Italia 2003 SpencerStuart Board Index. Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Italia 2003 SpencerStuart Board Index. Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane"

Transcript

1 Italia 2003 SpencerStuart Board Index Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane

2 Italia 2003 SpencerStuart Board Index Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane

3 SpencerStuart e la Corporate Governance Fondata nel 1956, Spencer Stuart è oggi una delle prime società a livello mondiale nella ricerca dei dirigenti d azienda, con circa 300 consulenti operanti in più di 50 uffici, situati in 25 Paesi. Ogni anno svolgiamo nel mondo oltre 4500 ricerche di dirigenti di alto livello per conto di società che vanno dalla media azienda alla grande multinazionale. Spencer Stuart Board Services è una practice creata per aiutare le aziende a scegliere i d Amministrazione esterni e per fornire consulenza ai responsabili delle aziende sui temi che riguardano la Corporate Governance. Spencer Stuart, leader mondiale nella ricerca dei di Amministrazione, conduce ogni anno 400 ricerche in questo specifico settore negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altri Paesi in Europa, America, Asia, Australia e Sud Africa. Queste ricerche possono riguardare anche di nazionalità diversa da quella delle società che ci affidano l incarico. Spencer Stuart assiste inoltre le aziende nella costituzione di Comitati Consultivi Internazionali (International Advisory Boards). I nostri clienti sono sia società con Consigli di Amministrazione consolidati che società in sviluppo, che nominano per la prima volta il proprio Consiglio di Amministrazione. Da alcuni anni Spencer Stuart riveste un ruolo attivo nel campo della Corporate Governance, talvolta in collaborazione con altre primarie istituzioni: pubblicando, in dodici Paesi, lo SpencerStuart Board Index; organizzando periodicamente dei seminari per i d Amministrazione, con la Wharton University negli Stati Uniti, con la London Business School in Gran Bretagna e con la SDA Bocconi in Italia. Essi hanno lo scopo di formare gli Amministratori ed aiutarli ad accrescere il proprio contributo ai Consigli di cui fanno parte; sponsorizzando la Conferenza Annuale sulla Corporate Governance organizzata dalla J.L. Kellogg Graduate School of Management, presso la Northwestern University; partecipando alla pubblicazione della rivista trimestrale americana Directors & Boards ; redigendo numerosi articoli e pubblicazioni; partecipando a conferenze, seminari ed altri eventi. SpencerStuart Italia Via Visconti di Modrone, 12 Via Atanasio Kircher, , Milano 00197, Roma Tel Tel Fax Fax

4 Sommario 4 pag. Introduzione 5 Consigli di Amministrazione 8 Dimensione del Consiglio di Amministrazione Esecutivi non Esecutivi 9 10 di nuova nomina 12 non italiani 13 Donna Durata del mandato 14 Limite d età Età media 15 Numero medio annuo di riunioni Durata delle riunioni 16 Compensi del Consiglio di Amministrazione 17 Emolumento del Emolumento del Vicepresidente Emolumento dell Amministratore Delegato 18 Emolumento dei che partecipano al Comitato Esecutivo 19 Emolumento dei che non fanno parte del Comitato Esecutivo Emolumento del del Collegio Sindacale Emolumento dei Sindaci 20 Emolumenti delle varie posizioni nei segmenti considerati Azioni possedute da non italiani 21 Corporate Governance 22 Stock option e azionariato dei dipendenti 23 Stock option e azionariato dei 24 I Consigli di Amministrazione delle Società partecipanti 25 Comitati 52 Natura dei Comitati Comitato Esecutivo Dimensione del Comitato Esecutivo 53 Età media dei componenti del Comitato Esecutivo Numero medio delle riunioni del Comitato Esecutivo 54 Comitato di Controllo Dimensione del Comitato di Controllo Numero di nel Comitato di Controllo 55 Numero medio delle riunioni del Comitato di Controllo Comitato di Remunerazione Dimensione del Comitato di Remunerazione 56 Numero di nel Comitato di Remunerazione 57 Numero medio delle riunioni del Comitato di Remunerazione Altri Comitati I Comitati nelle società neo quotate e quotande 59 I Comitati delle società partecipanti 61 Uffici SpencerStuart 76 Introduzione Il Board Index Italia, giunto ora all ottava edizione, riporta i risultati dell indagine che dal 1996 svolgiamo annualmente sui Consigli di Amministrazione delle maggiori aziende italiane. Analoghe ricerche sono pubblicate ogni anno dalle nostre consociate dei principali Paesi industriali. La percentuale delle risposte all indagine, che si riferisce ai dati dei bilanci approvati nel 2003, è risultata anche quest anno particolarmente elevata. Ci siamo rivolti alle seguenti categorie di aziende: 53 società Mib30 Midex, dalle quali abbiamo ricevuto 49 risposte, 39 STAR, che hanno fornito 32 risposte, altre 39 società quotate che alla data del 25 luglio 2003 avevano una capitalizzazione superiore a 250 milioni di Euro, ricevendo 38 risposte, nonché 14 quotate al Nuovo Mercato che alla stessa data avevano una capitalizzazione superiore a 100 milioni di Euro, ottenendo tutte le risposte. In totale su 145 società interpellate, 133 hanno risposto, con una partecipazione del 92%. Hanno inoltre risposto al nostro questionario 3 società non quotate di grandi dimensioni, mentre di nostra iniziativa abbiamo aggiunto una grande società quotata, i cui dati abbiamo desunto per quanto possibile dalle relazioni di bilancio. In totale sono pertanto 137 le società del Board Index. Nella presentazione dei dati abbiamo distinto i vari segmenti di società considerate, per cui ne risulta a nostro avviso un interessante quadro di analisi sul funzionamento del Consiglio di Amministrazione nelle maggiori aziende italiane. Per arricchire ulteriormente il confronto abbiamo infine raccolto le informazioni da 4 società che al momento dello svolgimento dell indagine erano neo quotate e da 23 società quotande (17 di Borsa e 6 del Nuovo Mercato). Dall analisi delle informazioni contenute nel Board Index e dal confronto con quelle degli anni precedenti si possono identificare le seguenti tendenze: mentre la dimensione media dei Consigli è rimasta stabile negli ultimi anni, è cresciuta la proporzione dei. Su 11,4 in totale, i non Esecutivi sono 8,8 e di essi 5,5 sono, rappresentando quasi la metà del Consiglio. Tale incidenza si avvicina al 60% nelle aziende Mib30 Midex, dove gli sono 8 su società del Board Index hanno parzialmente rinnovato il proprio Consiglio 5

5 nell ultimo anno. Sul totale dei 1566 considerati nella nostra indagine, 239, pari al 15%, sono nuovi e nella misura del 70% sono andati ad ingrossare le fila dei. Ciò sembra essere un effetto delle disposizioni del Codice di Autodisciplina, che richiede un numero adeguato di nel Consiglio. Si tratta di un processo che dovrebbe contribuire a migliorare il comportamento e la trasparenza dei Consigli, purché non venga frustrato da dichiarazioni di indipendenza dei formalmente rispondenti ai criteri del Codice di Autodisciplina, ma nella sostanza coprenti situazioni di condiscendenza o addirittura di connivenza nei confronti di gestioni scorrette, come è accaduto nei recenti scandali che hanno scosso il mondo finanziario. L adozione del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana è ormai un fatto generalizzato, che coinvolge il 93% delle aziende del Board Index, percentuale che sale al 96% se si considerano le adozioni parziali e di codice proprio. Diretta conseguenza di ciò è un altrettanto elevata presenza dei Comitati di Controllo e di Remunerazione. I non italiani sono in aumento, essendo presenti nel 38% delle aziende del Bord Index, rispetto al 31% del Analogamente stanno crescendo, sia pur di poco, i donna, che sono presenti nel 28% delle aziende considerate. In questo caso risulta meno facile trovare una spiegazione logica, visto che questi compensi dovrebbero essere maggiormente legati all andamento del valore delle aziende, che in generale non sembra essere cresciuto molto negli ultimi tempi. I programmi di stock option e, più in generale, l adozione di condizioni di favore per l acquisto di azioni da parte dei dipendenti sono stati applicati dal 38% delle aziende del Board Index, in aumento rispetto al 34% del Tale percentuale sale al 43% nelle aziende Mib30 Midex e al 50% in quelle del Nuovo Mercato. Si tratta di un segnale che conferma l attesa di una ripresa della crescita del mercato borsistico. Nel questionario di quest anno avevamo anche inserito una domanda sull esistenza di processi formali di valutazione del funzionamento del Consiglio, una pratica che va diffondendosi nelle aziende anglosassoni e rientra nei nuovi requisiti per la quotazione stabiliti dalla SEC per gli Stati Uniti. Dalle risposte risulta che si tratta di un sistema non ancora applicato nel nostro Paese. Da parte nostra continueremo a verificarne l applicazione perché siamo convinti che si tratti di uno strumento importante per migliorare il comportamento del Consiglio e documentarne l operato nei confronti degli azionisti. società, rispetto al 26% di due anni fa. Sul totale dei gli stranieri rappresentano il 7%, mentre le donne sono il 3%. Bruno Colombo Il compenso medio dei non Esecutivi è rimasto praticamente invariato nell ultimo anno, situandosi a Euro. Esso è aumentato del 10% rispetto al 2001, quando era pari a Euro. Nel frattempo risulta maggiore il lavoro e la responsabilità dei, che in media sono impegnati in 10 riunioni all anno di circa 2 ore e mezza l una, oltre ai tempi di documentazione e preparazione. Per quanto riguarda i Esecutivi, ed in particolare i Presidenti e gli Amministratori Delegati, i compensi presentano un aumento più significativo negli ultimi tre anni, essendo passati rispettivamente da e Euro del 2001 a e Euro nel Come si vede dalle analisi del Board Index, gli aumenti si sono verificati in quasi tutte le categorie di 6 7

6 8 CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE Dimensione del Consiglio di Amministrazione Nelle 137 società dell Osservatorio la dimensione del Consiglio di Amministrazione varia da un minimo di 3 ad un massimo di 25 componenti. Il numero medio dei risulta pari a 11,4, valore in leggera crescita rispetto ai due anni passati (11,3 nel 2002 e 11,2 nel 2001). Nella tabella seguente abbiamo riportato i dati relativi alle varie categorie di società dell Osservatorio, nonché quelli delle società neo quotate e quotande. Si riconferma anche quest anno la maggiore dimensione dei Consigli delle società Mib30 Midex e Altre quotate rispetto a quelle degli altri segmenti considerati. Numero minimo Numero massimo Numero medio Segmento Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato Non quotate Neo quotate Quotande Esecutivi (delegati o che ricoprono funzioni direttive nella società) Delle 134 aziende dell Osservatorio che hanno fornito informazioni su questo argomento, il 95,5% ha Esecutivi, cioè delegati o che ricoprono funzioni direttive nella società. Il corrispondente valore riscontrato nel 2002 era 94,8%. Il loro numero varia da 1 a 8. Il numero medio dei Esecutivi è di 2,6, valore in progressiva leggera diminuzione rispetto al 2,7 del 2002 e 2001 e al 2,9 del società quotate dell Osservatorio, di cui 5 Istituti di Credito e 1 Compagnia Assicurativa, riferiscono di non avere alcun Consigliere Esecutivo nell ambito del Consiglio di Amministrazione. Nessuna fra le aziende rispondenti presenta un Consiglio costituito esclusivamente da Esecutivi. Numero minimo Numero massimo Numero medio Segmento Esecutivi Esecutivi Esecutivi Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato Non quotate Neo quotate Quotande non Esecutivi (senza delega né funzioni direttive) Tutte le 134 aziende dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione hanno non Esecutivi, ossia senza delega nè funzioni direttive all interno della società o del Gruppo di appartenenza. Il loro numero varia da 1 a 23. La media del numero dei non Esecutivi è pari a 8,8, valore leggermente in crescita rispetto all 8,5 dello scorso anno. In 6 aziende dell Osservatorio (di cui 5 Istituti di Credito e 1 Compagnia Assicurativa) il Consiglio di Amministrazione è composto interamente da non Esecutivi. La distribuzione dei non Esecutivi nelle società dell Osservatorio può essere così sintetizzata: Il 70,1% delle società ha fino a 10 non Esecutivi; Il restante 29,9 % ne ha oltre 10. Come già considerato a proposito del numero totale dei componenti, il numero medio di non Esecutivi è più alto nelle maggiori aziende, mentre esso diminuisce sensibilmente nel segmento STAR e nel Nuovo Mercato. 9

7 Numero minimo Numero massimo Numero medio Segmento non Esecutivi non Esecutivi non Esecutivi Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato Non quotate Neo quotate Quotande Aziende che hanno Segmento Mib 30 Midex 100% STAR 100% Altre quotate 92% Nuovo Mercato 93% Neo quotate 100% Quotande 74% Tra le società dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione quelle appartenenti ai segmenti Mib30 Midex e Altre quotate presentano il più alto Secondo la definizione del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana sono i non Esecutivi che: a) non intrattengono, direttamente, indirettamente o per conto di terzi, né hanno di recente intrattenuto, relazioni economiche con la società, con le sue controllate, con gli amministratori esecutivi, con l azionista o gruppo di azionisti che controllano la società, di rilevanza tale da condizionarne l autonomia di giudizio; b) non sono titolari, direttamente, indirettamente, o per conto di terzi, di partecipazioni azionarie di entità tale da permettere loro di esercitare il controllo o un influenza notevole sulla società, né partecipano a patti parasociali per il controllo della società stessa; c) non sono stretti familiari di amministratori esecutivi della società o di soggetti che si trovino nelle situazioni indicate alle precedenti lettere a) e b). Delle 129 aziende dell Osservatorio che hanno fornito informazioni su questo argomento, il 96,9% ha, come lo scorso anno. Il loro numero varia da 1 a 23. Il numero medio dei è di 5,5, valore identico a quello riscontrato nel 2002 e in linea con il 5,4 del aziende dell Osservatorio, tutte Istituti di Credito, presentano un Consiglio costituito esclusivamente da. 10 numero medio di (rispettivamente 8 e 5). Significativa è anche la presenza dei nelle aziende neo quotate (5), mentre essa è decisamente inferiore nelle società dei segmenti STAR e Nuovo Mercato (3 in entrambi i casi). Numero minimo Numero massimo Numero medio Segmento Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato Neo quotate Quotande La tabella seguente evidenzia, infine, l incidenza media del numero dei sul totale dei componenti del Consiglio nei diversi segmenti considerati. Segmento Incidenza media dei Mib 30 Midex 57% STAR 33% Altre quotate 45% Nuovo Mercato 33% Neo quotate 55% Quotande 37% 11

8 12 di nuova nomina Delle 123 società dell Osservatorio che hanno fornito questo dato, 78 aziende, pari al 63,4%, dichiarano di avere nominato nuovi nel corso dell ultimo esercizio. L inserimento di nuovi risulta più elevato nelle aziende della categoria Mib30 Midex, come evidenziato dalla seguente tabella. Aziende che hanno Segmento di nuova nomina Mib 30 Midex 70% STAR 60% Altre quotate 63% Nuovo Mercato 54% Neo quotate 50% Quotande 70% Il numero dei di nuova nomina varia da 1 a 20, mentre il numero medio è pari a 3,1. La tabella che segue mette a confronto l incidenza media dei di nuova nomina sul numero medio dei componenti del Consiglio nelle diverse tipologie di aziende che hanno fornito questa informazione. Numero medio Numero medio Incidenza media dei Segmento di nuova nomina di nuova nomina Mib 30 Midex % STAR % Altre quotate % Nuovo Mercato % Neo quotate % Quotande % Il numero dei varia da 1 a 19, con una media pari a 2,2. Riportiamo nella tabella seguente, per segmento di azienda, l incidenza dei sul numero medio dei di nuova nomina. Numero medio Numero medio Incidenza media dei Segmento di nuova nomina di nuova nomina Mib 30 Midex % STAR % Altre quotate % Nuovo Mercato % Neo quotate % Quotande % non italiani Delle 130 società dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione, il 37,7% ha dei stranieri. Rileviamo un progressivo incremento negli ultimi 3 anni di tale valore, che era del 33,8% nel 2002 e del 30,8% nel I stranieri rappresentano il 6,9% del totale dei delle Società dell Osservatorio. Anche questo valore risulta in leggero e costante aumento negli ultimi 3 anni, essendo stato del 6,7% nel 2002 e 6,4% nel Il numero dei stranieri all interno dei Consigli di Amministrazione nei quali sono presenti varia da 1 a 6, con una media pari a 2,2. Come lo scorso anno, la nazionalità più rappresentata è quella tedesca, per un totale di 25, seguita da quella francese, per un totale di 24; seguono poi Spagna (10), Svizzera e Inghilterra (9). La percentuale di società neo quotate e quotande che hanno stranieri è del 20%, valore in crescita rispetto al corrispondente dato dello scorso anno (12,5%). Il numero medio di stranieri nei Consigli di Amministrazione delle società neo quotate e quotande dove essi sono presenti è di 1,2, valore decisamente inferiore a quello delle aziende dell Osservatorio (2,2) e al corrispondente valore emerso lo scorso anno (2,3). Donna Delle 130 società dell Osservatorio che hanno fornito questa risposta, il 27,7% ha dei donna, valore superiore a quello rilevato nel 2002 (26,9%) e nel 2001 (26,5%). Esse sono in totale 51 e rap- 13

9 presentano il 3,2% del totale dei, con un aumento rispetto al dato emerso lo scorso anno (2,9%). Nei Consigli in cui sono presenti le donne, il corrispondente numero varia da 1 a 4. Il numero medio dei donna presenta un leggero e progressivo incremento negli ultimi tre anni, passando da 1,25 del 2001 a 1,28 del 2002 a 1,42 del Le 25 società neo quotate e quotande che hanno fornito questa informazione hanno donna nella misura del 48%, valore superiore a quello riscontrato nel 2002 (30,8%) e significativamente maggiore del corrispondente dato emerso per le società dell Osservatorio. Esse rappresentano il 7,1% del totale dei (contro il 3,2% delle aziende dell Osservatorio). Il corrispondente valore rilevato l anno scorso era 3,7%. Durata del mandato Nelle 134 società dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione il mandato del Consiglio di Amministrazione ha una durata contenuta nei 3 anni previsti dal Codice Civile (art. 2383). Nel 96,3% di esse la durata del mandato corrisponde al limite massimo dei 3 anni. Le uniche eccezioni sono rappresentate da una società del segmento Mib30 Midex e da un altra quotata che prevedono la durata di 1 anno. Due aziende STAR rinnovano il proprio mandato rispettivamente fino a 4 e 5 anni e un accomandita per azioni prevede che i soci siano accomandatari senza scadenza. Anche nelle aziende neo quotate e quotande la durata del mandato è fissata in 3 anni nella maggioranza dei casi (92,6%). Le eccezioni sono rappresentate in questo settore da una società quotanda in Borsa, il cui mandato dura 2 anni, e un azienda quotanda nel Nuovo Mercato che rinnova il mandato fino a 5 anni. Età media Nelle 134 società dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione, l età media dei varia da 40 a 67 anni, con una media generale di 56,2 anni, valore sostanzialmente allineato a quello degli scorsi anni (56,5 nel 2002 e 56,2 nel 2001). Il numero dei Consigli di Amministrazione la cui età media non supera i 60 anni presenta un progressivo aumento di anno in anno, risultando pari quest anno all 84,3% delle società considerate, contro l 82,8% del 2002 e l 81,1% del È invece ulteriormente diminuita la percentuale di società il cui Consiglio ha un età media inferiore a 50 anni. Si è infatti passati dall 11% del 2001 al 10% del 2002 al 9,7% del La tabella seguente mette in evidenza le significative differenze nell età media dei nelle diverse categorie di società del Board Index. Come si vede, il segmento di aziende che comprende i Consigli più giovani è anche quest anno il Nuovo Mercato, seppure l età media aumenti, anche se leggermente, di anno in anno (50,4 anni contro 50,1 nel 2002 e 48,3 nel 2001). Segmento Età media dei Mib 30 Midex 57,9 STAR 54,9 Altre quotate 57,7 Nuovo Mercato 50,4 Non quotate 50,7 Neo quotate 57,2 Quotande 52,4 Limite d età Come lo scorso anno, soltanto 4 società dell Osservatorio prevedono un limite d età per i propri, che è pari a 80 anni per due società appartenenti al segmento Mib30 Midex, a 75 anni per un altra sempre del segmento Mib30 Midex e a 70 anni per un altra azienda quotata. Nessuna fra le società STAR, Nuovo Mercato, non quotate, neo quotate e quotande prevede un limite d età per i componenti del Consiglio. 14 Numero medio annuo di riunioni Nelle 134 società dell Osservatorio che hanno fornito questa risposta, il numero di riunioni annue del Consiglio varia da 1 a 32. Il numero medio delle riunioni del Consiglio risulta pari a 10, valore sostanzialmente in linea con il corrispondente dato emerso negli ultimi due anni (9,8 nel 2002 e 10 nel 2001). 15

10 La tabella seguente mette a confronto il numero medio di riunioni annue nelle diverse tipologie di aziende considerate con i corrispondenti dati emersi lo scorso anno. Numero medio di riunioni Numero medio di riunioni Segmento annue annue nel 2002 Mib 30 Midex STAR 9 8 Altre quotate 9 10 Nuovo Mercato 8 7 Non quotate 4 7 Neo quotate Quotande Durata delle riunioni Nelle 132 società dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione, la durata media delle riunioni del Consiglio di Amministrazione varia da un minimo di 45 minuti ad un massimo di 6 ore. Anche la media generale, pari a 2 ore e 17 minuti, risulta uguale a quella del 2002 (2 ore e 20 minuti). Come lo scorso anno, le società rispondenti appartenenti al segmento Mib30 Midex presentano la durata media delle riunioni del Consiglio di Amministrazione più elevata (155 minuti), mentre la durata media più bassa si verifica nelle aziende non quotate (98 minuti). Le società del Nuovo Mercato e le neo quotate sono quelle che quest anno hanno maggiormente aumentato la durata delle riunioni, come risulta dalla tabella che segue. Durata media delle riunioni Variazioni rispetto al 2002 Segmento (minuti) (minuti) Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato Non quotate 98 7 Neo quotate Quotande Compensi del Consiglio di Amministrazione Per quanto riguarda le società quotate, i dati relativi ai compensi dei componenti del Consiglio di Amministrazione sono stati desunti, come già per i quattro anni passati, dalle tabelle riportate nei bilanci o nei prospetti di collocamento, come previsto dalla delibera CONSOB del 1998, aggiornata nel Maggio Per quanto concerne invece le altre società, le informazioni relative agli emolumenti sono state fornite direttamente dalle società stesse. Si conferma anche quest anno una grande dispersione dei valori rilevati. Nel calcolare le medie dei compensi relativi alle varie posizioni esaminate abbiamo ritenuto opportuno non considerare i casi estremi minimi e massimi. Emolumento del Nelle 129 società dell Osservatorio di cui sono disponibili i dati l emolumento del varia da a Euro. Togliendo i casi estremi, l emolumento medio è pari a Euro. Da notare che in 24 casi il ricopre anche la carica di Amministratore Delegato. La tabella seguente mette in luce un progressivo incremento nella media dei compensi dei Presidenti delle società dell Osservatorio nell arco degli ultimi tre anni. Anno Emolumento medio (Euro) In 19 aziende dell Osservatorio, corrispondenti al 15% delle società considerate, il compenso del comprende anche una parte variabile che mediamente incide nella misura del 55%. Emolumento del Vice Delle 130 società dell Osservatorio di cui sono disponibili i dati, 86 hanno almeno un Vice, per un totale di 123 Vice Presidenti. I compensi variano da un minimo di 16 17

11 ad un massimo di Euro, che corrisponde al caso di un Vice che ricopre anche la carica di Amministratore Delegato. Esclusi i casi estremi, i Vice Presidenti delle aziende dell Osservatorio percepiscono mediamente un emolumento di Euro. La tabella sottoriportata raffronta tale valore con quello emerso nei due anni passati. Anno Emolumento medio Vice (Euro) In 7 società dell Osservatorio l emolumento dei Vice Presidenti comprende anche una parte variabile che in media incide nella misura del 28%. Emolumento dell Amministratore Delegato Il 70% delle società dell Osservatorio ha almeno un Amministratore Delegato, per un totale di 116 Amministratori Delegati, mentre nel 2002 e nel 2001 i dati corrispondenti erano rispettivamente 69,4% e 64,7%. Il compenso degli Amministratori Delegati varia da a Euro, che corrisponde al caso di un Amministratore Delegato il cui compenso comprende un importo versato ad altra società del gruppo. La tabella che segue mette a confronto i dati di quest anno con quelli dei due anni passati ed evidenzia una chiara tendenza nel corso degli anni all aumento dei compensi. Anno Emolumento medio Amministratore Delegato (Euro) In 35 aziende dell Osservatorio, corrispondenti al 26% delle società considerate, l emolumento degli Amministratori Delegati comprende un bonus che, mediamente, incide nella misura del 40%. 18 Emolumento dei che partecipano al Comitato Esecutivo Delle 132 aziende di cui abbiamo disponibili i dati, 55 prevedono un Comitato Esecutivo, per un totale di 176 componenti. L'emolumento dei che vi partecipano varia da un minimo di ad un massimo di Euro, che corrisponde al caso di un Consigliere che ricopre anche la carica di Amministratore Delegato in un altra azienda del gruppo. Eliminati i casi estremi, abbiamo riportato nella seguente tabella la media dei compensi negli ultimi tre anni. Emolumento medio che partecipano Anno al Comitato Esecutivo (Euro) Emolumento dei che non fanno parte del Comitato Esecutivo Nelle 133 società dell Osservatorio di cui abbiamo a disposizione il dato sul compenso degli Amministratori che non fanno parte del Comitato Esecutivo, l emolumento varia da a Euro. Eliminando come sempre i casi estremi, il valore medio risulta pari a Euro, che è sostanzialmente uguale a quello del La tabella che segue mostra i compensi medi degli ultimi tre anni. Anno Emolumento medio (Euro) Emolumento del del Collegio Sindacale Nelle 133 società dell Osservatorio di cui abbiamo a disposizione il dato sul compenso del del Collegio Sindacale, l'emolumento varia da a Euro. Esclusi i casi estremi, l emolumento medio risulta pari a Euro. 19

12 La seguente tabella mette a confronto i dati relativi agli ultimi tre anni. Emolumento medio Anno del Collegio Sindacale (Euro) Emolumento dei Sindaci Nelle 133 società dell Osservatorio di cui abbiamo a disposizione questo dato, il compenso dei Sindaci varia da un minimo di ad un massimo di Euro. Anche in questo caso abbiamo eliminato i casi estremi e messo a confronto la media dei compensi attribuiti ai Sindaci negli ultimi tre anni. Anno Emolumento medio Sindaci (Euro) Emolumenti delle varie posizioni nei segmenti considerati Nella tabella seguente abbiamo messo a confronto le medie dei compensi dei Presidenti, Vice Presidenti, Amministratori Delegati, membri di Comitato Esecutivo, che non fanno parte del Comitato Esecutivo, Presidenti del Collegio Sindacale e Sindaci nei diversi segmenti di società. Non sono stati considerati i dati relativi alle aziende non quotate e neo quotate, il cui numero non è significativo Consigl. Pres. Segmento P VP AD Com. Esec. Consigl. Coll. Sind. Sindaco Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato * * Quotande * Per poter consentire un confronto con i dati emersi nei due anni precedenti, riportiamo di seguito le corrispondenti tabelle: 2002 Consigl. Pres. Segmento P VP AD Com. Esec. Consigl. Coll. Sind. Sindaco Mib 30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato * * Quotande * Consigl. Pres. Segmento P VP AD Com. Esec. Consigl. Coll. Sind. Sindaco Mib30 Midex STAR Altre quotate Nuovo Mercato * * Quotande * * I dati relativi agli emolumenti di queste posizioni non risultano significativi Azioni possedute da non italiani 86 Società, sulle 89 dell Osservatorio che hanno fornito questa informazione, annoverano tra i propri azionisti soggetti non italiani. L'incidenza degli azionisti stranieri sul capitale delle società varia dallo 0,31% al 100%, con una media del 25,9%. Rileviamo un progressivo incremento di tale valore rispetto al 25,3% del 2002, al 20,7% del 2001, al 18,8 % del 2000 e al 15,3% del La distribuzione delle partecipazioni straniere, confrontata con quella del 2002, è illustrata nella tabella seguente. Percentuale di azioni Numero Società Valore in Variazione rispetto possedute da non italiani percentuale al 2002 Fino al 10% 29 33,7% + 3,1% Tra l 11 ed il 49% 41 47,7% 2,9% Oltre il 49% 16 18,6% 0,2% 20 21

13 Tra le 86 società quotate che hanno azionisti non italiani, 60 avevano fornito anche l anno scorso il dato sulla percentuale di azioni possedute da stranieri. Dal confronto risulta che l incidenza media degli azionisti non italiani in queste aziende è rimasta sostanzialmente invariata, passando al 27,18% dal 27,50% del Nel frattempo la capitalizzazione di Borsa, calcolata a fine aprile 2002 e 2003, passava da a milioni di Euro, con una diminuzione del 25%. Per quanto riguarda le società neo quotate e quotande, delle 12 che hanno fornito questa informazione, 7 annoverano soggetti stranieri tra i propri azionisti, con un incidenza del 58,3% sul totale, contro il 53,3% del Mediamente il peso degli azionisti non italiani sul capitale delle 7 società indicate è pari al 22,2%, contro il 27,2% rilevato lo scorso anno. La tabella seguente riporta il peso degli azionisti stranieri sul capitale nei diversi segmenti di società ed evidenzia la variazione rispetto ai dati emersi nel Incidenza media degli azionisti Variazioni rispetto Segmento stranieri sul capitale al 2002 Mib 30 Midex 20,9% 2,4% STAR 28,8% + 2,9% Altre quotate 27,5% + 1,7% Nuovo Mercato 34,7% +3% Neo quotate 6,8% 8,6% Quotande 33,7% + 2,5% Corporate Governance La tabella sottoriportata illustra l atteggiamento nei confronti del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana nelle 136 società dell Osservatorio che hanno fornito informazioni su questo argomento. Emerge un progressivo incremento, di anno in anno, della percentuale di aziende che dichiara di aver adottato in toto il Codice: si è infatti passati dal 22 22% del 1999 al 29,6% del 2000 all 81,3% del 2001 al 92,7% del 2002 al 93,4% del Numero Valore in Stato di adozione Numero Valore in Società percentuale Codice di Autodisciplina Società percentuale nel 2002 nel 2002 Adozione in toto ,4% ,7% Adozione parziale 2 1,5% 3 2,2% Codice proprio 1 0,7% 1 0,7% In futuro 3 2,2% 4 2,9% Non previsto 3 2,2% 2 1,5% Totale % % Tra le diverse tipologie di società considerate, quelle in cui si registra la percentuale più alta di adozione in toto del Codice di Autodisciplina sono le aziende STAR e le neo quotate, come evidenziato dalla seguente tabella. Stato di adozione Mib30 Altre Nuovo Non Neo Codice di Autodisciplina - Midex STAR quotate mercato quotate quotate Quotande Adozione in toto 96% 100% 92% 93% 100% 35% Adozione parziale 2% 3% 4% Codice proprio 2% In futuro 3% 67% 35% Non previsto 2% 7% 33% 26% Stock option e azionariato dei dipendenti Delle 134 società dell Osservatorio che hanno fornito questo dato, 44 adottano piani di stock option per i dipendenti e i dirigenti (in tre casi, oltre ai piani di stock option, anche piani di stock grant), 2 dichiarano di prevedere piani di assegnazione gratuita di azioni e 5 citano varie forme di agevolazioni all acquisto delle azioni da parte dei dipendenti. La percentuale di società che applicano condizioni di favore per l acquisto di azioni da parte dei dipendenti risulta pertanto del 38%, contro il 33,8% dell anno scorso. La tabella seguente mette in luce le variazioni rispetto al

14 Numero di società con Percentuale Variazione piani di stock option sul totale rispetto al Segmento per i dipendenti del segmento 2002 Mib 30 Midex 20 42,5% + 10,5% Star 6 18,7% 3,9% Altre quotate 11 28,9% + 5,1% Nuovo Mercato 7 50% + 8,3% Neo quotate 1 25% 8,3% Quotande 2 8,7% 4,9% Stock option e azionariato dei Delle 134 aziende dell Osservatorio che hanno fornito informazioni su questo argomento, 19 adottano piani di stock option per i, con un incidenza del 14,2% rispetto al 16,2% del In più di un terzo dei casi nel questionario restituitoci viene specificato che i piani di Stock Option sono riservati ai Esecutivi. SpencerStuart Board Index I Consigli di Amministrazione delle Società partecipanti La tabella che segue mette in evidenza le diverse incidenze dei piani di stock option per i nei vari segmenti di società considerati e le corrispondenti variazioni rispetto all anno scorso. Numero di società con Percentuale Variazione piani di stock option sul totale rispetto al Segmento per i del segmento 2002 Mib 30 Midex 6 12,8% 3,2% Star 4 12,5% 0,4% Altre quotate 4 10,5% 1,4% Nuovo Mercato 5 35,7% + 2,4% Neo quotate 1 25% + 8,3% Quotande 1 4,3% 0,2% 24 25

15 Le società del Board Index Italia 2003 MIB30 - MIDEX Totale Esecutivi Non Esecutivi Di nuova nomina Numero Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Compensi membri di Comitato Amministratore Delegato Collegio Sindacale Sindaco Acea , adottato no no _ 558 _ Note Aem adottato no no 7, * _ 37** *** 131 * VP in carica fino al 30/04/02 148** 30**** ** In carica fino al 30/04/02 *** P Coll. Sind. in carica fino al 30/04/02 **** P Coll. Sind. in carica dal 01/05/02 Alitalia (F) _ 3 58, adottato no no 7,48 159b _ 658b Alleanza Assicurazioni , adottato Stock Stock 25,59 945ab 41b _ * Piano triennale per Option* Option** 31 l Amministratore Delegato 31 ** Piano triennale per i Dirigenti Arnoldo Mondadori Editore _ adottato no Stock np 626b** 6*** 1363b**** * Piano 2003/2005 su azioni propie Option* 6 ** P in carica fino al 13/12/02 6 *** VP in carica fino al 13/11/02 **** Ricopre anche la carica di Direttore Generale Assicurazioni Generali np np 6 (3F, _ adottato Stock Stock 36, b 67b 621b*** * Piano per gli Amministratori 3D) Option* Option** 916b 64 Delegati 123 ** + piano di Stock Grant 70 ***AD in carica dal 27/04/03 Autogrill np np adottato no no _ 878 _ Autostrada Torino Milano _ adottato no no b 88b 355b Autostrade np 1 _ 1 (S) _ adottato Stock Stock * _ 1105b * P in carica fino al 14/06/02 Option Option 419b** 65 ** P in carica dal 14/06/ Banca Antonveneta 15 _ (H) _ adottato no no 15 98* 65**** _ 2559****** * P in carica fino al 27/01/ ** 595b***** 241 ** P in carica dal 28/01/02 fino al 634b*** /03/02 e VP e DG fino al 140******* 27/01/02. Questo compenso 108******* comprende 7009, importo liquidato a seguito di cessazione dal servizio. *** P in carica dal 13/03/02 e VP fino al 12/03/02 **** VP in carica fino al 10/05/02 ***** VP in carica dal 28/01/02 ****** In carica dal 18/02/02 ******* In carica dal 11/05/02 a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto

16 Le società del Board Index Italia 2003 Totale Esecutivi Non Esecutivi Numero Di nuova nomina Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Amministratore Delegato Compensi membri di Comitato Collegio Sindacale Sindaco Note Banca Fideuram _ adottato no Stock 5 382b 80b 743b* _ * Ricopre anche la carica di Option Direttore Generale Banca Intesa 25 np np np np np np np np np np np np np np np 826b 216b 1357b** 31***** * VP in carica fino al 27/09/ b*** 61 ** AD in carica dal 14/05/ b**** 40 Ricopre anche la carica 81* 48 di Direttore Generale. *** AD in carica fino al 30/04/02 **** AD in carica fino al 30/11/02 ***** In carica dal 30/04/02 Banca Monte dei Paschi di Siena 11 _ adottato no no 7 382b 265b _ 292* * In carica fino al 02/05/02 285* ** In carica dal 03/05/02 378* 266** 237** 319** Banca Nazionale del Lavoro (S) _ adottato no Stock 38,63 463b 92b* 1577b *** 64 * VP in carica dal 03/05/02 Option 70* 65 77**** ** VP in carica fino al 30/04/02 56** *** P Coll. Sind. in carica dal 01/05/02 20b** **** P Coll. Sind. in carica fino al 30/04/02 Banca Popolare Commercio e Industria , adottato no no np 588b 85b 675b** * VP in carica dal 03/02/02 (oggi confluita in Banche Popolari Unite) 153b 74 ** AD in carica dal 14/01/02 85b 94 77b 110b* Banca Popolare di Bergamo - 21 _ adottato no no 8,80 815b 291b _ Credito Varesino (oggi confluita in 282b 292 Banche Popolari Unite) Banca Popolare di Cremona 15 np np np np np 3 59, adottato no si* np 72b 47b _ 12** * Riduzione della tassa 20 di ammissione a socio 19 ** In carica per 8 mesi Banca Popolare di Milano 18 _ _ adottato no no b 184b _ b Banco Popolare di Verona e Novara * 58, adottato no Stock 16, ** 1030*** * Con scadenza dei membri Option a rotazione (ogni anno circa 1/3) 118 ** VP Vicario 95 *** Ricopre anche la carica 149 di Direttore Generale Benetton Group (USA, adottato no no np _ D) a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto

17 Le società del Board Index Italia 2003 Totale Esecutivi Non Esecutivi Numero Di nuova nomina Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Amministratore Delegato Compensi membri di Comitato Collegio Sindacale Sindaco Note Beni Stabili np np np np np adottato no no 25,86 26 _ Bulgari adottato no Stock np _ Option Buzzi Unicem _ 1 (D) _ adottato no si* 15, _ * Esiste un piano di assegnazione 224 gratuita di azioni di risparmio ai dipendenti con incarichi direttivi Capitalia _ 2 (H, L) _ adottato no no b b*** 4**** * VP in carica fino al 26/11/02 128b* 207 ** VP in carica dal 04/12/02 32** 55***** *** AD in carica dal 16/05/02 **** Cooptato il 04/12/02 ***** In carica da Maggio 2002 Credito Emiliano 14 _ adottato no no np 212b 38b _ b Enel adottato no Stock 6,1 401** _ 2078**/**** _ * Piani riservati ai Dirigenti ed Option* 502*** 987***/**** approvati dal CdA in esecuzione di apposite deleghe assembleari ** In carica fino a Maggio 2002 *** In carica da Maggio 2002 **** Ricopre anche la carica di Direttore Generale Eni np adottato no si 40,42 594* _ 1822 _ * P in carica fino al 29/05/02 297** ** P in carica dal 30/05/02 Fiat np np 4 (2USA, _ adottato no Stock a 418* 810** _ * VP in carica dal 13/12/02 1D, 1CH) Option 1082*** ** AD in carica dal 13/12/02 e DG dal 27/06/02 *** AD e DG in carica dal 27/06/02 al 13/12/02 FinecoGroup (USA) _ adottato no no 5,72 89b* 16**** 324b****** ******* 150 * P in carica fino al 16/05/02 15** 249***** 29 20******** ** P in carica dal 17/05/02 22*** 28 al 18/12/02 *** P in carica dal 18/12/02 **** VP in carica dal 17/05/02 ***** VP in carica dal 15/07/02 al 11/11/02 ****** AD e DG in carica fino al 03/07/02 ******* P Coll. Sind. in carica fino al 30/10/02 ******** P Coll. Sind. in carica dal 30/10/02 Finmeccanica _ adottato no no np 4186a* _ 1545*/*** _ * In carica fino al 23/04/02 573a** 525**/*** ** In carica dal 24/04/02 *** Ricopre anche la carica di a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto. 30 Direttore Generale 31

18 Le società del Board Index Italia 2003 Totale Esecutivi Non Esecutivi Numero Di nuova nomina Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Amministratore Delegato Compensi membri di Comitato Collegio Sindacale Sindaco Note Fondiaria-Sai (CH) adottato no no b 2474a b Gruppo Editoriale L Espresso _ adottato no Stock np 545b _ 29b Option Lottomatica np np np np adottato no no np * _ * Ricopre anche la carica di Direttore Generale Mediaset (D, F) adottato np np np 2074b 360b 1398b Mediobanca (2F, 1D) adottato no Stock 34,25 796b 71b* 1100b*** 132**** * VP in carica fino al 06/05/02 Option 101b 13 ** VP in carica fino al 28/10/02 14b** 102 *** Ricopre anche la carica 123**** di Direttore Generale **** In carica fino al 30/06/02 Mediolanum _ adottato Stock Stock 15, _ Option Option 746 Merloni Elettrodomestici (D, UK) adottato Stock Stock np 1649 _ 1259 _ 33 10** 28 * Per investiti Option* Option 37*** di particolari incarichi ** P Coll. Sind. in carica fino al 05/05/02 *** P. Coll. Sind. in carica dal 06/05/02 Milano Assicurazioni _ adottato no no 7,17 137* 33b 1140b * In carica dal 19/06/02 25b* 14 ** In carica fino al 05/06/02 7** *** In carica fino al 06/06/02 95*** **** In carica dal 30/08/02 45**** Parmalat Finanziaria _ adottato no no 33,4 1067ab Pirelli SpA (oggi fusa in Pirelli & C. SpA) _ 2 (CH) _ adottato no Stock a* 1010** 1528**/*** _ 38**** 62**** 41**** * Inoltre 68 di competenza Option 2480**/*** dell esercizio 2002 da percepire nel 2003 ** Inoltre 38 di competenza dell esercizio 2002 da percepire nel 2003 *** Ricopre anche la carica di Direttore Generale **** Compenso di competenza dell esercizio 2002 da percepire nel 2003 a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto

19 Le società del Board Index Italia 2003 Totale Esecutivi Non Esecutivi Numero Di nuova nomina Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Amministratore Delegato Compensi membri di Comitato Collegio Sindacale Sindaco Note Ras (D) _ 3 60, adottato no no 79,28 78b 63b 906b* * Ricopre anche la carica 48 di Direttore Generale 85 Recordati (D) adottato Stock Stock 17,80 655ab** _ 248b * Solo per i con parzialmente Option* Option 22 rapporto di lavoro dipendente 22 con la società 104 ** Ricopre anche la carica di Direttore Generale Saipem (IR, _ adottato no Stock np 839 _ 531 _ UK, F) Option San Paolo Imi (F, adottato np np np 1069b 401b* 920b* * In carica dal 05/03/02 USA, 263b 1069b _ S, B) 1069b 235 Seat Pagine Gialle non previsto no no np 26* _ * P in carica dal 04/09/02 52** ** P in carica fino al 30/08/02 Snam Rete Gas , adottato no* Stock 22,5 764 _ * Eccetto piani di Stock Option Option** e Stock Grant per il Consigliere Esecutivo ** + piano di Stock Grant Telecom _ adottato no Stock _ * AD in carica dal 05/09/02 Option 2101*/** ** Ricopre anche la carica 2174*** di Direttore Generale *** AD in carica fino al 05/09/02 Tim _ adottato no no 10 54* 54* 7136*** _ * In carica fino al 03/09/02 26** 26** ** In carica dal 04/09/02 *** Il compenso comprende un importo di 4806 non percepito dall AD ma versato a Telecom Italia Unicredito Italiano (F, UK) _ adottato no Stock np 142b* 258b 4524b * In carica fino al 06/05/02 Option 418b** 363b 117 ** In carica dal 06/05/02 244b 93 60** Unipol (F, B) _ adottato no no a 818a STAR Aedes (D) _ adottato no* Stock 54,41 114b 54b 202b * Il solo AD usufruisce di un piano Option 5 di Stock Option Amga _ adottato no no * _ * Ricopre anche la carica di Direttore Generale Astaldi adottato no no 16,14 62* _ * P Onorario 289 a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto

20 Le società del Board Index Italia 2003 Totale Esecutivi Non Esecutivi Numero Di nuova nomina Non italiani Donne Durata mandato (anni) Età media Durata riunioni (min.) Codice di Corporate Governance dipendenti % azionisti stranieri Vice Amministratore Delegato Compensi membri di Comitato Collegio Sindacale Sindaco Note Biesse (A) adottato no Stock np 78 _ 78 _ Option _ Brembo _ adottato no no 27,5 473a _ Cementir _ adottato no no np 1657b _ 343b * 44 * P Coll. Sind. in carica dal 06/05/02 23** ** P Coll. Sind. in carica fino al 06/05/02 Centrale del Latte di Torino _ adottato no no 12, _ * VP Esecutivo 222a* Cremonini np np np np adottato no no _ Csp International _ adottato no no np 253 _ 312b Ducati Motor Holding np np 4 _ adottato no no b np 1096b np 15 np np Emak adottato no no np Erg adottato no no 71, * _ * AD in carica dal 19/12/ ** ** AD in carica fino al 18/12/02. Ricopre anche la carica di Direttore Generale. Gefran adottato no no np 365a* _ * P in carica dal 30/01/02 3** ** P in carica fino al 29/01/02 Granitifiandre _ adottato Stock no a 254a 127 _ Option Ima adottato no no b _ 312b * Ricopre anche la carica 23 di Direttore Generale * Interpump Group adottato Stock Stock np a 1140 _ * Piani per Esecutivi Option* Option Irce adottato no no _ 252 _ Jolly Hotels _ adottato no no 30, _ Juventus FC (L) _ adottato no no np _ _ La Doria np adottato no no np 82 _ 78 6* 20 * P Coll. Sind. in carica fino 28** al 30/04/02 ** P Coll. Sind. in carica dal 01/05/02 a: ricopre anche la carica di AD; b: partecipa al Comitato Esecutivo; np: dato non pervenuto

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Riepilogo prossimi CdA dal: 03/07/2015 Summary of the next Boards of Directors as of: 03/07/2015

Riepilogo prossimi CdA dal: 03/07/2015 Summary of the next Boards of Directors as of: 03/07/2015 07/07/2015 - IKF Cda Bilancio AIMMA AIMMA 16/07/2015 - BRUNELLO CUCINELLI Preconsuntivo Semestrale SMTA MTA 17/07/2015 - BB BIOTECH Relazione Semestrale STAR MTA 17/07/2015 - Sesa S.p.A. Cda Bilancio STAR

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma 20 febbraio 2012 Martino De Ambroggi L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Luglio 2014 2014 Comitato per la Corporate Governance Tutti i diritti di riproduzione, di adattamento totale o parziale e di memorizzazione

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

MEDIOLANUM S.P.A. BILANCIO SOCIALE 2014

MEDIOLANUM S.P.A. BILANCIO SOCIALE 2014 MEDIOLANUM S.P.A. BILANCIO SOCIALE 2014 Indice 4 LETTERA AGLI STAKEHOLDER 6 INTRODUZIONE E NOTA METODOLOGICA 6 Gli stakeholder 7 Standard di riferimento 7 Simbologia 7 Dialogo con gli stakeholder 7 Diffusione

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

Quotarsi in Borsa. La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitalia.it

Quotarsi in Borsa. La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitalia.it Quotarsi in Borsa La nuova segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana www.borsaitalia.it Indice 1. Introduzione 3 2. La decisione di quotarsi 5 3. La scelta del mercato di quotazione 9 4. I requisiti

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell art 123 bis TUF e dell art. 89 bis Regolamento Emittenti Consob (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente:

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015. Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2

Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015. Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2 Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015 Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2 U. T. COMMUNICATIONS S.p.A. Milano, 30 marzo 2015 Spettabile RCS Mediagroup S.p.A. Via Angelo Rizzoli

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Avvocati nella stanza dei bottoni

Avvocati nella stanza dei bottoni Maggio 2007 Avvocati nella stanza dei bottoni L evoluzione del ruolo del General Counsel nelle principali società italiane 2 Avvocati nella stanza dei bottoni spencer stuart Fondata nel 1956, SpencerStuart

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

02. Relazione. annuale sul Governo

02. Relazione. annuale sul Governo PIRELLI & C. S.p.A. Milano 02. Relazione annuale sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 RELAZIONE annuale sul governo societario e gli assetti proprietari 2013 Sommario SOMMARIO 2 01. RELAZIONE

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. Assemblea del 10 maggio 2012. Risposte a domande formulate dall azionista Marco Bava

Pirelli & C. S.p.A. Assemblea del 10 maggio 2012. Risposte a domande formulate dall azionista Marco Bava Pirelli & C. S.p.A. Assemblea del 10 maggio 2012 Risposte a domande formulate dall azionista Marco Bava 1 1. QUALE È IL LIVELLO DI UTILIZZO DEL SISTRI?... 4 2. GLI AMMINISTRATORI SONO INDAGATI PER REATI

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Relazione sul governo societario. e sugli assetti proprietari 2013

Relazione sul governo societario. e sugli assetti proprietari 2013 Relazione sul governo societario e sugli assetti proprietari 2013 Relazione al 21 marzo 2014 relativa all esercizio 2013 (ai sensi dell art 123-bis TUIF - modello di amministrazione e controllo tradizionale)

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 (1) La Relazione è pubblicata nel sito internet della Società all indirizzo

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli