Renzi toglie poteri ai ministeri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Renzi toglie poteri ai ministeri"

Transcript

1 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 1,20* ANNO 136- N 187 ITALIA Sped. Abb. Post. legge 662/85 art.2/19 Roma Pesaro Sabato12Luglio2014 S. Fortunato IL GIORNALE DEL MATTINO CommentalenotiziesuILMESSAGGERO.IT Spoleto Festival dei Due Mondi gran finale con Marshall Sala a pag. 26 La provocazione L ultima bravata di Balotelli: foto con il fucile su Instagram Nello Sport Il Mondiale Un po di Italia nella finale, al Maracanà arbitrerà Rizzoli Angeloni Nello Sport IL MESSAGGERO DIGITAL TI REGALA MY SPORT. Leggi 3 mesi a soli 9,99 Segnali d allarme Cura choc per l economia che rallenta in Europa Marco Fortis L a caduta della produzione industriale italiana a maggio, stimata dall Istat in un -1,2% congiunturale rispetto ad aprile, è indubbiamente un dato preoccupante. Ma va inquadrata correttamente, cioè senza eccedere in allarmismi pur senza sottovalutare, nello stesso tempo, le oggettive difficoltà dell economia nell attuale momento, non solo in Italia ma nell intera Europa. Infatti, come hanno subito messo in luce alcuni analisti, il dato di maggio della produzione italiana, anche se depurato delle festività, potrebbe aver risentito notevolmente del ponte del Primo maggio. La Festa del Lavoro cadde di giovedì, e di essa gli indici statistici hanno pienamente tenuto conto, ma non altrettanto del fatto che molti lavoratori hanno preso ferie il venerdì 2 maggio e che quindi si è lavorato comunque un giorno in meno con conseguente minore produzione. C è un altro elemento importante da considerare. La produzione industriale nazionale sta procedendo a denti di sega, con aumenti in un mese e cali nel successivo e così via. Ciò perché il trend di fondo è indubbiamente tornato positivo (già da fine 2013), ma non è intenso, bensì debole ed altalenante. A tale riguardo, il Centro studi Confindustria rileva, ad esempio, che già a giugno la produzione industriale italiana dovrebbe essere nuovamente cresciuta, in base a prime stime, dello 0,7% rispetto al deludente risultato di maggio appena comunicato dall Istat. Continua a pag. 20 Renzi toglie poteri ai ministeri `Riforma della Pa: a Palazzo Chigi la scelta finale su nomine e leggi. Madia: stop ai veti `Cura dimagrante per gli uffici pubblici. Ridotte le prefetture: assorbiranno le altre sedi ROMA Nella riforma della Pubblica amministrazione c è anche un aspetto che riguarda il presidente del Consiglio: più poteri a Palazzo Chigi, cui andrà la scelta finale su nomine eleggi, e di conseguenza meno ai ministeri. Ieri il ministro Marianna Madia lo ha presentato come un modo per fermare lungaggini legislative e veti incrociati che spesso bloccano «la vita dei cittadini». Il testo dovrebbe arrivare in Parlamento in pochi giorni. Cura dimagrante per gli uffici pubblici. Ridottele prefetture: assorbiranno le altre sedi. Bassi, Cifoni e Ursicino alle pag. 2 e 3 Verso Etihad Alitalia, gli esuberi scendono a 980 sindacati alle strette Umberto Mancini E suberi dimezzati o quasi. A poche ore dalla scadenza dell ultimatum del governo la trattativa sugli esuberialitalia si sblocca. A pag. 17 Shopping estero Indesit ceduta agli americani: arriva Whirlpool Michele Di Branco Minaccia di Hamas: non volate su Tel Aviv U n accordo che chiude 27 annidi storia. La famiglia Merloni cede il controllo di Indesit awhirlpool. A pag. 5 Corrao e Sgardi a pag. 5 Inferno Gaza. Cento morti dall inizio dei raid, ancora missili La poliziaisraeliana atel Aviv rimuove quelloche restadi unmissile partito da Gaza. Servizialle pag. 10 e11 Nuovi guai Berlusconi, chiesti 7 anni per Ruby e processo per il caso escort di Bari Farmaci anti-cancro razziati a Roma: colpo della camorra `Svaligiata la farmacia dell Umberto I: 7 arresti `Medicine d oro, l ultimo affare della malavita ROMA Colpo della gang dei farmaci all Umberto I, furto per milioni di euro di medicinali costosi e non sempre reperibili sul mercato. Sono state proprio le denunce del personale medicoeinfermieristico a permettere alla polizia di accertare ciò che stava accadendo: in azione una banda affiliata alla camorra, che agiva da poco più di un anno con l aiuto di due talpe. De Risi, Massi e Panarella a pag. 14 Claudia Guasco L a «severità» della pena inflitta in primo grado a Silvio Berlusconi «è innegabile», ma è corretta. Perciò, è la richiesta del procuratore generale Pietro De Petris, la condanna a7 anni di «va confermata». A pag. 8 Damiani a pag. 9 Accertamenti Malore per Ciampi ricovero a Bolzano Il Presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi è stato ricoverato in terapia intensiva all ospedaledi Bolzanoin seguito a un malessere. Cacace a pag. 7 Lavoro o piacere, sempre on line boom di malati da stress digitale paolofiorillo.com Capri in a bottle. momisdam.com Antonio Galdo S iamo diventati un popolo di stressati digitali. Vittime di una valanga di informazioni e di stimoli che alimentiamo, quasi con ossessione, attraverso computer, cellulari, smartphone, e via proseguendo nell infinito oceano delle sirene tecnologiche. La progressione dei messaggi è spaventosa: nel 2006 inviavamo 31 miliardi di al giorno, adesso siamo a quota 183 miliardi; nello stesso periodo i tweet sono passati da 2mila a 500 milioni. A pag. 21 BELLE SORPRESE PER IL CAPRICORNO Buongiorno, Capricorno! Sono belle le donne Capricorno, ma quando vengono illuminate da una Luna piena come questa, sono pochi gli uomini che possono resistere al loro fascino. Non si discute nemmeno il sex appeal del maschio Capricorno. Un sabato con una luce speciale, una sorpresa che attende voi tutti dietro l angolo del caso, auguri! L oroscopo a pag. 39

2 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: 2 Primo Piano Pa, più poteri a Palazzo Chigi stop ai veti dei ministeri `La presidenza del Consiglio avrà l ultima parola su nomine e leggi. Madia: non si potrà più bloccare la vita dei cittadini Sabato 12 Luglio 2014 IL PROVVEDIMENTO ROMA Una spinta più decisa alla digitalizzazione della Pa, ma anche il rafforzamento del ruolo della presidenzadel Consiglio all interno del governo. Sono queste le due principali novità che hanno convinto il governo a riprendere in mano il disegno di legge di riforma della pubblica amministrazione già esaminato quasi un mese fa insieme alle norme che poi sono confluite nel decreto legge. Stavolta, ha promesso Marianna Madia, il testo arriverà in Parlamento in pochi giorni, dunque la prossima settimana. Il ministro della Pubblica amministrazione illustrando i vari aspetti del provvedimentohapoidato unasuadisponibilità su due temi che però dipendono in modo decisivo dalla disponibilità di risorse finanziarie: i rinnovi contrattuali per i dipendenti pubblici e il via libera all uscitadi 4.000insegnanti edipendenti della scuola bloccati dalla riforma Frornero. TRENTA GIORNI PER RISPONDERE Il rafforzamento della presidenza del Consiglio rispetto agli altri dicasteri, ed in particolare quello dell Economia, è un tema già emerso in questi primi mesi del governo Renzi. Ieri Madia lo ha presentatocomeun modoperfermare lungaggini legislative e veti incrociati che spesso bloccano «la vita dei cittadini». Una norma chiave in questo senso è l introduzione del silenzio assenso negli atti la cui attuazione compete a più ministeri. L amministrazione a cui viene chiesto l assenso, il concerto o il nulla osta avrà trenta giorni di tempo per pronunciarsi; nel caso ciò non avvenga si intenderà che il parere sia positivo. Ma soprattutto, in caso di contrasto tra due strutture, sarà la Le misure Pa digitale: tutto on line con una sola password 1 Obiettivo del governo è fare in modo che entro il 2018 sia portata a termine una rivoluzione copernicana: tutti i documenti dovranno essere disponibili on line, accessibili attraverso una unica identità digitale. Anche i procedimenti amministrativi andranno ripensati per essere adeguati alle tecnologie. Per i manager incarico triennale e ruolo unico 2 Il riassetto della dirigenza è uno dei punti principali della riforma della pubblica amministrazione: i manager entreranno nella Pa per concorso, avranno incarichi triennali, saranno valutati e potranno eventualmente anche essere licenziati. Con il Ruolo unico sarà favorita la mobilità. Tra le amministrazioni varrà il silenzio-assenso 3 Nel caso di provvedimenti che richiedono il parere di diverse strutture ministeriali varrà il principio del silenzio-assenso: in caso di mancata risposta entro trenta giorni il parere si intenderà positivo. In caso di disaccordo tra amministrazioni toccherà a palazzo Chigi decidere presidenzadelconsiglioa decidere. È prevedibile che questo meccanismo - se applicato - possa ridurre il ruolo del ministero dell Economia, che è chiamato in causa in molti provvedimenti su diverse materie. Nel testo del disegno di legge c è anche di più: uno specifico decreto delegato dovrà disciplinare anche aspetti come la «direzione della politica generale del governo e il mantenimento dell unità dell indirizzo politico», il «rafforzamento del ruolo di coordinamento e promozione dell attività deiministri dapartedelpresidente del Consiglio dei ministri», il «rafforzamento del ruolo della presidenza del Consiglio dei ministri nell analisi e nella definizione delle politichepubbliche», la «definizione delle procedure di nomina da parte del governo, tale da assicurare la collegialità del Consiglio dei ministri». Insomma nel nuovo assetto dovrebbe toccare sempre di più a Palazzo Chigi il ruolo di guida dell azione amministrativa e legislativa. L IDENTITÀ ELETTRONICA Il primo articolo del provvedimento contiene invece l annunciata svolta verso l amministrazione digitale. Per Madia si tratta di «ribaltare il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione» facendo in modo non solo di cancellare in prospettiva carta e file ma di ripensare in chiave tecnologica gli attuali procedimenti IL MINISTRO: INGIUSTO IL BLOCCO DEI CONTRATTI PUBBLICI, MA LA COLPA È DELLA CRISI Il ministro Marianna Madia amministrativi. L identità unica digitale (Spid, alposto degliattuali accessi differenziati alle varie amministrazioni) dovrebbe essere operativa nel 2015 ma nelle intenzioni del governo l intero processo si concluderà nel 2018 alla scadenza della legislatura. È stato invece mantenuto nella sua impostazione originaria un altro capitolo importante, quello relativo alla dirigenza. Il ministro ha voluto sottolineare soprattutto l introduzione del Ruolo unico per le amministrazioni centrali, che dovrà coordinato con quelli di Regioni ed enti locali: il dirigentedovrà piùessere consideratoproprietà diunasingola amministrazione ma potrà muoversi da una struttura all altra, in base alle esigenze sapendo di essere valutato con criteri di merito. Infine parola è stata dedicata da Madia ai dipendenti pubblici senza contratto dal Si tratta a suo parere di «un ingiustizia» originata però da una crisi che ne ha prodotte anche altre. Si potrà tornare a parlare dei rinnovi quando la situazione economica lo permetterà. Luca Cifoni Sblocca-Italia Arriva la task force per le infrastrutture Far ripartire le grandi opere, riavviare i cantieri, mettere mano alle infrastrutture per troppo tempo bloccate e soprattutto rilanciare gli investimenti, nazionali ed esteri. Sono gli obiettivi dello Sblocca Italia, il prossimo decreto che arriverà a breve, probabilmente entro luglio, sul tavolo del cdm e a cui Mef e Ministero delle infrastrutture stanno lavorando intensamente per varare i primi interventi entro fine anno. I ministri competenti hanno organizzato una task force comune per individuare le modalità per allocare le risorse pubbliche e favorire la mobilitazione di risorse private. Allo studio ci sono strumenti finanziari innovativi volti a produrre un effetto leva su capitali privati attraverso le risorse pubbliche, come i project bond e il partenariato pubblico-privato, con proposte precise di semplificazione e defiscalizzazione. Per questo, prima ancora di far partire qualsiasi tipo di finanziamento, il Ministero dell'economia sta portando avanti un lavoro parallelo per monitorare con attenzione lo stato dell'arte delle opere pubbliche su tutto il territorio nazionale. Via XX Settembre punta cioè ad ottenere dalle amministrazioni locali e dalle società concessionarie (che si vedranno recapitare circa mail) tutte le informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori, gli affidamenti, i pagamenti effettuati. Le infrastrutture oggetto di attenzione saranno non solo le grandi opere già previste - e finanziate - dalla legge di stabilità, ma anche alcune di quelle segnalate dalle amministrazioni locali. IL DOCUMENTO L Intervista Angelo Sticchi Damiani (Aci) «Il Pra alla Motorizzazione? Un idea che non sta in piedi» ROMA Stare dalla parte degli automobilistinel momentopiù difficile del settore automotive in Italia. Mercato dimezzato, consumi dei carburanti in picchiata, spread del traffico alle stelle, con grandi problemi per la sicurezza (inostritassi diincidentee divittime sono fra i più alti d Europa) e l inquinamento ambientale. Un compito delicato quello di Angelo Sticchi Damiani che da due anni guida l Aci. Ingegnere per uscire dalla crisi l Europa ci chiede di rinnovare e semplificare, non è arrivato il momento di avere un documento unico per l auto? «Certo che sì, si può fare facilmente, cisono giàlestrutturenecessarie. Basta deciderlo». Allora il Pra non serve più, si può cancellare? «Assolutamente no, il Pra serve eccome. Le auto sono un bene che deve essere registrato. Hanno provato a toglierlo nel Regno Unito e sonotornati indietro, anche inalbania da qualche tempo lo hanno istituito. Senza unregistrodei veicoli è il caos». Nella delega sulla Pa è tornata l ipotesi di passarlo alla Motorizzazione? «Non sta in piedi. Aumenterebbe complessità e costi. Loro trattano dati tecnici dei veicoli, noi quelli sensibili delle persone, è un altra cosa. È per questo che il Pra è un istitutogiuridicovigilato dalministero della Giustizia. Noi abbiamo dimostrato di avere l esperienza e le competenze per gestire questo delicatocompito. Lo Statodovrebbe assumere molte persone per un lavoro che l Aci effettua a costo zero. E allo Stato siamo pronti ad offrire anche altri servizi senza chiedere compensi». Per come la racconta l Aci sembra una struttura perfetta. «È sicuramente un centro di eccellenza. Alcune nostre società sono un fiore all occhiello, il nostro bilancio è in attivo. Abbiamo la Sara Assicurazioni, l Aci Global per il soccorso stradale e poi Aci Informatica che dà lavoro ad oltre 500 persone». Che cosa pensa della riforma al Codice della Strada? Dell introduzione del reato di omicidio stradale e della misura definita Angelo Sticchi Damiani «DOVE HANNO PROVATO A CANCELLARLO COME NEL CASO DEL REGNO UNITO, POI HANNO DOVUTO FARE MARCIA INDIETRO» ergastolo della patente? «In linea di principio sono d accordo: chi guida sotto il pesante effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti non ha giustificazioni. Ma bisogna essere cauti e trattare il tema con attenzione. Una disgraziapuòaccadere anchea personenormali eresponsabili. Bisogna trovare un equilibrio, non si puòdistruggere lavita di una persona che si è sempre comportata correttamente, va valutata la sua storia». Lei è il presidente del Club degli automobilisti, ma a volte non è un po severo con loro? «Cioè?» Vuole lo stop alle agevolazioni fiscali per le vetture vecchie e sostiene anche che nelle città l uso dell auto va ridotto. «Tutto vero. Ma gli automobilisti sonoanchecittadini. E selamobilità non funziona sono i primi ad essere penalizzati. Dobbiamo analizzare le cose fatte nelle città degli altri paesi dove si vive meglio, potenziare i servizi pubblici e tutelare le categorie più deboli come i ciclisti o i pedoni: una pista ciclabile non realizzata con criterio è meglio non averla. Se riusciamoadindividuare chicircolasenza polizza diminuiranno i premi per gli altri. Togliere alle auto con più di 20 anni le agevolazioni riservateallevere storiche contribuirebbe ad abbassare l età media, aumentando la sicurezza e riducendo le emissioni. Gli introiti in più per l Erario potrebbero essere utilizzati per incentivare il ringiovanimento del parco circolante». Cosa accadrà al GP d Italia? È vero che Ecclestone vuole toglierlo a Monza? «Non credo sia questo l intento. Bernie è un grande uomo d affari ed un eccellente organizzatore e fa le sue mosse. Ci sono dei problemi che vanno affrontati, bisogna mettersi intorno aun tavolo e agire: non si può negare che alcuni aggiornamenti all impianto vanno fatti. Jean Todt tiene molto a quella gara e se serve scenderà in campo anche l Aci, ma sono ottimista sul futuro di Monza». Giorgio Ursicino

3 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano Sabato 12 Luglio 2014 I tagli Lo Stato dimagrisce uffici accorpati in periferia `Fusione sul territorio tra prefetture, ragionerie e direzioni di lavoro e entrate `Tutti i servizi al cittadino concentrati in un solo edificio. Ai prefetti la gestione In milioni di euro. È il risparmio che la spending review del commissario Carlo Cottarelli ha preventivato grazie all accorpamento delle strutture periferiche dello Stato IL CASO ROMA Il ministro Marianna Madia non ha chiuso la porta. Anzi. Sul caso dei 4mila professori cosiddetti «quota 96», beffati da un errore tecnico della Fornero, ha spiegato che sarebbe «onorata» se il problema potesse essere risolto all internodel decreto di riforma della pubblica amministrazione. Ma, ha aggiunto il ministro, c è un problema di copertura. Problema che, invece, almeno secondo il presidente della Commissione bilancio della Camera, Francesco Boccia, sarebbe ormai completamente superato. Ieri è stato depositato alla Camera un emendamento, fortemente voluto dalle deputate Manuela Ghizzoni del Pd e Barbara Saltamartini del Nuovo 50 In chilometri. È la distanza massima entro la quale un dipendente dello Stato potrà essere trasferito senza il suo assenso. Si tratta della norma sulla mobilità obbligatoria centrodestra, ma firmato da tutti i capigruppo delle commissioni bilancio e lavoro di Montecitorio, dal Pd, a Forza Italia, passando per Ncd e arrivando al Movimento Cinque Stelle. LE COPERTURE La proposta di modifica prevede di mandare in pensione già dal prossimo mese di settembre i 4 mila professori quota 96. Se l emendamento passerà, una volta convertito in legge il decreto, i docenti con 60 anni di età e 36 di contributi nell anno scolastico , potranno presentare domanda di pensionamento all Inps. L Istituto avrà 15 giorni di tempo per valutare la richiesta e dare il suo assenso. Così dal primo settembre i professori potranno lasciare il lavoro. Ma c è una novità. Per contenere IL PROGETTO ROMA Lo Stato si prepara a dimagrire in periferia. Il progetto, già annunciato, del taglio delle 110 prefetture, delle 103 Ragionerie, delle 107 direzioni provinciali dell Agenzia delle Entrate, dei 109 archivinotarili, delle 120 soprintendenze, dei 110 ufficiscolastici, delle109direzioniregionali eterritoriali del lavoro, è stato messo nero su bianco nel disegno di legge della riforma della Pubblica amministrazione presentato ieri dal ministro della funzione pubblica MariannaMadia. La nuovaarchitettura prevede un accorpamento di tutte le strutture territoriali in un unico ufficio. Per creare «raccordo tra governo e cittadino», ha spiegato il ministro, è «importante ci sia un unico luogo sul territorio, un Ufficio territoriale del governo che racchiuda tutta la periferia dello Stato, dove c è un dirigente, il prefetto, che è responsabile di come l'azione del governo arriva al cittadini». Significache prefetture, ragionerie, uffici del lavoro e del fisco, e così via, saranno anche fisicamente collocati all interno di un edificio comune. L ufficio unico sarà inizialmente guidato dal prefetto, che sarà il punto di contatto tra i cittadini e lo Stato a livello periferico. Poi successivamente, quando sarà in vigore anche la riforma della dirigenza, il capo dell ufficio sarà scelto attraverso il meccanismo del concorso. La bozza icosti dell operazione, l emendamentoprevede che la liquidazione non venga versata immediatamente, ma soltanto nel momento in cui si sarebbe maturato il diritto in base alle regole della legge Fornero. Questo significa che, a seconda dei casi, bisognerà attendere qualche anno prima di vedersi riconosciuto il trattamento di fine servizio. In questo modo il costo dell operazione viene contenuto in 35 milioni per l anno in corso, e un altro centinaio di milioni l anno fino al Le risorse, secondo quanto previsto dall emendamento, saranno trovate aumentandogliobiettivi dispending review che nel decreto sulla pubblica amministrazione sono stati utilizzati per coprire la staffetta generazionale attraverso l abolizione del trattenimento in del provvedimento, tuttavia, non scioglie quello che probabilmenteèil nodocentrale: quantisaranno alla fine su tutto il territorio nazionale queste case del governo. Fino ad oggi l organizzazione della presenza territoriale è stata basata sulle 110 province. Enti oramai in via di estinzione dopo la riforma Delrio. LA BOZZA Quante prefetture-uffici del governo sopravvivranno, dunque? Matteo Renzi durante la prima presentazione della riforma della pubblica amministrazione aveva parlato di quaranta in tutto. Ieri il ministro Madia non ha confermato il numero, spiegando che nulla è ancora deciso. La bozza del disegno di legge entrata in consiglio dei ministri parla genericamente di una riduzione di numero tenendocontodi criteri di estensione territoriale, di popolazione residente, dell eventuale presenza di una città metropolitana, di insediamenti produttivi. L ipotesi INTANTO ALLA CAMERA SPUNTA UN EMENDAMENTO SALVA-TAR PER NON CHIUDERE LE SEDI DISTACCATE DEI TRIBUNALI Professori in pensione subito ma senza liquidazione servizio. Ieri sul tavolo della Commissione affari costituzionali del Senato è arrivata, come atteso, una pioggia di emendamenti. Le proposte di modifica deltesto sono oltre Il ministro Madia si è detto disponibile a valutare tutte le ipotesi ma non a modificare l impianto di fondo della riforma. La prossima settimana il provvedimento (il relatore è Emanuele Fiano del Pd) entrerà nel vivocon la discussione e la votazione degli emendamenti. A. Bas. OLTRE PROPOSTE DI MODIFICA AL DECRETO PA EMENDAMENTO PER SALVARE I DOCENTI RIMASTI BLOCCATI DALLA RIFORMA FORNERO che si fa strada è che, alla fine, gli uffici unici del governo siano una settantina in tutto. Ma il punto, come detto, è delicato. La chiusura di prefetture, ragionerie, uffici del lavoro e del fisco nelle varie provinceitalianeèpiùfacilea dirsi che a farsi, come dimostrano il caso dei tribunalini e da ultimo quella delle sezioni staccate dei Tar. Proprio ieri la maggioranza ha depositato un emendamento aldecreto sullapubblicaamministrazione che salva cinque delle otto sedi distaccate dei tribunali amministrativi che il provvedimento del governo puntava a chiudere. In pratica solo le sezionidiparma, Pescarae Latinafinirebbero per essere sacrificate. Insomma, le resistenze campanilistiche, ampiamente rappresentate in parlamento, non sono un ostacolo semplice da superare. Ma dietro la razionalizzazione della presenza territoriale dello Stato sul territorio c è anche un altra impellente esigenza del governo, quella di realizzare gli obiettivi della spending review affidataal commissariostraordinariocarlocottarelli. La curadimagrante dello Stato in periferia, secondolesimulazioni di mistertagli, vale 500 milioni di euro. Soldi che al governo servono come l oro, considerando che l obiettivo assegnato a Cottarelli è di trovare 17 miliardi di euro entro il prossimo autunno. GLI OBIETTIVI DI RISPARMIO Così lo snellimento dello Stato inserito nella bozza del disegno di legge, non si limita soltanto alla creazione dell ufficio territoriale unico dello Stato. Nel provvedimento si parla apertamente anche di altri tipi di accorpamenti tra amministrazioni centrali e periferiche, con la possibilità di creare uffici comuni, di trovare spazi comuni e, soprattutto, riducendo gli uffici ed il personale che si occupano di back office portando più dipendenti possibile a diretto contatto con i cittadini. Un disegno, questo, che sarà favorito anche dalla mobilità obbligatoria entro i 50 chilometri inserita nel decreto legge che ha preceduto la delega con la riforma. Nel testo approdato in consiglio dei ministri torna anche la razionalizzazione delle forze di polizia per evitare «sovrapposizioni di competenze». E torna anche la soppressione del Corpo forestale dello Stato. Ma anche su questo, c è da scommetterci, sarà battaglia dura. Andrea Bassi

