La programmazione web: lato client e lato server

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La programmazione web: lato client e lato server"

Transcript

1 La programmazione web: lato client e lato server Parlando di PHP e di altri linguaggi di scripting può capitare di sentir citare le espressioni "lato client" e "lato server": per chi non è esperto della materia, tali definizioni possono suonare un po' misteriose. Proviamo a chiarire questi concetti: vediamo come funziona, in maniera estremamente semplificata, la richiesta di una pagina Web. L'utente apre il suo browser e digita un indirizzo Internet, ad esempio a questo punto il browser si collega al server e gli chiede la pagina pagina1.html. Tale pagina contiene esclusivamente codice HTML: il server la prende e la spedisce al browser, così com'è (insieme ad eventuali file allegati, ad esempio immagini). Il nostro utente quindi avrà la possibilità di visualizzare questa pagina. Supponiamo ora che l'utente richieda invece la pagina pagina2.php: questa, contrariamente a quella di prima, non contiene solo codice HTML, ma anche PHP. In questo caso il server, prima di spedire la pagina, esegue il codice PHP, che in genere produce altro codice HTML: ad esempio, PHP potrebbe controllare che ore sono e generare un messaggio di questo tipo: "Buon pomeriggio, sono le 17.10!" oppure: "Ehi, che ci fai alzato alle 4 del mattino?". Dopo l'esecuzione del codice php, la pagina non conterrà più codice PHP, ma dall interprete php verrà generata una pagina HTML. A questo punto è pronta per essere spedita al browser. (Ovviamente, il file che non contiene più codice PHP non è quello "originale", ma la "copia" che viene spedita al browser. L'originale rimane disponibile per le prossime richieste.) Quindi l'utente vede solo il codice HTML, e non ha accesso al codice PHP che ha generato la pagina, che resta sul server. Nell'esempio che abbiamo visto prima, pagina1 aveva l'estensione.htm o.html, mentre pagina2 aveva l'estensione.php: sulla base di questo, il server sa che nel secondo caso deve eseguire PHP, mentre nel primo può spedire il file così com'è. In realtà il server deve essere istruito per poter fare ciò: generalmente gli si dice di eseguire PHP per le pagine che hanno estensione.php. PHP e l'html PHP è un linguaggio la cui funzione fondamentale è quella di produrre codice HTML, che è quello dal quale sono formate le pagine web. Ma, poichè PHP è un linguaggio di programmazione, abbiamo la possibilità di analizzare diverse situazioni (l'input degli utenti, i dati contenuti in un database) e di decidere, di conseguenza, di produrre codice HTML condizionato ai risultati dell'elaborazione. Questo è, in parole povere, il Web dinamico. Come abbiamo visto precedentemente, quando il server riceve una richiesta per una pagina PHP, la fa analizzare dall'interprete del linguaggio, il quale restituisce un file contenente solo il codice che deve essere inviato al browser (in linea di massima HTML, ma può esserci anche codice JavaScript, fogli di stile CSS o qualunque altro contenuto fruibile da un browser, come immagini e documenti Pdf). Detto questo, come avviene la produzione di codice HTML? La prima cosa da sapere è come fa l'interprete PHP a discernere quale porzione di un file contiene codice da elaborare e quale codice da restituire solamente all'utente. Questa fase di riconoscimento è molto importante, dato che permette a PHP di essere incluso all'interno di normale codice HTML in modo da renderne dinamica la creazione. Il codice PHP deve essere compreso fra appositi tag di apertura e di chiusura, che sono i seguenti: //tag di apertura //tag di chiusura (le due slash // identificano l inizio di un commento) Tutto ciò che è contenuto fra questi tag deve corrispondere alle regole sintattiche del PHP, ed è codice che sarà eseguito dall'interprete PHP (lato server) e non sarà inviato direttamente al browser (lato client). Per generare l'output da inviare al browser attraverso codice PHP viene normalmente utilizzato il costrutto echo. Vediamo un semplice esempio, composto da codice HTML e codice PHP

2 (il codice PHP è evidenziato in grassetto): <html> <head> <title> Pagina di prova PHP </title> </head> <body> echo "Buona giornata!"; </body> </html> Questo banalissimo codice produrrà un file HTML il cui contenuto sarà semplicemente: <html> <head> <title> Pagina di prova PHP </title> </head> <body> Buona giornata! </body> </html> E quindi l'utente vedrà sul suo browser la riga "Buona giornata!". Il titolo della pagina sarà invece Pagina di prova PHP. La sintassi del PHP PHP necessita di una coppia di tag per l'apertura e la chiusura del codice contenuto in un file richiesto da un Web Server. Si tratta dei tag...codice php... I commenti. Sono possibili diverse soluzioni per inserire commenti all interno del codice php: echo ciao ; // stampa la parola ciao [commento in stile C++, sempre a fine riga, senza chiusura] echo /* funzione per la stampa di codice */ <br /> [stile C, con apertura e chiusura] Tutto ciò che noi inseriamo nei commenti verrà ignorato dall interprete che andrà ad elaborare il codice.

3 Le variabili. Possiamo immaginare una variabile come una specie di contenitore alla quale associamo un nome all'interno del quale viene conservato il valore che ci interessa che può cambiare di volta in volta. All interno del programma potremo richiamare il contenitore indicandone unicamente il nome così da poter ottenere il suo contenuto che può variare (..variabile). In PHP possiamo scegliere il nome delle variabili usando lettere, numeri e underscore (_). Il primo carattere del nome non può essere un numero. Dobbiamo inoltre ricordarci che il nome delle variabili è sensibile all'uso delle maiuscole e delle minuscole. Nello script PHP il nome delle variabili è preceduto dal simbolo del dollaro ($). PHP, a differenza di molti altri linguaggi, non richiede che le variabili vengano dichiarate prima del loro uso. $a = 5; //assegna alla variabile a il valore 5 echo $a; //stamperà la varaibile a, quindi 5 Con le variabili possiamo eseguire somme, sottrazioni, moltiplicazioni ecc: $a = 74; $b = 29; $risultato = $a + $b; echo $risultato; //stamperà il risultato di a+b I tipi di dato. Come abbiamo detto in php non è necessario dichiarare le variabili. Possiamo dunque inserire qualsiasi contenuto al suo interno seguendo i seguenti criteri: $vero = true; //valore booleano, non sono necessari gli apici $falso = false; $int1 = 129; //numeri interi, non sono necessari gli apici $int2 = -715; $int3 = 5 * 8; //$int3 vale 40 $vm1 = 4.153; // equivale a 4,153 $vm2 = 3.2e5; // equivale a 3,2 * 10^5, cioè $vm3 = 4E-8; // equivale a 4 * 10^-8, cioè 4/ = 0, $frase = oggi c è il sole ; //stringhe, sono obbligatori gli apici o di apertura e chiusura $frase = oggi piove ; Da ricordare che l uso degli apici è obbligatorio anche se stampiamo delle frasi: echo ciao ; Per utilizzare apici all interno di stringhe aperte dallo stesso apice: echo Disse \ no \ e scappai ; Prima dell apice da inserire nel testo utilizzare lo slash \, stamperà : disse no e me ne andai $frase = Disse \ no \ e me ne andai ;

4 Gli operatori aritmetici Gli operatori sono un altro degli elementi di base di qualsiasi linguaggio di programmazione, in quanto ci consentono non solo di effettuare le tradizionali operazioni aritmetiche, ma più in generale di manipolare il contenuto delle nostre variabili. Il più classico e conosciuto degli operatori è quello di assegnazione: $nome = Pippo ; /*il simbolo = assegna alla variabile che sta alla sua destra il valore che sta alla sua sinistra*/ Operazioni aritmetiche: $a = 3 + 7; //addizione $b = 5-2; //sottrazione $c = 9 * 6; //moltiplicazione $d = 8 / 2; //divisione $e = 7 % 4; //modulo altri casi: $a = $a + 10; //il valore di $a aumenta di 10 $a++; ++$a; //incrementa di 1 a $a--; --$a; //decrementa di 1 a Gli operatori di confronto Anche php, come tutti i linguaggi di programmazione, può determinare se due valori messi a confronto da una condizione restituiscono un valore vero o falso (booleano: true, false) == : uguale (NB: l uguale si ripete due volte!!)!= : diverso > : maggiore >= : maggiore o uguale < : minore <= : minore o uguale Potremo dunque mettere a confronto due variabili, una variabile e una stringa o un numero, ed eseguire operazioni diverse a seconda che una determinata condizione sia vera o falsa. if ($età > 13) { echo puoi passare ; //se la tua età è maggiore di 13 anni puoi passare. La sintassi per le condizioni IF in php è la seguente: if (condizione1) { azione1 //se la condizione1 è vera allora eseguirà azione1 elseif (condizione2) { azione2 //se la condizione1 è falsa e condizione2 è vera eseguirà azione1 else { azione3 //se le condizioni 1 e 2 sono false eseguirà azione3 E possibile utilizzare unicamente IF, senza ELSE, IF ed ELSE, senza ELSEIF a seconda delle necessità. E anche possibile concatenare più condizioni utilizzando dei connettivi logici. Per esempio per tradurre in php la seguente frase se ti chiami Alfredo e suoni la chitarra allora puoi accedere. : if (($nome == Alfredo ) && ($suoni == true)) { puoi accedere ; Da notare: l uso della parentesi che racchiude le due condizioni, l uso dell operatore && per tradurre e. Altre situzioni: se ti chiami Alfredo o suoni la chitarra o hai meno di 20 anni allora puoi accedere. if (($nome == Alfredo ) ($suoni == true) ($canti == true)) { puoi accedere ;

5 da notare l uso di per tradurre o. Attraverso questa sintassi possiamo porre qualsiasi condizione seguendo le regole della logica proposizionale. I cicli. Un ciclo ci permette di eseguire in maniera ripetitiva una determinata operazione finché una determinata condizione è vera o falsa. FOR: Il ciclo for esegue un ciclo di informazioni fino a quando la condizione iniziale non diviene falsa. La sintassi è la seguente: for (espressione iniziale; condizione; aggiornamento){...operazioni... Esempio: for ($a=0; $a<=3; $a++){ echo "ciao $a <br>"; Ottiene come risultato: ciao 0 ciao 1 ciao 2 ciao 3 WHILE: Il ciclo while dura mentre la condizione è vera. Per far questo dobbiamo necessariamente far variare la condizione all'interno del ciclo. Esempio: $a = 0; while($a<=3){ echo "ciao $a <br>"; $a++; In questo caso il ciclo while continua fino a quando $a non raggiunge il valore 3. DO WHILE: Il ciclo DO WHILE è molto simile al ciclo WHILE. La differenza sostanziale è che il ciclo WHILE può non essere eseguito, questo se la condizione risulta falsa fin dall'inizio. Il ciclo DO WHILE si esegue sempre, almeno per una volta. Questo perché il ciclo DO WHILE inserisce prima le azioni da fare e dopo la condizione. Il server esegue le prime istruzioni, poi legge la condizione e se è sempre vera riesegue le istruzioni. Esempio: do {...azioni... while (condizione) Le funzioni. Una delle caratteristiche principali di php è la possibilità di gestire le funzioni. Il vantaggio di una funzione è paragonabile a quella di una macro: è possibile cioè eseguire una stessa operazione (per esempio il MCD di 3 numeri) più volte in diversi punti del codice senza necessariamente dover riscrivere tutto il codice dell operazione ma semplicemente richiamando il nome della funzione nella quale è contenuto l insieme delle operazioni.

6 Vediamo un esempio: function il_maggiore($num1, $num2, $num3) { if (($num1 > $num2) && ($num1 > $num3) ) return $num1 //se num1 è maggiore di num2 e num3 allora num1 è il maggiore elseif (($num2 > $num1) && ($num1 > $num2) ) return $num2 elseif (($num3 > $num1) && ($num1 > $num2) ) return $num3 Questa funzione restituisce (return) il valore maggiore tra tre numeri inseriti (num1, num2, num3). Nelle operazioni all interno della funzione, come si vede dal codice, possiamo richiamare le variabili num1, num2, num3 che vengono assegnate quando noi andremo ad utilizzare la funzione: echo il_maggiore(10, 2, 3); richiama la funzione il_maggiore che restituirà il massimo dei tre valori inseriti. Ovviamente potremo modificare a piacere i tre valori ma non potremo utilizzarne di più o di meno! Non potremo cioè inserire 10 numeri il_maggiore(10, 23, 42, 43, 12, 2, ecc) e 2 il_maggiore(23, 21), ma potremo solo inserire il numero di valori dichiarato nella funzione: function il_maggiore($num1, $num2, $num3) //sono dichiarate 3 variabili e dunque potremo usare tre valori. La pagina dinamica: come inviare richieste al server. La principale peculiarità del web dinamico è la possibilità di variare i contenuti delle pagine in base alle richieste degli utenti. Questa possibilità si materializza attraverso i meccanismi che permettono agli utenti, oltre che di richiedere una pagina ad un web server, anche di specificare determinati parametri che saranno utilizzati dallo script PHP per determinare quali contenuti la pagina dovrà mostrare. In alcuni casi, i dati che devono essere trasmessi allo script sono piuttosto numerosi: pensiamo ad esempio ad un modulo di registrazione per utenti, nel quale vengono indicati nome, cognome, indirizzo, telefono, casella ed altri dati personali. In questo caso lo script, dopo averli ricevuti, andrà a salvarli in database. Vedremo ora come il PHP riceve dati dall'utente. Esistono due sistemi per passare dati ad uno script php: il metodo GET e il metodo POST. ESEMPIO: Supponiamo di voler inviare i valori di base e altezza di un rettangolo al file area.php, il quale calcolerà l area del rettangolo e la visualizzerà nel browser. A questo scopo dobbiamo creare due file, il primo di tipo html, a cui diamo il nome leggi_dati.htm, contenente i moduli per l acquisizione dell input, il secondo di tipo php, con il nome area.php. Il file leggi_dati.htm produrrà i seguenti moduli: Base Altezza Questo modulo verrà tradotto in html inserendo la funzione post e action: <form action="area.php" method="post"> Base <input type="text" name="base"> Altezza <input type="text name="altezza > <input type="submit" name="submit" value="invia"> </form>

7 Inserendo method= post, e action= area.php, una volta che premiamo il tasto INVIA (submit) invieremo ad area.php, tutte le variabili identificate con il nome dell input (BASE e ALTEZZA) con il valore che noi andremo a scrivere dentro al singolo campo del modulo. Dopo aver creato il file html, creiamo il file area.php che collocheremo sul server, il cui scopo è quello di recuperare i dati inviati dal file leggi_dati.htm, calcolare l area, creare la pagina web da inviare al browser per visualizzare l area: <html><head><title>calcola Area</title></head> <body> $bas=$_post["base"]; $alt=$_post["altezza"]; $AREA= $bas * $alt; echo "IL RISULTATO VALE $AREA"; </body> </html> Nelle due istruzioni: $bas=$_post["base"]; $alt=$_post["altezza"]; vengono recuperati i valori contenuti nelle variabili BASE e ALTEZZA (dal file leggi_dati.htm). Questi valori sono assegnati alle nuove variabili php, $bas e $alt. Nell istruzione successiva avviene il calcolo del prodotto delle due variabili e il risultato viene assegnato alla variabile $AREA. Infine, il comando echo provvede alla visualizzazione sul browser del valore contenuto nella variabile AREA. Le variabili $_SERVER Quando ci colleghiamo ad una qualsiasi pagina web il nostro browser (Internet Explorer, Firefox) invia di nascosto al server alcune informazioni relative al nostro software: sistema operativo utilizzato, risoluzione, lingua, ecc. Tutte queste informazioni vengono trasformate dal server in delle variabili che possono essere richiamate nel codice php. Vediamo la lista di queste variabili: $_SERVER['HTTP_REFERER'] : restituisce l indirizzo (url) di provenienza. Possiamo quindi determinare l indirizzo della pagina dalla quale l utente proviene. Utile per creare statistiche: salvando tutti gli indirizzi di provenienza in un database, per esempio, potremo sapere in che percentuale la nostra utenza si suddivide. Potremo così sapere se accedono da google, da altri siti, direttamente senza passare da altre pagine, ecc. $_SERVER['REQUEST_TIME'] : restituisce l ora esatta in cui lo script viene eseguito. Disponibile solo dalla versione 5.1 di php. $_SERVER['HTTP_ACCEPT_LANGUAGE'] : restituisce la lingua corrente utilizzata dal nostro browser. Utile per siti multi-lingua: potremo adattare una pagina automaticamente a seconda della provenienza dell utente. $_SERVER['HTTP_USER_AGENT'] : restituisce una stringa dalla quale possiamo determinare il programma utilizzato per accedere alla nostra pagina. Possiamo così fare una statistica dei programmi utilizzati per visualizzare il nostro sito (Firefox, Explorer, Safari, Opera ecc) ma anche sapere quando un BOT (i programmino dei motori di ricerca che girano per la rete alla ricerca di contenuti) visita una nostra pagina. Un esempio: Mozilla/4.5 [en] (X11; U; Linux i586). Possiamo anche determinare il sistema operativo utilizzato.

8 Ve ne sono molte altre ma meno utili. Rimando alla reference guide del php in dove potete trovare tutto ciò che volete sul php (molte pagine sono anche tradotte in italiano). Il database: MYSQL Fin ora il php sembrerebbe un linguaggio estremamente potente e versatile: è effettivamente un linguaggio paragonabile ai più complessi C o C++ (dalla versione php 5 c è il pieno supporto per la programmazione ad oggetti) ma a cui puoi avere accesso attraverso internet. Ma se non introduciamo l uso di un database l uso che ne possiamo fare è estremamente ridotto. Possiamo eseguire operazioni, anche complesse, ma non avendo la possibilità alcuna di salvare i nostri risultati la cosa risulta abbastanza limitativa. I database vengono appunto incontro a questo inconveniente. Sono dei server, separati rispetto all host che stiamo utilizzando come spazio web, che utilizzano un protocollo particolare, e nella quale possiamo salvare dati in particolari tabelle. Queste tabelle possono essere elaborate, incrociate, eseguendo direttamente operazioni dal php. CLIENT SERVER http Database MYSQL Il server http, dove sono contenuti i nostri codici php, può collegarsi ad un database, inserire, ritirare o modificare informazioni e restituire dei risultati al client. E tutto questo lo possiamo fare tramite il php. Possiamo quindi per esempio gestire un servizio di news ad inserimento ed aggiornamento automatico. Il client (utente) vuole inserire una news. Compila un form (modulo html) in creanews.php, attraverso il metodo POST il browser invierà i dati al server dov è contenuta la pagina php, per esempio inseriscinews.php: il codice php di inseriscinews.php provvederà ad inserire all interno del database la news. Creando queste due pagine (creanews.php, dove c è il modulo da compilare, e inseriscinews.php, dove il server andrà a salvare i dati ricevuti da creanews nel database) qualsiasi utente potrà creare delle news. Passiamo alla loro visualizzazione. L utente, lato client, vuole leggere tutte le news presenti. Si collegherà quindi a legginews.php. All interno del codice ci saranno le istruzioni necessarie affinché il server si colleghi al database mysql, richieda tutte le news, e le stampi nella pagina. Possiamo così avere automaticamente tutte le news stampate nella pagina. Creando questi 3 file e avendo a disposizione un database mysql, potremo inserire e leggere infinite news. Se nel database inseriamo per esempio anche la data di creazione della news potremo interrogare il database richiedendo solo le news scritte negli ultimi 10 giorni, o tutte le news che contengano la parola astronauta, o tutte le news scritte da un determinato utente. Un database funziona per tabelle. Ogni database può contenere centinaia di tabelle con dati diversi che possono, volendo, essere incrociati. Per quello che vogliamo realizzare (inserimento di news) abbiamo unicamente bisogno di una tabella. Vediamola: ID Autore Data Oggetto Testo 1 DylanDog 02/feb/07 Incubo Ricordi? quando, secondo te, avevo fatto qualcosa di male, mi rinchiu 2 Paperino 03/feb/07 Paperone? Zio Paperone alzò gli occhi al soffitto, e sospirò ma si può lavorare 3 Rai News 06feb/07 Scoop Ciccio litiga con Nonna papera la quale vorrebbe licenziarlo per aver Questa è una classica tabella che possiamo trovare in un database mysql per la gestione di news. ID, Autore, Oggetto, Testo, Data sono i titoli di ogni colonna ai quali faremo riferimento per richiamare le news. Un altra tabella, con solo due colonne, possiamo averla per esempio gestire le statistiche del sito:

9 Statistica Pagine Visitate Accessi singoli Contatore Vediamo ora come possiamo modificare queste tabelle all interno del codice php per aggiungerci dei dati. Essendo il database mysql un server separato da quello che utilizziamo per eseguire codice php perché utilizza un protocollo differente dovremo prima connetterci, inserendo l indirizzo IP dell host, il nome utente e la password relativa al server. Assegneremo quindi ad una variabile un valore particolare che identifica la connessione ad un server mysql: $db = mysql_connect("nomehost","nomeutente","password"); Ogni server mysql può contenere più database, dovremo quindi selezionare il nome del database che vogliamo: $db = mysql_connect("nomehost","nomeutente","password"); mysql_select_db("nomedatabase"); Tutte queste informazioni (nomehost, nomeutente ecc) vengono date da chi ci fornisce il servizio. Ora siamo collegati al nostro database e possiamo fare ciò che vogliamo. La gestione del database può esser effettuata attraverso un tool, chiamato phpmyadmin, che ci permette di modificare e creare le tabelle. Per iniziare ad inserire le news dovremo quindi creare questa tabella, e lo possiamo fare su phpmyadmin, solitamente servizio messo a disposizione dal fornitore del servizio. Nel creare la tabella dovremo specificare il contenuto di ogni colonna, che essa sia una stringa, un valore intero, e ci dovremo comportare come fossero variabili da dichiarare. Quello che vogliamo fare ora, invece che gestire news, è gestire dei commenti che ogni studente può inserire riguardanti la cogestione di questi giorni: il concetto è lo stesso, ma invece che news, sono commenti. Per quello che vogliamo fare dovremo creare una tabella con 4 colonne: id, che identifica il numero del commento (campo fondamentale per poterle poi richiamare), autore, testo del commento, data di creazione del commento. Abbiamo chiamato la tabella commenti I campi li abbiamo nominati id, testo, autore, data. Per inserire un commento dovremo utilizzare la seguente sintassi: dopo esserci connessi al server mysql (vedi sopra) possiamo inserire all interno del codice php la query: mysql_query("insert INTO nometabella (campo1, campo2, campo3.) VALUES ('valore1, valore2, valore3 ); ", $db); NB: valore1, valore2 ecc che siano esse stringhe o variabili devono essere sempre tra apici. Dopo l inserimento della query dovremo inserire la variabile $db, che se guardate sopra, identifica la connessione a quel determinato server MySql.

10 Quindi: mysql_query("insert INTO commenti (autore, testo, data) VALUES ('$autore', '$testo', $time); ", $db); le variabili autore e testo possono provenire da una pagina precedente, inviate, per esempio, tramite il metodo POST. A $time viene assegnato il valore time() [ $time = time(); ], ora corrente espressa in numero di secondo passati dal primo gennaio del 1970 (?). ID, non inserito all interno dei campi, è un campo particolare che si autoincrementa man mano che inseriamo nuovi commenti. Fin ora abbiamo visto come inserire un commento. Per leggere tutti i commenti dovremo creare invece un nuovo file, riconnetterci al server mysql, ed eseguire la seguente richiesta: $db = mysql_connect("nomehost","nomeutente","password"); mysql_select_db("nomedatabase"); $risultato = mysql_query("select * FROM commenti ", $db); //seleziona tutti i dati contenuti nella tabella commenti Più complesso è ora capire come stampare tutti i commenti. La cosa può essere fatta sfruttando un ciclo while e una particolare funzione di php per gestire le tabelle mysql: Ad ogni ciclo alla variabile $row, che è un array di valori con tutti i campi della tabella commenti, verranno assegnati i valori di una determinata riga della tabella: while ($row = mysql_fetch_array($risultato)) { echo Commento numero.$row[id]. :.$row[autore]: <br />; Questo ciclo si ripete per tutte le righe contenute nella nostra tabella. Attraverso la variabile $row possiamo all interno del ciclo richiamare i singoli campi (autore, testo ecc). Per farlo dovremo inserire all interno delle parentesi quadre il nome del campo: $row[testo], $row[autore] ecc. Conoscendo l html sarà possibile creare strutture più complesse, come tabelle e altre strutture. Alla fine quindi: $db = mysql_connect("nomehost","nomeutente","password"); mysql_select_db("nomedatabase"); $risultato = mysql_query("select * FROM commenti ", $db); //seleziona tutti i dati contenuti nella tabella commenti while ($row = mysql_fetch_array($risultato)) { echo Commento numero.$row[id]. :.$row[autore]: <br />; //stampa tutti i commenti inseriti nella tabella MySql ha un vastissimo campo di applicazione, e quello esposto qui è solo una minima punta di un iceberg. Fate riferimento alle guide di html.it per avere maggiori dettagli sull utilizzo dei database.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo:

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo: ALGORITMI 1 a Parte di Ippolito Perlasca Algoritmo: Insieme di regole che forniscono una sequenza di operazioni atte a risolvere un particolare problema (De Mauro) Procedimento che consente di ottenere

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici SMAU E- Academy 2006 Antonio Parata collaboratore -Italy http://www.ictsc.it antonio.parata@ictsc.it http://www.owasp.org/index.php/italy Copyright

Dettagli

Lab. 1 - Introduzione a Matlab

Lab. 1 - Introduzione a Matlab Lab. 1 - Introduzione a Matlab Alcune informazioni su Matlab Matlab è uno strumento per il calcolo scientifico utilizzabile a più livelli, dalla calcolatrice tascabile, alla simulazione ed analisi di sistemi

Dettagli

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA in termini generali: Dati in input un insieme S di elementi (numeri, caratteri, stringhe, ) e un elemento

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Oggetti sintattici e oggetti semantici Rosario Culmone, Luca Tesei Lucidi tratti dalla dispensa Elementi di Semantica Operazionale R. Barbuti, P.

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale Elementi di semantica denotazionale ed operazionale 1 Contenuti! sintassi astratta e domini sintattici " un frammento di linguaggio imperativo! semantica denotazionale " domini semantici: valori e stato

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Cos è una stringa (1) Stringhe DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Una stringa è una serie di caratteri trattati come una singola unità. Essa potrà includere lettere, cifre, simboli e caratteri

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t.

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t. Il programma MATLAB In queste pagine si introduce in maniera molto breve il programma di simulazione MAT- LAB (una abbreviazione di MATrix LABoratory). Introduzione MATLAB è un programma interattivo di

Dettagli

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto Università degli studi di Camerino Scuola di scienze e tecnologia - Sezione Informatica Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto LEZIONE

Dettagli

Linguaggio di bash per esempi. Tre modi per quotare. Esempio. quotare: significa trattare caratteri speciali come normali caratteri

Linguaggio di bash per esempi. Tre modi per quotare. Esempio. quotare: significa trattare caratteri speciali come normali caratteri Linguaggio di bash per esempi Tre modi per quotare quotare: signica trattare caratteri speciali come normali caratteri es. di aratteri speciali: $, blank, apici, 1. backslash: per quotare un solo carattere

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Questo é il link all altra pagina

<a href= page2.html > Questo é il link all altra pagina </a> <a href= page2.html > <img src= lamiaimmagine.jpg/> </a> Tutorial 4 Links, Span e Div È ora di fare sul serio! Che ci crediate o no, se sei arrivato fino a questo punto, ora hai solo bisogno di una cosa in più per fare un sito reale! Al momento hai una pagina

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Esercizi su HTML e JavaScript

Esercizi su HTML e JavaScript Linguaggi per il Web prof. Riccardo Rosati Corso di laurea in Ingegneria dei sistemi informatici Sapienza Università di Roma, a.a. 2014/2015 Esercizi su HTML e JavaScript Esercizio 1 (a) Scrivere un documento

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione Gli algoritmi Analisi e programmazione Gli algoritmi Proprietà ed esempi Costanti e variabili, assegnazione, istruzioni, proposizioni e predicati Vettori e matrici I diagrammi a blocchi Analisi strutturata

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori.

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro felix@dm.uniba.it 13 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI

INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI INTRODUZIONE AGLI ALGORITMI Prima di riuscire a scrivere un programma, abbiamo bisogno di conoscere un metodo risolutivo, cioè un metodo che a partire dai dati di ingresso fornisce i risultati attesi.

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE E bene presentarla confrontando tra loro varie tecniche: addizione ripetuta; prodotto combinatorio (schieramenti). Rispetto a quest'ultima tecnica, grande utilità

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli