Crolla il numero dei benestanti, in Umbria -18,6%

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Crolla il numero dei benestanti, in Umbria -18,6%"

Transcript

1 Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria - - Spedizione in abb. post. D.L. 353/03 (Conv.L.46/04) art. 1 comma 1, DCB - Fil. Perugia - Euro 1,10 Serie B Ternana imbattuta anche a Crotone (1-1): 12 risultati utili di fila RUSSO PAGINE Perugia, gioia al 95 Sprocati gol e vittoria ad Ascoli (1-0): la vetta adesso è a tre punti CALZOLARI, FERRONI, MARIANO PAGINE Gubbio, buon pari A Catanzaro va sotto, poi Radi fa 1-1 Ora playoff a -6 SORRENTINO PAGINE Anno XV numero 89 In abbinamento obbligatorio con il Sole 24 Ore a 1,10 euro I REDDITI OLTRE 120MILA EURO ANNUI E QUELLI TRA 75MILA E 120MILA Crolla il numero dei benestanti, in Umbria -18,6% CINTI PAGINA 3 I dati nella regione comune per comune PERUGIA - Un crollo dei benestanti nelle dichiarazioni dei redditi presentate in Umbria nel 2013 (riferite all an - no di imposta 2012). Il numero di coloro che, nella regione, denunciano oltre 75mila euro di reddito complessivo è sceso da a 9mila 717, con la scomparsa di 2mila 226 benestanti (-18,6%) da un anno all altro. Emerge dai dati del ministero delle Finanze, che presenta il quadro delle dichiarazioni oltre i 120mila euro annui e quelle tra 75mila e 120mila euro. Molto interessante anche il dettaglio comune per comune (riportato in tabella all inter - no), sempre per quanto riguarda i contribuenti over 120mila euro e quelli tra 75mila e 120mila euro. G. CASTELLINI PAGINA 4 Spoleto È morto Carlo Belli, presidente del Teatro Lirico Sperimentale PAGINA 10 Corte dei conti Dipendenti pubblici infedeli o distratti : condannati a risarcire MAIORCA PAGINA 5 Personaggi umbri Giuseppe Cimicchi, l asso dell aviazione COPPARI PAGINA 56 La Juventus stecca a Napoli Decidono le reti di Callejon e Mertens Roma, vittoria con giallo col Sassuolo ELEZIONI IN FRANCIA PAGINE 52 E 53 Vince la destra, Governo al rimpasto Trionfa Ump, Le Pen esulta: terzo partito La gauche mantiene Parigi con la Hidalgo PAGINA 13 Emergenza a Terni Usura, 21 richieste di aiuto in 3 mesi, l Ad o c : ternani rovinati dal gioco Sindaci, le primarie A Gualdo Tadino vince Brunello Castellani Paolo Fratini a S. Giustino GIOMBINI PAGINE 8 E 9 La prima rete di Callejon SCHILLACI PAGINA 11 IL COMMENTO AL S. PAO L O SI FERMA LA C O R SA DELLA JUVE di XAVIER JACOBELLI Dopo ventidue partite senza sconfitte, una Juve stanca morta cade al San Paolo sotto i colpi del miglior Napoli della stagione. E il trionfo di Benitez e del suo calcio offensivo, alla faccia dei detrattori e degli invidiosi (...) SEGUE A PAGINA 53 L OPINIONE UN OMAGGIO ALL IDENTITÀ D I M E N T I CATA DELLA DONNA di LEONARDO VARASANO S chiacciata tra vecchi e nuovi stereotipi - dall angelo del focolare alla Barbie perfetta -, imprigionata in vecchie e nuove banalizzazioni - dalla assolutizzazione della maternità, come unica forma di realizzazione, (...) SEGUE A PAGINA 13

2 Redazione Tel Fax w w w. g i o r n a l e d e l l u m b r i a. i t Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria umbria 3 Irap fuorilegge, visite più leggere Tassa illegittima sulle prestazioni private dei medici ospedalieri, in ballo uno sconto al paziente dell 8,5% I COSTI DELLA SANITÀ di CHRISTIAN CINTI PERUGIA - Irap fuorilegge, spiragli di risparmi per le visite intramoenia. Fra le possibili modifiche che porteranno alla ristrutturazione degli accertamenti clinici effettuati dai professionisti della sanità pubblica in regime privato, c è anche la cancellazione della tassa che incide per una percentuale pari all 8,5% sul conto finale pagato dal paziente. La questione è stata sollevata da Vanda Scarpelli, Nicola Preiti e Paolo Giovenali per la Fp Cgil e la Fp Cgil Medici nel corso dell incontro che ha visto di fronte i vertici della sanità regionale, le organizzazioni sindacali e i direttori generali delle Aziende sanitarie dell Umbria. La richiesta è poi finita nel dossier che - come richiesto da Palazzo Donini - la stessa Cgil e le altre organizzazioni sindacali hanno inviato in vista di una prossima discussione sulle novità che verranno introdotte proprio in tema di visite intramoenia. Le sentenze. L illegittimità dell imposta è sancita da due sentenze della Corte di cassazione del maggio e del giugno I provvedimenti spiegano che l «onere economico dell Irap a carico dei medici per attività svolta all interno dell azienda ospedaliera deve essere esplicitamente prevista in via contrattuale». Di fatto, la previsione dell Irap deve essere inserita nell accordo integrativo, altrimenti la sua riscossione (l Azienda sanitaria effettua il prelievo sul totale della quota pagata dal paziente e quindi prima di versare l'onorario a carico del professionista che ha eseguito la visita o l esame diagnostico) non è possibile. I costi. La tariffa per una prestazione sanitaria (ad esempio una Sindacati La Cgil: modificare le tariffe dell intramoenia Possibili risparmi Il costo delle visite intramoenia per il paziente potrà essere più leggero senza la percentuale dell Irap bocciata dalla Cassazione visita ambulatoriale) nella previsione di modifica della Regione è così composta: fino ad un massimo di 200 euro per l onorario del medico; 30 euro l ora (massimo) per il personale che svolge attività di supporto al di fuori del normale orario di lavoro; una quota pari al 5% dell onorario del professionista finisce in un fondo integrativo aziendale a disposizione di tutte quelle figure professionali che non possono svolgere attività intramoenia; un altro 5% che contribuisce ad un ulteriore fondo aziendale a disposizione del personale che fornisce attività di supporto, ma durante il normale orario di lavoro; una quota pari al 10% dell onorario del medico per fare fronte alle spese sostenute dall azienda per spazi, macchinari e materiale utilizzato. Infine, la voce Irap che incide per l 8%. La richiesta. Fp Cgil e Fp Cgil Medici hanno avanzato una serie di proposte di modifica al regolamento intramoenia (che recepisce le linee del Decreto Balduzzi del 2012). Tra queste «abbiamo chiesto - spiega Nicola Preiti, Fp Cgil Medicidi - di rivedere le tariffe, rendendole intanto trasparenti ai cittadini nella loro composizione, in modo da rendere competitiva questa attività del servizio sanitario regionale rispetto AMICI DELLA RADIOTERAPIA ONCOLOGICA Aronc, da un piccolo gruppo è nato un grande alleato contro il cancro PERUGIA - Tre anni fa, quando è nata, l Associazione Amici della radioterapia oncologica (Aronc) contava 24 soci. Un associazione che nei primi due anni si è strutturata e che, grazie alle tante iniziative avviate da qual piccolo nucleo iniziale, è cresciuta nel numero degli iscritti e nella possibilità di operare per dare il proprio contributo alla lotta contro il cancro, attraverso iniziative di prevenzione, diagnosi e per abbattere le liste d atte - sa. Tanto che ora, come dimostra la partecipazione all assemblea che alle prestazioni offerte dagli specialisti privati. E abbiamo chiesto - aggiunge - l eliminazione dell Irap, che risulta illegittima dopo due sentenze della Cassazione del maggio e del giugno 2012». Cosa cambia. Se dunque la Regione dovesse recepire le richieste della Cgil e, soprattutto, trasformare in provvedimenti i dettami delle due sentenze di Cassazione, L assemblea I tanti soci, sostenitori ed a m m i n i s t r a to - ri pubblici che hanno risposto alla chiamata di Aronc si è tenuta in via Settevalli, non soltanto conta un numero considerevole di iscritti ed una sede a Perugia (dopo quella di Passignano), ma ha assunto un ruolo di sostegno alla Struttura complessa di radioterapia oncologica di Perugia, come riconosciuto dall assessore regionale Rometti. «Il ha annunciato il presidente Manlio Bartolini nella sua relazione - sarà l anno della messa a regime dell organiz - zazione e del suo sviluppo per il conseguimento degli scopi benefici per la quale è stata concepita». allora si potrebbero aprire due scenari. Potrebbero anzitutto essere ridotti in maniera sensibile i costi a carico degli utenti in maniera generalizzata. Molto più probabilmente, potrebbe accadere che il taglio della quota Irap sia lasciato alla discrezionalità dei medici. Di conseguenza, sarebbero le scelte di mercato a indirizzare gli utenti verso gli studi più convenienti.

3 Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria 4 umbria I REDDITI NELLA REGIONE Crolla il numero dei benestanti In Umbria in un anno ne sono scomparsi (-18,6%) I dati comune per comune di GIUSEPPE CASTELLINI Serie A Dichiarano oltre 120mila euro annui 878 contribuenti a Perugia, 370 a Terni, 156 a Foligno, 98 a Castello, 85 a Spoleto, 53 a Todi, 75 a Orvieto PERUGIA - I benestanti di serie A (ossia quelli che dichiarano al Fisco un reddito complessivo annuo superiore a 120mila euro) in Umbria sono solo 2mila 552, di cui in provincia di Perugia e 587 in quella di Terni. I benestanti di serie B (ossia quelli che denunciano un reddito complessivo annuo tra 75mila e 120mila euro) nella regione ammontano a 7mila 165, di cui 5mila 412 nel Perugino e nel Ternano. In totale, nella regione i benestanti, sia di serie A che di serie B, sono 9mila 717, su un totale di 642mila 215 contribuenti che presentano la dichiarazione dei redditi. Emerge dai dati diffusi dal ministero dell Economia e delle Finanze relativi alle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2013, che si riferiscono all anno di imposta Va chiarito subito che stiamo parlando di reddito complessivo, che è il reddito lordo, dal quale per ottenere il netto occorre togliere l Irpef da pagare. IL CROLLO DEI BENESTANTI Va detto subito che è impossibile fare confronti dettagliati con gli anni precedenti, perché gli scaglioni di reddito considerati quest anno dal Ministero sono diversi dal passato, quando venivano riportati i dati relativi agli scaglioni di reddito 70mila-100mila e oltre 100mila. È invece possibile fare il confronto per i redditi complessivi superiori a 75mila euro annui e da questo emerge un vero proprio crollo del numero dei benestanti umbri. Nelle dichiarazioni presentate nel 2011 i contribuenti con un reddito com- I redditi dichiarati Vengono presi in considerazione sia i benestanti di serie A, che denunciano oltre 120mila euro, sia quelli di serie B (da 75mila a 100mila) plessivo superiore a 75mila euro erano 11mila 580, in quelle presentate nel 2012 erano 11mila 943, mentre in quelle presentate nel 2013 sono, appunto, 9mila 717. Tra le dichiarazioni 2012 e 2013 (che, come detto, si riferiscono all anno di imposta precedente), la diminuzione dei benestanti over 75mila euro è di 2mila 226, che in percentuale significa un crollo del 18,6%. La recessione, insomma, ha colpito molto duro e sarà interessante notare, dai dati di dettaglio che stiamo elaborando, quali tipologie di contribuenti (dipendenti, autonomi, imprenditori, pensionati) abbiano subito i colpi maggiori. IL PESO PERCENTUALE DEI BENESTANTI I benestanti che dichiarano oltre 120mila euro di reddito complessivo annuo in Umbria, nelle dichiarazioni 2013, rappresentano lo 0,4% dei contribuenti complessivi, mentre quelli che dichiarano tra 75mila e 120mila euro sono l 1,12% del totale. In complesso, i benestanti che denunciano un reddito complessivo superiore a 75mila euro rappresentano l 1,51% del totale. In provincia di Perugia i benestanti di serie A sono lo 0,41%, quelli di serie B l 1,13, per un totale di 1,55%. Nel Ternano i valori sono, rispettivamente, 0,36%, 1,06%, per un totale di 1,42%. In sostanza, in proporzione al numero dei contribuenti ci sono più benestanti nel Perugino che nel Ternano. Quasi identico il calo annuo dei benestanti nelle due province: - 18,7% nel Perugino (dove sono scomparsi benestanti) e - 18,5% nel Ternano (dove ne sono scomparsi 531). I BENESTANTI NEI COMUNI UMBRI (DICHIARAZIONI DEI REDDITI PRESENTATE NEL 2013, RIFERITE ALL'ANNO DI IMPOSTA 2012) Reddito tra Reddito oltre Comune e mila euro Assisi Bastia umbra Bettona 26 7 Bevagna Campello 10 7 Cannara 14 6 Cascia 14 0 Castel Ritaldi 7 4 Castiglione L Cerreto di Sp. 0 0 Citerna 16 9 Città della Pieve Città di Castello Collazzone 22 4 Corciano Costacciaro 4 0 Deruta Foligno Fossato di Vico 7 0 Umbertide Fratta todina 8 0 Giano Gualdo Catt Gualdo Tadino Gubbio Lisciano Niccone 0 0 Magione Marsciano Massa Martana 24 5 Montefalco Monte S.M.T. 0 5 Montone 11 5 Nocera 18 0 Norcia 26 0 Panicale Passignano Perugia Piegaro 18 5 San Giustino Sigillo 14 0 Spello Serie B Dichiarano tra 75mila e 120mila euro contribuenti a Perugia, 992 a Terni, 441 a Foligno, 307 a Castello, 220 a Orvieto e 111 a Todi Reddito tra Reddito oltre Comune e mila euro Spoleto Todi Torgiano Trevi Tuoro 17 6 Valfabbrica 10 0 Valtopina 4 0 PROV. PERUGIA Acquasparta Allerona 9 0 Amelia Arrone 13 5 Attigliano 8 0 Baschi 19 0 Calvi dell'u. 8 0 Castel Giorgio 6 0 Castel Visc. 8 4 Fabro 13 0 Ferentillo 9 0 Ficulle 10 0 Giove 12 0 Guardea 5 0 Montecastrilli 20 8 Montecchio 10 9 Montefranco 11 0 Montegabbione 11 0 Monteleone d'o. 7 0 Narni Orvieto Otricoli 7 4 Parrano 6 Penna in Tev. 6 0 Polino 0 0 Porano 27 4 San Gemini San Venanzo 10 0 Stroncone 28 0 Terni Avigliano U PROV. TERNI UMBRIA Note: (*) Nei comuni non presenti non ci sono contribuenti nelle due fasce di reddito considerate Fonte: Elaborazione su dati ministero dell'economia e delle Finanze LA SITUAZIONE COMUNE PER COMUNE Il ministero dell Economia e delle Finanze, come si può osservare in pagina, presenta anche i dati dei redditi a livello comunale. Per restare ai Comuni maggiori, a Perugia coloro che dichiarano al Fisco oltre 120mila euro di reddito sono appena 878, mentre ammontano a 2mila 412 quelli che denunciano entrate complessive tra 75mila e 120mila euro annui, per un totale di 3mila 290 benestanti. A Terni i benestanti di serie A sono 332, quelli di serie B 992, per un totale di A Foligno, nell ordine, le cifre sono 156, 441 e 597, a Città di Castello 98, 307 e 405, a Spoleto 85,244 e 329 e così via. In tutti i comuni il numero totale dei benestanti appare in netto calo, sulla scia della forte flessione a livello regionale. I comuni che non sono riportati in tabella sono quelli in cui non c è nessun contribuente che dichiara più di 75mila euro.

4 Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria umbria 5 Soldi per controlli light, condannato Dopo la definitiva sentenza penale, ispettore del lavoro deve restituire 20mila euro per danno erariale e d immagine La Corte dei conti: condotta grave ed offensiva La Corte dei conti è chiamata a verificare e controllare il comportamento corretto dei dipendenti pubblici di UMBERTO MAIORCA NEL PUBBLICO INFEDELI E SBADATI PERUGIA - Un ispettore del lavoro chiedeva soldi per evitare i controlli. Prima è arrivata una condanna penale, adesso anche la decisione della Corte dei conti: restituisca «20mila euro a favore dell amministrazione del lavoro». La procura contabile ha portato in giudizio un funzionario dell Ispettorato del lavoro, difeso dall avvocato Fernando Mucci, «per il danno all immagine provocato all amministrazione di appartenenza, pari ad euro, in relazione al tentativo di concussione praticato a danno di... per il quale è stato condannato dal Tribunale di Perugia» nel 1998 con sentenza confermata in appello e in Cassazione. I quattordici anni che dividono la condanna penale dalla richiesta risarcitoria di danno erariale avevano spinto la difesa a chiedere la nullità del procedimento contabile per prescrizione della stessa. I giudici contabili hanno ritenuto che «la decorrenza del termine di prescrizione è sospeso fino alla conclusione del processo penale» e, quindi, fino alla pronuncia della Cassazione. Sentenza che «è stata depositata l 11 novembre del 2009, mentre l azione risarcitoria innanzi a questa Corte è stata esercitata con citazione notificata nel novembre 2013, ossia entro il termine quinquennale» fissato per legge. La difesa aveva anche puntato sul fatto che «mancherebbero nella vicenda all esame, ai fini della sussistenza del contestato danno all immagine, sia una condotta del responsabile che assurga ad un elevato grado di riprovevolezza, sia la diffusione della notizia del fatto nell ambiente La sentenza «È stato condannato per uno dei più gravi e riprovevoli reati contro la pubblica amministrazione» sociale, stante anche l assenza di articoli di stampa in proposito». Per i giudici contabili «il convenuto è stato condannato per uno dei più gravi e riprovevoli reati contro la pubblica amministrazione (concussione) che, sebbene realizzato nella forma meno grave del tentativo, è comunque intrinsecamente idoneo ad incidere sui fondamentali sentimenti degli amministrati». Sentimenti che «con il recupero dell immagine pubblica» sono essenziali «per l esistenza stessa della pubblica amministrazione e impongono di intervenire per ridurre, prima, ed eliminare, dopo, i danni conseguenti alla lesione della sua dignità e del suo prestigio, con ovvie implicazioni anche di costi per l Erario». Per quanto riguarda «la mancanza di diffusione giornalistica della vicenda e quindi di clamor, invece, deve dirsi che il clamor stesso dipende dalla intrinseca gravità ed offensività della condotta tenuta dal convenuto, piuttosto che dalla diffusione» della condotta. Il danno d immagine, quindi, sarebbe provato e sanzionabile. Con un altra sentenza, invece, i giudici contabili hanno dichiarato improcedibile una citazione a carico dello stesso funzionario per un altro episodio di concussione «in quanto la richiamata sentenza della Cassazione si riferiva ad un giudizio penale diverso da quello condizionante il presente giudizio, anch esso a carico del convenuto». Rimandando all attesa della pronuncia della Cassazione su due episodi di presunta concussione. MALASANITÀ Cure parziali, denti sani estratti: medici condannati a risarcire ospedali e Asl PERUGIA - Dopo il caso del dentista condannato a risarcire la Asl perché all ospedale di Narni aveva estratto un dente sano al posto di quello malconcio, un medico di Perugia, difeso dagli avvocati Mario Rocco Montemurro e Laura Modena, è stato condannato a risarcire l Azienda ospedaliera del capoluogo con euro «per i danni arrecati per l errata diagnosi formulata» a seguito del ricovero di una paziente. Il medico avrebbe «sottovalutato lo stato clinico, facendo eseguire soltanto la radiografia alla caviglia dx, senza alcun ulteriore accertamento finalizzato a verificare eventuali lesioni al ginocchio».

5 Redazione Tel Fax te r n g i o r n a l e d e l l u m b r i a. i t w w w. g i o r n a l e d e l l u m b r i a. i t Usura, 21 richieste di aiuto in 3 mesi. L Adoc: ternani rovinati dal gioco d azzardo Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria terni 11 Appello dell Anvu al sindaco: una sede a Terni di MARIA LUCE SCHILLACI TERNI - Vittime nell ombra e nel silenzio. Chi cade nel tunnel dell usura corre molti rischi e spesso resta da solo. Questo perché non denuncia quanto gli sta accadendo. Paura, vergogna, sfiducia sono solo alcuni dei sentimenti che attraversano la mente di queste persone. Le vittime dell usura restano spesso zitte e a volte accade l irreparabile. «Da quel giorno, da quando ho incontrato gli usurai, la mia vita è cambiata per sempre, ho tentato il suicidio, ho avuto vari infarti e ischemie»: sono le parole di Franca De Candia, fondatrice dell Anvu, associazione nazionale vittime dell usura. Franca è stata prima vittima e adesso, dopo essere riuscita a trovare la forza di denunciare i suoi aguzzini, è passata al contrattacco e alla difesa di chi tale coraggio ancora non riesce a trovarlo. «Ma mi è costato caro - dice più volte - ancora ne pago le conseguenze specialmente sul fronte della salute». La situazione a Terni e provincia non è affatto bella, lo conferma, unitamente a Franca, chi segue costantemente questioni di tale natura. Una di questa è l Adoc, associazione per la difesa e l orientamento dei consumatori. Angelo Garofalo è a capo della sezione Umbria ed è bene informato: «Nel Ternano - spiega - dall inizio del 2014 a oggi abbiamo registrato 21 telefonate con richieste di aiuto, gente vittima di usurai, devo dire che su queste 21 ben 18 sono riconducibili al gioco d azzardo e tre al settore commercio con richieste di soldi da parte di privati e con tassi d interesse altissimi. Il gioco purtroppo sta assumendo toni sempre più allarmanti, ma su tutto c è un grosso problema - spiega - ovvero il fatto che la gente non ha il coraggio di denunciare». La paura: si teme di essere avvitati, si temono ripercussioni sui familiari e sui conoscenti. «Ma noi - spiega Garofalo - come molte altre associazioni rassicuriamo chi denuncia, intanto mantenendo la totale privacy, garantiamo anonimato e appoggio. Immagino - aggiunge - che molti riescono ad emergere solo quando sono all estremo e spesso c è chi arriva al dramma irreparabile». Tra le più attive nel campo c è senza dubbio la Fondazione umbra contro l usura: «Nel 2013 nella nostra regione - afferma l avvocato Lucia Baldoni, vicepresidente della Fondazione umbra contro l usura - le audizioni, ovvero i primi colloqui di persone che si rivolgono alla Fondazione per un aiuto economico o per l assistenza legale, nell ambito sia dell attività istituzionale di prevenzione del reato di usura sia dell attività di assistenza alle vittime di usura (quando vi è stato il rinvio a giudizio, ndr) sono state in totale 103 rispetto alle 150 del All esito dell istruttoria le domande protocollate relative alla provincia di Terni sono state 5 a fronte delle 9 del Il calo - spiega - non è dovuto al venire meno del fenomeno, ma ad altri fattori: per prima cosa la diminuzione dei fondi a disposizione della Fondazione, poi le richieste per esposizioni debitorie che superano i limiti statutari della Fondazione. Poi ci sono cause di non meritevolezza, quali l indebitamento derivante da ludopatia». Insieme a interventi di repressione del reato e di controllo del sistema creditizio, la legislazione vigente ha attivato il Fondo di Prevenzione del fenomeno dell usura e il Fondo di Solidarietà per le vittime dell usura e delle estorsioni. Ma chi cade nella rete degli strozzini? Imprenditori, commercianti, artigiani, negozianti, l usuraio arriva e colpisce ovunque, soprattutto oggi in tempo di crisi con le aziende che non riescono più a continuare l attività e con le famiglie che non arrivano a fine mese. «Nel Ternano stiamo assistendo una decina di persone - dice la De Candia - è dura e vorrei anche lanciare un appello al sindaco di Terni per potere avere una sede nella vostra città, in questo modo sarebbe un po più semplice gestire le varie situazioni». Franca non sta bene e Elezioni, dura replica a Di Girolamo del candidato del Cammello Franco Todini : «La conoscenza è il presupposto dello sviluppo» TERNI - «È sintomatico dell ignoranza che governa questa città se un sindaco, nonché ex senatore della Repubblica, che quindi si presume abbia frequentato le aule del Senato, non conosca o faccia finta di non conoscere la differenza che c è tra il ruolo del politico che prende le decisioni con quello di un dirigente, seppure apicale, di un assemblea legislativa». Replica così il candidato a sindaco del Cammello, Franco Todini, a quanto affermato giorni fa, nei suoi confronti, dal sindaco uscente Leopoldo Di Girolamo secondo il quale «della sua esperienza di 38 anni in Regione, la nostra città ricorda poco o nulla». «La mia missione come segretario generale del consiglio regionale - precisa Todini - era quella di supportare l assemblea legislativa nelle sue prerogative. Se avrà la compiacenza di leggersi il mio curriculum, il sindaco potrà ben comprendere quello che ho fatto «Il 70% delle chiamate proviene dalle vittime del gioco, il problema maggiore è che le persone non denunciano i loro aguzzini per paura» Angelo Garofalo, Adoc Umbria per il consiglio regionale dell Umbria e quindi per l Umbria intera, compresa Terni. Ho realizzato in anni non sospetti - continua - servizi di partecipazione attiva PALAZZO SPADA con i cittadini, di inclusione sociale, di trasparenza che hanno fatto assurgere l Umbria come prima regione in Italia e anche in Europa sul fronte della democrazia in rete. Torna a riunirsi oggi il consiglio comunale, tra i punti l utilizzo dello stadio e dell antistadio TERNI - Il consiglio comunale torna a riunirsi oggi a partire dalle ore 16 a palazzo Spada. All ordine del giorno la terza votazione sull approvazio - ne del regolamento delle consulte di partecipazione territoriale; l esame della proposta di deliberazione di iniziativa popolare del Comitato No Cavalcavia con i relativi atti della prima commissione consiliare; l ado - zione di una variante parziale al Prg parte operativa e al Paip, località Maratta, via Benucci; l esame di un atto d indirizzo (Talamonti, Nannini, Campili, Boccolini) sulla modifica ed integrazione del regolamento della toponomastica; l esame dello schema di convenzione tra il Comune di Terni e la Ternana calcio per l utilizzazione e la gestione del complesso sportivo costituito dallo stadio comunale Liberati e dell antistadio Taddei, con l emendamento e l atto d indirizzo presentati da Biscetti e Fatale; il regolamento attuativo della legge regionale 23/2003 sulle Nor - me di riordino in materia di Erp; l esame della relazione della commissione controllo e garanzia sulla scissione societaria dell Atc. Un uomo nelle mani degli usurai spesso deve farsi aiutare dalle amiche, ma è una donna determinata: «Una volta fuori pericolo le persone intorno a me mi hanno spronata: se sono viva è perché la mia vita deve servire a qualcosa - dice - e così ho fondato l Anvu che si pone come obiettivo quello di salvare delle vite umane: siamo persone oneste e molte di noi vittime in primis dell usura per cui conosciamo bene cosa significa». Un meccanismo perverso quello dell usura, basato sulla pressione psicologica e sulla paura che alla fine costringe le vittime a sborsare denaro a fiumi con interessi stratosferici, come il caso scoperto mesi fa dai carabinieri di Amelia, tassi fino al 445% dell importo iniziale. L indagine, avviata nel 2008 dalla procura di Terni, ha permesso di fare emergere un sistema ben consolidato che arrivava a colpire in tutta l Umbria con un modus operandi perverso e a spirale dove le vittime a loro volta diventavano usurai, stretti nella morsa dei debiti, spesso ereditati in famiglia, e della crisi attuale. L operazione è scattata quando una delle vittime è letteralmente esplosa, permettendo così di scoperchiare a poco a poco l intero sistema. Come spesso accade le forze dell ordine sono potute arrivare a questo risultato Tutti questi servizi hanno vinto premi a livello nazionale e riconoscimenti a livello internazionale. Vorrei concludere dicendo che se la conoscenza è il presupposto dello sviluppo, questa amministrazione dimostra di essere completamente inadeguata». Di Girolamo aveva anche detto che «Il programma elettorale del Cammello appare come un insieme disomogeneo di proposte, a volte astrattamente condivisibili e in molti altri casi banali o fuori dalla realtà». grazie a una denuncia. «Io sono a disposizione - rimarca il presidente dell Adoc Garofalo - chi ha problemi di questo tipo può tranquillamente contattarmi al , vedremo come agire, ripeto, nel massimo rispetto dell anonimato». L INCIDENTE Moto contro auto lungo la Valnerina, feriti due centauri TERNI - Due giovani in sella a una moto Honda di media cilindrata sono finiti all ospedale per le ferite riportate a seguito di un incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio nei pressi di Collestatte piano. Erano circa le 15,15 quando i due giovani, un ternano di 25 anni e un 20enne originario della Puglia, si trovavano a transitare verso Terni lungo la strada statale 209 Valnerina. Improvvisamente, per cause ancora al vaglio della polizia municipale, la moto con in sella i due giovani si è scontrata contro un autovettura, una Fiat Punto condotta da un uomo di Terni di 69 anni. I due centauri, dopo il violento urto contro il veicolo, sono finiti a terra. Immediati i soccorsi. Sul posto sono giunte due ambulanze del 118 che hanno provveduto a trasportare i due giovani al Santa Maria dove sono stati ricoverati per ferite e traumi vari. Le loro condizioni sono gravi ma non si teme per la loro vita. Illeso, invece, il conducente della Fiat. Sul posto, per effettuare tutti i rilievi di rito, sono giunti i vigili urbani che ora devono fare piena luce sull esatta dinamica dell incidente: da chiarire, infatti, se si sia trattato, come apparso in un primo momento, di un tamponamento o di un urto di diversa natura. SERVIZIO NECROLOGI ZENONI & SCARPONI - Tel Il giorno 29 marzo improvvisamente è venuta a mancare ROSALBA BIZZARRI VED. GRIMANI Ne danno il triste annuncio i fratelli, le cognate e i nipoti I funerali avranno luogo oggi 31 marzo alle ore nella Chiesa di S. Maria Maggiore in Collescipoli. Si ringraziano anticipatamente quanti vorranno partecipare Terni, 31 marzo 2014 Il giorno 29 marzo si è spenta all età di anni 91 la cara esistenza di FEDERICA SAPORA VED. MICCADEI Ne danno l annuncio i figli Gisella, Sergio, Egiziana, la nuora Agata, il genero Albino, i nipoti Gianluca, Fabrizio, Federica, Carlo Daniele e Luca e i parenti tutti. I funerali avranno luogo oggi 31 marzo, alle ore nella Chiesa di San Matteo in Campitelli. Terni, 31 marzo 2014

6 Lunedì 31 marzo 2014 il Giornale dell Umbria 12 terni Case, ecco dove conviene comprare nell Orvietano A Guardea ci vogliono euro a metro quadro, la zona più cara è Castel Giorgio: ne servono di ELEONORA BONOLI ORVIETO - Ci vogliono euro al metro quadrato per comprare casa a Castel Giorgio, mentre ne bastano poco più di se si sceglie di mettere radici a Guardea. Sono questi i prezzi minimi e massimi registrati nell Orvietano in merito alla vendita di abitazioni in base ai dati raccolti dal sito immobiliare.it. Dopo l analisi dell andamento dei prezzi registrati nel Ternano e nella zona del Narnese-Amerino, ci si sposta verso la Rupe e il suo comprensorio, territorio ricco di case di pregio anche di proprietà di persone non umbre. Se a Orvieto per gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media euro per metro quadro, contro i di un anno fa, con aumento dell 8,20%, la palma per zona più cara va, come detto, a Castel Giorgio. Qui, stando ai dati rilevati a febbraio, per un abitazione in vendita sono necessari in media euro per metro quadro, contro i registrati il mese di febbraio 2013 con un aumento del 119,77 per cento. Nel corso degli ultimi 24 mesi, il prezzo massimo è stato registrato proprio a febbraio, mentre il prezzo più basso è stato registrato a settembre 2012 con 529 euro per metro quadrato. Proseguendo in ordine decrescente, troviamo Baschi: le ultime rilevazioni evidenziano come per un immobile residenziale siano richiesti in media euro per metro quadro, mentre un anno fa erano necessari 1.881, con un aumento del 10,02 per cento. Nel corso degli ultimi 24 mesi, il prezzo ha raggiunto il suo massimo a giugno 2013 (2.184 euro al metro quadro), mentre Il mese in cui è stato richiesto il prezzo più basso è luglio 2012 (1.417 euro). Sulla Rupe A Orvieto per gli immobili residenziali sono stati richiesti in media euro per metro quadro contro i di un anno fa Cartelli di case in vendita Si passa poi a Parrano dove, a febbraio, la cifra richiesta per un immobile è stata, in media, di euro per metro quadro, mentre a dicembre erano necessari euro. Servono invece euro al metro quadrato per comprare attualmente casa a San Venanzo, dove, rispetto allo scorso anno, è stato registrata una diminuzione del 10,52 per cento: a febbraio 2013, infatti, un immobile costava euro al metro quadrato. Negli ultimi due anni, invece, la richiesta massima è stata rilevata a giugno 2013, con euro al metro quadro, mentre la cifra minima è di marzo 2012, con euro al metro quadrato. Si passa poi ai euro al metro quadrato per una casa a Fabro dove, lo scorso anno, la spesa si attestava sui euro, con un aumento del 16,78 per cento. Nel corso degli ultimi 24 mesi, invece, il prezzo richiesto all interno del Comune di Fabro ha raggiunto il suo massimo proprio a febbraio, mentre la richiesta minima è stata registrata ad agosto 2012: per un immobile in vendita sono stati richiesti euro per metro quadrato. Scende di qualche euro la richiesta al metro quadrato per comprare casa a Castel Viscardo, dove a febbraio la media parla di 1.633, contro i euro di un anno fa, con un aumento del 38,79 per cento. Se negli ultimi 24 mesi il prezzo più alto è proprio quello di febbraio 2014, la richiesta minima è stata avanzata ad aprile 2013, con una media di 764 euro al metro quadrato. Un aumento del 7,6 per cento rispetto all anno scorso è stato rilevato a Porano, dove a febbraio 2014 il prezzo al metro quadrato per un abitazione è stato di euro, contro i del Negli ultimi due anni il prezzo richiesto ha raggiunto il suo massimo a marzo 2012, con un valore di al metro quadro. Ad Allerona il prezzo medio cala ancora, sia in linea generale sia rispetto allo scorso anno: nel febbraio appena trascorso il prezzo medio al metro quadrato è stato di euro per metro quadro, contro i euro di un anno fa, con una diminuzione del 7,62 per cento in un anno). A Montecchio, invece, i dati parlano di una richiesta media di euro al metro quadrato, con un aumento di oltre il 30 per cento rispetto allo stesso mese di un anno fa, quando il costo medio era di euro al metro quadrato. Nel corso degli ultimi 24 mesi, il costo delle abitazioni sul territorio comunale ha raggiunto il suo massimo nel mese di luglio 2012, con un valore di euro al metro quadro. Il mese in cui è stato richiesto il prezzo più basso è gennaio 2013, con la richiesta di euro per metro quadrato. E se a Ficulle il costo delle case è di euro per metro quadro, contro i registrati il mese di febbraio 2013 con un aumento del 21,07 per cento in un anno, a Montegabbione la variazione rispetto allo scorso anno è stata ben inferiore, non arrivando al 5 per cento: a febbraio 2014 la richiesta è stata di euro per metro quadrato, mentre negli ultimi due anni la richiesta maggiore si è registrata a ottobre 2012, con un valore di euro al metro quadro. È di euro al metro quadrato, invece, il prezzo di un immobile residenziale a Monteleone d Orvieto, sostanzialmente in linea con i valori registrati lo scorso anno. Il picco maggiore, negli ultimi due anni, c è stato a maggio 2012, con un valore di euro al metro quadro. Infine, il territorio dove le case costano meno nell Orvietano è Guardea: a febbraio si parla, in media, di euro al metro quadro contro i dello scorso anno. Ferentillo, successo per il convegno dedicato ai Longobardi nella valle delle abbazie FERENTILLO - Successo per la conferenza che si è svolta sabato presso la sala Capitolare dell abbazia di San Pietro in Valle di Ferentillo dal titolo Longobardi e Santi in una valle di abbazie. L iniziativa è stata organizzata dall associazione culturale Alberico I Cybo Malaspina di Ferentillo, con il patrocinio della direzione regionale dei Beni culturali storici e turistici dell Umbria, le rispettive Soprintendenze ai Beni artistici architettonici e paesaggistici e la Soprintendenza Archeologica dell Umbria, la Regione dell Umbria, la Provincia di Terni i i Comuni di Terni e Spoleto. Tante le autorità presenti tra le quali il vice direttore Polo Armi di Terni Colonnello Da - niele Menghini, i soprintendenti l archeologa Gabriella Sabatini, l ispettore di zona della Soprintendenza Beni artistici e architettonici Margherita Romano, l assessore del Comune di Ferentillo Roberto Pellini. CARLO FAVETTI L I N I Z I AT I VA Apre Libere tutte per le donne in difficoltà TERNI - Diventa realtà concreta il centro antiviolenza, a favore delle donne in difficoltà, che aprirà ufficialmente i battenti giovedì 3 aprile. La struttura si chiamerà Libere tutte e avrà sede in via Campomicciolo. Oltre a fornire accoglienza e assistenza telefonica 24 ore su 24, comprende anche un area destinata alla residenzialità delle vittime di violenza e maltrattamenti e dei propri figli. Il centro e le sue attività saranno illustrate giovedì 3 aprile alle 17 alla Casa delle donne di via Aminale, alla presenza della presidente della Regione Catiuscia Marini, del sindaco Leopoldo Di Girolamo, dell assessore alle Pari opportunità Stefano Bucari, della presidente dell associazione Differenza donna, Emanuela Moroli e della presidente dell associazione Liberamente donna, Paola Moriconi. L apertura del centro di Terni arriva a poco meno di un mese di distanza di quello di Perugia, intitolato a Catia Doriana Bellini, ex responsabile del centro regionale per le pari opportunità dell Umbria. Le due strutture, nell ambito del progetto Umbria Antiviolenza, sono state cofinanziate per il 90% dal Dipartimento per le pari opportunità, per 44mila euro dai Comuni di Perugia e Terni e per un al - tra quota dall associazione Liberamente donna, per un costo complessivo di euro. Nei due centri di Perugia e Terni, potranno essere accolte 36 donne vittime di violenza o stalking e 20 bambini, che avranno il supporto di operatrici e volontarie, forze dell ordine, operatori della magistratura, tribunali, servizi sociali.

7 Seguici anche su Lunedì 31 marzo 2014 AnnoXXXIIn.89-euro1,20 PERUGIA TERNI FOLIGNO PIETRALUNGA Fa vedere le parti intime e spaventa tre ragazze La Regione nel mirino degli ex lavoratori Basell Bando per assegnare le casette dei terremotati Brusca sveglia all alba La terra trema ancora A apagina14 A apagina22 A apagina19 A apagina18 Abbinamento opzionale con: Quello che devi sapere sul denaro Euro 3,80; + il prezzo del quotidiano Sono 500 all anno le richieste di aiuto alla Fondazione che in Umbria si occupa del problema. Per l ente la speranza dei fondi statali Usuraiinazione,èallarme Perugia Centinaia di persone Sacher e Laura Chiatti fanno il pienone da Sandri LauraChiattiHatagliatolatorta A apagina16 Rifiuti a tonnellate raccolti a Cenerente A PERUGIA Siamo sopra le 500 richieste di aiuto all anno. Gli effetti collaterali della crisi che attanaglia la regione giungono forti e chiari alla Fondazione Umbria contro l usura. A bussare alla porta dell ente sono piccoli artigiani (10 per cento), piccoli commercianti (15percento)efamigliechesi sonodicolporitrovateacontaresuunredditosolo,magari una magra pensione, perchéqualcunohapersoillavoro. Il presidente Alberto Bellocchi coglie però alcuni elementi positivi per l attività dell ente. Un ispezione ministeriale che sembra essersi positivamenteconclusaechefasperare nella possibilità di ricevereifondistatalidaannimancanti all appello. Ed emergono manifestazioni di interesse per eventuali convenzioni con l ente anche da parte di grandi gruppi bancari. A apagina7 SisonoimpostinelleprimariediGualdoTadinoeSanGiustino VinconoCastellanieFratini A PERUGIA Settecentoquindici i votanti a Gualdo Tadino, che hanno scelto per quattrocentoventotto volte Brunello Castellani (Appello per Gualdo). Con1172votisaràinvecePaolo Fratini a guidare il centrosinistra nella sfida elettorale del 25 maggio a San Giustino. Ecco come sono andate ieri le primarie. A apagina10 PERUGIA Ditutto,dipiùRaccoltirifiutidiognigenere MONDO GRANDE E PICCOLO LapedatadiDio di Roberto Grandis A M ipuoiaiutareadallestirequesto banco? Così lo conobbi tantissimi anni fa. Lui 15 anni, io 16. All'oratorio si preparava il carnevale dei ragazzi. Qualche banco qua e là: cose semplici.. [continua a pagina 8] A apagina15 Sport LegaProIlgoldiSprocatiavvicinalavetta:Ascoliko0-1eFrosinoneatrepunti MiracoloGrifo:innovepassaal95 GrandegioiaIlgoldiSprocatihaesaltatoilPerugia SERIE B GoldiMasi,laTernanasiillude a Crotone ma poi viene riacciuffata Tesser: La migliore gara con me A Masi segna un gran gol e la Ternana pensa di potercela fare nel difficile catino dello Scida. Ma il Crotone reagisce e ottiene il pari. Rossoverdi ancora imbattuti con la gestione Tesser. A allepagine24e25 LEGA PRO BombadiRadi:1-1 Per il Gubbio un buon punto acatanzaro A PERUGIA Il cardinale Gualtiero Bassetti ha presieduto la celebrazione eucaristica dell iniziativa 24oreperilSignore anche per lanecessitàdiunapubblica riparazione al sacrilego episodio dell asportazione di ostie consacrate nella chiesa cimiteriale di Santa Maria delle Grazie a Monterone(zona Casaglia). A apagina14 A allepagine32e33 UMBRIA DILETTANTI Massa Martana a 1 punto dall Eccellenza InserieDsisalva solo il Trestina Lealtretuttegiù A dapagina34 Ilcardinalesulfurtoavvenutoinunachiesadelcapoluogo Ostie rubate, la condanna di Bassetti Chiedo a ladri e mandanti di pentirsi Rapporto Caritas 2014 Ecco i dati sulla povertà A apagina8 A allepagine29,30e31 VOLLEY A1 Altotevere ko, stagione finita LaSirpassaaCuneo e guadagna la semifinale scudetto con Piacenza A allepagine54e55 ITALIA& MONDO Oggiall esamedelgoverno Riforma delsenato Bracciodiferro trarenzi egrasso Aapagina3 Hollande:orarimpasto Crolla la sinistra nel voto francese Benel UmpeilFn Aapagina5 Aveva83anni, eramalato E morto D Ambrosio Guidò Mani Pulite Aapagina5

8 CORRIERE DELL UMBRIA UMBRIA Via Lunedì 7 Marzo t Pievaiola, 166 F-6 Tel Fax Nominatounconsulentepsichiatradalladifesadelmuratorerumenoresponsabiledeldelitto L omicidio di Ofelia frutto di una mente in black out A PERUGIA (AleBor)E mortaa27anni,ofelia Bontoiu, sgozzata a Gualdo Tadino, nella stanza di un affittacamere dal ragazzo che conosceva da sempre e con cui aveva per un po pensato di costruire una vita. Ma aveva cambiato idea, scegliendo di andare per la sua strada. E lui non ha capito. Come purtroppo troppo spesso accade, alla luce delle decine di femminicidi che si consumano ogni anno in Italia. Brutte storie che di frequente hanno un comune denominatore: l amore che diventa ossessione e sfocia in tragedia. La famiglia della vittima ora soffre. Il dolore ha colpito due famiglie, ricorda però la difesa di Danut Barbu,ilmuratoredi28anni,dapoco trasferito nel carcere di Terni, che attende l appuntamento col Riesame. A difenderlo, l avvocato Antonio Cozza dello studio Gentile, che sta valutando la sua posizione, ovviamente difficile. L accusa è pesantissima: omicidio premeditato. Barbu ha confessato ciò che i carabinieri guidati dal tenente Pier Giuseppe Zago sapevano. Al gip ha tuttavia detto di aver comprato il taglierino con cui ha infierito sulla vittima il giorno del delitto (l 8 marzo) per uccidere se stesso e non Ofelia. Il legale intende far valutare la sua condizione psichica, per le particolari circostanze in cui è maturato l omicidio, dopo il quale il ragazzo ha lasciato una scritta sul muro col proprio sangue tentando quindi di uccidersi. Tentativochesarebbestatofatto-inbase alla versione di Barbu - anche a gennaio. Ci sono elementi che spingonoapensarechefosseindifficoltà, dichiara la difesa che ha nominato un consulente, lo psichiatra Silvio D Alessandro. L obiettivo è andare in profondità. L impressione della difesa è che siamodifronteaunamenteandatainblackout.barbuèarrivatodallaromaniail6marzo.con Ofelia aveva avuto una lunghissima frequentazione. Ha detto al gipdiessersiinnamoratodileisin dalle elementari. Ma il rapporto pluriannuale era stato tormentato. L ultimo punto di contrasto: il desiderio di lui di trasferirsi insieme in Inghilterra. Stando alla versione del giovane, a gennaio l accordo sarebbe stato raggiunto. Poi Ofeliasieradecisaperilnoeluisi era recato in Inghilterra da solo per pochi giorni. Quindi ci sarebbe stata una riappacificazione a Gualdo,mailrifiutoditrasferirsiinInghilterra gli era stato ribadito. A quel punto stando al racconto delgiovane-luiavrebbecercatodi Dall amore alla tragedia La difesa di Barbu(rappresentanta dall avvocato Cozza) ha nominato un consulente ammazzarsi con una corda senza riuscirci. Alla fine, dopo un altra parentesi inglese,era tornato in Romania.DalìètornatoaGualdoil6marzo.LapoveraOfeliaera andato a prenderlo alla stazione. Finché il giorno della festa delle donne, convinto che lei non l avrebbe seguito e incapace di accettare la decisione, ha commesso il delitto. Ha detto di aver assunto prima varie pasticche di un ansiolitico.l hacolpitaconunatavolae poi col taglierino. Prima ho cercato di tagliarmi le vene, racconta anche Barbu. Ma che il tentativo di suicidio sia precedente al delitto non è ritenuto attendibile dagli inquirenti. B Fondazione in campo: crescono le richieste di aiuto, 500 l'anno, e ora si spera nell arrivo dei fondi statali Un emergenzachiamatausura di Alessandra Borghi A PERUGIA Siamo sopra le 500 richieste di aiuto all anno. Gli effetti collaterali della crisi che attanaglia la regione giungono forti e chiari alla Fondazione Umbria contro l usura. A sentire il presidente Alberto Bellocchi, i segnali di ripresa, pur timidi, da questo osservatoriopropriononsinotano,anzi,lechiamatealnumerodedicato si sprecano. Dall altra parte del telefono, lavoratori autonomi e famiglie con reddito medio-basso che in otto casi su dieci presentano una situazione drammatica. A fronte delle pressanti richieste di sostegno alla Fondazione, ora, però, s intravede almeno uno spiraglio: Abbiamo ricevuto un ispezione dal ministero dell Economiaehannotrovatochei nostricontisonodeltuttoa posto e che abbiamo lavoratoapienoritmo.eccoquindilasperanza:tornareacon- tare sui contributi statali venuti meno da anni. Aspettiamo con ansia qualche novità, dice il presidente. La ripresa Archiviate le turbolenze legate alla nota vicenda giudiziaria che ha riguardato la ex contabile della Fondazione, si è lavorato molto per tenere fede alla missione dell ente, alleanza tra forze sociali ed economiche, civili e anche religiose, destinata a prestare assistenza a chi si rivolge all autorità giudiziaria, senza tralasciare l impegno sul fronte della prevenzione del fenomeno. E quest ultimo il versante checiimpegnadipiù,ricorda Bellocchi. Non bisogna infatti necessariamente essere parte lesa in un processo penale per ricevere aiuto: si può sottoporre il proprio caso alla Fondazione anche quando tutti i normali circuiti di credito sembrano preclusi col rischio, dunque, di finireinbruttemani. La Fondazione Il presidente Bellocchi coglie segnali positivi per l ente Un buon segnale colto dal presidente: Sono stato di recente contattato da alcune grandi banche di livello nazionale interessate a convenzionarsi.sembrerebbe quindi in atto un inversione di tendenzarispettoaunaltrodei fattori che in passato ha ostacolato l attività della Fondazione: la scarsa propensione degli istituti di credito, soprattutto i grandi complessi bancari, a entrare in questo tipo di rapporto. I soggetti a rischio Piccoli artigiani(10 per cento), piccoli commercianti (15 per cento)efamigliechesisono di colpo ritrovate a contare su un reddito solo, magari una magra pensione, perché qualcuno ha perso il lavoro. Eccochibussaallaportadell ente.circail35percentodi coloro che chiedono sostegno è rappresentato da donne (che si presentano sia in qualità di imprenditrici sia perché il nucleo familiare noncelafapiù). Moltihanno difficoltà a onorare i debiti con banche, finanziarie ed Equitalia e per questo rischiano di cercare soldi dalle persone sbagliate. Nel2013l entesièimpegnato per circa 700mila euro ( di solito la cifra è superiore, anche questo è un sintomo delle ristrettezze che i contributi statali potrebbero alleviare ). Sono in corso 200 pratiche, mentre i contatti,comedetto,sonomoltidi più.e ilcomitatodivalutazionea scremare icasi,alla luce dello statuto. Il requisito fondamentale? Guardiamo essenzialmentesec èunafamigliainstato di forte disagio. Dietro può esserci un negozio che non funziona,così come un membro della famiglia col vizio del gioco, un familiare malato(magarièlostessosoggetto un tempo economicamente attivo ad aver bisogno di cure) o una separazione. Tra i problemi più ricorrenti, ancheilmutuodapagare. La primavocechesalta,perforza di cose, in caso di ristrettezze, nota Bellocchi. Perdite contenute L 85 per cento dei soggetti per i quali interveniamo paga regolarmente, ricorda il presidente affrontando il tema della restituzione. Un dato importante per capire che mensilmente, grazie a chi onora il proprio debito, la Fondazione recupera liquidità. Così la nostra attività è riuscita ad andare avanti, dice, oltre che grazie ai contributideisoci.ametà2013si eracreato,inrealtà,unmomento di tensione quando, in occasione dell approvazione del bilancio, l assemblea era andata quasi deserta (si erano presentati alla prima convocazione 9 soci su 22). Poi la situazione è tornata allanormalitàanchese,aforza di spending review, gli sforzi degli enti locali, Regione inclusa, sono messi sempre piùaduraprova. B

9 ulunedì Marzo 2014 TERNI Redazione: CORRIERE DELL UMBRIA Piazza del Mercato, 8 Tel Fax Lastoriadell Iriinseivolumièstatapresentataallabibliotecadell Astnell ambitodei130annidelleacciaierieternane C eraunavoltal Istitutoperlaricostruzioneindustriale di Elisabetta Pevarello La storia dell Iri La presentazione della collana all Ast A TERNI - Un dettagliato excursus nella storia industriale italiana a partire dal 1933, anno di fondazione dell Iri, fino agli anni2000, è quello tenutosi nella biblioteca storica dell Ast, con la discussione sull opera Storia dell Iri. Una collana compostadaseivolumidicuiquattrogiàpubblicatiegliultimiduein preparazione, che ripercorre la storia dell Istituto a partire dalla sua fondazione, voluta da Mussolini nel 1933, fino ad arrivare alla liquidazione del In particolare, gli ultimi due volumi, non ancora pubblicati, rappresentano una sorta di sintesi sulle vicende che hanno riguardato l Iri e la società italiana negli anni analiticamente esaminati nei volumi precedenti. A fare gli onori di casa Biagio Della Volpe, direttore relazioni esterne Ast, che ha (Foto Principi) ricordato come l appuntamento rientri negli eventi organizzati per i 130 anni delle acciaierie. Ha coordinato l incontro Reato Covino, vicepresidente Isuc. Franco Russolilllo, del comitato direzione scientifica dell opera ha sinteticamente parlato dei volumi già editi, ripercorrendo tratti della storia d Italia nel periodo di vita dell Iri. A seguire, Pierluigi Ciocca, del comitato direzione scientifica e coordinatore del sesto volume, ha ricordato singoli episodi della storia dell Iri, come la privatizzazioneconcomitante con la chiusura dell istituto. Sono seguiti gli interventi di Francesco Chiapparino e Roberto Giulianelli, dell università Politecnica delle Marche, e di Mauro Marconi, dell università dimacerata, che hanno affrontato diversi argomenti inerenti, tratteggiando, in particolare, momenti della storia industriale italiana. Nata su impulso della Fondazione Iri, la collana Storia dell Iri ha proseguito il suo cammino anche dopo la chiusura della Fondazion stessa. La collana, edita da Laterza, si è avvalsa dell opera di sei curatori, che hanno coordinatounteamdicirca50economisti e storici: Valerio Castronovo, Franco Amatori, Francesco Silva, Roberto Artoni, Franco Russolillo e Pierluigi Ciocca. B LA CRISI INFINITA DEL POLO CHIMICO Ex lavoratori Basell disperati: scadono gli ammortizzatori sociali. Domani protesta a Perugia AbbandonatidallaRegione di Carlo Ferrante z L incidente Auto contro moto Feriti due giovani A TERNI Unamoto Honda e una Fiat Punto si sono scontrate ieri pomeriggio sulla statale Valnerina, nei pressi della cascata. Ad avere la peggio sono stati ovviamenteiduegiovaniabordodel motociclo: T.P., ternano di 25 anni, e Z.F., pugliese di 20. Illeso L.L., il 69enne di Terni alla guida dell autovettura. I giovani sono stati trasportati all ospedale dove le loro condizioni sono state giudicate serie. Il pugliese ha riportato fratture ad entrambe le gambe. Sul luogo dell incidente oltre ai sanitari del 118, gli uomini della polizia municipale. B y A TERNI - Protesta degli ex lavoratori della Basell, che si sono costituiti in un comitato di lotta, davanti ai cancelli dello stabilimento della Polymer, per richiamare la Regione alle sue responsabilità. La situazioneètragica,dadomanidecine difamiglie saranno prive di reddito, senza una copertura economicaperchéèinscadenzala mobilità in deroga. Sono quattro anni che si trascina la vertenza, con annunci e proclami di grandi progetti per il rilancio del polo chimico di piazzale Donegani. Quando Baselldecise di chiudere lo stabilimento di Terni, mise subito in chiaro l indisponibilità alla vendita degli impianti ad una concorrente per la produzione di polipropilene. Nonostante le dichiarazioni della multinazionale per il comitato ci si è incaponiti tanto sulla famosa trattativa della newco capeggiata da Novamont per la cessione degli impianti. La trattativa, ammesso che sia esistita, naufragò in un bicchiere d acqua ed iniziarono le operazioni per l acquisizione delle aree, con capofila ancora Novamont alla quale si aggiunsero Terni Research, Cosp e la Regione, tramite Sviluppumbria. I fatti sono noti. La cordata propose un offerta di quattro milioni, poi alzata a Protesta Ieri lavoratori davanti ai cancelli della Polymer poco più di sei, ma per il prolungarsi della trattativa, la società di Stefano Neri, abbandonò il progetto. L offerta per la multinazionale texana era insufficiente, per la cessione delle aree, oltre quaranta ettari, e chiedeva 23 milioni, di cui sette per la bonifica della zona nord. Una commissione nomi- nataadhochaoperatoperve- rificare i veri costi delle bonifiche,lavorocheèterminatoda alcuni mesi, l esito conferma le stime della Basell. Silenzio su tutti i fronti. Il comitato non hadubbi. Semplicemente perchédifronteaquestecifretutti quei grandi progetti sbandierati ai quattro venti dall assessore Riommi che sarebbero serviti a ricollocare tutto il personaledellabasell,enonsolo,non esistonopiù,oforsenonsono mai esistiti. Gli ex lavoratori hanno chiesto un incontro alle istituzioni regionali e stanchi dell indifferenza mostrata sin qui, si recheranno direttamente domani in consiglio regionale per avere quelle risposte che cercano da qualche tempo, tentando di poter incontrare l assessore Riommi e la presidente Marini. Per il portavoce del comitato Luca Levantesi è auspicabile trovare questa volta un atteggiamento di disponibilità veroenonlesolitescusediimpegni istituzionali creati ad arte per sfuggire alle responsabilità. B

10 -MSGR - 06 UMBRIA /03/14-N: Umbria (C) Il Messaggero S.p.A. ID: IP: PERUGIA METEO Lunedì31 Marzo2014 Terni Perugia f Foligno f Spoleto f Piazza Italia, 4(PG) T 075/ F 075/ f Terni Piazza della Repubblica T 0744/58041(4 linee) F 0744/ Terni La Basell verso lo spezzatino Cosp lavorerà polimeri plastici Capotosti a pag. 28 Terni Il Comune riapre sul cavalcavia Ma a Cospea restano scettici Grassiapag.28 Perugia Messe nere, l allarme dei fedeli in diocesi La pista dei mandanti ricordata in duomo dal cardinale Bassetti «Preghiera per chi ha commesso il gesto e lo ha commissionato» Fabriziapag.24 Milioni per affari fantasma ` A Covarelli e De Megni i soldi del tesoro di Lo Sole dopo il trucco del fallimento Il gip: «Sovvenzioni senza contropartita, ecco la prova del riciclaggio con l Austria» PERUGIA Le ha rincorse mentre stavanotornandoacasa.quandoleharaggiuntesièabbassato pantaloni e slip gettandole nel panico. Hanno infatti pensato a una violenzaesisonomesseaurlare letreragazzechedomenicaall albasonostatemolestatedaun uomo,subitoscappatoprobabilmenteancheperpaurachearrivasseroisoccorsiallertatidalle grida. Letregiovanistavanotornandoacasadopoilsabatoserain girocongliamici.hannosentito ipassidietrodiloroesisonoaccorte dell uomo che stava tentando di raggiungerle. Un attimo, una mossa fulminea per denudarsiepermostrarelesueparti intimequandoletresisonogirate. LucaBenedetti EglePriolo PERUGIA L inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di NapoliedelNucleospecialedi polizia valutaria della guardia difinanzadiroma,passaperil calcioeancheperirapportipallonaritraleonardocovarellie Luca Pomponi. Soci in affari prima,poicarissiminemiciperil fallimento del Perugia. Adesso aidomiciliarinell inchiestadellaprocuradinapolichehaportato agli arresti sei persone, compresodinodemegni. Pomponi compra il Pisa da Covarellipagandolocinquemilionidieuro.Soldichepassano dallainiziativa2003srldipomponiallamassrldicovarelli.secondogliinvestigatorilasocietà dipomponièunasocietàlavatrice,cioèservealuciolosole perfartornareinitaliadall Austria i soldi distratti all attivo del fallimentodellasanpiosrl.per dare compare la squadra di quello che poi diventerà il presidentedelperugia,pomponideveeffettuareunaumentodicapitalesocialedellasuasocietà. Ilsuo socio si ferma, lui butta sultavoloobbligazionibrasiliane. Continuaapag.24 Unlampodipaura,l affanno, ilcuorechesifermapensandoal peggio e il sospiro di sollievo quando lo hanno visto allontanarsi. Le giovani hanno chiamato immediatamenteil113:sulposto èarrivatasubitounavolante,ma purtroppo l'esibizionista si era giàdileguatotraipalazzidivia AnnibaleVecchi.Nelfrattempo, però,èstatotalechocelapaura cheunadelletreragazzehaavutounmalore. Fonti investigative intanto escludono che il molestatore possaessereilpalpeggiatoreseriale che da mesi spaventa le donne(oltreventicasi)nell'area traelce,viafabrettiepiazzacavallotti. E.Prio. Centrodestra caos Ora Zaganelli pensa al ritiro PERUGIACentrodestracaosin vistadelleelezionicomunali diperugia.duegiornidopo la presentazione della candidatura a sindaco, Corrado Zaganelli, pensa a lasciare. LamossadelcentrodipresentareOtelloNumerini,ha accesolamiccia. Apag.24 Terrore all alba: le segue sotto casa e si spoglia Tre ragazze vittime di esibizionista. La polizia: non è il palpeggiatore Consegnadella medagliaalmerito all opposizionedi centrodestradiperugia. Motivazione:consommo sprezzodelridicolohanno primapropostounsindacoe poilohannopostonelle condizionidiritirarsi.a imperituramemoria,pose.la maggioranzariconoscente. ***** SePerugiaèunfaroanchea Spoletononscherzano.Il forzitaliotapetriniannuncia sufacebookilsuoritirodalla corsaacandidatosindaco. Acidochepiùacidononsipuò. In 10mila per Saremo Capitale PienoneincentroaPerugiaperilsabatoseradiSaremoCapitale.E alcarceresibissaaddiritturalospettacolo Gasperiniapag.24 Una Palma salverà la giustizia umbra Italo Carmignani Quando senza il minimo sforzo il ministro Annamaria Cancellieri sospese l efficacia definitiva della geografia giudiziaria dell Umbrianonsoloerail13settembre, ma nessuno immaginava fosse sul serio. Andrea Orlando era ancora ministrodell Ambienteechi poteva pensare finisse, qualchemesepiùtardi,aoccuparsi di giustizia e, soprattutto, a interessarsi di quel ripensamento. Eppurecomecerticilindri ealtriconigli, ora quellasospensione riappare. Se l inefficacia (e la follia) di tenere sotto la responsabilitàdellaprocuradispoleto,i reaticommessiatodiequelli commessi a Piegaro, Pierantonio e Città della Pieve sotto l attenzione della procura di Terni,oranonc èsololapsichiatria a dare una svolta alla situazione. Perché in realtà nulla sarebbe ancora deciso per sempre. Amisurarequantostabilitoloscorso13settembre,ossia fermiamo tutto perché all Umbria(come ad altre regioni) serve una nuova mappatura della legge Severino (ottima, ma sbilanciata) sulle circoscrizioni giudiziarie, non è lavocedeisindaciodellapresidente della Regione Catiuscia Marini. No,èdirettamenteilministero. Perché all indomani della sospensione, guardata senza entusiasmo in consiglio dei ministri da Gaetano Quagliariello,c eragiàchisieramesso al lavoro per capire, contare e giudicare quali fossero le emergenze, i difetti e peculiarità di quella mappa. Mappacheincerticasiimponeva ai cittadini spostamenti incongrui e alle indagini distanze desertiche. Continuaapag.24 L angolo del meteo Da oggi fa un po più caldo Gilberto Scalabrini Bel tempo. La settimana inizia conmolto sole eil promontorio anticiclonico sembra poter reggerebenoltrelametàdellaprossima settimana. Le temperature aumenteranno ovunque portandosi nuovamente su valori superiori alle medie stagionali. Tra giovedì evenerdì,invece,saràprobabile un nuovo peggioramento, dovuto ad una perturbazione atlantica chepotrebbefareilsuoingresso nel Mediterraneo occidentale. Il giorno peggiore per l'umbria sarà sabato,maentrolagiornatadidomenica dovrebbe tornare il sole su tutto il territorio. Oggi, l'alta pressionesimantiene,conqualche disturbo. Cielo sereno o poco nuvoloso al mattino, con foschie e possibili locali nebbie. Nel pomeriggio, attesi locali addensamenti sull'umbria sud occidentale dove saranno possibili isolati rovesci. In serata, nubi in calo, cessazione delle precipitazioni ed ampi rasserenamenti. Durante la notte cielo ovunquesereno.domani,iltempo resta stabile. Transiteranno velature in un contesto più soleggiato, seppur con nubi in formazione nei pressi della dorsale.

11 -MSGR - 06 UMBRIA /03/14-N: 24 Perugia (C) Il Messaggero S.p.A. ID: IP: LA PISTA DEI MANDANTI RICORDATA IN DUOMO DAL CARDINALE BASSETTI «PREGHIERA PER CHI HA COMMESSO IL GESTO E PER CHI L HA COMMISSIONATO» Fax: 075/ Lunedì 31 Marzo Messe nere, l allarme dei fedeli in diocesi ILCASO L allarmeperlemessenereèarrivatoindiocesi.ungruppodifedelineigiorniscorsisièpresentatonegliufficidipiazzaivnovembre per raccontare, protestareeinqualchemodoancheper chiedereaiuto. All origine della vicenda c è il furto,scopertogiovedìscorso,di unapissideconall internoostie consacratedallachiesadisanta MariadelleGrazieinMonterone,davantilacimiterocittadino. Sabato, in Duomo, durante Un giro di milioni per affari fantasma seguedallaprimapagina SitrattadititoliemessidallaPetroleo Brasiliero Sa Petrobas Serie 4^. Secondo quando scoperto dalla Finanza quei titoli sono entrati nella disponibilità di Pomponiper75milaeuroepoi valutati 1,6 milioni per l aumentodi capitaledella società che harilevatoilpisa.peccatoche, secondo la documentazione che è arrivata alla Finanza dall Ambasciata d Italia Brasilia, quei titoli erano prescritti dal Cioèfuoricorso.Leoperazioni di Pomponi per supportare l aumento di capitale sociale utile a far reggere alla sua società l acquisto del Pisa da Covarelli sono del novembre Quattro mesidopocheilpisaèpassatoda Covarelli a Pomponi, estate in cuiincuiilperugiapassavadai Silvestrini a Covarelli. Operazione specchietto per spiegare quello che, secondo il gip AmeliaPrimavera,certifical operazionediddaefinanza.cioèche peripassaggididenarodalo Sole, in genere con assegni, «non è emersa nessuna documentazione, né quindi alcuna ragione economico finanziaria plausibile che inerisca e giustifichi l emissione dei citati titoli di credito». Cioè i soldi transitai daicontidilosole(chenelfrattempoèmorto)conunbonifico acovarelli(piùdiunmilione)o conpiùdi20assegniallanew Gnel srl (690mila euro) che è stata amministrata da De Megni, non avevano riscontro di alcuna operazione e servivano perfarrientrareinitaliaisoldi distratti dal fallimento della San Piosrl,cioèiltesorodiLoSole utile per la scalata alla clinica napoletana Ruesch Spa. Quindi la prova del riciclaggio. CovarellieDeMegni,tramiteillegale Giovani Spina, sostengono la correttezza delle operazioni. Luca Benedetti Egle Priolo DinoDeMegnieLeonardo CovarelliaitempidelPisa l omelia della messa riparatrice, il cardinale Gualtiero Bassetti ha fatto riferimento proprio all ipotesidiunfurtosucommissione. «Desidero innalzare da questacattedraun ardentepreghiera nei confronti di coloro chesisonomacchiatidiunatale responsabilità e dei loro mandanti,chesisonoassuntiunaresponsabilitàancoramaggiore». SecondoilGris(Gruppodiricercaeinformazionesocio-religiosa) - l organizzazione cattolica chestudialesette,riconosciuto anchedallacei-sarebberouna decina le cosiddette sette che `Un successo la serata clou di Siamo in finale tra musica e negozi aperti operanoinumbria. Sul furto di Monterone stanno indagando gli uomini della Squadra mobile. Non viene esclusa nessunaipotesi,neancheilfatto chequelgestopossaesserestato compiutodaunbalordo,incari- cato,conindicazionimoltopre- cise,dapartedichihaintenzio- nedi utilizzare quelleostie nei modi più disparati. Il furto in quelluogoeraabbastanza semplice :lachiesadelcimiterocittadino,infatti,restaapertadalle 7,30delmattinoalle17,elìnon c è alcun tipo di sorveglianza. Maaltreazionisimilisarebbero state compiute anche in altre chiesedellacittà:questol allarmelanciatodaungruppodifedelichesièpresentatoindiocesi. FedericoFabrizi NelprogrammadiSiamoinfinale-SaremoCapitaleanchelospettacolodabisaCapanne(FOTOGIUGLIARELLI) LAMANIFESTAZIONE GLIINTOPPI «Buongiorno, vorrei andare in galera».«nononpuò,nonhaprenotato». Una battuta tratta da un film?no,èquellocheierisisono sentitidiretanticittadinieturisti chesisonopresentatiall'expenitenziario di piazza Partigiani per visitarlo. Il motivo?«ci hanno dettochenonsiaspettavanocosìtantagente-raccontaunadellepersonecheierisièpresentataperlavisita-echestamani,quandoilpiazzale era pieno, hanno dovuto metterelaprenotazione».tuttipazzi perlagalerainsomma,mac'èchi SECONDO IDATI DEGLI ESPERTI SAREBBERO UNA DECINA LE SETTE IN UMBRIA Note e open night: 10mila per il centro Capitale Oltre 60 appuntamenti in tre giorni. Spettacoli, mostre, incontri e occasioni per vivere e ripensare la città.èancoraprestopersaperese Perugia vincerà la sfida a Capitale europeadellacultura2019,male prove generali della festa sono già state un successo. Pienone in tutti glieventipromossidacomunee associazioni, ma il premio della serata riuscita va tutto al concerto di sabato in piazza. Sul palco c è l OrchestradipiazzaVittorio,unmix disuonieculturedallemillesfumaturechehaportatoincentroalmeno cinquemila persone. A cui si aggiungealmenoildoppiodigiovani, famiglie e studenti che hanno riempito corso Vannucci, dall aperitivoall avanzato dopo cena. Ristorantipieni,filefinoalleundici per cenare, con l unico rammarico di aver visto piazza Matteotti troppospenta.apertiancheinegozi: c èchihavistosuonarelacassaaddirittura più durante la serata(saracinesche abbassate a mezzanotte)chelamattinaeilpomeriggio di una giornata comunque baciata daunviavaidipersoneforseinaspettato. A giurare sulla riuscita della manifestazione l assessore alla Cultura Andrea Cernicchi, che bacchetta perché «nel depliant non si parla di prenotazione. Dovevano organizzarsi meglio, anche così si diventa capitale». Così nella calda domenica primaverile con Perugiaproiettatapiùchemaiadiventare capitale europea della cultura,tantagentehadovutocambiare i propri piani. O quantomeno orario.ipiùtemerari,omegliopazienti, alla fine però la soddisfazionedifareungiroincarceresela sono cavata. Un gruppo che si è «presentatoalledue»,hastrappatounavisita«allecinqueetrenta circa, con tanto di teatranti all'opera,checierastatodettononavrebbero replicato a quell'ora». lascia la giunta comunale davvero colbotto:ilpiùamatoe,sabato,il più presente, punto di riferimento di una manifestazione che ha coinvolto tutta la città. Pienone sul minimetrò,nonostantelatendenzasia comunquestata quella del tentare di trovare parcheggio in centro,conautosumarciapiedie davantiaiportoni.perugianonèla capitaledellasosta,maprovaaripartire. ADOTTAUNASTRADA Festa in centro e soddisfazione anche in periferia per Adotta una stradaacenerente.volontari,comuneegesenuhannoraccolta3 tonnellate di rifiuti. Egle Priolo Tutti pazzi per Capanne. Disagi agli Sciri TORREOFFLIMITS E le altre iniziative? Qualche disagioèstatoriscontratodachiieri nel primo pomeriggio si è presentato alla torre degli Sciri.«Sono andatolìpervisitarlaenonc'eranessuno. Nel programma si parlava di visiteguidateenoneranospecificatiorari»,haraccontatounturista. Stesso inconveniente per un gruppodi peruginiche ha anche cercatoanchedi«contattareinumeri indicati nei depliant per saperecomefare».comeèfinita?«nessunarisposta,latorrerestaunmiraggio». Riccardo Gasperini Caos nel centrodestra Zaganelli verso la rinuncia `Altissima tensione dopo la candidatura Numerini. Oggi il vertice VERSOLEELEZIONI segue dalla prima pagina Esempio:sec èundelittotrale campagne di Piegaro, a dover correresonoimagistratiditerni(chilometri110,perun orae ventiminutiinassenzadiauto sulla strada) che ovviamente, pur essendo volenterosi, non arriveranno mai in anticipo sul nostrostupore. All indomanidiqueltredicisettembre, la commissione per le criticità della giustizia capitanatadalladirigentepalmahamonitoratotuttelespigolaturedellaleggeeoraèprontaaconsegnare il lavoro. Ovviamente quantoeralamentatodalbuon sensoavevaunasuaefficaciae neldocumentodellapalmac è Lavoriincorsonelsottopasso difontivegge.ieriiwriterche hannovinto ilconcorso promossodall associazioneperugianonèlacapitaledelladrogainsiemeal Comuneerano armatidibomboletteperfare bellol accessodallastazionea viasicilia.unprogettofortemente voluto dal presidente dell associazione, Tommaso Morettini,chestafinalmente prendendo forma. L obiettivo? Provare a rilanciare una zona a rischio, allontanando degradoebalordi. Ilcentrodestrapiombanelcaos.CorradoZaganelli,ilcandidato civico a cui Forza Italia, Nuovo Centrodestra e Fratelli d ItaliahannoaffidatoloscettropersfidareWladimiroBoccali,èprontoaritirarsi.L indiscrezione piomba nella sonnacchiosadomenicadiprimavera. All oradipranzolanotiziacorrediboccainbocca.nelprimo pomeriggiosiraccontadiuna leggera correzione di tiro, ma cambiapoco.zaganellièaun passo dall addio. Dovranno tentarediconvincerlostamattina inunverticequellidelcomitato elettorale:fiammettamodena, FrancoAsciuttieMarcoSquarta.MasiraccontadiunoZaganelli furente per un motivo moltosemplice:lasceltadeicentristidelcentrodestradimettere in campo Otello Numerini. E cosìvainpezziquellacompattezza dello schieramento che chiedevazaganelliechehasottolineato come importantissima venerdì mattina quando nel suo studio ha presentato la candidatura. Chenelcentrodestralatensione fosse altissima non solo si era visto durante le trattative perlasceltadelcandidato(ilcaso Monni insegna), ma anche nell ultimoverticediforzaitalia dove c è stato uno scontro pesanteperlasceltadelcapolista.baldonisisarebbemessodi traversosullasceltadiandrea Romizi,cheèanchecoordinatore provinciale degli azzurri. MadentroForzaItaliacisono maldipanciasparsi.soprattutto da parte dei laffranchiani. Insomma,ZaganelliononZaganelli,lasituazioneditensione dentroalcentrodestraperugino è palpabile. Anche in casa Ncdc èqualchefrizionesuchi saràilcapolista.sfidatraemanuelescarponiemichelangelo Felicioni. LasettimanacheiniziaoggisaràdecisivaancheincasaPdper deroghe(sultavolo,quelladellapesaresi)elistaeperl alasinistradellacoalizionedopoche ilprchapresoqualchedistanza da Sinistra per Perugia rilanciandoaselperunaccordounitariosullastradadiquelloche stacostruendoconilpdci. Lu.Ben. L avvocatocorrado Zaganelli Una Palma salverà la giustizia in Umbria scritto che Piegaro, Paciano e CittàdellaPieve,devonotornareconPerugia,cosìTodi,Marsciano,DerutaeMassaMartana.SpoletoeTerniperderanno clienti,manoncorronopericoli, perché l Umbria dovrà sempre tenere tre procure in funzione pernonperderelacorted Appello.Nonsolo.IlministroOrlando, già d accordo il 13 settembredirivederelamappaumbra, èprontoasottoscriveresubito lamodificaimprontatasoprattutto sul buonsenso. Già all Ambiente, Orlando ha un debole perlaverdeumbria.chestavoltanonsiaffidaaunafogliadifico,amaaun interapalma. ItaloCarmignani Iwriternelsottopasso Fontivegge, quando il graffito è un opera d arte anti degrado

12 LUNEDÌ 31 marzo 2014 Orapentitevi perquestoscempio Bassetti e la messa di riparazione in Cattedrale dopo il furto di ostie nel cimitero. Pista satanica BERETTA Apagina3 PERUGIA MESSA «di pubblica riparazione» nella Cattedrale di San Lorenzo, a Perugia, voluta dal cardinale Gualtiero Bassetti, dopo «il sacrilego episodio dell asportazione delle ostie consacrate dalla chiesa del nostro cimitero cittadino». Perché «noi cristiani ha detto l arcivescovo dal pulpito non abbiamo nulla di più caro e prezioso della Presenza eucaristica». Ai ladri ha detto di «pentirsi per queso «scempio». L anatema più duro dal pulpito è arrivato contro quelli che il Cardinale ha definito «mandanti». LE PAROLE DAL PULPITO «Noi cristiani non abbiamo nulladipiùcaroeprezioso Li esorto a riconsegnarle» VENERDÌ, infatti, nella chiesa di Santa Maria delle Grazie in Monterone, accanto al cimitero perugino, era stata portata via la pisside contenente quaranta ostie consacrate. Un furto anomalo, che ha messo in pista l inquietante ipotesi di satanismo e messe nere dietro un episodio sul quale indagano la squadra volante e la Mobile della questura. Anche perché il calice rubato che conteneva le ostie (che è stato portato via) è di latta e vale qualcosa come 20 euro. Troppo poco per forzare il tabernacolo di legno e prendersi le particelle consacrate. Gli investigatori sottolineano che, negli ultimi tempi, i furti nelle chiese della città e della periferia del capoluogo umbro hanno riguardato soprattutto offerte e oggetti di arredo sacri. Per ricordare la sparizione di ostie invece bisogna andare indietro nel tempo. Nella stessa chiesa teatro del furto di ostie ha raccontato il parroco agli investigatori è risultata forzata la cassetta delle offerte, che però i ladri non sono riusciti ad aprire. La polizia è al lavoro sulle impronte che i ladri potrebbero aver lasciato e sulle telecamere piazzate all interno del cimitero, ma su questo aspetto si mantiene il più stretto riserbo. Ad accorgersi del furto era stato un fedele che, andando a pregare (la chiesa era aperta e incustodita), si è accorto del tabernacolo forzato con un cacciavite. IN CATTEDRALE Bassetti ha rivolto una «ardente preghiera nei confronti di coloro che si sono macchiati di una tale responsabilità e dei loro mandanti, che si sono assunti una responsabilità ancora maggiore. Li invito a pentirsi per questo scempio ha continuato il presule perugino e dico loro che profanare il Santissimo Sacramento è un gesto che non ha limiti e li esorto a riconsegnare le particole consacrate, ricordando loro che questo crimine può essere assolto soltanto per l autorità del Sommo Pontefice». Il Cardinale ha poi aggiunto di essere «particolarmente vicino alla comunità parrocchiale di Casaglia, ai suoi sacerdoti e a tutti i fedeli per quanto è stato commesso». Erika Pontini IL MONITO Il cardinalebassetti chiedeil pentimento ai ladrichehanno rubatole ostie nelcimiteroperugino Assenteisti, l ospedale fu negligente Il giudice Cenci bacchetta l amministrazione: «Nessun risarcimento» Giustizia-lumaca Il processo per stupro? Finisce prescritto In Nazionale L arresto dell ex patron Covarelli, è caccia ai conti esteri Apagina2 Impresa ad Ascoli Grifo eroico trionfa in nove DOTTORIeMENCACCI NelQS OGGI su: GUARDA LE FOTO Antognoni compie sessant anni LEGGI L ARTICOLO Avvocato muore poco dopo la sorella LEGGI L ARTICOLO Boom di presenze per «Agriumbria» Maxi-sacherda Sandri.E sulcorsosifafesta AVEVANO promesso una festa grande con il coinvolgimento di tutta la città. E festa grande è stata, ieri pomeriggio in corso Vannucci, per la maxi-sacher (nella foto) preparata dalla pasticceria «Sandri» e offerta a tutti per celebrare la riapertura dello storico locale. Centinaia di persone hanno salutato l evento, anche con un lungo e caloroso applauso.

13 2 CRONACAUMBRIA LUNEDÌ 31 MARZO 2014 SOTTOIRIFLETTORI AMBIENTE RECUPERATE TRE TONNELLATE DI RIFIUTI TRE TONNELLATE di rifiuti sono state recuperate lungo il torrente Oscano eaibordidellastradadiforcella,nellazonadicenerente.e ilfruttodella nona tappa di«adotta una strada», progetto del Comune e delle associazioni del territorio, che ha visto coinvolti oltre trenta volontari. Caccia alle «scatole cinesi» di Covarelli Quegli strani giri di denaro. In settimana gli interrogatori dell ex patron e di De Megni SULLA «75» Maxi-incidente consetteferiti ASSISI TAMPONAMENTO fra sette auto. Sette anche i feriti, fortunatamente lievi. Con il traffico in tilt. E il bilancio dell incidente avvenuto ieri mattina, intorno alle 11.30, lungo la Centrale Umbra, in direzione Foligno-Perugia, all altezza dello svincolo di Santa Maria degli Angeli. Le auto si sono urtate con una sorta di effetto domino. Sette le persone che hanno subito contusioni e ferite: sei sono state trasportate all ospedale di Assisi, una, apparsa in condizioni peggiori, al «Santa Maria della Misericordia» di Perugia. Notevoli i problemi per il traffico, con le macchine messe di traverso, l afflusso dei mezzi di soccorso e delle ambulanze, i rilievi di rito. Per oltre un ora, lungo la Statale 75, ci sono stati rallentamenti e disagi. PERUGIA L ATTESA è legata agli interrogatori di garanzia di Leonardo Covarelli (foto grande) e di Dino De Megni (foto a destra), agli arresti domiciliari da venerdì con l accuse rispettivamente di riciclaggio e di reimpiego di capitali illeciti. Per avere in sostanza fatto rientrare illegalmente in Italia attraverso conti correnti e finanziamenti a società (la New Glen ora in liquidazione) i soldi sporchi di Lucio Lo Sole che l imprenditore aveva accumulato all estero grazie alle presunte distrazioni dalla sua «San Pio sas». IL GIUDICE Amelia Primavera, che ha firmato l ordine di cattura per sei persone nell ambito dell inchiesta sull acquisto della casa di cura napoletana «Reusch Spa», dovrà INCHIESTA COMPLESSA Nel mirino degli investigatori assegni e conti correnti ma pure obbligazioni brasiliane sentire gli indagati entro dieci giorni dall esecuzione della misura ma potrebbe anche decidere di delegare per rogatoria ai giudici perugini l interrogatorio. Covarelli e De Megni sarebbero pronti a difendersi e a parlare di prestiti più che di riciclaggio. Non sapevano dicono che il denaro fosse provento di reato. Ma forse, proprio dal faccia a faccia con il giudice, potrebbe emergere anche se a distanza di anni la vera natura degli anomali accordi economici tra Covarelli, Lo Sole e quel Luca Pomponi che acquistò il Pisa calcio dall immobiliarista umbro e che poi (insieme a Lo Sole) presentò le istanze che mandarono fallite la Mas e il Perugia calcio nel LA DIREZIONE distrettuale antimafia di Napoli, insieme alla guardia di finanza, ha tracciato i soldi dai conti svelando che il milione di euro versato sul conto di San Marino di Covarelli doveva servire almeno questo è scritto nella causale come «Compromesso vendita azioni Pisa squadra calcio». Ma soldi e parecchi i primi tre assegni per due milioni e 300mila euro finiscono anche nelle casse di «Iniziativa 2003» la società con cui Pomponi rileva dalla Mas di Covarelli il Pisa calcio. L importo pattuito è riportato nell ordinanza di custodia cautelare è di 5 milioni di euro. E qui c è uno strano giro attraverso l aumento di capitale mediante titoli di obbligazioni brasiliane. Un gioco di «scatole cinesi», probabilmente, che ora gli indagati difesi dall avvocato Gianni Spina dovrebbero ricostruire per cercare di uscire dall impasse sul riciclaggio. Eri.P. POLEMICA SCONTRO SULL ABOLIZIONE DEL SENATO La Marini contro Grasso PERUGIA NON SONO piaciute alla presidente della Regione, Catiuscia Marini, le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Senato, Piero Grasso, contro l abolizione dell assemblea di Palazzo Madama prevista dal premier Matteo Renzi. «E una strana idea di democrazia e legittimazione popolare scrive la governatrice in un post apparso ieri mattina sulla sua pagina Facebook. Ho letto l intervista che non condivido. Ma la cosa che più mi sorprende è che il presidente Grasso considera non legittimati i presidenti di Regione e i sindaci, che ricordo sono le uniche cariche apicali di questo paese eletti direttamente dai cittadini, dal popolo». MA LA MARINI non si ferma qui: «E invece sarebbero legittimati i parlamentari che sottolinea ancora la presidente umbra sono indicati esclusivamente dai partiti in liste bloccate e in molti casi neppure selezionati con le primarie. Una strana idea di democrazia conclude la Marini e legittimazione popolare». AGGUERRITA CatiusciaMarini La reazione della governatrice si è affiancata a quella dello stesso premier Renzi che ha tuonato: «No allo status quo, la Camera Alta non sarà più elettiva altrimenti sarebbe una presa in giro nei confronti degli italiani». Ma il presidente di Palazzo Madama si difende: «Non sono né un parruccone ma il primo dei rottamatori». E avvisa: «I numeri non ci sono». Sul caso è intervenuta anche la governatrice del Friuli, Debora Serracchiani: «Lui eletto con il Pd, rispetti le decisioni del partito». Insomma, la riforma istituzionale sembra avere ancora molti ostacoli da superare. VERSO LE ELEZIONI INTERVIENE IL PARLAMENTARE DI FORZA ITALIA LAFFRANCO «Zaganelli? L avevo già scelto io» PERUGIA BOOM DI CANDIDATI a sindaco al Comune di Perugia. Dopo la discesa in campo di Corrado Zaganelli, noto avvocato perugino appoggiato dal centrodestra, e quella del consigliere comunale dell Udc Otello Numerini, che guida una lista civica di chiara matrice cattolica, il parlamentare perugino Pietro Laffranco (nella foto) commenta l attuale situazione elettorale nel capoluogo. Cosa pensa del nome su cui punta il suo schieramento? «Sono abituato a fare il dirigente di partito e quindi a seguirne le decisioni. Non ho alcun problema con Zaganelli, anche perché è cosa nota ai vertici del centrodestra che nel luglio scorso fui io stesso a indicarlo come uno dei pochi con l identikit necessario a ricoprire la carica di sindaco». Quindi un giudizio positivo sulla sua candidatura. «Molto positivo. Zaganelli è una persona perbene, preparata dal punto di vista professionale, un perugino vero che ama la sua città. E quindi in grado di condurre la campagna politica per il cambiamento. Bene fa il centrodestra IN AZIONE PietroLaffranco IL PUNTO-CHIAVE «Sulla sicurezza si gioca il vero scontro con Boccali Ma noi siamo più credibili» a sostenerlo, anche perché orma il centrosinistra ha esaurito ogni capacità di governo e lavora solo per mentenere se stesso». E il Movimento 5 Stelle? «Non offre un alternativa credibile, così come le altre liste civiche sorte in questi giorni». Cosa pensa di questa proliferazione di aspiranti a Palazzo dei Priori? «La frammentazione può portare più facilmente al ballottaggio, quindi ben venga un elevato numero di candidati». Ma alcuni programmi coincidono... «Molto dipende dalla credibilità dei candidati e dalla loro proposta di governo. Problemi come la mancanza di sicurezza e la scarsa qualità della vita sono oggettivi, ma in questo abbiamo maggiore credibilità rispetto a chi viene da altre esperienze. E qui che si gioca lo scontro vero tra centrodestra e centrosinistra. Zaganelli conosce i problemi della città e sta lavorando per affinare il suo programma trovando un punto di sintesi con gli alleati». Come vede la lista di Otello Numerini? E nata per farvi male? «Credo voglia essere una risposta alla scelta di Cozzari e Lomurno di appoggiare Boccali. Conoscendo i protagonisti di questa nuova formazione e i loro percorsi politici, mi auguro che al ballottaggio facciano la cosa giusta, alleandosi con noi. D altra parte, starà a noi convincerli di unire le loro forze a quelle del centrodestra al secondo turno di voto». Cristina Belvedere

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Spett. ENEL Distribuzione Spa. eneldistribuzione@pec.enel.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it

Spett. ENEL Distribuzione Spa. eneldistribuzione@pec.enel.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Spett. ENEL Distribuzione Spa eneldistribuzione@pec.enel.it p.c. Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di protocollo informatico della Regione Umbria Provincia

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.

Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria. Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Comune di Acquasparta

Dettagli

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA DELLA

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA DELLA EDIZIONE STRAORDINARIA Spedizione in abbonamento postale Parti I-II (Serie generale) Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE

Dettagli

La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato. Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli

La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato. Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli Perugia, 22 marzo 2013 Gli anni Settanta: gli antefatti La nascita della Regione si intreccia

Dettagli

umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii

umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii u mbria+ Energia pulita e intelligente Garantire alle generazioni future la qualità della vita e dell ambiente in cui vivere vuol dire

Dettagli

Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015)

Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015) Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015) 1 LE IMPRESE GIOVANILI IN UMBRIA Il quadro regionale al 30 settembre 2015 In Umbria, alla data del 30 settembre

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 ALTO CHIASCIO Comuni di: COSTACCIARO, GUBBIO, PIETRALUNGA, SCHEGGIA E PASCELUPO VALTOPINA Comuni di: FOLIGNO, FOSSATO DI VICO, GUALDO TADINO, NOCERA UMBRA, SIGILLO,

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2008

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2008 ARRONE CONSORZIO DEL PARCO FLUVIALE DEL NERA AGRO BIO FOREST CONSORZIO AGRO-FORESTALE MONTI DEL NERA Consorzio 3.000 3,88 ARRONE CONSORZIO DEL PARCO FLUVIALE DEL NERA SIR UMBRIA - CONSORZIO PER IL SISTEMA

Dettagli

CENTRI DI ASSISTENZA FISCALE (C.A.F.) C.A.F. CGIL

CENTRI DI ASSISTENZA FISCALE (C.A.F.) C.A.F. CGIL CENTRI DI ASSISTENZA FISCALE (C.A.F.) C.A.F. CGIL Via Bellocchio, 26/28 075 506981 PONTE FELCINO Via B.Buozzi, 3 075 5913978 SAN SISTO Via Gaetano Donizetti, 59 075 5270527 PONTE SAN GIOVANNI Via Luigi

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 CITTA' DI CASTELLO ALTO TEVERE UMBRO SIR UMBRIA - CONSORZIO PER IL SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE Consorzio 4.515,38 1,54 % CITTA' DI CASTELLO ALTO TEVERE UMBRO S.I.L. Soggetto Intermediario Locale Appennino

Dettagli

Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria

Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria (L.r.34/1998 art.123 u.comma Cost.) Osservatorio Regionale sulla Misurazione degli E.E.L.L. Umbri Spoleto - Palazzo Ancajani 1 Presentazione Con il presente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE DELL UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE DELL UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 31 del 30 luglio 2003 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Perugia REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC

CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC DENOMINAZIONE CONSORZI / SOCIETA' DENOMINAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPO CODICE NOTE NOTE COMUNE DI TODI 3A- PARCO

Dettagli

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno 2010 - n. 14

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno 2010 - n. 14 Conoscere SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA l Umbria contiene cd-rom Anno 2010 - n. 14 90 90 Conoscere SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA l Umbria

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Relazione tecnica allegata determina di approvazione organici personale docente scuola Infanzia -Primaria- Secondaria di I grado a.s. 2015/16 Con decreto Interministeriale in corso di registrazione ed

Dettagli

PROGETTO PROGETTO INDIVIDUA IL TUO COMPRENSORIO TRASIMENO ALTA VALLE DEL TEVERE ALTO CHIASCIO Magione Castiglione del lago Città della Pieve Paciano Panicale Passignano sul Trasimeno Piegaro Tuoro

Dettagli

Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione)

Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione) Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione) La denominazione di origine protetta "Umbria", accompagnata obbligatoriamente da una delle seguenti menzioni geografiche: "Colli Assisi

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ambito Territoriale per la provincia di Perugia

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ambito Territoriale per la provincia di Perugia MIUR.AOODRUM.REGISTRO UFFICIALE(U).0017088.09-12-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ai Dirigenti Scolastici dei circoli ed istituti Comprensivi della provincia loro Sedi Ai

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT

Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT Produzione dei rifiuti La produzione complessiva di rifiuti urbani nell anno 2012 è stata pari

Dettagli

Bando amianto fotovoltaico 2011 _ Realizzazione impianto fotovoltaico su edificio. Impianto fotovoltaico - Bando Amianto Fotovoltaico 2011

Bando amianto fotovoltaico 2011 _ Realizzazione impianto fotovoltaico su edificio. Impianto fotovoltaico - Bando Amianto Fotovoltaico 2011 Regione Umbria - POR FESR 2007-2013 Elenco Beneficiari ammessi a Aggiornato al:01/04/2014 Asse: Attività: ASSE III - Efficienze energetica e sviluppo di fonti rinnovabili 3.1.3 Sostegno alla produzione

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA

IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA (Indagine sull organizzazione ed il funzionamento del controllo di gestione realizzata con la collaborazione della Dott.ssa Angela Rossini)

Dettagli

UN ANALISI TERRITORIALE DEI REDDITI IRPEF Elisabetta Tondini*, Meri Ripalvella**

UN ANALISI TERRITORIALE DEI REDDITI IRPEF Elisabetta Tondini*, Meri Ripalvella** UN ANALISI TERRITORIALE DEI REDDITI IRPEF Elisabetta Tondini*, Meri Ripalvella** Introduzione L ammontare dei redditi delle persone fisiche, dichiarati a fini Irpef 1, rappresenta una fonte informativa

Dettagli

Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia

Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia Relazione di Sintesi Marzo 2005 PREMESSA L attività di studio

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Umbria a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata DM 6 agosto 1998 GURI n. 193 del 20 agosto 1998 (Iscrizione nel "Registro delle denominazioni

Dettagli

METODI* tassi spec. r i. popolazione spec. p i

METODI* tassi spec. r i. popolazione spec. p i METODI* Il numero dei casi di tumore e il numero dei deceduti vengono calcolati in tempo reale dai database del Registro, per questo motivo, a distanza di tempo, specialmente il numero dei nuovi casi può

Dettagli

Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374

Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374 Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374 Legge 28 gennaio 1977, n. 10 (art. 6). Legge 24 dicembre 1993, n. 537 (art. 7). Determinazione del contributo concessorio sul costo di costruzione. Modifica

Dettagli

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking,

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking, Presentazione Apertura centro antiviolenza Catia Doriana Bellini di Perugia Perugia, Palazzo dei Priori - Sala dei Notari Giovedì 6 marzo 2014 ore 17.30 Intervento introduttivo Lorena Pesaresi Assessore

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Oggetto: 3^ Esercitazione addestrativa di soccorso sanitario Valnestore 2011 1 comunicato

Oggetto: 3^ Esercitazione addestrativa di soccorso sanitario Valnestore 2011 1 comunicato Oggetto: 3^ Esercitazione addestrativa di soccorso sanitario Valnestore 2011 1 comunicato SOSTITUISCE L ORIGINALE Trasmesso solo via e-mail ai sensi dell art. 43 comma 6 DPR 445/2000 Egregi Signori / Gentili

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

IMPIANTI TERMICI LA GESTIONE DEGLI. Bollino GSE. Ispezioni. Libretto. impianto CONTROLLI E ISPEZIONI. Controllo. efficienza energetica ENEA

IMPIANTI TERMICI LA GESTIONE DEGLI. Bollino GSE. Ispezioni. Libretto. impianto CONTROLLI E ISPEZIONI. Controllo. efficienza energetica ENEA Libretto di impianto LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI CONTROLLI E ISPEZIONI Ispezioni Rendimento di combustione Bollino Controllo e manutenzione GSE Controllo di efficienza energetica ENEA RISPARMIO

Dettagli

IL SOMMERSO TURISTICO IN UMBRIA Il fenomeno degli affitti brevi ai turisti

IL SOMMERSO TURISTICO IN UMBRIA Il fenomeno degli affitti brevi ai turisti 1 INTRODUZIONE Questo lavoro intende fare luce, con riferimento alla Regione Umbria, sul fenomeno dell offerta turistica sommersa, rappresentata dall ospitalità alternativa fornita in alloggi non rilevati

Dettagli

Comunità Montana Orvietano - Narnese - Amerino -Tuderte

Comunità Montana Orvietano - Narnese - Amerino -Tuderte Comunità Montana Orvietano - Narnese - Amerino -Tuderte Comuni aderenti : Acquasparta, Amelia, Alviano, Allerona, Attigliano, Avigliano Umbro, Baschi, Calvi dell Umbria, Castel Giorgio, Castel Viscardo,

Dettagli

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali Regione Umbria Associazioni dei Consumatori Agenzia Umbria Ricerche Giunta Regionale Regione Umbria Assessorato Sviluppo Economico Osservatorio Tariffe e Tributi Locali Rapporto 2004-2006 Aprile 2008 Gruppo

Dettagli

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali Regione Umbria Giunta Regionale Assessorato Sviluppo Economico Associazioni dei Consumatori Regione Umbria Agenzia Umbria Ricerche Osservatorio Tariffe e Tributi Locali Rapporto 2007 Marzo 2009 Gruppo

Dettagli

FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA. Regione Umbria - Giunta Regionale

FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA. Regione Umbria - Giunta Regionale FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA Regione Umbria - Giunta Regionale 232 milioni i migranti nel mondo, il 3,2% della popolazione del pianeta, di cui 17,9 milioni rifugiati e richiedenti asilo

Dettagli

NEWS DALLE VOLONTARIE AVIS DEL SERVIZIO CIVILE

NEWS DALLE VOLONTARIE AVIS DEL SERVIZIO CIVILE N 2 Autunno 2012 NEWS DALLE VOLONTARIE AVIS DEL SERVIZIO CIVILE I primi sei mesi di Servizio Civile in AVIS Roberta Rizzo Mi chiamo Roberta Rizzo, dal 1 febbraio 2012 al 31 gennaio 2013 sono la Volontaria

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA B3

POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA B3 ALLEGATO A Direzione Regionale Risorsa Umbria, Federalismo, Risorse Finanziarie Umane e Strumentali POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA B3 Bando per interventi di efficienza energetica

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DA ADOTTARE NELLE EMERGENZE IDRAULICHE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DA ADOTTARE NELLE EMERGENZE IDRAULICHE TRA PROVINCIA DI TERNI ASSESSORATO ALLA PROTEZIONE CIVILE UFFICIO PROTEZIONE CIVILE PROTOCOLLO D'INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DA ADOTTARE NELLE EMERGENZE IDRAULICHE Con la collaborazione Prefettura

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ufficio Educazione Fisica

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ufficio Educazione Fisica Corsa Campestre Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Giochi Sportivi Studenteschi 2011/2012 Risultati Finali Provinciali Perugia Scuola Cocchi-Aosta Todi Cadette I.C. F. Melanzio

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale Progetto nazionale per l Educazione Fisica nella Scuola Primaria Anno scolastico

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

ELENCHI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE NELLE QUALI SI VERIFICHERANNO CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA DAL 01/09/2015 PERSONALE ATA

ELENCHI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE NELLE QUALI SI VERIFICHERANNO CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA DAL 01/09/2015 PERSONALE ATA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ambito Territoriale per la Provincia di Perugia Ufficio III ELENCHI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE NELLE

Dettagli

PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006

PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006 PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006 3 CASO: UNA PERSONA CON GRAVE DISABILITA E RESPONSABILE PER IL RISARCIMENTO E PERSEGUITAMENTO

Dettagli

DENOMINAZIONE STRUTTURA COMUNE SEDE INDIRIZZO TIPOLOGIA POSTI AUTORIZZATI VIA DEI MONASTERI, N. 27 - FOLIGNO (PG)

DENOMINAZIONE STRUTTURA COMUNE SEDE INDIRIZZO TIPOLOGIA POSTI AUTORIZZATI VIA DEI MONASTERI, N. 27 - FOLIGNO (PG) REGOLAMENTO REGIONALE 7 novembre 2012, n. 16. Disciplina in materia di autorizzazione al funzionamento dei servizi socio-assitenziali residenziali a carattere residenziale e semiresidenziale per le persone

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI CONFERIMENTO

SCHEMA DI CONTRATTO DI CONFERIMENTO SCHEMA DI CONTRATTO DI CONFERIMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DISCENDENTI DAL CONFERIMENTO DI RIFIUTI URBANI E FLUSSI DA ESSI DERIVATI PROVENIENTI DAL TERRITORIO DELL A.T.I. N. 4 ALL IMPIANTO DI DISCARICA

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA

REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA Servizio Informatico/Informativo: geografico, ambientale e territoriale Elenco dei vertici di

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

Siamo riusciti ad aiutare delle persone che in mancanza del nostro intervento, nessun altro avrebbe potuto aiutare, perché spesso lavoratori in nero,

Siamo riusciti ad aiutare delle persone che in mancanza del nostro intervento, nessun altro avrebbe potuto aiutare, perché spesso lavoratori in nero, Ciò che si deve fare è dare l opportunità alle persone di uscire dalla condizione di grande povertà nella quale versano con le loro forze. In tal modo esse conservano la loro dignità e acquistano fiducia

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA 28 novembre 2014 2 0 1 1 Anno 2013 INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA Nel 2013 si sono verificati 2.402 incidenti che hanno causato la morte di 61 persone e il ferimento di altre 3.447. Rispetto al 2012 si registra

Dettagli

PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010

PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010 PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010 L osservatorio è uno strumento di informazione dei cittadini adottato con il Programma Generale denominato Informazione ed assistenza ai

Dettagli

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO -

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - 1 circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - atto di impugnazione proposto nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, relativo alla sentenza pronunciata il dal giudice per l udienza preliminare

Dettagli

Rifiuti urbani nella Regione Umbria anno 2008 Produzione, raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di conferimento

Rifiuti urbani nella Regione Umbria anno 2008 Produzione, raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di conferimento Rifiuti urbani nella Regione Umbria anno 2008 Produzione, raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di conferimento Documento Tecnico Settembre 2009 1 Premessa 3 2 Fonte dei dati 4 3 Metodologia

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 38 del 7 settembre 2005 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

CODICI MECCANOGRAFICI SCUOLE MEDIE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA DISTRETTO 001

CODICI MECCANOGRAFICI SCUOLE MEDIE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA DISTRETTO 001 CODICI MECCANOGRAFICI SCUOLE MEDIE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA DISTRETTO 001 COMUNE DI CITTA' DI CASTELLO PGMM21300Q " ALIGHIERI-PASCOLI" VIA DELLA TINA, 12 CITTA' DI CASTELLO PGMM825018 "TIFERNO" TRESTINA

Dettagli

ELENCO TELEFONICO UFFICI GIUDIZIARI DEL DISTRETTO DI PERUGIA. CORTE DI APPELLO 06121 Perugia - P.zza Matteotti, 1/22

ELENCO TELEFONICO UFFICI GIUDIZIARI DEL DISTRETTO DI PERUGIA. CORTE DI APPELLO 06121 Perugia - P.zza Matteotti, 1/22 ELENCO TELEFONICO UFFICI GIUDIZIARI DEL DISTRETTO DI PERUGIA CORTE DI APPELLO 06121 Perugia - P.zza Matteotti, 1/22 Centralino... 075 54051 fax... 075 9669224 Custode Palazzo di Giustizia... 075 5733804

Dettagli

ELENCO CANDIDATURE RINNOVO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL UMBRIA 2013/2017

ELENCO CANDIDATURE RINNOVO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL UMBRIA 2013/2017 ELENCO CANDIDATURE RINNOVO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL UMBRIA 2013/2017 1. ASSISTENTI SOCIALI COG E BARTOLUCCI GIORGIO GABRIELE D AMICO CHIARA DI GIUSEPPE SILVANA FILOMENA 14/04/1970

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza; OGGETTO: Approvazione della proposta di legge regionale concernente: Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del sovraindebitamento e dell usura e istituzione della Casa regionale

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO

Dettagli

PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010

PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010 PROGETTO OSSERVATORIO TARIFFE E TRIBUTI LOCALI Rapporto 2009-2010 L osservatorio è uno strumento di informazione dei cittadini adottato con il Programma Generale denominato Informazione ed assistenza ai

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

PER UNA CULTURA ANTIDEBITO

PER UNA CULTURA ANTIDEBITO FONDAZIONE BEATO G I U S E P P E TO V I N I Fondo di solidarietà per il prestito di soccorso per la prevenzione dell usura onlus PER UNA CULTURA ANTIDEBITO Presentazione Quella della Fondazione Tovini

Dettagli

ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE. Campagna 2013 COPERTURA ASSICURATIVA DI TIPO PLURIRISCHIO

ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE. Campagna 2013 COPERTURA ASSICURATIVA DI TIPO PLURIRISCHIO ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE Campagna 2013 COPERTURA ASSICURATIVA DI TIPO PLURIRISCHIO TARIFFE E CONDIZIONI ASSICURATIVE PERVENUTE AL CONSORZIO DI DIFESA ALLA DATA DEL 26/04/2013

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14 Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14 Bando di concorso per l assegnazione di borse di studio e servizi per il diritto allo studio universitario A.A.2010/2011

Dettagli

10 COSE DA SAPERE SUL SOVRAINDEBITAMENTO E SULLA LEGGE 3/2012

10 COSE DA SAPERE SUL SOVRAINDEBITAMENTO E SULLA LEGGE 3/2012 10 COSE DA SAPERE SUL SOVRAINDEBITAMENTO E SULLA LEGGE 3/2012 1) Definizione di sovraindebitamento secondo la L. 3/2012 Sovraindebitamento è la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Cittadella di Assisi, via Ancajani 3 - Assisi (PG)

Cittadella di Assisi, via Ancajani 3 - Assisi (PG) sab. 29 giugno (ore 9,00-23,00) e dom. 30 giugno 2013 (ore 9,00-13,30) Cittadella di Assisi, via Ancajani 3 - Assisi (PG) Buongiorno a tutte e tutti e vorrei subito ringraziare la Pro Civitate Christiana

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

LA MAPPA DELLE PRINCIPALI CRISI IN UMBRIA Aggiornamento a settembre 2012

LA MAPPA DELLE PRINCIPALI CRISI IN UMBRIA Aggiornamento a settembre 2012 LA MAPPA DELLE PRINCIPALI CRISI IN UMBRIA Aggiornamento a settembre 2012 METALMECCANICO (Pg) Merloni (Nocera Umbra) Cig straordinaria (350 tra quelli entrati; tutti altri 6-700 a zero ore) e accordo di

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

Novità fiscali 2013: qualche buona notizia per gli odontoiatri

Novità fiscali 2013: qualche buona notizia per gli odontoiatri Novità fiscali 2013: qualche buona notizia per gli odontoiatri L inizio dell anno è, solitamente, un periodo ricco di novità fiscali. Oltre, infatti, alla Legge Finanziaria (ribattezzata anche Legge di

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

1. FUNZIONI ED OBIETTIVI DELL OSSERVATORIO

1. FUNZIONI ED OBIETTIVI DELL OSSERVATORIO REGIONE DELL UMBRIA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E FORESTE, AREE PROTETTE, VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI NATURALISTICI E PAESAGGISTICI, BENI E ATTIVITA' CULTURALI, SPORT E SPETTACOLO SERVIZIO

Dettagli