PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013"

Transcript

1 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013 P. IL NOSTRO PROGRAMMA E I NOSTRI VALORI 1. RES PUBLICA E IL RUOLO DELLA POLITICA 2. SERVIZI ALLA PERSONA, LAVORO E VOLONTARIATO 3. SICUREZZA E ORDINE PUBBLICO 4. CULTURA, SPORT E TEMPO LIBERO 5. AGRICOLTURA, ARTIGIANATO, COMMERCIO E INDUSTRIA 6. SANITA 7. SCUOLA 8. POLITICA DEL TERRITORIO, TRASPORTI E VIABILITA 9. ECOLOGIA, AMBIENTE E TUTELA DEGLI ANIMALI 10. LA VOCE DEL CITTADINO

2 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013 IL NOSTRO PROGRAMMA Il nostro Programma è stato predisposto secondo una prospettiva per noi fondamentale, un programma visto attraverso gli occhi dei Cittadini. Non è stato fondato sulla base dei dettami basati per lo più su ideologie politiche dettate da segreterie lontane dalle esigenze della Città (Top-Down ovvero dall alto verso il basso), ma abbiamo voluto girare la prospettiva e predisporre un Programma in grado di rispondere veramente alle esigenze reali e concrete della nostra Città (Bottom-Up ovvero dal basso verso l alto). Abbiamo voluto seguire il principio del Buon Padre di Famiglia, con un programma pensato da Mamme, da Papà e da Figli, siano essi studenti, casalinghe, lavoratori o pensionati, per creare una Città che sappia rispondere oggi alle esigenze dei suoi Cittadini ma che sappia anche guardare alle prossime generazioni, pronta a confrontarsi con l evoluzione dei tempi, da calare sulla propria realtà. Questa è la nostra garanzia di genuinità! Abbiamo voluto ascoltare la gente, impegnandoci a cambiare di continuo la prospettiva per riuscire a rispettare le esigenze di tutti in un armonia che garantisca un miglioramento generalizzato della qualità della vita. Abbiamo visto la Città attraverso gli occhi di chi la vive quotidianamente e che ci ha voluto spiegare come la vorrebbe vivere, liberandoci di ogni posizione preconcetta e predisponendoci all ascolto e alle esigenze delle diverse categorie di Cittadini secondo le diverse prospettive: abbiamo ascoltato le esigenze dei giovani e quelle dei meno giovani, abbiamo posto la necessaria attenzione verso l urbanizzazione ma nel rispetto dell ambiente e del decoro urbano, abbiamo voluto interpretare le esigenze di chi ama gli animali ma nel rispetto verso la collettività, siamo attenti alla sicurezza per rendere una Città più vivibile a tutte le ore, abbiamo pensato ai nostri studenti e alle esigenze delle loro famiglie per una scuola all avanguardia, abbiamo pensato a come valorizzare le attività sportive e sociali come risorsa primaria di aggregazione, abbiamo pensato alla riqualificazione dei nostri parchi per un miglior utilizzo del tempo libero, abbiamo pensato ai servizi e alla mobilità dei nostri Cittadini, abbiamo pensato allo sviluppo delle attività produttive, il tutto per una Città che torni ad essere in piena armonia con suoi Cittadini. Conosciamo bene la situazione geografica di Brugherio localizzata tra Milano e Monza, abbiamo voluto approfondire la situazione sociale dei vari quartieri, abbiamo analizzato punti di forza e punti di debolezza della nostra Città, abbiamo intervistato le Associazioni, le Categorie, i Cittadini e le Forze dell Ordine, abbiamo guardato fuori dai nostri confini per fare nostri gli esempi virtuosi che ci circondano. Abbiamo così previsto una Città vivibile e sicura, in equilibrio con il suo ambiente, capace di sostenere e sviluppare le attività aggregative, sociali e sportive, in grado di sostenere le attività produttive e commerciali per garantire un offerta che faccia della nostra Città un luogo dove i Cittadini si sentano veri protagonisti. Compito della nostra Amministrazione sarà anche quello di garantire stretti rapporti con le amministrazioni limitrofe e con continuative relazioni con gli enti amministrativi provinciali e regionali al fine di creare una collaborazione continuativa sulla gestione del territorio e un dialogo costante che consenta di beneficiare delle risorse messe a disposizione da Provincia e Regione e Comunità Europea nella realizzazione dei nostri progetti. Desideriamo creare un Amministrazione più vicina alle esigenze dei Cittadini e quindi più utile alla collettività. La Gente vuole vivere meglio, sentirsi più tranquilla e più protetta. E nostra intenzione prodigarci e mettere in campo azioni volte al miglioramento della qualità della vita dei nostri Cittadini. Nel programma abbiamo preso in considerazione proposte a basso impatto finanziario e altre, necessarie, da gestire con fondi propri delle casse comunali, ricercando fondi messi a disposizione dalla Comunità Europea, Regione e Provincia. Altri progetti verranno finanziati con il cosiddetto project financing, strumento che consente la realizzazione di opere pubbliche con il concorso di capitali privati, senza che le istituzioni debbano accollarsi interamente la spesa. I costi vengono ripartiti con il soggetto privato che recupera l investimento grazie alla concessione della gestione della

3 struttura per un periodo di tempo definito. La concessione, inoltre, fissa le regole con cui l ente pubblico vincola il soggetto privato dal punto di vista della qualità del lavoro, dei limiti di spesa e delle funzioni allocate. 1.2 I NOSTRI VALORI Avremo sempre come priorità l interesse della Città e dei Cittadini senza secondi fini e senza dover rincorrere priorità politiche che troppo spesso differiscono dall interesse pubblico. Intendiamo dimostrare che si può governare la Città con Trasparenza, Onestà, Correttezza e senza conflitti di interesse. Punteremo a ridurre i costi della Politica e i tempi dei processi decisionali, garantendo al Cittadino decisioni serie, basate sulla coerenza, sull effettiva utilità pubblica e soprattutto sulla reale realizzabilità. Azione sarà la nostra parola d ordine. Punteremo a trasformare immediatamente in azione ogni decisione presa, senza inutili ulteriori perdite di tempo e di denaro, restituendo efficienza all apparato pubblico. Non avremo l obbligo dell opposizione ad ogni costo ma al contrario saremo pronti a prendere in considerazione qualunque proposta, da qualunque forza politica provenga, purché nell esclusivo interesse della Città e ci impegneremo ad appoggiarla perché si realizzi concretamente. Intendiamo portare la macchina comunale a contatto con la Gente, dove i Cittadini possano percepire che tutta l Amministrazione e i suoi dipendenti sono al servizio del Cittadino con cortesia e trasparenza, sempre pronti all ascolto e al confronto per ottenere una Città migliore. Thomas Edison disse: Il valore di un idea sta nel metterla in pratica. Questa sarà la filosofia di vita che ci accompagnerà in tutto il nostro percorso amministrativo.

4 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE RES PUBLICA E IL RUOLO DELLA POLITICA Intendiamo rilanciare la macchina comunale, valorizzando le Risorse Umane che costituiscono il vero e proprio capitale di una Città: Dipendenti, Funzionari e Dirigenti comunali. Come Amministrazione intendiamo impegnarci sin da ora a rispettare i ruoli tecnici e a far tesoro delle competenze dei diversi uffici preposti, ben consapevoli dell esperienza da essi accumulata e dalla profonda conoscenza della realtà locale maturata negli anni. Le Amministrazioni passano i Tecnici rimangono. Siamo dell idea che solo con una stretta collaborazione tra ruolo politico e ruolo tecnico si possa rendere concreta un idea e sviluppare un progetto. Un progetto è un qualcosa di strutturato e con visione di lungo periodo. E necessaria pertanto un'azione di coordinamento delle forze sul campo: una regia, una gestione e un progetto credibile. Avere un progetto significa avere identificato un obiettivo e determinato un piano per il suo raggiungimento. L essenza del progetto è: DOVE SIAMO DOVE VOGLIAMO ANDARE COSA DOBBIAMO FARE PER ANDARE IN QUELLA DIREZIONE. Questo significa che idee e progetto devono viaggiare all unisono e con un ottica di lungo periodo. Il problema è che troppo spesso la politica ci ha abituati a repentini mutamenti di idee per ragioni che poco hanno a che fare con il progetto che si è messo in atto, perdendo di vista quello che è l obiettivo di lungo periodo ovvero l interesse della collettività. Ecco allora perché è necessaria, da una parte, una regia attenta che una volta definita l idea e pianificato il progetto ne garantisca il suo sviluppo con coerenza e credibilità, dall altra, un ruolo tecnico che con competenza e professionalità sappia individuare la via migliore ed i mezzi necessari al raggiungimento dell obiettivo. E corretto che la politica fissi gli obiettivi, eserciti i controlli ma lasci la gestione ai ruoli tecnici. Verranno istituiti specifici piani di formazione professionale per sviluppare e incrementare la competenza tecnica e gestionale delle attività pubbliche. Verrà introdotta la cultura del merito e della meritocrazia nello sviluppo della carriera professionale. Terzo elemento necessario da inserire in questo circolo virtuoso è il Cittadino: Politica Struttura Amministrativa Cittadino. La politica e la struttura pubblica devono essere messe al servizio del Cittadino. Competenza, trasparenza e cordialità dovranno essere la caratteristica costante della gestione dei rapporti con i Cittadini.

5 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE SERVIZI ALLA PERSONA / LAVORO / VOLONTARIATO Abbiamo voluto incentrare tutto il nostro Programma sulla Persona, protagonista della vita sociale e della vita pubblica della nostra Città. E dovere di ogni buona Amministrazione porre la Persona al centro dei propri atti di governo e promuovere le politiche famigliari e la diffusione dei valori. 2.1 SERVIZI ALLA PERSONA I Servizi alla Persona sono un punto cardine del nostro modo di intendere la vita pubblica, risultando pertanto già integrati in tutti gli altri punti del programma, ove emerge chiaramente che l interesse del Cittadino risulta sempre al centro di ogni iniziativa proposta. Con Interesse del Cittadino, intendiamo parlare del soddisfacimento dei bisogni di tutti gli appartenenti alla comunità brugherese, dai più giovani ai più anziani, con particolare riguardo naturalmente alle categorie più bisognose di aiuti e a maggior rischio di emarginazione, quali per esempio: famiglie in difficoltà, minori, anziani, diversamente abili e altre. Fondamentale risulterà come sempre l informazione sui servizi che il Comune sarà in grado di offrire alla cittadinanza. Anche in questo caso quindi verranno rese costantemente note le varie iniziative che di volta in volta si riusciranno a realizzare. L informazione entrerà direttamente in casa Vostra, in modo tale che ogni Cittadino sia informato sui servizi disponibili. I Servizi alla Persona si concretizzeranno in una serie di iniziative volte a: - Potenziare i servizi di assistenza sociale, per esempio: favorendo e ampliando le già esistenti sinergie con la Polizia Locale e i Carabinieri per fenomeni di disagio familiare, provvedendo ad un servizio di reperibilità in caso di urgenze, favorendo sinergie con altre strutture presenti sul territorio quali Scuole/Servizio Sanitario/Parrocchie/altre istituzioni a fini sociali, mantenimento dei processi formativi mediante corsi di formazione specifici per assistenti sociali, potenziamento di sportelli dedicati all indirizzamento dei più bisognosi con segnalazione ed indicazione delle modalità più appropriate alla risoluzione dei problemi o indirizzamento verso strutture specialistiche convenzionate. - Apertura di uno sportello antiviolenza per i reati su Donne e Bambini. - Istituire Buoni Spesa per i più bisognosi. Tali Buoni Spesa verranno convenzionati in compartecipazione con gli esercizi che ne vorranno aderire e verranno erogati a persone individuate dai Servizi Sociali comunali in collaborazione con le Parrocchie sul territorio. - Istituire un servizio di raccolta delle eccedenze alimentari per una immediata e gratuita ridistribuzione alle famiglie bisognose; - Istituire e promuovere strutture che consentano di sviluppare attività di aggregazione sociale; - Garantire l apertura quotidiana del Centro Ricreativo per la Terza Età, che diventi un luogo di incontro e socializzazione con orari di apertura quotidiani che consentano ai nostri non più giovani di poter trascorrere il tempo libero in compagnia, con attività ludiche, dal gioco delle carte al ballo, alle rappresentazioni o seminari organizzati ad-hoc. Si presterà particolare attenzione al contratto di gestione del Bar al fine di poter fornire il miglior servizio a prezzi convenzionati per i soci, prevedendo le necessarie opere di ristrutturazione (per esempio costruzione bagni)

6 naturalmente in armonia con la sovrintendenza che gestisce l area di Villa Fiorita. Intendiamo così garantire ai non più giovani un punto di incontro che diventi un punto di riferimento per mantenere sempre vivi gli interessi e la partecipazione alla vita sociale. Cura e manutenzione delle bocciofile garantirà un importante fattore aggregativo per i non più giovani. E compito dell Amministrazione garantire armonizzazione tra i Circoli presenti sul territorio al fine di poter creare sinergie e formulare proposte qualitativamente superiori in grado fornire contenuti di interesse sociale. - In supporto agli anziani verrà istituita inoltre una convenzione con esercizi commerciali, ristorazione, e trasporti per over-70 con la quale tutte le persone sopra i 70 anni di età potranno usufruire di una scontistica applicata a fronte di presentazione di apposita tessera. La convenzione verrà gestita e controllata dall Amministrazione Comunale mantenendo i rapporti con tutti gli esercizi che aderiranno, dandone opportuna visibilità e comunicazione sia mediante i canali di comunicazione comunali sia mediante apposito materiale (locandine, adesivi, ecc.) da esporre negli esercizi convenzionati. La tessera, a fronte di un contributo simbolico di iscrizione, consentirà inoltre di usufruire di un assicurazione su infortuni occorsi sul territorio cittadino. - Individuazione di nuove aree agricole prossime alla Città da assegnare in comodato a gruppi di anziani per la gestione di orti che rappresentano uno dei più apprezzati passatempo. - Garantire l assistenza domiciliare a chi realmente ne ha bisogno, favorendo lo sviluppo di un progetto di telesoccorso per i più bisognosi; - Sviluppare servizi di mobilità, permanenti in determinate fasce orarie o a chiamata, mediante un servizio di trasporto per anziani o diversamente abili, incapaci di trasferirsi da una parte all altra della Città, - Istituzione e sviluppo di servizi per gli anziani quali organizzazione di corsi di formazione, diffusione di vademecum di prevenzione truffe, implementazione di iniziative culturali e sociali, sostegno e sviluppo delle attività dell Università della Terza Età. - Rendere più facile e chiaro il disbrigo delle pratiche amministrative; - valuteremo la fattibilità dell istituzione di un team di consulenza a tariffe agevolate (per esempio consulenza fiscale, consulenza legale, consulenza medica, altro) mediante convenzioni con studi professionali presenti sul territorio; - Sviluppare un sistema di commutazione delle pene amministrative in lavori socialmente utili, come avviene già da tempo nei paesi più progrediti. Ciò consentirebbe ai meno abbienti di poter far fronte ai propri obblighi amministrative prestando il proprio tempo a favore della collettività. - Prendendo spunto dalla positiva esperienza già avviata dal Tribunale di Monza, utilizzare le Associazioni di volontariato che, opportunamente preparate, possano affiancare alcuni uffici pubblici nello smaltimento di code in determinate occasioni, con attività di affiancamento e alleggerimento dei dipendenti comunali. Ciò naturalmente senza compromettere le prerogative del personale dipendente e nel rispetto delle normative e degli accordi sindacali vigenti - Sviluppare altre iniziative che verranno di volta in volta implementate ascoltando le proposte che giungeranno a mezzo delle segnalazioni espresse dai Cittadini. - Intendiamo portare l Amministrazione direttamente nelle case mediante un vademecum del cittadino che oltre ad una cartina riportante la viabilità della città, fornisca un elenco e un dettagliato orario di apertura al pubblico di tutti i servizi pubblici, i mezzi di trasporto pubblico e relative coincidenze con i mezzi di collegamento extraurbani oltre a indicazione con indirizzi ed orari di apertura delle farmacie, guardia medica, servizi di assistenza, emergenza, nonché l indicazione degli esercizi privati e associazioni sportive/culturali/di volontariato.

7 In segno di riconoscimento per i nostri Cittadini meritevoli, istituiremo un riconoscimento civile della Città di Brugherio, la Mongolfiera d oro, che verrà conferito annualmente per attività encomiabili svolte sul territorio in ambito di: - Merito Civile - Merito Lavorativo - Merito Scolastico - Merito Sportivo - Merito di Servizio (per dipendenti pubblici e FF.OO.) Il riconoscimento verrà conferito a singoli o organizzazioni con consegna di Diploma di Benemerenza della Città di Brugherio e Medaglia d oro nell ambito di apposita cerimonia che avrà cadenza annuale e rappresenterà un importante appuntamento per la Città e i Cittadini. Il conferimento verrà riconosciuto da apposita commissione che valuterà attentamente e sulla base del merito le richieste che saranno pervenute nel corso dell anno. 2.2 LAVORO Il problema del lavoro è come tutti sappiamo e in particolare in questo periodo congiunturale, uno dei principali problemi di cui un amministrazione deve farsi carico. La Nostra idea è quella di potenziare la già esistente struttura OSSERVATORIO LAVORO in grado di favorire l introduzione al mondo del lavoro a mezzo di : - Consulenza per neo-laureati, neo-diplomati, tutti coloro che per la prima volta si affacciano al mondo del lavoro, sulla realtà lavorativa nonché indirizzamento alla scelta (settore, attività, altro); - istituzione di una vera e propria Banca del Lavoro in grado di gestire un DataBase di Richieste/Offerte di lavoro in ambito locale. Tale iniziativa è volta a raccogliere e abbinare tutte le offerte di lavoro provenienti dal settore privato e non, per abbinarle con le richieste e le competenze di tutti coloro i quali avranno fatto pervenire il proprio Curriculum Vitae e avranno sostenuto un colloquio con un esperto del personale. La logica applicata sarà quella del vero e proprio cacciatore di teste che proattivamente prenderà contatti con le Aziende e le Imprese sul territorio per raccogliere le offerte di lavoro, valutando al proprio interno i Curricula adeguati alle posizioni richieste. Una volta individuati i profili, verranno chiamati i candidati per verificarne la disponibilità e per un breve colloquio finalizzato a verificarne la compatibilità con l offerta di lavoro. Verranno studiati incentivi per le Imprese che avranno lo scopo di chiudere la ricerca Domanda-Offerta di lavoro all interno del territorio comunale; - Iniziative volte a stipulare accordi con le aziende locali che si prodigheranno a creare nuovi posti di lavoro; - Consulenza sul Diritto del Lavoro ; - Verrà assegnata in ambito comunale una risorsa umana con il compito di individuare i fondi messi a disposizione da Regione Lombardia per la formazione. Tali fondi, una volta individuati e valutati in relazione alle caratteristiche del panorama imprenditoriale presente sul territorio, verranno tempestivamente segnalati alle imprese registrate sul territorio affinché si possano dirottare i fondi messi a disposizione da Regione Lombardia, a beneficio delle nostre Imprese. Tale risorsa seguirà inoltre le imprese nell attività istruttoria della pratica tenendo i rapporti con Provincia e Regione. - La stessa risorsa avrà il compito di individuare i fondi messi a disposizione dalla Regione per la formazione, con i quali verranno istituiti dei corsi di formazione che consentiranno ai nostri giovani di avere maggiori credenziali nell inserimento al mondo del lavoro. - E infine dovere dell Amministrazione provvedere ad individuare risorse per organizzare iniziative volte al supporto e reinserimento nel mondo del lavoro per Persone che dopo una onesta carriera si sono trovati per ragioni indipendenti dalla loro volontà senza più un posto di lavoro. 2.3 VOLONTARIATO Una valida e fattiva collaborazione con le numerose Associazioni di Volontariato già esistenti ed operanti sul territorio è assolutamente necessaria per lo sviluppo sociale della nostra Città.

8 Avendo, come è noto, tra le nostre fila diverse persone che hanno per anni svolto attività di volontariato presso Associazioni sia di carattere sociale che sportivo, conosciamo bene quali sono le esigenze delle Associazioni così come sappiamo bene quale importanza rivestano sul territorio, vero e proprio tesoro da valorizzare. Siamo e saremo sempre favorevoli ad ogni attività di aggregazione in grado di togliere spazio alla noia, vera e propria nemica di giovani e non più giovani. La nostra Amministrazione sosterrà costantemente l encomiabile attività di tutte le Associazioni operanti in campo sociale, aggregativo e sportivo, provvedendo alla stipula di convenzioni, all individuazione di sedi adeguate, all assegnazione di fondi sulla base della valutazione di progetti che verranno di volta in volta presentati dalle varie organizzazioni. Siamo infatti consapevoli che ogni bene affidato alle Associazioni contribuirà allo sviluppo di attività sociali e sportive sul territorio. Verrà assegnata in ambito comunale una risorsa umana con il compito di individuare dei bandi regionali fruibili dalle varie Associazioni sul territorio. Tali bandi, una volta individuati e valutati in relazione alle caratteristiche del panorama associativo sul territorio, verranno tempestivamente segnalati alle varie Associazioni di volta in volta competenti affinché si possano dirottare i fondi messi a disposizione da Regione Lombardia, a beneficio delle nostre Associazioni e delle attività sul nostro territorio. Sarà compito del Comune svolgere un attività di coordinamento, raccogliendo ed organizzando tutte le iniziative di carattere sociale favorendo il coinvolgimento di tutte quelle Associazioni di volontariato che, nei vari settori, si renderanno di volta in volta disponibili a collaborare con il Comune, creando, quando necessario, il corretto coordinamento per la realizzazione di iniziative congiunte. In quest ottica, l Amministrazione si prodigherà per agevolare la nascita e l operatività di Associazioni di Volontariato (non a fine di lucro), mettendo a disposizione strutture e risorse affinché la partecipazione e la collaborazione sia la più efficiente possibile. Garantiamo di agevolare l iter autorizzativo necessario all organizzazione di feste e manifestazioni che ravvivino la vita sociale di Brugherio dando inoltre la possibilità alle organizzazioni di volontariato di farsi conoscere ed apprezzare dalla popolazione.

9 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE SICUREZZA E ORDINE PUBBLICO L Ordine Pubblico e la Sicurezza sono un tema, come è noto, a noi molto caro. Ordine Pubblico e Sicurezza significa avere il controllo del territorio garantendo al Cittadino Sicurezza e tranquillità. Brugherio è un territorio alla periferia di una grossa metropoli come Milano, avente come Comuni limitrofi città come Monza, Cernusco, Cologno Monzese, Agrate e Carugate. Soffre quindi di quei mali che sono tipici di una realtà metropolitana, ma a differenza di Milano, con dei confini molto più limitati e quindi meglio controllabili. Il programma prevede una maggiore presenza delle Forze dell Ordine sul territorio con finalità di prevenzione e contrasto di atti criminosi: si devono principalmente combattere e contrastare le attività criminali nostrane mirando contestualmente a prevenire quella di importazione. Sarà nostro impegno mantenere costantemente i già buoni rapporti con la locale Stazione dei Carabinieri e provvedere a rafforzare il Corpo di Polizia Locale del Comune, dotandolo di quei mezzi all avanguardia necessari a garantire la maggior efficacia di intervento. A tale proposito verrà portata avanti con efficacia e completata l azione intrapresa dalla precedente giunta di dotare la Città di un sistema di videosorveglianza che ha già dato dimostrazione, seppur incompleta, di notevole capacità sia preventiva che repressiva, sia nell individuazione di responsabilità in eventuali incidenti stradali sia nell individuazione dei responsabili di crimini consumati sul territorio. La presenza di telecamere, ai varchi cittadini così come in parcheggi, nei parchi cittadini o zone particolarmente rilevanti (a concentrazione commerciale o particolarmente isolate), costituisce una impareggiabile azione preventiva soprattutto se dotate di sistemi intelligenti di rilevazione. Per rendere maggiormente efficace il servizio di videosorveglianza su aree sensibili si valuterà l opportunità di istituire (internamente o come servizio esterno) un presidio delle telecamere per garantire una vera prevenzione con tempestività di intervento. Il progetto di videosorveglianza dovrà essere accompagnata da un adeguata illuminazione pubblica che possa garantire maggiore sicurezza e visibilità nelle ore serali e notturne, ciò al fine di poter prevenire furti, scippi, rapine e atti vandalici. Gli Abitanti di Brugherio si devono definitivamente sentire più tranquilli e tutelati nel fruire della propria Città. Prenderemo seriamente in considerazione un potenziamento dell organico della Polizia Locale e/o della capacità operativa in conformità alle normative e alle condizioni economiche e finanziarie dell Amministrazione. Ciò allo scopo di poter aumentare il presidio e il controllo del territorio con un estensione delle fasce orarie ad oggi garantite. A garanzia della qualità del servizio, secondo il nostro programma, verrà conferita alla Polizia Locale autonomia gestionale con riporto diretto al Sindaco o suo delegato. Tale autonomia gestionale sarà regolamentata da specifici accordi tra Comune e Polizia Locale sul livello di servizio prestato alla Città e ai suoi Cittadini, inteso come gestione dell ordine, della sicurezza, dell informazione e della tranquillità per gli abitanti. Verrà garantita inoltre la massima preparazione professionale e disponibilità di mezzi per poter far fronte ai più svariati tipi di intervento a cui la Polizia Locale è chiamata nello svolgimento dei propri compiti istituzionali. Costituiremo un tavolo di confronto settimanale tra il Comandante della locale Stazione Carabinieri e il Comandante della Polizia Locale, con lo scopo di garantire un pieno coordinamento delle attività sul territorio a garanzia di un maggior presidio e di una maggiore efficacia di intervento, con scambio continuo di informazioni necessarie sia a prevenire i reati che nelle più delicate operazioni investigative. Proporremo infine di poter realizzare un tavolo di confronto mensile tra i comandanti di Polizia Locale dei comuni limitrofi al fine di avere un continuo monitoraggio del territorio e dell evoluzione/comportamento della criminalità. E

10 per esempio importante sapere se bande di truffatori, rapinatori o topi d appartamento si stiano muovendo in certe zone e/o in un certo periodo. Ciò ci consentirà anche un maggior controllo, che garantiremo comunque, sulle cosiddette zone di confine o terre di nessuno, che si trasformano spesso in discariche abusive o zone di sosta per balordi o nomadi. Proporremo un incontro mensile in cui i Cittadini si potranno confrontare con le Forze dell ordine presenti sul territorio fornendo suggerimenti e facendo segnalazioni utili al controllo e al presidio della Città. Verranno inoltre mantenute e sviluppate le convenzioni con Associazioni presenti sul territorio (Protezione Civile, Croce Rossa, Croce Bianca, Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Nazionale Alpini) al fine di poter usufruire delle loro competenze in materia di sicurezza ed emergenza, a supporto del presidio del territorio e a garanzia della sicurezza dei Cittadini siano esse emergenze da calamità naturali o in ausilio alle locali forze di Polizia. Sarà compito dell Amministrazione curare e stipulare le convenzioni, oltre a garantire il coordinamento con i vari nuclei di volontariato. Sempre in collaborazione con le varie Associazioni presenti sul territorio verranno istituiti dei corsi di formazione gratuiti sia per i Cittadini che per Addetti Comunali, Assistenti Sociali e Corpo Docente in tema di: primo soccorso, gestione dell emergenza da calamità naturali, prevenzione truffe, prevenzione furti in appartamento, prevenzione bullismo, prevenzione dipendenze, reati informatici, web reputation, anti stalking, prevenzione all usura, ecc. Solo con mezzi e strutture adeguate, e con un piano di coordinamento e collaborazione con le altre forze di Polizia e con le Associazioni di Volontariato, si può dare ai Cittadini la garanzia di presidio del territorio e quindi maggiori garanzie di sicurezza per noi e per i nostri figli.

11 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE CULTURA / SPORT / TEMPO LIBERO Via dalla noia, vero nemico della Persona! Abbiamo più volte detto che il Cittadino è il vero protagonista della vita di una Città, assume quindi particolare importanza la possibilità di investire bene il proprio tempo libero. Favoriremo sempre lo sviluppo di attività aggregative, culturali e sportive in grado di poter offrire ai nostri Cittadini, giovani e non più giovani, la possibilità di impiego del proprio tempo libero in modo sano, istruttivo e costruttivo restituendo alla società valori spesso dimenticati. Verranno esaminati progetti di finanziamento (cosiddetti Project Financing ) proposti da imprenditori o associazioni sportive o di altra natura, che consentano, con il benestare del Comune e la prestazione di opportune garanzie, di ristrutturare o sviluppare nuovi centri degni di una Città all avanguardia. Il Project Financing prevede inoltre accordi di gestione che consentono una garanzia di mantenimento delle strutture nel tempo con impegno finanziario da parte dell Amministrazione Comunale tendente allo zero. Le attività culturali, sportive e legate al tempo libero, proposte in questo punto del programma, mireranno ad elevare il livello delle attività stesse, alle quali verrà dato poi un notevole risalto mediatico che avrà lo scopo di richiamare l interesse da fuori porta. Ciò a pieno beneficio del nostro indotto relativo alle attività commerciali, alberghiere e legate alla ristorazione. Ci troviamo alle porte di EXPO 2015 per il quale si prevedono ben 21 milioni di visitatori sul territorio della Lombardia. E pertanto nostro preciso dovere sviluppare iniziative culturali e sportive di alto livello in grado di dirottare parte dei visitatori anche sul nostro territorio. Sarebbe un grave segno di miopia se ciò non fosse considerato nei programmi elettorali della prossima giunta. CULTURA : L Amministrazione di Brugherio si prodigherà per dare prestigio alla Città promuovendo iniziative culturali di vario tipo come, mostre di pittura, mostre personali per talenti emergenti in campo artistico, presentazione di libri, spettacoli teatrali, concerti, convegni, seminari tematici, e quant altro possa garantire una seria risposta al desiderio di cultura richiesto dai Cittadini di Brugherio. L Amministrazione dovrà fare in modo di portare sul territorio eventi culturali e conferenze di alto livello in grado di convogliare anche l interesse degli abitanti di Milano, Monza e altri comuni limitrofi. Di fondamentale importanza è l informazione e la pubblicizzazione degli eventi culturali programmati. Spesso sentiamo dire a Brugherio non si organizza niente, oppure, siamo una Città dormitorio, affermazioni talvolta vere, altre volte meno in quanto gli eventi sono sì organizzati ma con una macchina di propaganda dell iniziativa inefficace al raggiungimento del pubblico. Si prenderanno in considerazione accordi con notiziari ad ampia diffusione, oltre ad altri mezzi, al fine di portare la pagina culturale in tutte le case. Porremo un particolare accento sulle attività culturali promosse dalla Università della Terza Età che garantisce sul territorio uno sviluppo sociale e culturale di grande interesse per la nostra cittadinanza. Sarà nostro impegno promuovere adeguatamente la competenza della Banda di San Damiano e Sant Albino che con la propria professionalità è in grado di portare alto il nome della Città di Brugherio in spettacoli e concerti di alto livello artistico, sia all interno che all esterno dei confini cittadini.

12 Altro patrimonio cittadino da preservare e promuovere è la Fondazione Piseri, scuola di musica che forma nuovi talenti, trasformista da una Scuola per la Città a una Scuola della Città come loro stessi citano. Verranno prese in attenta considerazione tutte le proposte per eventi di carattere culturale provenienti dalle numerose Associazioni a fini culturali presenti sul nostro territorio. Verrà dato il giusto risalto e supporto alle attività svolte dalla Biblioteca civica, consapevoli dell insostituibile contributo che la struttura dà allo sviluppo culturale della Città e come aiuto agli studenti di tutte le età. Vorremmo tutti sapere i nostri ragazzi in biblioteca e solo con una struttura ricca di testi e di eventi culturali si possono attrarre i giovani nei propri locali. Punteremo alla valorizzazione del patrimonio storico di Brugherio, dal primo volo nazionale in Mongolfiera alle Reliquie dei Re Magi conservate presso la parrocchia di San Bartolomeo, vero e propria ricchezza storica da divulgare, comunicare e pubblicizzare al fine di portare a Brugherio visitatori da tutta Italia. Valorizzare e promuovere la Storia di Brugherio mediante l aiuto di artisti, eventi e conferenze è un dovere imprescindibile dell Amministrazione per avvicinare i Cittadini al territorio e creare un senso di appartenenza ad oggi troppo spesso dimenticato. Ci prodigheremo infine per promuovere il grande patrimonio storico e culturale racchiuso nel Museo Galbiati, oltre a prodigarci per individuare possibili location adeguate alla valorizzazione di musei cittadini e di eventuali nuove aperture da gestire congiuntamente tra Amministrazione e Associazioni presenti sul territorio. SPORT: Mens sana in corpore sano! L Amministrazione di Brugherio si prodigherà nello sviluppo e nella promozione di tutte le attività sportive individuali o di gruppo che consentiranno ai nostri giovani di essere i campioni di domani. Investiremo tempo, risorse e competenze per esaminare con attenzione tutte le strutture esistenti al fine di ricavarne dei veri centri sportivi all altezza delle migliori strutture private, dando allo sport quell importanza che merita nei paesi più progrediti, con l intenzione di garantire ai nostri atleti strutture sicure e decorosamente attrezzate in grado assicurare al meglio lo svolgimento in sicurezza dell attività agonistica e sportiva. Si procederà pertanto senza indugio con il recupero e la ristrutturazione dei centri sportivi ad oggi esistenti. Favoriremo il sostegno a tutte le attività sportive in grado di aggregare selezioni di atleti nelle diverse categorie e fasce di età. Favoriremo inoltre la realizzazione di tornei nazionali ed internazionali realizzabili in strutture all avanguardia e capaci di ospitare dignitosamente le squadre avversarie, ben consapevoli dell indotto che iniziative di questa natura e portata possa avere sul commercio e sulla ristorazione della nostra Città. Verranno prese in considerazione e valutate con attenzione le proposte avanzate dalle associazioni sportive per attività di recupero e co-gestione delle strutture stesse con l unico scopo condiviso di creare quel volano virtuoso che ha l ambizione di fare di Brugherio l eccellenza delle attività sportive. Allo stesso modo provvederemo a favorire sul nostro territorio la nascita di nuove discipline e attività sportive ad oggi non presenti. Il Parco Increa rappresenta un importante polmone verde e un area di sfogo fondamentale per i nostri Cittadini e per i numerosi frequentatori da fuori porta. E pertanto necessaria una valorizzazione del Parco Increa mediante attivazione di attività sportive legate al parco, con istallazione di percorsi sportivi (percorso Jogging e percorso vita, ecc.) e infrastrutture per l agevolazione delle attività sportive e ricreative (per esempio pista ciclabile, percorso mountain bike,

13 ecc.), parchi giochi, aree pic-nic e attività legate al lago artificiale mediante la messa in sicurezza della struttura per la quale si potrebbe prendere in considerazione l affidamento in gestione alle associazioni sportive interessate quali la Pesca Sportiva o altre discipline acquatiche come ad esempio l approccio al canottaggio. Ciò garantirebbe una corretta fruizione delle strutture e una garanzia di manutenzione assicurata dalle stesse società e associazioni che ne usufruiranno. Sarà inoltre necessario provvedere allo sviluppo delle infrastrutture a partire dall adeguamento delle aree adibite a parcheggio, installazione di bagni, fino ad arrivare a prendere in considerazione la fattibilità di una via d accesso alternativa. Verrà potenziato il servizio di illuminazione e tutta l area verrà sottoposta a videosorveglianza sia a garanzia della sicurezza degli utenti sia come prevenzione di atti vandalici. Per tutte queste attività verranno valutate tutte le risorse finanziare messe a disposizione dalla Comunità Europea per il recupero delle aree verdi. Con un infrastruttura funzionante e sicura, dal termine delle scuole, sarà possibile organizzare attività per gruppi estivi con lo scopo di tenere impegnati i ragazzi e consentire ai genitori una certa tranquillità durante l orario lavorativo sapendo i loro figli impegnati in attività divertenti e costruttive. A corredo delle attività sportive e ricreative diurne, verrà presentato un piano di eventi e attività serali, trasferendo, nella stagione estiva, parte della vita notturna di Brugherio sull area del Parco Increa con feste danzanti, concerti e possibilità di usufruire del pub, evitando quindi il disturbo della quiete in centro Città e mantenendo i nostri giovani sul territorio evitando trasferte verso Monza, Milano o altri luoghi. Verrà inoltre preso in considerazione la fattibilità di istituire un servizio navetta di collegamento da e per il Parco Increa durante la stagione estiva. Oltre a prevedere un presidio dell area, da affidare alle Associazioni in ausilio alle FF.OO. presenti sul territorio in coordinamento con la Polizia Locale, si prenderanno accordi con il Comune di Carugate per l apertura del Parco anche lato Carugate che consentirebbe di alleggerire il traffico ad oggi dirottato sull unico ingresso lato Brugherio, oltre a poter disporre di più confortevoli aree parcheggio che verrebbero alleggerite dal doppio ingresso. Sarà una nostra priorità esaminare con urgenza e attenzione la imbarazzante e scandalosa questione legata alla Piscina Comunale al fine di poterla restituire con rapidità ai nostri Cittadini che hanno il diritto di poter fruire di una struttura di cui un Comune all avanguardia non può essere sfornito. Siamo inoltre consapevoli dell importanza fondamentale che riveste uno sport come il nuoto, non solo a livello sportivo e agonistico ma anche a livello terapeutico. Ci impegneremo a garantirne, non solo il buon funzionamento e la corretta gestione, ma anche e soprattutto l aspetto igienico e il rispetto delle norme sanitarie. Verrà proseguita l encomiabile attività del Centro Olimpia di Brugherio, organizzazione comunale, che svolge attività sportive per tutti coloro, bambini o adulti, che desiderino svolgere attività non competitive, aggregando in vari corsi diverse centinaia di sportivi. Come Amministrazione Comunale provvederemo ad esercitare quelle sinergie necessarie tra il Centro Olimpia Comunale e le altre Associazioni sportive a carattere agonistico presenti sul territorio, con il duplice scopo di ampliare la gamma di sport proposti dal centro e individuare eventuali talenti da inserire nelle squadre delle varie discipline. TEMPO LIBERO: Il tempo libero va gestito in maniera costruttiva, solo così si riescono a ridurre pericolose deviazioni di chi non sa come impiegarlo. L Amministrazione provvederà a individuare o a rimodernare strutture idonee ad accogliere centri ricreativi per anziani e adolescenti, nonché favorire la nascita di nuove organizzazioni di volontariato e di carattere sociale, lo sviluppo di corsi di ogni tipo che consentano di apprendere nuovi mestieri, lingue straniere con appositi corsi serali, corsi per strumenti musicali, corsi di pittura, di modellismo, di cucina, o ancora organizzando tornei di giochi da tavolo, di società, o sportivi. Intendiamo andare incontro alla situazione giovanile di Brugherio che quotidianamente (in particolar modo la sera) va alla ricerca di divertimenti fuori porta. Istituiremo concorsi artistici, culturali e musicali che vedranno il coinvolgimento di giovani anche da fuori porta in una

14 sorta di Talent Show di livello al quale verrà dato il giusto risalto mediatico in termini di visibilità e di opportunità per i talentuosi che si affermeranno. Come richiesta dal gruppo Giovani: - Organizzazione di eventi per tutti gli sport (per esempio 24h sportiva, fiera dello sport, ecc.) - Mantenimento e sviluppo del Cinema all aperto durante la stagione estiva - Organizzazione di feste e concerti al Parco Increa - Spettacoli e mostre lungo le strade cittadine (street life) Ciò allo scopo di incrementare l offerta di Brugherio per i giovani, allo scopo di invitare i nostri ragazzi a passare le loro serate sul nostro territorio. Garantiremo la realizzazione delle infrastrutture necessarie a vivere tutti i parchi cittadini, dalla presenza di panchine, cestini per l immondizia, giochi per i bambini che siano manutenuti e sicuri, alla istituzione di zone dedicate agli animali, alle fontanelle, tutte cose indispensabili alla corretta vivibilità dei nostri parchi e degne di una Città che vuole affermarsi tra gli esempi più virtuosi in tema di vivibilità della Città stessa. I nostri parchi verranno inoltre dotati di videosorveglianza per garantire una maggiore sicurezza per i Cittadini e con lo scopo di prevenire atti vandalici, tema trattato più in specifico nella sezione dedicata alla Sicurezza. Ci faremo promotori e favoriremo la nascita di momenti particolari di grande richiamo che, ancora una volta, favoriranno lo sviluppo dell indotto con partecipazione di persone anche da fuori porta. Ci riferiamo per esempio al mercatino dell antiquariato mensile invitando associazioni già affermate ad appoggiare la presenza dei loro antiquari su Brugherio. O ancora mercatini specialistici da organizzare una o due volte l anno, come il mercato di scambio del giocattolo d epoca, della militaria, del cartaceo d epoca e filatelico, individuando spazi e location adeguate all evento siano esse aperte o al chiuso. O ancora percorsi enogastronomici legati per esempio ad eventi storico-culturali (i menù di corte, degustazione di vini attraverso un percorso storico, ecc.). Abbiamo diversi esempi nazionali ed esteri di comuni virtuosi che così facendo hanno enormemente incrementato il volume d affari del loro indotto consentendo al mondo dei commercianti, alberghiero e della ristorazione di aumentare enormemente il loro volume d affari garantendo le aperture contestualmente agli eventi. Si istituiranno delle giornate informative per consentire alle associazioni di presentarsi alla popolazione esprimendo i loro scopi e le iniziative che porteranno sul territorio. Si valuterà inoltre la predisposizione di un giornalino delle iniziative dedicato al mondo dell associazionismo. Solo in questo modo potremo togliere i nostri giovani dalla strada, dare un occupazione alle persone più anziane o alle casalinghe, o ancora fornire una valvola di sfogo a chi ha passato un intera giornata al lavoro, investendo il proprio tempo in maniera costruttiva e fattiva per la società stessa.

15 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE AGRICOLTURA / ARTIGIANATO / INDUSTRIA / COMMERCIO Agricoltura - Artigianato - Industria - Commercio, rappresentano il propulsore che assicura la spinta verso il progresso della Nostra Società. Obiettivo primario della nostra Amministrazione nell ambito della politica economica, sarà quello di agevolare in tutti i modi la nascita, lo sviluppo ed il mantenimento di tutte le attività economiche che danno prestigio alla nostra Società garantendo nuovi posti di lavoro, l indipendenza economica della nostra Città, sicurezza e agi per i Cittadini di Brugherio. I Commercianti rendono viva la Città, accendono le luci della Città, creano ricchezza e posti di lavoro in uno sviluppo del territorio che portano ad un circolo virtuoso ove le Istituzioni hanno il dovere di investire. Guai arrivare alla desertificazione delle Città. Le azioni previste riguarderanno innanzitutto la ricerca, la gestione e la distribuzione di eventuali contributi europei, nazionali, regionali o provinciali, per questo verrà dedicata una risorsa comunale responsabile dell individuazione dei bandi in oggetto. Ci prodigheremo per agevolare i rapporti con la Pubblica Amministrazione mediante l istituzione di un nuovo servizio dedicato alle attività produttive che identifichi un referente in grado di assistere e supportare Imprenditori e Commercianti che intendano aprire una nuova attività, modificare o ampliare una licenza o qualunque esigenza relativa allo sviluppo di attività produttive. Ciò ben consapevoli che il supporto fornito consentirà alla Città di ottenere offerte di lavoro, creare indotto e produrre ricchezza. Sarà compito del referente citato, ridurre per quanto di competenza gli adempimenti burocratici che troppo spesso complicano e addirittura scoraggiano i nuovi insediamenti produttivi. Studieremo agevolazioni fiscali in grado di garantire la nascita e lo sviluppo di nuove attività, azioni di protezione delle categorie più deboli (Agricoltori, piccoli Commercianti, Artigiani), sensibilizzazione di enti finanziatori e una serrata lotta al fenomeno dello strozzinaggio. E necessario prevedere un coinvolgimento diretto dei rappresentanti delle categorie riferite alle attività produttive nella definizione dei piani dell Amministrazione (Piano Commerciale, Piano Urbano del Traffico, Piano di Insediamenti Produttivi, Piano Regolatore e Viabilità/Trasporti). E inoltre compito dell Amministrazione provvedere alla creazione dell indotto mediante tutta una serie di iniziative di Marketing territoriale che mirino alla valorizzazione del territorio creando sinergia tra istituzioni/cultura/turismo, valorizzando le risorse storiche e culturali, creando eventi di livello: - eventi culturali, - mostre d arte, - mercati di antiquariato, - fiere, - concerti, - presentazioni, - forum, - eventi sportivi, - ecc. Lo scopo di queste iniziative è quello di portare a Brugherio, durante tutto l anno, visitatori da ogni dove in grado di alimentare le attività legate alla ristorazione, al settore alberghiero e al commercio.

16 L Amministrazione dovrà provvedere al decoro urbano e alla pulizia della Città che rendono più piacevole la pedonabilità vera fonte di ricchezza per il commercio. Poiché la buona Amministrazione deve lavorare per creare coesione sul territorio, dare indirizzi e fare scelte è indispensabile lo sviluppo della gestione dei rapporti sovra-comunali con l attivazione di un tavolo di confronto con Provincia e Regione, attivando costanti rapporti con le Amministrazioni limitrofe e attraverso la gestione dei rapporti con rappresentanti di categoria.

17 6. SANITA PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013 la Sanità è un problema che colpisce tutti i cittadini di Brugherio, dai più piccoli ai più anziani, ed è proprio per questo che Progetto Brugherio ha riservato al problema Sanità attenzione particolare. Intendiamo garantire un informazione completa ed adeguata. La Nostra proposta prevede che l informazione entri direttamente in casa Vostra a mezzo di informative comunali, una sorta di Vademecum dell assistito, che metta chiunque in condizione di sapere: - di che tipo di assistenza socio sanitaria si può usufruire nel Comune di Brugherio; - a chi e dove ci si deve rivolgere, con l istituzione di un numero verde per la richiesta di informazioni; - orari, indirizzi e numeri di telefono utili e di emergenza. - emergenze sanitarie È necessario inoltre che il Comune si adoperi per svolgere un ruolo attivo nella collaborazione con la Unità Socio Sanitaria Locale, Regione e Provincia al fine di ottenere l ampliamento delle prestazioni specialistiche convenzionate, cercando di ridurre al minimo i tempi di attesa dei servizi. È nostra intenzione valorizzare e supportare le strutture volontarie della Croce Rossa e Croce Bianca presenti sul territorio con aiuti concreti finalizzati a sviluppare le loro già encomiabili attività. Si valuterà la fattibilità di istituire delle sedi decentrate per venire incontro alle zone logisticamente più disagiate oppure, in alternativa, l istituzione di un servizio di accompagnamento su prenotazione per le persone con problemi di mobilità. Particolare attenzione verrà posta alle Farmacie Comunali: Rinnovamento e adeguamento delle strutture; aumento e pubblicizzazione dei servizi alla collettività; sviluppo servizio interno di prenotazione visite ed esami clinici che consentirebbe ai Cittadini di evitare trasferte e lunghe code.

18 7. SCUOLA PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013 Il futuro di un paese è legato alla crescita del livello culturale dei suoi abitanti. La presenza sul territorio di strutture scolastiche valide e polivalenti, garantisce un più semplice e sereno svolgimento di attività istruttive e didattiche garantendo una migliore razionalizzazione del tempo libero, spesso sprecato con lunghi viaggi fuori porta. Scopo principale del nostro programma sarà quello di far avere a Brugherio un moderno Istituto Medio Superiore possibilmente a più indirizzi, svolgendo concrete azioni di sollecito nei confronti della Provincia, Regione e Provveditorato agli Studi al fine di stanziare le risorse necessarie e procedere definitivamente e concretamente con i lavori. Proporremo inoltre la creazione di un Asilo Nido Comunale, esigenza emersa dall incroci dei dati demografici per fascia di età con le strutture esistenti sul territorio. Si provvederà contestualmente a rinnovare e potenziare le attuali strutture già esistenti sul territorio, sia con riferimento alle infrastrutture, sia nel senso di creare una scuola più moderna, in vista dell introduzione in un mondo del lavoro sempre più dinamico ed esigente, che mira sempre più alla pratica che non alla teoria. Verranno rese agibili e quindi utilizzabili le strutture scolastiche ad oggi inutilizzate per problemi manutentivi. La nostra proposta prevede: - un informatizzazione delle scuole, con l inserimento, ove manchino, di appositi locali per l utilizzo dei computer volto all apprendimento dei pacchetti office necessari all introduzione al mondo del lavoro; - Una maggior enfasi sulle lingue straniere; - L avvicinamento al mondo del lavoro mediante servizi di orientamento e facilitando la possibilità di effettuare stage in ambiti aziendali o comunque in realtà lavorative; - Interscambi tra istituti italiani e stranieri, al fine di internazionalizzare la preparazione di studenti dalle alte potenzialità fornendo una preparazione europea di vasto respiro. - valutare la fattibilità di un progetto di ammodernamento delle strutture tali da renderle adeguate ad una nuova concezione di fare insegnamento; - Abbattimento delle barriere architettoniche in modo da rendere tutti i servizi agevoli ai diversamente abili; - Istituzione di un servizio di assistenza sociale in stretto contatto con le scuole, atto a rilevare e sostenere, congiuntamente agli insegnanti, i casi più critici; - Una maggiore attenzione va sicuramente dedicata : alla qualità del servizio mense, alle pulizie delle strutture scolastiche, alla manutenzione degli edifici, e ai materiali di cancelleria e igienici. - creare un collegamento diretto tra scuola e imprese operanti sul territorio mediante l insegnamento, in ore extrascolastiche, di arti e mestieri utili allo sviluppo futuro dei nostri figli. - creare nuove attività finalizzate alla possibilità di istituire il pre / post scuola per favorire i genitori che per motivi lavorativi non siano in grado di portare e prendere i figli durante gli orari usuali. - garantire le forniture essenziali per il corretto funzionamento dei servizi igienici, sapone, salviette per le mani e carta igienica, cosa che dovrebbe essere naturale nei paesi sviluppati. - Organizzazione e promozione di attività extra scolastiche rivolte all educazione civica e alla diffusione dei valori. - Organizzazione di campi estivi per ragazzi delle scuole elementari e medie, finalizzati all insegnamento di attività sportive, di materie utili all introduzione al mondo del lavoro, e percorsi formativi allo sviluppo del senso civico, impegnando i giovani in attività utili e costruttive durante l orario lavorativo dei genitori.

19 Particolare attenzione verrà posta alla sicurezza nelle scuole, sia con programmi condivisi con le FF.OO. finalizzate alla continua prevenzione su atti criminosi all interno e/o nei pressi dei plessi scolastici, sia mediante l utilizzo dei nonni civici largamente utilizzati in paesi limitrofi come aiuto all attraversamento e alla segnalazione di fenomeni anomali. In altri Paesi la scuola rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per studenti e famiglie. La scuola rappresenta un punto di socializzazione e di incontro che va al di là delle normali attività scolastiche, si organizzano attività sportive e feste, anche serali, per studenti che possano divertirsi in un luogo sicuro e controllato. Allo scopo di poter rendere fattibili le proposte sopra riportate provvederemo ad inoltrare domanda di accesso a tutti i fondi resi disponibili dalla Comunità Europea, Provincia e Regione.

20 PROGRAMMA ELETTORALE - ELEZIONI AMMINISTRATIVE POLITICA DEL TERRITORIO, TRASPORTI E VIABILITA 8.1 POLITICA DEL TERRITORIO Vivere bene il territorio significa vivere meglio! Per vivere meglio il territorio è necessario riportare la Città a dimensione umana, garantendo una maggior vivibilità della città stessa, cercando di : - rendere più accettabile la viabilità; - rendere la città ai ciclisti e ai pedoni; - rendere la città ai bambini e agli anziani; - rendere la città ai diversamente abili; - rendere la città più semplice ai forestieri ; - rendere la città più bella ; - rendere la città più pulita ; - rendere la città ai parchi; - rendere la città ai Cittadini. Tutto ciò significa rivedere il piano viabilistico nonché un riesame e un attento monitoraggio, del piano regolatore vigente. E assolutamente necessario che vengano valorizzate o create nuove strutture che garantiscano una tranquilla e piacevole permanenza ad anziani, bambini e mamme che desiderino passare del tempo libero in Parchi Giochi che, secondo la tradizione dei maggiori paesi europei, devono cambiare faccia. Il Parco deve garantire ai bambini giochi sicuri, nuovi e divertenti (assicurando naturalmente la corretta e puntuale manutenzione) contemplando anche aree di ritrovo per gli anziani che siano più adeguate e confortevoli. Sarà cura di questa Amministrazione mantenere l abbattimento delle barriere architettoniche, garantendo accessi facilitati agli edifici pubblici nonché nelle maggiori vie cittadine, con l obiettivo di coprire a poco a poco tutto il territorio. Dare continuità ai marciapiedi e inserire panchine, restituendo la città ai pedoni. Garantire e potenziare l illuminazione urbana. Assicurare un attenta e tempestiva manutenzione delle strade, marciapiedi e luoghi pubblici al fine di garantire anche una viabilità e pedonabilità più sicura. Sempre rifacendosi alle tradizioni dei principali paesi europei, sarebbe ora che anche in Italia girare per le vie di una città diventi cosa agevole per tutti, anche per coloro che non conoscono a fondo la Città. Ciò si rende possibile mediante l installazione di segnaletica viaria chiara e visibile, posta non più in angoli bui a ridosso di muri su targhe spesso non più leggibili, ma ai bordi delle strade su cartelli colorati e ben visibili. Ciò dovrebbe consentire a chiunque di raggiungere facilmente qualunque edificio pubblico come ad esempio le strutture comunali (Municipio, Biblioteca, Comando dei Vigili, Auditorium, Piscina comunale, Scuole, eccetera). Provvederemo a garantire una certa continuità di armonia nel paesaggio. Armonia che si deve garantire anche nelle strade curando non solo la facciata ma anche il contesto (Vie, strade, marciapiedi, spazi verdi, arredo urbano, eccetera). E di fondamentale importanza il recupero di edifici vecchi e di aree dismesse per restituire alla città il dovuto decoro, oltre al recupero di spazi riutilizzabili senza dover ricorrere a consumi di territorio per la nuova urbanizzazione. Tutto ciò compatibilmente e nell ambito di eventuali varianti al Piano Regolatore ereditato. Si potrebbero istituire dei concorsi tra gli studenti di Architettura per un ridisegno dell arredo urbano che renda più gradevole e funzionale il centro cittadino, legando naturalmente la fattibilità economica alle disponibilità

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 D: Quale normativa occorre applicare nel caso di attività di somministrazione di alimenti e bevande all interno di una palestra

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli