ABBIAMO INAUGURATO LA BIBLIOTECA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ABBIAMO INAUGURATO LA BIBLIOTECA"

Transcript

1 Domus NEWS Anno 6 Numero 15 Luglio 2013 Giornale di informazione della Cooperativa Domus Laetitiae ABBIAMO INAUGURATO LA BIBLIOTECA La sera di venerdì 22 marzo alle ore 18, abbiamo accolto le persone, le abbiamo accompagnate in biblioteca per l inaugurazione, ad ascoltare l intervento di Claudio Imprudente nel salone. Ho ascoltato questa persona che parlava attraverso una lavagnetta con le lettere dell alfabeto che lui indicava a seconda della frase che voleva dire. La bibliotecaria Flora Bocchio ha fatto una presentazione della biblioteca e, invece, Claudio ha spiegato il problema dell integrazione dell handicap. Io ho capito poco, ma il concetto era proprio basato sull handicap. Fabrizio Bersano L intervento di Claudio Imprudente: apriamo le finestre! Innanzitutto grazie per la bellissima accoglienza davvero bella e ben organizzata dalle guide spettacolari. Vi presento due voci: Luca e Tristano sono due colleghi del Centro di documentazione handicap di Bologna che da 30 anni si occupa di fare crescere una cultura dell integrazione. Sapete un mio sogno? E che non si parli più di integrazione perché se non si parla più vuol dire che l integrazione è stata compiuta: per esempio la parola pace è la più utilizzata ma perché non c è la pace, quando ci sarà la pace non se ne parlerà più. Così per la parola integrazione e io sarei disoccupato insieme alle mie due voci (Luca e Tristano). Quando sono arrivato qui mi sono chiesto che funzione ha una biblioteca: serve per fare le rivoluzioni, per raccontare le storie, per cambiare le persone, per cambiare le immagini delle persone. Per esempio quando ho visto il Mimmo con il cartello Guida imprudente ho detto Cavolo, allora è vero che una biblioteca serve per cambiare l immagine delle persone. Mimmo di solito è guidato e non guida nessuno. Ovviamente Mimmo che ha una disabilità è guidato da educatori, terapisti, medici, insegnanti, genitori, mentre oggi il Mimmo ha guidato noi a trovare la biblioteca e il luogo del convegno. Questa è una rivoluzione culturale. Mi ricordo che anni fa quando facevo la prima elementare la mia maestra mi insegnava che la lettera H è una lettera muta. Perché, porca miseria? Una lettera è muta e tutte le altre hanno un suono. Poi ho capito che la H era la stessa lettera di handicap. Allora l associazione è facile. Trent anni fa l handicappato non aveva voce: non pensava, non esprimeva se stesso, non comunicava, non aveva peso nella società. L H era muta, bisognava fare qualcosa, fare un cambio di prospettiva: da muta a parlante e così è nata l associazione e la rivista Accaparlante, dove la persona disabile da oggetto di cura è diventata soggetto di cultura, di pensiero attivo e tutto questo grazie a una biblioteca. Una biblioteca serve per intrecciare delle storie con la storia dell umanità, faccio mie le parole di Roberto Vecchioni che ha vinto Sanremo l anno scorso: le idee sono come le farfalle, non si possono tagliare le ali. E una bellissima frase, un idea cambia il mondo. Quarant anni fa sono andato a Roma una settimana accompagnato dai miei genitori. Abbiamo prenotato in albergo ma mi sono accorto che abbiamo pranzato in camera nostra. Anni dopo ho chiesto a mia madre perché e lei mi ha detto che i padroni dell albergo avevano paura che i clienti si spaventassero. Provate a immaginare se questo succedesse oggi cosa capiterebbe: Bruno Vespa costruirebbe il plastico dell albergo. Questo vuol dire che la storia va avanti anche grazie alle biblioteche e ai Mimmo che ci guidano alla loro scoperta. Un libro è come una finestra aperta, cambia l aria. Che dire? Apriamo le finestre! Grazie a tutti.

2 Pagina 2 CARI LETTORI Il pomeriggio di domenica 9 giugno 2013, alle ore 14, mi è venuto a prendere il mio amico Gabriele della Carrozza Bianca. Sono andato con il pulmino a Candelo con Lucia ed Emanuele. Quando siamo arrivati ci siamo diretti verso l oratorio a fare alcuni giochi: il primo gioco consisteva nel disporci tutti in cerchio, passarci la pallina magica e dire il proprio nome; il secondo è stato quello di mettersi al centro, prendere una bacchetta, mettere il piatto al centro e farlo girare; ed infine il terzo e ultimo era quello di lanciarsi fazzoletti l uno all altro. Abbiamo fatto la merenda e, a fine giornata, ce ne siamo tornati a casa con la pioggia. Fabrizio Io sono stato a guardare. Alberto Silvestrini Lunedì 10 giugno su RAI Uno c era uno spettacolo intitolato Arena di Verona: lo spettacolo sta per iniziare, condotto da Antonella Clerici. Hanno fatto sentire in questo programma tutti i canti popolari e fatto vedere i balli. Gli ospiti erano: Andrea Bocelli, Nicolò Fabi, Antonio Maggio che quest anno ha vinto il Festival di Sanremo nella categoria dei giovani. Mi è piaciuto molto sentire i canti popolari, perché erano canti che so anch io e le parole apparivano sullo schermo in sovrimpressione. La festa del mio compleanno Il mattino di mercoledì 10 aprile 2013, dopo essere stato all attività di cucina sono salito in camera a chiacchierare con la mamma di Corrado. Alle ore 12, quando la responsabile Orietta mi ha permesso di uscire dalla camera, sono andato in sala e ho visto una tavolata tutta imbandita, dove abbiamo pranzato. A metà festa sono arrivati gli invitati che mi hanno fatto dei regali. Abbiamo mangiato la torta e i pasticcini e ad allietare la festa c era uno dei miei CD di musica, che Orietta ha messo per creare l atmosfera allegra e vivace. Io, da quando sono alla Domus, i compleanni li ho sempre festeggiati in pizzeria ed era più bello, perché c era un atmosfera diversa e tanta gente. Cantavo e tenevo banco. Fabrizio Si presenta il nostro nuovo redattore Il mio nome è Davide; il mio cognome Serena. Ho 30 anni. Abito a Biella in via Dante numero 8. I miei occhi sono marroni e i miei capelli neri. Sono alto e magro. La mamma si chiama Fadda Maria Lucia; il papà Alberto Serena. I miei amici sono Sandro e Silvia, che sono anche miei fratelli. Le cose che mi piacciono sono: aiutare la mamma ad apparecchiare i tavoli poi io le passo i bicchieri e lei li lava. Mi piace ascoltare la musica degli 883 Max Pezzali e lavorare con il computer.

3 Pagina 3 GLI ANIMALI DELLA MIA REGIONE La fauna della valle d Aosta è legata alla natura del suo territorio: dalle aree umide lungo il fondovalle alle aride pietraie fino alle nevi eterne, il panorama faunistico vanta una eterogeneità unica nelle Alpi. Lo stambecco vive in quote molto elevate, dove grazie alla sua straordinaria agilità sfrutta qualsiasi macchia di verde anche sui costoni rocciosi più impervi. Negli stessi ambienti vive anche il camoscio. Un rarissimo esemplare di stambecco bianco è stato avvistato nel 2007 alle pendici del monte Emilius. Tra i volatili occorre ricordare il fagiano dei monti o gallo forcello, la pernice e la coturnice. Tra i rapaci l aquila reale, la poiana e il biancone; altro grande notturno è il grande gufo reale da poco reintrodotto dopo oltre 70 anni di totale scomparsa, il ripeto. Un grande predatore da poco ritornato nelle montagne della Val d Aosta è il lupo. Non mancano uccelli e rettili. Elena Da Prà da In Valle d Aosta ci sono i cani, i gatti, le marmotte, le galline, i galli, le volpi e i camosci. me piacciono di più i gatti. A Ieri 9 giugno sono andata al battesimo della Virginia, che è la figlia di Alessandra e di Pietro. Lavorano tutti e due alla Domus. L hanno battezzata nella chiesa di Tollegno. La madrina era la Luna, il padrino non lo conosco. Sono contenta di essere stata invitata. Elena Alla Bennet: un signore sta cercando un paio di scarpe in un angolo sconti; le scarpe sono da ginnastica, ma non riesce a trovarne un paio che gli vada bene. Quando vede una commessa, spazientito l apostrofa: Ma avete tutte scarpe piccole; il mio numero non c è e l altra: Cerchi bene che le trova. E lui: Ma va si chi ii van ben al Brunetta. Un millepiedi ne incontra un altro: Perché sei così arrabbiato? Mi è appena arrivato il conto della pedicure di mia moglie. Che facciamo, studiamo? Ma sei matto? Lo studio è lavoro, il lavoro è fatica, la fatica fa sudare, sudare è umidità e l umidità fa male alla salute. Vuoi che ci becchiamo una polmonite?

4 Pagina 4 INTERVISTA AD ANNA Da quanto tempo lavori alla Domus? Lavoro alla Domus dal 1992, cioè da 21 anni. Sono una vecchia cariatide, come quelle statue degli antichi palazzi. Ti piace lavorare qua? (Secondo noi sì; infatti ): mi pia ce moltissimo, anche se ci sono stati momenti difficili, altri meno, alcuni ricchi di soddisfazioni, altri in cui avevo bisogno di stimoli. Quale è il tuo ruolo? Per anni ho lavorato nell area sociale pur non essendo un assistente sociale. Io ho studiato pedagogia con indirizzo psicologico. Nel novembre 1991 seguivo le famiglie, nel 2006 forse, non ricordo esattamente l anno, mi hanno chiesto di stendere un progetto GPS, che vuol dire: genitorialità e percorsi di sostegno, fatto con una fondazione di Milano, Umanamente. Sono servizi per famiglie e ragazzi della Domus e del territorio biellese ma anche di Gattinara. Finito il progetto, dopo 2 anni e mezzo, 3, non ho più seguito i residenziali, perché il Consiglio mi ha fatto altre proposte. Cerco di fare progetti insieme alle famiglie che servano a loro. Consistono in serate sull amministratore di sostegno o tutore, che si occupa della pensione o di ritirare i soldi in banca, pagare i trasporti. E un aiuto per situazioni in cui trovano difficoltà. Che studi hai fatto? Nel 1991 mi sono laureata in pedagogia con indirizzo psicologico. Nel marzo 2013 mi sono laureata in psicologia come la dott.ssa Mazzia, psicologia clinica; ci ho messo tanto tempo perché un po lavoravo un po studiavo. Adesso devo fare il tirocinio, cioè l esperienza pratica per imparare a lavorare; andrò a Mondovì, dove c è un centro specializzato sull autismo, con il dottor Arduino. Quale è il lavoro di uno psicologo e di un pedagogista? Pedagogista vuol dire occuparsi della parte educativa, dei progetti educativi, come il dottor Pozza, che dà indicazioni agli educatori; lo psicologo dal punto di vista psicologico, come sostegno e aiuto alle persone che ne hanno bisogno; mette in evidenza le risorse, dà aiuto alle persone a mettere a frutto cose che prima non avevano e poi diventano capaci di realizzare, come la Flavia che prima non prendeva l autobus e poi con l aiuto della Katia l ha preso. Ti senti coinvolta nelle assemblee? Io sono socia della cooperativa. Incontro alcune difficoltà, perché mi sento di essere socia nel senso che credo nei valori della cooperativa, ma faccio fatica a venire alle assemblee, un po perché sono stanca alla sera. Pur a volte saltando l assemblea, mi sento coinvolta nella vita della cooperativa. Prima di venire alla Domus che cosa facevi? Prima di venire alla Domus studiavo, andavo all università a Torino. Dopo che mi sono laureata cercavo un posto dove andare a fare un esperienza. Conoscevo la Renata, l ho contattata e ho fatto un tirocinio con lei e l Anna Poma; poi il Consiglio mi ha assunta. Ti ricordi qualcosa della tua infanzia? Io ho due sorelle più grandi di me e passavamo molto tempo a giocare fuori all aperto, anche d inverno con la slitta. Sei tifosa di qualche squadra di calcio? Sono juventina da sempre, il mio cuore ha sempre battuto per la Juve, ma non vado mai allo stadio, guardo le partite per tele. Quale sport preferisci? Nuoto, correre e sciare. Non svolgo nessuna attività agonistica, ma amatoriale sì. I tuoi hobby? Leggere molto, andare al cinema moltissimo e fare collane e gioielli.

5 Pagina 5 LE NOSTRE GARE Domenica 21 aprile sono andata a Monza a fare ginnastica ritmica. Ero con i miei amici Marzia, Chiara, Elena, Iva e Flavia. Sono arrivata prima, sono stata contenta e felice. Il viaggio era lungo, c era la Martina, ho mangiato i panini, ho anche ballato, ho fatto la sfilata e le foto. I miei cugini mi hanno festeggiata, offerto le bignole e i fiori perché sono campionessa. Flavia Finotto Domenica 19 maggio sono andata a Legnano a fare la ginnastica ritmica con Marzia, Chiara e Elena. Siamo arrivate prime. Ci hanno dato una agenda da portare a casa. Siamo partite dallo stadio, siamo andate al bar a fare la colazione. Sono arrivata a casa tardi ma contenta. Guidava la Martina. Flavia Anch io sono contenta che siamo arrivate prime. Marzia Verna Dal 6 al 9 giugno sono andata a Lodi a fare la ginnastica ritmica. C erano la Martina e la Susanna dell ANFFAS; dormivo con la Marzia e la Chiara. Mi sono divertita tanto e sono andata molto volentieri. Flavia foto pag. 12 Sabato 18 maggio sono andato in Sardegna da Milano Linate a Cagliari con l aeroplano sia all andata che al ritorno. Ho fatto il golf, mi è piaciuto tanto, mi sono divertito tanto. Eravamo in un villaggio. Al mattino facevo colazione; prima c erano le prove del golf e poi c erano le gare. Sono andato bene e sono arrivato terzo col bronzo. Filippo Iacazio LODI Lodi è un comune italiano di abitanti, capoluogo della provincia omonima in Lombardia. La città fu fondata nel 1158 da Federico Barbarossa. Nel XXI secolo, la città è un importante nodo stradale e centro industriale nei settori della cosmesi, dell artigianato e della produzione lattiero-casearia. Il territorio è votato all agricoltura e all allevamento. Lodi è stata scelta come sede del Parco Tecnologico Padano, uno dei centri di ricerca più qualificati a livello europeo nel campo delle biotecnologie agroalimentari. Sono sviluppate anche le attività legate al settore terziario; in particolare è in forte espansione il turismo: Lodi fa parte del circuito delle Città d arte della pianura Padana ed offre quale spunto principale la presenza di alcuni importanti monumenti, tra cui il Duomo, il Tempio civico dell Incoronata, la chiesa di San Francesco, la chiesa di Sant Agnese e palazzo Mozzanica. Clima: Le estati sono molto calde e caratterizzate dal fenomeno dell afa, invece gli inverni sono spesso freddi; fenomeno molto frequente durante l inverno è la nebbia. Come molti altri centri dell Italia settentrionale, Lodi è diventata una città multietnica con una notevole presenza di cittadini provenienti dall estero. Cucina: la gastronomia lodigiana è prevalentemente caratterizzata dai prodotti caseari. Il più rinomato tra i formaggi locali è il Grana Padano DOP, che nella sua migliore tradizione prende il nome di Granone Lodigiano PAT. Il Granone in particolare è considerato il capostipite di tutti i formaggi grana: un tempo era di colore giallo, in quanto alla pasta veniva aggiunto dello zafferano. Altri formaggi tipicamente lodigiani sono il mascarpone PAT e il pannerone PAT, entrambi preparati con la panna. Frittate, zuppe e insaccati di maiale rappresentano le altre specialità; esistono anche numerosi dolci tipici, quali la Tortionata PAT, gli amaretti fanfullini e gli gnam gnam. La festa di Santa Lucia: Lodi è una delle città del nord Italia in cui Santa Lucia è venerata come portatrice di doni: secondo la tradizione, nei giorni antecedenti la ricorrenza del 13 dicembre, i bambini elencano i regali desiderati in una lettera che dev essere poi inserita nell urna collocata per l occasione in Duomo, ai piedi della statua della santa. Inoltre, dall 8 dicembre alla mezzanotte del 12 dicembre, in piazza della Vittoria si tiene l antica fiera di Santa Lucia, con bancarelle per la vendita di giocattoli, dolciumi e articoli di artigianato. Raccolto da Flavia e Fabrizio wikipeda.org

6 Pagina 6 La vigna: corso potatura il vino del sorriso Già nei popoli antichi si praticava la potatura della vigna: prima i greci poi gli etruschi. I primi a fare la potatura sono state le capre. La prima vite era selvaggia (si arrampicava sugli alberi) dopo è stata addomesticata. Perché si pota: 1 per portare la vite all altezza in cui possiamo lavorarla 2 potando, la vite diventa più longeva. Dal 1800 si è alla ricerca di forme di potatura. Sistemi di potatura: 1. sistema capovolto dove si fanno curvare i germogli, 2. sistema guiot che permette di avere in uno spazio minore, tutto quello che ci serve. Innesto della vite: due modi: si taglia parte del fusto, si taglia parte del tralcio. La pianta innestata dura 40 anni. Piede franco: ricavare la pianta da un taleo; se si pianta un seme non è detto che la pianta che nasce sia uguale a quella madre. Clone: pianta ricavata da una talea. Sia con i cloni che con l innesto si può lavorare sulla vigoria della pianta. Nel 1863 i francesi avevano scoperto molti tipi di vite, molte varietà sono incroci naturali. Questi ibridi (incroci) venivano fatti per eliminare la malattia; si era scoperto che, incrociandola, la pianta era più resistente. Veniva usato solfato di carbonio per sconfiggere la malattia, ma erano soltanto dannose alle persone e la malattia resisteva. E importante sapere se nel nostro terreno vinicolo c é la presenza di malattia. Bisogna acquistare la pianta innestata da un vivaista con etichetta certificata. Nel Biellese ci sono 42 qualità; si stanno ripiantando varietà che c erano una volta. La qualità del vino dipende dal terreno; ogni tipo di uva è suscettibile al tipo di terreno. Con più germogli la pianta sarà meno zuccherina. Con pochi germogli sarà più zuccherina.

7 Pagina 7 A ME PIACE MAX PEZZALI Max Pezzali nasce a Pavia nel Tra le aule e i corridoi del liceo scientifico, assieme all amico Mauro Repetto dà vita al progetto 883. La musica è la grande passione di entrambi. E in questo periodo che cominciano a comporre le prime canzoni. Il loro primo album è Hanno ucciso l uomo ragno : il disco raggiunge in breve tempo il primo posto nelle classifiche. La musica è orecchiabile e i testi sono semplici. Le tematiche sono quelle degli adolescenti, sempre tenendo alti i valori che più contano come l amicizia. Il secondo album Nord Sud Ovest Est supera il successo del precedente. Di lì a poco, in copia con Fiorello, Max Pezzali vince il Festival italiano su canale 5 con il cantatissimo brano Come mai?. Quando tutto sembra andare a gonfie vele Mauro decide di mollare. Max Pezzali, rimasto solo, non rinuncia al nome 883. Partecipa al Festival di Sanremo e arriva al quinto posto con Averti qui. I nuovi 883 sono composti dal suo leader Max Pezzali e da una band di ben 9 elementi. Il 2001 è un anno magico : esce Uno in più che entra direttamente alla posizione numero uno dei più venduti in Italia. Viene poi scelto dalla Disney per adattare e interpretare la colonna sonora del film di Natale Il pianeta del tesoro. Max Pezzali decide di abbandonare il nome 883. Raccolto da Davide su Biografie online QUEL CUORE MATTO CHE NON BATTE PIU Che tu vuoi bene a un altro e non a me Un cuore matto matto da legare Che crede ancora che tu pensi a me Non è convinto che sei andata via Che m hai lasciato e non ritornerai Dimmi la verità la verità E forse capirà capirà Perché la verità Tu non l hai detta mai Un cuore matto che ti vuole bene E ti perdona tutto quel che fai Ma prima o poi tu sai che guarirà Lo perderai così lo perderai. Un cuore matto che ti segue ancora E giorno e notte pensa solo a te E non riesco a fargli mai capire Raccolto da Marzia su Io sono andato a Candelo dove ci sono stati tre giorni di festa perché l Associazione Ti aiuto io ha festeggiato i suoi primi dieci anni di vita. Ho visto un uomo che non ha più la gamba e che scala lo stesso le montagne. Un altro ha dei problemi alle gambe e fa sport vincendo anche l oro nelle gare. Un altro è sordo e si dedica alla fotografia. Alberto Sono andato con la Roberta, l Anita e l Alberto a imparare a potare le piante. Mi è piaciuto e ho imparato. Ci ha insegnato un uomo. Roberto Cadoni L articolo di pagina 6 è raccolto da Alberto sugli appunti di Anita Gerodetti.

8 Pagina 8 Con la Carrozza Bianca Settembre 1/9/89: in uno scompartimento del treno che torna dal pellegrinaggio diocesano a Lourdes Giovanni Dama, allora capobarelliere della sezione OFTAL di Biella, radunati alcuni capi scout, lancia una nuova sfida: dobbiamo portare a Lourdes in una carrozza dedicata solo a loro e con un programma attento alle loro esigenze, i bambini disabili accompagnati dalle loro mamme. Settembre 1991 nel corso di una veglia di preghiera organizzata dagli scout Foulard Bianchi nella chiesa di San Joseph a Lourdes, Nicolino durante l intenzione di preghiera, chiede apertamente attraverso il barelliere Stefano che l amicizia, nata e cresciuta durante l esperienza di Lourdes, possa continuare a casa durante l anno; solo così l amicizia potrà essere coltivata e avere frutti. Queste sono state le due vere occasioni che hanno dato vita alla fantastica ed eccezionale avventura della carrozza bianca. Da Carrozza bianca chi siamo (raccolto da Elena) Sabato 25 maggio con Massimo Ramella, la Maurizia, Anna Lisa, Manuela e Flavio sono andata a Ponderano, dagli alpini. Ho mangiato: gnocchi, la torta, bevuto caffè. Abbiamo fatto anche la lotteria che mi è piaciuta più di tutto, ho vinto una borsa. Domenica 26 maggio sono andata a Novara a vedere la partita di pallone tra la Carrozza Bianca e Novara e Milano. Ho mangiato la pasta, bevuto caffè. Mi è piaciuto molto. Ho visto una mia amica che si chiama Daniela. C erano Massimo Rollino, Fabrizio e la Lucia. Ci accompagnava Gabriele. Elena NOI TENIAMO PER LA JUVE La Juventus (gioventù) fu fondata nel 1897 da un gruppo di studenti torinesi del liceo classico Massimo d Azeglio, che usava ritrovarsi in corso re Umberto su una panchina. La prima maglia della squadra fu rosa, con cravatta o papillon nero. Nel 1903 divenne bianconera. Il vicepresidente della Fiat, Edoardo Agnelli, assunse il controllo della società nel 1923 e da allora la Juve rimase sempre legata alla famiglia Agnelli. La Juventus fu insignita di uno speciale riconoscimento, come prima squadra nella storia del calcio continentale ad aver vinto tutte e tre le maggiori competizioni, ovvero la coppa dei campioni, la coppa delle coppe e la coppa UEFA. In seguito alla prematura morte di Edoardo Agnelli, per il resto degli anni 30 e quasi tutti i 40, la squadra bianconera non riuscì più a conquistare lo scudetto, che giunse solo al fine decennio, nel Nel 1945 la società, in seguito dell italianizzazione imposta dal fascismo, assunse il nome di Juventus Cisitalia, in abbinamento con la casa automobilistica omonima. Da allora la Juventus è stata sotto la presidenza degli Agnelli. Raccolto da Filippo wikipedia. Org Juventus-football La Juve ha vinto. A me piace Gianluigi Buffon che è il portiere. I giocatori sono tutti amici. Marzia La Juventus è campione d Italia con un giorno di anticipo. Grande festa a Biella per la Juventus. Andrea

9 Pagina 9 C a c c i a a l l e P a r o l e a c u r a d i A n t o n e l l o M o r g a n t e Talea: rametto tolto da una pianta che, messo nel terreno, fa germogliare una nuova piantina Afa: caldo soffocante Urna: contenitore Vivaista : addetto alle piante Ricorrere: ripetersi Malformazione: qualcosa che non va in un organismo Stimoli: sollecitazione a fare qualcosa Agonistica: manifestazione sportiva...e SEPPELLIRE LASSU IN MONTAGNA O BELLA CIAO BELLA CIAO. Non ha mai avuto la faccia molto raccomandabile, con quel naso lungo e il sigaro tra le labbra. Cappello nero dalla larga tesa in testa e sciarpa rossa al collo. La piccola chiesa di San Defendente a Ronco quella sera era gremita: c era gente seduta ovunque e gente in piedi per ascoltare il giovane ottantenne genovese che aiutava quelli di via del Campo, per intenderci. Immondizia per i palazzi di Roma. Ha passato una vita a combattere, affascinato dagli insegnamenti di don Bosco, che lo spinsero a farsi salesiano. Nel 1960 fu cappellano nel riformatorio per minori di Garaventa, in cui cercò di introdurre un esperienza educativa diversa sostituendo ai metodi repressivi, fiducia e libertà. Ma i superiori lo rimossero dall incarico e lui chiese di entrare nella diocesi di Genova. Venne inviato a Capraia come cappellano del carcere e da qui ebbero inizio una serie di trasferimenti voluti dai vescovi o cardinali che si susseguirono e che, Tettamanzi a parte, non lo hanno mai capito. Don Andrea Gallo camminava avanti e indietro senza fermarsi mai e senza smettere mai di parlare. Il don, come lo chiamano i suoi ragazzi della comunità di San Benedetto al porto, non ce l ha con tutti; ce l ha con una cosa sola: il potere. Il potere che, secondo lui, non vede Gesù Cristo. Il potere, sia esso laico o ecclesiastico, che ha gli occhi foderati di pelle di salame di fronte a Gesù Cristo. Anche se parla e agisce in nome suo. Il potere non è dalla parte dei poveri, degli ultimi, del buon samaritano. Il potere sta da una parte sola: la propria. I poteri si scambiano favori a vicenda. Nei confronti del potere don Andrea può fare una cosa sola: rompergli le scatole. Sia con le parole sia, ancora di più, con le azioni, i fatti. Non si è mai sognato di smettere di raccontare, oltre ai 4 Vangeli, il quinto La buona novella del suo grande amico De André, tanto meno di smettere di fare il prete anche se avrebbe avuto meno fastidi. Adesso se n è andato ma dal Paradiso con il suo amico Fabrizio continuerà a dirci Per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti. Renata Strona

10 Pagina 10 RITORNO A FORTE DEI MARMI Domenica mattina 16 giugno siamo andati a Forte dei Marmi. Faceva caldo, abbiamo viaggiato con il pulmino della Domus. Sono andata al mare, era proprio bello quel posto. Al mattino facevo la colazione, poi andavo in spiaggia a prendere il sole, prima mettevo la crema, poi andavamo a mangiare, alle 3 si andava di nuovo in spiaggia. Facevo dei bei bagni nel mare tra le onde, quando entravo faceva freddo; alla sera andavo sempre a passeggio. Nel ristorante si mangiava bene. Siamo tornati domenica. C erano Pamela, Valentina, Rudy, Viola, Cristina, Marco Colombo, Michela, Francesca, Gianni, Maurizio, Gianluca. Flavia Località balneare tra le più frequentate del Tirreno, Forte dei Marmi si aggrega attorno a un pontile impiantato nel cinquecento per il carico dei marmi apuani e protetto da un fortino fatto costruire da Leopoldo I. Nobili di mezza Europa, diplomatici, uomini d affari e capitani d industria, artisti e personaggi famosi vi hanno costruito splendide ville nascoste e protette dal verde della pineta, scegliendo le sue finissime sabbie. Divenuto negli ultimi cento anni località turistica apprezzata e conosciuta in tutto il mondo, ha saputo trasformare una parte dell ambiente originario in meravigliosi giardini, orti e prati rigogliosi con ville inserite nel verde, conservando intatto il rapporto con la natura. Da Forte dei Marmi il turista può riscoprire testimonianze architettoniche storiche e culturali, incantevoli paesi adagiati nelle numerose valli o arroccati sulle colline. La Versilia offre una vasta quasi completa possibilità di esercitare lo sport preferito. Le Alpi Apuane permettono agli scalatori di effettuare arrampicate molto interessanti. Sempre le Alpi Apuane permettono all escursionista di effettuare itinerari in tutte le stagioni dell anno e di tutte le difficoltà. Il mare può essere sfruttato dai velisti, così come il lago di Massaciuccoli. Il mare permette anche, con condizioni favorevoli, di esercitare il surf. Le infrastrutture sportive sono a disposizione per allenamenti e gare soprattutto, dato il clima, nel periodo invernale. Raccolto da Fabrizio e Flavia inversilia.com

11 Pagina 11 Lo sapevate che La moda dell orecchino maschile è nata con i pirati. Portavano questi monili d oro all orecchio di modo che, in caso di morte improvvisa, chiunque potesse prenderlo ed utilizzarlo per il pagamento della cassa. Niente case, banche, parenti o amici. Se stessi e la propria vita tutta addosso. Da Beffardo. glit Io metto l orecchino per rendermi più vanitoso. Antonello Venerdì 5 aprile sono andata ad Alassio con i miei cugini e ho dormito con due Angeliche. Ho sempre camminato; in giro stavo bene in compagnia. C erano dei bei negozi, ho visto il mare Ligure. Si mangiava bene, ci servivano la colazione, il pranzo e la cena. Siamo stati tre giorni, siamo tornati di domenica. Abbiamo trovato il traffico per tornare a casa. La moglie di Massimo ha comprato una bambina che si chiama Alice. E diventato papà, adesso è a casa sua che la guarda perché è piccola. Lunedì torna a lavorare alla Domus. Sabato pomeriggio 13 aprile sono andata a trovare il mio papà e la mia mamma al camposanto; ho fatto una preghiera per loro che erano bravi con me. Sono andati in cielo e in paradiso. Tutte le sere prego per tutti il Gesù che comanda. Poi sono andata a messa a Mongrando. Ho visto il mercatino dell antiquariato, dove vendevano le macchine da scrivere di una volta. C era il sole e faceva caldo. Flavia Ricetta LIQUORE ALLA LIQUIRIZIA INGREDIENTI: 60 GR DI TRONCHETTI DI LIQUIRIZIA PURA 800 GR DI ZUCCHERO 1 LITRO DI ACQUA ½ litro di alcool per liquori a 95 IN UNA PENTOLA UNITE 800 GR DI ZUCCHERO, LA LIQUIRIZIA, IL LITRO DI ACQUA E FATE CUOCERE A FUOCO LENTO FINCHE LO ZUCCHERO SI SCIOLGA BENE. E IMPORTANTE CHE LO SCIROPPO SIA RAFFREDDATO BENE A TEMPERATURA AMBIENTE PRIMA DI UNIRLO ALL ALCOOL SE SI VUOLE OTTENERE UN LIQUORE BEN LIMPIDO. AGGIUNGETE ALLO SCIROPPO FREDDO L ALCOOL, QIUNDI FILTRATE IL TUTTO ATTRAVERSO UN COLINO A TRAMA FINE, VERSATELO IN UNA BOTTIGLIA.

12 Pagina 12 ATLETICA A LODI Marco Alberto Alberto e Anita Marco Alberto e Roberto L angolo a cura di Andrea Cimino Tommaso ha fatto la prima comunione, Eleonora la cresima. Io non sono andato per questo motivo: perché ho paura dei botti e poi dovevo aiutare papà se cadeva. Alla Peschiera di Valdengo c è sempre tanta gente. Ho visto un bel ragazzo Daniele Amoroso che ha cantato le canzoni del nuovo CD Bastardo cuore mio, ha fatto anche i balli di gruppo Lunedì 25 marzo a Cerreto Castello una ragazza di 39 anni è morta; è stato un incidente. Stava lavorando sulla macchina tessile in fabbrica, quando è rimasta incastrata. Si vede che la macchina ha preso la manica della maglia. Abitava a Quaregna. Aveva due bambini; la bambina femmina va con Eleonora a scuola a Valdengo. Il bambino maschio va con Tommaso a scuola a Valdengo. Mi dispiace tanto che è morta.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli