C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013"

Transcript

1 C O MUNE DI GO RGONZOLA C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013 Benven ut o al n ostro S egret ari o. È l a prima.. u n p o emozionat o m agari no? Però è abi tuat o. C hi ed o al Segretari o d i p r o ced ere al l appello d ei C onsiglieri, grazie. SEGRETARIO G r az ie P r es iden t e, grazie a t ut to il Consiglio, buonas era. ( Il Segretario procede all ap p ello nom inal e). 1 3 Consigl ieri com unal i p r es en ti. P ri ma d i iniz iare la s eduta SEGRETARIO M i sono di m ent i cato Stucchi. È p resen te. P ri ma di i niziare l a s eduta d el Consigl i o comunal e, vorremmo ringraz i are, poi o vviament e lo f aranno m eglio di m e l e C onsigliere com unali che h an no p art eci p ato all iniz iativa di s abat o s cors o, v o levam o ri n graziare l a coreografa G iorgi a Filipponi, che invito qu i d avant i insiem e a t utte l e Consigl iere com unal i e di r em o il nostro grazie p er i l l avoro svolto i n occasione.. (S eguono appl ausi) C O NSIGLIE RE SCACCAB AROZZI ILARI A C r ed o che tut ti v oi ab bi at e p otuto vedere, e ammirare p er essere p r eci si, i l flash mob ch e abbi am o r eal izzato s ab ato scors o. È stat a l a p rima i niziat iva ch e abbi am o f atto com e d o nne i n C onsiglio, i nsomma al di l à d elle b arriere p olitich e p artitich e di l ista, p erché, com e abbiamo u s at o com e slogan, credi am o che l a l otta cont ro l a violenz a alle donne n o n abbia colore p o litico, q ui ndi q u esto ci rende fo rt i a l av o rare i nsiem e, m a volev amo r i n graziare G iorgia p e r ché d avvero è s t at a di una gentilezza i n finita. H a i nsegnato, a d ei pezzi d i l egno com e noi, a m uoverci e d avvero si è p r estat a con u n a d ed izione e una disponi bi lità, lei e l a Expression Dance A cad em y o v v i am en t e, ch e davvero non p ensavamo di trovare. P e r ci ò grazie mille. O vvi am ent e, oramai t i s ei l egata a n oi m an i e p iedi, com e ti abbiamo d etto s i am o d elle cozze, per cui non ci scro llerai pi ù di dosso. Grazie. 1

2 Fate la f ot o tutti i nsieme. G r azie, grazie di cuore alla Sig.na Gi o r gi a Fi lipponi, coreografa. E, a p r es to. G r azie, arrivederci. È arrivato anch e il C onsigliere Bal di nel frat t empo. 2

3 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 1 O. d.g. C.C. 27 NOVE MB RE 2013 C O MUNICAZIONI DEL SINDACO E DEL DEL C O NSIGLIO S INDACO In i z i amo co n le com unicaz ioni del Sindaco, poi, a seguire. G r az ie. In n anzitut to do il b envenuto al nuovo S egret ario, il d ot tor S al vatore Ferli si, p er q uesta s ua p ri m a p r es enz a nel nostro C onsiglio co munale. Io s o n o co nvint o che l e s u e compet enze r enderanno p iù s empl i ci anch e q u es ti n ostri lavori. E anche m i auguro, che s ono anche q ui certo, ch e sicu r am ent e aum ent eremo in qualità e n el m assimo rispet to della conformità d ell azione am ministrativa co n i l suo ai ut o e l a sua collaborazione. Q u indi b en v en uto a nome di t utti qui i n questo C onsiglio co munale. A n ch io mi as socio al ri n graziam ento, i n questo caso n on s ol o alla co r eo grafa, m a anche a tut t e v oi Consigl i ere d o nne d el n ostro C onsiglio. P erché, oltre a v oi s iete stat e capaci di aggregare altre p ers one, m a s oprat tut to è stat o m olto interessante che i l v ostro b allo, il v ostro f l ash mob, v eni sse co llocato all int erno di u n m om en to p art icol are com e è l a f i era dove, s p es so, si è d istratti d a cert i argomenti ch e i nvece s ono i mportant i. In p articol are questo s ul la v iol enz a d elle d o nne. Q u indi grazie, e penso anche l a n ostra città - p erch é poi erano p r esent i anch e m ol te p ersone i ntorno a voi h a apprezzato q u es to vostro m omento di pensiero così forte. La t erza com unicazione ri guard a un tema in cu i tut ta l It alia sta s offrendo. N oi, venerdì 22 n ovem b r e, ab bi amo acco lto l i nvito d el Consigl i o d ei Mini stri di aderi r e al giorno d i l ut to n az ionale in r icordo d elle vittime d ell al luvione d el l a Sardegna. L abbiamo f at to co n un gesto mol to s emplice, che è q u ello di l istare a lut to ed es porre l e n ostre b an di ere. U n pi cco lo s egno, f o r se i nsuffici en t e, a cui p ensav o e q ui f accio ques ta p r oposta, p oi m agari i capigru p po decideran no co m e renderl a al m egl i o, di f are u n a pi ccol a s o ttoscrizione tra v oi Consigl i eri e n oi amministrat o ri e co stituire un pi cco lo f ondo d a d are a chi sta già r accoglien do fondi, Ex Li b ri s, ch e ho avut o il piacere di assistere al l oro spettacol o, h a p ro p rio destinato una p art e, f ors e t utto l i n cas so, quindi p ot r em mo u tilizzare quant o r acco glierem o e o f f ri rl o poi a Ex Li b r is che penserà poi d opo lei a trasmet terlo al C om une o al l Agenzia. In m o d o p er dimostrare anch e così, con l a n ostra concretezza, u n a vi ci nanz a a q u este popol azioni così d u r am en t e co lpite dall alluvione. La q u arta com uni cazione r i guarda l a Fiera di S an ta C at eri n a. Qui ndi v ol evo ringraziare il n eo P r esident e, S imone C al abrese, tutto i l s uo s taff, i l C omitato Ent e Fiera, l a P ro Lo co, p erché h a r es o v eramen t e b ella l a 2 2 9^ edizione della n ostra 3

4 Fiera di S ant a Caterina. È riuscito a f arl o in u n t em po m olto b r eve. Q u es t anno è u n anno di grandi co r se, di grandi ri n co rs e e i n p o co t empo è r i uscito a far sì che questa t r adizione di Gor gonzol a, ques t a v etri n a che G o r gonz ol a h a n ei confro nt i dei p aesi vi ci ni, ci p o nesse com e una comuni tà s em p re v i vace, s empre b en p r ep arata, che r i es ce a raccont are di sé con grande q u alità. E ri n graziare, a n ch e volevo r ingraz i are tut to q u esto n ostro grand e t essut o associ at ivo che h a s ap ut o unire alle t r ad izionali b an carelle d egl i altri stan d i nt eressanti. Soprat tutto p erché, anch e in q u esto caso, ponev ano alcu ni temi che r i guard avan o l a sol idari et à, l a vi ci nanz a, es ponen do an che dei l o ro p ro dotti che gl i s er vivano poi p er autofinanz i arsi, quindi p er d are concret ezza alla loro azione sociale. V o i avet e vi sto che i n questi giorni d i f i era era p r es ente anche il S indaco d i A nnwei l er, T hom as V ol en b erg, s ua m o gl ie E lisabet h e l a P resident e d el Comitato gemellagg i o d i An n w eiler, Birgitte, di cu i non conosco il cogn om e, quindi non r i es co.. Birgitte è co nosciut a.. d i ci am o, q u esto è stato u n incont r o poco u f fi ciale p erch é ab bi am o accolto, ve lo di cev o n el la l et t era di i nvito che v i h o m andat o, q uesta r i chi esta v en ut a all ultimo m om en to p o co p rima d i partire, sul p ullman p er ri tornare a G o r gonzol a, di poter es s ere p r esen t e anco r a tra n oi p er p r ol ungare quella s er at a m agi ca d el 2 novem bre q u ando, all int erno di ques to grande au ditorium d i A nnweiler, l o r chestra C r es cend o h a p roposto q u esto s uo concert o con m usich e sia t edes ch e sia però an che di aut o ri italiani. Q u indi, r i co rd i amo q u esta fi era ch e si è arricch ita anche d i q u es to ospi t e. L u l t ima è u n a com unicaz ione un po p ers onale. Voi av ete t r ovat o n el l a cart ellina u n p i ccol o fascicol etto ch e ri porta q u ello che ho chi amato co sì: di s co r so al l a città, t en uto in o ccasione d ella f esta p at ronale di Sant a Cateri n a, q uindi luned ì 25 n o vembre. È un discors o che riport a e v uole co ndi vi d ere con v oi e con l a città i nt era alcune m ie ri flessioni m at u r at e in ques to p r imo t em po d el m io m an dato amministrat ivo, p erch é s entivo il b isogno, a f r ont e d i alcu ni even ti m o lto p art icol ari, d i pot er aiut are i nostri cittadi ni a int erpretare questi s egni ch e s ono accaduti nel la nostra ci ttà. Io h o invitat o tut ti a co ndivi d ere p oi, com e h o f atto io con v oi e con i cittadini, l e loro r i fl es sioni. E qui ndi di poter f ar sì che questo di s co rso alla città di v ent i u n a grande ri fl essione che t estimoni an che com e o ggi l e istituzioni possono es s ere v i ci n e ai cittadi ni anch e con f o r m e d ivers e. N oi siam o vi ci ni at traverso il n ostro agi r e istituzional e ammini strat ivo, f o rs e possiam o anch e essere vi ci ni ai cittadi ni o f frendo q u es ti pi cco li s p azi di r i fl es sione. È mia intenzione r i petere ques to ges to i n o ccasi one della f i era di S an ta C at erina. D evo d ire che h o t r ovat o u na ci ttà poco attent a a ques t a n ostra Sant a p at ro n a. Io h o avut o m odo di s p eriment arlo l uned ì, c erano s cu ol e che eran o a cas a e s cu ol e i nvece ch e erano attive. C erano n egozi aperti e n egozi chi u si. N o i avremo, a b r ev e, d a affrontare i l t em a d el la grande ci ttà m et r opolitan a, dove l a nostra identità n on può smarri r si in questa grande m et ro pol i ch e andrà a costru i rsi. Allora, il manten ere, r i co r d are l e n ostre t r adizioni, q uindi l a Fiera di S an t a C at eri n a, 4

5 l e p ers one ch e i n p as s at o a cui l a città s i affi dò, l a S an ta C at eri n a d Al es s an d ri a, p ossono aiutarci a capi r e un p o chi s i amo p er p ermetterci p oi d i poter governare m eglio i l nostro f u turo e indi rizzarlo i n bas e a quello ch e noi saremo. L u l t imissimo avviso ri guard a il C onvegno ch e f aremo qui i n questa sala sabato m attina, il P alazzo Piro l a, mi s cu so, Noi Ex po, i n cu i i n cominceremo ad av vi are u n a p rima r iflessione sul t em a d ella grande esposizione Expo ch e si terrà nella città d i Milano, qu indi ch e ci co invol gerà, dal 1 m aggi o al 31 ot tobre. Q u indi s arà un p rimo t av olo i n cui butteremo un p o sul t avol o alcune idee, alcu ne p r ovocazioni e d a l ì cominceremo a co strui r e q u ello che p ot r eb b e es s ere il nostro ru ol o d i p ro t agoni sti all int erno di q u esto grande even to. Grazie. G r az ie Signor S indaco. Q ualch e com unicaz ione anch e d a p art e m i a, i n una gi o r nata in cu i una d at a important e. Ci s ono alcune d at e n ella vi ta che v an no r i co rd ate i n m odo partico l are, io n e ho alcune. Questa sarà una di quelle pro b abi lmen t e. V i d o q u al ch e comuni cazione i n relazione ad alcuni inviti p erven uti, a m e m a i n qual ità d i P r esident e d el C onsiglio, m a ch e estendo molto vol en tieri anch e alla vostra attenzione. Il p r i mo i nvito e appuntam ent o r i guard a s abato 3 0 n o vembre e ci arriva d all Associ azione n azional e d ei Carabi ni eri, p erché r i co r d eranno, sab at o pom eri ggi o, la ri correnza d el la V i r go Fidelis. Al l e 1 6,45 ci s arà l accogl i enz a p r esso i l S agrato d el la C hi es a di S an Carlo in Piazza G iovanni XXII; alle o r e 17 l i nizio d ella cerimonia e d ella S ant a m essa e alle 1 8 i l rinfresco p r es so l a s ed e d el l a S ezione s em p r e i n P i azza G i ovanni XXIII. E cco io, p oi ché non s arò present e, i n quanto n on s arò i n G orgonzola i n q u elle dat e, chi edo alla Vice President e di r ap p r es e n t are, lei e gli altri Consigl i eri che v o r r an no p art ecipare, il Consigl io comunal e i n quella d at a, i n q u el l a s ede. No n s o s e il Sindaco anche ci s arà.. perfetto. La s econda co muni cazione riguarda s empre un appunt am ent o. Lu n edì 2 di cem bre, alle o r e 2 0,30 a l P al azzo T r ivulzio a M elz o i n Vi a D ant e 2, ci s arà l a p resen taz ione d i un i mportant e incontro: I p ercors i occupazionali d ei gi o v an i r esiden ti n ell Est d i Milano d al al I s ervizi t erritori ali, l avoro, gi o v an i e s trani eri. L i n contro, o r ganizzat o d all Ambito T erri toriale Di stretto 5, avrà ap punt o la presenza di m olti politici locali, dal Sindaco d el C om une di Melzo al Sindaco d i In z ago e d ai ricercatori dell AFOL d ell Est Milanes e e d al D i r ettore stesso d i A FOL. S e qualcuno p ot es s e ovvi am ent e p art ecipare, l unedì 2 di cem b re, alle 2 0,30, p alazzo T rivulzio a M elzo. Il t erzo appunt amen to ri guard a un i niziativa nuova p er l a n ostra r ealtà d al p u nto d i vi sta d ell i mportanz a che a q uesta r i co r r enz a è stata d ata. In o ccasione d el 70 An ni v ersario d ell ecc idio d el l a D ivisione A cq ui d i Cefal onia, mercol edì e gi o v edì 5 di cembre, d alle 10 alle 14 e d alle 1 6 alle 2 0, a P alazzo Pirol a vi s arà l ap ert u r a d el l a m ostra e v isite guidate p er le s cuole e p er l a cittadi n anz a. V enerdì 6, alle 2 0,45 s em p re in P al azzo Pirola, i l C onvegno e la p ro iezione di filmati: I gi u sti di 5

6 C efal oni a. In t erverranno u n a s erie d i esponenti, t r a cui n aturalment e poi f arà gl i onori di cas a i l nostro Sindaco, Lu ciana C r es pi che è f igl i a di u n r ed u ce d ella D ivi sione A cqui, C ostantino Rufi gno che è un f i gl io di u n r ed u ce d el l a Di visione, P r es iden t e d ell Associ azione di Milan o e P ro vincia ed E nzo D e N egri che è f i gl io di un uffi ci al e d el la D i vi sione A cq ui f u ci l ato a C efal oni a. P oi s abato, di q u este n otizie poi s ul sito vi s aranno t utte l e indi cazioni e, fo r se, av r et e anche già ri cevut o l a comuni cazione da p a rt e d el la S egret eria. S ab at o 7 d icem b re, al le o r e 1 1 p r esso il nostro Cimitero, vi s arà l a posa d el s asso ch e p r oviene d al luogo d ell ecci dio. Un a cerimonia di r ei m ol to, m olto signi fi cativa. U n altro ap punt amento ch e vi s egnalo è l appuntam en to p er i Consigl i eri com unal i. Come ri co r d at e, abbi am o avut o un appunt am ent o presso l Accad emia f ormat iva, poi ab bi am o avuto l i n co nt ro con l a C asa di Riposo, vi s egnal o ch e n el m ese di d i cembre avremo tre i n co nt ri, vi com unich erò p oi e co n f ermerò le d ate p r ecise. L i n co nt r o p r es so il C en t ro sportivo p er v edere e v eri f icare lo stato d i avanz am en to d ei l avori e p er co n oscere, p er chi n on aves s e avuto modo di f arlo, l a r ealtà del nostro C ent ro s portivo. A v rem o u n inco nt r o co n l a Prot ezione Civile, ci comuni ch eran no l a d ata di una s era di sponibi le, sol itamente è un gi o v edì p er loro, v i f arò avere le d ate disponi bili. Poi u n i n co nt ro, il merco l edì s era v ers o l e 1 8,30 anch e q u i vi s egnal erò l a d at a con i n ostri U f fi ci comunali p erché è gi usto che i Consigl i eri co munali co noscano, non sol tant o gli operat o ri, m a anch e i l s ervizio ch e vi en e svol to presso l a n ostra r ealtà comunal e. P oi av r et e avuto m odo d i v edere n el la v ostra cart ellina al v ostro posto, u n a lette r a r el ativa alle d isposizioni in materi a di r i ordi no d ella di s ci plina ri guard ant e gl i obblighi di pubbl icità, t r as p a renz a, diffusione di inform azioni e così via. Q u esta è un ultima annot azione, che v i prego di consegn are entro v en erd ì 1 3 p r esso l Uffi cio Segreteri a, i n m odo t ale d a avere tut ti la p ossibilità d i co mpl etare gl i incari chi che q u al cuno d i voi m agari può r i v es tire i n ambi to i stituzional e o pubblico. C on l o ccasione, r i co rd o an ch e a chi n on av esse anco r a consegnat ol a n ot a r elativa al la propria p o sizione r eddituale o p atrimoni ale, d i farlo al pi ù p r es to p er n on i n co r rere n el le event uali sanz ioni relative. D a ultimo vi comuni co che, com e av evo an nunci at o nella p assat a s ed ut a d el C onsiglio com unal e, co n p r otocollo n d el 4 n ovem b r e, i o, lo di co per me p erché ri guard a m e, ho consegnat o l a l et t era s econdo l a quale h o chiesto ch e m i venga corri sposto il 70% d el l inden nità prev ista d alla n o rm ativa p er il P r es iden t e del C onsigl io com unale. M i corre l o bbl i go, di di r e insomma, p erch é avrei avuto mod o di apprezzare i l gesto, mi avreb b e f atto pi acere, che anch e chi ha p r es ent at o una moz ione, che s ep p ur n on votat a, che s eppur n o n condivisa d a m e n ei t erm ini con cui l av eva present at a, almeno av r ebbe costitui to d al m io punto di vi sta, d i rei, u n o ccas ione di stile. Chi p r es en t a una mozione ch e riguarda l a r i duzione d el le i ndennità, d i s ol ito p r esent a, i l giorno d o po, la p r opri a r i chi esta di r iduzione di indennità. E cco, ch i h a v oluto f arla l h a fatta, penso ch e chi d oves s e even tual ment e f arla ha 6

7 t em po di f arl a nei prossimi gi o rni. Voi lo sapet e com e la penso i o s ulla ques tione della ri duzione dei gettoni di p r esenz a d ei C onsiglieri co munali, av et e avut o m odo di s ent i re il mio i nt erv ento e l a m ia cont r ariet à a quello, p erò credo ch e chi h a p r oposto q u esta d isposizione, o ques t a moz ione, av r eb b e d avvero costitui to u n atto d i eleganz a e di signorilità s e per caso, v ol endo, l av es s e p o tut a p oi p res ent are di p ersona. P erò, o v vi am en t e, c è sem p re t em po per farl o. Ci sono i Gruppi che vogliono i nterveni r e? Consigl iere Baldi. C O NSIGLIE RE BALDI WALTER Buonas era. An che d a p art e m i a il b envenut o al n uovo S egret ari o di buon l avoro e di aiut o i nsomma ai l avori d i ques to C onsiglio. Io p arto, vol evo fare d u e o tre com unicazioni, d a quello che h o l et to su R ad ar della sc o rs a set timan a, dove l As sessore Paol ini d i chi ara che, a p r oposito d el Cimitero, co m e si s a, sono p r ev isti d u e lot ti, m a il nostro o bi et tivo è d are una di gnità propri a ad almeno 150 l oculi, che sian o r ecint ati com e p r ev ede il p r o get to. O v v ero s eguendo la f o rm a d ella f o glia d acero. Io n o n so s e si è s b agliat a, è u n errore di bot ani ca o altro, m a effettivamente.. ( S egue int ervent o f u o ri micro f ono) la f o glia? (S egue interven to f u o ri micro f ono) non è un erro r e s uo, è d el gi ornalista. D i co no s empre co sì, ch e è s empre col pa d el gi o r n alista. Poi sentirò il gi o r nalista. I NT ERVE NTO fuori mi crofon o co n f erma ch e è vero. Ha ragi one. C O NSIGLIE RE BALDI WALTER È co lpa del giorn alista. S ul di s co rs o i nvece d el Cimitero, appunto chi invece evident em en t e il Cimitero lo ap p r ezza anch e al d i f u o ri di G o r gonzol a, e soprattut to fo rs e al di f u o ri d i G o r gonzola, vorrei s egnal are ch e i l n ostro Cimitero è stat o o ggetto di d u e relazioni i n due congressi p u bbl ici, u no avvenut o i n V en eto, n o n mi r i co r do dove, m a co munque o r ganiz z at o d al la S o ci et à It aliana in m edi ci n a psicosomatica, ch e av eva p er argoment o i t erri tori del f u turo, dalle l eggi d ell anima al le n euro s ci enz e e u n al tro i nvece, questo ad opera d ell Associ azione M edi ci, che p arlav a di elaborazione d el l ut to com e f en om e n o s o ci al e e l a relazione che r i guard a i l Cimitero di Go r gonzol a si i ntitol a L u m anizzazione d ei l uoghi del co mmiato e d el ri co r do, l affas ci n an t e es p eri enza d ell arte contemporanea. Qu esto, giusto p erch é insomma p enso che i v al o ri che sono alla b as e d i ques to Cimitero, che sono al di l à di q u elli arch itettonici, m a insom ma v anno v ers o q uestioni d ell ani m a, sono pen so ap p r ezzat i al di fu ori di Gorgonzol a. P oi, su invece un paio di questioni più pratiche. Io h o f atto u n a m ozione, che n on s arà d iscu ssa st as era evident em en t e p erché è arri vata t r a l e ultime, m a p en so v errà d iscussa il p ro ssimo Consiglio, la p r osecuzione di q uesto 7

8 C onsiglio co munale, d ove ch iedev o che v en issero i nvitat i in C onsiglio com unale il dot tor Lagorio - l a mozione ovviam en te r i guard a l a D ec o - e l av v. C avallaro. Che, u no è q u ello che h a p o rt at o l a D eco a G o r gonzola e l altro è quel lo che ci sta d i fendendo o ci h a d i f es o insom ma cont r o i l C onsorzio. S i ccom e n o n m i ri sul t a che s i a p artito n es sun invito u ffici al e, v ol evo chied ere al Pre sidente d el C onsiglio s e è intenzione appunt o d ell Ammini strazione dare s egui to alla mia r i chi esta e, quindi, di avere l a prossima s ettimana, o il 9 di d icembre, i nsomma n ello s p eci fi co, q u es te d u e p ers one p er f ar sì ch e i l C onsiglio comunal e s i a ed otto i n m at eri a e p ossa p r en d ere u n a decisione anche i n seguito alle inform azioni ri cevut e. P oi, una ques tione che m i h an no s egn alato al cuni cittad ini. S ono arri v at e l e cartelle es at toriali T ARES insom ma, con o ggi /ieri a qualcuno e, o vvi am ent e, d ando p o ch issimo t em po di f atto p er l organizzazione d el p agamen to. Visto che il pagamento v a fatto ent r o il 1 di di cembre, ch e oltret utto.. (S egue i nt erv ento f u o ri micro f ono) ah, o k ay, p erché q uesto n on era s critto p erché l ho l etta i o. S ul portale d el Com une, p erò n oi d o bbi amo p ensare che.. (S egue i nt erv ento f u ori m i cro fo no) r ingrazio la C onsigliere, ma io s to p en s an do a un signore, in questo cas o a u n a signora ch e mi h a f at to vedere o ggi l a co s a, ch e n on h a avuto o ccasione né di andare in Com une n é d i leggere i l port al e, ch e si t r ova la d at a 1 dicembre com e termine ul timo di s cadenz a p er il p agamen to aven dola r i cev ut a i eri ecco. V ol ev o s ol o f are p r esent e o v vi am en t e ques ta q uestione. Cioè che l a possibi lità di p agamen to s ia i l 1 6 mi v a b en issimo, ch e p erò v enga a conoscenz a d ei cittadini s areb b e i nt eressant e t r ovare l a m ani era d i farl o sapere. A p r oposito.. l ul tima cosa. Vo l ev o f are u n a d om an d a. Io n o n h o an cora avuto modo di l eggere l en ciclica d el Sindaco, v ol evo s apere s e q u es to f asci co l etto r iman e s ol o ad uso p er i C onsiglieri o s e h a i nt enzione d i f arlo avere alla città, v isto ch e s i l ament ava d el l a s carsa p r esenz a alla s u a co n ferenza. E cco, gi u sto per capi r e. Poi, dopo che l avrò letto, darò un parere. G r az ie. Ci sono al tre com unicaz ioni d ei Capi gru ppo, d ei G r u ppi? Consigl i ere Al gi eri. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO M i as soci o al l intervento che h a f atto il col l ega Baldi n el r endere l a s cadenza che v eniva ri port at a sul l e cart el le T AR ES p erché lì v eni va r iport at a l a scadenz a p erent o ri a d el 1 d i cembre e, i n effet ti, sul sito del Comune si parlav a dall 1 al 16 di cem b r e. P erò, s e ri co r do ben e, non è una proroga, ma la scadenz a naturale era il 16. q uindi non s i t r atta di co muni care u n a p ro r o ga, m a la corretta scadenz a. P oi, r i allacci andomi all i nvi to f at to dal Sindaco p er quan to concerne l a t r agedia che h a colpito l a S ardegna, volevo comuni care al S egretari o e agl i U f fi ci compet enti che p er q u an to concerne l e mie spettanz e in termini di get toni, chi ed o agl i U ffici compet enti di dev ol v ere ci ò al lo sco po i n v itat o dal S indaco. 8

9 C hi ed o s cu s a al Sindaco s e visivamente l a m ia el eganz a s t as era l asci a un p o ch ettino co sì.. p er il m aglione, co munque l ascio l el eganz a agl i altri. Grazie. G r az ie. Ci sono altri? Consigliera S caccabarozzi. C O NSIGLIE RE SC A C C AB AROZZI ILARI A Io v o l evo soltan to r ingraziare l e col leghe d el C onsigl io comunal e per l esperienz a che ab bi amo v issut o i nsieme p erché è s t ato davvero un f o rt e m om en to d i com unità. No n so, siamo r i uscite a l egare n o nostant e tutto. Q u indi l e ri n grazio t utte p erché davvero è stata una bella esperienz a. P oi non posso f are a m eno conced etemi l a b attut a di chied ere s e, oltre a p a rl are d el nostro Cimitero n ei co n vegni, f anno m agari an che u n a raccolta fondi p er aiut arci a p agarlo v isto che di eci m ilioni di Euro sono tanti. A ltri che vogliono.. C onsigliere R adaelli. S ono comuni cazioni d ei G r uppi queste eh, n on sono n é i nt erpel l anz e n é.. ( Segue interv ent o fu o ri m i cro f ono) n o, ecco, p er n on confo ndere. C O NSIGLIE RE RADAE LLI GI OVANNI G r az ie P r es ident e, grazie. S em plicem ent e v ol ev o conferma s e il p r ossimo Consiglio co munale s arà i l 9. P erché, s i ccom e abbi am o l a r iuni one d el l Associazione, chi arament e sono gi r ate m ai l e ci dobbi amo ancora co n f ro nt are p erch é c è chi h a p r oposto d i d ev ol v ere co mpl et am ent e l incasso sia d i C assina, dello s p ettacolo s ul Pont e.., s i a Go r gonz ol a, co mpl etam en t e agli amici sard i. O r a dovremo di b attere, per cui spero pro p rio che sia così. P oi, un p iccol o r ingraz i am ent o mi s ento di f arlo all As s es sore Basile p erch é i n questi giorn i ci siamo s entiti p arecch io sull argoment o e, d evo dire, m as sima disponibilità e m assimo impegno. Graz ie. G r az ie. Al tri? Su q u es ta q u estione della convocazione d el C onsiglio com unale, io p en so, s p ero, m a mi d ovrò confront are con il S egretario e gl i U f fi ci, che possa essere il 9, in q u anto p ot r em mo ut ilizzare q u ella d at a anch e p er esau ri r e i n um ero si p u nti all Ordi n e del Giorno. Io s o che il d ottor Lagorio, p er esem pi o, p er il 9 è d isponi bile; n on so, n on h o u n ri s contro p er q u an t o r iguarda il d ot tor C av allaro, p erò lo s ent i remo e, al caso, lo f aremo. S e confermato il 9 l o faremo naturalment e interveni r e. C era l As s essore Leoni che vol eva brevem ent e d are una.. 9

10 A SSESSORE L EONI ALBERTO Sì, m olto brevem ent e. La d ata ri port ata s u l la l ettera i nviata ai cittadi ni r ipren de l a d at a esposta dalla d elibera e q uindi s iamo s t ati t enut i a i ndi care quel l a. Il r itard o n el l invi o è stat o dovuto a u n p r obl em a t ecnico con l a società che provved e all invi o m at eri ale d elle l ettere. L F24 consente com unque di p agare f ino al 15 d i cembre quant o d ovuto. Le m odal ità p ossono essere appunt o Posta o sportelli b an cari o l h om e b an king p er chi è in p osses so an che d i u n co nt r atto d i h om e b an king. A bbi am o d ato i n fo rm azioni sia presso lo sportello polifu nziona l e e anch e so che d om ani Radar uscirà con un artico lo p r opri o sul l a possibilità d i p r o ro gare fino al 16 l a dat a di pagamen to. P erch é è stat o messo l 1 di cembre? Perché poi arriverà l a s econda rata IM U i l 1 5 d i cembre e ab bi am o cercato, ahi mè, con u n po di affas tellamento di d at e, di s t accare u n minimo l e d ue s cadenz e. S p ero che s i p ossa evitare in f ut uro d i creare disagi alla cittadi n anz a. G r az ie. Consigliere Bian chi. C O NSIGLIE RE BIANCH I AL ESSANDRO G r az ie P r es ident e. G r azie della p aro l a p er, i nnanzitut to, d are il b en venuto al S egret ari o e q ui ndi augurare a l ui b uon l avoro. In r appresen t anz a d el Partito D emocrat ico h o avuto m odo d i i n co nt r arlo quan d o si è insedi at o i nsomma. S a, h a avut o già m odo di p r en d ere co s ci enz a d ei t anti impegni e d e l l e t an t e sfide che q u esta A mmini strazione, q u esto C om une, avrà di front e. A l ui rinnovo gl i augu r i di buon l avoro. S eco nda co muni cazione è quel la che in d at a 8 d i cembre, come mol ti san no, ci saran no l e pri m arie del P artito Democrat ico. Si t erranno p r es so l au ditorium, o m eglio al pi an o t erra d ell edi f icio dell auditori um di Via Roma civi co 27. Sono p r imari e apert e, appunto non è u n appunt am en to d i p artito, è u n appunt am ent o organizzato d al P artito D emocratico p er t utta la città, p er tutta l It alia. È u n o ccasione molto i mportant e p er chi f a p art e di q u esto p art ito e per chi in p assat o ha d at o f i duci a a q u es to p artito, h a i nt enz ione di d arla an cora. P enso s i a un appunt am ent o ancora pi ù import an t e, f o r se perché i n cazzat o con q u es to p artito mi s cusi il t ermine l a P r es idenza chi h a avuto m odo di avere r imostranze, chi si è allont an ato d al p art ito. È ancora un modo, è u n moment o import an t e, per pot er di r e l a v ostra, co n frontarsi con i C onsiglieri, gli i s critti, gli amministrat o ri d el p ar tito D emocratico. L i n vito, ovviament e è r i vol to ap punto, r ibadi sco, a tutta la cittadi n anz a e ci as p ettiamo l a part eci p azione. G r az ie. D a noi si d irebbe è p ro prio un p arlar di p aese insomma. C era i l S indaco che volev a d are una ri sposta. 10

11 S INDACO S em plicem e nt e, al C o nsigliere Baldi, n on h o n essuna i nt enz ione di distri buirla n elle cas el le d i posta, sta già gi r ando s ui s o ci al m edi a, t r a amici, così. Qu indi è una ri fl es sione che circo l a, com e gi r a t r a am i ci i n m ani era i n fo rm ale. S arei cont ento d i co noscere, m ag ari quando av r ai l et to ques to t esto d i m et t ermi p art e d ella tuta r ifl essione. Qu es to sì, s e ri usci am o a parlarci o m i m an di q ualco sa, sarei cont ent o d i conoscerl a. G r az ie in antici po an ch e. Le encicl iche, di s ol ito sono r ed at te in latino. Q uindi, q u es to gi à è u n p assaggi o i n pi ù. E cco, non è un en ci clica, è u na p r oposta di ri fl essione. (S egue int ervento f uori m icro f ono) Il t itolo da enci cl ica, certo. Bene, sono l e 20:45, p assiamo al punt o 2 d ell Ordi n e d el G i orno s ap endo ch e avremo u n o r a di t empo per la d iscussione d elle interpellanz e. 11

12 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 2 O.d.G. C.C. 27 NOVE MB RE 2013 I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE GERARDO AL GIERI DEL MO VI ME NTO 5 STELLE SULLA T R AS PARE N ZA DELL AMMI NI STRAZIONE CO MUNALE P as siam o, s enz a altro t em po, al l int erpellanza n. 2, p r esent at a d al Consigliere G erard o A l gi eri d el M ovimento 5 Stelle sulla trasparenz a d el l Am mini strazione com unale. P r ego, C onsigliere Al gi eri. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO V isto ch e: - l art. 7 9, p erm es si e l icenz e, d el D. Lgs. 1 8 agosto 2000 n , T es to U ni co d elle leggi s ul l o rd inam ent o degl i Enti l o cali e l a succes siva modi fi ca d el l art. 1 6, commi 21 e 2 9 d el D. L. 1 3 A gosto 2 011, n. 138, convertito co n m odificaz ioni dalla Legge n. 148 del 201 1; - i l cont en uto d ell art. 7 9 ch e, così com e f ormul ato, di spone che i l avorat ori d ipendenti, p ubblici e p rivati, p ossano godere di p erm es si p er lo s vol gi ment o d el m an dato elet toral e seco ndo l a seguen t e m odalità: o i n caso di s ed ut a s volta in o rario s erale i l av o r atori h anno di r itto di non ri p r en dere i l l av oro prima d el l e 8 o r e d el giorno s u ccessivo e, n el cas o in cui i l av ori si p r ot r aggono oltre l a m ezzan otte, h anno di r itto di assent arsi d al s ervizio p er l intera giornata s u ccessiva. C onsiderat o che: - l art. 6 9 d el R egolam en to d el Consiglio com unal e d i G o r gonzol a, che d ice, al com ma 1 : le s ed ut e s erali s aran no f o rm almen te chi use alle ore 24 e, comunque, l a durata m assima d i o gni s edut a non può s u p erare l e 4 o re d all i nizio della stessa. Si i nt erp el l a l a P r es id enza del C onsiglio per quan to segue: - s ono p ervenute alla Sua Vo ssignori a r i ch i este di p erm es si d o vut e al superamento d el l imite orari o co me d a i nt erp r et azione d el Testo Uni co della Le gge s ull ordi n am en to degl i Enti local i? - S e sì, qual è l importo com pl es sivo a cari co d ella co munità p er l a f ru izione di detti perm essi. - S em p re in caso affermativo, t r attandosi d i p ers one co n i n carichi pubblici, il cui co sto r icade s ulla ci ttad inanza e n o n p er questo i n cluso n elle casistiche p al esat e d al garan te d ella p ri v acy, p o t rebbe d ar co nto d ei C onsiglieri ch e han no f atto ri chi es t a? - S em p re in cas o affermativo, com e s i co nciliano ques te r i ch i este con l art. 6 0 d el Consigl io com unale, l addove 12

13 v i en e s critto: e com unque l a d u r at a m assima d i o gni s ed ut a n o n può superare le 4 or e d all i nizio della stessa? T enet e present e che ques ta int erpellanz a era stata depositata il 23 o ttobre Grazie. A ll i nt erp ellanz a r i sponde il Sindaco, p oi s u alcu ne i mpl i caz ioni magari darò an ch io qualche i ndi cazione. S INDACO N o n vorrei essere s cort es e con il Consigliere Al gi eri, m a d evo r ispondere co n un m onosillab o. N o, non sono pervenut e r i ch i este in ques to caso, quindi n on p osso poi, dopo, en t rare nel m eri to d elle altre cose. Però, l a ri fl es sione che facevo, era u na r i fl es sione di ques to tipo. Che q u es to t es timonia, p ur avendo avut o due s edut e ch e a mia m emori a s i sono p r ot r atte oltre l e o re 1 2, il f atto ch e n es sun C onsigliere ab bi a chi esto d i u sufrui r e di q u es ta possibilità, i ndipen d en t em en te p oi dopo s i può di s cut ere, t estimon i a i n q uesto s enso il s en so d i d overe che voi C onsiglieri avete. Q u indi, questo sicu r am ent e vi f a o nore p erché i o s o che anche altri si sono present at i r egol armente al loro posto di l avoro p u r essen do arrivati a cas a alle due e m ezza di notte quella volta. Q u esto mi f a pi acere, f a o nore al la nostra città, s oprat tutto i n questo mom ent o i n cui l e istituzioni e chi fa pol itica è visto un p o co m e u n n emico u na p ers ona che u tilizza q uesta sua cari ca p er un int eres s e personal e. Il f atto che n essuno ab bi a usufr uito di q u es to p erm es so mi f a b en s p erare e d à m olta di gnità a q u esto C onsiglio co munale. Q u indi, A l gieri, mi d ispiace m a è s ol o un n o, q uindi devo chiudere qui. Io v o l evo d ire ch e s u questa questione, com e ri co r derà il C onsigliere Al gi eri, abbiamo d iscusso, s u sol l ecitazione anch e d ella C onsigliera Scaccabarozzi, i n una r i unione d ei C ap igruppo. S e abbiamo not ato, l inizio d el Consiglio co munale, da due C onsigli a questa p art e l abbi amo ant icipat o alle o r e 20 p ro prio p er ev itare i l superamento d elle o r e 2 4, qui ndi i p ro bl em i che m agari possono nascere con questo o r ari o. O vvio che, n el m om en to i n cu i si d i s cut e d i bilanci o, si d iscut e di stat o d el p r o gram ma am ministrativo, i l superam ento d ell o r ari o p u ò anche essere i n evi t abi l e. D i m assima, t enderemo ovvi am en t e, almeno p er quant o mi riguarda, a m an t enere l o r ari o d el C onsiglio comunal e n elle 4 o r e così co m e prev ede i l nostro R ego l am en to. G r az ie. P r ego. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO Ringrazio i l Sindaco p er l a ri sposta garbata. U n a risposta garbata, com e s em p re d a p art e d i S tucch i. U n a r i sposta apprezzata p erch é l i nt erp ellanz a era u n int erpellanz a che 13

14 r accogliev a d elle v o ci che si ri n co rrevano. N essuna soluzione m i gl iore può essere quella di chi edere ed essere b en f elici d ella r i sposta che c i è s tata d at a. A n che in ri f erimento al la p u ntual izzaz ione fatta d alla P r es idenz a, infatti al t ermine d ella l et tura d ell i nt erp el lanz a ho sottolineatol a d at a i n cui era s t at a p r esent at a. P erché, logi cam ent e, co n o r ari e t empi ch e si s ono s usseguiti, m agar i p ot eva anch e d are il s en so di essere una r i ch i esta che era stat a superat a all interno d el l a co nferenz a d ei C api gruppo, ch e era q u ella che ci s i amo d at i ques t a p i ccola r egoletta onde evi tare di apri r e l a strada ad even tual e r i ch i esta d el genere. C ioè quel l o di cont enerci nell orario della mezzan otte così n on v i eran o p iù alibi o s cuse p er ev entuali r ichieste ch e m agari potevan o gravare s ulle fi nanz e ch e, purt r oppo, gi à in q u es to periodo s ono ab b astanz a critiche di t utte l e A mmini strazioni com unal i. G r azie. G r az ie. 14

15 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 3 O.d.G. - C. C. DEL 27 NOVE MB RE I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE SIG. MATTEO PE DERCINI DELLA LISTA UNITI PER FARE S ULLA NO N OTTEMPE RANZA DELLA CONVE N ZIONE U R BANISTICA DEL CO MPARTO 1 2 E S ULLA PUBBLICA S ICURE ZZA DE LLE VIE INTERESSATE ALLO S VILUPPO D EL COMPARTO STESSO PUNTO N. 4 O.d.G. - C. C. DEL 27 NOVE MB RE I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE SIG. MATTEO PE DERCINI DELLA LISTA UNITI PER FARE S ULLA NO N OTTEMPE RANZA DELL A CONVE N ZIONE U R BANISTICA DEL CO MPARTO 7 E S ULLA PUBBLICA S ICURE ZZA DE LLE VIE INTERESSATE ALLO S VILUPPO D EL COMPARTO STESSO P as siam o al p unto n. 3, i nt erp ellanz a present ata d al C onsigliere M atteo P ed e r ci ni d el la Li sta uniti per f are sul la n o n ottem p eranz a d ella convenzione u r b ani stica d el C om p arto 1 2 e s ulla pubblica sicurezza d el l e vi e interessat e al lo svi luppo del C om part o stesso. P r ego, C onsigliere P ederci ni. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO G r az ie P r esiden te. M i uni s co anch i o agl i au guri i nnanzitutto di b envenuto e di buon l avoro al dot tor Ferlisi. E ch i ed o al P r es iden t e, ma insomma, aven dole present at e i o credo che n on abbi a p ro bl emi, di p ot er u ni r e l e d u e i nt erp ellanz e, q u esta e q u ella s uccessiva, i n un u ni ca discussione. Farò i o u n i mpegno adesso d i l ettura i nsieme, s e l As s es sore che ri sponderà, o il Sindaco, non so chi risponderà. È sempre l Asses sore Balconi e quindi.. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO Benissimo. Fare u n a ri sposta u ni ca, p oi f arò u n unica d iscussione. V a ben e, d acco r do. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO G r az ie. Il s o ttoscri tto, C onsigliere co munal e dell i nsiem e d i Li s t e C iviche d en om inat i Uni ti per f are 15

16 C on sidera t o q u anto sia i mportant e per u n Am ministrazione ch e l a ci ttadi n anz a possa sentirsi s icura all i nt ern o d el p r oprio t erritorio; considerato che in q u es ti ultimi mesi s i sono l ev ate copiose l am ent el e d a p arte di num erosi cittadini, co n mol ti d ei quali abbi am o tutti av uto cert am ent e modo anche di p arl are d urante l i nt enso p eri odo d i campagna elettoral e, ab itan ti dei C om p arti 1 2 e 7, i nt ent i a r i ch i ed ere l a v eri fi ca del n on ri spetto d el le clausole p attizie cont enut e nella co n venzione u r banistica d ei C om part i suddet ti; considerato, altresì, che gli ab itan ti ogni an no, n el r ispet to d el l a s uddetta co nvenzione, s p en dono p er l a m an ut enzione o r di naria d ei gi ardi ni e dei v i al et ti pubbl ici n o nché p er l illuminazione d egli stessi un importo considerevole; considerato il doveroso ri spetto che i cittadi ni di ques to Stato d evono alle l eggi e, n ell o s p eci fi co al ri spet to d el C odi ce d ella s t rada ( ques to è i l riferimento part i col are al C om parto 12); considerato ch e i quartieri vi vono s ituazioni di p articol are p ossibile peri co lo gi à in orari o pomeri di an o, propri o quan d o sono m olto freq u en tati da mamme e da bambini i n età scol are; considerato lo stato di degrad o di molte zone di questi Compart i; alla l u ce an che d el f atto ch e gli abitan ti d ei C ompart i in o ggetto s ono interven uti a p ro p ri e spes e, v ista l u r genz a dovut a p er p r oblemi d i p ubblica sicurezza, i n i nt erv enti qual i, ad esem pi o, l a potatura di arbusti e p i ant e, azioni che sarebbero s t at e di compet enz a del C om une interp el la il Sindaco e gli Assessori comp eten ti in ma teria p er s ap ere cosa l A mministra zi on e comunal e intenda fare: a) i n m erito alla p ossibi l ità ( e qui mi r iferisco unicament e al C om part o 7 ) che i luoghi o ggetto d el l int erpellanza s i ano s o rv egliat i, in special modo l e p iazzole ch e ospitano l e p anch ine ai p o rtici, i q uali sono o ggetto p eriodi cam ent e d i i n cu rs ioni v andaliche e di gruppi di gi ova n i ch e, spes so i ndisturb at i, sporcan o l ambi ent e e p ro v ocano di sturbo alla q ui et e pubblica, persino i n orari not turni; b) i n m eri to alla possibi lità di r ipri stinare il m ant o, o rm ai d eteriorat o, dei vial et ti. Questo i nt ervento è ri cad ent e nel la m anut enzione st raordinari a ch e, a s eguito della convenzione stes s a, è in capo al Comune; c) i n m erito alla p ossibilità di ri p ristinare gl i alberi m o rti e m ai p iù pi antumati. Qu esto i nt erv ent o è ri cadent e n ella m anut enzione straordinari a ch e, a s eguito della convenzione stes s a, è i n cap o al C om une; d) i n m erito al la p ossibilità d i p ot are arb usti e al b eri. Q u esto i nt erv ento è ri cadente n ella m anut enz ione strao r dinari a che, a s egui to d el la convenzione stessa, è i n capo al C om une; e) i n m erito al l acquisizione d al C ondom ini o Ip p o campo, con l a conseguent e manut enzione, d ell area ant istant e Via M ant ova che doveva essere assoggettat a alla convenz ione. P er quant o ri guarda invece il C omparto 12 I nterp el la il Sindaco e g li A sses sori co mp eten ti per sapere cosa l A mmi nistrazion e comunal e intend a fare: 16

17 a) i n m erito al non rispetto d el C odice d el la strad a d a p art e di n um ero si veicol i che p ercorrono i n s enso contrari o di m arci a Via In z aghi; b) i n m erito all i nstal laz ione di r allentatori d i v el o cità sulla s t essa via; c) i n m erito al ripri stino d ella s egnal et i ca stradale v erticale alla luce d ei n um ero si atti di vandalismo ch e h an no di v elto e rovi n at o diversi cartelli strad al i; d) i n m eri to al ri pristino d egli arredi urbani utilizzati come d elimitat ori di carreggi ata; e) i n m erito alla possibilità di inseri r e una z on a di p arch eggio a d isco o r ario all int ern o d el parcheggi o m ultipiano che v i en e ut ilizzat o, in t aluni casi, co me r imes sa privat a p er n um ero s e macchi ne d ep o ca o au tovetture incident at e; f) i n m erito alla possibilità ch e l a Polizia Lo cale f accia r i spettare, attrav ers o ri ch i ami o s anzioni, i p ro priet ari d ei v eicol i ch e sono parcheggi ati al di fu ori dei p r es cri tti stalli d i sosta r egol ari ; g) i n m erito alla p ossibilità di sorv egliare i luoghi, in s p eci al m odo l An fi teatro e i port i ci an tistan ti l a pi azza, i q uali son o o ggetto p eriodi cam ent e di i n cu r sioni vandalich e di gruppi di gi o vani che, s p es so indisturb at i, s porcano l am bi en t e e p rovocan o di sturb o alla quiete p ubblica, p ersino in orari notturni ; h) i n m erito al la possibi lità di ri p ristinare gli alberi e cespugli m o r ti e m ai pi ù pi antumati. Q u esto i nt erv ent o è r i cad ent e n ella m an ut enzione strao r di n aria che, a s eguito d ella convenzione stessa, è i n cap o al Comune; i) i n m erito alla possibi lità di r ipristinare il m ant o d ei v i al etti o rm ai d eteriorat o. Q u esto interven to è an ch es so r i cad ent e n ella m an ut enzione strao rd inari a e anche q u esto, a seguito della co nvenzione stes s a, è in cap o al C omune; j) i n m eri to alla p ossibilità di accendere l e luci d el p archeggi o co p erto d i Vi a In z aghi, non com e avvi ene oggi a f asce o rarie, m a s olt ant o q u an do n ecessario, attrav erso la s empl i ce i nstallazione di un sensore crepuscolare d ebitament e e correttam ent e t arato. D ata l a p artico lare confo rm azione d el s uddetto p arch eggio, n ei m esi aut unnali e invern al i il p arch eggi o i n fatti s i trova gi à al b ui o sin d alle p rime ore d el pom eriggi o; k) i n m erito alla possibi lità di pul ire i p archeggi esterni di V i a In z aghi e quel li di Vi a Qu at tro Ven ti e il p arch eggi o di V i a In z aghi. A d o ggi, questi i nt erv enti non s ono i nseriti n el pi ano di m anut enzione operata d al C o mune e vengono eseguiti a spese d ei C ondomini del C om p arto stesso. G r az ie. Risponde al le i nt erp el l anz e l Assessore Bal coni. A SSESSORE B ALCONI GI OVANNI V ado p er o r dine co n l i nt erp ellanz a al C om p arto 12, poi p asso al Com p arto 7. La r i s posta è d ivisa in due, c è l a p aret e 17

18 r elativa al la Polizia U rb ana, c è la p arte r elativa invece al S et tore U rb anistica. Q u indi, in m erito a i punti a) d el C om p arto 12, i l d isco rso d ella Vi a In z aghi, i l s enso co nt r ario di m arcia; al punt o b) i nstallazione di ra llent at o ri di v elocità, al ri pristino d el la s egnal etica stradale v e rt icale, ch e è il punto c); i l d ) i n m eri to al r i pristino d egli arredi u rb ani utilizzati com e delimitat o ri di carreggi ata e i n m e ri to al l a p ossibilità d i i nseri r e z one di p archeggi o a disco o r a ri o e i n m erito alla p ossibilità, p u nto f ), che l a P olizia Lo cale facci a ri spet tare, attraverso ri ch i ami e s anzioni, i p r opri et ari d ei v ei coli p archeggi ati e in m erito al la p ossibilità di s o rvegl i are i luoghi, ch e è il punt o g), questa è l a r i sposta ch e l eggo i nt egral m ent e data dal la P olizia Urb ana. Q u indi in ri f erimento al l interrogazione p r es ent at a d al C onsigliere Matteo Ped e r cini si com unica quan to segue: - avendo gi à ri cev uto s egnalazioni i n m eri to al t r an sito in s enso contrario i n V i a In z aghi, abbi am o d a t em po p r ovved ut o a effettuare co nt ro lli giorn alieri, in p art i colare n ella fasci a o r aria m at tut ina, d alle 7,10 alle o r e 8, r i scontrando effettivam ent e di verse i n osservanz e alla s egnal etica esisten t e ( s enso v ietato) e p r ovveduto di conseguenza ad elevare l e r el ative s anzioni. I s ervizi di cont ro llo cont inuan o tuttora e sono p r o gram mati an ch e p er i l f uturo, i n modo d a p r eveni r e e scoraggi are i s uddetti comportam en ti, p er lo p iù s vol ti d a cittadi ni r esidenti n el le aree ad i acenti; - p er quant o ri guarda i l p r oblema d ei rallent at o ri di v eloci tà s ulla V i a In z aghi, esistono o ggettivi p r o bl em i di bilancio che non h an no p erm esso int ervent i del genere n é n el la zona i nt eres sata così com e an che in altri p unti s ensibi li della città. Sicurament e, an che sotto l as p e tto d ella v eloci tà v erran no effet tuat i co nt ro lli f inal izzati ad accertare event uali com port am enti illeciti; - p er q u an to r i guarda l a p ossibilità di p r eved ere u n p archeggi o a d i s co o r ario, s i valuterà con l Ammini strazione q u esta event u alità di t al e s ol uzione. A n che se, trattan dosi di zona co n s cars a presenz a di attivi tà commerci ali o di s ervizi, qui ndi con m inori n ecessità di r egolam ent azione o r ari a della s osta, si d ovrà s tabi lire l effettiva n ecessità d i t al e int ervento. Poi, al di là d ell attivi tà s opracita ta, sono stati altres ì effettuati accertam en ti su alcuni v eicol i p archeggi ati n el p arch eggi o s otterran eo e p ri vi d i assicu r azione obbl i gat o ri a, dove si è p r ovved ut o a s anzionare i r el ativi proprietari. In f i n e, l a zona, com e s i evi nce da quant o d etto, è in s erita n el co nt ro llo quotidian o del t erritorio, ma i cont rol li non possono essere co sì as sidui d oven do p ro vvedere co n il p ersonal e i n s ervizio n el la gestione d egli innumerev ol i interven ti ri chi esti d ai cittadi ni su al tre aree del territori o com unal e. S em p re p er la m ot ivazione di cui sopra, n on è p ossibile p r eved ere i co nt rol li n otturn i, se non n ei b revi p eriodi in cui v engono svolte l e pattuglie s erali estive. Q u esto p er quanto r i guarda l a p art e r elativa alla P ol izia U r b an a. 18

19 P er quan to r i guarda i l d iscorso r el ativo al l a rimessa i n loco d ei cartelli ch e sono stati di v elti d a v andali, c è una nota d atata 1 9 ottobre, d ove s i assicura una p ersona ch e abita n ella z ona da p art e d ell Ufficio, che i cart elli s egnalet i ci s ono stati ri messi di n u ovo a p osto, co sì co me s ono stat e s istemate al cune gri glie che erano stat e strap p at e. E che, i n aggi unta, n el l a z ona p r aticam ente d ell Anfiteat r o, sono stati m essi n uovi cestini port ari fi uti in s ostituzione d i q uelli ch e eran o stati r otti e in più r ispetto a q u elli che c erano in preced enz a. Q u esto, p er quanto ri guarda l a p arte r elativa al la P olizia u r b an a. P er quanto r i guard a i nvece l a p arte u r b anistica, q uindi s tiam o parlando d el p unto h ), d el p unt o i ) e d el punto k ), r i co r do q u an to di ce l art. 8 d el la convenz ione che era stat a a suo t empo citata, con l Im p r es a Qu at tro Ven ti. Q u indi, l art. 8 r ecita: p arimenti, l operatore s i o bbliga, p er s é e av enti causa, ad assum ersi i n tot o l o nere d ella m anut enzione o rdinari a e s traordi n ari a d elle aree pubbl iche i n cessione d a s ocietà di s ervitù p erp etua ad uso pubblico, co n le m odal ità indi cat e n ell allegato H, destinate al l a f ormazione di area a v erde p ubbl ico, p ercorsi p edonali, p iazza p edonal e, p ercorsi d acqua, parcheggi e vi abilità i nt ern a, s ollevando così il C om une d a o gni onere al ri guard o. A t al fine v i en e co stituito a f avore d el C om une u n d eposito cauzional e di Euro a garanz i a d i t al e adempimen to. Tale cl ausol a dovrà essere r i port at a negli at ti d i com praven dita. Qu indi, il Comune non è r esponsab ile di f are i n quel Com p arto tutto q u ant o si r i f erisce alla strao r dinari a e all ordi n ari a, p erci ò s p etta p raticam en t e agl i abitan ti del Comparto. P er quant o ri guarda, invece, l i nt erp el lanz a sul C omparto 7, anche qui c è u n appunto d ella Polizia U r bana, che l eggo i nt egral m ent e. In m erito all i nterrogaz ione presen t at a d al C onsigliere P ederci ni si co muni c a quant o segue: - q u es to U f fi cio, anche durant e il p eriodo estivo, non h a r i cev ut o p articol ari s egnalazioni di d isturb o n el l a local ità i ndicata, se non in sporadi ch e occas ioni. A s eguito d egli accertam en ti e sopral luoghi effettuati, n on s i s ono r isco nt r at e p r oblematiche ri l ev anti. In effetti, sono s t ati t ro v ati al cuni gruppi d i r agazzi, m a q u esti n o n creavan o p articol are disturbo. S i consideri comunque che, d ato i l silenzio d ella l o calit à i n o ggetto, an che il s em pl ice p arl are p uò essere u dito, m a ci ò n on può co mport are un d isturb o della qui ete pubblica. Si comuni ca che q u esto U f fi cio co nt inuerà, compat ibi lmen t e co n l e es i genz e d el s ervizio, q ui ndi delle n um ero s e p ro bl em at iche p r es en ti su l territorio, a garan tire i cont ro lli in luogo renden dosi il più possibile visibile. Tut to ciò allo s co po di s coraggi are co mport am enti illeci ti ed i nt erv eni r e co n intransigenz a nel caso i n cui, i nvece, tali comportam en ti si verifi cas s ero. P er quant o ri guarda invece gli altri punt i r el at ivi alla parte U r b an istica, quindi al p u nto b ), al p unto c) e al p u nto d ), sulla s cort a d el l At to N o taio S ev eri Lu ciano, n /24165 d el , co n il q u al e v en iva costituita d efi nitivam ent e la 19

20 s ervitù p erp etua delle aree i nt ern e ai corpi di f ab b ri ca, area a v erde e camminamenti, si di chi ara espressam ent e ch e la S o ci et à Im p r esa Q u attro Ven ti si as sume a suo carico l a manut enzione sia o r di naria ch e straordinari a d elle aree i n oggetto. M ent r e al p unto e), l acq ui sizione d el l area d el C ondom inio Ip p o campo, Vi a M ant ova, è i n attesa d el la d isponibi lità alla cessione d a p art e di tutti i proprietari e s u ccessiva co nvocazione d a p art e d el No taio incari cat o. Qui ci s ono una s eri e d i probl emi, i p r opri et ari s ono 7 0, per cui c è problemi a r ep eri r e da tutti l a d o cu m ent azione, anche p erché alcuni h anno v endut o gli appart am en ti e quindi bisogna andare d a chi h a acquistato l ap p art am ento, o q u al cuno è d eced ut o e q ui ndi bi sogna andare d agli eredi. Siamo comunque in contatto con chi li r appresenta p er chi udere anch e ques to. C onsigliere P edercini, p er l ev en tuale di chi arazione d i essere o m eno soddi s fatto della ri sposta ricev ut a. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO A p p rezzo l ev entuale e ci t en go a sottolineare che io h o r aggruppat o l e due i nt erp ellanz e, q uindi mi p rendo i l tempo di d u e int erpellanze perché n e ho presentate due i o. S e vuoi. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO S ono, a di f f erenz a di quan to p ensano molti C onsiglieri, di m aggi o r anz a d irei, p e r ché di opposi zione p er di versi motivi n o, m a io quando ero i n m aggi o r anz a n o n lo p ensav o, io r iten go f o rt ement e ch e l e i nt erp el l anz e siano u no strum ent o import an t e, v eram ent e i mportan t e. P erché sono il pont e che p erm ette di f ar s ì, co n questo grosso estrem o esem pi o di p art eci p azione, q u esta p arol a p er l a q uale t utti spen di am o parol e no? Qu es to pont e ch e p erm e tte l uni one tra l Ammini strazione, t r a l i stituzione, t ra chi è al pi an o alto e l a città, la gente. E la d imostrazione di q u es to è l a presenz a d el pubblico, v o glio dire, di q u es ta s era i n u n C onsiglio com unale che il P r es ident e o v vi am en t e h a f atto quando gi o ca l a J u v ent us e i n u n o r ari o n on p art i col arm ent e f av o r ev ol e. In v ece, mi sem bra che q u esta sia l a dimostrazione che questa è l a s t rada gi usta e ques to è uno stru m ento ch e va rispettat o. S ono cont ent o che n o n sia stat a invent at a u n a polemica che n o n c era, d a part e d el l Asses sore, d i et r o l int erpellanz a che abbi am o present ato. E che n on mi è s t ato d et to questo era t uo, q u es to era mio, questo dovev i f arlo tu, quest o d ovevo farlo i o.. ( S egue intervent o f u ori micro f ono) n o, sto di cen do che sono cont ento ch e non è s t ato sottol ineat o questo. Perché, co munque, è i nnegabi l e che qui s i p art e d a di eci an ni o quas i di A ssessore di m arca P. D., che ha generat o questo genere di convenzioni che s ono, di ci am o, u n pi c col o p ro bl em a p er l Amministrazione, un 20

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD &2081(',&$625$7(6(03,21( 3URYLQFLDGL9DUHVH $UW5(*2/$0(172(',/,=,2±,QWHUYHQWLGLULVWUXWWXUD]LRQHHGLOL]LD La domanda di Permesso di Costruire dev essere corredata dai seguenti documenti in duplice copia:

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 352*(77$=,21(','$77,&$ 3UHVHQWD]LRQH: Consolidiamo la conoscenza dei numeri naturali, decimali e interi relativi, dei procedimenti

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

C O M U N E.Di FO R M TA

C O M U N E.Di FO R M TA C O M U N E.Di FO R M TA P r o v in c ia di L a t in a SETTO RE : POLIZIA LOCALE E SERVIZI SOCIALI SERVIZIO : UFFICIO SCUOLA e d i r i t t o a l l o s t u d i o 1 2 FEB. 2015 N. 3 o D e t e r m in a z

Dettagli

SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE Allegato B SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE DISCIPLINA GENERALE TARIFFARIO PER L'UTILIZZO DEGLI SPAZI E DELLE STRUTTURE DEL SETTORE CULTURA in VIGORE dal 01 gennaio 2013 DISCIPLINA GENERALE DISPOSIZIONI PARTICOLARI

Dettagli

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11. 67$7872 '(/&2081(', &86$120,/$1,12 3URYLQFLDGL0LODQR (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.1999 Modif icat o con deliber azioni di

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

Il presente indicativo

Il presente indicativo Il presente indicativo Il presente regolare PARLARE VEDERE PARTIRE FINIRE parl - o ved - o part - o fin - isco parl - i ved - i part - i fin - is i parl - a ved - e part - e fin - isce parl - iamo ved

Dettagli

机 构 代 表 团 和 经 贸 代 表 团 出 访

机 构 代 表 团 和 经 贸 代 表 团 出 访 STU D IO BO C CI & PAR T NE R S M I SS I ON E I S T IT U ZI O NA LE E D E CO N OM IC A DI SI ST E MA IN CI N A - SH A NG HA I E NAN C HI N O 01 / 06 / 20 1 0 06 / 0 6/ 2 01 0 ST T UDIO B OCCI & PART NE

Dettagli

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services)

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services) Sala Toscanini Palazzo delle Stelline Milano 19 aprile ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor

Dettagli

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004 Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord 5LOHYD]LRQHHFRQIURQWRVXOOHSUDVVLGHJOL8IILFLJLXGL]LDULLQUHOD]LRQH DGDOFXQLQRGLFULWLFLGHOGLULWWRHGHOODSURFHGXUDFLYLOHPLQRULOH Castiglione delle Stiviere,

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren.

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren. Cari lettori Oggi della pulizia del nostro paese vi voglio parlare, che per come funziona, troppo cara ce la fanno pagare. Pe quanda solt co senec ne fasce pagà de rummat, Putignan er a iess nu paes, splendente

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI I) Introduzione sul nuovo Codice in materia di protezione dei dati personali

Dettagli

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da:

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Guida per l utente di BookDB Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Zerg Productions p u b blica anche: U lteriori infor m a zio ni sul sito: http://randor

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

o 1 09 162682 279 2 riconosciuta senza f i ni d i lucro, promuove, organizza, discipl ina e diffonde, senza f i n i di lucro, la pratica

o 1 09 162682 279 2 riconosciuta senza f i ni d i lucro, promuove, organizza, discipl ina e diffonde, senza f i n i di lucro, la pratica ~ l STATUTO Associazione Sportiva Dilettantistica SHARDAN TAEKWONDO SINISCOLA o 1 09 162682 279 2 11111 11111111111 111 11111111111 11 (in forma abbreviata A.S,D. SHARDAN TAEKWONDO SINISCOLA) Art. l -

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

Presentazione nuovo Annuario statistico ticinese e nuovo sito Internet U stat

Presentazione nuovo Annuario statistico ticinese e nuovo sito Internet U stat Laura Sadis,D irettrice D FE D ania Poretti Suckow,U stat Sheila Paganetti,U stat 1 Struttura della presentazione Intervento della Direttrice del DFE, on. Laura Sadis Nuova strategia di diffusione dell

Dettagli

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it 1 Matematica classe quinta Incontro del 15 ottobre 2010 Annarita Monaco annarita.monaco@tin.it,qglfh,qwurgx]lrqh/dfodvvhtxlqwd«txdolfdudwwhulvwlfkh3ulpdsduwh,vlvwhplglqxphud]lrqh/hsursulhwjghoohrshud]lrql

Dettagli

Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i "Candlest icks"

Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i Candlest icks 1/8 Vi pr esent iamo un br eve lavor o int r odut t ivo alla conoscenza della t ecnica dei char t s con le candele giapponesi ed una veloce car r ellat a di f igur e e f or mazioni più comuni e signif

Dettagli

S.I.R.I.O. Articolo 10 D.M. 593/2000 (D.L. 297/1999)

S.I.R.I.O. Articolo 10 D.M. 593/2000 (D.L. 297/1999) ... rticolo 10.M. 593/2000 (.. 297/1999) uida alla compilazione Ver. 1.0 dizione del 24/01/2012 uida rt. 10 1 ntroduzione 3-4 nformazioni generali 5 ote tecniche 6-7 ccesso e ogin 8 pertura domanda -apofila-

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i.

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. Nomi con plurale particolare Gruppo in -a Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. poeta (m) poeti problema (m) problemi programma (m) programmi I nomi in -ista sono maschili e femminili.

Dettagli

IL SESSISMO NELLA LINGUA ITALIANA

IL SESSISMO NELLA LINGUA ITALIANA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA PARITÀ E LE PARI OPPORTUNITÀ TRA UOMO E DONNA IL SESSISMO NELLA LINGUA ITALIANA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L INFORM AZIONE E L EDITORIA COMMISSIONE

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Cristian Secchi Pag. 1

Cristian Secchi Pag. 1 Controlli Digitali Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica CONTROLLORI PID Tel. 0522 522235 e-mail: secchi.cristian@unimore.it Introduzione regolatore Proorzionale, Integrale, Derivativo PID regolatori

Dettagli

I nit ial Public Of f ering")

I nit ial Public Of f ering) L' I PO (dall' inglese "I" I nit ial Public Of f ering") è l' of f ert a pubblica iniziale di sot t oscrizione e/ o di vendit a (OPS, OPV o OPVS) di t it oli di una societ à che per la prima volt a viene

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b Schema presentazione La produzione di latte ovino Il costo di produzione del latte ovino: Costi aziendali Costi di sistema Interazione fra prezzo, costi di

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli

RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI

RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI Le serie web incontrano l archivio delle Teche Rai attr aver so la cr eatività dei giovani talenti e le tecnologie

Dettagli

NUMERI RAZIONALI E REALI

NUMERI RAZIONALI E REALI NUMERI RAZIONALI E REALI CARLANGELO LIVERANI. Numeri Razionali Tutti sanno che i numeri razionali sono numeri del tio q con N e q N. Purtuttavia molte frazioni ossono corrisondere allo stesso numero, er

Dettagli

Accordo Stato Regioni 27 luglio 2011. Genova, 1 dicembre 2011

Accordo Stato Regioni 27 luglio 2011. Genova, 1 dicembre 2011 uadro normativo sistema IeFP Accordo Stato Regioni 27 luglio 2011 Genova, 1 dicembre 2011 Contenuti Repertorio Nazionale dell offerta di IFP Figure di differente livello articolabili in specifici profili

Dettagli

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI PROTEZIONE CONTRO I FULMINI E LE Cirprotec PROTEZIONE ESTERNA Gli specialisti nella Protezione contro Fulmini e Sovratensioni Gamma completa di sis temi per la pr otezione esterna contro i fulmini: Parafulmini

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO s.r.l. +39(011) 785380 / +39(011) 785366

Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO s.r.l. +39(011) 785380 / +39(011) 785366 Sezione 1. IDENTIFICA ZIONE DEL PRODOT TO E DELL A ZIENDA Codice del prodotto MEC-POL FO 500 S Nome del prodo tto Ossido di terra rara Nome del produ ttore: Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA ARCHTETT JUNOR PROVA PRATCA TEMA 1 Stesura grafica di una planimetria catastale Avete ricevuto via fax, da un vostro cliente, la planimetria catastale allegata, riguardante una unità immobiliare residenziale.

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 La sicurezza nelle stazioni. L impegno di RFI nel consolidamento della rete territoriale. Roma 27 giugno 2006 Disagio sociale 1. L altro ed il diverso 2. Aree di disagio sociale

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti

Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti Flavio Tartero, Libero Professionista Davide Bellotti, EUCENTRE Roberto Nascimbene, EUCENTRE SOMMARIO Nel presente lavoro vengono

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

La conversione dei capitoli secondo il nuovo piano dei conti Documento #2 Il passaggio al nuovo modello di bilancio

La conversione dei capitoli secondo il nuovo piano dei conti Documento #2 Il passaggio al nuovo modello di bilancio FORMAZIONE CONTINUA IL PASSAGGIO ALLA NUOVA CONTABILITÀ ARMONIZZATA gli adempimenti da porre in essere per applicare il D. Lgs. 118/2011 La conversione dei capitoli secondo il nuovo piano dei conti Documento

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi in ingresso alla progettazione

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T.

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T. PRUSST "CALDONE" Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo So sren i bi le del Terr it o r i o Collegio d i Vigilanza Via Traianc.tc- 821 ne-benevento. Tel.:0824/21549 Fax:0824/25432 Email: collegiodivigilanza@virgilio.it

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

PIANO DELLA PERFORMANCE 2014

PIANO DELLA PERFORMANCE 2014 dei Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI DI GIUSTIZIA PIANO DELLA PERFORMANCE 2014 1 Sommario Cosa facciamo : dalla missione agli obiettivi strutturali... 3 DAG e gli altri Dipartimenti...

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i

La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i press UnE 02/01 /2011 Resto del Orlino Ravenna BAG NACAVALLO La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i «ANCHE a Bagnacavallo i nodi delle politiche degli an - ni passati vengono al

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO La Vener abile Ar ciconf r at er nit a di Miser icor dia di SARTEANO a cur a del Coor dinament o delle Cent r ali Oper at ive della Regione Toscana pr opone il manuale di: P.B.L.S. 1 3%/6 Pediat r ic Basic

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie C o rs o d i L a u re a in In fe rm ie ris tic a Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia PROG E T T O DI AP P RE N DIME N T O IN AMB

Dettagli

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. "-ì"* f &" '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. -ì* f & '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0 -r#s*ts*^ "-ì"* f &" '& fk **rr?r--w UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FALERMO Fr\COLTA' DI ECONOMIA Cotrltre.ro rlerrorale Sulla base dei verbali redatti dalla (lornmissione del Seggio elettorale presieduta dalla

Dettagli

LA POLIZIA LOCALE IN ITALIA

LA POLIZIA LOCALE IN ITALIA tudiopl2_layout 26/9/2.55 Pagina LA PLIZIA LCAL I ITALIA ai grandi ai piccoli Comuni ttobre 2 tudiopl2_layout 26/9/2.55 Pagina 2 LA PLIZIA LCAL I ITALIA Il volume è stato interamente realizzato con il

Dettagli