AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 31/10/2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 31/10/2011"

Transcript

1 AUSL RAVENNA Rassegna stampa del 31/10/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AUSL RAVENNA 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Sequestrato il cantiere dell'infortunio sul lavoro 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Esce di strada e si schianta contro un palo Automobilista 53enne in prognosi riservata 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Nazionale Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanit... 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna La protesta riguarda il taglio del... 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna «Pediatria, qui d'inverno sarà il caos» 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna «Mio figlio senza sostegno per i tagli» 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio... 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini "Mio figlio: povero alunno di serie B" SANITÀ NAZIONALE 31/10/2011 Corriere della Sera - ROMA «Io, discriminata perché lesbica» 31/10/2011 Corriere della Sera - ROMA Medici, precari e anche a stipendio ridotto 31/10/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Nord e Sud Divisi dal Rischio Salute Pagelle che ci Aiutano a Intervenire 31/10/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Le due Italie della Sanità Bypass più rischioso al Sud 31/10/2011 Il Sole 24 Ore Per i medici la polizza punta all'anticipo

3 31/10/2011 Il Sole 24 Ore Medico responsabile del trasporto omesso 31/10/2011 La Repubblica - Torino La Regione chiude Villa Cristina e chiede aiuto alle altre cliniche 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale Brevi e pessime notizie sulla sanità, da noi e fuori 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale Boom di errori medici assicurazioni in fuga "Troppi danni da pagare" 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale "Per i pazienti è più facile avere ragione e le cause sono diventate un business" 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE I MEDICI: "NON SONO GLI STRANIERI A PORTARE LA TBC E LE MALATTIE SESSUALI 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLARME DEI MEDICI, TORNA LA GOTTA 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE IL PEDIATRA DEL FUTURO 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE L'OBIETTIVO? LIMITARE LE COMPLICAZIONI 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLO STUDIO UN PIANO DI LOTTA GLOBALE 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLARME SANITÀ, IL BILANCIO È IN ROSSO 31/10/2011 Il Messaggero - ROMA «Gallerie a rischio esplosioni ora si deve intervenire subito» 31/10/2011 Il Messaggero - ROMA Policlinico, il dossier del rischio 31/10/2011 Il Giornale - Nazionale Il medicinale senza marchio è garantito e costa meno 31/10/2011 Il Giornale - Milano Fatebenefratelli e Melloni, oggi corsie a ranghi ridotti 30/10/2011 Avvenire - Nazionale INFLUENZA IN FORMA TENUE MA I MEDICI: VACCINARSI

4 31/10/2011 La Repubblica - Affari Finanza "Parafarmacie disposte al dialogo" 31/10/2011 La Repubblica - Affari Finanza Debito pubblico, taglio della spesa e concorrenza dei farmaci generici 31/10/2011 ItaliaOggi Sette Restyling per le procedure automatiche

5 AUSL RAVENNA 8 articoli

6 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 5 (diffusione:165207, tiratura:206221) LUGO IL FERITO È SEMPRE GRAVE Sequestrato il cantiere dell'infortunio sul lavoro RESTANO stazionarie, seppur in un generale quadro di gravità, le condizioni del 50enne di nazionalità marocchina e residente a Bagnacavallo, che nel tardo pomeriggio di sabato è caduto da oltre 5 metri di altezza mentre stava tinteggiando le pareti interne di un capannone situato in via della Dogana a Lugo. Illeso invece il giovane connazionale, nipote del 50enne, che stava anch'egli lavorando all'interno del capannone. Intanto si è appreso che i tecnici della Medicina del Lavoro dell'ausl, intervenuti assieme al Corpo Unico della Polizia Municipale della Bassa Romagna, hanno proceduto a porre sotto sequestro il muletto ed il piccolo cantiere utilizzato per tinteggiare. Il capannone in cui si è verificato il grave infortunio è stato recentemente acquistato dalla Leone srl, azienda di Lugo per cui lavorano il 50enne ed il nipote. l.s. Image: /foto/9100.jpg AUSL RAVENNA 6

7 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 4 (diffusione:165207, tiratura:206221) SAN BARTOLO Esce di strada e si schianta contro un palo Automobilista 53enne in prognosi riservata È RICOVERATO in prognosi riservata all'ospedale di Ravenna un 53enne tunisino che nella notte tra sabato e domenica è uscito di strada con la sua auto, schiantandosi contro un palo. L'incidente è avvenuto poco prima delle due nei pressi di San Bartolo, all'altezza dell'incrocio tra le vie Cella e Trova. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri della compagnia di Cervia e Milano Marittima, oltre a due mezzi del 118. L'uomo, ricoverato nel reparto di chirurgia generale, ha riportato traumi alla testa e al torace. Image: /foto/9071.jpg AUSL RAVENNA 7

8 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ed. Nazionale Pag. 50 (diffusione:165207, tiratura:206221) Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanit... Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanitario nazionale Provincia di Piacenza MEDICA Osp. Privato S. Antonino viale Malta Piacenza t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Piacenza via Morigi Piacenza t RIABILITATIVA Osp. Privato S. Giacomo via S.Bono Ponte dell'olio (PC) t Provincia di Parma POLISPECIALISTICA Osp. Privato Città di Parma p.zza Maestri Parma t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Maria Luigia via Monte Pelato Nord Monticelli Terme (PR) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Val Parma via XX Settembre Langhirano (PR) t RIABILITATIVA Osp. Privato Villa Igea viale Berenini Salsomaggiore T. (PR) t POLISPECIALISTICA Hospital Piccole Figlie via Po Parma t RIABILITATIVA Centro Cardinal Ferrari via IV Novembre Fontanellato (PR) t Provincia di Reggio Emilia POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Salus Hospital via Levi Reggio Emilia t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Verde via L. Basso Reggio Emilia t Provincia di Modena POLISPECIALISTICA Osp. Privato Prof. Fogliani via Lana Modena t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Rosa via F.lli Rosselli Modena t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Igea via Stradella Saliceto S. Giuliano (MO) t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Hesperia Hospital via Arquà 80/A Modena t PNEUMOTISIATRICA Osp. Privato Villa Pineta via Gaiato Gaiato (MO) t Provincia di Bologna PSICHIATRICA Osp. Privato Ai Colli via S. Mamolo Bologna t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Baruzziana via Osservanza Bologna t RIABILITATIVA Osp. Privato Villa Bellombra via Bellombra Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Chiara via Porrettana Casalecchio Reno (BO) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Erbosa via Arcoveggio 50/ Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Laura via Emilia Levante Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Nigrisoli viale Ercolani Bologna t POLISPEC. PRONTO SOCCORSO Osp. Privato Prof. Nobili via della Fiera Castiglione Pepoli (BO) t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Villa Torri Hospital viale Filopanti Bologna t RIABILITATIVA Osp. Privato Santa Viola via della Ferriera Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Regina via Castiglione Bologna t RSA RSA Villa Ranuzzi via Casteldebole Bologna t RSA RSA Villa Serena via Toscana Bologna t Provincia di Ferrara MEDICA Osp. Privato Quisisana via Cavour Ferrara t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Salus via Arianuova Ferrara t RSA RSA Santa Chiara via Bellaria Ferrara t Provincia di Ravenna POLISPECIALISTICA Osp. Privato Domus Nova via Pavirani Ravenna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato San Francesco via Amalasunta Ravenna t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Villa M. Cecilia Hosp via Corriera Cotignola (RA) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato S. Pier Damiano H. via Isonzo Faenza (RA) t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Azzurra via Cavina Riolo Terme (RA) t MEDICA Osp. Privato Villa Stacchini via Stradone Faenza (RA) t Provincia di Forlì-Cesena POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Igea via Gramsci Forlì t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Serena via del Camaldolino Forlì t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Malatesta Novello via Renato Serra Cesena (FC) t AUSL RAVENNA 8

9 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ed. Nazionale Pag. 50 (diffusione:165207, tiratura:206221) POLISPECIALISTICA Osp. Privato San Lorenzino via dell'amore Cesena (FC) t Provincia di Rimini POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Maria via Matteotti Rimini t CENTRO RIABILITAZIONE Osp. Privato Villa Salus via Porto Palos Viserbella (RN) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Sol et Salus via S. Salvador Torre Pedrera (RN) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Prof. Montanari via Roma Morciano Romagna (RN) t RSA RSA Il Sole via Camilluccia Misano Adr. (RN) Ospedali privati autorizzati all'esercizio che non esegueno prestazioni a carico del S.s.n POLISPECIALISTICA Clinica Privata Villalba via Roncrio Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato M.F. Toniolo (A.R.I.S.) via Toscana Bologna t AUSL RAVENNA 9

10 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 27 La protesta riguarda il taglio del... La protesta riguarda il taglio del pronto soccorso notturno pediatrico all'ospedale di Faenza e a quello di Lugo AUSL RAVENNA 10

11 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 27 I genitori si chiedono come mai l'azienda non ha preso prima le misure necessarie per fare fronte alla carenza di medici per Faenza e Lugo «Pediatria, qui d'inverno sarà il caos» Comitato protesta duramente con l' Ausl per la chiusura del pronto soccorso notturno FAENZA. Contro lo stop al servizio notturno di pediatria monta la protesta. Con una nota puntuale quanto dai toni accesi, è il "Comitato in difesa della pe diat ria" a intervenire in una questione che tocca i reparti di pronto soccorso di Faenza e Lugo. D o p o l a d e c i s i o n e dell'ausl di sospendere il servizio notturno per riuscire a rispondere alla mancanza di 5 dei 20 pediatri in pianta organica n el l'intera provincia di Ravenna, oggi, scrive il comitato, quando si arriva in pronto soccorso con un bambino le scelte sono due: «La prima possibilità è quella di cercare di assistere e curare il proprio bambino in una sala d'attesa per loro inadeguata, seduti su di una seggiola assieme ad altri sfortunati come i nostri piccoli, ad esempio persone molto anziane e purtroppo molto ammalate che magari si lamentano (giustamente) o che vomitano o che urlano perché hanno l'alzheimer e ciò avviene quasi per un'intera notte, (perché purtroppo il problema avviene la notte da quando qualcuno ha deciso che per la pediatria di Faenza non sono previste le reperibilità notturne). La seconda possibilità - prosegue il comitato - è invece quella che i genitori o un genitore (se l'altro è rimasto a casa con un altro figlio) siano invitati o consigliati di recarsi con la propria auto presso l'ospedale di Ravenna. Oppure, se si è proprio gravi, si ha la "fortuna" di essere accompagnati con l'ambulanza». Questo è ciò che già sta avvenendo negli ultimi periodi, riferisce la nota, che racconta delle tante proteste che provengono dai genitori. «E le testimonianze sono tante. E cosa succederà durante il periodo invernale quando i bambini sono più predisposti ad ammalarsi!?». Il dito viene quindi puntato sulle cause che hanno originato il mancato servizio. L'Ausl dice che si tratta di una situazione temporanea, in attesa che vengano espletate le operazioni del concorso per l'assunzione dei pediatri. Nel frattempo, però, i 5 posti da coprire dopo che alcuni medici assunti a tempo determinato hanno trovato contratti stabili in altre strutture, non consentono lo svolgimento notturno dell'att iv ità di consulenza pediatrica in pronto soccorso. «Come mai - chiede il comitato - non sono state prese delle misure a monte in previsione della carenza di personale medico pediatrico?». AUSL RAVENNA 11

12 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 23 ISTRUZIONE «Mio figlio senza sostegno per i tagli» La denuncia di un ravennate, padre di un 12enne con difficoltà di apprendimento RAVENNA. Suo figlio, 12 anni, ha difficoltà di apprendimento. Una condizione per la quale sono previste agevolazioni e sostegni che, a causa dei tagli, l'istituto scolastico non è in grado di garantire. Lo denuncia in una lettera il padre dell'a do lescente, che frequenta un istituto scolastico medio inferiore della città. «Mio figlio - racconta - è sempre stato seguito dal personale dell'uni tà di neuropsichiatria inf a n t i l e dell'usl di R a v e n n a, non per disturbi psichici ma per difficoltà di apprendimento. Dopo tanti colloqui, nel marzo scorso, mentre frequentava la prima media, che tra l'altro sta ripetendo, abbiamo ottenuto la certificazione dsa. Una certificazione di disturbi di appredimento che, in base alla legge, prevede l'aiuto da parte della scuola sia a livello umano che a livello materiale per lo svolgimento di lezioni facilitate, l'uso di strumenti compensativi e un programma personalizzato oltre a tempi di valutazione più lunghi». Ausili e affiancamenti da parte di "tutor" (non un insegnante di sostegno, previsto solo per studenti affetti da disabilità) che per via dei tagli non è possibile avere. «P o t r e i ev e n t u a lmente farlo seguire trovando a mie s p e s e u n a persona che lo affianchi in aula e potrei acquistare a mie spese le necessarie strumentazioni di ausilio. La cosa mi ferisce. Mio figlio ha bisogno e quindi sono disposto a tutto, ma mi chiedo perché si continui a parlare di istruzione pubblica. Si investono fondi per affiancare permanentemente personale scolastico per ragazzi con problematiche irreversibili e quelli che avrebbero bisogno di aiuto per essere alla pari degli altri sono lasciati in balia degli eventi». AUSL RAVENNA 12

13 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini Pag. 14 (diffusione:30000) LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio... LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio 50enne caduto sabato pomeriggio da un muletto all'esterno di un capannone di Lugo. L'uomo, che era al lavoro per tinteggiare una parete, è caduto violentemente a terra sbattendo la testa, ed è stato quindi trasportato in elimedica al Bufalini di Cesena. Qui l'operaio, di origine marocchina, regolarmente residente a Bagnacavallo, rimane ricoverato per le ferite riportate. Delle indagini sull'episodio si stanno occupando i tecnici della medicina del lavoro dell'ausl e gli agenti della polizia municipale della Bassa Romagna. AUSL RAVENNA 13

14 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini Pag. 13 (diffusione:30000) Lo sfogo del padre di un 12enne a etto da disturbi dell'apprendimento "Zero aiuto da Ministero, scuole e Ausl " "Mio figlio: povero alunno di serie B" bbandonati dallo Stato, dall'ausl e dalle istituzioni scolastiche locali. È uno sfogo amaro quello di Andrea, padre ravennate di un bambino di 12 anni affetto da disturbi specifici di apprendimento (Dsa). Al piccolo, iscritto alla prima classe delle scuole medie Ricci, nel marzo scorso è stata certificata, secondo normativa nazionale, la sindrome Dsa. "Mio figlio dalle scuole elementari è sempre stato in cura nel reparto neuropsichiatrico infantile dell'ausl - premette Andrea - non per disturbi psichici ma per disturbi di apprendimento: un bambino come tanti, che hanno difficoltà accentuate nei confronti delle attitudini scolastiche". Ecco, allora, che nel marzo scorso, mentre il bambino frequentava la prima media - classe che tra l'altro sta ripetendo - la famiglia riceve la conferma della certificazione Dsa: "Per vedere riconosciuti i disturbi di apprendimento di mio figlio abbiamo fatto un'infinità di colloqui - racconta il padre - tale certificazione, secondo la legge, stabilisce che la scuola aiuti alunno e famiglia sia a livello umano che a livello materiale". Gli aiuti previsti da una recente circolare del Ministero dell'istruzione si sostanziano nell'affidamento alla famiglia di un piccolo computer per lo svolgimento delle lezioni facilitate, nell'attivazione di strumenti compensativi, nella programmazione di interventi didattici personalizzati, nonché nell'applicazione di tempi di valutazione dell'alunno più lunghi". Sinora, tuttavia, tutto questo è rimasto solo su carta: "Come padre mi trovo in grossa difficoltà - racconta Andrea - perché sebbene la certificazione Dsa sia arrivata sette mesi fa, da parte della scuola non ho avuto alcun aiuto, ne un computer, ne personale extra in grado di dare una mano a mio figlio". Se dall'istituto - dice il padre - si giustificano prendendosela con i tagli scolastici, dal Ministero non è ancora giunto alcun segnale: "La dirigente scolastica, insieme al medico neuropsichiatra nonché al logopedista dell'ausl - afferma Andrea - mi hanno consigliato di cercare personalmente un tecnico di sostegno qualificato disposto ad entrare in classe, ovviamente a mio carico". E non è tutto: "Perché - racconta il padre - anche per ottenere il pc mi dicono che il percorso burocratico avrebbe tempi lunghissimi, tanto vale quindi che l'acquisti da me". Sconsolato e amareggiato, il padre si lascia poi andare ad un duro sfogo: "Il bambino ha bisogno e quindi sono disposto a tutto - dice ma mi chiedo perché, a questo punto, continuino a chiamarla istruzione pubblica, daro che la scuola non aiuta e forma tutti in egual modo". Forse le annunciate linee guida che in merito il Miur sta predisponendo potranno aiutare a snellire procedure e tempi, e serviranno, forse, a favorire la preparazione delle azioni di sostegno per gli alunni con Dsa che, a quanto sembra, sono tanti: almeno 350 mila, il doppio degli alunni con handicap. AUSL RAVENNA 14

15 SANITÀ NAZIONALE 24 articoli

16 31/10/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 5 (diffusione:619980, tiratura:779916) Policlinico Umberto I Il Centro trasfusionale: l'omosessualità non c'entra, solo valutazione dei rischi «Io, discriminata perché lesbica» Una donna denuncia: non mi hanno fatto donare il sangue ROMA - Il suo desiderio di aiutare qualcuno in difficoltà si ferma al colloquio con il medico del centro trasfusionale del Policlinico Umberto I. «Non mi fanno donare il sangue perché sono lesbica e soggetto a rischio», denuncia Licia Marchesi, 40 anni, impiegata in uno studio commerciale della Capitale. La sentenza «lei non può» è di sabato mattina, dopo aver riempito il questionario informativo necessario e aver tenuto il colloquio, in cui ha spiegato al medico la situazione personale: «Ho una compagna fissa da oltre tre mesi, con cui convivo». E, non senza imbarazzo, ha raccontato al dottore del rapporto «esclusivo» con Maria. Ma è stato proprio a quel punto che il sanitario l'ha fermata dicendo che non avrebbe potuta inserirla nell'elenco «in quanto omosessuale con relazione da meno di quattro mesi, quindi da considerare soggetto a rischio per i nuovi protocolli». Licia, però, non vuole nascondere lo schiaffo ricevuto e racconta la storia agli avvocati Marco Angelozzi e Giacinto Canzona. «La signora ha deciso di valutare azioni legali contro il grave atto discriminatorio», annunciano i legali. Il rifiuto provoca la dura reazione dell'arcigay Roma e del Gay Center che, in una nota congiunta (firmata dal presidente Roberto Stocco e dal portavoce Fabrizio Marrazzo), precisano: «Vietare la donazione di sangue ad una persona per il suo orientamento sessuale è una violazione delle norme in materia in vigore nel nostro Paese». Ma la spiegazione del Policlinico è di altro tenore. Il direttore del Centro trasfusionale, Gabriella Girelli, fornisce una versione scientifica dell'accaduto. «Non c'è nessuna discriminazione, il periodo finestra - i quattro mesi di una relazione stabile - valgono per tutti. L'omosessualità non è un criterio d'esclusione. La legge dice genericamente che non può donare la persona che si sia esposta ad un rischio, quindi capace di trasmettere infezioni». Il rischio, quindi, viene valutato caso per caso dal medico durante la visita e il colloquio. «Noi non possiamo sindacare l'operato del medico che ha visitato la persona - aggiunge la Girelli - perché non siamo a conoscenza delle dichiarazioni rese durante la visita, né tantomeno possiamo prendere visione del questionario sottoscritto dal medico e dal potenziale donatore». e ancora: «Ovviamente il medico decide senza alcun giudizio di merito sulla vita privata del potenziale donatore. Ognuno fa quel che vuole. Qui non si critica né si condanna nessuno. A volte sembra che ci facciamo troppi scrupoli, ma i rischi vanno valutati con estrema attenzione. Le conseguenze di una scelta sbagliata possono essere devastanti». Maria Rosaria Spadaccino RIPRODUZIONE RISERVATA Foto: Ospedale L'ingresso dell'umberto I, dov'è accaduto l'episodio SANITÀ NAZIONALE 16

17 31/10/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 3 (diffusione:619980, tiratura:779916) Medici, precari e anche a stipendio ridotto All'Umberto I sono 300. «Lavoriamo come gli altri, interi reparti si reggono su di noi» Ernesto Menicucci Sono gli «indignati», pacifici, del Policlinico. Anestesisti, radiologi, pediatri. Professionisti di primo livello, con una ventina d'anni di esperienza sulle spalle, tra Università, specializzazione, i primi contratti. E che, oggi, alla soglia dei quarant'anni, si ritrovano ancora con un impiego precario, costretti a subire - a causa del deficit sanitario del Lazio - tagli allo stipendio anche del 30%. All'Umberto I, in tutto, sono circa 300 persone, divise tra contratti co.co.co. e a tempo determinato, che il 31 dicembre si ritroveranno con gli accordi - firmati a giugno, per sei mesi - scaduti. E già allora fu una mazzata: in molti hanno resistito, pur dovendo rinunciare a 6 o 10 mila euro lordi, qualcuno ha preferito andarsene. Adesso, «gli indignati precari» del Policlinico, hanno deciso di organizzarsi: si sono organizzati in Assemblea, eletto dei rappresentanti, creato un gruppo su Facebook («Medici precari del Policlinico Umberto I») che conta 93 membri. E studiano altre azioni di lotta: «Mancare due-tre giorni dal lavoro, quando ci scadrà il contratto», propone qualcuno. Le loro storie aiutano a capire come funzionano sanità e ricerca, a Roma e nel Lazio, in quella che dovrebbe essere un'eccellenza ospedaliera. Antonio Bruni, ha 38 anni, si è laureato nel 2005, è un radiologo interventista, lavora al Policlinico da sei anni: «Prima come co.co.co., poi con contratto annuale, ora semestrale. Da noi, il reparto si regge sui precari: su 4 persone, due siamo a tempo determinato. E, come gli altri, abbiamo la reperibilità, le urgenze. Non potremmo, per legge, ma lo facciamo lo stesso». Bruni si è visto decurtare lo stipendio del 30%: «Guadagnavo 55 mila euro lordi annui, ora sono sceso a 40 mila annui, 20 mila per sei mesi. E gli orari sono gli stessi di prima». Anche la moglie è precaria, e ora aspettano un figlio. Perché non cerca un altro lavoro? «A Roma non ci sono tanti centri di radiologia interventistica. Ma se continua così, sarò costretto a guardarmi intorno». Qualcuno preferisce non dare il nome, qualcuno se n'è già andato: di fronte ad un rinnovo di contratto con euro di meno in busta paga, si è messo alla finestra. I problemi, per la struttura, sono evidenti. Interi reparti, e alcuni di primo intervento, vanno costantemente in sofferenza, le liste d'attesa si allungano, le sale operatorie funzionanti si riducono. Le situazioni più critiche, spiegano i precari, sono ad anestesia e al trasporto neonatale: settori vitali, per la vita delle persone. Lo spiega Domenico Vitale, 39 anni, anestesista in cardiochirurgia, contratto a tempo determinato di durata sempre inferiore (tre anni, poi due, uno, fino a sei mesi), una moglie precaria sempre del Policlinico alla quale sono stati tagliati 12 mila euro sui 52 che prendeva: «Se un bambino che nasce da noi - dice Vitale - ha problemi seri di salute e va portato in un'altra struttura, come il Bambino Gesù, c'è del personale altamente specializzato che se ne occupa: incubatrice, ambulanza, trasferimento in un'altra struttura. Su dieci persone del reparto, nove sono precari: se smettono di lavorare, il servizio chiude, i bambini muoiono». Stesso discorso per le sale operatorie: «Ad ottobre abbiamo fatto le chiusure a singhiozzo, ad otorino/laringoiatria da tre funzionanti siamo passati a due». Risposte dal Policlinico o dalla Regione? «Nessuna: ci dicono solo che bisogna risparmiare», dicono i precari. L'assemblea, i rappresentanti, Facebook. Che altro fare? «A dicembre scadranno in blocco tutti i nostri contratti. E, per rinnovarli, ci vorrà minimo un mese e mezzo per i passaggi tra Umberto I, Regione, ministero dell'economia. In genere, ad ogni scadenza, siamo andati a lavorare anche senza contratto. E se, per una volta, ci dessimo tutti malati?». Ma questa è solo un'idea. Per ora. RIPRODUZIONE RISERVATA Foto: La protesta Gli striscioni dei medici precari del Policlinico. Ora il loro stipendio è stato ridotto SANITÀ NAZIONALE 17

18 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 36 (diffusione:619980, tiratura:779916) Nord e Sud Divisi dal Rischio Salute Pagelle che ci Aiutano a Intervenire Luigi Ripamonti Anche l'italia, finalmente, pubblica (online) le pagelle dei suoi ospedali, grazie a un grande studio del ministero della Salute. Il quadro che emerge è, ancora una volta, quello di un Paese tagliato più o meno in due, dove è «più prudente» ammalarsi al Centro-Nord, salvo numerose e lodevoli eccezioni. Anche se è prevedibile che le classifiche saranno oggetto di critiche e distinguo, forniranno a singoli cittadini e a operatori sanitari un'utile bussola per orientare le proprie scelte e le proprie valutazioni, e quindi sono da salutare come un grande passo avanti. Consultarle, nel caso di un singolo, potrebbe fare la differenza fra la vita e la morte se si guarda ai diversi tassi di mortalità, per esempio, per un delicato intervento di cardiochirurgia (da meno dell'1% in alcuni ospedali del Nord all'8% in certi ospedali della Campania e della Sicilia). Ma non si tratta solo di questo. Rendere pubbliche certe differenze potrebbe essere di sprone e sostegno per decisioni impopolari ma sagge, come quella di accorpare in centri di riferimento ad alta specializzazione risorse umane e finanziarie, in modo da garantire ai cittadini maggior sicurezza e al sistema maggiore efficienza. Non si ridurrà solo la mortalità operatoria ma anche i costi in termini di strumentazioni sofisticate sottoutilizzate e, talvolta, anche di professionalità non valorizzate. Altro vulnus del sistema per cui le pagelle potranno essere un'occasione di «cura» è quello dell'inappropriatezza. Un esempio lampante è rappresentato dai cesarei. Possibile che in certe zone d'italia e in certe strutture le donne abbiano bisogno del cesareo 9 volte su 10? A pensar male si fa peccato ma molto spesso ci si azzecca, diceva un celebre politico. Adesso certe discrepanze sono sotto gli occhi di tutti. Sarà più difficile per i controllori far finta di niente, lasciando pagare alle future madri un prezzo insensato in termini di salute, e a tutti i cittadini in termini di prelievo fiscale per rimborsi inutilmente elevati, visto che all'ospedale, o alla clinica, un cesareo «rende» ben di più di un parto naturale. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 18

19 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 19 (diffusione:619980, tiratura:779916) Il rapporto Stilato dal ministero e ancora non pubblico: le disparità su cesarei e interventi al femore Le due Italie della Sanità Bypass più rischioso al Sud La «classifica» riservata: sotto esame strutture Il parto chirurgico Nel Meridione praticato anche su 8 donne ogni 10. La clinica piemontese dove raggiunge il 90% Margherita De Bac ROMA - Dove si cura meglio l'infarto? Un buon centro per l'artroscopia del ginocchio? Il numero uno nella chirurgia del tumore polmonare? La risposta è nella classifica online degli ospedali italiani, pubblicata su Internet con lettura riservata agli addetti ai lavori. Studio immane del ministero della Salute realizzato da Agenas, l'agenzia per i servizi sanitari regionali diretta da Fulvio Moirano. Migliaia di dati, la fotografa dell'attività di circa strutture tra pubbliche, private e convenzionate. I numeri mostrano la solita Italia a due marce. Il centro nord in generale più efficiente del centro sud. In alcuni centri di Piemonte o Lombardia si può essere operati di bypass con un rischio di mortalità sovrapponibile a 0. In certi ospedali siciliani il rischio sfiora il 10%. Ma anche nell'ambito di una stessa Asl esistono situazioni in bianco e nero. La possibilità per una persona anziana di essere operata al femore entro 48 ore dal trauma (tempo considerato ottimale per ridurre le complicanze) oscillano tra il 2% in provincia di Frosinone e l'80% a Firenze e dintorni. Metodo Il lavoro fa parte del Programma nazionale esiti. L'edizione è stata consegnata la scorsa estate alle Regioni. Si sta riflettendo sull'opportunità di renderlo pubblico. Per ora solo i tecnici hanno ricevuto codici personali per entrare nelle pagine dell'apposito sito web. Le «pagelle» costituiscono uno strumento per eliminare inefficienze e percentuali fuori norma. Il Lazio, ad esempio, ha già avviato la fase di correzione e si è avvantaggiato pubblicando autonomamente il rapporto Hanno intrapreso un percorso di riorganizzazione Toscana, Veneto e Sicilia. I responsabili di Agenas hanno fatto il giro d'italia per confrontarsi con Regioni e società scientifiche. L'analisi si basa sulle schede di dimissione ospedaliera, quelle che raccontano la storia di un ricovero. Esaminati 47 indicatori corrispondenti ad altrettante prestazioni, dal bypass aortocoronarico alla colecistectomia laparoscopica, dall'ictus allo scompenso cardiaco, dall'infarto a interventi chirurgici non oncologici. Si tratta di attività accreditate dalla letteratura internazionale per diagnosticare l'efficienza dei servizi sanitari. Risultati Alcune delle pagine più significative riguardano la mortalità a 30 giorni dall'intervento per bypass. La media italiana è del 2,2% (poco più di due pazienti su 100 muoiono a un mese dall'operazione). Nel 2009 circa 30 ospedali non hanno superato la soglia dei 50 bypass all'anno mentre il volume considerato accettabile per la sicurezza del malato è di 200. Sono davvero troppe invece le cardiochirurgie che marciano a scartamento ridotto dal punto di vista dell'attività. Tra le eccellenze il Monzino di Milano, la Poliambulanza di Brescia, le Molinette a Torino. Al di sotto dell'1,5% il Sacco di Milano, gli ospedali Riuniti di Bergamo, il Careggi di Firenze, il San Camillo Forlanini di Roma (con 0,79%), l'ismett di Palermo. La mortalità sale al sud, è superiore al 5% a Salerno, al Monaldi di Napoli, presso la casa di cura San Michele (Caserta, quasi 8%), al Papardo di Messina ma anche in alcune grandi aziende universitarie romane. Frattura di femore: in un anziano il trattamento ritenuto ottimale è l'intervento al massimo entro 2 giorni. La tempestività riduce il pericolo di complicanze. Opportunità negata in decine di ospedali del sud dove appena 5 pazienti su 100 vengono operati rispettando le linee guida internazionali. Ma anche a Milano (Niguarda, San Paolo) si scoprono ritardi sorprendenti che dipendono dall'organizzazione. Le aziende sono corse ai ripari. Nel Lazio a fine 2009 è stata introdotta una nuova modulazione di tariffa. Il rimborso è tanto più alto quanto minore è l'attesa del paziente con femore fratturato. In Toscana questo indicatore rientra nella tabella di valutazione dei manager in fase di eventuale riconferma. Tra le prestazioni sentinella non potevano mancare i parti con taglio cesareo primario (primo figlio). E qui la forbice è davvero SANITÀ NAZIONALE 19

20 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 19 (diffusione:619980, tiratura:779916) ampia. Si va dalle percentuali virtuose del Buzzi (Milano), ospedali Riuniti (Bergamo), casa di cura per il Bambino (Monza) dove meno di 10 donne su 100 partoriscono con la chirurgia. A realtà del sud che potrebbero essere definite vere e proprie fabbriche di cesarei. Case di cura private dove 8 donne su 10 ricevono il taglio probabilmente senza criteri di appropriatezza, solo perché vantaggioso sul piano della remunerazione. La Campania si distingue con percentuali decisamente straordinarie, in negativo. Ci sono però esempi estremi anche in Piemonte. Presso la clinica Sedes Sapientiae il cesareo è scontato (9 volte su 10). Uso dei dati Si sta discutendo sull'uso dei dati. È opportuno, ci si chiede, metterli a disposizione della comunità oltre che dei decisori? È stato analizzato in un documento l'impatto socio economico sulla popolazione. Vantaggi: il cittadino potrebbe entrare in possesso di informazioni utili per orientare le sue scelte. Ricadute negative: sarebbe discriminato chi non possiede Internet. Dunque i meno abbienti e bisognosi di buona sanità. Non solo. Per tutti ci sarebbero difficoltà nel comprendere correttamente le informazioni. Uno dei possibili impedimenti potrebbe consistere nello scarso senso di fiducia del cittadino sull'obiettività dei risultati. Dunque l'uso potrebbe essere riservato ai medici di famiglia e sarebbero loro a indirizzare i pazienti verso questa o quella struttura. Anche qui esistono pro e contro. Terza ipotesi: sì alle classifiche liberamente consultabili purché rielaborate in una forma di più facile lettura. RIPRODUZIONE RISERVATA OSPEDALI RIUNITI (BG), BUZZI (MI), CASA CURA PER BAMBINO (MB), SAN LEONARDO (NA), SEDES SAPIENTIAE (TO), OSPEDALE DI VENOSA (PT), VILLA MAIONE (NA), OREATNO (PA), VILLA SERENA (PA), SANTA CROCE E CARLE (CN), SAN GIOVANNO BATTISTA (TO), SAN GAUDENZIO (NO), CENTRO MEDICO MONZINO (MI), POLIAMBULANZA (BR), UNIVERSITA' DI UDINE, CATTOLICA (CB), CASA CURA MEDITERRANEO (NA), SANT'ANDREA (RPMA), CAMPUS BIOMEDICO (ROMA), FEDERICO II (NA), SAN GIOVANNI DI DIO (SA), MONALDI (NA), SAN MICHELE (CE), AZIENDA OSPEDALIERA (PA), PAPARDO (ME), AZIENDA OSPEDALIERA (CT), NIGUARDA (MI), SAN PAOLO (MI), OSPEDALE DI TRENTO, OSPEDALE DI TREVISO, OSPEDALE DI TERNI, UMBERTO I (FR), ICOT (LT) IL COMMENTO di Luigi Ripamonti nelle Idee&opinioni Foto: Salute Il ministro Ferruccio Fazio SANITÀ NAZIONALE 20

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora.

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora. Dieci anni di sanità in Puglia 19 maggio 2011 Brindisi di Emilio Gianicolo È arduo il compito di mostrare in poche righe punti di forza e punti di debolezza di un sistema sanitario in confronto ai sistemi

Dettagli

CONOSCERE L ASSICURAZIONE

CONOSCERE L ASSICURAZIONE CONOSCERE L ASSICURAZIONE VIDEO N. 6 Quando c è la salute, c è tutto LA SALUTE, IL BENE PIÙ PREZIOSO Da quando nasciamo, e per tutta la vita, la salute è il bene più prezioso che abbiamo. Spesso però non

Dettagli

Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen.

Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen. Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen. Lucio Romano Finalità del DdL Contrattualismo Alleanza di cura Ania. Dossier

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1 Tiratura 09/2015: 391.681 Diffusione 09/2015: 270.207 Lettori Ed. II 2015: 2.458.000 Quotidiano - Ed. nazionale Dir. Resp.: Ezio Mauro da pag. 37 24/11/2015 Responsabilità professionale. Intervista a Trojano

Dettagli

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1 Sig. Presidente, signori consiglieri, Commissione Sanità Consiglio Regionale del Lazio audizione 31 maggio 2012 Premesso che come tutti i cittadini di questa regione, ci auguriamo che al più presto possa

Dettagli

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA Roma, 14 gen. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - I medici di famiglia della Fimmg pronti a dare battaglia contro gli effetti della manovra 'salva-italià

Dettagli

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Pagina 1 La responsabilità civile grava (è): sul conducente; sul proprietario del veicolo in solido. Non grava sul proprietario quando può dimostrare che

Dettagli

"Questionario di analisi della vendibilità degli immobili"

Questionario di analisi della vendibilità degli immobili "Questionario di analisi della vendibilità degli immobili" Si tratta di un semplice foglio di carta dove sono riportate delle domande per aiutare gli agenti immobiliari a determinare la commerciabilità

Dettagli

Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami"

Università, paradossale guerra ai fuori corso Gli atenei finiranno per regalare gli esami INCHIESTA Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami" Il ministero, nell'erogare i fondi, adesso penalizza i centri con troppi studenti in ritardo con le

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Com.stampa coordinamenti 2015 Raggruppamento Coordinamenti Regionali Volontariato Protezione Civile L A Z I O COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Il volontariato di protezione civile è fra le più importanti

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PREMESSO che il Servizio Associato Pari Opportunità dell Unione dei Comuni Valdichiana Senese

Dettagli

RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014

RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014 RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014 SPENDING REVIEW Spending review: nel pubblico 85mila esuberi e la sfida della mobilità. Dipedenti pubblici. Sugli stipendi Pa spunta il taglio oltre i 60mila euro.

Dettagli

Assemblea 4/3/2014. Questa è la mia prima Assemblea da Presidente del Consiglio Direttivo

Assemblea 4/3/2014. Questa è la mia prima Assemblea da Presidente del Consiglio Direttivo Assemblea 4/3/2014 Buonasera a tutti e grazie per essere venuti. Questa è la mia prima Assemblea da Presidente del Consiglio Direttivo dell AVIS comunale di Cervia, eletto nel marzo 2013. L anno appena

Dettagli

Reparto: Pronto Soccorso. Sede: Melzo. Piano: Terra. Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli. Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it.

Reparto: Pronto Soccorso. Sede: Melzo. Piano: Terra. Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli. Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it. Reparto: Pronto Soccorso Sede: Melzo Piano: Terra Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it Medici: A rotazione dai reparti di Chirurgia, Medicina, Ostetricia e Pediatria

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida La sanità nella Legge Finanziaria 2008 La sanità nella Legge Finanziaria 2008/1 Per la sanità prosegue la politica di potenziamento dei servizi e dei livelli di assistenza Cresce ancora il fondo sanitario

Dettagli

CONVENZIONE. Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Forlì-Cesena

CONVENZIONE. Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Forlì-Cesena OGGETTO CONVENZIONE Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Forlì-Cesena La migliore polizza di assicurazione per il medico non è necessariamente quella a costo più basso, oppure

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni RASSEGNA STAMPA Domenica, 14.09.2014 Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Regioni, il piano: l esenzione ticket scatterà a 67 anni La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

Dettagli

Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni. Attilio Steffano a.steffano@assimedici.

Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni. Attilio Steffano a.steffano@assimedici. Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni Attilio Steffano a.steffano@assimedici.it Ma i numeri presentati sono veri? MALASANITA o MALPRATICA?

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA

INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA Relatore: Fabrizio Buzzi Agente Generale LA POLIZZA R.C. PER IL TSRM IL T.S.R.M. TSRM Il TSRM è una figura professionale in possesso

Dettagli

La proposta sulla Responsabilità Professionale. per il tavolo tecnico OOSS Ministero della Salute

La proposta sulla Responsabilità Professionale. per il tavolo tecnico OOSS Ministero della Salute La proposta sulla Responsabilità Professionale per il tavolo tecnico OOSS Ministero della Salute MARZO 2012 Premessa La responsabilità professionale è diventata negli ultimi anni una questione molto rilevante

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino

Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino Tribunale per i diritti del malato Cittadinanzattiva Francesca Moccia Benevento, 20 ottobre 2006 Cittadinanzattiva - Movimento di partecipazione civica che

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Disegno di Legge 3221 di conversione del decreto-legge integrativo dei decreti liberalizzazioni e consolidamento conti pubblici X Commissione Senato Industria Commercio e turismo

Dettagli

Familiarità per il tumore della mammella

Familiarità per il tumore della mammella Familiarità per il tumore della mammella Informazioni sul percorso di valutazione del rischio familiare o ereditario e su eventuali interventi di diagnosi e cura Familiarità Per il tumore Della mammella:

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Le competenze condivise

Le competenze condivise Le competenze condivise Il Broker Specialista Attilio Steffano a.steffano@assimedici.it Dott. Attilio Steffano a.steffano@assimedici.it Come far recuperare la fiducia nell Assicuratore? Come scegliere

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

U.N.P.I.S.I. Dipendente Pubblico. Responsabilità Civile patrimoniale. Manuale Operativo

U.N.P.I.S.I. Dipendente Pubblico. Responsabilità Civile patrimoniale. Manuale Operativo U.N.P.I.S.I. Dipendente Pubblico Responsabilità Civile patrimoniale Manuale Operativo 19 marzo 2014 Introduzione Il manuale è costituito di due parti principali: Risposte ai quesiti più frequenti in relazione

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

Come ottenere prestiti dalle banche anche se protestati e cattivi pagatori SOLUZIONI RAPIDE

Come ottenere prestiti dalle banche anche se protestati e cattivi pagatori SOLUZIONI RAPIDE Come ottenere prestiti dalle banche anche se protestati e cattivi pagatori 6 SOLUZIONI RAPIDE Cari lettori, in questa dura, durissima contingenza economica in cui ci troviamo a vivere, sono molte le persone

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

UNIVERSITà DI PISA. Corso di laurea in infermieristica. Polo di Livorno Azienda USL6

UNIVERSITà DI PISA. Corso di laurea in infermieristica. Polo di Livorno Azienda USL6 UNIVERSITà DI PISA Corso di laurea in infermieristica Polo di Livorno Azienda USL6 Io sottoscritto, studente del terzo anno di Infermieristica presso il Polo didattico di Livorno Università di Pisa, chiedo

Dettagli

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI A cura del Coordinatore Locale Donazione e Trapianti Asl 1 dott. Ezio Szorenyi I TRAPIANTI NON ESISTONO SENZA DONAZIONI Ad oggi non è possibile sostituire un

Dettagli

CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA

CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA Intervento di Maurizio D Aurelio Responsabile Sicurezza sul UIL-SGK Per affrontare un tema delicato ed importante come la sicurezza sul lavoro,

Dettagli

SPECIALE CONVENZIONI SIAP AL VIA LA NOSTRA CARTA DEI SERVIZI

SPECIALE CONVENZIONI SIAP AL VIA LA NOSTRA CARTA DEI SERVIZI 18 Sommario: Editoriale Al via la Carta dei Servizio SIAP Polizza di tutela legale professionale ed extra Polizza infortuni siamo sempre in due Responsabilità civile professionale ed extra Alcune immagini

Dettagli

Il S.Croce meritatrebollinirosa

Il S.Croce meritatrebollinirosa gg Sanità/Checosacambia Il S.Croce meritatrebollinirosa Premiato con il punteggio massimo per prevenzione, diagnosi e cura delle patologie di interesse femminile g CAMILLA PALLAVICINO CUNEO Con tre«bollini

Dettagli

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri Organizzazione dei servizi sanitari Dr. Silvio Tafuri Premessa metodologica Classificazione dei sistemi sanitari in base alle fonti di finanziamento: n n n n Sistemi assicurativi Sistemi finanziati dalla

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA Ministero della Salute - Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie (CCM) Progetti applicativi al programma CCM 2009 Presa in carico precoce nel primo anno di

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Tabella 4: Numero di aziende che utilizzano il fondo regionale ogni dieci aziende che si avvalgano del regime assicurativo Area N.ro ogni 10 aziende Nord-Ovest

Dettagli

Lamezia: le scarpe rosse contro la violenza sulle donne

Lamezia: le scarpe rosse contro la violenza sulle donne Lamezia: le scarpe rosse contro la violenza sulle donne Mercoledì, 25 Novembre 2015 13:3 Lamezia Terme Una cascata di scarpe rosse ha colorato la scalinata dell edificio Scolastico Maggiore Perri di Lamezia.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI L evoluzione del mercato del lavoro: un tuo commento sulla Legge Biagi ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI INTRODUZIONE La Legge Biagi,o legge 30, entrata in vigore il 24 ottobre 2003, è

Dettagli

I.I.S.S. Calogero Amato Vetrano. Allegato n 9

I.I.S.S. Calogero Amato Vetrano. Allegato n 9 I.I.S.S. Calogero Amato Vetrano Allegato n 9 Regolamento delle visite guidate, visite aziendali, stages, viaggi di istruzione, gemellaggi e scambi culturali o connessi allo svolgimento di attività sportive

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 28 aprile 2016

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 28 aprile 2016 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA Ufficio Stampa Rassegna Stampa Roma 28 aprile 2016 Argomento Testata Titolo Pag. Università Corriere della Sera.it Italia ultima in Europa per laureati E il 30% di matricole

Dettagli

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani Spunto per uno studio comparativo tra la scuola degli anni 60 e quella di oggi A cura dell OSP di Pisa 1 Premessa

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Consiglio Nazionale degli Ordini dei Consulenti del Lavoro. Manuale operativo RC PROFESSIONALE COMPLETA

Consiglio Nazionale degli Ordini dei Consulenti del Lavoro. Manuale operativo RC PROFESSIONALE COMPLETA Consiglio Nazionale degli Ordini dei Consulenti del Lavoro Manuale operativo RC PROFESSIONALE COMPLETA Contatti e informazioni: Professionisti.italy@marsh.com 05.2015 Introduzione Il manuale è costituito

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO

Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO 1 CONTESTO DI MERCATO Il numero di Professionisti censiti dagli attuali Albi di categoria accredita una presenza complessiva di oltre 1,9 milioni di unità. I dati

Dettagli

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Fonte primaonline.it 07 novembre 2013 12:19 Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Upa, Assocom e Unicom hanno sottoscritto un documento che

Dettagli

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola Svolta in collaborazione con gli IRRE e con i Consigli Territoriali dell Ordine degli Psicologi 1. Attività

Dettagli

Internet e telematica Mauro Nanni

Internet e telematica Mauro Nanni Internet e telematica Mauro Nanni Connessione ad Internet ad uso didattico A partire dalla seconda metà degli anni 90 le scuole hanno iniziato ad utilizzare strumenti telematici per le attività didattiche

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica?

MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica? LA CITAZIONE di Giulio Valesini MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica? PRIMA OPERATRICE CALL CENTER Noi le stiamo

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ASSICURAZIONE PER RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE QUESITO (posto in data 8 luglio 2013) Nella mia azienda sta per scadere il contratto assicurativo aziendale. Cosa può succedere alla luce del decreto

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Tubercolosi in età pediatrica. Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia

Tubercolosi in età pediatrica. Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia Tubercolosi in età pediatrica Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia Circolare Ministero della salute 23 Agosto 2011 Stiamo seguendo con la massima attenzione la vicenda del Gemelli ha dichiarato il Ministro

Dettagli

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO Cittadinanzattiva/ Active Citizenship Network ha realizzato la Carta Europea dei Diritti del Malato Questa guida vuole essere uno strumento per portare

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

FORMAZIONE GENERALE. Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i

FORMAZIONE GENERALE. Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i FORMAZIONE GENERALE Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i Indice 1. PREMESSA... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. VALUTAZIONE DEI RISCHI (ART. 28)... 2 4. I SOGGETTI DELLA PREVENZIONE IN AZIENDA...

Dettagli

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani Metodologia Tipologia d'indagine: Indagine ad hoc su questionario semi-strutturato Modalità di rilevazione: interviste

Dettagli

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale)

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) SICUREZZA: MILANO; POLIZIA E ESERCITO CONTRO TAGLI GOVERNO (ANSA) - MILANO, 17 LUG - I tagli del Governo mettono a forte rischio la sicurezza

Dettagli

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Il Mattino 25 ottobre 2010 Giornale di Napoli 25 ottobre 2010 Corriere del Mezzogiorno 27 ottobre

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2014 2015. Giugno 2014

L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2014 2015. Giugno 2014 L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2014 2015 Giugno 2014 Art.3 comma 59 legge 24 dicembre 2007 n.244 (finanziaria 2008) E nullo il contratto di assicurazione

Dettagli

CONSULENTI DEL LAVORO. Responsabilità Civile Professionale. Manuale Operativo

CONSULENTI DEL LAVORO. Responsabilità Civile Professionale. Manuale Operativo CONSULENTI DEL LAVORO Responsabilità Civile Professionale Manuale Operativo 10 ottobre 2014 Introduzione Il manuale è costituito di due parti principali: Risposte ai quesiti più frequenti in relazione

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli