Rassegna Stampa. Lunedì 29 aprile 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Lunedì 29 aprile 2013"

Transcript

1 Rassegna Stampa Lunedì 29 aprile 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende Milano Via Mameli, 11 Tel Fax

2 Rassegna del 29 aprile 2013 SANITÀ LOMBARDIA Il Giornale Di Brescia 11 AIDO, 40 ANNI DI SOSTEGNO ALLA VITA Elisabetta Nicoli 1 Bresciaoggi 10 PREMIATI QUATTRO PROGETTI PER PREVENIRE IL DIABETE Lisa Cesco 3 Il Giorno - Milano 1, 4 GIOCHI PERICOLOSI Luca Zorloni 4

3 Aido, 40 anni di sostegno alla vita Si sono conclusi i festeggiamenti per l'anniversario con un corteo dalla sede di via Monte Cengio alla chiesa del Carmine. Sono in aumento le donazioni La giornata Alcuni momenti della cerimonia conclusiva delle celebrazioni per il quarantesimo di fondazione dell'aido di Brescia Con i suoi iscritti ripartiti in 56 gruppi comunali e un impegno quarantennale a tener viva e diffondere la «cultura del dono», l'aido di Brescia ha meritato una medaglia d'oro, consegnata ieri al presidente della sezione provinciale «Laura Astori» Lino Lovo «con immensa riconoscenza» dal presidente regionale Leonida Pozzi e dal vice Giovanni Ravasi. Il gesto di riconoscimento ha concluso, ieri nella sala Piamarta di via San Faustino, la cerimonia celebrativa del quarantennale, iniziata con il corteo lungo le vie cittadine dalla sede di via Monte Cengio alla chiesa del Carmine. La banda di Collebeato ha guidato il cammino a suon di musica, per lo schieramento di labari delle sezioni lombarde e dei gruppi comunali fino al tempio monumentale nel centro cittadino, dove il cappellano della Poliambulanza don Angelo Calorini ha celebrato la Messa in ricordo dei volontari defunti e di quanti, con il dono di organi, hanno reso possibile il rifiorire della vita in altre persone. L'incontro si è aperto con un minuto di silenzio. In quarantanni, hasottolineato il presidente della sezione provinciale, l'associazione è diventata grande e si è affermata come una delle più attive, mentre si conferma un trend di crescita. «Continueremo la nostra opera, perché c'è sempre bisogno di Osolidarietà ed impegno» ha detto Lovo ricordando le prossime presenze alla Mil- SANITÀ LOMBARDIA Pag. 1

4 le Miglia e all'arrivo del Giro d'italia. Quarantanni fa, l'iniziativa è stata lanciata dal giornalista Angelo Onger che aveva colto in un'intervista una nuova fonte di speranza per tanti malati e con un gruppo di amici e il supporto dell'avis ha dato inizio all'associazione. Nel tempo, ha ricordato, le leggi e le strutture hanno compiuto progressi, ma è sempre necessario l'impegno di sensibilizzazione, a fronte di una media nazionale di interpellati che negano il dono superiore al 30 per cento e di 9040 persone attualmente in lista d'attesa di un trapianto, rispetto ai 300 interventi che si contano mediamente in Italia in un anno. «Quel che fate dà senso alla vita: siamo fatti per donare, per occuparci di chi ci sta vicino» ha detto il sindaco Adriano Paroli portando il saluto e il ringraziamento della città. Creare cultura, dare ai giovani opportunità di protagonismo sono «compiti fondamentali» che l'aido assume, richiamati dall'assessore provinciale all'associazionismo Aristide Peli. Da sempre vicina nella condivisione dell'impegno di aiuto a chi soffre, l'avis con il consigliere Angelo Rizzardi ha portato un messaggio di saluto. Il ringraziamento dell'associazione nazionale trapiantati d'organi Anto è stato espresso dal presidente Angelo Prandelli nella serie degli interventi coordinati da Rosaria Prandini. Elisabetta Nicoli SANITÀ LOMBARDIA Pag. 2

5 SCUOLA L'associazione dei malati ringrazia 60 studenti dello Sraffa Premiati quattro progetti per prevenire il diabete Foto ricordo davanti all'ingresso della Loggia per gli studenti Sraffa Festa a Palazzo Loggia per i 60 studenti dell'istituto «Sraffa» che hanno partecipato al corso di educazione alla salute e ai corretti stili di vita promosso dall'associazione Diabetici della Provincia di Brescia. Durante l'anno scolastico la dottoressa Emanuela Zarra, medico consulente dell'associazione, e la psicologa Silvia Ciaccio hanno coinvolto le classi terze delle sezioni E e C a indirizzo socio-sanitario in momenti di approfondimento sul tema del diabete, patologia in continuo aumento. Divisi in 4 gruppi, i ragazzi hanno poi rielaborato quanto appreso, realizzando altrettanti progetti: unfilmatosul diabete senile, un libro interattivo per spiegare il diabete ai bambini e due approfondimenti sugli aspetti psicologici implicati nella malattia diabetica. NELLA SALA del Consiglio - presenti il sindaco Adriano Paroli, l'assessore ai Servizi Sociali Giorgio Maione e l'ex assessore regionale Margherita Peroni - tutti gli studenti hanno ricevuto un riconoscimento dell'associazione e una chiavetta Usb da utilizzare nello studio o nel tempo libero. «Questo progetto per le scuole superiori prosegue da diversi anni e si aggiunge alle iniziative che realizziamo con le terze medie di città e provincia per sensibilizzare sugli stili di vita sani - sottolinea la presidente dell'associazione Diabetici Edelweiss Ceccardi -. Per le classi che lo richiedono realizziamo anche screening di base su glicemia, pressione, girovita e peso», E dai questionari on line somministrati ai ragazzi, rivela Ceccardi, emerge come la cattiva alimentazione e la sedentarietà - fattori predisponenti al rischio di sviluppare diabete - siano diffusi fra i teenagers bresciani. Dalle scuole dell'obbligo al post-laurea, l'impegno dell'associazione si è concretizzato di recente anche nell'assegnazione di una borsa di studio da 20 mila euro - istituita grazie a un lascito della signora Tomasina Chitò - alla dottoressa Silvia Bontadini, specialista diabetologa che lavorerà per un intero anno all'ospedale Civile. EAssociazione, che conta oltre 6 mila iscritti in provincia, è in prima linea anche nel sostegno delle persone diabetiche attraverso l'offerta di molteplici servizi, e si adopera per dar voce a livello istituzionale alle istanze dei malati. LI.CE. SANITÀ LOMBARDIA Pag. 3

6 Slot machine, allarme della commissione antimafia * Rischio riciclaggio si tenta di ridurre i videopoker anche cambiando le regole dell'urbanistica: meno parcheggi e limitazioni sui rumori LA CITTÀ DELL'AZZARDO LE INCHIESTE LA FAMIGLIA DEI FLACHI IMPONEVA I SUOI VIDEOPOKER Al GESTORI DI LOCALI LE CONTROMISURE IL PRESIDENTE GENTILI: ANCHE L'URBANISTICA PUÒ LIMITARE IL FENOMENO SANITÀ LOMBARDIA Pag. 4

7 dilucazorloni IL COMUNE LA COMMISSIONE ANTIMAFIA Allarme slot machine «Rischio riciclaggio regole da cambiare» - MILANO - SLOT MACHINE sì, ma anche lavatrici. Strumenti di riciclaggio di denaro sporco per la criminalità organizzata. Il calderone è stato scoperchiato da alcune recenti inchieste della Procura di Milano. David Gentili, presidente della commissione consiliare antimafia del Comune, lo ha ricordato durante un incontro organizzato da Palazzo Marino all'acquario civico, per fare il punto sulle iniziative di associazioni ed enti cittadini per arginare la febbre da gioco. Gentili cita le inchieste Redux-Caposaldo e Valle-Lampada. Nel primo caso, ricorda, «la famiglia Flachi costituisce una società che distribuisce slot machine e propone ai bar contratti con la forza del cognome che portano, un modo per taglieggiare». NELLE INDAGINI sul clan Valle-Lampada invece, spiega il numero uno della commissione antimafia, «è emerso che le videoslot erano state scollegate nel primo mese di attività e fruttavano denaro illegale». Secondo quanto appurato dal pool del procuratore aggiunto Ilda Boccassini, il clan Valle-Lampada attraverso quattro società di prestanome aveva posizionato 347 macchinette in 92 locali di Milano e dell'hinterland, che avrebbero reso tra i 25mila e i 50mila euro al giorno. Le videoslot trasmettevano ai Monopoli di Stato dati falsi. E i proventi sfuggivano all'occhio del Fisco. Nel caso in cui i dati non vengano inviati, l'amministrazione autonoma che gestisce il sistema del gioco infligge multe di mille euro al giorno: trentamila euro al mese, pari a meno dell'incasso di un giorno. Cifra irrisoria quando il giro d'affari muove centianaia di migliaia di euro. Le macchinette sono una fabbrica di soldi e Milano, come molti altri Comuni in Italia, sta studiando strategie per arginarne la diffusione. Finora le armi adoperate da Palazzo Marino sono state spuntate. L'ordinanza comunale che imponeva alle sale scommesse di chiudere entro l'una di notte è stata sospesa dal tribunale amministrativo regionale. TRA LE BUONE pratiche da importare, secondo Gentili, «c'è il regolamento edilizio di Reggio Emilia che limita il numero di parcheggi per le sale scommesse e individua zone tutelate dall'inquinamento acustico». Le due disposizioni potrebbero essere adottate nel regolamento edilizio cittadino. L'altra strada che Milano potrebbe intraprendere, secondo Gentili, è quella di promuovere chi si comporta bene. In questo caso è Pavia a dare l'esempio. «Il Comune pavese spiega ha dotato i locali pubblici liberi da videoslot di un bollino blu per invitare i cittadini a un consumo consapevole». Tra le altre idee ci sarebbe anche quella di proporre sale scommesse trasparenti, sia per disincentivare i giocatori, che tendenzialmente non vogliono essere visti, sia per individuare minorenni alle slot. L'industria della dea Bendata, la terza in Italia per fatturato con circa cento miliardi l'anno, è una torta che fa sempre più gola, perciò la competizione per accaparrarsi spazi e clienti si è fatta spietata. Gentili si è fatto un'idea: «Le stesse concessionarie stanno pensando di limitare il numero di sale. Secondo me per non creare troppa concorrenza, altrimenti si riducono i profitti». L'INTERVISTA BONSIGNORE DI ASSOETICA La pubblicità inganna e lo Stato incassa «Serve una class action» - MILANO - dente di Assoetica, associazione per la forma- BRUNO BONSIGNORE, fondatore e presizione " sociale " dei mana er ' ha fatt0 della lot " SANITÀ LOMBARDIA Pag. 5

8 ta al gioco d'azzardo un impegno personale. Quando la sua squadra del cuore, la Juventus, ha stipulato un contratto di sponsor con una società di scommesse sportive e casinò online (ora è Jeep), ha deciso di farsi sentire. Comprando un pacchetto di azioni per poter parlare a viso aperto con la dirigenza bianconera. Come è nata la sua battaglia? «Sono juventino da sempre. Quando la Tuventus ha scelto come sponsor una società di gioco online, ho creduto che non fosse accettabile. È la squadra con il maggior numero di tifosi in Italia, non era corretto che avesse uno sponsor del settore delle scommesse». Come ha comunicato il suo dissenso? «Ho scritto alla società, ma non ho ricevuto risposta». Cosa ha fatto allora? «Secondo me una squadra deve essere alfiere di valori positivi. Così ho comprato un pacchetto di azioni della Juventus e mi sono presentato alla riunione degli azionisti. Ciascuno può intervenire per sette minuti. Ho preso la parola e ho detto che se noi juventini vogliamo esser bravi, non basta essere primi in campionato. Quando hai dei tifosi, quando sei un leader, hai delle responsabilità». E poi? «Come Assoetica abbiamo avviato un progetto per un tifo pulito e tollerante. Vogliamo tifosi "Fanetici", che è il nome del nostro programma, e non fanatici». E a Milano? «Abbiamo proposto all'assessore Majorino (Politiche sociali, ndr) di farsi portavoce di una class action contro chi ha responsabilità politica di questo "azzardo di Stato"». L.Z. SANITÀ LOMBARDIA Pag. 6

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17

Dettagli

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G.

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. OGGETTO: Mozione presentata dai gruppi consiliari PD- Partito Democratico Del Bono Sindaco, Civica per Del Bono Sindaco, Al Lavoro con Brescia, Brescia per Passione,

Dettagli

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO Un fenomeno in crescita: qualche dato Il rapporto Eurispes 2007 conferma le preoccupazioni sulla diffusione delle conseguenze del gioco sui giovani e riporta dati allarmanti

Dettagli

ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO.

ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 18 del 22/01/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. L anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Lazise Provincia di Verona n. 223 Registro deliberazioni del 19-12-2013 C O P I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI PER LA LEGALITÀ

Dettagli

Rassegna Stampa. Parametri di Ricerca impostati: Intervallo di tempo: dal 01/04/2013 al 16/10/2013 Testo Cercato : ludopatia

Rassegna Stampa. Parametri di Ricerca impostati: Intervallo di tempo: dal 01/04/2013 al 16/10/2013 Testo Cercato : ludopatia Rassegna Stampa Parametri di Ricerca impostati: Intervallo di tempo: dal 01/04/2013 al 16/10/2013 Testo Cercato : ludopatia Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A DELIBERAZIONE DELLA N. 67 DEL 26/05/2015. OGGETTO: PIANO REGIONALE PER IL CONTRASTO, LA PREVENZIONE, LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI DIPENDENZA DAL GIOCO PATOLOGICO 2014-2016.

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 13 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. 33 - Il Resto del Carlino pag. 23 - Prima Pagina pag. 15 - Modena Qui pag. 15 Sezione: Provincia Data:

Dettagli

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate Il progetto di legge regionale

Dettagli

Comune di Bologna Segreteria Generale

Comune di Bologna Segreteria Generale N. O.d.G. 377/2013 Adottato il: 11/11/2013 PG.N. 173946/2013 Comune di Bologna Segreteria Generale OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PROPOSTO DAL SINDACO E DALLA GIUNTA PER L'ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Sintesi dei risultati L indagine sul gioco d azzardo, commissionata dall Autorità Garante per l Infanzia e l Adolescenza, restituisce

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO Gruppo Consiliare LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO INDICE Le finalità della Legge... pag. 4 Le squadra... pag. 5 I destinatari...

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

Gioco patologico: più consulenza giorno e notte

Gioco patologico: più consulenza giorno e notte Il quotidiano RSI del 4 dicembre 2014 Telefono Amico contro la dipendenza dal gioco d'azzardo http://www.rsi.ch/la1/programmi/informazione/il-quotidiano/il-quotidiano-3099550.html CDT del 5 dicembre pag.

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

MOZIONE. Il Senato, considerato che:

MOZIONE. Il Senato, considerato che: MOZIONE Il Senato, considerato che: in questi ultimi anni il mercato dei giochi nel nostro Paese è cresciuto a livelli esponenziali. Non c'è angolo delle nostre città dove non siano sorti game point ad

Dettagli

Rassegna Stampa. Martedì 08 aprile 2014

Rassegna Stampa. Martedì 08 aprile 2014 Rassegna Stampa Martedì 08 aprile 2014 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 08 aprile

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE

ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO CONTRO LE SALE DA GIOCO E VIDEO-POKER. L'anno Duemilatredici il giorno Ventinove del mese di Maggio alle ore 17.30, nella sala delle adunanze consiliari

Dettagli

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune proposte per combattere l azzardo Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune premesse Prima di arrivare al tavolo della regolazione, sono necessarie alcune premesse sull azzardo e sull azzardo

Dettagli

Assiste il Vice Segretario Generale Dott. Mauro Donini.

Assiste il Vice Segretario Generale Dott. Mauro Donini. C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 068 DEL 21 LUGLIO 2015 OGGETTO: MOZIONE SU GIOCO D AZZARDO L anno duemilaquindici il giorno ventuno del mese di luglio alle ore

Dettagli

Rassegna Stampa. Sabato 23 febbraio 2013

Rassegna Stampa. Sabato 23 febbraio 2013 Rassegna Stampa Sabato 23 febbraio 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 23 febbraio

Dettagli

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo 1. Definizione di gioco d azzardo La presente legge ha per oggetto interventi normativi in materia di gioco d'azzardo e della patologia che

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

Solo un gioco? Full Immersion

Solo un gioco? Full Immersion Solo un gioco? Il campione I dati so stati raccolti fra gennaio e maggio 2014 in 7 istituti superiori della provincia di Monza e Brianza, in 23 classi del terzo e quarto an. So stati intervistati più di

Dettagli

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011)

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) 1 ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) Per favore, rispondi a tutte le domande. Totale Questionari pervenuti 128 1. Le informazioni che hai ricevuto nella giornata di oggi ti hanno permesso di

Dettagli

RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011

RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011 Premessa RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011 Il gioco d azzardo ha assunto, negli ultimi anni, una dimensione molto significativa su tutto il territorio nazionale. La Provincia di Lecco è passata, nel

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Lunedì 25 maggio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Lunedì 25 maggio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Lunedì 25 maggio 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 7 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 9 Prime Pagine 15 Rassegna associativa

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA Tra Risorsa Sociale Gera d Adda in rappresentanza dei 18 Comuni dell Ambito di Treviglio ASL della provincia di Bergamo

Dettagli

BOLOGNA. La Torre (Sel). «Escamotage motto diffuso, da eliminare» pie di fatto, ma dei balbetti che ne approfittano.

BOLOGNA. La Torre (Sel). «Escamotage motto diffuso, da eliminare» pie di fatto, ma dei balbetti che ne approfittano. press LITE 02/02/2012 Resto dei Carlino La Torre (Sel). «Escamotage motto diffuso, da eliminare» IL PROVVEDIMENTO della giunta, che ritoccherà lisce per eliminare i privilegi delle coppie di fatto 'ghette'

Dettagli

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico.

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 15 28 gennaio 2015 Oggetto : Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Il giorno 28

Dettagli

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri Piano socio sanitario 2012/16 Rappresentano obiettivi di salute prioritari nell arco di vigenza del presente PSSR: a) nell area della prevenzione e promozione

Dettagli

(seduta del 12 marzo 2014) DELIBERAZIONE N.3 ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI PER LA LEGALITA CONTRO IL GIOCO D AZZARDO

(seduta del 12 marzo 2014) DELIBERAZIONE N.3 ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI PER LA LEGALITA CONTRO IL GIOCO D AZZARDO Prot. n. CB 23246/2014 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA DEL MUNICIPIO ROMA II (seduta del 12 marzo 2014) DELIBERAZIONE N.3 ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI PER LA LEGALITA CONTRO

Dettagli

GENOVA. Sabato 21 Maggio 2011. Gruppo LES Italiano. Chi siamo e cosa facciamo

GENOVA. Sabato 21 Maggio 2011. Gruppo LES Italiano. Chi siamo e cosa facciamo Gruppo LES Italiano GENOVA Sabato 21 Maggio 2011 Assemblea Sociale 1. Il Gruppo LES Italiano - ONLUS 2.Analisi della situazione economico-finanziaria 3.Approvazione Bilancio 2010 4.Programmi 2011-12 5.Varie

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

SCANDALO SLOT MACHINE: LA CASSAZIONE DA TORTO ALLE CONCESSIONARIE CHE DEVONO 90 MILIARDI AL FISCO

SCANDALO SLOT MACHINE: LA CASSAZIONE DA TORTO ALLE CONCESSIONARIE CHE DEVONO 90 MILIARDI AL FISCO SCANDALO SLOT MACHINE: LA CASSAZIONE DA TORTO ALLE CONCESSIONARIE CHE DEVONO 90 MILIARDI AL FISCO Partiamo da un estratto della trasmissione Prima pagina della Rai Radio3 (clicca qui per sentire il sonoro)

Dettagli

La Comunic-Azione: Dall Ufficio Stampa ai Social Media

La Comunic-Azione: Dall Ufficio Stampa ai Social Media La Comunic-Azione: Dall Ufficio Stampa ai Social Media L esempio del Crocetta baseball Un percorso evolutivo 1. Ufficio stampa 2. Media relations 3. Conferenze istituzionali 4. Eventi unconventional 5.

Dettagli

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords LR(9) 57_13 Pag. I LEGGE REGIONALE TOSCANA n. 57 del 18 ottobre 2013. Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia. Commento /Illustrazione in B.U.R.T. n. 50 PARTE PRIMA del

Dettagli

Workshop Economia e Legalità

Workshop Economia e Legalità Workshop Economia e Legalità 31 maggio 2013 Direttore Generale Giuliano Palagi L usura è un problema in costante crescita, favorito dall attuale crisi economica sul quale occorre agire con velocità e comprensione.

Dettagli

Gioco d azzardo. dalle illusioni alla realtà. Convegno. Lunedì 1 ottobre 2012. Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna. Viale della Fiera, 8 Bologna

Gioco d azzardo. dalle illusioni alla realtà. Convegno. Lunedì 1 ottobre 2012. Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna. Viale della Fiera, 8 Bologna Convegno Gioco d azzardo dalle illusioni alla realtà Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna Viale della Fiera, 8 Bologna Lunedì 1 ottobre 2012 ore 9.00-17.30 Paul Cézanne (1839-1906) Due giocatori di

Dettagli

ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S

ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S Sede legale Via A. Regolo, 12 Roma Cod. Fisc. 08715201003 *-*-*-*-*-*-*-*-*-* RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2007 Signori

Dettagli

GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE

GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE CONFERENZA STAMPA DEL 12 NOVEMBRE 2014 PRESENTAZIONE DEI PRIMI RISULTATI DELLA RICERCA A cura di Paolo Molinari e Anna Zenarolla, IRES FVG Impresa Sociale

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

Analisi del contesto sociale di sviluppo. i servizi contro le dipendenze

Analisi del contesto sociale di sviluppo. i servizi contro le dipendenze Analisi del contesto sociale di sviluppo delle ludopatie e i servizi contro le dipendenze Quanto si gioca in Italia? (tempo e denaro) Rispetto al dato del 2004, nel 2012 la raccolta totale derivante dal

Dettagli

Diabete, appello di Songini all'assessore: "Attivi subito tavolo di lavoro per Registro regionale" Giovedì 22 maggio 2014

Diabete, appello di Songini all'assessore: Attivi subito tavolo di lavoro per Registro regionale Giovedì 22 maggio 2014 Diabete, appello di Songini all'assessore: "Attivi subito tavolo di lavoro per Registro regionale" Giovedì 22 maggio 2014 Sanita':diabete,appello a Regione e Governo per registro Sardegna (AGI) - Cagliari,

Dettagli

copia n 135 del 09.05.2013 OGGETTO : ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO.

copia n 135 del 09.05.2013 OGGETTO : ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 135 del 09.05.2013 OGGETTO : ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. L anno duemilatredici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 00017889 / AMMCCMO0400144 - seduta pubblica - MOZIONE N. 144 PRESENTATA IN DATA 20.11.2013 DAL CONSIGLIERE BACCHIN AD OGGETTO SCONTO

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

DIPARTIMENTO DIPENDENZE

DIPARTIMENTO DIPENDENZE DIPARTIMENTO DIPENDENZE PIANO DI INTERVENTO TERRITORIALE SUL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO 2014 (Misura 1- DGR n.856/2013 Sensibilizzazione e informazione della popolazione) PREMESSA Il presente Piano recepisce

Dettagli

CARPEDIEM IL MEDICO VICENTINO CHE HA INVENTATO UNA MACCHINA PER SALVARE I BAMBINI CARPEDIEM VICENZA DOCTOR S MACHINE SAVES CHILDREN S LIVES

CARPEDIEM IL MEDICO VICENTINO CHE HA INVENTATO UNA MACCHINA PER SALVARE I BAMBINI CARPEDIEM VICENZA DOCTOR S MACHINE SAVES CHILDREN S LIVES CARPEDIEM IL MEDICO VICENTINO CHE HA INVENTATO UNA MACCHINA PER SALVARE I BAMBINI CARPEDIEM VICENZA DOCTOR S MACHINE SAVES CHILDREN S LIVES RASSEGNA STAMPA PRESS REVIEW 3 APRILE 2015 APRIL 3RD, 2015 1

Dettagli

Città di Albino. Città del Moroni Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA N.

Città di Albino. Città del Moroni Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA N. Città di Albino Città del Moroni Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA N. 21 DEL 20/04/2015 OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO

Dettagli

ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA

ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA 2 ANNI DI LEGA IN LOMBARDIA 1 Massimiliano Romeo Monzese, 44 anni, ha lavorato fino al 2010 presso lo studio di consulenza automobilistica di famiglia. Iscritto alla Lega Nord dal 1992, Responsabile del

Dettagli

I giovani e il gioco d azzardo in Ticino

I giovani e il gioco d azzardo in Ticino 1 I giovani e il gioco d azzardo in Ticino Analisi delle abitudini di gioco dei giovani tra 14 e 25 anni a livello cantonale Emiliano Soldini 2 Obiettivi dell indagine (1) I risultati emersi dallo studio

Dettagli

Lega Lombarda - Lega Nord per l Indipendenza della Padania. Sezione di Desio

Lega Lombarda - Lega Nord per l Indipendenza della Padania. Sezione di Desio Al Presidente del Consiglio Comunale dott. Carmine MESSAGGIERO Piazza Giovanni Paolo II 20832 DESIO (MB) e per conoscenza, al Sindaco di Desio ing. Roberto Corti e per conoscenza, ai Capigruppo Consiliari

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e sito web Regione Lombardia) IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER

Dettagli

EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO

EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO RASSEGNA STAMPA EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO Slot-machine, casinò, videopoker e Bingo sono i giochi più a rischio dipendenza Bologna, 13 maggio 2009

Dettagli

COMUNE DI QUARTO D ALTINO

COMUNE DI QUARTO D ALTINO COPIA COMUNE DI QUARTO D ALTINO PROVINCIA DI VENEZIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 9 del 16-03-2015 Adunanza Ordinaria di Prima Convocazione - Seduta Pubblica O G G E T T O ORDINE

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 574 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BASSO, SPERANZA, MARIASTELLA BIANCHI, BONAFÈ, BORGHI, BRAGA, CARBONE, CAROCCI, CARRESCIA,

Dettagli

VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO

VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO RASSEGNA STAMPA VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA GIOCO D'AZZARDO: CEIS DON PICCHI, "A ROMA L'80% DEI GIOCATORI VITTIME DI SLOT E SCOMMESSE SPORTIVE" ROMA - Maschio,

Dettagli

Si informano sulle tariffe, aderiscono alle promozioni (in assenza delle quali la spesa mensile sarebbe molto più che raddoppiata), utilizzano quasi

Si informano sulle tariffe, aderiscono alle promozioni (in assenza delle quali la spesa mensile sarebbe molto più che raddoppiata), utilizzano quasi Ragazzi e telefonino Siamo negli anni novanta, una pubblicità mostra una ragazza che romanticamente chiede al suo fidanzato all altro capo del telefono «Mi ami?...ma quanto mi ami? E mi pensi?...ma quanto

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA (Art. 86 R.D. 773/1931 e s.m.i.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA (Art. 86 R.D. 773/1931 e s.m.i.) 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA FINALITA ECONOMICHE AMICI DI ITALIA 61 Art.1 È costituita una Associazione denominata Amici di Italia 61. L Associazione è regolata dalla normativa civilistica

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Giovedì 08 gennaio 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 6 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 8 Prime Pagine 11 Rassegna associativa

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DI AZIONI DI PREVENZIONE DEL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO E DELLA LUDODIPENDENZA. Tra

PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DI AZIONI DI PREVENZIONE DEL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO E DELLA LUDODIPENDENZA. Tra PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DI AZIONI DI PREVENZIONE DEL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO E DELLA LUDODIPENDENZA Tra Il Comune di Bologna, rappresentato dall Assessore a Sicurezza, Legalità, Giovani

Dettagli

REPORT RICERCA-AZIONE sul GIOCO d AZZARDO Studio su informazioni e competenze delle figure-chiave della popolazione residente nel Comune di Arezzo

REPORT RICERCA-AZIONE sul GIOCO d AZZARDO Studio su informazioni e competenze delle figure-chiave della popolazione residente nel Comune di Arezzo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Ser.T. zona Aretina Via Fonte Veneziana, 7 00 Arezzo Direttore - Dr. Paolo E. Dimauro REPORT RICERCA-AZIONE sul GIOCO d AZZARDO Studio su informazioni e competenze delle figure-chiave

Dettagli

controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat

controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat PROGETTO EDUCATIVO roconoscenzacontrolamafiascritturat

Dettagli

NOTIZIE CONTRASTANTI. Cordialità E.Bernardi. La Provincia di Como. il caso

NOTIZIE CONTRASTANTI. Cordialità E.Bernardi. La Provincia di Como. il caso NOTIZIE CONTRASTANTI Da un lato i Casinò che si premuniscono, con annessa fregola politica verso le sorti dei medesimi, dall altro le amministrazioni comunali di ogni colore politico stanno cercando di

Dettagli

Gli investimenti delle mafie

Gli investimenti delle mafie Progetto PON Sicurezza 2007-2013 I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento della criminalità all impiego di

Dettagli

Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP).

Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). (Lazio, BUR 8 agosto 2013, n. 64) IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

I LUOGHI DEL GIOCO, LE CARATTERSITICHE DEI GIOCHI (Art. 18, 19, 20)

I LUOGHI DEL GIOCO, LE CARATTERSITICHE DEI GIOCHI (Art. 18, 19, 20) TUTELA DELLA SALUTE DEGLI INDIVIDUI Le persone più fragili vanno protette, ai minorenni deve essere impedito davvero di giocare, la pubblicità deve essere fortemente regolata (art. 4,5,6) I giocatori patologici

Dettagli

08/08/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Leggi Regionali

08/08/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Leggi Regionali Regione Lazio Leggi Regionali Legge Regionale 5 agosto 2013, n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

INDICE ANCI PDF. 29/10/2008 Il Sole 24 Ore Difesa coordinata tra i sindaci sui titoli derivati

INDICE ANCI PDF. 29/10/2008 Il Sole 24 Ore Difesa coordinata tra i sindaci sui titoli derivati ANCI PDF 29/10/2008 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che

Dettagli

L azzardo non èun gioco

L azzardo non èun gioco L azzardo non èun gioco Gioco d azzardo legale e rischio dipendenza tra le persone over 65 incontrate da Auser Torino, Fabbrica delle e 3 marzo 2014 1 Gioco d azzardo -il giocatore punta qualcosa, -la

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 0161. di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli

PROGETTO DI LEGGE N. 0161. di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 8228 PROGETTO DI LEGGE N. 0161 di iniziativa dei consiglieri regionali: Alfieri, Azzi, Girelli, Borghetti, Barboni, Puricelli Norme per la prevenzione,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 25 marzo 2014. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. 25 marzo 2014. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA 25 marzo 2014 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 7 Prime Pagine 13 Rassegna associativa FIDAS

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 DI CORSA FINO AL MIDOLLO 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 Di corsa fino al Midollo è una corsa non competitiva organizzata da ADMO Peperoncino Running in collaborazione con ADMO

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione BOZZA Versione Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno trattazione in Aula trattazione in

Dettagli

www.claudiomarcassoli.it Dott. Claudio Marcassoli Psichiatra e Criminologo

www.claudiomarcassoli.it Dott. Claudio Marcassoli Psichiatra e Criminologo www.claudiomarcassoli.it Dott. Claudio Marcassoli Psichiatra e Criminologo 2010 61 MILIARDI DI EURO in ITALIA Di cui 14,382 miliardi in LOMBARDIA SPESI IN PROVINCIA DI SONDRIO 192 MILIONI DI EURO OGNI

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA. promulga. la seguente legge: PREAMBOLO

IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA. promulga. la seguente legge: PREAMBOLO Legge Regionale Toscana L.R. 18 ottobre 2013, n. 57 Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia. --------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Gioco d azzardo. dalle illusioni alla realtà. Convegno. Lunedì 1 ottobre 2012. Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna. Viale della Fiera, 8 Bologna

Gioco d azzardo. dalle illusioni alla realtà. Convegno. Lunedì 1 ottobre 2012. Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna. Viale della Fiera, 8 Bologna Convegno Gioco d azzardo dalle illusioni alla realtà Sala Terza Torre Regione Emilia-Romagna Viale della Fiera, 8 Bologna Lunedì 1 ottobre 2012 ore 9.00-17.30 Paul Cézanne (1839-1906) Due giocatori di

Dettagli

Mafia, operazione "Discovery" nell'ennese con 12 arresti

Mafia, operazione Discovery nell'ennese con 12 arresti Mafia, operazione "Discovery" nell'ennese con 12 arresti di Redazione Sicilia Journal - 11, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/mafia-operazione-discovery-nellennese-con-12-arresti/ Maurizio Amendolia

Dettagli

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine In Provincia di Milano le auto diventano alberi multiplicity.lab CONFERENZA STAMPA METROBOSCO 17 LUGLIO 2008 In provincia di Milano, le auto diventano alberi ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA Copia di Deliberazione della Giunta Comunale Deliberazione N 292.. Seduta del 23.05.2013 OGGETTO: ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI PER LA LEGALITÀ CONTRO IL GIOCO

Dettagli

Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità. Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009

Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità. Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009 Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009 UNICO FINE: PROFITTO Situazione attuale: Il contrasto al crimine

Dettagli

FESTA DEI DIPLOMATI 2007

FESTA DEI DIPLOMATI 2007 FESTA DEI DIPLOMATI 2007 15 Luglio 2007 Nella villa Arconati di Castellazzo di Bollate si è tenuta la terza edizione della festa dei diplomati degli Istituti Primo Levi e Erasmo da Rotterdam 296 Studenti

Dettagli

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014 Paolo Molinari, IRES FVG Un intervento di ricerca azione partecipata Un percorso di ascolto costruito assieme a gruppo di adolescenti e ragazzi (piano di lavoro, strumenti,

Dettagli

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso APPUNTI RELAZIONE METTIAMO IN GIOCO LA LEGALITA NEL TERRITORIO Segretario Gervasio Capogrossi Roma 17 febbraio 2015 Ringraziamento agli invitati Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude

Dettagli

Settimanale C.R.I.B.

Settimanale C.R.I.B. Registrazione al Tribunale di Rimini N 9/03 del 09/06/2003 Settimanale C.R.I.B. del C.S.B. PODGORA Ideato e diretto da Maurizio PIERI cell. 347.0335169 Fax 0541.708092. E-mail. crib.pieri@aliceposta.it

Dettagli

MANUALE PRATICO DI SOPRAVVIVENZA AL GIOCO D AZZARDO

MANUALE PRATICO DI SOPRAVVIVENZA AL GIOCO D AZZARDO MANUALE PRATICO DI SOPRAVVIVENZA AL GIOCO D AZZARDO 1 N el corso degli ultimi anni il gioco d azzardo ha assunto un volume di enormi proporzioni sociali ed economiche. Pur essendo una pratica antica, è

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia. Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario. Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia. Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario. Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015 COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015 PGT Il percorso della Variante Generale: alcuni spunti

Dettagli