C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013"

Transcript

1 C O MUNE DI GO RGONZOLA C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 27 NO VE MB RE 2013 Benven ut o al n ostro S egret ari o. È l a prima.. u n p o emozionat o m agari no? Però è abi tuat o. C hi ed o al Segretari o d i p r o ced ere al l appello d ei C onsiglieri, grazie. SEGRETARIO G r az ie P r es iden t e, grazie a t ut to il Consiglio, buonas era. ( Il Segretario procede all ap p ello nom inal e). 1 3 Consigl ieri com unal i p r es en ti. P ri ma d i iniz iare la s eduta SEGRETARIO M i sono di m ent i cato Stucchi. È p resen te. P ri ma di i niziare l a s eduta d el Consigl i o comunal e, vorremmo ringraz i are, poi o vviament e lo f aranno m eglio di m e l e C onsigliere com unali che h an no p art eci p ato all iniz iativa di s abat o s cors o, v o levam o ri n graziare l a coreografa G iorgi a Filipponi, che invito qu i d avant i insiem e a t utte l e Consigl iere com unal i e di r em o il nostro grazie p er i l l avoro svolto i n occasione.. (S eguono appl ausi) C O NSIGLIE RE SCACCAB AROZZI ILARI A C r ed o che tut ti v oi ab bi at e p otuto vedere, e ammirare p er essere p r eci si, i l flash mob ch e abbi am o r eal izzato s ab ato scors o. È stat a l a p rima i niziat iva ch e abbi am o f atto com e d o nne i n C onsiglio, i nsomma al di l à d elle b arriere p olitich e p artitich e di l ista, p erché, com e abbiamo u s at o com e slogan, credi am o che l a l otta cont ro l a violenz a alle donne n o n abbia colore p o litico, q ui ndi q u esto ci rende fo rt i a l av o rare i nsiem e, m a volev amo r i n graziare G iorgia p e r ché d avvero è s t at a di una gentilezza i n finita. H a i nsegnato, a d ei pezzi d i l egno com e noi, a m uoverci e d avvero si è p r estat a con u n a d ed izione e una disponi bi lità, lei e l a Expression Dance A cad em y o v v i am en t e, ch e davvero non p ensavamo di trovare. P e r ci ò grazie mille. O vvi am ent e, oramai t i s ei l egata a n oi m an i e p iedi, com e ti abbiamo d etto s i am o d elle cozze, per cui non ci scro llerai pi ù di dosso. Grazie. 1

2 Fate la f ot o tutti i nsieme. G r azie, grazie di cuore alla Sig.na Gi o r gi a Fi lipponi, coreografa. E, a p r es to. G r azie, arrivederci. È arrivato anch e il C onsigliere Bal di nel frat t empo. 2

3 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 1 O. d.g. C.C. 27 NOVE MB RE 2013 C O MUNICAZIONI DEL SINDACO E DEL DEL C O NSIGLIO S INDACO In i z i amo co n le com unicaz ioni del Sindaco, poi, a seguire. G r az ie. In n anzitut to do il b envenuto al nuovo S egret ario, il d ot tor S al vatore Ferli si, p er q uesta s ua p ri m a p r es enz a nel nostro C onsiglio co munale. Io s o n o co nvint o che l e s u e compet enze r enderanno p iù s empl i ci anch e q u es ti n ostri lavori. E anche m i auguro, che s ono anche q ui certo, ch e sicu r am ent e aum ent eremo in qualità e n el m assimo rispet to della conformità d ell azione am ministrativa co n i l suo ai ut o e l a sua collaborazione. Q u indi b en v en uto a nome di t utti qui i n questo C onsiglio co munale. A n ch io mi as socio al ri n graziam ento, i n questo caso n on s ol o alla co r eo grafa, m a anche a tut t e v oi Consigl i ere d o nne d el n ostro C onsiglio. P erché, oltre a v oi s iete stat e capaci di aggregare altre p ers one, m a s oprat tut to è stat o m olto interessante che i l v ostro b allo, il v ostro f l ash mob, v eni sse co llocato all int erno di u n m om en to p art icol are com e è l a f i era dove, s p es so, si è d istratti d a cert i argomenti ch e i nvece s ono i mportant i. In p articol are questo s ul la v iol enz a d elle d o nne. Q u indi grazie, e penso anche l a n ostra città - p erch é poi erano p r esent i anch e m ol te p ersone i ntorno a voi h a apprezzato q u es to vostro m omento di pensiero così forte. La t erza com unicazione ri guard a un tema in cu i tut ta l It alia sta s offrendo. N oi, venerdì 22 n ovem b r e, ab bi amo acco lto l i nvito d el Consigl i o d ei Mini stri di aderi r e al giorno d i l ut to n az ionale in r icordo d elle vittime d ell al luvione d el l a Sardegna. L abbiamo f at to co n un gesto mol to s emplice, che è q u ello di l istare a lut to ed es porre l e n ostre b an di ere. U n pi cco lo s egno, f o r se i nsuffici en t e, a cui p ensav o e q ui f accio ques ta p r oposta, p oi m agari i capigru p po decideran no co m e renderl a al m egl i o, di f are u n a pi ccol a s o ttoscrizione tra v oi Consigl i eri e n oi amministrat o ri e co stituire un pi cco lo f ondo d a d are a chi sta già r accoglien do fondi, Ex Li b ri s, ch e ho avut o il piacere di assistere al l oro spettacol o, h a p ro p rio destinato una p art e, f ors e t utto l i n cas so, quindi p ot r em mo u tilizzare quant o r acco glierem o e o f f ri rl o poi a Ex Li b r is che penserà poi d opo lei a trasmet terlo al C om une o al l Agenzia. In m o d o p er dimostrare anch e così, con l a n ostra concretezza, u n a vi ci nanz a a q u este popol azioni così d u r am en t e co lpite dall alluvione. La q u arta com uni cazione r i guarda l a Fiera di S an ta C at eri n a. Qui ndi v ol evo ringraziare il n eo P r esident e, S imone C al abrese, tutto i l s uo s taff, i l C omitato Ent e Fiera, l a P ro Lo co, p erché h a r es o v eramen t e b ella l a 2 2 9^ edizione della n ostra 3

4 Fiera di S ant a Caterina. È riuscito a f arl o in u n t em po m olto b r eve. Q u es t anno è u n anno di grandi co r se, di grandi ri n co rs e e i n p o co t empo è r i uscito a far sì che questa t r adizione di Gor gonzol a, ques t a v etri n a che G o r gonz ol a h a n ei confro nt i dei p aesi vi ci ni, ci p o nesse com e una comuni tà s em p re v i vace, s empre b en p r ep arata, che r i es ce a raccont are di sé con grande q u alità. E ri n graziare, a n ch e volevo r ingraz i are tut to q u esto n ostro grand e t essut o associ at ivo che h a s ap ut o unire alle t r ad izionali b an carelle d egl i altri stan d i nt eressanti. Soprat tutto p erché, anch e in q u esto caso, ponev ano alcu ni temi che r i guard avan o l a sol idari et à, l a vi ci nanz a, es ponen do an che dei l o ro p ro dotti che gl i s er vivano poi p er autofinanz i arsi, quindi p er d are concret ezza alla loro azione sociale. V o i avet e vi sto che i n questi giorni d i f i era era p r es ente anche il S indaco d i A nnwei l er, T hom as V ol en b erg, s ua m o gl ie E lisabet h e l a P resident e d el Comitato gemellagg i o d i An n w eiler, Birgitte, di cu i non conosco il cogn om e, quindi non r i es co.. Birgitte è co nosciut a.. d i ci am o, q u esto è stato u n incont r o poco u f fi ciale p erch é ab bi am o accolto, ve lo di cev o n el la l et t era di i nvito che v i h o m andat o, q uesta r i chi esta v en ut a all ultimo m om en to p o co p rima d i partire, sul p ullman p er ri tornare a G o r gonzol a, di poter es s ere p r esen t e anco r a tra n oi p er p r ol ungare quella s er at a m agi ca d el 2 novem bre q u ando, all int erno di ques to grande au ditorium d i A nnweiler, l o r chestra C r es cend o h a p roposto q u esto s uo concert o con m usich e sia t edes ch e sia però an che di aut o ri italiani. Q u indi, r i co rd i amo q u esta fi era ch e si è arricch ita anche d i q u es to ospi t e. L u l t ima è u n a com unicaz ione un po p ers onale. Voi av ete t r ovat o n el l a cart ellina u n p i ccol o fascicol etto ch e ri porta q u ello che ho chi amato co sì: di s co r so al l a città, t en uto in o ccasione d ella f esta p at ronale di Sant a Cateri n a, q uindi luned ì 25 n o vembre. È un discors o che riport a e v uole co ndi vi d ere con v oi e con l a città i nt era alcune m ie ri flessioni m at u r at e in ques to p r imo t em po d el m io m an dato amministrat ivo, p erch é s entivo il b isogno, a f r ont e d i alcu ni even ti m o lto p art icol ari, d i pot er aiut are i nostri cittadi ni a int erpretare questi s egni ch e s ono accaduti nel la nostra ci ttà. Io h o invitat o tut ti a co ndivi d ere p oi, com e h o f atto io con v oi e con i cittadini, l e loro r i fl es sioni. E qui ndi di poter f ar sì che questo di s co rso alla città di v ent i u n a grande ri fl essione che t estimoni an che com e o ggi l e istituzioni possono es s ere v i ci n e ai cittadi ni anch e con f o r m e d ivers e. N oi siam o vi ci ni at traverso il n ostro agi r e istituzional e ammini strat ivo, f o rs e possiam o anch e essere vi ci ni ai cittadi ni o f frendo q u es ti pi cco li s p azi di r i fl es sione. È mia intenzione r i petere ques to ges to i n o ccasi one della f i era di S an ta C at erina. D evo d ire che h o t r ovat o u na ci ttà poco attent a a ques t a n ostra Sant a p at ro n a. Io h o avut o m odo di s p eriment arlo l uned ì, c erano s cu ol e che eran o a cas a e s cu ol e i nvece ch e erano attive. C erano n egozi aperti e n egozi chi u si. N o i avremo, a b r ev e, d a affrontare i l t em a d el la grande ci ttà m et r opolitan a, dove l a nostra identità n on può smarri r si in questa grande m et ro pol i ch e andrà a costru i rsi. Allora, il manten ere, r i co r d are l e n ostre t r adizioni, q uindi l a Fiera di S an t a C at eri n a, 4

5 l e p ers one ch e i n p as s at o a cui l a città s i affi dò, l a S an ta C at eri n a d Al es s an d ri a, p ossono aiutarci a capi r e un p o chi s i amo p er p ermetterci p oi d i poter governare m eglio i l nostro f u turo e indi rizzarlo i n bas e a quello ch e noi saremo. L u l t imissimo avviso ri guard a il C onvegno ch e f aremo qui i n questa sala sabato m attina, il P alazzo Piro l a, mi s cu so, Noi Ex po, i n cu i i n cominceremo ad av vi are u n a p rima r iflessione sul t em a d ella grande esposizione Expo ch e si terrà nella città d i Milano, qu indi ch e ci co invol gerà, dal 1 m aggi o al 31 ot tobre. Q u indi s arà un p rimo t av olo i n cui butteremo un p o sul t avol o alcune idee, alcu ne p r ovocazioni e d a l ì cominceremo a co strui r e q u ello che p ot r eb b e es s ere il nostro ru ol o d i p ro t agoni sti all int erno di q u esto grande even to. Grazie. G r az ie Signor S indaco. Q ualch e com unicaz ione anch e d a p art e m i a, i n una gi o r nata in cu i una d at a important e. Ci s ono alcune d at e n ella vi ta che v an no r i co rd ate i n m odo partico l are, io n e ho alcune. Questa sarà una di quelle pro b abi lmen t e. V i d o q u al ch e comuni cazione i n relazione ad alcuni inviti p erven uti, a m e m a i n qual ità d i P r esident e d el C onsiglio, m a ch e estendo molto vol en tieri anch e alla vostra attenzione. Il p r i mo i nvito e appuntam ent o r i guard a s abato 3 0 n o vembre e ci arriva d all Associ azione n azional e d ei Carabi ni eri, p erché r i co r d eranno, sab at o pom eri ggi o, la ri correnza d el la V i r go Fidelis. Al l e 1 6,45 ci s arà l accogl i enz a p r esso i l S agrato d el la C hi es a di S an Carlo in Piazza G iovanni XXII; alle o r e 17 l i nizio d ella cerimonia e d ella S ant a m essa e alle 1 8 i l rinfresco p r es so l a s ed e d el l a S ezione s em p r e i n P i azza G i ovanni XXIII. E cco io, p oi ché non s arò present e, i n quanto n on s arò i n G orgonzola i n q u elle dat e, chi edo alla Vice President e di r ap p r es e n t are, lei e gli altri Consigl i eri che v o r r an no p art ecipare, il Consigl io comunal e i n quella d at a, i n q u el l a s ede. No n s o s e il Sindaco anche ci s arà.. perfetto. La s econda co muni cazione riguarda s empre un appunt am ent o. Lu n edì 2 di cem bre, alle o r e 2 0,30 a l P al azzo T r ivulzio a M elz o i n Vi a D ant e 2, ci s arà l a p resen taz ione d i un i mportant e incontro: I p ercors i occupazionali d ei gi o v an i r esiden ti n ell Est d i Milano d al al I s ervizi t erritori ali, l avoro, gi o v an i e s trani eri. L i n contro, o r ganizzat o d all Ambito T erri toriale Di stretto 5, avrà ap punt o la presenza di m olti politici locali, dal Sindaco d el C om une di Melzo al Sindaco d i In z ago e d ai ricercatori dell AFOL d ell Est Milanes e e d al D i r ettore stesso d i A FOL. S e qualcuno p ot es s e ovvi am ent e p art ecipare, l unedì 2 di cem b re, alle 2 0,30, p alazzo T rivulzio a M elzo. Il t erzo appunt amen to ri guard a un i niziativa nuova p er l a n ostra r ealtà d al p u nto d i vi sta d ell i mportanz a che a q uesta r i co r r enz a è stata d ata. In o ccasione d el 70 An ni v ersario d ell ecc idio d el l a D ivisione A cq ui d i Cefal onia, mercol edì e gi o v edì 5 di cembre, d alle 10 alle 14 e d alle 1 6 alle 2 0, a P alazzo Pirol a vi s arà l ap ert u r a d el l a m ostra e v isite guidate p er le s cuole e p er l a cittadi n anz a. V enerdì 6, alle 2 0,45 s em p re in P al azzo Pirola, i l C onvegno e la p ro iezione di filmati: I gi u sti di 5

6 C efal oni a. In t erverranno u n a s erie d i esponenti, t r a cui n aturalment e poi f arà gl i onori di cas a i l nostro Sindaco, Lu ciana C r es pi che è f igl i a di u n r ed u ce d ella D ivi sione A cqui, C ostantino Rufi gno che è un f i gl io di u n r ed u ce d el l a Di visione, P r es iden t e d ell Associ azione di Milan o e P ro vincia ed E nzo D e N egri che è f i gl io di un uffi ci al e d el la D i vi sione A cq ui f u ci l ato a C efal oni a. P oi s abato, di q u este n otizie poi s ul sito vi s aranno t utte l e indi cazioni e, fo r se, av r et e anche già ri cevut o l a comuni cazione da p a rt e d el la S egret eria. S ab at o 7 d icem b re, al le o r e 1 1 p r esso il nostro Cimitero, vi s arà l a posa d el s asso ch e p r oviene d al luogo d ell ecci dio. Un a cerimonia di r ei m ol to, m olto signi fi cativa. U n altro ap punt amento ch e vi s egnalo è l appuntam en to p er i Consigl i eri com unal i. Come ri co r d at e, abbi am o avut o un appunt am ent o presso l Accad emia f ormat iva, poi ab bi am o avuto l i n co nt ro con l a C asa di Riposo, vi s egnal o ch e n el m ese di d i cembre avremo tre i n co nt ri, vi com unich erò p oi e co n f ermerò le d ate p r ecise. L i n co nt r o p r es so il C en t ro sportivo p er v edere e v eri f icare lo stato d i avanz am en to d ei l avori e p er co n oscere, p er chi n on aves s e avuto modo di f arlo, l a r ealtà del nostro C ent ro s portivo. A v rem o u n inco nt r o co n l a Prot ezione Civile, ci comuni ch eran no l a d ata di una s era di sponibi le, sol itamente è un gi o v edì p er loro, v i f arò avere le d ate disponi bili. Poi u n i n co nt ro, il merco l edì s era v ers o l e 1 8,30 anch e q u i vi s egnal erò l a d at a con i n ostri U f fi ci comunali p erché è gi usto che i Consigl i eri co munali co noscano, non sol tant o gli operat o ri, m a anch e i l s ervizio ch e vi en e svol to presso l a n ostra r ealtà comunal e. P oi av r et e avuto m odo d i v edere n el la v ostra cart ellina al v ostro posto, u n a lette r a r el ativa alle d isposizioni in materi a di r i ordi no d ella di s ci plina ri guard ant e gl i obblighi di pubbl icità, t r as p a renz a, diffusione di inform azioni e così via. Q u esta è un ultima annot azione, che v i prego di consegn are entro v en erd ì 1 3 p r esso l Uffi cio Segreteri a, i n m odo t ale d a avere tut ti la p ossibilità d i co mpl etare gl i incari chi che q u al cuno d i voi m agari può r i v es tire i n ambi to i stituzional e o pubblico. C on l o ccasione, r i co rd o an ch e a chi n on av esse anco r a consegnat ol a n ot a r elativa al la propria p o sizione r eddituale o p atrimoni ale, d i farlo al pi ù p r es to p er n on i n co r rere n el le event uali sanz ioni relative. D a ultimo vi comuni co che, com e av evo an nunci at o nella p assat a s ed ut a d el C onsiglio com unal e, co n p r otocollo n d el 4 n ovem b r e, i o, lo di co per me p erché ri guard a m e, ho consegnat o l a l et t era s econdo l a quale h o chiesto ch e m i venga corri sposto il 70% d el l inden nità prev ista d alla n o rm ativa p er il P r es iden t e del C onsigl io com unale. M i corre l o bbl i go, di di r e insomma, p erch é avrei avuto mod o di apprezzare i l gesto, mi avreb b e f atto pi acere, che anch e chi ha p r es ent at o una moz ione, che s ep p ur n on votat a, che s eppur n o n condivisa d a m e n ei t erm ini con cui l av eva present at a, almeno av r ebbe costitui to d al m io punto di vi sta, d i rei, u n o ccas ione di stile. Chi p r es en t a una mozione ch e riguarda l a r i duzione d el le i ndennità, d i s ol ito p r esent a, i l giorno d o po, la p r opri a r i chi esta di r iduzione di indennità. E cco, ch i h a v oluto f arla l h a fatta, penso ch e chi d oves s e even tual ment e f arla ha 6

7 t em po di f arl a nei prossimi gi o rni. Voi lo sapet e com e la penso i o s ulla ques tione della ri duzione dei gettoni di p r esenz a d ei C onsiglieri co munali, av et e avut o m odo di s ent i re il mio i nt erv ento e l a m ia cont r ariet à a quello, p erò credo ch e chi h a p r oposto q u esta d isposizione, o ques t a moz ione, av r eb b e d avvero costitui to u n atto d i eleganz a e di signorilità s e per caso, v ol endo, l av es s e p o tut a p oi p res ent are di p ersona. P erò, o v vi am en t e, c è sem p re t em po per farl o. Ci sono i Gruppi che vogliono i nterveni r e? Consigl iere Baldi. C O NSIGLIE RE BALDI WALTER Buonas era. An che d a p art e m i a il b envenut o al n uovo S egret ari o di buon l avoro e di aiut o i nsomma ai l avori d i ques to C onsiglio. Io p arto, vol evo fare d u e o tre com unicazioni, d a quello che h o l et to su R ad ar della sc o rs a set timan a, dove l As sessore Paol ini d i chi ara che, a p r oposito d el Cimitero, co m e si s a, sono p r ev isti d u e lot ti, m a il nostro o bi et tivo è d are una di gnità propri a ad almeno 150 l oculi, che sian o r ecint ati com e p r ev ede il p r o get to. O v v ero s eguendo la f o rm a d ella f o glia d acero. Io n o n so s e si è s b agliat a, è u n errore di bot ani ca o altro, m a effettivamente.. ( S egue int ervent o f u o ri micro f ono) la f o glia? (S egue interven to f u o ri micro f ono) non è un erro r e s uo, è d el gi ornalista. D i co no s empre co sì, ch e è s empre col pa d el gi o r n alista. Poi sentirò il gi o r nalista. I NT ERVE NTO fuori mi crofon o co n f erma ch e è vero. Ha ragi one. C O NSIGLIE RE BALDI WALTER È co lpa del giorn alista. S ul di s co rs o i nvece d el Cimitero, appunto chi invece evident em en t e il Cimitero lo ap p r ezza anch e al d i f u o ri di G o r gonzol a, e soprattut to fo rs e al di f u o ri d i G o r gonzola, vorrei s egnal are ch e i l n ostro Cimitero è stat o o ggetto di d u e relazioni i n due congressi p u bbl ici, u no avvenut o i n V en eto, n o n mi r i co r do dove, m a co munque o r ganiz z at o d al la S o ci et à It aliana in m edi ci n a psicosomatica, ch e av eva p er argoment o i t erri tori del f u turo, dalle l eggi d ell anima al le n euro s ci enz e e u n al tro i nvece, questo ad opera d ell Associ azione M edi ci, che p arlav a di elaborazione d el l ut to com e f en om e n o s o ci al e e l a relazione che r i guard a i l Cimitero di Go r gonzol a si i ntitol a L u m anizzazione d ei l uoghi del co mmiato e d el ri co r do, l affas ci n an t e es p eri enza d ell arte contemporanea. Qu esto, giusto p erch é insomma p enso che i v al o ri che sono alla b as e d i ques to Cimitero, che sono al di l à di q u elli arch itettonici, m a insom ma v anno v ers o q uestioni d ell ani m a, sono pen so ap p r ezzat i al di fu ori di Gorgonzol a. P oi, su invece un paio di questioni più pratiche. Io h o f atto u n a m ozione, che n on s arà d iscu ssa st as era evident em en t e p erché è arri vata t r a l e ultime, m a p en so v errà d iscussa il p ro ssimo Consiglio, la p r osecuzione di q uesto 7

8 C onsiglio co munale, d ove ch iedev o che v en issero i nvitat i in C onsiglio com unale il dot tor Lagorio - l a mozione ovviam en te r i guard a l a D ec o - e l av v. C avallaro. Che, u no è q u ello che h a p o rt at o l a D eco a G o r gonzola e l altro è quel lo che ci sta d i fendendo o ci h a d i f es o insom ma cont r o i l C onsorzio. S i ccom e n o n m i ri sul t a che s i a p artito n es sun invito u ffici al e, v ol evo chied ere al Pre sidente d el C onsiglio s e è intenzione appunt o d ell Ammini strazione dare s egui to alla mia r i chi esta e, quindi, di avere l a prossima s ettimana, o il 9 di d icembre, i nsomma n ello s p eci fi co, q u es te d u e p ers one p er f ar sì ch e i l C onsiglio comunal e s i a ed otto i n m at eri a e p ossa p r en d ere u n a decisione anche i n seguito alle inform azioni ri cevut e. P oi, una ques tione che m i h an no s egn alato al cuni cittad ini. S ono arri v at e l e cartelle es at toriali T ARES insom ma, con o ggi /ieri a qualcuno e, o vvi am ent e, d ando p o ch issimo t em po di f atto p er l organizzazione d el p agamen to. Visto che il pagamento v a fatto ent r o il 1 di di cembre, ch e oltret utto.. (S egue i nt erv ento f u o ri micro f ono) ah, o k ay, p erché q uesto n on era s critto p erché l ho l etta i o. S ul portale d el Com une, p erò n oi d o bbi amo p ensare che.. (S egue i nt erv ento f u ori m i cro fo no) r ingrazio la C onsigliere, ma io s to p en s an do a un signore, in questo cas o a u n a signora ch e mi h a f at to vedere o ggi l a co s a, ch e n on h a avuto o ccasione né di andare in Com une n é d i leggere i l port al e, ch e si t r ova la d at a 1 dicembre com e termine ul timo di s cadenz a p er il p agamen to aven dola r i cev ut a i eri ecco. V ol ev o s ol o f are p r esent e o v vi am en t e ques ta q uestione. Cioè che l a possibi lità di p agamen to s ia i l 1 6 mi v a b en issimo, ch e p erò v enga a conoscenz a d ei cittadini s areb b e i nt eressant e t r ovare l a m ani era d i farl o sapere. A p r oposito.. l ul tima cosa. Vo l ev o f are u n a d om an d a. Io n o n h o an cora avuto modo di l eggere l en ciclica d el Sindaco, v ol evo s apere s e q u es to f asci co l etto r iman e s ol o ad uso p er i C onsiglieri o s e h a i nt enzione d i f arlo avere alla città, v isto ch e s i l ament ava d el l a s carsa p r esenz a alla s u a co n ferenza. E cco, gi u sto per capi r e. Poi, dopo che l avrò letto, darò un parere. G r az ie. Ci sono al tre com unicaz ioni d ei Capi gru ppo, d ei G r u ppi? Consigl i ere Al gi eri. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO M i as soci o al l intervento che h a f atto il col l ega Baldi n el r endere l a s cadenza che v eniva ri port at a sul l e cart el le T AR ES p erché lì v eni va r iport at a l a scadenz a p erent o ri a d el 1 d i cembre e, i n effet ti, sul sito del Comune si parlav a dall 1 al 16 di cem b r e. P erò, s e ri co r do ben e, non è una proroga, ma la scadenz a naturale era il 16. q uindi non s i t r atta di co muni care u n a p ro r o ga, m a la corretta scadenz a. P oi, r i allacci andomi all i nvi to f at to dal Sindaco p er quan to concerne l a t r agedia che h a colpito l a S ardegna, volevo comuni care al S egretari o e agl i U f fi ci compet enti che p er q u an to concerne l e mie spettanz e in termini di get toni, chi ed o agl i U ffici compet enti di dev ol v ere ci ò al lo sco po i n v itat o dal S indaco. 8

9 C hi ed o s cu s a al Sindaco s e visivamente l a m ia el eganz a s t as era l asci a un p o ch ettino co sì.. p er il m aglione, co munque l ascio l el eganz a agl i altri. Grazie. G r az ie. Ci sono altri? Consigliera S caccabarozzi. C O NSIGLIE RE SC A C C AB AROZZI ILARI A Io v o l evo soltan to r ingraziare l e col leghe d el C onsigl io comunal e per l esperienz a che ab bi amo v issut o i nsieme p erché è s t ato davvero un f o rt e m om en to d i com unità. No n so, siamo r i uscite a l egare n o nostant e tutto. Q u indi l e ri n grazio t utte p erché davvero è stata una bella esperienz a. P oi non posso f are a m eno conced etemi l a b attut a di chied ere s e, oltre a p a rl are d el nostro Cimitero n ei co n vegni, f anno m agari an che u n a raccolta fondi p er aiut arci a p agarlo v isto che di eci m ilioni di Euro sono tanti. A ltri che vogliono.. C onsigliere R adaelli. S ono comuni cazioni d ei G r uppi queste eh, n on sono n é i nt erpel l anz e n é.. ( Segue interv ent o fu o ri m i cro f ono) n o, ecco, p er n on confo ndere. C O NSIGLIE RE RADAE LLI GI OVANNI G r az ie P r es ident e, grazie. S em plicem ent e v ol ev o conferma s e il p r ossimo Consiglio co munale s arà i l 9. P erché, s i ccom e abbi am o l a r iuni one d el l Associazione, chi arament e sono gi r ate m ai l e ci dobbi amo ancora co n f ro nt are p erch é c è chi h a p r oposto d i d ev ol v ere co mpl et am ent e l incasso sia d i C assina, dello s p ettacolo s ul Pont e.., s i a Go r gonz ol a, co mpl etam en t e agli amici sard i. O r a dovremo di b attere, per cui spero pro p rio che sia così. P oi, un p iccol o r ingraz i am ent o mi s ento di f arlo all As s es sore Basile p erch é i n questi giorn i ci siamo s entiti p arecch io sull argoment o e, d evo dire, m as sima disponibilità e m assimo impegno. Graz ie. G r az ie. Al tri? Su q u es ta q u estione della convocazione d el C onsiglio com unale, io p en so, s p ero, m a mi d ovrò confront are con il S egretario e gl i U f fi ci, che possa essere il 9, in q u anto p ot r em mo ut ilizzare q u ella d at a anch e p er esau ri r e i n um ero si p u nti all Ordi n e del Giorno. Io s o che il d ottor Lagorio, p er esem pi o, p er il 9 è d isponi bile; n on so, n on h o u n ri s contro p er q u an t o r iguarda il d ot tor C av allaro, p erò lo s ent i remo e, al caso, lo f aremo. S e confermato il 9 l o faremo naturalment e interveni r e. C era l As s essore Leoni che vol eva brevem ent e d are una.. 9

10 A SSESSORE L EONI ALBERTO Sì, m olto brevem ent e. La d ata ri port ata s u l la l ettera i nviata ai cittadi ni r ipren de l a d at a esposta dalla d elibera e q uindi s iamo s t ati t enut i a i ndi care quel l a. Il r itard o n el l invi o è stat o dovuto a u n p r obl em a t ecnico con l a società che provved e all invi o m at eri ale d elle l ettere. L F24 consente com unque di p agare f ino al 15 d i cembre quant o d ovuto. Le m odal ità p ossono essere appunt o Posta o sportelli b an cari o l h om e b an king p er chi è in p osses so an che d i u n co nt r atto d i h om e b an king. A bbi am o d ato i n fo rm azioni sia presso lo sportello polifu nziona l e e anch e so che d om ani Radar uscirà con un artico lo p r opri o sul l a possibilità d i p r o ro gare fino al 16 l a dat a di pagamen to. P erch é è stat o messo l 1 di cembre? Perché poi arriverà l a s econda rata IM U i l 1 5 d i cembre e ab bi am o cercato, ahi mè, con u n po di affas tellamento di d at e, di s t accare u n minimo l e d ue s cadenz e. S p ero che s i p ossa evitare in f ut uro d i creare disagi alla cittadi n anz a. G r az ie. Consigliere Bian chi. C O NSIGLIE RE BIANCH I AL ESSANDRO G r az ie P r es ident e. G r azie della p aro l a p er, i nnanzitut to, d are il b en venuto al S egret ari o e q ui ndi augurare a l ui b uon l avoro. In r appresen t anz a d el Partito D emocrat ico h o avuto m odo d i i n co nt r arlo quan d o si è insedi at o i nsomma. S a, h a avut o già m odo di p r en d ere co s ci enz a d ei t anti impegni e d e l l e t an t e sfide che q u esta A mmini strazione, q u esto C om une, avrà di front e. A l ui rinnovo gl i augu r i di buon l avoro. S eco nda co muni cazione è quel la che in d at a 8 d i cembre, come mol ti san no, ci saran no l e pri m arie del P artito Democrat ico. Si t erranno p r es so l au ditorium, o m eglio al pi an o t erra d ell edi f icio dell auditori um di Via Roma civi co 27. Sono p r imari e apert e, appunto non è u n appunt am en to d i p artito, è u n appunt am ent o organizzato d al P artito D emocratico p er t utta la città, p er tutta l It alia. È u n o ccasione molto i mportant e p er chi f a p art e di q u esto p art ito e per chi in p assat o ha d at o f i duci a a q u es to p artito, h a i nt enz ione di d arla an cora. P enso s i a un appunt am ent o ancora pi ù import an t e, f o r se perché i n cazzat o con q u es to p artito mi s cusi il t ermine l a P r es idenza chi h a avuto m odo di avere r imostranze, chi si è allont an ato d al p art ito. È ancora un modo, è u n moment o import an t e, per pot er di r e l a v ostra, co n frontarsi con i C onsiglieri, gli i s critti, gli amministrat o ri d el p ar tito D emocratico. L i n vito, ovviament e è r i vol to ap punto, r ibadi sco, a tutta la cittadi n anz a e ci as p ettiamo l a part eci p azione. G r az ie. D a noi si d irebbe è p ro prio un p arlar di p aese insomma. C era i l S indaco che volev a d are una ri sposta. 10

11 S INDACO S em plicem e nt e, al C o nsigliere Baldi, n on h o n essuna i nt enz ione di distri buirla n elle cas el le d i posta, sta già gi r ando s ui s o ci al m edi a, t r a amici, così. Qu indi è una ri fl es sione che circo l a, com e gi r a t r a am i ci i n m ani era i n fo rm ale. S arei cont ento d i co noscere, m ag ari quando av r ai l et to ques to t esto d i m et t ermi p art e d ella tuta r ifl essione. Qu es to sì, s e ri usci am o a parlarci o m i m an di q ualco sa, sarei cont ent o d i conoscerl a. G r az ie in antici po an ch e. Le encicl iche, di s ol ito sono r ed at te in latino. Q uindi, q u es to gi à è u n p assaggi o i n pi ù. E cco, non è un en ci clica, è u na p r oposta di ri fl essione. (S egue int ervento f uori m icro f ono) Il t itolo da enci cl ica, certo. Bene, sono l e 20:45, p assiamo al punt o 2 d ell Ordi n e d el G i orno s ap endo ch e avremo u n o r a di t empo per la d iscussione d elle interpellanz e. 11

12 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 2 O.d.G. C.C. 27 NOVE MB RE 2013 I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE GERARDO AL GIERI DEL MO VI ME NTO 5 STELLE SULLA T R AS PARE N ZA DELL AMMI NI STRAZIONE CO MUNALE P as siam o, s enz a altro t em po, al l int erpellanza n. 2, p r esent at a d al Consigliere G erard o A l gi eri d el M ovimento 5 Stelle sulla trasparenz a d el l Am mini strazione com unale. P r ego, C onsigliere Al gi eri. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO V isto ch e: - l art. 7 9, p erm es si e l icenz e, d el D. Lgs. 1 8 agosto 2000 n , T es to U ni co d elle leggi s ul l o rd inam ent o degl i Enti l o cali e l a succes siva modi fi ca d el l art. 1 6, commi 21 e 2 9 d el D. L. 1 3 A gosto 2 011, n. 138, convertito co n m odificaz ioni dalla Legge n. 148 del 201 1; - i l cont en uto d ell art. 7 9 ch e, così com e f ormul ato, di spone che i l avorat ori d ipendenti, p ubblici e p rivati, p ossano godere di p erm es si p er lo s vol gi ment o d el m an dato elet toral e seco ndo l a seguen t e m odalità: o i n caso di s ed ut a s volta in o rario s erale i l av o r atori h anno di r itto di non ri p r en dere i l l av oro prima d el l e 8 o r e d el giorno s u ccessivo e, n el cas o in cui i l av ori si p r ot r aggono oltre l a m ezzan otte, h anno di r itto di assent arsi d al s ervizio p er l intera giornata s u ccessiva. C onsiderat o che: - l art. 6 9 d el R egolam en to d el Consiglio com unal e d i G o r gonzol a, che d ice, al com ma 1 : le s ed ut e s erali s aran no f o rm almen te chi use alle ore 24 e, comunque, l a durata m assima d i o gni s edut a non può s u p erare l e 4 o re d all i nizio della stessa. Si i nt erp el l a l a P r es id enza del C onsiglio per quan to segue: - s ono p ervenute alla Sua Vo ssignori a r i ch i este di p erm es si d o vut e al superamento d el l imite orari o co me d a i nt erp r et azione d el Testo Uni co della Le gge s ull ordi n am en to degl i Enti local i? - S e sì, qual è l importo com pl es sivo a cari co d ella co munità p er l a f ru izione di detti perm essi. - S em p re in caso affermativo, t r attandosi d i p ers one co n i n carichi pubblici, il cui co sto r icade s ulla ci ttad inanza e n o n p er questo i n cluso n elle casistiche p al esat e d al garan te d ella p ri v acy, p o t rebbe d ar co nto d ei C onsiglieri ch e han no f atto ri chi es t a? - S em p re in cas o affermativo, com e s i co nciliano ques te r i ch i este con l art. 6 0 d el Consigl io com unale, l addove 12

13 v i en e s critto: e com unque l a d u r at a m assima d i o gni s ed ut a n o n può superare le 4 or e d all i nizio della stessa? T enet e present e che ques ta int erpellanz a era stata depositata il 23 o ttobre Grazie. A ll i nt erp ellanz a r i sponde il Sindaco, p oi s u alcu ne i mpl i caz ioni magari darò an ch io qualche i ndi cazione. S INDACO N o n vorrei essere s cort es e con il Consigliere Al gi eri, m a d evo r ispondere co n un m onosillab o. N o, non sono pervenut e r i ch i este in ques to caso, quindi n on p osso poi, dopo, en t rare nel m eri to d elle altre cose. Però, l a ri fl es sione che facevo, era u na r i fl es sione di ques to tipo. Che q u es to t es timonia, p ur avendo avut o due s edut e ch e a mia m emori a s i sono p r ot r atte oltre l e o re 1 2, il f atto ch e n es sun C onsigliere ab bi a chi esto d i u sufrui r e di q u es ta possibilità, i ndipen d en t em en te p oi dopo s i può di s cut ere, t estimon i a i n q uesto s enso il s en so d i d overe che voi C onsiglieri avete. Q u indi, questo sicu r am ent e vi f a o nore p erché i o s o che anche altri si sono present at i r egol armente al loro posto di l avoro p u r essen do arrivati a cas a alle due e m ezza di notte quella volta. Q u esto mi f a pi acere, f a o nore al la nostra città, s oprat tutto i n questo mom ent o i n cui l e istituzioni e chi fa pol itica è visto un p o co m e u n n emico u na p ers ona che u tilizza q uesta sua cari ca p er un int eres s e personal e. Il f atto che n essuno ab bi a usufr uito di q u es to p erm es so mi f a b en s p erare e d à m olta di gnità a q u esto C onsiglio co munale. Q u indi, A l gieri, mi d ispiace m a è s ol o un n o, q uindi devo chiudere qui. Io v o l evo d ire ch e s u questa questione, com e ri co r derà il C onsigliere Al gi eri, abbiamo d iscusso, s u sol l ecitazione anch e d ella C onsigliera Scaccabarozzi, i n una r i unione d ei C ap igruppo. S e abbiamo not ato, l inizio d el Consiglio co munale, da due C onsigli a questa p art e l abbi amo ant icipat o alle o r e 20 p ro prio p er ev itare i l superamento d elle o r e 2 4, qui ndi i p ro bl em i che m agari possono nascere con questo o r ari o. O vvio che, n el m om en to i n cu i si d i s cut e d i bilanci o, si d iscut e di stat o d el p r o gram ma am ministrativo, i l superam ento d ell o r ari o p u ò anche essere i n evi t abi l e. D i m assima, t enderemo ovvi am en t e, almeno p er quant o mi riguarda, a m an t enere l o r ari o d el C onsiglio comunal e n elle 4 o r e così co m e prev ede i l nostro R ego l am en to. G r az ie. P r ego. C O NSIGLIE RE AL GIE RI GE R ARDO Ringrazio i l Sindaco p er l a ri sposta garbata. U n a risposta garbata, com e s em p re d a p art e d i S tucch i. U n a r i sposta apprezzata p erch é l i nt erp ellanz a era u n int erpellanz a che 13

14 r accogliev a d elle v o ci che si ri n co rrevano. N essuna soluzione m i gl iore può essere quella di chi edere ed essere b en f elici d ella r i sposta che c i è s tata d at a. A n che in ri f erimento al la p u ntual izzaz ione fatta d alla P r es idenz a, infatti al t ermine d ella l et tura d ell i nt erp el lanz a ho sottolineatol a d at a i n cui era s t at a p r esent at a. P erché, logi cam ent e, co n o r ari e t empi ch e si s ono s usseguiti, m agar i p ot eva anch e d are il s en so di essere una r i ch i esta che era stat a superat a all interno d el l a co nferenz a d ei C api gruppo, ch e era q u ella che ci s i amo d at i ques t a p i ccola r egoletta onde evi tare di apri r e l a strada ad even tual e r i ch i esta d el genere. C ioè quel l o di cont enerci nell orario della mezzan otte così n on v i eran o p iù alibi o s cuse p er ev entuali r ichieste ch e m agari potevan o gravare s ulle fi nanz e ch e, purt r oppo, gi à in q u es to periodo s ono ab b astanz a critiche di t utte l e A mmini strazioni com unal i. G r azie. G r az ie. 14

15 C O MUNE DI GO RGONZOLA PUNTO N. 3 O.d.G. - C. C. DEL 27 NOVE MB RE I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE SIG. MATTEO PE DERCINI DELLA LISTA UNITI PER FARE S ULLA NO N OTTEMPE RANZA DELLA CONVE N ZIONE U R BANISTICA DEL CO MPARTO 1 2 E S ULLA PUBBLICA S ICURE ZZA DE LLE VIE INTERESSATE ALLO S VILUPPO D EL COMPARTO STESSO PUNTO N. 4 O.d.G. - C. C. DEL 27 NOVE MB RE I NT ERPELLANZA PRESENT AT A DAL CO NSIGLIERE SIG. MATTEO PE DERCINI DELLA LISTA UNITI PER FARE S ULLA NO N OTTEMPE RANZA DELL A CONVE N ZIONE U R BANISTICA DEL CO MPARTO 7 E S ULLA PUBBLICA S ICURE ZZA DE LLE VIE INTERESSATE ALLO S VILUPPO D EL COMPARTO STESSO P as siam o al p unto n. 3, i nt erp ellanz a present ata d al C onsigliere M atteo P ed e r ci ni d el la Li sta uniti per f are sul la n o n ottem p eranz a d ella convenzione u r b ani stica d el C om p arto 1 2 e s ulla pubblica sicurezza d el l e vi e interessat e al lo svi luppo del C om part o stesso. P r ego, C onsigliere P ederci ni. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO G r az ie P r esiden te. M i uni s co anch i o agl i au guri i nnanzitutto di b envenuto e di buon l avoro al dot tor Ferlisi. E ch i ed o al P r es iden t e, ma insomma, aven dole present at e i o credo che n on abbi a p ro bl emi, di p ot er u ni r e l e d u e i nt erp ellanz e, q u esta e q u ella s uccessiva, i n un u ni ca discussione. Farò i o u n i mpegno adesso d i l ettura i nsieme, s e l As s es sore che ri sponderà, o il Sindaco, non so chi risponderà. È sempre l Asses sore Balconi e quindi.. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO Benissimo. Fare u n a ri sposta u ni ca, p oi f arò u n unica d iscussione. V a ben e, d acco r do. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO G r az ie. Il s o ttoscri tto, C onsigliere co munal e dell i nsiem e d i Li s t e C iviche d en om inat i Uni ti per f are 15

16 C on sidera t o q u anto sia i mportant e per u n Am ministrazione ch e l a ci ttadi n anz a possa sentirsi s icura all i nt ern o d el p r oprio t erritorio; considerato che in q u es ti ultimi mesi s i sono l ev ate copiose l am ent el e d a p arte di num erosi cittadini, co n mol ti d ei quali abbi am o tutti av uto cert am ent e modo anche di p arl are d urante l i nt enso p eri odo d i campagna elettoral e, ab itan ti dei C om p arti 1 2 e 7, i nt ent i a r i ch i ed ere l a v eri fi ca del n on ri spetto d el le clausole p attizie cont enut e nella co n venzione u r banistica d ei C om part i suddet ti; considerato, altresì, che gli ab itan ti ogni an no, n el r ispet to d el l a s uddetta co nvenzione, s p en dono p er l a m an ut enzione o r di naria d ei gi ardi ni e dei v i al et ti pubbl ici n o nché p er l illuminazione d egli stessi un importo considerevole; considerato il doveroso ri spetto che i cittadi ni di ques to Stato d evono alle l eggi e, n ell o s p eci fi co al ri spet to d el C odi ce d ella s t rada ( ques to è i l riferimento part i col are al C om parto 12); considerato ch e i quartieri vi vono s ituazioni di p articol are p ossibile peri co lo gi à in orari o pomeri di an o, propri o quan d o sono m olto freq u en tati da mamme e da bambini i n età scol are; considerato lo stato di degrad o di molte zone di questi Compart i; alla l u ce an che d el f atto ch e gli abitan ti d ei C ompart i in o ggetto s ono interven uti a p ro p ri e spes e, v ista l u r genz a dovut a p er p r oblemi d i p ubblica sicurezza, i n i nt erv enti qual i, ad esem pi o, l a potatura di arbusti e p i ant e, azioni che sarebbero s t at e di compet enz a del C om une interp el la il Sindaco e gli Assessori comp eten ti in ma teria p er s ap ere cosa l A mministra zi on e comunal e intenda fare: a) i n m erito alla p ossibi l ità ( e qui mi r iferisco unicament e al C om part o 7 ) che i luoghi o ggetto d el l int erpellanza s i ano s o rv egliat i, in special modo l e p iazzole ch e ospitano l e p anch ine ai p o rtici, i q uali sono o ggetto p eriodi cam ent e d i i n cu rs ioni v andaliche e di gruppi di gi ova n i ch e, spes so i ndisturb at i, sporcan o l ambi ent e e p ro v ocano di sturbo alla q ui et e pubblica, persino i n orari not turni; b) i n m eri to alla possibi lità di r ipri stinare il m ant o, o rm ai d eteriorat o, dei vial et ti. Questo i nt ervento è ri cad ent e nel la m anut enzione st raordinari a ch e, a s eguito della convenzione stes s a, è in capo al Comune; c) i n m erito alla p ossibilità di ri p ristinare gl i alberi m o rti e m ai p iù pi antumati. Qu esto i nt erv ent o è ri cadent e n ella m anut enzione straordinari a ch e, a s eguito della convenzione stes s a, è i n cap o al C om une; d) i n m erito al la p ossibilità d i p ot are arb usti e al b eri. Q u esto i nt erv ento è ri cadente n ella m anut enz ione strao r dinari a che, a s egui to d el la convenzione stessa, è i n capo al C om une; e) i n m erito al l acquisizione d al C ondom ini o Ip p o campo, con l a conseguent e manut enzione, d ell area ant istant e Via M ant ova che doveva essere assoggettat a alla convenz ione. P er quant o ri guarda invece il C omparto 12 I nterp el la il Sindaco e g li A sses sori co mp eten ti per sapere cosa l A mmi nistrazion e comunal e intend a fare: 16

17 a) i n m erito al non rispetto d el C odice d el la strad a d a p art e di n um ero si veicol i che p ercorrono i n s enso contrari o di m arci a Via In z aghi; b) i n m erito all i nstal laz ione di r allentatori d i v el o cità sulla s t essa via; c) i n m erito al ripri stino d ella s egnal et i ca stradale v erticale alla luce d ei n um ero si atti di vandalismo ch e h an no di v elto e rovi n at o diversi cartelli strad al i; d) i n m eri to al ri pristino d egli arredi urbani utilizzati come d elimitat ori di carreggi ata; e) i n m erito alla possibilità di inseri r e una z on a di p arch eggio a d isco o r ario all int ern o d el parcheggi o m ultipiano che v i en e ut ilizzat o, in t aluni casi, co me r imes sa privat a p er n um ero s e macchi ne d ep o ca o au tovetture incident at e; f) i n m erito alla possibilità ch e l a Polizia Lo cale f accia r i spettare, attrav ers o ri ch i ami o s anzioni, i p ro priet ari d ei v eicol i ch e sono parcheggi ati al di fu ori dei p r es cri tti stalli d i sosta r egol ari ; g) i n m erito alla p ossibilità di sorv egliare i luoghi, in s p eci al m odo l An fi teatro e i port i ci an tistan ti l a pi azza, i q uali son o o ggetto p eriodi cam ent e di i n cu r sioni vandalich e di gruppi di gi o vani che, s p es so indisturb at i, s porcano l am bi en t e e p rovocan o di sturb o alla quiete p ubblica, p ersino in orari notturni ; h) i n m erito al la possibi lità di ri p ristinare gli alberi e cespugli m o r ti e m ai pi ù pi antumati. Q u esto i nt erv ent o è r i cad ent e n ella m an ut enzione strao r di n aria che, a s eguito d ella convenzione stessa, è i n cap o al Comune; i) i n m erito alla possibi lità di r ipristinare il m ant o d ei v i al etti o rm ai d eteriorat o. Q u esto interven to è an ch es so r i cad ent e n ella m an ut enzione strao rd inari a e anche q u esto, a seguito della co nvenzione stes s a, è in cap o al C omune; j) i n m eri to alla p ossibilità di accendere l e luci d el p archeggi o co p erto d i Vi a In z aghi, non com e avvi ene oggi a f asce o rarie, m a s olt ant o q u an do n ecessario, attrav erso la s empl i ce i nstallazione di un sensore crepuscolare d ebitament e e correttam ent e t arato. D ata l a p artico lare confo rm azione d el s uddetto p arch eggio, n ei m esi aut unnali e invern al i il p arch eggi o i n fatti s i trova gi à al b ui o sin d alle p rime ore d el pom eriggi o; k) i n m erito alla possibi lità di pul ire i p archeggi esterni di V i a In z aghi e quel li di Vi a Qu at tro Ven ti e il p arch eggi o di V i a In z aghi. A d o ggi, questi i nt erv enti non s ono i nseriti n el pi ano di m anut enzione operata d al C o mune e vengono eseguiti a spese d ei C ondomini del C om p arto stesso. G r az ie. Risponde al le i nt erp el l anz e l Assessore Bal coni. A SSESSORE B ALCONI GI OVANNI V ado p er o r dine co n l i nt erp ellanz a al C om p arto 12, poi p asso al Com p arto 7. La r i s posta è d ivisa in due, c è l a p aret e 17

18 r elativa al la Polizia U rb ana, c è la p arte r elativa invece al S et tore U rb anistica. Q u indi, in m erito a i punti a) d el C om p arto 12, i l d isco rso d ella Vi a In z aghi, i l s enso co nt r ario di m arcia; al punt o b) i nstallazione di ra llent at o ri di v elocità, al ri pristino d el la s egnal etica stradale v e rt icale, ch e è il punto c); i l d ) i n m eri to al r i pristino d egli arredi u rb ani utilizzati com e delimitat o ri di carreggi ata e i n m e ri to al l a p ossibilità d i i nseri r e z one di p archeggi o a disco o r a ri o e i n m erito alla p ossibilità, p u nto f ), che l a P olizia Lo cale facci a ri spet tare, attraverso ri ch i ami e s anzioni, i p r opri et ari d ei v ei coli p archeggi ati e in m erito al la p ossibilità di s o rvegl i are i luoghi, ch e è il punt o g), questa è l a r i sposta ch e l eggo i nt egral m ent e data dal la P olizia Urb ana. Q u indi in ri f erimento al l interrogazione p r es ent at a d al C onsigliere Matteo Ped e r cini si com unica quan to segue: - avendo gi à ri cev uto s egnalazioni i n m eri to al t r an sito in s enso contrario i n V i a In z aghi, abbi am o d a t em po p r ovved ut o a effettuare co nt ro lli giorn alieri, in p art i colare n ella fasci a o r aria m at tut ina, d alle 7,10 alle o r e 8, r i scontrando effettivam ent e di verse i n osservanz e alla s egnal etica esisten t e ( s enso v ietato) e p r ovveduto di conseguenza ad elevare l e r el ative s anzioni. I s ervizi di cont ro llo cont inuan o tuttora e sono p r o gram mati an ch e p er i l f uturo, i n modo d a p r eveni r e e scoraggi are i s uddetti comportam en ti, p er lo p iù s vol ti d a cittadi ni r esidenti n el le aree ad i acenti; - p er quant o ri guarda i l p r oblema d ei rallent at o ri di v eloci tà s ulla V i a In z aghi, esistono o ggettivi p r o bl em i di bilancio che non h an no p erm esso int ervent i del genere n é n el la zona i nt eres sata così com e an che in altri p unti s ensibi li della città. Sicurament e, an che sotto l as p e tto d ella v eloci tà v erran no effet tuat i co nt ro lli f inal izzati ad accertare event uali com port am enti illeciti; - p er q u an to r i guarda l a p ossibilità di p r eved ere u n p archeggi o a d i s co o r ario, s i valuterà con l Ammini strazione q u esta event u alità di t al e s ol uzione. A n che se, trattan dosi di zona co n s cars a presenz a di attivi tà commerci ali o di s ervizi, qui ndi con m inori n ecessità di r egolam ent azione o r ari a della s osta, si d ovrà s tabi lire l effettiva n ecessità d i t al e int ervento. Poi, al di là d ell attivi tà s opracita ta, sono stati altres ì effettuati accertam en ti su alcuni v eicol i p archeggi ati n el p arch eggi o s otterran eo e p ri vi d i assicu r azione obbl i gat o ri a, dove si è p r ovved ut o a s anzionare i r el ativi proprietari. In f i n e, l a zona, com e s i evi nce da quant o d etto, è in s erita n el co nt ro llo quotidian o del t erritorio, ma i cont rol li non possono essere co sì as sidui d oven do p ro vvedere co n il p ersonal e i n s ervizio n el la gestione d egli innumerev ol i interven ti ri chi esti d ai cittadi ni su al tre aree del territori o com unal e. S em p re p er la m ot ivazione di cui sopra, n on è p ossibile p r eved ere i co nt rol li n otturn i, se non n ei b revi p eriodi in cui v engono svolte l e pattuglie s erali estive. Q u esto p er quanto r i guarda l a p art e r elativa alla P ol izia U r b an a. 18

19 P er quan to r i guarda i l d iscorso r el ativo al l a rimessa i n loco d ei cartelli ch e sono stati di v elti d a v andali, c è una nota d atata 1 9 ottobre, d ove s i assicura una p ersona ch e abita n ella z ona da p art e d ell Ufficio, che i cart elli s egnalet i ci s ono stati ri messi di n u ovo a p osto, co sì co me s ono stat e s istemate al cune gri glie che erano stat e strap p at e. E che, i n aggi unta, n el l a z ona p r aticam ente d ell Anfiteat r o, sono stati m essi n uovi cestini port ari fi uti in s ostituzione d i q uelli ch e eran o stati r otti e in più r ispetto a q u elli che c erano in preced enz a. Q u esto, p er quanto ri guarda l a p arte r elativa al la P olizia u r b an a. P er quanto r i guard a i nvece l a p arte u r b anistica, q uindi s tiam o parlando d el p unto h ), d el p unt o i ) e d el punto k ), r i co r do q u an to di ce l art. 8 d el la convenz ione che era stat a a suo t empo citata, con l Im p r es a Qu at tro Ven ti. Q u indi, l art. 8 r ecita: p arimenti, l operatore s i o bbliga, p er s é e av enti causa, ad assum ersi i n tot o l o nere d ella m anut enzione o rdinari a e s traordi n ari a d elle aree pubbl iche i n cessione d a s ocietà di s ervitù p erp etua ad uso pubblico, co n le m odal ità indi cat e n ell allegato H, destinate al l a f ormazione di area a v erde p ubbl ico, p ercorsi p edonali, p iazza p edonal e, p ercorsi d acqua, parcheggi e vi abilità i nt ern a, s ollevando così il C om une d a o gni onere al ri guard o. A t al fine v i en e co stituito a f avore d el C om une u n d eposito cauzional e di Euro a garanz i a d i t al e adempimen to. Tale cl ausol a dovrà essere r i port at a negli at ti d i com praven dita. Qu indi, il Comune non è r esponsab ile di f are i n quel Com p arto tutto q u ant o si r i f erisce alla strao r dinari a e all ordi n ari a, p erci ò s p etta p raticam en t e agl i abitan ti del Comparto. P er quant o ri guarda, invece, l i nt erp el lanz a sul C omparto 7, anche qui c è u n appunto d ella Polizia U r bana, che l eggo i nt egral m ent e. In m erito all i nterrogaz ione presen t at a d al C onsigliere P ederci ni si co muni c a quant o segue: - q u es to U f fi cio, anche durant e il p eriodo estivo, non h a r i cev ut o p articol ari s egnalazioni di d isturb o n el l a local ità i ndicata, se non in sporadi ch e occas ioni. A s eguito d egli accertam en ti e sopral luoghi effettuati, n on s i s ono r isco nt r at e p r oblematiche ri l ev anti. In effetti, sono s t ati t ro v ati al cuni gruppi d i r agazzi, m a q u esti n o n creavan o p articol are disturbo. S i consideri comunque che, d ato i l silenzio d ella l o calit à i n o ggetto, an che il s em pl ice p arl are p uò essere u dito, m a ci ò n on può co mport are un d isturb o della qui ete pubblica. Si comuni ca che q u esto U f fi cio co nt inuerà, compat ibi lmen t e co n l e es i genz e d el s ervizio, q ui ndi delle n um ero s e p ro bl em at iche p r es en ti su l territorio, a garan tire i cont ro lli in luogo renden dosi il più possibile visibile. Tut to ciò allo s co po di s coraggi are co mport am enti illeci ti ed i nt erv eni r e co n intransigenz a nel caso i n cui, i nvece, tali comportam en ti si verifi cas s ero. P er quant o ri guarda invece gli altri punt i r el at ivi alla parte U r b an istica, quindi al p u nto b ), al p unto c) e al p u nto d ), sulla s cort a d el l At to N o taio S ev eri Lu ciano, n /24165 d el , co n il q u al e v en iva costituita d efi nitivam ent e la 19

20 s ervitù p erp etua delle aree i nt ern e ai corpi di f ab b ri ca, area a v erde e camminamenti, si di chi ara espressam ent e ch e la S o ci et à Im p r esa Q u attro Ven ti si as sume a suo carico l a manut enzione sia o r di naria ch e straordinari a d elle aree i n oggetto. M ent r e al p unto e), l acq ui sizione d el l area d el C ondom inio Ip p o campo, Vi a M ant ova, è i n attesa d el la d isponibi lità alla cessione d a p art e di tutti i proprietari e s u ccessiva co nvocazione d a p art e d el No taio incari cat o. Qui ci s ono una s eri e d i probl emi, i p r opri et ari s ono 7 0, per cui c è problemi a r ep eri r e da tutti l a d o cu m ent azione, anche p erché alcuni h anno v endut o gli appart am en ti e quindi bisogna andare d a chi h a acquistato l ap p art am ento, o q u al cuno è d eced ut o e q ui ndi bi sogna andare d agli eredi. Siamo comunque in contatto con chi li r appresenta p er chi udere anch e ques to. C onsigliere P edercini, p er l ev en tuale di chi arazione d i essere o m eno soddi s fatto della ri sposta ricev ut a. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO A p p rezzo l ev entuale e ci t en go a sottolineare che io h o r aggruppat o l e due i nt erp ellanz e, q uindi mi p rendo i l tempo di d u e int erpellanze perché n e ho presentate due i o. S e vuoi. C O NSIGLIE RE PE DE R CI NI MAT TEO S ono, a di f f erenz a di quan to p ensano molti C onsiglieri, di m aggi o r anz a d irei, p e r ché di opposi zione p er di versi motivi n o, m a io quando ero i n m aggi o r anz a n o n lo p ensav o, io r iten go f o rt ement e ch e l e i nt erp el l anz e siano u no strum ent o import an t e, v eram ent e i mportan t e. P erché sono il pont e che p erm ette di f ar s ì, co n questo grosso estrem o esem pi o di p art eci p azione, q u esta p arol a p er l a q uale t utti spen di am o parol e no? Qu es to pont e ch e p erm e tte l uni one tra l Ammini strazione, t r a l i stituzione, t ra chi è al pi an o alto e l a città, la gente. E la d imostrazione di q u es to è l a presenz a d el pubblico, v o glio dire, di q u es ta s era i n u n C onsiglio com unale che il P r es ident e o v vi am en t e h a f atto quando gi o ca l a J u v ent us e i n u n o r ari o n on p art i col arm ent e f av o r ev ol e. In v ece, mi sem bra che q u esta sia l a dimostrazione che questa è l a s t rada gi usta e ques to è uno stru m ento ch e va rispettat o. S ono cont ent o che n o n sia stat a invent at a u n a polemica che n o n c era, d a part e d el l Asses sore, d i et r o l int erpellanz a che abbi am o present ato. E che n on mi è s t ato d et to questo era t uo, q u es to era mio, questo dovev i f arlo tu, quest o d ovevo farlo i o.. ( S egue intervent o f u ori micro f ono) n o, sto di cen do che sono cont ento ch e non è s t ato sottol ineat o questo. Perché, co munque, è i nnegabi l e che qui s i p art e d a di eci an ni o quas i di A ssessore di m arca P. D., che ha generat o questo genere di convenzioni che s ono, di ci am o, u n pi c col o p ro bl em a p er l Amministrazione, un 20

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 28 OTTOBRE 2013. PUNTO N. 1 O.d.G.

C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 28 OTTOBRE 2013. PUNTO N. 1 O.d.G. C O MUNE DI GO RGONZOLA C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 28 OTTOBRE 2013 PUNTO N. 1 O.d.G. C O MUNICAZIONI DEL SINDACO E DEL DEL CONSIGL IO Buonas era a tut ti, i niziam o. V isto che l a m aggi o r anz a

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I O C O M U N A L E D E L 2 7 G I U GN O 2 0 1 3

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I O C O M U N A L E D E L 2 7 G I U GN O 2 0 1 3 C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I O C O M U N A L E D E L 2 7 G I U GN O 2 0 1 3 P R O T E M P O R E Bu o n as era a t u t t i. S i amo q u a p e r l a p r i m a s ed u t a d el C o n s i

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA. P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 3 F E B B R A I O 2 0 1 4

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA. P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 3 F E B B R A I O 2 0 1 4 C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 3 F E B B R A I O 2 0 1 4 C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E DEL PRESIDE N T E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E Bu o n as era

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

ppunti ed esercizi del corso di I nf orm a tica B I ng eg neria M ecca nica, P ia cenza I nf orm a tica C I ng eg neria dei T ra sporti, P ia cenza lg eb ra di B ool, b locch i f unziona li, ta b ella

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA. P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 2 0 GE N N A I O 2 0 1 4

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA. P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 2 0 GE N N A I O 2 0 1 4 C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P U N T O N. 1 O. d. G. C. C. D E L 2 0 GE N N A I O 2 0 1 4 C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E DEL PRESIDE N T E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E Bu o n an n o a

Dettagli

C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI..l o r ario pomeridi an o e do l a p arola al S egretario p er l ap p ello.

C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI..l o r ario pomeridi an o e do l a p arola al S egretario p er l ap p ello. C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI PUNTO N. 1 O.d.G. CO NS I GLIO CO MUNALE DEL 28 MAGGIO 2012 C O MUNICAZIONI DEL SINDACO.l o r ario pomeridi an o e do l a p arola al S egretario p er l ap p ello. SEGRETARIO

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative - brochure - i n i z i a t i v a r i f o r m a d a l b a sso.blogspot.it - i n i z i at i

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita CURRICULUM VITAE IN FORMATO EUROPEO I n f o r m a z io n i pe r s o n a l i Nome Indirizzo Cozzo D a c ia Telefono Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita E s p e r ie n z a l a v o r a t iv a

Dettagli

I numeri del pubblico impiego

I numeri del pubblico impiego I numeri del pubblico impiego! "$#%'&()*)+-, Fonte: elaborazione Dipartimento della Funzione Pubblica su dati OCSE/PUMA22 I numeri del pubbl i co i mpi ego Occu pazione nel settore pubblico in alcuni paes

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA C.A.P. 98060 C.F. 00108980830 Reg. N del DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO : CONTROLLI INTERNI DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO. ATTO

Dettagli

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile LITE MOT IVE: SMART URBAN MOBILITY ( versione in Progress - richiedere aggiornamenti ) 0 1 07 2012 A B S T R A C T I l P r o g r e s s o è u s c i t o d a i b

Dettagli

C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI PRECE DE NT E

C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI PRECE DE NT E C O MUNE DI CASSINA DE PECCHI PUNTO N. 1 O.d.G. CO NS I GLIO CO MUNALE DEL 4 N O VE MB RE 2011 LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA PRECE DE NT E G r az ie per essere interven uti al Consigl i o co munal

Dettagli

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003.

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. $OOHJDWRQ Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. Io Sottoscritto nato il sesso M F codice fiscale in qualità di della Società intendo aderire con effetto dalle ore 00 del al program

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 25/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE Sperimentazione nuove procedure di prima iscrizione degli immobili

Dettagli

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR &2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR Con il com pleta m en to dei la vori a l Ba cin o di ca ren a ggio n. 3, s i con clu de la

Dettagli

SCHEDA DI PRENOTAZIONE ALBERGHIERA Da completare in modo leggibile, firmare ed inviare VIA E-MAIL entro il 15 giugno 2015 a: raffaele@effegiviaggi.

SCHEDA DI PRENOTAZIONE ALBERGHIERA Da completare in modo leggibile, firmare ed inviare VIA E-MAIL entro il 15 giugno 2015 a: raffaele@effegiviaggi. SCHEDA DI PRENOTAZIONE ALBERGHIERA Da completare in modo leggibile, firmare ed inviare VIA E-MAIL entro il 15 giugno 2015 a: raffaele@effegiviaggi.it Il sottoscritto Via COMUNE CODICE FISCALE (obbligatorio)

Dettagli

New Politics: FONDAZIONE PER UNA NUOVA FORMA DI POLITICA

New Politics: FONDAZIONE PER UNA NUOVA FORMA DI POLITICA I n i z i a t i v a R I F O R M A DA L B A S S O New Politics: FONDAZIONE PER UNA NUOVA FORMA DI POLITICA S i t ra tta d i u n a Fondazione finalizzata a produrre una Cultura determinante per realizzare

Dettagli

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago.

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. 5(*2/$0(1723(5,/5,/$6&,2', /,&(1=(3(56$/$*,2&+, ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. ART. 2 N UMERO MASSIMO DI SALE

Dettagli

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica POR FESR 2 0 0 7-2 0 1 3 A r t.ii.1.1 Prod e n e r g ie rinn (M isura 2 ) "INCENTIVAZIONI ALL'INSEDIAMENTO DI LINEE DI PRODUZIONE DI SISTEM I E COMPONENTI

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.09/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Contributi a fondo

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE VIVONO IN S ITUAZIONI DI MAR G INALITÀ E VIOLENZA Il p r o g e tto n a s c

Dettagli

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1 1 Consultazione con il mondo del lavoro Proposta della Facoltà Nucleo di Valutazione Senato accademico Comitato di coordinamento regionale Consiglio di amministrazione 2 Raggiungere un MODELLO EUROPEO

Dettagli

Light & Dream Spring 2015

Light & Dream Spring 2015 Light & Dream Spring 2015 Sommario San Valentino pag. 4 Carnevale pag. 6 Festa della Donna pag. 8 Cari amici e amiche, Dopo un lungo inverno la primavera è ormai alle porte. Abbiamo tutti voglia di sole,

Dettagli

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica L.R 7 / 1 9 8 8 in se d ia m e n ti p ro d u ttiv i In c e n tiv i a c o n so r z i di im p r e se in d u stria li ed a r tig ia n e o p e r a n ti

Dettagli

ADEMPIMPRESA TUTELA E SALVAGUARDIA DELLA TUA IMPRESA

ADEMPIMPRESA TUTELA E SALVAGUARDIA DELLA TUA IMPRESA LA STRUTTURA DEL T.U. DLGS 81/2008 306 articoli e XIII Titoli. 51 Allegati: Titolo I: 1-61, Principi Comuni Titolo II: 62-68, Luoghi Lavoro Titolo III: 69-87, Attrezzature/DPI Titolo IV: 88-160, Cantieri

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Carlo Bald assi (Ud in e, 1 9 5 1 ) d o p o la la u r ea in Scien ze Po lit ich e a ll Un iver sit à d i Mila n o (1 1 0 / 1 1 0 ), h a svilu p p a t

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA ' DIRITTO SOCIETARIO varie SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PERDITA DELLA MUTUALITA PREVA LENTE BILANCIO STRAORDINARIO RIACQUI SIZIONE DELLE CONDIZIO NI DI PREVALE NZA PERDITA DELLA QUALIFICA DI COOPERATIVA "'

Dettagli

SCHEDA DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

SCHEDA DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Direzione Politiche Sociali SCHEDA DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO L.R. 38/94 e s.m.i. Sezione N. Da compilarsi a cura della Provincia del Verbano Cusio Ossola Da inviare entro il 31 Luglio

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Servizio Formazione

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Servizio Formazione Registro generale n. 3358 del 01/12/2015 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Formazione

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP. PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: dgr 193/2013 "Approvaz ione programma "Energia ef f i c i e n t e - piano per promuovere e sos t enere l ' e f f i c i e n z a energe t i c a del l

Dettagli

Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola Primaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insegnante: Carla Lain

Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola Primaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insegnante: Carla Lain Società del Quartetto - Amici della Musica di Vicenza Scrivi che ti canto - Vicenza 00/05 Sez 1 - II remio Bambini nel mondo Testo: Classe IV B - Scuola rimaria - Velo d Astico - I Circolo Arsiero Insenante:

Dettagli

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. -

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. - KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS VDS-EX4 VDS-EX8 Istruzioni INSTALLAZIONE Ma nua le n 17540 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

- da non diffondere o riprodurre senza autorizzazione degli autori -

- da non diffondere o riprodurre senza autorizzazione degli autori - U L O SSERVATORIO DELLE DON AZ ION I P RIVATE IN ITALIA Il potenziale di crescita delle donazioni delle im prese. no scenario q u antitativ o O t t o b r e 2 0 0 5 - da non diffondere o riprodurre senza

Dettagli

PROPOSTA DI CONVENZIONE RISERVATA:

PROPOSTA DI CONVENZIONE RISERVATA: PROPOSTA DI CONVENZIONE RISERVATA: - ESCLUSIVA CON: Nexus SRL - Agenzia Taranto Corso Umberto I, 169 Taranto 099.4002870 349.3656078 Partner Proposta Commerciale - STRALCIO CONVENZIONE Regolamento Riferimenti

Dettagli

S U L L A V I A D E L L A S E L C E

S U L L A V I A D E L L A S E L C E S U L L A V I A D E L L A S E L C E Dopo aver fatto la c o n osc e n z a d e l l esp era n to, il ca l amaio per l a pa c e s i avvicina a l l a c os id d etta l i n - gua fra n c a ( l a l i n gua utilizzata

Dettagli

popolazione ha un andamento regressivo, dove la popolazione anziana supera il 24%, dove per strada, nei

popolazione ha un andamento regressivo, dove la popolazione anziana supera il 24%, dove per strada, nei i tesi i te ve to Ri i i otto e, o veg o i te azio ale La tutela degli a zia i Il p i o pe sie o he i è ve uto ua do ho i evuto l i vito pe esse e ui a pa la vi oggi è he il condominio solidale non è un

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

summary del documento:

summary del documento: summary del documento: Uno smart-approach per le Smart Cities: un nuovo percorso di innovazione della la Città [ i l d oc u m e n t o è d i sp o n i bi l e s ul s i to l u c a b o ttazzi.com ] w w w. l

Dettagli

MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME

MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME MANUTENZIONE DEI MANUFATTI IMBOTTITI ESCLUSIVAMENTE CON PIUMUNI E/ O PIUME Genera lità La ma nutenzione d egli a rtic oli imb ottiti in p iumino e/ o p iuma p uò essere d efinito c ome il tra tta mento

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Convenzione INPS-SIAE - Legge 23 dicembre 2000, n.388, art.79, comma 2, per lo scambio dei dati e per l attività di lotta al sommerso.

Convenzione INPS-SIAE - Legge 23 dicembre 2000, n.388, art.79, comma 2, per lo scambio dei dati e per l attività di lotta al sommerso. Cir colar e 11-6 -2 0 0 2 n.109 - Convenz ione I NP S - S I AE P r eambolo, Convenzione, P r eambolo Dir ezione Centr ale Vigilanza s ulle Entr ate ed Economia S ommer s a R oma, 11 Giugno 2002 OGGETTO:

Dettagli

CRI TERI PER LA DETERMI NAZI ONE DELL ESI TO DELLO SCRUTI NI O FI NALE

CRI TERI PER LA DETERMI NAZI ONE DELL ESI TO DELLO SCRUTI NI O FI NALE CRI TERI PER LA DETERMI NAZI ONE DELL ESI TO DELLO SCRUTI NI O FI NALE Prem esso che la valutazione non è un sem plice calcolo m atem at ico di voti conseguiti nelle singole discipline, m a investe una

Dettagli

48(67,21$5,26$1,7$5,2. Cognom e e nom e dell Assicurato Data di nascita Codice fiscale

48(67,21$5,26$1,7$5,2. Cognom e e nom e dell Assicurato Data di nascita Codice fiscale 48(67,21$5,26$1,7$5,2 Cognom e e nom e dell Assicurato Data di nascita Codice fiscale DI CHI ARAZI ONI DELL ASSI CURATO RELATI VE ALLE SUE PRECEDENTI ED ATTUALI CONDIZIONI SANI TARIE 1 STATO DI SALUTE

Dettagli

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE Vorresti... Avere i mezzi promozionali della Grande Distribuzione? Oggi si può, entrando a far parte di un grande circuito Aumentare la visibilità

Dettagli

PROSPETTO DEI MUTUI ED ALTRI DEBITI IN AMMORTAMENTO per il 2014 PER MUTUANTE Pag. 1

PROSPETTO DEI MUTUI ED ALTRI DEBITI IN AMMORTAMENTO per il 2014 PER MUTUANTE Pag. 1 PROSPETTO DEI MUTUI ED ALTRI DEBITI IN AMMORTAMENTO per il 2014 PER MUTUANTE Pag. 1 1 BANCO DI SICIL FONDO DI ROTA 61.974,83 5,126 2001 5240 5.466,11 266 505,77 5.971,88 69 IA ZIONE 61.974,83 5,126 2015

Dettagli

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1 C O M U N E D I C H I O G G IA REGOLAMENTO PER L "APPLICAZIONE DELLA TAR FA DI IGL NE AMB1-ENTALE Approvato con deli'bera delcommissario STR IORDINARIO assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69

Dettagli

BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013

BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013 A CURA DELL ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S. C. PESENTI BERGAMO NOTIZIARIO N. 19 GENNAIO FEBBRAIO 2014 BANCHETTO DI NATALE 8-9 DICEMBRE 2013 Grazie alla generosità di molte persone ( genitori, insegnanti,

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO ANNO 2016

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO ANNO 2016 CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO ANNO 2016 A tutti i tirocinanti dottori commercialisti ed esperti contabili Macerata, giovedì 21 gennaio 2016. Lunedì 15 febbraio 2015 inizierà a u a dell A.Fo.P

Dettagli

D.P.C.M. 16-0 4-1 9 9 9, n. 215 - Decr et o taglia decibel S ommario, Preambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, Art.

D.P.C.M. 16-0 4-1 9 9 9, n. 215 - Decr et o taglia decibel S ommario, Preambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, Art. D.P.C.M. 16-0 4-1 9 9 9, n. 215 - Decr et o taglia decibel S ommario, Preambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, Art.8, Allegato A, S ommar io Preambolo Art. 1. - Campo di applicaz ione

Dettagli

Via Carducci 43 14100 Asti Tel. 0141-231496 Fax. 0141-019853 info@fondazionegoria.it RASSEGNA STAMPA 3^ LEZIONE LEONARDO FERRANTE

Via Carducci 43 14100 Asti Tel. 0141-231496 Fax. 0141-019853 info@fondazionegoria.it RASSEGNA STAMPA 3^ LEZIONE LEONARDO FERRANTE Via Carducci 43 14100 Asti Tel. 0141-231496 Fax. 0141-019853 info@fondazionegoria.it RASSEGNA STAMPA 3^ LEZIONE LEONARDO FERRANTE 18/02/2015 Leonardo Ferrante ad Astiss per il ciclo d'incontri "Conoscere

Dettagli

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI 1 Indice generale A n a li si di c o n t e s t o p a g. 3 L off e rt a d i f or m a z

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD &2081(',&$625$7(6(03,21( 3URYLQFLDGL9DUHVH $UW5(*2/$0(172(',/,=,2±,QWHUYHQWLGLULVWUXWWXUD]LRQHHGLOL]LD La domanda di Permesso di Costruire dev essere corredata dai seguenti documenti in duplice copia:

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia

Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia I l segmento degli istituti superiori deve neces s ar iamente tener conto delle

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.08/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Piano esecutivo annuale

Dettagli

BAMBINI GIOVANI ADULTI INFO

BAMBINI GIOVANI ADULTI INFO BAMBINI GIOVANI ADULTI INFO CORSI E ATTIVITÀ 2014 2015 BAMBINI A TTIVITA GRATUIT E Spazio 0-3 Continua la proposta di uno spazio gioco per bambini da 0 a 3 anni accompagnati da adulti (genitori, nonni,

Dettagli

Come si vede dalla figura precedente i campi da inserire sono i seguenti:

Come si vede dalla figura precedente i campi da inserire sono i seguenti: REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO BILANCIO E FINANZE Dipartimento Finanze e Credito Servizio Informatica Servizio Agevolazioni nelle Operazioni creditizie di garanzia Manuale per la compilazione

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Dopo alcuni istanti apparirà il m enu principale della sezione archivio dal quale è possibile accedere alle varie funzioni del program m a.

Dopo alcuni istanti apparirà il m enu principale della sezione archivio dal quale è possibile accedere alle varie funzioni del program m a. 1 &DUDWWHULVWLFKHHGXWLOL]]RGL*,6$ $YYLRGHOSURJUDPPD *,6$ è un program m a realizzato per sem plificare la gestione della vostra azienda. Esso ha una com pleta personalizzazione in base alle specifiche

Dettagli

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE 1 1 LE ORIGINI I Fondi mutualistici nascono con la Legge 59 del 1992 per determinare un circuito virtuoso

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.01/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Programma di riqualificazione

Dettagli

S.I.R.I.O. Guida alla Registrazione. Edizione del 19/11/2013. SIRIO - Guida alla Registrazione 1

S.I.R.I.O. Guida alla Registrazione. Edizione del 19/11/2013. SIRIO - Guida alla Registrazione 1 ... uida alla egistrazione dizione del 19/11/2013 - uida alla egistrazione 1 remessa 3 nformazioni generali 4 ote tecniche 5 egistrazione ersona Fisica 6-8 ecupero ccount 9 Modifica ccount 10-11 Modifica

Dettagli

I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri. S ec c o Freddo. C a ldo P a s s ività. A ttività C ons erva zione

I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri. S ec c o Freddo. C a ldo P a s s ività. A ttività C ons erva zione C ONDIV IS ION E I l m o ndo s i pres enta s o tto form a di c o ntra ri Fem m inile M a s c hile U m ido S ec c o Freddo C a ldo P a s s ività A ttività C ons erva zione M uta m ento C ontra zio ne E

Dettagli

C O M UNE DI GO RGONZOLA

C O M UNE DI GO RGONZOLA C O M UNE DI GO RGONZOLA C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 30 SETTEMB RE 2008 C hied o a t utti i Consiglieri di p r en d ere i p ro pri posti, grazie. La s c i o l a paro l a al S e gret a ri o per l a ppello.

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina. SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico DETERMINAZIONE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina. SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico DETERMINAZIONE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico Servizio: Patrimonio N.22 formia lì, 16.11. 2015 DETERMINAZIONE OGGETTO: affidamento

Dettagli

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA

IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA IL MISTERIOSO MONDO DELLE ONDE ELETTROMAGNETICHE: UN VIAGGIO ALLA SUA SCOPERTA Luana Gasparini Michela Soldati Multicentro CEAS RA21 Comune di Ravenna C è un m o ndo m is te rio s o c he è pre s e nte

Dettagli

n el pa e s e d i fu m e t t i e g i o ch i, co lo ri e s to ri e

n el pa e s e d i fu m e t t i e g i o ch i, co lo ri e s to ri e n el pa e s e d i fu m e t t i e g i o ch i, co lo ri e s to ri e 1 a n n o 1 - n. 0 s p e r i m e n t a l e a p r i l e 2 0 1 3 S O M M A R I O 3 N e l p a e s e d i S e r i d ò B e n v e n u t i n e

Dettagli

C O M UNE DI GO RGONZOLA. P r e go i Consiglieri di p r en d ere i p r opri posti, a nche gli

C O M UNE DI GO RGONZOLA. P r e go i Consiglieri di p r en d ere i p r opri posti, a nche gli C O M UNE DI GO RGONZOLA C O NSIGLIO CO MU N AL E DEL 30 GIUGNO 2008 P r e go i Consiglieri di p r en d ere i p r opri posti, a nche gli A s sessori. La s c io la parola al Segretario. SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA ROBERTO MEDEGHINI - Pedagogista Gruppo di Ricerca Inclusione e Disability Studies gridsitaly.com milieu.it IN S E G N A

Dettagli

VALORIZZAZIONE delle RISORSE dell AN)IANO e delle sua FAMIGLIA nel COUNSELING FAMILIARE a DOMICILIO

VALORIZZAZIONE delle RISORSE dell AN)IANO e delle sua FAMIGLIA nel COUNSELING FAMILIARE a DOMICILIO VALORIZZAZIONE delle RISORSE dell AN)IANO e delle sua FAMIGLIA nel COUNSELING FAMILIARE a DOMICILIO FONDAZIONE CASA FAMIGLIA SAN GIUSEPPE-ONLUS- Vimercate (Mb) R. Zini - R. D alfo so - L.Cosenza- S.Tragella-

Dettagli

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca

La delocalizzazione delle università statali italiane. Presentazione dei risultati della ricerca La delocalizzazione delle università statali italiane Presentazione dei risultati della ricerca Obiettivi conoscitivi Descrivere il fenomeno della delocalizzazione universitaria; Analizzare il processo

Dettagli

Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7.

Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7. Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7. I ndi ce: 1. Pr emesse met odol ogi che - Def i ni zi oni e concet t i - Un quad r o

Dettagli

Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione

Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione Legge 1329/ 65 Sabatini 2**(772 Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione %(1(),&,$5, Piccole e m edie im prese appart enent i a St at i m em bri dell Unione

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2011

RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 ENTRATE E SPESE CORRENTI 2011 ENTRATE CORRENTI ACCERTAMENTI SPESE CORRENTI IMPEGNI Tit.1' Entrate tributarie 5.800.712,82 Tit.2' Entrate da trasferimenti 1.146.937,18

Dettagli