TRISDAFAVOLA SCHWAZER SHOCK ESCLUSO DAI GIOCHI PER EPO «MIDOPAVOCOSI» Lippi: «Juve e Napoli. dovete dare fiducia. a Giovinco e Insigne»

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRISDAFAVOLA SCHWAZER SHOCK ESCLUSO DAI GIOCHI PER EPO «MIDOPAVOCOSI» Lippi: «Juve e Napoli. dovete dare fiducia. a Giovinco e Insigne»"

Transcript

1 NELLE PAGINE SICILIANE IZCO E MANTOVANI PRENOTANO UNA STAGIONE DA LEADER martedì 7 agosto ,20 REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno anno 116 Numero numero 186 ITALIA SCHWAZER SHOCK ESCLUSO DAI GIOCHI PER EPO «MIDOPAVOCOSI» Il marciatore, primo a L INTERVISTA VERSO LA SUPERCOPPA A PECHINO Pechino, positivo a un Lippi: «Juve e Napoli controllo in Germania. IlConilofermasubito.«Ho dovete dare fiducia fatto tutto io, comprando a Giovinco e Insigne» doping su Internet. 3 Marcello Lippi, 64 anni, ex c.t. azzurro allena il Guangzhou AFP Lamiavitaèfinita». OLIVEROALLEPAGINE26E27 Voci su frequentazioni con il medico Ferrari MOLINARO, PICCIONI, POLI, SCOGNAMIGLIO PAG. 2 6 l'editoriale LA GLORIA E LA VERGOGNA di ANDREA MONTI La gloria e la vergogna. Lo sport italiano vive un estremo e l altro dell arco emotivo in una sola giornata che purtroppo ricorderemo a lungo, e per le ragioni sbagliate. L ARTICOLO A PAGINA 25 ITALIA TRISDAFAVOLA Giornata trionfale: Niccolò Campriani conquista l oro nella carabina tre posizioni, Massimo Fabbrizi nella fossa si prende l argento ematteomorandiaglianellièbronzo.siamoaquota17 3 Niccolò Campriani, 24 anni, medaglia d oro nella carabina tre posizioni ANSA 3 Alex Schwazer, 27 anni, il 22 agosto A Pechino ha vinto l oro olimpico nella 50 km IPP BIANCHI,BOZZA,MARTUCCI,ORIANIDAPAG.8APAG.13 INTER A STRAMACCIONI PIACE ROBBEN Lucas verso il Psg Moratti su Schürrle Ramirez l alternativa 3 Lucas, 20 anni il 13 agosto IMAGE SPORT LAUDISA, RUSSO, TAIDELLI ALLE PAGINE 30 E 31 IL ROMPI PALLONE DI GENE GNOCCHI w > Ieri in una suite di un noto albergo romano, Pellegrini e Magnini hanno cominciato le loro Olimpiadi. SCOMMESSE STELLINI LASCIA L assistente di Conte si è dimesso CENITIAPAGINA28 Gli altri due medagliati azzurri di ieri. Da sin. Massimo Fabbrizi, 34 anni. Matteo Morandi, 30, in carriera anche 4 bronzi ai mondiali ANSA EPA

2 2 LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 LONDRA 2012 IL CASO SCHWAZER, IL v Ispettori Wada lo pizzicano in Germania: positivo all Epo Il prelievo delle urine risale al 30 luglio: era dalla fidanzata Carolina Kostner Dal Coni scatta l esclusione immediata VALERIO PICCIONI LONDRA È all ora di pranzo di ieri che casca il mondo nel quartier generale della squadra olimpica italiana a Londra. In pochi secondi si passa dai complimenti del presidente del Consiglio Monti per i risultati ottenuti alla positività di un atleta azzurro a un controllo antidoping. E che atleta. Si tratta di un campione olimpico in carica, il marciatore Alex Schwazer, che avrebbe dovuto difendere il titolo della 50 chilometri sabato e che era atteso nella capitale inglese per domani. La lettera Cio Sono le 15 quando la responsabile della preparazione olimpica, Rossana Ciuffetti, ritira al villaggio olimpico la lettera ufficiale del Cio che documenta tutto. Immediata la telefonata al capodelegazione Pagnozzi che è alle gare di ginnastica a tifare Morandi. Anche Petrucci è informato. Poi Pagnozzi chiama il presidente della Federatletica Arese, ma telefonicamente non fa il nome, parla solo di una positività. L indicazione, comunque, è quella di correre al villaggio olimpico. A quel punto si completa l informazione: è Schwazer. Petrucci e Pagnozzi hanno già preso la loro decisione, ma poi arriva la «condivisione» della Fidal: è inutile che parta, resti a casa, i suoi Giochi sono finiti prima di cominciare. L illusione che si tratti di una banalità, di una sostanza periferica della geografia dell antidoping è intanto già caduta. È l Epo. Una pensiero fisso dell atleta che vuole barare. Epo. Poi si capirà se vecchia, nuova, meno vecchia, o se si tratta della stessa versione, il Cera, che costò a Davide Rebellin, un Olimpiade fa, la medaglia d argento della prova su strada di ciclismo. In Germania Vengono fuori anche i particolari: è un esame della Wada, il laboratorio è quello di Colonia perché Schwazer è stato controllato a casa della fidanzata Carolina Kostner, a Oberstdorf, in Germania, dove stava svolgendo gli ultimi allenamenti. Si tratta di un controllo antidoping canonico: un prelievo di urina. Tutto è avvenuto il 30 luglio, gli ispettori Wada sono arrivati a colpo sicuro perché esiste una banca dati in cui l atleta mette a disposizione i suoi spostamenti per assicurare la reperibilità. Decide Petrucci Intanto il Coni decide di uscire allo scoperto con un comunicato in cui si dice che «il presidente Petrucci, sentito il capodelegazione Pagnozzi, ha disposto l esclusione immediata» dell atleta, sentendo «il capodelegazione della disciplina per gli adempimenti immediati». Quindi, più tardi, è la Fidal a ufficializzare l identità del positivo. Il numero uno, la speranza di medaglia più grande. È davvero uno dei giorni più neri della storia olimpica italiana. Forse, chiedendo scusa a Campriani, Fabbrizi e Morandi, il più nero. identikit & CARRIERA «Da solo ho comprato doping su Internet Che vergogna: la mia vita è finita» PIERANGELO MOLINARO LONDRA Alex Schwazer, 27 anni, il 22 agosto 2008: medaglia d oro a Pechino nella 50 km EIDON «Ho preso questa disgraziata iniziativa a metà luglio, quello che ho fatto prima è stato tutto a pane e acqua» La chiamata di Schwazer arriva dopo vari tentativi di raggiungerlo telefonicamente a Oberstdorf, la cittadina in Baviera dove abitualmente si allena Carolina Kostner, che il marciatore ha raggiunto a inizio luglio dopo il periodo di preparazione in altura a St. Moritz. Per lui la fase dura dell allenamento era conclusa dopo un lavoro massacrante iniziato il primo ottobre 2011 a Settimo Milanese e durato tutto l inverno. Allenamenti durissimi nella nebbia e nel gelo, poi le gare test a Lugano e Dudince, in Slovacchia, ed il periodo di lavoro a St. Moritz. Pareva un atleta pienamente recuperato dopo due stagioni in cui, dopo il ritiro nella 50 chilometri dei campionati Europei di Barcellona 2010, aveva accarezzato anche l idea di ritirarsi. Aveva lasciato Saluzzo e la guida di Sandro Damilano, aveva chiesto all ex campione mondiale Michele Didoni di allenarlo. Una nuova vita, Alex pareva aver trovato motivazioni e condizione, si dichiarava ottimista sulle possibilità olimpiche, puntava all oro sulla 50 chilometri e, senza confessarlo, anche ad una medaglia sulla 20 chilometri. La notizia a Londra è esplosa come una bomba fra l incredulità generale. Si parlava di un atleta azzurro non ancora arrivato nella capitale britannica, poi il nome di Schwazer. Sino ad un secondo prima il suo telefono era sistematicamente occupato. «Pronto? Sono Alex. So perché mi ha cercato. E tutto vero, ma è solo colpa mia, solo mia, nessuno ne sapeva niente, neppure Carolina, la mia fidanzata, neppure il mio allenatore Michele Didoni, neppure la mia famiglia. La colpa è solo mia». Schwazer, perché l ha fatto? «Perché volevo di più». Di più cosa? «Avevo davanti la 20 e la 50 chilometri olimpiche, volevo essere più forte, andare più veloce». Abbiamo visto nei mesi scorsi allenamenti straordinari, che cosa stavamo guardando? «No, ho preso questa disgraziata iniziativa a metà luglio, dopo aver concluso la preparazione a St. Moritz. Quello che ho fatto prima è stato tutto a pane e acqua, ve lo giuro. Vengo da due stagioni difficili, vedevo da- 4 NUMERO 17 le medaglie olimpiche vinte dall Italia nella marcia: 8 d oro, 1 d argento e 8 di bronzo

3 MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 LA GAZZETTA DELLO SPORT 3 TRADIMENTO vanti la grande occasione». Solo il 4 luglio a St. Moritz lei aveva mostrato una condizione eccezionale, non le bastava? «Sì, andavo forte, mi sentivo pronto per vincere, ma cercavo qualcosa di più». Quando ha assunto l Epo? «A metà luglio mentre mi allenavo a Oberstdorf». Chi l ha aiutata? Un momento di silenzio. «Non voglio andare in prigione». Chi le ha iniettato l eritropoietina? «Nessuno, l ho fatto da solo». Impossibile. «No, è possibile, l ho trovata su internet, dove era spiegato anche il modo per iniettarla». Poi il controllo. «Sono arrivati a Oberstdorf il 30 luglio e mi hanno chiesto un campione di urina. Da quel momento ho smesso di dormire, mi è crollato il mondo addosso, sapevo che «È giusto dare il meglio per puntare a obiettivi importanti, magari essendo un esempio per i giovanissimi che vorrebbero praticare uno sport e un domani potrebbero fare come me ALEX SCHWAZER Il 28 luglio rinuncia alla 20 km l avrebbero scoperta». Si è parlato di un influenza che l avrebbe fermata e costretto a rinunciare alla 20 chilometri. Era una bugia? «Sì, ma non me la sentivo di partire per Londra con questa spada di Damocle sopra la testa. La mia carriera è finita, la mia vita è finita» (il controllo fu fatto il 30 luglio, mentre l annuncio della rinuncia è del 28: come mai questa discrepanza?, ndr). Neppure il suo allenatore lo sapeva? «No, gliel ho detto al telefono dieci minuti fa». Cosa le ha detto? «È sconvolto, non mi crede più». Lei si era sempre dichiarato contro il doping, aveva giurato che non era nella sua cultura. Allora perché? «Lo scorso anno ai Mondiali di Daegu, in Sud Corea, i russi mi hanno detto in faccia che loro usano delle cose. Questo pensiero mi girava per la testa, era un tarlo». Così pure lei ha voluto provare. «Ho sbagliato, ho distrutto tutto quanto di buono ho fatto in questi anni, tutto cancellato. Non riesco più a guardarmi allo specchio. Avevo paura di non farcela con il solo allenamento». La gente ha diritto di sapere cosa ha visto in quegli ultimi trionfali quattro chilometri dell Olimpiade di Pechino, cosa ha visto quando si rivelò con il bronzo nel 2005 ai Mondiali di Helsinki e poi ancora nel 2007 a Osakadove rivinse la stessa medaglia. «No, in quelle occasioni ero pulitissimo, lo giuro. E avvenuto tutto a metà luglio». RE DELLA MARCIA SBOCCIATO 7 ANNI FA Mondiali 2 bronzi: Helsinki e Osaka Schwazer (a destra) bronzo nella 50 km a Osaka 2007: era stato bronzo anche 2 anni prima a Helsinki AP Olimpiadi 1 oro: Pechino 2008 Schwazer con la medaglia d oro conquistata nella 50 km ai Giochi di Pechino 2008 ANSA Europei 1 argento: Barcellona 2010 Schwazer arriva secondo nella 20 km agli Europei del 2010, dietro al russo Emelyanov AP Schwazer e la fidanzata Carolina Kostner, iridata di pattinaggio artistico Lei stava per arrivare a Londra con alle spalle una stagione eccezionale, il miglior tempo dell anno al mondo sulla 20 km di Lugano a marzo e la 50 km a Dudince dove a fine marzo ha ottenuto il minimo olimpico che ancora le mancava. Tutto pulito? «Lo giuro ancora, tutto pulito. Mi sono allenato come un matto per tutto l inverno, ho fatto fatica, ho percorso diecimila chilometri per essere al massimo all Olimpiade. Poi questa cazzata...». Non le poteva bastare partecipare a Londra ad una gara sola e arrivarci pulito? «Mi sentivo in grande condizione, con il passare dei mesi e allenamento dopo allenamento mi ero reso conto che potevo fare ambedue le gare. Sì, ho rovinato tutto, sono un cretino». Devono ancora effettuare la controanalisi. «Inutile farla, confesso tutto. Ho ingannato un sacco di gente, anche attorno a me, famigliari e amici che mi hanno aiutato in tutti questi anni. Ho tradito la fiducia di chi mi vuole bene. Ho vergogna a tornare a casa dai miei genitori. Non tornerò mai più a marciare, mi vergogno e basta». Si sente Schwazer singhiozzare. «Scusi, non ce la faccio più». E riattacca. LA FERRERO «Noi dispiaciuti Il contratto scade a fine Giochi» Alex Schwazer da ieri non deve fare più i conti solo con l aspetto sportivo, ma anche con tutto l indotto pubblicitario che ora rischia di scricchiolare visibilmente. L altoatesino, in particolare, era uno dei volti più noti degli spot della Kinder, assieme ad altri atleti di spicco del panorama nazionale. La Ferrero, proprietaria del marchio, si è detta «dispiaciuta» per la vicenda che vede coinvolto il marciatore azzurro. L azienda piemontese di dolciumi fa comunque sapere che il contratto con Alex Schwazer «era in scadenza con l Olimpiade e comunque ogniqualvolta facciamo accordi con i nostri testimonial abbiamo delle clausole di rescissione». Un ulteriore batosta per il marciatore altoatesino, segnato per sempre da questo 6 agosto Alex Schwazer in ginocchio: era l immagine simbolo del suo trionfo a Pechino, adesso lo è della sua triste vicenda LAPRESSE «Nessuno ne sapeva niente, neanche la mia fidanzata. Non voglio andare in prigione»

4 4 LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012

5 LONDRA 2012 IL CASO MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 LA GAZZETTA DELLO SPORT 5 Lo marcavano Un test mirato Inchiesta Ferrari: c è anche Alex Triangolazione Interpol-Padova-Wada: Schwazer sarebbe legato al discusso medico VALERIO PICCIONI LONDRA L esame antidoping che è costato l Olimpiade e chissà che pezzo della carriera ad Alex Schwazer non è stato una casualità. Si è trattato invece di un controllo a tutti gli effetti «mirato». Il nome del campione olimpico della 50 km di Pechino figura nelle carte delle diverse triangolazioni Interpol-magistrature dei singoli Paesi-Autorità mondiale antidoping. Insomma, un operazione figlia di quel lavoro di «intelligence» di cui aveva parlato nella conferenza stampa prima dei Giochi il presidente della Wada, l australiano John Fahey. E che era sembrato a molti, diversi membri del Cio compresi, una sorta di tirata propagandistica un po troppo fiduciosa nelle virtù dell antidoping internazionale. Ferrari Ma da dove sbucava il nome di Schwazer? Dalle carte della Procura della repubblica di Padova e dall inchiesta che ruota intorno alla figura del medico Michele Ferrari, la cui frequentazione è di fatto costata, pure in forma non ufficiosa perché si è trattato di una mancata convocazione e non di una sanzione, a Filippo Pozzato la partecipazione a questi Giochi. Ci sarebbe una lista di atleti che frequenterebbero Ferrari e in questa lista emergerebbe il nome di Schwazer (che non sarebbe l unico degli azzurri olimpici a intrattenere rapporti di collaborazione con il medico). Il controllo a sorpresa sarebbe stato dunque figlio della raccolta di queste informazioni, coordinata dall unità speciale che ha sede all Interpol di Lione. Arricchita anche dal fatto che Schwazer, prima della Germania, aveva trascorso un lungo periodo di allenamento a Saint Moritz, proprio una delle mete abituali di Ferrari. La frequentazione di Ferrari era già costata cara al ciclista Pozzato, escluso dai Giochi Il dottor Michele Ferrari, 59 anni. A destra un pensieroso Alex Schwazer, 27 AFP/OMEGA Intelligence D altronde l antidoping «post» fa quello che può. Il controllo sull Epo è ormai affidabilissimo, siamo usciti da tempo dalla fase sperimentale e il rischio di falsi positivi è praticamente nullo, ma non riesce ad andare molto indietro nel tempo. C è chi dice: dieci giorni. Anche se molto dipende dal tipo di Epo assunta: alcune vengono smaltite più velocemente, altre meno. E allora ecco le visite a sorpresa degli ispettori, agevolate dall archivio del sistema Williams che consente di accedere ai dati sulla reperibilità degli atleti monitorati dalle rispettive federazioni internazionali per il passaporto biologico. Passaporto biologico che, insieme al lavoro di «intelligence» citato dal presidente della Wada, sta quasi soppiantando i tradizionali esami per i primi dell ordine d arrivo. Passaporto biologico che naturalmente ha anche Schwazer, con una password per entrare nella banca dati e verificare i propri valori ematici. Valori che invece non sono di dominio della federazione di appartenenza, ma solo della Wada e dei diversi panel delle federazioni internazionali. Carabinieri È chiaro che queste circostanze stridono con la versione di Schwazer, quell «ho fatto tutto da solo» pronunciato in mezzo alla disperazione. Ma che non convince del tutto, anzi molto poco gli ambienti Coni e non solo quelli. Non va dimenticato inoltre che Alex Schwazer è un carabiniere e il suo caso dovrà essere naturalmente affrontato con le gerarchie dell Arma, che non possono accontentarsi della ricostruzione affranta della prima ora. Insomma, la vicenda potrebbe essere tutt altro che finita con il «tutta colpa mia» di Alex. E il dubbio è sempre lo stesso: chi c è veramente dietro la sua positività? POSITIVO CANNABIS Judoka Usa, 1 o caso a Londra Il judoka statunitense Nick Delpopolo, trovato positivo a un metabolita della cannabis, è il primo caso di doping che è emerso durante l Olimpiade su un totale di controlli effettuati. Con un comunicato, Delpopolo ha chiesto scusa alla spedizione statunitense dicendosi «imbarazzato da questo errore. La mia positività è dovuta al fatto che ho inavvertitamente mangiato un cibo che non sapevo essere stato cucinato con la marijuana prima che io partissi per Londra». Esclusa anche la lituana del martello Marina Marghieva, già sospesa nei giorni scorsi dal comitato olimpico del suo Paese per essere risultata positiva a un controllo antidoping. Positiva e sospesa anche un altra lituana, la lanciatrice del disco Natalia Artyk. I PRECEDENTI IL PRIMO CASO RISALE AL 1968: UNO SVEDESE NEL PENTATHLON MODERNO. PER L ITALIA, POSITIVI URLANDO E REBELLIN, CHE HA RESTITUITO L ARGENTO Ben Johnson, quando l oro è un imbroglio Il canadese resta il dopato più famoso nella storia olimpica: fuggì da Seul CIRO SCOGNAMIGLIO Il primo ricordo prende una direzione e sempre quella: Seul 1988, 100 metri, Ben Johnson. Quel canadese di origine giamaicana aveva gli occhi grandi, e i muscoli ancora di più: battè Carl Lewis in un 9"79 che allora fu record del mondo, ma non era vero. Bastarono pochi giorni a dichiararlo positivo agli steroidi e costringerlo alla fuga infamante dalla Sud Corea. Non è stato il primo caso di doping alle Olimpiadi, evidentemente neppure l ultimo. Ma resta per distacco il più famoso. Ben Johnson, a sinistra, vince i 100 a Seul 88 in 9"79, record mondiale: dopo la squalifica, l oro va a Carl Lewis. A fianco il ciclista Davide Rebellin, argento a Pechino 2008 ma squalificato per uso di Cera, e il martellista Gianpaolo Urlando, primo caso azzurro di doping ai Giochi (1984) Storia Il primo risale al 1968: lo svedese Hans-Gunnar Liljenwall, 27 anni, vinse il bronzo nel pentathlon moderno, ma fu squalificato. Troppo alcol in corpo. Disse di aver bevuto due birre per calmarsi, prima della gara di pistola, ma dovette restituire la medaglia: robetta, se pensiamo ai casi che sono venuti dopo. Restrigendo il campo d azione ai Giochi Estivi, la «bibbia» della storia olimpica, il Wallechinsky-Loucky, conta 85 positività fino a Pechino Prima di Schwazer, l Italia aveva dovuto incassare le ferite di Gianpaolo Urlando, 4 nel lancio del martello a Los Angeles 84 e poi messo fuori classifica per la positività al testosterone, e soprattutto di Davide Rebellin: il vicentino, argento a Pechino 2008 nella prova in linea del ciclismo su strada, perse la medaglia. All Italia, di rendere un podio olimpico, non era mai capitato. Famosi Non vengono citati negli 85 casi (che riguardano sostanzialmente le positività in competizione) ma alla vigilia dei Giochi di Atene 2004 fece scalpore la vicenda degli sprinter greci Kostas Kenteris e Ekaterini Thanou: vennero squalificati alla vigilia, per aver saltato tre controlli consecutivi. Quattro anni prima siamo a Syndey 2000 caddero teste eccellenti: la russa Irina Korzhanenko (getto del peso, steroidi) e l ungherese Robert Fazekas (lancio del disco, voleva scambiare le provette di urina). Entrambi d oro, entrambi travolti dallo scandalo. Altri Detto che, di quegli 85 casi, 17 riguardano donne e 8... cavalli, gli «scalpi» di un certo peso non sono finiti. Pensiamo al finlandese Martti Vainio, avversario di Alberto Cova nel mezzofondo negli anni 80, argento nei a Los Angeles 1984 proprio dietro all azzurro e positivo al metenolone. Oppure a Rashid Ramzi, marocchino poi naturalizzato per il Bahrein, olimpionico dei 1500 a Pechino 2008 e detronizzato per la positività al Cera, Epo di più recente generazione. Senza contare le medaglie d oro olimpiche travolte dal doping dopo i trionfi: il ciclista Tyler Hamilton, oppure due stelle assolute dello sprint come Marion Jones e Justin Gatlin, per citare solo tre esempi. Il fatto è che adesso in questa lista c è anche Alex Schwazer, maledizione.

6 6 LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 LONDRA 2012 IL CASO Mi chiedo cosa Non cancella «possa ad azioni spingere simili. La risposta è la paura di perdere ALESSIA TROST SALTO IN ALTO Mi dispiace, non «quanto di buono ««me l aspettavo, fatto in passato, ma è una macchia indelebile è una brutta notizia, non so cosa dire Brutta notizia? Sì, lui era uno degli atleti più importanti del movimento NICCOLÒ CAMPRIANI MARTA MENEGATTI GLORIA HOOPER TIRO A SEGNO BEACH VOLLEY VELOCITÀ: 100 E 200 METRI Petrucci: «La pulizia prima di tutto» Il presidente del Coni: «Meglio una medaglia in meno». Il tecnico Didoni: «Ci ha presi in giro» MARISA POLI LONDRA La lettera del Cio e una decisione immediata. «Una giornata che non avremmo mai voluto vivere» per il presidente del Coni, Gianni Petrucci, che ieri sera a Casa Italia ha raccontato una pagina nera dello sport italiano: «La decisione è chiara ha continuato Petrucci non possiamo transigere, una medaglia in meno e pulizia in più. Non siamo eroi, non siamo fenomeni, ma la pulizia per noi viene prima di tutto. Non abbiamo avuto il minimo dubbio, in due ore abbiamo preso questo provvedimento». Il segretario Lello Pagnozzi spiega com è andata. «Abbiamo subito convocato una riunione al villaggio olimpico con il capo delegazione della Fidal Morini e, mentre tornavamo alle gare del tiro abbiamo deciso di espellere l atleta». L atletica Delusione e dispiacere sono le parole che accomunano le reazioni del mondo dell atletica. A partire dal presidente della Fidal, Franco Arese: «Per vincere a Londra non aveva bisogno di doparsi. È uno che si è sempre allenato duramente, ha sbagliato e per questo sarà punito severamente. È una giornata amara per l atletica e per lo sport italiano, ma meglio vincere una medaglia in meno e soprattutto che la lotta al doping sia fatta in modo concreto come sta facendo il Coni, come stiamo facendo noi della Fidal. Nello sport non si può barare. Gli auguro che si riprenda come uomo». Durissimo l allenatore di Schwazer, Michele Didoni: «E pensare Didoni: «E pensare che ha fatto da padrino a mia figlia al battesimo» Arese: «Alex non ne aveva bisogno Ora sarà punito» Damilano: «Non me lo spiego...» che tre mesi fa Alex ha fatto da padrino a mia figlia al battesimo, mi viene voglia di spaccare la testa contro il muro. Ho chiamato i suoi genitori, sua madre stava andando al pronto soccorso. Ci ha preso tutti per il culo, tutti quelli che gli vogliono bene. Si è dopato solo adesso? Non lo so, comunque io non sono un buon allenatore perché non capisco se un mio atleta si dopa. Anzi, stavo pensando di cambiare lavoro. Andrò a fare il carabiniere da qualche parte. Di peggio non mi potevo aspettare». Sandro Damilano, di Alex, è stato per anni mentore e allenatore. Quasi un secondo padre. Poi, due stagioni fa, le loro strade si sono divise bruscamente. «Conoscendolo da sempre, mi sembra tutto impossibile dice il tecnico piemontese che sabato, con i suoi allievi cinesi, ha conquistato l oro e il bronzo della 20 km Alex è sempre stato contro ogni forma di doping, da ragazzino se ne era andato dal ciclismo proprio perché l ambiente gli pareva poco pulito. Il mio primo pensiero va a lui, come ragazzo e come uomo. Insieme abbiamo vinto tanto e anche se c è Gianni Petrucci, 67 anni, è presidente del Coni dal 1999 ANSA stata rottura tecnica e personale, sono profondamente colpito. Mi spiace per Alex e per tutto il mondo della marcia. Non trovo spiegazioni». Gli altri Senza parole anche Giulia Mancini, la manager di Schwazer e della fidanzata Carolina Kostner: «Non ci spieghiamo cosa sia successo ha detto. Noi non ci occupiamo della parte sportiva e quindi non siamo sempre vicini all atleta: non potevamo accorgerci di questa iniziativa così brutta. Speriamo che ci dia una spiegazione, se c è». Per il sindaco di Racines «è un fulmine a ciel sereno, una batosta. Mi sarei aspettato di tutto, ma non questo». Per Reinhold Messner, la questione è un altra: «Lo sport ormai si rende sempre più spesso ridicolo. Liberalizziamo il doping, oppure aboliamo l agonismo. Non vedo altre vie d uscita. Mi dispiace moltissimo per Alex Schwazer, che poteva anche vincere. Questa notizia sembra la conferma che oggi senza doping non arrivi più da nessuna parte. Lo dico senza voler diffamare nessuno».

7 MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 LA GAZZETTA DELLO SPORT 7

8 8 LONDRA 2012 TIRO A SEGNO E A VOLO labussola Oggi LE PRIME FINALI Subito triathlon Ferrari da podio Il primo spettacolo da non perdere è a Hyde Park: ore 12.30, c è la gara maschile di triathlon con gli azzurri Fabian e Uccellari. Alle 14 la Medal Race della classe Rs-X: c è la Sensini. Speranze di podio nell artistica: alle Vanessa Ferrari, terza nelle qualificazioni, è tra le favorite nel corpo libero. IN SERATA LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 7 AGOSTO 2012 Lotta: Timoncini Alle 22 c è il volley L Italia debutta nella lotta greco-romana con Daigoro Timoncini: primo turno (ottavi) alle contro l armeno Aleksanyan, la speranza è di vederlo combattere per una medaglia (18.54 bronzo, oro). In serata, oltre alle finali di atletica, c è Italia-Sud Corea, quarti del volley femminile (22). Domani SPORT DI SQUADRA Quarti: Settebello contro l Ungheria 4 1 ORO CARABINA Questa è l edizione dei Giochi con più medaglie nella storia del tiro a segno. Il nostro primato era di due podi, ottenuti a Los Angeles 1932 e ad Atlanta Campriani eguaglia così Roberto Di Donna che ad Atlanta conquistò un oro e un bronzo, ma Nicco ha fatto anche meglio, con un oro e un argento. E il suo di ieri è il primo oro dalla carabina. In tutto ora sono 10 le medaglie della specialità ai Giochi. Domenico Matteucci Pistola BRONZO Los Angeles 1932 Renzo Morigi Pistola ORO Los Angeles 1932 Specialisti nel NICCOLO CAMPRIANI Nato a Firenze, 24 anni, 176 cm per 71 kg, Fiamme Gialle. E campione del Mondo nella carabina 10 metri IPP MASSIMO FABBRIZI Nato a San Benedetto del Tronto (Ap), 34 anni. 176 cm per 98 kg. Carabiniere. E campione del Mondo LAPRESSE È arrivato il momento del dentro o fuori per gli sport di squadra con i quarti di finale: il Settebello (secondo nel girone di qualificazione) affronta l Ungheria contro la quale ha perso agli Europei di gennaio; l Italvolley maschile (solo quarta in seguito al tracollo con la Bulgaria) cerca l impresa contro gli Stati Uniti. BOXE Mangiacapre per la medaglia Ore 22.45: l appuntamento da non perdere è in tarda serata con Vincenzo Mangiacapre, impegnato sul ring ai quarti dei superleggeri contro il kazako Yeleussinov: vincendo, il pugile italiano si assicurerebbe almeno il bronzo. Prima tanta atletica: riflettori sui 200 donne (ore 22) e Roberto Ferraris Pistola automatica BRONZO Montreal 1976 Edith Gufler Carabina 10 m ARGENTO Los Angeles 1984 Roberto Di Donna Pistola libera e Pistola 10 m BRONZO ORO Atlanta 1996 Grande successo degli sport olimpici in televisione. La finale a squadre del fioretto a squadre maschile, iniziata domenica sera alle 20.15, è stata seguita su Rai2 da 6 milioni e 371 mila spettatori (share 35,34%) e su Sky da spettatori per un totale di pubblico televisivo che sfiora i 7 milioni e 400 mila spettatori. La finale dei 100 metri vinta da Usain Bolt, scattata alle 22.50, è stata invece complessivamente seguita da spettatori: in particolare su Rai 2 e su Sky. La straordinaria domenica di sport ha abbracciato anche i tuffi: dalle 20, ben spettatori hanno seguito su Rai 2 la sfortunata finale di Tania Cagnotto dal trampolino di 3 metri. Niccolò Campriani Carabina 10m e Carabina 3 Posizioni ARGENTO ORO Londra 2012 Oro di Campriani Argento di Fabbrizi E un Italia infallibile Precisi, determinati e simpatici: Niccolò e Massimo sono il manifesto alla semplicità che sa vincere Non è una favola, non è uno scherzo e non è certamente un caso. L Italia che troppo spesso non si vede sbandiera la nostra faccia migliore sulla ribalta maggiore, l Olimpiade, esaltando qualità che troppo spesso non si vedono: applicazione, determinazione, costanza, efficienza, freddezza e tantissima precisione. Altro che spaghetti, pizza e mandolino, altro che santi, navigatori e poeti. Ai Giochi della ipertecnologia e della multi-medialità - con 62 nazioni già a medaglia -, l Italia frantuma, concentratissima, i luoghi comuni sui difetti nazionali, centrando i piattelli-ufo del tiro a volo (grandi come un cd), infila i bersagli minimi di tiro a segno (0.5 centimetri) e con l arco (12.2), infilza avversari negli spazi ridottissimi concessi nella scherma, dribbla paletti e cascate (canoa), regge ritmi pazzeschi (canottaggio), fa miracoli di equilibrio e potenza (ginnastica). E ci rende fieri di essere italiani. Strappandoci anche qualche lacrimuccia. Valentina Turisini Freddezza Non parliamo di come il simpatico, umanissimo, marchigiano Massimo Fab- 4 sui 110 ostacoli (22.15). Carabina 10m VINCENZO MARTUCCI sport minori - anzi, grazie Jessi- ARGENTO brizi, peraltro contro un italiano-istriano-croato, Giovanni Atene 2004 LONDRA FENOMENI GLI ASCOLTI Luca Fioretto batte Bolt Tesconi Pistola 10m Oltre 7 milioni in tv ARGENTO Londra 2012 ca Rossi, che a 20 anni ci dai una lezione -, parliamo di sport che sono l humus dell olimpismo, realtà serissime sviluppate al massimo livello. E non per guadagnare milioni, ma i 500 euro che il numero 1 al mondo del tiro a segno, l ingegnere di Firenze, Niccolò Campriani - argento e oro olimpici - intasca per un mondiale. Parliamo di gente, questa azzurra a Londra, di cui andar fieri, sempre, anche quando perde l oro della fossa al sesto tiro di spareggio, IL PREMIER TIFOSO Monti agli azzurri «Continuate così» Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha telefonato al presidente del Coni, Gianni Petrucci, per esprimere la propria soddisfazione per i risultati ottenuti dagli azzurri ai Giochi di Londra. «Complimenti, continuate così. Estenda i complimenti a tutti gli atleti e a tutti i tecnici». Cernogoraz, e sparando, tutti i medagliati mondiali, con fucili e cartucce «made in Italy». Come la fenomenale Rossi che, in nome della sua disastrata Crevalcore, quando fa il suo lavoro diventa di ghiaccio. Come Johnny Pellielo (teologo di Vercelli), che sbaglia la prima delle 5 serie di qualificazione (23/25), ma non naufraga, non si nasconde dietro le tre medaglie consecutive ai Giochi o ai 42 anni, infila due 25 e due 24, e manca la finale per un piattello. Come Valentina Turisini (triestina dolce-amara), argento olimpico da atleta, unica cittì azzurra ai Giochi, che col suo progetto vince 3 medaglie. Record La giornata trionfale del tiro al Royal Artillery Barracks s illumina alle 13.45, indoor, quando Campriani, il favorito della 50 metri 3 posizioni del tiro a segno, irrompe in finale con addirittura 8 punti più del secondo, il fuoriclasse americano Emmons dai nervi fragili, con il nuovo record olimpico (1180), e con tanta stanchezza 14 Italiani con più di una medaglia individuale nella stessa edizione di un Olimpiade. Prima di Campriani, gli ultimi azzurri a riuscire nell impresa erano stati Fioravanti (oro 100 e 200 rana) e Rosolino (oro 200 misti, argento 400 sl, bronzo 200 sl) a Sydney psico-fisica. Ma ha lavorato talmente bene anche con lo psicologo che, senza brillare (quattro 10, e sei 9), gestisce gli ultimi 10 tiri e stravince di 6 punti, davanti al coreano Kim (che beffa Matthew dalla lacrima facile). I crampi al ginocchio nella maratona di qualificazione di 3 ore e 15, il vento, i cambi di luce, la pressione del favorito, la fatica dell argento nei 10 metri, la gioia dell oro? Nicco supera tutto, col sorriso alla sua carabina Bleiker calibro 22. Rimonta Poi, alle 16, all aperto, in balìa del cielo bislacco di Londra, Massimo Fabbrizi, altro favorito, altro campione mondiale, protetto come la Rossi dal cittì saggio Albano Pera, lancia un appassionante rimonta della fossa, la specialità regina del tiro a volo, e si gioca l oro. Come scommette il Deus ex machina della Fitav, Sabatino Durante. Il pacioso marchigiano parte terzo, a 123/125, con davanti il bi-olimpionico Diamond - percorso netto e record olimpico eguagliato - e Aldeehani (che poi porterà la seconda medaglia ai Giochi del Kuwait; la prima, sempre sua e sempre bronzo, nel 2000), sbaglia un piattello sinistro al colpo 3 e un destro all 11, poi basta, mentre gli altri balbettano sempre più. Al 15, è secondo con altri 3, al 20 è argento con il solo Cernogoraz, al 21, fa saltare i nervi a Diamond - abituato a rompere i piattelli con due colpi, mentre in finale ne ha uno solo - e passa primo. Dove resta fino al piattello 25, pari con l istriano dall italianissimo nome Giovanni: è lui il più forte ma forse paga lo sforzo per recuperare dopo 10 giorni di febbre, e cede l oro allo shoot-off. Poco male: Massimo libera la sua personalità, e salta e balla con il tricolore coinvolgendo tutti. Grazie, bella gente di un Italia che per fortuna c è ancora.

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Record, numeri e fatti insoliti tratti da QlikView Global Games App

Record, numeri e fatti insoliti tratti da QlikView Global Games App Record, numeri e fatti insoliti tratti da QlikView Global Games App Atleti che hanno vinto medaglie rappresentando 2 12 diverse nazioni 2297 Le medaglie vinte finora dagli Stati Uniti, dominatori assoluti

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio 2007. Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Swimmy intervista Adriana Angeli

Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy: Dopo tanto Nuoto finalmente ho l onore di intervistare un giudice del Nuoto di Fondo e cosa c è di meglio che cominciare dal Designatore? Ciao Adriana Adriana:

Dettagli

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con questa mania di fare sempre fotografie ai bambini: e

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE Ciao Mario come stai? Abbastanza bene, grazie. Ti presento il mio amico John. Da dove viene John? John è Canadese ed è in Italia

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004)

INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da SPORT E SALUTE (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) È una disciplina nata dalla fusione tra canottaggio e fitness, dove il concetto di equipaggio viene

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Claudio Baglioni A modo mio

Claudio Baglioni A modo mio Claudio Baglioni A modo mio Contenuti: revisione passato prossimo, lessico, espressioni italiane. Livello QCER: B1 Tempo: 2 h Claudio Baglioni è un grande cantautore italiano, è nato a Roma il 16 maggio

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO LE AVVENTURE DI PINOCCHIO Esercizi UNITà IV www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 La storia di Pinocchio col Grillo-Parlante, dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 4 Giugno 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Un bovolonese di serie A Matteo Gianello nazionalità: Italia nato a: Bovolone (VR) il: 7 Maggio 1976 ruolo: Portiere altezza: 189 cm peso: 85 kg Società

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi)

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi) Test di controllo (Unità 6-10) Hai fatto progressi? Controlla. Ogni esercizio ripete uno o più argomenti grammaticali, se raggiungi più della metà del totale: BRAVO! In caso contrario ripeti l'argomento

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Scuola Primaria Pisani Dossi Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Autori: alunni 3^B Anno scolastico 2012-2013 Il 10 maggio abbiamo incominciato questa esperienza. Ci sono 4 materie: italiano,

Dettagli

Laura Virgini IL VIAGGIO

Laura Virgini IL VIAGGIO Il Viaggio Laura Virgini IL VIAGGIO romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A mia madre, senza la quale non sarei qui, ora, e non sarei quella che sono.

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli