NJ3sfL-u'?1stI'?013. (AsSUNTon*i\*"N PRor. *. 6i3, Dipartimento DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Settore. Servizio CODICE N.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NJ3sfL-u'?1stI'?013. (AsSUNTon*i\*"N PRor. *. 6i3, Dipartimento DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Settore. Servizio CODICE N."

Transcript

1 REGIONE CALAARIA Giunta Regionale Dipartimento Attività Produttive DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE (AsSUNTon*i\*"N PRor. *. 6i3, CODICE N. t: Dipartimento Settore Servizio g n tr *Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria' NJ3sfL-u'?1stI'?013 OGGETTO: D.G.R. n Assistenza tecnica alla Regione Calabria nell'ambito del Programma Operativo lnterregionale "Energíe Rinnovabili e Risparmio Energetico". Approvazione Awiso Pubblico per la selezione di esperti a supporto dell'attuazione del Progtamma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico ". RAGIONERIA GENERALE Ai sensi dell' art. 44 della L.R. no si esprime parere favorevolè in ordine alla regolarità contabile e, nel contempo, si attesta che per l'impegno assunto esiste copertura finanziaria. Il Dirigente del Settore Pubblicato sul BURC no del Parte

2 IL DIRIGENTE GENERALE VISTO il RegolamerÍo (CE) n. i080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1783fi999; VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell'll luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il regolamento (CE) n ; VISTO il Regolamento (CE) n della Commissione dell'8 dicembre 2006 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale; VISTO il D.P.R. 3 ottobre 2008, n.196, recante Regolamento di esecuzione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione; VISTO il Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico", adottato con Decisione della Commissione C(2A07) 6820 del 20 dicembre 2007, da ultimo modificata dalla Decisione della Commissione C(2012) 2392 del 25104/2012, rivolto alle Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) con la finalità generale di aumentare la quota di energia consumata proveniente da fonti rinnovabili e migliorare l'efficienza energetica, promuovend.o le opportunità di sviluppo locale; CONSIDERATO CHE: ' con DGR n. 43 dell'11 febbraio 2013 è stato approvato lo schema di convenzione finalizzato ai servizi di assistenza tecnica alla Regione Calabria, da attivare nell'ambito del Programma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico" e sono stati demandati al Dirigente del Settore 2 del Dipartimento Attività produttive la stipula della Convenzione e, tutti gli adempimenti consequenziali; o La convenzione è stata siglata il l2.02.2ci13 o i1 data 12 febbraio 2013 è stata sottoscritta la soprarichiamata Convenzione tra I'Autorità di gestione del Programma Operativo in argomento e la Regione Calabria frnalizzato all'atfuazione delle azioni di assistenza tecnica mirate a favorire la partecipazione qualificata della Regione nell'attuazione del programma; DATO ATTO che: o I'Autorità di Gestione del Programma Operativo Interregionale FESR "Energie Rinnovabili e Risparmio energetico" ha proweduto a trasferire sul capitolo del Bilancio Regionale l'importo di ,00, pari al 43%o della somma complessiva assegnata pari a ,00 secondo quanto previsto dall'arf. 9 della citata Convenzióne; r ' il Dipartimento "Attività Produttive" è responsabile dell'attuazione delle attività previste dal Programma Operativo Interregionale FESR "Energie Rinnovabili e Risparmio h,nergetico" 2007/2013, Asse 3 Attività 3.2 Assistenzatecnica; con Decreto dirigenziale n del 05 giugno 2013 è stato approvato il Piano pluriennale delle attivitèl2an-2015 per come previsto dalla sopraccitata Cànvenzione (art.4), nonché è stata impegnatala somma di ,00 sul capitolo n. i per le atìivita previste per il periodo di competenza, giusto irnpegno n del06fi5/20r3;

3 c con nota prot. n. A del 19/ il Dirigente del Settore competente ha trasmesso all'autorità di Gestione del "POI Energia" il soprarichiamato Decreto comunicando altresì I'avvio delle attività; CONSIDERATO cire: o l'art. 5 della richiamata Convenzione prevede che la Regione Calabria - Dipartimento "Attività Produttive" può dare attuazione alf intervento di assistenza tecnica oggetto del Programma pluliennale delle attività anche mediante contrattualizzazione diretta di collaboratori estemi, selezionati mediante procedure di awiso pubblico; c sulla base delle esigenze operative, I'Amministrazione intende awalersi di un gruppo di lavolo composto da risorse professionali aventi i seguenti profili: Profilo A Esperto senior Coordinamento di Programmi e Progetti. Profilo B Esperto Junior Gestione di Programmi e Progetti. Profilo C Esperto Senior Tecnologo, progettazionenergetica Profilo D Esperto junior Tecnologo, progettazione energetica Profilo E Esperlo junior Analisi economica e rendicont azione Profiio F Esperto junior Legislazione ambientale, energetica e contenzioso. Profilo G Esperlo junior Informatico, Network e WEB manager DATO ATTO che: - il Testo unico del Pubblico Impiego prevede che la pubblicazione di Awisi per la selezione di esperti debba essere preceduta da specifiche attività di verifica sul preliminare accerlalnento delf inesistenza all'interno dell'anrministrazione delle figure professionali idonee allo svolgimento dell'incarico, owero sull'irnpossibilità oggettiva di utiltzzare risorse umane disponibili ai suo interno; - il Dipartimento "Attività Produttive", con nota prot. n ISIAR del , invitava il Dipartirnento "Orgatúzzazion e Personale" nell'attivare la rnanifestazione d'interesse alla mobilità interna del personale dipendente; - ii Dipartimento "Organizzazion e Personale", con nota n del i3, acquisita agli atti di ufficio, ha cotnunicato che non sono pervenute richieste in merito alla Manifestazione di interesse intema all'amministrazione regionale, pubblicata sul sito istituzionale della Regione Calabria in data ; RITENUTO, quindi, necessario dover procedere alla selezione delie figule con complovate cùrnpetenze ed esperienze. professionali idonee a supportare il Dipartimento "Attività Produttive" attraverso il supporto tecnico necessario alle strutture legionali per assicurare una adeguata ed inlbrmata parlecipazione al Programma Operativo Intenegionaie "Energie funnovabiii e Rispannio Energetico" ai fine di rneglio contribuire allarcalizzazione dei suoi obiettivi. RITEIUTC che. trattandosi di risorse derivanti da loncli comunitari, r1or1 rl'o\ja applicazione la :'ii:zicne it ct-it ali'a.rt.6.comrt:a 7 riel D.L. 31.ú5.20i0. r;. 78 corivei"iito con r-',iodiiir.'azio*: ciri]a

