Industria, innovazione e mercati finanziari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Industria, innovazione e mercati finanziari"

Transcript

1 Gabriele Galateri 95 Industria, innovazione e mercati finanziari Gabriele Galateri Grazie Presidente Vietri, grazie a tutti voi di essere qui. Devo dire che è interessante trovarsi a contatto con persone come voi che hanno davanti tutta la vita e che hanno dimostrato di volersi impegnare seriamente in questa competizione. Raramente riesco a partecipare a questo tipo di eventi ma Giovanni Vietri è riuscito a convincermi dicendomi che, nel vostro progetto, il titolo Telecom Italia è stato eliminato dal portafoglio d investimento perché è sceso troppo in borsa. Di fronte a questa evidenza mi sono detto: è meglio che venga con Elisabetta Ripa, Responsabile Investor Relations, per illustrarvi quali sono le prospettive del Gruppo Telecom Italia. Mi rendo conto che parlare di imprese, di Borsa in un momento di economia come questa non è cosa facile. Io credo che tutti voi conosciate cosa sta succedendo sui mercati, sappiate quale recessione sta avendo luogo nel mondo. È una recessione particolarmente pesante perché profonda e globale: sta interessando contemporaneamente tutte le parti del mondo, da paesi avanzati come l Italia a paesi emergenti come il Brasile e l India. L origine della recessione, come sapete, è legata al fenomeno dei Subprime, cioè dei finanziamenti scadenti che sono stati erogati in grande quantità nel mercato americano, successivamente cartolarizzati e rivenduti. Tale fenomeno dimostra, tra l altro, un eccessiva sofisticazione del mondo finanziario e insegna a chi, come voi, studia finanza, che bisogna fare molta attenzione all eccessiva sofisticazione ed astrazione degli strumenti; la speculazione non è mai positiva.

2 96 Conoscere la borsa Penso che abbiate tutti l ambizione, un giorno, di appartenere alla parte migliore del Paese e quindi contribuire al suo sviluppo. Se fossi in voi mi domanderei: quale sarà il mio futuro in questo mondo e con questa crisi? Che cosa devo fare per cercare di emergere? Io posso darvi risposte che nascono da esperienze personali, sono risposte in cui credo, anche se alcune potrebbero sembrare risposte diplomatiche. Ho studiato come voi, erano gli anni 68/ 69, ed ad un certo punto, ho pensato di andare a vedere cosa succedeva all estero! Tra l altro, al termine dell Università e proprio mentre uscivo dalla stanza dove mi ero laureato, il mio relatore, il Professor Cosciani, docente di Scienza delle Finanze, mi chiese se volevo lavorare con lui come assistente universitario. Ho fatto l assistente universitario per un anno a Roma, alla fine dell anno era obbligatorio andare all estero, esperienza che mi interessava molto e che, tra l altro, consiglio vivamente a tutti. Quindi dovetti scegliere tra andare in una scuola di teoria come la London School of Economics o andare in una scuola di economia applicata. Ho scelto la Columbia University di New York, dove sono stato per due anni. Esperienza affascinante, non soltanto dal punto di vista professionale ma anche come esperienza di vita. Mi trovai a vivere in un mondo difficile (perché New York nel 68 non era un mondo facile), dove era necessario lottare per essere riconosciuto in mezzo a moltissimi stranieri, cinesi, giapponesi, etc., con i quali avevo solo una cosa in comune: nessuno di noi capiva l inglese. Sono poi tornato in Italia, ho lavorato due, tre anni alla Banca di Roma, dove ho fatto esperienze straordinarie soprattutto nel campo dell innovazione finanziaria. All università americana avevo studiato i così detti ratio di bilancio, indicatori che immagino voi manovriate perfettamente. All epoca si parlava ancora degli indicatori elementari quali

3 Gabriele Galateri 97 ad esempio il rapporto debt/equity cioè il rapporto tra debito di un azienda e il suo patrimonio; il Return on equity ossia gli utili sul patrimonio, tutti dati molto semplici. Tornato in Italia vado al Banco di Roma e in altre banche a fare colloqui di assunzione. Mi dicono: Ma lei cosa ha imparato?. Quando ho detto di aver imparato tante cose, tra cui anche i ratio, sono rimasti stupefatti. Mi ricorderò sempre il direttore centrale che, con un accento tipicamente locale, mi disse: Ma lei conosce i ratio?. I ratio erano considerati un miracolo della natura tanto che da Roma mi hanno mandato in tutte le filiali a spiegare cosa fossero. Vi dico questo, per dirvi che questi parametri, che oggi sembrano banali, all epoca rappresentavano l innovazione su cui cominciava a lavorare la finanza per valutare le aziende. Successivamente sono entrato alla Saint Gobain, una società che produce materiali per costruzioni in vetro. Mi trasferisco a Milano e faccio per tre anni il direttore finanziario della Saint Gobain prima a Milano, poi a Parigi, dove cresce la mia conoscenza del mondo internazionale. Nel frattempo a Parigi ho conosciuto il Dottor Romiti che mi ha proposto di andare a lavorare a Torino. Mi proposero di fare il direttore della Finanza Estera della Fiat che si occupava solo delle Americhe. Nonostante sembrasse una diminutio capitis, alla fine ho sentito una forte spinta a tornare in Italia: tornare alle radici e dare una spinta alla società italiana non mi dispiaceva per niente. E così mi sono detto: Ma sì, tentiamo!. Immaginatevi il passaggio: parto da Parigi ancora tutta illuminata e arrivo a Torino con la nebbia ed il buio. Andavo a stare da mia nonna, quindi mi si prospettava una vita triste. In quel momento ho pensato di aver fatto la stupidaggine della mia vita. e invece sono rimasto a Torino per 25 anni senza nemmeno accorgermene, e realizzando che era passato tutto quel tempo solo quando mi sono trasferito a Milano. Ho improvvisamente realizzato

4 98 Conoscere la borsa di aver passato un quarto della mia vita in quella città facendo attività molto interessanti, da Direttore della Finanza Internazionale a Direttore della Finanza della Fiat. Poi sono andato, su chiamata di Umberto Agnelli, a fare l amministratore delegato di IFIL, un azienda che aveva il compito di investire in settori diversificati rispetto a quelli della Fiat. La Fiat investiva nel settore meccanico, IFIL doveva inventarsi una sua strategia, quindi cominciammo a investire nel mondo dell alimentare che sembrava avere dei cicli diversi dal meccanico, poi nel mondo del turismo, poi nel mondo della grande distribuzione, la Rinascente e così via. Portammo un azienda, che inizialmente aveva nel proprio portafoglio solo circa il 6% di Fiat, ad essere una delle più grosse holding industriali italiane con circa 4-5 mila miliardi di investimenti. Poi fui nominato Amministratore Delegato dell IFI in aggiunta. Nell IFI trovai quella che sicuramente tutti voi conoscete, la Juventus; oltre alla Juventus trovai anche molte altre attività: il cemento, le attività editoriali ecc. Successivamente fui chiamato a fare l amministratore delegato della Fiat, e così tornai di nuovo al Lingotto e poi, dopo il Lingotto, andai a fare il presidente di Mediobanca, esperienza completamente diversa nel mondo milanese, mondo delle grandi banche. Pensate ad una Mediobanca governata per trent anni dal Dottor Cuccia, concentrata su una sola persona, che doveva trasformarsi in un azienda competitiva non solo italiana ma anche internazionale. Era quindi un momento affascinante per cercare di dare una strategia, un futuro, a un azienda che aveva un nome incredibile ma aveva una base, a mio avviso, fragile perché legata soprattutto a pochi gruppi italiani. Abbiamo scoperto che quando c è un buon marchio, nel mondo ti stanno a sentire. Ricordo quando portammo Mediobanca in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna dove oggi ha le proprie sedi, e addirittura in Russia.

5 Gabriele Galateri 99 Dopo l esperienza in Mediobanca, sono approdato in Telecom Italia. Telecom, di cui vi parlerà tra poco la Dottoressa Ripa, è un mondo affascinante, che, rispetto agli altri mondi che ho visto (automobili, alimentare, bancario) è il mondo del futuro. Anche gli altri settori presentano prospettive certamente importanti, ma onestamente relativamente limitate: se si pensa a quale sarà il modo di spostarsi tra 20 anni, a quale sarà il modo di mangiare tra 20 anni, o a quale sarà il modo di fare la distribuzione tra 20 anni, sono tutte domande che lasciano parecchi dubbi. Se invece pensiamo a quale sarà il modo di comunicare o quali saranno gli strumenti della comunicazione tra 20 anni, vi posso già dire che li intravediamo e sono affascinanti. Un mondo che si sviluppa a una velocità supersonica di cui voi siete anche più al corrente di me, nella misura in cui sapete usare i vostri telefonini, i vostri i-phone. Per non dilungarmi troppo sulle mie vicende e passare alla storia dell azienda, i messaggi che mi piace dare ai ragazzi sono questi: innanzi tutto in base alla mia esperienza personale, la meritocrazia e la professionalità sono una vera realtà, un vero vantaggio. L ho sempre detto anche a mia figlia, se volete riuscire, uno dei cardini di questa strategia deve essere quello di costruirvi i mattoni giorno per giorno, tenete presente che i mattoni non si costruiscono tutti in un colpo a 35/40 anni, si costruiscono a 15 anni, a 18, 20 anni, 22 anni, 25 anni, ma potrei dirvi tutti i mesi, tutti i giorni. Ed è una scommessa che bisogna fare. Io l ho fatta tante volte; mi ricordo che mio padre era ufficiale, aveva la casa all interno della caserma, dove abitavamo. Vedevo tutti i miei amici che giocavano a pallone, io me ne stavo seduto lì come un secchione a leggere libri. Se giochi a pallone, se diventi un gran calciatore, forse allora hai fatto meglio a giocare, però se non diventi un gran calciatore rischi di perdere il treno.

6 100 Conoscere la borsa Io non dico di non giocare a pallone, dico che ci deve essere il tempo per giocare a pallone, ma deve esserci il tempo per costruire i mattoni, come dicevo prima. La seconda cosa è la fiducia, l opportunità. Ho sempre pensato che nei brutti e difficili momenti della vita, perché sì, ci sono stati molti momenti in cui mi è sembrato di essere in un precipizio, si deve pensare che non è finita, che anche le cose che possono essere immediatamente negative diventano, invece, base per cose molto positive. Non voglio entrare in fatti troppo personali, ma vorrei raccontarvi la storia della mia uscita da Mediobanca. Abbiamo portato Mediobanca da 7 euro per azione nel 2002 a 18 euro per azione, quando l ho lasciata nel Credo che questo vi dia la dimensione di quanto sia stato drammatico per me lasciare Mediobanca. Però è stato un dramma in positivo, perché mi ha permesso di arrivare in Telecom, di iniziare tutta un altra strategia, altrettanto affascinante, forse anche con prospettive più lunghe di quelle che avrei potuto avere in Mediobanca. Anche i momenti di difficoltà, di crisi, sono base di opportunità. Tutte le gallerie hanno in fondo una luce, tutte le crisi del mondo sono sempre poi sfociate in qualcosa di nuovo, diverso, in qualcosa di migliore; anche questa crisi, per esempio, avrà certamente uno sviluppo a un certo punto positivo. Certamente rimarranno alcuni feriti lungo il percorso, ma il finale non sarà un finale spiacevole, sarà un finale in cui giocherà molto la competenza e la personalità, giocherà molto, lo dico pensando a Telecom, la capacità di innovazione, la capacità di portare nuove tecnologie, perché le nuove tecnologie portano efficienze, che creano veramente quel mercato globale nel quale potremo vivere meglio. Altri due punti veloci e poi passo alla presentazione di Telecom Italia. Il primo è un aspetto che sembra un po retorico, ma francamente non lo è ed è quello dell etica, che non vuol dire solo rispettare le regole e le leggi, perché quella è una

7 Gabriele Galateri 101 cosa automatica e necessaria. L etica è una cosa più ampia, è il rispetto dell onestà, della giustizia, del buon senso, anche se non è imposto da una regola ben precisa. Negli ultimi anni nel mondo, si sono fatte operazioni di finanziamento per l acquisto di aziende, finanziando 6/7/8 volte il capitale che veniva messo nell operazione di acquisizione. Queste sono operazioni speculative, operazioni che si facevano purtroppo perché tutti le facevano, e non vi erano regole per impedirlo. Questo è un atteggiamento non etico, un comportamento che pur non essendo fuori legge è un atteggiamento da evitare perché non porta lontano. Infine, ed è l ultima considerazione, senza assolutamente sminuire tutto quanto, è indubbiamente importante avere un po di fortuna nella vita. Napoleone diceva che voleva generali bravi ma soprattutto fortunati. Devo confessarvi che in molte delle mie scelte, delle mie vicende, devo dare un certo peso alla fortuna; io la preferisco chiamare, ovviamente, intuizione! Spesso mi sono visto in una stazione con tanti treni che passano, che si fermano, e bisogna decidere su quale treno salire. Vi assicuro che in certi casi non sono salito per caso o per intuizione su un treno che è andato a finire su un binario morto dopo alcuni chilometri, mentre sono salito su un altro treno che è invece arrivato a destinazione. Perché sono salito su un treno piuttosto che su di un altro? Credo che un ruolo fondamentale lo abbia giocato la fortuna. Quindi, le caratteristiche necessarie per farsi strada sono: La professionalità e la meritocrazia in cui bisogna sempre credere; Il rispetto dell etica e dei suoi principi, avendo sempre il coraggio di difendere le proprie convinzioni; Una buona dose di fortuna che non vi posso trasmettere, ma che vi auguro con tutto il cuore!

8 102 Conoscere la borsa Passiamo ora a parlare di Telecom, se avete domande, osservazioni da fare interrompetemi pure. Chi è Telecom Italia. Il gruppo ha il controllo di due società quotate: Telecom Italia Media, l area televisiva e TIM Brasil, il business brasiliano. L azionista di riferimento è Telco S.p.A., che possiede il 24% di Telecom Italia ed è costituita da cinque gruppi importanti: Generali, Banca Intesa, Mediobanca, Benetton e Telefonica. Nel 2007 il gruppo di controllo di Telecom Italia decise di vendere la società e alcune entità straniere, in particolare gli americani di AT&T e il messicano Carlos Slim, mostrarono il loro interesse all acquisto, concretizzando il rischio che Telecom Italia venisse venduta ad un gruppo straniero. A quel punto in Mediobanca si decise di costituire una cordata per contrastare tali offerte. Creammo quindi un gruppo di alto lignaggio con le Generali, Banca San Paolo, Sintonia e Mediobanca. I capitali però non erano sufficienti e dovemmo ricorrere a un altro interlocutore, Telefonica. L ingresso di Telefonica era molto complesso perché il gruppo spagnolo è un concorrente di Telecom Italia, in America Latina. Telefonica quindi si unì ai quattro gruppi italiani, pur rimanendo in minoranza con il 40% di Telco. Telecom Italia è quotata alla Borsa di Milano ed è quotata anche alla Borsa di New York. La nostra Società è presente in Sud America, in particolare in Argentina, Brasile e Cuba, ed in Europa tramite le società che offrono collegamenti internet in Germania e Olanda. Il gruppo è poi presente con Sparkle, nel business dei grandi cavi per le trasmissioni intercontinentali. Telecom si occupa di diversi business nell ambito delle telecomunicazioni quali la rete fissa tradizionale, il business mobile con il brand TIM; l Olivetti con i suoi contenuti di stampa digitale, Alice che rappresenta l area di internet e della banda larga; e poi MTV, La7, l agenzia di comunicazione APCom.

9 Gabriele Galateri 103 Quali sono le dimensioni di Telecom Italia? A fine 2008, il gruppo poteva contare su circa 20 milioni di collegamenti alla rete fissa, circa 8 milioni di accessi in larga banda in Italia. Oggi si discute molto su come dotare il paese di velocità sempre più ampie sulla rete per consentire una serie di applicazioni fondamentali per lo sviluppo del paese: dalla televisione via internet, alla telemedicina, al telelavoro, alla telesorveglianza. Il gruppo, inoltre, ha circa 36 milioni di linee mobili in Brasile; i dipendenti del gruppo sono in totale circa 77 mila. Dal punto di vista economico il gruppo genera un fatturato pari a circa 30 miliardi di euro l anno e 11,4 miliardi di euro di EBITDA, cioè di margine prima degli interessi, delle tasse e degli ammortamenti. Gli investimenti industriali ammontano a circa 5,4 miliardi di euro (dati a dicembre 2008). Il business in Brasile genera ricavi pari a circa 5 miliardi di euro, 1,2 miliardi di euro di EBITDA e ha circa 10 mila dipendenti (dati a dicembre 2008). Come potete vedere dal confronto con gli altri operatori europei, si tratta di dati importanti ma non giganteschi: ad esempio, mentre Telecom Italia ha un fatturato di 30 miliardi di euro l anno, Telefonica ne ha 57 miliardi, il gruppo tedesco Deutsche Telekom ne produce 61 miliardi, il gruppo francese France Telecom 53 miliardi, l operatore olandese KPN 14 miliardi. Come ben sapete, ciò che è importante non sono soltanto i ricavi, ma anche il margine, ossia quanto pesa il margine dell azienda sui ricavi. Secondo i dati a fine anno 2008, Telecom Italia non è posizionata male, perché ha un margine del 37,7%, mentre Telefonica è al 39%, Deutsche Telekom al 29%, France Telecom al 36% e KPN al 34%. Quindi la posizione reddituale di Telecom Italia è piuttosto buona. E questo è quello che ci deve far riflettere sul potenziale di valorizzazione di Telecom Italia in futuro. Il proble-

10 104 Conoscere la borsa ma di Telecom Italia è nella valorizzazione del mercato che oggi purtroppo dipende molto dal livello di debito ereditato dalla storia passata di Telecom. In particolare il debito del gruppo nasce da una serie di acquisizioni, effettuate attraverso il meccanismo di indebitare la società senza tirar fuori quattrini. Ma guardiamo avanti e chiediamoci in che direzione si sta sviluppando il mondo delle telecomunicazioni? Al centro avete gli operatori telefonici, c è Telecom Italia e ci sono gli operatori nostri concorrenti, Vodafone, Wind, Tiscali. Gli operatori oggi in Italia si stanno parzialmente spostando verso il mondo delle televisioni attraverso la così detta IPTV. Non so chi di voi, spero molti, abbia a casa Alice Casa, che fornisce anche l accesso a questa nuova modalità di distribuzione della televisione che è molto interessante, perché consente l accesso nel momento in cui si vuole vedere un determinato programma, o a programmi che si vogliono rivedere, consentendo una flessibilità di fruizione che la televisione tradizionale non vi consente di avere. Molto importante per noi è poi il mondo dell ICT, Information and Communication Technology, cioè di tutte le strumentazioni, servizi, applicazioni informatiche che servono al mondo esterno per migliorarne il funzionamento. Pensate ad esempio alla Pubblica Amministrazione e a come sarebbe tutto più facile se all interno della Pubblica Amministrazione tutto fosse digitalizzato, consentendo all utente di risolvere i problemi on-line attraverso internet, evitando lunghe code agli sportelli. Pensate a cosa potrebbe significare per la Sanità avere on-line i processi relativi all emissione delle prescrizioni, alla gestione dei ricoveri, alle medicine, ai controlli. Possiamo dire che tutto questo è il futuro della telecomunicazione. Passiamo ad analizzare il posizionamento di Telecom Italia

11 Gabriele Galateri 105 sul mercato domestico. A fine dicembre 2008, le linee fisse di Telecom Italia sono risultate pari a 20 milioni. La quota sul mercato fisso (77%) è il risultato di una progressiva migrazione dei clienti verso i servizi di telefonia mobile e verso soluzioni alternative di comunicazione (messaging, , chat). La forte competizione che contraddistingue questo settore ha prodotto una graduale riduzione della quota di mercato di Telecom Italia sui volumi di traffico voce retail. Per quanto riguarda il mercato Broadband, Telecom Italia ha un buon posizionamento in termini di quota di mercato (60% al 31 dicembre 2008 rispetto al 57,0% di Telefonica, il 46,0% di DT, il 47,0% di FT ed il 26,5% di BT), ciò soprattutto considerando che la penetrazione del broadband sul totale degli accessi fissi in Italia è tra le più basse rispetto alle principali nazioni europee (49,5% a fine 2008 rispetto al 48,3% della Spagna, 62,7% della Germania, al 50,6% in Francia ed al 53,6% in UK). Nonostante uno scenario fortemente competitivo (4 operatori mobili ed una penetrazione sulla popolazione pari al 153%), Telecom Italia difende con forza il suo ruolo di operatore leader nel mobile domestico, con una quota di mercato del 38,0%, in linea con i principali operatori incumbent (gli ex monopolisti) in Europa (TEF 44,3%, Deutsche Telekom 36,5%, FT 43,6%). Vediamo ora quali sono gli obiettivi del Gruppo. Telecom Italia vuole concentrarsi su quelli che ha definito mercati chiave, ovvero il mercato italiano e quello brasiliano. In particolare la nostra strategia prevede per il mercato domestico di tornare a crescere in termini di ricavi, ridurre in modo significativo i nostri costi, migliorare i rapporti con l Authority delle telecomunicazioni, migliorare ulteriormente la soddisfazione dei nostri clienti. In Brasile vogliamo diffondere la banda larga mobile che

12 106 Conoscere la borsa rappresenta il grande progetto Paese che si sta sviluppando e vogliamo cercare di spingere sempre di più a passare dalla banda fissa al mobile, anche perché siamo essenzialmente operatori mobili. Per far sì che i nostri ricavi tornino a crescere (come vedete la crescita nel triennio è prevista maggiore del 2%) dobbiamo dunque puntare sui cosiddetti ricavi innovativi rispetto a quelli tradizionali, in quanto i primi presentano tassi di crescita nell arco di piano notevolmente superiori (circa 18% vs circa 4%). Che cosa si intende per ricavi innovativi? Sono i ricavi che derivano dalla connettività ad alta velocità (Broadband), sia tramite rete fissa che rete mobile, dai servizi a valore aggiunto (quali SMS, MMS, suonerie, wallpapers, etc.) nonché da quei ricavi propri di mercati vicini a quello delle TLC, quali ad esempio la televisione via internet (IPTV). Telecom Italia ha l obiettivo di far crescere i ricavi innovativi, facendo sì che essi raggiungano il 28% del totale dei ricavi nel 2011 (dal 17% nel 2008). Altro tema importante, come illustrato nella slide successiva, è la riduzione dei costi, che dovranno scendere di circa due miliardi di euro nell arco di piano, attraverso sette progetti che vanno dalla rete, alla distribuzione, alle attività tecnologiche, etc.. Passando al Brasile vediamo che, rispetto ad una popolazione di 193 milioni di abitanti, la penetrazione del mobile non è ancora molto elevata, mentre la penetrazione della telefonia fissa come vedete è stabile. Il Brasile è un paese vastissimo: è per questo motivo che collegare l intero territorio nazionale con una rete fissa è molto impegnativo. Nelle zone scarsamente popolate poi la tecnologia mobile si rivela vincente perché, grazie all installazione di un antenna, si possono raggiungere anche le zone più remote con un investimento più contenuto.

13 Gabriele Galateri 107 Se guardiamo l evoluzione delle linee fisse e delle linee mobili appare chiaro che il mobile ha avuto una vera e propria esplosione a partire dall introduzione della tecnologia GSM ed oggi la penetrazione nel paese è cresciuta molto (circa 80%, con 150 milioni di linee su una popolazione di 193 milioni). La nostra società in Brasile ha una rete GSM che copre l intero territorio nazionale ed è quindi nelle migliori condizioni per offrire servizi ai propri clienti. Il gruppo TIM Brasil è e sarà sempre più il nostro secondo polo strategico. Come vi dicevo prima, Telecom Italia deve tenere sotto controllo la posizione finanziaria, di conseguenza non è prevista alcuna espansione geografica nel prossimo futuro attraverso operazioni di acquisto, mentre il nostro piano è quello di ridurre gli asset non strategici, e quindi di procedere alla vendita della Germania, e di altre piccole società del Gruppo, con l obiettivo di contenere il debito e rafforzare la struttura patrimoniale. Passo la parola ad Elisabetta. Dottoressa Elisabetta Ripa Grazie. Entriamo ora in un tema più specifico, ed andiamo a vedere come Telecom Italia si relaziona con il mercato finanziario e con la Borsa in particolare. Creare una buona relazione tra la società ed il Mercato finanziario è fondamentale per aumentare il valore della società. Per fare ciò, prima di tutto è necessario individuare i soggetti che sono portatori di interesse nei confronti di Telecom cioè i nostri stakeholders. Tipicamente i soggetti che ci vengono subito in mente sono i clienti, i fornitori ed i nostri concorrenti, ma ci sono anche le Istituzioni e la Comunità in generale. A tale proposito è importante tenere

14 108 Conoscere la borsa in considerazione, ad esempio, le conseguenze che Telecom può avere sull ambiente. A questi soggetti aggiungiamo, infine, la relazioni con gli obbligazionisti e con gli azionisti. Per rispettare gli interessi di tutti questi interlocutori, Telecom prima di tutto cerca di migliorare il dialogo, la relazione attraverso canali di comunicazione specifica cercando di indirizzare le esigenze di ciascuno e di dare le risposte, per quanto possibile per una realtà industriale, in linea con le aspettative di questi soggetti. Andiamo ora a vedere l altra Telecom, quella che forse è meno nota, ed in particolare cosa fa Telecom per la comunità in generale, per limitare responsabilmente il proprio impatto come istituzione nei confronti dell ambiente? Telecom, abbiamo visto prima, è una realtà enorme, ha indubbiamente un impatto rilevante sull ambiente, attraverso i propri dipendenti, attraverso l indotto che genera, nonché attraverso le infrastrutture produttive. La nostra fabbrica è costituita dalle reti di telecomunicazioni, dalle centrali di comunicazione e dalle antenne che, forse, sono l aspetto più tangibile, perché visibile, della fabbrica di un operatore di telecomunicazioni. Telecom Italia è consapevole di questo forte impatto e vuole cercare di limitarlo. Il primo passaggio necessario è la valutazione della relazione di Telecom con l ambiente. Ci siamo accorti che effettivamente i numeri sono grandi; qualche esempio: i rifiuti generati in un anno dal sistema produttivo di Telecom corrispondono al peso di una petroliera. In termini di consumo di carta, pensate al numero di bollette che su base bimestrale Telecom invia alla clientela, purtroppo ci troviamo a distruggere lo dico in maniera molto negativa circa 30mila alberi. Anche in termini di energia necessaria per mantenere e mandare avanti i nostri stabilimenti e i nostri sistemi produttivi, Telecom è decisamente un consumatore.

15 Gabriele Galateri 109 Consapevoli di questo bilancio, che ha un peso importante, stiamo portando avanti una serie di azioni per ridurre l impatto ambientale. E lo facciamo attraverso una serie di progetti, che si concretizzano banalmente nella limitazione dell utilizzo della carta negli uffici, ma soprattutto nella dematerializzazione della bolletta. Alcuni di voi, ad esempio, avranno già richiesto di ricevere la bolletta via invece che cartacea via posta. Si tratta di un iniziativa importante che dovrà essere sempre più diffusa nei prossimi anni, e che nei paesi europei con i quali ci confrontiamo è già più avanti. Stiamo poi cercando di rendere autonomi i nostri impianti produttivi, rispetto a una produzione di energia, che per la dinamica del costo del petrolio ed in generale, per le fonti di energia, diventa sempre più onerosa. Vedrete sempre di più stazioni radio base (le antennine della rete di Telefonia Mobile) dotate di pannelli solari nel tentativo sostanzialmente di auto-generare l energia di cui abbiamo bisogno. Questi sono alcuni esempi per spiegare l altra Telecom. L altra Telecom significa anche impegno nel sociale, le iniziative che stiamo facendo, che stiamo portando avanti, passano attraverso l utilizzo della tecnologia, come diceva il Presidente, per agevolare e migliorare la relazione dell uomo in vari contesti. Stiamo investendo molto in telemedicina, nella teleconferenza, stiamo lavorando soprattutto per mettere a disposizione la tecnologia mobile per i portatori di handicap. Sono progetti rilevanti che portiamo avanti con determinazione, anche attraverso la Fondazione di Telecom Italia. La Fondazione è stata recentemente costituita, ed ha l obiettivo di finanziare progetti di questo tipo, di intervenire in quelle aree che richiedono interventi con fondi di sviluppo, quali ad esempio, le aree colpite dal terremoto. Ma l impegno di Telecom Italia nei confronti della comunità si articola soprattutto attraverso lo sviluppo dell innovazione

16 110 Conoscere la borsa e questo lo stiamo facendo soprattutto coinvolgendo i giovani ed aiutando coloro che vogliono utilizzare il mezzo delle telecomunicazioni, quale strumento imprenditoriale per individuare nuove opportunità di business. Abbiamo recentemente annunciato e varato con grande successo, un progetto di cui oggi vi voglio parlare perché può coinvolgere un po tutti voi: Working capital è sostanzialmente un fondo di dotazioni che abbiamo messo a disposizione di tutti coloro, giovani imprenditori, risorse che vogliono provare ad innovare, a mettersi in gioco, attraverso la selezione e la formulazione di progetti, che hanno da parte di Telecom il sostegno finanziario con l obiettivo di fare scouting, attraverso un sistema, un network, di piccoli imprenditori che possono aiutare non solo Telecom, ma il Paese, a veicolare l innovazione ed accelerare per recuperare il gap che l Italia, purtroppo, ha in questo campo. I giovani imprenditori possono accedere a queste risorse attraverso la presentazione di progetti, di iniziative, che verranno selezionate e finanziate fino alla maturità del progetto stesso, per poi lasciarle camminare da sole nel mercato. Entrando adesso nel tema specifico di cosa fa Telecom per gli azionisti, quindi nel tema del vostro percorso formativo, come diceva il Presidente, siamo stati coinvolti in questa discussione dalla notizia che a un certo punto il titolo Telecom è stato escluso dal portafoglio per eccesso di ribasso. In realtà questo è avvenuto in un momento in cui, credo, tutta la Borsa ha perso molto valore; la Borsa italiana, ma in generale le Borse europee e mondiali, negli ultimi mesi hanno perso molto e gran parte dei titoli sono scesi al di sotto di importi che venivano considerati una soglia invalicabile. Ma andiamo con ordine; cosa fa un gruppo come Telecom Italia per relazionarsi con la comunità finanziaria e per aumentare il più possibile la percezione del valore prodotto da parte dell azienda?

17 Gabriele Galateri 111 Prima di tutto chi sono gli azionisti di Telecom Italia? Telecom ha la peculiarità di avere un azionariato molto più diffuso rispetto ad altre società, in altre parole in Telecom hanno investito un numero di soggetti molto numeroso comprando un numero di azioni più limitato. Ciò fa parte della storia di Telecom Italia e della storia di un azienda che ha fatto un po il mercato e l economia del Paese. Questa caratteristica ci dà una responsabilità ulteriore, perché parlare con 600mila azionisti retail, piccoli azionisti, vuol dire mettere in campo strumenti di comunicazione che sono mirati e pensati per questo tipo di audience. Gli investitori istituzionali rappresentano il 45%. Con questo nome si identificano tutti quei soggetti che investono in titoli come loro attività principale: i Fondi pensione, i Fondi assicurativi, i Fondi comuni di investimento, etc. Si tratta, quindi, di un pubblico particolarmente esigente, che ha bisogno di un flusso di informazioni ed ha bisogno di capire come l azienda agisce per monitorare il valore investito nel titolo. Come si è comportato il Titolo Telecom Italia in Borsa negli ultimi sei mesi? Nella misurazione dell andamento di un titolo, come sapete, non è importante analizzare il valore assoluto del titolo, ma è importante andare a confrontare l andamento che questo titolo ha avuto con l indice di riferimento. In questo caso per Telecom l indice FTSEMIB, ma anche l indice di settore che nel nostro caso è l indice Dow Jones Stoxx Telecom. In questo confronto, Telecom nella generale situazione di ribasso dei mercati che ha caratterizzato gli ultimi 12 mesi dell anno, direi che se l è cavata abbastanza bene, negli ultimi sei mesi infatti il titolo ha performato meglio del settore, quindi per darvi alcuni numeri che avete visto nel vostro gioco, circa +24% rispetto a un indice di settore che ha fatto -2,5%, un indice di riferimento MIB che invece purtroppo

18 112 Conoscere la borsa ha perso il 12% in questo periodo. La performance relativa quindi tutto sommato, nel generale contesto ribassista, è stata positiva. Certo, noi non siamo soddisfatti di avere un titolo al di sotto di 1 Euro e per questo stiamo lavorando molto. Come si fa nello specifico a creare valore, cioè a cercare di massimizzare il valore di un titolo rispetto all andamento di Borsa? Il valore di Borsa altro non è che la sintesi estrema della performance di un azienda. Nella determinazione del valore contribuiscono: elementi oggettivi, quelli che noi chiamiamo i fondamentali di un titolo, cioè i risultati economicofinanziari; altra componente è il settore in cui si opera: il settore delle telecomunicazioni è un settore tradizionalmente ad alta marginalità, quindi ad alta creazione di valore. Ci sono poi altre caratteristiche, altrettanto importanti: la possibilità di vendere e comprare velocemente il titolo, quindi la liquidità del titolo. Ci sono poi elementi intangibili che attengono alla percezione che tutti quei soggetti che abbiamo visto prima e in particolare gli azionisti hanno rispetto al management, rispetto alla capacità dell azienda di comunicare in maniera efficace con i vari interlocutori, rispetto alla bontà che si percepisce di una strategia di sviluppo, quindi delle prospettive di sviluppo che l azienda riesce a far intravedere business per il futuro. Capitale materiale e capitale immateriale concorrono in ugual misura alla creazione del valore, ed è su queste due leve che l azienda deve agire per far sì che il valore del titolo venga percepito correttamente e si possa esplicitare nei corsi di Borsa. Come vi dicevo, la valutazione di un titolo azionario e quindi di una Azienda, passa attraverso la sintesi di una serie di informazioni, un processo che è simile a quello che ciascuno di noi compie prima di ogni acquisto o decisione di

19 Gabriele Galateri 113 acquisto: raccogliamo informazioni, facciamo confronti, elaboriamo modelli di valutazione che vanno ad identificare i flussi finanziari prospettici, quindi le prospettive di sviluppo, etc. In questo processo decisionale, le informazioni giocano un ruolo fondamentale; le informazioni devono essere date dall azienda in maniera tempestiva, completa, coerente e soprattutto in maniera trasparente. La comunicazione finanziaria, quindi ha un ruolo importante nella creazione del valore. L Azienda deve mettere in campo meccanismi in grado di consegnare al mercato informazioni complete; questo lo si fa tradizionalmente attraverso i Bilanci, che forse nel vostro gioco avete analizzato, ed attraverso i comunicati stampa; ma la comunicazione e l informazione avvengono anche attraverso i comportamenti che tutto il gruppo manageriale ha nell attività giornaliera. La comunicazione finanziaria ha l obiettivo di dare risposte concrete ed è una delle quattro forme di comunicazione che un azienda può avere: Comunicazione commerciale quella che normalmente ricevete nei punti vendita, che mira ad enfatizzare le caratteristiche di un prodotto, di un servizio, diciamo la pubblicità per semplificare un po il concetto; La comunicazione istituzionale che è quella volta a far percepire quali sono i valori dell azienda, quindi quale è la missione, in questo caso di Telecom; La comunicazione gestionale o interna, altrettanto importante, rivolta alla numerosa, in un caso come Telecom, forza lavoro. 70mila dipendenti significa sostanzialmente una platea con le proprie famiglie ed è importante comunicare i propri valori e la propria identità, è un passaggio importante per poi poter trasferire determinati messaggi e valori all esterno; La comunicazione finanziaria, come vi dicevo, che è quella mirata a informare la propria audience, quindi i

20 114 Conoscere la borsa propri ascoltatori sugli aspetti patrimoniali, reddituali e finanziari dell impresa per una corretta percezione dell azienda o una corretta decisione di investimento. Rapidamente, chi sono i vari interlocutori che agiscono nel mercato finanziario e, quindi, partecipano alle decisioni di investimento? Il soggetto principale è colui che compra e vende titoli: l investitore. Gli investitori hanno una serie di facilitatori nella loro attività. Un ruolo molto importante viene svolto dagli analisti finanziari, sono tipicamente banche che hanno il compito, il ruolo e la missione di analizzare alcuni titoli, alcune società in ogni dettaglio per sintetizzare una raccomandazione utile per gli investitori. Una raccomandazione che può essere quella di comprare, quindi un giudizio Buy, oppure di aspettare perché il momento non è favorevole per l ingresso sul titolo (Hold), oppure di vendere quindi disinvestire il titolo perché le percezioni o prospettive non sono favorevoli (Sell). Poi c è la stampa finanziaria che sicuramente influenza le decisioni di acquisto, quindi le riviste specializzate e la stampa, quale Il Sole 24 Ore e le pagine economiche dei principali quotidiani. Ma cosa vogliono sapere sostanzialmente i vari interlocutori? Vogliono sapere quali sono le fonti di generazione del valore, da che cosa può derivare la prospettiva di sviluppo di un azienda, in questo caso di Telecom. Vogliono avere linee guida, per capire come si svilupperà in futuro l azienda, vogliono avere concreta visibilità e una percezione diretta su chi la gestisce e che quindi fa sì che i piani si trasformino in realtà. Ultimo, ma non meno importante, gli investitori vogliono trasparenza: non vogliono sorprese dai risultati gestionali di un azienda, per non trovarsi ad avere una posizione, quindi un investimento in un titolo, che poi si può trasformare in una perdita. Tutto questo contribuisce a

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita Tel@com srl GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Colloquio di vendita Il nostro processo comunicativo 1 Presentazione personale 2 Feeling 3Motivo dell'incontro 4 Presentazione Aziendale 5 Conferma

Dettagli

Buongiorno Vitaminic S.p.A.

Buongiorno Vitaminic S.p.A. Buongiorno Vitaminic è una società operativa dal 16 luglio del 2003, nata dall integrazione tra le attività di Buongiorno (società operante nell ambito dei servizi alle imprese via mail e telefono) e Vitaminic

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Un corso di Marco De Veglia Brand Positioning: la chiave segreta del marketing Mi occupo di Brand Positioning

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale IFFI 10 edizione VALORIZZARE L IMPRESA E ATTRARRE GLI INVESTITORI La liquidità dei mercati finanziari per lo sviluppo delle imprese Le scelte per la media impresa tra debito e capitale MILANO, 11 Novembre

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

A cura di: Giangiacomo Freyrie

A cura di: Giangiacomo Freyrie 1 Buongiorno. La collaborazione con Federcongressi&eventi entra nel vivo e nella fase più operativa. Partiamo dal gruppo dei PCO. Il primo con cui siamo entrati in contatto e con cui abbiamo cominciato

Dettagli

Geprim per il Settore Immobiliare

Geprim per il Settore Immobiliare Geprim per il Settore Immobiliare Strumenti, tecniche, competenze, per superare le criticità e raggiungere i propri obiettivi Geprim per il Settore Immobiliare Il settore immobiliare è caratterizzato da

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015 1 La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale Bologna 1 marzo 2015 2 L'AIM Italia (Alternative Investment Market) è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA

RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA Cosa vuol dire R&D? R&D significa prima di tutto innovazione, nuove tecnologie, nuove idee. Ma concretizzare le innovazioni richiede investimenti a volte

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa A ACQUISIZIONE INCARICO PRESENTAZIONE DA 1 MINUTO Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa Posso dare un occhiata veloce alla

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Modula. Perchè ogni impresa è diversa

Modula. Perchè ogni impresa è diversa Modula Perchè ogni impresa è diversa Troveremo la risposta giusta alle vostre esigenze Indipendentemente dalla natura e dalle dimensioni della vostra attività, sicuramente c è una cosa su cui sarete d

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e lavoro NOTA di contesto: la scuola attiva da anni un

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale?

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale? Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale? Tempistica 40-45 minuti Competenze Competenza 27 conoscere i percorsi professionali di un area

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire

Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune - Citywire Pagina 1 di 10 Diversifica et Impera La forza tranquilla del Fondo Comune DiSimone Funghi / 28 luglio 2015 Ebbene sì. Esiste. Non è una leggenda metropolitana. Non è come il Bigfoot o Nessy a Lochness.

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. 2 IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI La lotta ai cambiamenti climatici prevede che tutti i cittadini europei

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Marco Calì FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Edizione Gennaio 2008 Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun mezzo.

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE Ricerca e innovazione in Italia. Le proposte della politica Italianieuropei intervista Maria Chiara Carrozza I ricercatori appartengono alla schiera dei potenziali innovatori.

Dettagli

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA ROMA 23 OTTOBRE 2008 Vorrei ringraziare gli intervenuti, i relatori, le Istituzioni ed il GSE che con la sua collaborazione

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento.

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Mario Solerio Partner D.O.C. marketing Di cosa parleremo Cosa intendiamo con cambiamento e le relative dinamiche Come comportarsi nei percorsi di cambiamento

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE http://www.sinedi.com ARTICOLO 9 FEBBRAIO 2007 ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE La formulazione della strategia aziendale rappresenta un momento estremamente importante per tutte

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna del 22/05/2014 INDICE TENDERCAPITAL 21/05/2014 Fondi & Sicav È sempre grande America 21/05/2014 Fondi & Sicav Nel complesso benino 21/05/2014 Fondi & Sicav Il vero

Dettagli

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 Il nuovo piano si basa su quello presentato a marzo 2015, accelerando la creazione di valore nell ambito dei quattro principi fondamentali ed aggiungendone

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli