Marco Onado Università Bocconi Trent anni di scandali finanziari in Italia. Il difficile rapporto fra imprese e finanza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marco Onado Università Bocconi Trent anni di scandali finanziari in Italia. Il difficile rapporto fra imprese e finanza"

Transcript

1 MarcoOnado UniversitàBocconi Trent annidiscandalifinanziariinitalia.ildifficilerapportofraimpreseefinanza Versioneprovvisoria Sipregadinoncitare 1. Premessa Nonèsemplicetracciareilquadrodeirapporticomplessifraleimpreseitalianeeilmondo dellafinanzainun otticadimedio lungoperiodo.glistoricieglieconomistihannocontribuito amettereinlucemoltecaratteristichefondamentalidelcapitalismoitaliano:isuoipuntidi forza(nonmoltissimi,allaprovadeifatti)eisuoinonpochielementididebolezza. Inquestarelazionevorreisoffermarmisuduetemiapparentementeseparatifraloro,mache amioparererappresentanoduefondamentaliproblemidifondodelcapitalismoitaliano.il primotemaèquellodell usodellafinanza(bancariaedelleimprese)perpuriscopidipoteree corruzione.ilsecondotemaèquellodellecaratteristicheessenzialidelsistema imprenditorialeitalianonegliultimidecenni,ladecelerazionedellacrescitanegliultimi decenni,lanaturaconsociativadeirapportifraimprese,ancheconcorrenti,chefinisceperfar prevaleregliaspettidipotererispettoaquelliastrattamentedimercato. Questiduetemisisonointrecciatistrettamentenelcorsodegliultimidecenni,hanno comportatograviproblemieconseguenzespessotragiche,maperentrambinonsonomai statetrovatesoluzionisoddisfacenti.lastessastagionedelleprivatizzazionicheaveva suscitatomoltesperanzediunanuovaepiùevolutafasedelcapitalismoitaliano,haportato piùdelusionicherisultaticoncreti. L ipotesidifondochevogliocercaredidimostrareècheiproblemifinanziaridiogginon rappresentanounarealtàprimasconosciuta,maaffondanolelororadiciinunpassatoincui nonsièriuscitiadindividuaresoluzionidegnediunpaesedemocratico,cioèperdirlacon SylosLabini,nonsièriuscitiaprodurreglianticorpinecessariperdebellareifenomenipiù patologicidelmondofinanziario.conilrisultatodifardiventareiproblemiendemiciedi creareunenormeostacolononsoloalnormalegiocodemocratico,maancheallosviluppo economico. Inparticolareintendosoffermarelamiaattenzionesutrepunti. Primo.Daglianni 70adoggi,l Italiahaavutounalungaseriediscandalifinanziariediepisodi dicorruzionelegatialleimpreseeinparticolareaquellepiùgrandi.anchealtripaesihanno avutocasimoltogravi,ma: a) pochihannouna fedinapenale lungacomelanostra; b) intuttigliscandalifinanziariitaliani,adifferenzadialtripaesi,sirilevanofenomenidi corruzioneodipesantecoinvolgimentodellaclassepolitica. Secondo.Glianni 70rappresentanounpuntodisvoltafondamentaleinquanto: a) emergonoiprimigraviscandalideldopoguerra; b) sidelineanopesantiresponsabilitàpolitiche: c) sirinunciaacolpirequelleresponsabilità. 1

2 L ovviaconseguenzaèstatalasostanzialeimpunitàdigranpartedeiresponsabiliaziendalie soprattuttodeilororeferentipolitici. Terzo.Tuttoquestohaavutoconseguenzenegativeperiltessutoproduttivoitaliano. a) èsparitalagrandeimpresadalsettorepiùapertoallaconcorrenzainternazionale; b) sièridottalapropensioneadimmetterecapitalidapartedegliimprenditori; c) siconfermaeanzisiaccentuailcarattereconsociativo,quindidigestionechiusadel potere. 2. Madamina,ilcatalogoèquesto Comedicevoinpremessa,l elencodegliscandalifinanziariitalianièstraordinariamente lungo.ilcatalogo,perdirlaconleporello,puòarrivarea 1003,mainquestocasoèl Italia, nonlaspagna,avantareilprimato.sevogliamopartiredagliannisettanta,lafaseincui avremmodovutoconsolidarelostraordinariobalzoinavantideiprimiventiannidi dopoguerra,possiamocominciaredasindona(1974),proseguendoconifondineriche coinvolgonograndiimpreseitaliane(petrolieriefondinerideiprimiannidivitadi Montedison);Eni Petromin(1980);ilBancoAmbrosianoeloIor(1982);leloschetramedi affaridegliaffiliatiallap2(inparticolarelevicendedelcorrieredellasera);lasirelesue scandalosesentenzecherisarcisconoglieredidelfallito,fruttodicorruzionedeigiudicicome quellasullodomondadori;enimont(lamadreditutteletangenti);ilcrollodelgruppo FerruzziediMontedison(1993);ilBancodiNapolieilBancodiSicilia;einfinenegliannipiù recenticirio(2003);parmalat(2004);lescalatebancarieconcopiosemanipolazionidi mercato(2005);gliimmobiliaristidioggiecertamentefacciotortoaqualcuno. Sipuòobiettarechenessunpaeseèesentedascandali:dall inglesemaxwell(1991)chesi appropriòdifondipensionedeisuoidipendentiaigrandiscandaliusacomeenrone Worldcomtuttiipaesihannopagatounpesantetributodidissesticlamorosideterminatida comportamentiillecitietruffaldini.quellochecaratterizzailnostropaesesonotreelementi: lacontinuità(nonc èpraticamenteunapausanelnostroelenco);l intensità(sitrattasempre didissestisignificativichecoinvolgonoimpreseoistituzionifinanziariedigranderilievo); connessioneconfenomenidicorruzionepolitica. Suquest ultimopuntoèbenesoffermarel attenzione.neglialtripaesi,ilfenomenodi corruzioneaccertataeconclamatadapartedellagrandeimpresaèl eccezione,nonlaregola. Certo,tuttiitruffatorihannocercatodiguadagnarsiifavoridellaclassepoliticacongenerose donazioni.enron,perfarel esempiopiùsignificativoeralegataadoppiofiloallafamigliabush eavevacontribuitoinmodocospicuoallacampagnapresidenzialedipadreefiglio.manon avevatrascuratodifinanziareancheilpartitodemocraticoecomunqueavevafattotuttoalla lucedelsole.sipotràdiscuteresuidifettidelsistemaamericanodifinanziamentodella politicaesullacapacitàdellelobbydispostareledecisionipoliticheapropriofavore,mail casoenronnonèavvenutoperchéipoliticiamericani,dalpresidenteingiùavevanoaccettato sommepiùomenocospicueatitoloillecito. 3. FinanzaecorruzioneinItalia:duecasiesemplari Ilmondodellafinanzanonèfrequentatodatimorateeducandeedunqueènaturalechesotto tuttiicielieinogniepocatroviamounalungalistadicomportamenticheoccupanotuttala gammadaldisinvolto,alpredatorio,alcriminalepuroesemplice.mailpuntoèproprioche 2

3 3 pochipaesipresentanounasequenzacosìlunga,vastaeimpressionantediscandalifinanziari digrandeimpattoeconomicoepolitico. Ilpuntodipartenza(maancheunosnodocrucialedellosviluppodelpaese)sonoglianni Settanta:un epocaincuil Italiaavrebbedovutoconsolidareirisultatidellastraordinaria crescitadeiduedecenniprecedenti(il miracoloeconomico italiano)eriformareleproprie struttureeistituzioniperrenderlealpassodiuncapitalismoavanzato. Molteforzesiopposeroaquestoprocesso(ecertononvadimenticatoilcontributotragicodel terrorismo)maalcunediquestevannoindividuateproprionelcampodellafinanzaevorrei citarnedueproprioperchéparadigmatichedelperchénonsiècambiatoabbastanzaallorae perchél ariacherespiriamooggiècosìdrammaticamentesimileemaleodoranterispettoa quellacherespiravamoallora. LeduevicendesonoquelladellebanchediSindona(edellelunghepressioneperrevocareil fallimento,costatelavitaagiorgioambrosoli)equelladellachimicaitaliana. LoscandaloSindonaèilprimogrande,verocampanellodiallarmedialcuniproblemidifondo dellafinanzaitalianaesoprattuttodeisuoirapporticonlapolitica.quellocheoccorre ricordaredisindonaèilsuoruolodigrandeelemosiniere(comesidisseallora)deipartitie dellademocraziacristianainparticolare,mailterminetecnicoègrandecorruttore.coluiche Andreottidefinì salvatoredellalira pochimesiprimadelcrollo,elargìsommecospicue (tuttedocumentatenellacommissioneparlamentared inchiesta)nelleformepiùdisparate: pagamentiinneroallesegreteriedipartito;tassidiinteressedifavoreadamicieamicidegli amici;investimentipersonaliprivilegiatieinviolazionedellenormevalutariediallora(la listadei500). LacorruzioneeraperSindonaunagigantescapolizzaassicurativaperchécostruivaintornoal suoimperounaretediprotezionechegliassicuravadivoltainvoltailconsensopolitico necessarioperilraggiungimentodeisuoiobiettivi,chenormalmenteeranodipura speculazione. MezzaItalia comedisseugolamalfa simosseperrenderglipossibile l ultimarapinaaidannideirisparmiatoriconl aumentodicapitalefinambroapochimesidal crack. MezzaItalia simossequalcheannodopopercercaredirevocarelaliquidazione coattaamministrativadellabancaedunqueperrimettereinsellasindona. Comeènoto,inentrambiicasiquella mezzaitalia nonprevalse.nelprimocaso,perchéil ministrodeltesoro,ugolamalfa,nonconvocandoilcicrreseimpossibilelanecessaria autorizzazione.e,vaaggiunto,ilsemplicefattocheabbiadecisodiricorrereaquesto espedienteirritualesignificachetemevafortementediesseremessoinminoranzaall interno delcomitatointerministeriale. Nelsecondocaso,lasoluzioneaccomodatoriadelfallimentofusbarratadalcommissario liquidatoreambrosolichepagòconlavitailsuorigore.econlui,iverticidellabancad Italia cheloavevanosostenuto:baffisidimisedalìaqualchemeseesarcinellipassòalladirezione generaledelministerodeltesoro. Ma,nonostantequesto,lavicendaSindonanonpuòesserelettacomeunastoriaincuiallafine lagiustiziahatrionfato.nonsoloperchésindonamorìmisteriosamenteperuncaffè avvelenatonelcarcere(dimassimasicurezza!)divoghera.masoprattuttoperchéle

4 4 responsabilitàpolitiche(quelledellamezzaitaliachesieramossaperilfinanziere) risultaronototalmenteimpunite. LarelazionedimaggioranzadellaCommissioneparlamentaresultemadeifinanziamenti illecititoccòlevettedell ipocrisiaemeritadiessereriportatatestualmente(pp ): Dopoaverammessochesipuòaffermare concertezza[che]sindona,tramitesocietàdalui controllate,haerogatosommeapartitipolticieadaltricentridirettidaesponentipolitici, affermachenonbisognastigmatizzarepiùditanto( ifinanziamentidescrittieranofenomeno abbastanzadiffusoegeneralizzatoprimadel1974 ),assolveipoliticiperchésindonahadato sìdeisoldi,masiccomeeranoevidentementeunoscioccoounoscialacquatoreotutt eduele coseinsieme,nonnehatrattoalcunvantaggio.testualmente: Malacircostanzapiù importantedaaccertareeraseifinanziamentieleelargizionigodutedallademocrazia cristianafosserolacontropartitadifavoriillecitirichiestieottenutidamichelesindona.in altreparole,siccomeèfallito,èevidentechenonhatrattovantaggio. Eallafine(p.205) Sindonanonèinalcunmodolarappresentazionediunmomentodi degradazionediuominieistituzionidelnostropaeseesarebbeingiustamentediffamatorio affermarecheessesonostatepiegateperfelloniadiesponentipoliticioamministratoriai torbididissegnidisindona. EcosìilgrandeprotettorepoliticodiSindona,GiulioAndreotti,vieneassoltoequasigli chiedonoscusa. EvaricordatocheildissestoSindona(1974)siripeteottoannidopoconCalvi,ilBanco Ambrosiano.LoIORepersonaggipoilegatiallaP2sonoigrandidenominatoricomuni.Ma anchelacommissioneparlamentarediinchiestasullap2nonaffonderàilcolpo.rileggiamo quantoscrivemassimoteodori,unodeicomponenti(dientrambelecommissioni)a propositodellap2: MoltosièscrittodellaP2ediGelli,malaveritàsullaloggiaesulsuoimpossessamentodel poteredell Italiadioggiètenutanascosta.Contrariamenteaquantoaffermalarelazione Anselmivotataamaggioranzaaconclusionedell attivitàdellacommissioneparlamentare d inchiestasullap2,laloggianonèstataun organizzazioneperdelinquereesternaaipartiti, mainternaallaclassedirigente.lapostaingiocoperlap2èstatailpotereeilsuoesercizio illegittimoeoccultoconl usodiricatti,dirapinesuvastascala,diattivitàeversiveedi giganteschiimbroglifinanziarifinoalricorsoall eliminazionefisica. 1 Veniamoallasecondastoriaesemplare.Piùomenoneglianniincuisisnodalaparaboladi Sindona,siconsumaildisastrodellachimicaitaliana,chesipuòsintetizzareinunasolafrae. All iniziodegliannisettantal Italiaeraunleadermondialedellachimicainmolticomparti; oggiètotalmenteassente.ilcontributoalprodottolordoeall occupazioneèassaimodesto.la Montedisonchenel1969eradecimanellagraduatoriamondialedelsettoreèscomparsa (dopoesserestataprotagonistadiscandaliaripetizione),mentrelealtreimprese(comprese quellechelaseguivanoarispettosadistanzacomebasfedowchemical)nonsolosono sopravvissute,masonoancoraprotagonisteperinnovazionetecnologicaecontributoallo 1 Percomprenderel intensitàdelloscontrocheavvenneinquestacommissioned inchiesta, bastiricordarechelapresidente,tinaanselmi,nonfirmòlarelazionedimaggioranza.

5 5 sviluppocomplessivo.etuttoquestononostanteun autenticapioggiadifondipubblici, erogatiintutteleformepossibili,prima,duranteedopolacrisimondialedelsettore. Dueelementifuronodasubitoevidenti.Primo:l ampiadiffusionediaspettiillegali:i fondi nerimontedison furonounodeiproblemicheimpedironochelasocietànatadallafusionedi MontecatiniedEdisonraggiungesseilsuoscopodirilanciarelachimicaitalianaeindusseroil presidentedesignatomerzagoraadimmediatedimissioni. Ilsecondoaspettoèilcinicoutilizzodellagrandeimpresa pubblica,privataequella derivantedall alleanzafraprimaeseconda comepurocentrodipotereecomeverae propriaarmadibattagliapolitica.tuttalastoriadellachimicadiqueglianni(quindidiuna partetrainantedellagrandeimpresa)puòesserelettainquestachiave.dallafusionefra MontecatiniedEdison,vistacomemezzoperbilanciareimpresapubblicaeimpresaprivata (cioèiprincipalicentridipoteredelpaese)echesiriveleràtecnicamentevelleitariae inefficace.lostessopuòdirsidellascalatadieniamontedison,realizzataconilcompito specificodi farrigaredritto (sibasiilterminemussoliniano)l impresaprivata Lostessopuòdirsideltentativodicrearepolialternativi,comequellodiUrsinioquellodi Rovelli,destinataridifiumididenaropubblicoevotatialdisastro.Inquegliannisiaccusavail sindacatodiconsiderareilsalario variabiledipendente,manonsidicevachgranpartedegli industrialinonprendevaneppureinconsiderazionevariabilicomelalogicaimprenditorialee lalegalità. Lachimicaitalianaèdunqueuncasoparadigmaticodell usopoliticodellagrandeimpresae dellapervasivitàdell areadell illegalitànellagrandeimpresaitalianadelperiodo.ilsigillo finalefulafamosasentenzadeltribunalediromachepremiòglieredidelfallito(lafamiglia Rovelli)econdannòlabancafinanziatricecheavevaorganizzatolacomplessaprocedura liquidatoria.quellochenonerariuscitoasindonaeaisuoireferentipolitici,riuscìarovelli. Equiciavviciniamoalpresenteealtemacentralediquestoconvegno,perchélasentenzaImi Sirfuoperadicorruzionedigiudici;comeaffermalacoraggiosasentenzadelTribunaledi Milano,essaferìgravemente unodeiganglivitalidiunmodernostatodemocratico:quello dellaimparzialitàdellagiurisdizione espinseal degradodellagiustiziachedaciecafu trasformataingiustiziaadusoprivato. Comeènoto,neglistessianni,ilcopionedellacorruzionedeigiudicivenivareplicatodagli stessiattoriperconsentireaberlusconidiacquisiremondadoriequindidiallargare significativamenteilsuoimperomediatico. SianelcasoSindona,sianelletorbidevicendedellachimicaitaliana,lascopertadiareecosì vastediillegalitànonhaportatoalleconclusioniseverechesarebberostatedoverose,datala gravitàdeifattiaccertati.laclassepolitica comesièvistonellerelazionidelledue commissioniparlamentaricitate siautoassolse.lacondannadeicomportamentiemersiè statatotalmentedemandataall autoritàgiudiziaria,mentrequellamorale(percertiversi ancorapiùimportante)dapartedellacomunitàeconomicaedellasocietàcivileèstata largamenteassente. Perfareunesempio,ifattiaccertatidallecommissioniparlamentarid inchiestasulcaso SindonaesullaP2sarebberostatipiùchesufficientiafarspariredallascenaeconomicamolti banchieri(osedicentitali)omoltipolitici.adesempio,ferdinandoventrigliaogiulio

6 6 Andreotti.Mabastòl assoluzione sièvistoquantofarisaica dapartedellacommissione parlamentared inchiestaperconsentirealprimodidiventarepresidentedelbancodinapoli (eportarloaldissestoinpochianni)ealsecondodiguidaredilìapocoilprimogovernoconi comunisti. Ecosìlatragicasequenzadegliscandalifinanziariitalianiproseguesenzasosta;Montedison fallisceall iniziodeglianninovantainungorgodifondineriedidebitinascostisottoil tappeto.saltano,oltrealbancodinapolieaisuoisatelliti,ancheilbancodisiciliaebuona partedell interosistemabancariomeridionale.elaserieprosegue,inunacollanadiscandali cheesplodeconilnuovosecoloconcirio,parmalat,lescalatebancarie,gliimmobiliaristi,fino aquandoquest estate,apochichilometridaqui,ilcommissariamentodiunapiccolabancadi creditocooperativodimostral esistenzadiunareteoccultadicorruzione,immediatamente ribattezzatap3epresiedutadalcoordinatoredelpdl.forseilnomeèinappropriato,macerto derivadallafortesensazionecheimalidioggi,altrononsianochelametastasidiquellidiieri. Perconcludere.Sec èunfilorossochelegatantiscandaliitaliani siripeteununicumper intensitàecontinuitàrispettoaglialtripaesi èlastrettaconnessioneconlacorruzione politicaelamancanzadicondannamoraleprimaancorachegiudiziaria.e lìchedobbiamo cercareilbrododicolturadelberlusconismo. 4. Leconseguenzesulsistemaproduttivoitaliano Mentresisnodavaquestalungasequenzadiscandaliecorruzione,cosasuccedeva nell economiaitaliananelsuocomplesso?cerchiamodicambiareprospettivaepassaredalla dimensionemicrodeisingolicasiaquellamacrodelsistemaproduttivonelsuocomplesso. Ebbene,ifattistilizzatidegliultimidecennipossonoesserecosìsintetizzati. Primo.L economiaitalianarallentavistosamente,sianelconfrontocongliannisessantae Settanta,sianelconfrontoconglialtripaesiindustrializzatiedeuropeiinparticolare. Secondo.Lagrandeimpresamanifatturieraitalianaspariscedallascenainternazionale.Frale prime100impresedifortunetroviamooggisoloquattroimpreseitalianedicuiuna finanziaria(generali,19^);duelegateamonopolinaturali(enieenelrispettivamente24^e 60^)eFiat,l unicamanifatturieracheè85^,conricavitotalicircalametàdivolkswagen.nel gruppocheoccupafralacentesimaeladuecentesimaposizionetroviamosolobanchee TelecomItalia. Nessunaltropaese,neancheipiccolicomeBelgio,Olandaoipaesiscandinavipresentauna caratteristicacosìspiccata. Insomma,lagrandedimensioneinItaliasembraincompatibileconlacompetizionesul mercatoglobale,tipicodellaproduzionemanifatturiera.questoincaricoèstatoassegnatoalla piccolaemediaimpresa,chenelfrattempoèdiventatal asseportantedellanostrastruttura produttiva.maèlecitoavanzarel ipotesichel esserestatagestitasoprattuttocomecentrodi potereharappresentatoperlagrandeimpresauncompitoincompatibileconleinnovazioni diprocessoediprodottoegliinvestimentinecessariperaffrontarelaconcorrenza internazionale. Terzo.Lafortedecelerazionedell economiaitalianaèbenvisibileanchedeidatichemeglio riflettonoicomportamentidelleimprese,cioèquellidibilancio.inpropositodisponiamodi

7 unarilevazionestatisticadiimportanzastraordinaria,quelladimediobanca,checoprequasi quarant anni,concampionichiusianalizzaticiascunoperdiecianni.conriferimentoall ultima indagine,sitrattadel75%circadelleimpreseitalianeedel50%diquellemedie. DaidatiMediobancaemergeunprogresivorallentamentodeitassidicrescita.Soprattuttoper legrandezzecomeiltotaledegliimmobilizzitecnicilordichesonoilcuoreproduttiva dell impresa.apartiredal1980,iltassodiaumentonominaledegliimmobilizzisuperaquello dell inflazionedipocopiùdiduepuntiall anno.nonsorprendentmenteilnumerodei dipendenti(cresciutodi1puntopercentualeall annodal1969al1980)diminuiscedioltre duepuntiall annonelperiodo eancoradipiùnegliultimiduedecenni. 7

8 8

9 9 Nulladiparticolarmentesorprendente,vistol andamentogeneraledell economiaitaliana. Menoscontatoèlasituazionecheemergeseandiamoavedereidatirelativiallapropensione degliimprenditoriametterecapitalifreschinell azienda. Seguardiamoagliaumentidicapitaleapagamento,troviamocheilflussoneiquattroperiodi inproporzionedeimezzipropridiinizioperiodo,diminuiscevistosamente,finoadarrivare nell ultimodecennioal31percento.unaumentodimenodiunterzoindiecianninonappare certoun iniezionedicapitaleparticolarmentetonificante. Manonètutto.Oltreall immissionedicapitalidapartedegliazionisti,bisognaanchetener contodelflussoinsensocontrario,quellochevadall impresaagliazionistiperidividendi pagati.ebbene,mentrenelprimo decennioidividendipagatieranola metàdegliapportidicapitalea pagamento,nell ultimodecennio sonopiùdeltriplo.intermini puramentedicassa,gliazionisti incassanocioèmediamenteeuro perogninuovoeurocheimmettono nell azienda. Ecisistupiscecheinquestecondizionileimpreseeilpaesecrescanopoco? Quarto.Ilcapitalismoitalianoètradizionalmentebasatosurelazionipersonaliesuintrecci societari,chetendonoacostruireunaretedialleanze.ancoraunavolta,l aspettodelpotere prevalesuquelloastrattamenteimprenditoriale. Laristrutturazionebancariahasegnatol occasioneperricomporrequellealleanze,inuna ragnatelachemarcellomessoriharicostruitoconcertosinapazienza.peraggiungereun tasselloaquestocomplessomosaico,èopportunoricordarechepersinol Antitrustha denunciatoilfenomenodeirapporticollusiviall internodelsistemafinanziarioitaliano (anchesesenzapoiprendereiniziativeconcrete). 2 l Autoritàritienecheilegamitra concorrenti,siaazionarichepersonali,possanodeterminaresignificativieffettidistorsivi dellaconcorrenzaepossanoincidere,soprattuttosesitrattadilegamicheinvestonosoggetti simultaneamentefinanziatori(inquantospessoazionistiinpiùbancheconcorrenti)e finanziati,sullastessastabilitàereputazionedelsistemainterminiestremamentenegativi. L antitrust,dopoavernotatochenelpanoramafinanziarioitalianoèestremamenteelevatoil numerodicomponentidegliorganisocialicherivestonocaricheinimpresedellostesso settore,cioèconcorrenti(esattamenteil96percentodellebancheeil94percentodelle 2 AutoritàGaranteperlaConcorrenzaeilMercato,Interventidiregolazionesullagovernance dibancheeassicurazioni,as496,roma,2febbraio2009.

10 assicurazioni).rilevapoicheilfenomenonontrovariscontroinaltripaesieuropei. Inaltreparole,ilsistemaimprenditorialeitalianohaaccentuatolanaturaconsociativadei rapporti,utilizzandolebanchecomesnodifondamentalidellaragnateladelpotere.finoagli anninovanta,lacontrapposizioneerafraimpresapubblicaeimpresaprivataeglistretti rapportiall internodellasecondavenivanogiustificaticonlapretesadidifenderelalibera imprenditoriarispettoall invadenzadelsettorestatale,maeranoinrealtàilmodoper consolidareirapportidipotereenellostessotempoperconsentireaimprenditorinon dispostiadaumentareilloroimpegnoazionariodiesercitareilpienoedincontrastato controllosulleproprieimprese.apartiredaglianninovanta,lagrandeimpresaprivata italianarisultasemprepiùpiccolanelconfrontointernazionaleesidedicaasettoriprotetti dallaconcorrenzainternazionale.laretedegliintrecciazionariedipoterenonsolononviene smantellata,macopreaquestopuntol interosistemaproduttivonazionale. Sisonocosìcreatelecondizioniidealiperchéunimprenditore,operanteappuntoinun settoreprotettocomequellodellecomunicazioniprimavedarafforzareilpropriopoteredi mercatograziealsostegnopolitico(edèdimostratalaresponsabilitàinquestopassaggio crucialedeigovernidicentro sinistra,inparticolarequellipresiedutidabettinocraxi)epoi possaassumere,ovviamenteaseguitodilibereelezioni,ilgovernodelpaese. L analisisvoltaèancorapreliminareeidatiutilizzati,cometuttiquelliaggregati,nonrendono giustiziadidueimportantiaspettichehannocaratterizzatogliultimidecenni.inprimoluogo, lafortespintainnovativacheèvenutadallapiccolaimpresa,cheèlargamenteassentenella rilevazionemediobanca(manonlamedia).insecondoluogo,ifortiprocessidi ristrutturazioneavvenutidopolacrisidegliannisettantaeinoccasionedell ingresso nell euro. Madettociòèundatodifattochelecifrecommentatecitrasmettonol immaginediun sistemaimprenditorialechehaesauritolasuaspintapropulsiva,comeavrebbedetto Berlinguer,epreoccupatosoprattuttodiriempireletaschedegliazionisti.Insomma,se KeyneseSchumpetermettevanoinevidenzal importanzadeglianimalspiritsedelleenergie innovative,ilquadrocheemergeèquellodell adelantepedrosipuedesconjuicio.eglispiriti animalisembranoricordanopiùilplantigradogolosocheilcoraggiosofelino. 5. Allaricercadiunnesso 10

11 11 Aquestopuntoladomandaèmoltosemplice.C èunnessofraquestoquadroelalungalistadi scandalidicuiabbiamoparlatoall inizio? E evidentecheunnessocausaleinsensostrettamentescientificononèproponibileetanto menodimostrabile.maèaltrettantoverochequestasingolarepropensionedelleimprese italiane(soprattuttograndi)all illecitoeallacorruzionepoliticacostituisceunfattore ambientalediestremaimportanzachecondizionalesceltediinvestimentoedisviluppodella generalitàdelleimprese. Labassacrescitaitalianaèstataattribuitaall esistenzadistratisemprepiùdiffusidi criminalitàorganizzataealcattivofunzionamentodellagiustizia.menoattenzionesiè prestato(forsenonacaso)alladiffusionedeicriminideicollettibianchieallalorocontiguità allacorruzionepolitica. Lecronachecidiconocheunapartesignificativadell attualeclasseimprenditorialeè propensacomeepiùdiprimaaicomportamentiillecitidelpassato.quellochestaemergendo proprioquiafirenzenelleindaginisulcreditocooperativo,presiedutodalcoordinatoredel partitodiberlusconi,neèlaprovapiùlampante. Malacorruzionedioggiaffondalesueradiciinanaloghiepisodidelpassatochesonorimasti sostanzialmenteimpuniti,soprattuttosottoilprofilomoraleepolitico.c èdameravigliarsise nelgirodiunagenerazionesonodivenutiunacomponentedelpaesaggio?c èdameravigliarsi sequestopesacomeunmacignosullescelteimprenditoriali pure diinvestimento, innovazione,ampliamentodellabaseproduttiva? Dueconsiderazioniperconcluderesullecausedifondo.Laprimarichiamaunodeiproblemi piùdiffusinelcostumenazionale:difronteacomportamentiillecitidiqualsiasitipo,la condannamoraledeicittadini,acominciaredaquellionesti,èdebole.comedicevalonganesi degliitaliani, quandosuonailcampanellod allarmedellalorocoscienza,fingonodinon essereincasa.ecomenoncisiindignaabbastanzaquandoqualcunosuperauningorgo autostradalesullacorsiadiemergenzaoparcheggianeglispaziriservatiagliinvalidi,néperla microevasionefiscalechetocchiamoconmanotuttiigiorni.eciòchevalenelquotidianoper ciascuncittadinofiniscepervalereancheperl interopaeseperifattipiùgravi.ecosì l imprenditorechehacorrotto,ilpoliticochesièfattocorrompere,magaridopounbel patteggiamentochecomeognunsanonèammissionedicolpevolezza,possonotornarein Parlamento,acapodiimprese,neiconsiglidiamministrazione.Finoallacomicafinalediieri. IlpresidentedellaCommissioneAntimafiaPisanu,scopreconorrorechec èstata disinvolturanellaformazionedellelisteelettorali[chesono]gremitedipersonechenon sonocertodegnedirappresentarenessuno. C èunsecondoaspettodatenerpresentecheèinuncertosensolegatoalprimo.nella battagliapolitica,laquestionemoraleèstatapostaaparole,spessoancheinterminiforti.ma allaseveritànominalehannofattoseguitocomportamentituttosommatoconciliantiche hannoinevitabilmenteavutoeffettinegativisuicomportamenticollettivi.perché equi ritornoalpuntodacuieropartito nonèbastatoquellocheavevanoaccertatola CommissioneSindonaequellasullaP2persbarrarelastradapoliticaadAndreottietantialtri compresol intestariodellatessera1816,silvioberlusconi?

12 Iocredochebisognameditareseriamentesuperchéladomandadiatteggiamentiveramente severierigorosinonèstatasoddisfattaadeguatamenteinpassatoeperchéoggivisiatanto spazioperraggruppamentipoliticiemovimentichespessosembranosolocavalcarel onda delpopulismo. Eppurenelnostropaeseesistonoampistratidicittadinidesiderosidicambiamentoecapaci dicomportamenticoraggiosi.laprovapiùevidenteèlasemprepiùvastaareadicittadinie imprenditoricherifiutanoecombattonolamafiaelacamorraincircostanzeambientalidi estremadifficoltà.diffonderequelcoraggioècondizionenecessaria,maancoranon sufficiente.occorreanchediffonderelacondannamoraleneiconfrontidituttii comportamentiilleciti,daquellideicollettibianchiaquellidellapiccolaillegalitàdituttii giorni.irisultaticoncretichesistannoottenendoinsiciliaecampaniaeintantealtrezone delpaese,sonolamiglioresperanzaperilfuturo. 12

COMUNE DI LIVO. PROVINCIA DI TRENTO MODELLO - C Pagina. 1 ANNO DI STAMPA :2014 NUMERO CODICE PATRIMONIALE UBICAZIONE DATA INSER.

COMUNE DI LIVO. PROVINCIA DI TRENTO MODELLO - C Pagina. 1 ANNO DI STAMPA :2014 NUMERO CODICE PATRIMONIALE UBICAZIONE DATA INSER. PROVINCIA DI TRENTO MODELLO - C Pagina. 1 1 120300 14,06 14,06 2 120300 659,06 659,06 3 120300 656,25 656,25 4 120300 5 120300 0,00 0,00 PROVINCIA DI TRENTO MODELLO - C Pagina. 2 6 120300 148,13 148,13

Dettagli

Progetto familink EGF

Progetto familink EGF Progetto familink EGF FAMILINK EGF Integrazione degli eventi «Estate Giovani e Famiglia» in familink Accordo di collaborazione PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PROVINCIALE PER LA FAMIGLIA LA NATALITA'

Dettagli

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica, enti locali e personale CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA SETTEMBRE 2010 Dipartimento Urbanistica e ambiente Servizio Urbanistica e tutela

Dettagli

ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONEALL ALBO GESTORI AMBIENTALI RELATIVO DIRITTO ANNUALE E IMPORTO GARANZIA FINANZIARIA DA PRESTARE

ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONEALL ALBO GESTORI AMBIENTALI RELATIVO DIRITTO ANNUALE E IMPORTO GARANZIA FINANZIARIA DA PRESTARE ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONEALL ALBO GESTORI AMBIENTALI Categoria 1 raccolta e trasporto di rifiuti urbani; attività di gestione dei centri di raccolta; diritto annuale* Quantità annua

Dettagli

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore Provincia di Salerno Piano del Colore Mappa cromatica di uno spazio urbano Redazione del Piano del Colore in attuazione della Legge Regionale 18 Ottobre 2002, n. 26 Norme ed incentivi per la valorizzazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIFARCO MARZO 2013

RASSEGNA STAMPA UNIFARCO MARZO 2013 RASSEGNA STAMPA UNIFARCO MARZO 2013 Marzo 2013 7 marzo 2013 Unifarco premiata come azienda cosmetica più innovativa d Italia Lo scorso 7 febbraio, nella splendida cornice delle Officine del volo,

Dettagli

SANITA': ANAAO SU ERRORI MEDICI, MALASANITA' O MALAINFORMAZIONE?

SANITA': ANAAO SU ERRORI MEDICI, MALASANITA' O MALAINFORMAZIONE? SANITA': ANAAO SU ERRORI MEDICI, MALASANITA' O MALAINFORMAZIONE? Roma, 27 dic. (Adnkronos Salute) - "I dati prodotti dalla Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari, frutto di una indagine

Dettagli

STATUTO AZIENDA CONSORZIALE TRASPORTI - A.C.T.

STATUTO AZIENDA CONSORZIALE TRASPORTI - A.C.T. STATUTO AZIENDA CONSORZIALE TRASPORTI - A.C.T. Forma giuridica: CONSORZIO DI CUI AL DLGS 267/2000 Sede legale: REGGIO EMILIA RE VIALE TRENTO TRIESTE 11 Numero Rea: RE - 128373 Indice... 2 Pag. 2 di Pag.

Dettagli

Indice analitico. Il tempo e i numeri

Indice analitico. Il tempo e i numeri Indice analitico Il tempo e i numeri Esercizio 1 e 2 Il lunedì il parrucchiere è chiuso Il martedì faccio la spesa Il mercoledì accompagno i bambini in piscina Il giovedì c è mercato Al venerdì vado alla

Dettagli

Stampa catalogo. 24-11-2010 16:04:22 Pag. 1 di 129. SebinaOpenLibrary2.2 DataManagement Spa CR CONSIGLIO REGIONALE PUGLIA Gestore2 Domenica VIII 6

Stampa catalogo. 24-11-2010 16:04:22 Pag. 1 di 129. SebinaOpenLibrary2.2 DataManagement Spa CR CONSIGLIO REGIONALE PUGLIA Gestore2 Domenica VIII 6 Pag. 1 di 129 N. inv. 49078 APU CUT N. inv. 49695 APU CUT VIII 6 VIII 68 N. inv. 49427 APU CUT II 81 N. inv. 50264 APU CUT VI 10 N. inv. 49413 APU CUT VI 9 N. inv. 49338 APU CUT VI 1 Pag. 2 di 129 N. inv.

Dettagli

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 -

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 - Regolamento di disciplina dei profili formativi dell apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, ai sensi degli articoli 4, comma 1, lettera c) e 53 della legge regionale 16 novembre

Dettagli

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza.

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza. Servizi minimi garantiti del trasporto locale nelle fasce orarie di maggiore frequentazione ( dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali) I servizi minimi garantiti

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 25/2008 (Atti del Consiglio) Disciplina dell'attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente. ***************

Dettagli

Dossier sulle MAFIE AL NORD

Dossier sulle MAFIE AL NORD Dossier sulle MAFIE AL NORD Realizzato da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie Coordinamento della Lombardia Con il contributo di Nell ambito del Progetto Sportelli Legalità delle Camere

Dettagli

BERLUSCONI DEVE CADERE

BERLUSCONI DEVE CADERE 1100 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com BERLUSCONI DEVE CADERE Per soldi e per potere Il complotto estate-autunno 2011 23 febbraio 2016 a cura di Renato Brunetta 2 Timothy Geithner

Dettagli

L anno duemilaquattro, addì trenta del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10,00

L anno duemilaquattro, addì trenta del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10,00 536 del 30 DICEMBRE 2004 PROT. N. 44062 1 OGGETTO: Attuazione dei progetti di potenziamento del sistema informativo (S.I.C.) e della rete civica comunali previsti dalla delibera di Giunta N. 150 del 21.

Dettagli

w w w. i t a l i a s v i l u p p o r e t a i l. c o m

w w w. i t a l i a s v i l u p p o r e t a i l. c o m C o m p a n y P r o f i l e 2 0 1 5 w w w. i t a l i a s v i l u p p o r e t a i l. c o m G U A R D A N D O I L P R E S E N T E, P O S S I A M O P R E V E D E R E C H I V I N C E R A N E L F U T U R O

Dettagli

TESTO COORDINATO. L.R. 16 giugno 2008, n. 36.

TESTO COORDINATO. L.R. 16 giugno 2008, n. 36. TESTO COORDINATO L.R. 16 giugno 2008, n. 36. Disciplina dell attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente. Art. 1 Oggetto. 1. La presente legge disciplina,

Dettagli

L.R. 76/1982, art. 4, c. 1, lett. c) e art. 53 B.U.R. 23/5/2012, n. 21 L.R. 18/2005, art. 61

L.R. 76/1982, art. 4, c. 1, lett. c) e art. 53 B.U.R. 23/5/2012, n. 21 L.R. 18/2005, art. 61 L.R. 76/1982, art. 4, c. 1, lett. c) e art. 53 B.U.R. 23/5/2012, n. 21 L.R. 18/2005, art. 61 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 14 maggio 2012, n. 0101/Pres. Regolamento di disciplina dell offerta formativa

Dettagli

Hackathon della Mobilita Napoli 11-12 giugno 2012 Report Ufficio Stampa (Claudia Ceroni: c.ceroni@clickutility.it 345 3275 496)

Hackathon della Mobilita Napoli 11-12 giugno 2012 Report Ufficio Stampa (Claudia Ceroni: c.ceroni@clickutility.it 345 3275 496) Hackathon della Mobilita Napoli 11-12 giugno 2012 Report Ufficio Stampa (Claudia Ceroni: c.ceroni@clickutility.it 345 3275 496) Pre-evento: Segnalazioni online su web http://www.hybrid-synergy.eu/showthread.php?tid=26169

Dettagli

Progetto di valorizzazione turistico sportiva del comprensorio Sebino Camuno

Progetto di valorizzazione turistico sportiva del comprensorio Sebino Camuno SEB-1 Progetto di valorizzazione turistico sportiva del comprensorio Sebino Camuno Partner e sostenitori Legambiente Alto Sebino Castro Gruppo Guide Alpine SEB1 Cooperativa sociale ISPARO - Provaglio

Dettagli

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno

Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno Il progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in Provincia di Belluno Andrea Marchi Provincia di Belluno Unità di Progetto Reti e Infrastrutture Tecnologiche Sedico, Villa Patt - 18 marzo

Dettagli

la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO

la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO Provincia autonoma di Trento Servizio Trasporti Pubblici Via Vannetti 32-38122 TRENTO Tel. 0461-497979/80

Dettagli

DARIO DE TOFFOLI IL GIOCATORE CONSAPEVOLE GIOCHI DI CASINÒ D AZZARDO, DI DENARO

DARIO DE TOFFOLI IL GIOCATORE CONSAPEVOLE GIOCHI DI CASINÒ D AZZARDO, DI DENARO DARIO DE TOFFOLI IL GIOCATORE CONSAPEVOLE GIOCHI DI CASINÒ D AZZARDO, DI DENARO con scritti di Riccardo Bersani, Giuseppe Borziello, Cosimo Cardellicchio Leo Colovini, Piergiorgio D Ancona, Renato De Rosa,

Dettagli

Longarone, 4 novembre 2011

Longarone, 4 novembre 2011 Acqua buona, città pulite, servizi di qualità, prezzi equi oggi e nel futuro nei Comuni che ci affidano la gestione dei servizi pubblici locali. Longarone, 4 novembre 2011 Il contesto in cui opera Etra

Dettagli

Movimento 5 Stelle beppegrillo.it Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA. tenuto conto che

Movimento 5 Stelle beppegrillo.it Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA. tenuto conto che Movimento 5 Stelle beppegrillo.it Al Presidente dell Assemblea Legislativa Matteo Richetti INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA Il sottoscritto consigliere premesso che Il Pubblico Ministero Rossella Poggioli

Dettagli

PSICOLOGIA DEL TRADING

PSICOLOGIA DEL TRADING PSICOLOGIA DEL TRADING Torino, 08 aprile 2006 A cura di: Andrea Savio Sommario : Breve introduzione sull analisi tecnica: cos è e cosa può fornire -Le insidie dell operatività: accenno alla psicologia

Dettagli

Gamma Pneumatici Vettura, 4x4 e Trasporto Leggero Invernale

Gamma Pneumatici Vettura, 4x4 e Trasporto Leggero Invernale LISTINO NOVEMBRE 2012 Gamma Pneumatici Vettura, 4x4 e Trasporto Leggero Invernale ESKIMO HP ESKIMO SUV ESKIMO S3+ GOODYEAR DUNLOP TIRES ITALIA S.P.A. UFFICIO COMMERCIALE 20090 ASSAGO (Milano) - Centro

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 LA MISSION: FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

Modo di somministrazione La terapia deve essere iniziata e monitorata sotto la supervisione di medici esperti nel trattamento del mieloma multiplo.

Modo di somministrazione La terapia deve essere iniziata e monitorata sotto la supervisione di medici esperti nel trattamento del mieloma multiplo. AllegatoallaDeterminaAIFANumero42/2014del15/01/2014. Inserimento,inaccordoall articolo12,comma5dellalegge189/2012,inappositasezione(denominataclasse C(nn))dedicataaifarmacinonancoravalutatiaifinidellarimborsabilitànellemoredellapresentazioneda

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA

CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA IX LEGISLATURA PROPOSTA DI LEGGE Disposizioni per prevenire e contrastare il fenomeno della scomparsa dei minori nonché per il sostegno alle loro famiglie Iniziativa del

Dettagli

art. 2 offerta formativa pubblica

art. 2 offerta formativa pubblica Regolamento di disciplina dell offerta formativa pubblica rivolta ad apprendisti assunti con contratti di apprendistato professionalizzante, ai sensi degli articoli 4, comma 1, lettera c) e 53 della legge

Dettagli

Statuto della Regione Toscana (1)

Statuto della Regione Toscana (1) Statuto della Regione Toscana (1) TITOLO I LA REGIONE TOSCANA Articolo 1 La Regione Toscana La Toscana è Regione autonoma nell unità della Repubblica italiana, sorta dalla Resistenza, sulla base e nei

Dettagli

TABELLA DEI DIRITTI AMMINISTRATIVI, ONORARI E SPESE

TABELLA DEI DIRITTI AMMINISTRATIVI, ONORARI E SPESE C. TABELLA DEI DIRITTI AMMINISTRATIVI, ONORARI E SPESE (Approvata con deliberazione della Giunta Nazionale n. 409 del 15 dicembre 2009) PER QUESTIONI RELATIVE ALL ATTIVITA DI AGENTE DI CALCIATORI (EX ART.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro

DISEGNO DI LEGGE. Disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro DISEGNO DI LEGGE Disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro ONOREVOLI DEPUTATI. Malgrado i progressi degli ultimi anni, in Italia continua a verificarsi un alto numero di incidenti nei luoghi

Dettagli

TEST SAPERI MINIMI ABILITÀ MNEMONICHE E LOGICO MATEMATICHE VERONA 28/04/2010

TEST SAPERI MINIMI ABILITÀ MNEMONICHE E LOGICO MATEMATICHE VERONA 28/04/2010 Data la sequenza TLS7VS5KA0DTSF336A individuare l alternativa che la riproduce fedelmente se aggiunta di seguito alla seguente: TLS7VS5 A) KA0DTSF36A B) 5KA0DTSF336A C) KA0DTSF336A D) KAD0TSF336A In Italia

Dettagli

Controllo di qualità dei dati giornalieri di temperatura minima e massima e di precipitazione

Controllo di qualità dei dati giornalieri di temperatura minima e massima e di precipitazione Quaderno Tecnico ARPA-SIM n 15/2003 Controllo di qualità dei dati giornalieri di temperatura minima e massima e di precipitazione Valentina Pavan Rodica Tomozeiu Andrea Selvini Stefano Marchesi Chiara

Dettagli

ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONE ALL ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE E DELLA GARANZIA FINANZIARIA (D.M.

ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONE ALL ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE E DELLA GARANZIA FINANZIARIA (D.M. ATTIVITÀ PER LE QUALI È RICHIESTA L ISCRIZIONE ALL ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE E DELLA GARANZIA FINANZIARIA (D.M. 3 giugno 2014, n. 120, artt. 8, 9, 17 e 24) Categoria

Dettagli

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo diverse metodologie. 1 La tempra termica (o fisica) si basa

Dettagli

LIBRETTO DI EMERGENZA

LIBRETTO DI EMERGENZA PENSATECI IN ANTICIPO TENETEVI PRONTI RESTATE AL SICURO LIBRETTO DI EMERGENZA PRENDETELO PRIMA DI FUGGIRE LE VOSTRE GENERALITÀ Indirizzo CASA LAVORO CELL Email INFORMAZIONI SERVIZI D EMERGENZA E SERVIZI

Dettagli

Alpi Fondi è una società di gestione indipendente del

Alpi Fondi è una società di gestione indipendente del Chi siamo Alpi Fondi è una società di gestione indipendente del risparmio ed ispirataa principi distintivi nel proprio mercato di riferimento. Ogni giorno il nostro team di gestione si impegna con determinazione

Dettagli

rigenerare mente e fisico

rigenerare mente e fisico FIERA DI PRIMIERO tra le dolomiti per rigenerare mente e fisico Tradizione alpina ed elegante comfort, benessere e relax, bellezza e salute, indimenticabili esperienze a contatto con la natura e attività

Dettagli

Primavera / Estate PRODOTTO ITALIANO

Primavera / Estate PRODOTTO ITALIANO Primavera / Estate 2016 PRODOTTO In occasione della collezione Primavera Estate 2016 Davema vi presenta l innovativa linea Lipwalk. 100% made in Italy è realizzata con prodotti naturali in grado di regalare

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e le vacanze

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e le vacanze OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est e le vacanze Il Gazzettino, 12.07.2011 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni

Dettagli

I Workshop: Pianificazione e gestione dei costi della sicurezza

I Workshop: Pianificazione e gestione dei costi della sicurezza I Workshop: Pianificazione e gestione dei costi della sicurezza I costi della mancata sicurezza in Italia e secondo l Europa Lorenzo Fantini Avvocato giuslavorista, già dirigente (2003-2013) divisioni

Dettagli

Fronteggiamento dei rischi della gestione

Fronteggiamento dei rischi della gestione Fronteggiamento dei rischi della gestione Prevenzione (rischi specifici) Impedire che un determinato evento si manifesti o limitare le conseguenze negative Assicurazione (rischi specifici) Trasferimento

Dettagli

Angelo Tantazzi. Presidente di Borsa Italiana

Angelo Tantazzi. Presidente di Borsa Italiana Angelo Tantazzi Presidente di Borsa Italiana Signor Presidente della Repubblica, Signor Presidente del Consiglio, Autorità, Signore e Signori, è per me un onore e un piacere porgere il benvenuto a quanti

Dettagli

I NUMERI DELLA VALLE D AOSTA

I NUMERI DELLA VALLE D AOSTA I NUMERI DELLA VALLE D AOSTA Assessorato regionale al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti Servizio Marketing, studi e progetti speciali 1 BENCHMARK VALLE D'AOSTA PROVINCIA TRENTO Rapporto PROVINCIA BOLZANO

Dettagli

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA Esame Insegnante Di Teoria (Art. 3 D.M. 26/01/2011 n. 17) 1) Prima prova scritta: il candidato compila, nel tempo massimo di quaranta

Dettagli

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Parte teorica Fenomenologia di base La luce che attraversa una finestra, un foro, una fenditura,

Dettagli

Intervista esclusiva al giudice Esposito: «Berlusconi condannato perché sapeva»

Intervista esclusiva al giudice Esposito: «Berlusconi condannato perché sapeva» http://www.ilmattino.it/stampa_articolo.php?id=312467 Pagina 1 di 5 06-08-2013 sezione: PRIMOPIANO Intervista esclusiva al giudice Esposito: «Berlusconi condannato perché sapeva» Il presidente della sezione

Dettagli

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 3 Del 25-02-2014 Oggetto: APPROVAZIONE SECONDA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DEI SERVIZI FUNERARI, NECROSCOPICI,

Dettagli

MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile

MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile 1 gen-10 feb-10 mar-10 apr-10 mag-10 giu-10 lug-10 ago-10 set-10 ott-10 nov-10 dic-10

Dettagli

L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni

L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni Verona, 28 gennaio 2011 3 Domande Perché siamo arrivati alla costruzione di un sistema informativo

Dettagli

REGOLAMENTO RISTORNO COOPERATIVO. Premesso che

REGOLAMENTO RISTORNO COOPERATIVO. Premesso che REGOLAMENTO RISTORNO COOPERATIVO L Assemblea della Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Premesso che La BCC ispira la propria attività ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazione

Dettagli

COMUNE DI NUORO SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA. Piano della Trasparenza(D. Lgs. 33/2013)

COMUNE DI NUORO SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA. Piano della Trasparenza(D. Lgs. 33/2013) COMUNE DI NUORO Piano della Trasparenza(D. Lgs. 33/2013) NR Denominazione e Oggetto del Procedimento 4 CENTRO ANTIVIOLENZA ONDA ROSA I PRINCIPALI PROCEDIMENTI DEL Struttura Organizzativa 15 ASSEGNO DI

Dettagli

Powerline Adapter. Guida d installazione

Powerline Adapter. Guida d installazione Powerline Adapter Guida d installazione Contenuto della confezione 2 Powerline Adapter 1 Cavo Ethernet per il collegamento del modem al Powerline Adapter Utilizzo del Powerline Adapter Descrizione del

Dettagli

Real estate. Economia del Mercato Mobiliare. Massimo Caratelli, dicembre 2014 massimo.caratelli@uniroma3.it

Real estate. Economia del Mercato Mobiliare. Massimo Caratelli, dicembre 2014 massimo.caratelli@uniroma3.it Real estate Economia del Mercato Mobiliare Massimo Caratelli, dicembre 2014 massimo.caratelli@uniroma3.it 1 Argomenti Fondi comuni di investimento Fondi immobiliari 2 Fondi comuni di investimento 3 Forma

Dettagli

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico Vademecum CHI SIAMO La Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue è un associazione di rappresentanza che cura gli interessi delle cooperative toscane da più di quarant anni. Costituita nel 1974, quale

Dettagli

L offerta formativa di Green Building Council Italia

L offerta formativa di Green Building Council Italia Presentazione GBC Home Trento, Sala Congressi della Federazione Trentina della Cooperazione 6 marzo 2012 L offerta formativa di Green Building Council Italia Alessandro Speccher Senior Developer, GBC Italia

Dettagli

LICEO ARTISTICO PORTA ROMANA FIRENZE e SESTO FIORENTINO Piazzale Di Porta Romana Firenze

LICEO ARTISTICO PORTA ROMANA FIRENZE e SESTO FIORENTINO Piazzale Di Porta Romana Firenze LICEO ARTISTICO PORTA ROMANA FIRENZE e SESTO FIORENTINO Piazzale Di Porta Romana Firenze Laboratorio di fotografia e cinematografia Prof. Antonio Moscato Anno Scolastico 2014-2015 Classe 5 F Grafica Pubblicitaria

Dettagli

Informativa dei delegati Cassa Geometri relativa al Comitato delegati dei giorni 23/24/25 maggio c.a.. Il referente regionale Geom.

Informativa dei delegati Cassa Geometri relativa al Comitato delegati dei giorni 23/24/25 maggio c.a.. Il referente regionale Geom. Informativa dei delegati Cassa Geometri relativa al Comitato delegati dei giorni 23/24/25 maggio c.a.. Il referente regionale Geom. Betti Elio comunica ai collegi della Regione i risultati del bilancio

Dettagli

IL PRIMO MENSILE PER CREARLI, GESTIRLI, ACCRESCERLI

IL PRIMO MENSILE PER CREARLI, GESTIRLI, ACCRESCERLI IL PRIMO MENSILE PER CREARLI, GESTIRLI, ACCRESCERLI I NUMERI Allegato a Milano Finanza Distribuzione: Mensile Readership: 311.000 Diffusione: 84.419 copie IL PROFILO DEI LETTORI TARGET MASCHILE ETÀ ADULTA

Dettagli

Sesta edizione PREMIO MARCO ROSSI Raccontare il lavoro

Sesta edizione PREMIO MARCO ROSSI Raccontare il lavoro Sesta edizione PREMIO MARCO ROSSI Raccontare il lavoro Con il patrocinio della FNSI Federazione Nazionale Stampa italiana BANDO DI PARTECIPAZIONE 1) In data odierna viene indetta la sesta edizione del

Dettagli

MARIA GRAZIA STREPPARAVA - PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

MARIA GRAZIA STREPPARAVA - PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO 2.Lateoriadell attaccamento 2.1Bowlbyeleorigini Lateoriadell attaccamentocostituisceoggiunodeimodellipiùconsolidatie sperimentalmenteverificatiinpsicologiadellosviluppo,inpsicologiaclinicaeinpsicoterapia.

Dettagli

C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE

C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE SOPRATTUTTO IN ESTATE RICORDATE DI DONARE IL BISOGNO DI SANGUE NON VA MAI IN VACANZA Si avvicina l estate e ancora una volta ci rivolgiamo alle donatrici e ai donatori per

Dettagli

DOW JONES grafico daily. Aggiornamento del 17/03/13

DOW JONES grafico daily. Aggiornamento del 17/03/13 DOW JONES grafico daily Se per S&P500 la correzione è stata breve quella sul Dow Jones è stata inesistente, un consolidamento sui massimi è stato sufficiente per assorbire le prese di beneficio e riprendere

Dettagli

INVOLUCRI VETRATI A DOPPIA PELLE Performance e qualità realizzativa

INVOLUCRI VETRATI A DOPPIA PELLE Performance e qualità realizzativa INVOLUCRI VETRATI A DOPPIA PELLE Performance e qualità realizzativa TIS 15 Dicembre 2011 Massimo Colombari SOMMARIO PERFORMANCE dell INVOLUCRO FACCIATE VETRATE a DOPPIA PELLE MODALITA COSTRUTTIVE ESEMPI

Dettagli

SYNCHRO FT SYNCHRO FT MEDICINA ED ESTETICA

SYNCHRO FT SYNCHRO FT MEDICINA ED ESTETICA SYNCHRO FT MEDICINA ED ESTETICA Trattamenti Vascolari Epilazione Lesioni Pigmentate Ringiovanimento Cutaneo Non Ablativo Pseudofolliculitis Barbae Acne SYNCHRO FT La Gamma di Trattamenti su Misura e Personalizzati

Dettagli

Gli standard del personale nel servizio residenziale per l anziano l non autosufficiente

Gli standard del personale nel servizio residenziale per l anziano l non autosufficiente ARAT (Associazione Residenze Anziani Toscana) Gli standard del personale nel servizio residenziale per l anziano l non autosufficiente Firenze 24 Febbraio 2014 A cura di Giancarlo Girolami Chiara Bartolini

Dettagli

Andamento della spesa per le utenze di telefonia fissa e mobile voce

Andamento della spesa per le utenze di telefonia fissa e mobile voce Dipartimento Innovazione Tecnologica Direzione Sistemi Informatici e Telematici Unità Organizzativa Gestione e Sviluppo delle Infrastrutture e dei Servizi di Telecomunicazione Andamento della spesa per

Dettagli

Intervento Dottor Domenico MASSARO Direttore Risorse Umane Parmalat Italia

Intervento Dottor Domenico MASSARO Direttore Risorse Umane Parmalat Italia in collaborazione con Business School of Management della Luiss Guido Carli di Roma e AIDP - Associazione Italiana per la Direzione del Personale Documentazione della Tavola Rotonda Perché la flessibilità

Dettagli

Pane e Derivati: di cosa si nutrono le banche e che cosa le intossica. Il caso MPS LeggiOggi.it

Pane e Derivati: di cosa si nutrono le banche e che cosa le intossica. Il caso MPS LeggiOggi.it Pane e Derivati: di cosa si nutrono le banche e che cosa le intossica. Il caso MPS LeggiOggi.it Analisi sui contratti di finanza derivata e sulla crisi finanziaria di MPS In questi giorni non si parla

Dettagli

Associazione Bed & Breakfast di Qualità in Trentino Assemblea dei soci 23 marzo 2010

Associazione Bed & Breakfast di Qualità in Trentino Assemblea dei soci 23 marzo 2010 Associazione Bed & Breakfast di Qualità in Trentino Assemblea dei soci 23 marzo 2010 Sommario 1. Crisi e turismo 2. Prezzi e performance 3. La soddisfazione dell ospite 4. Un confronto con l ospite di

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 97 della GIUNTA del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Esame ed approvazione dello schema di convenzione tra il Comune di Ledro e l Associazione

Dettagli

CONDIZIONI DI RIPRODUZIONE DELLA CLASSE

CONDIZIONI DI RIPRODUZIONE DELLA CLASSE CONDIZIONI DI RIPRODUZIONE DELLA CLASSE Facciamo partire la nostra analisi dalla semplice descrizione della composizione di sesso, età, situazione familiare e condizione abitativa, anzianità aziendale,

Dettagli

L anno 2011, il giorno. del mese di negli Uffici della Giunta Regionale della Lombardia, siti in Milano, piazza Città di Lombardia n.

L anno 2011, il giorno. del mese di negli Uffici della Giunta Regionale della Lombardia, siti in Milano, piazza Città di Lombardia n. ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA REGIONE LOMBARDIA E L UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PER IL COFINANZIAMENTO DEL COMPLESSO UNIVERSITARIO NELL AREA BICOCCA MILANO AI SENSI DEL PUNTO 12.2. DELL ATTO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Val di Fassa > www.crifassa.com

Croce Rossa Italiana Val di Fassa > www.crifassa.com Croce Rossa Italiana Val di Fassa Volontariato e Vacanza wonderful times > www.crifassa.com Foto: Robert Bernard - www.photorobert.it DOLOMITES CRI - Vigo di Fassa Il Comitato Locale della Croce Rossa

Dettagli

GESTIONI SOFIA EXPERT: COME TI BLINDO IL PATRIMONIO (prima parte)

GESTIONI SOFIA EXPERT: COME TI BLINDO IL PATRIMONIO (prima parte) 31/10/2013 In questo Diario di Bordo continuiamo a rispondere alle domande più frequenti ricevute in queste settimane sulle polizze con sottostante le gestioni Sofia Expert. GESTIONI SOFIA EXPERT: COME

Dettagli

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: Attuazione del principio della valutazione tra pari per la selezione dei progetti di ricerca ai sensi dell articolo 20, comma 1, della

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

SELEZIONE STRAORDINARIA DI INTERCULTURA ONLUS PER UN SOGGIORNO ESTIVO IN CINA

SELEZIONE STRAORDINARIA DI INTERCULTURA ONLUS PER UN SOGGIORNO ESTIVO IN CINA Per informazioni: Intercultura Trento Via Veneto 24 Trento giov e ven 17.00 19.00 329 350 45 60 invio@interculturatrento.it www.interculturatrento.it www.intercultura.it SELEZIONE STRAORDINARIA DI INTERCULTURA

Dettagli

Luca Romani regista televisivo videomaker

Luca Romani regista televisivo videomaker Luca Romani regista televisivo videomaker Via San Bonaventura, 2 PERUGIA Tel. 392 9598372 075 30709 e-mail: lucaromani@hotmail.it web: www.lucaromani.eu Luogo e data di nascita: Perugia, 26 marzo 1966

Dettagli

LA MAPPA CONCETTUALE Lezione n. 10

LA MAPPA CONCETTUALE Lezione n. 10 LA MAPPA CONCETTUALE Lezione n. 10 Finalità: Sistemattizzare i concetti probabilistici studiati. Realizzare la mappa concettuale. Metodo: Costruzione della mappa concettuale lavornado in gruppi. Discussione

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro bozza aggiornata al 30 dicembre 2006

Dettagli

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007 Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori Novembre 2007 Premessa L ipotesi che l economia americana debba conoscere alcuni trimestri di

Dettagli

INDAGINE SUL BIKE SHARING ITALIANO (27 Febbraio 2012)

INDAGINE SUL BIKE SHARING ITALIANO (27 Febbraio 2012) (27 Febbraio 2012) Muoversi con la bicicletta. Tutti sono concordi sull estrema praticità, economicità e sostenibilità delle due ruote, ma il fascino e la comodità dei mezzi motorizzati tengono duro. Per

Dettagli

Nota per il Comune di Milano

Nota per il Comune di Milano Nota per il Comune di Milano Coordinamento Milanese di Solidarietà "DALLA PARTE DEI LAVORATORI FAISA - CISAL; OrSA Lombardia; USB Lombardia; SAMA-FAISA-Conf.AIL; CUB Trasporti; CAT (Coordinamento Autorganizzato

Dettagli

Introduzione al telerilevamento

Introduzione al telerilevamento Introduzione al telerilevamento Telerilevamento = Remote Sensing Acquisizione di informazioni su un oggetto mediante un sensore non in contatto con esso, ossia mediante misure delle variazioni dei campi

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

Al terzo piano è presente la Sezione Friuli, con testi che trattano della regione a trecentosessanta gradi.

Al terzo piano è presente la Sezione Friuli, con testi che trattano della regione a trecentosessanta gradi. Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro l inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire. Marguerite Yourcenar La Biblioteca Civica di

Dettagli

4 CONVEGNO SUGLI ESPLOSIVI Trento, 18 maggio 12

4 CONVEGNO SUGLI ESPLOSIVI Trento, 18 maggio 12 4 CONVEGNO SUGLI ESPLOSIVI Trento, 18 maggio 12 CONIUGARE IN SPAZI RISTRETTI ATTIVITA LAVORATIVE E DIRITTI DI TERZI Utilizzo di esplosivi detonanti per scavi in roccia in prossimità di centri abitati problematiche

Dettagli

Fondo Immobiliare etico a due comparti

Fondo Immobiliare etico a due comparti fondo immobiliare Provincia di Brescia Fondo Immobiliare etico a due comparti Tavola sinottica Obiettivi Provincia di Brescia Obiettivi Aziende Settore Immobiliare Obiettivi Aziende Settore Industriale

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

MINISILK FT MINISILK FT MEDICINA ED ESTETICA

MINISILK FT MINISILK FT MEDICINA ED ESTETICA MINISILK FT MEDICINA ED ESTETICA Epilazione Fotoringiovanimento Vascolare e Pigmentario MINISILK FT Luce Pulsata Deka: Leggera, Compatta, Estremamente Versatile Potenza e impulso frazionato: la soluzione

Dettagli

Iter di approvazione del bilancio

Iter di approvazione del bilancio Iter di approvazione del bilancio Iter di approvazione del bilancio (art. 2429 c.c.) Entro 30 gg dalla data dell assemblea di approvazione Nei 15 gg anteriori alla data dell assemblea e fino all approvazione

Dettagli

TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE

TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE 898 TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE R. Brunetta per Il Giornale 22 marzo 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi

Dettagli

CONTRATTO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA (ARTT. 37 del D.Lgs. n. 368/1999 e successive modifiche) TRA - L Università degli Studi di..., rappresentata dal

CONTRATTO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA (ARTT. 37 del D.Lgs. n. 368/1999 e successive modifiche) TRA - L Università degli Studi di..., rappresentata dal CONTRATTO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA (ARTT. 37 del D.Lgs. n. 368/1999 e successive modifiche) TRA - L Università degli Studi di..., rappresentata dal. - La Regione, rappresentata dal E Il Dott., ammesso

Dettagli

"COMUNICARE L'UMBRIA"

COMUNICARE L'UMBRIA CONCORSO REGIONALE DI PRODUZIONE RADIOTELEVISIVA "COMUNICARE L'UMBRIA" VII edizione - Anno 2005 e PREMIO SPECIALE DELLA GIUNTA REGIONALE DELL UMBRIA REGOLAMENTO Articolo 1 (Istituzione del concorso) Il

Dettagli