4 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano LA STORIA FABRIANO Laspia rossa sulla plancia di comando Indesit si accende il 7 maggio Andrea Merloni, figlio di Vittorio, cede il timone al manager Marco Milani. È la prima volta dalla fondazione, nel 1930, che un Merloni non è alla presidenza della multinazionale degli elettrodomestici. Uno strappo nella storia di una famiglia che si è sempre identificata nelle sue aziende e, nonostante le fabbriche sparse in tutto il mondo, nel suo territorio: Fabriano e le Marche. Una dinasty industriale di uno dei gruppi più longevi in Italia. Tutto inizia 84 anni fa quando Artistide, capitano d impresa, fonda le omonime industrie da cui, nel 1958, gemmerà il marchio più famoso, Ariston, che comparirà come sponsor anche sulle maglie della Juventus. Nel 1970 inizia l epoca moderna del gruppo. Aristide lo smembra in tre divisioni, ciascuna affidata a un figlio. Ad Antonio (ex sindaco di Fabriano) la divisione Meccanica, marchio Ardo, leader nella produzione nazionale degli elettrodomestici, poi entrata in una profonda crisi e ceduta di recente alla Jp di Giovanni Porcarelli. All exministro Francesco ladivisione Igienico-Sanitari (Merloni termosanitari), l unica a mantenere tutt ora l originale identità nelraggiungimentodegli obiettivi. A Vittorio la Merloni Elettrodomestici, poi Ariston, infine Indesit, su cui oggi sventola la bandiera americana. Sabato 12 Luglio 2014 Indesit, i Merloni cedono agli americani `Il colosso Whirlpool ha acquistato il 60% per 758 milioni Successivamente sarà lanciata l Opa sul resto del capitale L OPERAZIONE ROMA Un accordo che chiude una pagina lunga 27 anni. La famiglia Merloni cede il controllo di Indesit a Whirlpool e mette fine ad una storia iniziata nel L'annuncio è arrivato ieri mattina a mercati chiusi: il gruppo americano rileva il 66,8% delle azioni con diritto di voto, corrispondenti al 60,4% del capitale, con un investimento di 758 milioni di euro e un premio del 5% sui valori di Borsa realizzati negli ultimi sei mesi. Whirlpool (un colosso con 68 mila dipendenti e un fatturato di 19 miliardi di dollari con 66 tra fabbriche e centri di ricerca in tutto il mondo) lancerà poi un'opa sulle altre azioni Indesit rimaste fuori dalla negoziazione. In attesa del vialibera di Antitrust edel tribunale di Ancona, l azienda Usa ha contemporaneamente sottoscritto accordi di compravendita di azioni con Fineldo, holding della famiglia Merloni, per una partecipazione pari al 42,7% del capitale di Indesit, con alcuni membri della famiglia per una partecipazione pari al 13,2% del capitale e con Claudia Merloni per una quota del 4,4%. «L'accordo ha l'obiettivodi dotareindesitdi tutti gli strumenti per costruire un futuro solido e sostenibile - ha detto Gian Oddone Merli, amministratore delegato di Fineldo in quanto Whirlpool ha dimostrato di essere il partner giusto». GLI SVILUPPI Le rassicurazioni del management («la nostra priorità è stata identificare un partner che avesse le caratteristiche per continuare ad assicurare a Indesit e alle sue persone una storia di successo», ha garantito Aristide Merloni, vicepresidente di Fineldo non hanno però placato l inquietudineche serpeggia, soprattutto tra i sindacati. L'azienda marchigiana, nel dicembre del 2013, aveva infatti siglato con le parti sociali un piano per lo sviluppo che metteva al riparo i lavoratori degli impianti italiani. E non a caso in serata fonti del ministero dello Sviluppo Economico, garante del patto, si sono fatte sentire avvertendo che quel IL MANAGEMENT RASSICURA SUL FUTURO DELLA PRODUZIONE DI ELETTRODOMESTICI IL TITOLO SALE IN BORSA UN LUNGO ADDIO ROMA Il conto più aggiornato è quello dell Eurispes: tra il 2008 e il 2012 sono 437 le aziende made in Italy che sono finite in mani straniere. E per fortuna, verrebbe da dire guardando all ultimo shopping con il quale Whirlpool acquisirà per 758 milioni il 60,4% di Indesit dalla famiglia Merloni. Il salvataggio dovrebbe infatti consentire un futuro sostenibile al marchio italiano di elettrodomestici in crisi. Cambia padrone la più importante azienda di elettrodomestici italiana Da Aristide fino ad Andrea si eclissa la dinasty di Fabriano MODA E CIBO Nonsempre èandatacosì. Eilconto dei marchi italiani finiti all estero si avvicina sempre più a quota 500. In questa emorragia di aziende c è di tutto: pasta, gelati, vini, cioccolatini, formaggi, latte e tutta la ricca e variegata gamma dei prodottialimentari italiani. Fagocitati dai Big stranieri interessati a togliere di mezzo qualche concorrente, inglobandolo al proprio interno; o attratti dall acquisire prodotti noti nel mondo per la loro qualità e prestigio. Altrettanto «doloroso», se i sentimenti possono avere un senso in questioni di business, è l addioaigrandi marchi del lusso: la moda, i gioielli, il design, in una parola l eccellenza della creatività e dell ingegno italiano che per continuare a crescere hanno bisogno di inserirsi in gruppi dotati di solide dimensioni e reti commerciali planetarie. E così che sono passati di mano Poltrona Frau, venduta in marzo agli americani di Haworth dalla Charme Investments di Luca Montezemolo & partners, e l 80% di Loro Piana ceduto un anno fa al gruppo Louis Vuitton Moët Hennessy (Lvmh), Aristide Merloni Francesco Merloni Andrea Merloni `Il sindacato si dice preoccupato per i livelli occupazionali Il ministero dello Sviluppo: niente licenziamenti fino al 2018 del miliardario francese Bernard Harnault, che già aveva comprato Bulgari, Fendi, Pucci, Acqua di Parma e persino la pasticceria Cova a Milano. In un testa a testa tra francesi, la Kering di François-Henry Pinault controlla Gucci, Bottega Veneta e Sergio Rossi oltre che i gioielli di Pomellato (dall aprile 2013) e Boucheron e molto altro ancora. Che dire allora di Valentino comprato lo scorso anno dagli emiri del Qatar? E di Krizia, ceduta PER EURISPES IL VALORE COMPLESSIVO DEI GRUPPI MADE IN ITALY PASSATI OLTRE CONFINE SUPERA I 55 MILIARDI 5 piano prevede che fino al 2018 nonsi possa operare alcun licenziamento. «Crediamo comunqueche Indesit abbiachiesto delle garanzie al riguardo a Whirlpool», hanno spiegato dal ministero. La preoccupazione per il passaggio di mano è stata forte pertutta la giornata. Acominciare da Fim Cisl di Fabriano che per voce di Andrea Cocco ha ricordato che «l'accordo sindacale dello scorso dicembre è al momento l'unico elemento di continuità industriale e lavorativa. Senza quell'accordo sul piano da 83 milioni di investimenti negli impianti italiani di Indesit e una serie di ammortizzatori sociali, adesso che l'azienda cambia di proprietà non avremo nulla in mano». Accenti simili da Gianluca Ficco, responsabile nazionale elettrodomestici della Uilm Uil secondo il quale «il piano industriale deve essere portato avanti, l'accordo firmato è pienamente valido, indipendentemente dalla proprietà di Indesit Company». Per la Fiom, inoltre, c'è il rischiodi sovrapposizionein Italia in quanto Whirlpool «si ritrova con 8 mila dipendenti e 3 mila collettibianchi che fannoelettrodomestici omologhi». Le poche parole di commento sull affare da parte del gruppo americano non hanno però toccato questi argomenti. «Ci aspettiamo che questa opportunità posizioniilnostrobusiness europeo su un percorso di crescita e di continua creazione di valore», ha detto Jeff Fettig, numero uno del gruppo americano. «Non mi aspettavo che ci sarebbe stato un accordo così presto, pensavo che ci sarebbe stato un maggiore processo di riflessione», ha commentato il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca. Intanto l operazione è stata benedetta dai mercati: il titolo del gruppo della famiglia Merloni, sull'all Share, ha guadagnato quasi il 3% a 10,84 euro. Michele Di Branco ASCESA E DECLINO Vittorio Merloni è il primo a credere agli orizzonti mondiali. Da presidentedi Confindustriacomprende che la cavalcata dell industria non può rimanere nei confini italiani. Punta sulla Gran Bretagna, sulla Russia. Il brand dei suoi elettrodomestici è però quello della qualità nazionale. I bilanci glidanno ragione, la quotazione in Borsa (1987) mette liquidità nel motore dello sviluppo. Altro colpaccio l acquisto del marchioindesit. Nel2005lo stratega Vittorio, amante di Ferrari ma ancor più della famiglia, delle amicizie importanti ma non del jet set, cambia pelle al gruppo, la Ariston diventa Indesit Company con un impostazione ecologica, accattivante, attenta ai nuovi bisogni dello stile di vita evoluto dei consumatori. Grandi girasoli il look di sofisticati prodotti tecnologici. I rami aziendali penetrano ancora più in profondità in Russia, in Polonia, in Turchia. Nel 2007 il massimo del fatturato (3,4 miliardi di euro), la parabola Indesit è all apogeo. Mail29 aprile2010 Vittorio Merloni è costretto a passare la mano per motivi di salute. Ha quattro figli. Antonella, Maria Paola (in politica, è senatrice Pd) e i gemelliaristidee Andrea. Lapresidenza va proprio ad Andrea, che però nel 2013 cede il testimone a Milani. In molti storcono il naso, una azienda Merloni senza un Merloni come leader non è un bel segno. Infatti la crisi è arrivata anche per il colosso di Fabriano che taglia, snellisce, applica cassa integrazione e mobilità incentivata. Ma stanzia anche 83 milioni per il rilancio. Parallela procede la ricerca di un partner: in gara i cinesi della Sichuan Changhong Electric, gli svedesi della Electrolux, gli americani della Whirlpool. Si era sempre parlato di un accordo produttivo. A sorpresa la multinazionale è diventata tutta a stelle e strisce. Giovanni Sgardi Da Bulgari a Riso Scotti, 437 aziende italiane volate all estero Grandi marchi in fuga Le operazioni del 2014 Indesit Poltrona Whirlpool Frau (Usa) Hawort (Usa) Bertolli Carapelli Sasso fondo Cvc (Usa) da Doleo (Spa) *passaggio in via di definizione Versace (20%) Blackstone (Usa) Pasta Garofalo Ebro Foods (Spagna) Alitalia (49%) Etihad* Eau) Fassi (gelateria romana) Haiti Foods (Corea) Krizia Shenzen Marisfrolg Fashion (Cina) Vittorio Merloni pochi mesi fa dalla sua ideatrice Mariuccia Mandelli al gruppo cinese Shenzen Marisfrolg Fashion? Il conto fatto da Eurispes stima in 55 miliardi il valore delle aziende passate di mano in quattro anni. Ai quali si possono aggiungere altri 2 miliardi conteggiati da Coldiretti per il solo Riso Scotti e la Pasta Garofalo sono andati alla multinazionale Ebro Foods. Il cioccolatini Pernigotti sono stati venduti lo scorso anno ai turchi di Toksoz. E nessuno può dimenticare Parmalat passata nel 2011 a Lactalis (già proprietaria digalbani, Invernizzi e Locatelli); né lo spumante Gancia dell oligarca russo Rustam Tariko. Algida, Buitoni, Santa Rosa e riso Flora, Motta e San Pellegrino, addio. Se li son presti Nestlé e Unilver. Barbara Corrao

5 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: 6 Primo Piano Il Pd sul nuovo Senato «Compatti in aula» Battaglia sull Italicum `Lunedì via all esame del testo. I ribelli democrat e azzurri non mollano Legge elettorale, divisioni nella maggioranza. I grillini: Renzi ci convochi Sabato 12 Luglio 2014 LA GIORNATA ROMA Il testo sulle riforme costituzionali è pronto per l esame dell aula, dove sarà incardinato lunedì, anche se le votazioni cominceranno soltanto mercoledì. I numeri, almeno 204 a favore su 320, sembrerebbero essere più che sufficienti per approvare il ddl, grazie ai voti di Forza Italia e Lega che si aggiungono a quelli della maggioranza di governo, e nonostante i mal di pancia di segmenti democratici e forzisti. «Siamo abituati a discutere, a dibattere, ma anche a trovare punti di sintesi. Lo faremo anche sulle riforme costituzionali e poi sulla legge elettorale al Senato», confermava ieri il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini. Martedì, si riunirà l assemblea dei senatori democrat, per votare la posizione ufficiale del gruppo, che I BILANCI ROMA I grillini avranno mille difetti ma non c è dubbio che gesticono con una certa oculatezza i soldi del finanziamento pubblico. La conferma arriva dalla pubblicazione - per la prima volta nella storia del Parlamento e pure con tanto di certificazione - dei bilanci dei gruppi parlamentari della Camera. Già perché non tutti sanno che i gruppi politici in Parlamento ricevono uncospicuo finanziamento (ragione per la quale spesso se ne costituiscono di nuovi anche se non si sono presentati alle elezioni) che nel 2013 per la Camera è stato di ben 32 milioni. Ebbene, a dare un occhiata alle spesedelgruppo Movimento5Stelle non si può che notare la sobrietà della gestione di un gruppo numeroso (109 deputati all inizio): solo 5 mila euro bruciati per la cancelleria e solo 16 mila euro editoria, comunicazione, posta e trasporti. E così i pentastellati hanno potuto mettere da parte oltre 1,7 milioni pari a quasi la metà del 3,8 milioni ricevuti in dotazione. Il grosso dei pesi sulla posizione dei 16 dissidenti, da Vannino Chiti a Walter Tocci. IL DOPPIO FRONTE Ma il fronte piddino del no pare evaporato, e lo scontro rinviato (di poco) al dibattito sull Italicum, su cui l intera Area Riformista ha già posto un paletto: via le liste bloccate, si scelga tra preferenzee collegi. Uncopione che si ritrova, in maniera speculare, anche tra i berlusconiani. «Grazie al senso di responsabilità di Forza Italia, il Paese sta per superare il bicameralismo perfetto. Credo che il dibattito in Aula potrà dissipare anche gli ultimi dubbi», ha annunciato ieri il consigliere politico forzista Giovanni Toti. E anche Cinzia Bonfrisco e Augusto Minzolini che, insieme con una ventina di senatori, hanno chiesto di posticipare la discussione in aula alla riunione dei L'elezione dei senatori Iter approvato in Commissione, che riscrive l'art. 57 della Costituzione 21 Consigli regionali (19 + Province Tn e Bz) eleggono con metodo proporzionale X consiglieri regionali 1 sindaco di un Comune in proporzione del loro territorio alla popolazione Minimo senatori eletti per Regione Il futuro Senato 95 rappresentativi delle istituzioni territoriali 21 sindaci 74 consiglieri regionali senatori ex Presidenti della Repubblica, attuali senatori a vita o futuri nominati 5 dal PdR per 7 anni nazionali non rinnovabili ANSA soldi (1,55 milioni) se ne sono andati per i pochi (ma non pochissimi) dipendenti pari al numero di 32. OCULATI E DISSIPATORI Ancheil Pdvantaunbilancioinattivo per ben 4 milioni sugli 11,4 ricevuti per il 2013 (cui si sommano 1,6 milioni ereditati dalla legislatura precedente). I Democrats hanno speso poco meno di 9 milioni, dei quali 7,9 sono stati assorbiti dai ben 124 dipendenti di cui 4 giornalisti (per 293 parlamentari eletti). Fra le altre spese spiccano i euro per la cancelleria e i euro destinati a stampare una pubblicazione «Parole in democrazia» sul linguaggio parlamentare. Il Pd ha speso poi circa 130 mila euro in pubblicità sui principali social networkehapagatoimposte divario genere per quasi 280 mila euro. Chi ha dato fondo a quasi tutto il suo gruzzolo è invece Forza Italia chenel 2013è riuscitaamettereda parte solo 175 mila euro sui 3,7 milioni incassati. Il gruppo -che nella relazione sulla gestione racconta la difficoltà incontrata dai deputati nel creare un archivio digitale parlamentari con Silvio Berlusconi, ieri hanno usato toni più che dialoganti: «Ribadiamo la volontà di proseguire con il percorsoriformatoreinlineacon ilruolo centrale assunto dal leader di ForzaItalia conil pattodel Nazareno». Insomma, se in aula bisognerà sciogliere nodi pesanti come quello dell immunità, tutti sembrano già prendere misure e posizioni rispetto all Italicum. E il dissenso di chi anche in Forza Italia pensa alle preferenze, potrebbe saldarsi con le analoghe istanze dell area moderata. Non a caso, ieri, la vicepresidente vicaria dei senatori alfaniani Laura Bianconi parlava delle riforme come di un occasione «per realizzare un soggetto politico in grado di partire da Ncd e Udc e capace di aggregare le varie forze che si riconoscono in una destra di governo europea, cristiana e popolar-liberale». E se il M5S ha già depositato una pregiudiziale di costituzionalità e si prepara a dare battaglia in aula, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio ha confermato che i grillini sull Italicum non si tirano indietro e che Berlusconi non è l unico alleato possibile: «Abbiamo un obiettivo: fare una legge elettorale migliore. Noi vogliamo che i condannati non possano entrare in Parlamento. Vorremmo sapere cosa ne pensa il Pd». L ennesima sollecitazione a un incontro cui sinora il Pd si è sottratto. Sonia Oranges TIENE L ACCORDO DEL NAZARENO GUERINI: DISCUTIAMO MA POI SI FA LA SINTESI DI MAIO: BASTA ALIBI NOI CI SIAMO condiviso - segnala un'incidenza altissimadelcosto per il personale dipendente (81,75% delle spese per 2,88 milioni, il doppio dei grillini), mentre alla voce servizi sono andati ben 167mila euro, la maggior parte dei quali finiti in sondaggi. Nonsolo: quasi 330milaeuro sono evaporati in collaborazioni e consulenze. Il premier Matteo Renzi con il ministro per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi Renzi lavora alle nomine europee: la Mogherini ha ottime chance IL RETROSCENA ROMA Matteo Renzi non sembra tenere contraccolpi dalla tempesta giudiziaria che si sta per abbattere su Silvio Berlusconi. Nel giorno in cui l ex Cavaliere è stato rinviato a giudizio a Bari per la vicenda delle escort e il procuratore generale di Milano ha chiesto la conferma della condannaa setteanni perl affaire-ruby, il premier ha fatto sapere di essere fiducioso: «Il patto reggerà, le riforme si faranno». Il nuovo assetto istituzionale, in particolare il superamento del bicameralismo perfetto, serve a Renzi anche per rendere più stringente il pressing sul fronte europeo. Obiettivo: ottenerequella «maggioreflessibilità» con cui garantire crescita e occupazione. E di questo il premierha fatto accenno inuna telefonata con Angela Merkel e in contatti telefonici con il presidentefrancese FrancoisHollande, il cancelliere austriaco Werner Faymann e il presidente del Consiglio europeo Herman Van Camera, ai partiti 32 milioni nel 2013 Pd e M5S in avanzo, FI ha speso tutto IL GRUPPO DEM HA BEN 124 DIPENDENTI E HA DESTINATO 130 MILA EURO ALLA PUBBLICITÀ E 280 MILA ALLE TASSE I 5STELLE NON HANNO IMPIEGATO LA METÀ DEI SOLDI IN DOTAZIONE I FORZISTI HANNO INVESTITO IN SONDAGGI E CONSULENZE I questori Camera, avviso ai deputati: stop al circo sugli scranni Stop a «buffonate» in Aula, basta atteggiamenti «da circo». La presidente della Camera, Laura Boldrini, ha rivolto un appello ai capigruppo di Montecitorio, richiamando i deputati a comportamenti più decorosi. Così, nello scorso ufficio di presidenza il tema è stato affrontato e il questore della Camera, Stefano Dambruoso, riferisce: «È stato condiviso un orientamento nel senso di dare maggiore contenuto alle norme non scritte in alcun regolamento». Norme non scritte - sottolinea Dambruoso - che però «fanno parte di una prassi che richiama a comportamenti più decorosi, anche nei confronti dei cittadini che hanno eletto i deputati». E probabile che nei prossimi giorni a tutti gli onorevoli arriverà un richiamo scritto. Rompuy. Ma a pochi giorni dal Consiglio straordinario convocato mercoledì prossimo a Bruxelles, il carosello di telefonate è servito soprattutto a stabilire l assetto e il metodo per la scelta dei nomi della nuova Commissione. E più si avvicina all ora x, più Renzi è convinto si riuscire a portare a casa la nomina di Federica Mogherini ad Altorappresentante dellapolitica estera continentale. Tant è, che a palazzo Chigi chi segue il dossier si dichiara «fiducioso»: «L Italia ha titolo per rivendicare quella posizione di prestigio e a questo punto la Mogherini ha ottime chance». Si tratta però di un complicato gioco a incastro. La prova: oggi, su iniziativa di Hollande, si TELEFONATE CON MERKEL E HOLLANDE OGGI CONFERENCE CALL CON I LEADER SOCIALISTI: UNO DEL PSE ALL ECONOMIA Resta da riferire dei partiti minori. Sel è riuscita a risparmiare quasi il 10% della sua dotazione registrando un attivo di 151mila euro su un contributo di 1,44 milioni. SceltaCivica, alle presecon benaltri problemi di prospettiva politica, non ha speso ben 580mila euro del suo gruzzolo di 1,82 milioni. Oculata anche la gestione di Lega Nord che registra un attivo di 364milaeuro sui suoi 804mila e di replicherà in conference-call il vertice di tre settimane tra i leader socialisti. «Cerchiamo di trovare una posizione comune per ottenere, dopo la nomina del popolare Juncker alla presidenza della Commissione, un socialista alla guida degli Affari economici», spiega una fonte diplomatica. Il nome è uno solo, quello del francese Pierre Moscovici, molto più gradito a Renzi dell attuale presidente dell Eurogruppo, l olandese Jeroen Dijsselbloem ritenuto troppo rigorista e troppo vicino alla Merkel, nonostante il suo pedigreesocialista. Ilfronte della «flessibilità in cambio di riforme» farebbe poi bingo se, com è probabile, la guida dell Eurogruppo andasse allo spagnolo Luis De Guindos. Ma rendere più difficile la partita, oltre alle resistenze di Berlino, è il pressing scatenato nelle ultime ore dai Paesi dell Est Europa (baltici in testa con l ex premier estone Andrus Ansip) che rivendicano un la presidenza del Consiglio europeo. Alberto Gentili I bilanci dei gruppi parlamentari Il contributo annuo di Montecitorio e l'eventuale avanzo di amministrazione (cifre in euro) PD M5S FI SEL NCD SCELTA CIVICA LEGA PER L'ITALIA FDI MISTO CONTRIBUTO CAMERA AVANZO Fratelli d'italia (avanzo di 119 mila euro su 362 mila). Ncd, nata a fine 2013, di fatto non è fuori classifica. Da segnalare, infine, che nei conti complessivi della Camera diffusi ieri c è la conferma che nel 2014 Montecitorio costerà agli italiani un po meno (l 1,68%) che nel In due anni la Camera ha tagliato spese per 138 milioni. Diodato Pirone

6 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano Sabato 12 Luglio L intervista Pier Ferdinando Casini ROMA «E la volta buona». Pier Ferdinando Casini, presidente della commissione Esteri del Senato, è convintoche, dopoannidi tentativi falliti, la nave delle riforme costituzionali arriverà finalmente in porto. Certo, sostiene, il pacchetto è perfettibile, ma rappresenta comunque la migliore risposta possibile per bloccare gli alfieri del populismo. Il testo ha avuto l ok della commissione Affari costituzionali del Senato e va in aula lunedì. Ce la farete questa volta? «E la volta buona perché la classe politica in questo paese ha incominciato a capire che l unico modo per bloccare la deriva del populismo e dell antipolitica è quello di fare le riforme. La resistenza degli ultimi giapponesi, dei sabotatori, è un gigantesco regalo a Grillo e agli sfascisti che ci sono in questo paese. Finalmente diamo un seguito agli impegni assunti collettivamente nell aula del Parlamento in seduta comune all atto dell insediamento di Napolitano. Quando il Presidente bacchettò il Parlamento, cioè bacchettò noi (il suo corpo elettorale), noi applaudimmo prendendo un impegno solenne. Con quell applauso abbiamo detto abbiamo capito la lezione, faremo le riforme. Ma in politica a volte la memoria è corta e molti si sono dimenticati di quell impegno. Per fortuna la maggioranza di noi ha capito che bloccare le riforme è un atto di autolesionismo troppo grande per poterselo consentire». Secondo diversi osservatori, il ddl approvato non rappresenta un pacchetto di alto livello, soprattutto se paragonato ad altri tentativi del passato. «Se prendo in esame astrattamente il prodotto legislativo della Bicamerale D Alema e lo confronto con questo, penso che la Bicamerale fece un lavoro migliore più completo e più armonico. Ma allora non c era la forza politica per arrivare al voto finale. Molti ritennerocheci potesseroessereimargini per dissociarsi. La riforma di cui parliamo oggi è sicuramente perfettibile. Per altro è entrata in commissione in un modo ed è uscita in un modo completamente diverso: tutte le denunce di attentati alla democrazia sono veramente ridicole. Se chi ha gridato avesse fatto invece una seria operazione di emendamenti avrebbe visto, come poi è stato, che c era la disponibilità di governo e maggioranza ad accettare un ampia modifica. La Lega non è certo un partito che fa sconti al governo, eppure ha votato la riforma. Il prodotto IL CASO ROMA Il Presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi è stato ricoverato d urgenza in terapia intensiva all ospedale di Bolzano per accertamenti in seguito ad un malessere che i sanitari definiscono «compatibile con un quadro di ipotensione arteriosa». Ciampi si trova da metà del mese scorso per un periodo di riposo a Siusi, sulle Alpi, nella provincia di Bolzano. E stato trasferito nell ospedale nel pomeriggio di ieri con un elicottero della Protezione civile. Già in mattinata, il Presidente emerito - che nel dicembre prossimo compirà 94 anni - aveva avuto un malore per la pressione bassa. Poi quando il problema sembrava risolto è subentrata un embolia polmonare, con un forte dolore addominale, che ha consigliatoil ricoveroospedaliero. «Anche in considerazione dell età del Presidente - ha spiegato il direttore del comprensorio sanitariodi Bolzano, Umberto Talt - si è ritenuto opportuno trattenerlo in osservazione per «Le riforme unica strada per battere l antipolitica» `«I sabotatori fanno un danno a se stessi e all Italia. Il disegno di legge approvato non è il Vangelo ed è perfettibile, ma così rispondiamo all appello di Napolitano» IL PACCHETTO NON È SOLO DI MATTEO MA DI CHI LO VOTA FORSE L IMPIANTO DELLA BICAMERALE ERA MIGLIORE SENZA DUBBIO IL CONTRIBUTO DI BERLUSCONI È STATO FIN QUI UN ATTO DI INTELLIGENZA monitorare le suecondizioni cliniche». Accanto a Ciampi c è la moglie Franca, compagna di una vita e sua coetanea. Il presidente soffre da tempo di cali improvvisi di pressione. Ebbe uno svenimento a Washington, nel 2003, poco prima di un incontro congeorge Bush alla Casa Bianca. Sono almeno cinque anni che i coniugi Ciampi trascorrono un periodo estivo di riposo sulle Alpi in Alto Adige. Lo scorso anno, il Presidente emerito aveva avuto un infortunio. Era stato operato all anca in una clinica di Bolzano per proseguire la riabilitazione motoria in un altra clinica romana. non è il migliore possibile e sarà perfezionato in aula, ma tutto questo non ci deve togliere la legittima soddisfazione di dire che, dopo tante promesse e tante chiacchiere, abbiamo prodotto un risultato. E di questo risultato non è intestatario solamente Renzi, ma anche coloro che, nella maggioranza e nell opposizione, hanno spinto per questo esito». Cambiano i quorum per l elezione del Capo dello Stato. Lei aveva fatto una proposta in tal senso. E sufficiente il testo approvato? «Io penso che il tema che ho posto abbia avuto una risposta parziale, ma non è la risposta finale. In aula presenterò un emendamento che prevede, tra le altre cose, l elezione diretta del presidente della Repubblica in caso di empasse del Parlamento: una sorta di elezione che deve essere prevista per spingere le forze politiche alla ricerca di un accordo. Bisogna evitare che la maggioranza si scelga da sola i UNO SGUARDO ALL EUROPA Negli ultimi tempi - anche a causa delle condizioni di salute - Ciampi si era alquanto appartato, dedicandosi soprattutto ai suoi studi e alle sue letture classiche. Ma non ha mancato di far conoscere il proprio pensiero soprattutto quando erano in gioco i problemi dell unità europea e dell euro, cui ha dedicato gran parte della propria esistenza. Prima di partire per la montagna ha frequentato con assiduità il suo ufficio di senatore a vita di Palazzo Giustiniani.Ciampi legge con attenzione libri e giornali e ovviamente i suoi pensieri più recenti sono stati occupati dal ruolo che l Italia può giocare nel semestre di presidenza dell Unione europea. SULL ECONOMIA IN EUROPA C È POCO ASCOLTO PER LE NOSTRE TESI NON SERVE L OTTIMISMO DI MANIERA IL JOLLY ITALIANO NELLA UE? MOGHERINI STA FACENDO BENE MA LETTA E D ALEMA HANNO GRANDE PRESTIGIO ALL ESTERO presidenti dele istituzioni di garanzia, che per me sono il capo dello Stato, ma anche i presidenti delle Camere. Anche per la loro elezione dovrebbe essere previsto un quorum più alto». Ci possono essere sorprese nel percorso in aula? C è chi dice che Berlusconi potrebbe far saltare il banco. «Sul Berlusconi del passato possiamo dare tanti giudizi, io ne ho già dati e posso essere esentato da giudizi suppletivi. In questa vicenda ha dato un contributo fondamentale, è stato intelligente, ha preso il treno delle riforme. Allo stesso modo è stato intelligente Renzi nel tenere fermo l asse di riferimento con il centrodestra, evitando giochi e furberie che gli si sarebbero ritorti contro». Sembra di capire che la vera battaglia sarà sull Italicum: i nodi riguardano le soglie di sbarramento e le preferenze. «Il tema delle preferenze è fondamentale. Bisogna evitare che ci siano parlamentari imposti, senza il consenso della gente. Questa è stataunadelleragionipercui haprosperato l antipolitica. Sulle preferenze la partita è aperta e si deve ancora giocare». La legge elettorale si porta dietroiltema dellealleanze. C èstata un iniziativa per le primarie di coalizione. Hanno partecipato tutti i partiti del centrodestra. Rinasce la coalizione? «Un tentativo generoso di porre all interno del centrodestra la questione della scelta del leader in modo democratico. E positivo. Però quando si costruisce una casa è importante partire dalle fondamenta e non dal tetto. Ecco mi sembra che qui siamo al tetto, le fondamenta sono tutte da costruire». Tra Ncd, Udc e Scelta civica si parla di fare gruppi comuni. «Semplificare la rappresentanza politica, in particolare nell area che sostiene Renzi e che viene da esperienze e tradizioni diverse, non può che essere un elemento utile. La gente non tollera più il frazionismo. Più che la difesa di vecchie sigle, va messo in campo qualcosa di nuovo che possa coagulare esperienze diverse». Il governo sforna provvedimenti, ma le difficoltà sembrano presentarsi in Europa. La battaglia sulla flessibilità è complicata. «Mi auguro che il governo riesca a produrre risultati, siamo partiti con il piede giusto. Bisogna però riconoscere che tanti obiettivi, come il tema del cambio della politica europea, sono molto più complicati da realizzare che da annunciare. In quel contesto, nonostante gli sforzi del governo italiano, si procede con molta, troppa lentezza. E questo è preoccupante per chi ritiene che l Europa debba cambiare musica: il rigore lo abbiamo praticato, gli italiani stanno facendo sacrifici, ma se non cambia lo spartito si va poco lontano. Renzi ha posto la questione, ma le risposte dalla Ue sono ancora troppo timide e insoddisfacenti». Tra Letta e Mogherini chi potrebbe essere il nostro jolly in Europa? «Chi ha un quadro delle possibili convergenzeeuropeeè Renzi. Letta, come D Alema, è un uomo che ha grande prestigio in Europa e una profonda conoscenza delle istituzioni: entrambi possono insegnare a tanti. La Mogherini ha delle caratteristiche diverse, ma come ministro degli Esteri è certamente partita con il piede giusto». Fabrizio Nicotra Malore per Ciampi, ricoverato a Bolzano per accertamenti L ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi L EX CAPO DELLO STATO È IN VACANZA CON LA MOGLIE ORA È IN OSSERVAZIONE PER IPOTENSIONE ARTERIOSA Il Presidente «Gli auguri più affettuosi di pronta guarigione» Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa la notizia del malore di Carlo Azeglio Ciampi, si è informato delle sue condizioni la cui evoluzione continua a seguire e gli ha rivolto pubblicamente «il più affettuoso augurio di pronto ristabilimento». Auguri all ex capo dello Stato arrivano anche dal sindaco di Torino e presidente dei Comuni, Piero Fassino: «Apprensione e solidarietà sono i sentimenti che in queste ore suscitano le notizie sullo stato di salute del presidente Ciampi. Gli siamo tutti vicini». Anche i temi delle riforme istituzionali lo interessano direttamente. «E giusto superare il bicameralismo perfetto, serve una riforma che faccia del Senato un sede di riflessione e di collegamento tra l interesse nazionale e le autonomie territoriali», ha spiegato in una recente intervista al nostro giornale. Dopo il settennato presidenziale - durato dal 1999 al Ciampiha evitato con curapolemiche politiche, limitandosi ad esercitare una spinta «super partes» a favore dell integrazione europea. Il suo pensiero è racchiuso nei diari donati qualche anno fa all Archivio storico del Quirinale: trenta agende ricche di appunti, considerazioni, che coprono un lungo periodo che va dal 1977 (quando Ciampi era ai vertici della Banca d Italia fino a diventarne governatore) sino al La cerimonia di consegna dei diari si è svolta alla presenza di Napolitano ed è stata la prima volta che un capo dello Stato ha donato all Archivio i propri diari personali. Paolo Cacace

7 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: 8 Primo Piano Ruby, il Procuratore chiede la conferma: «7 anni a Berlusconi» `Milano, requisitoria al procedimento d Appello: «Abuso colossale e concussione». Coppi: bella difesa di una sentenza indifendibile Sabato 12 Luglio 2014 IL PROCESSO MILANO La «severità» della pena inflitta in primo grado a Silvio Berlusconi «è innegabile», ma è corretta. Perciò, è la richiesta del procuratore generale Pietro De Petris, la condanna a sette anni dicarcereperconcussione e prostituzione minorile «va conferma». Non solo: «Non c è ragione alcuna per concedere all ex premier le attenuanti generiche, sia per i fatti di reato contestati, sia per il complessivo comportamento tenuto dall imputato, sia per il precedente penale della condanna per il caso Mediaset». Ilpg conclude cosìla sua requisitoria nel processo d Appello Ruby. «E stata una bellissima difesa di una sentenza indifendibile. Gli elementi a favore dell imputato però ci sono ancora tutti e molto validi», ribatte l avvocato FrancoCoppi, legale delfondatore di Forza Italia. VENERDÌ IL VERDETTO L EX PREMIER RISCHIA LA REVOCA DELL AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI E I DOMICILIARI ABUSO COLOSSALE Fulcro del procedimento è la «circostanza palesemente falsa» riferita dall allora presidente del Consiglio, che telefonò al capo di gabinetto della questura di Milano Pietro Ostuni chiedendo il rilasciodi KarimaEl Mahroug. Immediato e senza fotosegnalazione, sostenendo fosse la nipote di Mubarak. Ebbene, per l accusa si trattò di un «abuso di dimensioni colossali» da parte dell ex premier, una concussione per costrizione esercitata con la «minaccia implicita» del funzionario della questura, la «prevaricazione» e «l intimidazione». L intervento di Berlusconi infatti nonera finalizzatoad avere semplicemente «informazioni» sul fermo, maa esercitareuna «strumentalizzazione della carica per ottenere l indebito rilascio della ragazzaed evitarepregiudizievoli conseguenze» che potevano rivelarsi «gravemente lesive». La telefonata a Ostuni, sostiene De Petris, è illuminante a riguardo. Quando il capo scorta Giuseppe Estorelli lo chiama e gli dice «c è un problema», prima di passare il cellulare all ex premier, il messaggio che Berlusconi vuole trasmettere è chiaro: «Era lui, Ostuni, ad avere un problema da risolvere. Fu un ordine, rafforzato con nella conclusione con la frase ci risentiamo a breve». PerBerlusconi, sottolinea l accusa, far uscire al più presto Ruby dalla questurasignificava evitare «conseguenzeper luidannose e pregiudizievoli». Ovvero chela giovane ancora diciassettenne raccontasse delle piccanti feste nel teatrino con piscina di Arcore. Per De Petris «è certa l attività di prostituzione della minorenne presso la residenza dell allora presidente del Consiglio», come suffragato dalle intercettazioni. Lei ha sempre negato, fornendo dichiarazioni contraddittorie. Ma ciò non deve trarre in inganno: «E una ragazza di notevole scaltrezza, non so se chiamarla intelligenza, che cerca di trovare il massimo vantaggio da ciò che fa». Il verdetto arriverà venerdì e in caso di una conferma Berlusconi rischia la revoca dell affidamento ai servizi sociali per la sentenza Mediaset. Qualora infatti i sette anni diventassero definitivi in Cassazione, l ex premier dovrà scontare il cumulo di pena ai domiciliari. E siccome perderebbe anche i benefici dell indulto (tre anni), dovrò passare da recluso i prossimi dieci anni della sua vita. Claudia Guasco Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. Sotto, Denis Verdini L amarezza del leader azzurro: ma non rompo il patto sulle riforme IL RETROSCENA ROMA Silvio Berlusconi incassa con silenziosa amarezza la requisitoria del sostituto procuratore generale di Milano sul processo Ruby e la richiesta di rinvio a giudizio giunta dalla procura di Bari per il caso escort. E, almeno per ora, il leader di Forza Italia mantiene distinte le sue vicende personali dal cammino delle riforme. Il Patto del Nazareno, insomma, resta «blindato», assicurano dall' inner circle del Cavaliere. E, per evidenziare la «responsabilità» di FI sul tema, si fa riferimento a quando, all'inizio di febbraio, ovvero una ventina di giorni dopo la prima stipulazione dell'accordo, il Senato decise di costituirsi parte civile nel processo per la cosiddetta «compravendita dei senatori» senza che ciò portasse alcuna conseguenza alla tenuta del patto. Piano politico e piano giudiziario, quindi, restano separati anche se basta guardare ai prossimi giorni per scorgere perlomeno un po di agitazione sul capitolo-riforme. Sul ddl Boschi l'aula di Palazzo Madama inizierà a votare mercoledì mattina mentre per venerdì 18 luglio potrebbe già arrivare la sentenza d'appello con il rischio di una condanna a 7 anni di reclusione che oggi il sostituto pg di Milano, Piero De Petris, ha confermato. L'accavallamento di date è insomma sotto gli occhi di tutti e difficilmente passerà inosservato tra i senatori forzisti. Anche perché, all' interno del gruppo azzurro a Palazzo Madama, i malumori sul testo Boschi restano, nonostante l'intervento di ieri di Denis Verdini. Ieri, due dei 22 senatori dissi-

8 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano Sabato 12 Luglio 2014 Schiaffo anche sul caso escort «L ex Cavaliere va processato» `Bari, i pm hanno chiesto il rinvio a giudizio: indusse Tarantini a mentire su feste e ragazze `Tra le accuse, i soldi fatti arrivare a Gianpi tramite Lavitola. Il Gup decide il 14 novembre 9 SILVIO E VERDINI TENGONO A BADA I FRONDISTI DI FI I FEDELISSIMI SICURI: VEDRETE, IN AULA NON SI SFILERÀ NESSUNO denti, Cinzia Bonfrisco e Augusto Minzolini, hanno ribadito da un lato la lealtà a Berlusconi insistendo, dall'altro, sulla necessità di un Senato elettivo. Parole che, di fatto, non chiariscono definitivamente la posizione dei frondisti azzurri. Tra le fila di FI, in tanti si dicono convintiche alla fine la dissidenza evaporerà e i «no» in Aula saranno molto meno di 22, forse non più di una decina di battitori liberi. Ma la volontà del Cavaliere è far rientrare nei ranghi tutto il partito già nel weekend, tanto che la certezza della riunione dei gruppi congiunti di martedì alla presenza del leader FI non sembra più essere matematica. «Èin agenda», silimitanoaconfermare dall'entourage dell'ex premier. B.L. L INCHIESTA BARI Sapeva che le ragazze che Gianpaolo Tarantini invitava alle feste organizzate a Palazzo Grazioli erano ben retribuite e pagò il silenzio dell imprenditore barese, convincendolo a nascondere questa informazione ai magistrati della Procura di Bari che indagavano sul giro di escort. Il procuratore aggiunto di Bari, Pasquale Drago, ha chiesto che Silvio Berlusconi e Valter Lavitola vengano processati, il reato ipotizzatoa loro cariconella richiesta di rinvio a giudizio è induzione a rendere dichiarazioni mendaci all autorità giudiziaria. SOLDI PER IL SILENZIO Secondo la ricostruzione della magistratura inquirente, il leader di Forza Italia, tramite Lavitola, si sarebbe garantito la copertura di Tarantini - il principale indagato nonché testimone dell inchiesta escort - versandoglimezzomilionedi euro, promettendogli un lavoro e assicurandogli che si sarebbe fatto carico delle spese legali per i processi. In particolare, il Cavaliere avrebbe pagato l'imprenditore barese affinché nascondesse dinanziai pmciroangelillisedeugenia Pontassuglia alcune verità sulle escort portate alle feste organizzate a Palazzo Grazioli e Villa Certosa tra il 2008 e il In effetti, Gianpi, interrogato più volte nel 2009, ha sempre negato cheberlusconi fosse a conoscenza che le donne che reclutava venissero pagate, mentre per i magistrati emerge dagli stessi atti la consapevolezza dell'allora capo del governo che si trattasse di escort. L udienza preliminare è stata fissata per il 14 novembre davanti al gip Anna Rosa Depalo, presidente dell ufficio gip-gup del Tribunale barese. L INDAGINE A NAPOLI L inchiestaèstata avviata nell'ottobre del 2011 sulla base degli atti inviati per competenza dal Tribunaledi Napoli. L'arresto di Lavitola, ex direttore dell'avanti, fu ilprimoatto diun'indagine durata due anni. Nel corso degli accertamenti, Lavitola e Berlusconi sono stati interrogati e, dopo la notifica dell'avviso di conclusione delle indagini preliminari, su richiesta dei difensori, è stato ascoltato anche l'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Le presunte bugie di Gianpi si sarebbero protratte per almeno due anni a partire dal luglio 2009 e poi, in più riprese, anche PER GLI INQUIRENTI MEZZO MILIONE ALL IMPRENDITORE PUGLIESE PERCHÉ NASCONDESSE LA VERITÀ SUI PARTY I procedimenti in corso 2 iscrizioni nel registro degli indagati Ruby ter corruzione testimoni richiesta di rinvio 1 a giudizio Escort Bari induzione a dire il falso cause civili 2 aperte Divorzio da Veronica Lario trattative sul mantenimento Fininvest-Cir danni non patrimoniali* *90 milioni di euro; Fininvest è già condannata a pagare 494 milioni per danni patrimoniali dopo l'arresto nel 2011 dell'imprenditore barese. Nell'avviso di chiusuraindagini, i magistratiripercorrevano la ricostruzione con cui nel 2012 la Cassazione confermò l'ordinanza di custodia cautelare per Lavitola, emessamesi prima dalriesame dibari. In quel provvedimento la suprema Corte individuava a carico dell'indagato Lavitola tutti gli elementi utili a configurare il reato di induzione a mentire. In particolare «le elargizioni di denaro o altra utilità prestate a Tarantini, ilnesso tratali prestazioni euna pressione psicologica affinché egli rilasciasse dichiarazioni mendaci; la qualità di Tarantini di persona chiamata a rendere davanti all'autorità giudiziaria dichiarazioni utilizzabili in un procedimento penale» e infine «laeffettivafalsità delle dichiarazioni rese dal medesimo negli interrogatori nella sua veste di indagato». Nei prossimi mesi, Berlusconi apparirà anche nell altro dibattimento barese dedicato al caso Tarantini, stavolta come testimone. L ipotesi dei pm è che esistesse un vero e proprio sistema di sfruttamento della prostituzione, organizzato dai fratelli Tarantini e, tra gli altri, da Sabina Began. Vincenzo Damiani 1 processo in primo grado Compravendita senatori corruzione 1 processo in appello Ruby prostituzione minorile, concussione Come si sono conclusi gli altri processi penali a Silvio Berlusconi 1 Condanna definitiva (Mediaset) 2 Assoluzioni per depenalizzazione 2 Estinzioni per amnistia 3 Assoluzioni 7 Prescrizioni ANSA

9 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: Pesaro Pesaro ANCONA Macerata Fermo Ascoli P. Sabato 12 Luglio 2014 METEO REDAZIONE: Via Marsala, 15 T 0721/ F 0721/ L evento Creatività locale e tante top model nella lunga notte della moda Sacchi a pag. 54 Bambini Tornano i burattini dell Opera festival Cinque spettacoli sulla tenerezza Marsigli a pag. 54 Gente di marca Gigli e Mascagni pionieri del turismo A San Benedetto il Progresso al mare nel 1923 iniziò ad ospitare i grandi nomi della lirica Capocasa a pag.57 Rodari, Ricci scende in campo `Il sindaco rassicura le famiglie degli alunni: le analisi gratuite sui bimbi si faranno `E accetta anche un confronto in assemblea pubblica, soddisfazione dei genitori Inquinanti alla Rodari, il sindaco rassicura i genitori sulle analisi gratuite per alunni e personale. E li incontrerà anche in assemblea. Quell'ultimatum lanciato dai rappresentanti d'istituto della scuola elementare Rodari al Comune di duegiorni fainsalarossa, sull'avvio di un'indagine clinica gratuita e su un'assemblea con amministratori e Asur, è stato raccolto dal sindaco Matteo Ricci, che ieri mattina si è confrontato con Margherita Carletti, presidente del Consiglio d'istituto. Proprio lei, insieme ai referenti dei genitori, al termine del colloquio con il primo cittadino ha riferito che «giovedì L INIZIATIVA prossimo ci sarà la firma del protocollo d'intesa tra Asur, Comune e Istituto Pirandello per l'istituzione del tavolo tecnico che, tra le finalità, avrà la predisposizione di analisi cliniche gratuite richieste dalconsigliodi istituto e approvate dal consiglio comunale». EvidentementeRiccihacercatodi garantire alle famiglie ciò che era statovotatodal consigliocomunalenell'ordine delgiorno predisposto dalla maggioranza, che aveva tra i suoi punti centrali, l'avvio di controlli analitici gratuiti sugli alunnietuttoilpersonale scolastico. Delbianco a pag. 43 Baia Flaminia domani tutti a pulire la spiaggia I volontari si danno appuntamento alle 9.30 per raccogliere i rifiuti dal Foglia al San Bartolo E SULLE DUNE GLI AMBIENTALISTI INVITANO AL DIALOGO «TROPPI MALINTESI E INCOMPRENSIONI» Baia Flaminia l area delle dune Prenderà il via domani, a partire dalle 9.30, la tradizionale pulizia della spiaggia di Baia Flaminia con la raccolta differenziata dei rifiuti dalla foce del fiume Foglia al monte San Bartolo. L iniziativa indetta dal quartiere Porto-Soria, dall Ente Parco San Bartolo e dall Agesci (parrocchia del Sacro Cuore di Soria) è organizzata grazie alla collaborazione di Wwf, Legambiente, Lupus in Fabula e Italia Nostra. E proprio Wwf, Lebambiente, Lupus in Fabula con Circolo Rosso Verde avevano preso posizione, non più tardi di qualche settimana fa, sul tanto discusso progetto del Giardino delle Sabbie e delle Dune: «Riteniamo che ci siano troppe incomprensioni e malintesi- sottolineano - sul giardino delle sabbie e delle dune di Baia Flaminia. Quelle che qualcuno definisce erbacce sono piante spontanee delle zone sabbiose che svolgono l'importante funzione di contenimento della sabbia evitando così che invada la strada. In questo modo si elimina il rischio di pattinamento dei veicoli in transito, soprattutto quelli a due ruote. L'unica sporcizia presente in quel tratto di spiaggia è causata dalla maleducazione delle persone». Il progetto, portato avanti con la collaborazione del quartiere Porto-Soria, ha suscitato fin dalle prime battute più di qualche perplessità tra cittadini e operatori economici della zona che hanno raccolto oltre trecento firme contro l'iniziativa. In particolar modo, diversi commercianti hanno richiesto una costante manutenzione della zona e il ridimensionamento, almeno del 50-60%, dell'area interessata. «In altre zone d'italia come in Maremma, nella riviera ligure e laziale, in Puglia- spiegano le associazioni ambientaliste- è motivo di vanto avere nelle spiagge dune erbose, molto apprezzate dai turisti. Riteniamo che, oltre qualche residente di Soria, anche alcuni amministratori comunali non abbiano capito l'importanza di questo lavoro. A loro rivolgiamo l'invito a confrontarsi». Daniele Di Palma L intervento di Margherita Carletti Il meteorologo Tempo incerto nel weekend Massimiliano Fazzini Perizia psichiatrica Varani resta in carcere «Nessuna patologia psichiatrica. Le sue condizioni di salute sono compatibili con lo stato di detenzione carceraria». Luca Varani resta in cella. Le conclusioni dell esperta nominata dal giudice Di Palma, Maria Teresa Ferla, direttore dell unità operativa di psichiatria dell ospedale di Il weekend appena iniziato cade appenaprima dellametà del mese, tuttavia sono ancora costretto ad evidenziare note negative relativamente alle vicende meteoclimatiche. Anche nella giornata di ieri sul medio versante adriatico si sono sentiti gli effetti della depressione chiusa attualmente centrata sui Balcani. L ariafreddapost-frontale hadeterminato, ad intervalli irregolari, intensi annuvolamenti cumuliformi che hanno dato luogo a piovaschi o rovesci significativi solamentenelpesaresee nelfermano, dove localmente si sono superati i 10 millimetri. Altrove la fenomenologia è risultata essere sporadica. Le temperature continuano a mantenersi al di sotto della media e più tipiche della metà di giugno. Purtroppo non arrivano buone notizie per le prossime 48 ore. Una nuova ondulazione, anche senon particolarmente incisiva, causerà tempo tra il variabile e l instabile sututta la nostra regione. In particolare oggi il tempo sarà inizialmente buono ma già dalla tarda mattinata nubi imponenti Garbagnate Milanese, parlano chiaro. E così il 37enne avvocato pesarese, condannato in primo grado lo scorso 29 marzo, a 20 anni di reclusione come mandante dell agguato con l acido a Lucia Annibali, non potrà più sperare negli arresti domiciliari in una clinica. A pag. 45 Corte d Assise. Sabanov e Bary rinviati a giudizio Delitto Ferri, processo il 30 ottobre Donald Sabanov mentre esce dall aula del tribunale. L avvocato della famiglia Ferri ha chiesto quasi tre millioni di euro di risarcimento per l omicidio dell imprenditore Rossi a pag. 45 arriveranno a coprire il cielo da nord. Precipitazioni associate, a carattere di breve rovescio, saranno possibili nel pomeriggio per diffondersi maggiormente in serata e in nottata. I venti inizialmente di maestrale, ruoteranno da scirocco rendendo il mare mosso. Anche domani il tempo sarà moderatamente instabile connuvolosità estesaeprecipitazioni associate di breve durata ma in graduale attenuazione solo dal tardo pomeriggio. Venti da deboli a moderati variabili con mare poco mosso. Da lunedì il tempo inizierà a migliorare sensibilmente. Le temperature odierne sono comprese tra 15 e 25 C, le minime oscilleranno tra 9 e 15 C. Un «App» per Rossini sull esempio di Salisburgo IL PROGETTO Recuperare il ritardo del non aver sfruttato abbastanza il brand Rossini. La Confcommercio lancia una nuova applicazione per smartphone e computer IRossini. «Oltrealsolito Rof haspiegato il direttore Amerigo Varotti si fa ben poco per utilizzare il nome di Rossini sfruttando le potenzialità turistiche, gastronomiche, economiche che si potrebbero creare. Il modellodi SalisburgoconMozart insegna che si può fare tanto. Abbiamo creatouna applicazione su idea di due ragazzi del liceo Scientifico (Stefano ericcardo Sabatini). Parla della città di Pesaro, del compositore e degli eventi legati al musicista. Si trovano i negozi con prodotti legati a Rossini, gadget, ma anche ristoranticon lericette cheamava Gioacchino. Traqueste, nove pizze che prendono il nome dalle opere del maestro fatte coi prodotti del territorio. Ci sono anche pacchetti turistici legatiaigiornidegli eventirossiniani». L app è universale, valida per ogni sistema operativo ed è L IDEA DI VALORIZZARE IL BRAND È DI DUE STUDENTI DELLO SCIENTIFICO gratuita. E divisa in varie sezioni ed è intuitiva. C è anche la possibilità di raggiungere gli utenti in modalità push. «Si tratta di un annuncio che viene mandato per pubblicizzare uno spettacolo o un avvenimento - spiega Settimio Perlini, realizzatore dell App l obiettivo è mettere in rete un territorio e il pubblico con news aggiornate». Ora il primo scoglio da superare è la pubblicizzazione dell App perché non basta raggiungere i residenti. «La indicizzeremo in un sistema promozionale e cercheremo di raggiungere più persone possibili». Non solo, serve anche una traduzione in lingua perché molti affezionati del Rof sono stranieri e nonriuscirebbero a cogliere le opportunità. «Vogliamo ovviamente tradurla ha anticipato Varotti l abbiamo appena lanciata ma il prossimo passo sarà quello». Il progetto è stato promosso anche da Legambiente e da TerziarioDonna. La presidente Patrizia Caimi ha sottolineatocome «Rossinisiauna risorsa da sfruttare» e come una app del genere «possa essere utilizzata da un pubblico vasto, anche all estero». Luigi Benelli

10 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 42 Marche Marco Milani, presidente di Indesit venduta ieri dalla famiglia Merloni agli americani di Whirlpool Indesit, l addio dei Merloni «Ora garanzie dagli americani» `Il gruppo fabrianese alla Whirlpool: timori su posti e sviluppo TERREMOTO INDUSTRIALE FABRIANO Choc a Fabriano. La Fineldo della famiglia Merloni vende agli americani della Whirlpool tutte le quote di Indesit. E la città, tutte le Marche si interrogano sulle ricadute economiche e occupazionali. «Chiediamo il rispetto degli accordi sottoscritti», mettono le mani avanti i sindacati. Il sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola, è pronto ad incontrare l'attuale Presidente-Ad, Marco Milani, «per valutare l'impatto sul territorio di questa vendita». Mentre il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, si dichiara «sorpreso» da questa accelerazione in una trattativa nota da tempo, ma arrivata a conclusione con un imprevisti sprint. Intanto un altro pezzo del made in Italy finisce in mani straniere. A Fabriano dai primi mesi del 2015, quando cioè si concluderà anche l opa sulla restante parte del capitale azionario, batterà bandiera a stelle e strisce. L accordo è stato sottoscritto alle 3 di ieri mattina. La multinazionale americana acquisterà un numero complessivo di azioni rappresentanti il 66,8% dei diritti di voto in Indesit, 60,4% del capitale azionario: Fineldo per una partecipazione pari al 42,7% del capitale di Indesit, con Ester Merloni per una partecipazione pari al 13,2% e con Claudia Merloni, figlia dell ex senatore Francesco, per una partecipazione pari al 4,4%. Per un prezzo totale di acquisto previsto pari a758milionidi euro. L acquisizione del controllo di Indesit è soggetta all'autorizzazione del Tribunale di Ancona, visto che Vittorio Merloni è sotto tutela - nominato il figlio Aristide - per via delle sue precarie condizioni di salute, e delle autorità antitrust ed è previsto che venga conclusa entro la fine del Fioccano i commenti. «L azienda ha sempre pensato e detto che il Gruppo ideale avrebbe dovuto essere un gruppo grande e internazionale. Whirlpool è chiaramente in linea con quanto auspicato dal management Indesit», le uniche parole di commentato che filtrano dal quartiere generale fabrianese. «Non mi aspettavo che ci sarebbe stato un accordo così presto, pensavo che ci sarebbe stato un maggiore processo di riflessione» prosegue il presidente della Regioneo Spacca. «Il giudizio lo formuleremo quando capiremo se SPACCA: «ACCELERAZIONE IMPROVVISA NON ME L ASPETTAVO» I SINDACATI: «I PATTI SU INVESTIMENTI E LAVORO VANNO RISPETTATI» Aristide Merloni il piano industriale porta più competitività e più possibilità di sviluppo futuro e dunque una visione che guarda ai prossimi anni con la possibilità di creare reddito e occupazione per il territorio. Se è cosi, si tratta di un buon accordo, se va in una direzione differente faremo le nostre valutazioni». Indesit, ribadisce Spacca: «Non è solo un'impresa industriale ma anche una fonte di ricchezza per la comunità perché produce formazione e fa una grande attività di ricerca e quindi diffonde conoscenza nel territorio». Fim e Uilm, tramite i responsabili nazionali Anna Trovò e Gianluca Ficco, chiedono il rispetto del piano industriale sottoscritto nel dicembre 2013 e degli accordi e degli impegni presi su occupazione, produzione e impianti produttivi «a prescindere dall'avvenuta scissione del pacchetto azionario. Abbiamo già chiesto al Mise di convocare una riunione per avere maggiori dettagli sull'operazione». Più duro il commento della Fiom. «Indesit e Whirlpool sono due aziende speculari. Whirlpool si ritrova ora con 8 mila dipendenti e 3 mila colletti bianchi che fanno elettrodomestici omologhi», le parole del segretario regionale della Fiom, Giuseppe Ciarrocchi. Claudio Curti «Continua una storia di successi» IL VICEPRESIDENTE FABRIANO «La nostra priorità è stata identificare un partner che avesse le caratteristiche per continuare ad assicurare a Indesit e alle sue persone una storia di successo. Whirlpool è un leader mondiale e un gruppo solido, che ha già dimostrato di saper valorizzare le competenze che il nostro Paese è in grado di esprimereanche attraverso un forteradicamento territoriale». Così Aristide Merloni, vicepresidente di Fineldo, commenta il passaggio di controllo di Indesit dalla famigliafondatrice dell'azienda difabrianoalla statunitensewhirlpool. «In pieno spirito con la filosofia che ha sempre caratterizzato la gestione della società, sin dalla sua fondazione, i principi che hanno guidato la selezione del partner di Indesit - spiega Merloni - sono stati ispirati non solo alla creazione di valore economico per tutti gli azionisti, ma anche alla necessità di preservare l'eccellenza, la qualità ed il saper fare delle persone che hanno fatto e continueranno a fare questo gruppo sempre più grande». `Il deputato ascolano: «Non si copra le spalle con i leader nazionali» PD INQUIETO Sabato 12 Luglio 2014 Agostini al veleno «Quello di Comi un tentativo goffo» ANCONA Scuote il Pd regionale la notizia dell'incontro tra il leader delle Marche Francesco Comi e il vice segretario nazionale Lorenzo Guerini. Il Nazareno avalla la road map di Comi, programma, percorso unitario per la scelta del candidato e come extrema ratio Primarie. I contestatori del congresso, sostenitori delle Primarie senza se e senza ma, saltano dalla sedia. C'è chi mette in dubbio che l'incontro sia mai avvenuto e chi, come il deputato Luciano Agostini, accusa Comi, di «coprirsi le spalle con le dichiarazioni dei dirigenti nazionali. Il tentativo è goffo - continua il parlamentare ascolano - è ovvio che a chiunque venga chiesto se è meglio un candidato che unisce o uno che divide tutti risponderanno che è meglio un candidato che unisce. Ciò che non è chiaro è cosa il segretario Comi stia facendo per costruire un programma innovativo e un percorso che possa mettere in atto quell'unità che può portare anche alla convergenza di tutto il partito su un solo candidato. Guerini - aggiunge ancora - ha messo una grossa responsabilità in capo a Comi, trovare la candidatura unitaria e rinnovatrice. L'unità si può raggiungere tramite unpercorso condiviso e nonrichiudendosi su se stessi, come sta facendo il segretario regionale». E la campagna di ascolto lanciata da Comi, i dodici incontri sul territorio annunciati per raccogliere proposte e idee? «Non mi sottrarrò certo al confronto politico - riprende Agostini -. Anzi sfido Comi al confronto, sui temi che più volte ho affermato come cruciali per porre le basi delle prossime elezioni regionali, in primis la chiusura della legislatura con risultati concreti in fatto di sanità, lavoro, sviluppo, infrastrutture. Non sappiamo ancora nulla delle iniziative che intende mettere in campo Comi. Non sa nulla il mio segretario di federazione né i segretari dei circoli». Ad appoggiare la linea Comi, ora sostenuta anche dal Nazareno, il senatore maceratese Mario Morgoni, tra i primi supporter del segretario, anche lui pronto però a ribadire la contrarietà ad un possibile terzo mandato di Spacca, ma ad allargare il campo anche alla società civile. «Condivido - afferma - la volontà del segretario di sanare la situazione di conflitto che si è creata all'interno del partito con l'ultimo congresso, guardando con massima attenzione più alla Regione che alle Regionali. Il Pd deve però avviare l'attività per selezionare una candidatura rivolta al futuro e al rinnovamento. Una candidatura nuova per un presidente di alto profilo da ricercare anche fuori dai confini del Pd e che sia in grado di portare avanti unprogetto d'avanguardia». E con Marche 2020, possibile il dialogo? «No se dietro ad essa si celano piccole ambizionipersonali o se fosse untrampolino di lancio per qualcuno. Diverso è se Marche 2020 vuole portare un contributo di analisi e proposte». Della stessa opinione il deputato Piergiorgio Carrescia. «Sono d'accordo nella ricerca di unità nel partito affermata da Comi e della costruzione diunapiattaforma condivisa. È giusto che il Pd trovi però il suo candidato dopo il risultato delle Europee e dopo aver preso atto che Marche 2020 è pronta a diventare movimento politico, che in quanto tale è alternativo al Pd». Agnese Carnevali Francesco Comi «PER LA REGIONE SERVE PERCORSO CONDIVISO» MA MORGONI SOSTIENE IL SEGRETARIO: «SANA IL CONFLITTO» Quattromila dipendenti con il fiato sospeso IL GRUPPO FABRIANO - La storia della Famiglia Merloniparte nel 1930, quando il capostipite Aristide, fonda le omonime industrie. Nel 1958 nasce il marchio Ariston e nel 1970 Aristide Merloni crea tre divisioni aziendali, e le affida, una ciascuno, ai figli: a Francesco va la divisione Igienico-Sanitari, ad Antonio quella Meccanica, e infine a Vittorio gli Elettrodomestici. Nasce così nel 1975, la Merloni elettrodomestici. Una crescita tumultuosacheportal'aziendaa divenire tra i leader in Europa nella produzione e commercializzazione di grandi elettrodomestici. Leader assoluta in Paesi come l'italia, il Regno Unito e la Russia. Nel 1987 arriva la quotazione in Borsa a Milano, condita con l'acquisizione del marchio Indesit. Nel 2005, Merloni Elettrodomestici diventa Indesit Company, festeggia i 30 anni dalla nascita e inaugura in Russia il più grande polo logistico europeo del settore. Nel 2007 Indesit Company presenta la nuova brand architecture del Gruppo: il marchio Hotpoint viene abbinato ad Ariston, dando vita a Hotpoint-Ariston. Indesit Company attualmente ha 8 poli produttivi (3 in Italia, 2 in Polonia e 1 nel Regno Unito, in Russia e in Turchia) e occupa persone, di cui oltre in Italia. Una data simbolo per la Indesit è sicuramente quella del 29 aprile 2010, dopo 35 anni, Vittorio Merloni - per seri motivi di salute - ha passato la mano al figlio Andrea, che ne è diventato Vittorio Merloni quindi presidente. Il 7 maggio 2013: questa volta a passare la mano è Andrea. Marco Milani, che ricoprivagià ilruolodiad, èdivenuto anche presidente. La crisi si è abbattuta sui conti della Indesit, così come su quelli di tutti i produttori di elettrodomestici. Nel dicembre del 2013, è stato siglato accordo con i sindacati, approvato da quasi il 90% dei lavoratori, per una riorganizzazione in Italia. Tre i poli industriali: Albacina e Melano a Fabriano, Comunanza e Caserta. Investimenti nell'arco del triennio , pari a 83milioni di euro ed utilizzo degli ammortizzatori sociali per gestire l'impatto sull'occupazione: cassa integrazione, contratti di solidarietà e mobilità incentivata. C.Cu. Spacca: «La macroregione voluta dalle comunità» ADRIATICO-JONIO FABRIANO «La forzadella Strategia della Macroregione Adriatico Ionica dipende dalla comunità più che dalle istituzioni: chi non ce l'ha si crei una spinta dal basso, chi ce l'ha la mantenga». È la convinzione del presidente delle Marche Gian Mario Spacca che ieri, al Convegno della Commissione politica di Coesione Territoriale (Coter) a Fabriano, ha rilanciato la questione della governance, in cui devono essere attori non solo i Governi ma anche i motori che hanno contribuito dal basso a dare forma e progettualità alla Mrai (Macro Regione Adriatico Ionica). Un punto di vista sostenuto dal presidente del Comitato delle Regioni Michel Lebrun, secondo cui «gli Enti locali regionali sono attori decisivi per la riuscita della Strategia». «Contrariamente a quello che è avvenuto per la Macroregione Alpina, la Adriatico Ionica -ha detto Spacca - non è stata voluta dai Governi ma dalle comunità. I motori sono stati i Forum delle città, delle Camere di Commercio, e dunque le imprese, delle Università, i poteri regionali e, il più importante, l'iniziativa Adriatico Ionica, che partendo dal basso gli Stati hanno saputo generare. Questi motori devono essere mantenuti e lubrificati», e avere un ruolo nel futuro della Mrai in termini di progettualità.

11 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 48 Fano ANDREA GIULIANI DI OASI CONFARTIGIANATO PARLA DI UN ECCESSO DI PRUDENZA DOPO I TEMPORALI: «NON SONO STATI FATTI CONTROLLI» Fax: Sabato 12 Luglio 2014 Spuntano i divieti in spiaggia, i bagnini protestano SPIAGGIA «Codice giallo e l ambulanza ha tardato solo 36 minuti» LA REPLICA L'attesa dell'ambulanza si è protratta per 36 minuti e non per circa un'ora come afferma la moglie del settantottenne fanese, residente a Sant'Orso, che aveva bisogno di assistenza. Risponde Alessandro Bernardi, il direttore del 118, aggiungendo che in quella stessa fase il sistema dell'emergenza Marche Nord era assorbito da cinque casi a rischio di vita, proprio mentre da Sant'Orso partiva la richiesta di soccorso per rimuovere un catetere vescicale otturato. In quelle condizioni, le grida di dolore, il visoche si chiazzaper lasofferenza, 36 minuti di attesa non sono pochi e possono sembrare un'eternità. «Dalle registrazioni presenti in centrale - spiega Bernardi - risulta che l'attesa è stata di 36 minuti dal primo squillo della richiesta di intervento all'arrivo dell'ambulanza sul posto. Alle riceviamo infatti la chiamata per un problema di catetere vescicale a Fano; al servizio è assegnato un codice giallo: partenza appena possibile, senza utilizzo di lampeggianti esirene. Purtroppo la chiamata è giunta in concomitanza di ben cinque richieste di intervento in codice rosso, tra cui un ictus cerebrale, un infarto miocardico, una grave insufficienza respiratoria e una richiesta dall'entroterra di Fano per un bambino di 4 mesi che non respirava, pertanto l'ambulanza con medico di Fano, individuata per intervenire a casa dellasignora, è stataindirizzata al domicilio del piccolo». Il dirigente del 118 conferma che è stato utilizzato un mezzo di Gabicce: «L'ambulanza libera più vicina è giunta sul posto alle Siamo dispiaciuti per l'attesa dell'assistito, occorre però riconoscere che le ambulanze più vicine erano impegnate per eventi più gravi. Nel soccorso può capitare che diverse richieste si concentrino in poco tempo, nell'orae mezzaprecedente non ce n'erano state nel Fanese. Si sono concentrate nel giro di 40 minuti e siamo stati costretti a fare attendere i soggetti che apparivano meno critici». O.S. I cartelli del divieto sono tornati nelle spiagge a ridosso di opere idrauliche come fossi a cielo aperto o canali scolmatori. La causa del provvedimento sono le recenti piogge, ma secondo alcuni operatori balneari si è ecceduto in prudenza. Questa volta la zona intorno alla foce dell'arzilla è salva, la protesta riguarda soprattutto la riviera fanese a sud del fiume Metauro, spiega Andrea Giuliani, responsabile di settore per Oasi Confartigianato. «Prima di mettere i cartelli - aggiunge - sarebbe opportuno che le autorità competenti verifichino se gli scolmatori abbiano portato acqua in mare; alcuni operatori di Ponte Sasso e Marotta assicurano che stavolta non è avvenuto». C'è quindi il rischio, sempre secondo Giuliani, che si perda di vista «l'immagine turistica di Fano» e si mostri «disinteresse nei confronti dei sacrifici quotidiani fatti dagli operatori turistici per garantire la massima qualità dei servizi». Oasi Confartigianatochiede di conseguenza che gli assessori al Turismo e Il sindaco Massimo Seri `Il Comune lancia un iniziativa per ripulire i monumenti dalle erbacce all'ambiente, rispettivamente Stefano Marchegiani e Samuele Mascarin, convochino «una conferenza dei servizi aperta anche agli operatori balneari». Nell'incontro si dovranno «concertare con l'agenzia ambientale Arpam soluzioni e procedure diverse». Mascarin difende la «scelta cautelativa del divieto dopo tre giorni di piogge continue. Abbiamo seguito chiare indicazioni legislative per tutelare al massimo la salute di fanesi e turisti. Si tratta comunque di un divieto breve, 72 ore al massimo, e sono già in corso le analisi per verificare se possa essere revocato in tempi ancorapiùrapidi». Nellastessa giornata l'associazione di categoria è intervenuta per chiarire le regole in fatto di somministrazione e intrattenimenti musicali. Sia a Fano sia a Pesaro è prevista «l'apertura degli stabilimenti balneari fino alla mezzanotte, con deroga per un solo giorno alla settimana fino alle 2 oppure fino alle 3 il 14 e il 15 agosto». Oasi Confartigianato ricorda, inoltre, che «i punti di ristoro accessori possono organizzare piccoli intrattenimenti musicali, somministrare alimenti e bevande, anche alcoliche, durante gli orari di apertura. Fino all'orario di chiusura previsto dai regolamenti demaniali, inoltre, gli stabilimenti balneari possono rimanere aperti al pubblico per iniziative ricreative, sportive e dell'accoglienza». O.S. Seri fa il giardiniere e chiama i volontari AMBIENTE Guanti, sacchi di plastica e tutti gli attrezzi che possano servire per dare una bella ripulita al centro storico di Fano. Servono volontari per estirpare le erbacce dalle facciate dei monumenti e il sindaco Massimo Seri, con gli assessori della nuova giunta, ha voluto dare l'esempio, auto-reclutandosi. Chi vorrà unirsi all'iniziativa, potrà farlo presentandosi con adeguati strumenti di lavoro domani alle 9 davanti all'ingresso del Municipio, in via San Francesco. Lì si formeranno i gruppi cui sarà affidata la cura delle rispettive zone. L'iniziativa, intitolata «Prendiamoci cura della città», è figlia di un bilancio con poche risorse e che la giunta fanese è appena riuscita a portare in equilibrio istituendo la Tasi prima casa (aliquota al 2.5 su un massimo di 3.3 per mille). Aumentando l'imu sugli altri edifici dal 9.7 al limite del 10.6 per mille e la stessa imposta sul canone dell'affitto concordato UN SEGNALE FORTE DI FRONTE A UNA SITUAZIONE ECONOMICA ALLARMANTE «FANESI, RIMBOCCHIAMOCI TUTTI LE MANICHE» dal 4 al 7 per mille. Tagliando euro di costi. Prevedendo ulteriori entrate dal fondo straordinariodi Asetperun totale di mezzo milione. Incrementando la caccia all'evasione di altri euro. Con queste sei mosse, hanno ribadito ieri il sindaco Massimo Seri e l'assessore Carla Cecchetelli, è stato colmato lo squilibrio di 2 milioni e euro. Restaperò la difficoltà di fondo ad alimentare interventi pur indispensabili e richiestissimi dai fanesi, come appuntola curadel verde e del contestourbano. Ecosì sindacoe assessori hanno pensato di coinvolgerei cittadini, infilandosi loro per primi i guanti da lavoro. «Invitiamo i fanesi - ha detto Seri - a rimboccarsi le maniche assieme a noi, come farebbe un genitore consapevole. Se mancano i soldi per il giardiniere, ci si arrangia in famiglia. Togliere l'erbaccia dalle mura è un buon esempio civico e anche l'avvio di un progettoinnovativo, che punta a ripensare la manutenzione del verde coinvolgendo meglio il mondo associativo». L'iniziativa è «un segnale importante» anche a giudizio dell'assessore Samuele Mascarin: «Alla città diciamo che non intendiamo essere i notai del disastro. Come ha detto qualcuno prima di me, o ci si salva insieme o nessuno si salverà». Anche il provvedimento annunciato ieri dall'assessore Marco Paolini attiene aiconti del Comune. Il perdurare della crisi economica ha consigliato di rinviare al prossimo anno l'aumento delle licenze per costruire. Il ritocco alle tariffe, ora congelata, risale alla giunta precedente, i successori ne riparleranno il prossimo anno. «L'atto è molto tecnico - ha concluso Paolini - ma è un aiuto concreto alle imprese. Il primo incremento, nel 2012, ha inciso per un valore di 6 euro al metro quadro, il secondo l'avrebbe accresciuto di altri 5 euro. Sarebbe stato un peso consistente, abbiamo preferito evitarlo in una fase ancora così difficile». Osvaldo Scatassi Referendum su Marotta si va verso il ricorso `L amministrazione pronta ad appellarsi alla Corte Costituzionale IL CASO Il referendum su Marotta Unita verso un possibile ricorso alla Corte costituzionale ispirato dall' Amministrazione fanese. «Questaèl'ultimamossapossibile - assicurava ieri il sindaco Massimo Seri - per fermare una decisione che sta creando disagi e malumori fra i circa cittadini passatia Mondolfo». In questoesito c'è molta responsabilità della Regione, che ha definito la platea referendaria (l'insieme di chi aveva diritto al voto) con criteri che dovrebbero essere impugnati davanti alla Corte costituzionale. Sarà questo, è facile prevederlo, unodei temi datrattare nella riunione congiunta tra gli amministratori locali e i loro colleghi regionali, stamane nel Municipio di Fano. Carne al fuoco ce n'è parecchia: le scelte in fatto di sanità locale, il dragaggio del porto, le scogliere di Sassonia Sud solo per fare qualche altro esempio. Il referendum resta appunto uno fra i temi più sofferti già dai suoi presupposti: laregione ha chiamato - cosadeltuttoinusuale - i marottesi di Mondolfo a esprimersi sul FUNERALI L'autoritàgiudiziaria haautorizzato la sepoltura di Maria Rosaria Caruso, la poliziotta fanese suicidatasi martedì scorso con un colpo di pistola alla tempia: la cerimonia funebre sarà officiata oggi alle da don Gianni Petroni nella chiesa del Carmine. Nel primo pomeriggio di ieri l'orario non era ancora definitivo, ma nulla lasciava prevedere eventuali modifiche. I familiari hanno espresso il desiderio di celebrare il funerale nella stessa chiesa in cui la loro congiunta si era sposata. Caruso lascia il marito e la figlia di 14 anni, con i quali viveva nel quartiere dell' MONDOLFO destino dei circa duemila marottesi di Fano, che hanno respinto l'ipotesi dell'unificazione al centro cesanense e oggi si ritrovano due volte mazziati. La legge su Marotta Unita entrerà in vigore a partire da venerdì prossimo e a quel punto cominceranno i tavoli tecnici congiunti per mettere a punto tutte le questioni, dalle più banali alle più complesse, come la proprietà delle opere pubbliche realizzate finora, i mutui in essere, i servizi. La nostra città perde circa abitanti e, tra l'altro, quattordici alberghi e due campeggi. Nel frattempo, però, il nostro Comune continua a pagare interventi sulla nuova scuola elementare, ora passata a Mondolfo, e Aset potenzierà il depuratoreperunquartiereche hasubito la stessa sorte. Panorama di Marotta Oggi l addio alla poliziotta che si è uccisa in Questura Arzilla. Originaria di Benevento, aveva 47 anni ed era assistente capo della divisione Anticrimine nella Questura di Pesaro. E proprio lì, nel suo ufficio al secondo piano di via Giordano Bruno, ha deciso di farla finita sparandosi con la pistola d'ordinanza. Tutto, nelle ultime azioni dell'assistente capo, lascia presupporre chesi siatrattato di ungesto pianificato nel tempo. Caruso si è presentata al lavoro con un largo anticipo sull'orario d'ingresso, alle 7 invece che alle 8. Nessuno ha sentito il colpo di pistola: a quell'ora la Questura è ancora semi-deserta. La tragedia è stata scoperta all'arrivo di una collega, che ha trovato la porta dell' ufficio chiusa a chiave. Raccolta differenziata un Comune da premio Erapartitadavveromale nel gennaio 2013, dopo l addio ad Aset, la raccolta differenziata di prossimità. Appena 36 isole ecologiche, contenitori insufficienti, rifiuti abbandonati in prossimità dei cassonetti tra le proteste della cittadinanza. Poi pian piano la raccolta differenziata è migliorata tant è che il 2013 si chiuse con un bilanciochevidelanetta riduzione dell indifferenziato e una diminuzione dei costi di circa 750mila euro. E di qualche giorno fa il riconoscimento da parte di Lega Ambiente e di Corepla che hanno premiato il comune di Mondolfo non solo per aver superato il 65% di raccolta differenziata entrando nel novero dei Comuni Ricicloni ma anche per essersi classificatoal primo postonelle Marche tra i comuni sopra 10mila abitanti per indice di buona gestione ed essere il primo comune in Italia insieme a Rivolta d Adda (Cr) per il nord e Camerota (Sa) per il sud per la raccolta della plastica. Ad annunciarlo il sindaco Cavallo e l assessore all Ambiente ed Urbanistica Lucchetti che hanno sottolineato «il grande merito dei nostri concittadini che con grande senso civico ed amore per il territorio hanno messo il massimo impegno nel differenziare i rifiuti. Fin d ora infine possiamo assicurare che gli importi relativi alla Tari saranno tra i più bassi di tutta la provincia». Gi.Bin.

12 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 52 Sport Sabato 12 Luglio 2014 ANCONA, ASSALTO AD ABBRUSCATO E SPUNTA BJELANOVIC L esperto attaccante si sta liberando dalla Cremonese Il croato l alternativa. Rinnova il centrocampista Di Ceglie L attaccante Elvis Abbruscato, 33 anni, in uscita dalla Cremonese: piace all Ancona CALCIO LEGA PRO ANCONA Certi sogni sono a portata di mano. L'Ancona prepara l'assalto a Elvis Abbruscato. L'attaccante, 33 anni, si sta per liberare dalla Cremonese. Rescinderà il contratto che lo lega alla squadra grigiorossa fino al giugno E potrebbe accadere entro il fine settimana. Deciso: il nuovo corso del club lombardo (allenatore Montorfano, vice l'ex biancorosso Perovic, ds Giammarioli) non contempla Abbruscato. Per tanti motivi. Per l'età, per il l'ingaggio elevato e perché là davanti, dopo l'infortunio al ginocchio (menisco e crociato) di fine novembre del reggiano, è esploso Andrea Brighenti, prima punta dell'87 (eda tredici gol) chela Cremonese ha appena riscattato dal Parma. L'Ancona aspetta lo svincolo. Poi si metterà a trattare per davvero il calciatore che corteggia già da un po' di tempo. È roba di qualche settimana fa il faccia a faccia tra il ds Sandro Marcaccio e Abbruscato. Un incontro che le parti hanno negato, salvo poi arrendersi all'evidenza. Sull'attaccante, che dalla sua ha una manciata di campionati in serie A con Verona, Torino, Chievo e Pescara (riepilogo: 79 presenze e otto reti), ma soprattutto in B (il meglio, i 19 gol con la maglia del Vicenza nel2011), ci sono anchelareggiana e una squadra del sud. Ma Abbruscato, atleta di Cristo come Bondi, mette davanti a tutti proprio l'ancona. Trattativa che si preannuncia complicata, ma i presupposti sono incoraggianti. E comunque l'ancona non resta a guardare. Marcaccio al solito infila nel tritacarne altri nomi. Qualcuno è già andato, tipo Vito Falconieri (28anni), cheha flirtato non poco coi dorici, ma adesso punta verso Pavia, dove c'è la prima proprietà cinese del calcio italiano e soprattutto un sacco di soldi. E insieme ad alcune opzioni più o meno realizzabili (Cocco, Perna, Torri), eccone una plausibilissima: il croato Saša Bjelanovic, 35 anni da poco compiuti, che non si è stancato di cambiare casacca. L'ultima fermana al Varese, in B, 22 gettoni e quattro Cacioli non si presenta lo aspetta il Rimini LA SORPRESA È SALTATO L INCONTRO CON MARCACCIO: CONFERMA A RISCHIO PER IL DIFENSORE gol. Ma lassù è finita e ora insieme all'ancona lo segue anche L'Aquila. Bjelanovic, colosso di uno e 88, è in Italia dal 2002, quando lo prese il Como, all'epoca in A. Poi per lui Chievo, Genoa e Lecce. Quindi l'ascoli (dal 2005 al2007, 57 presenze e undici centri). Il centravanti di Zara non si è fermato: Torino, Vicenza (dove nel 2009 ha toccato il record nostrano di marcature, 13), i rumeni del Cluj, Atalanta e Verona. Adesso, chissà. E ieri ha rinnovato per un altro anno il centrocampista Leo Di Ceglie (25 anni). Tutta la soddisfazione del bergamasco, conferma ufficiale numero quattro all'ancona dopo quelle di Mallus, Di Dio e Bondi: «Sono felice, non vedo l'ora che arrivi il 24 luglio per ricominciare alavorare. Aspettavo da un po' questo momento: ne è valsala pena. Era quello chevolevo. Prometto che darò tutto per dimostrare di meritarmi l'ancona anche in Lega Pro» si entusiasma il mediano che è arrivato a dicembre dal Lecco, segnando la svolta nel mezzo. «La concorrenza in squadra? Ti fa allenare meglio. Il prossimo campionato sarà un'incognita, anche se credo che alla fine il livello sarà più alto dell'ultima C1 che ho disputato con la Tritium. Ma sono convinto che Marcaccio allestirà una squadra importante» passa e chiude Di Ceglie. Michele Natalini ANCONA L'Ancona rischia di perdere Luca Cacioli (32 anni, nella foto). È saltato l'incontro di ieri con il ds Marcaccio. Per adesso, niente rinnovo. La motivazione ufficiale dell'ancona: l'agente del difensore non si è potuto presentareper unimprevisto. La verità: Cacioli ha preso tempo. Si è inserito il Rimini, retrocesso in serie D eppure con qualche speranza di ripescaggio in Lega Pro. Forse l'ancona ha aspettato troppo. Tenendo a bagnomaria uno dei principali protagonisti della promozione, di più: una delle colonne dello spogliatoio, oltre che un punto di riferimento per l'allenatore Cornacchini. E ora potrebbe doverlo salutare. Da Riminigiurano che il club romagnolo, appena riabbracciato Ricchiuti, abbia messo sul piatto argomenti importanti. I soldi, sicuro. O magari lo stesso Cacioli, aldi là delleragionidel viledenaro, non sta avvertendo la fiducia che ha sentito l'estate scorsa, quando Marcaccio lo mise in cima alla lista e cominciò proprio da lui a costruire la squadra per la D da vincere a tutti i costi (garantendogli, peraltro, lo stipendio più sostanzioso). Stavolta no. Ein ogni caso, dopo una manciata di puntate della trattativa per il rinnovo che pareva il più ovvio (con annessa sensibile riduzione dell'ingaggio del difensore, che non poteva ignorare le quattro giornate di squalifica rimediate a fine maggio nella sfida per la poule scudetto di Lucca, tutte da scontare nel prossimo campionato), la differenza tra domanda e offerta era minima. Poi, il Rimini. Cacioli ha bucato l'appuntamento con Marcaccio e insomma, l'addioche fino all'altro ieri sembravaimpossibile, a sorpresapotrebbe concretizzarsi. Per poche migliaia di euro. M. Nat. Torelli e Ridolfi: «Fiducia nella Vis» CALCIO SERIE D PESARO La Vis Pesaro rimanda alla terza settimana di luglio i primi volti nuovi della stagione E pensare che un estate fa, di questi tempi, eranogià stati presentatiosso, Melis, Martini e Chicco quando di nuovi biancorossi ne servivano parecchi di meno. Ma i primi a rassicurare sulla competitività della rosa deldopo-diaspora sono i due principali protagonisti del calciomercato in uscita. Quei Giacomo Ridolfi (foto) e Torellichestanno trascorrendo gli ultimi intensi giorni pesaresi prima di recarsi mercoledì al raduno col Carpi e cominciare a scalare la montagna della serie B: «Fiducia in Leonardi» l'esternazione all unisono dei due in unarecentetrasmissione radiofonica, «le difficoltà ci sono, così come i mezzi economici limitati ricorda Ridolfi Ma c è pure una dirigenza che è la miglior garanzia per una Vis che farà una buona figura». «Guardate cosa fece con me ha ricordato Torelli All inizio solo lui credeva di poter mettere al centro del campo un 16enne. Giocavo negli Allievi e alla mia seconda partita in D ero titolare davanti a 2000 spettatori a San Benedetto». Quell indelebile ricordo vissino che per Ridolfi è invece il meraviglioso gol al Fano in Coppa Italia: «Perché oltre al peso emotivo del derby, arrivò in un momento per me molto particolare». Ovvero alla prima partita dopo il mancato salto nel professionismo (col senno di poi, solo rimandato). Ora si va a Carpi, ma con la Vis nel cuore: «Amo questi colori e questa città» assicura Torelli mentre Ridolfi ricorda come la Vis «sarà sempre il primo risultato da controllare alla domenica». Daniele Sacchi CALCIO SERIE D I DUE TALENTI PASSATI AL CARPI CERTI CHE NASCERÀ UNA SQUADRA ALL ALTEZZA FANO Gucci non è ancora del Fano ma è l obiettivo dichiarato del mercato del Fano. Non l unico ma sicuramente il principale. Sennò non avrebbe avuto senso l incontro di ieri con chi assiste l attaccante di Bagno di Ripoli. E di senso ne avrebbe ancora meno un eventuale catenaccio del ds Canestrari, che infatti si sbottona più di quanto non abbia fatto il giorno prima l attaccante, vittima di un comprensibile imbarazzo: «Gucci ci interessa. E parecchio. Per un sacco di motivi. Ha un certa facilità a fare gol, fisicamente c è ma svaria su tutto il fronte d attacco, in più è ancora giovane». Però l affare, che sembramolto vicino alla conclusione, non è stato chiuso. «Questo sì, ma la differenza non è tanta. E credo che il modo di trovare unpunto d incontro ci sia. Intanto abbiamo fatto presente la nostra volontà di portare qui il giocatore che, da parte sua, mi pare sia ben disposto. Ci si è solo presi un po di tempo, com è normale quando si tratta, ma con l impegno di risentirsi molto presto». E Fermana, dall Atalanta il baby difensore Ficola `La batteria degli under Oggi l annuncio di Oddi Nazziconi e Orsino CALCIO SERIE D dovrebbe essere la volta buona per mettere nero su bianco. La giornata non è stata però tutta dedicata a Gucci. Come c è posto nell attacco granata, ce n è stato per Gabrielloni nell agenda del ds granata, che sull ex Maceratese aveva chiesto informazioni già un anno fa e che in questa fase si sta spingendo oltre. «E un ANCHE GABRIELLONI NEL MIRINO DEL CLUB GRANATA CANESTRARI: «MA NON PIACE SOLTANTO A NOI» FERMO Al sicuro anchele confermedimisin edavidemarini, oltre all'arrivo di Cusaro nella zona difensiva centrale. Per la Fermana ora è tempo di stringere il cerchio anche nel reparto under, senza dubbio importante in serie D. Sarà oggi la giornata chiavenella quale saranno ufficializzati molti dei giovani trattati: si tratta di elementi importanti. Di sicuro tre arriveranno dalla formazione Berretti dell Ascoli che ha raggiunto la semifinale scudetto. Si tratta dell' esterno difensivo Cristian Oddi (figlio di Emidio, ex difensore gialloblù ma anche di Verona, Udinese e Roma in serie A), del centrocampista Raffaele Orsino e dell'attaccante Matteo Nazziconi. Praticamente certo anche l arrivo di Nico Ficola, classe1997, difensoredi ottimaprospettiva cresciuto nel Portorecanati ma poi approdato al settore giovanile dell Atalanta da un paio di stagioni. Non si fermano qui gli arrivi degli under, considerando che sono in arrivo un terzino sinistro in prestito dal Teramo e un altro, svincolato dalla Samb. LE AMICHEVOLI Tanta carne al fuoco in tema di arrivi ma anche le prime ufficialità in merito alle amichevoli che la nuova Fermana di mister Di Fabio disputerà nella prima fase della preparazione, tutte al Recchioni di Fermo. Si inizierà il 27 luglio alle 19 (vigiliadella partenza per il ritiro di Sefro) contro L'Aquila, poi il 3 agosto di ritorno dalla primafase dellapreparazionecontro la Sassari Torres (ore 20,45) e il 7 agosto contro il Pescara (20,30) squadra di serie B. Un bel tuffo nel passato dunque, sperando che sia dibuon auspicio per il futuro dei canarini. Roberto Cruciani Il difensore Luca Oddi in prestito dall Ascoli Castelfidardo, confermati Dell Aquila e Ortolani CALCIO SERIE D CASTELFIDARDO Continua il mercato del Castelfidardo. Dopo gli ultimi acquisti la società fidardense ha riconfermato due importanti pedine della stagione appena conclusa: rimarranno in biancoverde Mattia Ortolani e Manuel Dell'Aquila. Il pilastro della retroguardia di mister Mobili torna ad assaporare la D dopo cinque anni. Infatti l'ultima sua esperienza fu con il Tolentino nella stagione Da lì in poi solo Tolentino, ma in Eccellenza, prima di approdare al Castelfidardo, in Promozione, nella stagione A lui si aggiunge bomber Manuel Dell'Aquila Gabrielloni piace al Fano protagonista dell'ultimo campionato con 10 reti. L'attaccante manterrà inalterato il tridente offensivo con Simoncelli e Sbarbati. Per lui sarà la prima volta in serie D. Infatti Dell'Aquila ha girovagato per le Marche tra Promozione ed Eccellenza, senza mai avere la grande occasione di debuttare in D. Alla soglia dei trent'anni arriva anche per lui la grande chance. Per entrambi sarà la terza stagione consecutiva in biancoverde. Le ultime mosse della società fidardense indicano la volontà della dirigenza di mantenerequasiintattoilblocco dell' ultimo campionato, innestando alcuni elementi d'esperienza. Matteo Valeri Fano e Gucci sono sempre più vicini contatto, e presto si spera nella firma altro giocatore che ci piace, ma da quel che ho capito non piace solo a noi». Ci si resta comunque sopra e anche in questo caso per piùdiuna validaragione. L esperienza già acquisita, i gol, la duttilità e il fatto di essere un under, che lascerebbe le mani più libere ad Alessandrini. E anche una questione di soldi. L Alma ha atteso invano in queste settimane che certe quotazioni scendessero, ma non è ancora successo ed è ormai pacifico che possa permettersiuninvestimento a scalare sui tre attaccanti di cui deve dotarsi. Se decidesse di concentrare la spesa su due, per l alternativa resterebbe infatti troppo poco e allora sì che bisognerebbe rivolgersi ad un under, ma di quelli di primissimo pelo. A proposito di under, lunedì il rendez-vous decisivo col Rimini per i tre fanesi del 96 in forza al club biancorosso. Di riportare a casa Gambini, Palazzi e anche Antinori il ds Canestrari resta abbastanza fiducioso: «Loro sono contenti, noi ovviamente anche e al momento il Rimini non ha opposto grandi difficoltà». Andrea Amaduzzi

13 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 54 Giorno & Notte Estate Sabato 12 Luglio 2014 Pesaro, stasera l ottava edizione della manifestazione promossa dalla Cna Tante stelle dalla Corvaglia alla Salvalaggio, Romero, Capriotti, Salvi e Nile Le bellissime in passerella nella lunga notte della moda L EVENTO Sarà la serata più glamour dell estate pesarese. Quella incui lemiglioriindossatrici si vestono dei migliori abiti ed accessori prodotti dalla sartoria pesarese e marchigiana. Un rituale che si rinnova con la sfilata «Idee in Moda» targata Cna pronta, stasera, per l ottava volta a calcare la passerella di Piazza del Popolo. Dove i protagonisti sono tutti quei marchi del tessile e dell abbigliamento made in Marche che hanno fede nella loro mission. Una mission cavalcata con la qualità e il coraggio di non delocalizzare a fronte di una crisi che ha visto centinaia di colleghi chiudere i battenti negli ultimi anni. Quella qualità e quel coraggio che la Cna Pesaro-Urbino incentiva e premia promuovendo una serata in cui il bello del territorio venga indossato dalle più belle d Italia. Ad illuminare la scena saranno infatti i volti noti delle modelle, showgirl e attrici Maddalena Corvaglia, Ariadna Romero, Debora Salvalaggio, Cecilia Capriotti, Sara Salvi e Sarah Nile, TEATRO PRESENTANO LO SPETTACOLO JO SQUILLO E SIGNORETTI UN PREMIO SPECIALE A GRAZIANI Al mare Dal Pesaro Village al Teatro degli animali PESARO Due spettacoli per famiglie e bambini stasera al mare. Alle in piazzale della Libertà, Pesaro Village presenta il musical «Voglio scoprir l America» in una nuova edizione, celebrativa del ventesimo anniversario di repliche. Ingresso gratuito. Alla stessa ora il Festival del Gran Teatro dei Ragazzi di viale Trieste presenta «Il teatro degli animali»: racconti e filmati narrati da Andrea Fazi, educatore ambientale. In caso di pioggia all hotel Caravelle, biglietto 4 euro, info 329/ e 328/ Una scena de «L Elisir d amore» Da sinistra Salvalaggio e Corvaglia, sotto Romero alcune protagoniste della sfilata di stasera Sotto il musical del Pesaro Village capofila di una squadra di 30 indossatrici e modelli e, soprattutto, testimonialdell altissimo livello delle emergenti griffe nostrane. Dall abbigliamento donna di Tanya Battistoni alla linea uomo di Luca PaoloRossi; dalla maglieria di Omar Morotti alle borse e accessori di Melissa Agnoletti; dalle t-shirt di Gor-Geous Style ai costumi da mare di Martika, oltre a Nila&Nila che ha realizzato tutte le 90 paia di calzature della sfilata. Al loro fianco anche apprezzati laboratori orafi della provincia come All Gold di Fossombrone, Semprucci di Pesaro e Della Rovere di Mondavio e le acconciature di Marcello in collaborazione con l Oreal. Non c è però solo il made in Marche, ma a presentare le loro collezioni alla platea pesarese saranno anche brand nazionali come Parah, Ean 13 e RCrescentini by Cotton Club. Gran cerimonieri della serata saranno la confermatissima Jo Squillo - apprezzata conduttrice del format Tv Moda - e il direttore del settimanale «Nuovo» Riccardo Signoretti. Ideein Moda è realizzata grazie al contributo di Cna Pesaro-Urbino e Cna Federmoda, dellacamera dicommercio edalla Banca dell Adriatico. Quest ultima tributerà il premio Città di Pesaro ad un enfant du pays come Filippo Graziani (figlio del compianto Ivan) che ritaglierà uno spazio di grande musica italiana dentro lo spettacolo di classe ed eleganza. Graziani si esibirà nel suo successo sanremese «Le Cose Belle» e nell inedito «Cervello». Nella speranza che alle stelle in passerella si accompagnino purelestellein cielo, iriflettorisiaccenderanno alle in una Piazza del Popolo con ingresso ad invito nel parterre ed ingresso gratuito nelle altre centinaia di posti a disposizione. Per godere al meglio dello show saranno installati anche due maxischermi ai lati del palco. Daniele Sacchi A Cagli la grande lirica è made in Usa CAGLI A Cagli Opera Prima, progetto diretto da Massimo Puliani che ha avviato il Teatro di Cagli come Centro di produzione teatrale regionale quale sede di anteprime nazionali e residenze creative, presenta quest'anno ben tre masterclass internazionali condotte da prestigiosi artisti. La prima, in scena questa sera al Comunale, è quella proposta da Brian Leeper e Brygida Bziukiewicz, con l'opera «L'Elisir d'amore» di Gaetano Donizetti con l'orchestra di Ravenna e giovani cantanti americani che hanno già debuttato in Usa, a cui seguiranno quella diretta da Ramin Bahrami (il 25 luglio) e quella di Janet Perry e Paolo Vaglieri (il 20 settembre), cheporteranno giovanitalenti al debutto in prima nazionale a Cagli confrontandosi con Bach e Puccini. L'allestimento de «L Elisir d amore», melodramma giocoso di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani, nasce nell ambito del Summer Program «La musica lirica Usa» che ha come direttore generale Brygida Bziukiewicz e direttore artistico Brian Leeper. Il progetto è realizzato in collaborazione con «Voci nel Montefeltro» diretto da Ubaldo Fabbri in collaborazioneorganizzativacon Aldona Grzesiukiewicz. L'operadi Donizetti vedrà in scena giovani cantanti dell Accademia lirica già forti esperienzeprofessionali inamerica: Max Zander, tenore, Anaïs Naharro-Murphy, soprano, Michelle Dean, soprano, Charles Eaton III, baritono, Alex York, baritono, Jack Canfield, basso comico. L'Orchestra in «buca» è quella professionistica della Città di Ravenna, il coro è della «Musica lirica-usa». Direttore dell'opera è Michael Borowitz. Spazio anche a giovani gruppi come gli Obelisco Nero che presenteranno il loro nuovo album (20 luglio) e Ultimo Binario (14 settembre) che ha riunito 14 amici in concerto. Dasettembre Cagli diventerà il palcoscenico urbano per la Nuova coreografia con il Festival Dance Immersion diretto da Benilde Marini, mentre il 23 luglio c'è attesa per un ospite d'eccezione come la Iena Teo Mammuccari in un irresistibile spettacolo di comicità e musica. Inaugurano oggi a Pesaro le personali di Cordanti, Balboni, Ogiy e Coli Collettiva a Urbino Un sabato di mostre Le città immaginarie di Logli e tanto altro PESARO Città immaginarie, sospese, fantastiche. Inaugura oggi la mostra «Le città dei sogni» alla Pinxit Gallery di Urbino. L appuntamento è in piazza della Repubblica alle 18. Saranno esposte opere di Mario Logli, Silvano Braido e Andrea Agostini. Fino al 9 agosto tutti i giorni (10-12,30 e 16,30-19,30). Spostandoci a Pesaro, sempre oggi alle 18, all enoteca di Palazzo Gradari, mostra dell artista Marco Cordanti, organizzata dall editore Ernesto Paleani, a cura di Paolo Montanari. All Alexander Museum, alle 20, inaugura la mostra fotografica «Ozzehg e il Castello di Chiara» di Paolo Balboni, seguirà la presentazione del libro di Davide Eusebi «Le buone Marche». A «Il sogno» nella galleria Roma, alle 19 «Alba in Sicilia» di Polina Ogiy. Alla libreria Didot «Stringhe» di Roberto Coli. Fano, LaVanda debutta con le donne risorgimentali FANO È nata la nuova compagnia «Teatro LaVanda», che debutterà stasera alle 21 alla Rocca Malatestiana. Scenografia ottocentesca, costumi sfarzosi e musiche d epoca, sette artisti daranno voce ad alcune fra le figure femminili più importanti del Risorgimento quali: la pesarese Sara Levi Nathan, Giulia Calame Modena, Cristina da Belgiojoso, Margaret Fuller. La compagnia, composta dagli attori Daniele Cecconi e Paola Prinzivalli, si completa con i chitarristi classici Fabrizio Benedetti e Riccardo Paci, con l attrice e cantante Tiziana Stefanelli (che è anche regista, scenografa e sceneggiatrice) e perla d eccezione la poetessa Vanda Stefanelli che dopo essere autrice di libri per bambini debutta come attrice assieme a Maria Flaminio. Tanta voglia di tenerezza con i burattini del Bof FESTIVAL PESARO Ventisettesima edizione per il Bof, il Burattini Opera Festival che anche quest'anno ci propone 5 serate, da martedì 15 a sabato 19 luglio, nella magica atmosfera di Palazzo Montani Antaldi, all'insegna del divertimento e, quest'anno in particolar modo, della «dolcezza» con 5 spettacoli adatti alle famiglie e ai loro bambini. «Il filo conduttore è proprio la tenerezza - commenta il direttore artistico Renzo Guerra - ma anche quegli attimi di attesa che si vivono poco prima dell'inizio di ogni spettacolo del Bof: sul palco tante cose che ci promettono divertimento e l'emozione dei tanti bambini che non vedono l'ora di immergersi in una storia magicamente raccontata nella suggestiva scena». Due le compagnie straniere, entrambe provenienti dalla Spagna, che inaugureranno e concluderanno la manifestazione. Il 15 luglio la compagnia Angeles De Trapo, che comprende i membri di una famiglia che vantano una tradizione di 30 anni sulla scena internazionale, proporrà «Viaggiatori sulla Giostra», ispirato ai personaggi del Carnevale degli Animali di Saint-Saèns, che, attraverso clownerie e marionette, racconterà piccole storie ricche di humour ed emozione. Il 19 luglio El Retablo proporrà invece «Animali», uno spettacolo particolarmente adatto anche a bambini molto piccoli, che unisce tradizione e innovazione, insieme all'esplorazione dei materiali di riciclaggio e di oggetti che con varie forme e colori prendono vita e continuamente si trasformano come i nostri pensieri. Il 16 luglio arriva al Bof il divertente Teatro Pirata di Jesi con «Robinson Crusoe. L'Avventura»: anche in tempi moderni esistono i naufraghi e ognuno di noi lo può essere anche in mezzo a tanti altri. La Bottega Fantastica proporrà il 17 luglio un suo cavallo di battaglia in una nuova versione, «A Siviglia c'è un Barbiere», un modo per avvicinare i più piccoli all'opera in modo comico e coinvolgente, dove il mitico burattino Erasmo sarà Figaro per una sera. Venerdì 18 luglio la pluripremiata compagnia Il Baule Volante proporrà «Attento Pierino... Arriva il Lupo!» una seducente versione dell'opera musicale Pierino e il lupo di Prokofiev, con straordinari pupazzi e marionette animati a vista. «Abbiamo visto crescere generazioni di bambini - ha commentato Ornella Pucci, rappresentante dell'arci che promuove il Bof insieme a Comune, Provincia e Regione - e siamo felici di poter ogni anno, nonostante i gravosi tagli economici, riproporre una manifestazione così vicina alla città». Spettacoli alle Biglietti a 5 euro per i bambini dai 4 ai 10 anni, adulti 7. Prevendita giornaliera al Teatro Sperimentale, info Arci Elisabetta Marsigli Uno spettacolo del Bof

14 SABATO 12 LUGLIO TRAGEDIA OGGI A GIMARRA I FUNERALI DELLA POLIZIOTTA SI SVOLGERANNO alle 15 nella piccola chiesa della Madonna del Carmine a Gimarra i funerali di Maria Rosa Caruso, la poliziotta di 47 anni che mercoledì si è tolta la vita con un colpo di pistola (quella d ordinanza) nella stanza della Questura di Pesaro dove prestava servizio. Per l ultimo saluto alla collega anche il picchetto degli agenti della polizia in alta uniforme. In forza alla Divisione Anticrimine della Questura era persona estremamente riservata, seria e molto stimata dai superiori e dai colleghi per le proprie doti umane e professionali. IL DISTACCO Una visione di Marotta di Fano (ormai ex) che passerà sotto il Comune di Mondolfo e a sinistra Massimo Seri Fano non ci sta a perdere Marotta Si tenta con la Corte Costituzionale Strada difficile ma non impossibile. Intanto scoppia la grana Aset MAROTTA unita: dal 18 luglio il Comune dirà addio a 2700 abitanti che, a seguito del referendum prima e della legge regionale poi, passeranno sotto Mondolfo. All Amministrazione non rimane che una chance: il ricorso alla Corte Costituzionale mettendo in discussione i parametri con cui è stata individuata dalla Regione la popolazione interessata a partecipare al referendum. Due le strade percorribili da parte di Fano sollecitare il Tar, contro cui ha presentato ricorso, a sollevare la questione costituzionale davanti alla Consulta o chiedere al governo di avviare l iter di incostituzionalità. Tempi lunghi rispetto al 18 luglio indicato dalla legge regionale: per quella data i data base, i dati anagrafici, quelli catastali, dello stato civile e delle sezioni elettorali, relativi ai 2700 cittadini cittadini interessati, dovranno essere trasferiti da Fano a Mondolfo. Un super lavoro in tempi strettissimi che creerà non poche difficoltà agli uffici di entrambi i Comuni, ai quali la Regione avrebbe potuto concedere più tempo. I due sindaci Massimo Seri e Pietro Cavallo, ieri, hanno anche affrontato il tema delle proprietà del Comune di Fano che ricadono nel territorio di Marotta e degli investimenti che Fano ha fatto, come nel caso del potenziamento del depuratore di Ponte Sasso, di cui beneficiano i cittadini di Marotta. MENTRE una parte di territorio dice addio a Fano (oltre ai 2700 cittadini se ne vanno 14 hotel e 2 camping), la giunta Seri stringe la RIPERCUSSIONI Dalla multiservizi cittadina arrivano pesanti critiche all operato della giunta cinghia per chiudere il bilancio preventivo 2014 e non sforare il Patto di Stabilità: soldi che arriveranno dall aumento di Imu sulle attività produttive e le seconde abitazioni, passata dal 9,6 al 10,7 per mille, e dall applicazione della Tasi (1 milione 400 mila euro), da Aset holding a cui è stato richiesto di attingere al fondo straordinario (1 milione 400 mila euro compresi i 700 mila già previsti a bilancio dalla giunta Aguzzi), dai tagli della spesa corrente (200 mila euro), dal recupero dell evasione dei tributi (300 mila euro). Agevolazioni per un importo complessivo di 100 mila euro sono previsti per i redditi al di sotto dei 12 mila euro. Qualche perplessità da parte di Aset holding che si è vista richiedere dal Comune tutto l utile 2013 con l aggiunta di 200 mila euro derivanti dai fondi di riserva. «Utili fanno notare i ben informati che derivano dai dividendi di Prometeo, società partecipata da Aset Holding». Qualcuno si chiede se i Comuni soci della Holding siano stati informati della decisione assunta da Fano e c è chi avanza il sospetto che si tenti di «svuotare» Aset Holding per portare avanti il progetto, già impostato dalla giunta Aguzzi, della fusione per incorporazione della Holding nella Spa. Anna Marchetti COMUNE Tra giunta e opposizione chiacchiere e poche idee LA LINEA del Piave economica è sempre più vicina. E invece di preparare le linee di difesa, cosa accade? Allora: la nuova giunta chiama tutti a rapporto per andare la pulire i giardinetti cosa che farebbe molto meglio Legambiente; saccheggia le riserve di Aset e aumenta le tasse. Dall opposizione cosa arriva? Uno racconta che Gimarra è come la California se viene sfruttata al meglio: una bugia? No, anzi. Ma c è un problema: prima occorrere togliere la ferrovia. Altri pensano ancora al parco dell aeroporto: brutta cosa, anche se non nuova? Assolutamente no: solo che nessuno dice quanto costa un parco e soprattutto cosa costa mantenerlo. Particolare questo non secondario visto che non si riescono a tenere puliti nemmeno i Passeggi. Altri annunciano la scoperta dell acqua calda e cioè che la giunta ha aumentato le tasse. Si pettinano le bambole. Invece di pensare a rimediare parcheggi, evitare di fare multe per non far fuggire la gente e cercare di non complicare la vita al prossimo, nessuno pone la domanda vera: dietro le tasse cosa c è? Qual è il futuro della città? Ma non parlando di sesso degli angeli come doveva accadere oggi per il nuovo ospedale (tutto rinviato), ma dicendo come, dove e con quali soldi. Il tutto sorvolando su un pezzo di Comune (Marotta) che cambia padrone: una storia da scherzi a parte. m.g.

15 SABATO 12 LUGLIO 2014 FANO 15 IL FURTO DENUNCIATO DALLA POLIZIA UN UOMO DI 41 ANNI DI SANREMO. SI SONO ACCORTI I TECNICI DELLA SOCIETA Girava la giostra ma anche il contatore: quello dell Enel QUALCOSA non tornava alla centrale operativa dell Enel. Il segnale proveniente dal contatore elettronico installato nell area dell ex pista dei go-kart di Fano da qualche giorno registrava una anomalia ed un consumo elettrico altalenante. E così un tecnico è andato sul posto a fare un controllo, con un sospetto ben preciso: che qualcuno ci si fosse allacciato facendo il furbetto. Detto fatto. L operaio dell Enel ha potuto constatare che a quella linea difettosa ci si era attaccato un giostraio che la utilizzava però senza problemi di discontinuità. Pronta è stata quindi la richiesta di intervento inoltrata alla polizia di stato che ieri ha mandato subito una pattuglia a controllare. DENUNCIATO a piede libero un giostraio, A.I 41 anni di Sanremo, per furto e ricettazione. Il furto è quello di energia elettrica. La ricettazione, invece, scatta per il metodo utilizzato dal 41enne per risparmiare sull elettricità. Dalle indagini di polizia è emerso infatti che il giostraio aveva manomesso il contatore originale dell Enel, sostituendolo con un altro portato da casa, ESCAMOTAGE Per non farsi accorgere si era portato dalla Liguria un contatore adattato non digitale ma analogico, per di più manomesso in modo che l ingranaggio collegato ai numeri girasse più lentamente del dovuto e registrasse in questo modo un consumo nettamente inferiore a quello reale. A fregarlo però il numero di matricola di questo apparecchio ingannatore, che corrispondeva ad un contatore installato dall Enel a Varese e trafugato. Da qui la ricettazione. Verificata la divergenza dei numeri di matricola, gli agenti del Commissariato di Fano non hanno avuto dubbi sul fatto che il giostraio avesse intenzione di svolgere a Fano la sua attività a scrocco dell Enel, riposizionando il contatore originario al termine della sua permanenza in città, e pagando una cifra irrisoria rispetto al consumo reale della sua impresa. E un giallo: Serralegri è svanito nel nulla La moglie e il figlio attendono vanamente notizie. C è chi smorza la pista dei debiti «NESSUNA novità. Mio marito non si è ancora fatto vivo e dai carabinieri non ho saputo nulla. Speriamo bene...». L ansia e la preoccupazione crescono ogni giorno di più in casa Serralegri. Non sapere, né per via diretta né per via indiretta, è la tortura peggiore per mamma e figlio che attendono fiduciosi un segno di vita dall imprenditore scomparso. Fra pochi giorni sarà infatti già passato un mese da quando Evandro Serralegri ha lasciato Marotta per volare a Bratislava, la capitale della Slovacchia. Avrebbe dovuto essere un breve viaggio di lavoro come tanti altri per il 55enne titolare della impresa di impianti di irrigazione Marotta Macchine srl. Invece la sera stessa della sua partenza, il 16 giugno scorso, ovvero il giorno del compleanno della moglie a cui non ha mancato di far recapitare per l occasione un mazzo di fiori, il suo cellulare è diventato improvvisamente ed inspiegabilmente muto. Da quel momento nessuno ha più visto né sentito l imprenditore marottese. RICERCHE Si punta tutto su Bratislava dove l uomo aveva contatti di lavoro da tempo DONNA DA L ALLARME E SUL POSTO ARRIVANO TUTTI «Vanvitelli», mobilitazione generale per nulla ECCOLO Evandro Serralegri in una recente immagine: l uomo era conosciuto non solo a Marotta ma anche a Fano e a Pesaro per la sua attiv ità UNA DONNA sola in cerca di attenzioni. Angioletta Cenciarini, la 56enne invalida e disoccupata che abita in uno dei garage del Vanvitelli, ieri pomeriggio ha fatto scattare un allarme fuga di gas. Immediato l intervento di Vigili del fuoco, carabinieri e municipale che, una volta giunti sul posto, non hanno potuto far altro che constatare che non era vero nulla. C erano solo una serratura da aggiustare e una signora da tranquillizzare. Da anni Angioletta Cenciarini è seguita dai servizi sociali. Ora dice a tutti di vivere nel box auto 31 nei sotterranei del parcheggio a ridosso del mare. Ma la sera esce da lì col suo borsone, prende il treno e va a dormire a Senigallia. Ieri pomeriggio ha lanciato la sua ennesima richiesta di aiuto, dicendo che qualcuno aveva forzato la porta e lei non riusciva più ad entrare nel box... e dentro aveva lasciato un fornelletto acceso. Le forze dell ordine si sono scapicollate, ma giunti sul posto hanno visto che la realtà era ben diversa: una storia di disagio e solitudine. L UOMO non ha più chiamato né la famiglia, né gli amici stretti, né i dipendenti della Marotta Macchine. Non era mai successo prima d ora e a questo punto anche chi lo conosce bene, per l uomo esuberante e positivo che è, sempre incline allo scherzo e all allegria, inizia a temere che questa non sia affatto una scomparsa volontaria. Nelle prime settimane conseguenti alla denuncia di scomparsa fatta dalla famiglia Serrallegri ai carabinieri di Marotta, in paese si è anche un po scherzato su questa misteriosa sparizione. Facendo una ridda di ipotesi, le più fantasiose. Ma ora non scherza su più nessuno. Gli interrogativi sono infatti tanti e le piste battute dai carabinieri ancora di più. Il timore degli uomini dell arma è che Serralegri per far fronte alle difficoltà economiche della Marotta Macchine srl si sia affidato a persone ambigue. Ma... «Le difficoltà della Marotta Macchine srl dice un ex consulente aziendale, già membro del cda non erano tali da farmi ritenere possibile l ipotesi che Evandro si possa essere rivolto ad uno strozzino. Non erano situazioni clamorose: era chiaramente preoccupato perché c è un mondo che si muove intorno ad una azienda e qualunque cosa succeda si ripercuote con effetto domino su tutti. Ma non l ho mai visto chiuso in se stesso, l ho sempre visto esuberante e positivo. Con il contributo di clienti, fornitori, banche etc quella è un azienda che stava facendo un percorso che le permetteva di stare in piedi e uscire fuori dalla crisi. Escludo che ora sia scappato... cosa avrebbe dovuto fare, allora, due anni fa quando le cose andavano decisamente peggio?». Tiziana Petrelli

16 SABATO 12 LUGLIO 2014 COMMERCIO FANO 17 «VOLEVAMO TENERE APERTO PIU A LUNGO PERCHE E STATO MERAVIGLIOSO, MA NON CE LA FACEVAMO PIU FISICAMENTE» BILANCIO LA MANIFESTAZIONE HA FATTO CONFLUIRE IN CENTRO MIGLIAIA DI PERSONE Negozianti felici: «Gli affari vanno bene» La Notte dei saldi ha fatto aprire i portafogli ACCANTONATE le polemiche... è tempo di bilanci per la Notte dei Saldi La parola passa ai commercianti. «E sempre una bella manifestazione dice Sofia della Boutique Leda. E andata bene, ma rispetto all edizione 2013 ho avuto l impressione che ci fosse meno gente in giro. Spero che abbiano lavorato tutti. Io non mi posso lamentare, è andata in maniera discreta: forse la gente ha comprato di meno, ma ha speso un po di più scegliendo capi un po più preziosi». «E andata molto bene conferma Alessio del negozio d abbigliamento Mini Market Fano. Pensavamo che avremo lavorato molto meno, invece c è stato un RICHIESTA DI BIS «Iniziative come questa andrebbero ripetute almeno un paio di volte» grande afflusso di gente. Abbiamo venduto abbastanza e non ci possiamo proprio lamentare. Non possiamo fare un confronto con lo scorso anno perché eravamo rimasti chiusi. La gente veniva e comprava, ha acquistato un po di tutto dal pezzo più costoso a quello meno, il capo in saldo ma anche quello a prezzo pieno». «Tanta tanta gente però succo poco per Loretta Uliva titolare del negozio Trendy. Da me c è stato movimento, ma non certo per la gente che circolava lungo il corso. Una gran bella festa, un gran bel biglietto da visita per i turisti e per i fanesi. Ho venduto capi importanti anche se non erano in sconto. Per principio non faccio sconti su tutto ciò che riguarda il mare, perché non è giusto scontare articoli che escono ora nei nostri negozi». LA NOTTE dei saldi è andata bene anche in profumeria. «Abbiamo fatto delle promozioni che sono andate molto bene dice Luciana della Taussi. Gente ce n era tantissima. Ovviamente non era rapportato a quello che c era BUON UMORE Sofia della Leda Boutique e a destra Alessio del Mini Market. Due commercianti che hanno lavorato AFFLUSSO Tanta persone a guardare e forse a comprare dentro i negozi per l inizio deei saldi fuori. Si potrebbe ripetere un paio di volte nell arco dell estate una notte come questa, che richiami gente nel centro, dato che non abbiamo la Notte Bianca». «Siamo stati molto contenti fa eco Maria del negozio di abbigliamento e accessori You perché abbiamo venduto molto più del normale. Hanno comprato soprattutto abiti scontati, quelli da sera». «E andata molto bene spiega Eva di Tezenis. Per questo il prossimo anno terremo aperto più a lungo, perché quest anno abbiamo dovuto chiudere alle 23 avendo attaccato (con orario continuato) dalle Non ce la facevamo fisicamente a tenere aperto ma è stato meraviglioso». Hanno tenuto chiuso Nero Giardini (scarpe) e Bag39.com (borse) «Sono l unica dipendente dice Antonella ed era impossibile fare tutte quelle ore. Abbiamo optato per fare l orario classico perché non credo avremmo lavorato di più. Ho visto anche il pomeriggio: c era tanta gente ma è sempre il solito discorso posso dare un occhiata?. A Fano il passeggio c è ma le vendite sono poche». «Noi siamo stati aperti e abbiamo lavorato conclude Giuliana del tabacchi in piazza però non è che si vende tanto: va la sigaretta e il gratta e vinci ma il gadget e l articolo da regalo si vendono poco. Speriamo in agosto coi turisti...». Tiziana Petrelli PESCA Le associazioni alla carica per il dragaggio DRAGAGGIO del porto: le cooperative della pesca hanno incontrato il sindaco Seri e lanciato un appello al presidente della Regione, Gianmario Spacca e all assessore ai Porti, Paola Giorgi a Fano questa mattina per creare una task force che realizzi l intervento atteso da vent anni. Le associazioni della pesca sperano in una task force «affinché la situazione sia risolta subito e siano rispettati gli impegni presi dalla stessa amministrazione regionale. I pescatori hanno ancora una volta dovuto esprimere, alla nuova guida comunale, la loro totale difficoltà nel poter operare nelle attuali condizioni del porto fanese e hanno sollecitato il dragaggio di almeno mila metri cubi di fanghi per poter ricominciare ad andare per mare in tranquillità. Per questo materiale, occorrerebbe trovare una ulteriore destinazione rispetto alla futura cassa di colmata del porto di Ancona visto che questa risulta di capienza insufficiente». Le cooperative, inoltre, hanno segnalato lo stato d incuria delle aree portuali, abbandonate a se stesse e alle erbacce invece di essere utilizzate per attività economiche e presentabili alla città e ai turisti.

17 SABATO 12 LUGLIO 2014 FANO E VAL CESANO 19 LA RICORRENZA E UNA DELLE POCHE CITTA CHE CONSERVA UN ARCO FATTO ERIGERE DALL IMPERATORE Per il bimillenario di Augusto Fano c è L assessore alla Cultura Marchegiani annuncia una serie di manifestazioni L Arco di Augusto era la porta della città per chi arrivava dalla strada Flaminia A FANO è famoso il suo arco, ma nella storia mondiale, è celebre per essere stato uno dei più famosi e duraturi principi della Roma imperiale. Parliamo di Cesare Ottaviano Augusto, l uomo che attuò il passaggio dall età repubblicana e un po arcaica a quella maestosa e regale e di cui quest anno ricorrono i 2000 anni dalla sua scomparsa. Fano che possiede, dunque, uno degli archi meglio conservati, insieme alle mura, di qualsiasi altra città di origine romana non può ovviamente lasciar passare sotto silenzio questa ricorrenza. «Mi sono incontrato dice l assessore Stefano Marchegiani con Paolo Clini del Centro Studi Vitruviani e i rappresentanti della associazione Colonia Julia Fanestris proprio per verificare le iniziative da mettere in cantiere per celebrare in modo degno i 2000 anni di Cesare Ottaviano al quale è dedicata la porta principale di ingresso alla città». In effetti, l arco a tre fornici (i due laterali più piccoli che servivano al passaggio pedonale sono da secoli chiusi) non era altro che l ingresso alla colonia fanese fortificata nel 9-10 d.c., che si trovava all arrivo sulla costa adriatica della via consolare Flaminia. «DI SICURO metteremo in cantiere diversi appuntamenti che si dipaneranno lungo un arco temporale più ampio della sola giornata del 19 agosto conferma Marchegiani proprio per dare maggiore visibilità e suscitare l interesse più ampio possibile non solo dei nostri concittadini, ma anche dei turisti che avranno modo così di apprezzare quello che è il simbolo principale della città. Conoscendo poi la meticolosità dell associazione Colonia Julia Fanestris vedremo di realizzare iniziative di un certo valore culturale, non ancorate al solo aspetto folkloristico. Si è parlato di allestire nelle vicinanze dell Arco d Augusto una mostra didattica di armi romane, di cui la Colonia Fanestris è particolarmente esperta, prevedendo anche momenti di animazione lungo le vie del centro, come pure di effettuare il 19 agosto una cerimonia commemorativa, e di fare una conferenza con un archeologo di chiara fama come Mario Luni. A settembre, poi, ospiteremo la mostra itinerante su tutti gli archi d Augusto esistenti». s.c. Pergola, decolla San Precario Sagra organizzata da «Squola» DECOLLA oggi a Pergola l originale «Sagra di San Precario», proposta dal coordinamento «Squola». «Dedicata al santo mitologico protettore di sfruttati e precari dicono gli ideatori abbiamo scelto il termine sagra come metafora della sacralità, la condizione diffusa e di massa del precariato, una condizione nella quale però non c è rassegnazione, piuttosto un ansia di riscatto». Un momento di socialità estiva ad euro (quasi) zero. Location la sede di «Squola» di via Arrigoni. Si comincia alle 18,30 con lo spettacolo «Il papero disorientato» della «Viruta y Sudor» composta da artisti di strada patagonici. Dopo la cena a base di couscous «Rumori di cantina», curata da Dj Faustopunkcore, i gruppi musicali «Sandman», «Metal Ball Explosion» e «Compagni di merende». La «Sagra» tornerà sabato 19 luglio e il 26. MAROTTA SONO IN ARRIVO CAMPIONI DA TUTTO IL MONDO PER QUESTA DISCIPLINA DIVENTATA MOLTO DI MODA Attese seimila persone per la tappa mondiale di Sup Race OGGI MAROTTA diventa mondiale grazie all «Adriatic Crown», gara di Sup Race di valenza internazionale a cui parteciperanno 70 professionisti della specialità provenienti da Usa, Russia, Austria, Spagna e da molte altre parti del pianeta. Il sup ( Stand-up paddle ) è lo sport di moda da alcune stagioni che si pratica remando in piedi su una tavola da surf, ed è approdato nella cittadina balneare cesanense con questo evento iridato, di cui i rotocalchi specializzati parlano da mesi, grazie al dinamismo e al grande lavoro del Windsurf Center Marotta del presidente Davide Caporaletti. Tanto per rendere l idea, in tutta Europa in questo 2014 sono soltanto altre 5 le prove di analogo spessore. A Caporaletti e ai suoi collaboratori va dunque il merito di aver portato a Marotta una kermesse di grandissimo livello dal punto di vista agonistico e non solo, perché tra oggi e domani (quando si svolgerà un ulteriore prova, valida per il campionato italiano) sono attese oltre 6mila persone, tra atleti, accompagnatori, pubblico appassionato e curiosi. come detto, alcuni dei migliori interpreti planetari della specialità, a partire dal campione awaiano Zane Schweitzer, icona di questo sport, l austriaco Peter Bartl e l italiano Leonard Nika, astro emergente. Nel pomeriggio, poi, prova di Sup aperta a tutti i visitatori. Domani la gara valevole per il campionato italiano prenderà il via alle 9,30 e si disputerà su una distanza di 7 chilometri. Fra i protagonisti (oltre 100) c è particolare attesa per l atleta di casa, marottese doc, Roberto Mandoloni, campione italiano in carica over 40. A seguire prova amatoriale di 3 chilometri alla quale si registrano già oltre 250 iscrizioni. Legate all «Adriatic Crown» sono in calendario fra oggi e domani una serie di iniziative musicali e di intrattenimento. «Un connubio perfetto ha commentato il presidente del consiglio regionale Solazzi fra sport e promozione del territorio». Sandro Franceschetti Nella ricorrenza del PRIMO ANNIVERSARIO della triste scomparsa del caro E PERSINO superfluo, quindi, sottolineare l importanza che l appuntamento riveste anche sul piano turistico e di promozione del territorio. Il programma odierno prevede per le 9,30 il breafing degli atleti e a seguire la gara iridata sulla distanza di 14 chilometri. Ai nastri di partenza, Una competizione di Sup Race: una tavola da surf e un... remo Luigi Travagliati I familiari tutti lo ricordano con immenso amore. Fano, 12 Luglio _ O.F. Ferraguzzi, Fano, t

18 SABATO 12 LUGLIO 2014 PESARO GIORNO & NOTTE 27 L EVENTO CON CINQUE SERATE DAL 15 AL 19 LUGLIO L eterna voglia di stupire del Burattini Opera Festival VIA TOMBESI Centro sociale compie 25 anni SONO 25 gli anni compiuti dal Centro Sociale Sereni di via Tombesi, che per festeggiare l occasione organizzerà nelle giornate del 12, 13 e 14 luglio alcuni eventi ai quali parteciperanno i sindaci che in tutti questi anni si sono succeduti. Nell occasione sarà premiata anche Sara Cambrini, la volontaria più anziana del centro, con un riconoscimento consegnato a nome di tutti i soci. I FESTEGGIAMENTI inizieranno questa sera alle con il concerto della banda di Colbordolo, continueranno domani: dalle 16 si ballerà con l orchestra Ballo mania, alle 18 si terrà la rottura delle pignatte e alle 19 sarà offerta la cena a tutti i partecipanti. Infine lunedì 14 luglio avrà luogo la gara di bocce mentre i festeggiamenti avranno termine venerdì 18 luglio con una cena. Per eventuali informazioni ed iscrizioni alla festa è possibile rivolgersi direttamente al centro sociale, in via Tombesi 15, oppure n.r. IL «BURATTINI OPERA FE- STIVAL» compie 27 anni e dal 15 al 19 luglio proporrà cinque spettacoli diversi, ogni sera dalle nel cortile di palazzo Antaldi a Pesaro, sotto la direzione artistica di Renzo Guerra. «ABBIA- MO anche due compagnie spagnole fra gli ospiti internazionali annuncia Ornella Pucci, ideatrice del festival nonché presidente dell Arci di Pesaro. Sarà proprio una compagnia di Madrid, Angeles De Trapo, ad aprire la rassegna, martedì sera, con lo spettacolo Viaggiatori sulla giostra sul genere mimo, con sagome, figure animate e musica. Quindi mercoledì 16 luglio sul palco si esibirà la compagnia jesina Teatro Pirata con lo spettacolo Robinson Crusoe. L avventura che vedrà in scena pupazzi, marionette ed oggetti. Poi giovedì Renzo Guerra con la compagnia Teatro La bottega fantastica metterà in scena A Siviglia c è un barbiere, spettacolo di burattini tradizionale, sorta di parodia dell opera rossiniana a cui è ispirata, mentre venerdì sarà protagonista lo spettacolo Attento Pierino... arriva il lupo! della compagnia Il baule volante. A concludere la rassegna, sabato 19 luglio, ci sarà quindi l altra compagnia spagnola El retablo con lo spettacolo Animali». «IL MOTIVO conduttore di questa edizione è una certa dolcezza: sono spettacoli teneri, quasi tutti, a partire dal primo e anche molto divertenti, comici», assicura il direttore artistico Renzo Guerra. «Ringraziamo per la collaborazione la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro anche per l ospitalità e il Comune, la Provincia e la Regione per il patrocinio; abbiamo fiducia nell amministrazione comunale per la considerazione e il supporto che vorrà riconoscere al Bof evidenzia Ornella Pucci. I prezzi dei biglietti sono fermi da anni e non ci sembrava il caso di ritoccarli di questi tempi. Il Bof è un offerta di qualità per le famiglie e vuole contribuire a valorizzare il centro storico. Come MERAVIGLIOSO Ornella Pucci: «Spettacolo per famiglie se ce n è uno» Ospiti 2 compagnie spagnole per le altre eccellenze, il Bof va sostenuto tra gli eventi di alto livello». Sostiene il vicesindaco Daniele Vimini: «Pesaro è all avanguardia a livello nazionale per l offerta culturale per i bambini e questa manifestazione ha anche un carattere internazionale visto che vi si esibiscono note compagnie anche straniere e viene proposto anche uno spettacolo ispirato a Rossini». L ingresso è gratuito per bambini fino ai 3 anni, mentre costa 5 euro per i piccoli fino ai 10 anni e 7 euro per chi ha da dieci anni in su. I posti sono numerati. Gli orari e Benedetta Andreoli FANO DEBUTTO ALLA ROCCA MALATESTIANA L impegno delle donne «LE DONNE sono davvero esseri umani?» è il titolo della commedia con cui stasera (alle ore 21) la compagnia «Teatro LaVanda» debutta alla Rocca Malatestiana di Fano. In scena sette artisti racconteranno l impegno sociale e politico della donna nel Risorgimento: gli attori Daniele Cecconi e Paola Prinzivalli, i chitarristi classici Fabrizio Benedetti e Riccardo Paci, l attrice e cantante Tiziana Stefanelli e la poetessa Vanda Stefanelli, autrice di libri per bimbi che debutta come attrice assieme Mario Falminio. PESARO Cinema di Pesaro e Provincia UCI CINEMAS Piazza Stefanini TUTTA COLPA DI FREUD (Sala 1) BABYSITTING (Sala 2) MAI COSI VICINI (Sala 3) BIG WEDDING (Sala 4) TUTTE CONTRO LUI (Sala 4) INOLTRE: IL MAGICO MONDO DI OZ LE ORIGINI DEL MALE (Sala 5) MALEFICIENT (Sala 6) ACQUALAGNA CINEMA A. CONTI Piazza E. Mattei n.11/ JERSEY BOYS innuovo edimperdibile film di CLINT EASTWOOD. Ore 21:15. FANO UCI CINEMAS Via Einaudi LE ORIGINI DEL MALE 18:15-20:35-22:45. IL MAGICO MONDO DI OZ 17:45. TUTTE CONTRO LUI 20:00-22:20. TUTTA COLPA DI FREUD 17:15-20:00-22:40. BABYSITTING 18:30-20:30-22:30. MAI COSI VICINI 17:30-20:20-22:40. MALEFICENT 18:00-20:20. BIG WEDDING 22:35. SANT ANGELO IN VADO CINEMA APOLLO Via Piobbichese LE ORIGINI DEL MALE - VM 13 AN- NI ORE 21:15. URBINO CINEMA DUCALE Via F. Budassi SALA 1 SOLO GLI AMANTI SO- PRAVVIVONO FERIALE E FESTIVO SPETTACOLO UNICO ORE SALA 2 JERSEY BOYS FERIALE E FESTIVO SPETTACOLO UNICO ORE

19 y(7hb5j0*qotoro( +&!z!/!#!? Posteitaliane Sped.inA. P.- D.L.353/2003 conv.l. 46/2004,art. 1,c. 1, DCB-AN - Taxe Perçu CorriereAdriatico +dorso nazionaledelmessaggero a 1.20 (RegioneMarche) Dal 1860 il quotidiano delle Marche PESARO e FANO Anno154N 190 Sabato12Luglio Merloni chiude un epoca. Ecco Whirlpool Indesit ceduta agli americani per 758 milioni e il 60,4% delle quote. Trattativa in tempi record Fabriano Si chiude un epoca, Indesit diventa a stelle e strisce. La famiglia Merloni ha infatti venduto oltre il 60% della società agli americani della Whirlpool, un colosso con68 mila dipendenti e un fatturato 2013 di oltre 19 miliardi di dollari con 66 tra fabbriche e centri di ricerca in tutto il mondo. Il prezzo è di 11 europer azione per un esborso complessivo di 758 milioni. Quando tutte le autorità avranno dato il loro assenso, dall'antitrust al tribunale di Ancona, il controllo passerà quindi alla multinazionale Usa. Nonostante le assicurazioni, però, il territorio e i sindacati mostrano cautela quando non allarme sull'accordo, in particolare sui riflessi sull'occupazione. Benedetti Alle pagine 2, 3 e 5 Vittorio Merloni con i figli Aristide, Maria Paola e Andrea qualche anno fa nello stabilimento di Lodz, in Polonia μil processo per l omicidio che ha sconvolto una città intera comincerà davanti alla Corte d Assise il 30 ottobre Delitto Ferri, rinviati a giudizio Sabanov e Bari Donald Sabanov accusato di omicidio volontario premeditato μlunghe code sull autostrada A14 Groviglio tra camion e trattore stradale Due feriti gravi Senesi In cronaca di Pesaro μcampagna acquisti avviata, nonostante tutto La Vuelle sceglie in Usa arriva la guardia Myles SPORT Pesaro Il processo per l'assassinio di Andrea Ferri ha finalmente una data di inizio, il prossimo 30 ottobre davanti alla Corte d'assise, alla presenza di sette giudici popolari e due togati. Così ha disposto il Gip Maurizio Di Palma dopo un'udienza lunga sei ore in Camera di Consiglio. Rinviati a giudizio il macedone, ex dipendente Donald Sabanov e il magrebino Karim Bari, entrambi imputati con l'accusa di omicidio premeditato volontario in concorso per l'efferato delitto che il 4 giugno di un anno fa sconvolse Pesaro. Francesconi In cronaca di Pesaro μirruzione dei malviventi all obitorio Zig zag tra le bare I ladri portano via la cassaforte In cronaca di Pesaro ESTATE μa Portonovo Marche in vetrina Premiata l eccellenza μil Governatore Spacca è cauto Valuterò i nuovi progetti Buroni A pagina 2 μla fine di una storia Per 84 anni un sogno marchigiano Morbiducci A pagina 5 Ancona Fieri di essere marchigiani ed orgogliosi di essere diventati gli ambasciatori nel mondo di questa regione. Questi i sentimenti espressi da tutti i premiati alla serata dei Marchigiani dell anno. In Cultura e Spettacoli La giornalista Barbara Capponi L ANALISI Un idea ambiziosa E GIANFRANCO VIESTI anche Indesit e Merloni sono passate in mano straniera. Grandi marchi che hanno segnato la storia dell industria italiana: la prima, nata a Torino nel 1953, era poi passata nel 1987 sotto il controllo della seconda, marchigiana, uno dei casi più di successo della Terza Italia adriatica. Adesso sono parte di un gruppo multinazionale, di dimensioni ben maggiori, con sede nel Michigan, Stati Uniti. Seguono la sorte della Ignis, che fa parte da molti anni dello stesso gruppo, Whirlpool. È un bene o un male? Impossibile dare un giudizio in assoluto. Gli effettidi questeoperazionivariano molto da caso... Continuaa pagina 21 GLI SCENARI I marchi emigrati S SILVIA GASPARETTO pagnoli, francesi e americani. Ma anche cinesi, russi, turchi e arabi. I grandi marchi del Belpaese continuano a fare gola ai grandi investitori stranieri e, mentre gli emiratini di Etihad aspettano di chiudere l'accordo per potarsi acasa (e salvare) il 49% dell'ex compagnia di bandiera Alitalia, un nuovo pezzetto di Italia vola oltreoceano: è la Indesit, marchio storico della famiglia Merloni, ceduta agli americani di Whirlpool. La compagnia marchigiana ha ceduto il 60,4% per 758 milioni di euro, e gli americani lanceranno poi un'opa sul rimanente. Con questa operazione... Continuaa pagina 21 Pesaro Secondo acquisto per la Vuelle Pesaro, che dopo Raspino si è assicurata ieri la guardia statunitense Anthony Myles, giocatore poco conosciuto, ma su cui Cioppi non ha avuto dubbi. Intanto siaspettail rinnovo del contratto di Musso e si parla di Nicholas Crow, figlio d arte. Facenda Nello Sport Anthony Myles

20 Sabato12Luglio Online I CONFINI SI ESTENDONO MARCHE Macroregione, le strategie Spacca: I progetti discussi tra enti locali e otto Governi A gennaio parte la nuova realtà adriatico-ionica Italia, Slovenia, Croazia, Albania, Bosnia-Erzegovina,Montenegno, Grecia e Serbia: queste le otto entità nazionali che entreranno a far parte della Macroregione Adriatico-Ionica. Oltre 70 milioni di persone per la terza strategia Macroregionale che anticiperà il percorsodi formazione della quartastrategia macroregionale dell'ue: quellaalpina. La Mraisarà una realtà senza appesantimentiburocratici, che sarà operativadal 1 gennaio 2015e che potrà accedere ai finanziamenti della Banca Europea degli Investimenti. Restanoda definireancora i ruoli di questo nuovo soggetto: autentica sfida per definireassetti di primaimportanza come turismo, commercio ed ambiente. IL CALENDARIO SAVERIOSPADAVECCHIA Fabriano Fabriano Una Macroregione per unire 8 paesi e per creare un progetto di sviluppo equilibrato e sostenibile per tutte le comunità coinvolte: questo il tema affrontato nella giornata di ieri a Fabriano, durante la seconda giornata del convegno europeo che ha analizzato il valore delle strategie Macroregionali nel quadro dell'unione Europea. Una Macroregione Adriatico-Ionica che dovrà assicurare una governance dal basso e che dovrà essere fondata sul Forum delle Città Adriatiche, sulle Camere di Commercio, sulle Università, su istituzioni regionali unite in network e sul Segretariato Iai. L incontro sulla Macroregione ieri a Fabriano Questi i cinque punti fondamentali secondo Gian Mario Spacca, ribaditi anche ieri durante il convegno europeo ospitato dal Teatro Gentile di Fabriano. Organizzato congiuntamente dalla Commissione Coter (coesione territoriale) del Comitato delle Regioni dell'unione Europea e dalla Regione Marche, il convegno è stato occasione per avvicinarsi ulteriormente alla Macroregione Adriatico Ionica che dal 1 gennaio 2015 sarà la terza strategia Macroregionale europea. "I progetti che prenderanno via a gennaio - ha continuato il Presidente Spacca - saranno quelli che nasceranno dalla convergenzadeivari soggettiistituzionalidelleregioniedegli ottogoverni, ma anche quelli che prenderanno le mosse dalla società civile, dalle città, dalle imprese, dalle università, dalle Camere di commercio. Noi, come Regione, abbiamo presentato alcune proposte; credochelapiù importante sia la creazione di una Cloud, di un sistema integrato su web, che colleghi tutta la macroregione e che porti, nel 2020, a una banca dati unica di tutta l'area". Il presidente del Comitato delle Regioni, Michel Lebrun, introducendo la conferenza sulla Macroregione Adriatico-Ionica ha ringraziato il presidente Spacca per il ruolo svolto nell'ambito del Comitato delle Regioni e ha sottolineato come Fabriano sia il luogo ideale per condividere le strategie nell'ottica della Mrai. "Gestire in modo transnazionale e integrato politiche fondamentali come trasporti, turismo, ambiente, pianificazione dell'uso del suolo e delle risorse marine - ha poi evidenziato Lebrun - può davvero portare a risolvere problemi comuni alla Macroregione che sarebbe impossibileaffrontarein unaprospettiva nazionale o locale. Serve però un modello di governo della strategia coerente innovativo, in cui le regioni diano un contributo decisivo anche alla pianificazione e al coordinamento degli interventi e tutti i livelli amministrativi siano coinvolti e mobilitati su obiettivi condivisi". RIPRODUZIONE RISERVATA Con la cessione del ramo d azienda Dirpa Si sbloccano finalmente i lavori per concludere la Quadrilatero Quadrilatero, il ministro riesce a sbloccare l opera IL CANTIERE Ancona L assessore regionale alle Infrastrutture, Paola Giorgi ha ricevuto notizia che il ministro allo Sviluppo Economico, Federica Guidi ha firmato il decreto che consente di procedere alla vendita di Dirpa e sarà quindi ora possibile cedere il ramo d azienda per la realizzazione del tratto della SS 76 Ancona Perugia. Soddisfazione è stata espressa dall assessore Giorgi che ha commentato: Attendevamo questo atto da tempo, perché era fondamentale per il riavvio dei lavori per il collegamento Ancona-Perugia e poter uscire così da un empasse burocratica. Già nell incontro dello scorso giugno al Ministero, con il presidente Spacca avevamo manifestato le nostre perplessità sollecitando questo decreto. Avevamo chiesto con fermezza tempi e modalità certi per il riavvio dei lavori della ss/76 e finalmente oggi la buona notizia. Ora il commissario Daniela Saitta ha tutte le certezze necessarie per dar corso alle procedura di vendita del ramo d azienda, essendo già state recepite le manifestazioni di interesse. La data di ottobre concordata per la verifica dell andamento dei lavori resta dunque ultimativa per la Regione Marche secondo il crono programma, approvato anche dalla Quadrilatero, che, ricordiamo, prevede: da luglio a metà novembre, avvio della fase preliminare per il perfezionamento dei contratti di affidamento dei lavori e le contestuali operazioni di ripristino delle aree di cantiere. Nel corso di questa fase, tra agosto e novembre, è previsto il riavvio delle opere più significative sulla SS76 quali la galleria Gola della Rossa, lo svincolo di Borgo Tufico, viadotto Serra San Quirico e di quattro gallerie naturali. I termini di completamento di tutte le opere sono previsti nel 2015 per la SS 318 e nel 2017 per la SS 76. RIPRODUZIONERISERVATA μcamere di commercio, altre iniziative dopo il sit-in nelle prefetture I sindacati si mobilitano contro i tagli LA PROTESTA Ancona Dopo la mobilitazione sotto le prefetture di tutta la regione continua l impegno di Cgil, Cisl e Uil per far comprendere le conseguenze negative che si determinerebbero con la politica dei tagli che coinvolge anche le Camere di commercio. Gli stessi presidenti delle Camere di commercio, tra cui il presidente di Ancona Giampieri - si legge in una nota -, hanno evidenziato gli effetti della nuova normativa, che oltre a colpire le imprese, comporterà l'inevitabile riduzione di iniziative e patrocini svolti in collaborazione con associazioni di categoria, Regione, Comuni, università ed enti pubblici. Attualmente infatti le camere di commercio si occupano di sviluppo internazionale delle imprese, servizi e-gov per facilitare i rapporti tra imprese e pubbliche amministrazioni, favorire l'accesso al credito. La Cisl Fp evidenzia preoccupazione oltre che per l impatto negativo sui μl assessore Malaspina bacchetta il senatore sul caso biogas Morgoni non conosce il problema LA POLEMICA Ancona E sconcertante constatare quanto la non conoscenza della situazione reale alimenti prese di posizione prive di alcun fondamento che potrebbero portare ad assumere decisioni emotivee non adeguatamente meditate. E quanto sta accadendo con l'atteggiamento del senatore Mario Morgoni le cui dichiarazioni e Maura Malaspina i cui intendimenti sembrano dettati esclusivamente dall' Sarebbe al contrario necessario che, oltre ad emette- impulsività. Così l'assessore regionale all'ambiente Maura Malaspina sulla presa di condanna che poggiano su bare sentenze di censura e di posizione del senatore Pd sul si del tutto slegate dalla realtà Via postuma agli impianti biogastodemocraticomario dei fatti, il senatore del Parti- Morgo- cittadini per i circa 400 lavoratori camerali, dipendenti delle Unioncamere Regionali e delle Aziende Speciali aventi spesso anche contratti privatistici. La Cisl dice si alla riorganizzazione del sistema camerale ed alla riorganizzazione dei costi per valorizzare le professionalità esistenti garantendo i servizi alle imprese, losviluppo economico dei territori ed il posto di lavoro agli occupati. Contestualmente dice un deciso no all'attuale taglio del contributo annuale. RIPRODUZIONE RISERVATA ni, così come gli altri parlamentari, si impegnassero seriamente - aggiunge Malaspina - a elaborareeproporresoluzioni che possano porre fine al problema giuridico creato dal legislatore nazionale. Spero siano utili - alcuni chiarimentisullavicendadelle politiche energetiche: il dl n. 91/2014, emanato dal Governo Renzi, è diretto a salvare lo Stato italiano e non la Regione Marche, per superare sia una sperequazione di trattamento giuridico tra territori regionali all'interno dello stesso Paese, sia una contraddizione tra normativa nazionale ed europea. L' interpretazione di Morgoni è dunque priva di fondamento. RIPRODUZIONE RISERVATA All Interporto Trasporto Summit sui nodi L INIZIATIVA Ancona Strette fra la concorrenza sleale dei Tir stranieri e le infiltrazioni della criminalità organizzata, le imprese marchigiane dell'autotrasporto si trovano ad affrontare una crisi gravissima: nel corso di questi anni centinaia hanno chiuso, migliaia i lavoratori licenziati o in cassa integrazione. Nel 2013 il fenomeno si è ancora di più incrementato e non sembra rallentare come confermano i dati del primo trimestre del Una situazione che incide sull'occupazione nel settore, con una impennata dell'utilizzo degli ammortizzatori sociali che hanno raggiunto livelli incredibili triplicando i valori del 2012 già considerevoli. Per parlare dei problemi che attanagliano la categoria, le organizzazione dell'autotrasporto Cna-Fita, Confartigianato trasporti hanno organizzato un incontro pubblico "Autotrasporto merci, lotta alle imprese illegali e rispetto delle regole per vincere la crisi" in programma per questa mattina alle 10 nella Sala Interporto Marche in Via Coppetella 4, a Jesi. Sono stati invitati i parlamentari marchigiani, europarlamentari, rappresentanti delle istituzioni e forze di polizia. RIPRODUZIONERISERVATA L incontro per scrivere il futuro del partito Giovanni Toti oggi ad Ascoli per il summit di Forza Italia Forza Italia ad Ascoli con Giovanni Toti Ancona Il futuro di Forza Italia nelle Marche passa da Ascoli, con l incontro che si terrà oggi alla presenza di Giovanni Toti esponente nazionale di Forza Italia, ospite del sindaco Guido Castelli. Il gruppo regionale di Forza Italia - si legge in una nota - esorta la partecipazionedegli amministratori del centrodestra, accompagnati dai simpatizzanti e da tutti coloro che hanno partecipato in modo attivo alle ultime elezioni nelle fila del centrodestra, che sarà fondamentaleper contribuire a costruire un progetto comune vincente alle urne e nell'amministrazione, come avvenuto ad Ascoli Piceno. All incontro di oggi saranno presenti i consiglieri regionali di Forza Italia Graziella Ciriaci, Elisabetta Foschi ed Enzo Marangoni, capitanati dal capogruppo Umberto Trenta: saranno in prima fila per stimolareildialogo etrasmettere le loro esperienze sui diversi territori della Regione Marche, affinché l'onda lunga dell' effetto Ascoli e Urbino - è la speranza del partito espressa in una nota - invada la Regione Marche e l'italia, regalando ai cittadini marchigiani già alle elezioni regionali del 2015 un cambio di rotta della politica amministrativa che aspettano da 20 anni. L invito è rivolto a tutte le componeneti politiche regionalialternative alpd nessuna esclusa. RIPRODUZIONERISERVATA

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

Sintesi del ddl delega su Pubblica amministrazione

Sintesi del ddl delega su Pubblica amministrazione Sintesi del ddl delega su Pubblica amministrazione Ruolo unico per i dirigenti statali che potranno rimanere in carica per 4 anni (con l'aggiunta di 2 anni se necessario, ma per una sola volta). Licenziamenti

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

RIFORME DI SISTEMA PER LA RIDUZIONE DEI COSTI IMPROPRI DELLA POLITICA, DELLE ISTITUZIONI, DELLE AMMINISTRAZIONI

RIFORME DI SISTEMA PER LA RIDUZIONE DEI COSTI IMPROPRI DELLA POLITICA, DELLE ISTITUZIONI, DELLE AMMINISTRAZIONI Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori RIFORME DI SISTEMA PER LA RIDUZIONE DEI COSTI IMPROPRI DELLA POLITICA, DELLE ISTITUZIONI, DELLE AMMINISTRAZIONI Il tema della riduzione dei costi della politica,

Dettagli

Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA

Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA Europee 2014 Analisi del voto In Italia a cura di Ipsos PA Europee 2014 - commento La consultazione europea ha avuto l effetto di un terremoto che ha modificato il panorama politico in profondità. La nettissima

Dettagli

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO DA UNO STATO PESANTE AD UNO STATO SEMPLICE. Viviamo in un Paese complesso e complicato. Schiacciato da un coacervo di norme che aggiunto ad una sovrapposizione,

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI CAMERA DEI DEPUTATI 41 MARTEDÌ 20 GENNAIO 2015 XVII LEGISLATURA BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI INDICE DELEGAZIONE PRESSO L ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 10.01.2015. Il Sole 24 Ore

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 10.01.2015. Il Sole 24 Ore RASSEGNA STAMPA Sabato, 10.01.2015 Il Sole 24 Ore 1 «Pa, con altri tagli indistinti servizi a rischio» 2 Silenzio-assenso per tutte le Pa 3 «Split payment» sulle fatture 2015 4 Doppio binario in contabilità

Dettagli

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA La Federazione Metropolitana ha avviato un percorso di coinvolgimento dei territori, in vista della elezione nel 2016 del Sindaco di Milano e di tanti altri Sindaci in Comuni dell area metropolitana (per

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

Sul governo e sul progetto dell istituzione scolastica

Sul governo e sul progetto dell istituzione scolastica Milano 8 aprile 2015 INCONTRO CON I CAPIGRUPPO CONSIGLIARI DI REGIONE LOMBARDIA Introduzione ai lavori a cura di Silvio Colombini (Segretario generale CISL Scuola Lombardia) Premessa Il Governo ha scelto

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2115 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore QUAGLIARIELLO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 OTTOBRE 2015 Modifiche all articolo 83 della Costituzione

Dettagli

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 664 BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE 28 aprile 2014 INDICE 2 10 milioni

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

Newsletter n. 102 del 30 aprile 2015 Facciamo il punto sulla legge per la Scuola

Newsletter n. 102 del 30 aprile 2015 Facciamo il punto sulla legge per la Scuola Newsletter n. 102 del 30 aprile 2015 Facciamo il punto sulla legge per la Scuola L'arrivo in Commissione del disegno di legge 2994 sulla scuola sta consentendo quel confronto parlamentare che è stato alla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti RASSEGNA STAMPA Giovedì, 26.03.2015 Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Statali via libera ai licenziamenti. Cambiano i concorsi 2 La sforbiciata delle partecipate

Dettagli

Senato della Repubblica. n. 312 Supplemento. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA

Senato della Repubblica. n. 312 Supplemento. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati n. 312 Supplemento GIUNTE E COMMISSIONI Sedute di mercoledì 19 novembre 2014 19 novembre 2014 Indice

Dettagli

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Desidero intanto ringraziare tutti voi per aver accolto l invito dell ACI a partecipare a questo incontro, che rappresenta un ritorno ad una tradizione

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Player mondiale con un identità globale

Player mondiale con un identità globale PROTAGONISTI. Parla il presidente di Indesit Company Player mondiale con un identità globale Nata come impresa familiare, oggi è una multinazionale che persegue una politica di brand acquisition. Vittorio

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

venerdì 13 dicembre 2013

venerdì 13 dicembre 2013 Ufficio Stampa CISL Bergamo Rassegna Stampa venerdì 13 dicembre 2013 venerdì 13 dicembre 2013 TERMOMETRO DELLA CRISI Salgono a 287 le istanze di fallimento depositate alla Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno http://www.freelancenews.it/index.php?option=com_content&view=article&id=299:chiu sura-tar-salerno-de-luca-cirielli-commenti&catid=8&itemid=109 Il sindaco di Salerno

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA DELLA RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Uno Stato più snello e dinamico per non morire di burocrazia UNA RIFORMA TRE PRINCIPI SEMPLIFICARE LA VITA DEI CITTADINI AIUTARE CHI INVESTE TAGLIARE GLI SPRECHI

Dettagli

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 27/03/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 Rassegna del 27 marzo 2014 ATTIVITA' ECONOMICHE Il Mattino 35 «DISSESTO, DALLA CORTE GIUDIZIO SUPERFICIALE E BASATO SU DATI

Dettagli

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29 Testata: LA REPUBBLICA Sassoli de Bianchi (Upa): La pubblicità e i consumi tornano a crescere nel 2015. Google paghi i diritti d autore PAG. 29 Testata: ITALIA OGGI Costa: ora il progetto per l editoria

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 di Sabrina Giannini MILENA GABANELLI IN STUDIO Un mese e mezzo fa ci eravamo occupati della concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio molte imprese

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

IL CAOS NORMATIVO IN MATERIA DI PROVINCE *

IL CAOS NORMATIVO IN MATERIA DI PROVINCE * IL CAOS NORMATIVO IN MATERIA DI PROVINCE * di Federica Fabrizzi (Ricercatore di Istituzioni di diritto pubblico Università Telematica Internazionale Uninettuno) 8 gennaio 2014 Servirebbe una relazione

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

ELEZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA

ELEZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA ELEZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA Fonti normative Costituzione della Repubblica italiana D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 Approvazione del testo unico delle leggi recanti norme

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE IL FUTURO È ADESSO Con le elezioni regionali del prossimo marzo abbiamo la possibilità di portare la nostra regione e il nostro territorio

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

Gruppo parlamentare del PD della Camera. Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto. 30 giugno 2015

Gruppo parlamentare del PD della Camera. Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto. 30 giugno 2015 Gruppo parlamentare del PD della Camera Le unioni civili La corruzione L immigrazione Le intenzioni di voto 30 giugno 2015 Le unioni civili Nota di commento 3 Le unioni civili Il family day ha riproposto

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 768 VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI 18 settembre

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Rubrica Edilizia Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. 1 Edilizia & Territorio (Sole 24 Ore) 30/01/2016 NULLAOSTA ANTIMAFIA, AVVIO AL RALENTI PER LA BANCA DAIT DEL VIMINALE 2 Edilizia

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università Miur Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università In allegato il testo del ddl 28 ottobre 2009 CDM, VIA LIBERA A DDL RIFORMA UNIVERSITA' 2009-10-28 11:11 * * * In allegato, il comunicato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BORGHESI, MESSINA, MURA, FAVIA, DI GIUSEPPE, ZAZZERA, CIMADORO, PIFFARI, DI STANISLAO, PALADINI,

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

News da Regione Lombardia. 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti

News da Regione Lombardia. 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti News da Regione Lombardia 21 Gennaio 2016-202 edizione - Newsletter a cura di Fabrizio Cecchetti I Miei Prossimi Impegni Mercoledì 27 Gennaio Ore 10:00, Commissione Bilancio del Consiglio Regionale della

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO TAVOLA ROTONDA IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO Palazzo Altieri - Sede di rappresentanza del Banco Popolare Traccia dell introduzione di Gian Primo Quagliano, Presidente Centro Studi Promotor

Dettagli

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato 150 idee per il libero mercato Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato di Andrea Giuricin Il futuro dello stabilimento di Termini Imerese è al centro del dialogo tra sindacati, Fiat e governo.

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA UNO STATO PESANTE A UNO STATO SEMPLICE

LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA UNO STATO PESANTE A UNO STATO SEMPLICE LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA UNO STATO PESANTE A UNO STATO SEMPLICE LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA UNO STATO PESANTE A UNO STATO SEMPLICE L amministrazione pubblica entra

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI. presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997. (Relatore: RUGGERI) SUL DISEGNO DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI. presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997. (Relatore: RUGGERI) SUL DISEGNO DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 4179-A CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE DELLA X COMMISSIONE PERMANENTE (ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO) presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997 (Relatore:

Dettagli

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre!

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! SPECIALE 2X1000 APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! PASSAPAROLA! Ti ricordiamo di indicare la quota del 2x1000 Irpef in favore di Forza Italia

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

La riforma del Senato non è perfetta, ma serve rottura

La riforma del Senato non è perfetta, ma serve rottura Published on Linkiesta.it (http://www.linkiesta.it) Home > La riforma del Senato non è perfetta, ma serve rottura 6/04/2014 Oltre le critiche La riforma del Senato non è perfetta, ma serve rottura Cambiare

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI 667 DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 36 del 2014: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica 45 Atlante Politico Indagine Demos & Pi per la Repubblica Rapporto, ottobre 2014 NOTA INFORMATIVA L'Atlante Politico è realizzato da Demos & Pi per La Repubblica ed è curato da Ilvo Diamanti, insieme a

Dettagli

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE Torino 11-12 giugno 2008 Prof. Marcello Pierini Nelle Conclusioni della Presidenza del Consiglio Europeo del 21 e 22 giugno 2007

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Acer 8 La Repubblica - Cronaca di Roma 29/12/2015 APPALTO PONTE DELLA SCAFA "NESSUN RAPPORTO CON NAVARRA" (F.salv.) 3 Rubrica Lavori pubblici

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Confindustria Giovani Imprenditori. Il Nuovo Rinascimento Uomini e tecnologie per il rilancio del sistema Italia XVIII Convegno di Capri

Confindustria Giovani Imprenditori. Il Nuovo Rinascimento Uomini e tecnologie per il rilancio del sistema Italia XVIII Convegno di Capri Confindustria Giovani Imprenditori CONVEGNO GIOVANI IMPRENDITORI Il Nuovo Rinascimento Uomini e tecnologie per il rilancio del sistema Italia XVIII Convegno di Capri On. Lucio Stanca - Ministro Innovazione

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Caprera, 16 dicembre 1877 "Desidero che l utilissima scoperta del professor Michela sia messa in opera." Giuseppe Garibaldi Questa lettera è uno dei tanti

Dettagli

WHIRLPOOL SOTTOSCRIVE ACCORDI PER L ACQUISIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE DI MAGGIORANZA IN INDESIT

WHIRLPOOL SOTTOSCRIVE ACCORDI PER L ACQUISIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE DI MAGGIORANZA IN INDESIT Contatto: Whirlpool Corporation Media: 269/923-7405 oppure Media@Whirlpool.com Financial: Chirs Conley, 269/923-2641 Investor_Relations@Whirlpool.com Contatto: Fineldo S.p.A. Via della Scrofa, 64 Roma,

Dettagli

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 839 PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA 28 novembre 2014 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Senato della Repubblica. n. 120. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA

Senato della Repubblica. n. 120. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati n. 120 GIUNTE E COMMISSIONI Sedute di domenica 24 novembre 2013 24 novembre 2013 Indice 2 INDICE Commissioni

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12 11ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) INTERROGAZIONI 43ª seduta: giovedì 12 dicembre 2013 Presidenza della vice presidente

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

RassegnaStampa 22/02/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 22/02/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 22/02/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 EVIDENZE 7 22/02/2014 IL MESSAGGERO FROSINONE ASI, PROIA ELETTO NUOVO PRESIDENTE CRONACA 8 22/02/2014 CORRIERE DELLA SERA

Dettagli

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione: CONSIGLIO GENERALE (1) ORDINE DEL GIORNO SU FORMAZIONE Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli