Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N LUGLIO 2015 IL PALAZZO DI VETRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N 26-02 LUGLIO 2015 IL PALAZZO DI VETRO"

Transcript

1 Settimanale di A, B, Lega Pro, Serie D, Calcio Femminile, Calcio a 5 e Politica Sportiva ANNO 7 - N LUGLIO 2015 LE NOSTRE RUBRICHE DENTRO IL PALAZZO pag.4 CALCIO FEMMINILE pag DAL CAMPO AL FORO pag.21 CAMPIONATO SAMMARINESE pag.23 ISSN IL PALAZZO DI VETRO FEDERCALCIO TRASPARENTE: ORA IL PROCURATORE FEDERALE PARLA IN VISTA INASPRIMENTO DELLE PENE E RIDUZIONE DEI TERMINI A Pagina canale 177

2 numero luglio EDITORIALE LEGA PRO: ATTESA E ANSIA PENE PIÙ SEVERE: GIUSTO O NO? di FLAVIO È stato il martedì di tensione che tutti si aspettavano, anche se chi pensava che si potessero verificare ribaltoni clamorosi è rimasto deluso. Si resta ancora con un grande punto interrogativo per quanto riguarda il futuro prossimo della Lega Pro. Il bilancio, come prevedibile, non è stato approvato. Mercoledì mattina (a giornale già in stampa, gli aggiornamenti sul nostro sito è previsto un Consiglio Direttivo che dovrà decidere come continuare. Pende sulla testa della governance della Lega la mannaia del commissariamento sventolata da Tavecchio non più tardi di venerdì scorso. Ma è un ipotesi invisa anche alla controparte di Macalli, il consigliere federale Gravina, che vorrebbe si andasse al più presto a nuove elezioni. Con una Lega legittimata a farlo, ovvero con le partecipanti sicure alla prossima stagione sportiva. Quindi se ne riparlerà a settembre. Quando l inibizione di Macalli sarà finita. E, pare, Macalli non era stato informato del tentativo di sedare i dissidenti offrendo le tanto richieste elezioni. Quindi è possibile che sotto questo punto di vista si proverà a fare un passo indietro. Anche se il margine di manovra per il presidente Macalli è davvero ristrettissimo. Nel frattempo Tavecchio deve far fronte anche all ennesima ondata di calcioscommesse, con la sorpresa delle dichiarazioni di Pulvirenti che ha ammesso, nell interrogatorio di garanzia, di aver comprato cinque gare di Serie B per evitare la retrocessione della sua squadra. Pene più severe per i tesserati, minimi edittali raddoppiati (il direttore generale Uva ha usato il termine moltiplicatore, lasciando intendere che su alcuni capi di imputazione le pene potrebbero anche lievitare di tre volte), e caccia aperta e senza pietà a chi non denuncia. L omessa denuncia, appunto. Fermo restando che per l ordinamento penale non è un reato, appare davvero difficile capire come, in un mondo così omertoso come quello del calcio, dove non esce una parola dagli spogliatoi se non per alimentare voci di calciomercato, aumentando le pene si possa invogliare o spingere i tesserati a denunciare alla procura tentativi di combine. Magari a denunciare quel compagno di squadra con cui fai le vacanze da dieci anni con le rispettive famiglie, e che magari ti ha aiutato in un momento di difficoltà. È verissimo che lo spettro della pena dovrebbe essere un deterrente a stare zitti anziché qualcosa da guardare con semplice diffidenza o disincantato realismo. Ma c è anche da fare i conti con la realtà dei fatti. È come per le tasse: alzarle non significa che le pagheranno tutti perché aumentano anche le sanzioni. Saranno semplicemente più spremuti quelli che le pagano sempre comunque. O quelli che non hanno abbastanza santi in paradiso per sfuggirne. Mario Macalli (Foto Archivio)

3

4 numero luglio DENTRO IL PALAZZO L ULTIMO SCANDALO di FULVIO BIANCHI Ribrezzo e costernazione, parlavano come se fossero cose normali... : ha ragione Carlo Tavecchio. Il caso Catania fa scoprire un modo di comportarsi, quello di Antonino Pulvirenti e dei suoi amici, di spaventosa superficialità, di ingenuità anche. Il Catania era in crisi, rischiava di retrocedere dalla B? Nessun problema: bastava comprare qualche partita. E lo facevano con estrema naturalezza. Lo ha ammesso lo stesso Pulvirenti. Ogni partita costava circa 100mila euro (ma ai pm i conti non tornano). Spiace per i tifosi di Catania, non meritano tutto questo. Il club siciliano rischia seriamente di ricominciare dai dilettanti se non collabora mentre Pulvirenti sarà radiato. Rischia di dover rinunciare alla promozione in B il Teramo. Altre società di B che, tramite i loro calciatori, sarebbero state coinvolte nel tentativo di combine del Catania (tentativo non si sa se riuscito o meno), partirebbero con una penalizzazione nel prossimo campionato. Un terremoto. Che si va ad aggiungere a quello che proverà anche l inchiesta di Catanzaro (qui ci sono club di Lega Pro e serie D coinvolti) e al fatto che alcune società, per motivi economici, non riusciranno ad Anotono Pulvirenti, ormai ex presidente del Catania (Foto Archivio) iscriversi al campionato all ex serie C. Un estate infernale per il nostro calcio. L ultimo scandalo. L ultimo per ora, perché temo che non si finisca qui: troppo sovente, a volte per puro caso, le Procure scoprono gente che trucca le partite, tenta di truccarle, scommette. Non si sa se rimarrà coinvolto stavolta anche Claudio Lotito, tirato in ballo nelle intercettazioni di Catania: si sarebbe davvero adoperato per condizionare la partita fra il club di Pulvirenti, suo amico, e l Avellino? Oppure, come sostiene lui, avrebbe dato solo consigli economici? Il patron di Lazio e Salernitana potrebbe essere chiamato in causa da Palazzi con l ipotesi di illecito. L indagine è solo agli inizi. Lotito smentisce con decisione, e parla di congiura. Contro di lui, e contro la Figc. Lasci stare la Figc che è certo parte lesa dal comportamento di certi presidenti quantomeno spregiudicati. ABBONATI A A SOLI 80 ALL ANNO TUTTE LE NOTIZIE DA PER INFO: o

5

6 numero luglio FIGC APERTA E TRASPARENTE TAVECCHIO E PALAZZI RISPONDONO Il presidente federale durissimo sulle scommesse Dobbiamo cacciare i mercanti dal tempio di FLAVIO GRISOLI Scomoda il Vangelo il presidente federale, e allo stesso tempo offre il titolo ai tanti cronisti presenti martedì mattina a via Allegri, e la ferma intenzione della FIGC di ripulire una volta per tutte (si spera) il calcio italiano, che si prepara a vivere l ennesima estate di passione, scossa da calcioscommesse, partite comprate e scandali di vario genere. In un appuntamento con la stampa convocato sulla scia delle nuove rivelazioni da Catania (con il presidente Pulvirenti che ha ammesso di aver comprato cinque partite per evitare la retrocessione della sua squadra), Tavecchio è stato accompagnato dal presidente della Lega Serie B Andrea Abodi e dal procuratore federale Stefano Palazzi, che per due volte in poche settimane ha rotto il muro del silenzio che lo attanagliava da dieci anni. Ed è proprio questo aspetto che preliminarmente Tavecchio mette in risalto: «Questa conferenza rientra nel quadro dell apertura del Palazzo verso l opinione pubblica. Opera che non è mai stata fatta nel tempo. C è l assoluta necessità di scacciare i mercanti dal tempio. Per quanto è nei miei poteri cercherò di attuare delle procedure di riduzione dei termini per quanto riguarda Tavecchio, Palazzi e Abodi in conferenza stampa (Foto Archivio) i procedimenti, al fine di favorire lo sviluppo dei campionati. Ho grande fiducia di Palazzi e del suo ufficio e degli altri organi della giustizia sportiva, anche perché dovranno affrontare un estate tremenda». Il presidente della cadetteria Abodi ci tiene a dire che la sua struttura è pronta a qualsiasi evenienza: sia che si parta in tempo, sia che si debba ritardare l inizio. E, a proposito di quest ultima eventualità, è molto chiaro: «Non ci sarebbero problemi. L importante è iniziare puliti, senza più legami con il passato». Palazzi, dalla reticenza a parlare con i giornalisti che lo caratterizzava fino alla fine della presidenza Abete, è molto disponibile a chiarire alcuni aspetti del suo lavoro che in questi ultimi anni, sono diventati molto familiari all opinione pubblica: «Ringrazio il presidente Tavecchio per questa conferenza stampa perché si offre all opinione pubblica la possibilità di farsi un idea precisa di quanto accade. Oggi martedì 30, ndd - da Catania ci trasmetteranno tutti gli atti finora raccolti, e da Catanzaro sono arrivati i fascicoli relativi a Savona-Teramo. Ringrazio per questo tutte le procure della Repubblica. siamo costretti a lottare contro il tempo, il nuovo codice di giustizia presenta dei tempi più lunghi e ci auguriamo che possano essere accorciati. Cercheremo ancora una volta di lottare contro il tempo, e voglio ringraziare pubblicamente tutti coloro che lavorano nel mio ufficio, senza i quali non sarebbe possibile svolgere al meglio il nostro lavoro». Per quanto riguarda invece la lentezza dei procedimenti e delle indagini: «Il nuovo codice di giustizia sportiva allunga i tempi per allargare le garanzie. Su questo comunque è in atto un percorso di revisione. La lentezza è comunque dovuta dalla gran mole di lavoro. Molti di questi procedimenti però sono importanti e delicati, forse come mai nella storia. Quindi c è bisogno di tempo. C è da considerare poi che la giustizia sportiva è legata a quella ordinaria che ha i suoi tempi e le sue modalità. Senza di essa, considerando che hanno a disposizione, giustamente, strumenti a noi preclusi, noi comunque non potremo fare molto». La notizia è che Tavecchio interverrà, laddove le regole glielo permetteranno, nello sveltire il più possibile le procedure. Per chiudere la fase di indagine e partire presto con i processi. Una posizione di grande interventismo da parte del presidente federale, atteggiamento che prima si faticava molto a vedere. Palazzi ha anche risposto alle indiscrezioni che vorrebbero i rapporti tra lui e il superprocuratore del CONI Cataldi ai ferri corti. Il magistrato napoletano, con molto savoir-faire ha dribblato, ma ha in qualche modo ammesso che non ci sia identità di vedute completa fra i due: «Non voglio essere autoreferenziale, ma faccio questo lavoro da 30 anni, e ho sempre collaborato con tutti i miei colleghi. Al di là di eventuali rapporti personali. Con il procuratore Cataldi non può essere giudicato il nostro rapporto come personale, ma lavorativo. E come tale ci possono essere delle divergenze su interpretazioni di norme giuridiche».

7

8 numero luglio BLOCCO DEI RIPESCAGGI E GIUSTIZIA PIÙ DURA Il Consiglio federale Vara norme più severe di FLAVIO GRISOLI E iniziata l estate calda del calcio italiano. Tra calcioscommesse, inchieste, commissariamenti e veleni ci si appresta a vivere altri mesi davvero di tensione. La FIGC però non vuole farsi trovare impreparata e mette in atto alcune riforme che, stando alle parole di Carlo Tavecchio, presidente FIGC, «Non daranno più adito a perdite di tempo, titubanze e compromessi». Il piatto forte della discussione di venerdì scorso a via Allegri era rappresentato dalla tassa per il ripescaggio e dalla giustizia sportiva, mai come in questi anni argomento di discussione. Per quanto riguarda il primo argomento, confermate le indiscrezioni dei giorni scorsi: 5 milioni per la Serie A, 1 milione per Carlo Tavecchio con il dg Michele Uva (Foto Archivio) la Serie B, 500mila per la Lega Pro e 300mila per la Serie D. Ma, cosa ancora più importante, è stato deciso il blocco dei ripescaggi a partire già dalla prossima stagione. Cosicché, come più volte ipotizzato nel corso delle annate passate, la riforma dei campionati si svolgerà naturalmente, in modo darwiniano (chi sviluppa i caratteri per resistere all ambiente che lo circonda, sopravvive. Gli altri..bé, avete capito). Ma Tavecchio ci tiene a precisare che: «Ho concesso un ulteriore, e ultima, proroga alle componenti per decidere sulla riforma dei campionati. Se entro l estate non si arriverà ad una decisione, allora interverrà il CONI». Tempi duri per la Lega Pro, che aveva votato contro sia alla tassa sui ripescaggi che al blocco degli stessi. Ma i problemi per la Lega di Firenze sono ben altri, e potete leggere a pagina 10 che si è forse chiusa l epoca-macalli. Capitolo giustizia sportiva: il Consiglio federale ha deciso di presentare alla prossima riunione una modifica normativa che prevede l inasprimento delle sanzioni nei confronti dei tesserati. C è la ferma e precisa volontà da parte dei vertici del calcio di fermare l emorragia del calcioscommesse e il fenomeno del omessa denuncia. È allo studio quindi la possibilità (che sarà evidentemente confermata, vista la fermezza con la quale Tavecchio e il direttore generale Uva hanno esposto la questione) di aumentare (si parla addirittura di raddoppiare) tutti i minimi edittali, fino ad arrivare alla radiazione automatica in caso di responsabilità diretta e acclarata nei casi di frode sportiva. Ci sarà poi un giro di vite importante per tutti quei tesserati che si rendono protagonisti dei fastidiosi casi di rapporti malati con le curve: sfilate verso gli ultrà inferociti per dire loro chissà cosa (Roma- Fiorentina di Europa League l ultimo caso importante), piuttosto che lo squallido spettacolo della consegna delle maglie perché ritenuti indegni di indossarle. Ebbene, tutto ciò sarà adesso previsto dalle norme e punito molto duramente, con la doppia sanzione della squalifica e dell ammenda pecuniaria. «La Federazione mette sul piatto i fatti, e non le parole», la chiosa di Tavecchio. E in un estate che si preannuncia particolarmente pesante, ce n è davvero bisogno.

9 2674_TIM_expo_PROFMOTORI_220X315.indd 1 01/04/15 11:02

10 numero luglio LEGA PRO, IL GIORNO DEL GIUDIZIO BILANCIO BOCCIATO Nei prossimi giorni decisioni definitive Commissariamento o elezioni di D.M. D AMBROSIO E F.GHERARDI La bocciatura (la seconda consecutiva) del bilancio Lega Pro suona come una sentenza sull attuale governance. Dopo 18 anni l era di Mario Macalli, a capo della terza lega calcistica nazionale, rischia davvero di essere arrivata ad uno stato di crisi senza precedenti. Ora le parti si dividono, c è chi si aspetta un passo indietro dello stesso Macalli e degli altri vertici di via Jacopo da Diacceto e chi invece, al contrario, continua dritto sulla strada battuta negli ultimi anni. Tra i primi, anche e soprattutto in virtù di quella che è stata la sua attività (politica e mediatica) degli ultimi mesi, c è Gabriele Gravina, il quale in esclusiva ai nostri microfoni commenta così i possibili scenari che si apriranno dopo la seconda bocciatura di fila, in data odierna, del bilancio Lega Pro: «Non so se è giusto parlare di dimissioni, si tratta di una scelta personale e in quanto tale va rispettata. Per quel che mi riguarda mi limito a chiedere coerenza da parte degli organi istituzionali, specialmente dopo le parole pronunciate al riguardo sia dal presidente del CONI che da quello della Federcalcio. Il commissariamento lo definirei una iattura, una sconfitta, per l intera Lega Pro e in particolar modo per le società che ne fanno parte. L unica soluzione in questo caso è programmare un Assemblea elettiva, e in tal senso prima Il vicepresidente della Lega Pro Antonio Rizzo (Foto Archivio) di convocarla serve avere un organico definitivo delle squadre che parteciperanno al prossimo campionato. È prematuro e fuori luogo quest oggi parlare di possibili candidature, è necessario anteporre in questo momento il bene comune agli interessi personali, dopodiché saranno le stesse società a pronunciarsi nelle sedi e nei tempi opportuni». Quali scenari si aprono adesso? Lo abbiamo chiesto ad Antonio Rizzo, vice presidente della Lega Pro, che ci ha spiegato: «L approvazione del bilancio ormai è diventata una questione politica e alcuni interventi che ci sono stati nell incontro di oggi non hanno fatto che confermarcelo. Noi ci Il consigliere federale in quota Lega Pro Gabriele Gravina (Foto Archivio)

11 11 siamo resi disponibili ad andare direttamente al nocciolo della questione e abbiamo proposto alle società di approvare il bilancio e convocare poi con i club che prenderanno parte alla stagione un assemblea elettiva. Questo anche in considerazione del fatto che 21 delle 38 società contrarie ad oggi non fanno più parte dell organico della Lega Pro. La nostra proposta è stata rifiutata e il bilancio bocciato. Comunque, come conferma anche il Collegio di Garanzia del CONI, la bocciatura del bilancio non determina la sfiducia. Domani - mercoledì, a giornale già in stampa, aggiornamenti sul nostro sito - si terrà il Consiglio Direttivo ma ancora non sapremo cosa accadrà, potremo dimetterci in blocco o proseguire sulla nostra strada». Quello che appare chiaro è che si è verificata una certa convergenza sul fatto che un commissariamento creerebbe parecchi problemi alla Lega (che perderebbe anche potere e capacità decisionale all interno del Consiglio federale. Il problema è che le due parti in causa hanno due approcci diversi con il quale arrivare, probabilmente, alla stessa conclusione. Il fronte Gravina-Ghirelli chiede dimissioni e traghettamento all autunno, Macalli a farsi da parte non ci pensa proprio (e pare che non abbia parlato con Rizzo del comunicato con cui si proponevano le elezioni), e resta comunque inibito fino a fine agosto. La mancata approvazione del bilancio però, offre l assist a Tavecchio per intervenire. Perché, se è vero come è vero che l articolo 9.9 dello Statuto recita i casi in cui è previsto il commissariamento d imperio in taluni casi (e secondo Rizzo questi non sussistono, come tra l altro ha confermato la Corte di Giustizia del CONI), il presidente federale, durante la conferenza stampa successiva al consiglio federale di venerdì scorso ha detto che: «Se il 30 giugno il bilancio non dovesse essere approvato non si può non pensare ad uno spazio di intervento». Ora questo benedetto bilancio non è stato approvato, probabilmente Tavecchio attenderà una chiamata da Firenze per poi decidere cosa fare.

12 numero luglio PROGETTO SETTORE FEMMINILE È SCONTRO PER LE COMPONENTI Si attende risposta dalla FIGC entro venerdì Possibili azioni di protesta. E Cortani attacca di FLAVIO GRISOLI Nel marasma che sta avvolgendo, per l ennesima volta, l estate del calcio italiano si innesta un argomento forse di minore impatto sull opinione pubblica ma non meno importante dal punto di vista delle dinamiche federali. La situazione del calcio femminile (purtroppo o per fortuna) è venuta prepotentemente alla ribalta a causa (o grazie) alle parole ormai famigerate dell ex presidente della LND Felice Belloli. Ora è in ballo la sopravvivenza del movimento, e le società si sono organizzate insieme alle componenti tecniche e hanno partorito un progetto di riforma che vedrebbe il Dipartimento Calcio Femminile trasformarsi in Settore. Fonti interne alla Lega Dilettanti parlano di questa soluzione come «Un passo avanti per lo sviluppo del movimento, perché creerebbe un unica filiera per l aumento del numero delle partecipanti, e di conseguenza, della qualità complessiva delle giocatrici». Approvato a maggioranza da 5 su 6 componenti del Consiglio, hanno avuto parte nella creazione di questo progetto anche Associazione Calciatori e Allenatori. E probabilmente è proprio questo il motivo che ha generato divisioni all interno del mondo del pallone in rosa: si parla di assoggettamento alle componenti tecniche. «Non si può dare contro a chi svolge la propria parte nel processo di creazione di un progetto solo per partito preso. Non si capisce per quale motivo non si possono coinvolgere intelligenze e persone che sono nel nostro mondo», ribatte la nostra fonte. Per saggiare la risposta delle società, è stata organizzata una riunione informale sabato scorso a Milano, alla quale hanno partecipato 14 società più altrettante per delega che hanno dato parere positivo. La coordinatrice del Consiglio del Dipartimento Alessandra Signorile ha commentato così l esito dell incontro: «Nonostante non ci sia stata una grossa affluenza, abbiamo avuto risposte positive. Siamo in attesa di una risposta ufficiale da parte della Federcalcio al progetto che gli abbiamo presentato. Il presidente Tavecchio ha chiesto qualche altro giorno di pazienza per dare modo all ufficio legale, particolarmente stressato in questo periodo, di valutare per bene la questione. Comunque entro fine settimana contiamo di avere una risposta». C è parecchia attesa, anche perché sia le società che le componenti tecniche AIC su tutte hanno pronte delle azioni di protesta in caso il responso da parte della FIGC non dovesse essere quello atteso (approvazione della riforma): «Se così dovesse accadere prosegue Signorile le società poi, in una riunione successiva, decideranno che azioni intraprendere. Perché così non si può più andare avanti». Sulle forme di protesta non si sbilancia, anche se: «Sicuramente una forma molto civile. Posso pensare alla mancata presentazione alle partite. La non iscrizione sarebbe un autogol clamoroso, perché in quel caso spariremmo e non avremmo più nessuna forza per trattare con la FIGC». Situazione in divenire, quindi. Con i vari blocchi che si muovono. Infatti martedì pomeriggio c è stata una riunione informale a Fiumicino tra la coordinatrice della Commissione Sviluppo Calcio Femminile della FIGC Rosella Sensi, quest oggi nella veste di delegata del presidente FIGC Tavecchio e una delegazione di presidenti di società, tra cui Lazio, Roma, Acese, Ludos, Bocconi e altre. La presidente della società biancoceleste Elisabetta Cortani, da subito molto critica verso il progetto di riforma del movimento, che passerebbe da Dipartimento a Settore, con alcune modifiche sostanziali, ha dichiarato: «Preliminarmente abbiamo chiesto una deroga alla scadenza del termine per le iscrizioni al 10 di agosto, per dare modo alle società di capire che cosa sta succedendo e succederà. Per quanto riguarda il progetto in sé, c è un punto chiave che a noi non piace: la posizione delle componenti tecniche. A casa nostra non possono comandare, perché noi a casa loro non decidiamo niente. Per il resto, complessivamente, siamo d accordo nella sostanza di questa riforma. Anche se Settore come terminologia non ci piace un granché. Bisogna comunque rivedere chi ne dovrà fare parte e in che maniera». Cortani si spinge oltre, ed elenca i punti dai quali non si transige: «Il presidente vogliamo votarlo, non imposto. Vogliamo sceglierlo tra una rosa di 4-5 nomi di proposta federale. La composizione del Consiglio può anche andare bene così come proposto, ma le componenti non devono avere diritto di voto».

13

14 numero luglio ESORDIO DA FAVOLA PER IL FUTSAL FEMMINILE Nove gol fatti e nessuno subito A Roma spettacolo da brividi dalla REDAZIONE Una serata sognata da tempo. Una #nottemagica, con uno Stadio Nicola Pietrangeli pieno all inverosimile e un clima da brividi, che ha emozionato chi era al Foro Italico - almeno 4mila spettatori - e chi ha assistito alla partita in tv. La nazionale italiana femminile di futsal non fallisce nella prima partita della sua storia e supera con un autoritario 5-0 l Ungheria, sotto gli occhi del presidente del Coni Giovanni Malagò, del presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio e di quello della Divisione Fabrizio Tonelli. Al Pietrangeli le Azzurre guidate da Roberto Menichelli sono trascinate da Eliane Dalla Villa, autrice di una tripletta, mentre gli altri gol portano la firma di Federica Belli e Bruna Le Azzurre festeggiano la prima vittoria al Pietrangeli (Foto Archivio) Borges. «Abbiamo assistito ad uno spettacolo entusiasmante ha detto al termine dell incontro il Le squadre schierate per gli inni nazionali con la splendida cornice di pubblico (Foto Archivio) presidente della Divisione Calcio a cinque Fabrizio Tonelli - Dobbiamo continuare su questo passo, perché il movimento femminile ha ampi margini di crescita. Grazie al Coni e al presidente Giovanni Malagò per aver assistito alla partita insieme a noi qui allo Stadio Nicola Pietrangeli e, ovviamente, anche alla FIGC e al suo presidente Carlo Tavecchio. È stata una serata indimenticabile, una vera e propria notte magica». Due giorni dopo, il replay a Montesilvano non esce dallo spartito proposto al Pietrangeli : quattro a zero il risultato finale, con la squadra guidata dal Ct Roberto Menichelli in gol nel primo tempo con Bruna Borges, Neka e D Incecco e nella ripresa con Pomposelli. Nel secondo test Menichelli fa turn over e cambia sei giocatrici rispetto al match d esordio al Foro Italico, confermando nel quintetto solo il capitano Nicoletti: insieme a lei, il portiere Margarito, Dalla Villa,

15 15 GARA-1 A ROMA, CAMPO PIETRANGELI ITALIA-UNGHERIA 5-0 (2-0 p.t.) ITALIA: Tardelli, Pomposelli, Bruna Borges, Nicoletti, Exana, Maione, D Incecco, Mencaccini, Belli, Violi, Xhaxho, Dalla Villa, Luciani, Margarito. Ct Menichelli UNGHERIA: Vincze, Szabó, Szekér, Ganczer, Megyes, Halászi, Újvári, Csepregi, Radics, Varga, Üveges, Bernáth, Kovács, Hargas. Ct Rivera MARCATRICI: 5 21 p.t. e Dalla Villa (I), 7 08 s.t. Belli (I), 16 Dalla Villa (I), Bruna Borges (I) AMMONITE: Ganczer (U), Radics (U) ARBITRI: Francesca Muccardo (Roma 1), Chiara Perona (Biella) Viviana Pennese (Vasto). CRONO: Antonella Maglietta (Bari) Eliane Dalla Villa, autrice del primo gol della Nazionale (Foto Archivio) Mencaccini e Belli.Il vantaggio dell Italia arriva al 5 grazie ad una grande giocata della neo entrata Bruna Borges, capace di dribblare l intera difesa ungherese e battere Hargas tra gli applausi del suo pubblico. Di pregevole fattura anche il raddoppio, firmato al 13 da Neka con un pallonetto Anche il replay a Montesilvano è stato un trionfo (Foto Archivio) GARA-2 A MONTESILVANO ITALIA-UNGHERIA 4-0 (3-0 p.t.) ITALIA: Margarito, Mencaccini, Belli, Nicoletti, Dalla Villa, Pomposelli, Bruna Borges, D Incecco, Pastorini, Benetti,Presto, Neka, Siclari, Dibiase. Ct Menichelli UNGHERIA: Hargas, Szekér, Ganczer, Csepregi, Üveges, Szabó, Megyes, Halászi, Újvári, Radics, Varga, Bernáth, Kovács, Vincze. Ct Rivera Reti: 4 43 p.t. Bruna Borges, Neka, D Incecco, s.t. Pomposelli Arbitri: Alessandra Carradori (Roma 1), Manuela Di Fabbi (Sulmona), Stefania Cedraro (Perugia) Crono:Daniela Novelli (Campobasso) da posizione defilata. L Ungheria tenta la rimonta giocando la carta del portiere di movimento, ma l Italia si difende bene e realizza il 3-0 con D Incecco. La gara è chiusa e nella ripresa c è gloria anche per Arianna Pomposelli, ex giocatrice proprio del Montesilvano che sull assist di D Incecco infila il pallone sotto l incrocio dei pali. Inizia quindi nel migliore dei modi l avventura della nuova nazionale in rosa, che mantiene imbattuta la propria porta e supera a pieni voti i primi due esami, gettando basi solide in vista degli impegni della prossima stagione.

16 numero luglio IL BEACH SOCCER È AZZURRO A BAKU SPLENDIDO ARGENTO Ai giochi europei la truppa italiana si arrende Solo ai campioni del Mondo russi dalla REDAZIONE Dodici ragazzi felici con una medaglia d argento al collo. La Nazionale italiana di Beach Soccer perde di misura (2-3) la finalissima con la Russia nei primi Giochi Europei della storia, ma torna a casa con un secondo posto di prestigio e con la sensazione che sia mancato davvero poco all oro. Alla Beach Arena di Baku gli Azzurri non riescono a bissare il successo di giovedì contro i campioni del mondo in carica e non basta il solito cambio di marcia nel terzo tempo per completare l ennesima rimonta. Finisce comunque tra gli applausi dei tifosi italiani e del presidente della FIGC Carlo Tavecchio, presente in tribuna per sostenere una Nazionale che ha tenuto a battesimo quando era alla guida della Lega Nazionale Dilettanti: «Abbiamo disputato un grande torneo e i ragazzi sono La foto di gruppo con la medaglia (Foto Archivio) stati bravissimi il commento del presidente federale peccato per la sconfitta, ma avremmo firmato per portare a casa una Gori, uno dei protagonisti della spedizione del beach soccer italiano a Baku (Foto Archivio)

17 17 medaglia d argento». L Italia parte male, con la Russia che nel giro di due minuti si porta sul 2-0: al 6 Shaikov scavalca Del Mestre con un colpo di testa, poi è Gorchinskiy a trovare la zampata del 2-0 a pochi passi dalla porta. Per la prima volta dall inizio del torneo gli Azzurri non trovano la via del gol nel primo periodo e solo Gori con un acrobatica rovesciata riesce ad impensierire seriamente il portiere avversario. Dopo una bella rovesciata di Zurlo che termina di un soffio al lato, la Russia si porta sul 3-0 con un destro al volo di Leonov. E un altra partita rispetto a quella di tre giorni fa, con la squadra di Likhachev accorta dietro e cinica in avanti. Krasheninnikov si divora però il 4-0 e allora l Italia prova a giocarsi le sue ultime chance nel terzo tempo. Gori si procura un calcio di punizione dal limite dell area e fa 3-1, poi Ramacciotti ha sul piede il pallone del 2-3 ma calcia alto. Anche Frainetti si fa ipnotizzare da Bukhlitskiy, ma si avventa sulla respinta e viene atterrato procurandosi un rigore che trasforma con freddezza. Sembra l inizio dell ennesima impresa, Corosiniti si fa però espellere per un fallo di reazione nel momento di maggior spinta della squadra e il tempo passa inesorabile sino al suono della sirena. «Sono comunque contentissimo dichiara il Ct Massimiliano Esposito e a fine partita ho detto ai ragazzi che abbiamo fatto qualcosa che resterà nella storia. In pochi avrebbero scommesso alla vigilia su una nostra medaglia». Sulla stessa lunghezza d onda il capitano Francesco Corosiniti: «Un grandissimo risultato. Abbiamo sempre lottato sino alla fine e ognuno ha giocato sempre per l altro. Questo è davvero un gruppo eccezionale». Gli Azzurri festeggiano un gol (Foto Archivio) PER L ITALIA SCONFITTA CON ONORE ITALIA-RUSSIA 2-3 (0-2, 0-1, 2-0) ITALIA: Del Mestre, Gori, Corosiniti, Palmacci, Ramacciotti, Platania, Frainetti, Marrucci, Di Palma, Marinai, Zurlo, Spada. All: Esposito. RUSSIA: Ostrovskii, Makarov, Shkarin, Leonov, Peremitin, Bukhlitskiy, Gorchinskiy, Krasheninnikov, Shaikov, Poporotnyi, Romanov. All: Likhachev Arbitri: Benchabane, Pereira, Utulu Reti: 6 pt Shaikov, 7 pt Gorchinskiy, 4 st Leonov, 2 tt Gori, 6 tt Frainetti (p) Note: espulso Corosiniti. ammoniti Ramacciotti, Palmacci, Gori. Spettatori 2000 circa I RISULTATI DELLE FINALI A BAKU Finale per il 7 e 8 posto - Ungheria-Azerbaigian 3-2 Finale per il 5 e 6 posto Spagna-Ucraina 6-3 Finale per il 3 e 4 posto - Svizzera-Portogallo 5-6 Finale per il 1 e 2 posto - ITALIA-Russia 2-3

18

19 19 PUBBLICATO IL BILANCIO SOCIALE PIÙ DI UNA PARTITA AL MINUTO dalla REDAZIONE In apertura della riunione di venerdì scorso del Consiglio Federale, è stata consegnata a tutti i componenti una copia del Bilancio Sociale FIGC Il documento, giunto alla sua terza edizione, illustra in maniera dettagliata e trasparente l identità, la mission e le attività di un organizzazione complessa come la FIGC attraverso un infografica molto esauriente; realizzato in collaborazione con PricewaterhouseCoopers, il Bilancio Sociale FIGC 2014, comprende due anni di rendicontazione (2013 e 2014) ed ha lo scopo di valorizzare e comunicare all esterno il valore prodotto dalle attività svolte dalla FIGC attraverso l analisi dei risultati raggiunti. Il documento redatto dalla FIGC, unica federazione sportiva ad aver pubblicato il Bilancio Sociale nel 2015, rappresenta un elemento innovativo sia in ambito internazionale, avendo riscontrato il parere positivo di FIFA, UEFA e di molte federazioni estere, che nazionale, essendo diventato una best practice per molte realtà calcistiche italiane. Il volume, che è stato presentato il 20 giugno all Orogel Stadium di Cesena nell ambito del progetto Kick Off e sarà redatto a breve anche in lingua inglese, si compone di 4 capitoli: Identità e governance; Attività; Responsabilità sociale; Gestione del capitale. La prima parte dedicata all identità e alla governance ribadisce i numeri del calcio in Italia già pubblicati su ReportCalcio, altro documento edito dalla FIGC ( i tesserati FIGC, il 25% degli atleti tesserati per il CONI proviene dalla FIGC, campi da gioco omologati, società, squadre, calciatori minori al primo tesseramento in Italia) e documenta la mission della Federcalcio, la sua storia, i suoi stakeholder, la sua organizzazione e la struttura della giustizia sportiva. Tra i dati più interessanti, il fatto che nel nostro Paese si disputi una partita ufficiale in media ogni 58 secondi ( gare l anno), che una Nazionale giochi una gara ufficiale in media ogni 2 giorni (170 l anno), che l Italia sia il Paese in cui si parli di più di calcio (8 ore settimanali ciascuno in media). Ancora più significativo i dati sul rapporto tra calcio e media: forte del fatto che l 84,4% degli italiani dichiari di guardare abitualmente le partite della Nazionale, emerge che nelle prime 45 posizioni della classifica dei programmi più visti di sempre in tv in Italia figurino esclusivamente partite di calcio (42 della Nazionale, che ha il primato con Italia Argentina del 1990, 27.7 milioni di telespettatori e 87,25% di share) e che tra i 20 programmi tv più visti nel 2014 figurino 12 partite di calcio. Anche il Mondiale 2014, nonostante l esito sfortunato per gli Azzurri sul campo, si è chiuso con dati importanti in tv: audience media di 14,9 milioni di telespettatori e share del 68,36%. Nel capitolo dedicato alle Attività viene riepilogato il lavoro svolto dalla FIGC, attraverso le differenti aree operative: Squadre Nazionali, Tv, Media e Comunicazione, Marketing e Commerciale, Promozione e CRM, Centro Studi, Sviluppo e Iniziative speciali, Rapporti internazionali, Sicurezza, Integrità, Organi di controllo, Antidoping, Associazione Italiana Arbitri e Settori (Giovanile e Scolastico/ Tecnico). Nella sezione riservata alla Responsabilità sociale sono indicate le iniziative svolte dalla FIGC in relazione a Infanzia, Ricerca scientifica, Diversa abilità, Emergenza umanitaria, Diversità e antidiscriminazione, Fair Play, Valori e Formazione, Fundraising. Infine, l ultimo capitolo è dedicato al Capitale Umano (226 dipendenti, di cui 125 uomini e 101 donne oltre a 250 collaboratori), Economico, Immobiliare. Nel volume sono indicati anche gli asset strategici a livello sportivo per la FIGC: il programma di sviluppo del calcio femminile, lo sviluppo del calcio a 5, la costituzione dei centri federali territoriali per non disperdere i giovani talenti, l incremento delle attività delle Nazionali, la riforma dei campionati giovanili, la formazione del personale impegnato nel calcio, il rapporto con il MIUR per la promozione dell attività educativa nelle scuole con testimonial del calcio. L edizione 2014, in linea con gli standard internazionali di riferimento del GRI 3.1 (Global Reporting Initiative), riprende i principali temi sviluppati nelle precedenti edizioni con l integrazione di nuovi trend e analisi: nell ottica della trasparenza, sono pubblicati anche i dati relativi alle risorse umane, alla responsabilità ambientale e al capitale economico, con la pubblicazione del bilancio di esercizio riclassificato.

20 in ogni caso i migliori in campo

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Titolo primo L Associazione Italiana Arbitri Capo primo: Natura, funzioni e poteri. Art. 1 Natura e funzione 1.L Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l associazione

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA.

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA. CENTRO SPORTIVO ITALIANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI P A R M A P.le Matteotti, 9-43100 PARMA Telefono 0521281226-0521289870 Fax 0521.236626 e-mail: csi@csiparma.it web: www.csiparma.it

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli