Salento da bere. insalute ALL INTERNO. nr^kal=`ûð=i^=p^irqbkkk= DA STACCARE E CONSERVARE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Salento da bere. insalute ALL INTERNO. nr^kal=`ûð=i^=p^irqbkkk= DA STACCARE E CONSERVARE"

Transcript

1 13 Primo febbraio 2010 piano CARO-TASSE, L UNIVERSITÀ DEL SALENTO SI MOBILITA Barbara Politi pag. 7 Lecce NIENTE SGOMBERO PER I ROM DI CAMPO PANAREO Alessandra Lupo pag. 8 1 Settimanale d informazione del Salento Anno X n PRIMO PIANO Salento da bere iûéçáòáçåé=omnn=çéää~=_çêë~=fåíéêå~òáçå~äé=çéä qìêáëãç=ü~=åçåñéêã~íç=ìå=íêéåç=éçëáíáîçi=åüé åéöäá=ìäíáãá=~ååá=îéçé=á=îáåá=éìöäáéëá=é=ë~äéåíáåá áå=é~êíáåçä~êé=ëéãéêé=éáª=~ééêéòò~íá=áå=fí~äá~=é ~ääûéëíéêçk=jéêáíç=åéêí~ãéåíé=çéääû~äí~=èì~äáí ÇÉá= åçëíêá= éêçççííái= ã~= ~ååüé= Çá= ìå= åìçîç ãççç= Çá= ééåë~êé= áä= íìêáëãç= åéä= åçëíêç íéêêáíçêáçi= çêã~á= äéö~íç= áåçáëëçäìäáäãéåíé ~ääûéåçö~ëíêçåçãá~w=éîéåíá=åçãé=áä=jéêå~íáåç ÇÉä=dìëíç ~=j~öäáé=é `~äáåá=çá=píéääé ~=iéååé=ç~ ~ååá= áåñ~ííá= Ñ~ååç= ä~= Öáçá~= Çá= ãáöäá~á~= Çá ÇÉÖìëí~íçêá=É=~éé~ëëáçå~íá= Ada Fiore: Nasce a Corigliano d Otranto il Villaggio della Famiglia Barbara Politi pag. 7 ALL INTERNO insalute Supplemento a Belpaese n. 399 del 26 febbraio 2011 Coordinamento editoriale: Mariateresa Scrutinio SINDROME DA COMPUTER máååçäá=åçåëáöäá= ééê=éêéëéêî~êé=öäá=çååüá ALIMENTAZIONE `çë~=ã~åöá~êé= ééê=åìê~êé=ä~=ééääé EFFETTO YO-YO f=ç~ååá=çéääû~äìëç= Çá=ÇáÉíÉ nr^kal=`ûð=i^=p^irqbkkk= I rimedi della nonna contro i malanni DA STACCARE E CONSERVARE

2 26 febbraio

3 26 febbraio 2011 OPINIONI 3 Editoriale Salento in allerta di Giovanni Nuzzo Alcuni rais sembrano possedere sette vite. Fidel Castro a Cuba, Hosni Mubarak in Egitto, la buonanima di Saddam Hussein in Iraq, il latitante terrorista islamico Osama Bin Laden, ultimo in ordine di tempo il colonnello Muammar Gheddafi in Libia. Nomi potenti del globo terrestre, longevi ed abili nel comando, record di permanenza al potere, sfruttatori di popoli. Generali, colonnelli, duci, radicati ai loro beni e ricchezze a danno di tante povere comunità costrette a subire soprusi e violenze. L ultimo leone del deserto libico, amico e nemico dei Paesi occidentali, alleato e avversario del Medio Oriente, esaltatore e denigratore della Penisola italiana, tifoso e oppositore, ci allarma. Nel nostro Salento ad un tiro di schioppo, non è la prima volta che sui nostri cieli sfreccino a velocità supersonica i Mig libici per inculcare terrore. La politica del colonnello è ormai al capezzale e i suoi rapporti bizzarri a zig-zag fanno ancora paura per il bagno di sangue, che si sta consumando in quelle martoriate terre. Pare sia suonato l ultimo gong. I pugliesi ed in particolare i salentini sono fortemente preoccupati per quello che sta accadendo in tutta l area del mediterraneo, anche perché siamo il primo partner commerciale (Eni, petrolio, gas, Unicredit, Juventus). Una situazione veramente ad alto rischio, poiché viviamo in prima linea con le basi aeree in allarme e con i caccia pronti al decollo. Anche le navi della Marina Militare dei nostri porti sono pronte a salpare. Una caduta del colonnello di ferro avrebbe ripercussioni sul nostro territorio salentino, che al momento nessuno è in grado di prevedere. Occorre però fermare una guerra civile prima che sia troppo tardi, favorendo una soluzione pacifica che tuteli la sicurezza di tutti i cittadini e di noi pugliesi. i~=çéå~çéåò~=çéää~=appleoéöáå~ò a~=äìçöç=ëáãäçäç=çéääû~ååçöäáéåò~=ééê=åä~åçéëíáåái=öáìåíá=áå=é~ëë~íç=ëìääé=åçëíêé=åçëíéi=~ç appleéåçãçëíêçò=ëáãäçäç=çéä=çéöê~ççk=ð=äûéñ=`éåíêç=çá=méêã~åéåò~=qéãéçê~åé~=appleoéöáå~=m~åáëò Çá=p~å=cçÅ~=Eã~êáå~=Çá=jÉäÉåÇìÖåçFI=ÅÜÉ=Ç~=~ååá=îÉêë~=áå=ìåç=ëí~íç=~ÄÄ~åÇçåçI=çêã~á=áåìJ íáäáòò~íç=é=çáãéåíáå~íç=ç~ääé=áëíáíìòáçåák=rå~=éçäáíáå~=çá=êéåìééêç=çéääûáããçäáäé=ë~êéääé=èì~åj íçãéåç=åéåéëë~êá~i=ëééåáé=áå=ìå=ãçãéåíç=åçãé=èìéëíç=áå=åìá=~=å~ìë~=çéää~=åêáëá=áå=iáäá~i ÅÛ =Ç~=~ëéÉíí~êëá=Ç~=ìå=ãçãÉåíç=~ääÛ~äíêç=åìçîá=~êêáîá=îá~=ã~êÉI=èìÉëí~=îçäí~=Çá=éêçÑìÖÜáK La lettera Gentile redazione, sono una cittadina di un comune vicino a Nardò, e in più occasioni sia io che la mia famiglia abbiamo avuto a che fare con l ospedale San Giuseppe Sambiasi, dove abbiamo ricevuto le cure necessarie per i nostri bisogni. In questo clima rovente, dove si minaccia la chiusura di quest ospedale per tenere fede al Piano di Riordino ospedaliero, mi sento in dovere di dare la mia testimonianza affermando che i reparti di quest ospedale, per le esperienze che ho avuto, funzionano e anche bene. Guardando la faccenda dal punto di vista del paziente e del cittadino fruitore del servizio, posso dire che mi sembra assolutamente assurdo chiudere una delle poche realtà che offrono un servizio che si può reputare buono e per un bacino di utenza che va ovviamente oltre la città stessa. In questo modo si mettono in difficoltà tantissime famiglie che adesso, grazie agli ottimi reparti di Geriatria o Ortopedia, non devono sobbarcarsi viaggi di chilometri per poter accudire i loro cari, in special modo gli anziani, che come sappiamo necessitano di cure particolari quando giungono ad avere bisogno di un ricovero in ospedale. Vi ringrazio in anticipo se darete spazio a questa piccola testimonianza, forse consapevolmente che non servirà a nulla, ma è comunque un modo per far sentire anche la voce della gente. Lettera firmata - Galatone La lucerna a cura di fra Roberto Francavilla Io vi dico: per la vostra vita, non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo di quello che indosserete. Guardate gli uccelli del cielo, non seminano e non mietono, eppure il Padre Celeste li nutre. Quanto più voi gente di poca fede!. Continua il Discorso della Montagna e la citazione riportata dal Vangelo di Matteo mi è molto cara, perché è quella utilizzata da san Francesco davanti a papa Innocenzo III (1209). In verità, lo avevano preparato a questo momento importante, dandogli tra le mani una pergamena con un testo solenne in lingua latina. San Francesco, non sentendosi interpretato da questo antico documento, arrotolò la pergamena e declamò a memoria la pagina evangelica, con grande meraviglia e stupore della Corte Pontificia. Il regista Franco Zeffirelli nel suo film Fratello Sole, sorella Luna (1972) rappresentò questo episodio singolare nella Cattedrale di Monreale con un effetto scenografico unico e irripetibile. La lezione del poverello di Assisi è di estrema attualità, perché oggi siamo eccessivamente preoccupati di quello che appare e fa tendenza, mentre assistiamo quasi in tempo reale alla tragedia dei paesi del Nord Africa, stanchi di oppressione e regimi a monarchia dinastica, i quali non rispettano i diritti umani e per queste sollevazioni di massa evitano persino la legittima informazione, oscurando internet. L Europa è minacciata, a misura della simpatia alle contestazioni, di subire flussi migratori eccessivi. Il Vangelo ci sollecita ad avere una fede più autentica nella Divina Provvidenza, perché con i problemi di natura economica che ci attanagliano, serve un regime più sobrio e più solidale per il cibo e per il vestito. Nella coincidenza del Carnevale, amici di Belpaese, mentre sorridiamo non dimentichiamo chi piange!

4 26 febbraio 2011 IN COPERTINA 4 Salento da bere iûéçáòáçåé=omnn=çéää~=_çêë~=fåíéêå~òáçå~äé=çéä=qìêáëãç=ü~ ÅçåÑÉêã~íç=ìå=íêÉåÇ=éçëáíáîçI=ÅÜÉ=åÉÖäá=ìäíáãá=~ååá=îÉÇÉ=á îáåá= éìöäáéëá= É= ë~äéåíáåá= áå= é~êíáåçä~êé= ëéãéêé= é᪠~ééêéòò~íá=áå=fí~äá~=é=~ääûéëíéêçk=jéêáíç=åéêí~ãéåíé=çéääû~äí~ èì~äáí =ÇÉá=åçëíêá=éêçÇçííáI=ã~=~åÅÜÉ=Çá=ìå=åìçîç=ãçÇç=Çá ééåë~êé= áä= íìêáëãç= åéä= åçëíêç= íéêêáíçêáçi= çêã~á= äéö~íç áåçáëëçäìäáäãéåíé=~ääûéåçö~ëíêçåçãá~ La storia del vino pugliese è controversa: racconta di una terra da sempre ricca di vigneti, da cui attingevano le scorte di vino già gli antichi greci e i romani. Una terra povera però per i suoi protagonisti: gli agricoltori. Terra calda, la Puglia, dove la forza del Sole arricchisce gli acini di zuccheri così che nella fermentazione il mosto raggiunge una gradazione alcolica elevata. Per anni la Puglia e il Salento, come suo distretto territoriale, sono stati visti come il serbatoio di quelle regioni italiane dai vini più rinomati ma con un grado alcolico decisamente basso per cui era necessario un intervento di taglio con i più massicci vini pugliesi. Una traccia evidente di questo percorso storico è a Squinzano: nello stabilimento vinicolo Folanari. Un imponente edificio acquistato intorno agli anni 40 da un imprenditore settentrionale per arricchire i suoi vini nordici. In quello stabilimento i numerosi contadini della provincia, dal Capo di Leuca fin su Brindisi, venivano a conferire le uve raccolte nelle campagne salentine per poche centinaia di lire pur di avere un tenore di vita migliore per pochi mesi. Oggi Squinzano è una Doc pugliese di assoluta qualità che contiene negroamaro in uvaggio con malvasia nera di Brindisi e Lecce, o sangiovese in percentuale ridotta e che può essere in versione rosso o rosato. Un inversione di rotta, quindi, nella storia dei vini pugliesi e salentini partita dalla consapevolezza degli imprenditori del settore dell enorme potenziale enologico locale. Da circa vent anni i produttori salentini mirano infatti a migliorare la qualità delle loro produzioni, prestando attenzione già in vigna. Così diventa fondamentale scegliere non solo la data di raccolta, ma anche l orario per contenere quanto più possibile l inizio della fermentazione che deve avvenire assolutamente in cantina. I vini da negroamaro, da primitivo, da malvasia non sviluppano più gradazioni alcoliche impossibili, utili La vendemmia 2010 si è chiusa con bel segno positivo. A confermarlo, i dati definitivi di Assoenologi, l Associazione enologi enotecnici italiani. A fronte di una produzione nazionale di 45,5 milioni di ettolitri di vino, la Puglia incrementa la sua dal 5% del 2009 al 20% del Con i suoi 7 milioni e 100mila ettolitri supera così la Sicilia, altra regione meridionale campionessa in quantità. La regione Puglia continua così a concorrere con Veneto, Emilia Romagna e Sicilia a produrre il 60% circa di tutto il vino italiano. E, per certo, come evidenzia il rapporto di Assoenologi, avrebbe potuto produrne quantità maggiori se molti piccoli produttori non avessero aderito all estirpazione con premio dei vigneti. Ma il dato sicuramente di maggior orgoglio è un altro: la crescita del volume di vino prodotto dalla Puglia si accompagna, infatti,ad un eccellente qualità del prodotto. 2010: un annata di successo per la produzione vitivinicola pugliese Complici le condizioni meteo ottimali, è stato possibile effettuare la vendemmia per ciascuna varietà di vitigno nei giusti tempi di maturazione. Come pure lo stato di buona salute di cui godono, per la gran parte, i vigneti pugliesi ha contribuito a raggiungere i valori positivi di cui il nostro comparto può essere orgoglioso. Proprio i dati dell Assessorato regionale alle Risorse agroalimentari hanno confermato una crescita del 6% in termini di vinificazione di qualità di vini Doc e Igt. Ciò ha un riflesso evidente sull aspetto economico rendendo la contrattazione un po più vivace e portando ad un aumento del 10% circa sui prezzi di base del commercio del vino. La diminuzione del consumo medio pro capite del mercato nazionale preoccupa perciò relativamente gli addetti ai lavori, considerati i buoni risultati che giungono dai mercati esteri. La crescita positiva del settore vitivinicolo solo per il taglio di vini più deboli. Ma raggiungono il loro equilibrio esprimendo al meglio le loro tipiche caratteristiche entro i 14. I risultati si vedono nel lungo periodo. Come la Puglia, anche il Salento produce tanto e bene. Un dato che si legge dai numerosi riconoscimenti che ottengono i vini pugliesi in sede di mostre importanti a livello internazionale come il Vinitaly di Verona, o sulle guide di settore dove sono frequentemente valutati come vini di alto livello e spiccato pregio. Anche il dato delle esportazioni lo conferma: i vini locali sono molto apprezzati negli Stati Uniti e in Australia. Il territorio regionale, in particolare quello salentino, è vocato alla coltivazione di vitigni a bacca rossa da cui si ricavano i rossi potenti e i delicati rosati. Nell ultimo periodo, riscuotono pure un certo successo anche i bianchi da chardonnay o da fiano dal gusto piacevolmente fresco. La vendemmia positiva del 2010 carica di un cauto ottimismo i produttori per il futuro, pur non mancando alcune criticità: l eccessiva polverizzazione della proprietà agricola e il mancato ricambio generazionale, rischiano di disperdere il patrimonio viticolo regionale. Come pure il ritardo storico nella promozione del territorio pesa in un mercato fortemente competitivo. Qualcosa però, si muove e aspettative confortanti giungono da un settore trasversale: il turismo, che adesso è sempre più enogastronomico. L edizione della Bit 2011 ha confermato la tendenza di una crescita del turismo rurale ed enogastronomico. Gli enoapassionati aumentano e si muovono lungo i percorsi del gusto in qualunque stagione dell anno. Il trend della Puglia è assolutamente favorevole come confermano i dati dell Osservatorio del Turismo e di Unioncamere. Per la scorsa edizione di Cantine aperte, evento legato al Movimento Turismo del Vino, si sarebbero contate più di 30mila presenze tra le cantine dell intero territorio regionale. Numeri che hanno consentito alla Puglia di essere l unica regione meridionale selezionata dal tour operator Naar- Touring Club Italia per la promozione del turismo enogastronomico italiano. Tra gli itinerari previsti è stato incluso ovviamente anche il Salento. D altra parte con il suo paesaggio rurale ricco di masserie, furnieddhi, e con le numerose cantine si presta ad essere una meta privilegiata e assolutamente da gustare. Jlenia Gigante pugliese è confermata anche da un indagine svolta dal Monte dei Paschi di Siena per il 1 Forum sul vino Italiano, svoltosi a Siena il 12 novembre dello scorso anno. La ricerca svolta dallo storico Istituto di credito italiano, con l obiettivo di creare un indice in grado di monitorare l andamento dei mercati e dei prezzi nel comparto vinicolo, ha messo in luce un dato importante per la Puglia e, soprattutto, per il Salento. Il palmarès dei vini più venduti già nel 2009 va, infatti, al negroamaro con un incremento del ben 34,7%, particolarmente apprezzato per le sue caratteristiche di vitigno autoctono e identificativo di una ben definita realtà locale. Un dato stimolante questo per il territorio salentino che, come il resto dei territori regionali, è impegnato nelle produzioni di qualità capaci di intercettare e incuriosire i gusti del mercato nazionale ed estero. (J.G.)

5 26 febbraio 2011 IN COPERTINA 5 Bene i rossi, meglio i rosati Secondo agronomi e produttori, il nostro territorio negli ultimi anni ha migliorato progressivamente la qualità di uva e vino. Adesso la strada da seguire è quella del turismo enogastronomico Ormai il grande successo dei vini pugliesi e salentini appare indubbio. Questo perché, a detta degli operatori del settore, il nostro vino, negli ultimi dieci-vent anni, è riuscito in delle produzioni altissime dal punto di vista qualitativo, mentre in passato si diffondevano vini e uva di scarsa qualità. La risalita dell interesse verso una buona produzione è estesa all intera nazione italiana ma forse noi abbiamo qualcosa in più, un gruppo musicale che tiene alta la bandiera della qualità vinicola del Salento: i Negramaro, band che porta il nome di uno dei nostri vini più apprezzati. Negli ultimi anni -racconta l agronomo Eugenio Manieri, segretario del Consorzio Salice Salentino Doc- abbiamo imbottigliatori e produttori di gran lunga migliori rispetto al passato. In particolare, il negroamaro è stato il pioniere dei vini locali. Possiede infatti delle caratteristiche organolettiche particolari, come un colore intenso e altre che variano in base al tipo: il negroamaro rosato possiede una sensazione di freschezza, mentre nel rosso è evidente il processo di invecchiamento al barrique, e ha un azione imponente dal punto di vista salutistico per il resveratrolo, un antiossidante contenuto in particolare nel vino rosso. Il rosato, comunque, sta rimontando nella classifica del gusto: in fondo, è stato il vino tipico della tradizione salentina, ma a gradirlo ora sono soprattutto i giovani, perché al primo impatto si presenta fresco e si può bere come aperitivo. Molta pubblicità viene diffusa grazie ad eventi che permettono la degustazione e la conoscenza dei differenti tipi di vino. A questo riguardo però gli addetti ai lavori preferiscono contesti più raccolti, nei quali la degustazione permette la concentrazione adatta a comprendere al meglio ciò che si sta assagiando. I contesti affollati non sono adatti alla degustazione -commenta Lorenzo Marra (nella foto), della casa di produzione vinicola Schola Sarmenti - perché risulta difficile gustare un vino in un luogo aperto, magari dopo che si è bevuta birra o si è fumata una sigaretta. Va bene, ad esempio, il Mercatino del Gusto a Maglie: nella Piazza del Vino si entra pagando un piccolo ticket, che serve comunque a selezionare un reale interesse, e poi c è sempre il tempo necessario per spiegare le caratteristiche di un vino che il pubblico degusta. Quello che oggi emerge dalle abitudini dei consumatori di vino, secondo Marra, è una tendenza alla regionalizzazione. La qualità dei nostri vini è enormemente cresciuta -continua Marra-, ma si tende a consumare ognuno i propri autoctoni. Non è una mera questione di distribuzione, ma piuttosto una moda. Tanti eventi per un Salento di... vino Il nostro mercato, però, anche se florido è ancora piuttosto indietro rispetto a quello delle altre regioni, perché la Puglia si conosce ancora poco in tutti i suoi aspetti: si potrebbe ovviare a ciò promuovendo un enogastro-turismo che dia visibilità a bellezze naturali, storia, sapori, beni culturali, e servirebbe a spogliarci da un passato in cui il vino non godeva di una buona considerazione perché di bassa qualità, sebbene in questo siamo riusciti a riguadagnare terreno in poco tempo. Questo accade in particolare per il rosato, che ultimamente si avvale delle nuove tecnologie del freddo, mentre in passato i vini rosati erano addirittura maleodoranti. I vini del nostro territorio più amati risultano oggi essere i rossi, negroamaro e primitivo in testa, ma si sta investendo sulla nicchia rappresentata da sussumaniello e ottavianello, in un ottica di riscoperta dei prodotti tradizionali. Angela Leucci Il vino della Terra d Otranto è protagonista indiscusso di manifestazioni che ogni anno registrano una grande successo: dal Mercatino del Gusto di Maglie alla Festa te lu mieru di Carpignano Salentino ié=appleîéíêáåéò=å~òáçå~äá ÇÉä=ÄÉêÉ=ÄÉåÉ Il Vinitaly di Verona e il MiWine di Milano sono i principali appuntamenti riservati a produttori, degustatori e semplici appassionati Allargando lo sguardo ad una dimensione nazionale, sono diversi gli appuntamenti che considerano il vino come produzione di eccellenza della merceologia italiana. La Fiera per antonomasia, giunta alla 45esima edizione, è di certo Vinitaly che si terrà a Verona dal 7 al 15 aprile prossimi: si tratta della manifestazione di riferimento dell universo enologico nazionale ed internazionale. Numero uno al mondo per dimensioni, è andata assumendo nel tempo un rilievo sempre più importante anche a livello internazionale, aprendosi alle innovazioni e imponendosi all attenzione degli operatori non solo come fiera commerciale, ma anche come vero e proprio evento, accompagnando lo sviluppo di un settore che è diventato il miglior ambasciatore del made in Italy nel mondo, il rappresentante d eccezione del sistema agroalimentare di qualità. Quest anno poi il vino sarà anche un simbolo dell Unità d Italia secondo quanto predisposto dagli organizzatori della Fiera veronese attraverso il progetto della Bottiglia del 150esimo, accolto con favore dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. MiWine invece è l esposizione professionale di Fiera Milano, specializzata nel settore del vino e dei distillati. A cadenza biennale (quest anno dall 8 all 11 maggio) si propone come una vetrina altamente qualificata del panorama enologico italiano ed estero. I produttori e le cantine espositrici hanno occasione, durante le giornate della fiera MiWine, di incontrarsi con compratori, degustatori, esperti di settore, oltre che con la stampa, per mettere in comune esperienze, stringere rapporti di affari e proporre su un palco internazionale le nuove proposte della propria produzione. Da anni, nel Salento, il vino ha un posto d onore tra gli eventi riservati non solo all enogastronomia, ma anche in tutte le manifestazioni che in qualche modo celebrano la tradizione del territorio che le ospita. Appuntamenti irrinunciabili non solo per gli operatori del settore e gli appassionati, ma seguitissimi anche da famiglie, comitive e turisti che ne apprezzano l organizzazione e la qualità del prodotto. Un esempio rilevante è il Mercatino del Gusto di Maglie, manifestazione giunta al 12esimo anno, in cui il nettare di Bacco la fa da padrone: il cuore della cinque giorni enogastronomica di agosto è piazza Aldo Moro, che si trasforma per l occasione nella affollatissima Piazza del vino (nella foto): più di una trentina di espositori provenienti dal Grande Salento incontrano la linfa vitale che anima le comunità locali durante l estate. Nella Piazza centrale di Maglie - sottolinea Antonio Lio (nella foto), l assessore comunale alle Politiche di sviluppo economico e Promozione del territorio- dove convergono le Strade del gusto e dei sapori, i produttori del vino pugliese accolgono sia gli appassionati al buon bere del tacco d Italia, sia i neofiti, curiosi di apprezzare etichette che ancora non conoscono. Al Mercatino l offerta di un calice di vino è una scelta di gusto e di qualità, ma è anche un rito festoso, un gesto di ospitalità, un occasione per scambiare idee e riflessioni sull identità attuale e futura del vino locale, con il suo sapere antico e la sua voce moderna, perfetto sui piatti tradizionali come sulla cucina creativa, nelle grandi cerimonie come sulla tavola di tutti i giorni. Altra manifestazione che nasce come celebrazione della grande produzione vinicola salentina è Calici di Stelle, che in tutta Italia celebra la Notte di San Lorenzo con la degustazione dei migliori vini. A Lecce ormai l appuntamento è imperdibile e richiama numerosi turisti attratti dalla possibilità di passare una serata dell estate salentina a brindare sotto le meravigliose opere del Barocco leccese. Ma anche in primavera, in attesa degli eventi estivi, c è la possibilità di un contatto ravvicinato con il nettare di Bacco : l ultima domenica di Maggio Cantine Aperte è uno degli eventi per eccellenza dove il vino diventa protagonista sin dal suo farsi. Giunta alla 18esima edizione, Cantine aperte si svolge nel cuore della produzione vinicola locale a contatto con chi lavora alacremente per rendere sempre più rinomate le etichette che nel corso degli anni, proprio grazie a questo lavoro, stanno ottenendo crescenti riconoscimenti di livello nazionale. Il vino, nel Salento, non ha però soltanto una celebrazione di alto livello ma è festeggiato anche attraverso grandiose feste popolari: immancabile, per chi ama le sagre, è recarsi i primi di settembre alla Festa te lu mieru di Carpignano Salentino: dal 1975 ogni anno si ripete un rito che ha qualcosa di più della tradizione, appartenendo a tutti gli amanti veraci di questa terra.

6 26 febbraio

7 26 febbraio 2011 PRIMO PIANO Caro-tasse, l Università del Salento si mobilita Studenti contro il rincaro delle tasse universitarie, in una settimana bollente per l ateneo salentino con le associazioni che mettono in campo iniziative eclatanti Non bastano le dichiarazioni di Laforgia per fermare la protesta studentesca messa in piedi dall Udu in questi giorni. Come il rettore Domenico Laforgia ritiene inutili le nostre proteste, allo stesso modo noi riteniamo inutili i suoi tentativi di sedare la crescente mobilitazione studentesca. Siamo pronti a riprenderci la nostra Università. Siamo pronti a riprenderci un futuro migliore. L onda piena della protesta universitaria investe qualsiasi mezzo di comunicazione: giornali, tv, web. Questo è parte del contenuto di un messaggio inviato via Facebook, il popolarissimo social network che sforna contatti e notizie a ritmi frenetici. Ottimo mezzo per diffondere le nuove sull ateneo in subbuglio. Si prospetta essere dunque una settimana davvero agitata per l Università del Salento, dove ormai da giorni si lotta a favore di un diritto allo studio reale, non fittizio, con gli studenti in rivolta per un aumento delle tasse universitarie, a loro dire, sconsiderato. L obiettivo dei ragazzi è dunque quello di bloccare l aumento della tassazione, almeno per quest anno; poi, se ne potrà ridiscutere nei prossimi mesi, magari in concomitanza con l approvazione del nuovo statuto e della riforma Gelmini. Quello che è cambiato dall autunno ad oggi è la posizione del Rettore. Qualche mese fa, infatti, si contrappose nettamente alle manovre del governo Berlusconi in materia di università, schierandosi più volte dalla parte degli studenti e strumentalizzandone le proteste per poter attaccare il governo sui tagli all Ffo (Fondo di Finanziamento Ordinario). Oggi, invece, usa le stesse motivazioni per giustificare l aumento delle tasse, tornano a dire gli studenti che nei prossimi giorni -assicurano- faranno sentire ancora la loro voce. La mobilitazione, infatti, ha più obiettivi: dall intasamento della posta elettronica del Magnifico Rettore alla foto-petizione (nella foto), fino ai confronti costruttivi nelle assemblee di facoltà. Tra le iniziative più eclatanti, sicuramente quella dei rappresentanti dell Udu che chiederanno l elemosina ai consiglieri che hanno votato per l aumento delle rette, durante la seduta del Consiglio d amministrazione. Secondo il Rettore molti studenti userebbero l università come parcheggio. Ma come fa uno studente a laurearsi in tempo con una didattica scadente, una burocrazia lenta e con i grandi problemi tecno-amministrativi caratteristici del nostro ateneo? Prima di pensare a modelli di tassazione analoghi a questo, responsabilmente il Rettore dovrebbe pensare a risolvere i problemi, rispondono a Domenico Laforgia gli studenti universitari che, sicuri del fatto loro, al tema economico dello studio associano anche quello morale. In queste ore l associazione Obiettivo Studenti sta diffondendo un volantino che riporta la scritta Tasse: facciamo chiarezza, presente nei numerosi banchetti allestiti nelle sedi universitarie e predisposti alla raccolta firme sulla moratoria per la seconda e terza rata per gli studenti idonei Adisu. Proseguirà anche nei prossimi giorni, dunque, la protesta degli studenti salentini che, provocatoriamente, assicurano il massimo impegno per il raggiungimento dell obiettivo primo: lavorare per una condizione che possa favorire, e non svantaggiare, il percorso formativo universitario. E se ci sarà da lottare per arrivarci -promettono-, noi saremo pronti a farlo. Barbara Politi A Corigliano si inaugura il Villaggio della Famiglia Il Comune di Corigliano d Otranto promuove quattro domeniche a misura di famiglia: fino a primavera, intrattenimento con balli a tema e laboratori creativi `çãìåé=åçåíêç=iáäíw= ~=`~ë~ê~åç= =äáíé= ëìää~=îéåçáí~=çéää~=ëéçé= Dopo i contrasti sugli impianti a biomasse, l amministrazione e l oncologo Giuseppe Serravezza si confrontano per la vendita dell immobile sede dell associazione Continuano i contrasti tra l Amministrazione comunale di Casarano e la sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Dopo le divisioni sulla centrale a biomasse, ora le polemiche tra la maggioranza guidata dal sindaco Ivan De Masi (nella foto in alto) e l associazione presieduta dall oncologo Giuseppe Serravezza (nella foto in basso) riguardano la vendita della sede provinciale della Lilt, immobile di proprietà del Comune. Serravezza parla di sfregio perpetrato nei confronti della Lilt mentre De Masi risponde che nessuno vuole toccare l associazione. Tutto è nato da una recente deliberazione di Giunta con la quale si è dato mandato alla società Casarano Città Contemporanea di condurre operazioni di cartolarizzazione immobiliare concernenti beni alienabili appartenenti al Comune. E tra questi figura anche l immobile di via Alpestre, da anni sede provinciale della Lilt Lecce. Nella nostra provincia -spiega Serravezza- la Lilt ha sempre trovato amministratori pronti a favorire i nostri percorsi per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Sorprende quindi che, proprio dalla municipalità ove la Lilt ha mosso i primi passi, emerga una tendenza contraria ai modi di rapportarsi che sempre riscontriamo nelle istituzioni, a tutti i livelli. La delibera in questione lascia l amaro in bocca a tanti, casaranesi e non, volontari e non, e contravviene al comodato d uso valevole ancora per circa 15 anni. Secco e diretto nella sua replica il sindaco De Masi: È falso e mistificatorio quanto afferma il dottor Serravezza. Il trasferimento dell immobile ad un ente come la società di cartolarizzazione non annulla i contratti in essere per lo stesso immobile. La nostra iniziativa, poi, potrebbe dare finalmente l opportunità all associazione, qualora quest ultima lo ritenesse opportuno, di acquisire il bene in questione e diventarne esclusivo proprietario. Daniele Greco 7 Un pacchetto turistico in grado di soddisfare anche le esigenze del cittadino temporaneo. E a Corigliano D Otranto, i cittadini temporanei, sono davvero tanti. Parola del sindaco Ada Fiore (nella foto) che, dopo una serie d iniziative promosse a favore delle pari opportunità, ha inaugurato il Villaggio della Famiglia, per un modo diverso di fare turismo. Individuando la famiglia come pilastro fondamentale della società, l Amministrazione di Corigliano le indirizza così tutte le attenzioni e intende sostenerla, in un momento d indubbia difficoltà. Ecco che semplici azioni come il parlare, il comunicare, l ascoltare e il comprendere, o anche il passeggiare e il pranzare, assumono un significato diverso, alternativo. Quattro giornate, quattro domeniche a misura di famiglia, senza preoccuparsi di ricercare l allegria, perché potrà essere condivisa nella sala Cavallerizza del Castello coriglianese, con feste e balli a tema, ha precisato il primo cittadino. E si parte proprio domenica 27 febbraio, con il tradizionale ballo in maschera. Il 27 marzo sarà la volta di Disco Italia, per la festa Tricolore. Le pizzica e la musica della fiera saranno al centro del 1 maggio, mentre la giornata del 29 maggio lascerà lo spazio al ballo della primavera. Quattro appuntamenti da non perdere, perché le famiglie non avranno nulla di cui preoccuparsi. Niente traffico: le strade saranno ciclo-pedonabili. Nessun timore per la qualità del pranzo, né per il costo: soltanto prodotti locali e selezionati da Coldiretti. Il Villaggio della famiglia è nato dalla collaborazione tra l Amministrazione comunale e diversi partner, tra i quali l Associazione dei commercianti, la Pro Loco, la stessa Coldiretti, le aziende locali produttrici di pasta Tandoi-Ambra e Abatianni, i volontari. Chi amministra deve individuare anzitempo le esigenze vere della società e su quelle promuovere un idea di sviluppo -ha sottolineato la Fiore-. Con questa iniziativa, chiaramente, non speriamo di risolvere tutti i problemi, però indichiamo la famiglia come occasione di aggregazione. Il valore delle semplici azioni (e la quotidianità ce lo dimostra) sono penalizzate dalla fretta e dalla routine. A valorizzarle, ci pensa Corigliano, che ambisce a diventare una città che si apre ai servizi e alle necessità della donna: Abbiamo iniziato questo percorso con il progetto La città dei tempi e degli orari. Orari prolungati dell asilo nido fino alle 17 e apertura il sabato. Possibilità di babysitter presso il nido e anche a casa. Iniziative che raramente oggi un Comune può mantenere, a causa delle ristrettezze economiche. E Corigliano, infatti, con il Villaggio della Famiglia e tutti le iniziative promosse in passato, ha operato una scelta. Prima la famiglia e i servizi -ha concluso Ada Fiore- anche per un turismo di valori. Non ci aveva pensato nessuno.

8 26 febbraio 2011 LECCE 8 Niente sgombero per i Rom di Campo Panareo Niente sgombero, ma anche una soluzione ancora lontana per le famiglie Rom del Campo Panareo. Venti famiglie avrebbero infatti dovuto abbandonare le campine, le baracche fatte di mattoni e tende, perché dichiarate inagibili da Asl e Vigili del Fuoco. Dopo numerose polemiche, il Comune di Lecce ha deciso di non dare seguito all ordinanza di abbattimento delle venti abitazioni fuori norma, assumendosi la responsabilità di eventuali problemi, ma la situazione resta sospesa. I rappresentanti del campo e le associazioni che ne difendono i diritti sono pronti ad impugnare l ordinanza comunale di fronte al Tar, guadagnando tempo, ma nell ultimo incontro a Palazzo Carafa è arrivata solo la conferma che la soluzione abitativa per le famiglie sotto sfratto ad oggi non esiste. Il Comune, infatti, non dispone dei fondi per terminare i lavori avviati nel Campo, che hanno già portato all acquisto di prefabbricati e alla costruzione di alcuni appartamenti. Per questo venti delle vecchie case sono ancora in piedi, ma del tutto abusivamente. Per risolvere il problema, gli abitanti del Campo si sono detti disposti a frammentare il loro gruppo, purché il Comune abbandoni l idea di sistemarli in altre roulotte che protrarrebbero il loro stato di precarietà. Sull argomento sarà convocato un nuovo tavolo tra istituzioni, ma Dopo le polemiche dei giorni scorsi, il Comune ha deciso di non dare seguito all'ordinanza di abbattimento delle venti campine abusive. Ora si attendono soluzioni definitive nel frattempo il futuro del Campo sarà oggetto anche della riunione dei Piani Sociali di Zona dell Ambito Territoriale Sociale di Lecce che si terrà il 1 marzo. Il sindaco Paolo Perrone (nella foto in alto) intanto accusa la Regione. Siamo stati lasciati soli, ha detto Perrone. La regione metta a disposizione risorse adeguate, facendo seguito alle dichiarazioni di intenti formulate nei giorni scorsi. Perrone non ci sta ad accollarsi per intero la responsabilità dei problemi del Campo. La Regione non è un bancomat -gli risponde la vicepresidente Loredana Capone (nella foto in basso)-. Nell incontro in Prefettura ho annunciato al Comune un bando regionale che uscirà entro poche settimane sulla misura Legalità e Sicurezza, con cui si affidano ad ogni Ambito di Piano di Zona 700mila euro. L Ambito di Lecce potrà decidere se accedere a quelle risorse per i problemi degli abitanti del Campo Rom. Pronta le replica di Perrone: Non abbiamo chiesto niente di più di quello che la vicepresidente Loredana Capone aveva espressamente dichiarato pochi giorni fa durante il vertice in Prefettura. La Regione può contare su disponibilità di risorse economiche in materia attraverso i finanziamenti comunitari legati a progetti di inclusione sociale. La questione continua intanto a dividere l opinione pubblica. Insieme al centrosinistra cittadino, anche Carlo Salvemini, nelle settimane scorse aveva preso posizioni molto nette nei confronti delle politiche dell ente ed oggi suggerisce a Perrone la soluzione adottata in Lombardia per affrontare il problema abitativo delle famiglie Rom. Con una convenzione tra Prefettura, Comune di Milano e organizzazioni di volontariato, è stata prevista l assegnazione di case popolari escluse dalla disciplina dell edilizia residenziale pubblica allo scopo di destinarle a quelle fasce di popolazione connotate da particolari fragilità. Una categoria nella quale -prosegue l ex consigliere oggi promotore del laboratorio cittadini Lecce2.0dodici- sono rientrate alcune famiglie che abitano nei campi regolari. Alessandra Lupo `í= iéååéw= applejçêçëá= åçá\ kçå=ççîêéããç= åé~ååüé=é~ö~êé=äû~ññáííçò Con una lettera Gino Starace, presidente del Circolo Tennis, chiede al Comune il rinnovo della concessione a titolo gratuito Altro che inquilini morosi, il Circolo Tennis non dovrebbe nemmeno pagare l affitto. Suona come una provocazione la lettera aperta di Gino Starace, presidente della storica associazione tennistica leccese dopo le polemiche sulla morosità accumulata dal Circolo nei confronti del Comune di Lecce. Starace e i consiglieri infatti rilanciano chiamando in ballo la comunità: Politici, istituzioni e cittadini si pronuncino su quello che vorrebbero per il Circolo che non è affatto un associazione elitaria, abbiamo sempre lavorato per fare del tennis uno sport di massa. Fondato nel 1947 ed intitolato a Mario Stasi, il Circolo Tennis non ci sta a vedersi etichettato come una riserva esclusiva di privilegiati e chiede invece più certezze per il futuro. Si rinnovi la concessione esistente per un periodo più lungo, a titolo gratuito e con l aggiunta al terreno già concesso di larga parte della contigua area ex Carlo Pranzo. La proposta non trova però l accoglienza sperata. Oggi c è una convenzione che tiene conto della valenza sociale e culturale dell associazione cui è stato concesso un canone particolarmente favorevole, spiega Perrone. Quando questa convenzione sarà scaduta, nel 2015, chi governerà la città deciderà se e come rinnovarla, ma l uso gratuito mi sembra fuori discussione. (A.Lupo)

9 26 febbraio Informazione pubblicitaria Chateau d Ax, voglia di casa Chi sceglie Chateau d Ax vuole che la casa sia espressione della propria personalità, attraverso soluzioni studiate per soddisfare tutti i desideri. Come ha fatto Cristina Chiabotto, Miss Italia 2004 Tornare a casa è come tornare in un luogo sicuro, un rifugio in cui esprimere in toto e al meglio la propria individualità. I mobili in questa maniera diventano l espressione più vera dell io di colui o colei che li ha scelti per viverli, per essere un tutt uno con il proprio ambiente casalingo. È vero, nessun posto è come casa propria, ma perché questo motto diventi effettivamente una filosofia di vita, bisogna scegliere con attenzione come arredare i propri spazi. In questo senso, Chateau d Ax offre un ampia serie di soluzioni per tutte le stanze della casa, dalla cucina, al soggiorno alla camera da letto. Soluzioni variegate, affinché siano alla moda ma evergreen al tempo stesso, dalle linee eleganti e rassicuranti, tanto che l azienda è stata scelta da molti vip, per arredare la propria dimora. Come, ad esempio, Cristina Chiabotto, che è stata Miss Italia 2004: bella, simpatica e dinamica, e che ha scelto un arredamento Chateau d Ax dalle linee moderne, dalle più morbide di letti e divani alle più geometriche di tavoli e librerie, il tutto espresso da materiali e colori che le sono congeniali, come il viola, che lei ritiene raffinato ed elegante. Anche perché Chateau d Ax fornisce possibilità differenti nella scelta dei colori e tantissime anche in quelle dei materiali, individuati tra quelli più resistenti e di qualità. Questo perché Chateau d Ax vuole creare dei mobili che siano come quelli di una volta, quando tutto l arredamento era fatto per durare: ecco perché i suoi arredi rispondono a due qualità principali, ossia la robustezza ma anche la raffinatezza classica e attenta a delle tendenze della modernità, che possano essere adatte anche in futuro senza apparire anacronistiche. L ambiente complessivo creato da Chateau d Ax ne risulta unico, luminoso, fresco e promette un accogliente intimità. Mi sento molto fortunata -ha spiegato la Chiabotto- l impegno che ho preso con Chateau d Ax mi ha permesso di realizzare tutti i miei sogni abitativi e ora qui, tra vintage e pop art, mi sento pienamente a mio agio, come in un nido tra le nuvole. Si parte dalla cucina, tutta laccata di bianco lucido, che dà un grande senso di leggerezza e di luminosità: la cucina della Chiabotto contiene una doppia linea di pensili dispensa, adattissima a tutti coloro che posseggono molti oggetti e cercano dei sistemi comodi e ordinati per disporli nella propria casa. Dobbiamo tenere a mente che, soprattutto per noi italiani, la cucina rappresenta uno dei luoghi più importanti della casa e deve essere piena di energia positiva, per essere utilizzata al meglio nella quotidianità, quando cioè ci prendiamo cura di noi stessi e dei nostri cari attraverso il cibo. La cucina, come tutte quelle di Chateau d Ax, contiene infatti anche elettrodomestici e vani attrezzati, oltre che dei ripiani in vetro trasparente e dei sostegni di metallo. Passando in salotto troviamo il divano Silhouette, creato dallo staff di Chateau d Ax proprio per Cristina Chiabotto: un accessorio dalla linea giovane, che crea nuovi volumi all interno della stanza. È nei salotti che, dopo una lunghissima giornata lavorativa, avviene il relax, dove si vede un film o si legge un buon libro, o dove si incontrano gli amici, magari per un simpatico aperitivo in compagnia. Ma per tenere libri, dischi, dvd e tutto ciò che serve per utilizzare queste nuove tecnologie serve un grande mobile a ripiani misti, che contenga il tutto. Come il mobile living Simplì, lungo 3 metri e laccato anche internamente, che mostra linee semplici e pulite, per coloro che non vogliono vedere troppi elementi barocchi intorno a sé, ma amano circondarsi di semplicità pur anelando alla pura eleganza. Andando in camera da letto, infine, c è il letto Cristina, rivestito in tessuto interamente sfoderabile e lavabile in lavatrice. Ho voluto che fosse, oltre che bello esteticamente, allo stesso tempo anche pratico -ha raccontato la Chiabotto-. Così ho fatto aggiungere il vano sottorete che diventa un capiente guardaroba. Un elemento da non sottovalutare soprattutto da parte delle donne, alla continua ricerca di modi ordinati per sistemare i tanti vestiti e le scarpe (a volte decine e decine di paia). Il letto, infatti, è comodamente sollevabile e all interno possiamo mettere tutto ciò che troviamo comodo conservare sotto il letto, magari trasformando sul serio il vano in un ordinata scarpiera: persino i complementi interni possono essere scelti con Chateau d Ax, che, secondo i gusti, fornisce anche degli accessori personalizzati con il proprio nome. È in questo modo che si definisce l arredamento di una casa, attraverso i particolari che rendono ogni singolo mobile e l interezza dei complementi d arredo qualcosa di unico, qualcosa che esprima la parabola di se stessi, di quello che si vuole mostrare al mondo intero, ma anche di quello che si cerca in termini di convenienza, comodità, raffinatezza, robustezza: tutto questo e molto altro si può trovare da Chateau d Ax, che attraverso le miriadi di combinazioni possibili può fornire facilmente qualunque cosa si adatti al vostro gusto e a ciò che cercate davvero nella vostra casa. BRINDISI: Francavilla Fontana Via Grottaglie Km 1,2 Zona industriale LECCE: Maglie S.S. 16 km 980 Zona industriale

10 26 febbraio 2011 MAGLIE TRICASE 10 Ex Lsu, la protesta continua Va avanti da oltre una settimana la protesta dei lavoratori precari ex Lsu, che hanno posto un presidio presso il piazzale antistante il Liceo Aldo Moro MAGLIE Sono precari e alcuni non vengono pagati ormai da mesi. È la situazione dei lavoratori ex Lsu, la cui protesta, su base provinciale, è partita proprio da Maglie. Alcune delle loro problematiche, infatti, coinvolgono l intero territorio nazionale, dato che questi lavoratori sono precari da ben 16 anni, a partire dal 1996: a versare in questa situazione sono persone in tutta Italia, in provincia di Lecce di cui 110 soltanto nelle scuole magliesi. Perché le mansioni di queste persone sono assimilabili a quelle del personale Ata, ma non sono dipendenti diretti dello Stato bensì di alcune cooperative: se fossero assunti direttamente, secondo i calcoli elaborati dagli stessi precari, lo Stato risparmierebbe annualmente 75mila euro. A questo, si aggiunge il disagio di una parte di questi ex Lsu, i dipendenti della ditta Intini, che non ricevono lo stipendio ma solo degli acconti da prima di Natale. Non si conosce la causa del problema ma questo provoca non pochi pensieri ai lavoratori, che si ritrovano ormai in condizione di non poter neppure sfamare la propria famiglia, per non parlare dei mutui da pagare. Gli ex Lsu hanno chiesto una aiuto, oltre che ai sindacati di ogni sigla, anche ai politici, affinché vengano esercitate pressioni a livello nazionale contro la precarietà, ma anche sull azienda che non sta corrispondendo gli stipendi. Negli ultimi giorni, nei pressi del presidio posto sul marciapiede del Liceo Socio Psico Pedagogico Aldo Moro, alcuni tra i lavoratori che protestano si sono incatenati alle grate della scuola. Sono dapprima intervenuti i carabinieri, che hanno constatato la natura pacifica della protesta. È dovuto intervenire, però, anche il 118, a causa del malessere di una delle manifestanti coinvolte. I lavoratori hanno anche dato vita a un corteo, che la scorsa settimana ha sfilato per le strade, con gli striscioni, giungendo in piazza Aldo Moro, dove gli oltre cento manifestanti hanno avuto un colloquio con il primo cittadino, Antonio Fitto. La politica e il mondo sindacale potrebbero fornire molte risposte, che sono attese con trepidazione dai manifestanti, che al momento vedono il proprio futuro molto incerto. (A.Leu.) `~ëëáåíéöê~íá=^çéäåüái= ëá=î~=~î~åíá=~=ëáåöüáçòòç= I 700 lavoratori sentono aria di licenziamenti e sperano in un ulteriore proroga di 9 mesi della cassa integrazione chiesta alle istituzioni. Un problema che si trascina da anni TRICASE Ancora un altro mese per tirare a campare, scadenza il 31 marzo prossimo, per i 700 dipendenti dell ex calzaturificio Adelchi. La deroga straordinaria della cassa integrazione regionale prorogata a metà dicembre scorso scade infatti fra 30 giorni. E dopo cosa succederà? Una situazione drammatica che rischia di lasciare sul lastrico centinaia di famiglie senza lavoro, a meno che in extremis non venga fuori una soluzione politica ed economica per i lavoratori. Intanto i cassintegrati non stanno a guardare, ma sono seriamente preoccupati per il futuro del loro lavoro e delle rispettive famiglie. Il 27 gennaio scorso abbiamo chiesto con forza e determinazione, per non dire rabbia -sottolinea il Comitato degli operai Michele Frascaro -, una ulteriore proroga di 9 mesi della cassa integrazione regionale per non vederci schiacciati dopo il 1 aprile. Siamo ancora fiduciosi di entrare a far parte dell accordo di programma del Ministero del Lavoro per poter usufruire degli ammortizzatori sociali e riprendere il nostro lavoro non precario, ma duraturo nel tempo. Non possiamo andare avanti -ribadiscono i lavoratorisempre a singhiozzo col patema d animo che ci angoscia ogni mese. Il Comitato comunque rimane sempre presente e vivo nel territorio, seguendo passo dopo passo, questa drammatica vicenda, che non si riesce a sbloccare definitivamente. I politici e le istituzioni devono comunicare a chiare lettere -concludono gli operai- se veramente intendono affrontare con coscienza, senso di umanità e impegno l annoso problema che si trascina da anni. Un futuro incerto e nebuloso per una strada tutta in salita dunque, con una crisi del settore che ha lacerato un vasto comparto del territorio ed è per questo che occorre individuare soluzioni chiare per un rilancio produttivo del distretto. Una vertenza destinata ancora a navigare in alto mare, secondo i cassintegrati, con tutte le conseguenze che ne deriveranno. Tutti intendono conoscere le verità e al bando le parole, promesse, incontri e assemblee, poiché sino ad oggi si è registrato solo una perdita di tempo soprattutto con gli imprenditori. Con questo pensiero gli operai abbandonano a notte fonda piazza Pisanelli di Tricase per rincasare. (G.N.)

11 insalute Supplemento a Belpaese n. 399 del 26 febbraio 2011 Coordinamento editoriale: Mariateresa Scrutinio SINDROME DA COMPUTER máååçäá=åçåëáöäá= ééê=éêéëéêî~êé=öäá=çååüá ALIMENTAZIONE `çë~=ã~åöá~êé= ééê=åìê~êé=ä~=ééääé EFFETTO YO-YO f=ç~ååá=çéääû~äìëç= Çá=ÇáÉíÉ nr^kal=`ûð=i^=p^irqbkkk= I rimedi della nonna contro i malanni

12 26 febbraio 2011 insalute II Non solo fisioterapia Le attrezzature all avanguardia e la capacità di andare a fondo nella ricerca della motivazione del disagio sono le regole d oro per la completezza del centro Carisma Le strumentazioni tecnologiche di ultima generazione e la competenza, unita all esperienza, del personale caratterizzano i trattamenti di terapia fisica e riabilitazione per patologie ortopediche, reumatiche e post-traumatologiche. L alta percentuale di casi post-chirurgici di protesi trattati presso questo istituto, insieme all efficienza dimostrata dagli specialisti in campo ortopedico, traumatologico e sportivo che collaborano col centro, rendono tale struttura riconosciuta a livello regionale per il recupero dei casi di protesi di ginocchio, protesi di anca, ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA) e traumi sportivi tra cui la spalla e il ginocchio in particolare. La consulenza settimanale di un ortopedico esperto e specializzato che per anni ha operato in ambienti sportivi conferisce al centro Carisma un ulteriore vantaggio relativo alla garanzia dei migliori risultati di recupero. Stiamo parlando di un centro all avanguardia nel settore, diretto dal dottor Massimiliano De Paola e sito a Casarano, dove gli aspetti psicologico e umano vengono messi al di sopra di tutto e, conseguentemente, ogni membro dello staff si impegna nel creare un clima amichevole basato sulla comprensione e sul dialogo col paziente, tale da rendere più piacevole la terapia. Il centro medico è abilitato ad eseguire tutti i trattamenti di fisiokinesiterapia, è possibile avvalersi di ionoforesi, bacinelle galvaniche, radar, magnetoterapia, ultrasuonoterapia, pressoterapia, linfodrenaggio, laserterapia, massaggi terapeutici e rilassanti, elettroterapia di stimolazione (Compex 1-2), elettroterapia antalgica, trazioni vertebrali, recupero funzionale da traumi sportivi, ipertermia fisioterapica, kinetec, tecarterapia e i nuovi metodi di terapia ad onde d urto focalizzate, che oltre all effetto antiflogistico legato alla rimozione del dolore mediante inibizione dei recettori specifici e del Laser Nd: Yag, un laser a stato solido che sfrutta come mezzo laser attivo un cristallo di ittrio e alluminio (YAG) drogato al neodimio. Una delle particolarità del centro riguarda il fatto che fornisce anche consulenza e supporto psicologico, in linea con la filosofia che muove tutti i servizi offerti secondo cui è fondamentale, per arrivare alla causa dei problemi, analizzarne tutti gli aspetti, infatti Carisma si avvale anche di esperti nutrizionisti. Il principio guida è quello di ridonare a tutti i pazienti l equilibrio naturale, non limitandosi a far scomparire gli effetti del problema, ma indagando sulle cause e rimuovendole. La struttura si avvale anche di un metodo innovativo: l osteopatia, ossia quel sistema di valutazione e di trattamento che tratta varie patologie senza utilizzare farmaci, ma solo attraverso la manipolazione. Tutta l attività si basa su un approccio olistico e scientifico secondo cui si può giungere ad un effettiva visione d insieme, nello studio dei rapporti tra mente e corpo, solo trovando un punto d incontro tra i tecnicismi biologici e le componenti meno misurabili dell uomo, cioè gli aspetti psicologici ed emozionali che caratterizzano la dimensione umana, che fanno dell essere umano molto di più di un semplice assemblato biomeccanico di muscoli, tendini, ossa e articolazioni. RIGENERAZIONE EQUILIBRIO BENESSERE CASARANO Via Ruffano Tel

13 26 febbraio 2011 insalute notizieinpillole III cêìííá=çá=äçëåç=ééê=éêéîéåáêé=áä=m~êâáåëçå Integratori inutili Un miliardo e mezzo di euro l'anno in integratori speso dal 30% degli italiani. Una spesa inutile nella stragrande maggioranza dei casi che, oltre ad avere un costo per le nostre tasche, può danneggiare la salute. La necessità di una aggiunta di integratori nella alimentazione -ricorda l'aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) in una nota- riguarda una ristretta fascia di popolazione, per il resto è moda, che si paga a caro prezzo. Dosi eccessive di vitamine possono essere dannose, quelle liposolubili (A, E, D, K) possono intossicare il fegato e quelle idrosolubili (gruppo B, C, H, PP, acido folico e pantotenico) possono alterare la funzionalità renale. Basta una corretta alimentazione per assicurare al nostro organismo tutto quello che necessita. E la posizione geografica del nostro Paese consente di avere una vasta gamma di prodotti per tutto l'anno. Un gruppo di scienziati della Harvard School of Public Health di Boston ha dimostrato che mangiare fragole, lamponi, ribes, more e mirtilli riduce il rischio di ammalarsi sia negli uomini che nelle donne. Con un vantaggio in più per i maschi, che possono dribblare la patologia anche consumando mele, agrumi, the, vino rosso, cioccolato e in generale tutti gli alimenti ricchi di flavonoidi. Gli studiosi hanno calcolato che il 20% di uomini che assumeva le quantità maggiori di flavonoidi aveva un rischio di La sanità italiana entra finalmente a pieno titolo nel nuovo millennio, abbracciando la tecnologia più moderna e rendendo disponibile, entro il 2012, il Fascicolo sanitario elettronico, Fse. Un vero e proprio riassunto della storia clinico-sanitaria di una persona, una sorta di cartella i~=ë~äìíé=áå=ìå=åüáé Parkinson quasi dimezzato (-40%). Nelle donne la relazione tra consumo di flavonoidi e rischio malattia non è stata osservata, ma andando a distinguere fra sottoclassi di flavonoidi si è visto che l'assunzione regolare di antocianine ottenute principalmente dai frutti di bosco aveva un effetto 'scudo' in entrambi i sessi. Questo è il primo studio che analizza negli esseri umani l'associazione tra consumo di flavonoidi e rischio Parkinson -spiega l'autore, Xiang Gao- La ricerca suggerisce un effetto neuroprotettivo delle antocianine. E se il risultato sarà confermato, i flavonoidi potranno essere considerati un modo sano e naturale per evitare il Parkinson. clinica in costante aggiornamento, che raccoglie tutti i suoi dati e i suoi documenti in materia, che le regioni realizzeranno per ogni cittadino, previo consenso dell interessato. Costantemente aggiornato, con le novità e le informazioni più recenti, il Fascicolo sanitario elettronico rappresenta una vera opportunità di crescita, per migliorare il servizio sanitario reso ai cittadini: in caso di urgenze, gli operatori e i medici, grazie al Fse, possono consultare velocemente i dati del paziente, la sua storia clinica, garantendo un assistenza migliore. ^ííéåòáçåé=~äädéååéëëç=å~äçêáåç Il rischio non è solo quello di accumulare chili di troppo, ma di aprire la strada alle malattie autoimmunitarie. Il dato emerge da uno studio internazionale diretto dai ricercatori del Cnr di Napoli, pubblicato su Immunity. La ricerca ha evidenziato che un fattore della cellula detto mtor (mammalian target of rapamycin) è molto espresso in un gruppo di linfociti detti T regolatori, particolarmente importanti nella protezione dalle malattie autoimmunitarie e infiammatorie. L mtor controlla la crescita di questi linfociti protettivi mediante delle oscillazioni. Il blocco di queste oscillazioni potrebbe indurre un cattivo funzionamento di mtor e di conseguenza una riduzione nel numero di tali linfociti, predisponendo alla patogenesi delle malattie autoimmunitarie. L'eccesso calorico e nutrizionale può determinare l attivazione costantemente alta di mtor opponendosi alle sue oscillazioni questo spiegherebbe almeno in parte perché, dove esiste una presenza di sovrappeso e obesità, una cronica stimolazione di mtor dovuta all'eccesso calorico e nutrizionale porti al malfunzionamento e alla riduzione dei linfociti T regolatori e a una conseguente maggiore predisposizione alle malattie infiammatori croniche ed autoimmunitarie. L'acquisto di farmaci on line è illegale? Secondo i risultati di una ricerca dell'agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), non sa rispondere a questa domanda oltre il 40% degli italiani. Convinti, nel 33% dei casi, che comprare medicinali su un sito web sia una cosa positiva e vantaggiosa. Solo il 19% dei connazionali sa che la legge italiana non lo consente. Alcool in adolescenza Non solo conseguenze a breve termine che, dopo una sana dormita, possono rientrare. Ma anche effetti sul lungo periodo dannosi per la salute e poco prevedibili: per questo, spiegano gli studiosi della London School of Hygiene & Tropical Medicine su Plos Medicine, i ragazzi non dovrebbero fare uso di bevande alcoliche, o dovrebbero limitarne al minimo il consumo. Gli studiosi hanno esaminato i dati raccolti da 54 studi diversi. Nonostante servano più dati per confermare la relazione tra il consumo di alcol durante l'adolescenza e le conseguenze sul lungo periodo - come i tassi di mortalità, i reati penali, il livello di salute mentale-, dai dati analizzati si può supporre, spiegano i ricercatori, che 'il forte consumo di alcolici tra gli adolescenti appare una probabile causa dell'abitudine al bere anche durante l'età adulta'.

14 26 febbraio 2011 insalute IV La validità di questi rimedi, sperimentata empiricamente, è oggi avvalorata dalla ricerca scientifica, che riconosce l efficacia dei principi contenuti in piante, pietre, alimenti, per la cura non solo di piccoli disturbi ma anche di vere e proprie malattie. Questi rimedi, dunque, soppiantati dalla medicina moderna e considerati spesso inefficaci o addirittura frutto di superstizioni, riacquistano oggi nuova dignità, col conforto della scienza e sull onda di una nuova filosofia di vita. L uomo, sempre più desideroso di praticare uno stile di vita più naturale e di vivere in maggiore simbiosi con la natura, è consapevole che la natura stessa gli fornisce tutti gli alimenti-elementi che gli consentono di vivere bene in salute. Cosa c è di meglio, allora, dei rimedi naturali che la sapienza degli antichi ha indicato come cure per i malanni e come strumento di sanità? Ecco allora alcuni di questi rimedi, sperimentati e sicuramente efficaci. Sono facilmente reperibili, economici e di facile impiego. Mal di testa Bollire acqua e aceto di mele in parti uguali e aspirarne i vapori. Una volta fredda, utilizzare la mistura per bagnarsi tempie, fronte, gola e collo, o utilizzarla per impacchi freddi. Oppure fare degli impacchi di foglie di cavolo o di patate crude tagliate a fettine sulle tempie. Può essere utile anche fare un pediluvio aggiungendo all acqua molto calda una manciata di sale grosso e un rametto di rosmarino. Piccoli problemi agli occhi Per curare infiammazioni, orzaioli e congiuntiviti, scaldare a vapore delle foglie di cavolo finché non diventano morbide e applicarle ancora tiepide sugli occhi. Oppure applicare sugli occhi due garze imbevute di infuso di camomilla. Per decongestionare applicare sugli occhi delle fettine di patata. Otite Schiacciare uno spicchio d aglio e mescolarlo a un cucchiaio di olio. Scaldarlo in un bicchierino tra le mani e metterne alcune gocce nell orecchio. Per l otite esterna, miscelare in parti uguali acqua di rubinetto e aceto di mele. Mettere ogni sera tre gocce di preparato nel condotto uditivo esterno. Naso chiuso Mescolare un cucchiaio di bicarbonato di sodio e uno di sale con due tazze di acqua molto fredda fino a sciogliere gli ingredienti. Intingere un fazzoletto nel liquido e appoggiarlo sul naso per decongestionare il setto nasale. Oppure far bollire in acqua la scorza di mezza arancia e mezzo limone, e due fette d arancia. Lasciare in infusione qualche minuto, poi filtrare, zuccherare e aggiungere una tazzina di rum. Quando c è la salute, c è tutto La tipica frase utilizzata dai nostri nonni, che conoscevano un consistente numero di rimedi, non tutti infallibili ma molti assai efficaci, per preservarsi dai malanni Bere prima di andare a dormire. Raffreddore Far bollire cinque chiodi di garofano in una tazza d acqua e inalarne i vapori. Oppure tagliare una cipolla a metà e posizionarla in prossimità della testa durante il sonno, in modo da aspirarne i vapori. Oppure far bollire un litro di acqua con due pugni di sale grosso e utilizzare per i fumenti. All acqua bollente si può aggiungere della menta o delle gocce di eucalipto. Oppure far bollire del vino rosso con un bastoncino di cannella e qualche chiodo di garofano. Aggiungere dello zucchero e bere caldo. Oppure assumere una tazza di latte caldo col miele prima di andare a dormire. Mal di gola e raucedine Mettere a bollire in un pentolino un bicchiere d acqua, un cucchiaino di cannella in polvere e due cucchiaini di miele. Assumere un cucchiaino di preparato ogni due ore. Oppure far bollire due bastoncini di liquirizia in poca acqua insieme a due foglie di alloro. Bere l infuso tiepido dopo aver aggiunto un cucchiaio di miele. Per alleviare la sensazione di pizzicore alla gola, preparare una mistura di limone spremuto e miele di eucalipto. Assumerne un cucchiaino ogni due o tre ore. Per i gargarismi, lasciare una decina di foglie di salvia in infusione in mezzo litro di acqua. Filtrare l infuso prima di utilizzarlo. Per la raucedine, bere un centrifugato di carote fresche arricchito da un cucchiaino di miele. Tosse Bere il succo di un limone con un cucchiaio di miele. Oppure tagliare una cipolla a fette e immergerla in un po di acqua e miele per qualche ora. Filtrare e bere tre volte al giorno. Oppure far bollire in un litro d acqua tre o quattro fichi secchi, buccia d arancia o limone, due foglie di nespolo, qualche radice di malva e un po di camomilla. Far ridurre il liquido di circa la metà e berne una tazza bollente più volte al giorno. Per la tosse secca, mettere a bollire 20 grammi di borraggine in mezzo litro di acqua per 20 minuti. Bere un bicchierino di decotto ogni due ore. Bronchite Per sciogliere il muco, cuocere delle patate fino a renderle morbide, poi schiacciarle in un tessuto di cotone e chiuderlo a mo di sacchetto. Aspettare che la patate non scottino troppo e applicare l impacco sul petto più volte al giorno. Alito cattivo Masticare semi di finocchio, o del prezzemolo fresco, o qualche chicco di caffè. Oppure sciogliere in un bicchiere di acqua un cucchiaino di bicarbonato di sodio e fare dei gargarismi. Mal di stomaco Far bollire per pochi minuti due tazze d acqua con tre o quattro foglie di alloro, la buccia di mezzo limone e un cucchiaio di zucchero. Assumere il decotto più volte al giorno. Diarrea Far bollire per mezz ora in una pentola, coperta per limitare l evaporazione dell acqua, due pugni di riso in un litro di acqua. Filtrare e bere nel corso della giornata, aggiungendo zucchero o miele se gradito. Utile anche per combattere la gastroenterite. Mal di schiena Far bollire dei semi di lino e poi avvolgerli in un telo. Quando l involucro si raffredda un po, applicarlo sulla parte dolorante. Oppure applicare sulla schiena un altra fonte di calore, come la borsa dell acqua calda. Febbre Questo rimedio è particolarmente adatto ai bambini. Per far diminuire la temperature avvolgere i polpacci e i polsi con pezze bagnate con acqua fredda. Oppure applicare del ghiaccio nella zona dell inguine. Prurito e irritazioni cutanee da contatto Strofinare la parte irritata con fette di zucchina. Piccole ferite Mischiare un po di vino rosso con dello zucchero fino ad ottenere un composto piuttosto denso. Applicarlo sulla ferita. Per cicatrizzare piccole ferite da taglio, far aderire alla ferita una buccia di aglio. Punture di insetto Applicare mezza cipolla sulla puntura e strofinare qualche secondo. Oppure diluire con un po d acqua dell aceto di sidro di mele e applicarlo sulla puntura. Scottature lievi ed eritemi Per le scottature, immergere la parte del corpo bruciata in acqua fredda e poi applicare un impacco di olio di oliva o di succo di aloe vera. Oppure immergere la parte dolorante nel latte freddo. Per gli eritemi, applicare sulla parte interessata del succo di limone o del tè freddo o del succo di aloe vera. Se l eritema impedisce di dormire, immergersi in una vasca di acqua fredda dopo avervi disciolto abbondante bicarbonato. Contusioni e distorsioni Per lenire il dolore riscaldare dell aceto, immergerci un panno e fare degli impacchi sulla parte dolorante. Oppure applicare sulla parte interessata un cataplasma con argilla. Dolori muscolari Collocare una moneta in una garza in modo da ottenere una specie di sacchetto e avvolgere strettamente su se stessi i lembi di chiusura, in modo da formare una specie di stoppino. Appoggiare il sacchetto con dentro la moneta sulla parte dolorante. Incendiare lo stoppino e coprire immediatamente il sacchetto con un bicchiere, il cui orlo sarà direttamente a contatto con la pelle, in modo da provocare lo spegnimento della fiamma. Aspettare trenta secondi e poi staccare il bicchiere dalla pelle. L assenza di ossigeno creerà un benefico effetto-risucchio. Ripetere l operazione più volte. Mal di piedi Per i calli e i duroni, sciogliere mezza tazza di sale o di bicarbonato di sodio in acqua calda e immergerci i piedi. Strofinare il callo o il durone con uno stelo di dente di leone (tarassaco). Applicare del succo di aloe vera oppure del lievito di birra impastato con succo di limone. Ripetere l operazione più volte. Oppure applicare sulla parte interessata una fetta di limone o mezzo spicchio di aglio e tenerlo tutta la notte.

15 26 febbraio 2011 insalute V Cibo: ansia o piacere? Il dottor Giuseppe Rizzo, biologo nutrizionista ed etologo alimentare, in collaborazione con la Società Italiana per lo Studio e la Ricerca in Alimentazione e Nutrizione, ci svela i segreti del vero significato della dieta Ognuno di noi è continuamente messo a confronto con immagini snelle ed eleganti e consigliato su come mangiare bene o sano, o perdere peso e avere una vita felice. Negli ultimi anni un numero sempre crescente di persone cerca di seguire una dieta o si sente in dieta; è stato anche coniato un nuovo vocabolo: dietodipendenza. La parola dieta è di origine greca e significa regime quotidiano di alimentazione o, più in generale, lo stile di vita che ogni individuo deve costruire sulle proprie personali esigenze e caratteristiche; ora la stessa parola invece indica, nel linguaggio comune, limitazione, sottrazione di cibo, astinenze e proibizioni, schemi rigidi e preconfezionati venduti come miracolistici. Qualsiasi dieta ipocalorica, infatti, fa dimagrire se seguita rigorosamente, ma se una volta raggiunto il peso voluto si ritorna alle abitudini alimentari precedenti i chili ritornano inesorabilmente uno dopo l altro, e comincia così l effetto yo-yo. È anche importante sottolineare che le diete L ANGOLO DOLCE Rubrica a cura di Pasticceria L angelica Addolcirsi non fa male C è chi sostiene che, se si mangiano dolci, non si fa una dieta sana. Coloro che lo pensano si sbagliano. L assunzione di dolci, con criterio, è essenziale per la completezza del nostro benessere. Non solo si può cedere ai peccati di gola, ma si deve. Infatti, privarsi troppo a lungo di ciò che per noi rappresenta un momento piacevole e gratificante può portare non solo alla frustrazione ma a vere e proprie improvvise abbuffate che non sono certo salutari per il nostro organismo né per la nostra dieta. Lo sa bene il pasticcere Eward (nella foto) della nota pasticceria L Angelica, sita a Maglie e Nardò, che si contraddistingue per una scelta schierata con la qualità delle materie prime e, di conseguenza, di tutti i suoi prodotti finiti. Non è un caso che moltissimi rivenditori si rivolgano a L Angelica per la fornitura di dolciumi sia per la colazione sia per fine pasto e che tanti privati scelgano di usufruire dei prodotti dell attrezzatissimo laboratorio che sforna anche rosticceria. Gli accurati controlli di qualità sia delle materie prime sia dei procedimenti di lavorazione (a cui si tiene molto) -sottolinea Eward- sono di fondamentale importanza per rispettare la salute dei nostri clienti garantendo freschezza e genuinità. Il regalo della pasticceria per la Festa del Papà è la ricetta delle zeppole! ipocaloriche normalmente inducono un aumento del desiderio di mangiare; chiunque abbia seguito una dieta può ricordare la grande sensazione di fame o le grandi voglie per cibi vietati, che spesso non erano così appetibili prima della dieta. La fame è una delle cause delle abbuffate che spesso si verificano durante o subito dopo aver sospeso una dieta. È importante essere educati a riconoscere e rispettare la fame, la sazietà e le voglie, perche chi rispetta i segnali del proprio corpo si nutre bene e non esagera. Chi si vieta troppo, corre il rischio di esagerare, perché quando mangia un cibo che ritiene vietato o pericoloso, pensando di aver commesso un peccato o di aver rovinato tutto, fa il pieno anche per i giorni successivi. Negli Stati Uniti è nato il movimento antidieta, soprattutto dopo che il National Institute of Health ha stabilito che la dietomania è un vero e proprio rischio per la salute e che i regimi dimagranti vanno limitati alle persone con diabete o ipertensione arteriosa o che superano di almeno 20 chili il loro circa 20 uova intere, sempre girando. Su un foglio di carta oleata deporre il composto a forma di cerchio utilizzando un sac a poche. A questo punto non vi resta che scegliere se infornare le zeppole a circa 200, oppure friggerle nell olio bollente. Infine si rigirano nello zucchero e si aggiunge un po di crema pasticcera ed una ciliegina. Buona Festa del Papà e auguri di San Giuseppe! peso forma. Il vero messaggio contenuto nella parola antidieta non è anarchia alimentare, come spesso si crede, ma equilibrio e moderazione, perché non esistono cibi buoni o cattivi ma porzioni adeguate o inadeguate alle reali necessità dell organismo, non sono gli alimenti a essere pericolosi ma solo un certo modo scriteriato di mangiare. La continua e sistematica mortificazione dell istinto più vitale che esista (la fame) porta col tempo ad un vero e proprio disturbo sul piano psicologico e del comportamento alimentare, che può anche sfociare nell anoressia o nella bulimia. Se decidiamo di recuperare un rapporto di fiducia e non ansiogeno col cibo dobbiamo ricominciare a rispondere alla fame ed alla sazietà, riscoprendo il piacere della buona tavola. A poco a poco si ricomincia a dialogare quotidianamente con il proprio istinto alimentare e con il proprio corpo, ed è proprio l istinto che salva dagli eccessi. Non accadrà più di venire travolti da quella fame da lupi assolutamente incontrollabile che, dopo giorni di dieta e di assurde privazioni, non può non far valere i suoi diritti. Non è tutto facile, ci vuole impegno anche per ricominciare a mangiare con gusto e ugualmente perdere peso, se è necessario, perché come ricorda la giornalista Abigail Van Buren una cattiva abitudine non scompare mai per miracolo: è un lavoro di disfai-da-te. L antidieta, il metodo dell accettazione di se stessi e della valorizzazione della fame e della sazietà è più sensata dei tradizionali regimi dimagranti e, a lungo termine è anche più efficace, perché fa perdere peso, per così dire, più lentamente ma i chili persi non vengono recuperati dopo poche settimane, come succede nell 85-90% dei casi in chi segue un regime dimagrante tradizionale. Chi ha compiuto un lavoro di riabilitazione e di rieducazione alimentare ha smaltito il suo sovrappeso ed è diventato autonomo di fronte al cibo, anche se spesso si ritrova qualche chilo in più rispetto a quello che aveva sempre pensato come la propria linea ideale e, non ha più bisogno di maestri o ricette perché insieme ai chili in più ha smaltito anche insicurezze, ansietà e disagi di fronte al problema cibo, una questione da affrontare e risolvere, comunque, almeno tre volte al giorno. Sciogliere in 1 litro d acqua 500 gr di burro e 25 gr di sale, e portare ad ebollizione. Una volta raggiunta aggiungere 1 kg di farina ed abbassare la fiamma, mescolando fino a quando non si asciuga il composto. Togliere dal fuoco ed aggiungere, una alla volta, Sede di Maglie: via V. Veneto, 89 - Cell Sede di Nardò: via Grassi, 10 - Tel Mail:

16 26 febbraio 2011 insalute VI Sindrome da visione del computer Se utilizzate assiduamente il computer per più ore al giorno, vi sarà capitato di accusare talvolta bruciore o secchezza degli occhi, mal di testa, offuscamento della vista, ipersensibilità alla luce Sono i sintomi più comuni della Sindrome da visione del computer ( Computer Vision Syndrome ), individuata dall Associazione statunitense di optometria come patologia correlata alle molte ore passate davanti allo schermo di un computer, un palmare, un telefono cellulare o qualsiasi altro dispositivo elettronico portatile. Il computer -dichiara il dottor Kent Daum, vicepresidente dell Illinois College of Optometry di Chicago- mette a dura prova la vista, soprattutto perché le immagini non sono chiare come sembrano e perché è più difficile per gli occhi concentrarsi in confronto a quanto potrebbero fare su un foglio di carta stampata. Al contrario della carta stampata, che è un mezzo di visualizzazione statica, il monitor ridisegna continuamente l immagine, costringendo l occhio ad adeguarsi costantemente per percepirne il cambiamento. Mantenere costante l attenzione diventa così molto più difficile. La Sindrome da computer è causata da fattori come l illuminazione della stanza, l abbagliamento dello schermo, la tecnologia del monitor, e altri fattori di natura ergonomica. In America circa 10 milioni di persone ogni anno ricorrono all oculista per problemi visivi collegati all uso del computer, e in tutto il mondo 7 utilizzatori professionali su 10 soffrono di Sindrome da visione da computer. Gli esperti danno pochi semplici consigli per affrontare il problema: effettuare visite di controllo periodico dall oculista, che saprà fornire le soluzioni più idonee al caso; disporre gli appositi filtri per lo schermo del pc; battere gli occhi frequentemente. Almeno ogni 20 minuti fare una pausa di circa 20 secondi, per evitare che gli occhi si secchino e che si verifichino appannamento della vista ed irritazioni. Posizionare lo schermo del computer leggermente più in basso dell altezza degli occhi in modo da assumere una postura corretta ed evitare dolori al collo e alla schiena; curare l illuminazione vicino allo schermo utilizzando una piccola luce direzionata in modo che non provochi riflessi sullo schermo stesso ed evitare di posizionare il computer nelle immediate vicinanze della finestre. Per difendersi dalla sindrome, poi, gli esperti consigliano di indossare degli appositi occhiali digitali, in grado di proteggere i nostri occhi dallo stress che le periferiche digitali e i monitor in generale creano alla vista, e che si sono rivelati efficaci per il 75% degli utilizzatori. Gli occhiali, le cui lenti sono fatte di un materiale utilizzato anche dalla Nasa, sono da poco disponibili anche in Italia. GIULIANO RISPONDE Rubrica a cura di Ottica Giuliano Domande e risposte sulle lenti progressive Sono miope e presbite, posso risolvere i miei problemi con un unico paio di occhiali? Si, da quando esistono le cosiddette lenti progressive. Con una sola lente è possibile vedere da lontano (guida, televisione, ecc.), da vicino (lettura, cucito, ecc.) e anche a distanza intermedia (computer, lavorare a banco, cucinare, ecc.), utilizzando sempre lo stesso paio di occhiali. È la soluzione più moderna oggi utilizzata per ritrovare il piacere di vivere ogni momento, mettendo a fuoco tutti i dettagli. Tutti i poteri correttivi sono fusi in un unica lente, senza più mostrare alcuna linea di divisione antiestetica. Le lenti progressive funzionano davvero? Certamente! Rispetto ad altre soluzioni ottiche (lenti monofocali, bifocali, trifocali), queste lenti consentono una visione nitida a tutte le distanze, avendo anche una migliore qualità ottica. Inoltre bisogna specificare che si tratta di lenti personalizzate, quindi l adattamento è anche molto più rapido. Cosa vuol dire personalizzate? Che nessun portatore di lenti progressive è uguale ad un altro, ognuno ha le proprie personali esigenze e per questo si realizzano lenti progressive uniche. Ottica Giuliano di Giuliano Adamuccio Via San Giuseppe, 35 - Maglie Tel Quindi non tutte le lenti sono uguali? Ovviamente no. In commercio esistono diversi tipi e marche di lenti. Poiché, per una legge fisica, la qualità della visione diminuisce nell area periferica nel campo visivo del vicino e dell intermedio, maggiore è la qualità della lente progressiva, maggiori sono i benefici che da essa si ottengono per eliminazione delle aree di aberrazione laterale. Si può scegliere qualsiasi montatura? Le nuove lenti si adattano ad una vastissima varietà di montature e questo è un grande vantaggio per quanto riguarda la comodità e l estetica; comunque, bisogna sempre attenersi al consiglio del proprio ottico. Se le lenti sono già progressive possono essere, contemporaneamente, anche fotocromatiche? Naturalmente sì. Le scelgono tutti coloro che desiderano lenti super performanti, dall elevato contenuto tecnologico e di personalizzazione, stando sempre attenti alla qualità. Se non dovessi abituarmi, cosa succede? Questo tipo di lente ormai è una realtà nel mercato delle lenti oftalmiche ed ha raggiunto un alto livello di popolarità grazie proprio al sofisticato design di superficie ed ai notevoli vantaggi estetici e relativi al peso specifico. Inoltre i lunghi periodi di adattamento che si avevano con le prime lenti progressive, ora sono solo un ricordo: esiste infatti la cosiddetta garanzia di adattamento per cui, entro circa un mese dall acquisto, se c è qualche problema le lenti vengono sostituite con altre o con le due lenti per miopia e presbiopia.

17 26 febbraio 2011 insalute VII

18 26 febbraio 2011 insalute VIII Come detergere la propria pelle A cosa serve, come effettuarla e quali prodotti scegliere per curare la propria pelle La detersione della cute ha lo scopo di rimuovere secrezioni cutanee, cellule morte, sporco ambientale, residui di trucco e microbi, che non possono essere asportati utilizzando solo l acqua. Lo sporco, infatti, è formato, oltre che da sostanze idrosolubili (cioè che possono essere rimosse dall acqua), da sostanze liposolubili che devono essere prima emulsionate da un detergente. Il componente essenziale del detergente è il tensioattivo, una sostanza formata da una parte che lega le sostanze lipofile e una parte che lega le sostanze idrofile dello sporco, emulsionandole in una soluzione acquosa e asportandole dalla cute. Vanno utilizzati detergenti che svolgano l azione pulente senza provocare un effetto irritante sulla cute. I prodotti a ph leggermente acido ( ) assicurano la detersione, limitano la proliferazione batterica e hanno una buona tollerabilità cutanea. È consigliabile applicare il prodotto detergente con un leggero massaggio, non usare una quantità eccessiva di prodotto ed evitare l uso di acqua troppo calda che può irritare la cute. Preferire una doccia di breve durata con acqua tiepida a bagni prolungati in acqua troppo calda. Evitare detergenti molto schiumogeni e profumati e utilizzare detergenti specificamente formulati per il proprio tipo di pelle. Alimentazione per la pelle La nostra pelle parla di noi, è la nostra immagine, condiziona e riflette il nostro stato di salute È l organo più esteso e visibile del nostro corpo. Ci consente di relazionare con l esterno attraverso il tatto, ci protegge dalla disidratazione, permette l assorbimento dell ossigeno e l eliminazione di prodotti di rifiuto dell organismo. Avere una pelle sana e curata ci rende indubbiamente più sicuri nei rapporti con gli altri, consapevoli che ci presentiamo nella nostra forma migliore. Creme, maschere, cosmetici sono indubbiamente ottimi alleati, ma alla base delle salute della pelle ci sono un corretto stile di vita e soprattutto un alimentazione sana. Ecco alcuni consigli per mantenere la vostra pelle fresca, morbida, liscia e luminosa. - Svolgete regolarmente una moderata attività fisica: aiuta a mantenere la pelle sana ed elastica. L attività fisica, infatti, stimola la produzione di collagene ed elastina, e favorisce il rinnovamento cellulare. Non solo: il movimento aumenta la circolazione sanguigna, garantendo un miglior apporto di ossigeno alle cellule e favorendo una corretta termo-regolazione della pelle, che risulta più luminosa. - Evitate le prolungate esposizioni al sole, soprattutto nelle ore più calde, e utilizzate sempre una crema protettiva: per via dei raggi UVA, il sole è la causa principale dell invecchiamento cutaneo. - Abolite tabacco e alcool: modificano il metabolismo delle cellule dell epidermide e stimolano la produzione di radicali liberi, molecole di ossigeno altamente reattive, che danneggiano le cellule e contribuiscono ad aggravare ogni possibile problema della pelle, dalla secchezza alle rughe. - Consumate grandi quantità di frutta e verdura, quattro o cinque porzioni al giorno: contengono sostanze preziose per la salute della pelle. - Per una pelle soda e lucente mangiate patate dolci, pomodori, meloni: sono eccezionali antiossidanti e combattono i radicali liberi. - Arance, limoni, pompelmi, lime, fragole, consumati più volte al giorno, garantiscono il giusto apporto di vitamina C, anch essa antiossidante, ma capace soprattutto di stimolare la produzione e la conservazione del collagene. - Spinaci, rape verdi, broccoli e molte verdure a foglia verde scuro apportano grandi quantità di vitamina A, che favorisce il processo di crescita e sviluppo delle cellule e protegge la pelle dall invecchiamento cellulare. - Mangiare pesce è un ottimo modo per fare il pieno di omega- 3, acidi grassi essenziali fondamentali per contrastare la secchezza e l invecchiamento precoce della pelle e le infiammazioni cutanee. Sono molto ricchi di omega- 3 il salmone, la trota, il tonno, lo sgombro, la sardina, l aringa e molti crostacei. - Carote, semi di girasole e mandorle apportano vitamina E, che contrasta i processi ossidativi e protegge dagli effetti dannosi dei raggi UV. Mangiatene per mantenere la pelle idratata ed elastica. - Le bacche di cacao, di cui è ricco il cioccolato fondente, contengono flavanoli, sostanze dal potente effetto antinfiammatorio e antiossidante. - Per avere una pelle morbida e liscia bevete tè: contiene EGCG, un potentissimo antiossidante capace di contrastare le sostanze chimiche coinvolte nella formazione di acne e infiammazioni e connesse ai processi di invecchiamento cutaneo. Tutte le varietà di tè ne contengono, ma il tè verde è il migliore, e grazie al suo basso contenuto di caffeina può essere consumato con meno parsimonia. Inoltre il tè verde aiuta a contrastare gli ormoni dello stress, altro nemico della pelle, e a mantenere intatte le fibre di collagene.

19 26 febbraio 2011 insalute IX Tenersi in forma, che passione! Professionalità, varietà di servizi, cortesia, costanza e soprattutto passione sono le caratteristiche del tenersi in forma secondo Sport City La cura del proprio benessere è un fattore di vita talmente importante che necessita di un luogo adeguato, una sorta di tempio in cui tutto ciò che occorre sia a disposizione nella sua forma migliore, con attrezzature di ultima generazione, metodologie all avanguardia, strumenti efficaci e professionalità organizzate. Tutto questo lo si può trovare in un unico centro, nel Salento, che offre servizi che spaziano dalla riabilitazione allo sport in piscina fino al fitness. I percorsi fitness progettati dai fratelli Conte (Gianluca, dottore in Scienze Motorie, ed Antonio, noto allenatore già capitano della squadra juventina), accompagnano la preparazione atletica, la ginnastica antalgica, il cardiofitness, la ginnastica posturale, lo stretching, la ginnastica dimagrante ed il body building. Nell ampia e fornitissima sala attrezzi, firmata Tecnogym, per non farsi mancare nulla, si effettua anche allenamento personalizzato. L area piscina, grazie alla vasca semiolimpionica, consente di effettuare sia l acquagym ed i corsi di nuoto per tutte le età che i corsi per assistente bagnanti. Già da diversi anni il centro Sport City segue progetti in piscina con alunni delle scuole di Sternatia, Zollino e Corigliano d Otranto grazie alla collaborazione dei rispettivi dirigenti, i professori Maria Rita Zitani e Luigi Martano, e le amministrazioni comunali, sostituendo l ora di educazione fisica per formare i ragazzi al nuoto. Una delle rarità da sottolineare riguarda gli spogliatoi dotati di docce e phon gratuiti, senza gettoniera. Il centro comprende anche un efficientissima area dedicata a fisioterapia e riabilitazione convenzionata A.U.S.L. con medico fisiatra interno. La struttura, comoda da raggiungere da tutta la provincia in quanto in un punto centrale del Salento, Zollino, priva di barriere architettoniche e dotata di un ampio parcheggio gratuito, su una superficie di mq associa alla modernità delle strumentazioni tecnologiche una tradizione di lunga esperienza. dal lunedì a venerdì dalle 7.30 alle SS 16 Lecce-Maglie 14,7 Km uscita Zollino (zona industriale) Tel/Fax Cell

20 26 febbraio 2011 insalute X

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli