AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 31/10/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 31/10/2011"

Transcript

1 AUSL RAVENNA Rassegna stampa del 31/10/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AUSL RAVENNA 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Sequestrato il cantiere dell'infortunio sul lavoro 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Esce di strada e si schianta contro un palo Automobilista 53enne in prognosi riservata 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Nazionale Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanit... 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna La protesta riguarda il taglio del... 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna «Pediatria, qui d'inverno sarà il caos» 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna «Mio figlio senza sostegno per i tagli» 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio... 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini "Mio figlio: povero alunno di serie B" SANITÀ NAZIONALE 31/10/2011 Corriere della Sera - ROMA «Io, discriminata perché lesbica» 31/10/2011 Corriere della Sera - ROMA Medici, precari e anche a stipendio ridotto 31/10/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Nord e Sud Divisi dal Rischio Salute Pagelle che ci Aiutano a Intervenire 31/10/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Le due Italie della Sanità Bypass più rischioso al Sud 31/10/2011 Il Sole 24 Ore Per i medici la polizza punta all'anticipo

3 31/10/2011 Il Sole 24 Ore Medico responsabile del trasporto omesso 31/10/2011 La Repubblica - Torino La Regione chiude Villa Cristina e chiede aiuto alle altre cliniche 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale Brevi e pessime notizie sulla sanità, da noi e fuori 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale Boom di errori medici assicurazioni in fuga "Troppi danni da pagare" 31/10/2011 La Repubblica - Nazionale "Per i pazienti è più facile avere ragione e le cause sono diventate un business" 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE I MEDICI: "NON SONO GLI STRANIERI A PORTARE LA TBC E LE MALATTIE SESSUALI 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLARME DEI MEDICI, TORNA LA GOTTA 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE IL PEDIATRA DEL FUTURO 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE L'OBIETTIVO? LIMITARE LE COMPLICAZIONI 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLO STUDIO UN PIANO DI LOTTA GLOBALE 31/10/2011 La Stampa - NAZIONALE ALLARME SANITÀ, IL BILANCIO È IN ROSSO 31/10/2011 Il Messaggero - ROMA «Gallerie a rischio esplosioni ora si deve intervenire subito» 31/10/2011 Il Messaggero - ROMA Policlinico, il dossier del rischio 31/10/2011 Il Giornale - Nazionale Il medicinale senza marchio è garantito e costa meno 31/10/2011 Il Giornale - Milano Fatebenefratelli e Melloni, oggi corsie a ranghi ridotti 30/10/2011 Avvenire - Nazionale INFLUENZA IN FORMA TENUE MA I MEDICI: VACCINARSI

4 31/10/2011 La Repubblica - Affari Finanza "Parafarmacie disposte al dialogo" 31/10/2011 La Repubblica - Affari Finanza Debito pubblico, taglio della spesa e concorrenza dei farmaci generici 31/10/2011 ItaliaOggi Sette Restyling per le procedure automatiche

5 AUSL RAVENNA 8 articoli

6 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 5 (diffusione:165207, tiratura:206221) LUGO IL FERITO È SEMPRE GRAVE Sequestrato il cantiere dell'infortunio sul lavoro RESTANO stazionarie, seppur in un generale quadro di gravità, le condizioni del 50enne di nazionalità marocchina e residente a Bagnacavallo, che nel tardo pomeriggio di sabato è caduto da oltre 5 metri di altezza mentre stava tinteggiando le pareti interne di un capannone situato in via della Dogana a Lugo. Illeso invece il giovane connazionale, nipote del 50enne, che stava anch'egli lavorando all'interno del capannone. Intanto si è appreso che i tecnici della Medicina del Lavoro dell'ausl, intervenuti assieme al Corpo Unico della Polizia Municipale della Bassa Romagna, hanno proceduto a porre sotto sequestro il muletto ed il piccolo cantiere utilizzato per tinteggiare. Il capannone in cui si è verificato il grave infortunio è stato recentemente acquistato dalla Leone srl, azienda di Lugo per cui lavorano il 50enne ed il nipote. l.s. Image: /foto/9100.jpg AUSL RAVENNA 6

7 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 4 (diffusione:165207, tiratura:206221) SAN BARTOLO Esce di strada e si schianta contro un palo Automobilista 53enne in prognosi riservata È RICOVERATO in prognosi riservata all'ospedale di Ravenna un 53enne tunisino che nella notte tra sabato e domenica è uscito di strada con la sua auto, schiantandosi contro un palo. L'incidente è avvenuto poco prima delle due nei pressi di San Bartolo, all'altezza dell'incrocio tra le vie Cella e Trova. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri della compagnia di Cervia e Milano Marittima, oltre a due mezzi del 118. L'uomo, ricoverato nel reparto di chirurgia generale, ha riportato traumi alla testa e al torace. Image: /foto/9071.jpg AUSL RAVENNA 7

8 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ed. Nazionale Pag. 50 (diffusione:165207, tiratura:206221) Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanit... Strutture accreditate che eseguono prestazioni sanitarie a totale carico del Servizio sanitario nazionale Provincia di Piacenza MEDICA Osp. Privato S. Antonino viale Malta Piacenza t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Piacenza via Morigi Piacenza t RIABILITATIVA Osp. Privato S. Giacomo via S.Bono Ponte dell'olio (PC) t Provincia di Parma POLISPECIALISTICA Osp. Privato Città di Parma p.zza Maestri Parma t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Maria Luigia via Monte Pelato Nord Monticelli Terme (PR) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Val Parma via XX Settembre Langhirano (PR) t RIABILITATIVA Osp. Privato Villa Igea viale Berenini Salsomaggiore T. (PR) t POLISPECIALISTICA Hospital Piccole Figlie via Po Parma t RIABILITATIVA Centro Cardinal Ferrari via IV Novembre Fontanellato (PR) t Provincia di Reggio Emilia POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Salus Hospital via Levi Reggio Emilia t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Verde via L. Basso Reggio Emilia t Provincia di Modena POLISPECIALISTICA Osp. Privato Prof. Fogliani via Lana Modena t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Rosa via F.lli Rosselli Modena t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Igea via Stradella Saliceto S. Giuliano (MO) t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Hesperia Hospital via Arquà 80/A Modena t PNEUMOTISIATRICA Osp. Privato Villa Pineta via Gaiato Gaiato (MO) t Provincia di Bologna PSICHIATRICA Osp. Privato Ai Colli via S. Mamolo Bologna t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Baruzziana via Osservanza Bologna t RIABILITATIVA Osp. Privato Villa Bellombra via Bellombra Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Chiara via Porrettana Casalecchio Reno (BO) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Erbosa via Arcoveggio 50/ Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Laura via Emilia Levante Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Nigrisoli viale Ercolani Bologna t POLISPEC. PRONTO SOCCORSO Osp. Privato Prof. Nobili via della Fiera Castiglione Pepoli (BO) t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Villa Torri Hospital viale Filopanti Bologna t RIABILITATIVA Osp. Privato Santa Viola via della Ferriera Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Regina via Castiglione Bologna t RSA RSA Villa Ranuzzi via Casteldebole Bologna t RSA RSA Villa Serena via Toscana Bologna t Provincia di Ferrara MEDICA Osp. Privato Quisisana via Cavour Ferrara t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Salus via Arianuova Ferrara t RSA RSA Santa Chiara via Bellaria Ferrara t Provincia di Ravenna POLISPECIALISTICA Osp. Privato Domus Nova via Pavirani Ravenna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato San Francesco via Amalasunta Ravenna t POLISPECIALISTICA ALTA SPEC. Osp. Privato Villa M. Cecilia Hosp via Corriera Cotignola (RA) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato S. Pier Damiano H. via Isonzo Faenza (RA) t NEUROPSICHIATRICA Osp. Privato Villa Azzurra via Cavina Riolo Terme (RA) t MEDICA Osp. Privato Villa Stacchini via Stradone Faenza (RA) t Provincia di Forlì-Cesena POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Igea via Gramsci Forlì t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Serena via del Camaldolino Forlì t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Malatesta Novello via Renato Serra Cesena (FC) t AUSL RAVENNA 8

9 31/10/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ed. Nazionale Pag. 50 (diffusione:165207, tiratura:206221) POLISPECIALISTICA Osp. Privato San Lorenzino via dell'amore Cesena (FC) t Provincia di Rimini POLISPECIALISTICA Osp. Privato Villa Maria via Matteotti Rimini t CENTRO RIABILITAZIONE Osp. Privato Villa Salus via Porto Palos Viserbella (RN) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Sol et Salus via S. Salvador Torre Pedrera (RN) t POLISPECIALISTICA Osp. Privato Prof. Montanari via Roma Morciano Romagna (RN) t RSA RSA Il Sole via Camilluccia Misano Adr. (RN) Ospedali privati autorizzati all'esercizio che non esegueno prestazioni a carico del S.s.n POLISPECIALISTICA Clinica Privata Villalba via Roncrio Bologna t POLISPECIALISTICA Osp. Privato M.F. Toniolo (A.R.I.S.) via Toscana Bologna t AUSL RAVENNA 9

10 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 27 La protesta riguarda il taglio del... La protesta riguarda il taglio del pronto soccorso notturno pediatrico all'ospedale di Faenza e a quello di Lugo AUSL RAVENNA 10

11 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 27 I genitori si chiedono come mai l'azienda non ha preso prima le misure necessarie per fare fronte alla carenza di medici per Faenza e Lugo «Pediatria, qui d'inverno sarà il caos» Comitato protesta duramente con l' Ausl per la chiusura del pronto soccorso notturno FAENZA. Contro lo stop al servizio notturno di pediatria monta la protesta. Con una nota puntuale quanto dai toni accesi, è il "Comitato in difesa della pe diat ria" a intervenire in una questione che tocca i reparti di pronto soccorso di Faenza e Lugo. D o p o l a d e c i s i o n e dell'ausl di sospendere il servizio notturno per riuscire a rispondere alla mancanza di 5 dei 20 pediatri in pianta organica n el l'intera provincia di Ravenna, oggi, scrive il comitato, quando si arriva in pronto soccorso con un bambino le scelte sono due: «La prima possibilità è quella di cercare di assistere e curare il proprio bambino in una sala d'attesa per loro inadeguata, seduti su di una seggiola assieme ad altri sfortunati come i nostri piccoli, ad esempio persone molto anziane e purtroppo molto ammalate che magari si lamentano (giustamente) o che vomitano o che urlano perché hanno l'alzheimer e ciò avviene quasi per un'intera notte, (perché purtroppo il problema avviene la notte da quando qualcuno ha deciso che per la pediatria di Faenza non sono previste le reperibilità notturne). La seconda possibilità - prosegue il comitato - è invece quella che i genitori o un genitore (se l'altro è rimasto a casa con un altro figlio) siano invitati o consigliati di recarsi con la propria auto presso l'ospedale di Ravenna. Oppure, se si è proprio gravi, si ha la "fortuna" di essere accompagnati con l'ambulanza». Questo è ciò che già sta avvenendo negli ultimi periodi, riferisce la nota, che racconta delle tante proteste che provengono dai genitori. «E le testimonianze sono tante. E cosa succederà durante il periodo invernale quando i bambini sono più predisposti ad ammalarsi!?». Il dito viene quindi puntato sulle cause che hanno originato il mancato servizio. L'Ausl dice che si tratta di una situazione temporanea, in attesa che vengano espletate le operazioni del concorso per l'assunzione dei pediatri. Nel frattempo, però, i 5 posti da coprire dopo che alcuni medici assunti a tempo determinato hanno trovato contratti stabili in altre strutture, non consentono lo svolgimento notturno dell'att iv ità di consulenza pediatrica in pronto soccorso. «Come mai - chiede il comitato - non sono state prese delle misure a monte in previsione della carenza di personale medico pediatrico?». AUSL RAVENNA 11

12 31/10/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 23 ISTRUZIONE «Mio figlio senza sostegno per i tagli» La denuncia di un ravennate, padre di un 12enne con difficoltà di apprendimento RAVENNA. Suo figlio, 12 anni, ha difficoltà di apprendimento. Una condizione per la quale sono previste agevolazioni e sostegni che, a causa dei tagli, l'istituto scolastico non è in grado di garantire. Lo denuncia in una lettera il padre dell'a do lescente, che frequenta un istituto scolastico medio inferiore della città. «Mio figlio - racconta - è sempre stato seguito dal personale dell'uni tà di neuropsichiatria inf a n t i l e dell'usl di R a v e n n a, non per disturbi psichici ma per difficoltà di apprendimento. Dopo tanti colloqui, nel marzo scorso, mentre frequentava la prima media, che tra l'altro sta ripetendo, abbiamo ottenuto la certificazione dsa. Una certificazione di disturbi di appredimento che, in base alla legge, prevede l'aiuto da parte della scuola sia a livello umano che a livello materiale per lo svolgimento di lezioni facilitate, l'uso di strumenti compensativi e un programma personalizzato oltre a tempi di valutazione più lunghi». Ausili e affiancamenti da parte di "tutor" (non un insegnante di sostegno, previsto solo per studenti affetti da disabilità) che per via dei tagli non è possibile avere. «P o t r e i ev e n t u a lmente farlo seguire trovando a mie s p e s e u n a persona che lo affianchi in aula e potrei acquistare a mie spese le necessarie strumentazioni di ausilio. La cosa mi ferisce. Mio figlio ha bisogno e quindi sono disposto a tutto, ma mi chiedo perché si continui a parlare di istruzione pubblica. Si investono fondi per affiancare permanentemente personale scolastico per ragazzi con problematiche irreversibili e quelli che avrebbero bisogno di aiuto per essere alla pari degli altri sono lasciati in balia degli eventi». AUSL RAVENNA 12

13 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini Pag. 14 (diffusione:30000) LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio... LUGO Rimangono serie le condizioni dell'operaio 50enne caduto sabato pomeriggio da un muletto all'esterno di un capannone di Lugo. L'uomo, che era al lavoro per tinteggiare una parete, è caduto violentemente a terra sbattendo la testa, ed è stato quindi trasportato in elimedica al Bufalini di Cesena. Qui l'operaio, di origine marocchina, regolarmente residente a Bagnacavallo, rimane ricoverato per le ferite riportate. Delle indagini sull'episodio si stanno occupando i tecnici della medicina del lavoro dell'ausl e gli agenti della polizia municipale della Bassa Romagna. AUSL RAVENNA 13

14 31/10/2011 La Voce di Romagna - Rimini Pag. 13 (diffusione:30000) Lo sfogo del padre di un 12enne a etto da disturbi dell'apprendimento "Zero aiuto da Ministero, scuole e Ausl " "Mio figlio: povero alunno di serie B" bbandonati dallo Stato, dall'ausl e dalle istituzioni scolastiche locali. È uno sfogo amaro quello di Andrea, padre ravennate di un bambino di 12 anni affetto da disturbi specifici di apprendimento (Dsa). Al piccolo, iscritto alla prima classe delle scuole medie Ricci, nel marzo scorso è stata certificata, secondo normativa nazionale, la sindrome Dsa. "Mio figlio dalle scuole elementari è sempre stato in cura nel reparto neuropsichiatrico infantile dell'ausl - premette Andrea - non per disturbi psichici ma per disturbi di apprendimento: un bambino come tanti, che hanno difficoltà accentuate nei confronti delle attitudini scolastiche". Ecco, allora, che nel marzo scorso, mentre il bambino frequentava la prima media - classe che tra l'altro sta ripetendo - la famiglia riceve la conferma della certificazione Dsa: "Per vedere riconosciuti i disturbi di apprendimento di mio figlio abbiamo fatto un'infinità di colloqui - racconta il padre - tale certificazione, secondo la legge, stabilisce che la scuola aiuti alunno e famiglia sia a livello umano che a livello materiale". Gli aiuti previsti da una recente circolare del Ministero dell'istruzione si sostanziano nell'affidamento alla famiglia di un piccolo computer per lo svolgimento delle lezioni facilitate, nell'attivazione di strumenti compensativi, nella programmazione di interventi didattici personalizzati, nonché nell'applicazione di tempi di valutazione dell'alunno più lunghi". Sinora, tuttavia, tutto questo è rimasto solo su carta: "Come padre mi trovo in grossa difficoltà - racconta Andrea - perché sebbene la certificazione Dsa sia arrivata sette mesi fa, da parte della scuola non ho avuto alcun aiuto, ne un computer, ne personale extra in grado di dare una mano a mio figlio". Se dall'istituto - dice il padre - si giustificano prendendosela con i tagli scolastici, dal Ministero non è ancora giunto alcun segnale: "La dirigente scolastica, insieme al medico neuropsichiatra nonché al logopedista dell'ausl - afferma Andrea - mi hanno consigliato di cercare personalmente un tecnico di sostegno qualificato disposto ad entrare in classe, ovviamente a mio carico". E non è tutto: "Perché - racconta il padre - anche per ottenere il pc mi dicono che il percorso burocratico avrebbe tempi lunghissimi, tanto vale quindi che l'acquisti da me". Sconsolato e amareggiato, il padre si lascia poi andare ad un duro sfogo: "Il bambino ha bisogno e quindi sono disposto a tutto - dice ma mi chiedo perché, a questo punto, continuino a chiamarla istruzione pubblica, daro che la scuola non aiuta e forma tutti in egual modo". Forse le annunciate linee guida che in merito il Miur sta predisponendo potranno aiutare a snellire procedure e tempi, e serviranno, forse, a favorire la preparazione delle azioni di sostegno per gli alunni con Dsa che, a quanto sembra, sono tanti: almeno 350 mila, il doppio degli alunni con handicap. AUSL RAVENNA 14

15 SANITÀ NAZIONALE 24 articoli

16 31/10/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 5 (diffusione:619980, tiratura:779916) Policlinico Umberto I Il Centro trasfusionale: l'omosessualità non c'entra, solo valutazione dei rischi «Io, discriminata perché lesbica» Una donna denuncia: non mi hanno fatto donare il sangue ROMA - Il suo desiderio di aiutare qualcuno in difficoltà si ferma al colloquio con il medico del centro trasfusionale del Policlinico Umberto I. «Non mi fanno donare il sangue perché sono lesbica e soggetto a rischio», denuncia Licia Marchesi, 40 anni, impiegata in uno studio commerciale della Capitale. La sentenza «lei non può» è di sabato mattina, dopo aver riempito il questionario informativo necessario e aver tenuto il colloquio, in cui ha spiegato al medico la situazione personale: «Ho una compagna fissa da oltre tre mesi, con cui convivo». E, non senza imbarazzo, ha raccontato al dottore del rapporto «esclusivo» con Maria. Ma è stato proprio a quel punto che il sanitario l'ha fermata dicendo che non avrebbe potuta inserirla nell'elenco «in quanto omosessuale con relazione da meno di quattro mesi, quindi da considerare soggetto a rischio per i nuovi protocolli». Licia, però, non vuole nascondere lo schiaffo ricevuto e racconta la storia agli avvocati Marco Angelozzi e Giacinto Canzona. «La signora ha deciso di valutare azioni legali contro il grave atto discriminatorio», annunciano i legali. Il rifiuto provoca la dura reazione dell'arcigay Roma e del Gay Center che, in una nota congiunta (firmata dal presidente Roberto Stocco e dal portavoce Fabrizio Marrazzo), precisano: «Vietare la donazione di sangue ad una persona per il suo orientamento sessuale è una violazione delle norme in materia in vigore nel nostro Paese». Ma la spiegazione del Policlinico è di altro tenore. Il direttore del Centro trasfusionale, Gabriella Girelli, fornisce una versione scientifica dell'accaduto. «Non c'è nessuna discriminazione, il periodo finestra - i quattro mesi di una relazione stabile - valgono per tutti. L'omosessualità non è un criterio d'esclusione. La legge dice genericamente che non può donare la persona che si sia esposta ad un rischio, quindi capace di trasmettere infezioni». Il rischio, quindi, viene valutato caso per caso dal medico durante la visita e il colloquio. «Noi non possiamo sindacare l'operato del medico che ha visitato la persona - aggiunge la Girelli - perché non siamo a conoscenza delle dichiarazioni rese durante la visita, né tantomeno possiamo prendere visione del questionario sottoscritto dal medico e dal potenziale donatore». e ancora: «Ovviamente il medico decide senza alcun giudizio di merito sulla vita privata del potenziale donatore. Ognuno fa quel che vuole. Qui non si critica né si condanna nessuno. A volte sembra che ci facciamo troppi scrupoli, ma i rischi vanno valutati con estrema attenzione. Le conseguenze di una scelta sbagliata possono essere devastanti». Maria Rosaria Spadaccino RIPRODUZIONE RISERVATA Foto: Ospedale L'ingresso dell'umberto I, dov'è accaduto l'episodio SANITÀ NAZIONALE 16

17 31/10/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 3 (diffusione:619980, tiratura:779916) Medici, precari e anche a stipendio ridotto All'Umberto I sono 300. «Lavoriamo come gli altri, interi reparti si reggono su di noi» Ernesto Menicucci Sono gli «indignati», pacifici, del Policlinico. Anestesisti, radiologi, pediatri. Professionisti di primo livello, con una ventina d'anni di esperienza sulle spalle, tra Università, specializzazione, i primi contratti. E che, oggi, alla soglia dei quarant'anni, si ritrovano ancora con un impiego precario, costretti a subire - a causa del deficit sanitario del Lazio - tagli allo stipendio anche del 30%. All'Umberto I, in tutto, sono circa 300 persone, divise tra contratti co.co.co. e a tempo determinato, che il 31 dicembre si ritroveranno con gli accordi - firmati a giugno, per sei mesi - scaduti. E già allora fu una mazzata: in molti hanno resistito, pur dovendo rinunciare a 6 o 10 mila euro lordi, qualcuno ha preferito andarsene. Adesso, «gli indignati precari» del Policlinico, hanno deciso di organizzarsi: si sono organizzati in Assemblea, eletto dei rappresentanti, creato un gruppo su Facebook («Medici precari del Policlinico Umberto I») che conta 93 membri. E studiano altre azioni di lotta: «Mancare due-tre giorni dal lavoro, quando ci scadrà il contratto», propone qualcuno. Le loro storie aiutano a capire come funzionano sanità e ricerca, a Roma e nel Lazio, in quella che dovrebbe essere un'eccellenza ospedaliera. Antonio Bruni, ha 38 anni, si è laureato nel 2005, è un radiologo interventista, lavora al Policlinico da sei anni: «Prima come co.co.co., poi con contratto annuale, ora semestrale. Da noi, il reparto si regge sui precari: su 4 persone, due siamo a tempo determinato. E, come gli altri, abbiamo la reperibilità, le urgenze. Non potremmo, per legge, ma lo facciamo lo stesso». Bruni si è visto decurtare lo stipendio del 30%: «Guadagnavo 55 mila euro lordi annui, ora sono sceso a 40 mila annui, 20 mila per sei mesi. E gli orari sono gli stessi di prima». Anche la moglie è precaria, e ora aspettano un figlio. Perché non cerca un altro lavoro? «A Roma non ci sono tanti centri di radiologia interventistica. Ma se continua così, sarò costretto a guardarmi intorno». Qualcuno preferisce non dare il nome, qualcuno se n'è già andato: di fronte ad un rinnovo di contratto con euro di meno in busta paga, si è messo alla finestra. I problemi, per la struttura, sono evidenti. Interi reparti, e alcuni di primo intervento, vanno costantemente in sofferenza, le liste d'attesa si allungano, le sale operatorie funzionanti si riducono. Le situazioni più critiche, spiegano i precari, sono ad anestesia e al trasporto neonatale: settori vitali, per la vita delle persone. Lo spiega Domenico Vitale, 39 anni, anestesista in cardiochirurgia, contratto a tempo determinato di durata sempre inferiore (tre anni, poi due, uno, fino a sei mesi), una moglie precaria sempre del Policlinico alla quale sono stati tagliati 12 mila euro sui 52 che prendeva: «Se un bambino che nasce da noi - dice Vitale - ha problemi seri di salute e va portato in un'altra struttura, come il Bambino Gesù, c'è del personale altamente specializzato che se ne occupa: incubatrice, ambulanza, trasferimento in un'altra struttura. Su dieci persone del reparto, nove sono precari: se smettono di lavorare, il servizio chiude, i bambini muoiono». Stesso discorso per le sale operatorie: «Ad ottobre abbiamo fatto le chiusure a singhiozzo, ad otorino/laringoiatria da tre funzionanti siamo passati a due». Risposte dal Policlinico o dalla Regione? «Nessuna: ci dicono solo che bisogna risparmiare», dicono i precari. L'assemblea, i rappresentanti, Facebook. Che altro fare? «A dicembre scadranno in blocco tutti i nostri contratti. E, per rinnovarli, ci vorrà minimo un mese e mezzo per i passaggi tra Umberto I, Regione, ministero dell'economia. In genere, ad ogni scadenza, siamo andati a lavorare anche senza contratto. E se, per una volta, ci dessimo tutti malati?». Ma questa è solo un'idea. Per ora. RIPRODUZIONE RISERVATA Foto: La protesta Gli striscioni dei medici precari del Policlinico. Ora il loro stipendio è stato ridotto SANITÀ NAZIONALE 17

18 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 36 (diffusione:619980, tiratura:779916) Nord e Sud Divisi dal Rischio Salute Pagelle che ci Aiutano a Intervenire Luigi Ripamonti Anche l'italia, finalmente, pubblica (online) le pagelle dei suoi ospedali, grazie a un grande studio del ministero della Salute. Il quadro che emerge è, ancora una volta, quello di un Paese tagliato più o meno in due, dove è «più prudente» ammalarsi al Centro-Nord, salvo numerose e lodevoli eccezioni. Anche se è prevedibile che le classifiche saranno oggetto di critiche e distinguo, forniranno a singoli cittadini e a operatori sanitari un'utile bussola per orientare le proprie scelte e le proprie valutazioni, e quindi sono da salutare come un grande passo avanti. Consultarle, nel caso di un singolo, potrebbe fare la differenza fra la vita e la morte se si guarda ai diversi tassi di mortalità, per esempio, per un delicato intervento di cardiochirurgia (da meno dell'1% in alcuni ospedali del Nord all'8% in certi ospedali della Campania e della Sicilia). Ma non si tratta solo di questo. Rendere pubbliche certe differenze potrebbe essere di sprone e sostegno per decisioni impopolari ma sagge, come quella di accorpare in centri di riferimento ad alta specializzazione risorse umane e finanziarie, in modo da garantire ai cittadini maggior sicurezza e al sistema maggiore efficienza. Non si ridurrà solo la mortalità operatoria ma anche i costi in termini di strumentazioni sofisticate sottoutilizzate e, talvolta, anche di professionalità non valorizzate. Altro vulnus del sistema per cui le pagelle potranno essere un'occasione di «cura» è quello dell'inappropriatezza. Un esempio lampante è rappresentato dai cesarei. Possibile che in certe zone d'italia e in certe strutture le donne abbiano bisogno del cesareo 9 volte su 10? A pensar male si fa peccato ma molto spesso ci si azzecca, diceva un celebre politico. Adesso certe discrepanze sono sotto gli occhi di tutti. Sarà più difficile per i controllori far finta di niente, lasciando pagare alle future madri un prezzo insensato in termini di salute, e a tutti i cittadini in termini di prelievo fiscale per rimborsi inutilmente elevati, visto che all'ospedale, o alla clinica, un cesareo «rende» ben di più di un parto naturale. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 18

19 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 19 (diffusione:619980, tiratura:779916) Il rapporto Stilato dal ministero e ancora non pubblico: le disparità su cesarei e interventi al femore Le due Italie della Sanità Bypass più rischioso al Sud La «classifica» riservata: sotto esame strutture Il parto chirurgico Nel Meridione praticato anche su 8 donne ogni 10. La clinica piemontese dove raggiunge il 90% Margherita De Bac ROMA - Dove si cura meglio l'infarto? Un buon centro per l'artroscopia del ginocchio? Il numero uno nella chirurgia del tumore polmonare? La risposta è nella classifica online degli ospedali italiani, pubblicata su Internet con lettura riservata agli addetti ai lavori. Studio immane del ministero della Salute realizzato da Agenas, l'agenzia per i servizi sanitari regionali diretta da Fulvio Moirano. Migliaia di dati, la fotografa dell'attività di circa strutture tra pubbliche, private e convenzionate. I numeri mostrano la solita Italia a due marce. Il centro nord in generale più efficiente del centro sud. In alcuni centri di Piemonte o Lombardia si può essere operati di bypass con un rischio di mortalità sovrapponibile a 0. In certi ospedali siciliani il rischio sfiora il 10%. Ma anche nell'ambito di una stessa Asl esistono situazioni in bianco e nero. La possibilità per una persona anziana di essere operata al femore entro 48 ore dal trauma (tempo considerato ottimale per ridurre le complicanze) oscillano tra il 2% in provincia di Frosinone e l'80% a Firenze e dintorni. Metodo Il lavoro fa parte del Programma nazionale esiti. L'edizione è stata consegnata la scorsa estate alle Regioni. Si sta riflettendo sull'opportunità di renderlo pubblico. Per ora solo i tecnici hanno ricevuto codici personali per entrare nelle pagine dell'apposito sito web. Le «pagelle» costituiscono uno strumento per eliminare inefficienze e percentuali fuori norma. Il Lazio, ad esempio, ha già avviato la fase di correzione e si è avvantaggiato pubblicando autonomamente il rapporto Hanno intrapreso un percorso di riorganizzazione Toscana, Veneto e Sicilia. I responsabili di Agenas hanno fatto il giro d'italia per confrontarsi con Regioni e società scientifiche. L'analisi si basa sulle schede di dimissione ospedaliera, quelle che raccontano la storia di un ricovero. Esaminati 47 indicatori corrispondenti ad altrettante prestazioni, dal bypass aortocoronarico alla colecistectomia laparoscopica, dall'ictus allo scompenso cardiaco, dall'infarto a interventi chirurgici non oncologici. Si tratta di attività accreditate dalla letteratura internazionale per diagnosticare l'efficienza dei servizi sanitari. Risultati Alcune delle pagine più significative riguardano la mortalità a 30 giorni dall'intervento per bypass. La media italiana è del 2,2% (poco più di due pazienti su 100 muoiono a un mese dall'operazione). Nel 2009 circa 30 ospedali non hanno superato la soglia dei 50 bypass all'anno mentre il volume considerato accettabile per la sicurezza del malato è di 200. Sono davvero troppe invece le cardiochirurgie che marciano a scartamento ridotto dal punto di vista dell'attività. Tra le eccellenze il Monzino di Milano, la Poliambulanza di Brescia, le Molinette a Torino. Al di sotto dell'1,5% il Sacco di Milano, gli ospedali Riuniti di Bergamo, il Careggi di Firenze, il San Camillo Forlanini di Roma (con 0,79%), l'ismett di Palermo. La mortalità sale al sud, è superiore al 5% a Salerno, al Monaldi di Napoli, presso la casa di cura San Michele (Caserta, quasi 8%), al Papardo di Messina ma anche in alcune grandi aziende universitarie romane. Frattura di femore: in un anziano il trattamento ritenuto ottimale è l'intervento al massimo entro 2 giorni. La tempestività riduce il pericolo di complicanze. Opportunità negata in decine di ospedali del sud dove appena 5 pazienti su 100 vengono operati rispettando le linee guida internazionali. Ma anche a Milano (Niguarda, San Paolo) si scoprono ritardi sorprendenti che dipendono dall'organizzazione. Le aziende sono corse ai ripari. Nel Lazio a fine 2009 è stata introdotta una nuova modulazione di tariffa. Il rimborso è tanto più alto quanto minore è l'attesa del paziente con femore fratturato. In Toscana questo indicatore rientra nella tabella di valutazione dei manager in fase di eventuale riconferma. Tra le prestazioni sentinella non potevano mancare i parti con taglio cesareo primario (primo figlio). E qui la forbice è davvero SANITÀ NAZIONALE 19

20 31/10/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 19 (diffusione:619980, tiratura:779916) ampia. Si va dalle percentuali virtuose del Buzzi (Milano), ospedali Riuniti (Bergamo), casa di cura per il Bambino (Monza) dove meno di 10 donne su 100 partoriscono con la chirurgia. A realtà del sud che potrebbero essere definite vere e proprie fabbriche di cesarei. Case di cura private dove 8 donne su 10 ricevono il taglio probabilmente senza criteri di appropriatezza, solo perché vantaggioso sul piano della remunerazione. La Campania si distingue con percentuali decisamente straordinarie, in negativo. Ci sono però esempi estremi anche in Piemonte. Presso la clinica Sedes Sapientiae il cesareo è scontato (9 volte su 10). Uso dei dati Si sta discutendo sull'uso dei dati. È opportuno, ci si chiede, metterli a disposizione della comunità oltre che dei decisori? È stato analizzato in un documento l'impatto socio economico sulla popolazione. Vantaggi: il cittadino potrebbe entrare in possesso di informazioni utili per orientare le sue scelte. Ricadute negative: sarebbe discriminato chi non possiede Internet. Dunque i meno abbienti e bisognosi di buona sanità. Non solo. Per tutti ci sarebbero difficoltà nel comprendere correttamente le informazioni. Uno dei possibili impedimenti potrebbe consistere nello scarso senso di fiducia del cittadino sull'obiettività dei risultati. Dunque l'uso potrebbe essere riservato ai medici di famiglia e sarebbero loro a indirizzare i pazienti verso questa o quella struttura. Anche qui esistono pro e contro. Terza ipotesi: sì alle classifiche liberamente consultabili purché rielaborate in una forma di più facile lettura. RIPRODUZIONE RISERVATA OSPEDALI RIUNITI (BG), BUZZI (MI), CASA CURA PER BAMBINO (MB), SAN LEONARDO (NA), SEDES SAPIENTIAE (TO), OSPEDALE DI VENOSA (PT), VILLA MAIONE (NA), OREATNO (PA), VILLA SERENA (PA), SANTA CROCE E CARLE (CN), SAN GIOVANNO BATTISTA (TO), SAN GAUDENZIO (NO), CENTRO MEDICO MONZINO (MI), POLIAMBULANZA (BR), UNIVERSITA' DI UDINE, CATTOLICA (CB), CASA CURA MEDITERRANEO (NA), SANT'ANDREA (RPMA), CAMPUS BIOMEDICO (ROMA), FEDERICO II (NA), SAN GIOVANNI DI DIO (SA), MONALDI (NA), SAN MICHELE (CE), AZIENDA OSPEDALIERA (PA), PAPARDO (ME), AZIENDA OSPEDALIERA (CT), NIGUARDA (MI), SAN PAOLO (MI), OSPEDALE DI TRENTO, OSPEDALE DI TREVISO, OSPEDALE DI TERNI, UMBERTO I (FR), ICOT (LT) IL COMMENTO di Luigi Ripamonti nelle Idee&opinioni Foto: Salute Il ministro Ferruccio Fazio SANITÀ NAZIONALE 20

Come va la nostra Sanità?

Come va la nostra Sanità? Come va la nostra Sanità? Dopo un lungo periodo di commissariamento imposto dai governi centrali per correggere gli sprechi di molte regioni,quasi sempre meridionali, la Campania, per bocca del suo governatore,

Dettagli

Emilia Romagna: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione.

Emilia Romagna: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Emilia Romagna: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Da oggi per diversi importanti problemi di salute i cittadini

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

n. 166 del 01.12.2010 periodico (Parte Terza)

n. 166 del 01.12.2010 periodico (Parte Terza) Page 1 of 10 Bollettino Ufficiale - Inserzioni BURERT on-line Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen.

Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen. Norme per la tutela della salute, per la disciplina del rischio clinico e della responsabilità professionale medica (AS1648) Sen. Lucio Romano Finalità del DdL Contrattualismo Alleanza di cura Ania. Dossier

Dettagli

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Liste di attesa e spesa privata: i cittadini pagano le inefficienze di un SSN sempre meno accessibile. Necessaria politica nazionale per l accesso ai servizi. Presentato

Dettagli

LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA. Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano

LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA. Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano LE POLITICHE DI TUTELA DELLA SALUTE NELLA REGIONE LOMBARDIA Antonio G. Mobilia Direttore Generale ASL Città di Milano LA SITUAZIONE ITALIANA ASL con gestione diretta degli Ospedali ASL senza alcun ospedale

Dettagli

Autore: Anna Messia Milano Finanza

Autore: Anna Messia Milano Finanza Autore: Anna Messia Milano Finanza Compagnie in perdita e medici che hanno il terrore di operare per non pagare di tasca propria eventuali indennizzi. Intanto scoppia il caso di AmTrust, che ha assicurato

Dettagli

TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario

TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario La sindrome di alienazione genitoriale - Opinioni a confronto 26 SET 2011 OSSERVAZIONI PRELIMINARI Ci troviamo qui per un dibattito su quella che viene considerata una

Dettagli

Reparto: Pronto Soccorso. Sede: Melzo. Piano: Terra. Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli. Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it.

Reparto: Pronto Soccorso. Sede: Melzo. Piano: Terra. Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli. Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it. Reparto: Pronto Soccorso Sede: Melzo Piano: Terra Responsabile: Dott. Giuseppe Ripoli Email: giuseppe.ripoli@aomelegnano.it Medici: A rotazione dai reparti di Chirurgia, Medicina, Ostetricia e Pediatria

Dettagli

L ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITA CIVILE DEL MEDICO E DELLA STRUTTURA SANITARIA: IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO NEL MERCATO ASSICURATIVO

L ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITA CIVILE DEL MEDICO E DELLA STRUTTURA SANITARIA: IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO NEL MERCATO ASSICURATIVO L ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITA CIVILE DEL MEDICO E DELLA STRUTTURA SANITARIA: IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO NEL MERCATO ASSICURATIVO ROMA 13 SETTEMBRE 2013 Relatore: dott. Danilo Ariagno Le cause

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO TURNI DI GUARDIA E PRONTA DISPONIBILITÀ QUESITO (posto in data 4 gennaio 2014) Lavoro in una struttura complessa di Cardiologia con unità di terapia intensiva coronarica in un'azienda Ospedaliera

Dettagli

Elenco strutture convenzionate con S.B.P.C. per lo svolgimento del tirocinio in psicoterapia

Elenco strutture convenzionate con S.B.P.C. per lo svolgimento del tirocinio in psicoterapia Elenco strutture convenzionate con S.B.P.C. per lo svolgimento del tirocinio in psicoterapia Ente_Stuttura istituto per la curezza Sociale (RSM) Repubblica San Forlì Marino Casa di Cura LA QUIETE srl Capezzano

Dettagli

CONVENZIONE. Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Forlì-Cesena

CONVENZIONE. Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Forlì-Cesena OGGETTO CONVENZIONE Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Forlì-Cesena La migliore polizza di assicurazione per il medico non è necessariamente quella a costo più basso, oppure

Dettagli

Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale

Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale Giunta Regionale Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale Guida per lo studente 1 CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE Il Corso di

Dettagli

BOLLETTINO SOCIETÀ ITALIANA DI CHIRURGIA CARDIACA MAGGIO 2014

BOLLETTINO SOCIETÀ ITALIANA DI CHIRURGIA CARDIACA MAGGIO 2014 BOLLETTINO SOCIETÀ ITALIANA DI CHIRURGIA CARDIACA MAGGIO 2014 PREFAZIONE DI GIAN PIERO PICCOLI ALL ARTI- COLO DI Mauro Galbusera, Luca Peschiera di ARENABROKER Abbiamo analizzato in numerosi articoli apparsi

Dettagli

Agenzia di QUESTIONARIO R.C. PROFESSIONI SANITARIE - MOD. PQRCM/1. Cognome e nome del Proponente. Titolo di abilitazione professionale

Agenzia di QUESTIONARIO R.C. PROFESSIONI SANITARIE - MOD. PQRCM/1. Cognome e nome del Proponente. Titolo di abilitazione professionale PQ R.C.Med..-Ed 03-2013 Agenzia di Cod QUESTIONARIO R.C. PROFESSIONI SANITARIE - MOD. PQRCM/1 Cognome e nome del Proponente Titolo di abilitazione professionale Data di rilascio Ente che lo ha rilasciato

Dettagli

RISCHIO PSICOPATOLOGICO

RISCHIO PSICOPATOLOGICO LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (SECONDA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Dettagli

L integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di I grado, statali e non statali

L integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di I grado, statali e non statali 19 gennaio 2011 L integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di I grado, statali e non statali Anni scolastici 2008/2009 e 2009/2010 L Istat diffonde i primi risultati

Dettagli

Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO

Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO Pier Giorgio BEDOGNI Salvatore PETROZZINO 1 CONTESTO DI MERCATO Il numero di Professionisti censiti dagli attuali Albi di categoria accredita una presenza complessiva di oltre 1,9 milioni di unità. I dati

Dettagli

Per ulteriori informazioni accedere al sito web all indirizzo www.uilfpl.net selezionando la voce Assicurazioni

Per ulteriori informazioni accedere al sito web all indirizzo www.uilfpl.net selezionando la voce Assicurazioni LA UIL FPL HA MESSO IN ATTO UNA TUTELA ASSICURATIVA COMPLESSIVA PER I PROPRI ISCRITTI Questa soluzione è stata realizzata per far fronte alle crescenti sollecitazioni, in particolar modo dalle Aziende

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA

INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA INCONTRO PRESENTAZIONE POLIZZA RC PROFESSIONALE TSRM COLLEGIO DI FERRARA Relatore: Fabrizio Buzzi Agente Generale LA POLIZZA R.C. PER IL TSRM IL T.S.R.M. TSRM Il TSRM è una figura professionale in possesso

Dettagli

Dir. Resp.: Alessandro Cassinis. 13-APR-2015 da pag. 7

Dir. Resp.: Alessandro Cassinis. 13-APR-2015 da pag. 7 Tiratura 01/2015: 68.758 Diffusione 01/2015: 50.722 Lettori III 2014: 376.000 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Cassinis 13-APR-2015 da pag. 7 13-04-2015

Dettagli

Obiettivi del progetto:

Obiettivi del progetto: BIBLIOTECA PER PAZIENTI Descrizione del contesto territoriale L idea di dare vita a una biblioteca per i pazienti nasce, nel nostro ospedale, da alcune iniziative pilota avviate in questi anni su tre versanti:

Dettagli

La necessità di sangue non va in vacanza

La necessità di sangue non va in vacanza La necessità di sangue non va in vacanza Estate, tempo di vacanze per tantissime persone, ma anche in questo periodo ci sarà chi, purtroppo, dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico dopo un

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

Celebrazione della 6 Giornata Europea dei diritti del malato. Banchetto informativo Distribuzione della carta europea dei diritti del malato

Celebrazione della 6 Giornata Europea dei diritti del malato. Banchetto informativo Distribuzione della carta europea dei diritti del malato Celebrazione della 6 Giornata Europea dei Città ABBRUZZO L Aquila CALABRIA Lamezia Terme Reggio Calabria 18 aprile Iniziative Banchetto informativo dei dei Richiesta di convocazione della conferenza dei

Dettagli

Piemonte: ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione.

Piemonte: ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Piemonte: ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Da oggi per diversi importanti problemi di salute i cittadini potranno

Dettagli

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1 Sig. Presidente, signori consiglieri, Commissione Sanità Consiglio Regionale del Lazio audizione 31 maggio 2012 Premesso che come tutti i cittadini di questa regione, ci auguriamo che al più presto possa

Dettagli

Rivalsa per Colpa Grave dell Ente e/o del Datore di Lavoro

Rivalsa per Colpa Grave dell Ente e/o del Datore di Lavoro Rivalsa per Colpa Grave dell Ente e/o del Datore di Lavoro IN TESSERA A favore: Iscritti UIL FPL. (esclusi Medici e Veterinari sia Dirigenti che Convenzionati ) Garanzia: tiene indenne l iscritto di quanto

Dettagli

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL Ansa SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL 2012 'EFFETTO BLOCCO DEL TURN-OVER, TAGLIO DEI COSTI PER 25 MILIONI' BOLOGNA, 28 GIU - A fine 2012, come effetto del blocco del turn-over, il sistema

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC. Centro Gestione Rischio Clinico

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC. Centro Gestione Rischio Clinico INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC Centro Gestione Rischio Clinico DISCLAIM SUL CASO PRESENTATO Il presente caso è stato costruito esclusivamente a fini didattici; si è preso ispirazione da un

Dettagli

CONOSCERE L ASSICURAZIONE

CONOSCERE L ASSICURAZIONE CONOSCERE L ASSICURAZIONE VIDEO N. 6 Quando c è la salute, c è tutto LA SALUTE, IL BENE PIÙ PREZIOSO Da quando nasciamo, e per tutta la vita, la salute è il bene più prezioso che abbiamo. Spesso però non

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

Responsabilità sanitaria e assicurazioni: alcune criticità e possibili soluzioni

Responsabilità sanitaria e assicurazioni: alcune criticità e possibili soluzioni Responsabilità sanitaria e assicurazioni: alcune criticità e possibili soluzioni Roberto Manzato Convegno «La responsabilità medica» Milano 20 novembre 2012 Roberto Manzato 1 MESSAGGI CHIAVE Molti paesi

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

ECCO LE STRUTTURE SANITARIE, PUBBLICHE E PRIVATE, PIU VIRTUOSE DELLA LIGURIA

ECCO LE STRUTTURE SANITARIE, PUBBLICHE E PRIVATE, PIU VIRTUOSE DELLA LIGURIA ECCO LE STRUTTURE SANITARIE, PUBBLICHE E PRIVATE, PIU VIRTUOSE DELLA LIGURIA Prosegue con successo il lavoro della Guida Michelin della salute Dove e Come Mi Curo, il portale numero uno in Italia dove

Dettagli

Responsabilità sanitaria e assicurazioni: criticità e proposte

Responsabilità sanitaria e assicurazioni: criticità e proposte Responsabilità sanitaria e assicurazioni: criticità e proposte Dario Focarelli Direttore Generale, ANIA Convegno «La responsabilità sanitaria: problemi e prospettive» Roma 20 marzo 2015 Agenda I messaggi

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

PROGETTO SAPERE. L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus

PROGETTO SAPERE. L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus Agenzia Regionale di Sanità della Toscana (ARS) Osservatorio Qualità PROGETTO SAPERE (Stroke Acuto PERcorsi ed Esperienze) L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus Novembre 2006 2 L ASSISTENZA

Dettagli

DIALOGO SU QUESTIONI SCOLASTICHE

DIALOGO SU QUESTIONI SCOLASTICHE DIALOGO SU QUESTIONI SCOLASTICHE Vandalismo a scuola Domanda: Qual è la normativa relativa al risarcimento da parte degli allievi dei danni che causano per atti di vandalismo. Risposta: Con il Dpr 24 giugno

Dettagli

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia diritti e servizi sociali per la famiglia Cari Genitori, Questa brochure si propone di offrirvi sinteticamente informazioni utili e consigli pratici per orientarvi nel sistema dei servizi sociali e scolastici,

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT Anno 63 n. XX lunedì 7 marzo 2011 IISN 0010-6348 Sped.in abb. postale 45% Roma art.2 comma 20b legge 662/96 febbraio 2011 BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE INAS CISL - NUMERO VERDE 800

Dettagli

La polizza di Responsabilità Civile. Professionale

La polizza di Responsabilità Civile. Professionale Novembre 12 La polizza di Responsabilità Civile Professionale Donato Vinci Una sintesi esplicativa delle principali garanzie presenti nelle polizze di Reponsabilità Civile Professionale Donato Vinci Consulenza

Dettagli

RELATA DI NOTIFICA. nonché

RELATA DI NOTIFICA. nonché RELATA DI NOTIFICA Io sottoscritto avv. prof. Carlo Rienzi, in virtù dell autorizzazione del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma n.162 del 2004, rilasciata l 11/3/2004, previa iscrizione al n.ro

Dettagli

Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni. Attilio Steffano a.steffano@assimedici.

Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni. Attilio Steffano a.steffano@assimedici. Le responsabilità nelle professioni sanitarie: approccio ad un mercato alla ricerca di soluzioni Attilio Steffano a.steffano@assimedici.it Ma i numeri presentati sono veri? MALASANITA o MALPRATICA?

Dettagli

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE: IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 2 di

Dettagli

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE Disposizioni in materia di assistenza psichiatrica. C. 919 Marinello, C. 1423 Guzzanti, C. 1984 Barbieri, C. 2065 Ciccioli, C. 2831 Jannone, C. 2927 Picchi, C. 3038 Garagnani e C. 3421 Polledri. TESTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14 REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14,1752'8=,21( ),1$/,7$ '(/5(*2/$0(172 Il presente regolamento ha la finalità di richiamare le norme generali

Dettagli

RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014

RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014 RASSEGNA STAMPA - mercoledì 19 marzo 2014 SPENDING REVIEW Spending review: nel pubblico 85mila esuberi e la sfida della mobilità. Dipedenti pubblici. Sugli stipendi Pa spunta il taglio oltre i 60mila euro.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. di MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE 2012

RASSEGNA STAMPA. di MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE 2012 RASSEGNA STAMPA di MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE 2012 7 Forum Risk. Agenas presenta il nuovo numero di Monitor sulla 'Sicurezza delle cure' Presentato ad Arezzo il nuovo numero di Monitor, dal Direttore Fulvio

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

Il S.Croce meritatrebollinirosa

Il S.Croce meritatrebollinirosa gg Sanità/Checosacambia Il S.Croce meritatrebollinirosa Premiato con il punteggio massimo per prevenzione, diagnosi e cura delle patologie di interesse femminile g CAMILLA PALLAVICINO CUNEO Con tre«bollini

Dettagli

La responsabilità professionale del medico

La responsabilità professionale del medico La responsabilità professionale del medico «Cosa succede quando avviene un sinistro?» I giornata ANAAO GIOVANI Bari, 19 giugno 2013 «nella Borsa del diritto il titolo responsabilità del medico è segnalato

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

SPECIALE CONVENZIONI SIAP AL VIA LA NOSTRA CARTA DEI SERVIZI

SPECIALE CONVENZIONI SIAP AL VIA LA NOSTRA CARTA DEI SERVIZI 18 Sommario: Editoriale Al via la Carta dei Servizio SIAP Polizza di tutela legale professionale ed extra Polizza infortuni siamo sempre in due Responsabilità civile professionale ed extra Alcune immagini

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Margherita Palazzo Valentini, Roma 19 marzo 2010 1 Il Sistema

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

Professioni regolamentate: conto alla rovescia per l obbligo di copertura assicurativa

Professioni regolamentate: conto alla rovescia per l obbligo di copertura assicurativa CIRCOLARE A.F. N.115 del 27 Luglio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Professioni regolamentate: conto alla rovescia per l obbligo di copertura assicurativa Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

http://www.flcgil.it/ http://www.flcgil.it/flc/servizi_agli_iscritti/i_servizi_agli_iscritti_della_flc_cgil

http://www.flcgil.it/ http://www.flcgil.it/flc/servizi_agli_iscritti/i_servizi_agli_iscritti_della_flc_cgil http://www.flcgil.it/ http://www.flcgil.it/flc/servizi_agli_iscritti/i_servizi_agli_iscritti_della_flc_cgil POLIZZE ASSICURATIVE GRATUITE PER GLI ISCRITTI ALLA FLC CGIL: SONO ASSICURATI QUATTRO VOLTE!

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

S. N. A. L. S. - Conf.S.A.L.

S. N. A. L. S. - Conf.S.A.L. S. N. A. L. S. - Conf.S.A.L. SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO LAVORATORI SCUOLA Segreteria Provinciale Siracusa Gli Orari Visite Fiscali 2015/16 INPS dipendenti pubblici, insegnanti, aziende private, militari,

Dettagli

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a..tornando a casa Gentile Sig. / Sig.ra, sta per tornare a casa dopo un periodo di ricovero presso la nostra Struttura

Dettagli

E quindi opportuno e consigliabile che i Professionisti si tutelino sottoscrivendo una buona

E quindi opportuno e consigliabile che i Professionisti si tutelino sottoscrivendo una buona Mensile della FIALS Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità Indice L Editoriale 1 Visita il nostro sito nazionale www.fials.it 3 Forse non tutti sanno che 4 Occhio alle polizze civetta 5 Moduli

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

MODULO DI ADESIONE DA INVIARE A MEZZO FAX ALLO 0831.584022 O MAIL info@galassoinsurancebroker.it. Contraente Indirizzo Cap Città Prov.

MODULO DI ADESIONE DA INVIARE A MEZZO FAX ALLO 0831.584022 O MAIL info@galassoinsurancebroker.it. Contraente Indirizzo Cap Città Prov. Wholesale-Broker: ASSIMEDICI SRL MODULO DI ADESIONE DA INVIARE A MEZZO FAX ALLO 0831.584022 O MAIL info@galassoinsurancebroker.it Contraente Indirizzo Cap Città Prov. Tel. Abitazione Cellulare e-mail Fax

Dettagli

PROFESSIONI: CUP NAPOLI, NO ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA

PROFESSIONI: CUP NAPOLI, NO ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PROFESSIONI: CUP NAPOLI, NO ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA = 'RISCHIA DI GRAVARE SOPRATTUTTO SUGLI ISCRITTI PIU' GIOVANI' Napoli, 8 lug. - (Adnkronos/Labitalia) - "L'obbligatorieta' dell'assicurazione per

Dettagli

Delitti contro l attività giudiziaria

Delitti contro l attività giudiziaria Capitolo II Delitti contro l attività giudiziaria SOMMARIO: 2.1. Generalità. 2.2. Nozione di pubblico ufficiale. 2.3. Nozione di incaricato di pubblico servizio. 2.4. Nozione di esercente un servizio di

Dettagli

Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie. Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni

Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie. Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni Istituti di cura, posti letto, per tipo di istituto - Anno 1999 Istituti Posti letto TIPO DI

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO IL RICHIAMO IN SERVIZIO OGGI PER DOMANI

ORDINE DI SERVIZIO IL RICHIAMO IN SERVIZIO OGGI PER DOMANI ORDINE DI SERVIZIO La situazione di grave carenza del personale infermieristico porta spesso la dirigenza delle aziende sanitarie ed ospedaliere ad interpretare in modo decisamente estensivo importanti

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

IL PRIMO SOCCORSO A SCUOLA QUALI REGOLE RISPETTARE

IL PRIMO SOCCORSO A SCUOLA QUALI REGOLE RISPETTARE IL PRIMO SOCCORSO A SCUOLA QUALI REGOLE RISPETTARE Da sempre la Scuola è un luogo di lavoro atipico, dove la presenza dei minori amplifica le problematiche legate al soccorso (che negli altri luoghi di

Dettagli

Notizie dal garante Newsletter n. 7 del 23/09/2015

Notizie dal garante Newsletter n. 7 del 23/09/2015 Notizie dal garante Newsletter n. 7 del 23/09/2015 Superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari Arriva dalla Corte costituzionale il primo via libera al processo di superamento degli Opg Ordinanza

Dettagli

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE L incontro si è tenuto Martedì 22 Aprile alle ore 14:00 presso il Liceo Galvani I relatori erano i seguenti: Andrea Biancardi,

Dettagli

Familiarità per il tumore della mammella

Familiarità per il tumore della mammella Familiarità per il tumore della mammella Informazioni sul percorso di valutazione del rischio familiare o ereditario e su eventuali interventi di diagnosi e cura Familiarità Per il tumore Della mammella:

Dettagli

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia.

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia. IL TUMORE AL SENO in EMILIA ROMAGNA I dati epidemiologici. La rete di assistenza 1. EPIDEMIOLOGIA del tumore al seno Lo scenario in italia Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

notiziario n 19 - ottobre 2014 In questo numero...

notiziario n 19 - ottobre 2014 In questo numero... Sede legale: Via dei Gracchi, 60-00192 Roma Tel./Fax +39 06 3234704 - www.cassamutuapsicologi.it info@cassamutuapsicologi.it segreteria@cassamutuapsicologi.it notiziario n 19 - ottobre 2014 In questo numero...

Dettagli

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA Il sangue è un tessuto fluido, composto da elementi cellulari (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e da un elemento liquido (plasma), nel quale sono disciolte proteine, sali minerali, grassi e

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014

Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014 Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014 Presentato il XVII Rapporto Pit Salute "(Sanità) in cerca di cura": cittadini sacrificano la propria salute per costi insostenibili. In aumento segnalazioni su

Dettagli

Day Hospital Psichiatrico

Day Hospital Psichiatrico Day Hospital Psichiatrico Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure, attraverso

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

Errori sanitari, scrivere in stampatello ne ridurrebbe otto su dieci

Errori sanitari, scrivere in stampatello ne ridurrebbe otto su dieci Dottori, scrivete in stampatello: così si evitano gli errori Sanihelp.it - 4 ore fa Ma il proverbio vale anche quando la persona che non riesce a codificare la propria calligrafia è un membro di spicco

Dettagli

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità È con vivo piacere che ho accettato l invito dell Associazione Calabro-Lombarda a trattare questo spinoso argomento. Sarebbe molto bello sentir parlare

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - UFFICIO COMMISSIONI INVALIDI CIVILI DI REGGIO CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dirigente ASL I fascia - UFFICIO COMMISSIONI INVALIDI CIVILI DI REGGIO CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cilione Fortunato Data di nascita 30/07/1950 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA Dirigente ASL I fascia - UFFICIO COMMISSIONI

Dettagli