Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue"

Transcript

1 Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche al femminile. Il trapianto di cellule staminali ematopoietiche fa ormai parte del trattamento abituale di numerose malattie ematologiche o genetiche. Da queste cellule staminali infatti si originano tutte le cellule del sangue. Esse si trovano nel midollo osseo, nel sangue del cordone e in quantità molto ridotte nel sangue periferico. Per la riuscita del trapianto di cellule staminali del sangue è necessario che ci sia compatibilità degli antigeni tissutali (antigeni HLA) fra donatore e trapiantato. D altra parte una perfetta compatibilità esiste solo nel caso di gemelli monozigoti, identici dal punto di vista genetico. Le possibilità di trovare donatori compatibili in seno alla famiglia, soprattutto fra fratelli e sorelle, si aggirano intorno al %. Nel caso in cui ciò non fosse possibile si può contare soltanto sulla disponibilità di un donatore non apparentato compatibile in qualche parte del mondo. La probabilità di trovare un donatore compatibile dipende in larga misura dalla combinazione dei diversi antigeni HLA ereditati dai genitori ed è per questo molto variabile. Dall inizio degli anni 90 sono stati creati in tutto il mondo molti registri di donatori volontari di cellule staminali del sangue non apparentati. Nel 2013 si contano 77 registri con un totale di oltre 21 milioni di donatori registrati. Il Registro Svizzero dei Donatori di Midollo fu creato nel 1988 e trasformato in una fondazione nel Siccome la maggior parte delle donazioni venivano effettuate con cellule staminali dal sangue periferico e dal sangue del cordone ombelicale, nel 2004 questa fu ribattezzata Fondazione Svizzera Cellule staminali del sangue. Nel 2007 ricevette dalla Confederazione un mandato di prestazioni comprendente tra l altro il compito della ricerca di donatori non apparentati a livello sia nazionale che internazionale per un eventuale trapianto. Dal primo gennaio 2011 le attività della Fondazione sono state integrate in una divisione di Trasfusione CRS Svizzera. A livello Svizzero la banca dati conta otre 43'000 potenziali donatori gestiti con la stretta collaborazione dei Servizi Trasfusionali Regionali. Per la Svizzera Italiana il Servizio Trasfusionale, con il suo registro attivo dal 1990 ha reclutato e gestisce un registro di oltre 2'200 potenziali donatori, 31 dei quali hanno effettivamente donato le proprie cellule staminali che sono state trapiantate in altrettanti pazienti. Registrazione come donatore di cellule staminali del sangue Se ha fra i 18 ed i 55 anni, gode di buona salute e non vi sono motivi che impediscano una donazione di sangue, vi iscriveremo volentieri come potenziale donatore di cellule staminali del sangue nella banca dati della Trasfusione CRS Svizzera Italiana. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 1

2 Consulti le informazioni che le proponiamo quindi richieda un colloquio con il personale del Servizio Trasfusionale appositamente formato in questo ambito di attività. Durante il colloquio, se confermerà la sua disponibilità, le verrà chiesto di compilare il questionario medico e di firmare la dichiarazione di consenso. A questo punto le verrà fatto un prelievo capillare di sangue destinato alla determinazione dei gruppi tissutali dei suoi globuli bianchi. È la cosiddetta tipizzazione HLA, che servirà in seguito a selezionare un donatore adatto ad un determinato paziente. Per via della grande diversità degli antigeni HLA l esame di laboratorio è piuttosto complesso. I dati personali vengono memorizzati esclusivamente nel Servizio Trasfusionale di competenza. Ai registri di ricerca internazionali vengono comunicati esclusivamente i dati rilevanti per la ricerca, come antigeni HLA, età e sesso, abbinati al numero attribuito al donatore. A conferma della registrazione, riceverà una tessera di donatore, inoltre verrà informato regolarmente sulle attività della Swiss Blood Stem Cells con una Newsletter. I donatori restano iscritti nel registro fino al compimento del 60 anno di età. Le possibilità di essere compatibile per un paziente sono da 2 a 4 su mille donatori registrati ogni anno, più elevato è il numero dei donatori tanto maggiori sono le possibilità per una persona malata di trovarne uno compatibile. Il Servizio Trasfusionale Regionale e il Donor Center SBSC della Trasfusione CRS Svizzera le saranno grati se comunicherà ogni cambiamento di indirizzo per poter prendere rapidamente contatto con lei in caso di bisogno. Aspetti etici Gli aspetti seguenti sono molto importanti per la registrazione e pure più tardi in quanto riguarda la disponibilità alla donazione: Volontariato e gratuità Decisione senza pressioni esterne Nessun diritto a prestazioni finanziarie Il donatore e il trapiantato restano anonimi Donatori di cellule staminali e di piastrine del sangue I donatori di cellule staminali del sangue su cui è stata effettuata la tipizzazione HLA possono essere utilizzati anche come donatori di piastrine del sangue. Soprattutto con malati di cancro, in particolare di leucemia, può accadere che un paziente che ha avuto bisogno di molte trasfusioni di piastrine del sangue sviluppi degli anticorpi contro determinati gruppi tissutali. Il paziente ha a questo punto bisogno di piastrine di un donatore con le stesse caratteristiche tissutali per evitare la minaccia di emorragia. È possibile quindi che lei sia invitato per un prelievo del genere, che viene fatto tramite un apparecchio detto separatore di cellule (trombo aferesi). Naturalmente starà a lei decidere se effettuare o no la donazione. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 2

3 Qualora dovesse essere preso in considerazione quale potenziale donatore di cellule staminali del sangue - compatibilità Se si accerta che lei presenta le medesime caratteristiche HLA di un paziente in attesa di trapianto di cellule staminali del sangue verrà convocato per ulteriori verifiche preliminari. In questa sede verrà di nuovo informato dettagliatamente e potrà porre le sue domande. Se si dichiara d accordo si procede ad un secondo prelievo di sangue per effettuare un test di compatibilità. Contemporaneamente verranno eseguiti gli abituali esami per escludere le principali malattie infettive (epatite B e C, sifilide, HIV, citomegalia e HTLV) Il suo sangue verrà inviato al laboratorio competente (in Svizzera o all estero) per una nuova tipizzazione HLA di controllo e per ulteriori esami di compatibilità fra donatore e paziente. Possono trascorrere anche tre mesi prima che le vengano comunicati i risultati. Se dona regolarmente il sangue la pregheranno di non farlo più durante questo periodo. Il Servizio Trasfusionale Regionale la prega di comunicare viaggi all estero, eventuali operazioni o malattie nel corso di questo periodo.! Nota per le donne: La donazione non è possibile durante la gravidanza e nei 12 mesi successivi al parto. Preparazione alla donazione di cellule staminali del sangue Se è stato selezionato definitivamente come donatore, il Servizio Trasfusionale Regionale la avviserà il più presto possibile. La data del prelievo verrà determinata di concerto fra donatore, centro trapianti e centro di prelievo. Il Servizio Trasfusionale Regionale e il Donor Center restano a sua completa disposizione per rispondere ad ogni eventuale domanda. Circa 2 o 3 settimane prima del prelievo la convocheranno presso il centro di prelievo più vicino al suo domicilio. In Svizzera i centri si trovano a Basilea, Ginevra e Zurigo. Anche in questa occasione avrà la possibilità di porre tutte le domande che ritiene necessario e di ottenere precisazioni sulla procedura. Quindi verrà verificato il suo stato di salute e sottoposto ad esami medici con prelievo del sangue e elettrocardiogramma (ECG). Se la visita medica non evidenzia controindicazioni, il centro prelievo la pregherà di firmare la dichiarazione di consenso definitivo alla donazione di cellule staminali del sangue. È solo in questo momento che inizia il trattamento in vista del trapianto sul paziente con il quale lei è compatibile. Il midollo del malato, con le cellule maligne ma anche quelle sane, sarà completamente distrutto tramite medicine e/o irradiazione, per cui il paziente non ha più la possibilità di produrre sangue e le sue difese immunitarie saranno molto indebolite. Senza trapianto di cellule staminali del sangue non può sopravvivere. Il trapianto delle cellule staminali del sangue avviene come una trasfusione di sangue. Le cellule staminali del sangue del donatore ripopolano rapidamente i tessuti midollari, ma si deve attendere poi 2 3 settimane prima che inizino a funzionare correttamente. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 3

4 Prelievo delle cellule staminali del sangue Le cellule staminali presenti nel midollo producono tutte le cellule del sangue: globuli rossi, bianchi e piastrine. In origine si effettuavano soltanto trapianti di midollo osseo, mentre attualmente si possono trapiantare cellule staminali del sangue di diversa provenienza: midollo osseo, sangue periferico e sangue del cordone ombelicale. Attualmente la donazione avviene quasi esclusivamente tramite il prelievo di cellule staminali periferiche. Di regola è il centro di trapianto a proporre il tipo di prelievo, lei ha comunque la possibilità di discutere la proposta con un medico del Centro Trasfusionale Regionale o del centro di prelievo. Procedura per il prelievo di cellule staminali periferiche: Nel caso in cui si decida di ricorrere ad un prelievo di cellule staminali periferiche non è necessaria una successiva trasfusione di sangue autologa. Quattro o cinque giorni prima del prelievo effettivo vengono somministrati i fattori della crescita che aumentano il numero di cellule staminali nel midollo osseo e le riversano nel sangue (la cosiddetta mobilitazione). Questi medicamenti si somministrano una volta al giorno sotto forma di iniezione sottocutanea, vale a dire nel tessuto adiposo sotto la pelle, ad esempio nella coscia. Le iniezioni non devono essere fatte necessariamente presso il centro di prelievo, ma anche dal medico di famiglia, in un altro centro medico o dal donatore stesso. Come misura precauzionale (tutela del donatore alla prima somministrazione di medicinali a persone sane), la prima iniezione deve essere praticata sotto controllo medico. Gli effetti collaterali di queste iniezioni possono essere locali (leggero dolore nel posto dove si è fatta o rischio minimo di infezione) o sistemici. Questi ultimi si manifestano sotto forma di sintomi simili a quelli dell influenza, vale a dire mal di testa, febbre, dolori muscolari ed articolari. Tali sintomi scompaiono quando termina il trattamento e possono essere attenuati con comuni farmaci antinfluenzali (paracetamolo). Il quinto giorno è atteso presso il centro di prelievo di Basilea, Ginevra o Zurigo per una aferesi delle cellule staminali periferiche. Per questo tipo di donazione si prelevano essenzialmente i globuli bianchi e le cellule staminali del sangue mediante un separatore di cellule. Gli altri componenti del sangue sono nuovamente iniettati nel donatore che non subisce quindi una vera e propria perdita di sangue. L intero processo dura normalmente dalle 3 alle 6 ore. Il trapianto di cellule staminali del sangue può riuscire soltanto se si preleva una quantità sufficiente che è determinata dal peso del paziente. Si cerca di prelevare tutto il necessario nel corso di una seduta, al massimo due. In casi piuttosto rari sono necessari tre prelievi per avere una quantità sufficiente di cellule staminali del sangue. Un prelievo di cellule staminali periferiche richiede in totale non meno tempo di un prelievo di midollo osseo, ma non prevede ricovero in ospedale o anestesia e comporta una perdita di sangue minima. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 4

5 Se si dovessero verificare dei problemi nel trapianto delle cellule staminali periferiche sul paziente, le potrebbe essere nuovamente chiesto di donare le cellule staminali periferiche o midollo osseo per lo stesso paziente. L uso clinico di fattori della crescita delle cellule sanguigne risale all inizio degli anni 90 e da allora parecchi pazienti, ma anche donatori apparentati e non apparentati, sono stati sottoposti al trattamento. Gli effetti collaterali descritti in letteratura sono un maggiore rischio di trombosi o l aggravamento di malattie immunologiche. Finora non si conoscono casi di malattie del sangue a seguito di un simile trattamento. Per studiare ancora meglio gli effetti secondari di questo trattamento tutti i donatori di cellule staminali del sangue vengono seguiti regolarmente. Procedura seguita per il prelievo di midollo osseo: Il donatore viene ricoverato in ospedale alla vigilia del prelievo e vi resta uno o due giorni. In genere un prelievo di midollo si esegue in anestesia generale e dura una o due ore. L unico rischio cui si va incontro è quello legato all anestesia, per fortuna relativamente basso. Durante l intervento vero e proprio si eseguono per mezzo di una siringa diverse punzioni a livello di cresta iliaca (osso del bacino) su entrambi i lati. Come per tutti gli interventi c è un minimo rischio di infezione generalmente facile da curare. Il prelievo di midollo può far perdere parecchio sangue (10 20 % del volume totale, che corrisponde ad una quantità fra 0,4 e 1,3 litri di sangue pari a 1-2 unità). Il volume del midollo da prelevare dipende dal peso del paziente a cui è destinato il prelievo. Perciò dopo il prelievo si rende necessaria generalmente una trasfusione autologa. In questo caso ha comunque tempo a sufficienza per sottoporsi nel periodo di attesa a uno o due prelievi di sangue per la trasfusione (autologa) che riceverà una volta eseguito il prelievo di midollo. In seguito all intervento rischia di soffrire di un ematoma (accumulo di sangue) nella regione del bacino e di dolori quando si trova in posizione seduta o se svolge un attività fisica. Questi sintomi dolorosi, per i quali le potranno essere prescritti degli analgesici, dovrebbero comunque scomparire nel giro di qualche giorno. Le capiterà inoltre di sentirsi affaticato per qualche giorno, come dopo un influenza. Il midollo si rigenera molto rapidamente. Se si dovessero verificare dei problemi nel trapianto del midollo sul paziente le potrebbe essere nuovamente chiesto di donare cellule staminali periferiche o midollo osseo per lo stesso paziente. Costi di una donazione di cellule staminali del sangue! Per i donatori non vi è nessun costo. L assicurazione malattia del ricevente (paziente svizzero) o il Registro internazionale (paziente estero) si fanno carico delle spese relative al ricovero in ospedale o al prelievo ambulante delle cellule staminali periferiche. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 5

6 Le spese di viaggio ed eventualmente quelle per l assistenza ai bambini e dell aiuto domiciliare, nonché la copertura della perdita di guadagno per 3 5 giorni, sono indennizzate dalla Trasfusione CRS Svizzera. D altra parte parecchi datori di lavoro si dichiarano disposti a non fatturare tale perdita di guadagno considerandola una sorta di aiuto umanitario. Naturalmente sia il suo Servizio Trasfusionale Regionale che il centro di prelievo sono a sua disposizione per consegnarle un attestato che conferma i motivi della sua assenza dal lavoro. Il Servizio Trasfusionale Regionale le mette a disposizione un formulario per il calcolo delle spese per consentirle di ottenere l indennizzo. Se dovessero sorgere delle complicazioni, siete coperti: per il viaggio di andata e ritorno tra l abitazione e il centro di prelievo, tramite la vostra assicurazione per gli infortuni obbligatoria per incidenti durante il prelievo, causati dal centro di prelievo, tramite l assicurazione sulla responsabilità civile del centro di prelievo per le conseguenze del prelievo, questioni di salute supplementari, problemi successivi alla donazione ecc. tramite la vostra assicurazione malattia obbligatoria; la Trasfusione CRS Svizzera si assume i costi che non vengono rimborsati dalla cassa malati (franchigia e quota a proprio carico) la Trasfusione CRS Svizzera assicura i donatori per i casi di invalidità e morte. Destinatario donatore di cellule staminali del sangue! Come per le trasfusioni di sangue, donatori e pazienti restano anonimi anche nel caso di donazione di cellule staminali del sangue. È consentito esclusivamente uno scambio anonimo in forma scritta una tantum tra il donatore e il trapiantato. La lettera viene inoltrata attraverso il reparto Swiss Blood Stem Cells di Trasfusione CRS Svizzera. Dopo il prelievo di cellule staminali del sangue Tutti i centri interessati: dal Servizio Trasfusionale Regionale, al centro di prelievo, alla Trasfusione CRS Svizzera si preoccupano del suo benessere anche dopo il prelievo. Una settimana circa dopo la donazione di cellule staminali del sangue il Servizio Trasfusionale Regionale la contatterà telefonicamente per verificare il suo stato di salute. Un mese dopo la donazione di cellule staminali del sangue il Servizio Trasfusionale Regionale le invierà un questionario, contenente tra l altro domande sul suo stato di salute ovvero su eventuali problemi di salute conseguenti alla donazione. Il questionario le fornisce la possibilità di esprimere le sue considerazioni personali, di fare delle proposte o muovere delle critiche. Al contempo il suo Servizio Trasfusionale Regionale la sottopone a un controllo della formula ematica. Sei mesi dopo la donazione di cellule staminali del sangue riceverà un secondo questionario in cui le verranno nuovamente richieste informazioni sul suo stato di salute. Seguiranno poi altri controlli periodici, sempre sotto forma di questionari. Questi controlli periodici vanno avanti all infinito. Il diritto del donatore a questi controlli illimitati è stato stabilito espressamente dalla legge federale sui trapianti (in vigore dal ). Questi dati vengono raccolti anonimi per successive valutazioni. Fondazione Servizio Trasfusionale CRS della Svizzera Italiana pag. 6

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplificare la lettura, in questo testo si utilizza la sola forma maschile. Naturalmente la forma femminile è sempre sottintesa. Trasfusione

Dettagli

Chi siamo. Concorso ADMO 2007. Introduzione. Le nostre riflessioni. Ringraziamenti. Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina

Chi siamo. Concorso ADMO 2007. Introduzione. Le nostre riflessioni. Ringraziamenti. Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina a.s. 2006/2007 Il midollo osseo e il sangue L Anemia mediterranea La leucemia La speranza Concorso ADMO 2007 L ADMO Chi siamo Introduzione Chi è il donatore

Dettagli

DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO

DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO Ogni anno migliaia di bambini e di giovani adulti si ammalano di leucemia e di altre malattie del sangue. Queste malattie che fino a pochi anni fa portavano generalmente alla

Dettagli

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE.

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. SI PUÒ SOLO DONARE! DIVENTA UN DONATORE ED OGNI TUA STILLA DIVENTERÀ UN PALPITO PER IL CUORE DI UN ALTRO! Misericordia di Pietrasanta Gruppo Fratres Per info

Dettagli

Donazione di cellule staminali del sangue: cosa devi sapere

Donazione di cellule staminali del sangue: cosa devi sapere Donazione di cellule staminali del sangue: cosa devi sapere Swiss Blood Stem Cells (SBSC) SBSC è stata fondata nel 1988 e dal 2011 è parte di Trasfusione CRS Svizzera. Da più di 25 anni l organizzazione

Dettagli

LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO Italian bone marrow donor registry (I.B.M.D.R.)

LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO Italian bone marrow donor registry (I.B.M.D.R.) LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO Italian bone marrow donor registry (I.B.M.D.R.) Donazione di midollo osseo o di cellule staminali emopoietiche da sangue periferico? Un tempo esisteva soltanto la donazione

Dettagli

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina Classe 2^D A.S. 2003/2004 Scuola Media Statale Vibo Marina 1 Presentazione Introduzione La composizione del sangue Cos è il midollo osseo Alcune malattie del sangue: anemia mediterranea e leucemia. Il

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

CHI DONA SANGUE HA CUORE.

CHI DONA SANGUE HA CUORE. Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax IL E I SUOI COMPONENTI. LE DIVERSE FORME DI DONAZIONE. Il sangue è un tessuto fluido che circola nei vasi sanguigni, rappresenta l 8% del peso corporeo ed è

Dettagli

LA GESTIONE DEL DONATORE DONAZIONE

LA GESTIONE DEL DONATORE DONAZIONE Evento formativo residenziale LE CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE, QUALI POSSIBILITA : PRESENTE E FUTURO LA GESTIONE DEL DONATORE DALL ISCRIZIONE ALLA DONAZIONE Patrizia Rosetta 1 Molte malattie ematologiche,

Dettagli

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu.

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Informazioni sulla donazione delle cellule staminali. Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Martin Q., donatore di cellule staminali registrato Salvare una vita umana è così semplice. Friederike

Dettagli

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Sede: Piano terra, Presidio Ospedaliero Binaghi via Is Guadazzonis n.2-09126 Cagliari Struttura della Banca del Sangue Cordonale

Dettagli

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Il 2009 rappresenta un anno di grande importanza per il Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR): si festeggia, infatti, il ventesimo

Dettagli

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE Sono passati molti anni da quando si sono sperimentati i primi trapianti. Oggi trasferire gli organi da un corpo che muore ad uno che può continuare a vivere, non

Dettagli

Verifica livello 3. Tutto il quaderno di lavoro. Riferimento. Gli studenti risolvono gli esercizi. Compito. Foglio di esercizio Soluzione.

Verifica livello 3. Tutto il quaderno di lavoro. Riferimento. Gli studenti risolvono gli esercizi. Compito. Foglio di esercizio Soluzione. Livello 3 07 / Il sangue Informazione per gli insegnanti 1/7 Riferimento Tutto il quaderno di lavoro Compito Gli studenti risolvono gli esercizi. Materiale Foglio di esercizio Forma sociale Lavoro individuale

Dettagli

ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO E DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE. Francesca Lombardi

ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO E DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE. Francesca Lombardi ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO Prodotto e realizzato da ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO Promuovere la donazione del midollo osseo e delle cellule staminali

Dettagli

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera

Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera Ha letto il foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone e desidera donare il sangue

Dettagli

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011 Gentile/i Signora/i, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche, quelle stesse cellule che sono

Dettagli

UNITI contro la leucemia

UNITI contro la leucemia UNITI contro la leucemia Ecco come aiutare Cercasi salvatori di vite Cinque vie possibili per diventare salvatori di vite Diagnosi «leucemia»: questa è la notizia shock per più di 950 persone all anno

Dettagli

Perché donare? sangue. piastrine. plasma. sangue. midollo osseo. cordone ombelicale. piastrine. midollo osseo cordone ombelicale. plasma.

Perché donare? sangue. piastrine. plasma. sangue. midollo osseo. cordone ombelicale. piastrine. midollo osseo cordone ombelicale. plasma. plasma piastrine midollo osseo cordone ombelicale Perché donare? sangue plasma sangue midollo osseo midollo osseo cordone ombelicale plasma piastrine midollo osseo plasma piastrine sangue cordone ombelicale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 627 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LIBÈ, MARCONI, POLI, MONACELLI, BUTTIGLIONE, MAFFIOLI, TREMATERRA, FORTE, ZANOLETTI, MANNINO, CUFFARO, PETERLINI,

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE Ho sentito parlare della possibilità di conservare il sangue placentare di mio/a figlio/a a scopo autologo, qualora in futuro ne avesse

Dettagli

Il Trapianto di midollo osseo / di cellule staminali ematopoietiche (CSE)

Il Trapianto di midollo osseo / di cellule staminali ematopoietiche (CSE) Il Trapianto di midollo osseo / di cellule staminali ematopoietiche (CSE) Dr. Attilio Rovelli responsabile del Centro Trapianti dell' Ospedale San Gerardo di Monza Il trapianto di midollo osseo per una

Dettagli

INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE

INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE Gentile donatrice, Caro donatore, vorremmo innanzitutto darle il benvenuto nel nostro Servizio Trasfusionale e a nome dei pazienti ringraziarla per il Suo atto di

Dettagli

Perché donare? sangue. plasma. piastrine. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. cordone ombelicale. sangue piastrine piastrine.

Perché donare? sangue. plasma. piastrine. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. cordone ombelicale. sangue piastrine piastrine. Perché donare? del cordone ombelicale del cordone ombelicale La donazione di, un gesto indispensabile. Donando il tuo puoi aiutare, per esempio, una donna che ha perduto molto durante il parto a riprendere

Dettagli

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre.

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre. Ospedale S.Giovanni Calibita Fatebenefratelli Accordo Stato Regioni n.62 del 29 Aprile 2010 ALLEGATO 2 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA ESPORTAZIONE DI CAMPIONE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE per USO

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 941 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori FUMAGALLI CARULLI, CIRAMI, NAVA, NAPOLI Bruno e NAPOLI Roberto COMUNICATO

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE 1di 6 SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA Gentile Signora/e, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche,

Dettagli

Prof. P. Curiel. Firenze 17.10.2010

Prof. P. Curiel. Firenze 17.10.2010 La donazione del sangue e (?) del cordone ombelicale Prof. P. Curiel Firenze 17.10.2010 Il trapianto di cellule staminali Trapianto di cellule staminali emopoietiche allogeniche = trattamento terapeutico

Dettagli

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Dal diversi anni è ormai noto che nel sangue del cordone ombelicale dei neonati si trovano relativamente

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE

PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE Ospedale IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo Opera di San Pio da Pietrelcina PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE a cura di: Servizio Trasfusionale e di Immunoematologia Tel.:

Dettagli

Allegato A (V8 1/7 mag. 2014)

Allegato A (V8 1/7 mag. 2014) Allegato A (V8 1/7 mag. 2014) LA DONAZIONE DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Le cellule staminali emopoietiche Le cellule del sangue, prodotte nel midollo osseo ed immesse in circolo, originano da cellule

Dettagli

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE?

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE? MODULO INFORMATIVO ORDINANZA 4 MAGGIO 2007 IN MATERIA DI ESPORTAZIONE DI STAMINALI DI CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE LIGURIA CORD BLOOD BANK Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale Direttore: Dr. Paolo Strada Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Largo Rosanna Benzi n.10-16132 Genova Tel. 0105553148 Fax.

Dettagli

Cellule staminali. emopoietiche

Cellule staminali. emopoietiche At t ua l i tà Cellule staminali Una speranza di vita Le cellule staminali sono le madri di tutte le cellule e sono in grado di produrre cellule figlie uguali a se stesse, ma anche di dare origine a cellule

Dettagli

Donare è vita È un semplice gesto se vuoi puoi farlo!

Donare è vita È un semplice gesto se vuoi puoi farlo! NAPOLI Associazione Giuseppe Mango Onlus Donare è vita È un semplice gesto se vuoi puoi farlo! Donare è vita tante gocce possono formare il mare Il sangue è un importantissimo mezzo terapeutico spesso

Dettagli

CORSO FORMATIVO RIVOLTO AI GIOVANI DIRIGENTI AVISINI

CORSO FORMATIVO RIVOLTO AI GIOVANI DIRIGENTI AVISINI CORSO FORMATIVO RIVOLTO AI GIOVANI DIRIGENTI AVISINI CONOSCERE IL SISTEMA SANGUE PER CRESCERE NELLA NUOVA REALTA AVISINA TITOLO INTERVENTO «Cenni sulla normativa europea ed italiana in ambito trasfusionale:

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PORETTI, BELTRANDI, BIANCHI, CAPEZZONE, CIOFFI, DATO, DE ZULUETA, D ELIA, DIOGUARDI, GARNERO

Dettagli

LA DONAZIONE DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Secondo i criteri del Registro Nazionale italiano Donatori Midollo Osseo

LA DONAZIONE DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Secondo i criteri del Registro Nazionale italiano Donatori Midollo Osseo LA DONAZIONE DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Secondo i criteri del Registro Nazionale italiano Donatori Midollo Osseo Le cellule staminali emopoietiche Le cellule del sangue, prodotte nel midollo osseo

Dettagli

Allegato B (V9 1/5 gen. 2015)

Allegato B (V9 1/5 gen. 2015) Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo Italian Bone Marrow Donor Registry Allegato B (V9 1/5 gen. 2015) QUESTIONARIO ANAMNESTICO PRE-ISCRIZIONE Le risposte che Lei fornirà sono confidenziali

Dettagli

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE.

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. CELLULE STAMINALI Il termine trapianto di midollo osseo è oggi sostituito da trapianto di cellule staminali. Queste possono essere AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. Il trapianto di celule staminali è

Dettagli

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Ascoli Piceno 29-30 Settembre 2012 Dott. ssa Barbara Tonnarelli Regione Marche Dipartimento Regionale di Medicina Trasfusionale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5097 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI Disposizioni sanzionatorie per la violazione

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli

TIPIZZAZIONE TIPIZZAZIONE HLA

TIPIZZAZIONE TIPIZZAZIONE HLA TIPIZZAZIONE Il compito dell ADMO è quello di cercare nuovi donatori ed inserirli nel registro mondiale dei donatori. A tale scopo il possibile donatore viene sottoposto a TIPIZZAZIONE HLA esame necessario

Dettagli

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE 1. Cosa sono le cellule staminali emopoietiche? Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di riprodursi dando origine agli elementi corpuscolati

Dettagli

Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà.

Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà. Informazioni per la donazione di organi, tessuti e cellule in caso di decesso. Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà. «Fondamentalmente sono favorevole alla donazione di organi e tessuti. Ma

Dettagli

IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO O DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE PERIFERICHE. Guida informativa per i pazienti

IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO O DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE PERIFERICHE. Guida informativa per i pazienti IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO O DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE PERIFERICHE Guida informativa per i pazienti Unità Operativa e Centro Trapianti di Midollo Osseo Wilma Deplano. Ospedale Oncologico Armando

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Allegato C/1 MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra/Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e il

Dettagli

La donazione solidale di. sangue di cordone ombelicale

La donazione solidale di. sangue di cordone ombelicale Servizio Trasfusionale La donazione solidale di sangue di cordone ombelicale Informazioni utili Il presente opuscolo è stato realizzato a cura del: - Dipartimento Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale

Dettagli

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 Centri di Prelievo e Centri di Trapianto della Regione Friuli Venezia Giulia Centro trapianti Cuore Centro trapianti Fegato

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO MODULO DI ACCETTAZIONE E CONSENSO ALLA DONAZIONE Cognome.. Nome.. Professione.. M F Nato a... (Prov.) il. Codice Fiscale Residente in. Via... N.. Cap

Dettagli

Saviour sibling : definizione

Saviour sibling : definizione La questione del saviour sibling Dino Moltisanti dino.moltisanti@gmail.com Saviour sibling : definizione Con questa espressione (bebé medicamento in spagnolo, fratello salvatore in italiano) si indica,

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra / Gent.mo Sig.re, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

Allegato B (V10 1/5 feb. 2016)

Allegato B (V10 1/5 feb. 2016) Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo Italian Bone Marrow Donor Registry Allegato B (V10 1/5 feb. 2016) QUESTIONARIO ANAMNESTICO PRE-ISCRIZIONE Le risposte che Lei fornirà sono confidenziali

Dettagli

Lions Clubs International

Lions Clubs International Un iniziativa Lions Clubs International Distretto 108 Ya Governatore: Avv. Michele Roperto Anno sociale 2011-2012 Responsabile distrettuale tema di studio nazionale La donazione del sangue del cordone

Dettagli

CENTRO REGIONALE TRAPIANTI Regione Abruzzo Regione Molise

CENTRO REGIONALE TRAPIANTI Regione Abruzzo Regione Molise CENTRO REGIONALE TRAPIANTI Regione Abruzzo Regione Molise Perché donare i propri organi e tessuti? Decidere di donare i propri organi e tessuti dopo la morte è un gesto di grande generosità. Così facendo

Dettagli

IBMDR ITALIAN BONE MARROW DONOR REGISTRY

IBMDR ITALIAN BONE MARROW DONOR REGISTRY IBMDR ITALIAN BONE MARROW DONOR REGISTRY REGISTRO ITALIANO DONATORI MIDOLLO OSSEO fondato nel 1989 PRESSO Ospedali Galliera di Genova 1 FINALITA procurare ai pazienti ematologici in attesa di trapianto,

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Alla Direzione Sanitaria di Presidio Alba Bra Allegato C MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra /Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione

Dettagli

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza P.O. Savona e Cairo M.tte Ospedale San Paolo Savona S.C. Direzione Medica Conn certificato n 17551/08/S MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTAA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI Informazioni sulla donazione rev. 1 del 30 settembre 2013 Pagina 1/7 Gentile donatrice, Caro donatore, vorremmo innanzitutto darle il benvenuto nel

Dettagli

SOMMARIO 3.2. SICUREZZA DELLA DONAZIONE 4. CONCLUSIONI. pag. 2 pag. 2. pag. 8 pag. 9. pag. 11. pag.15 pag.16

SOMMARIO 3.2. SICUREZZA DELLA DONAZIONE 4. CONCLUSIONI. pag. 2 pag. 2. pag. 8 pag. 9. pag. 11. pag.15 pag.16 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 2.1. LA DONAZIONE DEL SANGUE Che cos è il sangue: la composizione e la sua funzione Perché donare sangue A chi servirà la nostra donazione Chi può donare Frequenza delle donazioni

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura Disposizioni sanzionatorie per la violazione della disciplina in materia di prelievo, conservazione e utilizzazione del sangue del cordone ombelicale

Dettagli

DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI

DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI Si può essere solidali con il prossimo in molti modi: con l aiuto ai deboli, il soccorso ai bisognosi, il conforto per chi soffre; ma la donazione degli organi rappresenta

Dettagli

Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura. Questo messaggio richiama l importanza

Dettagli

L Aspirato Midollare. e la Biopsia Osteomidollare (BOM) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Ematologia

L Aspirato Midollare. e la Biopsia Osteomidollare (BOM) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Ematologia L Aspirato Midollare Informazione per pazienti e la Biopsia Osteomidollare (BOM) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Ematologia Dott. Francesco Merli - Direttore Cristiana Caffarri - Coordinatore

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 1152 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore TERRACINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 31 LUGLIO 1996 Istituzione

Dettagli

DEL CORDONE OMBELICALE

DEL CORDONE OMBELICALE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura. Questo messaggio richiama l

Dettagli

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) Le informazioni fornite attraverso queste pagine, sono state tratte da un opuscolo pubblicato e curato dal Gruppo di Lavoro

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

INSERTO LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE

INSERTO LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Il trapianto allogenico (da donatore) di cellule staminali emopoietiche (midollo osseo, sangue periferico, sangue cordonale)

Dettagli

La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica.

La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica. La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica Valter Tassi La cellula staminale La cellula staminale è una cellula IMMATURA

Dettagli

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25 Domande e risposte su Donazioni e Trapianti Si è svolta lo scorso giovedì 15 marzo presso la Casa del Volontariato la prima di una serie di serate dedicate all informazione sul tema delle Donazioni e Trapianti

Dettagli

Da che cosa è composto il sangue?

Da che cosa è composto il sangue? DONAZIONE DEL SANGUE La donazione di sangue non è solo un gesto di altruismo, ma soprattutto una necessità per l intera collettività. A tutt oggi non esiste sangue artificiale, cioè un sostituto con le

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA Misure urgenti in materia di cellule staminali da cordone ombelicale. IL MINISTRO

Dettagli

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta (B. U. Regione Basilicata N. 58

Dettagli

Presentazione AVIS Istituto Giovanni Falcone. 27 Febbraio 2010

Presentazione AVIS Istituto Giovanni Falcone. 27 Febbraio 2010 Presentazione AVIS Istituto Giovanni Falcone 27 Febbraio 2010 CHI E AVIS? LA STORIA di gocce solidali e altruismo!! Antichi Egizi Furono proprio gli antichi Egizi i primi ad utilizzare il sangue nella

Dettagli

Rassegna stampa. A cura dell Ufficio Stampa FIDAS Nazionale. Venerdì 22 gennaio 2016. Rassegna associativa. Rassegna Sangue e emoderivati

Rassegna stampa. A cura dell Ufficio Stampa FIDAS Nazionale. Venerdì 22 gennaio 2016. Rassegna associativa. Rassegna Sangue e emoderivati Rassegna stampa A cura dell Ufficio Stampa FIDAS Nazionale Venerdì 22 gennaio 2016 Rassegna associativa 2 Rassegna Sangue e emoderivati 5 Rassegna sanitaria, medico-scientifica e Terzo settore 9 Prima

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta. Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

l Allegato II Sala Cesari Casa del Donatore Bologna, sabato 16 gennaio 2016

l Allegato II Sala Cesari Casa del Donatore Bologna, sabato 16 gennaio 2016 Decreto Ministero della Salute 2.11.2015 pubblicato su GURI SG n.300 del 28.12.2015 "Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti" Coordinatore del Comitato

Dettagli

MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE

MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE S. C. Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Ospedale San Paoloo Savonaa Direttore: Dott. Andrea Tomasini MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE DONARE SANGUE Facile e vitale Il sangue è un

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1274 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CARRA, ARLOTTI, BINI, BRAGA, CARELLA, FON- TANELLI, LATTUCA, MALPEZZI, MANFREDI, MANZI, MONGIELLO,

Dettagli

Domande & Risposte. Significa mettere a disposizione della collettività, degli altri, uno strumento di insostituibile solidarietà umana.

Domande & Risposte. Significa mettere a disposizione della collettività, degli altri, uno strumento di insostituibile solidarietà umana. Domande & Risposte 1) - PER QUALE MOTIVO DOVREI DONARE IL MIO SANGUE? Donare il proprio sangue significa poter salvare vite umane. Significa mettere a disposizione della collettività, degli altri, uno

Dettagli

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO 1 PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO Il termine cellule staminali emopoietiche si riferisce ad una popolazione cellulare in grado di dare origine agli elementi corpuscolati del sangue: globuli rossi, globuli

Dettagli

SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA

SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA 1 Donazione di midollo: perché donare? vil 70% dei malati affetti da empopatie NON ha un donatore compatibile all interno della famiglia

Dettagli

Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo

Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo Tutti i diritti dei donatori di midollo osseo (Legge 52/2001) Le modalità della donazione e i diritti e doveri dei donatori sono ora regolati da una legge, pubblicata nella Gazzetta ufficiale n. 62 del

Dettagli

LA DONAZIONE DI MIDOLLO

LA DONAZIONE DI MIDOLLO LA DONAZIONE DI MIDOLLO come e perché diventare donatore Mestre, Sabato 20 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Antonietta Saracino Laboratorio HLA, Dipartimento di Immunologia e Trasfusionale Ospedale dell Angelo

Dettagli

Per la vita di chi ti sta a cuore

Per la vita di chi ti sta a cuore Per la vita di chi ti sta a cuore Cos è il sangue cordonale? Perchè conservare le cellule staminali? Chi è FamiCord Come opera FamiCord Perchè affidarsi a FamiCord Procedure e tempistica I trapianti con

Dettagli

Ordinanza concernente il trapianto di organi, tessuti e cellule umani

Ordinanza concernente il trapianto di organi, tessuti e cellule umani Ordinanza concernente il trapianto di organi, tessuti e cellule umani (Ordinanza sui trapianti) Modifica del 10 settembre 2008 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 16 marzo 2007 1 sui

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE

SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI UDINE DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore: dr. Vincenzo De Angelis Tel. 0432 552346-39 fax 0432 552342 SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE MODELLO INFORMATIVO

Dettagli

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale.

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale. L'Associazione Donatrici Italiane Sangue del Cordone Ombelicale è nata nell'ottobre 1995 come associazione di donne disposte a donare, dopo il parto, il sangue del cordone ombelicale che sarebbe altrimenti

Dettagli

Il nostro obiettivo comune.

Il nostro obiettivo comune. Il nostro obiettivo comune. 1 4 associazioni un obiettivo: VITA Per sensibilizzare in modo mirato i cittadini e richiamare la loro attenzione sulla nostra attività, noi 4 associazioni di volontariato AVIS

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli