Gaza, si potrebbe discutere più seriamente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gaza, si potrebbe discutere più seriamente"

Transcript

1 Israele vuole distruggere definitivamente i palestinesi, è una guerra di puro sterminio. Sono nazisti puri e forse un po peggio di Hitler perché hanno anche l appoggio delle grandi democrazie occidentali. Sono le parole pronunciate da Gianni Vattimo, ex parlamentare europeo, ai microfoni de La Zanzara, su Radio24. Andrei a Gaza afferma Vattimo a combattere a fianco di Hamas, direi che è il momento di fare le Brigate Internazionali come in Spagna, perchéisraele è un regime fascista che sta distruggendo un popolo intero. In Spagna non era niente in confronto a questo. Questo è un genocidio in atto, nazista, razzista, colonialista, imperialista e ci vuole una resistenza. E aggiunge: Ma siamo quattro gatti, perché tutta l informazione, compresa la stampa italiana, piange sul fatto che c è una pioggia di missili su Israele, però Hamas quanti morti ha fatto? Nessuno. I poveretti non hanno armi, sono dei miserabili tenuti in schiavitù, come tutta la Palestina. Hanno dei razzetti per bambini, e voglio promuovere una sottoscrizione mondiale per permettere ai palestinesi di comprare delle vere armi e non delle armi giocattolo. Cominciamo a distruggere il nucleare israeliano, Israele è lo stato canaglia che ha il nucleare. Alla domanda di Cruciani se sparerebbe conttro gli israeliani, l ex europarlamentare risponde: Io sono un non violento, però contro quelli che bombardano ospedali, cliniche private e bambini sparerei, ma non ne sono capace. E aggiunge: Gli ebrei italiani dalla parte di Israele sono gli ex fascisti, che adesso sono dalla parte dell America. La comunità ebraica italiana è rappresentata da quell ossimoro che è Pacifici, ma ci sono molti ebrei d accordo con me. Li c è uno stato nazista che cerca di sopprimere un altro popolo. E io ce l ho con lo stato di Israele, non con gli ebrei di Gisella Ruccia Gaza, si potrebbe discutere più seriamente Comincio riportando due sms inviati a Marco Travaglio: Marco adesso cambierà indirizzo per non essere più tormentato, me ne scuso. Il primo era del 16 luglio: Smettere di leggere anche il Fatto? Solo L Indipendent accanto a Colombo?. Mi lamentavo del fatto che sulle bombe di Gaza ci fosse solo un pezzo, alquanto apologetico, di Furio Colombo, e accanto solo un articolo di cronaca del giornale inglese.

2 Travaglio aveva risposto Che dobbiamo fare? Far scrivere il capo di Hamas?. Il secondo sms era del 17 luglio: Ma come? La pagina sulla Juve viene dopo i bambini di Gaza? Protesto per scandalosa scelta demagogica antiebraica. E il senso era chiaro, ma ovviamente niente risposte. Nel frattempo i titolari della trasmissione-fogna La Zanzara, i soli che lo ammetto con vergogna avevano mostrato interesse al mio parere (formare brigate internazionali pro Palestina come in Spagna anni Trenta; aprire una sottoscrizione mondiale per fornire a Hamas armi meno innocue), hanno rimandato in onda varie volte le mie dichiarazioni (e le loro ingiurie nei miei confronti). Di tutto questo io ho letto solo una breve notizia su Repubblica. E proteste varie dalle comunità ebraiche, segnatamente una del loro presidente Gattegna che mi accusa di incitare allo sterminio dei civili israeliani. Come ho scritto anche a lui, il senso della mia proposta sulle armi ad Hamas era solo quello di cercare di ristabilire una certa simmetria tra il gigante Golia Israele superarmato e il Davide palestinese con i suoi razzi-matita che, per fortuna, non hanno aggiunto niente al bilancio delle vittime tutte prodotte finora solo dalle bombe di Israele. Chiedo ora ospitalità al (blog del) giornale che continuo pervicacemente a comprare e a leggere. Amici, ebrei e gentili, mi osservano che sia le brigate internazionali, sia la sottoscrizione pro armi ad Hamas non sono esattamente idee pacifiste; e ammetto che soprattutto nella situazione attuale e con l orientamento dei media indipendenti, hanno solo il senso di una provocazione paradossale. Ma si potrebbe discutere più seriamente, se anche la sinistra italiana non si limitasse a reagire alla voce della fogna che ho dovuto attraversare perché qualcuno mi sentisse Israele, Gaza, sionismo e antisionismo Una necessaria aggiunta al pezzo precedente uscito su questo blog pochi giorni fa. Sempre su Israele, Gaza, sionismo e antisionismo. Nel frattempo Haaretz, il giornale israeliano più affidabile ha pubblicato le mie dichiarazioni alla Zanzara, ma riprendendole tali e quali i titolari della trasmissione-fogna. Arriva dunque una valanga di riprovazioni che trovo giustificate, e che non posso lasciar passare senza risposta. Può darsi che la mia dichiarazione alla radio fosse ambigua, ma io ho solo detto, e ripeto, che mi sembrerebbe ragionevole aiutare Hamas ad avere

3 armi più efficaci per difendersi dal Golia Israele dotato (dagli USA!) di tutti gli strumenti offensivi e difensivi più moderni: anche il fatto che i razzi di Hamas producano così pochi effetti è risultato di questa disuguaglianza e asimmetria di ricchezza e, conseguentemente, di potenza. Non ho mai detto e l ho scritto anche in un messaggio inviato al presidente delle comunità ebraiche italiane dr. Gattegna (senza ricevere risposta), che vorrei vedere più morti israeliani; resto un non violento che però se un esercito invasore entra nella sua casa, violenta sua sorella, gli ammazza madre, figli, nipoti, bombarda la casa e la distrugge con le ruspe si decide a prendere le armi di cui dispone e le usa. L idea dei numeri di morti e del suo significato indebitamente realistico (secondo un corrispondente che mi rimprovera questa contraddizione con il debolismo) non mi ha mai sfiorato, uno vale mille se si parla di vite. Ma non mi vergogno di aver fatto riferimento anche a questo, per mostrare la dissimetria assoluta che c è tra Israele e i palestinesi. E infine: c è qualcosa di umanamente accettabile nella spietatezza dell operazione Piombo fuso, o in quella con cui Israele ha reagito, credo da sempre, agli attentati dei kamikaze palestinesi distruggendo interi quartieri che avevano il solo torto di essere quelli dove i terroristi (cioè partigiani resistenti a una illegale colonizzazione e oppressione) abitavano? Ricorderei poi ai critici che mi rimproverano di non essere abbastanza coerente con la professione di pensiero debole, che la mia autobiografia (scritta insieme a Pier Giorgio Paterlini) si intitola Non essere Dio Appunto, non essendo Dio non posso stare al di sopra delle parti. Sarò antisemita se scelgo la parte dei più deboli, di quelli che soffrono di più (numeri o non numeri) e soprattutto sono vittime una occupazione riconosciuta illegale dalla tanto evocata, e oggi silenziosamente complice, comunità internazionale? FRANCO CARDINI Il Vangelo che la liturgia di oggi ci propone è sarà un caso - molto appropriato all attuale situazione internazionale, caratterizzata in questi giorni da una scena di ordinaria violenza, un tragico déjà vu che sarebbe già gravissimo di per sé, ma che è purtroppo aggravato dalla malafede, dall ipocrisia e dall omertà con le quali viene accettato dai governi, dai media e

4 dall opinione pubblica internazionale. Già da ieri, sabato 12 ottobre, il nostro governo ha chiesto che a proposito dell ennesimo episodio di massacro attualmente in corso l Europa faccia sentire la sua voce. Ma quello cominciato da meno di due settimane è il semestre di presidenza italiana della compagine europea. Mi auguro e continuo ad augurarmi (si sa, oggi è domenica, si ha pur diritto al meritato riposo settimanale) che nei prossimi giorni siano il nostro presidente del consiglio dei ministri e il nostro ministro degli esteri ad esprimere un primo giudizio, a indicare in che senso, appunto, l Europa dovrebbe far sentire la propria voce. E qui entra appunto l esempio della parabola presente in Marco, 13, Anche la parola è un seme. Anzi, è simbolicamente parlando il seme per eccellenza. Non dev essere sprecato: bisogna far molta attenzione a dove cadrà, a non sprecarlo gettandolo sulla strada, o sul terreno sassoso, o tra i rovi. Ciò vale per tutti: per i responsabili delle Nazioni Unite, per i capi di stato delle grandi potenze che domani si riuniranno per studiare i modi più adatti per rispondere alla crisi, per la Commissione Europea e anche per me che, scrivendo queste quattro righe, potrei sia pur nel mio piccolo ingannare o condizionare qualcuno. Prudenza e responsabilità sono pertanto, in questo caso, particolarmente indispensabili. Sappiamo tutti che la crisi israeliano-palestinese è stata originata da un atto efferato e ripugnante: il rapimento e l uccisione di tre ragazzi israeliani. Sappiamo che i diretti responsabili di quella miseranda infamia non sono stati individuati, e che ad essa hanno tenuto dietro altri atti di ritorsione altrettanto odiosi. Fin qui siamo purtroppo nell àmbito dell odiosa guerra tra bande irresponsabili animate dal cieco fanatismo: ma potrebbe esserci di più. Dietro gesti così disumani potrebbe celarsi un ancor più disumano disegno, quello di spingere ancora una volta allo scontro israeliani e palestinesi. A quale scopo? Questa è la domanda fondamentale: che comporta purtroppo una semplice,

5 chiara, disperante risposta. Da parte palestinese, nell àmbito della guerriglia musulmana radicale dal momento che ormai il piano di Hamas in un primissimo tempo non sgradito ad alcuni ambienti di governo israeliano, quello di trasformare la causa nazionale palestinese in una causa confessionale islamica, è purtroppo riuscito - il disegno è evidente in tutta la sua lucida follìa. Si vuole obbligare Israele a una risposta durissima, che indigni e spinga a reagire i palestinesi nel loro insieme; e si vuole che la conseguenza della loro reazione sia un ulteriore indurirsi d Israele, che è la più forte. In tal modo si ritiene che saranno ottenuti due scopi. Il primo scopo è politico-religioso: la progressiva trasformazione dei palestinesi in un popolo di shuhadà, di martiri (emarginando in tal modo i palestinesi cristiani, estranei al concetto di shahid così come lo intende l Islam; e mettendo in difficoltà anche l opinione pubblica sunnita che a proposito dell ideologia del martirio non condivide il radicalismo in odore di shi ia che è invece caratteristico di Hamas e dei suoi alleati Hezbollah). Il secondo scopo è politico-diplomatico: costringere Israele a una risposta di tipo talmente duro da obbligare anzitutto il mondo arabo, quindi quello musulmano, infine l opinione pubblica internazionale a un intervento che rimetta in moto la questione palestinese, caratterizzata dal fatto che le scelte israeliane caratterizzate dal totale disprezzo delle reiterate risoluzioni delle Nazioni Unite in materia di rispetto dei confini stabiliti dal 1967, dalla costruzione del muro illegittimo appunto alla luce di quella confinazione e dalla coerente progressiva politica di cancellazione pratica dei territori assegnati ai palestinesi attraverso l impianto degli insediamenti coloniali - sono state finora avallate di fatto, nonostante il quasi unanime riconoscimento della loro illegittimità, dalla compagine internazionale.

6 Il primo scopo appare ispirato a un astratto fanatismo religioso, oltretutto incoerente nel suo colore tendenzialmente sciita: se non altro perché finora tra i sostenitori più espliciti e impegnati di Hamas figurano alcuni emiri sunniti della penisola arabica, e non può sfuggire a nessuno che in questi mesi è in corso una recrudescenza dellafitna sciito-sunnita. Che i piloti della fitna attuale, gli emirati arabi fra l altro sicuri alleati degli statunitensi -, facciano tacere la loro voglia di guerra civile intramusulmana per impegnarsi contro Israele, e che il governo statunitense possa mai permettere qualcosa del genere, è ipotesi semplicemente pazzesca. C è qualcuno tra i Fratelli Musulmani, anch essi vicini ad Hamas, che spera qualcosa del genere? In tal caso, si torverebbe comunque di traverso un altro capo di stato sunnita, l egiziano e nasseriano generale Sisi, dal canto suo avversario della prosecuzione dellafitna e piuttosto incline semmai a simpatizzare con il siriano Assad per quanto questi non sia sunnita. Ciò collega il carattere folle del primo scopo a quello, almeno altrettanto, del secondo. Gli ambienti musulmani meno esperti di questioni europee e occidentali sottovalutano il dato che impedisce appunto all Europa e all Occidente d intervenire oltre un certo molto debole segno nelle questioni israeliane. Qui entrano in gioco la cattiva coscienza del mondo occidentale nei confronti del mondo ebraico e la sua formalizzazione etico-giuridica al limite della vera e propria religione civica : la pesante memoria della Shoa fa sì che Israele non possa obiettivamente venir trattato come tutti gli altri paesi del mondo e che qualunque atteggiamento nei suoi confronti che possa apparire ostile o prevenuto sia passibile di venir immediatamente accusato di complicità postuma nei confronti dell orrore perpetrato settanta-ottant anni fa. Naturalmente esistono, in Israele come nel mondo ebraico della diaspora come in quello non-ebraico, centri e sodalizi che s incaricano di esercitare, al riguardo, una oculata sorveglianza e una tempestiva

7 denunzia. Tali centri e sodalizi svolgono anche efficace attività preventiva, individuando soggetti e ambienti dai quali potrebbero provenire voci politiche o pubblicistiche sgradite e preventivamente intimidendoli o ricattandoli o isolandoli. Ora, è evidente che la via più diretta e corretta da intraprendere per spezzare questa strategia polemogenetica sarebbe una collaborazione israelianopalestinese volta a individuare e a punire le azioni terroristiche; invece Israele preferisce la punizione unilaterale e collettiva dell ambiente dal quale si suppone che esse abbiano avuto origine. Quanto all azione punitiva sotto forma di rappresaglia, essa sarebbe legittima sul piano internazionale solo se Israele ammettesse che quelli palestinesi sono territori occupati : ma in tal caso l esercizio della rappresaglia, legittimo, si dovrebbe svolgere nei rigorosi limiti d intensità imposti dal diritto internazionale di guerra. Israele sostiene invece che quei territori non sono occupati: e allora come si configura il suo intervento, che non può qualificarsi come una questione interna alla sua compagine territoriale? Il fatto è che in questo momento manca qualunque possibile mediatore e si stanno obiettivamente favorendo i peggiori estremismi presenti in entrambi i campi, l israeliano e il palestinese. In alcuni ambienti israeliani si va facendo strada l idea che il miglior palestinese è un palestinese morto. A tale fine si usano armi sempre più efficaci e sofisticate: lo scopo è incutere terrore e obbligare il maggior numero possibile di palestinesi ad andarsene. La sconsiderata pioggia di razzi praticamente inefficaci, regolarmente intercettati e resi inoffensivi grazie al programma Iron Dome, rende quasi patetica l espressione, diffusa tra i media, pioggia di fuoco su Israele. E una pioggia che reca in realtà pochissimi danni, a differenza del tiro israeliano che sta seminando sistematicamente morte e distruzione in territorio palestinese. I razzi palestinesi e le bombe israeliane non possono essere messe sullo

8 stesso piano: Israele, ammesso che la sua possa intendersi in qualche modo come un azione militare di tipo difensivo (il che è inficiato dal carattere invece esplicitamente punitivo che la autorità israeliane le hanno assegnato in modo esplicito), è quanto meno responsabile di eccesso di difesa: non si risponde con una mitragliatrice di ultima generazione a chi ci sta minacciando con un temperino. D altronde, l Authority palestinese non è propriamente un governo, né la Palestina è ancora uno stato pienamente riconosciuto a livello internazionale e soggetto pertanto di diritto appunto internazionale. Ciò impedisce alle autorità politiche del mondo intero di trattare con l Authority palestinese come si tratterebbe con uno stato sovrano: e le obbliga a trattare invece con Israele, che dello stato sovrano ha ben a diritto tutte le caratteristiche, e che spingendo la sua politica di rappresaglia oltre i limiti del lecito sta commettendo obiettivamente un crimine. E d altra parte ovvio che, essendo Israele di gran lunga il più forte sul piano diplomatico, l interruzione dei suoi raids è dovere che spetta unicamente a lei. E sarebbe proprio l interruzione unilaterale deiraids previsti a rendere necessario l intervento delle Nazioni Unite: dal momento che è ormai provato che manchi o faccia difetto in entrambe le parti in causa, per molteplici ragioni, una effettiva volontà di pacifico accordo. In tale caso la mediazione delle Nazioni Unite e non di singoli stati che si autoarroghino il diritto d intervento o che ne vengano richiesti da una delle due parti in causa - non è auspicabile, è doverosa, e non dev essere proposta, bensì imposta alle parti, essendo fra l altro evidente che in un contesto come quello del Vicino Oriente attuale il protrarsi della crisi minaccia gravemente la già precaria pace nel mondo.

Medio Oriente e mondo islamico

Medio Oriente e mondo islamico Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico L UNITà IN BREVE Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico 1. Guerre mondiali, sionismo e risveglio musulmano Nel 1914, l impero ottomano aveva perso tutti i suoi

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LEGITTIMA DIFESA. Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere

LEGITTIMA DIFESA. Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere LEGITTIMA DIFESA Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere Torino aprile 2013 LEGITTIMA DIFESA La legittima difesa, come disciplinata

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Siamo nel 1938 e la mia famiglia, composta da 5 persone (i miei genitori e noi tre figli), viveva come

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

L Olocausto fra Storia e Politica Conferenza di Norman Finkelstein all Università di Teramo

L Olocausto fra Storia e Politica Conferenza di Norman Finkelstein all Università di Teramo L Olocausto fra Storia e Politica Conferenza di Norman Finkelstein all Università di Teramo 1967, nasce l industria dell Olocausto Prima di tutto vi ringrazio per avermi invitato, questo è il mio primo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Attentato di Parigi. 13 novembre 2015. Documento del corso Relazioni Internazionali

Attentato di Parigi. 13 novembre 2015. Documento del corso Relazioni Internazionali Attentato di Parigi 13 novembre 2015 Documento del corso Relazioni Internazionali Il lavoro della sezione RIM è finalizzato a sostenere la Pace tra i Popoli PEACE NOT WAR I FATTI Gli attentati del 13 novembre

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

La Piramide dell Odio

La Piramide dell Odio Lezione La Piramide dell Odio Partecipanti: Studenti di scuola media inferiore o superiore/ max. 40 Materiali: Foglio Domande (una copia per ciascuno studente) Lucido con la definizione di Genocidio (allegato)

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Tratto da Marco Innamorati, Alessandro Rossi, La Rete dell Odio, ed. Valter Casini Editore

Tratto da Marco Innamorati, Alessandro Rossi, La Rete dell Odio, ed. Valter Casini Editore Appendice 2 Intervista ad Aaron Weisburd, responsabile di Internet Haganah Aaron Weisburd è il responsabile di Internet Haganah (nota anche semplicemente come Haganah), un network presente su Internet

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Imprese in Libia: quando sarà possibile ricominciare?

Imprese in Libia: quando sarà possibile ricominciare? Imprese in Libia: quando sarà possibile ricominciare? di Alessandra Repetto Se la Camera di Commercio di Genova continua a svolgere il ruolo di osservatore sui mercati esteri è anche e soprattutto per

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

IL BULLISMO NELLA SCUOLA. Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino

IL BULLISMO NELLA SCUOLA. Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino IL BULLISMO NELLA SCUOLA Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino IL BULLISMO CHE COS È IL BULLISMO? Elementi per riconoscere un vero atto di bullismo: L INTENZIONALITA dell atto avviene quando

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Combattere alla radice la povertà

Combattere alla radice la povertà Combattere alla radice la povertà * Immigrazione Si calcola che negli Stati Uniti ci siano ormai circa 12 milioni di immigrati clandestini: sono una risorsa o un danno per il Paese? La nostra economia

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

ESERCITAZIONE DIECI FRAMMENTI DI COLLOQUIO: TEST DEGLI ATTEGGIAMENTI SPONTANEI FRAMMENTI DI COLLOQUIO

ESERCITAZIONE DIECI FRAMMENTI DI COLLOQUIO: TEST DEGLI ATTEGGIAMENTI SPONTANEI FRAMMENTI DI COLLOQUIO ESERCITAZIONE DIECI FRAMMENTI DI COLLOQUIO: TEST DEGLI ATTEGGIAMENTI SPONTANEI Troverete qui di seguito 10 frammenti di colloquio. A ciascun frammento corrispondono, nelle pagine che seguono, sei risposte

Dettagli

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE PROGRAMMAZIONE + COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE StudiAssociati 2013 Cos è l assertività? PARLEREMO DI: Perché è difficile comunicare? La forma della comunicazione

Dettagli

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo Violenza sulle donne In ogni parte del mondo Più della metà della popolazione mondiale femminile è vittima di molteplici forme di violenza. A ogni latitudine, in qualsiasi paese, in contesti sociali diversi

Dettagli

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne Newsletter n 6 Ottobre e Novembre 2011 Newsletter mensile pubblicata da: Al-Maqdese per lo sviluppo della società in arabo, inglese, italiano Promozione delle opportunità di pace attraverso la fine dello

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze.

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Criterio 1. Competenza situata Descrizione Per valutare per

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

THIS IS MY LAND... HEBRON a film by Giulia Amati & Stephen Natanson

THIS IS MY LAND... HEBRON a film by Giulia Amati & Stephen Natanson THIS IS MY LAND... HEBRON a film by Giulia Amati & Stephen Natanson Note di Produzione Non esiste un posto dell Occupazione che odio più di Hebron... E veramente il luogo del Male Gideon Levy, HAARETZ

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Diritto internazionale umanitario (DIU) Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Elena Castiglione Vds Roma Nord Istruttore DIU Monitore CRI Istruttore TI PS Che cosa è il Diritto Internazionale

Dettagli

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico LASER: pro e contro nel loro impiego tattico Si sa! E da ormai molti anni che questo simpatico accessorio la fa da padrone nei più diffusi e costosi film d azione o action movie per dirla all americana.

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Colpa e Pena? La teologia di fronte alla questione criminale

Colpa e Pena? La teologia di fronte alla questione criminale Colpa e Pena? La teologia di fronte alla questione criminale Il soprascritto titolo è lo stesso che il Dipartimento di Scienze Religiose dell'università Cattolica del Sacro Cuore ha dato al Convegno da

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete 1 di 11 risposte Riepilogo Vedi le risposte complete 1. Quanti anni hai? 12 anni 77 16% 13 anni 75 16% 14 anni 134 28% 15 anni 150 32% 16 anni 27 6% Other 8 2% 2. Quale scuola stai frequentando? Medie

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Il Museo non ha receduto dalla sua decisione.

Il Museo non ha receduto dalla sua decisione. Il Museo diffuso ha sospeso la concessione della sala conferenze richiesta da ISM-Italia per il 16 dicembre. La iniziativa si terrà alle ore 18.00 nella sala Crimea dell'hotel Diplomatic in via Cernaia

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

In questo numero: Diritti umani in primo luogo. www.al-maqdese.org. Introduzione. Attività progettuali a Gerusalemme

In questo numero: Diritti umani in primo luogo. www.al-maqdese.org. Introduzione. Attività progettuali a Gerusalemme Newsletter mensile pubblicata da: Al-Maqdese per lo sviluppo della società in arabo, inglese, italiano Promozione delle opportunità di pace attraverso la fine dello sfruttamento contro i diritti delle

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi

ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi Sono nigeriana, sono stata migrante, clandestina, vittima della tratta e vedo la violenza in modo diverso dalle donne italiane, europee, occidentali.

Dettagli

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO 1) Età media: 16 2) Sesso: M: 86% F: 14% 3) Regione di residenza: Piemonte 4) Classe frequentata: 1^: 37 2^: 43 3^: 27 4^: 16 5^: 25 5) Il numero medio di ore giornaliere

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Speciale riforma delle società. Società a responsabilità limitata IL CONTROLLO CONTABILE NELLE S.R.L. ALLA LUCE DELLA RIFORMA di Vincenzo Salafia

Speciale riforma delle società. Società a responsabilità limitata IL CONTROLLO CONTABILE NELLE S.R.L. ALLA LUCE DELLA RIFORMA di Vincenzo Salafia Società a responsabilità limitata IL CONTROLLO CONTABILE NELLE S.R.L. ALLA LUCE DELLA RIFORMA di Vincenzo Salafia Una delle questioni che la lettura e l interpretazione delle regole contenute nel nuovo

Dettagli

Sono la disillusione, disse la vecchia, e domino il mondo, perché ogni sogno umano è sogno breve..(a. Tabucchi, Sogni di sogni)

Sono la disillusione, disse la vecchia, e domino il mondo, perché ogni sogno umano è sogno breve..(a. Tabucchi, Sogni di sogni) Sono la disillusione, disse la vecchia, e domino il mondo, perché ogni sogno umano è sogno breve..(a. Tabucchi, Sogni di sogni) Ti invio queste mie ultime rose rosse che si muteranno in tante gocce di

Dettagli

Foglio per gli studenti Domande

Foglio per gli studenti Domande Domande Rispondi Sì o No a ciascuna delle seguenti domande (Rispondi con sincerità. Questo questionario è visto solo da te!): Domande: 1. Hai mai sentito una barzelletta che prendeva in giro una persona

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Stupro: a chi oggi la parola?

Stupro: a chi oggi la parola? Stupro: a chi oggi la parola? di Gianna Candolo Negli articoli pubblicati da DEP sul nostro libro Traumi di guerra compare spesso il tema dello stupro etnico sia per criticare una supposta reticenza sia

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Diritto Internazionale Umanitario Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone DIRITTO Insieme di regole esterne alla morale o alla religione che disciplinano i rapporti sociali NAZIONALE: insieme di norme

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA

Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA La costanza premia Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA INDICE La costanza premia PAG. 07 PAG. 11 PAG. 17 PAG. 26 PAG. 39 PAG. 44 PAG. 47 INTRODUZIONE SIETE PRONTI? SI COMINCIA! VARIE TECNICHE DI SCOMMESSA

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Altra causa è il fatto che sono entrate nella compagine azionaria i fondi di investimento, anonimi e gravemente indebitati.

Altra causa è il fatto che sono entrate nella compagine azionaria i fondi di investimento, anonimi e gravemente indebitati. 1 DISCORSO PRONUNCIATO DALL AVV. GIOVANNI VALCAVI ALL ASSEMBLEA DELLA BANCA POPOLARE DI MILANO TENUTASI A MILANO IL 19 APRILE 2008 SULLA SITUAZIONE ECONOMICA GENERALE CONTRO I PROGETTI DI AGGREGAZIONE

Dettagli

SICUREZZA & FORMAZIONE

SICUREZZA & FORMAZIONE SICUREZZA & FORMAZIONE Ieri 19 dicembre 2011 a Taranto una Guardia Giurata viene uccisa durante una rapina al furgone portavalori. Oltre a manifestare il mio più profondo cordoglio alla sua famiglia, colgo

Dettagli

Perché è utile, necessario, conveniente e "doveroso" versare il "contributo volontario" alla scuola frequentata dal proprio figlio.

Perché è utile, necessario, conveniente e doveroso versare il contributo volontario alla scuola frequentata dal proprio figlio. Perché è utile, necessario, conveniente e "doveroso" versare il "contributo volontario" alla scuola frequentata dal proprio figlio. Gentili genitori, ma anche studenti, il 28 febbraio 2014 si sono chiusi

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Casi pratici di comunicazione per il farmacista

Casi pratici di comunicazione per il farmacista Casi pratici di comunicazione per il farmacista 1 Premessa e Punti di vista Un futuro farmacista viene addestrato, ma vuol dire la sua opinione La storia Farmacia lunedì mattina ore 8.15 Buon giorno. Si

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

ESERCIZIO SU DIECI FRAMMENTI DI COLLOQUIO: SCOPERTA DEGLI ATTEGGIAMENTI SPONTANEI

ESERCIZIO SU DIECI FRAMMENTI DI COLLOQUIO: SCOPERTA DEGLI ATTEGGIAMENTI SPONTANEI FRAMMENTI DI COLLOQUIO CASO 1. donna di 37 anni (voce stanca) Non so proprio che cosa fare. Ah! Non so proprio se devo riprendere il mio posto di centralinista mi dà talmente ai nervi, riesco a sopportarlo

Dettagli

IL NAZISMO LE PREMESSE:

IL NAZISMO LE PREMESSE: IL NAZISMO LE PREMESSE: Dopo la Guerra la Germania si trovò in una condizione peggiore dell'italia. Le condizioni di Pace avevano cercato di umiliare la Nazione che era ritenuta responsabile della guerra,

Dettagli

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questo questionario ci dirà qualcosa di te, della tua famiglia, e di come ti senti riguardo a te stesso. È strutturato in quattro sezioni. Il questionario è segreto

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 B5-0666, 0668 e 0674/2001 Risoluzione del Parlamento europeo sulla riunione straordinaria del Consiglio europeo del 21 settembre 2001 a

Dettagli