4 RILEVATO altresì: - che nel caso di spècie l'esigenza che giustifica la ricerca di una professionalità esterna (aú.7, comma 6) trova corrispondenza nella Convenzione sopra delineata e sottoscritta con I'Autorità di Gestione del Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e rispannio energetico così come è stata acceftata I'impossibilità di far ricorso a professionalità inierne e con'ispondendo, inoltre, I'incarico in questione "ad obiettivi e progetti specifici e determinati', cosi come definiti dal sopracitato "Piano pluriennale delle attività", non trattandosi, quindi, di prestazione inerente un'attività ordinaria; - che da numerosi atti di gestione delle risorse umane del Dipartimeffo scrivente, emerge chiaramente l'impossibilità di poter fare fronte all'esigenza in questione anche mediante il migliore o piu produttivo impiego delle risorse umane a disposizione: sia in quanto sovraimpegnato per la parte oldinaria sia in quanto già impegnato nel perseguimento di altr.i obiettivi programmatici, sia in quanto la prograrnmazione degli interventi e la gestione ed il monitoraggio degli stessi, sono sempre stati garantiti mediante la c.d. 'oassistenza tecnica,'ai programmi opelativi, appositamente fi nanziata nell' ambito degli stessi ; - che I'oggetto è coerente con le esigenze di funzionalità dell'amministrazione conferente in quanto oltre che attinente alle competenze dell'ente, esso avviene dopo adeguata valutazione preventiva in merito all'effettiva utilità dello stesso; - che il compenso sarà determinato in confonnità a quanto previsto nella circolare F.S.E. n. 2/ 2409 e, più specificamente, che L'Amministrazione rinvierà all'esito della procedura di selezione la definizione delle condizioni contrattuali che, in ogni caso, sararulo commisurate al profilo professionale, nonché all'irnpegno richiesto e definito nel contratto di consulenza professionale tra la Comrnittente Amministrazione Regionale e I'Esperto selezionato, il cui schema conh'attuale sarà approvato unitamente al decreto di Approvazione della graduatoria finale, facendo ad ogni modo riferimento, per il compenso da corrispondere al professionista selezionato, alla circolare del Ministero Economia e Finanze prot. n aeizett1l2003; RITENUTO, altresì, di dover approvare l'awiso Pubblico per la selezione di esperti a supporto dell'attuazione del Programma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Rispàrmro Energetico ", allegato al presente provvedimento per fame parte integr-ante sostanziale; VISTI: - il Decreto Legislativo , n. 163 ad oggetto <<Codice dei contratti pubblici relativi a lat,ori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/lBJCE1>; - il Decreto Legislativo 30/ , n. 165 ad oggetto <<Nornte generali sull'orclinamento tlel lqy or o al I e dip endenze delle ammini s tr qzioni publ:li che>> ; - ia D.G.R. n. 770 del 1ll11/2006, relativa al nuovo ordinamento generaie delle struttur.e or ganizzaiive della Giunta Regionale; - la D.G.R. n' 2661 del , recante "adeguamento delle norme legislatitte e regolanzenîarin vigore per I'attuazione delle disposizioni recate dalla legge Rlgioncrle no 7/96 e dal D.Lgs. 29/93 e successive modìficazioni ed integrazioní"; - il D'P.G.R. n. 354 del2l recante "separazione dell'attività anuninistrativa d'indirizzo e di controllo da quella di gestione"; - ia L.R. uo 7l del "Bilancio di previsione clella Regione Calabr.ia per i'anno finatiziario 20i3 e bilancio pluriennale per il triemlio (Legge fìnanziaria)". ' je' L k. r:' '14 ckl 12lC& sr.ri licrdii:o rle1le Jì-ri:zicrii ai:ii:-,ir';isfre.riye re gir;iirli e lo,^,ali e ì. Lri-:-.'1;, :.,- c.i-,r,i. ]e ar_:ljji,:ttr i':-1..

