Stampa (approvata dal Consiglio Nazionale dell Ordine dei Giornalisti il 25 marzo 2010). "Si definisce come attività di Ufficio Stampa una funzione prettamente giornalistica, in quanto diffonde notizie per conto di aziende, organismi, enti privati o pubblici. Sono perciò esclusi dall attività di Ufficio Stampa differenti aspetti della comunicazione come relazioni pubbliche, relazioni con i cittadini, marketing e pubblicità. Anche la figura del portavoce, diffusa soprattutto in politica e negli organismi elettivi, non rientra nel campo della informazione giornalistica e non è quindi compresa nella definizione di Ufficio Stampa". "L'Ufficio Stampa è la struttura primaria dell'informazione giornalistica verso l esterno. Il giornalista che vi opera è tenuto ad osservare la Carta dei doveri che è il fondamentale documento deontologico di riferimento per tutti gli iscritti

4 all Ordine, a prescindere dalla natura contrattuale e dal tipo di incarico ricoperto e da eventuale altra attività svolta, e le norme deontologiche fissate dalla legge istitutiva dell'ordine dei giornalisti oltre a quelle enunciate in documenti ufficiali dell'ordine stesso" In particolare : "Il giornalista che opera negli Uffici Stampa delle amministrazioni pubbliche agisce in conformità a due principi fondamentali contenuti nella legge 150/2000: il diritto dei cittadini di essere informati e il diritto/dovere delle istituzioni pubbliche di informare". Il giornalista dell ufficio stampa si muove all interno di norme ben precise ed è sottoposto alla vigilanza dell Ordine. Inoltre non deve solo essere corretto ma deve anche apparire corretto, dal momento che uno dei suoi obiettivi è quello di rafforzare il rapporto di fiducia tra stampa e lettori e quindi tra cittadini e azienda per cui lavora. L ufficio stampa è un interfaccia tra esterno, i giornalisti di stampa e tv che rappresentano il megafono dell opinione pubblica, e l interno, cioè l azienda a volta guidata da interessi divergenti. E un antenna che recepisce i segnali che arrivano da fuori e li traduce affinché siano compresi all interno, e poi ancora è un megafono che dopo aver raccolto e decriptato le informazioni raccolte all interno le veicola all esterno in modo comprensibile, cercando di evitare possibili fraintendimenti. Compito abbastanza delicato nel campo della comunicazione medico scientifica, dal

5 momento che la materia è ostica e non sempre conosciuta da chi è chiamato a divulgarla. Dunque è una fonte di notizie e informazioni. Le caratteristiche che dovrebbero contraddistinguere il suo lavoro sono la trasparenza, la disponibilità, l'efficienza e l'affidabilità. Il rapporto con i Media Dunque il compito dell ufficio stampa è quello di divulgare e far sapere al mondo ciò che l azienda per cui lavora vuole che il mondo sappia, ma anche e soprattutto quello di rispondere alle domande dell opinione pubblica, fornendo dati, contatti, spiegazioni, riferimenti scientifici, insomma tutti i materiali di cui i giornalisti hanno bisogno per lavorare, e operando con trasparenza, chiarezza e tempestività. Il ruolo dell'ufficio stampa non è quello di tener alla larga i colleghi o rendergli la vita più difficile. Ci tengo a chiarirlo qualora non lo avessi fatto ancora abbastanza. Questo è un modo sbagliato e miope di intendere l attività di un ufficio stampa. L ufficio stampa di una pubblica amministrazione, in particolare, rappresenta davvero la fonte primaria dell informazione verso il cittadino. Per questo ci deve essere un rapporto di fiducia tra addetto stampa e professionista dei media. Solo un paio di settimane fa ho scritto un sevizio sui tablet per bambini. Si trattava di una guida all'acquisto che metteva a confronto tutti i prodotti del genere.

6 L'unica azienda che con tempestività, cioè nel giro di un pomeriggio, mi ha inviato i dati che avevo chiesto e le risposte per la mia intervista è stata un'azienda spagnola. Imaginarium, questo è il nome della nota catena di giocattoli spagnola, ha guadagnato nel mio articolo un grande spazio, perché mi ha permesso in poco tempo di inserire le dichiarazioni del produttore. Mentre Giochi Preziosi, che non ha collaborato, probabilmente non per colpa dell'ufficio stampa, ma dalla strategia aziendale, è uscito con dati parziali che vanno a discapito de prodotto. L azienda insomma ha rinunciato ad essere protagonista del servizio e diventare fonte della notizia. E chiaro che un atteggiamento del genere non solo è inutile, perché se il giornalista vuole i dati alla fine li trova comunque, ma è anche controproducente perché indispone enormemente il giornalista che non considererà più l azienda un interlocutore affidabile, quanto piuttosto un avversario. Per rafforzare il rapporto di fiducia tra istituzione e media è importante conoscere personalmente i giornalisti con cui si lavora o si entra di solito in contatto La prima cosa, quindi, è avere una griglia delle testate con cui ci si relaziona quotidianamente, avere i contatti telefonici e le mail dei giornalisti e far in modo che anche i giornalisti abbiano tutti i recapiti e i contatti di chi lavora nell'ufficio stampa, per raggiungere in

7 qualunque momento la fonte di informazione ufficiale. Sembra una banalità, ma essere disponibili è fondamentale per poter smentite una notizia non corretta o fugare i dubbi di un collega. Spesso le aziende pensano che se le informazioni non sono disponibili il giornalista non scriverà quell'articolo. Non è così. Di solito la scrittura di un articolo viene messa in cantiere prima di avere a disposizione tutte le informazioni necessarie, e una volta messa in cantiere deve essere scritta o raccontata per forza. Il giornalista quindi deve farsi bastare quello che raccoglie, se un particolare gli manca lo inventa o lo coglie dalle sfumature. Fare muro, non farsi trovare, reperire le informazioni richieste con molto ritardo non è utile. Si indispettisce l'interlocutore che poi reperirà le informazioni in un altro modo e utilizzerà quel silenzio per sostenere che c'era qualcosa da nascondere. Una non risposta per il giornalista è sempre una risposta. Non a caso uno dei passaggi fondamentali di tutte le inchieste di Report, è Milena Gabanelli che in video dichiara di aver chiesto spiegazione di un fatto a questo o a quest'altra azienda o ente e di non aver ricevuto nessuna risposta. Quel silenzio pesa molto e rafforza le conclusioni a cui è giunto un servizio o un articolo. Bisogna pensare invece che azienda e media giocano con ruoli diversi la stessa partita, quella del diritto dovere di informare ed essere informati. Se si lavora nel rispetto e nella stima reciproca è più facile collaborare e più difficile per il giornalista attaccare la propria fonte di informazione. Massima trasparenza e disponibilità,

8 quindi, per diventare una fonte di notizie affidabile. Protagonisti dell'informazione Per partecipare alla società della comunicazione è importante conoscere le regole del gioco. Dunque è fondamentale per chi ricopre un ruolo di responsabilità all'interno dell'azienda sapersi orientare all'interno del complesso mondo dei media e comprendere i diversi linguaggi di giornali, tv, radio, internet e social network. Chi gestisce l'ufficio stampa, poi, deve saper gestire le tecniche giornalistiche, essere in grado di parlare e scrivere, saper gestire informazioni e notizie mettendo in campo anche le proprie risorse creative, per esempio scrivendo un comunicato stampa, come fa un qualsiasi redattore quando scrive un pezzo. Il comunicato stampa Il titolo di un comunicato non dovrebbe mai essere negativo. Una notizia negata è una non notizia, quindi, nessuno è interessato a scriverla. Nessun organo di informazione può avere interesse a riprendere un comunicato stampa che dice che qualcosa non è accaduto. Una smentita di solito è interessante solo per chi ha scritto la notizia sbagliata. Ma se a sbagliare è un solo giornalista o solo una testata, si chiama o si scrive per dare la corretta informazione e chiedere ufficialmente di pubblicare la smentita. Se la notizia è davvero falsa il giornale è obbligato dalla legge a

9 pubblicarla. Invece una smentita a mezzo comunicato stampa ha senso solo se molte testate hanno scritto la stessa notizia sbagliata. Caso piuttosto raro. Altra questione, invece, è l'idea di modificare un'opinione diffusa, giudicata non corrispondente alla realtà. In questo caso è meglio costruire un evento o una notizia positiva contraria. Per creare una buona immagine bisogna raccontare di più le cose positive che accadono all'interno della propria realtà. Un esempio di successo in questo senso è l'ospedale Bambino Gesù di Roma, la cui fama supera di gran lunga le reali qualità della struttura, che naturalmente ci sono ma che, come in ogni ospedale,vivono tra luci e ombre. Se si apre la pagina web del sito dell'ospedale romano, si può vedere che la press room è in bella evidenza. Se si entra in quell'area si trova prima di tutto il nome del responsabile, perché per il giornalista deve essere chiara l'identità del suo referente, poi i numeri di telefono, compreso il numero di cellulare. Chi scrive un pezzo, infatti, non lo fa necessariamente nelle ore in cui è aperto un ufficio pubblico, quindi chi lavora in un ufficio stampa deve essere reperibile nel più ampio intervallo di tempo possibile. Inoltre, a qualunque giornalista con cui si entra in contatto è buona norma chiedere se vuole entrare nella mailing list della propria azienda così da poter leggere ogni comunicato che viene pubblicato. In questo modo le attività dell'azienda saranno più o meno conosciute dai media anche quando non diventano oggetto di un articolo. Anche così si costruisce l'immagine positiva che si vuole creare.

10 Infine, se si leggono i titoli dei comunicati stampa del Bambin Gesù si noterà l'estrema positività di aggettivi e sostantivi scelti e l'assenza di qualunque accenno a notizie di inchieste o a smentite. Nonostante nell'ultimo mese siano state pubblicate tre notizie molto negative che riguardano l'ospedale. L'intervista L'intervista può essere "rubata", cioè raccolta in modo estemporaneo di persona o al telefono, oppure concordata tra l'interlocutore e il giornalista. Può essere un momento molto importante per l'azienda perché in tempi di pace può fornire importanti informazioni ai lettori, telespettatori, e in tempi di guerra può pregiudicare una carriera, o il destino di un ente, oppure essere un modo brillante per uscire da uno stato di crisi. Nel 2007 un'inchiesta di Fabrizio Gatti dell'espresso portò alla ribalta il degrado in cui versava il Policlinico Umberto I di Roma. Il giornalista per un mese lavorò come uomo delle pulizie nell'ospedale romano fotografando il gravissimo livello di degrado. Il Policlinico degli orrori raccontava di montagne di cicche nel reparto di terapia intensiva pediatrica, provette abbandonate frigo e armadi dei laboratori di analisi lasciati aperti e incustoditi, sporcizia e abbandono. In una situazione del genere il direttore generale di allora, Ubaldo Montaguti, invece di tirarsi indietro si prestò a una seconda puntata dell'inchiesta e con un racconto da film horror offrì il titolo alla

11 seconda copertina dedicata dall'espresso al Policlinico, "Rubavano gli occhi ai morti", con trasparenza e disponibilità rispose a tutte le domande del giornalista, aggiungendo contenuti e rimandando tutte le responsabilità alla politica. L'effetto fu molto positivo: l'immagine che si ebbe di lui e di quanti lavoravano con lui fu di una battaglia dei buoni contro i cattivi che erano fuori, una battaglia portata avanti da persone che si battevano affinché la salute pubblica fosse ancora un diritto. L'informazione on line L'informazione on line viaggia molto più velocemente di quella tradizionale ed è soprattutto indelebile. Se si vuole diffondere una notizia o smentirne una che giudichiamo falsa un passaggio fondamentale è quello di lasciare una traccia sul web. La rete, infatti, è uno strumento essenziale per i giornalisti, serve sia a trovare spunti che per reperire conferme e dichiarazioni. Curare allora il rapporto con i giornalisti del web e creare un rapporto di fiducia privilegiato con qualcuno in particolare può essere una strategia intelligente. Per chi lavora sui blog o sui quotidiani on line la tempestività è tutto. Non solo. Poter aggiornare con elementi nuovi una notizia già scritta, allunga la vita a quella news e permette di fare più contatti con poco sforzo. Quando si vuole lanciare una nuova notizia o

12 aggiungere alcune precisazioni a una notizia vecchia si può comunicare con i colleghi del web con cui si hanno buoni rapporti, anticipando a loro parte dei contenuti del comunicato che si sta per lanciare. Si fa contento il giornalista e si sta sicuri che qualcuno pubblicherà la notizia che vogliamo. Nella scelta della testata on line a cui fare l'anticipazione non è necessario privilegiare la notorietà, perché il web è molto democratico: si parte tutti più o meno alla pari e quando si fa una ricerca viene fuori la notizia del grande quotidiano come quella del blog meno conosciuto. Facebook e i social network Il ruolo dell'ufficio stampa non si esaurisce nella gestione dei media tradizionali, ma si rivolge agli infomediari online, ovvero a tutti quegli organi d'informazione digitale che possono produrre un effetto sulla reputazione di un azienda. In questo ambito i social network e in particolare Facebook giocano un ruolo fondamentale. Bisogna imparare a tenerli d'occhio e a comprenderne le dinamiche. Rappresentano una terza dimensione a cavallo tra lo spazio pubblico e lo spazio privato. Sono un canale attraverso cui un'informazione o un giudizio, un'esperienza o una riflessione viaggiano molto rapidamente. Molti ospedali cominciano oggi a costruire i propri profili su Facebook attraverso Fondazioni che li sostengono o direttamente attraverso il proprio ufficio stampa. L'esperimento è interessante ma può essere un'arma a doppio taglio, perché permette a tutte le

13 persone con cui si entra in contatto di esprimere la propria opinione sulla struttura, sui medici, sui servizi senza filtri. Bisogna quindi essere in grado di gestire le critiche o quantomeno accettarle, e comunicare quotidianamente con immagini, spunti di riflessione o informazioni di servizio per rendere vivo il profilo. Quando la comunicazione funziona Quando è continua, puntuale, creativa. Quando chi lavora nell'ufficio stampa è reperibile e capace di dare in tempi brevi le informazioni richieste, quando è in grado di mettere il giornalista in contatto con le persone giuste, quando è in grado di fornire notizie attraverso i propri comunicati stampa, quando è in grado di aggiungere qualche notizia in più al dibattito pubblico o alla singola testata interessata. Un settimanale, per esempio, che partecipa a una conferenza stampa non può accontentarsi di ciò che ascolta e legge in quella sede, perché nel giro di 24 ore sarà superato da tv, radio, internet e quotidiani. Qualunque sia la notizia non può pubblicare una settimana dopo quello che tutti hanno già scritto o detto. Il settimanale è obbligato ad approfondire, allora è compito dell ufficio stampa permettergli questo approfondimento fornendo informazioni e contatti ulteriori. Quando un ufficio stampa non funziona o fa un lavoro inutile? Quando non è tempestivo, quando fa muro per far perdere tempo al giornalista, quando non fornisce

14 risposte alle domande del giornalista, quando fornisce risposte in cui sostanzialmente non dà alcuna informazione. La risposta non risposta è una fatica inutile per l ufficio stampa, perché viene quasi sempre cestinata o relegata a poche battute. Il quadro deontologico e normativo del professionista dell'ufficio Stampa Per assolvere bene al proprio compito, chi lavora in un ufficio stampa deve conoscere e rispettare le fondamentali regole deontologiche dei professionisti della comunicazione: il diritto dei cittadini a essere informati in modo corretto e il diritto-dovere del giornalista a una libera informazione che rispetti sempre la verità sostanziale dei fatti osservati, così come recitano l articolo 21 della costituzione e l articolo 2 della legge 69 del 1963, che ha istituito l ordine dei giornalisti. Tanto per completare il quadro deontologico e normativo all interno del quale dovrebbe essere praticata questa professione, elenco qui le norme in vigore: legge 7 giugno 2000 N. 150; D.P.R. 21 settembre 2001, N. 422; direttiva del 7 febbraio 2002 sulle attività di comunicazione delle pubbliche amministrazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Funzione pubblica;

15 atto di indirizzo del ministro Frattini all'aran (atto di indirizzo quadro per la costituzione del profilo professionale del personale addetto alle attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni); carta dei doveri del giornalista degli uffici stampa, approvata dal Gruppo speciale uffici stampa dell Ordine nazionale dei giornalisti).

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION REPUTAZIONE

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

CHI SIAMO. semiotica, del marketing, del copywriting, della comunicazione aziendale e dell organizzazione di eventi. www.rizomacomunicazione.

CHI SIAMO. semiotica, del marketing, del copywriting, della comunicazione aziendale e dell organizzazione di eventi. www.rizomacomunicazione. CHI SIAMO 2 Rizoma è uno studio giornalistico associato che nasce dall esperienza di un gruppo di giovani professionisti del settore della comunicazione. Formatosi come team fin dal 2005, il gruppo Rizoma

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE Tina Fasulo CRISI DEL MODELLO 1 A MOLTI La moltiplicazione dei contenuti digitali e distribuzione dell attenzione su molteplici canali

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA Ricordare che l 80% dei malati vive in famiglia! (indagine Censis 2006) Chi è il caregiver? (letteralmente: colui che presta assistenza) Un familiare Un

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

ONLINE REPUTATION GUIDE

ONLINE REPUTATION GUIDE ONLINE REPUTATION GUIDE Consigli per gestire la Web Reputation La Web Reputation può influenzare la crescita o il declino di un'azienda. Cosa stanno dicendo i tuoi clienti circa il tuo business, prodotto

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

CHI SIAMO. Giorgia Gay

CHI SIAMO. Giorgia Gay Saper fare Fare Far sapere DIFFONDIAMO LA TUA IDEA. PROMUOVIAMO LA TUA IMMAGINE Servizi personalizzati, integrati e flessibili per enti, aziende, associazioni, fondazioni, professionisti CHI SIAMO Gamma

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte Osservatorio sulla Comunicazione Politica, Dipartimento di Culture Politica e Società La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte ricerca condotta da Sara Minucci (Osservatorio

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti.

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti. Il mensile dell Unasca. L Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica. Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Calendario Corso L ADDETTO STAMPA NELL ERA CROSSMEDIALE Corso dedicato agli addetti stampa della Pubblica Amministrazione

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno!

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Noi ci mettiamo la faccia Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Un portale diverso: utile! Vacanzelandi@è il primo portale

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette IL QUOTIDIANO La prima pagina è la facciata del quotidiano, presenta gli avvenimenti trattati più rilevanti e solitamente sono commentati; gli articoli sono disposti secondo uno schema fisso che ha lo

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM

Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM Chiara Albanese Michele Dell Edera In collaborazione con: Asernet tecnologia, comunicazione e nuovi media Zeroventiquattro.it Il quotidiano on line

Dettagli

Registro 8 MODA E DIGITAL. Come diventare fashion blogger di successo TIPS&TRICKS DI ARIANNA CHIELI

Registro 8 MODA E DIGITAL. Come diventare fashion blogger di successo TIPS&TRICKS DI ARIANNA CHIELI Registro 8 MODA E DIGITAL Come diventare fashion blogger di successo TIPS&TRICKS DI ARIANNA CHIELI INDEX 3 5 8 11 14 Introduzione Anche se siete Fashion, senza nome rimarrà un sogno Contenuti per un Fashion

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

Il sistema di valutazione delle performance della sanità toscana. Anno 2012

Il sistema di valutazione delle performance della sanità toscana. Anno 2012 Il sistema di valutazione delle performance della sanità toscana Risultati dell indagine di clima interno Anno 2012 Laboratorio MeS Istituto di Management Firenze, 22 Febbraio 2013 Premessa Il presente

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Corso di formazione Scrittura Giornalistica e Comunicazione Esterna

Corso di formazione Scrittura Giornalistica e Comunicazione Esterna Corso di formazione Scrittura Giornalistica e Comunicazione Esterna PROGRAMMA DELLE LEZIONI I Modulo: Introduzione alla Scrittura Giornalistica (come scrivere un articolo e leggere i giornali) I Lezione

Dettagli

Nuovi Media, strumenti di condivisione. Prof. Roberto Maldacea

Nuovi Media, strumenti di condivisione. Prof. Roberto Maldacea Coordinamento CARITAS Operatori comunicazione NUOVI MEDIA Megafono di solidarietà Nuovi Media, strumenti di condivisione Prof. Roberto Maldacea Premessa Per raggiungere 1 Miliardo di utenti il telefono

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

comunicare la crisi >>>>

comunicare la crisi >>>> comunicare la crisi tutto può precipitare in una crisi Catastrofi naturali attentati incidenti scalate ostili trans-fotografie copertine black-out cadute di sistemi paralisi dei collegamenti mucca pazza

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE Giornalismo divulgazione green economy Il Master in Comunicazione ambientale è ideato dal Centro Studi CTS e da Green Factor, società di consulenza sulle tematiche ambientali,

Dettagli

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI:

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: Reputazione online NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: FONDAMENTI DI COMUNICAZIONE DIGITALE: LE REGOLE DEL WEB NUOVI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE: DAL BRAND ALL IDENTITÀ DIGITALE DEFINIZIONE DI WEB REPUTATION

Dettagli

PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO)

PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO) PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO) Campagna di informazione rivolta al mondo scolastico sul tema della sicurezza nei

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA-

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA- Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN RESPONSABILE ED ADDETTO UFFICIO STAMPA PARTECIPAZIONE GRATUITA- La Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di formazione avanzata L ADDETTO STAMPA NELL ERA CROSSMEDIALE Programma formativo 2012 Indice 1. Obiettivi 2.

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura Azienda 2.0 Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi Stefano Ventura 1. Il nuovo scenario social 2. Necessaria strategia 2.0 3. La nostra esperienza 4. La gestione dei rischi 1.

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL 20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL DOTT. ANDREA TOSI Chi sono i miei interlocutori Quale è il mio ruolo Quale situazione devo affrontare Quale richiesta mi viene effettuata Cosa faccio io di fronte

Dettagli

Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura. www.claudiazarabara.it Dicembre 2015

Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura. www.claudiazarabara.it Dicembre 2015 Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura www.claudiazarabara.it Dicembre 2015 Utenti Internet nel mondo Utenti Internet in Europa Utenti Internet in Italia Utenti

Dettagli

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Allegato n. 1 EDUCARSI AL FUTURO Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Ai Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti di: Ancona, Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna,

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

Bambini di roma. Cosa fare con i bambini a Roma www.bambinidiroma.com

Bambini di roma. Cosa fare con i bambini a Roma www.bambinidiroma.com Bambini di roma Cosa fare con i bambini a Roma CHI SONO Avevo un lavoro molto bello e ricco di prospettive, un marito, una tata, una macchina aziendale, due mostrini che non vedevo quasi mai Un giorno,

Dettagli

QUESTIONARIO. Genere Maschio Femmina Età. Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare )

QUESTIONARIO. Genere Maschio Femmina Età. Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare ) Genere Maschio Femmina Età QUESTIONARIO Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare_) Che scuola stai frequentando? Liceo scientifico Liceo classico Liceo linguistico Liceo socio-psico-pedagogico Liceo

Dettagli

FARE BENE E FARLO SAPERE

FARE BENE E FARLO SAPERE FARE BENE E FARLO SAPERE SUA MAESTA... LA NOTIZIA i giornalisti hanno bisogno di fatti (ALTRIMENTI... SE LI INVENTANO) Chi? Dove? Cosa? Come? Quando? Perché? LA NOTIZIABILITA Quando un fatto diventa Notizia?

Dettagli

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! UNIVERSO WEB 7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! TRE DESIDERI PER Costruire e ottimizzare la strada del web! Consulenza Fornisce ai responsabili di imprese, attività commerciali

Dettagli

Il ruolo del web per le Associazioni

Il ruolo del web per le Associazioni Il ruolo del web per le Associazioni Nuove opportunità di comunicazione e raccolta fondi Francesca De Spirito Responsabile Comunicazione & Ufficio Stampa AISM Parliamo di > La rete AISM on line > Il web

Dettagli

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 Questionari per: - docenti dell istituto - alunni classi terze secondaria - genitori classi terze secondaria Composti da tre punti di analisi con 8 domande

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO Gentile Utente, o questa guida intende fornirle alcune informazioni e consigli sull AFASIA, un disturbo che limita il linguaggio. Nel nostro Ospedale

Dettagli

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo:

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo: Una storia di successo: Cento Vigne Italia Adattare le nuove strategie di social media marketing a livello globale per avere successo nel settore enologico Cento Vigne Italia ha scoperto il segreto per

Dettagli

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Sono sempre di più i liberi professionisti e le imprese che vogliono avviare o espandere la propria attività e hanno compreso

Dettagli

IL WEB WRITING. di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale PARTE PRIMA. 15 0ttobre 2009

IL WEB WRITING. di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale PARTE PRIMA. 15 0ttobre 2009 IL WEB WRITING di Vincenzo Rodolfo Dusconi, Esperto in Marketing e Comunicazione Legale 15 0ttobre 2009 PARTE PRIMA Perché gli studi professionali sottovalutano ciò che viene riportato nei testi del loro

Dettagli

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io Creatività / ingegno Risolvo i problemi in modo diverso Riesco a pensare a cose nuove facilmente Ho idee visionarie Sviluppo nuove opportunità e le metto in pratica

Dettagli

COSA POSSO FARE PER AMPLIFICARE LA PERCEZIONE DI VALORE DEL MIO OPERATO NEI CONFRONTI DEI MIEI CLIENTI ATTUALI E POTENZIALI

COSA POSSO FARE PER AMPLIFICARE LA PERCEZIONE DI VALORE DEL MIO OPERATO NEI CONFRONTI DEI MIEI CLIENTI ATTUALI E POTENZIALI COSA POSSO FARE PER AMPLIFICARE LA PERCEZIONE DI VALORE DEL MIO OPERATO NEI CONFRONTI DEI MIEI CLIENTI ATTUALI E POTENZIALI 25 20 15 10 5 0 Comunicazione Personalizzata ed originale Area Informazione Cambio

Dettagli

Manuale di sopravvivenza del giovane (e vecchio) formatore. realizzato nell'ambito del progetto LibreUmbria, curato da Sonia Montegiove

Manuale di sopravvivenza del giovane (e vecchio) formatore. realizzato nell'ambito del progetto LibreUmbria, curato da Sonia Montegiove Manuale di sopravvivenza del giovane (e vecchio) formatore realizzato nell'ambito del progetto LibreUmbria, curato da Sonia Montegiove Manuale di sopravvivenza del giovane (e vecchio) formatore 1 Preambolo

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Contraffazione, lotta via Web con il "nuovo" Ufficio Marchi

Contraffazione, lotta via Web con il nuovo Ufficio Marchi http://www.corrierecomunicazioni.it/print_page.php?idnotizia=78996 Page 1 of 1 20/07/2010 MSE Contraffazione, lotta via Web con il "nuovo" Ufficio Marchi Usability, approfondimenti e servizi nel portale

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A

Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A Dagli organizzatori del Piano Casa Tour 2010 e del Tour Edifici a Energia Quasi Zero 2011 Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A 1. Premessa 2. I patrocini 3. Il format 4.

Dettagli

MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS

MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS MINIGUIDA PER RISORSE SU CLASH OF CLANS Visto che le richieste in chat sono sempre maggiori ed è difficile riassumere in poche righe il sistema che utilizzo per fare risorse in poco tempo, ho pensato che

Dettagli

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 La Settimana Italiana è ormai un appuntamento fisso nell estate di Francoforte sul Meno, la capitale economica della Germania.

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione?

Come scrivere una lettera di presentazione? Come scrivere una lettera di presentazione? Dividerla in tre sezioni: 1. Perché sto scrivendo e chi sono: Se state rispondendo ad un annuncio, inserzione, sui giornali, siti-web ecc allora potete esordire

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE

COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE Dare visibilità alla campagna significa PORTARE GENTE IN PIAZZA Attività di ufficio stampa 1 Pubblicazione e condivisione online 2 Qual è il nostro obiettivo? Far sì che

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa. Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013

Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa. Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013 Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013 Contenuti del documento SuperMoney Media Group Blasting News Cosa significa misurare

Dettagli

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore Ruolo, caratteristiche, criticità 1 La definizione Terzo Settore nasce per identificare tutto ciò che non appartiene né al Primo settore, ossia alla sfera pubblica (stato, regioni, enti locali, altri enti)

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Comunicare Salute Website ed empowerment sanitario

Comunicare Salute Website ed empowerment sanitario Comunicare Salute Website ed empowerment sanitario Ufficio Stampa Istituto Superiore di Sanità Francesca Scapinelli, Mirella Taranto Trasparenza e partecipazione attiva del cittadino «Carta europea per

Dettagli

Contenuti di un sito web alcune considerazioni

Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti unici, interessanti e di qualità Il principale problema che tutti i siti devono affrontare riguarda l aere contenuti unici, interessanti e di qualità.

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO

SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO SOCIAL NETWORK MANUALE OPERATIVO 1 INTRODUZIONE I social media sono diventati uno strumento essenziale di comunicazione e marketing e vengono utilizzati da utenti di ogni fascia di età: dai teenager agli

Dettagli

Sezione: 5. FORMAZIONE

Sezione: 5. FORMAZIONE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 5. FORMAZIONE Il Corso base e la formazione online Sai come si diventa Consulenti di viaggi online? La formazione è alla base di qualsiasi percorso...

Dettagli

1. Introduzione al corso

1. Introduzione al corso E107 WEB SYSTEM Corso on line di progettazione siti dinamici: livello base R E A L I Z Z A Z I O N E D I 1. Introduzione al corso By e107 Italian Team Sito web:http://www.e107italia.org Contatto: admin@e107italia.org

Dettagli

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM PORTA IL TUO BRAND SU INSTAGRAM Ho studiato nell ultimo anno le dinamiche di questo fantastico

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi Ogni squadra necessita di un attacco organizzato in maniera da creare spazi liberi per guadagnare punti facili. Tuttavia, soprattutto con le squadre giovani,

Dettagli

LE AUTOINSERZIONI DI LAVORO

LE AUTOINSERZIONI DI LAVORO A cura de del Dr. Pietro Literio (Mail: literio.pietro@laretexlavorare.com) LE AUTOINSERZIONI DI LAVORO Come le Aziende pubblicano i loro Annunci/offerte di lavoro anche chi è alla Ricerca di lavoro (Candidato)

Dettagli

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite.

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite. Odg 1. isf italia Guido: piccola storia isf italia Quest anno week-end nazionale ad Ancona ma sovrapposto con altri eventi qui a TN (festa di mesiano). Cmq c è stato movimento e dopo percorso fatto dalle

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

web 2.0 come creare relazioni dentro e fuori l azienda macerata, aprile 2009

web 2.0 come creare relazioni dentro e fuori l azienda macerata, aprile 2009 web 2.0 come creare relazioni dentro e fuori l azienda macerata, aprile 2009 enterprise 2.0 un'azienda 2.0 e' fatta di persone 2.0, che utilizzano strumenti innovativi (2.0) per comunicare, scambiarsi

Dettagli

LE OFFERTE. - INCONTRI PERSONALI DI APPRENDIMENTO dedicati al metodo di studio e ad obiettivi specifici

LE OFFERTE. - INCONTRI PERSONALI DI APPRENDIMENTO dedicati al metodo di studio e ad obiettivi specifici di Daniele Somenzi c.so Leonardo da Vinci, 48-21013 Gallarate (VA) P. IVA 03154750123 - Percorsi personalizzati di apprendimento - Utilizzo di strumenti compensativi per ragazzi affetti da DSA - Lavoro

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli