Come si puliscono le ottiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come si puliscono le ottiche"

Transcript

1 Obiettivi video, l abc per la manutenzione Adalberto Biasiotti Gli impianti video per funzionare con la massima efficienza devono essere costantemente controllati. Un vademecum per la corretta cura di queste apparecchiature Nel corso dei frequenti collaudi e verifiche, effettuati su impianti di videosorveglianza, ho potuto rilevare una scarsa preparazione dei tecnici addetti all installazione e manutenzione delle lenti per le telecamere. L'obiettivo di una telecamera rappresenta un aspetto essenziale nella progettazione di un impianto, in quanto una scelta sbagliata può portare ad una scarsa qualità dell immagine. Se utilizziamo un teleobiettivo e l apertura del diaframma non è sufficiente, la profondità di campo può essere influenzata negativamente e la qualità dell'immagine viene degradata, in quanto l'obiettivo non è in grado di catturare una quantità sufficiente di luce, per concentrarla sul sensore. Si tratta di considerazioni banali, che qualunque fotografo di medio livello dovrebbe conoscere. Purtroppo, i tecnici addetti all installazione e manutenzione di impianti di videosorveglianza probabilmente non sono dei buoni fotografi, oppure, quando installano questi impianti, dimenticano quanto hanno appreso in tema di ottica fotografica. Analizziamo di seguito alcuni aspetti riguardanti la selezione e manutenzione delle ottiche. Come si puliscono le ottiche Una lente sporca non fornisce una buona immagine e può anche attenuare la luce passante. Ecco perchè, dopo aver acquistato un componente ottico, è indispensabile avviare un programma di manutenzione e pulizia dell obiettivo. La pulizia deve essere effettuata con appropriati accorgimenti e utilizzando prodotti specializzati, altrimenti è possibile danneggiare la superficie delle lenti o degli strati protettivi. Le ottiche possono essere pulite utilizzando: - bombolette di gas azoto sotto pressione - tessuti che non rilascino granelli di polvere - sapone neutro - bastoncini di cotone - guanti idonei per trattare le ottich - solventi organici, come ad esempio l'alcol isopropilico - detergenti per obiettivi. 76

2 OTTICHE PER TELECAMERE La polvere è l'elemento che più facilmente si deposita sulla superficie degli obiettivi e che può essere allontanata utilizzando del gas sotto pressione. Se è necessario effettuare un intervento più profondo, occorre smontare la lente, tenerla con le mani non prima di aver indossato dei guanti, applicando alcune gocce di acetone o di soluzione per la pulizia delle lenti. L'obiettivo deve essere fatto girare lentamente fra le mani, applicando una lieve pressione dal centro verso i lati esterni; occorre usare un appropriato tessuto, in modo che lo sporco sia effettivamente asportato dalla superficie dell'obiettivo. La presenza di impronte digitali deve portare ad un immediata operazione di pulizia, perché nelle impronte sono presenti delle sostanze aromatiche, che possono intaccare Ecco una telecamera che ha urgente bisogno di pulizia un eventuale strato protettivo posto sull'obiettivo. Se la pulizia con un adeguato solvente non porta i risultati desiderati, l'operazione può essere ripetuta utilizzando dell acetone, che pulisce perfettamente. La pulizia degli specchi In alcuni casi la pulizia deve essere effettuata anche su superfici a specchio e in questo caso le precauzioni sono quelle già illustrate in precedenza. Prima si utilizza azoto sotto pressione per allontanare sporco e polvere, quindi si usa un tessuto speciale saturato con alcool isopropilico spostandolo dolcemente sulla superficie. Se l'operazione viene eseguita correttamente, il solvente evapora uniformemente e non lascia alcuna traccia o macchia. Se lo specchio è a prima superficie, vale a dire il deposito di mercurio è stato fatto sulla superficie visibile, e non sotto il vetro, occorre adottare tecniche professionali di pulizia, che non sono alla portata di un tecnico addetto all installazione o manutenzione. Misure metriche e non Un problema non trascurabile, in tema di montaggio di ottiche, riguarda il fatto che oggi sono ancora diffuse misure metriche e misure inglesi. Gran parte dei supporti di fissaggio di telecamere utilizza delle misure inglesi, mentre altri componenti utilizzano quelle metriche. Per questa ragione occorre avere a disposizione degli appropriati adattatori, non solo per il fissaggio delle telecamere, ma anche per adattare gli obiettivi alla struttura di supporto. In molti casi sono disponibili degli adattatori che permettono di passare dai diametri alle filettature realizzate con misure metriche, ad altre basate con le misure su pollici. Ad esempio, il filetto M6 è tipicamente metrico, mentre i filetti con base in pollici hanno contrassegni diversi. Quando si acquista un obiettivo, occorre fare attenzione se può essere adattato sul suppor- 77

3 to della telecamera. Occorre infatti tener presente che talvolta, anche utilizzando degli adattatori, il problema non viene risolto, perché vi potrebbe essere uno spostamento del piano focale che deve essere corretto in un altro modo, ad esempio spostando il sensore fotoelettrico. Si tratta di adattamenti non particolarmente difficili, ma che è meglio portare a termine in laboratorio, piuttosto che su una telecamera già installata. Le lenti asferiche Oggi si usano sempre più spesso delle lenti particolari, chiamate asferiche, che si differenziano dalle lenti sferiche tradizionali perché il raggio di curvatura della superficie cambia in funzione della distanza dall'asse ottico. Le lenti asferiche consentono ai progettisti di correggere le alterazioni ottiche, utilizzando un minor numero di lenti di tipo tradizionale. Ciò porta ad una riduzione delle dimensioni dell'obiettivo e ad una più facile realizzazione dell'obiettivo stesso. L'utilizzo di lenti asferiche consente di diminuire le distorsioni, che si verificano ai bordi del campo ripreso; questo tipo di lente può concentrare la luce in maniera più accurata, una sola lente può sostituirne anche un paio di tipo tradizionale. Anche se esistono varie tecniche per correggere le alterazioni di un obiettivo, basato su superfici sferiche, la soluzione migliore è quella di utilizzare una lente asferica. Per dare un esempio dei vantaggi di questa tecnologia, basta ricordare che una tecnica correntemente utilizzata per ridurre le anomalie nelle lenti sferiche è quella di aumentare il numero di diaframma della lente. Questa soluzione riduce la quantità di luce che raggiunge il sensore fotoelettrico, riducendo pertanto la sensibilità complessiva della telecamera. Contrariamente l'utilizzo di lenti asferiche permette di realizzare obiettivi con un basso numero di diaframma, mantenendo comunque un ottima qualità dell'immagine. Lenti asferiche ed acromatiche L'obiettivo di una telecamera rappresenta un aspetto essenziale nella progettazione di un impianto, in quanto una scelta sbagliata può portare ad una scarsa qualità dell immagine I migliori risultati si ottengono avvicinando delle lenti asferiche, che correggono le distorsioni ottiche, con le lenti acromatiche che correggono le distorsioni del colore. Una lente non acromatica può trasmettere i raggi di luce in modo diverso, a seconda della loro lunghezza d'onda, cioè del loro colore. Una lente acromatica è in grado di tenere sotto controllo questo fenomeno e garantire una buona qualità dell'immagine a colori, che viene proiettata sul sensore fotoelettrico. Una lente asferica è in grado di correggere le distorsioni che si verificano tra l'asse ottico della lente e la periferia. Abbinando queste due tipologie di lente se ne ottiene una ad un costo ragionevole, che permette di correggere le alterazioni cromatiche e sferiche. Questo tipo di lenti è composto da lenti in cristallo ottico, unite con un polimero fotosensibile. Il polimero viene applicato su una fac- 78

4 cia della coppia di lenti e permette di realizzare rapidamente una lente di eccellenti prestazioni. Le lenti asferiche ed acromatiche presentano una gamma di temperatura di funzionamento piuttosto ristretta, che varia da - 20 a + 80 gradi. Questa limitazione nasce dal fatto che il polimero, utilizzato come legante delle due lenti, ha dei limiti in efficacia e in funzione di temperature estreme. Lenti antiscatter Un altro accorgimento, che permette di migliorare le prestazioni degli obiettivi, è quello di accertarsi che utilizzino lenti con il bordo annerito. È noto che lo scatter o dispersione della luce, aumenta in misura significativa il rumore di complessi elettro-ottici, limitando il livello di contrasto che può essere raggiunto. La quantità di scatter presente in un complesso ottico può essere calcolata applicando una funzione piuttosto complessa, chiamata BRDF - bidirectional reflectance distribution function. Per ridurre questo effetto si raccomanda di applicare uno strato nero intorno allo spessore della lente per ridurre il valore di BRDF. Chi acquista sistemi ottici, deve chiedere se questo accorgimento è stato effettuato in modo da essere certi di avere un'ottica di elevate prestazioni. Se nell acquistare un ottica si guarda solo al prezzo, e non ci si pongono questi quesiti, ci ritroveremo un obiettivo le cui prestazioni non saranno soddisfacenti e penalizzeranno l'immagine generata dalla telecamera. È vero che si possono effettuare interventi correttivi, ad esempio aumentando il livello di illuminazione e chiudendo di più il diaframma, ma in molti casi questi interventi non sono risolutivi, ma hanno probabilmente un costo superiore rispetto all'acquisto originale, di un obiettivo di qualità. La direttiva RoHS Temo che non siano molti i lettori che conoscono la Direttiva 2002/95/EC, emanata dall'unione europea e che indica dei limiti nell'utilizzo di sostanze tossiche (RoHS restriction of hazardous substances). Questa Direttiva proibisce l'uso di sei sostanze tossiche in prodotti elettrici ed elettronici immessi sul mercato dopo il primo luglio I sei materiali elencati sono: - piombo - mercurio - cadmio - cromo esavalente - due sostanze che ritardano la combustione, i PBDE e il PBB. Un prodotto che supera i livelli massimi consentiti dalla Direttiva non può essere venduto nell'unione europea. Anche altri paesi hanno sviluppato delle versioni similari, ad esempio il Giappone, la Cina ed il Canada, ma questi paesi potrebbero avere indicato dei limiti diversi da quelli della Direttiva europea. Durante un recente convegno sulla sicurezza nell'ambiente di lavoro, tenutosi a Milano al palazzo delle Stelline, il procuratore aggiunto di Torino, Raffaele Guariniello, ha ricordato a tutti i presenti che è obbligo del datore di lavoro verificare tutti gli aspetti che toccano la sicurezza dell'ambiente di lavoro. Se un datore di lavoro acquista una macchina che è dotata di tutti i requisiti appropriati, come il marchio CE, la conformità con la Direttiva macchine e via dicendo, resta comunque a carico del datore di lavoro la responsabilità di verificare che tutti i contrassegni posti sulla macchina siano corretti e che la macchina rispetti effettivamente quanto indicato sull'etichetta. Vi è una sorta di responsabilità oggettiva del datore di lavoro, che in caso di infortunio, potrà dichiarare che la macchina era conforme a tutte le regole in vigore, ma rimane comunque una responsabilità a suo carico, che potrà essere limitata, ma non annullata. Per questa ragione tutti coloro che comprano materiale elettrico, elettronico ed ottico, nei quali può essere utilizzata una delle sostanze sopraindicate, hanno l'obbligo di effettuare appropriate verifiche, chiedendo al fornitore una liberatoria in merito. In caso di contestazione, si potrà chiamare in 80

5 causa il fornitore, e spetterà al Magistrato decidere quale porzione di responsabilità resti a carico di chi ha acquistato questo prodotto e di chi lo ha fornito. L'acquisto di un ottica potrebbe sembrare un'operazione banale, da compiere senza particolari precauzioni, ma le Leggi in vigore impongono che, anche in questa semplice transazione, l'acquirente prenda ogni possibile precauzione in merito alla qualità del prodotto acquistato. Bersagli elettronici Una prezioso strumento di verifica della qualità di un sistema di videosorveglianza è basato sull'utilizzo di due categorie di bersagli, i bersagli elettronici e quelli ottici. Il bersaglio elettronico consiste in un generatore elettronico, che produce un immagine video con caratteristiche particolari. Un applicazione di questo tipo di bersaglio possiamo vederla tutti i giorni sulla televisione, osservando il monoscopio, che viene trasmesso sui canali RAI, quando non vi è trasmissione di programmi. Un attento esame del monoscopio permette di evidenziare le caratteristiche di visualizzazione del nostro televisore. Si può regolare correttamente la scala dei grigi, si può verificare la presenza di distorsioni dell immagine, la corretta riproduzione dei colori e soprattutto, la presenza di distorsioni in varie parti dell'immagine, grazie alla presenza di specifici riferimenti. Gli esperti sono anche in grado di utilizzare questo monoscopio per verificare la larghezza di banda trasmessa. Negli impianti di videosorveglianza si utilizza un generatore portatile, che viene collegato al cavo coassiale, trasmettendo un segnale analogico, in bianco e nero oppure a colori, che viene visualizzato sul monitore. Se il generatore viene collegato al posto della telecamera, siamo in grado di verificare la qualità dell'intera catena di trasmissione, passando per eventuali amplificatori di linea, sistemi di commutazione, sistemi di distribuzione, fino a giungere al monitore. Se sono presenti delle anomalie, è possibile collegare il generatore elettronico in vari punti della catena di trasmissione del segnale video, in modo da individuare la zona nella quale si verifica l'eventuale anomalia. Questi generatori, di costo relativamente modesto, raramente appartengono all'arsenale degli strumenti di installazione e manutenzione dei tecnici. Ricordo che una nota casa di elettronica per hobbysti produsse addirittura una scatola di montaggio, del costo di poche decine di euro, che permetteva di costruire un generatore di monoscopio, che altro non è che un bersaglio elettronico. Ovviamente, il generatore di monoscopio deve essere utilizzato prima dei bersagli ottici, perché occorre essere certi che eventuali distorsioni che appaiono sul monitore non siano causate dalla catena di trasmissione dei segnali video, o dal monitore stesso, bensì dalla telecamera. I bersagli ottici I bersagli ottici devono invece essere utilizzati per verificare la qualità della telecamera, Se volete controllare la qualità della riproduzione dei colori, nulla di meglio del bersaglio Gretag La norma ISO indica in dettaglio le prestazioni di un bersaglio ottico standard 82

6 Il bersaglio rotakin, conforme alla norma europea, in un applicazione pratica, tesa a verificare il campo ripreso da una telecamera di sorveglianza permettono di tenere sotto controllo la qualità complessiva del dispositivo di ripresa, composto dall'obiettivo e dai circuiti elettronici della telecamera. Esistono una grande quantità di bersagli ottici, che permettono di ricavare preziose informazioni. Un bersaglio ottico permette di valutare la risoluzione del sistema di ripresa, vale a dire la sua capacità di distinguere i dettagli degli oggetti. Spesso questa risoluzione è espressa come coppie di linee per mm. Un'altra importante funzione dei bersagli è quella di misurare la funzione di trasferimento di modulazione, abbreviate in MTF. Questa funzione misura la capacità dell'obiettivo di trasferire immagini contrastate dal piano dell'oggetto al piano dell'immagine che si forma sul sensore fotoelettrico per un determinato livello di risoluzione. Il contrasto è la misura della separazione che esiste fra un area scura ed una chiara di un immagine. Spesso il contrasto è espresso in termini percentuali. Uno speciale bersaglio ottico permette anche di misurare la profondità del campo, ossia la capacità dell'obiettivo di mantenere invariata la qualità dell'immagine quando l'oggetto ripreso si avvicina o si allontana. In genere la profondità del campo deve essere sempre associata ad un valore di risoluzione e di contrasto. Infine, un adeguato bersaglio ottico permette di tenere sotto controllo l aberrazione ottica, causata dal fatto che un obiettivo può variare il livello di ingrandimento dell'immagine, in diversi punti dell'immagine stessa. Anche in questo caso, la distorsione ottica può essere espressa in termini percentuali. Basta guardare su Internet un catalogo di aziende specializzate nell'offerta di bersagli ottici, per rendersi conto che l offerta è estremamente varia e che chiunque può trovare il bersaglio più appropriato per le proprie esigenze. Infine, non dimentichiamo che il bersaglio principale per tutte le applicazioni di videosorveglianza è quello definito dalla norma europea EN , che stabilisce la dimensione e la forma di un bersaglio simile ad un bersaglio umano in bianco e nero, che deve essere utilizzata sempre quando vengono effettuate verifiche di qualità dell'immagine in sistemi di videosorveglianza. Questo bersaglio, chiamato rotakin, è stato realizzato da specialisti dell'aeronautica britannica, ed ancora oggi rappresenta lo standard di riferimento per qualunque valutazione oggettiva delle prestazioni di un sistema di videosorveglianza, partendo dall'immagine reale sul campo, fino all'immagine che viene visualizzata sul monitore. Un bersaglio standardizzato conforme ai requisiti IEEE Per approfondire l argomento trattato in questo articolo potete collegarvi al portale della Rivista Antifurto sezione Approfondimenti. Belle le telecamere: ma gli obiettivi?, aprile

Telecamere analogiche e/o digitali, dai sensori ai pixel, le nozioni fondamentali

Telecamere analogiche e/o digitali, dai sensori ai pixel, le nozioni fondamentali Telecamere analogiche e/o digitali, dai sensori ai pixel, le nozioni fondamentali Mini-guida ai principi fondamentali di funzionamento delle telecamere, utili per chi deve valutare i prodotti e fare la

Dettagli

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053 Guida Tecnica Obiettivi - 1 - Cos è un Obiettivo Un obiettivo è un insieme di una o più lenti che rifrangono la luce sull elemento sensibile, permettendo di focalizzare l immagine da riprendere sul sensore

Dettagli

Informatica pratica. L'immagine digitale

Informatica pratica. L'immagine digitale Informatica pratica L'immagine digitale Riassunto della prima parte Fino ad ora abbiamo visto: le cose necessarie per utilizzare in modo utile il computer a casa alcune delle tante possibilità dell'uso

Dettagli

Due eccezionali obiettivi Zeiss

Due eccezionali obiettivi Zeiss centro Test MTF studi Progresso FOTOGRAFICO Due eccezionali obiettivi Zeiss Il test di questi due obiettivi Zeiss Distagon mm f/ ZF. e Distagon mm f/. ZF. ci offre la possibilità di approfondire i pro

Dettagli

Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare

Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare Il mondo del molto piccolo si può osservare anche utilizzando un microscopio ottico. Esistono dei limiti?? Carl Zeiss (1816-1888) Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare Il

Dettagli

Procedendo con ordine si distinguono:

Procedendo con ordine si distinguono: L'OBIETTIVO L'obiettivo è, sicuramente, la parte più importante della macchina fotografica in quanto solo con una buona ottica si ottengono buoni risultati, per questo motivo l'argomento verra trattato

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA TVCC Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

Ottica spicciola. La luce Lenti e specchi Telescopi e dintorni Il disco di Airy Aberrazioni Formule utili Suggerimenti

Ottica spicciola. La luce Lenti e specchi Telescopi e dintorni Il disco di Airy Aberrazioni Formule utili Suggerimenti 1 Ottica spicciola La luce Lenti e specchi Telescopi e dintorni Il disco di Airy Aberrazioni Formule utili Suggerimenti 2 Parole importanti Luce Campo visivo Onda Focale Diametro Apertura o rapporto focale

Dettagli

Cablaggio e progettazione tutte le novità

Cablaggio e progettazione tutte le novità Cablaggio e progettazione tutte le novità di Adalberto Biasiotti Nell'impiantistica di sicurezza il cablaggio gioca spesso un ruolo significativo. Oggi sono disponibili numerose alternative, con pregi

Dettagli

IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA)

IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA) IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA) Principali Norme di riferimento CEI EN 50132 Impianti di allarme - Impianti di sorveglianza CCTV da utilizzare nelle applicazioni

Dettagli

La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei

La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei La microscopia ottica è una tecnica di osservazione capace di produrre immagini ingrandite

Dettagli

Lunghezza ocale. Donato Di Bello

Lunghezza ocale. Donato Di Bello F Lunghezza ocale Donato Di Bello Cinepresa, telecamera, macchina fotografica: tre strumenti tecnologici che utilizziamo per registrare la realtà intorno a noi o per trasformare in immagini la nostra fantasia.

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

9. Polveri e mosaici. Maria ci pensò sopra, poi chiese ancora:

9. Polveri e mosaici. Maria ci pensò sopra, poi chiese ancora: 9. Polveri e mosaici Maria ci pensò sopra, poi chiese ancora: Perché è così bianco? Anche l uomo pensò un poco, come se la domanda gli sembrasse difficile, e poi disse con voce profonda: Perché è titanio.

Dettagli

CCTV Videosorveglianza

CCTV Videosorveglianza 144 Ulteriori informazioni, datasheet e acquisti on-line: www.futurashop.it DVR, la tecnologia digitale per la tua SICUREZZA... Internet DVR CCTV e sistemi Videosorveglianza di registrazione 145 146 Ulteriori

Dettagli

Fotografia Digitale: Glossario

Fotografia Digitale: Glossario GLOSSARIO BATTESIMI di BONIN GIOVANNI Fotografia Digitale: Glossario Sono numerose le sigle e i termini che si posso trovare nella fotografia digitale: ecco la spiegazione di alcuni tra i più importanti.

Dettagli

Consigli per l acquisto del primo strumento

Consigli per l acquisto del primo strumento Consigli per l acquisto del primo strumento 1. CONOSCIAMO IL CIELO E POI ACQUISTIAMO Sembra ovvio ma spesso non si ci pensa. Il telescopio, come anche il binocolo, è un potente mezzo di osservazione, che

Dettagli

REFLEX IN MODALITA' MANUALE

REFLEX IN MODALITA' MANUALE REFLEX IN MODALITA' MANUALE Perchè una macchina fotografica si chiama Reflex? Una macchina fotografica reflex sfrutta un meccanismo a specchio riflettente che permette al fotografo di vedere direttamente

Dettagli

ATTENZIONE! AVVERTIMENTO!

ATTENZIONE! AVVERTIMENTO! ATTENZIONE! Questo strumento è stato progettato in conformità alle norme di sicurezza CEI EN 61010 per prevenire infortuni all operatore se correttamente e propriamente usato. Tuttavia, nessuna progettazione

Dettagli

Documento tecnico. Sotto la luce migliore Le difficoltà dell illuminazione ridotta al minimo

Documento tecnico. Sotto la luce migliore Le difficoltà dell illuminazione ridotta al minimo Documento tecnico Sotto la luce migliore Le difficoltà dell illuminazione ridotta al minimo Sommario 1. Introduzione 3 2. Il puzzle della sensibilità alla luce 3 3. Non fatevi ingannare! 5 4. La scelta

Dettagli

un impianto di sicurezza

un impianto di sicurezza Impianti di sicurezza Vademecum per i collaudi Adalberto Biasiotti Le disposizioni legislative, gli allegati, le verifiche e le responsabilità. Ecco che cosa bisogna rispettare e quali sono le modalità

Dettagli

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it APPUNTI PRIMO INCONTRO Sono passati quasi duecento anni dall invenzione dei primi strumenti in grado di registrare immagini ma si può dire che la fotocamera è costituita dagli stessi elementi basilari

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

EF-S15-85mm f/3.5-5.6 IS USM

EF-S15-85mm f/3.5-5.6 IS USM EF-S15-85mm f/3.5-5.6 IS USM ITA Istruzioni Vi ringraziamo per aver acquistato un prodotto Canon. L obiettivo Canon EF-S15-85mm f/3,5-5,6 IS USM è un obiettivo zoom standard dotato di uno stabilizzatore

Dettagli

Corso di fotografia di base 2012. Lezione 1 Attrezzatura fotografica

Corso di fotografia di base 2012. Lezione 1 Attrezzatura fotografica Corso di fotografia di base 2012 Lezione 1 Attrezzatura fotografica Fotocamere Tutte le fotocamere funzionano sostanzialmente alla stessa maniera. Il funzionamento richiede una scatola (oscura) con un

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Citofono esterno Video sopra intonaco 1 modulo 1269 65/66/67 Citofono esterno Video sopra intonaco 3 moduli 1270 65/66/67

Istruzioni per l'uso. Citofono esterno Video sopra intonaco 1 modulo 1269 65/66/67 Citofono esterno Video sopra intonaco 3 moduli 1270 65/66/67 Istruzioni per l'uso Citofono esterno Video sopra intonaco 1 modulo 1269 65/66/67 Citofono esterno Video sopra intonaco 3 moduli 1270 65/66/67 Indice Descrizione dell'apparecchio... 3 Funzioni della videocamera

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA. Via Ghisleri, 24/A 26100 CREMONA Tel. +39 0372 22511 Fax +39 0372 537864 italsinergie@fastpiu.it

VIDEOSORVEGLIANZA. Via Ghisleri, 24/A 26100 CREMONA Tel. +39 0372 22511 Fax +39 0372 537864 italsinergie@fastpiu.it VIDEOSORVEGLIANZA VIDEOSORVEGLIANZA: SPECIFICHE TECNICHE Telecamera bullet per esterno / interno a colori night & day, obbiettivo varifocal 2.8:12 mm, 42 led ad infrarossi, 1/3 Sony CCD S-HAD, 600 linee

Dettagli

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Premessa Le telecamere MOBOTIX non hanno a bordo un software in grado di effettuare la lettura dei caratteri della targa (OCR Optical Character Recognition) ma possono

Dettagli

Manuale Utente. Per un uso corretto leggere queste istruzioni con attenzione e conservarle in un luogo sicuro per futura consultazione!

Manuale Utente. Per un uso corretto leggere queste istruzioni con attenzione e conservarle in un luogo sicuro per futura consultazione! Manuale Utente Per un uso corretto leggere queste istruzioni con attenzione e conservarle in un luogo sicuro per futura consultazione! Contenuti 1. Precauzioni sulla sicurezza... 2 2. Contenuto della confezione...

Dettagli

Quali elementi bisogna prendere in considerazione per l'acquisto di una fotocamera digitale. Il conteggio dei pixel è veramente così importante?

Quali elementi bisogna prendere in considerazione per l'acquisto di una fotocamera digitale. Il conteggio dei pixel è veramente così importante? Quali elementi bisogna prendere in considerazione per l'acquisto di una fotocamera digitale La parte più importante di una fotocamera digitale è l'obiettivo poiché tutta la luce deve passare attraverso

Dettagli

UNA WEBCAM CON 50 EURO

UNA WEBCAM CON 50 EURO DIDATTICA UNA WEBCAM CON 50 EURO Di: Diego Rosa E' opinione comune che l'acquisto e l'installare di una webcam sia molto costoso e molto complesso. Questa convinzione è anche suffragata dalla qualità delle

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Videocamera a colori per citofono esterno da incasso 1265..

Istruzioni per l'uso. Videocamera a colori per citofono esterno da incasso 1265.. Istruzioni per l'uso Videocamera a colori per citofono esterno da incasso 1265.. Descrizione dell'apparecchio La videocamera a colori fa parte del sistema di intercomunicazione Gira e serve ad espandere

Dettagli

Nikon Full Frame con un 200mm da brivido

Nikon Full Frame con un 200mm da brivido Test MTF Nikon Full Frame con un mm da brivido Brivido per il livello delle prestazioni di questo mm f/, assolutamente sorprendenti. Insieme abbiamo provato il Nikkor -mm f/; come il precedente è per il

Dettagli

Basi di ottica. n 1. a b. n 2. figura 1 - riflessione. figura 2 - rifrazione. tabella 1. rifrazione n. vuoto 1

Basi di ottica. n 1. a b. n 2. figura 1 - riflessione. figura 2 - rifrazione. tabella 1. rifrazione n. vuoto 1 Basi di ottica L'ottica geometrica: riflessione e rifrazione Il comportamento dei raggi di luce viene descritto dalla cosiddetta ottica geometrica. L'ottica geometrica è solo una approssimazione del comportamento

Dettagli

Tecnica fotografica: Sensibilità ISO.

Tecnica fotografica: Sensibilità ISO. Tecnica fotografica: Sensibilità ISO. Nel mondo della fotografia tradizionale la sensibilità ISO (in passato ASA) rappresenta la velocità del negativo fotografico. Poiché le camere digitali non usano il

Dettagli

OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE

OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE Gruppo M1 - Astrofili Castiglionesi Castiglione dei Pepoli (Bologna) email: info@gruppo.it web: www.gruppom1.it OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE Immagine artistica della geometria di una eclissi di Sole.

Dettagli

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Tecnologia delle Lenti Asferiche Quando la luce bianca, composta da una miscela di colori, entra in una lente, l indice di rifrazione visto dalle singole componenti cromatiche

Dettagli

MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO

MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO La microscopia ottica è una tecnica di osservazione capace di produrre immagini ingrandite di oggetti o di particolari di essi, troppo piccoli per

Dettagli

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo Luce e acqua La fotografia subacquea Ora cercheremo di comprendere come la luce, elemento fondamentale per la fotografia, si comporta in ambiente acquoso e quali sono le sue differenze con il comportamento

Dettagli

APPENDICE A FOTOINCISIONE DI CIRCUITI STAMPATI. Materiale necessario. Appendice A

APPENDICE A FOTOINCISIONE DI CIRCUITI STAMPATI. Materiale necessario. Appendice A APPENDICE A FOTOINCISIONE DI CIRCUITI STAMPATI In questo documento è descritto il procedimento per la produzione di circuiti stampati. Nella prima parte del documento è descritta l'attrezzatura necessaria

Dettagli

Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17

Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17 G. Sini Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17 In questo stesso sito, nella scheda tecnica n 14, si è già trattato dell obbiettivo PL 60/0,85, che appartiene alla stessa serie, ed a quella

Dettagli

Fisica II - CdL Chimica. Formazione immagini Superfici rifrangenti Lenti sottili Strumenti ottici

Fisica II - CdL Chimica. Formazione immagini Superfici rifrangenti Lenti sottili Strumenti ottici Formazione immagini Superfici rifrangenti Lenti sottili Strumenti ottici Ottica geometrica In ottica geometrica si analizza la formazione di immagini assumendo che la luce si propaghi in modo rettilineo

Dettagli

SALE OPERATIVE. e può certamente aumentare l'efficienza ed efficacia dell'opera di sorveglianza.

SALE OPERATIVE. e può certamente aumentare l'efficienza ed efficacia dell'opera di sorveglianza. Dal plasma ai video-wall. Così cambia la sala operativa Laura Lavarello Una panoramica sui nuovi sistemi per la visualizzazione delle immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza. I vantaggi delle

Dettagli

IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base. Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli

IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base. Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli Il microscopio compie tre operazioni: 1) Ingrandimento:

Dettagli

SMART FILM CONVERTER Scanner per Diapositive e Negativi

SMART FILM CONVERTER Scanner per Diapositive e Negativi SMART FILM CONVERTER Scanner per Diapositive e Negativi MANUALE UTENTE XDVDIAPO www.hamletcom.com Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La preghiamo di seguire le

Dettagli

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Capita a tutti di ritrovarci con una foto dai colori irreali. Cosa è andato storto? Semplice, ci siamo dimenticati di impostare il corretto bilanciamento

Dettagli

Dimensioni. Allacciamento elettrico

Dimensioni. Allacciamento elettrico Dimensioni 55 27 Altezza del campo protettivo Lunghezza alloggiamento 85 28 52 Codifica d'ordine Barriera luminosa di sicurezza con 2 uscite semiconduttore separate e a prova di errore Allacciamento elettrico

Dettagli

Corso base di fotografia

Corso base di fotografia Corso base di fotografia Tecnica fotografica Elementi di base per l'utilizzo della macchina fotografica, Come si impugna una reflex Impugnatura verticale Impugnatura con teleobbiettivo Reflex e Bridge:

Dettagli

Potere Risolutivo di un microscopio ottico composto

Potere Risolutivo di un microscopio ottico composto Potere Risolutivo di un microscopio ottico composto Il massimo potere risolutivo di un microscopio ottico composto e' di 0.2 µm con luce di illuminazione del preparato blu.per migliorare il contrasto (attenuazione

Dettagli

TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647. European standard quality

TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647. European standard quality TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647 European standard quality Consigliamo di leggere attentamente il presente manuale d istruzioni prima di procedere nell utilizzo dell apparecchio e di conservare

Dettagli

1. Operazioni della telecamera vista posteriore

1. Operazioni della telecamera vista posteriore Funzioni opzionali 1. Operazioni della telecamera vista posteriore Se è installata una telecamera opzionale per vista posteriore, l immagine ripresa può essere visualizzata sul display. Non fare eccessivo

Dettagli

Fasi dei processi sensoriali

Fasi dei processi sensoriali Il sistema visivo Fasi dei processi sensoriali Sebbene i sistemi sensoriali siano diversi vi sono tre fasi comuni a tutti: la presenza di uno stimolo fisico una serie di eventi attraverso i quali lo stimolo

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

EF24mm f/1.4l II USM ITA. Istruzioni

EF24mm f/1.4l II USM ITA. Istruzioni EF24mm f/1.4l II USM ITA Istruzioni Vi ringraziamo per aver acquistato un prodotto Canon. L'obiettivo Canon EF24mm f/1,4l II USM è un obiettivo a grandangolo dalle elevate prestazioni, progettato per le

Dettagli

Guida alle tecnologie per telecamere. Fattori da considerare nella scelta di telecamere di videosorveglianza

Guida alle tecnologie per telecamere. Fattori da considerare nella scelta di telecamere di videosorveglianza Guida alle tecnologie per telecamere Fattori da considerare nella scelta di telecamere di videosorveglianza Introduzione Investire in un sistema di videosorveglianza di buona qualità è una mossa intelligente.

Dettagli

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA 2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA www.rifredimmagine.it ESPOSIZIONE : TEMPI E DIAFRAMMI Marco Fantechi Tempi e diaframmi L esposizione è la quantità di luce necessaria a registrare un immagine sulla pellicola

Dettagli

Che cos'è la profondità di colore

Che cos'è la profondità di colore Che cos'è la profondità di colore 1 Vediamo che cos'è la Profondità di Bit e di Colore di una immagine o di un filmato video; vediamo inoltre cosa sono Gamma dinamica e Gamma di densità. La profondità

Dettagli

Come è fatta una reflex

Come è fatta una reflex Come è fatta una reflex Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e

Dettagli

Scelta degli obiettivi. Serie M22. Serie M12D. Serie D12D

Scelta degli obiettivi. Serie M22. Serie M12D. Serie D12D Scelta degli obiettivi La maggior parte dei modelli delle telecamere MOBOTIX può essere dotata di varie combinazioni di obiettivi, in base alle esigenze specifiche. Serie M22 Si possono scegliere tutti

Dettagli

PosCon 3D. La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi.

PosCon 3D. La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi. PosCon 3D La nuova dimensione nel rilevamento dei bordi. Una nuova dimensione. Il PosCon 3D la misura indipendente dalla distanza degli oggetti. L innovativo sensore di bordi PosCon 3D Baumer è il più

Dettagli

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R.

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R. Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE Autore Prof. Renato Avato Faenza, ottobre 2000 1 DIGITALIZZAZIONE DELL IMMAGINE 1.1 Considerazioni tecniche sulla scansione Le nuove tecnologie in

Dettagli

SPEED-DOME TEM-5036. Manuale Installazione

SPEED-DOME TEM-5036. Manuale Installazione SPEED-DOME TEM-5036 Manuale Installazione INDICE pagina 1. AVVERTENZE.. 5 1.1. Dati tecnici. 5 1.2. Elettricità 5 1.3. Standard IP 66 5 2. INSTALLAZIONE... 7 2.1. Staffe 7 3. AVVERTENZE... 8 4. MONTAGGIO..

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

L alta definizione. su cavo coassiale

L alta definizione. su cavo coassiale L alta definizione su cavo coassiale Sistemi di Videosorveglianza AHD Fracarro fracarro.com Tutta la qualità del digitale con la semplicità di un impianto analogico. L offerta Fracarro per la videosorveglianza

Dettagli

PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO

PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO PTX-MS12TE (cod. PTXMS12T) PTX-MS12FE (cod. PTXMS12F) RIVELATORE PASSIVO DI INFRAROSSI A DOPPIO FASCIO PER ESTERNO MANUALE DI INSTALLAZIE Vi ringraziamo per aver scelto di acquistare questo rivelatore

Dettagli

Orietta Bay - Sestri Levante 2011

Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Fotografare è saper cogliere l essenza delle cose e degli avvenimenti e Scriverli con la luce La macchina fotografica Il cuore originario della

Dettagli

ITALIANO TVK510. Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TVK510. Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TVK510 Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE TVK510 - Manuale per l'utente 1 Introduzione Gentile cliente, desideriamo ringraziarla per aver acquistato un prodotto CIA.

Dettagli

Illuminatori AEGIS di Bosch Soluzioni di illuminazione per la massima sicurezza

Illuminatori AEGIS di Bosch Soluzioni di illuminazione per la massima sicurezza Illuminatori AEGIS di Bosch Soluzioni di illuminazione per la massima sicurezza 2 Illuminatori AEGIS Illuminatori AEGIS Soluzioni di illuminazione per la massima sicurezza Tecnologia Constant Light in

Dettagli

SCIENTIFICITa' DELL'IMMAGINE PER I BENI CULTURALI

SCIENTIFICITa' DELL'IMMAGINE PER I BENI CULTURALI SCIENTIFICITa' DELL'IMMAGINE PER I BENI CULTURALI Le peculiarità del Bene Culturale - di qualsiasi tipologia esso sia - fanno sì che il suo studio o confronto necessiti di un attenta lettura e, di conseguenza,

Dettagli

Zoom luminosi per Full Frame: Tamron e Sony

Zoom luminosi per Full Frame: Tamron e Sony centro Test MTF studi Progresso FOTOGRAFICO Zoom luminosi per Full Frame: Tamron e Sony Il Tamron SP -mm f/. Di è nuovissimo, mentre il Sony -mm f/. SAM è un poco più datato; entrambi sono obiettivi per

Dettagli

Le diverse applicazioni del ccd nella fotografia cometaria

Le diverse applicazioni del ccd nella fotografia cometaria Le diverse applicazioni del ccd nella fotografia cometaria CHE COS E IL CCD Il ccd (acronimo dell inglese Charge Coupled Device) consiste in un circuito integrato formato da una griglia, di elementi semiconduttori

Dettagli

PON C1 L invisibile intorno a noi

PON C1 L invisibile intorno a noi Scuola Secondaria di I Grado MICHELANGELO - Bari PON C1 L invisibile intorno a noi Prof.ssa Anna Maria D Orazio Il MICROSCOPIO e uno strumento che consente di osservare oggetti di dimensioni tali da non

Dettagli

Termometro IR Fronte Senza Contatto

Termometro IR Fronte Senza Contatto Manuale d Istruzioni Termometro IR Fronte Senza Contatto Modello IR200 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello IR200. Questo termometro è progettato per scansionare gruppi

Dettagli

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE CARATTERISTICHE Le lacche Molykote sono dispersioni di sostanze lubrificanti solide, come ad esempio il bisolfuro di molibdeno, e di resine leganti organiche o inorganiche finemente

Dettagli

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts L algebra di Boole L'algebra di Boole comprende una serie di regole per eseguire operazioni con variabili logiche. Le variabili logiche possono assumere solo due valori. I due possibili stati che possono

Dettagli

Accessori scarico fumi per apparecchi

Accessori scarico fumi per apparecchi Accessori scarico fumi per apparecchi 6 720 606 436-00.1O ZW 23 AE JS Índice Índice Avvertenze 2 Spiegazione dei simboli presenti nel libretto 2 1 Applicazione 3 1.1 Informazioni generali 3 1.2 Combinazione

Dettagli

A ognuno il suo: l attrezzatura digitale

A ognuno il suo: l attrezzatura digitale A ognuno il suo: l attrezzatura digitale Senti, mi devo comprare una macchina fotografica, visto che sei un fotografo, cosa mi consigli? Credi che mi basteranno 10 megapixel? Quello della scelta dell attrezzatura

Dettagli

Protettivo antiacido per pietre naturali

Protettivo antiacido per pietre naturali Protettivo antiacido per pietre naturali Trattamento nanotecnologico antigraffiti Trattamento nanotecnologico per metallo Protettivo antiacido per pietre naturali La superficie da trattare deve essere

Dettagli

DISEGNO dell ARCHITETTURA II

DISEGNO dell ARCHITETTURA II 1 DISEGNO dell ARCHITETTURA II Raddrizzamento fotografico Le diapositive costituiscono unicamente una base per lo sviluppo della lezione e, come tali, non sostituiscono in alcun modo i testi consigliati.

Dettagli

Lenti, Cannocchiali e Telescopi

Lenti, Cannocchiali e Telescopi tradizione e rivoluzione nell insegnamento delle scienze Istruzioni dettagliate per gli esperimenti mostrati nel video Lenti, Cannocchiali e Telescopi prodotto da Reinventore con il contributo del MIUR

Dettagli

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm Dimensioni M12x1 4 17 32 35 0102 LED Codifica PEPPERL+FUCHS NCB2-12GM35-N0 Caratteristiche Linea comfort 2 mm allineato Applicabile fino a SIL 2 secondo IEC 61508 Allacciamento Schema elettrico N / N0

Dettagli

BORESCOPE. sistema di video ispezione portatile. Manuale d uso

BORESCOPE. sistema di video ispezione portatile. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Agli operatori degli Uffici Passaporto

Agli operatori degli Uffici Passaporto Agli operatori degli Uffici Passaporto Il software che viene distribuito presso gli uffici passaporto, necessario ad acquisire i dati per il rilascio del Passaporto Elettronico, include la procedura di

Dettagli

WIRELESS SUPERVISED PHOTOELECTRIC SMOKE DETECTOR

WIRELESS SUPERVISED PHOTOELECTRIC SMOKE DETECTOR WIRELESS SUPERVISED PHOTOELECTRIC SMOKE DETECTOR Françias English Português INSTALLATION INSTRUCTIONS Español RIVELATORE FOTOELETTRICO DI FUMO SUPERVISIONATO ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE DESCRIZIONE GENERALE

Dettagli

QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata

QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata tech brief qosmioengine QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata 02 03 06 09 10 Qosmio unisce TV ad alta qualità, capacità video avanzate grazie all innovativo QosmioEngine, altoparlanti Harman Kardon

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2. Versione a cura di Newcom Data Srl Via Bobbio 14 Torino Tel. 0039-11-3851820

MANUALE UTENTE. Versione 1.2. Versione a cura di Newcom Data Srl Via Bobbio 14 Torino Tel. 0039-11-3851820 MANUALE UTENTE Versione 1.2 INDICE 1. Introduzione 1.1 Contenuto della confezione 1.2 Descrizione dell Hardware 1.3 Contenuto del CD 1.4 Informazioni generali 1.5 Caratteristiche del sistema ospite 2.

Dettagli

SCUOLA DI FOTOGRAFIA La profondità di campo Cos'è la profondità di campo?

SCUOLA DI FOTOGRAFIA La profondità di campo Cos'è la profondità di campo? SCUOLA DI FOTOGRAFIA La profondità di campo Negli scorsi articoli abbiamo parlato a lungo della composizione come arbitrio creativo del fotografo e come parte fondamentale del messaggio artistico dello

Dettagli

Consideriamo in primo luogo un diaframma posto davanti al sistema ottico.

Consideriamo in primo luogo un diaframma posto davanti al sistema ottico. O5. Diaframmi In qualunque sistema ottico esistono limitazioni al fascio di raggi accettati dal sistema, che implicano conseguenze per la luminositaç del sistema e per il campo visibile. Le limitazioni

Dettagli

Manuale d istruzioni My Custom Design

Manuale d istruzioni My Custom Design Manuale d istruzioni My Custom Design Leggere questo documento prima di utilizzare la macchina. Si consiglia di conservare questo documento nelle vicinanze per un eventuale riferimento futuro. Introduzione

Dettagli

I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole

I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole Verona 14 aprile 2011 I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole Relatore: Gabriele Lualdi 91 UN PO DI TEORIA (1) Per un dispositivo di protezione dell occhio la caratteristica più importante

Dettagli

La saldatura in elettronica

La saldatura in elettronica La saldatura in elettronica Sommario argomenti trattati La saldatura in elettronica...1 Introduzione...1 Scopo della saldatura in elettronica...1 Il processo di saldatura in elettronica...1 I flussanti...2

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Torino, 19 agosto 2010 Nital S.p.A. è lieta di presentare la Nikon D3100, la prima reflex digitale della

Dettagli

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 La vista 28/3/2006

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 La vista 28/3/2006 a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 La vista 28/3/2006 Visione della luce La luce è una forma di energia elettromagnetica siamo soliti definire "luce visibile" una radiazione

Dettagli

Applicazioni e considerazioni conclusive

Applicazioni e considerazioni conclusive Applicazioni e considerazioni conclusive 8.1 La telecamera tridimensionale Il sistema di scansione a luce debolmente strutturata permette di scandire un oggetto e di ricavarne un immagine tridimensionale

Dettagli

Visor Apparecchi per facciate

Visor Apparecchi per facciate Una luce puntata sull obiettivo con un eleganza minimalista Gli efficienti apparecchi per facciate con alto comfort visivo per l illuminazione di passaggi, spazi aperti ed aree d ingresso Gli apparecchi

Dettagli

Ottica fisiologica (2): sistemi ottici

Ottica fisiologica (2): sistemi ottici Ottica fisiologica (2): sistemi ottici Corso di Principi e Modelli della Percezione Prof. Giuseppe Boccignone Dipartimento di Informatica Università di Milano boccignone@di.unimi.it http://boccignone.di.unimi.it/pmp_2014.html

Dettagli

International Textil Education. Machinery Division. Manuale per la stampa a trasferimento termico

International Textil Education. Machinery Division. Manuale per la stampa a trasferimento termico Machinery Division Manuale per la stampa a trasferimento termico Manuale per la stampa a trasferimento termico STAMPA A TRASFERIMENTO TERMICO.....4 Principio di funzionamento.4 SRUTTURA INTERNA...5 Testina

Dettagli