5 ' la L'R' n' 19 dei 04/ recante <lyorme sul proceclii?tenro amministrcttivo, la pubblicitii tr:;;"i':';:,;ii:;:',: di ctccesso Disciptina detta pubbticazione sut Boilettino ufuíiolr"aan - la L'R' 13/05/1996' n' 7 recante <otlorme sull'ordinamento deila strutrura organìzzativa dera Giunta regionale e sulla dirigenza regionale>>; - il Regolamento Regionale 23103/ 2010, n.2 recante "Regoram ento dí attuazione della Legge Regionale n' 8 det 04 Febbraio "ordinimento der bílancio e della contabilità della Regione Calabria,,; - la D'G'R' n' 198 del 30/05201Jr!9" la quale è l'incarico stato conferito all,aw. pasquale di Dirigente Generale der Monea Diparti;;;; j nenivi* produtrive>; - il D'P'G'R' n' 75 del 03/06/2013con il quale l'incarico è stato conferito all,aw. pasquale di Dirigente Generale aer nbu.til;; Monea inaniuia produttiv*>; - il D'P'G'R' no 42 del 02104/2012 con il quale è I'incarico stato conferito di all'arch. Franco prampolini Dirigente del settore 2 '?olitiche geotermiche" energetiche, attività del Dipartimento estrattive e no 5 risorse dnivittt;juoirr"r, A termini delle richiamate disposizioni legislative; DECRETA La narrativa costituisce parte integrante e sostanziale del presente prowedimento. l' di approvare l'awiso Pubblico per la selezione Programma di n..g.esperti, operativo a Intenegionie supporto dell,attuazione "Energie del al presente ninnorititt prowedimento e Rtspaìmio'ín"rgrrtco,,, per"farne parte chesi integrante allega e sostanziale, ; 2' di fissare il termin-e ultimo di presentazione l5o giorno delle domande di pubbricazione di partecip azioneall,awiso derie,i"rro sul entro BUR il calabria; 3' di dare atto che' gli oneri derivanti dal plesente capitolo prowedi:le^1to-qovano 130r0405 di bilancio copertura giusto finanziaria td;g";;. sul "oir"rrt", 2633 der 06/05/20t3; 4' di stabilire che'- a conclusione della procedura successivo di atto selezio.ne all'approvazione degli esperti, delìo si procederà schemu di con e alla detjrminizione 5' di pubblicare "o;;;;o oei compensi; il presente prowedimento sul BUR calabria, sullaìromepage der sito istituzionale $::lí,ff:1,"tr tffi':*:lfffirtfijfu[ff e sur sito dér -óipartimento,ati,,i,a Il Dirigente del Settore _ ro'{r AA Frunco Prarirpolini Il Direftore Generale Dott. PaSquale Monea ú

6 -::ì,,:t vt.:qi{t1iìlii trij r riìì!a!ìiérlcalt,jîat! I :;-. [i'{ffì(ìtr. Rlh]NOVA3ti. I E i". i.r: RIS}JAÍìI\4 I TI É N IRLì[ ]'ICO '.:+.:; ffi lratòra./"g7r"t*"8*""'rrb {',tx ú'rt*;,irt L.0{'t)lY1ì.:,:ttit! re -q?*8"ér'd. -ql.r.t-ó-úz.a'/à,q-"42r* Programma Operativo I nterregionale "Energia rinnovabile e rispormio energetico" A55E gf $ *,&.ssfstes?a& Tecm$ca {D<:lilterazíctnrz cli GiunLs Rt:gí<sna!e: n" 43 tjt:l J j",/oz,/z{} j-s} Awiso Pubblico per la selezione di esperti per il supporto tecnico finalizato ad assicurare una adeguata ed infonnata partecipazione e realizazione del Programma

7 Indice PREMESSA. ] Articolo 1 - Ambito della sele2ione... Articolo 2 - ATT.V'TA, ''.,,'...' Articolo 3 - Figure professionalírichieste... Art. 4 - Commissione dí valutazione e procedura di selezione..., Art' 5 - Valutazione dei titori Art. 6 - Colloquio... 9 Art.7 - Formazione della graduatoria... i """""""r...9 Art' 8 - Modarità e termini di presentazione deila domanda di tr ar,".,o.zione Art. 9 - Trattamento economico e normativo...,... Art Responsabile del procedimento... Art. 11- pubbticità Art.12-Disposizionifina ieprocedurediricorso (... i-0...l_1 PREMESSA ll Programma operativo Interregionale "Energia rinnovabile e risparmio energetico,, si inserisce nel Quadro strategico Nazionale per il ciclo di programmazione della politica di coesione comunitaria nazionale e per ilperiodo ed è ilrisultato diun lavorc diconcertazione tra it Ministero dello sviluppo Economico (MlsE), il Ministero dell'ambiente (M\TTM), le Regioni itatiane "convergenza" obiettivo ed un nutrito partenariato economico e social,:. È finanziato da fondi comunitari nazionali e e interviene sulle Regioni obiettivo "convergen za" (ci)labria, campania, puglia e sicilia). obiettivo del Programma è aumentare la quota di energria consumata proveniente da rinnovabili fonti e migliorare l'efficienza energetica, promuovendr le opportunità di svíluppo locale, integrando il sistema di incentivi messo a disposizione da lla politica ordinaria, valorizzando collegamenti i tra produzione di energie rinnovabili, efficientanrento e tessuto sociale ed economico dei territori in cui esse si realizzano. Le linee di attività del Pol sono strutturate su tre Assi prioritari così come modificato dalla Decisione della Commissione Europea C(2012) I 97j.9 del Ig.1,2.ZAt2 ASSE r: PRoDUzToNE Dr ENERGTA DA FoNTr RrNNovABrLl ASSE II: EFFICIENZA ENERGETICA E OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA ENERGETICO

8 ASSE lll: ASSISTENZA TECNICA E AZIONI Dl ACCOMPAGNAMENTO Nell'ambito delle azioni dell'asse lll è previstattività di Assistenza Tecnica destinatalle Regioni per garantire le attività che saranno di seguito indicate. Con DGR n.42 dell' a13 è stato approvato lo schema díconvenzione tra la Regione Calabria e l'autorità di Gestione (di seguito anche AdG) del Programma operativo interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico (diseguito anche POI Energia, Programma). Lo schema di convenzione approvato disciplina e regola i rapporti tra l'autorità di gestione del POI Energia e la Regione quale soggetto beneficiario delfinanziamento a valere sul Programma Operativo fnterregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" FESR L3, per ciò che concerne I'attuazione delle azioni di assistenza tecnica mirate a Favorire la partecipazione qualificata della Regione agli obiettivi del Programma. In particolare, con riferimento al presente Avviso e come riportato nell'art. 4 dello schema di Convenzione "lo Regione operq ottroverso un Programma pluriennale delle attivitù, dpprovoto con D.D. n del i,, inerente l'attuazione e I'utilizzo delle risorse ossegnate. La Regione provvede, secondo quanto previsto dalla Convenzione citata (art. 5), a dare attuazione all'intervento mediante la contrattualizzazione diretta di collaboratori esperti, selezionati mediante la presente procedura di avviso pubblico. ARTICOLO 1. - AMBITO DELLA SELEZIONE ll Programma Pluriennale di Attività (PPA) s'incardina nell'ambito dei rapporti tra l'autorità di Gestione del POI Energia e la Regione Calabria quale Ente beneficiario del finanziamento a valere sull'asse lll, Linea di Attività 3.2 del Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" FESR 2OO (POl Energia), nel quadro della attività di assistenza tecnica volte a favorire la partecipazione qualificata della Regione Calabri al conseguimento degli obiettivi del POI Energia. Le esigenze che rendono necessarie una attività specifica di assistenza tecnica dedicata alle Regioni Convergenza sono riconducibili ad un miglioramento complessivo delle capacità delle strutture regionali calabresi di programmare, attuare, gestire, monitorare e rendicontare gli interventi finanziati a valere sul POI Energia, nonché a valorizzarne i risultati ai fini della diffusione della futura programmazione. L'Assistenza Tecnica si articola in tre Obiettivioperativi:. approfondire l'analisi del potenziale sfruttabile ai fini energetici; c o rafforzare la capacità digestione e di indirizzo del programma; rafforzare la capacità strategica e di comunicazione del programma. Gli "Esperti Individuali" sono selezionati per offrire il supporto tecnico necessario alle strutture regionali per assicurare una adeguata ed informata partecipazione al Programm al fine di meglio contribuire alla realizzazione dei suoi obiettivi. Gli interventi previsti nel Piano Pluriennale delle Attivita, sono stati selezionati attraverso una rilevazione interna all'amministrazione dei fabbisogni operativi, procedurali e tecnici, insieme alla pianificazione delle attività che la Regione Calabria è chiamata svolgere nell'ambito del pot Energia. Le principali aree tematiche sulle quali si concentrerà l'attività di assistenza tecnica, riguardano: a) Ambito normativo e di programmazione - Supporto tecnico per la verifica della coerenza del POI Energia e dei diversi livelli della Pianificazione regionale, nonché dei Piani d'azione per l'energia Sostenibile (PAES), verifica delle integrazioni interventi del POR Calabria FESR , sostegno all'integrazione dei principi della Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile nell'attuazione degli interventi e predisposizione strumenti normativi finalizzati alla regolamentazione e al sostegno degli interventi a finalità energetica.

9 Supporto giuridico alla predisposizione; aggiornamet to e razionalizzazione di strumenti normativi finalizzati alla corretta programmazion e gestione delle politiche energetiche regionali. b) Ambito procedurale - Assistenza e supporto livello llle strutture regionali e locali nella predispoiirion. di documentazione tecnica e amminisî;ativa, nel rilascio di autorizzazioni in materia d'impianti per la produzione di énergia da for]ti rinnovabili e nell'attuazione, anche con funzione di stazione appaltante, di interventidicarattere energetico e climatico. c) Ambito tecnologico - Stimolo e coordinamento delle attività connesse alla diagnosi energetica e, più in generale, all'efficienza degli edifici pubblici, verifica e analisi del livello di aggiornamento della pianificazione in tema di energia ed efficienza energetica e ricognizione della progettualità da awiare a finanziamento tema di produzione da fonti rinnovabili ed efficienza energetica anche attraverso la partecipazione a livelli complementari di progettualità specifica sia verticale che orizzontale (bottom up). In via generale, l'assistenza tecnica riguarda la definizione delle procedure di attuazione, studi, analisi, l'applicazione della normativa comunitaria in materia c i concorrenza e Aiuto di Stato e della normativa in materia di appalti e contrattualistica, supporto all'individuazione idonee forme di partenariato pubblico - privato, supporto alle attività di report ng e sorveglianza, definizione di azioni volte a garantire pariopportunità di partecipazicne e accesso a beneficiattesi. il I ARTICOLO 2 - ATTIVITA Le attività di assistenza tecnica a favore delle Strutture rel,ionali e delle Amministrazioni Locali calabresi sono: l. Supporto alla predisposizione della documentazion,l tecnica e amministrativa per la partecipazione dei Rappresentanti della Regione Calabri al Comitato Tecnico Congiunto di Attuazione (C-ICA) e al Comitato di Sorveglianza del Prog;366. (CdS);,. Verifica delle potenzialintegrazioni degli interventi a fir.alità energetica finanziati con risorse a valere sul POI Energia con gli analoghi interventi finanziati nell'ambito del POR Calabria FESR ; '. Supporto agli uffici della Regione Calabria preposti al rilascio delle autorizzazioni in materia di impianti per la produzione di energia e finanziati dal POI Energia; o Assistenza tecnica, procedurale e amministrativ alle Amministrazioni Locali con funzione di stazioni appaltanti, per I'attuazione di interventi di carattere energetico e climatico (mitigazione e adattamento) a scala territoriale (con,uni, aggregazioni di comuni e aree interne) finanziati nell'ambito del POI Energia o pote rzialmente coinvolgibili nella fase di riprogra mmazione; '. Ricognizione della progettualità da avviare a finanziamerito tema diproduzione ed efficienza energetica in possesso delle Amministrazioni Pubbliche, con particolare riferimento alle linee di attività t.6 e2.7;. Supporto tecnico alle Amministrazioni Locali per la verifir a dei contenuti dei Piani di Azione per I'Energia Sostenibile (PAES) e della coerenza degli interve nti previsti con gli obiettivi e le finalità del POI Energi aifini di una immediata cantierabilità; o Sostegno alla Autorità Ambientale della Regione Calabria, volto all'integrazione dei principi della Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile nell attualione degli interventí finanziati dal POI Energia. Supporto tecnico alle strutture regionali nella predisposil.ione strumenti normativi finalizzati alla regolamentazione al sostegno degli interventi a finalità energetica;. Supporto.alle attività didiagnosienergetica degliedifici pubblici, elaborazione classificazione delle informazioni energetiche finalizzate alla programmazione di nuovi interventi da finanziare nel'ambito del POI Energia; I

10 o Verifica e analisi del grado di aggiornamento della pianificazione a livello regionale, provinciale e comunale (ove prevista) in tema dienergia ed efficienza energetica; o Definizione delle azioni di carattere programmatico, tecnico e amministrativo finalizzate ad accompagnare l'amministrazione regionale nella transizione verso il periodo di programmazione in tema di energia e clima, tenendo anche conto degli obiettivi della Strategia Europa Supporto per la realizzazione di attività di informazione e comunicazione finalizzate a diffondere presso l'opinione pubblica gli interventi e i risultati degli interventi cofinanziati all'interno del POI Energia. Alla realizzazione delle attività di assistenza tecnica concorrerà personale interno della Regione Calabriattraverso la predisposizione un progetto finalizzato che vedrà la partecipazione dei servizi regionali coinvolti piùr direttamente dalla programmazione attuazione delle politiche energetiche ARTICOLO 3 - FIGURE PROFESSIONALI RICHIESTE La selezione riguarda otto Esperti Individuali ed è condotta - tenendo conto dei fabbisogni operativi, procedurali e tecnici emersi a seguito di una rilevazione interna all'amministrazione, per la realizzazione del Programma Pluriennale delle Attività - in ragione della carenza dei profili professionali ricercati presso l'amministrazione regionale, certificata a valle della procedura di interpelf o interno pubblicata 'tl 31.A7.20L3 e riscontrata negativamente dal Dipartimento "Organizzazione e Personale" con nota prot /SIAR del , e associa per i singoli profili le competenze attese e l'esperienza professionale di riferimento nei diversi Settori di Attività per come descritto di seguito: Profili richiesti Profilo A Profilo B Profilo C Profilo D Profilo E Profilo F Profilo G Esperto senior Esperto Junior Esperto Senior Esperto junior Esperto junior Esperto junior Esperto junior Coordinamento Programmi e Progetti. Gestione di Programmie Progetti. Tecnologo, progettazionenergetica Tecnologo, progettazionenergetica Analisi economica e rendicontazione Legislazione ambientale, energetica e contenzioso. Informatico, Network e WEB manager PROFILO A N, L (uno) "Esperto senior di coordinamento e gestione di Programmi e di Progetti" con laurea specialistica/magistrale e con qualificata esperienza almeno decennale post laurea in programmazione, progettazione, e conoscenza di programmi e progetti cofinanziati da fondi comunitari; Competenze ed Esperienze Professionali di Carattere Generale: Capacità di coordinamento e direzione di programmi, piani e progetti complessi valutata sulla base dei ruoli ricoperti nelle principali attività realizzate; competenzed esperienze professionalivalutate sulla base della qualità e dell'innovatività dell'approccio utilizzato e deirisultaticonseguiti nelle principaliattività realizzate.

11 PROFILO B N. 1 (uno) "Esperto junior di coordinomento e gestione di ]frogrammi e di Progetti" con laurea specialistica/magistrale e con qualificata esperienza alnlbno quinquennale post laurea in progettazione e gestione di programmie progetticofinanziati (a fondi comunitari; Competenze ed Esperienze Professionali dí Carattere Gerierale: Capacità di coordinamento e gestione di programmi, piani e progetti complessì valutatrr sulla base dei ruoli ricoperti nelle principaliattività realizzate; Competenzed esperienze profes;ionalivalutate sulla base della qualità e dell'innovatività dell'approccio utilizzato e dei risultati conseguiti nelle principali attività realizzate. PROFILO C N. 1 (uno) "Esperto Tecnologo senior per coordinamento e g,i'ftione di Programmi e di Progetti nel settore energetico" con laurea specialistica/magistrale e con qualificata esperienza almeno decennale post laurea in progettazione ricerca nel settore er,ergetico e conoscenza di programmi e progetti cofinanziati da fondi comunitari; Competenze ed Esperienze Professionali di Carattere Generale: Capacità di coordinamento e direzione di piani e progetti complessi ad alto contenuto tecnologico nel campo dell'energia, con particolare rilevanza per la sostenibilità, valutata sulla base della qualificazione scientifica, comprovata anche da pubblicazioni specialistiche, e dai ruoli ricoperti nelle principali attività realizzate; Competenze ed esperienze professionali va utate sulla base della qualità e dell'innovatività dell'approccio utilizzato e dei risultati conseguiti nelle principali attività realizzate. PROFILO D N. 1(uno) "Esperto Tecnologo junior per la gestione di )'rogrommi e di Progetti nel settore energetico" con laurea specialistica/magistrale e con qualifi(iata esperienza almeno quinquennale post laurea in progettazione e ricerca nel settore energetico,: conoscenza di programmi e progetti cofinanziati da fondi comunitari; Competenze ed Esperienze Professionali di Carattere Genr rale: Capacità di gestione di piani e progetti complessi ad alto contenuto tecnologico nel campo dell'energia valutata sulla base della qualificazione tecnico/scientifica e dai ruoli ricoperti nelle principali attività realizzate; Competenze ed esperienze professionali valutate sulla base della qualità e dell'innovatività dell'approccio utilizzato e dei risultati conseguiti nelle principali attività realiz:late. PROFILO E N. 1(uno) "Esperto junior di attività di onalisi economico e rendicontozione" con laurea specialistica/magistrale e con qualificata esperienzalmeno quinquennale di rendicontazione supporto tecnico/amministrativo maturata in attività svolte presso Enti pubblici o Privati in programmazione, progettazione, e conoscenza di programmi e progetti cofinanziati da fondi comunitari. Competenze ed Esperienze Professionali di Carattere Generrle: Analisí economica aziendale nelle varie componenti operative, contabili, analisi di bilancio, oc:upazionale, ecc.; rendicontazione programmi complessi nazionali e/o europei. PROFILO F N.2 (due)"espertijunior di attività di supporto legole" con larrrea in materie legali e con qualificata esperienzalmeno quínquennale di supporto legale e tecnicrc/amministrativo maturata in attività svolte presso Enti pubblici o Privatin materia ambientale/o r nergetica. Competenze ed Esperienze Professionali di Carattere G'tnerale: Legislazione ambientale ed energetica; gestione di contenziosi; supporto gestionale amnrinistrativo.

12 PROFILO G N' 1 (uno)"esperto iunior informatico" con laurea specialistica/magistrale e qualificata esperienza almeno quinquennale in pro8ettazione crm e web site multi ambiente e multipiattaforma joomla, (php, ecc), progettazione e programmazione e gestione di ambienti di rete, manutenzione HW- SW. Competenze ed Esperienze Professionali di carattere Generale: progettazione e gestione ambienti crm e amministrazione di database; implementazione siti web; gestione e amministrazione di reti, con specifico riferimento ai sistemi di sicurezza, inventariazione delle risorse, segmentazione; sviluppo di applicativi di gestione di databaseterogenei. Art. 1- Commissione di valutazione e procedura di selezione La Commissione di Valutazione per la selezione degli esperti, di cui al presente Avviso, è nominata con Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento 5 - Attività produttive, e sarà composta da 3 dipendenti in forza presso il medesimo Dipartimento, di cui almeno uno di qualifica dirigenziale, avente le funzioni di Presidente;un funzíonario, dei 2 restanti, svolgerà le funzioni di segretarioltre che dicomponente. All'accertamento del reale possesso della specifica esperienza professionale prescritta dal presente Avviso di selezíone provvede la Commissione di Valutazione che, dapprima, acquisite le domande di partecipazione pervenute da parte del Responsabile del Procedimento - e previa sottoscrizione delle díchiarazioni di insussistenza di condizioni di incompatibilità, provvederà a verificare la sussistenza dei requisiti di ammissione alla procedura di selezione. A seguire, la Commissione di Valutazione. procederà ad esaminare i curricula allegati alle singole domande di partecipazione, e quindi ad accertare la specifica esperienza professionale richíest all'art. 3. La procedura di selezione in esame, ed in particolare l'attività di valutazione delle candidature presentate, considerata la peculiare tipologia di ambito professionale di cui necessita I'Amministrazione Regionale, si compone di 2 (due) fasi: - La prima è riferita all'attribuzione di un punteggio ai titoli, alle competenze alle esperienze in possesso di ogni candidato, secondo la griglia riportata nel successivo art. 5; - La seconda concerne la verifica della sussistenza dell'esperienza professionale richiesta al candidato, descritta nei curricula allegati alle domande, da effettuarsi con colloquio, di cui al successivo art. 6. La valutazione dei candidati viene effettuata, per ogni profilo professionale, attribuendo un punteggio totale di 100 punti, di cui: - 60 punti, per la valutazione dei titoli professionali e dell'esperienza professionale maturata; - 40 punti, per il colloquio. I curricuf um analizzati, saranno ordinati quindi, dalla Commissione di Valutazione, in relazione al punteggio ottenuto secondo i parametri della griglia di valutazione trasmessi al responsabile del procedimento per la successiva convocazione al colloquio dei candidati risultati idonei. Saranno ammessi al colloquio i primi 5 qualificati per ogni graduatoria (10 per il profilo,,f,,) e, comunque, esclusivamente coloro che avranno riportato un punteggio nella valutazione dei titoli professionali e dell'esperienza professionale maturata almeno pari a 30. ll candidato che, per ciascun profilo, riporta il punteggio maggiore, e superiore o pari a 60, risulterà vincitore della selezione in esame.

13 L'esito dei colloqui, unitamente al punteggio ottenuto nella valutazione dei titoli, ovvero la graduatoria formale dei punteggi dei candidati, sarà trasmesso a cura della Commissione di Valutazione alla Direzione Generale per I'emanazione dell'atto finale ovvero I'approvazione della graduatoria che, sarà resa nota anche sull'homepage della Regione Calabria nonché sul portale te matico de I Dipa rtimento Attività Produttive www. regione.ce'abria.it/svil uppo. Art..2 - Valutazione dei tirlpli L'analisi del Curriculum Vitae ovvero del possesso dei titoli rivi descritti verrà effettuata tenendo conto dei seguenti criteri a cui sono associati i relativi punteggi ll punteggio massimo conseguibile nella fase do valutazione c ei titoli professionali e dell'esperienza professionale maturata è pari a 60 punti. Saranno ammessi I colloquio esclusivamente coloro che avranno riportato un punteggio almeno parí a 40. Titoli valutabili Punti Diplomidi Laurea Max Punti3 fino a 105 punti 1 Voto di laurea Compreso tra 106 e 110 Dunti 2 Pariall0elode punti 3 Titoli Accademici Max Punti 7 Dottorati di ricerca conseguiti presso università Italiane o estere, coerenti con l'oggetto della punti 2 selezione Master di almeno 1 anno svolti pres:io le Università pubbliche Conseguimento e/o enti privati, accreditati, coerenticon dottorato/master l'oggetto della selezionl!. Le attività di docenza svolte a livello universita'io o presso punti Master di primo 5 e secondo livello,or vero le attività di formazione on job di pers, rnale pubblico e/o privato potranno esser I valutate come partecipazione ai singoli mast,:r. Titoli ed Esperienza Prol 'essionali Max Punti50 Valutazione quanti/qualitativa sulla case delle Esperienza attività/coerenza e ruolo svolto nel:;ettore professiona le maturata professiona le d i specia I i zzazione, co J r pa rticola re nelsettore di rilevanza per max punti 2O le capacità di coordinamento e specializzazione direzione digruppi di lavoro e ai rapporticon le Pubbliche amministrazioni. Valutazione quanti/qualitativa sulla base delle attività/coerenza ESpenenza e ruolo svolto nell'area professionale professionale d i specia li zzazione con pa rtico maturata la re rilevanza nell'area in merito alla di differenziazione delle esperienze maturate (attività specializzazione di stuci, ricerche, programmazione, pianificazione, vah rtazione max punti 20 assistenza tecnica) Abilitazioni Abilitazioni professionali/iscrizioni in albi punti 1 per ogni a bilitazione/iscrizione

14 Pubblicazioni Lingua straniera Titoli Valutabili Articoli su riviste, saggi, monografie, ecc. Sono valutati i diplomi/attestati relativi a corsi svolti nell'ambito di programmi distudicon durata di almeno cinque mesi. Punti (fino a max punti 2) punti L per ogni pubblicazione (fino a max punti6) punti 2 Art. 3 - Colloquio ll colloquio riguarderà specifici approfondimenti reiativi alle esperienze pregressed alle conoscenze maturate nel settore di interesse, comprovate da quanto descritto nel curriculum vitae a corredo della domanda di partecipazione. Veríficherà inoltre l'effettivo livello di conoscenza della lingua straniera indicata. La commissione dispone dí40 punti per la valutazione del colloquio. La prova non si svorge nei giorni festivi e in quelri di festività rerigiose. Art. 4 - Formazione della graduatoria sulla base dell'esito delle procedure di cui agli artt. 4, s e 6,la commissione cji valutazione formula la graduatoria finale dei punteggidei candidati, che trasmette alla Direzione Generale. ll Dirigente Generale del Dipartimento Attività Produttive, con proprio Decreto, prende atto dei lavori della commissione di Valutazioned approva la graduatoria di merito dichiarando il vincitore della selezione del profilo professionale ricercato. si potrà dar corso alla selezione anche in presenza di una sola domanda valida. Art' 5 - Modalità e terminidi presentazione delta domanda di partecipazione L'istanza di partecipazione, redatta in carta semplice, secondo lo schema riportato in allegato, deve essere proposta e indirizzata: Regione Calabria Dipartimento Attività produttive Viale Cassiodoro, pal. Europa CATANZARO c.a. Responsabile del procedimento, arch. Franco prampolini con invio mediante raccomandata con avviso di ricevimento indicando sulla busta la dicitura: "selezione di n. 8 esperti per il progrommo di Assistenzo Tecnica pot Energio. profilo NON APRIRE" Nella domanda di partecipazione, da redigere secondo il format allegato al presente Avviso, il candidato deve dichiarare: 1'. cognome e nome, data e ruogo di nascita e codice fiscare: ìh ri

15 2. residenza, indirizzo e recapito di posta elettronica e posta elettronica certificata presso cui inviare le eventuali comunicazioni, nonché il numero telefo,lico; Deve dichiarare, altresì, il Profilo Professionale per il qualejintende concorrere, secondo quanto specificato nell'art. 3 e di possedere alla data di presentazione,lella domanda di partecipazione tutti i requisiti di cui all'art. 3 del presente Avviso All'istanza per la candidatura deve essere allegato curriculum formativo e professionale, in formato europeo, dal quale si evincano i titoli e le esperienze professic nali (breve descrizione delle mansioni svolte e durata dell'incarico) richiestidal presente Avviso. La domanda di partecipazione, nonché il curriculum formetivo e professionale, devono essere sottoscritti con firma per esteso e autocertificati ai sensi degli afrtt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 con espressa dichiarazione essere consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni mendaci, ai sensi defl'art. 76 del D.P.R. n. 445/2OOO. Le sottoscrizioni di cui al punto precedente sono presentate unitamente a copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del candidato aisensi dell'art.38 del D.P.R. n. 445/2OOO. L'istanza, da presentare esclusivamente a mezzo posta secondo quanto innanzi indicato, deve essere inviata entro e non oltre il termine di 15 giorni dalla data di pubblicazione del Awiso nel B.U.R. Calabria. È possibile presentare domanda per uno solo dei profilisopra irdicati Non saranno prese in considerazione le domande spedite oltrrl il termine indicato. Farà fede la data del timbro dell'ufficio postale accettante.. Qualora iltermine venga a scadere il giorno festivo si intenderà prorogato al primo giorno non festivo immediatamente seguente. Ai sensi del D.lgs n. 196/2003, i dati forniti dai candidati : ono raccolti in archivio cartaceo ed informatico presso la Regione Galabria - Dipartimento Attività Produttive, per le finalità di gestione dell'avviso e saranno trattati anche successivamente all'eventuale instaurazione dei rapporto di lavoro per le finalità inerenti la gestione del rapporto medesim,:. La dichiarazione di consapevolezza che i propri dati personali saranno trattati nell'ambito della procedura e per le finalità di cui al presente Avviso pubblico, è requisito di ammissione ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena I'esclusione dalla procedura di selezione. ll candidato dovrà specificare il Profilo per il quale intende partecipare. È consentita la presentazione della domanda per un solo profilo. Art. 5 -Trattamento economico e qormativo ll rapporto giuridico - economico tra la Regione Calabria e gli es:ertivincitori della presente selezione è regolato sulla base della posizione fiscale/contributiva ci questi ultimi, mediante il ricorso all'istituto della collaborazione coordinata e continuativa oweril all'incarico individuale di,consulenza professionale. L'incarico di che trattasi ha specifico carattere professionale e ;arà conferito ai sensi degli artt.2229 e ss C.C., pertanto, senza alcun vincolo di subordinazione. ll rapporto giuridico - economico avrà durata congruente cc n le attività previste nel Piano delle Attività per le diverse figure professionali, e si concluderà ind cativamente il 30 giugno 20L5. Potrà essere eventualmente prorogato, ma in ogni caso entr(,itempi di ultimazione del POl. 10

16 L'Amministrazione rinvia all'esito della procedura di selezione la definizione delle condizioni contrattuali che, in ogni caso, saranno commisurate: 1) al profilo professionale; 2\ all'impegno richiesto e definito nel contratto di consulenza professionale tra la Committente Amministrazione Regionale I'Esperto selezionato, il cui schema contrattuale sarà approvato unitamente al decreto diapprovazione della graduatoria finale. Ad ogni modo, per il compenso da corrispondere al professionista selezionato, si fa riferimento alla circofare del Ministero Economia e Finanze prot. n del26/1'1'1'2003; Le risorse finanziarie per le eventuali spese di viaggio, vitto è alloggio autorizzate dal Dirigente Responsabile sono rimborsate a seguito della presentazione dei relativi giustificativi in conformità alla normativa vigente. Lo spostamento dal luogo di residenzal luogo di lavoro non darà luogo ad indennità alcuna. Art. 7 - Responsabile del procedimento Aisensi della legge n.241/9o e s.m.i. il Responsabíle del Procedimento del presente Avviso è l'arch. Franco Prampolini, Dirigente del Settore Politiche Energetiche, Attività estrattive e Risorse geotermiche del Dipartimento 5 Attività Produttive - Viale Cassiodoro, Pal. Europa, S. Maria Catanzaro, tel. 0961/856309, fax. 0961/85xxxx PEC settore2.attivita prod ll Responsabile del Procedimento, oltre agli adempimenti previsti ai precedenti articoli del presente Awiso, procede alla verifica del possesso dei requisiti di ammissione dichiarati dai concorrenti una volta ultimata la procedura di selezione prima della stipulazione del contratto con il vincitore. Ove non dovessero sussistere le condizioni richieste per la partecipazione de quo da parte del candidato collocatosi in prima posizione ovvero vincitore della selezione in esame, per ciascun profilo professionale; si procede all'esclusione automatica dalla selezione ed allo scorrimento della graduatoria. Art. I - Pubblicità Al fine di garantire trasparenza e pari opportunità di accesso ai potenziali interessati, il presente Avviso è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Calabria; nella Sezione in "Evidenza" della home page del sito istituzionale della Regione Calabria wurw.regiong*c.plabrig.it; nella home page del portale tematico del Dipartimento 5 - Attività Produttive; wwwjegione.calabr!e.it/svilupgo;!f ii iii Art. 9 - Disposizioni finali e procedure di ricorso Per quanto non previsto dal presente Avviso Pubblico, si applicano le disposizioni previste dalla normativa nazionale regionale vigente. L'Amministrazione Regionale si riserva - ove necessariod opportuno - di impartire ulteriori disposizioni e istruzioni a seguito dell'emanazione di nuove normative comunitarie, nazionali e regionali. L'Amministrazione Regionale si riserva la facoltà insindacabile di revocare, sospendere o prorogare il presente Awiso Pubblico, di non procedere alla stipulazione dei contratti e di indire nuova selezione, senza che alcuno possa vantare diritti, interessi o aspettative.,él 11

17 Avverso il presente Avviso pubblico e contro ogni atto ad essolpresupposto, connesso e conseguente è ammessa tutela innanzi al Tribunale lmmin'rstrativo Region: le per la Calabria entro 60 giorni dalla piena conoscenza ed è proponibile ricorso straordinario avan:i il Presidente della Repubblica entro 120 giorni. i, i t, 72

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ISTITUTO NSUROLÓCIC* CARLO BESTA REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' Fond*eione I.R.C.C.S. l*tituto Heumlogica Carlo Besta Vi'r Ceior"ra i Ì,?*i;3

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

l attuazione della YEI, devono impegnare le risorse per i giovani nel primo biennio di programmazione (2014-2015), in coerenza con le disposizioni di

l attuazione della YEI, devono impegnare le risorse per i giovani nel primo biennio di programmazione (2014-2015), in coerenza con le disposizioni di AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI ATTUATORI DI TIROCINI EXTRACURRICULARI, ANCHE IN MOBILITÀ INTERREGIONALE ATTRAVERSO L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI NELLA REGIONE SICILIANA

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato IL DIRETTORE GENERALE Premesso che: Puglia Sviluppo S.p.A. è

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria nominato

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO Direzione centrale lavoro, formazione, commercio e pari opportunità Servizio programmazione e gestione interventi formativi

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI

MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI FSE 2007-2013 A cura della Direzione Istruzione Formazione Professionale Lavoro Allegato a alla dd. n. 608 del

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Ufficio per il servizio civile nazionale Bando per la selezione di n.18.793 volontari da impiegare in progetti

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 23 aprile 2014, n. G06045 POR FESR LAZIO 2007-2013 ASSE I - Attività I.1 "Potenziamento e messa

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Bando per la selezione di 1.526 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

IlMinistro per i Beni e le Attività Culturali

IlMinistro per i Beni e le Attività Culturali VISTO l articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 26 novembre

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

IL RESPONSABILE RENDE NOTO. Art. 1 Oggetto dell'avviso

IL RESPONSABILE RENDE NOTO. Art. 1 Oggetto dell'avviso AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA UTILIZZARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ESTERNI DI PATROCINIO E DIFESA DEL COMUNE DI BACOLI IL RESPONSABILE Vista la deliberazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 159 Speciale (Attività Formative) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA: STRUTTURA SEMPLICE Gestione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli